Sei sulla pagina 1di 3

L’ALOE

QUALE ALOE?

L’Aloe vera cresce in climi caldi, si trova nelle regioni più aride dell’America, Asia, Europa, Africa ed
Australia, si adatta a tutti i terreni purché non siano troppo umidi.

E’ una pianta grassa alta fino ad 1 metro, perenne appartenente alla famiglia delle Liliacee; ha foglie verdi
(10-30) carnose e molto lunghe che crescono direttamente dal terreno; esse sono disposte a ciuffo, sono
lanceolate con apice acuto e, hanno una cuticola spessa e delle spine lungo i lati.

L’Aloe ha la possibilità di chiudere i propri stomi (aperture sulla superficie della foglia) per garantire
l’equilibrio idrico della pianta. Questa capacità di conservare l’acqua al proprio interno le consente di
sopravvivere nei periodi di siccità.

L’Aloe è una pianta ricca di enzimi, principi antibiotici, aminoacidi, ormoni vegetali ad azione rimarginante
sulle ferite.

L’Aloe è ricca di vitamine (A,C,E,B, Acido Folico), minerali (ferro, rame, calcio, magnesio, zinco, cromo,
potassio, sodio, manganese, selenio, fosforo), mono e polisaccaridi (zuccheri), aminoacidi essenziali e non,
enzimi, acidi grassi, steroli vegetali, antrachinoni (Aloina A e B), barbaloina.

MA ATTENZIONE

La pianta di Aloe è unica in natura, per la qualità e la quantità di principi attivi in essa contenuti.

Per queste sue caratteristiche è definita la regina delle piante fitoterapiche, ma è importante sapere che
ne esistono oltre 250 varietà.

Le più note e soprattutto quelle con proprietà salutari e medicinali maggiori sono due:

1) L'Aloe Vera (barbadensis)

2) L'Aloe Arborescens

Proprietà . . .

Agente rigenerante: grazie all’elevato contenuto di mucopolisaccaridi (MPS), spt. acemannano (stimolatore
di macrofagi) ha la capacità di favorire la rigenerazione delle cellule morte superficiali. Questo la rende un
potente agente rigenerante per tutti i tipi di ferite, lesioni e ulcere.

Molti studi hanno dimostrato la capacità del gel di Aloe di prevenire l’ischemia dermica causata da ustione
e radiazioni; inoltre è utile nel trattamento delle ulcere diabetiche, ulcere croniche e nella Psoriasi vulgare.
Interessanti risultano gli studi su acne, seborrea, stomatite in età pediatrica.

Azione antinfiammatoria, analgesica: l’Aloe ha una azione antinfiammatoria e antidolorifica sia per
applicazione topica che orale; l’azione antinfiammatoria è dovuta all’inibizione della produzione di
prostaglandine, di istamina e di leucotrieni. Il C-glicosilcromone componente dell’Aloe vera presenta azione
antiflogistica equivalente a quella dell’idrocortisone (applicazione topica), utile nelle patologie artrosiche.

Agente idratante e coesivo: è un favoloso idratante per la pelle con una duplice azione: grazie alla sua
capacità di trasportare nutrienti e idratazione attraverso gli strati della cute, ne facilita la penetrazione e
l’assorbimento, inoltre grazie al contenuto di polisaccaridi, forma una barriera cutanea che impedisce la
perdita di acqua. L’Aloe contiene un antistaminico e antibiotico, è ideale anche per pelli sensibili.

Fattore antinvecchiamento antiossidante: questa proprietà è dovuta alla capacità di aumentare la


produzione dei fibroblasti (cellule del derma che producono collagene) umani 6-8 volte più rapidamente del
normale.  Per uso esterno l’Aloe è stata utilizzata per lenire e curare abrasioni cutanee, rimarginare le
ferite, ustioni, scottature, eritemi solari, tagli e ferite, riduzione delle cicatrici estese, vene varicose, punture
di insetti.

Il manganese, il rame ed il selenio contenute nel succo di Aloe sono dei costituenti degli enzimi superossido
dismutasi e glutatione perossidasi, due agenti antiossidanti ed antivecchiamento cellulare.

Le vitamine C,E,B2,B6 e l’aminoacido cisteina sono dei potenti antiossidanti capaci di combattere i danni
cellulari dovuti ai radicali liberi (spt. all’anione superossido); inoltre la cisteina e la vit. B hanno la capacità di
legarsi alle molecole tossiche derivanti da processi patologici per formare composti inerti.

Attività antibatterica, antifungina e antivirale: l’effetto antimicrobico dell’Aloe è paragonabile a quello della
Sulfadiazina d’argento un antibiotico topico. Tale azione è direttamente proporzionale alla sua
concentrazione; gli estratti al 60% sono attivi su Pseudomonas aeruginosa, Klebsiella pneumoniae,
Streptococcus pyogenes; gli estratti al 70% agiscono su Staphylococcus aureus; gli estratti all’80% su
escherichia coli; gli estratti al 90% su Candida albicans. L’acemannano (zucchero polimerico) isolato
nell’Aloe vera ha un’azione antivirale (Paramixovirus, HIV-1, herpes simplex).

Attività immunomodulante: l’acemannano è un potente stimolatore del sistema immunitario; stimola i


macrofagi e con essi la produzione di citochine, favorendo il rilascio di sostanze (ossido nitrico) che
potenziano il sistema immunitario.  Esso potenzia l’attività delle cellule T ed aumenta la produzione di
interferone; tale azione è sempre dose-dipendente. Alcuni studi hanno evidenziato che il succo di Aloe
potenzia l’azione antitumorale del 5-fluorouracile e cella ciclofosfamide, farmaci chemioterapici.

Attività gastrointestinale: l’Aloe è utile negli spasmi addominali, bruciore, dolore e gonfiore gastrico. Il gel di
Aloe normalizza le secrezioni intestinali, stabilizza il pH gastrico ed intestinale, influenza la flora batterica
intestinale. Grazie all’azione cicatrizzante, analgesica e protettiva del gel si ottiene un miglioramento di
alcune forme di gastriti e/o ulcere gastriche e di colon irritabile. Il succo di Aloe vera ha una buona azione
detossificante del tratto gastrointestinale; tale azione è dovuta ai polisaccaridi viscosi che legano ed
eliminano le sostanze tossiche prodotte nel colon. L’aloina, contenuta nella scorza della foglia (anche in
Senna e Cascara) favorisce un’azione lassativa.

Quindi l’Aloe viene utilizzata come cicatrizzante, riepitelizzante, antiedemigeno, antinfiammatorio,


antidolorifico . . . ha un effetto antiossidante, radioprotettivo, immunomodulante, antibiotica ed
antimicotica, antivirale, neurotropa, anti-aging.

Utilizzo esterno: abrasioni, ferite, ulcere cutanee, ustioni di I e II grado, radiodermite.

Utilizzo per os: adattogeno, ricostituente, immunostimolante. Prevenzione degli effetti iatrogeni radio-
chemioterapici. Su base teorico-sperimentale come coadiuvante di malattie da immunodeficienza acquisita,
neoplasie, riabilitazione post-ictus, ulcera gastrointestinale, malattie infiammatorie croniche.
Io consiglio questa aloe la prima a ricevere la certificazione dall'lnternational Aloe Science Council (IASC)
per purezza ed efficacia.

La puoi trovare nel sito qui di seguito alla sezione BEVANDE

https://shop.foreverliving.it/shop-online-390521002179.html

Azzurra Mazzara naturopata