Sei sulla pagina 1di 62

ORIENTAMENTO AL TRADING

ORIENTAMENTO AL TRADING

Questo manuale è dedicato a chi si è appena avvicinato


a questa professione o a chi ha iniziato il suo trading
per poi accorgersi che la direzione presa non era per
nulla adatta a lui.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Il discorso che seguirà, basato sulla esperienza decennale di


Trading Educators, gli farà risparmiare mesi di tempo prima di
scoprire quale è il suo stile di trading e gli eviterà di “lasciare”
tutto per via delle perdite accumulate a causa di una forma di
trading non adatta a lui.
ORIENTAMENTO AL TRADING
Non è piacevole decidere di andare a sciare, organizzarsi con
sci e scarponi e trovarsi, invece, a Palermo perchè il mezzo che
si è scelto andava in una direzione opposta a quella che era la
nostra meta.
Non che Palermo sia una brutta città, tutt’altro, ma di certo
non era la meta adatta al nostro obiettivo o desiderio.

La colpa non è di certo del vettore che vi ci ha portato, bensì


del fatto che non abbiamo dedicato il giusto tempo a scegliere
come arrivare alla nostra meta.
ORIENTAMENTO AL TRADING
IL TRADING NON è UNO SOLO!!

Purtroppo la pubblicità dell’Industria del Trading dà un’


immagine stereotipata e FALSA di ciò che ci si deve aspettare
da questa attività.
In aggiunta, essa restringe il campo unicamente ad un tipo di
trading che conviene ai brokers.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Quindi la principale operazione che dobbiamo fare è evitare


assolutamente di utilizzare questo tipo di istituzioni per
ricavarne informazioni.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Noi sosteniamo da sempre che deve essere il trading ad


adattarsi a quello che siamo noi (vedremo meglio questo
argomento in dettaglio) e non noi ad adattarci (senza peraltro
riuscirci, in genere) al trading.
ORIENTAMENTO AL TRADING
Per fare ciò dobbiamo essere messi in grado di fare le nostre
scelte, e, per farle, dobbiamo avere davanti a noi, ben chiare,
tutte le diverse possibilità che esistono, analizzando le loro
caratteristiche.

Voglio sottolineare che non basta sapere quali sono i diversi


tipi di trading possibili, ma è necessario conoscere le
caratteristiche di ognuno di loro, per vedere quale sia adatto al
tempo a nostra disposizione per tradare, al nostro capitale, alla
nostra psicologia.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Diverso è infatti, per esempio, tradare stando davanti al


computer tutto il giorno o fare trading 4 volte al mese, e non è
che uno sia meglio dell’ altro, è solo che le due attività hanno
caratteristiche completamente differenti e pertanto adatte a
persone differenti.
ORIENTAMENTO AL TRADING

E quindi, prima di iniziare, voglio sfatare una delle domande


che di sicuro a questo punto viene al novello trader:
“Con quale tipo di trading si guadagna di più? Perchè io voglio
scegliere quella”.
Benissimo, avrete visto di sicuro cosa succede in coda ad un
semaforo quando ci sono due corsie: appena una diventa un
po’ più vuota, subito la macchina che arriva ci si mette,
livellando le due file.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Lo stesso accade con il trading: non esiste un tipo di


trading che è più redditizio rispetto ad un altro, perchè
altrimenti tutti sarebbero lì.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Se siamo d’accordo con quanto detto, possiamo di sicuro


iniziare a comprendere che la scelta (per fortuna) dipende da
noi, sempre che abbiamo le idee chiare su ciò che ci offrono i
vari tipi di trading.

Ed è questo lo scopo di questo manuale.


ORIENTAMENTO AL TRADING

Le variabili che ci interessano sono :


DURATA
MERCATO
STRATEGIA
ORIENTAMENTO AL TRADING

DURATA:

• Intraday
• Giornaliera
• Multiday
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI PRINCIPALI

• Azionario Americano
• Azionario (Altri)
• Futures
• Valute (Forex/Futures su valute)
• CFD
• Opzioni
ORIENTAMENTO AL TRADING

STRATEGIE PRINCIPALI

• Vendita/Acquisto titoli/futures/opzioni/ (CFD)


• Creazioni Spread
ORIENTAMENTO AL TRADING

Individuate queste aree di ricerca, vediamone le caratteristiche


principali, perché per entrare nei dettagli di ognuna di esse
non basterebbe un webinar di 3 settimane.

(Per approfondire eventuali argomenti troverete alla fine di


queste slides un link per fissare un colloquio con noi)
ORIENTAMENTO AL TRADING
DURATA: Day Trading

• Si svolge su grafici le cui candele/barre hanno durata


variabile da 1 minuto a più ore, per esempio 4 ore-intervallo
tipico per i trader di forex (che poi non ha nessuna ragione
valida per essere proprio di 4 ore ma è quella che viene
spesso usata!!)

Un intervallo temporale breve, che ha movimenti per barra


ovviamente più ridotti, riduce il rischio in quanto tutto si svolge
su una scala inferiore. Ovviamente anche i profitti sono minori.
ORIENTAMENTO AL TRADING
DURATA: Day Trading

• Ha bisogno della presenza del trader di fronte al computer


per un certo numero di ore al giorno.

• Può essere svolto su tutti gli strumenti/ mercati.

Il problema non tenuto in considerazione dal principiante è


che, con la sua attenzione rivolta al profitto immediato, il trader
non è abituato a chiudere una giornata in perdita.
ORIENTAMENTO AL TRADING

DURATA: Day Trading

Di conseguenza, seppur in possesso di un piano di trading


preciso, il trader novello, in presenza di una perdita, decide di
dovere “recuperare” e inizia a tradare in modo completamente
avulso dal suo piano.

In gergo diciamo che “fabbrica” trades. Ovviamente ciò lo


conduce a risultati casuali che nulla hanno a che fare con il suo
piano e lo porterà a risultati tutt’ altro che profittevoli.
ORIENTAMENTO AL TRADING

DURATA: GIORNALIERO

• Una via di mezzo tra il day trading e il trading multiday,


presenta già un livello di rischio (e di profitto) maggiore ma
inferiore al multiday.

• Permette di osservare i mercati a fine giornata con la


massima calma.

• Evita abbastanza il problema del voler “fabbricare“ un trade.


ORIENTAMENTO AL TRADING

DURATA: MULTIDAY

• Permette di osservare i mercati a fine giornata, così come il


trading giornaliero.

• Ha un rischio ancora maggiore, in quanto in genere si deve


dare maggior “respiro“ al movimento del mercato per
poterne sfruttare al meglio le capacità.
ORIENTAMENTO AL TRADING
MERCATI: AZIONARIO AMERICANO

• Data la sua enorme liquidità e il numero di aziende, è molto


facile trovare ogni giorno, delle formazioni rispondenti alle
strategie del trader.

• La grande liquidità permette di tradare con pochissimo


spread tra bid e ask.
ORIENTAMENTO AL TRADING
MERCATI: AZIONARIO AMERICANO
• Come ogni mercato azionario in genere, permette di tradare
la quantità di titoli proporzionata alla propria disposizione al
rischio in quanto, se per esempio abbiamo una strategia che
prevede un mio stop loss in perdita con un movimento
dell’1% contro, posso decidere quante azioni tradare perchè
la perdita in termini di $, una volta raggiunto lo stop, sia
quella da me prevista.

Questo non è possibile, per esempio con i Futures un cui


contratto sottende un paniere che non è divisibile
ORIENTAMENTO AL TRADING
MERCATI: AZIONARIO ITALIANO

• Mercato molto seguito da trader italiani che hanno una


specie di “timore” reverenziale verso i mercati americani,
magari solo per la lingua (che è un falso problema perchè ci
sono broker americani e piattaforme che offrono servizio
clienti e linguaggio scelto a piacere).
• E’ un mercato dove non conviene fare operazioni intraday
per fare scalping di pochi tick, se si mira a guadagni di una
certa importanza, a causa del volume di scambi non alto.
ORIENTAMENTO AL TRADING
MERCATI: AZIONARIO ITALIANO

Infatti la sua limitata liquidità non permette di entrare con


posizioni di un certo rilievo se non a scapito di eseguiti orribili.

• Per operazioni multiday, il mercato italiano sconta la Tobin


Tax che è davvero un aspetto da non sottovalutare nei costi
del trading.
ORIENTAMENTO AL TRADING
MERCATI: FUTURES

• Il future è un contratto, negoziato su Borse


regolari come NY e Chicago, che prevede la
consegna di un paniere di un sottostante (1.000
Barili di petrolio, un certo numero di sacchi di
soia, ecc ecc), ad una certa scadenza e che viene
concluso subito al prezzo vigente sul mercato in
quel momento.
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI: FUTURES

• Non è possibile frazionarlo per cui, a seconda del proprio


capitale, è necessario scegliere intervalli temporali e quindi
strategie che permettano di rispettare i propri parametri di
rischio. In linea di massima con capitali inferiori a 20.000 $
conviene lavorare con intervalli temporali bassi per rispettare
un rischio proporzionato al proprio capitale.
ORIENTAMENTO AL TRADING
MERCATI: FUTURES

• Ottimo mercato da un punto di vista tecnico, in quanto


risponde bene ad analisi di formazioni grafiche.

• Meno adatto ad un incremento del numero dei contratti in


modo efficace da un punto di Money Management

• Presta il fianco a Draw Down più marcati.


ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI: VALUTE Forex

In genere per trading su Valute si pensa al Forex e pertanto


inizieremo da questo tipo di mercato.

• Permette di dimensionare la dimensione del contratto, e di


conseguenza il rischio, a proprio gusto.
• Può diventare, se adeguatamente preparati, una attività
molto redditizia.
• Mercati non regolamentati, per cui ogni broker fa i suoi prezzi
e pertanto è necessario “scremare” i broker per lavorare solo
con quelli che dimostrano la necessaria serietà.
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI:VALUTE Forex

• Il broker, che normalmente nei mercati regolamentati è


unicamente colui che facilita il contatto tra un compratore e
un venditore, e per questo prende un compenso fisso (circa
9 $ per un future e in proporzione per le azioni), nel 98 % dei
casi, nel Forex diventa la controparte e pertanto, se il trader
vuole vendere sarà lui a comprare e dal momento che
manovra i prezzi avrà gioco facile una volta in posizione a
muoverli nella sua direzione.
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI:VALUTE Forex
Per questo motivo è imperativo operare con Broker con le
caratteristiche di cui parliamo nella slide seguente, per trarre
vantaggio dalle ineguagliabili caratteristiche del Forex senza
cadere in broker (purtroppo presenti sul mercato e anche con
nomi molto noti) che non lavorano con imparzialità.
ORIENTAMENTO AL TRADING

E’ pertanto necessario affidarsi a quei pochissimi broker Forex


altamente professionali che NON si mettono in
contrapposizione con il trader, ma che ottengono il loro
guadagno unicamente da commissioni chiare e dichiarate.
Tali broker sono detti 100%ECN, il che significa che ogni volta
che ricevono un ordine, per esempio, di acquisto, non
comprano in prima persona, entrando in un conflitto di
interesse con il trader, ma passano l’ordine ad un “Pool di
liquidità” interbancario che a quel punto non ha né interesse
ne la capacità di mettersi contro il trader.
ORIENTAMENTO AL TRADING

La nuova Broker House di Joe Ross


“Joe Ross Fair Trading” (www.joerossft.com), appartiene,
appunto a tale genere di Broker 100% ECN.
ORIENTAMENTO AL TRADING
MERCATI:VALUTE Forex

• I brokers Forex applicano una differenza (lo spread) tra


acquisto e vendita, esattamente come si fa quando si va all’
estero e se uno acquista la valuta locale, quando torna all’
aeroporto e ricambia in quella originale perde. Di
conseguenza se compro e vendo nelle stesso istante, anche
a prezzi fermi ho già perso l’ ammontare dello spread.

In alcuni casi per un contratto che si muove 10$ a pip, lo


spread può essere per alcuni broker anche di 3 pip, quindi
inizio il mio trade con una perdita di 30 $ o più.
ORIENTAMENTO AL TRADING
Invece I broker 100 ECN, che hanno il loro guadagno
UNICAMENTE dalle commissioni per trade, hanno spread
bassissimi, a volta anche 0 pips.

Capirete adesso perchè spessissimo si vedono reclame di


broker che millantano “zero commissioni”: non le applicano
ma:
a) Hanno spread molto ampi e sopratutto che cambiano in
modo radicale ogni momento.
b) Si mettono in contrapposizione con il trader per cui quando
il trader, per esempio perde 30 pip, a guadagnarli è stato lo
stesso broker.
ORIENTAMENTO AL TRADING
MERCATI: VALUTE Forex

• Il Forex ha una enorme liquidità, per cui non ci sono


problemi ad entrare con grosse posizioni per prendere pochi
pip (sempre che lo spread acquisto/vendita sia basso).

• Può essere tradato in un arco molto ampio della giornata


perché la sua liquidità è presente per molte ore al giorno.
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI: VALUTE Forex

• I contratti possono essere tradati in decimali per cui se ho un


conto piccolo posso effettuare operazioni anche su 0.10 di
un contratto, o con alcuni, anche 0,01, per cui tutto il mio
trading si svolge su una scala molto ridotta. Un movimento
di un pip può pertanto passare da 10$ per pip a 1 o a 0.10$.
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI: FUTURES SU VALUTA

• Tradati su mercati regolamentati con prezzi derivanti


unicamente dall’ incontro della domanda e dell’ offerta,
quindi prezzi certi.
• Il broker NON agisce come controparte.
• Meno liquidi del forex.
• I contratti non sono divisibili.
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI:OPZIONI

• Le opzioni sono contratti derivati che possono


essere tradati in molteplici modi.

• Hanno caratteristiche particolari che permettono


ad un trader capace di correggere un trade che
va contro e trasformarlo in uno a favore.
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI:OPZIONI

• I mercati più liquidi sono quelli americani.


• I broker italiani non sono molto adatti per tradare
opzioni quotate in America, per via dei costi e
degli eseguiti.
ORIENTAMENTO AL TRADING

• Ottimo compromesso tra possibilità di fare trading su barre


giornaliere o addirittura multi day e controllo del rischio a
livelli desiderati.

• La loro frazionabilità estrema permette un incremento molto


graduale della dimensione dei propri trades.

• Permettono di ottenere i Draw Down desiderati.


e permettono una redditività composta di grande interesse.
ORIENTAMENTO AL TRADING

MERCATI: CFD su indici di borsa (Contratti Per Differenza)

• E’ importante tradare con brokers che applichino uno Spread


Bid/ Ask minimo.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Strategie: Acquisto/ Vendita

Non c’e molto da dire per quanto riguarda il modo in cui si


entra in una posizione in un trade, se non sottolineare la
necessità della conoscenza dei vari tipi di ordini, che esula da
questa presentazione.

Basta qui ricordare che il mercato è esattamente come un


mercato di un qualsiasi bene.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Strategie: Acquisto/ Vendita

Ci sono venditori di quel bene che sono disposti a vendere ad


un certo prezzo. Essi non sono illimitati, per cui se, per
esempio, ci sono 10 venditori che vogliono vendere ognuno un
oggetto a 100 e io voglio comprare 15 oggetti, potrò comprare
solo 10 pezzi a quel prezzo, poi, se voglio comprare gli altri 5,
dovrò per forza comprare a prezzi più alti.
ORIENTAMENTO AL TRADING
Strategie: Acquisto/ Vendita

Questo cambia completamente le dinamiche dei piani di


trading viste magari in simulazione, ed è necessario sapere se
accettare questo tipo di ordine o dire al sistema, per esempio,
di non comprare se il prezzo a cui trovo il mio titolo da un
venditore è maggiore di quello che sono disposto a pagare.

Essere a conoscenza di tale situazione per prendere le dovute


decisioni è, come si può vedere, essenziale alla riuscita del
proprio trading.
ORIENTAMENTO AL TRADING
Strategie: Acquisto/ Vendita

I mercati più liquidi sono:

• Forex: le valute più diffuse (Euro, $, Sterlina, CHF,) e i loro


incroci.
• Futures: Crude Oil (CL), Gold (GC), Euro (G6E), SP500
(ES500).
• Azionario: i maggiori titoli dello S&P 500: Microsoft, GE,
Cisco……, ecc ecc.
• Indici azionari: i maggiori indici come Eurostock, London,
Nasdaq……

ORIENTAMENTO AL TRADING
STRATEGIE: SPREAD TRADING

Tale tipo di trading, generalmente associato a trading su


futures o opzioni, ha una serie di caratteristiche che sarebbe
difficile spiegare qui.

Qui ci interessa sapere che lo spread trading “ammortizza” i


movimenti dei mercati cui si riferisce per cui si possono
effettuare dei trades anche multi day sapendo che il rischio del
movimento contro è decisamene ridotto.
ORIENTAMENTO AL TRADING
STRATEGIE: SPREAD TRADING (opzioni)

In altre formulazioni lo Spread Trading, specie su opzioni,


permette di sapere a priori quale può essere il rischio e
pertanto, una volta entrati nel trade, non è necessario
monitorarlo fino alla settimana successiva, come succede con
gli Spread con le Opzioni Diagonali.
ORIENTAMENTO AL TRADING

STRATEGIE: SPREAD TRADING (opzioni)

Tale tipo di trading ha il vantaggio di contenere la perdita entro


un parametro certo, (che non è uno stop per cui si viene
“bruciati” non appena esso viene toccato), per cui anche se la
strategia è in perdita durante quella settimana, essa può
recuperare e dare profitti anche nelle ultime ore del tempo
stabilito.
ORIENTAMENTO AL TRADING

STRATEGIE: SPREAD TRADING

Le Strategie sugli spread, in genere, hanno bisogno di


pochissimo tempo da dedicare ogni settimana.

Quella insegnata da Trading Educators di spread su futures


non più di 4 o 5 volte al mese, con un’ entrata veloce verso le
20:10 della sera.

Quella sulle Diagonali una sola volta alle 22:10 il venerdì .


ORIENTAMENTO AL TRADING

In questo caso la “impulsività” del trader sarà frenata sia


perchè un trade in perdita può andare in utile anche l’ ultimo
giorno, e sia perchè, di nuovo non sarà possibile trovare un
trade secondo la mia strategia nel bel mezzo della settimana.
ORIENTAMENTO AL TRADING

CHE FARE ALLORA?


ORIENTAMENTO AL TRADING

CHE FARE ALLORA?


Ovviamente l’ incrocio delle variabili descritte in precedenza
può dare adito ad una serie numerosa di possibilità di trading e
non sarei in grado di elencarle tutte.

A solo titolo di esempio

Se ho un carattere impulsivo, poco tempo a disposizione ed un


capitale superiore ai 4.500 $, mi potrei indirizzare al trading
sugli Spread su Commodities (Grano, Soia, Carni, …).
ORIENTAMENTO AL TRADING
CHE FARE ALLORA?
Infatti la presenza limitata di Spread di quel tipo ( non più di 4-5
trades al mese) non permette al trader di “fabbricarsi“ un trade
al momento di una perdita, perchè non sarà in grado di
trovarne un altro in quel momento.

L’ occasione molto probabilmente si presenterà solo nei giorni


successivi, quando ormai avrà superato il problema e sarà in
grado di continuare a seguire il suo piano (a patto di avere
scelto strategie con perdite adatte alla dimensione del suo
conto, ma questo è materia dei nostri corsi ed esula da questo
documento).
ORIENTAMENTO AL TRADING

CHE FARE ALLORA?

I trades avranno bisogno di circa tre giorni per formarsi e


pertanto, se non si vede un inizio di formazione oggi, per tre
giorni sarà inutile addirittura aprire il computer. Ciò rende
questo tipo di trading perfetto per chi ha un altro lavoro o
voglia aggiungere queste tecniche di trading ad altre in suo
possesso.
ORIENTAMENTO AL TRADING
CHE FARE ALLORA?
Il capitale di $4.500, per la maggiore parte degli spread,
permetterà di fare fronte ad una sequenza di perdite pari a ben
12.

Se invece si ha un carattere molto stabile, tempo a


disposizione e un conto superiore ai 15.000$ ci si può
indirizzare al trading intraday su Futures.

Se si ha un capitale minore di 4.500 e un carattere impulsivo, il


trading su Forex/CFD potrebbe essere l’ ideale.

E cosi via….
ORIENTAMENTO AL TRADING
CHE FARE ALLORA?

Abbiamo fatto un bel viaggio nella teoria ma adesso ti


vorremmo lasciare con qualcosa di più concreto, come da
tradizione della nostra Accademia.

Prima di avventurarti in mercati molto professionali come Il


Day Trading su Futures oppure Spread su Commodities, dagli
ottimi rendimenti ma che vogliono una conoscenza da parte
tua molto approfondita che puoi ottenere solo con investimenti
in istruzione di un certo impegno, potresti iniziare con il corso
che abbiamo appena realizzato ed è dedicato a chi davvero non
ha mai avuto a che fare con i mercati.
ORIENTAMENTO AL TRADING
Infatti Trading Educators, ha appena lanciato il suo Corso

“da Zero a Trader in 5 giorni”,


che, conducendoti passo passo, ti permetterà di arrivare al tuo
primo trade davvero in meno di 5 giorni, in tutta sicurezza e
divertimento.

ISCRIVITI ADESSO
ORIENTAMENTO AL TRADING

Se invece volete buttarvi direttamente nell’arena del grande


trading e siete pronti ad iniziare il vostro percorso di
formazione con noi, vi ho messo dei link alla descrizione dei
nostri corsi e alla nostra Broker House che vi aiuteranno a
approfondire i temi trattati qui o a rendere concreto il vostro
trading.
ORIENTAMENTO AL TRADING

Forex: Joe Ross Fair Trading: Broker House professionale:


https://secure.joerossft.com/it/ib/links/go/76

Spread Trading:
https://www.tradingeducators.education/corsi-di-formazione
Opzioni:
https://www.tradingeducators.education/segnali-e-prodotti
ORIENTAMENTO AL TRADING

Se aveste bisogno poi di ulteriori chiarificazioni , saremo felici


di avere un colloquio con voi e vi basterà cliccare qui

Investi in istruzione non spendere in perdite!

www.tradingeducators.education