Sei sulla pagina 1di 21

Unit 12 Booklet

Theme: the individual


Topic: holidays and travel

Theme: the Italian-speaking communities


Topic: lifestyle in Italy and abroad

Indice

Page
Lezione 1
Contanti o assegni per viaggiatori? 10

Lezione 2
In banca 110

Lezione 3
Facciamo la spesa 116

Lezione 4
L’Italiano spende meno? 119

Lezione 5
Fare shopping senza contanti 122

By the end of this Unit you should know how to:

• ask for something


• use Italian Euro to shop and pay for services
• talk about shopping habits.

Libro 2 Unità 12 1 Lezione 6


IT'S TIME FOR SOME GRAMMAR LEARNING!

The grammatical topic you will be learning in Unit 12 is:


G The impersonal "si" form.


Go to Moodle, revise the information on the imperfetto in Section 6.13 and
 do Grammar exercises 1-2.

Also read the information in Section 6.16 and do Grammar exercises 3-5

Revise numbers in Section 3.7 and do some practice exercises.

Libro 2 Unità 12 2 Lezione 6


Contanti o assegni per viaggiatori?

Angela è una ragazza australiana in viaggio in Italia.


Oggi vuole fare un po’ di shopping, così decide di andare in banca per
cambiare dei soldi.
Tracks 3-7 Ascolta il dialogo Alla banca.

* Please note the dialogue contains references to the old Italian currency, the Lire.

Rosa, ti ricordi
quando andavamo Una volta si andava in banca ma ora si fa
in banca insieme? Internet Banking
Beh, sai mi sono
modernizzata e
ora faccio Che cos' è l'Internet Banking? È la filiale
l'Internet Banking. virtuale della propria banca aperta 24 ore su
È così facile..... 24. Con l'Internet Banking si ha la possibilità
di effettuare le principali operazioni bancarie
comodamente da casa propria, dall'ufficio o in
viaggio.

Gli italiani ne fanno sempre più uso perché è


facile da mantenere, si ha la propria banca
sempre a disposizione nella massima sicurezza
e la cosa che fa più piacere è che si risparmia
tempo dimenticando finalmente le interminabili
file davanti agli sportelli!

Libro 2 Unità 12 3 Lezione 6


Per chiedere una cosa (in un negozio, in banca, all’ufficio postale ecc.) di
solito si dice ...
Track 8
Vorrei... +
a) la cosa che si vuole (nome)
b) o cosa si vuole fare (infinito del verbo)

Esempi
a)
Vorrei un biglietto per l’autobus.
I’d like a bus ticket.
Vorrei due francobolli per l’Australia.
I’d like two stamps for Australia.

b)
Vorrei cambiare dei travellers’ cheque.
I’d like to change some travellers’ cheques.
Vorrei comprare delle cartoline.
I’d like to buy some postcards.

Frasi Utili
la filiale virtuale – the virtual branch
effettuare – to carry out
le principali operazioni bancarie – the main banking operations
fare uso – to make use of
avere a disposizione – to have available
si risparmia – one saves

Go to the Webank.it link provided in Moodle and listen to the video which
explains the benefits of on-line banking.

Now do Exercise 1 in the worksheet. Also do Exercises 2 and 3 in Moodle.

Libro 2 Unità 12 4 Lezione 6


L’euro

La valuta dell’Europa Unita è l’euro. Oggi non è più necessario cambiare


le sterline, i franchi, i marchi ,eccetera in lire. I biglietti dell’euro sono in
circolazione dal 1 gennaio del 2002, ma l’euro ha già corso legale dal 1
gennaio 1999. Un euro vale circa due dollari australiani.

Read the following cultural notes on the Euro.


The euro
The euro is the currency of 27 European Union countries.

The symbol and the word euro

€ The official sign for the euro looks like an E with two clearly marked,
horizontal parallel lines across it – as you can see above. It was inspired by
the Greek letter epsilon, in reference to the cradle of European civilisation
and to the first letter of the word "Europe". The official term euro remains
the same in all participating countries, although it may be pronounced
differently. The word euro is invariable, thus 1 euro, 2 euro, 5 euro, etc.

How the euro works


Like the Australian dollar, the euro is divided into 100 cents. The word
used throughout Europe is cent. In Italy the word used is cent or
centesimo, e.g.

1,55 euro = 1 euro e 55 centesimi


0.50 euro = 50 centesimi (di euro)

Libro 2 Unità 12 5 Lezione 6


Banknotes and coins
The euro banknotes and coins are effective as a single currency for the 27
participating nations. Any amount in euro, whether it is in coins or
banknotes, can be traded in any of the countries of the euro area,
irrespective of where the coins and banknotes come from, so, for example,
euro money acquired in Germany can be spent in Spain or Italy, France, etc.
and vice versa. Although their value is the same across all the countries of
the European Union, euro coins have different images stamped upon them,
depending on the country which they represent. For example, the Italian 5
euro cent coin has the image of the Colosseum stamped upon it.

Different denominations of the euro notes and coins


There are 7 euro notes and 8 euro coins. The notes: 500, 200, 100, 50, 20,
10, and 5 euro.
The coins are: 2 euro, 1 euro, 50 euro cent, 20 euro cent, 10 euro cent, 5
euro cent, 2 euro cent, and 1 euro cent.

EURO COINS: 1 cent, 2 cents, 5 cents

EURO COINS: 10 cents, 20 cents, 50 cents

Libro 2 Unità 12 6 Lezione 6


EURO COINS: 1 euro, 2 euros

EURO NOTES: 5 euros, 10 euros

EURO NOTES: 20 euros, 50 euros, 100 euros, 200 euros, 50 euros

Libro 2 Unità 12 7 Lezione 6


Implications for travellers
So, for example, if you are travelling from Australia to Italy, you are able to
acquire the desired amount in euro before you leave Australia and you then
are able to spend that money anywhere in Europe without having to
change currency again.

The conversion rate for the Australian dollar is about 1 AUD = 0.65 euro
cent. Obviously, as Australia is a country outside the European Monetary
Union, this is a variable rate and it's subject to changes determined by the
international monetary market. If you decide to travel to Europe, check the
current conversion rate from any available media source.

Libro 2 Unità 12 8 Lezione 6


L'Euro
Dal primo gennnaio 2000, sono in circolazione nei paesi dell'Europa Unita gli
spiccioli e le banconote in Euro.
Le monete e banconote in euro stampate in Italia hanno valore naturalmente in
tutti i paesi europei che partecipano all'euro. Questa è una grande comodità per
tutti i consumatori perché significa che quando si viaggia da un paese all'altro non
si devono più cambiare continuamente le lire in franchi, i franchi in marchi, ecc.,
quindi non si paga più la commissione che le banche applicano ogni volta che si
cambia il denaro.
Un altro grande vantaggio è che la carta di credito si può usare in tutta l'Europa
senza pagare la commissione sul cambio proprio perché la moneta è unica e
quindi non c'è bisogno di cambiare!
Insomma, una vera e propria rivoluzione per i consumatori dei paesi europei!
Dal 1° gennaio del 2002 lo shopping è diventato molto più facile, perché tutti i
prezzi in tutti i paesi europei sono in euro, quindi non c'è bisogno di fare calcoli e
controcalcoli per capire quanto costa una cosa: per esempio, se una pizza costa
€ 5,16 in Italia, e in Francia – a Parigi, per esempio – vediamo che costa € 6,80,
capiamo subito che la pizza in Francia costa molto di più! I consumatori possono
perciò decidere se il prezzo è giusto o no e scegliere che cosa comprare, in Italia
come in Francia, Germania, Spagna, Olanda, ecc... anche se c'è una importante
eccezione: la Gran Bretagna infatti, anche se fa parte dell'Unione Europea, per il
momento non partecipa all'euro e quindi mantiene la valuta nazionale, la sterlina
inglese.

Frasi Utili
entrare in circolazione to go into the community, to go int
distribution
niene più no more
si possono usare can be used
contanti cash
assegni cheques
per molto tempo ancora still for a long time
stampate printed
consumatori consumers
non si devono più cambiare one must not change anymore
la commissione che le banche applicano the fee that banks charge on every
ogni volta che si cambia denaro currency ecxchange transaction
calcoli e controcalcoli calculations and more calculations
eccezione exception
per il momento for the time being
mantiene la valuta nazionale is keeping the national currency
sterlina inglese British pound

Now do Exercise 4 in the worksheet.

Libro 2 Unità 12 9 Lezione 6


In banca

 Allo sportello del cambio

 Ascolta i tre dialoghi.
Tracks 13-15

Dialogue 1

Robby, uno studente di scambio inglese in Italia, è in banca per cambiare


degli assegni per viaggiatori in euro.

Robby Scusi, si cambiano qui gli assegni per viaggiatori?

Impiegata Sì. Quanto desidera cambiare?

Robby Vorrei cambiare cinquanta sterline inglesi.

Impiegata Ha il passaporto?

Robby Sì, eccolo.

Dialogue 2

Claire, una turista americana in vacanza in Italia, vuole cambiare dei


dollari in euro prima di andare a fare un po’ di shopping in centro.
Claire Scusi, qual è il cambio del dollaro americano, oggi?
Impiegato Oggi il dollaro americano vale € 0.8141
Claire Allora cambio cento $100 dollari.
Impiegato Cento dollari americani sono
€81. Prego, si accomodi alla cassa.

Dialogue 3
Marco ha in programma un viaggio in Australia per visitare dei parenti che
vivono a Sydney.
Marco Scusi, vorrei cambiare degli euro in
dollari australiani. Qual è il cambio?
Impiegata Vuole contanti o travellers’ cheques?
Marco Preferisco contanti.
Impiegata Va bene. Per le banconote il cambio è €.6898
per un dollaro australiano.
Marco Allora cambio 200 euro in dollari australiani.
Impiegata Deve riempire il modulo. Poi, si accomodi alla cassa.

Libro 2 Unità 12 10 Lezione 6


Track 16
Frasi Utili
Si cambiano qui gli assegni per – Do you change traveller’s
viaggiatori? cheques here?
Vorrei cambiare ... – I’d like to change ...
il dollaro australiano – the Australian dollar
il dollaro americano – the American dollar
la sterlina inglese – the English pound
Qual è il cambio del dollaro oggi? – What is the exchange rate of the dollar today?
Il dollaro vale ... – The dollar is worth ...
Ha il passaporto? – Passport, please?
Eccolo! – Here it is!
Deve riempire il modulo. – You must fill in the form.
Prego si accomodi alla cassa. – Please go to the cashier.
gli assegni per viaggiatori – travellers’ cheques
– the banknote
la banconota
– cash
i contanti
– money
i soldi
– the change/the coins
la moneta/gli spiccioli
– I have no money.
Non ho soldi. – I have no change.
Non ho moneta.

Go to Moodle and do Exercise 5.

Libro 2 Unità 12 11 Lezione 6



 Quando aprono i negozi?

Tracks 17-23

Ascolta i sei dialoghi.


Marta è a Perugia per fare un corso d’italiano
all’Università per Stranieri.
Il primo giorno va in città per orientarsi un po’.

Dialogo 1

Per prima cosa Marta domanda a un passante quando apre la banca.

Marta Scusi, quando apre la banca?

Passante Alle 8.30.

Marta E quando chiude?

Passante Chiude alle 14.

Marta Grazie. Buongiorno.

Passante Prego. Buongiorno, signorina.

Dialogo 2

Poi va al negozio di alimentari e domanda gli orari di apertura.

Marta Scusi, quando chiudete?

Negoziante Alle 19.30. Il sabato chiudiamo alle 20.30.

Libro 2 Unità 12 12 Lezione 6


Dialogo 3

È importante anche sapere dov’è la farmacia.

Marta Scusi, c’è una farmacia qui vicino?

Passante Sì, sempre avanti, poi a destra. La farmacia è lì,


sulla destra.

Marta Grazie tante

Passante Prego, signorina.

Dialogo 4

Poi vuole sapere dov’è l’ufficio postale, per mandare delle lettere a casa.

Marta Scusi, buongiorno. È lontano l’Ufficio Postale?

Passante No, signorina. Non è lontano. Solo cinque


minuti a piedi.

Dialogo 5

Nel pomeriggio Marta decide di fare una passeggiata fino al centro per
vedere i negozi di abbigliamento.

Marta Scusi, quanto ci vuole per il centro?

Passante A piedi?

Marta Sì, a piedi.

Passante A piedi ci vuole mezz’ora. In autobus ci


vogliono solo dieci minuti.

Dialogo 6

Marta è stanca di camminare e decide di andare al cinema per riposarsi un


po’.

Marta Scusi, quando comincia il film?

Bigliettaio Alle 16.

Marta E quando finisce?

Bigliettaio Alle 17:30.

Libro 2 Unità 12 13 Lezione 6


Track 24
Frasi Utili
I negozi The shops

gli alimentari – the deli


il negozio di frutta e verdura – the fruit and vegetable shop
la panetteria, il panificio – the bread shop
la macelleria (carni) – the butcher shop (meats)
la latteria – the dairy shop
la pasticceria – the cake shop
la gelateria – the icecream parlour
il supermercato – the supermarket
la farmacia – the pharmacy
il negozio di abbigliamento – the clothes shop
il negozio di fiori – the flower shop
il negozio di scarpe – the shoe shop
– the leathergoods shop
il negozio di articoli in pelle
– the bookshop
la libreria
– the stationery shop
la cartoleria
– the tobacco shop
la tabaccheria – the perfumery shop
la profumeria – the news stand
l’edicola dei giornali – the department stores:
i grandi magazzini: Upim, Standa, Coin,
Upim, Standa, Coin, la Rinascente
La Rinascente
– When does the ... open?
Quando apre ...? – When do you close?
Quando chiudete? – Is there a ... nearby?
C’è ... qui vicino? – Is ... far?
È lontano ...? – How long does it take?
Quanto ci vuole? – It takes half an hour.
Ci vuole mezz’ora. – It takes ten minutes.
Ci vogliono dieci minuti. – When does the ... start?
Quando comincia ...? – When does the ... finish?
Quando finisce ...?

Marta va in centro a Perugia. Trova un negozio di alimentari. Va a un negozio


di abbigliamento, in farmacia e all'ufficio postale. Poi è stanca e va al cinema
per riposarsi un po'. Quando ritorna in albergo, scrive nel suo diario il
resoconto della sua prima giornata a Perugia.

Libro 2 Unità 12 14 Lezione 6


Data sabato, 31 agosto

Caro diario,
1. What places does Marta enquire about?
Oggi, alle dieci di mattina, sono arrivata a Perugia per fare un corso

d'italiano all'Università per Stranieri. È la prima volta che vengo a

Perugia, così questa mattina avevo il desiderio di andare subito in città

per orientarmi un po'. Volevo vedere tutti i negozi che sono vicino alla

mia pensione come per esempio la banca, la farmacia e anche l'ufficio

postale, perché volevo spedire delle cartoline ai miei amici.

Nel pomeriggio sono andata in centro, che non è lontano, una mezz'ora

circa a piedi. Nel centro di Perugia ci sono tanti negozi di

abbigliamento. Mi piace molto la moda italiana, secondo me è la

migliore in tutto il mondo!. E anche se non avevo tanti soldi da

spendere, mi sono divertita a guardare le vetrine.

Dopo avere girato per il centro per più di un'ora, mi sentivo stanca.

Così ho deciso di andare al cinema per riposarmi e anche per vedere un

bel film italiano. Lì ho incontrato due ragazzi che erano veramente

molto simpatici.

Domani ti racconto il resto. Ciao adesso, e buonanotte, caro diario.

Now do Exercise 6 in Moodle and 7 in the worksheet.

Libro 2 Unità 12 15 Lezione 6


Facciamo la spesa
Track 25
Dove vanno gli italiani a fare la spesa?

Oggigiorno molti preferiscono fare la spesa al supermercato.


Altri, invece, che non guidano la macchina o sono più legati alle
tradizioni, fanno la spesa ai mercatini rionali o ai negozi di alimentari della
zona.

Gli Italiani amano la buona tavola e spendono molto per il


mangiare. I negozi di alimentari offrono una larga scelta di prodotti. Ma
non sempre è facile scegliere quello giusto per il prezzo e la qualità.

Attenzione!
Fare la spesa=shop for food
Fare (le) spese=shop (in general)

Go to the KlikkaPromo link provided in Moodle and check out this interesting
site. You may wish to make reference to it in your next exercise.

Libro 2 Unità 12 16 Lezione 6


Leggi questa email e rispondi!

A: ttc5@yahoo.com

Da: campione55@libero.it
Oggetto: salve!

Salve!
Come stai? Spero bene. Grazie per gli auguri di buon compleanno.
Come ti sono andati gli esami? Io ho quasi finito la scuola (per
fortuna) e ora vorrei prepararmi per il mio viaggio in America.
Sono andata in città perché avevo voglia di comprarmi un bel paio
di stivali nuovi (mamma me li ha promessi per il mio compleanno) e
devo dirti che sono rimasta veramente scioccata dai prezzi. È tutto
così caro qui in Italia e gli stivali che mi piacevano costavano €400.
Non me la sentivo proprio di far spendere così tanto alla mamma!
È diventato quasi impossibile vestirsi bene perché tutto quello che
è di marca ha dei prezzi che sono alle stelle. Certe volte forse
penso che dovrei fare come fanno alcune delle mie amiche e vedere
se trovo qualcosa al mercato....ogni tanto qualcosa di carino si trova
anche lì. Come sono i mercati in Australia. Ci vai anche tu?
Comunque non è per niente facile per noi giovani in Italia. Anche
per uscire a divertirsi costa troppo! Per non parlare poi di quanto
costano il cellulare e la benzina. E ogni settimana dobbiamo
chiedere sempre di più soldi a mamma e papà e non si fa altro che
litigare. Ma forse non dovrei lamentarmi...
E voi lì in Australia avete gli stessi problemi? Tu di solito dove fai
il tuo shopping? Costa caro uscire con gli amici?
Beh, senti, ora ti saluto. Scrivimi! Un bacione.

Now do Exercises 8 in the worksheet.

Libro 2 Unità 12 17 Lezione 6


L’italiano spende meno?
Track 30
Tasse, spese e crisi economiche costringono gli Italiani a spendere meno.
Ma dove risparmiano?
Sugli alimentari?
Sull’abbigliamento?
Sulla casa?
Sui figli?
Sulle vacanze?

Track 31

Attenzione!
annuo yearly il consumo annuo
mensile monthly il reddito mensile

Please note: although there are references to the Lira in this text, the content is still
relevant information on the lifestyle of the Italian people.

Libro 2 Unità 12 18 Lezione 6


Track 32
Frasi Utili
Non più spese pazze. – No more mad expenses.
Bisogna fare i conti in tasca – We need to budget.
Posso contare su ... (nome) – I can count on ... (name)
Posso contare su di te. – I can count on you.
Posso risparmiare su ... – I can save on ... (noun)
(nome)
Non ho intenzione di ... – I’ve no intention of... (verb)
(verbo)
Non rinuncio a ... (nome) – I’m not giving up ... (noun)
Non rinuncio a ... (verbo) – I’m not giving up ... (verb)
senza battere ciglio without batting an eyelid
Il tempo libero non si tocca! – Leisure time cannot be touched!

Allora, su cosa si può risparmiare?


Gli Italiani non hanno intenzione di rinunciare a divertirsi!
Track 33
• Cinema
È sempre il passatempo preferito.
• Ristorante
Luogo di evasione preferito dagli Italiani, che amano la
buona tavola e la buona compagnia.
• Giochi
La febbre del gioco ha invaso gli Italiani che spendono molto
per lotterie, lotto e schedine “gratta e vinci”.
• Libri e giornali
Pubblico stabile per i giornali, che vendono circa 6.000.000 di
copie al giorno.
• Sport
Meno persone vanno allo stadio la domenica per vedere la
partita di calcio. Ma le manifestazioni sportive sono sempre
un gran successo.

Now do Exercises 9 in the worksheet.

Libro 2 Unità 12 19 Lezione 6


“L’identikit dello shopper milanese mostra che il
consumatore milanese è attento alle promozioni
quanto alle novità di prodotto, tende a confrontare i
prezzi e a spendere il meno possibile. Alle prese con
la spesa più di una volta a settimana, il consumatore
milanese è attento al prezzo e tende a non lasciarsi
tentare da acquisti impulsivi, guardandosi in giro
per confrontare i prezzi e assicurarsi la migliore
offerta. Secondo le statistiche, il 46% dei milanesi
cerca di spendere il meno possibile, 1 su 2 confronta
i prezzi, il 46% si attiene al budget stabilito e ben il
57% ricerca prodotti in promozione. Non manca però la voglia di sperimentare nuovi
prodotti dichiarata dal 49% degli intervistati”.
Quindi i milanesi che si informano in rete, hanno ora un’arma in più contro la crisi
economica: con KlikkaPromo possono pianificare facilmente la propria spesa quotidiana e
scoprire i prodotti più convenienti!

Frasi Utili
consumatore – consumer
promozioni – specials
novità di prodotto – new product
quoziente di spesa intelligente –
lasciarsi tentare – to allow oneself to be tempted
acquisti impulsivi – impulse buys
confrontare i prezzi – compare prices
si attiene al budget – sticks to a budget

Now do Exercises 10 in the worksheet.

Libro 2 Unità 12 20 Lezione 6


Conversation Practice
Track 35

Listen to the responses for the following questions in preparation for


your phone lesson.

1. Ti piace fare lo shopping?

2. Dove lo fai, di solito?

3. Cosa ti piace comprare?

4. Di solito fai lo shopping da solo/da sola o preferisci farlo in


compagnia?

5. Al giorno d'oggi è essenziale vestirsi alla moda. Sei d'accordo?

6. Parla di un' esperienza interessante che hai fatto mentre facevi lo


shopping.

7. Pensi che sia importante per i giovani essere economicamente


indipendenti?

Io adoro fare lo
shopping, specialmente
quando ci sono le
svendite!

Io odio
fare lo
shopping,
e quando
lo faccio
mi annoio
a morte!

Libro 2 Unità 12 21 Lezione 6