Sei sulla pagina 1di 4

LA STORIA DELL’ITALIA

La storia dell’italia racchiude la storia di tutti i popoli che hanno vissuto sulla penisola d’Italia
dall’antichità fino ad oggi.

La storia dell’Italia che inizia con la Magna Grecia e gli Etruschi, al periodo della Repubblica
Romana e dell’Impero Romano è diventata regnante in tutta la zona mediterranea, e invece al
periodo del Rinascimento ha colpito il suo marchio all’arte, alla cultura ed alla filosofia
dell’Europa.L’Italia che è stata governata dagli Città-Stati durante il medioevo si è unita nel
1861 è diventato uno stato moderno.L’Italia fa parte alle organizazzioni tali
NATO,UE,OECD sin da quando queste organizzazioni sono state fondate ed è uno dei paesi
più sviluppati dell’Europa.

Preistoria

Le immagini scolpite sulle rocce degli anni a.C 8000 nella Val Camonica provengono dalle
prime genti Italiche tra cui si possono nominare I Sabini,I Sanniti, Gli Umbri, le quali
esistenze arrivano fino a novesimo secolo a.C.Nel periodo dell’imperatore Cesare Augusto
tutte queste genti sono state unite sotto il nome ‘Italia’ e così hanno creato il primo nucleo
dell’Impero Romano.

Le tracce dell’esistenza umana sulla penisola Italiana va a molto prima che le genti Italiche ci
arrivassero, ad esempio fino alla nuova età della pietra.Anche la cultura di Terremare di cui le
traccie si sono trovate nel Nord dell’Italia circa 1500-1100 a.C porta fino ad oggi gli oggetti
appartenenti all’età del bronzo come ascia,spada e pugnale.Gli esempi dell’età del ferro
invece fanno parte alla cultura Villinova che è stata tra i secoli 11-7 a.C attorno la Toscana.

Per l’origine degli Etruschi esistono delle varie diverse ipotesi.Si sa che la lingua che
parlavano non è una lingua indioeuropa.La città di Roma in sé faceva parte alle terre
etrusche.La civiltà etrusca è finita con l’invasione dei Romani nel 396 a.C. Ma hanno avuto
un grande contributo nella cultura romana, nell’arte romana e nell’architeturra romana.

Un’altra cultura sviluppata nella penisola Italiana prima della Roma Antica è la cultura di
Magna Grecia.Le traccie di questa cultura sviluppata dai Greci nella punta della penisola sono
arrivate fino ad oggi grazie ad un dialetto greco che ancora si parla nella zona.Queste tribù
che hanno lasciato la Grecia a causa di fame,condizioni climatiche e disastri e si sono stabilite
nel Sud-Italia hanno avuto un gran contributo nella cultura Italiana.Anche negli anni in cui
dopo il decadimento dell’Impero Romano, i Greci che hanno lasciato l’Impero Bizantino per
certi motivi si sono stabiliti in questa zona e hanno tenuto viva la civiltà greca nel Sud-
Italia.Oggi la zona se anche completamente è italianizzata una piccola minnoranza ha
continuato a parlare un dialetto greco che si chiama Grico.

Roma Antica

La storia italiana ha avuto la sua prima età d’oro nel periodo della Roma Antica.Questa civiltà
che è nata dalla Stato-Città di Roma,fondata nel 9.sec a.C nella Penisola Italiana col tempo è
diventato un’impero glorioso che ha dominato tutto mediterraneo.La civiltà Romana ha
vissuto circa 12 secoli ed è diventato in ordine dalla monarchia all’ oligargchia e ad una
democrazia unita con repubblica e poi dopo ad un’impero autocratico.

L’Impero Romano che è diventato regnante con le conquiste e con l’assimiliazione sulla zona
che circonda il Mediterraneo e L’Ovest dell’Europa con il tempo ha cominciato a cadere e alla
fine è crollato.L’Impero Romano d’Occidente che include La Spagna, La Gallia, e L’Italia nel
5.secolo si è suddivo nei regni indipendenti.La fine dell’Impero Romano d’Occidente nel 476
si accetta come il crollo della Roma e l’inizio del Medioevo.Dall’altra parte L’Impero
Romano d’Oriente (L’Impero Bizantino) che si governava dalla città di Costantinopoli cioè
da Istanbul di oggi è durato fino al 1453.

La civiltà Romana insieme alla Grecia Antica che culturalmente le ha ispirato densamente
viene incluso nell’ “antichità classica”.La Roma Antica ha dato un grande contributo allo
sviluppo delle materie tali come giurisprudenza, guerra, arte, letteratura, architettura,
tecnologia e lingua.E ancora ha un gran influenza sul mondo di oggi.

Il Medioevo

Dopo la morte dell’imperatore I.Teodosio nel 395 l’impero si è diviso in 2 parti.L’Italia è


diventato un pezzo dell’Impero Romano d’Occidente che è uno di questi 2 imperi.L’Impero
Romano d’Occidente Romano non ha vissuto molto.Nel 410 il Re Alarico dei Visigoti ha
saccheggiato la Roma.Nel 476 l’ultimo imperatore romano Augusto Romolo è stato
detronizzato da parte del comandante teutonico Odoakr.Nel 493 L’Italia è stata invasa da
parte delle armate del re dei ostrogoti Teodorico.Nel 552 Belisario e Narsete, i comandanti
dell’imperatore bizantino Giustiniano, hanno conquistato L’Italia centrale e del Sud.Nel 569
invece i Lombardi che sono un popolo teutonico, hanno conquistato molte città come Milano
nel Nord Italia.

Nel periodo di governo bizantino in Italia è comparsa la chiesa cattolica.Riempiendo il vuoto


dell’autorità è diventata un’ente influente e forte non solo per quanto riguarda alla questione
religiosa ma anche politica.I Papa collaborando con la dinastia Carolingio che governa i
Franchi hanno provato di proteggersi dai Lombardi.Nel 751 i Lombardi scendendo verso il
Sud hanno conquistato Ravenna.Il Papa ha chiesto l’auito ai Franchi ed i Franchi battendo i
Lombardi hanno dato dietro L’Italia Centrale al Papa.E così attorno alla città di Roma è stato
fondato uno stato pontificio indipendente.Nel 774 i Franchi mettendo fine a tutta la
dominazione dei Lombardi in Italia hanno unito L’Italia a loro stessi.Il re dei Franchi Carlo
Magno nel 800 è stato coronato dal Papa ed è stato dichiarato come L’Imperatore di
Roma.Fino alla morte di Carlo Magno nel 814 le terre di Italia, Germania e Francia di oggi
sono rimasti uniti sotto la bandiera dell’Impero Carolingio.

Nel 843 dopo la morte di Ludwig ‘religioso’ il figlio di Carlo Magno, i suoi 3 figli hanno
firmato il tratto di Verdun e l’impero Carolingio è stato diviso in 3 regni.Nord-Italia tra questi
3 regni è rimasto sotto il Regno centrale dei Franchi.Negli stessi anni il Sud-Italia invece è
stato invaso dagli Arabi.Nel 827 gli Arabi hanno conquistato la Sicilia ed è stato fondato
L’Emirato della Sicilia.A Bari invece è stato fondato L’Emirato di Bari.Nel 846 gli arabi
hanno saccheggiato Roma.
I Normanni primo nel 1030 e dopo 1091 hanno preso tutta la Sicilia dai regnanti musulmani e
hanno fondato il Regno Normanno di Sicilia e così che la isola di Sicilia è passato di nuovo al
controllo dei cristiani.

Nel 11.secolo il caos presente in Italia che c’era sin dal crollo dell’Impero Romano se anche
poco è diminuito.In varie città sono comparsi degli stati piccoli e grandi.Gli stati tali come La
Repubblica di Venezia, La Repubblica di Genova, Lo Stato Pontificio,La Lega Lombarda,Il
Regno di Napoli, La Repubblica di Firenze, La Repubblica di Siena hanno combutto sia tra
loro che contro altri paesi.Molti italiani cittadini di questi stati hanno aderito alle crociate e
sono andati al medio oriente.Lo scambio di commercio e di cultura che è stato fatto con la
civiltà Islamica ha dato i suoi contributi alla cultura italiana ed è stato uno dei parametri che
ha spianato la strada per il Rinascimento Italiano.Un’altro parametro/avvenimento che ha
influenzato la nascita del Rinascimento.La vittoria nella battaglia di Legnano della Lega
Lombarda contro l’imperatore Federico Barbarossa (1176), e la rivolta dei Vespri siciliani
contro il tentativo del re di Francia Carlo I d’Angiò di invadere la Sicilia (1282) sono stati
come i simboli del primo risveglio di una coscienza di patria.Questi cambiamenti
accompagnati anche dal risveglio religioso che c’è stato nel 12. e 13.secolo con i pionieri
Gioacchino da Fiore e Francesso d’Assisi, hanno portato l’Italia al Rinascimento.

La Prima Età Moderna e Età Moderna

-Il Rinascimento:

All’inizio di questa età c’erano diversi fattori che impedivono la nascita di uno Stato unito
come stava avvenendo nel resto d’Europa: C’erano tanti comuni piccoli e lo Stato Pontificio
che voleva proteggere la sua autorità.E perciò i capi politici italiani dei comuni degli stati
italiani hanno dovuto avere una strategia superiore a quella degli altri stati nazioniali
europei.Un esempio di questo comportamento è stato il Signore di Firenze Cosimo dè Medici,
soprannominato Pater Patriae, cioe “Padre della Patria”. È considerato uno dei principali
artefici del Rinascimento fiorentino e italiano.La sua politica estera che mirava al
mantenimento di un equilibrio fra i vari stati italiani e creava una concordia italiana che ha
impedito agli stati stranieri intervenire in Italia approfittando delle sue divisioni.Il
Rinascimento è arrivato al suo picco nel 15.secolo in Italia.

In seguito anche il successore di Cosimo dè Medici Lorenzo il Magnifico ha ricercato un


accordo continuo tra gli stati italiani ma questa ricerca non è venuta compresa dagli altri
principi italiani infatti dopo la sua morte l’Italia è stata sottoposta a numerose invasioni
stranieri.

-Il periodo delle Invasioni:

Prima da parte dei francesi con Carlo VIII, poi invece da parte degli spagnoli con Carlo
V.L’Unificazione che è mancata nella politica di quel periodo ha causato la dominazione
straniera in Italia.Durante tutto questo periodo l’Italia è rimasta sottoposta a numerose
invasioni ma dopo in sincronizzazione con le riforme europee sia religiose che illuministiche
è stata spianata la strada per l’unificazione dell’Italia.
-L’Unificazione dell’Italia/Il Risorgimento:

Negli primi anni del 19.secolo L’Italia è stata invasa da I.Napoleone ed è entrata sotto
l’influenza francese.Il congresso di Vienna prevedeva la restituzione dell’Italia alle dinastie
precedentemente regnanti.E così gli stati come Lo Stato Pontificio, il Regno di Sardegna-
Piemonte, il Grand Ducato di Toscana, il Ducato di Modena ed il Regno di Lombardia-
Venezia sono stati fondati di nuovo.Però le organizzazioni segrete, nominate ‘Carbonari’,
hanno cominciato a lavorare per unire L’Italia.Giuseppe Mazzini e Giuseppe Garibaldi erano i
pionieri del movimento di unificazione.Anche il re di Sardegna II. Vittorio Emanuele faceva
parte a quelli che supportavano il movimento di unificazione.

Nel 1848 La Lombardia era sotto il controllo di Austria.L’Italia che ha preso il supporto della
Francia per quanto riguarda unire L’Italia, nel 1859 insieme alla Francia ha battuto L’Austria
e nel 11 Novembre 1859 tra L’Austria e il Piemonte è stato firmato il tratto di pace a
Zurigo.Secondo questo tratto; L’Austria ha dato La Lombardia al Piemonte. È stato accettato
di fondare una confederazione tra gli altri stati Italiani, inclusa Venezia,e sono stati accettati
il Papa come il presidente onorario, il Piemonte come il presidente di fatto. È stato fondato il
Regno d’Italia nel 1861.Dopo un po di tempo anche altri piccoli stati hanno deciso di unirsi
con il Piemonte.E così tutto l’Italia nord e centrale si sono uniti al Piemonte.Nel 1870 la
Roma e nel 1886 la Venezia si sono uniti all’unione Italiana e così Unione Nazionale Italiana
è completata.

Il Regno d’Italia e il fascismo

Quando nel 1861 è fondato il Regno d’Italia per la prima volta dopo del periodo romano
L’Italia è diventato un paese unico.Dopo questo L’Italia ha preso la direzione di
colonizzazione come altri paesi europei.Ha colonizzato certi paesi africani come Libia,
Etiopia e Somalia.

Dopo la prima guerra mondiale invece tra gli anni 1922-1943 ha preso la direzione del
fascismo sotto la dirigenza di Benito Mussolini.All’inizio di questo periodo nel 1921 la crisi
politica era diventata più forte.Sono state fondate dei governi che duravano pochi mesi.Questi
governi sono stati criticati fortemente sopratutto dai sostenitori di Musolini.Nel 1922 “Le
Camicie Nere” hanno camminato su Roma, e il re ha incaricato Mussolini di formare il nuovo
governo.Dopo della formazione del nuovo governo Mussolini ha fatto il fascismo diventare
dittatura.

L’Italia dopo aver perso la seconda guerra mondiale ha avuto una grande depressione.Il
popolo italiano nel 1 Gennaio 1948 confermando una nuova costituzione ha dichiarato la
repubblica. È stato uno dei membri fondatori nel 4 Aprile 1949 della NATO, nel 25 Marzo
1957 dell’UE.