Sei sulla pagina 1di 19

NUMERO 1 PRIMO TRIMESTRE 2021 Periodico dell’A.F.D.S.

di Udine
ASSOCIAZIONE FRIULANA DONATORI SANGUE

ENTRATI
IN UNA NUOVA ERA
Il mandato del Direttivo provinciale ha introdotto tantissime
innovazioni per rendere l’associazione pronta alle sfide future
Spedizione in abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art 1, comma 1, NE/UD
Anno LXIII n. 303 Gennaio 2021 Settore Propaganda A.F.D.S. Trimestrale - Poste Italiane s.p.a.

FIDAS NAZIONALE
Il neopresidente Musso:
“Pronti alle nuove sfide.
La questione vaccinale
è una priorità”

MEDICINA
Assieme all’AFDS
per costruire un nuovo
modello di dono.
Intervista al neodirettore
Giovanni Barillari
Sommario Editoriale

15
3 EDITORIALE
Primavera di ripartenza

FOCUS
Primavera di ripartenza
4 Un mandato al fianco dei donatori

20 33 C
on l’arrivo della prima- esperienze, oltre che con la neces-
FOCUS
5 Dialogo con il pubblico
vera guardiamo con saria disponibilità di tempo.
maggior fiducia a una Dovendo presentare un bilancio
ripresa generale dopo le in breve dell’attuale mandato
FOCUS VITA ASSOCIATIVA
6 Modello di trasparenza 16 La scuola forma i donatori di domani
‘ondate’ pandemiche a causa delle vorrei sottolineare il grande sforzo
quali l’anno appena trascorso non che è stato fatto per l’innovazione
è stato positivo per la società nel informatica che ha dato piena
FOCUS VITA ASSOCIATIVA
7 L‘etica nel nostro Dna 18 Assembramenti ‘clandestini’
suo insieme. Così ne ha risentito efficienza ai nostri servizi rivolti
anche la donazione di sangue e, al donatore e permesso di dare un
FOCUS non ultima, la nostra vita asso- avvio positivo alle prenotazioni,
VITA ASSOCIATIVA
8 Rapporto a portata di click 19 Mandi Satùl, addio senatore
ciativa. È l’anno dedicato a Dante anche attraverso la app, e alla
Alighieri che ci ha insegnato chiamata.
FOCUS D COME DONO che si ritorna sempre a “riveder Un secondo aspetto molto impor-
9 Fabbrica del futuro 20 Fidas: “Pronti per le nuove sfide” le stelle”, dunque a recuperare tante è stato il rilancio dell’autoe-
quanto perso nella nostra umana moteca, che è divenuta il secondo
FOCUS D COME DONO speranza. mercato. Abbiamo la responsabi- centro di raccolta in provincia.
12 Quattro anni di sfide e soddisfazioni 21 Una priorità fondamentale È ora di riprendere le fila delle lità di decidere la vita o la morte di In questi quattro anni abbiamo
attività che da sempre hanno persone a noi sconosciute, ma alle rinnovato la convenzione con la
VITA ASSOCIATIVA VOCE DELLE SEZIONI caratterizzato l’AFDS sul territorio quali siamo uniti da una comune Regione, regolarizzato la posizio-
14 Bisogno di ancora più plasma 22 Cronache dal territorio come iniziative di promozione umanità. Tutti siamo chiamati a ne per la privacy, modificato lo
del dono e occasioni di propa- donare almeno una volta in più statuto per accedere al terzo set-
VITA ASSOCIATIVA MEDICINA ganda per mantenere l’impegno nell’anno e a rispettare le regole tore e, cosa non da poco, abbiamo
15 Allegria targata Nasi Rossi 30 Assieme verso un nuovo modello di dono di garantire ai nostri ospedali l’au- per rimanere in buona salute. gestito al meglio l’emergenza da
tosufficienza di sangue e plasma a È questo l’ultimo numero de Il Covid-19.
MEDICINA beneficio degli ammalati. Dono a uscire prima del rinnovo Molti aspetti della vita associativa
32 Biodiversità nemica della pandemia L’organizzazione associativa del Consiglio provinciale, che si sono stati regolati o migliorati,
dovrà, con tutte le precauzioni terrà a fine maggio. Tra poco ini- ma soprattutto abbiamo cercato
CULTURA possibili, adempiere alle necessa- di dare uno stile nuovo al nostro
32 Il Tiliment des risultivis ae fôs rie e attese riunioni per l’appro-
zieranno le riunioni di zona, nelle
quali ciascuna zona sarà chiama- impegno di volontari.
vazione dei bilanci sezionali e per ta a eleggere il suo rappresentante Voglio ringraziare, quindi, tutti
CULTURA
33 Chiara Galiazzo e il don dal sanc
il rinnovo cariche, ove ci siano
le scadenze. Non sono affatto
per i prossimi quattro anni. È
utile che ogni sezione rifletta sui
coloro che in questi quattro anni
ci hanno sostenuto, aiutato, ta-

12
formalità: sono passaggi neces- programmi e sulle candidature lora anche sopportato. Ringrazio
CULTURA
35 Pasteur in Friuli
sari affinché dalla democrazia e
trasparenza interna si passi a un
tenuto conto che sarà un mandato
ancora più impegnativo di quello
quanti hanno contribuito con il
loro apporto volontario a man-
costruttivo operare all’esterno. Le che si conclude e che tutti i con- tenere la tradizione dell’AFDS
istruzioni a questo proposito sono siglieri saranno chiamati a dare soprattutto per i valori che essa
già state emanate e speriamo che il loro apporto all’Associazione esprime.
la bella stagione permetta a tutte anche con le loro conoscenze ed Roberto Flora
le sezioni di tornare a riunirsi per
continuare un cammino insieme.

Buine Pasche
Iscritto al ROCN. 20391 del 6.12.2010 Redazione: Roberto Flora (presidente), Riccardo Carrera, Emanuela
Periodico trimestrale di informazione, educazione sanitaria, cul- Cuccaroni, Michele Moret, Roberto Tirelli, Rossano Cattivello (Il Friuli),
Ritornare alla normalità, o alme-
turale e cronache di carattere associativo edito a cura dell’A.F.D.S. Valentina Viviani (Il Friuli) no avvicinarci, sarà possibile con
Associazione Friulana Donatori di Sangue Onlus di Udine Nella foto di copertina il Fidas Tour all‘istituto Zanon di Udine il prosieguo delle vaccinazioni
Registrazione: Tribunale di Udine n. 140 del 1/10/1959 Elaborazione testi e composizione grafica sino alla copertura della maggior
Direzione e redazione in Udine
piazzale Santa Maria della Misericordia 15, presso Ospedale Civile
a cura di Editoriale Il Friuli Srl - Tavagnaccco (Ud)
Stampato presso il partner operativo
parte della popolazione, obiettivo A ducj i nestris letôrs
(primo piano del padiglione di ingresso) Tipografia Moro Andrea Srl - Tolmezzo (Ud) che speriamo possa essere rag- le Pasche sedi buine e
Tel. 0432 481818 - Fax 0432 481200 giunto al più presto. Nel frattempo
E-mail: ildono@afdsud.it • segreteria@afdsud.it
www.portaledeldono.it
Avvertenza: i manoscritti e le foto non pubblicati non si restituiscono.
Non si pubblicano componimenti poetici.
non possiamo smettere di donare, sane ocasion par tornâ
Direttore editoriale: Roberto Flora
Tiratura copie 34.600
Per disguidi, doppi invii, richieste e variazioni di indirizzo:
soprattutto plasma, perché i far- a resurî, lassant indaûr
maci salvavita di tante persone o li
Direttore responsabile: Roberto Tirelli segreteria@afdsud.it
doniamo qui o non si trovano sul i mai e i malans.

2 IL DONO IL DONO 3
Focus Focus

Un mandato Dialogo con il pubblico


Se cambiano i metodi per rag-
giungere gli obiettivi della nostra
comune missione, cioè soccorre-
re gli ammalati, non mutano gli

svolto al fianco a tutela dei volontari


ideali che, anzi, si sono rafforzati
raggiungendo una concezione più
matura di quel che deve essere un
vero volontariato.

dei donatori
Si è accresciuto il senso di respon-
sabilità nell’assicurare non solo RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI - UNO DEI MOMENTI MAGGIORMENTE QUALIFICANTI DI QUESTO MANDATO
l’autosufficienza in sangue intero, È STATO IL RINNOVO DELLA CONVENZIONE CON LA REGIONE
ma anche nell’incrementare la
raccolta del plasma sempre più

G
prezioso per quel che offre come li anni trascorsi da particolare con quella di Udine; futuro per rendere vivo e concreto
UN BREVE CONSUNTIVO - SONO STATI CINQUE ANNI DI ‘PONTE’ VERSO UN componenti salvavita. In questi
quando abbiamo intra- preziosi il sostegno e la collabora- il rapporto di collaborazione e inte-
RICAMBIO GENERAZIONE E UN CAMBIAMENTO DELL’ORGANIZZAZIONE PER preso il nostro comune zione dei Rev.mi Arcivescovi e dei razione con le associazioni con-
anni abbiamo saputo mantenere il impegno di gestire parroci delle due Diocesi. sorelle a beneficio di una migliore
DARE RISPOSTE CONCRETE AI MUTAMENTI NELLA SOCIETÀ
nostro impegno, contribuendo in l’Associazione Friulana Dona- Per quanto riguarda i rapporti con tutela dei donatori. Il donatore,
maniera determinante a rendere tori di Sangue, col consenso di i professionisti della medicina infatti, richiede più attenzione,
la Regione Friuli Venezia Giulia quanti hanno avuto fiducia nella trasfusionale, medici e paramedi- non vuole sentirsi sfruttato, ma
leader delle donazioni in percen- nostra disponibilità e capacità, ci, il nostro compito è stato quello partecipe all’opera di solidarietà
tuale alla sua popolazione. hanno portato con sé più soddi- di attivare un dialogo perma- di cui è il protagonista e non viene
Durante il mandato ci siamo sfazioni che amarezze. nente per ottenere una migliore trascurato o maltrattato bensì deve
fortemente impegnati nel porta- All’inizio ci eravamo posti degli accoglienza dei donatori e una trovare una corretta rispondenza
re all’attenzione della pubblica obiettivi di massima: rafforzare il maggiore disponibilità a seguire le al proprio volontariato.
opinione le problematiche legate rapporto con il territorio e le se- esigenze attuali dei volontari. Al nostro interno il mandato che si
Il consiglio direttivo riunito in occasione della visita del prefetto di Udine Angelo Ciuni al dono del sangue, in particolare zioni; riorganizzare i servizi della In questo quadro ha avuto un conclude è stato caratterizzato dal
segreteria a favore dei volontari ruolo fondamentale il rilancio del dialogo sia nell’ambito della Giun-
con numerose iniziative a favore che operano a livello provincia- ta, sia nel Consiglio, sia soprattutto
mezzo mobile di prelievo che ha

A
conclusione del man- svolte dall’organismo deliberativo di un ingresso dei giovani nell’As- le e sezionale; realizzare un più conosciuto uno sviluppo inatteso, con le sezioni. È stato significativo,
dato 2016-2021 del dell’Associazione in previsione del sociazione come espressione di un efficiente sistema informatico; confermando la sua validità. inoltre, promuovere la collabo-
Consiglio Direttivo suo rinnovo. futuro tutto da costruire. creare nuove e attuali forme di Senza dubbio uno dei momenti razione fra le sezioni a livello di
provinciale dell’Associa- In questo periodo lo sforzo co- Potrei definire il periodo che ab- comunicazione con i Donatori e maggiormente qualificanti di zona con dei progetti comuni. Alle
zione Friulana Donatori di Sangue mune è stato diretto ad innovare biamo vissuto operosamente una con l’opinione pubblica. questo mandato è stato il rinnovo sezioni sono stati inoltre offerti
si ritiene doveroso presentare agli quanto necessario a rendere stagione ponte verso un più signi- Siamo certi di aver fatto il possi- della convenzione con la Regio- servizi innovativi affinché il tempo
associati, tramite le sezioni e i loro l’AFDS una realtà funzionale e al ficativo ricambio generazionale e bile affinché tali obiettivi siano ne Friuli Venezia Giulia, in cui le venisse utilmente speso per i con-
presidenti, una relazione che ricor- passo con i tempi, al servizio dei metodologico per venire incontro stati raggiunti. Nei primi mesi del buone ragioni della nostra Associa- tatti con i donatori e la chiamata,
di l’impegno profuso e le attività Donatori. agli inevitabili cambiamenti della mandato si è trattato di recuperare zione hanno prevalso sui tentativi benché non molti abbiano usato
società in cui non siamo degli tutte le problematiche in sospeso e di superare le norme in vigore per il blood manager per le prenota-
estranei, ma dei protagonisti. indirizzarle verso la soluzione. instaurarne altre non giustificate. zioni. Senza dubbio, di successo è
Innanzitutto è stato importante In questa battaglia ci siamo trovati stato l’aver proposto una app per
Ciascuno dei componenti del
Consiglio direttivo 2016-2021 Consiglio e dei collaboratori più
assidui, senza dimenticare i pre-
l’aver posto attenzione ai nostri
interlocutori nella società civile. Il
rapporto con gli assessori regio-
purtroppo da soli, ma abbiamo
raggiunto il risultato a favore delle
associazioni di tutta la regione e
le prenotazioni dei più giovani.
Abbiamo guardato al futuro, ma
anche al passato conservando
Presidente: Roberto Flora sidenti di sezione e i loro Consigli, nali alla salute Telesca e Riccardi soprattutto dei Donatori. in particolare le immagini e la
Vice Presidente Vicario: Mauro Rosso ha offerto il proprio meglio, con sono stati più che ottimi e hanno Un altro qualificante obiettivo documentazione delle generazio-
Vice Presidente: Donnino Mossenta tutti i limiti che il tempo a disposi- contribuito a migliorare la realtà raggiunto è stato quello della re- ni che ci hanno preceduti con una
Vice Presidente: Riccardo Carrera zione consente. in cui operiamo, benché riman- golamentazione della gestione dei funzionale digitalizzazione.
Consiglieri: Ringrazio quanti hanno contribu- gano ancora in sospeso lo scam- dati personali con una scelta seria La comunicazione con tutti è stata
Giorgio Pozzecco, Arno Pittino, Guglielmo De Monte subentra Anna ito a fare di questa nostra espe- bio di dati fra il sistema Insiel e il e adeguata e, anche in questo caso, semplice e diretta per affermare
Panigara, Ivo Anastasino, Emanuela Cuccaroni, Federico Cosci subentra rienza una preziosa testimonian- blood manager, l’adeguamento siamo stati in prima linea, decisivi una nuova visione del volontariato
Germana Bruni, Tiziano Chiarandini, Marco Rossi, Michele Moret, Rita Di del sistema di prenotazione e una per risolvere problematiche che si guardando al cambiamento che
za alla società civile friulana nella
Benedetto, Moreno Papais, Luca Mucchiut, Michela Meneguzzi subentra maggiore dotazione per i centri di trascinavano da troppo tempo. avviene nella società e affrontando
Sandra Piazza.
quale i Donatori di sangue sono
personale medico e paramedico Per quanto riguarda gli aspetti prove inedite quali quelle di una
Coordinatore dei giovani: Michele Fadone senza dubbio fulcro e modello che permetta l’ampliamento degli inattesa pandemia. Abbiamo sem-
federativi, l’Associazione si è impe-
Segretario economo: Luigi Franzil subentra Francesca Giusti della solidarietà. orari di prelievo. gnata nell’organizzazione FIDAS pre donato e doneremo ancora.
Segretario: Roberto Tirelli Ottimo è stato il rapporto con le sia a livello nazionale sia a livello
Il presidente Roberto Flora amministrazioni comunali, in regionale con una proiezione sul Roberto Flora

4 IL DONO IL DONO 5
Vita
Focus
Associativa Focus

Modello di trasparenza
e indiretti (distanze, contingenta- con molto dispiacere, ma con la abbia bisogno di un forte impegno:
mento, prenotazioni) di protezione. consapevolezza che fosse l’unica dal nulla non nasce nulla, solo aria
A fianco di queste decisioni prese strada da percorrere per obbedire fritta. È stato altresì un mandato
in piena emergenza assieme alla ai vari Dpcm che si sono susseguiti contraddistinto dalla gratificazione
Giunta intera, grazie all’approva- nel tempo.  nel vedere tanti giovani avvicinarsi
ORGANIZZAZIONE - NEL QUADRIENNIO È STATO RIPENSATO IL MODELLO DI GESTIONE ECONOMICA E DI zione della presidenza e del con- Al temine di queste mie conside- al dono, addirittura anche ai vertici
GESTIONE DEGLI EVENTI IN SICUREZZA. E ANCHE IL LAVORO DELLA SEGRETERIA È STATO AGGIORNATO siglio direttivo abbiamo deciso di razioni vi dico che per me è stato delle sezioni periferiche in qualità
bloccare tutte le manifestazioni se- un quadriennio di forte impegno di amministratori. A loro va il mio

U
na delle novità più Un’altra tematica presa in consi- ria: le chiamate ai donatori, effet-
zionali periferiche e provinciali che temporale e tecnico, affrontato Grazie, perché, come dico spesso
evidenti, ripensando a derazione in questo quadriennio è tuate di sera e in caso di situazioni
potessero comportare situazioni di anche forse in maniera un po’ “se sono qua è perché qualcuno mi
questi ultimi quattro stata la sicurezza nel caso di grandi emergenziali; le prenotazioni,
pericolo per l’incolumità di tutti. È temeraria, ma dettata esclusiva- ha insegnato i valori del Dono”.
anni, è il cambiamen- e piccoli eventi. In tutte le manife- eseguite in modo congiunto blood
stata una decisione difficile e presa mente dal fatto che oggi l’AFDS Nino Mossenta
to epocale sulla comunicazione. stazioni organizzate dal consiglio manager/emonent; un percorso
Parlare di comunicazione vuol provinciale un occhio di riguardo molto complesso di approfondi-

L’etica nel nostro Dna


dire che ciò che uno fa deve essere è stato speso per la sicurezza. Sono mento sul tema della privacy; la
spiegato in modo che tutti siano in sempre stati istituiti e attuati i piani responsabilizzazione, più recente
grado di comprendere tale impe- di evacuazione e sicurezza e le in ordine di tempo, di una delle
gno, rendendo nota, allo stesso persone proposte all’attivazione dei dipendenti nel comitato Covid-19.
tempo, la modalità di utilizzo delle piani erano tutte in possesso di at- Tutto questo assieme ai corsi di

I
varie risorse, per attuare determi- testati antincendio e primo soccor- sicurezza regolarmente aggiornati valori etici della nostra Associazione Il valore associativo e civico - Molti associati poi
nati programmi e raggiungere gli so (e li ringrazio pubblicamente per e al rapporto costante di collabo- si ritrovano nel suo Statuto e nei suoi lavorano senza scopo di lucro nelle sezioni, nei
obiettivi prefissati. Fin da subito il loro impegno). Non da meno le razione con informazioni sempre Regolamenti: un insieme di principi e consigli associativi, alla promozione del dono e alla
si è quindi vista la necessità di strutture usate a livello funzionale propositive da parte del perso- norme regola azioni e comportamenti chiamata dei donatori. Questo aspetto è occasione
spiegare in maniera univoca e con erano tutte demandate ad aziende nale che ringrazio per l’impegno connotando in modo specifico l’AFDS. La speci- di legami sociali che connotano il suo essere socio
lo stesso linguaggio tutto ciò che a norma con le legislazioni vigenti profuso. ficità associativa, aldilà della territorialità, risiede dell’associazione e l’appartenenza alla comunità.
viene fatto dalle oltre 200 sezioni in materia di sicurezza. Inoltre, più Ultimo tema che voglio toccare nella seconda parte dell’acronimo ‘DS’: il Dono del Accadde molto spesso che il donatore diventi tale
dell’associazione. Per questi motivi, volte, pur non essendo obbligati, è quello dell’emergenza Covid. Sangue. attraverso contatti personali, reti relazionali ed
assieme al nostro consulente infor- abbiamo sottoposto i nostri eventi L’anno 2020 non lo scorderò tanto Il valore della solidarietà – È necessario definire esperienze associative.
matico Gianni Badini e cercando al vaglio sia della commissione presto per quel che riguarda l’im- che donare non è dare poiché non implica, né deve In questo contesto si inserisce l’opera di sensibiliz-
di assecondare le esigenze riferite pubblico spettacolo che dei vigili pegno richiesto in AFDS al fine di implicare, reciprocità e scambio. Non è più dono se zazione e promozione del dono nelle scuole, molto
al Terzo settore, si è proceduto a del fuoco. Queste situazioni hanno fronteggiare questa situazione di il dare presuppone uno scambio. Il dono è altruismo importante sia come contributo alla formazione
uniformare nel blood manager portato a migliorare l’efficacia e criticità. Da febbraio 2020, sin da puro, paragonabile al valore cristiano della carità. dell’uomo e del cittadino sia per assicurare nuovi
le modalità di compilazione dei soprattutto la preparazione tecnica subito, quando nessuno ancora Oltretutto il donatore si reca in ospedale da sano, va donatori.
bilanci sezionali. Come prevedevo, di un congruo numero di volontari si era focalizzato su linee precise a portare un farmaco per chi non è in salute. Il valore motivazionale - Molto spesso lo spirito
non è stato facile, in quanto noi tut- per soddisfare le esigenze tempo- da seguire o direttive su come Il valore del volontariato - Uno dei valori fondanti iniziale del donatore viene meno. Al venir meno
ti siamo volontari e di conseguenza rali. Al giorno d’oggi organizzare confrontarsi e relazionarsi con il è il carattere volontaristico della Associazione. delle motivazioni soggettive diviene strategico il
non sempre avvezzi alle novità, eventi con la presenza di alcune singolo donatore, sono stati assidui Non c’è costrizione alcuna alla partecipazione. È fattore organizzativo. Ecco che allora l’associazione
soprattutto se queste sono di migliaia di persone vuol dire com- gli incontri con i medici dell’area una scelta che viene fatta nella più assoluta libertà. si attiva affinché quello spirito rimanga e si conser-
natura fiscale o istituzionale. Sono petenza, valutazione altamente vasta udinese del reparto immu- Infatti il donatore di sangue più sicuro è quello vi. C’è la necessità che venga risvegliata la motiva-
però qui oggi a ringraziare tutti voi specifica anche dei minimi detta- notrasfusionale, per capire come volontario e non retribuito. Inoltre è accertata la zione con la riproposizione del gesto attraverso il
presidenti e consigli direttivi per gli, ma anche e soprattutto abilita- indirizzare i donatori e garantire superiorità del sistema volontaristico sia sul piano contatto personale.
la massima collaborazione data al zioni tecniche specifiche. Le leggi le indispensabili sedute di dona- dei costi sia della sicurezza. Tutti questi valori si intrecciano nel loro significato
progetto che comunque è ormai sono molto chiare, senza se e senza zione. Assieme al presidente ci Il valore della gratuità - Il dono del sangue, come e si fondono nelle motivazioni attraverso un solo
sufficientemente compreso da tutti ma. Anche su questi temi mi sento trovavamo in maniera costante è stato precisato, è gratuito. Il donatore non agisce gesto: il dono.
voi. Anche in uno dei tanti incontri di ringraziare quei professionisti e in sede per affrontare i dubbi che per tornaconto e non esige neppure riconoscenza. Conclusione con due interrogativi: come mai con-
avuti con le istituzioni regionali, volontari che in questo quadrien- inevitabilmente sorgevano e le Se così non fosse, andrebbe in contraddizione con tinuano a esserci tanti donatori e, molti, con moti-
l’assessore Riccardi in primis, si è nio hanno seguito gli eventi asso- problematiche che quotidiana- sé stesso, col suo definirsi donatore. La logica del vazioni forti? Quali sono le motivazioni per cui un
evidenziata l’esigenza di rendere ciativi in modo che questi potesse- mente si verificavano. In questo ‘do ut des’ (dare per avere) non gli appartiene. Un individuo sviluppa un comportamento altruista?
trasparenti tutti i conti e le modali- ro rappresentare momenti di gioia contesto siamo riusciti a non far prezzo, uno scambio svaluterebbe il significato al- Una proposta: stante che il dono è carico di senso
tà di spesa. È con orgoglio che dopo e di festa, ma pur sempre svolti nel mai fare un’ora di cassa integra- truistico della donazione. In una società dominata civico, uno studio etno-sociologico (“etno” perché
quattro anni posso dichiarare che massimo della sicurezza. zione ai dipendenti, tutelando allo dall’utile e dal profitto, il donatore rompe le logiche consentirebbe di leggere meglio la ‘F’ dell’AFDS)
assieme abbiamo costruito un Un altro aspetto preso in conside- stesso tempo al massimo la loro economiche per essere di utilità gratuita agli altri sarebbe quanto mai interessante e utile per me-
progetto di trasparenza economica razione in questo mandato è stata sicurezza sul posto di lavoro, con o, più precisamente, a bisognosi. Tanto più c’è mer- glio comprendere il contesto sociale di cui l’AFDS
che ci pone ai vertici delle realtà di la riorganizzazione in termini di l’uso di tutti quei dispositivi diretti cato, tanto meno può esserci dono. è parte.
volontariato. orari e competenze della segrete- (gel igienizzante, sanificazione)
6 IL DONO IL DONO 7
Focus Focus

Un rapporto
Durante il lockdown è stata inoltre grazie ai tanti giovani che condivi- l’associazione è cresciuto e le pagi-
avviata la campagna #Autoemote- dono le storie di quando si recano ne social ne hanno risentito in un
caTour spingendo le sezioni a in- a donare. Ogni storia nella quale la aumento di attività e condivisioni
viarci le foto della propria autoemo- pagina viene taggata, viene ricondi- da parte dei donatori. Negli ultimi

a portata di click
teca, a dimostrazione che il dono visa ai propri utenti, per stimolare mesi, abbiamo, per questo motivo,
del sangue non si ferma un maggiore interesse cercato di migliorare anche la grafi-
mai, neanche nel pieno verso la donazione di ca e la presentazione dei contenuti
di una pandemia sangue. delle pagine, adattandola ai nuovi
globale. La risposta Nel maggio 2018, stili dei social network, anche grazie
delle sezioni non all’avvio dell’atti- alle funzioni Pro della applicazione
si è fatta attendere vità sui social, le online “Canva”.

D
urante il quadriennio di SOCIAL NETWORK - STRATEGICO alla presenza nella giornata del 15 ed è stata oltre persone che se- L’obiettivo per i prossimi anni, sarà
presidenza di Roberto L’USO DI QUESTO CANALE PER settembre con la diretta su Facebook ogni aspettativa, guivano la pagina una sempre maggiore affermazione
Flora, ha trovato spazio FARE CONOSCERE L’ATTIVITÀ del corteo per le strade del paese. tant’è che ogni Facebook erano delle pagine dell’associazione sui
anche la valorizzazione Durante le riunioni di zona pri-
DELL’AFDS E DELLE SEZIONI E giorno, per tutto 6.500, a metà feb- social come luogo di informazione
della presenza dell’associazione sui maverili 2019 abbiamo svolto una il lockdown, sulla braio 2021 la pagina chiara e precisa delle notizie sulla
diversi social network quali Facebo- DIALOGARE CON I VOLONTARI presentazione sulle norme e le pagina di Facebook era conta 8.441 “Mi Piace” donazione di sangue. Se questo
ok e Instagram. regole del buon utilizzo dei social e presente una fotografia La promozione di e i suoi contenuti raggiun- accadrà, potremo raggiungere
L’obiettivo principale delle pagine AFDS. Oltre a fornire una copertura richiesto alle singole sezioni pre- dell’autoemoteca in un pae- #AutoemotecaTour gono fino a 10mila persone facilmente i 10mila mi piace sulla
dell’AFDS sui social network non totale dei tre eventi principali della senti di dare consigli e suggerimenti se diverso del nostro Friuli. alla volta grazie alle condi- pagina Facebook e i 1.000 follower
è stato soltanto la promozione e la settimana congressuale, siamo stati su eventuali contenuti o attività da Dal maggio 2018 è stata aperta la visioni dei lettori. La pagina Insta- su Instagram.
valorizzazione del dono del sangue, ospiti all’interno di uno degli eventi pubblicare. Proprio durante una pagina Instagram, che dopo un gram a oggi conta oltre 700 follower,
ma anche il fornire uno scorcio dedicato agli studenti di quinta delle riunioni di zona, ci è giun- inizio al rallentatore, ha iniziato a soprattutto giovani. Alessandro Flora
dell’attività associativa provincia- superiore, durante il quale ci siamo ta l’indicazione di creare alcune crescere sempre di più, soprattutto Nell’ultimo periodo l’interesse verso Cristina Zonta
le e anche sezionale. Per questo presentati e abbiamo invitato i immagini a intervalli regolari che
motivo, fin da subito si è cercato ragazzi a un flashmob, accendendo indicassero lo stato delle scorte di
di coinvolgere le sezioni di tutta la le luci dei loro cellulari e illumi- sangue e plasma per la settimana
provincia a inviare foto e didascalie
delle proprie attività per dimostrare
la capillarità dell’attività sezionale
nando come un cielo stellato la
sala del Teatro Nuovo Giovanni da
Udine. La relativa foto è stata quindi
successiva. A partire dal maggio
2019, in collaborazione col CURPE
regionale, questo suggerimento
Benvenuti in una nuova era
sul territorio. Le migliori risposte, pubblicata sulle pagine Facebook e è diventato l’aggiornamento set- INNOVAZIONE TECNOLOGICA - TRE PROGETTI CHE HANNO CAMBIATO LA VITA DELL’ASSOCIAZIONE:
inizialmente, sono arrivate soprat- Instagram. timanale delle scorte di sangue e BLOOD MANAGER, APP E SISTEMA INFORMATICO INTERNO
tutto durante i grandi eventi quali Per quanto riguarda il congresso di plasma. L’innovazione tecnologica introdotta dall’AFDS durante
Telethon, la Giornata mondiale del Martignacco 2019 il nostro impegno L’avvento della pandemia nel marzo l’ultimo quadriennio si può riassumere negli interventi
donatore o i congressi provinciali. è stato più marginale, ma continuo 2020 ha cambiato il nostro approccio relativi a tre distinti progetti.
Il primo grande evento che ha visto nel tempo: a partire dai post di avvi- alle pagine Facebook e Instagram. Nel primo semestre 2017 è iniziato il lavoro di revisione
un’attiva partecipazione dei social cinamento con informazioni storico- La confusione dovuta ai continui del programma gestionale Blood Manager. Il nuovo pro-
è stato il 60° Congresso provinciale tecniche sul comune ospitante, cambiamenti normativi e la diffi- gramma viene realizzato, utilizzando l’architettura stan-
denza delle persone nel recarsi al dard ASP.NET di Microsoft per l’interfaccia, interfaccia via
Centro Trasfusionale ci ha spinti a browser che permette l’utilizzo del programma installato
pubblicare costanti aggiornamenti on cloud senza la necessità di installare alcunché sul PC
sulla situazione dei centri trasfusio- dell’utilizzatore e senza vincoli geografici. Il portale è stato
nali e sulle ripercussioni della pan- così ricostruito da zero a partire dai moduli esistenti, per A sinistra un poster delle sezioni AFDS a metà degli Anni ’80,
demia sul dono del sangue durante a destra l’homepage della App
ognuno dei quali vengono aggiunte diverse funzionalità
il periodo di lockdown di primavera. migliorative e, a volte, particolarmente innovative.
Tutto questo rispondendo con corte- Durante lo sviluppo del programma Blood Manager Infine, terzo ambito di intervento, anche il sistema in-
sia e puntualità alle domande poste è nata l’idea di creare una nuova APP – battezzata “Io formativo della segreteria provinciale è stato oggetto di
dai donatori sotto i post più letti (da Dono” - dedicata ai soci donatori, con lo scopo di creare ammodernamento in questi ultimi anni. È stato acquisito
ricordare la campagna #escosolo- un collegamento più stretto e moderno tra associazione e installato un nuovo server, è stata adottata l’archivia-
perdonare). In questo periodo ci sia- e volontari e nello stesso tempo permettere al donatore zione a norma della Pec; introdotto il servizio Vola, che
mo inoltre prodigati in un continuo di inserire in autonomia la prenotazione al dono, sgra- permette l’invio massivo di comunicazioni sia via Sms
e costante messaggio di diffusione vando la segreteria e nello stesso tempo facilitando la che via e-mail senza il rischio di filtro Spam, compresa la
delle informazioni reali e veritiere stessa registrazione. Dalla sua attivazione, il 1° gennaio spedizione digitale di questa rivista; infine è stato attivato
provenienti dai centri trasfusionali 2018, le adesioni sono state continue e a metà febbraio un apposito programma per la gestione del magazzino.
e alla smentita di tutte quelle bufale di quest’anno si contano 12.636 utenti che hanno scari-
Il flashmob al riguardanti eventuali carenze non
Teatro Nuovo Giovanni da Udine cato l’APP. Gianni Badini - DB Informatic@
confermate dal CURPE regionale.
8 IL DONO IL DONO 9
Focus Focus

Fabbrica del FUTURO


neismo, mettere a sistema questa
attività, avere una anagrafe degli
informatori e avere per ogni anno
scolastico la dimensione quanti- Gemona non lascia
ma raddoppia
tativa degli interventi, era neces-
sario anzitutto individuare coloro

P
er l’AFDS la scuola è un ANDIAMO A SCUOLA - FONDAMENTALE L’ATTIVITÀ DI PROMOZIONE che in passato avevano svolto
luogo di importanza TRA I RAGAZZI, MA DEVE ESSERE FATTA IN MANIERA ORGANIZZATA questa attività nelle scuole. Dato le problematiche emerse negli ultimi due anni, riguardanti
strategica. Come asso- Per queste motivazioni si è pen- le progressive esigue donazioni e la crescente disaffezione dei
ciazione di volontariato mo come sia possibile per ogni Il FIDASTour all‘istituto “Zanon” sato a iniziative specifiche. A tal donatori, mi sono attivata per cercare di monitorare la situazio-
che fonda i suoi valori nell’al- studente essere un responsabile nel marzo 2019 fine, all’inizio del 2018, è stato ne e cercare soluzioni appropriate al caso attraverso specifiche
truismo e nella solidarietà, ha socio e compartecipare con il richiesto a tutti i presidenti delle documentazioni scritte inviate alla presidenza AFDS.
infatti il compito di diffondere contributo del dono del sangue al sezioni di segnalare nominativi di Dopo alcuni incontri e contatti, nel giugno del 2018 nella sede
questi valori nei luoghi dedicati benessere della comunità. Se la queste persone già attive e di altre comunale di Gemona, in accordo con il presidente della locale
alla educazione e alla formazione comunità è intesa come insieme, disponibili a fare gli informatori sezione Copetti, si e tenuto un incontro con il neoeletto sindaco
dei futuri cittadini proponendosi ogni parte che compone l’insieme nelle scuole sul loro territorio. Si Roberto Revelant assieme ad altri consiglieri, il direttore sanitario
come soggetto educante alla for- può e deve compartecipare al suo sono quindi tenuti due incontri dell’Ass 3 Alto Friuli Miglio, il direttore del centro trasfusionale di
mazione di cittadini responsabili benessere. formativi ed è iniziata l’attività sul Udine De Angelis, il presidente dell’AFDS Flora e il vicepresiden-
e corresponsabili. Gli interventi L’AFDS ritiene la scuola un luogo campo. Successivamente, prima te Rosso per trovare soluzioni possibili per mantenere attivo il
nelle scuole sono quindi, in prima privilegiato per diffondere il verbo di riavviare la formazione con le Centro di raccolta.
istanza, interventi di educazione associativo, un luogo strategico persone che erano state segnalate Successivamente è stata convocata un’assemblea con le sezioni
civica e nel contempo di sensibi- perché garantisce il futuro all’as- negli ultimi mesi dai presidenti Afds limitrofe, con l’invito a collaborare alla salvaguardia del Centro
lizzazione al dono del sangue. sociazione stessa. sezionali, a fine febbraio 2020 si e monitorare la situazione, salvaguardando almeno il numero
Quando poi parliamo del dono, Queste le finalità e modalità or- è tenuto un incontro per monito- minimo di 10 donazioni nella giornata di sabato, come richiesto
e non solo del sangue, indichia- ganizzative: uscire dallo sponta- rare l’attività svolta, ascoltando dal direttore del Trasfusionale di Udine.
le personali esperienze, le pro- Da novembre 2018 a maggio 2019 le donazioni sono progressi-
blematiche emerse e le proposte vamente aumentate anche grazie all’apporto degli studenti delle

La cultura rafforza il messaggio


per migliorare l’organizzazione di scuole superiori di Gemona che, con il progetto “Corri a donare
questo progetto. con noi”, ha permesso la presenza al centro di 4-5 nuovi donatori
Quanto riferito dai partecipanti è ogni sabato, previa comunicazione programmata tra referente
stato molto utile per programma- scolastico, segreteria AFDS e il centro trasfusionale di Udine, che ha
Nell’arco del mandato del presidente Roberto Flora, il pro- dell’AFDS, è la raccolta digitale di video, documenti e foto- re le future azioni. provveduto, quando necessario, a integrare il personale sanitario
vinciale dell’AFDS ha promosso diverse iniziative a carattere grafie storiche che hanno rievocato, non solo i personaggi Al fine di avere comportamenti locale con personale proprio. In tale occasione è stato prolungato
culturale, facendo conoscere l’associazione anche sotto che hanno fatto la storia dell’associazione, ma anche quello uniformi è stato approntato un va- l’orario dei prelievi fino alle 11.20.
questo aspetto. Il 60° di fondazione, celebrato a Udine a spirito di altruismo che continua a perdurare da anni e che demecum riguardante la forma- Da maggio 2019 (in seguito al rinnovo del consiglio sezionale), il
settembre 2018, è stato l’evento nel quale si sono concen- è stato il testimone di generazione in generazione, oltre a zione degli informatori, le proce- direttivo Afds di Gemona decide la turnazione al Centro da parte
trate le manifestazioni a spiccato impatto culturale, primo essere ai nostri giorni, una testimonianza e un tesoro cul- dure e le modalità dell’intervento dei consiglieri per gestire al meglio l’accoglienza dei Donatori ed
fra tutti la nascita di un coro costituito dalle voci di uomini turale degno dell’AFDS. (ante, in e post), il ruolo dei presi- ovviare ad eventuali problematiche in itinere.
e donne, residenti “des monts fin iù pe marine”, che hanno denti delle sezioni, gli strumenti Nel corso del 2020 per ovviare alle mancate donazioni studente-
incantato l’auditorium dell’Istituto “Zanon” per poi replicare da utilizzare a seconda dell’ordine sche interrotte a metà febbraio causa primo lockdown, nella fase
durante il periodo natalizio dello stesso anno nel Duomo di scuola, i gadget dell’associa- 2 durante l’ultima settimana di maggio è stata programmata la
di Gemona. Fortemente voluto dal consigliere Riccardo zione. Inoltre, sono state avviate “Settimana del dono”, con una donazione collettiva di sangue
Carriera, il coro è stato diretto dal maestro Antonio Colussi intese preliminari con il gruppo intero e in via sperimentale di plasmaferesi in giornata infrasetti-
e ha visto la partecipazione anche del Copernicoro e di coordinato dal professor Claudio manale. Visto il positivo riscontro delle donazioni effettuate, oltre
altri artisti locali. Contestualmente all’anniversario, è stata Bardini per interventi negli istituti alle normali donazioni di sangue intero, da settembre a dicembre
pubblicata la raccolta dei monumenti dei donatori, frutto del di scuola secondaria di secondo si è proseguito con le donazioni mensili di plasma in accordo con la
lavoro di tutte le sezioni di donatori e curato da Emanuela grado. direzione del Trasfusionale di Udine e il direttivo Afds provinciale.
Cuccaroni e il segretario Roberto Tirelli. Restando in tema Per le cause di forza maggiore a A dicembre è stato presentato un progetto per la prosecuzione
di 60°, non si può non citare il convegno sulla donazione di tutti note, queste attività sono da della plasmaferesi ogni ultimo mercoledì del mese, autorizzata
sangue tenutosi al teatro “Giovanni Da Udine” che ha visto oltre un anno sospese. Auguria- per il primo semestre 2021.
la partecipazione di una numerosissima platea di studenti moci di poter ritornare a scuola Nello specifico si è passati dalle 320 donazioni del 2017 alle 770
delle scuole superiori. quanto prima con la stessa dedi-
La Corale AFDS al Teatro Palamostre del 2020, di cui 61 plasmaferesi.
L’ultimo capolavoro che ha visto l’impegno del giovane nel settembre 2018 zione ed entusiasmo. Anna Panigara
Alessandro Flora, responsabile della comunicazione social Marco Rossi

10 IL DONO IL DONO 11
Focus Vita Associativa
Focus

QUATTRO ANNI di sfide e di soddisfazioni


26 NOVEMBRE 2016 settembre a Premariacco NOVEMBRE 2018 Ozino Caligaris che da lì a
A seguito delle dimissio- con un’ottima parteci- Ricordati a Osoppo i poco ci ha lasciato.
ni del presidente Renzo pazione nonostante la quarant’anni dalla scom-
Peressoni, cui sono segui- giornata piovosa. parsa di Giovanni Fale- OTTOBRE 2019
te quelle del Consiglio, è schini. Seconda edizione di
stata indetta l’Assemblea 22 NOVEMBRE 2017 “Maturità è” con Giorgia
straordinaria per il rin- Vengono promossi i pro- PRIMAVERA 2019 Benusuglio.
novo delle cariche. Viene getti zonali. In previsione Con la sezione Zanon
Assemblea Provinciale - Maggio 2017 L’autoemoteca alla base di Rivolto
eletto presidente Roberto del Congresso del 60° di Deganutti partecipazione 16 NOVEMBRE 2019
Flora. fondazione viene affidata al FIDAStour. A Rosazzo si tiene un
all’agenzia Aipem di Udi- seminario di riflessione
17 DICEMBRE 2016 ne la realizzazione di un 1 APRILE 2019 sull’Associazione e il suo
A Premariacco si riuni- video promozionale. Cambia la veste grafica de futuro.
sce il primo consiglio per “Il Dono”.
definire le cariche sociali. 8 DICEMBRE 2017 DICEMBRE 2019
Vengono eletti vicepresi- Partecipazione a Telethon, 1 GIUGNO 2019 La goccia come albero di
denti Mauro Rosso, quale che si ripeterà nel 2018 e Assemblea ordinaria e Natale risplende nell’atrio
Elezione a presidente di Roberto Flora nel 2019. L’autoemoteca a Sappada
vicario, Donnino Mossen- straordinaria con le mo- dell’ospedale di Udine.
ta e Riccardo Carrera. difiche statutarie richieste
17 SETTEMBRE 2018 per l’iscrizione al Registro GENNAIO 2020
13 GENNAIO 2017 Inizia a Udine il congres- unico nazionale del Terzo Viene regolato l’uso dei
Deliberato di rinnovare so celebrativo per i 60 Settore. Si aggiunge una social associativo con l’af-
completamente e poten- anni dell’AFDS. Il pro- nuova sezione, quella di fidamento della gestione
ziare il sistema informa- gramma prevede una set- Sappada, comune appena
ai giovani
tico associativo tramite timana di manifestazioni, entrato nel Friuli Venezia
la collaborazione con la tra cui una mostra nell’o- Giulia.
Il Congresso del 2017 si tiene a Premariacco DB elettronica di Tol- spedale cittadino, una
MARZO 2020 Aldo Ozino Caligaris a Martignacco
A causa della pandemia
mezzo. donazione dell’Aeronau- GIUGNO 2019 da Covid-19 vengono
tica alla base di Rivolto, la Per la prima volta l’autoe-
sospese tutte le manife-
21 APRILE 2017 presentazione del volume moteca entra nell’aeropor-
Presentata la proposta di “L’arte della solidarietà”, to delle Frecce Tricolori a stazioni della Associazio-
realizzare una App per le l’incontro con gli studen- Rivolto. ne compresi il Congresso
prenotazioni. ti delle quinte superiori e l’Assemblea. Le sedute
udinesi, una serata musi- AGOSTO 2019 del Consiglio vengono
27 MAGGIO 2017 cale con i coristi delle 200 Nel campionato 2019 spostate in presenza a
Si tiene l’Assemblea an- sezioni AFDS. Culmine organizzata la “Coppa Cussignacco oppure sono La sfilata al Congresso di Martignacco
Celebrazione per i 60 anni dell’AFDS
nuale ordinaria per l’ap- del congresso la Giornata Dono” per le squadre tenute via webinar.
provazione dei bilanci. del Donatore, la Santa dilettanti più generose nel
Messa in duomo celebra- donare. 6 SETTEMBRE 2020
30 GIUGNO 2017 ta dall’Arcivescovo An- Al Teatro Nuovo Giovanni
Il Consiglio approva il drea Bruno Mazzocato, i SETTEMBRE 2019 da Udine si tiene con dele-
rinnovamento del Portale discorsi ufficiali sotto il Congresso a Martignacco gati distanziati l’annuale
del dono. tendone allestito in Piaz- con testimonianze del assemblea associativa alla
za delle Erbe e, per finire, volontariato e l’ultimo presenza del nuovo pre-
A Osoppo viene ricordato Giovanni Faleschini
24 SETTEMBRE 2017 un brindisi augurale nel incontro con il presiden- sidente nazionale Fidas
Assemblea 2020 secondo le regole anti-Covid
Il Congresso si tiene a fine Castello di Udine. te Fidas nazionale Aldo Giovanni Musso.
12 IL DONO IL DONO 13
Vita Associativa Vita Associativa

CENTRO REGIONALE SANGUE


NELL’INCONTRO DI FINE ANNO
SODDISFAZIONE PER COME
L’AFDS HA REAGITO ALLA CRISI
Bisogno ancora
PANDEMICA, MA APPELLO PER UNA
PROSSIMA POSSIBILE CARENZA DI
IMMUNOGLOBULINE DI PIÙ PLASMA
N
on potendosi tenere la

Allegria targata
tradizionale conferenza
stampa di fine anno a
causa delle restrizioni
per la pandemia, lo scorso dicem-

Nasi Rossi
bre nella sede AFDS c’è stato un
breve incontro con quanti hanno
cooperato con l’associazione nel
corso del 2020 per mantenere l’au-
tosufficienza di sangue e plasma.

L
Impegnato per una urgente riunio- a solidarietà si di- la allegra schiera dei suoi gioiosi
ne l’assessore regionale e vicepre- mostra anche con il colleghi passa anche all’ospedale
sidente Riccardo Riccardi non regalare un sorriso a “Santa Maria della Misericordia”.
ha potuto essere presente com’era chi soffre negli ospe- Così, la Giornata dei Nasi Rossi
nei suoi auspici, ma il presidente dali. Per questo motivo dall’AFDS ha coinvolto anche il presidente
Roberto Flora ha desiderato co- dono del plasma anche di quello maggiore di sacche di quanto già è venuto il sostegno ai benefi- Roberto Flora e il dottor Marco
munque ringraziare quanti hanno con gli anticorpi del Covid-19, ma programmato. La responsabile del ci clown organizzati da “Bidi Andrea Signor, nonché le ragaz-
collaborato all’interno dell’associa- bisogna continuare e per questo CRS ha messo in allarme i donatori bidella”, che ormai da tempo con ze della segreteria.
zione e i responsabili della Sanità Flora ha evidenziato, assieme al vi- friulani ricordando che gli Stati
locale per l’impegno profuso nel cepresidente Mauro Rosso, il ruolo Uniti non lavoreranno nel 2021 il
corso di un anno non facile, per- fondamentale dell’autoemoteca. plasma per prudenza e dunque è
corso da dubbi e paure.
Hanno partecipato alla sobria e
breve riunione il direttore genera-
Flora ha quindi ringraziato tutti
coloro che nelle 200 sezioni hanno
contribuito a mantenere un buon
possibile una carenza di immuno-
globuline, farmaci salvavita, per
cui l’Italia dovrà fare da sé molti-
Dal consiglio direttivo AFDS
le dell’Asufc Massimo Braganti, livello di donazioni, in particolare plicando le donazioni di plasma. SEDUTA DEL 27 NOVEMBRE 2020 ca e le prospettive di impiego della tutta sicurezza.
Vivianna Totis responsabile del i presidenti che si sono impegnati Infine, Barillari ha svolto alcune Il Consiglio approva il progetto della stessa e del probabile nuovo mezzo Il vicepresidente Rosso relaziona
Centro Regionale Sangue e Gio- nella chiamata e nella fidelizzazio- considerazioni da medico trasfu- zona Litoranea Occidentale. Il vicepre- mobile. Il Consiglio adempie pure ad sull’ottimo andamento dell’autoe-
vanni Barillari nella duplice veste ne dei donatori. sionista, rilevando la necessità di sidente Rosso presenta alcune inizia- alcune procedure interne. Si lamenta- moteca nel corso dell’anno trascor-
di medico e di assessore comunale Il direttore generale Braganti, a una maggiore attenzione a questa tive per incrementare i contatti con i no i ritardi nel rinnovo del Consiglio so e sottolinea l’impegno di alcune
della città. sua volta, ha voluto evidenziare la specialità e una maggiore dotazio- donatori ed invitarli al dono. Si unisce regionale FIDAS ornai scaduto. sezioni nel fruirne al meglio. Sempre
Il presidente dell’AFDS Flora ha generosità dei donatori friulani, ne di personale per poter ampliare il presidente Flora nel sottolineare Rosso invita i consiglieri a farsi carico
tracciato un excursus sull’anno ringraziandoli per la loro testimo- gli orari e i giorni di prelievo. Come anche il ruolo dei presidenti affinché SEDUTA DEL 29 GENNAIO 2021 dell’incrementare il dono nei centri a
trascorso fra luci e ombre, sotto- nianza civica e solidaristica, quale assessore della città di Udine ha nella pandemia in corso siano vicini Il Consiglio si riunisce via etere. A loro vicini, così pure a utilizzare mag-
lineando come brillantemente risorsa indispensabile per l’eccel- messo in evidenza l’apporto che i ai loro Donatori. Vengono approvate portare il suo saluto viene chiamato giormente il blood manager nelle
è stata superata la prima ondata lenza dell’ospedale udinese. Totis donatori di sangue danno alla co- le candidature di Donnino Mossenta il nuovo Direttore del Dipartimento di prenotazioni.
dell’infezione con addirittura mag- si è detta soddisfatta per l’anno munità civile con la loro presenza e Marco Rossi al Consiglio regionale Area vasta Giovanni Barillari. Il presi- Infine, il presidente Flora informa
giori donazioni e come, invece, trascorso, che ha permesso di dichiarando la disponibilità degli FIDAS. dente Flora riferisce circa l’andamento circa la vaccinazione anti Covid-19
la seconda ondata abbia segna- mantenere l’autosufficienza regio- amministratori comunali a favori- delle donazioni nell’anno 2020 che prioritaria per i donatori di sangue
to delle diminuzioni. Ha, però, nale sia per il sangue intero sia per re le iniziative dell’AFDS. SEDUTA DEL 18 DICEMBRE 2020 registrano un calo del 4 per cento con ringraziando il presidente nazionale
sottolineato come in questa fase le il plasma e i suoi preziosi derivati. Al termine Roberto Flora ha com- Il Consiglio si riunisce a Cussignacco e un aumento però della quantità di Musso per l’impegno profuso. Infi-
sale operatorie funzionano per cui Grazie ai donatori friulani non solo piuto un brindisi virtuale in onore approva il regolamento per le sedute plasma. Il Consiglio ha inoltre valutato ne una buona notizia: il Tempio del
di sangue ce n’è bisogno come nei la regione ha mantenuto l’autosuf- dei 1.600 nuovi iscritti, perlopiù via webinar. Esamina inoltre alcuni l’opportunità di riprendere le riunioni Donatore di Valdobbiadene è stato
tempi normali. L’anno 2020 ha vi- ficienza, ma ha sostenuto anche giovani, che fanno ben sperare per problemi riguardanti l’autoemote- di zona e le assemblee di sezione in restaurato e presto verrà riaperto.
sto un significativo incremento del quella nazionale con un numero il futuro del dono.

14 IL DONO IL DONO 15
Medicina Medicina

La scuola forma
i donatori di domani
L’INTERVISTA - LUCA GERVASUTTI DELL’ASSOCIAZIONE NAZIONALE PRESIDI SPIEGA
COME È POSSIBILE AVVICINARE GLI STUDENTI ALLA CULTURA DEL VOLONTARIATO
PER OTTENERE CHE DIVENTINO CITTADINI CONSAPEVOLI E RESPONSABILI

L
a gestione delle di sensibilizzazione che sensibilizzazione per gli in termini di numero di sto ai nostri studenti di
scuole di ogni
ordine e grado è
AFDS da anni condu-
ce assieme alle scuole, I ragazzi
studenti, ma anche per il
personale docente e non
ragazzi che si avvicinano
alla donazione del san-
ogni classe alcune con-
ferenze, suggerendo poi Valori condivisi
stata, in questi
12 mesi di pandemia, uno
incontrando i ragazzi e
parlando loro della cultu-
friulani
sono molto
docente e per le famiglie.
Il lockdown e le difficoltà
gue”. anche di partecipare alle
donazioni collettive, una anno dopo anno
degli snodi più complessi ra del dono. attuali purtroppo hanno Prima dell’arrivo della volta raggiunta la mag-
che si sono dovuti affron- Per capire quale sia la sensibili interrotto le attività spe- pandemia, come avevate giore età”.
tare a diversi livelli. situazione attuale e come alla cultura cifiche in presenza, ma organizzato le iniziative?
L’organizzazione del- venga gestita, abbiamo l’opera di sensibilizzazio- “In generale, si svolgeva- Dal suo punto di osser-
la didattica a distanza, interpellato Luca Gerva- del dono ne continua e per fortuna no percorsi di avvicina- vazione privilegiato che
prima dello scorso marzo sutti, dirigente del Liceo del sangue dà ancora i suoi frutti mento e di sensibilizza- getta lo sguardo su tutte
modalità straordinaria classico Jacopo Stellini di zione attraverso incontri le scuole della regione,
nella scuola italiana, è Udine e vicepresidente e conferenze. Nell’anno non solo su quella che
entrata invece nell’ordi- regionale dell’Associazio- scolastico 2019-2020 e’ dirige, come commen-
naria amministrazione ne nazionale presidi. entrata in vigore una no- ta l’atteggiamento che Il liceo Stellini
dell’insegnamento, a vità, che riguarda proprio i giovani hanno verso
sostituire le lezioni in Com’è organizzata la do- gli accordi tra scuole e la cultura del dono del Al Liceo Stellini di Udine la diffusione della
presenza per i bambini nazione del sangue nelle associazioni. In pratica, sangue? cultura del dono ha preso piede già nel 1983,
delle primarie così come scuole del Friuli Venezia anche queste attività ri- “Direi che sono estrema- quando si è formata la locale sezione studen-
per gli studenti universi- Giulia? entrano tra quelle inserite mente sensibili. Noi nelle tesca. A gestire la sua organizzazione da anni
tari. Un anno dopo non “In quasi tutti gli istituti nei Ptco, i Percorsi per le scuole forniamo alcuni è Andrea Nunziata, docente di religione, che
molto è cambiato, no- secondari superiori esiste competenze trasversali, strumenti per conoscere e sottolinea l’entusiasmo con il quale gli studenti
nostante la necessità di una figura di riferimento ex alternanza scuola – avvicinarsi a queste real- hanno sempre accolto la proposta del dono. “In
trovare soluzioni alterna- che si fa carico dell’or- lavoro. In questo modo, tà, ma i ragazzi provengo- ogni classe dedico almeno una lezione al tema –
tive per formare e istruire ganizzazione, come anche la partecipazione no anche da un territorio spiega -. Il mio motto è ‘Non sai per chi lo fai, ma
i ragazzi. A fare le spese stabilito dagli accordi fattiva - e non solo ‘teori- e da famiglie nei quali devi sapere perché lo fai’. I ragazzi sono sempre
delle restrizioni sono stipulati tra il Governo e ca’ - ai progetti di alcuni la solidarietà non è solo molto interessati: per loro è molto motivante
state anche tutte quelle l’Avis a livello nazionale. enti di volontariato fanno una parola vuota e dove fare qualcosa di concreto per gli altri. Fino alla
attività che integrano le Nella nostra regione nella parte a tutti gli effetti si mettono in pratica i va- pandemia organizzavano donazioni collettive
lezioni ex cathedra, come maggior parte dei casi si della formazione degli lori del volontariato. Ciò che erano anche un momento piacevole per
le visite d’istruzione, le tratta di docenti che sono studenti. Questa modalità crea un ambiente fertile affrontare insieme anche quella piccola paura
conferenze, i laboratori e donatori o che sono vicini in realtà sta proseguendo, perché i semi che lascia- che può nascere al momento del primo prelievo,
gli incontri, oltre alle nu- all’attività dell’Afds. È ma certamente le restri- mo diano frutti positivi ma ovviamente da un anno a questa parte non
merose attività sportive poi compito delle singo- zioni limitano il raggio in termini di impegno e è più possibile. Attualmente la nostra sezione
che meritano un capitolo le scuole interfacciarsi d’azione di questi accor- di formazione di cittadini conta 150 donatori attivi, anche se gli iscritti
a parte. con l’associazione dei di. Più specificamente consapevoli”. sono di più. È un segnale importante che porta
Tra le iniziative in stand donatori e organizzare riguardo all’Afds, noi i giovani ad apprendere valori e a portarli avanti
by rientra anche l’opera le diverse iniziative di Luca Gervasutti abbiamo sempre propo- Valentina Viviani per tutta la vita”.

16 IL DONO IL DONO 17
Vita Associativa Vita Associativa

Assembramenti SEGNALAZIONE FASULLA


L Addio ‘senatore’
o chiamavano il ‘senato-
UNO STRANO ‘INCIDENTE’ HA re’ e di questo si com-
INTERESSATO IL CONSIGLIO piaceva. A un congresso
DIRETTIVO DELL’AFDS,
nazionale lo credettero

‘CLANDESTINI’ Mandi Satùl


davvero e fu accolto come un’au-
SEGNALATO DA UN ANONIMO
torità. Remigio Bruno Sattolo era
PERCHÈ ILLECITO. UN GROSSO
nato a Santa Maria la Longa il 1°
ABBAGLIO CHE SA DI VIGLIACCATA ottobre del 1938, il giorno di San
Remigio e, al tempo, dell’inizio

D
dell’anno scolastico. Avendo fre-
omenica 20 dicembre il
quentato la vecchia scuola media
LUTTO ALLA SEZIONE UOEI - IL RICORDO DI REMIGIO BRUNO
Messaggero Veneto ha
e le superiori, aveva una buona
SATTOLO, PER TANTI ANNI COLONNA CURIOSA E SPIRITOSA DELLA VITA
pubblicato a firma di DELL’ASSOCIAZIONE E DELL’INTERA CITTÀ DI UDINE
S.P. l’articolo dal titolo formazione il che gli permise di
“Assembramenti: sempre più entrare alla Banca del Friuli, ma
segnalazioni, molte fasulle”. anche di conservare una partico- calzante e spiritosa definizione.
Sono molti i cittadini che decido- lare attenzione per tutto ciò che È stato consigliere provinciale per
no di segnalare assembramenti riguardava la cultura, in particola- Udine Est dell’AFDS dal 2001 al
e, in generale, tutti quei com- re quella friulana. 2013 ed è stato segretario facente
portamenti scorretti tenuti dalle Di carattere gioviale e socievo- funzioni anche per alcune sedute di
persone che possono facilitare il le faceva parte di quella Udine Consiglio. Il suo legame con l’AFDS
contagio. Le telefonate alle forze popolare che si ritrovava dopo il era molto forte e sentito.
di polizia sono sempre più nu- lavoro a fare quattro chiacchere Chi scrive deve ricordare anche gli
merose. Diverse però si rivelano attorno a un bicchiere di vino ed ormai lunghi anni segnati dalla sua
fasulle o dettate da chissà quale era conosciuto da tutti anche per il visita settimanale e dal suo simpati-
senso di rivalsa. suo pellegrinaggio quotidiano da co conversare, dalle lunghe missive
Un caso ha riguardato anche il un capo all’altro della città, dopo la piene di suggerimenti e di idee.
nostro volontariato. Un foglio pensione, per incontrare personag- Remigio Bruno Sattolo Diceva salutandomi: “se hai bisogno
bianco è stato lasciato sul cru- gi altrettanto popolareschi, oggi di me citofonare Sattolo da Udine”.
scotto di alcune auto, anche purtroppo in via di estinzione. In persone in difficoltà e per l’AFDS Sono certo che, se per lui c’è un
quelle nel parcheggio del Mes- questo vivere sociale era naturale ha reclutato decine di donatori. Paradiso, se lo starà godendo a
saggero Veneto. Recitava così: diventare donatore di sangue e lui Curioso, sempre pronto alla panini.
“Al Comando Carabinieri, Poli- lo è stato per la sezione dell’UOEI, battuta, fino all’ultimo si è interes- Mandi Sattolo da Udine e grazie.
zia Municipale e al Messaggero anche con le mansioni di segre- sato alla vita associativa e ai suoi
Una riunione del consiglio direttivo a Cussignacco nel rispetto delle norme anti-Covid tario. Senza farlo sapere aiutava personaggi trovando per tutti una Roberto Tirelli
Veneto. Venerdì 18 presso la sala
nel cortile della chiesa di Cussi-
gnacco si terrà una riunione alle vuto una missiva che la indiriz- siano dei vigliacchi gli autori di
19, con brindisi finale”. zava verso tale sito perché a detta tali foglietti anonimi posizionati
La riunione ‘clandestina’ altro
non era che l’incontro organizzato
dall’associazione provinciale do-
del contenuto di tale foglio si
sarebbe tenuta una riunione con
“brindisi finale”. La segnalazione
sulle auto perché tutti posso-
no non condividere l’operato
dell’AFDS, ma almeno abbiano
Veterani a Castelmonte
natori sangue: nessuna bottiglia è stata fatta anche alla polizia la premura di comunicarci dove
da stappare o panettoni. Serve municipale e ai carabinieri. stiamo sbagliando affinché ap- Vista la situazione sanitaria e l’età dei
sangue e vanno organizzate le In primo luogo non riesco a pen- portiamo le dovute correzioni al partecipanti, si era deciso di rimanda-
donazioni... anche di buon senso. sare a chi dia fastidio il fatto che nostro operato. re a miglior stagione il tradizionale
Non avevo dubbi che il nostro “es- si faccia una riunione organiz- In conclusione: se ‘fare’ vuol dire appuntamento del terzo sabato di
sere volontari e fare volontariato zativa sul dono. Inoltre, essendo ‘dare fastidio’, sono estremamen- gennaio a Castelmonte per la gior-
puro” dia fastidio a qualcuno, ma lo scrivente responsabile della te orgoglioso di aver partecipato nata della “mieze messe e doi gustâs”
quello che è successo venerdì 18 commissione Covid non accet- a quella riunione (non) clande- che riunisce i veterani AFDS. Quinto
dicembre 2020 durante il Consi- terò mai che si facciano incontri stina. Canciani, però, non si è arreso e ha
glio direttivo dell’AFDS ci deve far senza rispettare tutte le norme mantenuto da buon carnico l’appun-
riflettere. E vi racconto i fatti. imposte dai vari DPCM (sanifica- Donnino Mossenta tamento assecondato solo da Cristina.
Dopo circa venti minuti dall’ini- zione, distanziamento, registro Vicepresidente AFDS Mancava la “brume”, ma lui ha contato
zio della riunione si affaccia una presenze…). Responsabile per tutti. Bravo!
persona dichiarando di aver rice- Detto questo, ritengo comunque commissione COVID

18 IL DONO IL DONO 19
D come Dono D come Dono

Pronti per le NUOVO DIRETTIVO FIDAS


IL PRESIDENTE MUSSO: “SIAMO
PRONTI AD AFFRONTARE IL
FUTURO NEL SEGNO DELLA

NUOVE SFIDE
CONTINUITÀ, IN UNA NUOVA
STAGIONE DI COLLEGIALITÀ E
CONDIVISIONE”

L’
assemblea elettiva suoi 10.000 donatori di sangue ed
FIDAS, riunita alla fine emocomponenti, contribuisce ci abbia spinto a ripensare le atti-
di maggio dell’anno all’autosufficienza provinciale. vità di promozione e chiamata al
scorso, ha deciso chi “Il cambiamento dovrebbe dono, chiedendoci di adottare nuo-

Una priorità
guiderà la Federazione Italiana di avvenire gradualmente o come vi modelli organizzativi, possiamo
Associazioni Donatori di Sangue frutto di programmazione e non dire che i dati relativi alla raccolta
fino al 2024. Giovanni Musso è a seguito di un incidente o di un del 2020 sono positivi. Lì dove sono
infatti il nuovo presidente nazio- evento traumatico – ha commen- state registrate delle contrazioni

fondamentale
nale, che subentra al compianto tato Musso -. Purtroppo il cam- nella raccolta, le stesse sono state
predecessore, Aldo Ozino Ca- biamento in FIDAS è avvenuto a in parte compensate dalla sospen-
ligaris, prematuramente scom- seguito di un grave lutto, la scom- sione delle attività chirurgiche non
parso il precedente febbraio. Ad parsa di Aldo Ozino Caligaris, urgenti e da minori tassi di inci-
affiancare Musso un Consiglio che è stata per la FIDAS un grosso denti dovuti ai lockdown e alla dif-

L’
Direttivo nazionale rinnovato dramma. Abbiamo perso un ultimo anno non è stato in cui FIDAS ha avuto la presiden- fusione dello smart working. Pos-
composto da Mauro Benedetto grandissimo presidente, un uomo semplice per nessuno di za del CIVIS, abbiamo infatti scrit- siamo dunque dire che, a parte un
(AVAS FIDAS Monregalese), Ales- insostituibile che ha profon- noi come singoli e non to ben tre volte al Ministro della primissimo periodo nel quale sono
sandro Biadene (ADS Michelin damente segnato di sé la storia è stato semplice per la Salute Roberto Speranza affinché state registrate carenze di sangue,
Cuneo), Thomas Silverio (ACDS della FIDAS e del volontariato del nostra Federazione. Il 2020 ci ha i donatori di sangue ed emocom- subito compensate a seguito degli
– Carnica), Jacopo Pressato sangue in Italia. Intendiamo però posto davanti un’enorme sfida, ponenti fossero inseriti nelle liste appelli al dono, in definitiva siamo
(FIDAS Padova), Roberto Flora Il neopresidente Giovanni Musso fare nostra la sua lezione e opera- prima ancora che la pandemia si prioritarie per la vaccinazione stati capaci di donare quel che
(AFDS Udine), Massimiliano Bo- re nel rispetto di una tradizione diffondesse in tutta Italia, quando contro il Covid-19. serviva, quando serviva.
nifacio (FIDAS Verona), Patrizia tanto autorevole, con responsa- il nostro presidente, Aldo Ozi- Seppure a oggi ci siano stati dei Se guardiamo al futuro ci aspetta-
aver ricoperto il ruolo di Con-
Baldessin (ADSP Torino), Ines bilità e serietà. Dobbiamo dimo- no Caligaris, è prematuramente rallentamenti nelle vaccinazioni no sicuramente diverse sfide alle
sigliere Nazionale negli anni
Seletti (FIDAS Parma), Rosita strare che la FIDAS c’è, che siamo venuto a mancare. La sua pro- a causa dei ritardi nelle consegne quali intendiamo dare tutto il no-
2006/2009, e di segretario am-
Orlandi (FPDS FIDAS), Pierfran- pronti ad affrontare le sfide del fessionalità e la sua competenza e nonostante siano le Regioni ad stro contributo, in primis riuscire a
ministrativo nazionale negli
cesco Cogliandro (FIDAS Pao- futuro nel segno della continuità. hanno permesso alla Federazione avere la delega alla Salute, resta di raggiungere l’autosufficienza nella
anni 2012/2016, è stato scelto
la), Gabriella Di Egidio (FIDAS Questo nuovo Consiglio Direttivo di crescere. Il suo impegno, tutta- fondamentale importanza la rispo- raccolta del plasma. A giugno,
nell’ultimo Consiglio Direttivo
Teramo) ed Enzo Emmanuello si impegnerà per affrontare al via, non è stato importante solo per sta alle nostre richieste, scritta da inoltre, ci attenderà il World Blood
(2016/2020) quale vicepresidente.
(FIDAS Gela). Il Consiglio Di- meglio le sfide che il sistema tra- la nostra grande famiglia FIDAS: Giovanni Rezza, direttore generale Donor Day che, seppur - causa
Nell’ultimo incarico Giovanni
rettivo nazionale ha poi definito sfusionale, i donatori e soprattut- l’intero sistema sangue italiano, della Prevenzione del Ministero pandemia - sia ancora presto per
Musso ha avuto il compito di
le deleghe al suo interno. E il to coloro che hanno bisogno del grazie anche all’impegno e alla della Salute, e indirizzata oltre poter dire la modalità nella quale si
affiancare il presidente naziona-
friulano Flora è stato nominato sangue e degli emocomponenti costanza di Aldo, ha potuto con- che alle associazioni e federazioni svolgerà, sicuramente l’attendiamo
le nelle Regioni del Nord Ovest
vicepresidente con competenza donati, ci chiedono di affrontare quistare importanti traguardi. del dono del sangue ed emocom- con grande entusiasmo.
d’Italia. Tale circoscrizione della
per il Nordest. e vincere”. Quando Aldo è venuto a mancare, ponenti, anche agli Assessori alla Sono certo che di fronte a queste
FIDAS, comprende le Regioni:
Le elezioni hanno permesso di “Il Consiglio Direttivo – ha con- tutti noi abbiamo sentito sicu- Sanità delle Regioni e Province sfide anche i donatori e i volontari
Emilia Romagna, Liguria, Tosca-
rinnovare anche il Collegio dei cluso Musso – lavorerà per dare ramente un grande vuoto, ma al autonome, specificando che i tutti dell’AFDS Udine sapranno di-
na, Lombardia, Piemonte, Valle
Probiviri con Paolo Ettorre (FI- attuazione al programma che contempo l’imperativo morale a donatori potranno essere sotto- mostrare ancora una volta il gran-
d’Aosta che con un totale di 23
DAS Basilicata), Saverio Marchet ha visto una larga adesione da non lasciar cadere la sua eredità, a posti a vaccinazione subito dopo de altruismo e il profondo senso
associazioni e 243 sezioni di do-
(AFDVS – Feltre), Pasquale Bova parte delle Federate, per portare preservare quanto da lui costruito le categorie già individuate come civico che li contraddistingue e
natori di sangue, coinvolgono più
(ADVS FIDAS Termini Imerese) la FIDAS in una nuova stagione per potergli dare una continuità. prioritarie. La scelta non è casuale: che già in tante occasioni hanno
di 116.160 donatori iscritti.
e l’Organo di controllo affidato di collegialità e condivisione, da A distanza di un anno possiamo Rezza ricorda come gli stessi do- dimostrato. Altruismo e senso
Musso, avvocato cresciuto nel
ad Alfio Mangiagli (ADVS FIDAS sempre il simbolo FIDAS è sino- dire che siamo riusciti a dare il natori, grazie al loro gesto solidari- civico: due elementi che contribui-
mondo del volontariato, dal 1995
Catania). nimo di collaborazione, unità di nostro contributo nel ricordare alle stico, siano essenziali ai fini degli scono a rendere grande FIDAS.
(quando era un giovane studente
Non è il primo incarico a livello valori e di volontari che credono istituzioni il fondamentale ruolo obiettivi del Sistema Sanitario. Giovanni Musso
Universitario) fa parte di FIDAS
nazionale per Musso, che dopo in quello che fanno”. dei donatori di sangue. Nel periodo Non solo: nonostante la pandemia Presidente nazionale FIDAS
Imperia, associazione che con i

20 IL DONO IL DONO 21
Voce delle Sezioni Voce delle Sezioni

COMEGLIANS GEMONA
ZONA Carnia Una Messa insieme ZONA Collinare Una famiglia unita
Occidentale
2 per sentirsi comunità 4 Nord nel segno dell’altruismo
Autoemoteca Il rito celebrato nella chiesetta Un regalo speciale.
bloccata dal di San Nicolò GEMONA “Non è tanto quello
meteo. Non c’è che facciamo, ma
FORNI DI SOTTO stata purtroppo Un anno che vale 100 quanto amore
Record di donazioni nessuna festa mettiamo nel
per la prevista farlo. Non è tanto
Dopo 30 anni. Per tutta
la sezione e in particolare presenza in paese quello che diamo,
per il direttivo il ritorno dell’autoemoteca ma quanto amore
dell’autoemoteca dopo che avrebbe mettiamo nel
30 anni è stata una
bella sfida, perché il
dovuto dare”. Con queste La famiglia Giau
timore iniziale di non raccogliere le donazioni anche delle sezioni amiche di parole postate sui
riuscire a riempire la Ovaro e Prato Carnico con le quali da sempre esiste una social Marzia Venturini, donatrice iscritta alla nostra
lista delle adesioni stretta collaborazione. Le condizioni meteo di sabato
è stato ampiamente
Loredana Londero alla centesima donazione sezione ha coronato un suo sogno. Lo scorso sabato 19
superato: 28 donatori 5 dicembre – il giorno stabilito per l’arrivo del mezzo dicembre infatti, ultimo giorno di donazioni al centro
su 28 consentiti è stato – hanno impedito che l’autoemoteca raggiungesse Il 2021 comincia bene. La donatrice Loredana trasfusionale, con evidente commozione è riuscita a
Tra i debuttanti il risultato, ottenuto
anche la giovane
Comeglians. È stato un grande dispiacere per l’intera Londero ha inaugurato il nuovo anno 2021 portare a donare anche il marito Michelangelo Giau,
grazie ai “vecchi” e
Julia Kozubek diligenti donatori, a comunità proprio in un momento di necessità come raggiungendo l’importante traguardo delle 100 che ricopre anche il ruolo di consigliere comunale e i
chi ultimamente aveva quello attuale. donazioni. Tutti gli amici della sezione si congratulano due giovani figli Carlotta e Nicholas. Un vero esempio
“disertato” ed è tornato a donare e a ben 7 nuovi I donatori però non si sono persi d’animo e il giorno con orgoglio per la costanza nel gesto del dono. di generosità e altruismo da parte di tutta la famiglia.
volontari, dai 18 ai 60 anni. Un grande esempio di
generosità - perché la vita ci insegna che siamo sempre
successivo, domenica 6 dicembre, nella chiesetta di
san Nicolò del XIV secolo il parroco don Guido Mizza
in tempo a fare qualcosa per gli altri - e una grande
soddisfazione per l’entusiasmo con cui è stata colta ha celebrato la Santa Messa alla presenza dei volontari SAN DANIELE
questa opportunità da parte dei donatori, che sono in
attesa di poter ripetere l’esperienza.
rappresentati dal labaro della sezione, dal Sindaco e dalla SAN DANIELE Simbolo di impegno
comunità, recitando insieme in particolare la “Preghiera
del donatore”. Tutti a scuola
con la mascherina Afds
Protetti in aula. Quest’anno la sezione
dell’Afds ha avviato una importante
collaborazione con le scuole primarie e
secondarie di primo grado del territorio
ZONA Carnia che si è concretizzata con la donazione
di due lavagne touch-screen di ultima
3 Orientale generazione, collocate nella secondaria,
e di 1.050 mascherine lavabili, colorate e Un momento dell’incontro
personalizzate (due per ogni alunno delle con i bambini
primarie e della secondaria).
La consegna delle mascherine si è svolta lo scorso 19 novembre, alla presenza
TOLMEZZO della dirigente scolastica Elisabetta Zanella, di alcune insegnanti, tra le quali
le coordinatrici Barbara Floreani e Anna Maria Nigris, e di una delegazione
In azienda spazio al dono La sede dell’Automotive a Tolmezzo
degli studenti. Per la sezione dell’Afds hanno partecipato il presidente
Antonio Peressoni e i consiglieri Danilo Maggiotto e Gilberto Venz. Anche quest’anno la
Porte aperte. Lo scorso 12 novembre è stata una stabilimento. La dirigente, partendo dalla frase ricamata su ogni mascherina “Donare è
giornata speciale dal punto di vista sociale e solidale per Dopo l’esperienza del 2019 l’autoemoteca dunque bello” ha spiegato ai ragazzi la finalità dell’incontro indicando l’importanza e sezione Afds ha allestito
le maestranze dello stabilimento di Tolmezzo, che ha ritorna in azienda grazie alla disponibilità della dirigenza il significato del dono del sangue. Il presidente di sezione ha sottolineato che l’albero di Natale nel
ospitato l’autoemoteca per il dono di sangue e plasma. che ha subito approvato e sostenuto l’iniziativa. Un il motivo dell’iniziativa e la presenza dell’Afds a scuola è far capire fin dalla salone Cup dell’ospedale,
I prelievi si sono svolti dalle 9 alle 13 e tutti sono rimasti ringraziamento particolare dunque va all’ingegner giovane età l’importanza e la semplicità del gesto, per formare una cultura
soddisfatti per il servizio e la professionalità della Argentin, direttore di stabilimento, e alla dottoressa di solidarietà che possa portare più ragazzi possibile al dono del sangue e in collaborazione con
dottoressa Maraldo e delle infermiere Alida e Cristina. Lizzi responsabile del personale, ma anche a tutti quanti possa contribuire al rinnovamento delle file dell’associazione con forze nuove gli studenti della scuola
Le donazioni effettuate sono state ben 29: 19 maschi hanno collaborato e a tutti i donatori che hanno dato e dinamiche. Bambini e ragazzi hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa secondaria di primo grado
e 10 femmine, per un totale di 28 donazioni di sangue la loro disponibilità fin da subito. Si tratta dunque di che fa parte di un percorso iniziato con l’ISIS Manzini di San Daniele che
intero e 1 di plasma. Per l’occasione 6 nuovi donatori si un’esperienza positiva che sarà ripetuta martedì 20 annualmente porta molti studenti delle classi quarte e quinte alla loro prima
del comune. Un altro modo
sono aggiunti ai già numerosi iscritti della sezione dello aprile 2021. donazione. All’Istituto sarà in breve donata una lavagna touch screen. di far sentire la presenza sul
territorio.

22 IL DONO IL DONO 23
Voce delle Sezioni Voce delle Sezioni

BRIGATA JULIA
ZONA Collinare FAGAGNA ZONA Professionali Gli alpini sempre presenti
5 Sud Insieme nella vita e nel dono
9 nell’impegno
Il record. Ottimo risultato e un grande esempio di
altruismo e solidarietà da parte della coppia formata da
In fila per donare. In una sola mattinata - quella di
Laura Schiffo e Marco Bassi, che con le loro rispettive 103
venerdì 8 gennaio scorso - il personale della Sezione
e 98 donazioni insieme hanno raggiunto il record di 201.
MARTIGNACCO Julia dell’AFDS ha raccolto 20 sacche di sangue intero
Un compleanno speciale e di plasma, all’interno dell’autoemoteca messa a
disposizione delle penne nere dal reparto di medicina
Resilienza. trasfusionale dell’Asl di Udine. Ufficiali, sottufficiali
Nonostante un anno e graduati, con in testa il comandante tenente
particolarmente
difficile, nulla ha colonnello Andrea Bernardi e il sottufficiale di corpo
impedito ai volontari di Liborio Palmeri, si sono pazientemente messi in fila
svolgere con orgoglio e uno dopo l’altro hanno donato il loro sangue e il
l’attività del dono
con un incremento plasma, emocomponenti raccolti dall’AFDS udinese.
di donazioni e nuovi L’attività del giorno è stata limitata a 20 persone
donatori, come a causa delle restrizioni relative all’emergenza
Greta Della Mora,
che nel giorno del
epidemiologica. Anche in questa occasione la stretta
suo diciottesimo e fattiva collaborazione tra il centro trasfusionale del
Greta
Della Mora
compleanno è stata la capoluogo friulano e il Reparto comando e supporti
prima iscritta del 2021. tattici della Brigata alpina “Julia”, ha portato gli alpini a
Laura Schiffo Marco Bassi
donare il sangue volontariamente e con entusiasmo.
La Sezione AFDS “Julia”, nata nel 2008, conta 241 iscritti
e da quest’ anno si avvale della collaborazione dei
colleghi del Gruppo ANA “8° Reggimento Alpini” di
Venzone: nell’arco del 2020 ha raccolto 215 donazioni
ZONA Alto Torre e ha organizzato 5 giornate di donazione di gruppo
6
Il comandante Andrea Bernardi
presso l’ospedale civile di Gemona del Friuli. In
primavera sono già in programma altre giornate
di donazione con le autoemoteche nelle caserme
MOLIN NUOVO dell’Esercito: alla “Spaccamela” di Udine, alla “Feruglio”
di Venzone e alla “Lesa” di Remanzacco.
Autunno e inverno, stagioni propizie Molin Nuovo
per l’autoemoteca
Il secondo appuntamento si è invece svolto il 17 gennaio,
Due tappe. La sezione di Molin Nuovo non si è lasciata quando piazza Indipendenza a Feletto Umberto ha REGGIMENTO TRASPORTI
frenare dal difficile periodo che stiamo vivendo e ha ospitato l’evento “autoemoteca d’inverno” sempre
organizzato ben due appuntamenti per i donatori. Il organizzato dalla Sezione di Molin Nuovo. Grazie alla
100 è solo l’inizio
primo – “autoemoteca d’autunno” – si è svolto lo scorso pronta risposta dei volontari sono state raccolte 21 In cammino. Andrea Leita
18 novembre nella piazza di Molin Nuovo e ha portato alla donazioni di sangue (delle quali 7 di plasma) e sono stati Lo scorso 11
raccolta 22 donazioni di sangue, delle quali 16 di sangue acquisiti 3 nuovi donatori novembre Andrea
Leita ha tagliato
intero e 6 di plasma. Il presidente Alessandro Barbiero si è detto entusiasta delle l’importante
giornate. “Ancora una volta il mondo del volontariato ha traguardo delle
dimostrato che l’impegno, la tenacia e la voglia di aiutare il 100 donazioni.
Con l’augurio di
prossimo prevalgono su qualsiasi avversità - ha dichiarato. continuare sulla
Ringrazio il direttivo per l’impegno e la costante dedizione, strada intrapresa,
la Protezione Civile comunale di Tavagnacco per gli giungano i
l’impeccabile gestione della logistica e la sezione AFDS di complimenti da
parte di tutta
Tavagnacco per la collaborazione, oltre all’amministrazione la Sezione 8°
comunale di Tavagnacco, al parroco don Marcin Gazzetta, Reggimento
ai carabinieri e a tutti i volontari che costantemente Trasporti.
Tavagnacco donano il loro tempo e il loro sangue per la vita degli altri”.

24 IL DONO IL DONO 25
Voce delle Sezioni Voce delle Sezioni

PROFESSIONI PAVIA DI UDINE


TRASPORTI SAF FS Tutti insieme per una ‘collettiva’ MORTEGLIANO Il dono, simbolo di luce
Orgoglio della sezione In aiuto degli ammalati. Anche in piena pandemia, La solidarietà viaggia lontano Un simbolo
Uniti nel lo scorso 30 gennaio la sezione ha voluto dimostrare Dagli Emirati Arabi. Bellissimo esempio di altruismo per tutti.
segno della vicinanza agli ammalati organizzando una donazione e solidarietà direttamente dall’estero! Il donatore Enzo La sezione
Franceschinis, che si trovava negli Emirati Arabi per Afds desidera
generosità. collettiva che ha visto coinvolti una trentina di donatori motivi lavorativi, è riuscito a effettuare una donazione
Tutta la ricordare a tutti
sezione è
(Polizia di Stato, Forestali, Vigili del Fuoco, Unicredit-Crup), di sangue. Un gran bel gesto maturato in un territorio l’importanza
orgogliosa del tra i quali il presidente della sezione Telecom Bruno lontano dalla nostra terra che dimostra la sensibilità e la del dono del
‘collega’ Marco Vecchiutti. L’iniziativa è stata organizzata con grande generosità di questo volontario, per questo è ringraziato sangue, come
Rizzello che dalla presidente di sezione e da tutto il consiglio direttivo. ha fatto anche
entusiasmo da Renato Gottardo e Mauro Turcato della durante le
lo scorso 12
agosto ha sezione Professioni bancarie insieme al rappresentante ultime festività
tagliato il Tiziano Chiarandini. Non tutti i partecipanti hanno attraverso
traguardo della potuto effettuare la donazione a causa di questioni di un albero di
centesima Natale a tema
donazione. salute, ma a tutti, come pure a medici e paramedici, sono che è stato
Marco Rizzello
stati donati una borraccia personalizzata e un bel pezzo di collocato vicino
cioccolato fondente. al Municipio
e che ha
illuminato le
fredde notti
invernali.

ZONA Medio GONARS


Torre Il valore del dono trasmesso
13 di padre in figlia
PASSONS
BUTTRIO Centro Una nuova sede per ripartire
Pubblichiamo la
testimonianza ZONA
L’incontro virtuale coi ragazzi Friuli
delle medie stimola la voglia di donare
diretta di Luca
Battistello sul
valore del dono
14 Pronti a
ricominciare. Con la
da trasmettere speranza mai sopita
Giovani cittadini crescono. A partire da questo anno scolastico
alle nuove e nella trepidante
generazioni.
è rientrata tra le discipline di studio l’educazione civica. Gli
“Esistono, nella
attesa di tornare ai
alunni della 2B della scuola secondaria di Buttrio sono stati
vita di ognuno, BASILIANO bei tempi in cui la
coinvolti in un progetto che li ha portati a conoscere una delle
realtà associative di volontariato del territorio: l’AFDS. Sono stati
dei momenti
perfetti. Piccoli
La generosità si impara in famiglia gente si incontrava
invitati a reperire i contatti, utilizzati in seguito, per organizzare e magari andava L’interno della nuova sede
miracoli che
un incontro alla maniera dell’epoca Covid. Il presidente Roberto
mettono insieme a donare, il della sezione di Passons
Toti si è subito reso disponibile per un collegamento a distanza. Consiglio direttivo
d’accordo le
Probabilmente
Il momento della consegna coincidenze e della locale sezione ha focalizzato le proprie energie
la scuola e
che distraggono
dell’omaggio AFDS l’associazione non
i contrattempi. Luca Battistello all’abbellimento della sede ricevuta dal Comune di Pasian
distano più di 2 con la figlia di Prato al primo piano della ex scuola elementare Marconi.
Sono dei
chilometri, ma
lunedì 18 gennaio
delicatissimi La sede è stata finalmente ammobiliata con due armadi
equilibri per cui, talvolta, le cose belle succedono.
tutto si è svolto
Recentemente mi è capitato un momento così. Sono
regalati dal Comune di Pasian di Prato e uno metallico
attraverso la LIM. donato da Civibank oltre a venir arricchita con mensole,
un donatore da quando avevo 18 anni. Ho cominciato La famiglia Tuttino
Il presidente e
la consigliera
grazie alla sezione AFDS del Malignani di Udine e da bacheche e quadri installati dai volonterosi membri del
quella volta ho cercato di essere un donatore regolare La famiglia Tuttino – Davide, il padre al centro della foto, direttivo. Finalmente ora la sede è completa e come si
di sezione Lisa
e responsabile. Più di tutto ho cercato di fare capire con i due figli Sebastiano e Maxime – si reca a donare al
Paoluzzi hanno
alle mie figlie l’importanza di quello che stavo facendo. gran completo.
può vedere dalle foto, è sicuramente accogliente e pronta
guidato i ragazzi ad ospitare riunioni informative, serate sanitarie, riunioni
Penso di esserci riuscito perché il 23 gennaio 2021,
alla conoscenza
grazie a uno di quei momenti perfetti, ho potuto del Consiglio Direttivo e quant’altro utile per l’ideazione,
del dono del sangue, affrontando sia gli aspetti tecnici che quelli
accompagnare mia figlia a fare la sua prima donazione.
legati all’importanza del gesto. Gli studenti sono rimasti colpiti
Non mi vergogno a dire che è stata una grossa ERRATA CORRIGE l’organizzazione e la programmazione delle attività della
da alcuni spunti, soprattutto riguardo alla gratuità di un gesto Sezione non appena terminerà l’emergenza sanitaria
emozione. Fiero e orgoglioso ora mostro a tutti la foto
che si fa verso sconosciuti. Hanno posto domande e riflettuto.
L’incontro si è chiuso con una gradita sorpresa per tutti i ragazzi:
che mi ritrae in quel momento. Grazie di cuore a tutto il Nello scorso numero della rivista ‘Il dono’ l’attività in atto. Nonostante le innegabili difficoltà del periodo,
personale del centro trasfusionale di Palmanova per la
una piccola borsa rossa con materiale informativo e alcuni
pazienza e la gentilezza che ci hanno regalato”. cui si riferisce l’articolo ‘La generosità si impara da però, i donatori di Passons non si sono dedicati solo
gadget. L’incontro ha avuto una buona eco: nei giorni successivi all’arredamento e sono riusciti nel 2020 a confermare i
i ragazzi hanno raccontato di aver parlato a casa dell’esperienza,
piccoli’ è stata erroneamente attribuita alla sezione di
scoprendo che ci sono diversi parenti donatori. Campoformido, invece che a quella di Bressa. risultati molto positivi degli anni precedenti.

26 IL DONO IL DONO 27
Voce delle Sezioni Vita Associativa

BERTIOLO
ZONA Risorgive Cuori gemelli
ZONA Litoranea
15 16 Orientale

SEDEGLIANO PALMANOVA - VISCO


Il valore del dono si trasmette Bilancio di un anno ‘in salita’
alle nuove leve Occasioni per crescere. Nonostante l’emergenza
sanitaria dettata dal Covid -19, l’impegno della sezione
AFDS per diffondere la cultura e la sensibilità verso il
dono del sangue non è mai venuto a mancare. Tra le altre
attività la sezione ha portato a donare in due diverse
occasioni al Centro trasfusionale di Udine ben 10 nuovi
volontari di nazionalità marocchina, ma residenti nei
Comuni della Bassa friulana. Inoltre, lo scorso 5 dicembre,
la sezione ha partecipato alla consegna della Costituzione
Ester e Giacomo Miotto a sette neo-diciottenni. La cerimonia si è svolta nel
municipio di Visco, ed è stata l’occasione per promuovere
il dono del sangue, spiegando ai ragazzi l’attività che
Al debutto. Nati lo stesso giorno e vissuti insieme, i
gemelli Ester e Giacomo Miotto hanno voluto affrontare
svolge l’AFDS e consegnando loro un piccolo regalo e
uniti e con il sorriso anche la loro prima esperienza di alcuni gadget. Nella ricorrenza del 61° di fondazione
donazione. della sezione Palmanova-Visco, poi, l’8 dicembre 2020, la
sezione ha ricordato i suoi associati, depositando alcune
corone di fiori in prossimità dei monumenti - ricordo a
Palmanova, Visco, Jalmicco e Sottoselva. Successivamente
Benvenuti in ‘famiglia’. Arrivano i rinforzi per il parroco don Giorgio Longo ha celebrato la Santa
la locale sezione AFDS. Durante l’ultimo anno, messa cui hanno preso parte la sindaca di Visco, Elena
infatti, con grande soddisfazione da parte di tutto Cecotti, l’assessore del Comune di Palmanova, Giuseppe
il Consiglio direttivo, si sono uniti alla famiglia dei Tellini, il gruppo Alpini di Visco, il rappresentante di zona
donatori anche Davide Molaro, Matteo Monti, AFDS Luca Mocchiut e la rappresentanza della Cri del
Alice Graffi, Anna Maria Palermo, Cinzia Paoluzzi, distaccamento di Palmanova, oltre a molti iscritti alla PALMANOVA - VISCO
Isaia Perusini, Francesca Sergioni e Franco Vit. locale sezione e ai membri del consiglio direttivo. Il valore del dono non ha età
È evidente che queste nuove leve abbiano seguito
le orme di chi da anni fa del dono del sangue un
importante momento della propria vita e un valore
da condividere e trasmettere il più possibile, come
Paola Colloredo, che con lodevole costanza ha
raggiunto l’ambito traguardo delle 100 donazioni.

Elena Ceccotti (a destra)


con la figlia Elisa

Insieme al debutto. La sezione chiude con


soddisfazione il difficile 2020. Lo scorso 28 dicembre è
avvenuta la prima donazione di una madre assieme alla
figlia diciottenne. Si è trattato della sindaca di Visco,
Elena Cecotti, sempre vicina e partecipe alle attività
della sezione, e della giovane Elisa, a dimostrazione
del fatto che non esiste un’età “giusta” per diventare
donatori di sangue, basta la volontà di aiutare gli altri.

28 IL DONO IL DONO 29
Medicina Medicina

Assieme verso un nuovo MODELLO DI DONO


MEDICINA TRASFUSIONALE Quale messaggio intende tario va coltivata costante-
- PARLA IL NEODIRETTORE indirizzare direttamente mente la consapevolezza
BARILLARI: “ASSIEME ALLE ai volontari? di quanto il suo impegno è
“Mi sento di esprimere strategico per la salute di
ASSOCIAZIONI E AI SINGOLI
loro due pensieri. Il primo tutti noi”.
VOLONTARI DOBBIAMO è che i centri trasfusio-
PUNTARE A RAZIONALITÀ, nali, non solo quello Da politico come
LOGICA ED EFFICIENZA” di Udine ma tutti vede oggi la sani-
quelli della regio- tà… e, viceversa,
ne, sono luoghi da medico come

M
aggiore co- sicuri. Capisco vede la politica?
scienza da in questo perio- “Il rapporto tra
parte degli do l’allerta e la politica e sani-
stessi volontari preoccupazione tà è uno dei più
del ruolo strategico che diffuse nell’entra- difficili e com-
svolgono. È questo il mes- re in un ospedale, plessi da gestire.
saggio rivolto ai donatori di ma tutte le azioni e i Quello tra visione
sangue dal nuovo direttore protocolli adottati nelle scientifica tecnica e
di Medicina Trasfusiona- I rappresentanti dell’AFDS assieme al vicepresidente della Regione Riccardo Riccardi
e i medici Giovanni Barillari e Debora Camilot strutture sanitarie per visione strategica politica
le dell’Azienda Sanitaria Giuseppe Barillari,
contrastare il diffondersi direttore di Medicina è un equilibrio precario,
Universitaria Integrata del Covid-19 consento- Trasfusionale instabile e dinamico, che
nato e sono cresciuto. Ed Inoltre, fondamentale è la solo dalle donazioni di san-
“Santa Maria della Miseri- no ai volontari di donare dell’ospedale di Udine richiede una grande ca-
è un contributo che inten- partnership con ogni sin- gue possono derivare quei
cordia” di Udine, Giovan- in estrema tranquillità pacità di adattamento e di
de accompagnare questo golo volontario che deve es- componenti determinanti,
ni Barillari. Lui, classe e sicurezza. Il secondo mediazione per riuscire a
sistema, appunto, verso un sere cosciente degli obiet- possibile concreto valore
1966, in questo reparto c’è messaggio ai volontari è rendersi efficace. Alla base
aggiornamento e, in alcuni tivi strategici per la salute aggiunto nella terapia con-
entrato da specializzando un invito a prendere sem- del successo c’è la capacità
casi, anche verso una rivisi- che il suo gesto sostiene. tro la più terribile e dram-
25 anni fa e ora ne ha preso
il timone. Barillari, però, è
tazione”. Stiamo Solo attraverso queste due matica emergenza sanita- pre più confidenza con il Il rapporto di comprendere quando
sistema di prenotazione il tecnico deve parlare e
impegnato da tempo anche vivendo una fase azioni parallele potremo ria che stiamo affrontando
creato e gestito dall’AFDS
tra politica e quando il politico deve
Cosa intende dire? realizzare un sistema dal dopoguerra a oggi”.
in politica e nell’ammini-
“Il modello di donazione epocale ospedale-volontariato che per garantire, così, una sanità è uno decidere. La posta in palio
strazione pubblica, oggi eccezionale, in presenza stabile sulla base dei più difficili è la più alta possibile, ov-
del sangue potrebbe es- è alla base del successo, Come si può migliorare
assessore al Comune di
Udine e in passato anche
sere ripensato sia rispetto cui solo dalle o del fallimento, del no- l’azione di raccolta del della quale tutte le attività e complessi da vero la tutela della salute
all’evoluzione del sistema stro comune impegno. La sangue? cliniche e sanitarie che ne- di tutti, ed è perseguibile
consigliere regionale, e in
sanitario, sia di fronte
donazioni di rinnovata collaborazione e “Questo elemento negli cessitano di supporto tra- gestire. se alla base c’è sensibili-
questo suo doppio ruolo
all’emergenza sanitaria sangue possono integrazione fra donazione, ultimi anni ha fatto passi sfusionale possano basarsi Alla base del tà, umanità e soprattutto
comprende quanto sia
importante quello che lui
epocale in siamo immersi. derivare quei associazionismo e sistema da gigante, basti pensare e stabilmente confidare. successo c’è rispetto: il tecnico nei con-
È fondamentale, infatti, fronti delle prerogative del
stesso definisce “equilibrio
Il dono deve essere sempre componenti trasfusionale, potrebbe poi ai risultati che sono stati
che il flusso di donazioni
la capacità di ruolo politico e viceversa;
più razionale, logico ed trovare sviluppo in inizia- possibili grazie all’autoe-
delicato e sensibile” tra
efficiente e questo obiettivo
determinanti per tive di promozione della moteca. La raccolta mobile diventi progressivamente comprendere tuttavia e imprescindibil-
politica e sanità.
non può che essere perse- la lotta alla salute e prevenzione nelle potrebbe ora passare a una ancora più costante pos- quando il tecnico mente, politica e tecnica lo
Partiamo dal suo nuovo
guito in stretta collabora- peggiore quali i donatori di sangue successiva fase di svilup- sibile, evitando ondate di deve parlare devono nei confronti del
piena e di scarsità, come volontariato. Non ci sono
incarico, cosa rappresenta
zione con le associazioni emergenza dovrebbero essere a pieno po e maturità in cui gli
periodicamente è capitato e quando il regole scritte… è questione
dei donatori, fatta salva la titolo coinvolti, diventan- strumenti a disposizione,
per lei?
preservazione della in- sanitaria dal done testimoni ed esem- fisici, strumentali e tecno- di osservare in passato politico deve di feeeling”.
“È indubbiamente il coro-
namento di un percorso
dispensabile autonomia dopoguerra” pio”. logici, vengono sempre più molto spesso alimentate decidere”
e libertà del gesto di alta integrati e resi efficienti, da emotività del momento L’Associazione Friulana
professionale, ma anche a seguito di informazioni Donatori di Sangue porge
l’occasione imperdibile
generosità e solidarietà che Come incide in questa se sapientemente animati
dobbiamo tutti impegnarci strategia la pandemia? dallo spirito e dalla vo- che forse non sono state da i migliori auguri di buon
per dare il mio contributo noi correttamente veicola- lavoro al nuovo direttore
a conservare non condizio- “Stiamo vivendo una fase cazione solidaristica dei
a un sistema, come quello te. In ogni singolo volon- Giovanni Barillari.
nata e non condizionabile. epocale eccezionale, in cui donatori”.
trasfusionale, in cui sono
30 IL DONO IL DONO 31
Medicina Società Filologica

Biodiversità nemica
delle pandemie MOSTRE E CATALIC
DES FOTOGRAFIIS DI
GIAN PIETRO DEOTTO
LOTTA AI VIRUS - LA DIFFUSIONE DI MALATTIE NON ESPLODE PER CASO, MA È AIUTATA DALLA PRESSIONE

Il Tiliment des
DELL’UOMO. LA SCIENZA STA SFRUTTANDO L’RNA CONTRO IL COVID-19 E MOLTE ALTRE INFEZIONI rest dal percors l’aghe no ocupe il
jet dal flum par intîr, ma e scor jù
limpide in roiuts, plui o mancul nu-

L
a dura prova cui ci merôs secont des stagjons; dongje

risultivis ae fôs
ha sottoposti il virus il roiut plui grant a ’nd è altris plui
Covid-19 ci porta a strets che si traviersin tra di lôr. E
riflettere su un fatto ine- cussì, si cree une sorte di rêt dentri
quivocabile: le pandemie stanno dal grant jet dal flum, indulà che a
diventando sempre più frequenti prevalin grandis distesis di gravis
rispetto al passato nonostante i

L
a Filologjiche e à publicât gne cu la Regjion, al vegni declarât cjandidis e bielis.
progressi della medicina e nono- “Mi soi impegnât – nus conte l’autôr
di resint il libri “Il Taglia- Risierve biosfere tal program MAB
stante una accresciuta igiene e – a scuvierzi lis carateristichis
mento dalle sorgenti alla Unesco.
condizioni decisamente migliori diferentis dal flum, par cognossi-
foce” che al met adun lis Cuant che si fevele di un flum
di vita rispetto ai tempi in cui le lu e fotografâlu ancje tai lûcs plui
fotografiis di Gian Piero Deotto fatis impuartant o pensìn a un roiut che,
pestilenze facevano strage. scuindûts. Cjatadis lis posizions
al re dai flums furlans dilunc di un passât il trat montagnôs indulà che
Quel che abbiano vissuto ci ha panoramichis sù pes montagnis, ur
an e in dutis lis stagjons. Il libri al si cjate la risultive de aghe, al rive
insegnato che sarebbe più efficace soi lât dongje ancje plui voltis in dì,
fâs di catalic ae mostre metude sù a te valade, bielzà siôr di aghe e al
prevenire che curare. Si aspettano par imortalâlis tal moment che la
San Vît dal Tiliment, il paîs di dulà continue a aumentâ la puartade cul
per mesi i vaccini, perché non si lûs e faseve risaltâ i siei aspiets plui
che al ven l’autôr, su iniziative dal contribût dai siei afluents. Rivât in
fanno con la bacchetta magica, ma biei e interessants. O soi lât sù par
Comun cu la poie de ARLeF e il pa- planure, al devente par solit naviga-
nel frattempo le persone muoiono per cento delle infezioni umane ha di proteine manda dei segnali alle culinis e cjampanilis; o ai cjaminât
trocini de Filologjiche e dal CRAF. bil, al travierse cualchi grues centri
e abbiamo visto con quali soffe- origine dal contatto con gli ani- cellule affinché le producano. Gli par chilometris sui arzins e sui gle-
Mostre e catalic a son nassûts cun abitât e al rive fintremai tal mâr. Pal
renze. E intanto anche l’economia mali selvatici. Secondo gli studiosi scienziati non hanno fatto altro reâi, traviersât ducj i puints, viodût
chê di meti in lûs la singolaritât e la Tiliment la situazion e je pluitost
si deprime in maniera irreversibile. ci sono almeno un 1.700.000 virus che copiare questo RNA per sol- cjantons salvadis di rare bielece
bielece dal nestri flum, ‘l’aghe’ par diferente. A part il prin trat, simil a
La maggior parte della gente non che hanno come ‘contenitore’ gli lecitare le cellule a produrre una imerzûts tal cidinôr”.
furlan, in maniere che, in cunvi- chei di altris flums, cuasi par dut il
sa che le pandemie non vengono animali dei quali una cifra fra i proteina che si chiama Spike che si
a caso, ma hanno la loro prima 631.000 e i 827.000 possono essere trova in superficie del coronavirus.
origine nei virus che gli animali origine di una pandemia e infetta- Ciò provoca una reazione immu-
selvatici portano con sé come par-
te della loro natura e sino a quando
re gli umani. Di qui l’importanza
di essere vaccinati, ma certamente
nitaria.
Sviluppare questa tecnica può Cors pratic di Furlan on line li che i iscrits a cjatin i materiâi: piçui videos di intro-
duzion ae storie dal Friûl e di spiegazion des regulis di
restano nel loro ambiente naturale, sarebbe meglio prevenire. creare grandi speranze, ad esem- “Par imparâ une lenghe, miôr di dut al è sintî a gramatiche, esercitazions e test par podê passâ ae
lontano dall’uomo, non producono La realizzazione di un vaccino per pio nella eliminazione delle cellule fevelâle, lei e, apene che al sarà pussibil, scrivi ativitâts sucessivis. Par fâ esercizi tal fevelâ, e
effetto. Se però l’animale viene a il virus Covid-19 un anno fa sem- cancerogene e nella cura delle ma- in chê lenghe”: cussì al diseve il scritôr Lelo interagjî cun chei altris corsiscj, a son stâts
contatto stabile con l’uomo (per il brava impossibile e anche quando lattie genetiche rare e senza molte Cjanton, che tai agns Otante dal Nûfcent ativâts ancje dai incuintris Zoom e un
Covid-19 è stato accusato il pan- la tecnologia ci è arrivata nessuno conseguenze perché l’RNA di cui si al à inviât i innomenâts Cors pratics di forum di discussion cul tutor dal cors.
golino) gli passano il virus che poteva scommettere che funzio- parla è molto fragile e si distrugge furlan. La prime edizion, tacade in Fevrâr, e à
diventa letale proprio perché non nasse perché sinora vaccini simili rapidamente nell’organismo. Ciò Vuê la tecnologjie nus puarte une gno- vût cetant sucès, tant che ducj i puescj
naturale. non erano mai stato omologati. significa che non potrà essere usa- ve propueste par imparâ la lenghe furla- disponibii a son stâts jemplâts in pocjis
Conservare la biodiversità, le Il concetto che ne sta alla base è to per le malattie croniche, ma sen- ne a distance: la Societât Filologjiche, cu oris. In curt il cors al tornarà a partî: i in-
riserve caratterizzate da un am- semplice e sfrutta una parte del za dubbio per il citomegalovirus, la poie de ARLeF, e à metût sù un gnûf cors teressâts a puedin scrivi a formazione@
biente non antropizzato, limitare nostro RNA (acido ribonucleico l’influenza, la tubercolosi e l’Aids. in linie, che si davuelç su plateforme Moodle filologicafriulana.it.
l’espansione agricola sono misure dei geni), ovvero il mRNA (mes-
che vanno prese al più presto. Il 70 saggero) che quando c’è bisogno Luca Cosma
32 IL DONO IL DONO 33
Cultura Cultura

Chiara Galiazzo
LO SCIENZIATO SALVÒ I BACHI Louis Pasteur nel suo laboratorio

DALLA FRANCIA VENNE A VILLA


VICENTINA PER INDIVIDUARE
UNA CURA CONTRO LA PANDEMIA

e il don dal sanc


CHE STAVA DISTRUGGENDO
L’INDUSTRIA DELLA SETA

P
er chi ricorda la civiltà
contadina friulana, l’al-
levamento dei bachi da
SOLIDARIETÂT IN MUSICHE seta (cavalîrs) era molto

Pasteur in Friuli
LA FAMOSE CJANTANTE E À importante poiché costituiva per
VINÇUD IL TALENT SHOW “X la famiglia una entrata straordi-
FACTOR” E JE DEVENTADE naria, spesso fondamentale per
pagare debiti o per effettuare una
DI RESINT TESTIMONIAL DE
spesa che altrimenti non si avreb-
CAMPAGNE “MAGNIFICO DONARE” be potuto affrontare. microscopio e trovò la soluzione. Il celebre scienziato francese
Nel 1865 una spaventevole epide- I sapientoni francesi gli fecero una era giunto a Villa Vicentina il 25

C
ui no cognossial Chiara mia, detta pebrina, era scoppia- enorme campagna denigratoria novembre 1869 accompagnato
Galiazzo, ancje se maga- ta in tutta Europa creando una tanto da indurre Napoleone III a dalla famiglia e lascerà il Friuli il 6
ri dome cul non di Chia- grande sacca di povertà, soprat- sperimentare il suo metodo fuori luglio dell’anno dopo. “A casa Ba-
ra? La famose cjantante tutto dove si era già poveri come di Francia, a Villa Vicentina, dove iocchi – confessava - ho trascorso
padoane si è imponude su la sene in Friuli. è noto che i Bonaparte avessero giornate serene”. E spesso le rie-
intal 2012, cuant che e à vinçude Il governo francese si affidò a uno una proprietà già di Elisa sorella vocava con nostalgia, persino nel
la seste edizion dal talent show “X scienziato sino ad allora scono- del primo Napoleone. suo celebre discorso alla Sorbona
Factor”. Po dopo, tal so percors arti- sciuto, Louis Pasteur che, in un Fuori dalle polemiche e con la del 1892.
stic a son stadis trê partecipazions primo tempo, non ne volle sapere possibilità di poter compiere Pasteur nato nel 1822 e scomparso
al Festival di Sanremo: intal 2013 perché provava una certa repul- liberamente i suoi esperimenti, nel 1895 ha a suo merito oltre alla
cul otâf puest pe cjançon “Il futuro sione per i bachi. Però, di fronte Pasteur nella primavera del 1870 scoperta del rimedio alla pebrina,
che sarà”; intal 2015, cuant che si è alle sciocche ipotesi che taluni seleziona 85 semi di bachi raccolti la profilassi della rabbia canina, le
classificade cuinte cun “Straordina- facevano - il cambio del clima, la fra i contadini del Friuli imperia- prime vaccinazioni, nonché la pa-
rio”; infin intal 2017, li che e je rivade e je simpri, e che no si ferme mai”. ‘Katoo’ Catitti. degenerazione dei gelsi, alterazio- le e li fece allevare in altrettante storizzazione, ovvero il processo
decime cuarte cun “Nessun posto è Si à di visâsi che la donazion dal Galiazzo, in merit a cheste colabo- ni dei bachi - si impegnò a fondo famiglie. La sua soluzione ebbe che proprio da lui ha preso nome.
casa mia”. sanc e je fra lis situazions di neces- razion impuartante, e à comentât: per due anni di continuo studio al successo e la pebrina fu sconfitta. Roberto Tirelli
Forsit però no ducj a san trop che sitât previodudis dal Dpcm su la “O soi pardabon contente di jessi
Chiara Galiazzo e vedi a cûr la soli- emergjence pal Coronavirus par stade cjapade dentri in cheste
darietât e la disponibilitât a donâ. justificâ i moviments fûr cjase, e e je iniziative, che e ricuarde a ducj www.portaledeldono.it
La artiste e je deventade di resint confermade de circolâr dal Ministe- cemût che donâ il sanc al vueli dî
testimonial de campagne promo- ri de Salût dai 24 di Març dal 2020. donâ sperance. O ai simpri crodût AFDS Associazione Friulana
afdsudineofficial @AfdsUdine
vude de Avis “Magnifico donare”, Il messaç di Chiara al va indenant: intal valôr de donazion, gno pari Donatori di Sangue

e intai mês passâts e à incidude “Ogni dì, 1.800 personis in Italie al è donadôr di une vite e jo o soi
une cjançon scrite di pueste par a àn bisugne di trasfusions; plui o stade simpri tant sensibile su chest NUMERI UTILI PER PRENOTARE LA TUA DONAZIONE
jê di Virginio (cjantautôr afermât, mancul metât di lôr a son pazients teme. E je une azion semplice par La app per prenotare
e ancje autôr par Laura Pausini, talassemics, cun leucemiis o cun cui che le fâs, ma che e pues parda- 0432 1698073 la tua donazione
Raf, Francesca Michielin, Paola & altris formis oncologjichis che a do- bon cambiâ la vite di chei che a àn AFDS • tel. 0432 481818 • segreteria@afdsud.it
e per metterti in contatto
mandin sanc in maniere costante”. di fâ dispès trasfusions di sanc. O con AFDS
Chiara, Lorenzo Fragola e pe stesse
Un modo giovane per essere generoso
Galiazzo), publicant po dopo il La testemonial de campagne di speri che chest gno impegn a pro de CALL CENTER REGIONALE tel. 0434 223522
video par sensibilizâ il so public su sensibilizazion “Magnifico donare” campagne al fasi cognossi la tema-
la impuartance dal donâ il sanc. - dedicade ai pazients cun beta ta- tiche aes personis che mi stan daûr, S.I.T. DI UDINE tel. 0432 552349
“Donâ al è un at maraveôs – e dîs lassemie e sindromis mielodispla- magari ancje a chei che no vevin
la cjantante - e in chest moment stichis - e preste la sô vôs a un toc nancje mai pensât di podê deventâ Centro di raccolta CIVIDALE tel. 0432 708333
ancjemò di plui: la emergjence sa- une vore intens, acompagnât di un ancje lôr donadôrs”. Settore trasfusionale SAN DANIELE tel. 0432 949324
nitarie e domande a fuart, par altri, video realizât pe ocasion. La gnove Il video si pues cjatâ su youtube o sul Settore trasfusionale TOLMEZZO tel. 0433 488461
ancje la disponibilitât di sanc… Par cjançon, che e à il stes titul de cam- sît uficiâl www.magnificodonare.it. Settore trasfusionale GEMONA tel. 0432 989318
chest o vuei fâ un apel: par ricuardâ pagne, di là de firme di Virginio, e Settore trasfusionale PALMANOVA tel. 0432 921262
che la dibisugne di sanc e di plasme svante il rangjament di Francesco Alberto Zeppieri Unità di raccolta LATISANA tel. 0431 529352

34 IL DONO IL DONO 35
DONALO
A CHI DONA!

Quest’anno, dona il tuo

5X1000 alla
ASSOCIAZIONE FRIULANA DONATORI DI SANGUE UDINE
scrivi 80009140304

www.portaledeldono.it