Sei sulla pagina 1di 4

Il folklore

L a f i n t a n o n n a
era una volta una mamma che

C ’ doveva setacciare la farina.


Mandò quindi la sua bambina
dalla nonna perché le prestasse il setaccio.
UNA FIABA
ABRUZZESE
A metà del Novecento
La bambina preparò il panierino con la il grande scrittore italiano
merenda: ciambelle e pan con l’olio. Poi si Italo Calvino raccolse
mise per strada. in un volume fiabe
Arrivò al Fiume Giordano: popolari delle varie
– Fiume Giordano, mi fai passare? regioni d’Italia.
– Sì, se mi dai le tue ciambelle. La fiaba che riportiamo
Il Fiume Giordano, infatti, era ghiotto di proviene dall’Abruzzo.
ciambelle, che si divertiva a far girare nei
suoi mulinelli. La bambina buttò le ciam-
belle nel fiume e il fiume abbassò le pro-
prie acque per farla passare. La bambina
arrivò alla Porta Rastrello.
– Porta Rastrello, mi fai passare?
– Sì, se mi dai il tuo pan con l’olio.
La Porta Rastrello era ghiotta di pan con
l’olio perché aveva i cardini arrugginiti e il
pan con l’olio glieli ungeva. La bambina
diede il pan con l’olio alla porta e la porta si
aprì per farla passare. Arrivò a casa della
l’Abruzzo

nonna ma l’uscio era chiuso.

– Nonna, nonna, vienimi ad aprire!


– Sono a letto malata. Entra pure dalla finestra.
– Non ci arrivo.
– Allora entra dalla gattaiola.
– Non ci passo.
– Allora aspetta.
Calò una fune e la tirò su dalla finestra. La
stanza era buia. A letto c’era l’Orca, che
s’era mangiata la nonna tutta intera, dalla
testa ai piedi.
– Nonna, la mamma vuole il setaccio. La legò con la fune e la calò nella stalla.
– Ora è tardi. Te lo darò domani, vieni qui a La bambina appena fu giù si slegò e alla
letto. fune legò una capra.
La bambina entrò nel letto, vicino alla – Hai finito? – disse la nonna.
nonna, le toccò una mano e disse: – Aspetta un momentino.
– Perché hai le mani così pelose, nonna? Finì di legare la capra:
– Per i troppi anelli che portavo alle dita. – Ecco, ho finito: tirami su!
Le toccò il petto. L’Orca tirò e la bambina allora si mise a grida-
– Perché hai il petto così peloso, nonna? re: – Orca pelosa, Orca pelosa!
– Per via delle troppe collane che portavo al Aprì la stalla e scappò via. L’Orca tirò e
collo. venne su la capra. Saltò dal letto e corse
Le toccò i fianchi. dietro alla bambina. Arrivata quasi alla
– Perché hai i fianchi così pelosi, nonna? Porta Rastrello l’Orca gridò da lontano:
– Perché portavo il busto troppo stretto. – Porta Rastrello, non farla passare!
Le toccò la coda e pensò che, pelosa o non Ma la Porta Rastrello disse: – Sì che la faccio
pelosa, la nonna la coda non l’aveva mai passare, perché mi ha dato il pan con l’olio.
avuta. Quella doveva essere l’Orca, non la Al Fiume Giordano l’Orca gridò:
nonna. Allora disse: – Fiume Giordano, non farla passare!
– Nonna, non posso addormentarmi se Ma il Fiume Giordano disse: – Sì che la fac-
prima non vado a fare un bisognino. cio passare, perché mi ha dato le ciambelle.
– Va’ a farlo nella stalla: ti calo io per la Quando l’Orca volle passare, il Fiume
botola e poi ti tiro su. Giordano non abbassò le sue acque e
l’Orca fu trascinata via. Sulla riva la bambi-
na le fece gli sberleffi.
Gli anagrammi

Giochi
Quali parole, che si riferiscono all’Abruzzo, si
nascondono nei seguenti anagrammi?
Dovrai scoprirlo, provando a cambiare l’ordi-
ne delle lettere, come nell’esempio.
L’acrostico
Questo gioco consiste nel dispor-
E scar pa Pescara
P acifica, re una parola in vertica-

E st re ma m e n te le e utilizzare ogni lette- Dividetevi a squadre. Vincerà la squadra che


ra di questa come ini- scoprirà in meno tempo le parole nascoste.
S a luta re ziale di un’altra parola. A MORTE | ORNATO | ARTI | IN PESCA
Osserva l’esempio qui a lato. VA A NOZZE | ALGA | RISENTE
C it tà Scegli una provincia dell’Abruzzo e
A ll a inventa un acrostico, poi leggilo in
classe ai tuoi compagni.
Il cruciverba
R iva
A d riati ca Completa il cruciverba e nella colonna evi-
denziata troverai il nome di una città abruzze-
se, importante in epoca romana e medievale.
Il rebus 1

Sai risolvere un rebus? Sostituisci ai dise- 2

gni le parole che rappresentano e scoprirai


3
il nome di un monte e di un fiume del-
l’Abruzzo. 4

I numeri tra parentesi ti indicano da quante


5
lettere è formata ogni parola.
l’Abruzzo

1. Monti al confine tra Abruzzo, Lazio e


Molise.
NO 2. Capoluogo abruzzese alla destra del
fiume Pescara.
3. Il monte principale del gruppo della
Maiella.
4. Capoluogo della regione abruzzese.
5. Fiume che sfocia presso Roseto degli
VO Abruzzi.
6. Fiume che segna per un tratto il confine
(6;6) con le Marche.