Sei sulla pagina 1di 1

Storia della musica in Giappone

Il termine "musica tradizionale giapponese" (hōgaku) raggruppa generi musicali


diversi.
La maggior parte della musica tradizionale giapponese ha un indirizzo molto
concreto ed è intimamente legata ad altre forme d'arte. Gran parte della
produzione musicale è legata al teatro e quindi costituisce solo uno degli aspetti
di una forma d'arte sintetica che comprende, oltre alla musica, poesia e
recitazione, danza ed arti figurative (maschere e scenografie).
Il novanta percento della musica giapponese tradizionale è musica vocale.
Lo sviluppo della musica del Giappone è sempre stato legato alla sua lingua,
anche in relazione alla sua particolare sonorità.
La storia della canzone giapponese è strettamente connessa all’alternarsi delle
aperture o chiusure del Giappone alla cultura straniera, nonché alla sua
successiva maturazione all’interno dell’isola. Questo flusso è stato determinato
da eventi di natura politica.
Un grande cambiamento nella storia della musica giapponese fu l’apertura al
mondo esterno, dopo quasi mille anni di chiusura, nel 1879 con la caduta del
governo Edo. Il nuovo governo aprì le porte agli stranieri e, conseguentemente,
cominciò anche una politica culturale che favorì lo studio della musica
occidentale.
Quella nuova situazione politica favorì l’incontro tra la lingua e la musica
giapponese e lo stile musicale occidentale.