Sei sulla pagina 1di 2

Rispetto agli autori precedenti la posizione di marx è qualcosa di nuovo: il motore

della storia è la lotte di classe che si concederà con l’approdo alla società comunista
grazie alle conoscenze che marx offre ai vari partiti comunisti; nel descrivere le
condizioni del lavoratore usa il tema dell’alienazione (4 tipi di alienazione). Nel
considerare marx come punto finale della riflessione
si può trovare una corrispondenza fra alienazione marxiana e anomia di Durkheim.
Durkheim non nascondeva le contraddizioni del capitalismo facendosi atto dei gridi
sociali dei ceti meno avvantaggiati ma la soluzione finale non è quella marxiana ma
un riformismo che prova a ristabilire l’equilibrio tramite corpi intermedi.
Il PC diventa l’avanguardia del proletariato (nel manifesto si accenna alla distinzione
di classe da se e di classe per se) (classe che va definita in termini economici, in
relazione alla proprietà privata o alla mancanza di proprietà privata di mezzi di
produzione)al
Coscienza di classe: consapevolezza che una classe ha di esistere come forza
sociale capace di rivoluzionare l’ordine economico e politico esistente.
Al proletariato spetta la trasformazione della società borghese in società senza
classi in quanto esso è portatore degli interessi dell’umanità
Lo stato prima viene occupato dalla classe proletaria (dittatura) la quale dopo abolirà
lo stato.
Il primo capitolo del manifesto è quello in cui marx sviluppo il ruolo della borghesia
nella storia sottolineando come essa abbia sostituito i rapporti sociali con valori di
scambio (prima aveva fatto una specie di buona parola).
Nella seconda parte del primo capitolo l’accento viene posto sul proletariato che
viene creato dal superamento della classe borghese (descrive il processo di presa di
coscienza del proletariato).
Il secondo capitolo è un analisi serrata per le richieste che servono al comunismo,
difendendolo e controbattendo alle critiche che vengono mosse contro.
Nella parte finale c’è una specie di manifesto politico
Gli ultimi due capitoli sono una disamina dei vari punti deboli dei vari socialismi che
si erano creati a quei tempi il cui tratto dominante è l’incapacità di creare una massa
critica per ribaltare lo status quo, esse non hanno quella radicabilità verso il futuro
che il socialismo marxiano pensa di avere.
L’ultimo capitolo è una specie di programma politico nel quale marx individua la lotta
politica comunista nei vari paesi, questo movimento terminerà con l’affermazione
“proletari di tutto il mondo, unitevi”. L’importante è quello di sottolineare in che termini
il sistema marxiano è utile alla sociologia! (lotta di classe, materialismo storico,
distinzioni di classe).

Sociologia in America
La sociologia americana si può sviluppare attraverso riferimenti di carattere generale
• Storia: Storia dai nativi fino al 900, essi hanno risentito della sindrome di
Robison Crusoe: devono creare una società dal nulla. I padri pellegrini erano
quelli che portarono in America il puritanesimo il quale ha contribuito alla
costruzione di un paese dinamico, pragmatista.
• Scienza
• Concetti sociologici fondamentali
Grande teorizzazione e empirismo astratto: la sociologia sembra seguire due strade
che fanno fatica ad incontrarsi. La prima trova nella scuola di Harvard il suo fulcro,
essa si propone di costruire un grande modello della società il quale viene calato
nella realtà storica.. l’elemento canzonatorio è che questo elemento è una cosa
astratta che potrebbe farci perdere il senso della realtà. Il secondo trova il suo polo
nella scuola di Chicago, esso è il susseguirsi di ricerche empiriche che però non
hanno la capacità degli idealtipi, non costruiscono teorie che potrebbero servire per
casi successivi (1896: data di nascita della sociologia in America).
La sociologia di Chicago ha un impatto epatico sugli studenti; la necessità di un
dipartimento nasce dall’osservazione delle tumulazioni di Chicago tra il 800 e 900,
diventa una città che in 10 anni vede decuplicare la popolazione. Questo afflusso è
di popolazioni di etnie diverse che scappavano dalla fame (condizione di
spaesamento).
Sociologia urbana: si occupa di capire in che modo si sviluppano i rapporti fra la
geografia urbana e la popolazione;
La scuola di chicago sviluppa la teoria dei loop: al centro vi erano i centri
commerciali, nella prima cerchia i quartieri poveri.
Scuola empirica che usa metodi empirici per studiare i gruppi sociali