Sei sulla pagina 1di 3

sistemi di alimentazione acc comandata

miscela preformata con combustibile aeriforme


- potenza massima per titolo leggermente ricco
- consumo specifico minimo per titolo legg povero

requisito fondamentale dei motori AC -> miscela con titolo circa costante

non è possibile funzionamento con regolazione per qualità, ma è controllabile solo


x quantità (valvola a farfalla)

1 - senza restrizioni su emissioni (senza dover far funzionare bene il


catalizzatore)
titolo variabile in funzione delle cond di funzionamento

minimo -> devo arricchire la miscela perchè ho molti gas residui dal ciclo
precedente (fino al 10% al minimo, in assenza di egr) -> devo contrastare la bassa
velocità di fiamma con titolo ricco

giri e carichi piu elevati


alti giri -> devo arricchire perche altrimenti avrei combustione ritardata
alto carico -> devo arricchire per evitare la detonazione (detonazione
pericolosa a alti giri)(raffreddo i cilindri con la benzina in piu immessa)

[miscela povera solo a giri intermedi e carichi bassi]

sceglievo questa mappa coi motori a carburatore e senza requisiti su


emissioni

2 - requisiti sulle emissioni -> catalizzatori (prendono gas combusti e


ossidano HC e CO e riducono NOx (NO -> N2+O2))
- CO e HC devono avere ambiente ricco di O2
- NOx devono avere ambiente riducente, povero di O2 (es : presenza di H2)
posso fare un trasferimento di O2, ossidando CO e HC con l O2 degli NOx
per fare questo devo mantenere il titolo della miscela in un piccolo range
(es 14.5-14.6)
devo poterlo fare indipendentemente dalle condizioni ambientali (temperatura,
altitudine, umidità...)
il carburatore non è adeguato a mantenere la dosatura in questo arco
ristretto in tutte le condizioni -> sistemi di alimentazione diversi dal
carburatore

uso sistemi che mi permettono di realizzare mappe che


- mi mantengono dosatura costante stechiometrica di 14.5-14.6 in un
ampia zona (controllo emissioni) -> zona dei cicli di omologazione
(in cui faccio funzionare il catalizzatore trivalente (NOx, CO, HC)
[bivalente (CO,HC) nelle moto])
- in una zona di alta potenza usa dosatura molto ricca.
[miscela ricca -> non mi da problemi (posso ossidare a valle
somministrando ossigeno a alta T)]

sistema di alimentazione
-carburatore: correzioni di tipo meccanico / fluidodinamico per correggere la
dosatura
-iniezione: iniettore che controlla flusso e polverizzazione di un combustibile
messo in pressione da una pompa di iniezione (meccanici, controllo elettronico)

CARBURATORE
usati ancora nei motocicli e in piccoli motori stazionari e utensili
funzioni:
-regolare la dosatura in funzione delle cond di funzionamento
- creare miscela omogenea (migliore del sistema di iniezione)

costituito da:
-sistema principale di dosatura
-circuiti ausliari: consentono il funzionamento quando il sistema principale non lo
consentirebbe

carburatore:
ugello di venturi
richiama combustibile da vaschetta grazie a depressione nella gola; passaggio
attraverso
pelo libero della vaschetta -> agisce la pressione di ristagno che cè nel condotto
a monte del carburatore

***slides***

INIEZIONE
necessari per emissioni

vantaggi:
-sistema che riesce a adeguarsi automaticamente alle cond di funzionamento
-cilindro x cilindro
-aumento del coefficiente di riempimento (non ho le perdite di carico date dal
carburatore)
-iniettori -> vicini alle valvole di aspirazione -> la benzina ha minore tempo per
la formazione dei radicali che possono dare detonazione -> posso -aumentare rc,
usare anticpi vicini a quelli di massima coppia, usare benzine con numero di ottano
peggiore -> raggiungo potenze piu elevate

svantaggi:
- combustibile omogeneizzato peggio
- maggiore costo (pompa, tubazioni in pressione, regolatori di pressione,
centraline, cablaggio...) e richiesta di assistenza / messa a punto

si differenziano per la posizione del iniettore:


- iniezione indiretta: iniettore prima della valvola di aspirazione
- iniezione diretta: iniettore in camera di combustione

in base alla natura del dispositivo che regola la quantita di combustibile


iniettato
- iniezione meccanica: pompa meccanica con iniettori passivi ad apertura automatica
(chiuso da una molla, si apre quando il combustibile è mandato in pressione
- iniezione elettronica: gruppo elettronico che pilota le iniezioni
(elettroiniettori attivi con solenoide + pompa meccanica; iniettore ha funzione di
dosatura)

altra classificazione:
- single point: un iniettore x tutti i cilindri al posto del carburatore, usato a
partire dall euro1 (non piu usati) -> minori consumi e migliori prestazioni
rispetto al carburatore; usato come sistema di passaggio da motori concepiti x
carburatore a motori concepiti per iniezione
[rischio di avere cilindri che vanno a miscela ricca e altri che vanno a miscela
povera, anche perchè ho miscelazione peggiore rispetto al carburatore]
- multi point: posso dosare per ciascun cilindro
-iniezione continua (senza interruzioni)
-iniezione intermittente : variando il tempo di iniezione vario la quantita di
combustibile
inietto per 1° a bassi giri, fino a 300° a alti giri (il tempo non varia di
300 volte ma solo di circa 50 volte, in quanto i giri variano ad es di un fattore 6
tra min e max)

[iniettori x iniezione diretta molto piu costosi]

- in anello aperto (motocicli, ricca)


- in anello chiuso: variabile di controllo = titolo della miscela allo scarico del
motore (sonda lambda-> verifica se cè ossigeno libero negli scarichi o meno e
quindi se la miscela è ricca o magra (segnale quasi digitale)-> mantiene la miscela
intorno a valori stechiometrici)

INIEZIONE INDIRETTA