Sei sulla pagina 1di 13

VITA IN MONTAGNA

Le attività dell’uomo in montagna


ALLEVAMENTO E COLTIVAZIONI
• La montagna è un ambiente difficile in cui fa
freddo per molti mesi all’anno: l’uomo si è
adattato praticando l’attività dell’allevamento
e l’agricoltura.
• In montagna l’uomo coltiva il foraggio per
potere allevare le mucche e si prende cura di
piante e animali.
• Egli coltiva anche patate e alcuni cereali come
segale e avena. Sui versanti più soleggiati
coltiva le viti e altri alberi da frutto,
soprattutto meli.
ENERGIA
• L’abbondante massa d’acqua ha permesso all’uomo di
costruire le dighe e le centrali per la produzione di
elettricità.
• La diga serve per fermare un torrente d’acqua che
crea un lago artificiale. La grande massa d’acqua
contenuta nel lago artificiale viene fatta cadere per
far funzionare la centrale elettrica.
• I macchinari della centrale elettrica producono
l’elettricità che arriva nelle nostre case.
TURISMO
• Il turismo ha modificato il paesaggio perché
l’uomo ha costruito alberghi e ristoranti, a
volte nuovi villaggi.
• Per favorire il turismo, l’uomo ha dovuto
costruire anche piste da sci e impianti di
risalita: funivie, seggiovie e skilift.
• Per facilitare il viaggio ai turisti, l’uomo ha
costruito anche strade, viadotti e gallerie.
ESTRAZIONE
• L’estrazione serve per costruire cave di
roccia.
• La cava è un’attività di estrazione mineraria
che sfrutta un giacimento di minerali come
materiale da cava.
• La coltivazione di una cava può essere
effettuata:
• a cielo aperto
• In sotteraneo
• La coltivazione a cielo aperto previo
sbancamento avviene su strati di giacimenti
minerali, rimuovendo il terreno e tutte le
rocce.
• In montagna, invece, ci sono miniere a cielo
aperto in cui si estraggono le rocce come
calcare, ardesia, granito o marmo o i minerali
della terra.
LEGNAME
• Il legno è il materiale ricavato dai fusti delle
piante, in particolare dagli alberi ma anche
dagli arbusti. Si ricava sia dalle conifere (pino
silvestre, larice, abete bianco) sia dalle
latifoglie (querce, castagni). Il legno può avere
diversi nomi, a seconda dell’uso a cui è
destinato:
• legna: se fornisce combustibile;
• legname: da lavoro, costruzione, industriale se
indirizzato verso tali impieghi.
• Per lavorare il legname l’uomo deve impiantare
segherie; inoltre, deve sostituire gli alberi
tagliati nei boschi.

Valuta