Sei sulla pagina 1di 4

Calcolo della caduta di tensione sulle linee.

Cadute di tensione in mV/Am per cavi BT

Per valori del cosφ diversi da quelli della tabella la caduta di tensione può essere calcolata a partire
dai valori della resistenza e della reattanza chilometrica con la seguente relazione:
∆V = 2I(r cos ϕ + xsenϕ)L
∆V = 3I(r cos ϕ + xsenϕ)L
per linee monofase e trifase rispettivamente e dove r è la resistenza chilometrica, x la reattanza
chilometrica e L la lunghezza della linea che va inserita in km.
Attenzione!! Quando si utilizza la caduta di tensione unitaria ottenuta direttamente dalla tabella
basta moltiplicarla per la lunghezza della linea.
Esempio: Linea trifase costituita da cavi unipolari lunga 40m, S=2,5mm2 e che trasporta una
corrente di 22A a cosφ=0,8.
Dalla tabella si ottiene la caduta di tensione unitaria v=12,5 mV/Am
La caduta di tensione complessiva è: ΔV=vLI=12,5∙40∙22=11000mV=11V
Se si utilizza invece la formula generale si parte dai valori di r e di x per cavo unipolare da 2,5mm2:
r=8,91Ω/kM; x= 0,155Ω/kM; dunque:
∆V = 3I(r cos ϕ + xsenϕ)L = 3 ⋅ 22(8,91⋅ 0,8 + 0,155 ⋅ 0, 6)0, 040 = 11V

Portata di un conduttore

Iz = I0 . K1 . K2

Iz = portata del conduttore


I0 = portata ordinaria in aria a 30 °C
K1 = fattore di temperatura
K2 = fattore di posa

La portata I0 dipende da dove il conduttore è installato: su passerelle, passerelle perforate, tubi in


aria, tubi entro pareti e così via considerando una temperatura ambiente di 30°C. Il fattore di
temperatura tiene conto della maggior difficoltà del conduttore di smaltire il calore prodotto
internamente per effetto Joule se la temperatura esterna è maggiore di quella standard di 30°C. Il
fattore di posa tiene conto invece della difficoltà del conduttore di smaltire calore se circondato da
altri conduttori attivi.
Le tabelle successive riportano i valori di Io, k1, e k2.
Portate dei cavi I0 in funzione della posa e del tipo di cavo