Sei sulla pagina 1di 9
VERIFICA DI VITA RESIDUA DI APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO Tipo di Apparecchio: Costruttore: Modelo: Portata: Matricola ISPESL: Numero di Fabbrica: Anno di Costruzione: Proprietario: Autogru Krupp KMK 6140 140000 kg NO661312 207872 1988 Tecnogal Service stl La presente relazione viene redatta su tichiesta del proprietario dell'apparecchio di sollevamento allo scopo i verificare, ai sensi del DM /04/2011 allegaro II, la vita residua dell’apparecchio. La verifica consta di duc parti: la prima relativa allo stato di usura dell’apparecchio, la seconda selativa al caleolo vero e proprio della sua vita residua, PARTE PRIMA - STATO DI USURA Liautogru oggetto della presente relazione @ stata sottoposta dai sottoscrtti ingg, Carabba e Zongoli ad ispezione visiva dei componenti principali ed a prova di funzionamento in conformita al punto 5.4 della norma UNI 9927-1. Il risultato di tali verifiche & riportato qui di seguito. Documentazione: Esito verifica ‘Non Positivo | Negativo | applicabile Note: Libretto (SP.ESC/ENPI |X o a certficato CE o o x registro di controllo o o x ‘manuale uso e manutenzione |__O o x targa x o a schede di manutenzione x o o Diagrammi di portata istruzioni ed avvertenze varie: Esito verifica Non Presenzaeleggibilté | Positive | Negativo | applicabile Note: diagrammi di portata su tutti posti di comando x o o “istruzioni ed avvertenze" su {ulti i posti di comando x a o indicazion e istruzioni previste dal manuale uso € manutenzione x a o indicazioni di manovra su tutti iposti di comando x o a Controllo visivo impianto oleodinamico: Esito verifica Non Positive | Negativo | applicabile Note: Tntegrité delle tubazioni fessibii x o Q integrta delle tubazioni rigide |X o o integrita dei raccordi x a a assenza perdite di ojo idraulico x o o martineiti stabilizzator| x oO Oo ‘martinetti braccio. x o a martinetti sf x o o Controllo visivo parti strutturali della gru: [ | Esito verifica ‘Assenza di deformazioni, Non crieche o anomalie Positive | Negative | applicabile Note: basamento Xx o o stablizzatori, blocchi di sicurezza, piattello d'appoggio |_X o o colonna, attacco del braccio, atigcoo martinetti, peri x o o braocio, attacco martine perni x o o sfil, ataoco martinett, pernl x o o usura pattin: su braccio e sfii_ |X o o [gancio di sollevamento x o o posto di comando superiore ‘accesso @ protezioni x o o Prove di funzionamento a vuoto Esito verifica Non Positivo | Negativo | applicabile Note: rispondenza delle manovre, alle indicazioni di manovra, sulle teve di comando x o o ritomno in posizione neutra delle leve di comando x o o Vvelocité non eccessive x oO o pprova tutti i pulsanti di arresto di emergenza (se present!) x o o Altri accessori Esito verifica : Non Esame a vista e prove {Positive | Negativo | applicabile Note ‘prolunghe oleodinamiche articolate o o x ‘apparecchi sotto gancio o a x verticello e fune (caratterstiche, coefficient verifica trmestrale) x a oO Successivamente abbiamo verificato lo stato delle saldacure effettuando lispezione di quelle corrispondenti alle zone pi sollecitate con la metodologia dei liquidi penctranti. Tale ispezione é staca eseguita da tecnico certificaro ed ha avuto esito positivo su tutte le saldature analizeate eccetto per la presenza di una erieca sulla langia interna sinistra di collegamento del braccio alla colonna II proprictario ha provveduto in seguito alla riparazione della saldatura lesionata. E’ stata nuovamente effertuata dallo stesso tecnico cervificato la prova dei liquidi penetranti che questa volta ha dato esito positivo. Il verbale di ispezione & allegato alla presente relazione e ne costituisce parte integrante. condizioni Alla luce dei nuovi riscontri ispettivi, siritiene la struttura in grado di continuare a lavorat di sicurezza, PARTE SECONDA - VITA RESIDUA Anzitutto é necessario classificare l'apparecchio di sollevamento secondo la norma UNI ISO 4301/1. Per far cid abbiamo calcolato lo spettro di carico definito dalla stessa norma ¢ relativo a quance vole C, un carico Py viene sollevato, Il regime di carico viene calcolato tramite il fattore di spettro Kp tramie la seguente relazione: GC (BY Kp=YLix{ Xe, (2) dove: Gis cicli effettuati col carico P, Crt cic coral effeteuati ( Cr=¥ C)s Ps portata nominale dell'apparecchio. I valori da inserire in questa formula sono in parte dichiarati dallutilizzatore dell'apparecchio, in parte frutto di calcoli, Dal conta-ore presente sull'autogru abbiamo rilevato 18748 ore di lavoro e supponendo un numero di cicli in un ora mediamente di 16 si hanno i cicli coral effertuati dallautogru Cr=299968 Abbiamo poi suddiviso i cicli giornalieri ¢ totali per fasce di carichi in base alle dichiarazioni rese dall'utilizzatore sulla storia lavorativa dell’autogru. carico Pi kg 140000 105000 70000 35000, 17500 ‘% di lavoro al carico Pi 10% 30% 35% 20% 5% cicliigiorno al carico Pi 5 16. 18 40 3 cicli complessivi al carico Pi 29997. 89990 104989. 59994 14998 Da cui Kp=0,273 al quale secondo la norma UNI ISO 4301/1 corrisponde un regime di carico Q3- “pesante”, Essendo lapparecchio molto veechio non & possibile conoscerne la classe, pertanto assegniamo, a favore della sicurezza, la classe AS. L’autogru quindi risulta avere una condizione di i massima portata (UNI ISO 4301/1). piego pari a U4 owvero una vita di 250,000 cicli alla Citifacciamo alla al prospetto 8-VII della norma UNI-CNR 10011 per Panalisi del fenomeno della fatica Possiamo assimilare le giuncure dellautogru al primo particolare del gruppo II.1 ~ particolari saldati ~ giunti longitudinali Lo sforzo ammissibile che si deduce dalla tabella ¢ Ao, = 140 N/mm? per 2.000.000 di cicli. Nel caso dell’autogru in esame per 250.000 cicli lo sforzo ammissibile si ottiene dalla relazione di Wéhler: (Ao) N = cost. dove N = numero di cieli Per cui Aoa= 280 N/mm’ per 250.000 cicli, Supponiamo, sempre in favore della sicurezza, che al catico massimo (portata) corrisponda il massimo sforzo ammissibile. Assumiamo inoltre che i carichi P, ¢ le relative tensioni 6, siano perfettamente proporzionali, Applichiamo la regola di Miner peril calcolo del danno cumulato dovuto a catichi differenti: jumero di cicli con il carico P, wumero di cicli limite al catico P, Lautogru dovri essere posta fuori servizio quando il danno cumulato raggiunge ). Nel calcolo dei valori di N, viene tenuto conto del fatto che un cedimento di un saldacura potrebbe causare il collasso della steuttura diminuendo i valori per mezzo di un coefficiente Ym = 1,3. 140000 5 280 29997 | 113792 _| 0,263611878 | 4,551 4105000 16 210 29990 | 269728 | 0,333633784 | 5,76E-05 70000 18 140, 404989 | 910332 _| 0,115330197 | 1,99E-05 35000 10. 70 s9004 | 7282658 _| 0,008237871 | 1,42E-06 17500 3 35 14998 | 68261265 | 0,000257433 | 4,44E-08 Applicando la regola di Miner, la somma del danno cumulato dalla messa in servizio ad oggi sommato al danno futuro fino alla messa fuori servizio deve essere = 1 : phy giorni residui di vita sono uguali al numero di cicli residui diviso il numero di cicli giornaliero: C= yey dacui considerando 250 giorni lavorativi all'anno Pautogru oggetto della presente relazione ha una vita residua pari a9 anni. La presente relazione si compone din? 7 paging, nelle quali non sono ammesse cancellazioni 0 correzioni. Brindisi, 09/11/2011 ing. Carabba Sergio ing. Zongoli Michele @ TECNOGAL SERVICE sr a y Certificato di Controllo con Liquidi Penetranti Dye Penetrant ‘Test Certificate N° PT02-32/11 Pee go/m/2ou jPeee a a Commess 32/11 | Orting EX Tecnogal Service 8.t.l Daxeione Destigcon Verifica sttaordinaria D.M. 4, /4/2011 Riferimenti References EN 571-1- EN 1289 Livello 1 Condizioni di controllo Examination condictions Temperatuca far Tempersise | Mat gr and te delmat © ap Stato superficale Surtice coins 2 Cinnfanato Tome ato Sparzalto Noo 18°C) 1.02] att prepation ‘As welded Brushed Grinded Materiali penetranti Penetrant materials Seres"® CGM VELNET SOLNET Fever CGM RED "W" Taree’ ACQUA Rison’ CGM ROTRIVEL Tecnica d'esame Examination eenigue Pulizia SPAZZOLATURA E PULIZIA] Applicazione penetrante ‘Tempo d'attesa Gani CON SOLVENTE, pepe gision SPRAY aitgune 20 Aue, GETTO D'ACQUA | ApPIGznne enor SPRAY aes 10-30" Parti esaminate Ghecked pats Nias [Wal Ponzone | Fsto Tsoraiat Maticola NPL |i —[ war [Waar [Roa a BG 266788 207872 [ALL [_N.A._| ACCETTATO [Conall cgito su nidhure citche soma Kapp Ton come individonte ing Canatbne Zongoh Tispettore jnterno Tispettore del Chenve Tispettore di terza parce Cater ingeor Thins at nestor Sargi ifistose C MOD 17 Ed 01 Rev. 1