Sei sulla pagina 1di 3

SISTEMA NERVOSO CENTRALE

Percepiamo il mondo che ci circonda tramite sensori (recettori di


sensibilità) localizzati per lo più in superficie che portano l'informazione
dal sistema nervoso periferico,vie efferenti(è composto da nervi,gangli e
recettori di senso compresi gli organi più specializzati come la vista,l'udito
e l'equilibrio,l'olfatto e il gusto)al sistema nervoso centrale,vie affarenti
(situato nella scatola cranica e nel canale midollare della colonna
vertebrale). Quest'ultimo è responsabile della codifica delle informazioni
ricevute dalla periferia,della loro elaborazione e della genesi delle risposte
. In senso caudo-craniale è composto dalle seguenti formazioni :midollo
spinale,tronco encefalico(a sua volta costituito da bulbo,ponte e
mesencefalo)cervelletto,diencefalo e telencefalo.I sensori che permettono
di raccoglie informazioni dall'ambiente esterno vengono chiamati
esterocettivi, mentre quelli che permettono il movimento o una risposta
ad uno stimolo vengono chiamati propriocettivi.Un organo responsabile di
una particolare forma di sensibilità propriocettiva è l'organo di Scarpa
situato nell'orecchio.Il SNC è composto da una serie di neuroni dai più
elementari(come neurone sensitivo,effettore)a quelli più evoluti (come
l'interneurone che permette la percezione dello stimolo e l'invio di una
risposta),in mancanza dell'interneurone si parla di riflessi(che permettono
una risposta immediata allo stimolo mensionato). Quando questo
fenomeno di stimolo e risposta si ripete in organismi più complessi si
arriva ad una forma di apprendimento,memoria,emozioni,capacità critica
e di giudizio, le così dette funzioni cognitive.Il sistema nervoso è formato
da tessuto nervoso a sua volta costituito da unità strutturali distinte,i
neuroni.Ques'ultime sono formate: da unità strutturali diverse sia di
forma,dimensione e caratteristiche morfologiche anche molto
diverse;unite tutte quante tra loro da zone specializzate,chiamate
sinapsi.L'impulso nervoso dei dentriti e del corpo cellulare si propaga
come un onda nell'assone fino a quanto il potenziale elettrico,nato
dall'impulso, si inverte totalmente,potenziale d'azione.Quest'ultimo libera
un numero di molecole di neurotrasmettitore,le quali modificano l'attività
elettrica del neurone successivo. Lo stimolo viaggia sia nell'apparato
dentritico sia in sinapsi dentrodentritiche.Le sinapsi sono
unidirezionali,quelle tra due dentriti possono essere anche
reciproche(sinapsi simmetriche)e l'impulso può cosi viaggiare nei due
sensi.I contatti tra due neuroni è sia di tipo chimico ,cioè basati
sull'utilizzo del neurotrasmettitore ,può essere anche di tipo elettrico che
possono liberare dei neurotramettitori che modificano l'attività sinaptica
secondo il loro stato funzionale( chiamati controtrasmettitori),un esempio
sono le celllule gliali.

-In organismi semplici il sistema nervoso appare diffuso per tutto


l'organismo,a differenza degli organismi complessi dove una parte del
corpo,la testa,racchiude un gran numero di cellule nervose e tendono ad
aggregarsi in un centro nervoso.Nella testa si concentrano le funzioni
sensitive fondamentali per esplorare l'ambiente
(vista,gusto,olfatto,udito).La decodificazione e l'elaborazione, degli stimoli
appresi dall'esterno,è data dagli interneuroni che apprendono
l'informazione dalla periferia e la portano alla sede centrale e permettono
il passaggio di impulsi fra le cellule sensitive(afferenti) e quelle effettrici o
motrici(efferenti).L'informazione sensoriale viene rielaborata dai gangli
cerebrospinali che porteranno l'informazioni ai centri superiori
promuovendo il movimento.L'informazione percepita dai sensi è portata
dalla periferia verso i centri dagli assoni.Il cervello è formato da
circonvolluzioni cerebrali,cioè delle introflessioni del cervello stesso.

-TIPI DI SENSIBILITà: le informazioni raccolte dai recettori sono differenti a


secondo della loro provenienza(esterno o interno del corpo).Se
l'informazione arriva direttamente alla corteccia cerebrale è cosciente ,se
invece è destinata a formazioni diverse dalla corteccia è incosciente. Si
distinguono vari tipi di sensibilità: La sensibilità esterocettiva(o tattile)
cosciente (recettori diffusi nella cute e nelle mucose vicine ad
essa,labbra,mucosa anale,mucosa del vestibolo vaginale) e sensibilità
esterocettiva(o tattile) specifica (occhio per la vista,apparato uditivo per
l'udito,la lingua e altri organi del cavo orale per il gusto ecc).La sensibilità
esterocettiva si divide ulteriormente in protopatica(la sensibilità
grossolana presente nelle gambe e nelle coscie,dove non abbiamo una
vera e propria percezione dell'oggetto che ci tocca) mentre quella
epicritica o tattile-fine(è presente nei polpastrelli,nella pianta del piede e
nell'occhio e ci permette di interagire in maniera complessa con
l'oggetta"capire la superficie,la forma,se è ruvida ,liscia ecc").La
sensibilità propriocettiva (o viscerale) controlla attraverso il sistema
nervoso autonomo tutti i nostri visceri:vescica,intestino e tratto uro-
genitale.Può anche controllare la contrazione muscolo-scheletrica.La
sensibilità dolorifica è recepita dai recettori chiamati nocicettori che
stabiliscono il grado e l'intensità della soglia dolorifica.