Sei sulla pagina 1di 1

LIBRERIA POPOLARE DI VIA TADINO

Lunedì 18 Gennaio alle ore 20.45


presentazione del libro di
Michele Bee
“SENZA ALCUN BISOGNO
Dall'autosufficienza alla sostenibilità”
Pensa Multimedia – 2010 - pp. 250 - € 18,00

Ne discutono con l’autore


Massimo Amato e Luca Fantacci
La questione del rapporto fra l’uomo e i suoi bisogni è una
questione cruciale sia per la nostra comprensione dell’economia
politica, sia soprattutto per la delimitazione del suo campo di
significato. Parafrasando il noto detto, potremmo dire: dimmi cosa
pensi del bisogno umano, e ti dirò come pensi l’economico.A
un’uscita dal bisogno mediata tradizionalmente dal riconoscimento
di una finitezza dei bisogni, e dunque della necessità e della
possibilità di una misura, il pensiero moderno, lungi
dall’approfondire ciò che in quella finitezza resta da pensare,
contrappone piuttosto, per rovesciamento, un’infinitizzazione del
bisogno come molla stessa dell’umanizzazione dell’uomo.Questo
libro non si limita tuttavia a gettare luce sulla questione di cui si
occupa. Nella misura precisa in cui fa luce, esso lascia anche
apparire un’ombra.Quest’ombra, che si manifesta innanzitutto
come dissoluzione di ogni rappresentazione tradizionale della
misura e dunque come distruzione di ogni fondamento esterno
all’agire economico, non è tuttavia un vuoto da colmare, ma una
mancanza da pensare.In gioco è in effetti il rapporto fra economia
e politica, fra scambio e collaborazione, fra bisogno individuale e
vita in comune.L’esperienza di un altro rapporto con la mancanza
sarebbe la grazia che potrebbe contraddistinguere un pensiero
rinnovato dell’economico.

Michele Bee, insegna Etica e Impresa presso la facoltà di Economia dell'Università del Salento. Laureato presso l'Università
Bocconi, ha conseguito il dottorato di ricerca in Etica e Antropologia presso il Dipartimento di Filosofia e Scienze Sociali
dell'Università del Salento. È socio dell'International Walras Association e dell'Associazione Italiana per la Storia dell'Economia
Politica. Ha svolto attività di ricerca presso il Centre Walras-Pareto di Losanna ed è autore di numerosi articoli in riviste e volumi
collettanei nazionali ed internazionali. Ha curato Un poète l'a dit. Péguy di fronte alla contemporaneità (2009).

Massimo Amato è studioso di storia della moneta e autore di Il bivio della moneta (Egea, Milano 1999), Le radici di una
fede. Per una storia del rapporto fra moneta e credito in Occidente (Bruno Mondadori, Milano 2008). Nel 2009, insieme a
Luca Fantacci, ha pubblicato Fine della finanza (Donzelli, Roma). Insegna Storia economica alla Bocconi di Milano.

Luca Fantacci insegna storia e scenari economici internazionali all'Università Bocconi. E' studioso del sistema finanziario e
del pensiero di John Maynard Keynes, del quale ha recentemente curato due raccolte di saggi: Risparmio e investimento
(Donzelli, 2010) e Eutopia. Proposte per una moneta internazionale (et al., 2011).

Libreria Popolare di via Tadino Soc. Coop.S.r.l.- Via A.Tadino,18 - 20124 Milano Tel.02 2951 3268 libreriatadino@yahoo.it
La libreria è raggiungibile con: MM Linea 1, stazioni di Porta Venezia o Lima; con i tram N.9,29/30 fermata di Porta Venezia;
N.1 fermata Settembrini/San Gregorio; N.33, fermate Lima, Benedetto Marcello o Regina Giovanna/Buenos Aires;
autobus 60 fermate Lima o Benedetto Marcello

Interessi correlati