Sei sulla pagina 1di 82

1

INDICE
SALUTI
"Accadeva spesso di provare cose del genere, quando ti
ritrovavi in fondo alla Galleria Due, all'imbocco dell'abisso 50.
Laggiù c'è solo l'aria fredda che risale dalle viscere della terra
e una montagna intera intorno, e l'oscurità che ti circonda è così
grande e impenetrabile
che essere un uomo è come essere niente.”

Cristiano Cavina
tratto da “Scavare una buca”

1
Associazione Culturale Speleopolis
Comune di Casola Valsenio
Parco regionale della Vena del Gesso romagnola

INDICE
Società di Area Terre di Faenza
Pro Loco di Casola Valsenio

GAL Altra Romagna


Regione Emilia-Romagna
Provincia di Ravenna

Società Speleologica Italiana


Federazione Speleologica
dell’Unione Europea
Federazione Speleologica
Regionale dell'Emilia-Romagna
Club Alpino Italiano
Corpo Nazionale Soccorso
Alpino e Speleologico
Commissione Centrale per la Speleologia del CAI

2
I N D I C E
ORGANIZZAZIONE

SALUTI .......................................................................1
ORGANIZZAZIONE ...................................................2
INDICE........................................................................3
GEOGRAFI DEL VUOTO.............................................4
DALLE ALPI ALLA VENA DEL GESSO.........................6
VENERDI’ 29 OTTOBRE..............................................8
SABATO 30 OTTOBRE ...............................................12
DOMENICA 31 OTTOBRE ..........................................18
LUNEDI’ 1 NOVEMBRE...............................................20
CONVEGNI: PARCHI CARSICI E SPELEOLOGIA.........26
CONVEGNI: GEOGRAFI DEL VUOTO ........................28
EURO SPELEO IMAGE’IN ...........................................3O
60° SOCIETA’ SPELEOLOGICA ITALIANA .................34
F.S.R.E.R.....................................................................36
C.N.S.A.S....................................................................38
MAPPA DEI I LUOGHI / LOCATIONS MAP ................40
LABORATORI / WORKSHOPS....................................42
PERCORSI JUNIOR.....................................................46
ESPOSIZIONI / EXHIBITIONS .....................................48
EXPO’ ASSOCIAZIONI...............................................56
VISITE GUIDATE / GUIDED TOURS ..............................58
PROFONDAMENTE EROICO / KARST WINE..............64
SPELEOBAZAR/ EQUIPMENTS ...................................66
SPELEOBAR................................................................70
PERFORMANCE .........................................................73
NUMERI UTILI / USEFULL NUMBERS ..........................74
NOTE..........................................................................76

3
Casola 2010- Geografi del Vuoto

VOID GEOGRAPHERS
Lo speleologo illumina e percorre spazi che rappresentano la parte
vuota del globo e un mondo che va descritto, documentato e
raccontato, ma prima di tutto va esplorato. Lo speleologo è alla
continua ricerca di spazi nuovi da percorrere per conoscere meglio la
geografia interna della montagna e il suo territorio, la sua acqua, la
sua aria, la fauna e la flora; studia l’ambiente esterno e si relaziona
con chi ci vive.
Lo speleologo è di fatto un geografo del vuoto della montagna.
La Federazione Speleologica Europea (FSE) ha riconosciuto a Casola
2010 il ruolo di evento internazionale, perché coinvolge e interesserà
la speleologia di molti Paesi, presenta modalità organizzative e
finalità coerenti con i propri intenti.

Casola 2010 -Void Geographers


Geography is not only the indication of where or the topography of a way.
It’s represents worlds. Cavers, speleologists, spelunkers represent the Void.
For many people Void means Nothing. Going into the darkness isn’t an
easily understanding activity. If you don’t try to reach the top of the
mountain, but the inside bottom…
We want people take part in a privilege, we want show underground
and karst trek, redrawing ways of air and water. For knowledge,
protection, safeguard.
The Speleological federation of Europe (FSE) has given to Casola
2010 the rule of international event, as it will involves Speleologies of
many countries. Beside this, Casola 2010 is coherent vith FSE purposes.

4
Casola 2010 - Géographes du Vide
GEOGRAFI DEL VUOTO

Géographie n'est pas seulement indiquer l'où ou topographier un


parcours. C’est représenter de mondes. Les spéléologues donnent une
représentation du vide, souvent assimilé au rien.
La chose incompréhensible aux plus n'est pas l'aller par endroits
sombres, mais par endroits qu'ils ne portent pas à la domination du
sommet et qui ne contiennent pas le trésor. Nous racontons
l'extraordinaire expérience du vide. Nous partageons un privilège, en
illustrant parcours, en reconstruisant voies d'air et d'eau
Pour faire connaître, défendre, sauvegarder.
La Fédération Spéléologique Européenne, FSE a reconnu à Casola
2010 le rôle d'événement international, parce qu'il implique et il
intéressera la spéléologie de beaucoup de Pays, présente modalités
d'organisation et buts cohérents avec ses propres buts.

Euro Speleo Project 2010

5
Giovedì 28 ottobre 2010, ore 20.30, Teatro Senio

GIOVEDI’ 28 OTTOBRE
DALLE ALPI ALLA
VENA DEL GESSO ROMAGNOLA.
UNO SGUARDO COMPARATIVO TRA
STORIA, CULTURA E IDENTITÀ.

PROGRAMMA

Saluti delle Autorità:


Nicola Iseppi, Sindaco di Casola Valsenio; Eugenio Fusignani,
Presidente del Parco Regionale Vena del Gesso Romagnola;
Giampietro Marchesi, Presidente della Società Speleologica Italiana.

Introduzione: Giuseppe Sangiorgi, storico e giornalista

Le identità e le culture alpine nella storia.


Annibale Salsa, antropologo e past president del CAI

La Vena del Gesso romagnola:


coordinate storico-culturali di un’area marginale.
Stefano Piastra, geografo umano

Anteprima de “L'arca della memoria”, documentario nato da uno


studio sulla comunità della Vena del Gesso.
A cura di Stefano Piastra

6
La serata d'inaugurazione di Casola2010 geografi del vuoto si
apre con un viaggio sul rapporto culturale uomo-montagna-
GIOVEDI’ 28 OTTOBRE

ambiente che parte dalle Alpi e arriva alla Vena del Gesso
romagnola. La montagna e le sue valli sono state spesso
interpretate come luoghi marginali, difficili, pericolosi, barriere
tra i popoli. E' realmente così? Esiste una comune identità
delle genti e dei luoghi di montagna? Quali le sue
contraddizioni?

Annibale Salsa, antropologo culturale e past president del


CAI, Stefano Piastra, geografo umano, dialogheranno con
Giuseppe Sangiorgi, storico e giornalista, per raccontare ciò
che lega la storia, la cultura e l'identità alpina a quella
dell'Appennino romagnolo e della Vena del Gesso. Nella sua
relazione introduttiva Salsa ci accompagnerà lungo un viaggio
che partendo dal punto di vista dei nativi, ripercorre le identità
e le culture alpine nella storia.

Stefano Piastra, giovane ricercatore dell'Università di


Bologna, evidenzierà il carattere marginale della Vena del
Gesso e la sua eccentricità rispetto al resto dell'Appennino
romagnolo: fattori come le morfologie aspre, la scarsa fertilità
dei suoli, la mancanza di pascoli e la pressoché totale
assenza di risorse idriche per fini potabili, hanno infatti da
sempre limitato l'insediamento umano, l'agricoltura e
l'allevamento. La serata si concluderà con la proiezione di
alcuni momenti di un documentario che è parte integrante del
progetto “L’arca della memoria”.

7
14.30 ANTEPRIMA MISCELLANEA SALA AGORÀ

VENERDI’ 29 OTTOBRE
- Caving in a highway...grotte e autostrade
Commissione Grotte "Eugenio Boegan" CAI Trieste,
Riccardo Corazzi, 0.15, 2009, Italy
- Dentro il vulcano - Le grotte dell'eruzione 2004
Into the vulcan - 2004 eruption caves
Centro Speleologico Etneo, Luca Randazzo, 0.17, 2009, Italy
- La Condotta - cronaca delle esplorazioni dal 2006 al 2007
GSB-USB, Gianluca Brozzi, 0.28, 2009, Italy
- La Vita e il Buio
Life in the darks, a biospeleologic view
Progetto Sebino, Livio Palamidese - Progetto Sebino, 0.20, 2010,
Italy
- Maddiren abentura
Le avventure di Maddi - Maddi adventures
Felix Ugarte Elkartea, Txomin Ugalde, Giorgio Studer, 0.38, 2008,
Euskadi, Espana
- Mendien misterioak
Montagne misteriose - Mysterious mountains
Felix Ugarte Elkartea, Txomin Ugalde, Aitziber Alonso, Giorgio
Studer, 0.11, 2009, Euskadi, Espana
- Note Geologiche sull'Abisso Laite Offertal
Laite Offertal Abyss - geological aspects
Gruppo Attività Speleologica Veronese, Roberto Accordi,
Ferruccio Ghezzer, 0.10, Italy
- Abisso Laite Offertal
Laite Offertal abyss
Gruppo Attività Speleologica Veronese, Roberto Accordi,
Ferruccio Ghezzer, 0.35, Italy
- Sponcc
Exploring Sponcc cave
Gruppo Speleologico Valseriana Talpe, Giorgio Tomasi, 0.27,
Italy

8
- Un sogno oltre
VENERDI’ 29 OTTOBRE

A realized dream
Speleo Club Orobico, Giovanni Merisio, Francesco Merisio,
Maurizio Calise, Marzia Rossi, 0.45, 2009, Italy
- Pozzo Canseria: Oltre un sifone lungo 20 anni
Canseria pit ( Noto - SR ): more than 20 years long siphon
Speleo Club Ibleo , Gruppo Speleologico Siracusano, Francesca
Vitale, Speleo Club Ibleo, 0.20, 2010, Noto Siracusa - Italy
14.30 ANTEPRIMA RASSEGNA TEATRO SENIO
- Tepuy
Pavol Barabáš, 1.01, 2007, Slovakia
- Glacionaute
Guy Meauxsoone, 0.25, 1996, Francia
- Au rithme du chaveu souris
At bats rithme
Tanguy Stoecklé, 0.30, 2007, Francia
- Perdeballa
Riccardo De Luca, 0.15, 2008, Italy
- Le myster de la baleine - il mistero della balena
The whale mystery
Luc Henri Fage, 0.52, 2001, Francia
17.00 ASSEMBLEA SSI SALA “I VECCHI MAGAZZINI”
- Assemblea annuale SSI
SSI Italian Speleological Society annual meeting
SSI, 2.00

9
18.00 CONTEST: PREVIEW / ANTEPRIMA TEATRO SENIO

VENERDI’ 29 OTTOBRE
- Buco degli Uomini Liberi
Internazionale, Luigi Russo, 0.03, 2010, Italy
- Canale di (S)volta?
GSB-USB, Stefano Cattabriga - GSB USB, 0.03, 2010, Italy
- Coae de Luxe
Riccardo Dall'Acqua, 0.03, 2010, Italy
- Culiembro 2010
Cave Diving Club Bristol Exploration Club, Chris Jewell, 0.03, 2010, England
- Disco
Caving Club of Novo Mesto, Klemen Mihalic, 0.03, 2010, Slovenia
- Dove nessuno è stato mai
G S Paletnologico G. Chierici, Lorenzo Bassi, 0.03, 2010, Italy
- E buio sia
SpeleOR, Sirio Sechi, 0.03, 2010, Italy
- Il kit del perfetto speleologo
Stefano AKI Scala, 0.03, 2010, Italy
- Le comiche ovvero grottisti si nasce
Club Alpinistico Triestino, Lino Monaco, 0.03, 2010, Italy
- Memorie nascoste
Gabriela Pani, 0.03, 2010, Italy
- Sa conchedda de Gana 'e Gortoe
Riccardo De Luca, 0.03, 2010, Italy
- Speleologi e speleologia
Speleo Club Garfagnana, Simona Marioti, 0.03, 2010, Italy
- S-Women
Estíbaliz Orella Campo, 0.03, 2010, Spagna
- The water we'll drink
Gruppo Speleologi CAI Malo, Sandro Sedran, 0.03, 2010, Italy
- Verna
Felix Ugarte Elkartea, Sergio Laburu, 0.03, 2010, Euskadi, Spagna

21.30 SOCIETÀ SPELEOLOGICA ITALIANA RACCONTA SALA AGORÀ


- Una storia narrata dai Presidenti

10
VENERDI’ 29 OTTOBRE

Pizzeria Incontro
Via Roma n. 64
tel 0546/73949

Colazioni
Bar
Ristorante
Pizze assortite

11
12
SABATO 30 OTTOBRE
9.30 RASSEGNA SALA AGORÀ
SABATO 30 OTTOBRE

- Tepuy
Pavol Barabáš, 1.01, 2007, Slovakia
- Perdeballa
Riccardo De Luca, 0.15, 2008, Italy
- Au rithme du chaveu souris
At bats rithme
Tanguy Stoecklé, 0.30, 2007, Francia
- Le myster de la baleine - il mistero della balena
The whale mystery
Luc Henri Fage, 0.52, 2001, Francia
- Glacionaute
Guy Meauxsoone, 0.25, 1996, Francia
- Hors du temp
Florence Tran, 0.52, 2006, Francia
10.00 LABORATORIO DI SCRITTURA I LABORATORIO EX-CONVENTO
- Laboratorio di scrittura
Cristiano Cavina, 1.30
11.30 ALPINE CAVES I SALA “I VECCHI MAGAZZINI”
- Dal Cansiglio al Mare il percorso delle acque del fiume
Livenza
From Cansiglio to the sea, following Livenza river
Acheloos Geo Exploring, Fabio Piccin Ivan Vicenzi, 0.20, 2010,
Italy
- Viaggio al Centro del Sebino + Pozzo Music
Journey to the centre of Sebino + Pozzo music
Progetto Sebino, Progetto sebino, 0.50, 2010, Italy
14.00 AIC ASSEMBLEA ORDINARIA SALA CONSIGLIO / HOTEL DE VILLE
- Associazione Italiana Canyoning - Assemblea dei soci
AIC, 3.00
14.30 CNSAS SALA AGORÀ
- Il Soccorso racconta
CNSAS, 1.30

13
14.30 FSRER SALA “I VECCHI MAGAZZINI”

SABATO 30 OTTOBRE
- I Geositi carsici e il Web Gis delle Cavità
Naturali dell’Emilia-Romagna
Paola GAZZOLO, Antonio ROSSI, Alberto MARTINI,
William FORMELLA, Paolo FORTI, Gian Battista VAI,
Stefano MARABINI, Raffaele PIGNONE, Massimo ERCOLANI
14.30 ISOLE TEATRO SENIO
- Perdeballa
Riccardo De Luca, 0.15, 2008, Italy
- Pozzo Canseria: Oltre un sifone lungo 20 anni
Canseria pit ( Noto-SR ): more than 20 years long
siphon
Speleo Club Ibleo , G Speleologico Siracusano, Francesca
Vitale, Speleo Club Ibleo, 0.20, 2010, Noto Siracusa - Italy
- Dentro il vulcano - Le grotte dell'eruzione 2004
Into the vulcan - 2004 eruption caves
Centro Speleologico Etneo, Luca Randazzo, 0.17, 2009, Italy
15.30 LABORATORIO TEATRALE SUL VUOTO TEATRINO PARROCCHIALE
- Sotto Vuoto
Sara Moretti, Simone Peretti, 3.00
16.00 GEOGRAFI A SPELEOPOLIS TEATRO SENIO
- Geografi del Vuoto
Geographer of the Void - Géographer du vide
Casola 2010, 2.30
- Speleopolis!
SSI, 0.30
- Brindisi Profondamente Eroico: degustazione di vini
prodotti in area carsica
Deep heroic wines: tasting wines produced in karst areas
CERVIM, 0.30
16.00 STORIES FROM THE WORLD SALA AGORÀ
- La valle del Curraj - esplorazione naturalistica e
speleologica delle Alpi Albanesi
Albania 2010
Prof. Perikli, Univ. di Tirana, Davide Fabbri, Gianni Neto, 0.30
14
- L'anno della Tigre / The year of the Tiger,
Italian Vietnamese Speleological Expedition
SABATO 30 OTTOBRE

Karst Water Exploring Scientific Association, Massimo Razzuoli,


0.30, 2010, Italy
- Explorazioni Laos 2010 complesso Sbardella
Laos 2010, exploring Sbardella karst area
Acheloos Geo Exploring, Fabio Piccin Ivan Vicenzi, 0.20, 2010,
Italy
- Esplorazioni in Chiapas 2010 Mexico
Mexico, Chiapas 2010 explorations
La Venta, Vittorio Crobu, 0.07, 2010, Italy
- Narrazioni e racconti da Krubera 2010
Last Krubera 2010 news
Gruppo Grotte Schio Cai, Fernando Sampo ed altri, 0.35, Italy
- Tsingy
Gruppo Grotte Milano CAI-SEM, Mauro Inglese, 0.10, 2010, Italy
- Bulgarian speleo expedition in Tien Shan - Kirgizstan
Spedizione speleologica Bulgara in Tien Shan - Kirgizstan
Bulgarian Federation of Speleology, Kamen Bonev , 0.20, 2010,
Bulgaria
16.30 ALPINE CAVES II SALA “I VECCHI MAGAZZINI”
- Abisso Laite Offertal
Laite Offertal abyss
Gruppo Attività Speleologica Veronese, Roberto Accordi,
Ferruccio Ghezzer, 0.35, Italy
- Note Geologiche sull'Abisso Laite Offertal
Laite Offertal Abyss - geological aspects
Gruppo Attività Speleologica Veronese, Roberto Accordi,
Ferruccio Ghezzer, 0.10, Italy
- Sponcc
Exploring Sponcc cave
Gruppo Speleologico Valseriana Talpe, Giorgio Tomasi, 0.27,
Italy
- Grotte e autostrade … Caving in a highway
Commissione Grotte "Eugenio Boegan" CAI Trieste, Riccardo
Corazzi, 0.15, 2009, Italy
15
18.30 CONTEST: SPELEOCLIPS SALA “I VECCHI MAGAZZINI”
- Buco degli Uomini Liberi

SABATO 30 OTTOBRE
Internazionale, Luigi Russo, 0.03, 2010, Italy
- Canale di (S)volta?
GSB-USB, Stefano Cattabriga - GSB USB, 0.03, 2010, Italy
- Coae de Luxe
Riccardo Dall'Acqua, 0.03, 2010, Italy
- Culiembro 2010
Cave Diving Club Bristol Exploration Club, Chris Jewell, 0.03,
2010, England
- Disco
Caving Club of Novo Mesto, Klemen Mihalic, 0.03, 2010, Slovenia
- Dove nessuno è stato mai
GS Paletnologico G. Chierici, Lorenzo Bassi, 0.03, 2010, Italy
- E buio sia
SpeleOR, Sirio Sechi, 0.03, 2010, Italy
- Il kit del perfetto speleologo
Stefano AKI Scala, 0.03, 2010, Italy
- Le comiche ovvero grottisti si nasce
Club Alpinistico Triestino, Lino Monaco, 0.03, 2010, Italy
- Memorie nascoste
Gabriela Pani, 0.03, 2010, Italy
- Sa conchedda de Gana 'e Gortoe
Riccardo De Luca, 0.03, 2010, Italy
- Speleologi e speleologia
Speleo Club Garfagnana, Simona Marioti, 0.03, 2010, Italy
- S-Women
Estíbaliz Orella Campo, 0.03, 2010, Spagna
- The water we'll drink
Gruppo speleologi CAI Malo, Sandro Sedran, 0.03, 2010, Italy
- Verna
Felix Ugarte Elkartea, Sergio Laburu, 0.03, 2010, Euskadi, Espana

16
19.00 BRINDISI PROFONDO EROICO TEATRO SENIO
- Brindisi Profondamente Eroico: degustazione di vini
SABATO 30 OTTOBRE

prodotti in area carsica


Deep heroic wines: tasting wines produced in karst areas
CERVIM, 0.30
21.00 UVE CARSICHE TEATRO SENIO
- Profondamente Eroico: premiazione del vino prodotto in
aree carsiche
prizegiving Karts Wine Contest: the winners!

21.30 C’ERA UNA VOLTA IL CIN TEATRO SENIO


- Mani come badili
Tono de Vivo, Enzo Procopio, 1.10, 2010, Italy

Son passati oltre cinque


anni da quando il Cin, all’-
anagrafe Francesco Dal
Cin, se ne è andato. Lo
salutammo in uno stadio
del rugby gremito di gen-
te, di rugbisti di quattro
generazioni, di speleologi
di ogni parte d’Italia, di
centinaia di amici.
Fu un rito laico e fuori dagli schemi tra canti, poesia, lacrime e
bottiglie di vino per salutare un uomo libero, che ha lasciato un se-
gno indelebile nel mondo del rugby e della speleologia, i grandi
amori della sua vita. …

Tono De Vivo, Enzo Procopio


17
9.00 AIC ASSEMBLEA SCUOLA SALA CONSIGLIO / HOTEL DE VILLE

DOMENICA 31 OTTOBRE
- Associazione Italiana Canyoning -
Assemblea scuola nazionale canyoning
AIC, 3.00
9.30 CAVE DIVING I SALA “I VECCHI MAGAZZINI”
- Sorgente Tufere 2010 / Tufere 2010 spring
Gruppo Grotte Milano, Luca Pedrali, Davide Corengia, 0.08,
2010, Italy
- Nel regno dei Guriuts
Guriuts kingdom
Club Alpinistico Triestino, Vari - Lino Monaco, 0.18, 2010, Italy
- Expedition Vuvu 2010
Spedizione Vuvu 2010
Expedition 2010 team, Jean-Paul Sounier, 0.10, 2010
9.30 DIDATTICA PER BAMBINI SALA AGORÀ
- Maddiren abentura
Le avventure di Maddi - Maddi adventures
Felix Ugarte Elkartea, Txomin Ugalde, Giorgio Studer, 0.38, 2008,
Euskadi, Espana
- Mendien misterioak
Montagne misteriose - Mysterious mountains
Felix Ugarte Elkartea, Txomin Ugalde, Aitziber Alonso, Giorgio
Studer, 0.11, 2009, Euskadi, Espana
9.30 EUROPEAN CAVE DAY FSE ROOM / HOTEL DE VILLE
- Présentation de la European Cave Day (Journée
Européenne Spéléo) & participation FSE au Conseil de
l'Europe
ECPC Meeting/Presentation of the European Cave Day
2011 & participation of the FSE at the Council of Europe
European Speleological Federation, 2.00
9.30 WORLD REPORTAGE TEATRO SENIO
- Tepuy
Pavol Barabáš, 1.01, 2007, Slovakia
- Tepuy 2010
La Venta, Vittorio Crobu, 0.15, 2010, Italy

18
- Big Caves and Abysses of the Mediterranean
DOMENICA 31 OTTOBRE

Mediterraneo: grandi grotte ed abissi


Flash Black Corb Fotografia I Exploraciòn Subterranea. Barcelona,
Victor Ferrer Rico, 0.49, Spain
- La Grotta Monterin (Libia) continua!
Exploring Monterin cave in Lybia
Fennec Desert Team - CGEB SAG Trieste, Barbara Grillo, Alberto
Casagrande, 0.15, 2010, Italy
- Il contrario del sole
Versante Sud, Carlos Solito, 0.30, 2010, Italy
10.00 LABORATORIO DI SCRITTURA II LABORATORIO EX-CONVENTO
- Laboratorio di scrittura
Cristiano Cavina, 1.30
10.30 GYPSUM SALA AGORÀ
- Persi tra i gessi
Lost in gypsum
Scuola di Riolo Terme, 1.00, Italy
- Re' d'stera 'e re' base' - Rio Stella e Rio Basino
Federazione Speleologica Regione Emilia-Romagna, Marco Bonomi
- FSRER, 0.15, 2009, Italy
- Operazione Stella Basino
Stella Basino cave operation - a collective complex
esploration
FSRER, Piero Lucci, 0.30, Italy
- Nuove ipotesi sull'origine dei gessi e del sale messiniani
nel Mediterraneo: implicazioni per i fenomeni carsici
New hypothesis on the origin of the Messinian gypsum
and halite in the Mediterranean: implications for the karst
phenomena
Stefano Lugli, 0.45, Italy

19
10.30 MISCELLANEA DI SCIENZE II SALA “I VECCHI MAGAZZINI”

DOMENICA 31 OTTOBRE
- Adattamento allo stress e funzione simbolica-onirica a
6000 m
Adaptation to stress and symbolic dream-like functions at
6000 m
Akakor Geografical Explorer, Dott.ssa Broccolini Oriana Loreta,
0.20, 2010, Italy
- Ritrovamenti di un mondo antico
Finding an ancient world
Speleo Club Roma, Luca Cavallari - Silvia Mogliazza, 0.13, 2010,
Italy
- La Vita e il Buio
Life in the darks, a biospeleologic view
Progetto Sebino, Livio Palamidese - Progetto Sebino, 0.20, 2010,
Italy
- Au rithme du chaveu souris
At bats rithme
Tanguy Stoecklé, 0.30, 2007, Francia
14.00 CONTEST: SPELEOCLIPS & SALA “I VECCHI MAGAZZINI”
- Buco degli Uomini Liberi
internazionale, Luigi Russo, 0.03, 2010, Italy
- Canale di (S)volta?
GSB-USB, Stefano Cattabriga - GSB USB, 0.03, 2010, Italy
- Coae de Luxe
Riccardo Dall'Acqua, 0.03, 2010, Italy
- Culiembro 2010
Cave Diving Club Bristol Exploration Club, Chris Jewell, 0.03, 2010, England
- Disco
Caving Club of Novo Mesto, Klemen Mihalic, 0.03, 2010, Slovenia
- Dove nessuno è stato mai
G. S. Paletnologico G. Chierici, Lorenzo Bassi, 0.03, 2010, Italy
- E buio sia
SpeleOR, Sirio Sechi, 0.03, 2010, Italy
- Il kit del perfetto speleologo
Stefano AKI Scala, 0.03, 2010, Italy

20
- Le comiche ovvero grottisti si nasce
DOMENICA 31 OTTOBRE

Club Alpinistico Triestino, Lino Monaco, 0.03, 2010, Italy


- Memorie nascoste
Gabriela Pani, 0.03, 2010, Italy
- Sa conchedda de Gana 'e Gortoe
Riccardo De Luca, 0.03, 2010, Italy
- Speleologi e speleologia
Speleo Club Garfagnana, Simona Marioti, 0.03, 2010, Italy
- S-Women
Estíbaliz Orella Campo, 0.03, 2010, Spagna
- The water we'll drink
Gruppo speleologi CAI Malo, Sandro Sedran, 0.03, 2010, Italy
- Verna
Felix Ugarte Elkartea, Sergio Laburu, 0.03, 2010, Euskadi ,Spagna
- Incontro con gli autori del EuroImage'In SpeleoClips
Contest
Casola2010, 0.03
14.30 EXPLORING THE APUAN ALPS TEATRO SENIO
- La Condotta - cronaca delle esplorazioni dal 2006 al 2007
GSB-USB, Gianluca Brozzi, 0.28, 2009, Italy
- Satanachia - Alpi Apuane - Italia
News from Apuan Alps - Italia : Satanachia
Gruppo Speleologico Lucchese, 0.40, Italy
- Le vene dei monti
Italy - Apuan Alps, Carcaraia Valley mysteries
Federazione Speleologica Toscana, Andrea Gobetti e Tommaso
Biondi, 0.35, 2010, Italy
14.30 OPERAZIONE STELLA-BASINO EX-SCUOLA MEDIA
- Il progetto Stella-Basino. Studio multidisciplinare di un
Sistema Carsico della Vena del Gesso Romagnola.
Piero LUCCI, Paolo FORTI, Massimiliano COSTA, Massimo
ERCOLANI, 1.00

21
14.30 SARDEGNA SALA AGORÀ

DOMENICA 31 OTTOBRE
- A piedi nudi sotto Serra Pirisi
On barefoot under Serra pirisi
Unione Speleologica Cagliaritana, Unione Speleologica
Cagliaritana, 0.30, 2010, Italy
- Obiettivo meno 500. Esplorazioni al collettore. Sardegna
Target 500 depth, news from Sardegna, Istettai cave
Associazione Speleologica Progetto Supramonte, Vittorio Crobu,
0.06, 2009, Italy
- Supramontes 2010, international caving camp
Il campo internazionale Supramontes 2010 - Sardegna
Associazione Speleologica Progetto Supramonte -Gasau, Vittorio
Crobu, 0.15, 2010, Italy
15.30 I CAMPI SALA AGORÀ
- Supramontes 2010: vademecum per l'organizzazione di
un campo internazionale
Supramontes 2010: vademecum and organization of an
internazional caving camp
Jo de Waele, 0.20, 2010
- Speleomatese, un progetto condiviso
Speleomatese, a shared project
Collettivo Speleomatese, Collettivo Speleomatese, 0.45, 2010, Italy
15.30 LABORATORIO TEATRALE SUL TEATRINO PARROCCHIALE
- Vuoto per ragazzi
- Sotto Vuoto
Sara Moretti, Simone Peretti, 3.00
15.30 PROGETTO LIFE EX-SCUOLA MEDIA
- Il progetto GYPSUM – LIFE, Natura e Biodiversità: la tutela
e la conservazione delle aree gessose dell’Emilia-Romagna
David BIANCO, Andrea NOFERINI, Jo DE WAELE, Massimo
ERCOLANI, Eugenio FUSIGNANI, 2.00

22
16.30 FRONTIERE E INCONTRI TEATRO SENIO
DOMENICA 31 OTTOBRE

- Un sogno oltre
A realized dream
Speleo Club Orobico, Giovanni Merisio, Francesco Merisio,
Maurizio Calise, Marzia Rossi, 0.45, 2009, Italy
- Ciel et terre
Cielo e terra
Philippe Crochet, 0.10
- Erreur de jeunesse - Errore di gioventù
Mistake of the youth age
Philippe Crochet, 0.10
- Etoile de l'ombre - Stella dell'ombra
Shadow Star
Philippe Crochet, 0.03
- Il ritorno delle esplorazioni in W Le Donne e Orione
"W Le Donne and Orione" exploration, Grigna Mountains
- Northern Italy
InGrigna!, Davide Corengia, Andrea Maconi, Giorgio Pannuzzo,
Alessandro Rinaldi, 0.28, 2010, Italy
16.30 ICE CAVES SALA AGORÀ
- Vertigo - Ice cave Project
La Venta, Alessandro Beltrame, 0.04, 2010, Italy
- Macro Experience - Ice cave Project
La Venta, Alessandro Beltrame, 0.01, 2010, Italy
- Blue Experience - Ice cave Project
Blue Experience - progetto grotte di ghiaccio
La Venta, Alessandro Beltrame, 0.05, 2010, Italy
- Progetto "Speleologia Glaciale"
Ice Caving Project
Gruppo Grotte Saronno, Andrea Ferrario, 0.15, 2010, Italy
- Lo strano caso del ghiacciaio Perito Moreno e del suo
compagno Ameghino : speleologia glaciale in Patagonia
La Venta, Leonardo Piccini, 0.30, 2010, Italy
- Ghiacci d'Antartide
Giovanni Badino, 0.30

23
16.30 MISCELLANEA DI SCIENZE III SALA “I VECCHI MAGAZZINI”

DOMENICA 31 OTTOBRE
- Sedimenti di grotta e speleogenesi nella Grotta di
Mugnano (Siena)
Clastic sediments and implication in speleogenesis of the
Mugnano Cave (Siena area)
Ivan Martini, Dipartimento di Scienze della Terra, Università di
Siena, 0.20, Italy
17.30 GEOGRAFI E CATASTO SALA “I VECCHI MAGAZZINI”
- WISH: Il portale del catasto delle grotte d'italia:
metodologie ed approfondimenti.
Umberto Del Vecchio, 0.30
- THERION: Il software per il rilievo topografico di cavità
naturali.
Marco Corvi, 1.00
18.00 CAVE DIVE II SALA AGORÀ
- Immersioni nel vuoto
Luigi Casati, 0.40
21.30 INCONTRI TEATRO SENIO
- Hors du temp
Florence Tran, 0.52, 2006, Francia
- Incontro con Michel Siffre
Michele Siffre, 0.30

Il progetto WISH (Web Information System Hyperlink), nato dalla col-


laborazione tra la Società Speleologica Italiana e diverse Federazioni
Speleologiche Regionali, si prefigge l’obiettivo di rendere il Catasto
delle Grotte d’Italia fruibile e consultabile sul web alla comunità spele-
ologica e a tutti coloro fossero interessati. Il WISH fornisce, in modo
semplice ed agevole, un quadro d’insieme a livello nazionale, riman-
dando ai siti dei Catasti Regionali per i dati di dettaglio. È stato quindi
strutturato come portale, ossia porta di ingresso ai Catasti di ciascuna
regione. Esso si basa su sistemi informatici che integrano le potenziali-
tà dei database geografici e dei sistemi informativi territoriali (GIS)
con quelle del web. (Gruppo di lavoro WISH)
24
22.30 CONTEST: PRIZING / TEATRO SENIO
DOMENICA 31 OTTOBRE

- Buco degli Uomini Liberi


internazionale, Luigi Russo, 0.03, 2010, Italy
- Canale di (S)volta?
GSB-USB, Stefano Cattabriga - GSB USB, 0.03, 2010, Italy
- Coae de Luxe
Riccardo Dall'Acqua, 0.03, 2010, Italy
- Culiembro 2010
Cave Diving Club Bristol Exploration Club, Chris Jewell, 0.03, 2010, England
- Disco
Caving Club of Novo Mesto, Klemen Mihalic, 0.03, 2010, Slovenia
- Dove nessuno è stato mai
G. S. Paletnologico G. Chierici, Lorenzo Bassi, 0.03, 2010, Italy
- E buio sia
SpeleOR, Sirio Sechi, 0.03, 2010, Italy
- Il kit del perfetto speleologo
Stefano AKI Scala, 0.03, 2010, Italy
- Le comiche ovvero grottisti si nasce
Club Alpinistico Triestino, Lino Monaco, 0.03, 2010, Italy
- Memorie nascoste
Gabriela Pani, 0.03, 2010, Italy
- Sa conchedda de Gana 'e Gortoe
Riccardo De Luca, 0.03, 2010, Italy
- Speleologi e speleologia
Speleo Club Garfagnana, Simona Marioti, 0.03, 2010, Italy
- S-Women
Estíbaliz Orella Campo, 0.03, 2010, Spagna
- The water we'll drink
Gruppo speleologi CAI Malo, Sandro Sedran, 0.03, 2010, Italy
- Verna
Felix Ugarte Elkartea, Sergio Laburu, 0.03, 2010, Euskadi ,Spagna
A seguire
- PREMIAZIONE CONTEST EUROSPELEO IMAGE'IN TEATRO SENIO
Prizegiving EuroSpeleoImage'In Contest: the winners!
Casola2010, FSE, 0.30
25
Sabato 30 ottobre 2010, ore 9.30, Teatro Senio

PARCHI CARSICI E SPELEOLOGIA

CONVEGNI
ESPLORAZIONE, VALORIZZAZIONE E TUTELA
DEGLI AMBIENTI IPOGEI
PROGRAMMA
Chairman: Massimiliano Costa, Direttore Parco Regionale della
Vena del Gesso romagnola
9.30 SALUTI DELLE AUTORITÀ
Nicola Iseppi, Sindaco di Casola Valsenio
Eugenio Fusignani, Ass.re ai Parchi della Prov. di Ravenna e
Pres. Parco regionale della Vena del Gesso romagnola
Sabrina Freda, Ass.re all’ambiente della Regione Emilia-Romagna
9.45 INTRODUZIONE E INQUADRAMENTO GENERALE
Massimiliano Costa,
Direttore Parco Regionale della Vena del Gesso romagnola
10.00 INQUADRAMENTO SUI PARCHI CARSICI ITALIANI
QUALI E QUANTI
Valter Zago , Consigliere Federparchi
10.15 PARCO DEI GESSI BOLOGNESI E PARCO DELLA VENA DEL GES-
SO ROMAGNOLA. IL PROGETTO LIFE GYPSUM. IL CONCETTO DI
TUTELA NEL PROGETTO LIFE
David Bianco, Biologo,
Parco dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell'Abbadessa
10.30 MICROCLIMA IPOGEO E FREQUENTAZIONE SPELEOLOGICA:
QUALI EFFETTI?
Vanja Debevec, Head of Department for
Research and Development. Park Škocjanske jame, Slovenija
10.45 Coffee break

26
11.00 TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ E FRUIZIONE SPELEOLOGICA
NEL PARCO NATURALE REGIONALE GOLA DELLA ROSSA E DI
FRASASSI
Jacopo Angelini, Vicepresidente Comitato tecnico scientifico
CONVEGNI

Parco naturale regionale della Gola della Rossa e Frasassi


11.15 BIODIVERSITÀ E TUTELA DEI PARCHI CARSICI.
IL RUOLO DEL VOLONTARIATO
Nicola Corona, Legambiente,
Coordinatore Ufficio aree protette e biodiversità
11.30 L'ETICA E LE REGOLE DELLA SPELEOLOGIA
Giampietro Marchesi, Presidente Società Speleologica Italiana
11.45 LA DIDATTICA SPELEOLOGICA CAI PER LA TUTELA E LA FRUI-
ZIONE DI PARCHI E AREE CARSICHE
Edoardo Raschellà,
Presidente Commissione Centrale Speleologia del CAI.
12.00 PROPOSTA DI REALIZZAZIONE DI
UNA “CHARTA” PARCHI E SPELEOLOGIA
12.20 DIBATTITO
13.00 CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
Enzo Valbonesi,
Responsabile Servizio Parchi della Regione Emilia-Romagna

La ricchezza e la diversità di un parco carsico (di una riserva, di un’-


area protetta con presenza di grotte), sono date, anche, dalla pre-
senza di cavità naturali nel territorio di pertinenza. La conoscenza
degli ambienti ipogei è resa possibile dagli speleologi che ricercano,
esplorano, riportano dati e informazioni. Il vuoto conosciuto serve a
ricostruire percorsi di acque, a monitorare variazioni climatiche, stu-
diare reperti e speleotemi, a segnalare inquinamenti antropici, a sug-
gerire soluzioni di tutela. Ma la frequentazione delle cavità può in-
frangere ecosistemi particolarmente fragili, all’interno o in aree limi-
trofe. Esiste un equilibrio possibile tra esplorazione e salvaguardia del
carsismo? L’obbiettivo è focalizzare, per dirimerli, i possibili nodi di
conflitto tra la frequentazione necessaria e il rigore della tutela.

27
Sabato 30 ottobre 2010, ore 16.00, Teatro Senio

GEOGRAFI DEL VUOTO


RAPPRESENTAZIONI DEL MONDO SOTTERRANEO

CONVEGNI
Nell’immaginario collettivo lo speleologo percorre spazi bui, scono-
sciuti, lontani e scollegati dal quotidiano del mondo esterno, un limbo
del quale poco si conosce e poco c’è da dire.
Noi sappiamo invece che il mondo ipogeo non solo è ricco e complesso
ma è parte integrante della montagna e del suo territorio.
Lo speleologo illumina e percorre spazi che rappresentano la parte
vuota del globo e un mondo che va descritto, documentato e racconta-
to, ma prima di tutto va esplorato. Lo speleologo è alla continua ricer-
ca di spazi nuovi da percorrere per conoscere meglio la geografia in-
terna della montagna e il suo territorio, la sua acqua, la sua aria, la
fauna e la flora; studia l’ambiente esterno e si relaziona con chi ci vive.
Lo speleologo è di fatto un geografo del vuoto della montagna.
Per la documentazione del mondo ipogeo spesso si intendono il rilievo
topografico e il posizionamento cartografico, che trattano ciò che cir-
conda il vuoto e lo racchiude, gli articoli sulle riviste o sul bollettino, le
immagini e – oggi – i filmati che trattano il resoconto esplorativo e la
descrizione delle distanze e delle profondità. Non di rado si considera
come compiuta una conoscenza sempre parziale, soggetta ad evolu-
zioni, suscettibile di radicali modificazioni.
E’ possibile un codice comune con la geografia classica?
E’ questo il contributo che speleologo può dare alla più ampia cono-
scenza del mondo e del territorio? Qual’è la responsabilità dello spele-
ologo nella rappresentazione soggettiva del mondo sotterraneo?
Il convegno mira ad una maggiore consapevolezza di potenzialità e
limiti della geografia ipogea e, per quanto possibile, a definirne la
specificità.

28
PROGRAMMA

Conduce: Alberto Gedda, Giornalista TGR MONTAGNE, RAI 2


CONVEGNI

Introduzione e presentazione convegno


Alberto Gedda, giornalista TGR Montagne, RAI 2
Geografia dei sistemi carsici complessi
Jo de Waele, docente scienze della Terra, Università di Bologna
Rappresentazione fisica del vuoto ipogeo
Giovanni Badino, docente Università di Torino
Immergersi nel vuoto ipogeo
Luigi Casati, esploratore speleosubacqueo
L'importanza della divulgazione speleologica: l’intuizione di Lui-
gi Vittorio Bertarelli, speleologo e fondatore del Touring.
Franco Iseppi, Presidente Touring Club Italiano
WISH: il portale del catasto delle grotte d'Italia
Umberto del Vecchio, curatore tecnico del progetto
Documentazione e rappresentazione del mondo sotterraneo: gli
speleologi sono davvero geografi?
Giampietro Marchesi, Presidente Società Speleologica Italiana
Vuoto, cartografia, geografia
Franco Farinelli, Ordinario di Geografia presso l’Università di Bologna
Il CAI e la divulgazione della speleologia: didattica e la salva-
guardia degli ambienti ipogei
Umberto Martini, Presidente generale Club Alpino Italiano
Impressioni e note a margine del dibattito
On. Erminio Quartiani, Presidente Gruppo Amici della Montagna del
Parlamento italiano

29
Casola è II° EuroSpeleo Image'In Film Festival!

Euro Speleo Image’In


Il primo EuroSpeleo Image'In Film Festival si è tenuto a Lans in Vercors
nel 2008, durante il quarto Congresso Speleologico Europeo.
Il Festival di Casola, incentrato sul tema “Geografi del Vuoto”, è diviso
in due parti. Una rassegna video internazionale e un Contest innovativo
e sperimentale.
La rassegna video presenterà opere di particolare rilievo per valore di
narrazione, ricerca di linguaggio, qualità di realizzazione. La rassegna
è un omaggio al lavoro di autori ed equipe. Le opere non sono in con-
corso.
Concorso per “corti” underground
Il Concorso riguarda Videoclips da 30” a 180” ideali per una comuni-
cazione veloce ed incisiva, mirata a social network quali You Tube. So-
no state ammesse al concorso 15 opere di autori che si sono esercitati
sul reportage, la didattica e la fiction. Lavori diversi come qualità e
impatto, ma capaci di incuriosire, affascinare e avvicinare alla cono-
scenza delle grotte anche un pubblico giovane.
Le opere sono state inserite in un apposito spazio Casola 2010 su YouTube,
con numerosissime visualizzazioni.
http://www.youtube.com/user/CASOLA2010

Euro Speleo Project 2010

30
Sguardi sul vuoto
A special glance to underground void
Euro Speleo Image’In

La rassegna suggerisce nuovi modi di documentare il vuoto sotter-


raneo e i paesaggi carsici.

Tra i Film che saranno presenti ricordiamo:

TEPUY
di Pavol Barabas (Gran Premio della Giuria al 4° Congresso speleolo-
gico europeo in Vercors. Riprese realizzate in Venezuela, condizioni
speditive estreme).

HORS DU TEMPS
(film con Michel Siffre) di Florence Tran. Sulle esperienze in isolamento
ipogeo di Michel Siffre, il primo “speleonauta”, che sarà presente alla
proiezione.

AU RYTHME DE CHAVEU-SOURIS
di Tanguy Stockle. Un affascinante documentario sul mondo dei chirot-
teri. Commovente ed esilarante, una testimonianza preziosa per la sal-
vaguardia di questa straordinaria specie.

PERDEBALLA
di Riccardo de Luca- Premio del pubblico in Vercors. Una grotta di re-
centissima esplorazione, un regista esordiente, una grande efficacia di
comunicazione.

LE MYSTÈRE DE LA BALEINE
di Luc-Henry Fage,sulla Patagonia. Fage è tra i più apprezzati cineasti
francesi, già direttore del Festival Internazionale de La Chapelle
in Vercors.

GLACIONAUTE
Film belga del 1996, di assoluto interesse poiché è una potente docu-
mentazione di esplorazione in grotta glaciale.

31
Speleoclips Contest
Il Concorso riguarda Videoclips da 30 a 180 secondi ideali per una

Euro Speleo Image’In


comunicazione veloce ed incisiva, mirata a social network quali You
Tube. Opere capaci di incuriosire, affascinare e avvicinare anche un
pubblico giovane.

The Contest is concerning Speleo Video Clips (from 30” to 180”),


right media for a fast and actractive communication on social network
such as You Tube. Videos that can reach and fascinate young people
too.

Le Concours concern Videoclips d’une durée entre 30" et 180" idéaux


pour une communication rapide et incisive, visée aux social network tel
YouTube. Œuvres capables d’intriguer, fasciner et approcher aussi un
public jeune.

Photostories Contest
Fotostorie di max 5 foto stampate (20x30) che raccontano l’abstract
di esplorazioni, reportage, accadimenti speleo.

Photostories, max five printed photos (20x30 cm) telling about explo-
rations, caving reportage, speleo events.

Photo-histoires, mini expositions avec un maximun de 5 photos impri-


mées (20x30) qui résument explorations et reportages

Photostories competitor

La leze
Sergio Laburu, 2010, San Sebastian, Euskadi, Spagna

32
Speleoclips competitors Euro Speleo
Project 2010
Euro Speleo Image’In

Buco degli Uomini Liberi


internazionale, Luigi Russo, 0.03, 2010, Italy
Canale di (S)volta?
GSB-USB, Stefano Cattabriga - GSB USB, 0.03, 2010, Italy
Coae de Luxe
Riccardo Dall'Acqua, 0.03, 2010, Italy
Culiembro 2010
Cave Diving Club Bristol Exploration Club, Chris Jewell, 0.03,
2010, England sponsored by

Disco
Caving Club of Novo Mesto, Klemen Mihalic, 0.03, 2010,
Slovenia
Dove nessuno è stato mai
Gruppo Speleo Paletnologico G. Chierici,
Lorenzo Bassi, 0.03, 2010, Italy
E buio sia
SpeleOR, Sirio Sechi, 0.03, 2010, Italy
Il kit del perfetto speleologo
Stefano AKI Scala, 0.03, 2010, Italy
Le comiche ovvero grottisti si nasce
Club Alpinistico Triestino, Lino Monaco, 0.03, 2010, Italy
Memorie nascoste kindly
supported by
Gabriela Pani, 0.03, 2010, Italy
Sa conchedda de Gana 'e Gortoe
Riccardo de luca, 0.03, 2010, Italy
Speleologi e speleologia
Speleo Club Garfagnana, Simona Marioti, 0.03, 2010, Italy
S-Women
Estíbaliz Orella Campo, 0.03, 2010, Spagna
The water we'll drink
Gruppo speleologi CAI Malo, Sandro Sedran, 0.03, 2010, Italy
Verna
Felix Ugarte Elkartea, Sergio Laburu, 0.03, 2010, Euskadi, Spagna

33
60° della Costituzione della
Società Speleologica Italiana
La storia raccontata dai protagonisti

SSI
Venerdì 29 alle 21,30 Sala Agorà

....Il 25 giugno del 1950 trentatre speleologi, in rappresentanza dei


gruppi grotte di diverse regioni d’Italia convennero al Museo Civico
di Storia Naturale di Verona. Mario Pavan avanzò la proposta di
raggruppare gli speleologi italiani in una Società. La proposta e lo
Statuto presentato furono discussi e alla fine l'Assemblea votò all'u-
nanimità la costituzione della Società Speleologica Italiana.
Prendeva così corpo l’intuizione di quattro studenti che a Bologna,
nel 1903 avevano idealmente fondato una Società Speleologica con
ambizione di essere nazionale.
Corrado Allegretti, socio fondatore della SSI ricordava che “La So-
cietà Speleologica Italiana non è solamente stata caldeggiata; è
stata voluta. La sua costituzione è stata la schietta espressione dei
desideri degli speleologi (....) che intendevano costruire un proprio
organismo, inteso a rappresentare direttamente, diffondere, armo-
nizzare, far progredire (...) il culto e gli studi riguardanti la Speleo-
logia, incrementandone le attività e potenziandone gli sviluppi.
In tutto questo c'è molta attualità e si ritrovano pensieri, motivazioni,
obiettivi di chi ci ha preceduto. Anche con emozione, mi è sembrato
giusto citare questi passi, perché tratteggiano molto bene le inten-
zioni che hanno fatto nascere la SSI: essere strumento per le realtà
speleologiche esistenti...

34
APPUNTAMENTI
Venerdì 29, ore 16.00, “Sala Azzurra”
Inaugurazione della mostra
SOCIETÀ SPELEOLOGIA ITALIANA
SSI

IMMAGINI E MATERIALI DI UNA STORIA


Venerdì 29, ore 17.00, Sala “I Vecchi Magazzini”
ASSEMBLEA ANNUALE DEI SOCI
Sabato 30, ore 9,30—12.00, Teatrino Parrocchiale
RIUNIONE DELLA COMMISSIONE NAZIONALE
SCUOLE DI SPELEOLOGIA
Sabato 30, ore 16.00—17.00, Sala ex-convento
RIUNIONE DELLA COMMISSIONE
RELAZIONI INTERNAZIONALI
domenica 31 ottobre, ore 9.30—11.00, Ex scuola media
c/o Laboratorio del Catasto
COMMISSIONE NAZIONALE CATASTO

35
EMILIA-ROMAGNA:
LA FEDERAZIONE SPELEOLOGICA,
I PARCHI E LA REGIONE
INSIEME PER LO STUDIO, LA DIVULGAZIONE
E LA TUTELA DEGLI AMBIENTI CARSICI

FSRER
Sabato 30 Ottobre, ore 14, 30 Sala “I Vecchi Magazzini”

I GEOSITI CARSICI E IL WEB GIS DELLE CAVITÀ NATURALI


DELL’EMILIA-ROMAGNA

Intervengono:
Paola GAZZOLO – Assessore regionale sicurezza territoriale, difesa
del suolo e della costa, protezione civile.
Antonio ROSSI - Dipartimento di Scienze della Terra, Università de-
gli Studi di Modena e Reggio Emilia
Alberto MARTINI – Geologo, referente per l’informatizzazione della
cartografia geologica dell’Appennino e della banca dati archeologica
William FORMELLA – Responsabile catasto Federazione Speleologi-
ca Regionale dell’Emilia-Romagna.
Paolo FORTI – Istituto Italiano di Speleologia, Università di Bologna
Gian Battista VAI - Museo Geologico Giovanni Capellini, Bologna
Stefano MARABINI - Geologo
Presiede:
Raffaele PIGNONE – Responsabile Servizio Geologico Sismico e dei
Suoli della Regione Emilia-Romagna
Conclude:
Massimo ERCOLANI – Presidente Federazione Speleologica Regio-
nale dell’Emilia-Romagna.

36
Domenica 31 Ottobre, ore 14,30 ex Scuole Medie
IL PROGETTO STELLA-BASINO. STUDIO MULTIDISCIPLINARE DI
UN SISTEMA CARSICO DELLA VENA DEL GESSO ROMAGNOLA.
Presentazione del volume
FSRER

Intervengono:
Piero LUCCI - Federazione Speleologica Regionale
dell’Emilia-Romagna - Coordinatore Progetto Stella-Basino
Paolo FORTI – Istituto Italiano di Speleologia, Università di Bologna
Massimiliano COSTA – Direttore Parco Regionale Vena del Gesso
romagnola.
Presiede:
Massimo ERCOLANI – Presidente Federazione
Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna.

Domenica 31 Ottobre, ore 15,30 ex Scuole Medie


IL PROGETTO GYPSUM – LIFE, NATURA E BIODIVERSITÀ: LA TU-
TELA E LA CONSERVAZIONE DELLE AREE GESSOSE DELL’EMILIA-
ROMAGNA

Intervengono:
David BIANCO – Parco regionale gessi bolognesi e calanchi dell’Ab-
badessa
Andrea NOFERINI - Parco Regionale Vena del Gesso romagnola.
Jo DE WAELE - Istituto Italiano di Speleologia, Università di Bologna.
Presiede:
Massimo ERCOLANI – Presidente Federazione Speleologica Regio-
nale dell’Emilia-Romagna.
Conclude:
Eugenio FUSIGNANI – Presidente Parco Regionale Vena del Gesso
romagnola.

E’ presente presso la ex-Scuola media lo spazio della FSRER, che


ospita il Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, Il Parco
Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa e il Servi-
zio Geologico, Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-Romagna.

37
SABATO 30 OTTOBRE
Sala Agorà, pomeriggio ore 14:30 - 16:00

IL SOCCORSO RACCONTA
Novità dal soccorso speleo

CNSAS
Il momento dedicato al Soccorso Speleologico del CNSAS, ha come
obiettivo quello di comunicare al mondo degli speleologi (comprese le
branche specialistiche come la speleosubacquea) gli sforzi compiuti
dalla nostra struttura per conseguire tutti i dovuti miglioramenti delle
procedure operative di soccorso e mettere a disposizione di tutti le
esperienze acquisite nel settore.

38
In particolare sono da evidenziare importanti novità che segnano
indiscutibili passi in avanti riguardo l'evoluzione del CNSAS e
l'acquisizione di ulteriori capacità operative in risposta alle esigenze di
professionalità e sicurezza nelle operazioni, fra cui:
CNSAS

1) la nuova barella per il soccorso speleologico, progettata e


testata dalla Commissione Tecnica del CNSAS;
2) la predisposizione e stampa del Manuale di Soccorso
Speleosubacqueo -unico in Europa- realizzato a cura della Scuola
Nazionale Tecnici di Soccorso Speleosubacqueo ;
3) il nuovo Manuale della SNATSS (Scuola Nazionale Tecnici di
Soccorso Speleologico) che rappresenta un aggiornamento del
precedente;
4) la redazione di una cartella stampa del Soccorso Speleologico,
finalizzata ad una corretta e completa presentazione della struttura;
5) il sito web del Coordinamento Speleologico del CNSAS che mira
a fornire una comunicazione nuova ed efficace nel mondo della
rete globale:
6) l'acquisizione di una camera iperbarica mobile (trasportabile) da
utilizzare per le emergenze speleosubacquee;

39
40
I LUOGHI
I LUOGHI

41
LABORATORIO CATASTO E TERRITORIO
Ex Scuola Media

LABORATORI
Organizzato dalla Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-
Romagna, lo spazio è dedicato alle attività inerenti il Catasto, il
Rilievo e la conoscenza topografica delle grotte e della relativa
area carsica. Sarà allestita una esposizione su grotte e speleologi
nelle regioni d’Italia (a cura della commissione Nazionale Catasto
della SSI e delle Federazioni speleologiche regionali).

Domenica 31 ottobre, ore 9.00 - 11.00


RIUNIONE DELLA COMMISSIONE NAZIONALE CATASTO
DELLE CAVITÀ NATURALI

IL LABORATORIO DEL CATASTO.


A cura di William FORMELLA – Responsabile catasto
Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna.

Sabato 30 Ottobre, ore 16,30


INCONTRI CON I RESPONSABILI REGIONALI DEL CATASTO
raccolta documentazione sui progetti catasto regionali già
realizzati in Italia:
• nuove tecnologie di rilievo
• il punto sui vari programmi Visual Topo, Compass, Therion
• i sistemi GIS e Google Earth
• il documento UIS e le esperienze di altri paesi

Domenica 31 Ottobre, ore 9,00


RIUNIONE DELLA COMMISSIONE NAZIONALE
DEL CATASTO DELLE CAVITÀ NATURALI E PRESENTAZIONE
DELLO STATO DI AVANZAMENTO DEL PROGRAMMA WISH

Alla Sala “I Vecchi Magazzini”


Domenica 31 Ottobre, ore 16,30,
PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA DI ELABORAZIONE DEI
DATI E DEL DISEGNO PER I RILIEVI “THERION”
A cura di Marco Corvi
42
LABORATORIO DI SCRITTURA
Ex Convento di Piazza Oriani
LABORATORI

Sabato 30 e domenica 31dalle ore 10.00 alle ore 11.30

A grande richiesta, ritorna il Laboratorio di Scrittura condotto da


Cristiano Cavina.
Tra i protagonisti della nuova letteratura italiana, Cavina è stato
anche insegnante alla scuola Holden diretta da Alessandro Bariccco.
E’ un’opportunità per confrontarsi, concretamente, sullo scrivere. La
scrittura è racconto, è appunto di idee, è reportage, sceneggiatura.
Non si “impara” la scrittura in poche ore, ma si possono avere indi-
cazioni e intuizioni per cominciare a scrivere per “essere letti”.

43
SOTTO VUOTO
LABORATORIO TEATRALE SUL VUOTO
Sabato 30 ottobre, ore 15.30 - 18.30, Teatrino Parrocchiale

LABORATORI
Domenica 31 ottobre, ore 15.30 - 18.30, Teatrino Parrocchiale, per
ragazzi dai 13 ai 16 anni.

Laboratorio inteso come spazio sperimentale in cui vivere/percepire il


vuoto con l'ausilio di tecniche teatrali e corporee si indagherà sul vuoto
e sugli spazi che esso riempie. Non si parla di recitazione ma di un ap-
proccio corporeo, fisico alla dimensione vuoto; durante l’incontro si
proporranno nuovi punti di vista, si stimoleranno i sensi e si solleciterà
l’equilibrio.
Il vuoto non nella sua accezione negativa, non inteso come mancanza,
bensì come mezzo per propagare segnali, come spazio da vivere, co-
me passaggio tra la roccia, come un luogo, una situazione che, allo
stesso tempo, spaventa ed attrae.

Non sono richieste caratteristiche particolari ma soltanto la voglia di


mettersi in gioco.

Il laboratorio sarà condotto da Sara Moretti pedagogista teatrale e


da Simone Peretti educatore professionale ed operatore di piccolo
circo.

L’evento è organizzato dall'SSI ed è totalmente gratuito, rivolto ad


un massimo di 15 partecipanti.

L’appuntamento è sabato 30 ottobre a Casola Valsenio, 3 ore pomeri-


diane. Per chi è interessato in particolare all’equilibrismo, sarà possibi-
le approfondire il tema la domenica mattina.

44
LABORATORIO DI CARTA
per bimbi dai 3 ai 10 anni,
LABORATORI

a cura della Scuola Materna S. Dorotea


in collaborazione con il Parco dei Gessi Bolognesi
Un laboratorio di bricolage dove i bambini potranno giocare con la carta e
portarsi a casa un pipistrello fatto con le proprie mani.

Presso la Scuola Materna S. Dorotea, in Piazza Oriani

• Sabato 30 dalle 10.30 alle 12.30


• Sabato 30 dalle 15.30 alle 17.30
• Domenica 31 dalle 10.30 alle 12.30
• Domenica 31 dalle 15.30 alle 17.30

45
Percorsi tra spazi, tempi e immagini e grotte
dedicate ai più giovani.

PERCORSI JUNIOR
LABORATORIO DI CARTA
per bimbi dai 3 ai 10 anni,
a cura della Scuola Materna S. Dorotea e
in collaborazione con il Parco dei Gessi bolognesi
Sabato 30 dalle 10.30 alle 12.30 e alle 15.30 alle 17.30
Domenica 31 dalle 10.30 alle 12.30 e alle 15.30 alle 17.30

SOTTO VUOTO: LABORATORIO TEATRALE SUL VUOTO


Domenica 31 ottobre, ore 15.30 - 18.30,
Teatrino Parrocchiale, per ragazzi dai 13 ai 16 anni.

Video didattica e avventura, domenica 31 ottobre 2010


Sala Agorà
9.30 MADDIREN ABENTURA
Le avventure di Maddi - Maddi adventures
Felix Ugarte Elkartea, Txomin Ugalde,
Giorgio Studer, 0.38, 2008, Euskadi, Espana
MENDIEN MISTERIOAK
Montagne misteriose - Mysterious mountains
Felix Ugarte Elkartea, Txomin Ugalde, Aitziber Alonso,
Giorgio Studer, 0.11, 2009, Euskadi, Espana
10.30 PERSI TRA I GESSI.
LA SCUOLA TI DA UNA BUSSOLA
I bambini e gli insegnanti della scuola primaria
di Casola Valsenio

46
SPELAION
BELLEZZA E FRAGILITÀ DEL MONDO DELLE GROTTE
PERCORSI JUNIOR

Spazio Montefiori - Via Marconi

Ideazione: Unione Speleologica Pordenonese CAI


Realizzazione: Unione Speleologica Pordenonese CAI & Amici

La mostra nasce quale strumento di sensibilizzazione verso le proble-


matiche ecologiche che minacciano le grotte ed è frutto della collabo-
razione fra L’USP CAI, la Commissione Fotografica della Federazione
Speleologica Veneta e la Federazione Speleologica regionale del
FVG.

DAL TERRITORIO ALL’IMMAGINE


SCUOLA ELEMENTARE - Via Marconi
Disegni e fotografie realizzati dagli alunni dell’Istituto Comprensivo
“G. Pascoli” di Riolo Terme e Casola Valsenio nell’ambito del pro-
getto pluriennale di studio e ricerca “Un viaggio lungo oltre 5 milioni
di anni nella Vena del Gesso”

ESCURSIONE SPELEOFIABESCA
ALLA GROTTA DELLA TANACCIA

L’esplorazione della grotta in chiave fantastica


Per soli bimbi non accompagnati dai genitori
Età dai 5 ai 10 anni.

I genitori resteranno all’esterno nei pressi della grotta e potranno


seguire una illustrazione dei fenomeni carsici della vena del gesso.
Numero massimo 12 bimbi
Il casco e l’impianto di illuminazione è fornito dagli accompagnatori.
Necessario vestiario comodo e stivali.
A cura del GSPGC Reggio-Emilia

47
EX CONVENTO
Piazza Oriani

ESPOSIZIONI
EARTH’S OPEN HEART
A cura del Team La Salle
Mostra fotografica più installazioni 3D
La mostra nasce col patrocinio dell' EuroSpeleo Prject - Federation Spe-
leologique Europeenne e della Società Speleologica Italiana

In questa mostra un team internazionale di speleologi-fotografi espo-


ne cinquanta immagini riprese in 3D in varie grotte della Terra. Il ti-
tolo stesso: “Terra a cuore aperto” / “Earth’s open heart”, ci suggeri-
sce la finalità dell’esposizione: presentare quella parte fascinosa
della terra, a noi inaccessibile ed invisibile, mediante immagini non
solamente informative, ma anche coinvolgenti sul piano emozionale.
Il Team, nato ufficialmente nel giugno 2010, è composto da alcuni
dei più noti speleo-fotografi-3D a livello internazionale. Gran parte
di loro avevano già operato in comune e l'unirsi in un team è stata la
naturale conseguenza di un'esperienza sinergica che ha subito messo
in evidenza le sue potenzialità comunicative. La condivisione, la siner-
gia, lo scambio culturale e tecnico, la divulgazione al fine di sensibi-
lizzare l'opinione pubblica su una più attenta e rispettosa gestione
del patrimonio carsico e naturalistico in generale, sono i principi solidi
su cui si fonda questa collaborazione.
I membri del Team: Antonio Danieli, Nicola Tisato (Italia) Michel Ren-
dà, Daniel Chailloux, Jean Marie Chauvet (Francia) Gaspard Ma-
garinos, Andreas Schober (Germania) Esteban Ruben Grau Gonzales
(Cuba) Peter Gadei (Slovenia) Peter Bosted (USA)

48
KOABZULOAKO ARGAZKIAK
A cura di: Felix Ugarte Elkartea
Immagini di Sergio LABORU
ESPOSIZIONI

MINIMACRO
A cura del C.V.S.C. Bologna
Immagini di Giampaolo Zaniboni

DOUZE IMAGES
Dodici immagini speleologiche di un grande autore:
PHILIPPE CROCHET

Via Marconi,11 - Casola Valsenio


Tel. 054676185 – Fax. 054676428
Cell. 0335/5618824
email: capirossi.impianti@libero.it

49
SPAZIO MONTEFIORI - VIA MARCONI
SPELAION
BELLEZZA E FRAGILITÀ DEL MONDO DELLE GROTTE

ESPOSIZIONI
Ideazione: Unione Speleologica Pordenonese CAI
Realizzazione: Unione Speleologica Pordenonese CAI & Amici

La mostra nasce quale strumento di sensibilizzazione verso le


problematiche ecologiche che minacciano le grotte ed è frutto della
collaborazione fra L’USP CAI, la Commissione Fotografica della
Federazione Speleologica Veneta e la Federazione Speleologica
regionale del FVG.

SALA AZZURRA - MUNICIPIO DI CASOLA


60 ANNI DELLA SOCIETA’ SPELEOLOGICA ITALIANA
A cura della Società Speleologica Italiana

MAGAZZINO VESPIGNANI-PIAZZA ORIANI

50
IN THE HEART OF THE EARTH
a cura dell’Associazione Speleologica Genga San Vittore e del C.V.S.C. di
ESPOSIZIONI

Bologna.
BUCO CATTIVO
Il resoconto del lavoro fotografico che si sta effettuando in una
delle grotte più interessanti del Parco Gola della Rossa e Frasassi
(AN): il Buco Cattivo. Scopo del progetto è la pubblicazione di
un libro fotografico che vedrà la luce nel 2011.

ARDECHE 2010
Il risultato di una campagna fotografica effettuata in quattro
grotte del Gard. (Francia). Si spazia dalle foto panoramiche di
ampi saloni fino alla macrofotografia.

GROTTE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA


a cura della Federazione Speleologica Regionale del Friuli Venezia
Giulia

Via 1° Maggio, 12 - 48010 - Casola Valsenio (Ravenna)


Tel 0546.76066
51
EX SCUOLA MEDIA

GLI ANTICHI ACQUEDOTTI DI BOLOGNA

ESPOSIZIONI
A cura del Gruppo Speleologico Bolognese/Unione Speleologica Bolognese
Dopo più di 5 anni di intensa attività di ricerca ed esplorazione in situ,
il GSB-USB presenta al pubblico i risultati delle indagini condotte
sull'acquedotto romano di Bologna.

IL SISTEMA CARSICO STELLA-BASINO


A cura della Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-
Romagna
Il grande complesso carsico Stella-Basino è stato al centro di un
progetto pluriennale multidisciplinare, promosso dalla Federazione
Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna (FSRER) con il contributo
del Servizio Geologico Sismico e dei Suoli della Regione Emilia-
Romagna e del Parco Regionale della Vena del Gesso romagnola.
Sono stati realizzati studi e indagini che hanno affrontato, in maniera
sistematica e approfondita, i tanti motivi di interesse di un ambiente
carsico gessoso tra i più estesi e importanti dell’intero continente.

GROTTE E SORGENTI CARSICHE DI BOSNIA


A cura del Gruppo Speleologico Bolognese/Unione Speleologica Bolognese
Gruppo Grotte Novara – Speleo Dodo Sarajevo-Eko Viking Visoko

52
LA MINIERA PREISTORICA DI GROTTA DELLA MONACA A
SANT’AGATA D’ESARO
A cura del centro regionale di speleologia “Enzo de Medici” e
ESPOSIZIONI

del Gruppo Ricerca Speleo-Archeologica UNIBA


Grotta della Monaca è una cavità carsica situata nel settore nord-
occidentale della regione Calabria. Recenti ricerche speleo-
archeologiche hanno permesso di riconoscere al suo interno
straordinarie tracce di remote attività estrattive, dirette allo
sfruttamento di minerali di ferro e rame di cui la cavità è ricca. Le
coltivazioni minerarie, iniziate nel Paleolitico superiore (attorno a
20.000 anni fa), si sono intensificate nelle epoche preistoriche
successive protraendosi quindi fino ad età post-medievale. Le
indagini finora svolte, segnando un felice connubio tra pratica
speleologica e ricerca archeologica, illustrano le peculiarità di quella
che è attualmente considerata una tra le più antiche miniere
dell’intero bacino del Mediterraneo.

CARSISMO ALPINO IN SARDEGNA / IL GHIACCIAIO DI


ICHNUSSA: DUE ESEMPI DI PSEUDOCARSISMO NEL
SUPRAMONTE MERIDIONALE
A cura dell’Associazione Speleologica Progetto Supramonte-GSA
Sassari-GASA Urzulei-Istituto Italiano di Speleologia

Via Roma, 38 
Casola Valsenio (RA) 
Tel. 0546 73847 (R.a.) 

53
SCUOLA ELEMENTARE

DAL TERRITORIO ALL’IMMAGINE

ESPOSIZIONI
Disegni e fotografie realizzati dagli alunni dell’Istituto Comprensivo
“G. Pascoli” di Riolo Terme e Casola Valsenio nell’ambito del
progetto pluriennale di studio e ricerca “Un viaggio lungo oltre 5
milioni di anni nella Vena del Gesso”

Il progetto pluriennale di studio e di ricerca, avviato dall’Istituto


Comprensivo “G.Pascoli”di Riolo Terme e Casola Valsenio, coinvolge
tutti gli alunni delle scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria.
La finalità è quella di offrire un approccio accattivante e pragmatico
all’affascinante mondo della Vena del Gesso, a partire dalla sua
formazione geologica, toccandone via via gli aspetti più interessanti,
per conoscere l’ambiente e l’evoluzione del proprio territorio, dal
punto di vista geologico, paesaggistico, paleontologico, archeologico,
storico e antropologico.

APERTURA
STRAORDINARIA

DURANTE
CASOLA2010
LA PIZZERIA
“IL FARRO”
SARA’ APERTA AN-
CHE ALL’ORA
Via Roma, 76/A DI PRANZO
Tel. 0546 76007— 339 6659444
48010 Casola Valsenio

54
MOSTRA SCAMBIO DELL’ADESIVO SPELEOLOGICO
A cura del Centro Altamurano Ricerche Speleologiche
Adesivi di gruppi, spedizioni, vignette e attrezzature.
Nell’occasione sarà organizzato anche un tavolo di raccolta e scambio
ESPOSIZIONI

tra collezionisti.

50 ANNI DELLO SPELEO CLUB ROMA


A cura dello Speleo Club Roma
50 anni di storia dello Speleo Club Roma- Foto storiche, articoli, rilievi
etc. etc.

INTERVENTI DI PULIZIA NELLE GROTTE DEL MONTE BALDO


A cura del Gruppo Attività Speleologica Veronese

ADATTAMENTO ALLO STRESS E


FUNZIONE SIMBOLICA-ONIRICA A 6000 METRI
A cura dell’Akakor Geografical Explorer – Dott. Oriana Broccolini

L’AQUILA 2009
Mostra con materiale in videoproiezione presso il Distaccamento dei
Vigili del Fuoco Volontari di Casola Valsenio
A cura dei Vigili del Fuoco del Co-
mando Provinciale di Ravenna

Orari dalle 09.00 alle 12:00


dalle 14:00 alle 20:00

Verranno esposti nell'area antistante il distaccamento gli automezzi in uso ai


Volontari per il soccorso tecnico urgente e il mezzo Comby utilizzato dal grup-
po SAF vigili del fuoco permanenti di Faenza e Ravenna. Inoltre sarà presente
un camper sempre in servizio al Comando di Ravenna.

55
EX SCUOLA MEDIA
Via Roma
SOCIETÀ SPELEOLOGICA ITALIANA

ASSOCIAZIONI
ASSOCIAZIONE GEOGRAFICA “LA VENTA”

FÉDÉRATION SPÉLÉOLOGIQUE EUROPÉENNE

COMMISSIONE GROTTE E. BOEGAN


SAG TRIESTE
UNIVERSITA’ DI TRIESTE

BIBLIOTEQUE DE LA SOCIETE' SUISSE DE SPELEOLOGIE

CORPO NAZIONALE SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO

CENTRO REGIONALE DI SPELEOLOGIA “ENZO DE MEDICI”

SPELEO PROJECTS

GRUPPO GROTTE SARONNO

PARCO REGIONALE DELLA VENA DEL GESSO ROMAGNOLA

PARCO REGIONALE DEI GESSI BOLOGNESI


E CALANCHI DELL’ABBADESSA

FEDERAZIONE SPELEOLOGICA REGIONALE


DELL’EMILIA-ROMAGNA

REGIONE EMILIA-ROMAGNA, SERVIZIO GEOLOGICO, SISMICO E


DEI SUOLI

SOCIETA’ DI STUDI CARSICI AFLINDNER

GRUPPO GEO SPELEO VALLE DEL NOCE

56
COMMISSIONE CENTRALE PER LA SPELEOLOGIA DEL CAI

FEDERAZIONE SPELEOLOGICA TOSCANA


ASSOCIAZIONI

ASSOCIAZIONE GRUPPI SPELEOLOGICI PIEMONTESI

SPELEO CLUB OROBICO CAI BERGAMO

SCUOLA ELEMENTARE
Via Santa Martina
ASSOCIAZIONE GRUPPI SPELEOLOGICI PIEMONTESI

ASSOCIAZIONE ITALIANA CANYONING

CLUB ALPINISTICO TRIESTINO

PROGETTO SEBINO

57
ESCURSIONI NELLE GROTTE DEL PARCO DELLA
VENA DEL GESSO ROMAGNOLA

VISITE GUIDATE
A cura della
Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna

Presso lo stand della Federazione Speleologica Regionale dell’Emi-


lia-Romagna (ex Scuola media) sarà possibile avere tutte le infor-
mazioni in merito alle singole uscite: grotte, grado di difficoltà, tem-
pi e caratteristiche.

Le visite guidate richiedono apposita prenotazione/iscrizione

La prenotazione/iscrizione può essere effettuata presso la segrete-


ria con le seguenti modalità:
entro il giorno precedente per le uscite della mattinata
entro le ore 12 del giorno stesso per le uscite del pomeriggio

Nelle tabelle seguenti sono indicati le grotte, gli orari di partenza


da Casola Valsenio, con ritrovo mezz’ora prima di fronte alla Se-
greteria, e l’orario previsto per il rientro, con la consueta elasticità.

Salvo dove indicato le grotte sono già armate.


Le attrezzature personali ed il vestiario sono a carico dei parteci-
panti.

Le grotte si presentano in genere con presenza di fango e hanno u-


na temperatura di circa 11°C

Salvo dove è esplicitamente indicato, per i partecipanti alle escur-


sioni è obbligatoria una polizza assicurativa infortuni, che eventual-
mente potrà essere stipulata all’atto della iscrizione, tramite associa-
zione alla SSI.

58
GLI ORARI
VENERDÌ 29 OTTOBRE
VISITE GUIDATE

Ore 15.00 - Grotta Tanaccia - Rientro ore 19.00

SABATO 30 OTTOBRE
Ore 9.00 - Abisso Fantini - Rientro ore 15.00
Ore 9.00 - Inghiottitoio presso Ca’ Poggio ore 13.00
Ore 9.00 - Abisso di Ca’ Siepe ore 16.00
Ore 9.00 - Traversata Abisso Acquaviva - Grotta Rosa Saviotti
Rientro ore 16.00
Ore 9.00 - Grotta Tanaccia. Rientro ore 13.00
Ore 11.00 - Grotta Tanaccia. Rientro ore 15.00
Ore 13.30 - Inghiottitoio presso Ca’ Poggio ore 17.30
DOMENICA 31 OTTOBRE
Ore 9.00 - Inghiottitoio presso Ca’ Poggio - Rientro ore 13.00
Ore 9.00 - Speleofiaba alla Grotta Tanaccia. Rientro ore 12.00
Ore 9.00 - Abisso Primo Peroni - Rientro ore 16.00
Ore 9.00 - Abisso di Ca’ Siepe ore 16.00
Ore 10.00 - Abisso Fantini - Rientro ore 16.00
Ore 10.30 - Speleofiaba alla Grotta Tanaccia. Rientro ore 13.30

LUNEDÌ 1 NOVEMBRE
Ore 9.00 - Grotta Tanaccia. Rientro ore 13.00
Ore 9.00 - Grotta della Spipola. Rientro ore 16.00
Ore 9.00 - Abisso Fantini - Rientro ore 15.00

59
LE GROTTE

VISITE GUIDATE
GROTTA DELLA TANACCIA
nei Gessi di Brisighella. Cavità facile, orizzontale, semi turistica, anche
per bimbi accompagnati min 7 anni. Permanenza in grotta: circa 2 ore.
Numero massimo partecipanti: 15. Numero minimo partecipanti: 6.
A cura del Gruppo Speleologico Faentino.

GROTTA DELLA SPIPOLA


nei Gessi bolognesi della Croara. Cavità facile, orizzontale, semi
turistica, anche per bimbi accompagnati min 7 anni. Permanenza in
grotta: circa 3 ore. Numero massimo partecipanti: 20. Numero minimo
partecipanti: 10.
A cura del CVSC Bologna.

TRAVERSATA ABISSO ACQUAVIVA – GROTTA ROSA SAVIOTTI


nei Gessi di Brisighella. Cavità difficile, è richiesto materiale per
progressione su corda, presenza di strettoie impegnative. Permanenza
in grotta: circa 4 ore. Numero massimo partecipanti: 12. Numero
minimo partecipanti: 6.
A cura dello Speleo Club Forlì.

ABISSO FANTINI
nei Gessi di Rontana e Castelnuovo.
Cavità di media difficoltà, è richiesto materiale per progressione su
corda. Permanenza in grotta di circa 4 ore. Numero massimo
partecipanti: 10. Numero minimo partecipanti: 6.
A cura dei GS Faentino e CVSC Bologna

TRAVERSATA DI CA’ SIEPE


nei Gessi di Monte del Casino. L’escursione più impegnativa tra quelle
qui proposte, è richiesto materiale per progressione su corda.
Permanenza in grotta: circa 5 ore. Numero massimo partecipanti: 12.
Numero minimo partecipanti: 6.
A cura della Ronda Speleologica Imolese e Speleo GAM

60
INGHIOTTITOIO PRESSO CA’ POGGIO
nei Gessi di Monte del Casino. Grotta verticale facile, è richiesto
materiale per progressione su corda. Permanenza in grotta: circa 3
VISITE GUIDATE

ore. Numero massimo partecipanti: 12.


Numero minimo partecipanti: 6.
A cura del GS Faentino e GSPGC Reggio Emilia.

ABISSO PERONI
nei Gessi di Castelnuovo.
Cavità di media difficoltà, è richiesto materiale per progressione su
corda, presenza di una strettoia all’ingresso. Permanenza in grotta di
circa 5 ore. Numero massimo partecipanti: 10. Numero minimo
partecipanti: 6.
A cura dei GS Faentino

ESCURSIONE SPELEOFIABESCA
ALLA GROTTA DELLA TANACCIA

L’esplorazione della grotta in chiave fantastica


Per soli bimbi non accompagnati dai genitori
Età dai 5 ai 10 anni.

I genitori resteranno all’esterno nei pressi della grotta e potranno


seguire una illustrazione dei fenomeni carsici della vena del gesso.
Numero massimo 12 bimbi
Il casco e l’impianto di illuminazione sono forniti dagli accompagna-
tori.
Necessario vestiario comodo con stivali.
A cura del GSPGC Reggio-Emilia

61
VISITE GUIDATE NEL PARCO DELLA
VENA DEL GESSO ROMAGNOLA

VISITE GUIDATE
A cura della
Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna

Escursione geologica nella vena del gesso sul tema:


"Stratigrafia e assetto tettonico nei gessi romagnoli a
Borgo Rivola e Monte Mauro"
a cura di Stefano Marabini (Geologo, Faenza)
sabato 30 dalle ore 9.00 alle ore 12.00

a cura di Stefano Mariani (Geologo, Imola)


lunedì 1 dalle ore 10.00 alle ore 13.00

Escursione geologica nel:


PARCO MUSEO GEOLOGICO DEL MONTICINO BRISIGHELLA
Museo a cielo aperto

Da una vecchia cava dimessa da anni è stato realizzato un percorso


paleontologico e geologico ricco di fascino e interesse. Da
segnalare, in primo luogo, i ritrovamenti della “Paleofauna del
Monticino” di importanza europea, nonché gli affioramenti gessosi
facilmente accessibili.
Da un punto di vista carsico è possibile ammirare la Valle cieca
della Volpe e i relativi inghiottitoi attivi, molto interessante anche la
presenza di morfologie carsiche gessose fossili.

a cura del Prof. G.B. Vai (Università Bologna)


sabato 30 dalle ore 11.00 alle ore 14.00

a cura di Marco Sami (Geologo, Faenza)


domenica 31 dalle ore 10.00 alle ore 13.00

62
Escursione storico culturale:
VALLE CIECA DELLA VOLPE E CENTRO STORICO DI BRISIGHELLA
a cura del Prof. Stefano Piastra (Università Bologna)
VISITE GUIDATE

sabato 30 dalle ore 16.00 alle ore 19.00


Interazioni uomo-ambiente nei Gessi di Brisighella
L’escursione, di tema geo-storico, è incentrata sui condizionamenti
ambientali storicamente imposti dai gessi rispetto all’insediamento e
alle attività umane nel settore brisighellese della Vena del Gesso
romagnola.

Escursione botanica:
ANELLO MONTEMAURO - SELLA CA' FAGGIA
a cura di Sandro Bassi (Naturalista, Faenza)
domenica 31 dalle ore 10.00 alle ore 16.00
Escursione botanica agli ambienti carsici di Monte Mauro, con giro
ad anello di 3 ore circa, soste incluse, comprendente cima, ruderi del
castello, stazione di Cheilanthes persica, Buco I di Monte Mauro, cre-
sta verso Sella di Ca' Faggia con eventuale deviazione per la Grot-
ta dei Banditi, Sella di Ca' Monti e ritorno per sentiero omonimo op-
pure per il sentiero basso per Ca' Castellina (dipende dal tempo).

Escursione naturalistica:
DA SASSO LETROSO A MONTE DEL CASINO
a cura della Ronda Speleologica CAI Imola
domenica 31 dalle ore 10.00 alle ore 15.00

Escursione nella Vena… fuori vena:


DA BORGO RIVOLA A MONTE MAURO
a cura della Sez. CAI di Lugo
domenica 31 dalle ore 9.30 alle ore 14.30
lunedì 1 dalle ore 9.30 alle ore 14.30

63
GROTTE&VINI EROICI DI MONTAGNA

Profondamente Eroico
PROFONDAMENTE EROICO 2010
Il primo gemellaggio-concorso tra una grotta e un vino eroico di monta-
gna prodotto in un'area carsica italiana

sabato 30 ottobre
Una giuria popolare composta da dieci speleologi estratti a sorte tra i
partecipanti al meeting degusterà e premierà un vino eroico provenien-
te da una selezione di vini di montagna prodotti in tre aree carsiche
italiane, associandolo ad una grotta significativa dell'area di produzione
e lo fregerà del titolo di Vino Profondamente Eroico 2010.
Organizzato in collaborazione con il CERVIM, Centro europeo di ricer-
ca sulla viticoltura eroica di montagna, l'evento vuole essere una mo-
dalità insolita di promozione e valorizzazione dei vini di montagna. La
selezione dei vini di Profondamente Eroico 2010 è proposta dal CER-
VIM; le aree carsiche e le grotte dal Comitato organizzatore.
Il legame tra speleologia e vino è un legame profondo. Il vino è una
bevanda che non manca mai nella ritualità del popolo del buio. Come
il vino riempie il vuoto del calice e la loro unione diventa esperienza
personale e condivisibile, così gli speleologi esplorano i vuoti delle
montagne e raccontandoli ne fanno luoghi pieni di significato sottraen-
doli all'apparente nulla.
Viticultura eroica e speleologia condividono una passione ostinata, l'a-
sprezza del territorio, la fatica e i ritmi lenti per raggiungere il risulta-
to. Per esplorare e conoscere una grotta e per produrre un buon vino
di montagna ci vuole tempo, bisogna affinare i sensi e avere competen-
za, ma soprattutto bisogna entrare in stretta relazione con il territorio e
la sua morfologia.

64
Ogni vino prodotto e ogni grotta esplorata sono una storia a sè, han-
Profondamente Eroico

no caratteristiche uniche perchè sono frutto di un territorio e di un sa-


per fare. Molti sono i vini prodotti in aree carsiche: le radici delle viti
crescono sopra il buio delle grotte.
Ci piace immaginare in modo totalmente gratuito, nel più puro spirito
speleologico, che il sapore del vino non sia del tutto estraneo al vuoto
che sostiene la terra dove si aggrappano le viti. Questo il senso di Pro-
fondamente Eroico.
 Chiedi in segreteria per partecipare alla giuria di speleologi.

21.00 PREMIAZIONE PROFONDAMENTE EROICO TEATRO SENIO


- Profondamente Eroico: premiazione del vino
"profondamente eroico"
prizegiving Karts Wine Contest: the winners!

65
66
SPELEOBAZAR
TENDONE PALESTRA COMUNALE
ALP DESIGN
SPELEOBAZAR

AVENTURE VERTICALE
REPETTO SPORT
STEINBERG
LIOD
AMORINI

PALESTRA COMUNALE
ALTURE
VERTIGINI SPORT
LAURA OCHNER
DUEGI SPORT
VERSANTE SUD
SPELEOCONCEPTS
KORDAS
CAPO NORD
PETZLITALIA—DIMENSIONE VERTICALE

67
68
SPELEOBAZAR
PERFORMANCE

69
Venerdì 29 ottobre

SPELEOBAR

PERFORMANCE
21:30 APERTIVO CON BONETTI

21:30 CASOLA LIVE


Around Casola Session Bands

24.00 HIIL PARTY MUSIC DANCE

BAR THOLOMÄ
20.00 RENATO E IL LISCIO SIMPATIA

70
Sabato 30 ottobre

On the road
PERFORMANCE

16.00 ROARING EMILY JAZZ BAND

18.00 BANDA G. VENTURI

BAR THOLOMÄ
21.30 RENATO E IL LISCIO SIMPATIA

SPELEOBAR
18.00 APERITIVO CON BONETTI

20.00
21.00 RENATO E IL LISCIO SIMPATIA

21:30
NIU CROLLS
KRAŠKÍ OVČARJÍ

CAVERNAIGHT
23.00 CASOLA LIVE
Around Casola Session Bands

71
Domenica 31 ottobre

BAR THOLOMÄ

PERFORMANCE
20.00 RENATO E IL LISCIO SIMPATIA

SPELEOBAR
18.00
20.00 APERITIVO CON BONETTI

20.00
21.00 THE FREDDY’S JAZZ QUARTET

21:30
MARCO REPETTO & SNÆFFELS
Special guest VITTORIO BONETTI

24.00
KLEZ GANG

CAVERNAIGHT
23.00 CASOLA LIVE
Around Casola Session Bands

72
SPELEOBAR

GRUPPO SPELEOLOGICO SAN GIORGIO


SPELEOBAR

SPELEO CLUB ROMA


GRUPPO SPELEOLOGICO SAN GIUSTO TRIESTE
ASSOCIAZIONE “IN GRIGNA”
GRUPPO SPELEOLOGICO TRENTINO SAT BINDESI VILLAZZANO
ASSOCIAZIONE SPORTIVA GRMADA SEZ. SPELEO
SPELEO CLUB VALCERESIO
G. S. SERRA DEL GUFO CERCHIARA DI CALABRIA
SPELEO CLUB CHIETI
GRUPPO SPELEOLOGICO URBINATE
GRUPPO SPELEOLOGICO MANTOVANO
GRUPPO SPELEOLOGICO CAI PESCARA
GRUPPO SPELEOLOGICO BELPASSO
SPELEO GAM MEZZANO
GRUPPO PUGLIA GROTTE (BA)
GRUPPO GROTTE NUORO & GRUPPO SPELEOLOGICO SACILE
SPELEO CLUB NUORO + SPELEO CLUB ORISTANO
GRUPPO SPELEOLOGICO CAI VARALLO
ASSOCIAZIONE TRIESTE
GRUPPO SPELEOLOGICO FAENTINO
SOCIETA’ SPELEOLOGICA ARNE SAKNUSSEM
VEREIN HIR SÖHLENHUNDE IN OBERSTEIEN (AUT)
GRUPPO SPELEOLOGICO PIEMONTESE

SEDE VV FF VOLONTARI DA CASOLA


AMICI DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI DI CASOLA VALSENIO

BAR THOLOMÄ
IN PIAZZA ORIANI A CURA DEL COMITATO DI GEMELLAGGIO

73
NUMERI UTILI - USEFUL NUMBERS
SEGRETERIA

NUMERI UTILI
RECEPTION 334 7810204

EMERGENZA SANITARIA
MEDICAL EMERGENCY 118

GUARDIA MEDICA
MEDICAL FIRST AID 800 244 244

VIGILI DEL FUOCO


FIREMEN 115

CARABINIERI
112
POLICE OR
0546 73926

VIGILI URBANI
0546 976500

GUARDIE FORESTALI 0546 73804

FARMACIA CASOLA
CHEMISTRY CASOLA 0546 73942

FARMACIA RIOLO TERME


CHEMISTRY RIOLO TERME 0546 74052

74
NUMERI UTILI - USEFUL NUMBERS
CNSAS 340 5710371
SOCCORSO SPELEOLOGICO 340 5710440
NOTE

IAT - PRO LOCO CASOLA


TURISTICAL INFORMATION 0546 73033

IAT - PRO LOCO RIOLO TERME


TURISTICAL INFORMATION 0546 71044

IAT - PRO LOCO BRISIGHELLA


0546 81166
TURISTICAL INFORMATION

IAT RAVENNA
0544 451539

75
SI MANGIA ANCHE...

AGRITURISMI E RISTORANTI

Pizzeria Incontro, Via Roma n. 64 tel 0546/73949

NOTE
Pizzeria Il Farro, Via Roma n. 76/a tel 0546/76007
La Bettola del Prataiolo, Via Badia n.40, tel: 055.8046630
Ristorante Albergo All’Antica Corona, Via Roma n. 38 tel 0546-
/73847
Rintocchi e Sapori, Vai Matteotti n. 59, tel 0546/73729
Shop’s Cafè, Via Cardinal Soglia n.1, tel 0546/73342
Fattoria-Ariturismo Mariano, Via Senio, n.13 tel 0546/73867
Ristorante Mozart, Via Monte fortino n. 3, tel 0546/73508
Ristorante Il Prato dei Fiorentini, Via del Senio n. 34, tel 0546-
/74071
B&B La Soglia, Via Colombarina n. 1, tel. 0546/73557
Ristorante Valsenio, Via Senio n. 3, tel 0546/73179
Ristorante Al Parco, Via Casolana, tel 0546/73806
Agriturismo La Cà Nova, Via Breta n. 29 tel 0546/75177
Ristorante Fava, Via Cenni n. 70, tel 0546/73908
Agriturismo Il Poggiolo, Via Sintria n. 9, tel 0546/73049
Ristorante La curva, Via del Senio n. 28, tel 0546/73413

BAR

Bar Centrale, Piazza Sasselli n. 22, tel 0546/73807


Bar Senio, Via Roma n. 46, tel 0546/73719
Bar Sport, Via Roma n. 30, tel 0546/73925
Pizzeria Incontro, Via Roma n. 64 tel 0546/73949
Bar Nuovo, Via Roma n. 78, tel. 0546/73810
Pub Up&Down, Via F. Pirazzoli n.2, tel. 0546/73473

76
…ed è in questo momento che una goccia d’acqua mi si disegna nella me-
moria, come un’enorme perla sospesa, che lentamente s ingrossa e tarda
tanto a cadere e non cade fin quando la guardo affascinato. Mi circonda
un fantastico ammasso di rocce. Sono all’interno del mondo, attorniato da
stalattiti, da bianche tovaglie di pietra, formazioni calcaree che hanno l’a-
NOTE

spetto di animali, di teste umane, di segreti organi del corpo – immerso in


una luce che dal verde al giallo degrada all’infinito.
La goccia d’acqua riceve la luce da una fonte laterale ed è trasparente
come l’aria, sospesa su una forma rotonda che sembra un bulbo vegetale.
Cadrà non so quando, dall’altezza di sei centimetri, e scivolerà sulla super-
ficie liscia, lasciando un’infinitesima pellicola calcarea che renderà più bre-
ve la prossima caduta. E poichè ci siamo fermati a guardare la goccia d’-
acqua, il custode di Aracena ci ha detto: “Tra duecento anni le due pietre
saranno unite”.
È questa la pazienza del tempo. Nella grotta immensa, il tempo sta avvici-
nando due pietre insignificanti e promette la silenziosa unione da qui a
duecento anni. All’ora in cui scrivo, in piena notte, la caverna sarà sicura-
mente in profonda oscurità. Si ode il gocciolare delle acque libere sui laghi
senza pesci mentre in silenzio la montagna stilla la torpida goccia della
promessa.
La pazienza del tempo. Duecento anni a fabbricare pietre, a costruire una
piccola colonna, un misero moncone cui nessuno in seguito farà caso. Due-
cento anni di lavoro monotono e applicato, indifferente alle meraviglie che
ricoprono le pareti altissime della grotta e fanno sbocciare fiori di pietra
dal suolo. Duecento anni così, solo perchè così deve essere.
Parlo del tempo e di pietre e, tuttavia è agli uomini che penso. Perché sono
essi la vera materia del tempo, la pietra superiore e quella inferiore, la
goccia d’acqua che è sangue ed è anche sudore. Perché sono essi il pazien-
te coraggio, e la lunga attesa, e lo sforzo senza limiti, il dolore accettato e
ricusato duecento anni, se così deve essere.

Josè Saramago
Il tempo e la pazienza
(da: “Di questo tempo e degli altri” - Einaudi)

77
______________________________________________________

______________________________________________________

NOTE
______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

78
______________________________________________________

______________________________________________________
NOTE

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

79
______________________________________________________

______________________________________________________

NOTE
______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

______________________________________________________

80
1
SALUTI