Sei sulla pagina 1di 2

Atlantide e Lemuria

All’epoca di Lemuria i continenti erano 7, il livello del mare era 133 metri più
basso di quanto è adesso e due continenti spiccavano per la loro cultura:
Atlantide e Lemuria.
ATLANTIDE era una civiltà molto più giovane, il cui arco temporale terminò circa
150,000 anni dopo la caduta di Lemuria. Si può dividere il periodo atlantideo in due
grosse fasi: quella “alta”, più antica, e che aveva il proprio centro nell’Oceano
Atlantico (e da qui Atlantide; si veda il cd. Triangolo delle Bermuda dove pare
tutt’oggi siano ancora perfettamente attivi e funzionanti alcuni macchinari
atlantidei) e quella “bassa“, più giovane, con fulcro nel Mar Mediterraneo, verso
l’isola di Creta (quest’ultimo ramo della civiltà influenzò ed ebbe contatti con la
civiltà egizia).
Gli Atlantidei erano una civiltà essenzialmente basata sulla conoscenza scientifica
che proviene della mente ed essi rappresentavano le energie del Divino Padre.
Seppure noi li rammentiamo per loro grandiosità delle scoperte, dei loro edifici e
templi, nei loro 200,000 anni di storia conobbero molti periodi di decadenza e di
guerra. Da un punto di vista dell’organizzazione sociale, vigeva una struttura
fortemente gerarchizzata e la conoscenza era mantenuta e tramandata solo nelle
classi più alte.
LEMURIA, invece, era una civiltà che occupava un territorio tre volte più grande
quello di Atlantide, nell'Oceano Pacifico (dagli Stati di Washington, Oregon,
California, fino alle isole Hawaii, l’isola di Pasqua, l’Australia, la Nuova Zelanda, le
Fidji e la Polinesia).
Quella dei Lemuriani fu la prima civiltà illuminata della Terra, la loro
conoscenza proveniva dal cuore ed essi rappresentavano le energie della Divina
Madre e della Compassione.
Conobbero la pace nella loro storia, e tale storia abbraccia ben oltre 4 milioni di
anni.
La loro coscienza era proiettata sull’ “essere” e non sul “fare”, come in Atlantide, in
quanto: LE NECESSITÀ DEL CUORE SONO ASSAI DIVERSE DA QUELLE DELLA MENTE E
MOLTO SEMPLICI.

Coloro che attendono la scoperta dei “tesori di Atlantide” stanno cercando qualcosa
che rappresenta le energie del passato in confronto a ciò che sarà portato alla luce,
fosse solo per il fatto che Atlantide creò tecnologie che separarono il cuore dalla
mente, in base alla pretesa superiorità dell’intelletto sul cuore.
Coloro che si sforzano di vivere dal cuore, sono più legati a Lemuria. Comunque
molti di noi hanno sperimentato lunghi periodi di incarnazione in Lemuria e poi in
Atlantide, sia con incarnazioni successive che simultanee; nessuno può dire di
essere solo l’uno o l’altro.
Potremmo dire essenzialmente per tre ragioni.
- La prima ragione è che noi tutti tendiamo ad interessarci a cose che più ci sono
affini e Atlantide ci assomiglia molto, assomiglia moltissimo alla cultura
occidentale: predominanza delle energie mentali e maschili. Molti dei leaders
della vecchia energia sono atlantidei. Kryon stesso racconta che in particolare
coloro che hanno governato a Washington D.C. erano atlantidei di sangue puro e
parecchi di loro furono responsabili della distruzione del loro stesso continente;
l’intera società americana è diventata molto simile a quella di Atlantide sotto questo
punto di vista.
- La seconda ragione è che Atlantide scomparve 150. 000 anni dopo Lemuria,
lasciando una memoria di sé sicuramente più fresca.
- Ma la terza ragione è quella che collega il nostro discorso anche al tema di
questi giorni, l‘INTERDIMENSIONALITÀ.
Gli Atlantidei furono ancorati alla terza dimensione fin dall’inizio, mentre i
Lemuriani non erano limitati ad essa ed avevano il “seme dell’interdimensionalità",
per cui divennero presto capaci di muoversi tra le varie dimensioni come ci si
muove tra i piani di un edificio.
I Sumeri, che discesero direttamente dai Lemuriani, hanno disegnato con
precisione il nostro Sistema Solare così come i nostri scienziati hanno cominciato a
“vederlo” solo dalla fine del ‘700. Lo dimostra il cd Sigillo di Berlino. Eppure non
hanno mai avuto telescopi. Vissero 5-6 millenni dopo la caduta di Atlantide, tra il
IV ed il II a.C. (ritorna il 2000, il ciclo di 2000 anni), finchè la regione tra il Tigri e
l’Eufrate non venne allagata (altra storia di un cataclisma) e di loro abbiamo
molteplici tavolette di argilla che mostrano le loro conoscenze della matematica a
base 6 (come i Lemuriani), scrittura cuneiforme, geometria che sarà “scoperta”
due millenni dopo da Pitagora ed Euclide, pittogrammi, piramidi, medicina,
musica e astronomia. Descrissero alcuni pianeti, anche nel colore col quale si
manifestano, come solo Voyager 2 ha potuto fotografare di recente, eppure non
avevano gli strumenti fisici per sapere queste cose. Avevano una “vista
interdimensionale” che consentiva loro di sapere intuitivamente cosa c’era nel
cosmo.
I Lemuriani non avevano soltanto questa capacità, ma anche la conoscenza
interdimensionale del DNA, che permise loro di usare il magnetismo per alterare i
loro orologi biologici. Loro hanno “reso immortali” i loro corpi fisici ed, in uno
stato interdimensionale, sono ancora presenti su questa Terra sotto il Monte Shasta
e in altri luoghi.