Sei sulla pagina 1di 7

y(7HA3J1*QSSKKM( +:!#!z!"!?

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n. 649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLVIII n. 223 (47.956) Città del Vaticano lunedì-martedì 1-2 ottobre 2018
.

Vicinanza del Papa alle popolazioni colpite dal maremoto Mentre cinque persone muoiono in un naufragio nell’Egeo

Preghiera e solidarietà Sbarcati a Malta


i migranti dell’Aquarius
per l’Indonesia
«Vicinanza alle popolazioni dell’isola la preghiera mariana di mezzogiorno cessivamente Francesco ha ricordato divisione con le persone più deboli e
di Sulawesi, in Indonesia, colpita da ricordando «i defunti — purtroppo la beatificazione in Francia del prete svantaggiate».
un forte maremoto» è stata espressa numerosi — i feriti e quanti hanno marsigliese Jean-Baptiste Fouque, In precedenza, commentando co-
dal Papa al termine dell’Angelus del perso la casa e il lavoro» nella trage- «che rimase vice-parroco per tutta la me di consueto il vangelo domenica-
30 settembre. dia indonesiana. «Il Signore li con- vita» promuovendo «numerose ope- le (Marco 9, 38-43.45.47-48) in cui i
Dopo aver celebrato al mattino la soli e sostenga gli sforzi di quanti si re assistenziali e sociali in favore di «discepoli manifestano un atteggia-
messa per il corpo della Gendarme- stanno impegnando a portare soc- giovani, anziani, poveri e ammalati». mento di chiusura davanti a un av-
ria vaticana e i famigliari all’indoma- corso» ha auspicato, prima di recita- Insomma, ha detto il Papa, un venimento che non rientra nei loro
ni della festa del patrono san Miche- re per loro un’avemaria con i fedeli «apostolo della carità» esemplare schemi, in questo caso l’azione, pur
le arcangelo, il Pontefice ha guidato presenti in piazza San Pietro. Suc- «nell’impegno di accoglienza e con- buona, di una persona “esterna” alla
cerchia dei seguaci», Francesco ha
fatto notare come invece Gesù ap-
paia «molto libero, pienamente
aperto alla libertà dello Spirito di
Dio». Attualizzando la riflessione il

Oltre 1200 i corpi recuperati Papa ha spiegato che in tal modo


«Gesù vuole educare i suoi discepo-
li» e «anche noi oggi, a questa liber-
Ma sono molte le zone non ancora raggiunte dai soccorritori tà interiore». Infatti l’atteggiamento
dei discepoli della prima ora «è mol-
to umano, molto comune, e lo pos- Un momento dello sbarco al porto di Floriana (Afp)
siamo riscontrare nelle comunità cri-
stiane di tutti i tempi, probabilmente
anche in noi stessi». LA VALLETTA, 1. I 58 migranti che e le squadre di soccorso stanno se-
Un tema quello della critica alle si trovavano ormai da giorni sulla tacciando la zona alla ricerca di
nave soccorso Aquarius sono stati eventuali sopravvissuti o cadaveri.
tendenze autoreferenziali diffuse in
trasferiti ieri a bordo di un pattu- Sono stati salvati invece centi-
alcune comunità cristiane che il Pa-
gliatore della Marina maltese e da naia di migranti che tentavano di
pa ha riproposto anche nelle udien-
questo portati a terra. «Tutti i mi- attraversare il mar Mediterraneo
ze di lunedì mattina a due gruppi di granti sbarcati a Malta saranno tra- per raggiungere l’Europa dal Nord
preti: quelli partecipanti alla congre- sferiti in quattro paesi europei», ha Africa a bordo di dieci barconi. Le
gazione generale dei rosminiani e dichiarato il governo maltese, rife- imbarcazioni — con 466 persone a
quelli della diocesi francese di Cré- rendosi all’accordo con Francia, bordo — sono state intercettate dal
teil. Ai primi ha ribadito che la via Portogallo, Spagna e Germania che servizio marittimo spagnolo nelle
della santità è la vera riforma della nei giorni scorsi si sono offerti di acque a est dello stretto di Gibil-
Chiesa e ai secondi che i sacerdoti accogliere i migranti, sbloccando terra tra sabato e domenica.
non sono consacrati «per essere dei così l’ennesimo stallo. In una nota Secondo le Nazioni Unite, oltre
“supereroi”» ma sono «inviati con la pubblicata poco dopo, l’agenzia 300 persone sono morte quest’anno
consapevolezza di essere uomini per- Onu per i rifugiati (Unhcr) ha nelle acque che separano la Spagna
donati». espresso gratitudine al governo dalla costa africana. Il recente pic-
In mattinata il Pontefice ha anche maltese per la sua decisione di con- co degli arrivi di migranti in Spa-
ricevuto i partecipanti a un semina- sentire lo sbarco dei 58 migranti, gna ha messo a dura prova il siste-
rio sull’etica nella gestione della sa- «ponendo così fine dopo giorni di
ma di accoglienza nel paese e il go-
lute provenienti dall’America latina. navigazione al loro calvario».
verno di Madrid, in particolar mo-
Soccorritori ispezionano le macerie dell’Hotel Roa Roa nella città di Palu (Epa) A loro ha parlato della necessità di L’Unhcr sottolinea tuttavia che
do dopo che il ministro degli inter-
prendersi cura del malato e ha ac- questa soluzione «è un successo
ni italiano, Matteo Salvini, ha im-
cennato alla «forte tendenza alla le- per chi è a bordo dell’Aquarius ma
pedito alle navi di aiuti umanitari
JAKARTA, 1. Peggiorano a dismisura le conseguenze del- di Donggala (300.000 abitanti), a soli 27 chilometri galizzazione dell’eutanasia» diffusa arriva tra le crescenti incertezze
sulle capacità di ricerca e soccorso di attraccare nei porti italiani.
le due forti scosse di terremoto e del successivo mare- dall’epicentro, rimangono tuttora frammentarie. oggi nel mondo. In proposito Papa
moto che venerdì scorso hanno investito la costa Le immagini dall’alto diffuse dalle televisioni locali Francesco ha auspicato «un accom- nel Mediterraneo centrale».
centro-occidentale dell’isola indonesiana di Sulawesi. hanno mostrato devastazioni massicce e terreni allagati. pagnamento umano sereno e parteci- Intanto un nuovo dramma è av-
Con il passare delle ore la devastazione si sta rive- È possibile che il bilancio nella zona sia ancora più pativo» per «il paziente cronico gra- venuto lungo le coste situate al
ve o il malato in fase terminale». confine tra Turchia e Grecia. Alme-
lando in tutta la sua tremenda entità. Sono infatti oltre grave rispetto a quello accertato finora a Palu. Si teme
1200 le vittime finora accertate, ma all’appello mancano che numerosi cadaveri siano stati trascinati in mare.
no cinque migranti sono morti Istruzione
PAGINE 3, 7 8 quando l’imbarcazione sulla quale
ancora migliaia di persone. «Crediamo che il numero I soccorritori lavorano senza sosta tra strade e ponti E
si trovavano si è capovolta al largo sulla celebrazione
dei morti sia destinato a crescere dal momento che distrutti. I crolli degli edifici più alti, come il principa- della costa settentrionale dell’Egeo.
molti corpi sono ancora sotto le macerie e ci sono mol- le hotel cittadino e il maggiore centro commerciale, delle assemblee
Lo ha riferito ieri l’agenzia di stam-
te zone ancora da raggiungere», ha detto un portavoce hanno bloccato al loro interno centinaia di persone. E pa turca Anadolu. L’incidente è av- sinodali
dell’agenzia per le emergenze nazionali, precisando che altri centinaia di dispersi sono stati segnalati in un venuto mentre una rara tempesta
ci sono decine di chilometri di costa dove le squadre di complesso residenziale. Oggi il numero di ottobre mediterranea stava provocando PAGINE DA 4 A 6
soccorso non sono ancora riuscite ad arrivare. E mentre il presidente indonesiano, Joko “Jokowi” piogge torrenziali in alcune zone
Quasi tutte le vittime sono state registrate a Palu, la Widodo, ha autorizzato il paese asiatico ad accettare D onne della Grecia e della Turchia. Il bar-
capitale provinciale sulla punta della baia più dura- l’aiuto internazionale, le autorità locali hanno previsto cone si è capovolto al largo della
mente colpita dall’onda di maremoto. Ma i mezzi sepolture di massa per evitare epidemie. La Commis- chiesa mondo città di Enez, nella provincia turca
dell’esercito sono riusciti a farsi strada solo in aree li-
mitate verso nord, e le notizie che giungono dalla città
sione europea ha già stanziato una somma iniziale di
1,5 milioni di euro per aiuti umanitari d’emergenza. IN ALLEGATO
di Edirne. Non è ancora chiaro
quanti migranti fossero sulla barca NOSTRE
INFORMAZIONI
Il Santo Padre ha ricevuto in
In memoria delle vittime della strage compiuta dai nazisti il giorno di san Michele del 1944 nell’oratorio di Cerpiano sull’Appennino bolognese udienza ieri, domenica 30
settembre, a Santa Marta,

Gli angeli custodi dei bambini Sua Eccellenza Monsignor


Dagoberto Campos Salas,
Arcivescovo titolare di Fo-
rontoniana, Nunzio Apostoli-
di FERDINAND O CANCELLI particolare che risulta più difficile da della. Trenta persone sono uccise con nella nostra vita anche attraverso i Dietro i bambini di Monte Sole co in Liberia e in Gambia,
trovare, nascosto nel fitto della bo- il lancio di bombe a mano dal di luoghi. Come è potuto succedere c’erano gli angeli custodi, ce lo dice con i Familiari.
alendo sull’Appennino bolo- scaglia, un po’ in disparte rispetto fuori: le altre, vigilate continuamente questo nel giorno di san Michele, chiaramente la nostra fede. «Guarda-

S gnese da Quercia verso il Mon-


te Sole, tra i fiumi Setta e Re-
no, ci si trova quasi immediatamente
agli altri. Vi si giunge per un sentiero
che scende molto tra gli alberi e poi
risale improvvisamente permettendo
da una SS perché non possano uscire,
sono costrette a rimanere per più di
trenta ore tra i mucchi dei morti»
nell’oratorio dell’Angelo Custode a
tanti bambini?
Non si sfugge a questa domanda
tevi dal disprezzare uno solo di que-
sti piccoli, perché vi dico che i loro
angeli nel cielo vedono sempre la
Il Santo Padre ha ricevuto
questa mattina in udienza
in una zona impervia, con frequenti di accedere a una piccola radura. continua Dossetti. Si salveranno umana per la quale serve una faccia del Padre mio che è nei cieli» Sua Eccellenza Monsignor
dirupi e strette strade sterrate alcune Nell’oratorio dell’Angelo Custode soltanto una suora orsolina, Anto- risposta divina. Nel racconto di si legge nel vangelo di Matteo (18, Christopher M. Cardone, Ar-
delle quali restano in cresta mentre di Cerpiano, questo il nome del luo- nietta Benni, e due bambini, Ferdi- Giacobbe che lotta contro l’angelo 10). «L’angelo tace — ci insegna an- civescovo di Honiara (Isole
altre scendono dai due lati. È settem- go, il 29 settembre del 1944, giorno nando Piretti, di otto anni, e Paola nel libro della Genesi (32, 22-32), cora Romano Guardini — apparente- Salomone), con i Familiari.
bre e arrivando al bivio per San di san Michele, vengono fatti entrare Rossi, di sei. scrive Romano Guardini, «si mostra mente non accade nulla», ma l’anima
Martino e Casaglia al mattino presto i bambini e le donne dal momento Cerpiano e questi luoghi non per- una “debolezza” di Dio. Egli è del bambino «è custodita dall’ange-
non c’è nessuno, i rari alberi segnano che gli uomini si nascondono nei mettono di passare indenni. I volti di debole nello spazio della storia lo», anche se «questo non significa Il Santo Padre ha accettato
con la loro ombra la terra secca, il boschi. «Pur essendo i paragoni im- tanti sacerdoti uccisi come don Ubal- perché ha voluto che l’uomo sia libe- la rinuncia al governo pasto-
che egli lo preservi da disgrazie e do-
cielo è terso. Immediatamente viene possibili in cose tutte al limite — scri- do Marchioni o don Giovanni ro» e «se dovevano esserci libertà e rale dell’Arcidiocesi di
lore», come un certo sentimentalismo
da pensare che anche in quel tragico ve don Giuseppe Dossetti — oserei Fornasini, quelli di tante donne, ma storia, Dio doveva essere miste- Huambo (Angola), presenta-
riduttivo vorrebbe banalizzare.
settembre del 1944, quando i nazisti dire che forse la più emblematica è la soprattutto quelli di tanti bambini riosamente debole nel loro ambito e ta da Sua Eccellenza Monsi-
finché la prova fosse durata. Una I fatti dell’oratorio di Cerpiano so-
del sedicesimo battaglione della divi- strage di Cerpiano. Sono quaranta- che hanno perso la vita tra queste
sione Reichsführer-SS iniziarono le volta che questa sarà passata, il tem- no stati dunque assunti e sollevati gnor José de Queirós Alves,
nove persone» e cioè «venti bambini, montagne non ci lasciano respiro. «entro l’onniscienza divina» proprio C.SS.R..
operazioni che avrebbero provocato due vecchi quasi invalidi, ventisette Usciti tragicamente dalla storia, oggi po estinto e sarà presente l’eternità»,
la morte di centinaia di civili, l’aria e ecco «allora Egli sarà di nuovo “for- perché gli angeli dei bambini «ve-
donne fra le quali tre maestre e la bi- rientrano nella nostra preghiera e dono sempre la faccia del Padre».
la luce potevano essere le stesse. te”, tutto in tutti, nell’unità del Il Santo Padre ha nomina-
Casaglia, Caprara, San Martino: compimento, quando non sarà più Ridiscendiamo verso Bologna senza
parlare, per molti chilometri. «Il si- to Arcivescovo della Sede
questi piccoli villaggi che resteranno possibile alcun volere malvagio».
per sempre nella storia tragica Questa «“debolezza” — conclude lenzio — ricorda ancora Dossetti con Metropolitana di Huambo
dell’uomo ci sfilano davanti mentre Il ministro degli esteri tedesco ricorda Guardini — ha trovato il suo adempi- le parole di Wiesel — più della parola (Angola) Sua Eccellenza
camminiamo, poveri ruderi dai quali mento pieno quando Dio si fece uo- rimane la sostanza e il segno di ciò Monsignor Zeferino Zeca
promana l’enorme e misteriosa forza con dolore e vergogna l’eccidio di Marzabotto mo e gli uomini poterono fare con che fu il loro universo e, come la pa- Martins, S.V.D., finora vescovo
che il male non riesce a cancellare. lui quello che fecero». Quello che fe- rola, il silenzio si impone e chiede di titolare di Tanaramusa e Au-
Tra tutti questi luoghi ve ne è uno in PAGINA 2 cero anche a Cerpiano. essere trasmesso». siliare di Luanda.
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 1-2 ottobre 2018

Si complica il cammino di adesione della ex Repubblica jugoslava di Macedonia all’Ue

Manca il quorum
al referendum sul nuovo nome
SKOPJE, 1. Nell’ex Repubblica jugo- anche indicato «novembre come da- a tenere conto con grande senso di
slava di Macedonia è fallito — per ta possibile». responsabilità della notevole mag-
mancato raggiungimento del quo- Secondo Zaev, la bassa affluenza gioranza di voti a favore dell’accor-
rum — il referendum sull’accordo è dovuta agli appelli al boicottaggio do», nonostante non si sia raggiun-
con la Grecia per il nuovo nome da parte dell’opposizione conserva- to il quorum.
proposto per il paese: «Macedonia trice e da parte del presidente na- Nel centro di Skopje si sono ri-
del nord». L’affluenza alle urne è zionalista Gjorgje Ivanov, per il trovati ieri sera, dopo i primi risul-
stata di appena sopra il 36 per cen- quale l’accordo è «una flagrante tati del referendum, i conservatori
to, dunque inferiore al 50 per cento violazione» della sovranità naziona- contrari al cambio del nome, per fe-
richiesto per ritenerlo valido. Dei le macedone e una capitolazione di steggiare con musiche tradizionali e Annunciata l’intesa sul libero scambio che sostituisce il Nafta
voti registrati, circa il 90 per cento fronte agli interessi greci. Zaev ha slogan antigovernativi. «Questa è la
sono stati espressi a favore del nome
ipotizzato, rispetto a poco più del 6
per cento di contrari. Il primo mini-
più volte sottolineato che «è stata
una giornata di democrazia, i citta-
dini hanno votato pacificamente e
Macedonia, qui vivono i macedoni,
la nostra identità è quella macedo-
ne, la nostra lingua è il macedone, i
Accordo tra Canada, Stati Uniti e Messico
stro socialdemocratico Zoran Zaev, liberamente secondo le proprie con- nostri antenati erano macedoni», ha
fautore della consultazione, ha ri- vinzioni», ricordando che «l’accor- rivendicato dopo il risultato Hri- WASHINGTON, 1. Stati Uniti, Cana- colari. «L’Usmca (accordo Stati Stati Uniti per coinvolgere anche il
cordato che il voto era consultivo e do con Atene mette fine allo stallo stijan Mickoski, leader del partito da e Messico hanno raggiunto una Uniti - Messico - Canada) offrirà ai Canada nel compromesso già trova-
non vincolante e che «è stato un re- che impedisce alla piccola repubbli- conservatore all’opposizione Vmro- nuova intesa di libero scambio per nostri lavoratori, agricoltori, alleva- to con il Messico.
ferendum di successo: la maggioran- ca l’integrazione euroatlantica». Dpmne, anche se Mickoski ha riba- il Nord America denominata tori e imprenditori un accordo com- Il rappresentante per il commer-
za dei cittadini ha votato sì». L’accordo con la Grecia membro Ue dito di essere «favorevole all’adesio- Usmca. Il nuovo patto sostituisce e merciale di grande qualità, che darà cio statunitense Robert Lighthizer e
Il primo ministro ha chiarito che è infatti una delle condizioni richie- ne di Skopje a Ue e Nato». Riferen- aggiorna il North American free tra- luogo a mercati più liberi, a un il ministro degli esteri canadese
«la volontà degli elettori in questo ste da Bruxelles per il proseguimen- dosi alle possibili elezioni anticipate de agreement (Nafta), che risaliva al commercio più equo e a una crescita Chrystia Freeland hanno commenta-
referendum consultivo dovrà trasfor- to dell’iter di adesione all’Unione. prospettate dal primo ministro Zaev, 1994. La notizia è stata ufficializzata economica solida nella nostra regio- to positivamente un risultato arriva-
marsi in attività politica in parla- Oggi da Bruxelles il commissario il leader conservatore lo ha invitato da un comunicato congiunto emesso ne», si legge nel testo pubblicato to dopo un lungo braccio di ferro
mento», per poi fare ipotesi concre- all’allargamento Johannes Hahn ha a «prepararsi, più che alle elezioni, da Washington e Ottawa nel quale novanta minuti dopo la scadenza di politico tra Ottawa e Washington,
te: «Se avremo la maggioranza dei invitato, in un tweet, «tutti i partiti alla pensione politica». si rendono noti anche alcuni parti- una data posta come limite dagli durante il quale non sono mancati
due terzi per le modifiche costitu-
momenti di alta tensione che hanno
zionali andremo avanti con l’attua-
zione dell’accordo con la Grecia, se fatto temere che non si riuscisse a
non l’avremo andremo presto a ele- trovare un accordo definitivo nei
zioni anticipate». termini previsti.
Per l’approvazione delle modifi- Seoul e Pyongyang avviano lo sminamento delle zone di confine Tutto il procedimento di revisione
che costituzionali legate all’accordo della normativa commerciale è ini-
con la Grecia per il nuovo nome è
richiesta la maggioranza dei due ter-
zi, che attualmente il governo non
Segnali di distensione lungo il 38° parallelo ziato con la decisione del presidente
degli Stati Uniti Donald Trump di
rivedere il Nafta, l’intesa che ha fat-
ha. L’accordo fra Skopje e Atene — to da apripista a molti accordi mul-
definito da più parti «storico» — SEOUL, 1. Nuovi, decisivi passi in Kim e Moon, le due Coree aveva- tilaterali fino all’ingresso della Cina
che dovrebbe porre fine a una di- avanti per giungere alla pace nella no dato il via alla rimozione degli nell’Organizzazione mondiale del
sputa lunga 27 anni, rischia così di penisola coreana. altoparlanti al confine che rimanda- commercio (Wto).
restare ancora incompiuto. La Corea del Nord e la Corea vano messaggi di propaganda ad Per riscrivere le nuove regole il
In ogni caso, al momento Zaev del Sud hanno iniziato oggi le ope- alto volume, e avevano iniziato lo capo della Casa Bianca ha scelto di
non ha dubbi: «Non c’è alternativa razioni di sminamento della zona smantellamento di alcune postazio- prendere la strada del confronto bi-
all’adesione della Macedonia a Ue e di sicurezza al confine tra i due ni di guardia. laterale. Una strategia che alla fine
Nato». Ma dopo aver fatto questa paesi divisi dal 38° parallelo. Lo A dare ulteriore slancio alla di- di agosto ha portato Stati Uniti e
affermazione, il primo ministro ha hanno reso noto fonti del ministero plomazia, il segretario generale Messico a firmare un patto a due di
aggiunto che non si può escludere della difesa sudcoreano. dell’Onu, António Guterres, ha in- libero scambio. Poi Washington ha
la prospettiva di nuove elezioni e ha Si tratta di un aggiuntivo segnale contrato il ministro degli esteri fissato un termine temporale, scadu-
di allentamento delle tensioni mili- nordcoreano, Ri Yong-ho, acco- to nella notte, per cercare di coin-
tari nell’ambito degli accordi rag- gliendo «favorevolmente gli sforzi volgere anche il Canada che per
giunti tra Pyongyang e Seoul, do- volti a creare fiducia e ridurre le trentasei stati statunitensi rappresen-
po il terzo incontro dell’anno, il tensioni militari nella penisola». ta il principale sbocco delle esporta-
mese scorso, tra il presidente sud- Come riferisce una nota del Pa- zioni.
Sei arresti coreano, Moon Jae-in, e il leader
nordcoreano, Kim Jong-un.
lazzo di Vetro, Guterres «ha espres- La firma da parte di Ottawa è ar-
in Germania In base alle intese, i militari di
entrambi i paesi, ha riferito l’agen-
so la speranza che i recenti sviluppi
positivi, in particolare i vertici
rivata dopo che è stato risolto uno
dei punti più controversi, quello che
per terrorismo zia di stampa sudcoreana Yonhap,
intercoreani, e quello tra Kim e il
presidente statunitense, Donald
riguarda i sussidi economici canade-
si agli allevatori e all’industria lattie-
hanno incominciato il lavoro di
xenofobo sminamento nell’area di sicurezza Trump, contribuiranno a creare
un’atmosfera propizia a promuove-
ro-casearia nazionale.
congiunta (denominata Jsa) della
zona smilitarizzata e a Cheorwon, re una pace sostenibile e una denu-
nella provincia di Gangwon, dove clearizzazione completa e verifica-
BERLINO, 1. Sei persone sono state
il prossimo anno è previsto un la- bile della penisola». Nel terzo in-
arrestate in Germania, con l’accusa
voro congiunto per recuperare i re- contro, Kim e Moon hanno infatti
di aver fondato «un’organizzazione
terroristica di estrema destra», se- sti dei militari caduti durante la concordato per la prima volta passi Lancio di missili
guerra di Corea. specifici per la denuclearizzazione
condo quanto reso noto dalla Pro-
cura federale. La polizia tedesca ha Le operazioni di sminamento so- Sminatori sudcoreani (Ap) che includono la chiusura «perma- iraniani
nente» del sito nordcoreano di trat-
indicato come il gruppo pianificasse
attentati contro stranieri. Gli arresti
no destinate a durare circa venti
giorni, mentre gli stati maggiori tamento dell’uranio di Yongbyon. sulla Siria orientale
dell’esercito di Seoul e di Pyon- fine tra le due Coree simbolo della novembre scorso, quando soldati Il segretario generale — prosegue
sono avvenuti in Sassonia e in Ba-
gyang e il Comando dell’Onu con- tregua che ha posto fine alle ostilità nordcoreani avevano sparato contro la nota da New York — ha anche
viera. Gli arrestati, che appartengo- TEHERAN, 1. I media di stato irania-
tinueranno le discussioni sulle mo- della guerra di Corea nel 1953), un disertore che aveva attraversato garantito il suo impegno e la di-
no agli ambienti neonazisti, agli
dalità operative future delle rispet- lunga circa 250 chilometri, gli eser- il confine, colpendolo in vari punti, sponibilità del sistema delle Nazio- ni affermano oggi che i Guardiani
hooligan e agli skinhead, si erano
tive truppe. citi delle due Coree si trovano uno e successivamente soccorso da mili- ni Unite ad assistere ulteriormente della rivoluzione hanno lanciato
dati il nome di “Rivoluzione Chem-
Nell'area smilitarizzata congiunta di fronte all’altro, anche se la ten- tari sudcoreani. Ad aprile scorso, a le parti «in qualsiasi modo ritenga- missili sulla Siria orientale, in rispo-
nitz”.
di Panmunjom (il villaggio di con- sione tra i due eserciti è calata dal pochi giorni dal primo vertice tra no opportuno». sta al recente attacco terroristico
Si tratta di giovani di età compre-
contro una parata militare ad
sa fra 27 e 30 anni. Secondo le inda-
Ahvaz, che ha provocato la morte di
gini della procura federale, che ha
emesso i mandati di arresto, il grup- almeno 24 persone.
po aveva già provato a procurarsi In due diversi comunicati, i
Guardiani della rivoluzione hanno
armi semiautomatiche. Fra gli obiet-
tivi ci sarebbero stati stranieri e an-
Il ministro degli esteri tedesco ricorda l’eccidio di Marzabotto confermato di avere attaccato la
che politici di orientamento diverso «base terroristica» di Abu Kamal,
dal proprio. Alle operazioni di poli- vicino al confine orientale della Si-
zia hanno partecipato circa cento ROMA, 1. «Come ministro degli cora oggi ci lasciano senza fiato per ria con l’Iraq, lanciando sei missili
agenti. esteri dico con profondo dolore e la loro efferatezza e crudeltà: 770 balistici e sette droni.
grande vergogna che mi inchino persone uccise che non dimentiche- La televisione iraniana e l’agenzia
Cinque delle persone arrestate
davanti alle vittime e ai loro fami- remo mai». È tutt’altro che sconta- di stampa Irna hanno riferito che
avevano già preso parte agli scontri
liari». Così il capo della diplomazia to — ha aggiunto — «che dolore e gli attacchi hanno provocato «nu-
di Chemnitz e sono accusate di aver di Berlino, Heiko Maas, ha reso
aggredito e ferito diversi cittadini vendetta abbiano ceduto il passo merosi morti e feriti», senza fornire
omaggio ieri alle 770 persone, tra le alla pace e all’amicizia: è un dono ulteriori dettagli. Secondo un grafi-
stranieri sul posto in quell’occasio- quali 217 bambini, trucidate dalle
ne, quando nella città della Sassonia prezioso che dobbiamo conservare co elaborato dall’Irna, i missili
forze naziste a Marzabotto, 74 anni
scattò la caccia allo straniero. Una e preservare». avrebbero sorvolato l’Iraq centrale,
fa. È stata la prima volta che un
delle vittime era stata ferita alla te- ministro degli esteri tedesco è inter- Essere a Marzabotto, ha detto vicino alla città di Tikrit, prima di
sta da una bottiglia di vetro. L’at- venuto alla cerimonia di comme- Moavero Milanesi, mostra «non so- cadere nei pressi di Abu Kamal.
tacco a Chemnitz doveva valere co- morazione. Con lui il ministro de- lo la volontà di ricordare quanto Nei comunicati, si legge che il
me prova generale per altri agguati gli esteri italiano, Enzo Moavero accaduto ma anche di far vedere «pugno di ferro» dei Guardiani del-
pianificati per il 3 ottobre, data in Milanesi. quanto si è saputo costruire in que- la rivoluzione «resta pronto per
cui in Germania si festeggia la riu- Questi crimini commessi da tede- sti anni»: pace, amicizia e collabo- qualsiasi altra azione compiuta dai
nificazione. Il ministro tedesco Maas (a destra) davanti a una lapide in ricordo delle vittime (Ansa) schi — ha sottolineato Maas — «an- razione tra popoli europei. nemici dell’Iran».

L’OSSERVATORE ROMANO GIOVANNI MARIA VIAN Servizio vaticano: vaticano@ossrom.va Tariffe di abbonamento Concessionaria di pubblicità Aziende promotrici
direttore responsabile Segreteria di redazione Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198 della diffusione
Servizio internazionale: internazionale@ossrom.va telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Europa: € 410; $ 605 Il Sole 24 Ore S.p.A.
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Giuseppe Fiorentino fax 06 698 83675 Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 System Comunicazione Pubblicitaria
Unicuique suum Non praevalebunt vicedirettore
Servizio culturale: cultura@ossrom.va America Nord, Oceania: € 500; $ 740
segreteria@ossrom.va Sede legale
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: religione@ossrom.va Abbonamenti e diffusione (dalle 8 alle 15.30): Via Monte Rosa 91, 20149 Milano Intesa San Paolo
Città del Vaticano caporedattore Tipografia Vaticana telefono 06 698 99480, 06 698 99483 telefono 02 30221/3003
Editrice L’Osservatore Romano fax 06 69885164, 06 698 82818, fax 02 30223214 Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
ornet@ossrom.va Gaetano Vallini Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998 info@ossrom.va diffusione@ossrom.va
www.osservatoreromano.va segretario di redazione photo@ossrom.va www.photo.va Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Società Cattolica di Assicurazione
lunedì-martedì 1-2 ottobre 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Un sopravvissuto fra le macerie


dopo il terremoto e lo tsunami
nell’isola di Sulawesi (Ap)

vice-parroco per tutta la vita.


Vicinanza del Papa alle popolazioni colpite dal maremoto Bell’esempio per gli arrampicatori!
Vissuto tra Otto e Novecento, pro-

Preghiera e solidarietà
mosse numerose opere assistenziali
e sociali in favore di giovani, an-
ziani, poveri e ammalati. L’esem-
pio e l’intercessione di questo apo-

per l’Indonesia stolo della carità ci sostengano


nell’impegno di accoglienza e con-
divisione con le persone più deboli
e svantaggiate. Un applauso al
nuovo beato Jean-Baptiste!
Un’avemaria per le «popolazioni scepoli, anche noi oggi, a questa to, che non al nome e alla prove- Saluto con affetto tutti voi, ro-
dell’isola di Sulawesi, in Indonesia, libertà interiore. nienza di chi lo compie. E — come mani e pellegrini provenienti da
colpita da un forte maremoto»: l’ha Ci fa bene riflettere su questo ci suggerisce la restante parte del diversi Paesi. In particolare, saluto
chiesta il Papa al termine episodio, e fare un po’ di esame di Vangelo di oggi — invece di giudi- i fedeli di Calpe (Spagna), il grup-
dell’Angelus del 30 settembre in coscienza. L’atteggiamento dei di- care gli altri, dobbiamo esaminare po di sindaci e amministratori del-
piazza San Pietro. In precedenza, scepoli di Gesù è molto umano, noi stessi, e “tagliare” senza com- sempre aperti all’orizzonte vasto Indonesia, colpita da un forte ma- la regione di Salisburgo, la delega-
commentando il vangelo domenicale, molto comune, e lo possiamo ri- promessi tutto ciò che può scanda- dell’azione dello Spirito Santo. remoto. Prego per i defunti — pur- zione internazionale di persone
si era soffermato sul brano di Marco scontrare nelle comunità cristiane lizzare le persone più deboli nella troppo numerosi —, per i feriti e sorde in occasione della Giornata
9, 38-43.45.47-48 per sottolineare di tutti i tempi, probabilmente an- fede. Al termine della preghiera mariana il per quanti hanno perso la casa e il Mondiale del Sordo.
che «invece di giudicare gli altri, che in noi stessi. In buona fede, Pontefice ha lanciato l’appello per lavoro. Il Signore li consoli e so- Saluto i membri della Comunità
La Vergine Maria, modello di
dobbiamo esaminare noi stessi, e anzi, con zelo, si vorrebbe proteg- l’Indonesia, ha ricordato la stenga gli sforzi di quanti si stan- di Sant’Egidio della Campania, i
docile accoglienza delle sorprese di
“tagliare” senza compromessi tutto ciò gere l’autenticità di una certa espe- beatificazione del prete marsigliese no impegnando a portare soccor- giovani del Movimento Shalom di
Dio, ci aiuti a riconoscere i segni
che può scandalizzare le persone più rienza, tutelando il fondatore o il Jean-Baptiste Fouque e ha salutato i so. Preghiamo insieme per i nostri Fucecchio, i fedeli di Foggia e
deboli nella fede». della presenza del Signore in mez-
leader dai falsi imitatori. Ma al zo a noi, scoprendolo dovunque fedeli presenti. fratelli dell’isola di Sulawesi: Ave, quelli di Rapallo.
tempo stesso c’è come il timore Egli si manifesti, anche nelle situa- Maria... A tutti auguro una buona dome-
Cari fratelli e sorelle, buongiorno! della “concorrenza” — e questo è Cari fratelli e sorelle,
zioni più impensabili e inconsuete. Oggi, a Marsiglia, viene procla- nica. E per favore, non dimentica-
Il Vangelo di questa domenica brutto: il timore della concorrenza Ci insegni ad amare la nostra co- esprimo la mia vicinanza alle po- mato Beato Jean-Baptiste Fouque, tevi di pregare per me. Buon pran-
(cfr. Mc 9, 38-43.45.47-48) ci pre- —, che qualcuno possa sottrarre munità senza gelosie e chiusure, polazioni dell’isola di Sulawesi, in sacerdote diocesano, che rimase zo e arrivederci!
senta uno di quei particolari molto nuovi seguaci, e allora non si rie-
istruttivi della vita di Gesù con i sce ad apprezzare il bene che gli
suoi discepoli. Questi avevano vi- altri fanno: non va bene perché
sto che un uomo, il quale non fa- “non è dei nostri”, si dice. È una
ceva parte del gruppo dei seguaci forma di autoreferenzialità. Anzi,
di Gesù, scacciava i demoni nel qui c’è la radice del proselitismo. L’arcivescovo Paul Richard Gallagher alla Fordham University di New York
nome di Gesù, e perciò volevano E la Chiesa — diceva Papa Bene-
proibirglielo. Giovanni, con l’entu-
siasmo zelante tipico dei giovani,
riferisce la cosa al Maestro cercan-
detto — non cresce per proseliti-
smo, cresce per attrazione, cioè
cresce per la testimonianza data
Una nuova politica per il diritto al cibo
do il suo appoggio; ma Gesù, al agli altri con la forza dello Spirito
contrario, risponde: «Non glielo Santo.
NEW YORK, 1. «L’approccio York. In risposta alle ricor- fondamente connessa con al- gnità della persona umana».
impedite, perché non c’è nessuno La grande libertà di Dio nel do- di Papa Francesco alla ridu- renti crisi alimentari, Galla- tre due gravi questioni, lo L’invito rivolto a tutti è piut-
che faccia un miracolo nel mio no- narsi a noi costituisce una sfida e zione della fame non si basa gher ha proposto ai parteci- spreco alimentare e il consu- tosto quello a esercitare «il
me e subito possa parlare male di una esortazione a modificare i no-
sul semplice sentimento o su panti al vertice un dialogo a mo eccessivo», ha ribadito principio di umanità». Galla-
me: chi non è contro di noi è per stri atteggiamenti e i nostri rappor-
una vaga empatia. Piuttosto, più livelli sul piano della po- Gallagher. Il Papa è consape- gher ha spiegato che questo è
noi» (vv. 39-40). ti. È l’invito che ci rivolge Gesù
è un appello alla giustizia». litica, dell’economia, dei con- vole che la riduzione della fa- il termine usato dal linguag-
Giovanni e gli altri discepoli oggi. Egli ci chiama a non pensare sumi, delle povertà, ricordan- me per molti equivale a ridur- gio diplomatico per esprimere
secondo le categorie di “amico/ne- Lo ha detto l’arcivescovo Paul
manifestano un atteggiamento di do quello che la dottrina so- re le bocche da sfamare, «ma il dovere cristiano di amare il
chiusura davanti a un avvenimento mico”, “noi/loro”, “chi è den- Richard Gallagher, segretario
per i Rapporti con gli stati, ciale della Chiesa ha definito è una soluzione falsa se consi- prossimo e ha continuato la
che non rientra nei loro schemi, in tro/chi è fuori”, “mio/tuo”, ma ad «diritto al cibo, che assieme
questo caso l’azione, pur buona, di andare oltre, ad aprire il cuore per intervenendo alla Conferenza
sulla riduzione della fame, or- alla riduzione della fame e a
una persona “esterna” alla cerchia poter riconoscere la sua presenza e un’alimentazione sana e ade-
dei seguaci. Invece Gesù appare l’azione di Dio anche in ambiti in- ganizzata dal Programma di
economia politica e sviluppo guata, dovrebbero rientrare
molto libero, pienamente aperto soliti e imprevedibili e in persone tra i fondamentali diritti uma-
alla libertà dello Spirito di Dio, che non fanno parte della nostra internazionale (Iped) e dalla
ni, poiché parte integrante
che nella sua azione non è limitato cerchia. Si tratta di essere attenti Fondazione Centesimus an-
del diritto alla vita».
da alcun confine e da alcun recin- più alla genuinità del bene, del nus Pro Pontifice presso la
Nell’ambito dei lavori di
to. Gesù vuole educare i suoi di- bello e del vero che viene compiu- Fordham University di New una conferenza che ogni due
anni riunisce esperti e autori-
tà accademiche internazionali
per interrogarsi su questioni
relative alla povertà e allo svi-
Beatificato a Marsiglia il sacerdote Jean-Baptiste Fouque luppo, Gallagher ha sottoli-
neato che «nonostante tutti i

Ministero della bontà progressi tecnologici, il godi-


mento del diritto al cibo ri-
mane lontano dai bisogni di
milioni di persone», ricordan-
do al tempo stesso che la ri-
«Ha esercitato il ministero della gliendo di rifugiarci nella medio- uomo di Dio, capace di comprendere duzione di fame e povertà è
bontà» amando «tutte le anime, be- crità». l’animo umano». Insomma, ha esor- stata inserita come obiettivo
ne incarnate in corpi viventi, che Eppure a quasi cento anni dalla tato il cardinale Becciu, in lui il clero numero due nell’Agenda 2030
avevano bisogno di aiuto e che ave- morte di don Fouque, ha evidenziato può trovare «il coraggio e la perseve- delle Nazioni Unite.
vano i visi di persone sole e malate, il prefetto, ci sono «uomini e donne ranza di farsi prossimo degli altri, «Per coloro che affrontano
di poveri e bambini». Per questo la che continuano, nelle opere da lui particolarmente di chi è ferito o questioni relative alla riduzio-
Chiesa ora venera come beato il pre- fondate, a servire non soltanto i L’arcivescovo Gallagher alla Fordham University di New York
escluso. ne della fame a livello inter-
te marsigliese Jean-Baptiste Fouque, bambini, ma anche tutti quelli che nazionale, l’analisi proposta
vissuto tra la fine dell’Ottocento e sono resi fragili dalle condizioni di Obbedienza, povertà, umiltà, ser-
vizio di Dio e dei poveri, ecco le ca- dal magistero di Papa France- deriamo i livelli di spreco ali- sua prolusione riprendendo il
gli inizi del Novecento. È stato il vita, a prescindere della loro età». Di
ratteristiche della vita di un sacerdo- sco può essere uno strumento mentare e le risorse sprecate discorso alla Fao, nel quale
cardinale Angelo Becciu, prefetto conseguenza, ha aggiunto il cele-
te per il quale tutto era ordinato efficace per identificare le sfi- dagli attuali modelli di con- Francesco esortava diploma-
della Congregazione delle cause dei brante rivolgendosi all’assemblea dei
all’amore di Dio e al servizio delle de legate alla sicurezza ali- sumo. Ridurre è facile; la
santi, a elevarlo agli onori degli alta- fedeli, «questa testimonianza di zia e istituzioni multilaterali
anime». E nell’odierno «contesto re- mentare e all’eliminazione condivisione richiede invece
ri durante la celebrazione presieduta amore e di servizio compiuto in no- affinché «alimentino e orga-
della fame», ha continuato il la conversione, e questo è im-
domenica 30 settembre, in rappresen- me di Gesù, con e per amore a Ge- so difficile a causa dei peccati gravi nizzino questa capacità di
tanza di Papa Francesco, nella catte- sù, fa di ciascuno di noi oggi auten- segretario per i Rapporti con pegnativo», ha detto l’arcive-
di certi ministri della nostra Chiesa, gli stati, invitando ad applica- amare» traducendo il princi-
drale della città portuale francese. tici missionari della bontà e della mi- scovo.
— ha concluso il porporato — abbia- re queste proposte alla realtà pio di umanità «in una linea
Proprio nella chiesa in cui egli fu sericordia. Ecco la nostra missione; I passaggi del discorso che
mo bisogno di sacerdoti come don quotidiana dei popoli e co- Francesco tenne alla Fao concreta di azione che signifi-
viceparroco tra il 1885 e il 1888, pri- non dobbiamo dormire! E se, sul Fouque, che, come lui, fanno ca pensare a nuovi modelli di
ma di raggiungere la parrocchia del- cammino, inciampiamo o cadiamo, munità, una realtà fatta di nell’ottobre del 2017 risuona-
dell’amore di Dio, ricercato nella cambiamenti climatici, fonti no in tutta la loro attualità al sviluppo e consumo e adotta-
la Santissima Trinità di La Palud. ricordiamoci questo consiglio di don
preghiera e nell’Eucaristia, il centro di energia pulita, migrazione, tavolo dei relatori. Nella pro- re politiche che non aggravi-
«Con creatività, nell’azione con- Fouque: “Nonostante quello che ti
creta, lasciandosi guidare da Dio — possa accadere, non scoraggiarti propulsivo della loro vita totalmente commercio e cultura dei rifiu- spettiva del Papa al centro è no la situazione delle popola-
ha spiegato il porporato all’omelia — mai!”». Quindi, ha fatto notare il dedicata ai fratelli». ti. «Quest’ultima sfida è pro- sempre posta «l’inviolabile di- zioni meno avanzate».
don Fouque ha amato con entusia- cardinale Becciu, «proclamando bea-
smo», perché riteneva che senza que- to un marsigliese come voi, ricono-
st’ultimo «siamo condannati a vivere sciamo che è salito al cielo per il be-
nella banalità e nell’indifferenza». Il ne che ha fatto. Tutti i marsigliesi
suo stile di vita è ben riassunto nel possono compiere il bene e divenire,
consiglio che il prete lasciò a monsi- come Jean-Baptiste Fouque, temerari Lutti nell’episcopato
gnor Blanc, suo successore alla guida della carità».
delle opere di carità da lui avviate: Un messaggio che vale soprattutto
«Quando avrà un’idea per fare il be- per i preti e i seminaristi, che nel Monsignor Dirceu Vegini, vescovo di Foz do Iguaçu, in Brasile, è mor- so a Teresina il 21 febbraio 2001. Aveva rinunciato al governo pastorale
ne, non rifletta, faccia subito, altri- nuovo beato possono trovare un mo- to sabato 29 settembre, a seguito di un intervento chirurgico urgente. Il dell’arcidiocesi il 3 settembre 2008.
menti riflettendo si vedono le diffi- dello, anzitutto perché «colpiva pro- compianto presule era nato in Massaranduba, diocesi di Joinville, il 14
coltà, si esita e così si perdono molte fondamente nel modo di celebrare la aprile 1952 ed era stato ordinato sacerdote il 21 gennaio 1984. Eletto alla Monsignor Conrado Walter, vescovo emerito di Jacarezinho, in Brasile,
cose buone». Perché, ha rilanciato il messa e, precorrendo i tempi, insiste- Chiesa titolare di Puzia di Bizacena il 15 marzo 2006 e al contempo au- è morto lo scorso 20 settembre. Il compianto presule pallottino era nato
cardinale Becciu dal pulpito, è così va perché molti giovani e adulti rice- siliare di Curitiba, aveva ricevuto l’ordinazione episcopale il successivo 2 Germania, a Bichishausen, diocesi di Rottenburg-Stuttgart, il 19 giugno
che si diviene santi: «Facendo il be- vessero frequentemente la comunione giugno. Il 20 ottobre 2010 era stato trasferito alla sede residenziale di 1923 ed era stato ordinato sacerdote nella società dell’apostolato cattoli-
ne. Basta un atto di amore alla volta, eucaristica». In secondo luogo, ha Foz do Iguaçu. co il 2 dicembre 1956. Eletto alla Chiesa titolare di Lisinia e al contem-
uno ogni giorno, ma fatto bene, con proseguito il prefetto, nel ministero
convinzione, con entusiasmo, senza della riconciliazione: «ascoltando pa- po nominato ausiliare di Jacarezinho il 1° dicembre 1977, aveva ricevuto
Monsignor Celso José Pinto da Silva, arcivescovo emerito di Teresina,
rimandare». Solo così «ci diviene ac- zientemente la miseria dei fratelli, ha in Brasile, è morto venerdì 28 settembre. Il compianto presule era nato l’ordinazione episcopale il 2 febbraio 1978. Nominato vescovo coadiuto-
cessibile la santità», della quale versato sulle loro sofferenze il balsa- a Rio de Janeiro il 29 ottobre 1933 ed era stato ordinato sacerdote il 14 re di Jacarezinho il 26 novembre 1984, era succeduto per coadiuzione
«spesso ci facciamo una falsa idea, mo della carità di Cristo» e «la lun- marzo 1959. Eletto alla sede titolare di Urusi e al contempo nominato alla medesima sede il 10 agosto 1991. Il 5 luglio 2000 aveva rinunciato al
considerando che richiede cose ga panca accanto al suo confessiona- ausiliare di São Sebastião do Rio de Janeiro il 6 marzo 1978, aveva rice- governo pastorale della Chiesa residenziale. I funerali sono stati celebra-
straordinarie» e si finisce col mettere le» testimonia quante «persone lo vuto l’ordinazione episcopale il successivo 1° maggio. Trasferito alla sede ti nella cattedrale diocesana e la sepoltura è avvenuta nel locale santua-
«da parte la nostra vocazione, sce- cercavano perché trovavano in lui un residenziale di Vitória da Conquista il 30 maggio 1981, era stato promos- rio di Nossa Senhora de Guadalupe.
pagina 4 lunedì-martedì 1-2 ottobre 2018 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 1-2 ottobre 2018 pagina 5

ni, emendamenti o spiegazioni circa il con-

Istruzione sulla celebrazione delle assemblee sinodali


tenuto delle Relazioni.
§ 5. Dopo la presentazione in Congre-
gazione Generale, è facoltà del Presidente
Delegato promuovere in Aula una discus-
sione sulle proposte dei Circoli Minori.
PARTE
I SO GGETTI
I

e sull’attività CAPITOLO III


IL D O CUMENTO FINALE

Capitolo I
IL ROMANO PONTEFICE

Art. 1
della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi Art. 33
Elaborazione e presentazione
del progetto del Documento finale
§ 1. Tenendo conto degli interventi dei
L’autorità del Romano Pontefice Padri in aula e dei modi approvati dai Cir-
coli Minori, il Relatore Generale, con l’aiu-
§ 1. Al Romano Pontefice, cui il Sinodo Art. 4 § 2. 1° L’elezione dei Membri degli Isti- 2° preparare e comunicare il calendario Art. 11 § 4. Sciolta l’Assemblea, cessa la funzio- Art. 20 to del Segretario Speciale, opportunamen-
dei Vescovi è direttamente sottoposto, Membri dell’Assemblea Speciale tuti di vita consacrata per i diversi tipi di dei lavori, distribuendo con opportuno cri- Gli altri Consigli ne del Segretario Speciale. Incarichi e organismi te affiancato dagli Esperti, presiede all’ela-
compete: Assemblea si svolge a norma del § 1, 2° di terio le Congregazioni Generali e le Sessio- della Segreteria Generale per l’Assemblea Speciale borazione del progetto del Documento fi-
Sono Membri dell’Assemblea Speciale:
1º convocare il Sinodo dei Vescovi ogni questo articolo. ni dei Circoli Minori a norma dell’art. 14 Art. 15 e altri tipi di Assemblea nale del Sinodo.
volta che lo ritenga opportuno e designare 1º a) i Patriarchi, gli Arcivescovi Mag- § 1. I Consigli per la preparazione La Commissione per l’Informazione
2° Nell’eleggere i Membri degli Istituti della Costituzione Apostolica Episcopalis Il Regolamento dell’Assemblea Speciale
il luogo in cui tenere le Assemblee; giori, i Metropoliti delle Chiese Metropoli- dell’Assemblea Generale Straordinaria e § 2. Compete alla Commissione per
di vita consacrata si dovrà tener conto non communio; o dell’Assemblea prevista dall’art. 1 § 3
tane sui iuris delle Chiese Orientali Catto- dell’Assemblea Speciale, di cui all’art. 25 § § 1. La Commissione per l’Informazione l’elaborazione del Documento finale emen-
2º stabilire in tempo opportuno il tema soltanto della loro scienza e prudenza in 3° determinare l’ordine e la durata mas- della Costituzione Apostolica Episcopalis dare e approvare il progetto del Documen-
liche o, in caso di impedimento, il Vescovo 1 della Costituzione Apostolica Episcopalis è composta da: il Presidente e il Segreta-
o i temi da trattare, ricorrendo anche alla genere, ma anche della conoscenza, teorica sima degli interventi dei Padri Sinodali du- communio può derogare alla costituzione to finale. I voti sono espressi con la formu-
designato a norma dell’art. 2, 1°, a), che communio, sono convocati dal Segretario rio, nominati dal Romano Pontefice, il Se-
consultazione dell’Episcopato secondo le e pratica, della materia che sarà trattata rante le Congregazioni Generali; dei suddetti incarichi e organismi e stabili-
abbiano circoscrizioni ecclesiastiche sulle Generale ogni volta che ciò sembri oppor- gretario Generale, il Sottosegretario, il Se- la placet, non placet. Il progetto è approva-
modalità che avrà giudicato più convenien- nell’Assemblea. re quali altri debbano essere eventualmente l’argomento da discutere e invita a parlare Art. 31
aree geografiche per le quali è stata convo- 4° costituire i Circoli Minori e comuni- tuno. gretario Speciale, il Prefetto del Dicastero to a maggioranza assoluta.
ti; 3° Il Presidente dell’Unione dei Superio- costituiti. Moderatore, Relatore e Segretario
cata l’Assemblea; carne la composizione, a norma dell’art. 14 i Membri che ne hanno fatto richiesta, se-
3º confermare l’elezione dei Membri e ri Generali comunicherà i nomi degli eletti § 2. 1° I Consigli della Segreteria Gene- per la Comunicazione, il Direttore della § 3. Compete al Relatore Generale pre-
b) i Vescovi appartenenti alle aree geo- della Costituzione Apostolica Episcopalis condo la lista predisposta dalla Segreteria dei Circoli Minori
nominarne altri; al Segretario Generale almeno cinque mesi rale per l’attuazione dell’Assemblea Gene- Sala Stampa, nonché cinque Membri eletti sentare ai Padri Sinodali il progetto del
grafiche per le quali il Sinodo dei Vescovi communio; Generale.
rale Straordinaria e dell’Assemblea Specia- dall’Assemblea secondo il Regolamento § 1. In ogni Circolo Minore i Padri Si- Documento finale.
4º presiedere le Assemblee del Sinodo è stato convocato, designati secondo i cri- prima dell’apertura dell’Assemblea. 2º I Padri, che hanno chiesto la parola,
personalmente o attraverso altri; teri determinati dal Romano Pontefice; § 3. 1° Tutte le elezioni devono essere
5° tenere comunicazioni per informare le, di cui all’art. 25 § 3 della Costituzione dell’Assemblea del Sinodo. PARTE II
sono tenuti a riferirsi con precisione al Do-
nodali eleggono tra loro un Moderatore e
sui diversi aspetti procedurali; Apostolica Episcopalis communio, sono com- un Relatore. Tali elezioni avvengono Art. 34
5º decidere del Documento finale; 2° i Vescovi membri del Consiglio della confermate dal Romano Pontefice. posti da quindici Membri, di cui dodici
§ 2. Spetta alla Commissione stabilire LE PRO CEDURE cumento di lavoro presentato dal Relatore all’inizio della prima sessione a norma del Discussione del progetto
Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi 6° curare che, nel corso dei lavori, siano criteri e modi per la diffusione delle noti- Generale, a consegnare con congruo antici- del Documento finale
6° ratificare ed eventualmente promulga- 2° I nomi degli eletti non divengono di eletti dalla rispettiva Assemblea secondo i C.I.C., can. 119, 1°, e del C.C.E.O., can. 956,
per la preparazione dell’Assemblea Specia- attentamente rispettate le norme. zie. po i loro interventi per iscritto alla Segre-
re il Documento finale quando, in casi de- pubblico dominio, finché la loro elezione criteri stabiliti dal Romano Pontefice e gli § 1.
terminati, abbia concesso al Sinodo pote- le; 7° preoccuparsi che tutti i Membri pos- teria Generale e a mantenere i loro inter- § 1. Dopo che i Padri Sinodali hanno
non è stata confermata dal Romano Ponte- altri nominati dal Romano Pontefice. § 3. Sui singoli argomenti si possono CAPITOLO I
stà deliberativa; 3° i Capi dei Dicasteri della Curia Ro- sano partecipare attivamente e che gli inca- venti entro la durata massima stabilita dal § 2. Spetta al Moderatore di ogni Circo- avuto un congruo tempo per l’esame del
fice. svolgere conferenze stampa da parte dei LITURGIE, VESTI, PRECEDENZE, LINGUE,
mana insigniti del munus episcopale, indi- richi siano adeguatamente ripartiti; 2° Tali Consigli sono convocati dal Se- Segretario Generale. lo Minore: progetto del Documento finale, ha luogo il
7º concludere, aggiornare, trasferire, so- gretario Generale ogni volta ciò sembri op- Padri Sinodali designati dal Presidente ASSENZE, SEGRETO, VOTO SULLE dibattito in aula.
cati dal Romano Pontefice; — enunciare gli argomenti proposti;
spendere e sciogliere il Sinodo. 8° predisporre la conservazione degli atti portuno. della Commissione. 3° Benché non sussista vincolo di man-
CAPITOLO III PRO CEDURE, MODALITÀ DI ESPRESSIONE — guidare la discussione; § 2. Il Presidente Delegato, secondo la
4° alcuni Chierici appartenenti a Istituti in appositi archivi. dato, è bene che i Padri Sinodali designati
§ 2. In caso di Sede Apostolica vacante LA SEGRETERIA GENERALE — curare che la discussione non esca dal lista predisposta dalla Segreteria Generale,
di vita consacrata, eletti dai rispettivi orga- Art. 16
DEL VOTO per ufficio o per elezione si facciano porta-
o impedita dopo la convocazione dell’As- § 6. Nella fase attuativa dell’Assemblea tema o dagli argomenti stabiliti; invita a parlare i Membri che ne hanno
nismi di rappresentanza dei Superiori Ge- CAPITOLO IV La Commissione per la redazione tori del parere espresso dagli Organismi
semblea Sinodale o durante la sua celebra- nerali, designati nel numero e secondo i del Sinodo compete al Segretario Ge- — promuovere la partecipazione attiva fatto richiesta.
zione, essa viene immediatamente sospesa, Art. 8 INCARICHI E ORGANISMI del Documento finale Art. 21 che rappresentano e della consultazione ef- dei Membri;
criteri determinati dal Romano Pontefice; nerale:
fino a decisione del nuovo Romano Ponte- Il Segretario Generale DURANTE LE ASSEMBLEE DEL SINOD O Celebrazioni liturgiche fettuata presso le Chiese particolari da cui — decidere quale argomento, qualora si § 3. I Padri possono presentare alla Se-
5° alcuni altri nominati dal Romano 1° collaborare con il Capo del Dicastero §1. All’inizio dell’Assemblea del Sinodo durante l’Assemblea provengono, ai sensi del n. 6 della Costitu- greteria Generale i modi al progetto del
fice. dia questa o quella necessità per mancanza
Pontefice. § 1. Il Segretario Generale, nominato della Curia Romana competente per il te- si costituisce la Commissione per la reda- zione Apostolica Episcopalis communio. Documento finale che giudicano necessari.
dal Romano Pontefice a norma dell’art. 22, Art. 12 § 1. L’Assemblea del Sinodo si apre con di tempo, debba essere trattato prima di
ma del Sinodo per promuovere l’attuazio- zione del Documento finale, di cui all’art. altri e stabilire i tempi concessi agli inter- Nulla impedisce che più Padri si uniscano
§ 3 della Costituzione Apostolica Episcopa- Il Presidente Delegato la celebrazione dell’Eucaristia, l’intronizza- 4º A riguardo di una medesima questio-
Capitolo II Art. 5 ne, a norma dell’art. 20 della Costituzione 17 § 2 della Costituzione Apostolica Epi- venti; per la presentazione dei modi.
lis communio, dirige le attività della Segre- zione del Libro dei Vangeli e il canto del ne sia uno solo il Padre che parla a nome
I MEMBRI O PADRI SINODALI Membri di altri tipi di Assemblee Apostolica Episcopalis communio; scopalis communio. — presiedere alle votazioni.
teria Generale, presiedendone le riunioni § 1. Il Presidente Delegato presiede l’As- Veni, Creator Spiritus. dell’Organismo che rappresenta.
Nel caso in cui, a norma dell’art. 1 § 3 2° costituire e presiedere la Commissione Art. 35
in caso di assenza del Romano Pontefice, e semblea del Sinodo in nome e per autorità § 2. La Commissione per la redazione § 2. Qualora siano in molti ad aver chie- § 3. Spetta al Relatore di ogni Circolo
della Costituzione Apostolica Episcopalis per l’attuazione, a norma dell’art. 21 della § 2. L’Assemblea Sinodale, riunita in Elaborazione, presentazione
Art. 2 ne sottoscrive gli atti. del Romano Pontefice. del Documento finale è formata da: il Re- sto la parola, i Padri sono pregati di non Minore:
communio, il Romano Pontefice abbia con- Costituzione Apostolica Episcopalis com- Congregazione Generale o nei Circoli Mi- e votazione del Documento finale
Membri latore Generale, che la presiede; il Segreta- — fare la sintesi alla fine delle singole
vocato un’Assemblea del Sinodo secondo § 2. Il Segretario Generale nomina gli § 2. Se il Romano Pontefice ha incarica- nori, si apre ogni giorno con la celebrazio- ripetere quanto altri hanno già esposto, li-
dell’Assemblea Generale Ordinaria munio. sessioni delle opinioni espresse, di quelle § 1. Tenendo conto dei modi presentati,
altre modalità da lui stesso stabilite, spetta Officiali della Segreteria, che da lui dipen- to più di uno a presiedere l’Assemblea, essi rio Generale; il Segretario Speciale, che ne ne della Liturgia delle Ore. mitandosi a un breve cenno su quanto già
Sono Membri dell’Assemblea Generale a lui determinare i criteri di designazione svolgeranno l’incarico succedendosi tra lo- è il segretario; cinque Membri eletti in rap- detto. concordi come di quelle discordi; il Relatore Generale, con l’aiuto del Segre-
dono. Art. 9 § 3. L’Assemblea del Sinodo si chiude
O rdinaria: dei Membri. ro secondo l’ordine stabilito dallo stesso presentanza delle diverse aree continentali — presiedere all’elaborazione di modi che tario Speciale e degli altri Membri della
§ 3. È compito del Segretario Generale Il Sottosegretario con il canto del Te Deum e la celebrazione § 3. Gli interventi consegnati per iscritto rispecchino le opinioni prevalenti tra i Commissione per la redazione del Docu-
1º a) i Patriarchi, gli Arcivescovi Mag- Romano Pontefice nel documento di no- (uno per l’America, uno per l’Europa, uno
comunicare al Romano Pontefice tutto ciò dell’Eucaristia. alla Segreteria Generale, anche se non ven- Membri del Circolo; mento finale, appronta il testo del Docu-
giori, i Metropoliti delle Chiese Metropoli- Art. 6 § 1. Il Sottosegretario collabora con il mina. per l’Africa, uno per l’Asia, uno per
Membri di nomina pontificia che concerne le attività della Segreteria gono pronunciati, sono considerati allo — preparare al termine della discussione mento finale.
tane sui iuris delle Chiese Orientali Catto- Segretario Generale in tutte le sue fun- l’Oceania); alcuni Membri nominati dal Art. 22
in tutte le Assemblee Generale. § 3. Sciolta l’Assemblea, cessa la funzio- stesso modo di quelli pronunciati in Aula. una Relazione, che contenga tutte le opi-
liche o, in caso di impedimento, il Vesco- zioni. ne del Presidente Delegato. Romano Pontefice. Vesti d’uso in assemblea § 2. Compete al Relatore Generale pre-
vo, possibilmente competente sul tema da Alle singole Assemblee partecipano an- § 4. Nella fase preparatoria dell’Assem- § 4. 1° I tempi dedicati al libero scambio nioni espresse, sia quelle concordi che sentare ai Padri Sinodali il Documento fi-
§ 2. Spetta al Sottosegretario, tramite i § 3. L’elezione dei Membri della Com- Nelle Congregazioni Generali i Membri, di opinioni tra i Membri sugli argomenti quelle discordi;
trattare, designato dal Patriarca, dall’Arci- che i Membri, Vescovi o Chierici ap- blea del Sinodo compete al Segretario Ge- Art. 13 nale.
vescovo Maggiore, dal Metropolita delle suoi collaboratori, raccogliere e distribuire missione per la redazione del Documento ai quali compete, usano l’abito piano; gli in corso di trattazione, di cui all’art. 15 § 2 — leggere in Assemblea la Relazione.
partenenti a Istituti di vita consacrata o nerale: Il Relatore Generale § 3. I voti sul Documento finale sono
Chiese Metropolitane sui iuris, con il con- gli atti e i documenti dell’Assemblea del finale si svolge a norma del C.I.C., can. 119, altri la veste propria.
anche altri Chierici esperti, nominati dal 1º pubblicare i Documenti necessari della Costituzione Apostolica Episcopalis § 4. Segretario di ciascun Circolo Mino- espressi a scrutinio segreto con la formula
senso del Sinodo dei Vescovi ovvero del Romano Pontefice, fino al 15 per cento del Sinodo. § 1. Il Relatore Generale tiene una Rela- 1°, e del C.C.E.O., can. 956, § 1, svolgendo communio, hanno luogo secondo i modi re sarà un Assistente della Segreteria Gene-
all’avvio della fase preparatoria dell’Assem- Art. 23 placet, non placet.
Consiglio dei Gerarchi della Chiesa alla numero dei Membri designati ex officio ed zione all’inizio dell’Assemblea del Sinodo, uno scrutinio per ogni singola elezione. stabiliti dal Segretario Generale d’intesa rale del Sinodo dei Vescovi.
blea del Sinodo, a norma dell’art. 6 della § 3. Il Sottosegretario riceve personal- Ordine di precedenza
quale presiedono; ex electione. Costituzione Apostolica Episcopalis commu- per esporre la materia da trattare, illustrare col Presidente Delegato. Spetta al Segretario di ogni Circolo Mi- § 4. Il Documento finale è approvato
mente le notificazioni di assenza alle riu- Art. 17 Per la precedenza si osservano le prescri-
b) i Vescovi eletti dai Sinodi dei Vescovi nio, e raccogliere i risultati della consulta- il Documento di lavoro e precisare i punti nore: dai due terzi dei Padri Sinodali presenti al-
nioni, trasmettendole al Presidente Delega- Le Commissioni di studio zioni canoniche e consuetudinarie. 2° In quell’occasione un Padre, dopo
e dai Consigli dei Gerarchi delle Chiese Art. 7 zione ecclesiale, a norma dell’art. 7 della su cui verterà la discussione. — assistere il Moderatore e il Relatore; la votazione.
to e al Segretario Generale. aver ascoltato le opinioni degli altri, può
Orientali Cattoliche; Elezione dei Membri medesima Costituzione Apostolica; — adempiere alle eventuali richieste da § 5. Una volta approvato, il Documento
§ 2. Tale Relazione dovrà pervenire al § 1. Le Commissioni di studio, di cui Art. 24 rispondere o fare obiezioni.
c) i Vescovi eletti dalle Conferenze Epi- parte dei Membri del Circolo; finale è offerto al Romano Pontefice, a
§ 1. 1º I Membri dell’Assemblea Genera- 2° convocare la Riunione presinodale, a Art. 10 Segretario Generale con un congruo antici- all’art. 16 della Costituzione Apostolica Lingue ufficiali dell’Assemblea 3° Gli oratori possono intervenire a no-
scopali; — redigere il verbale delle sessioni del norma dell’art. 18 della Costituzione Apo-
le Ordinaria, di cui all’art. 2, 1°, b) e c), norma dell’art. 8 della Costituzione Apo- Il Consiglio Ordinario po rispetto all’inizio dell’Assemblea del Si- Episcopalis communio, sono formate da un- Le lingue ufficiali dell’Assemblea sono me di più Membri, indicandone i nomi.
2° i Membri del Consiglio Ordinario stolica Episcopalis communio; della Segreteria Generale Circolo da consegnare alla Segreteria Ge- stolica Episcopalis communio.
nonché i loro Sostituti, sono eletti in sedu- nodo. dici Membri e altri Partecipanti, esperti fatte conoscere con congruo anticipo ai
della Segreteria Generale del Sinodo dei § 5. Compete al Presidente Delegato nerale.
ta plenaria e con suffragio segreto dai ri- 3° nominare e presiedere la Commissio- nella materia, dei quali otto vengono eletti Membri dalla Segreteria Generale.
Vescovi; § 1. Il Consiglio Ordinario della Segre- § 3. Durante i lavori assembleari, il Re- concedere la parola agli Uditori, ai Dele-
spettivi Sinodi dei Vescovi, Consigli dei ne preparatoria, a norma dell’art. 10 della dall’Assemblea e tre sono nominati dal Ro- CAPITOLO IV
3º i Capi dei Dicasteri della Curia Ro- teria Generale è composto da ventuno latore Generale presiede alla preparazione gati Fraterni e, se vi sono, agli Invitati Articolo 32
Gerarchi delle Chiese Orientali Cattoliche Costituzione Apostolica Episcopalis commu- mano Pontefice. Art. 25
mana insigniti del munus episcopale, indi- Membri. del Documento finale da sottoporre all’ap- Speciali, a norma dell’art. 15 § 3 della Co- Votazione nei Circoli Minori ADEMPIMENTI FINALI
e Conferenze Episcopali. nio; Obbligo di notificare l’assenza
cati dal Romano Pontefice; provazione dei Padri e lo presenta in Con- § 2. L’elezione dei Membri delle Com- stituzione Apostolica Episcopalis communio. e Relazione in Aula
2º Tali elezioni sono fatte a norma del 4° comunicare e pubblicare la nomina, § 2. A norma dell’art. 24 § 2 della Co- gregazione Generale. Chi non può partecipare alle singole riu-
4° dieci Chierici appartenenti a Istituti C.I.C., can. 119, 1°, e del C.C.E.O., can. 956,
missioni di studio si svolge a norma del § 1. 1° Al termine della discussione sul Art. 36
fatta dal Romano Pontefice, del Presidente stituzione Apostolica Episcopalis communio nioni deve notificare il motivo della sua as- Art. 30
di vita consacrata, eletti dai rispettivi orga- § 1. Qualora siano da eleggere più Mem- § 4. Se le circostanze lo suggeriscono, il C.I.C., can. 119, 1°, e del C.C.E.O., can. 956, tema assegnato, i Membri del Circolo Mi- Stesura della Relazione
Delegato, del Relatore Generale e del Se- un Membro è eletto tra i Capi e i Vescovi senza al Presidente Delegato e al Segreta- Discussione degli argomenti
nismi di rappresentanza dei Superiori Ge- bri, si svolga uno scrutinio per ogni singo- Relatore Generale tiene altre comunicazio- § 1, svolgendo uno scrutinio per ogni sin- rio Generale attraverso il Sottosegretario. nore votano i modi di cui all’art. 30 § 4. sui lavori del Sinodo
gretario Speciale di ogni Assemblea; eparchiali delle Chiese Orientali Cattoliche nei Circoli Minori
nerali; la elezione. ni durante lo svolgimento dei lavori assem- gola elezione.
5° sottoporre al Romano Pontefice membri dell’Assemblea Generale Or- 2° I voti sui modi sono espressi con la § 1. Al termine dei lavori dell’Assem-
5° alcuni altri nominati dal Romano 3º Il numero dei Membri da eleggere è dinaria. bleari, per riassumere gli argomenti emersi § 3. Il Presidente e il Segretario delle Art. 26 § 1. Oltre che nelle Congregazioni Ge- formula placet, non placet.
l’elenco dei Membri eletti a norma dell’art. blea, a cura del Segretario Generale si re-
Pontefice. così determinato: dal dibattito in Aula, chiarire alcuni punti, Commissioni di studio sono eletti da e tra Obbligo di osservare il segreto nerali, la discussione degli argomenti pro-
3 della presente Istruzione per la necessaria 3° I modi sono approvati a maggioranza dige una Relazione, nella quale vengono
a) per ogni Sinodo dei Vescovi o Consi- § 3. Quindici Membri sono eletti tra i illustrare i progressi nell’elaborazione del Coloro che partecipano al Sinodo sono
conferma; i loro membri a norma del C.I.C., can. 119, segue nei Circoli Minori, costituiti a nor- assoluta dei Padri Sinodali che fanno parte descritti i lavori svolti sull’argomento o su-
Art. 3 glio dei Gerarchi delle Chiese Cattoliche Vescovi diocesani di rito latino membri Documento finale. legati al segreto pontificio per quanto ri-
6° comunicare e pubblicare i nomi dei 1°, e del C.C.E.O., can. 956, § 1. ma dell’art. 14 della Costituzione Apostoli- del Circolo Minore presenti alla votazione gli argomenti esaminati e si presentano le
Membri dell’Assemblea Generale Straordinaria Orientali che abbia da 26 a 50 membri un dell’Assemblea Generale Ordinaria: due la guarda i pareri e il voto dei singoli.
Padri Sinodali confermati o nominati dal § 5. Sciolta l’Assemblea, cessa la funzio- ca Episcopalis communio. Tali Circoli si riu- e quindi trasmessi alla Segreteria Generale conclusioni raggiunte dai Padri.
Sono Membri dell’Assemblea Generale rappresentante (e un sostituto); se ha più cui sede si trovi in America Settentrionale; § 4. Quando la Commissione di studio niscono per un numero congruo di sessio-
Romano Pontefice; ne del Relatore Generale. con l’indicazione dei voti favorevoli e con- § 2. Tale Relazione è presentata dal Se-
Straordinaria: di 50 membri due rappresentanti (e un so- tre la cui sede si trovi in America Latina; ha raggiunto le sue conclusioni, queste so- Art. 27 ni. trari.
stituto); 7° nominare, dopo aver sentito il Relato- tre la cui sede si trovi in Europa; tre la cui no illustrate all’Assemblea del Sinodo dal Voto sulle procedure gretario Generale al Romano Pontefice.
1º a) i Patriarchi, gli Arcivescovi Mag- Art. 14
b) per ogni Conferenza Episcopale che re Generale e il Segretario Speciale, gli sede si trovi in Africa; tre la cui sede si tro- Presidente della Commissione. § 2. I Circoli Minori sono costituiti su § 2. 1° Prima della ripresa delle Congre-
giori, i Metropoliti delle Chiese Metropoli- Il Segretario Speciale Ogni volta che si pone una questione di
non abbia più di 25 membri un rappresen- Esperti, gli Uditori e, se vi sono, gli Invi- vi in Asia; uno la cui sede si trovi in Ocea- base linguistica. I singoli Padri Sinodali gazioni Generali, i Membri del Circolo
tane sui iuris delle Chiese Orientali Catto- procedura, la soluzione viene presa con vo- DISPOSIZIONE
tante (e un sostituto); se ha da 26 a 50 tati Speciali; nia. § 1. Il Segretario Speciale assiste il Rela- Art. 18 partecipano al Circolo che viene loro asse- Minore votano la Relazione elaborata dal
liche o, in caso di impedimento, il Vescovo to a maggioranza assoluta. FINALE
membri, due rappresentanti (e un sostitu- 8° pubblicare i nomi dei Delegati Frater- tore Generale in tutte le sue funzioni, in Costituzione e compiti gnato, tenendo conto delle lingue scelte da Relatore.
designato a norma dell’art. 2, 1°, a); § 4. A norma dell’art. 24 § 2 della Co-
to); se ha da 51 a 100 membri, tre rappre- ni designati dalle rispettive Chiese e Co- virtù della sua competenza sul tema del Si- della Commissione per le Controversie Art. 28 loro stessi. Tutti e singoli i Circoli trattano 2° I voti sulla Relazione sono espressi La Segreteria Generale del Sinodo dei
b) i Presidenti delle Conferenze Episco- stituzione Apostolica Episcopalis communio,
sentanti (e due sostituti); se ha da 101 a munità Ecclesiali non ancora in piena co- nodo, coordinando, sotto la direzione del Modalità di espressione del voto gli stessi argomenti. con la formula placet, non placet. Vescovi, a norma dell’art. 26 della Costitu-
pali o, in caso di impedimento, il primo a costoro si aggiungono il Capo del Dica- All’inizio di ogni Assemblea è costituita
200 membri, quattro rappresentanti (e due munione con la Chiesa Cattolica; medesimo, il lavoro degli Esperti e curan- 3° La Relazione è approvata a maggio- zione Apostolica Episcopalis communio, ha
dei Vice Presidenti; stero della Curia Romana competente per dal Romano Pontefice una Commissione Le modalità di espressione del voto sono § 3. Gli Uditori, i Delegati Fraterni e, se
sostituti); se ha più di 200 membri, cinque 9° trasmettere con congruo anticipo ai do la redazione del Documento finale. ranza assoluta dei Padri Sinodali che fan- approvato la presente Istruzione, dispo-
2° i Vescovi membri del Consiglio della il tema del Sinodo stabilito dal Romano di tre Membri con il compito di esaminare determinate dalla Segreteria Generale. vi sono, gli Invitati Speciali prendono par-
rappresentanti (e tre sostituti). Padri Sinodali i Documenti relativi all’As- no parte del Circolo Minore presenti alla nendo che essa entri in vigore il giorno 1
Segreteria Generale del Sinodo dei Vescovi Pontefice, nonché quattro Vescovi nomina- § 2. Se le circostanze lo suggeriscono, adeguatamente le controversie presentate e te, senza diritto di voto, ai Circoli Minori,
4° Nell’eleggere i Vescovi si dovrà atten- semblea del Sinodo; votazione e quindi trasmessa alla Segrete- ottobre 2018 con la pubblicazione su L’Os-
per la preparazione dell’Assemblea Gene- ti dal Romano Pontefice. possono essere nominati più Segretari Spe- di sottoporle al Romano Pontefice stesso. intervenendo su invito del Moderatore. Vi servatore Romano.
tamente considerare non solo la loro scien- CAPITOLO II ria Generale.
rale Straordinaria; 10° curare l’elaborazione e la pubblica- ciali. partecipano anche gli Esperti, offrendo
za e prudenza in genere, ma anche la co- zione del Regolamento dell’Assemblea del § 5. Le suddette elezioni si tengono pri- DISCUSSIONE DEGLI ARGOMENTI
3° i Capi dei Dicasteri della Curia Ro- Art. 19 chiarimenti quando necessario in ragione § 3. Al momento stabilito dal Presidente Dato a Roma, dalla Sede della Se-
noscenza, teorica e pratica, della materia Sinodo. ma della conclusione dell’Assemblea Gene- § 3. Il Segretario Speciale è a disposi-
mana insigniti del munus episcopale, indi- Membri eleggibili della loro competenza. Delegato, i Relatori, a nome dei Membri greteria Generale del Sinodo dei Vescovi,
che sarà trattata nell’Assemblea. rale Ordinaria a scrutinio segreto a norma zione del Romano Pontefice, del Presiden-
cati dal Romano Pontefice; § 5. Nella fase celebrativa dell’Assem- nelle Commissioni Art. 29 di ciascun Circolo Minore, leggono in il 1 ottobre 2018.
5° I Capi delle Chiese Orientali Cattoli- te Delegato, del Relatore Generale e del § 4. Nei Circoli Minori il confronto tra i
del C.I.C., can. 119, 1°, e del C.C.E.O., can. Discussione degli argomenti Congregazione Generale la Relazione.
4° tre Moderatori Supremi di Istituti di che e i Presidenti delle Conferenze Episco- blea del Sinodo compete al Segretario Ge- Segretario Generale per approntare docu- Membro di ogni Commissione può esse- Padri Sinodali ha lo scopo di portare a un
nerale: 956, § 1, svolgendo uno scrutinio per ogni nelle Congregazioni Generali Lorenzo Card. Baldisseri
vita consacrata, eletti dai rispettivi organi- pali comunicheranno i nomi degli eletti al menti e tenere comunicazioni di fronte ai re eletto qualunque Padre Sinodale, eccet- consenso generale o comunque più ampio § 4. Al termine della lettura delle Rela-
smi di rappresentanza dei Superiori Gene- singola elezione. Segretario Generale
Segretario Generale, attraverso il Rappre- 1° tenere una Relazione iniziale, per Padri Sinodali. Anche un Esperto partico- tuati il Presidente Delegato, il Segretario § 1. 1º Dopo le Relazioni del Segretario possibile, che si esprime nell’elaborazione zioni dei Circoli Minori in Congregazione
rali. sentante Pontificio della rispettiva Nazio- esporre l’attività della fase preparatoria e § 6. Il Consiglio Ordinario è convocato larmente competente sulle materie dibattu- Generale, il Sottosegretario, il Relatore Generale e del Relatore Generale e all’ini- di modi comuni al Documento di lavoro. Generale, il Presidente Delegato può dare Fabio Fabene
5° alcuni altri nominati dal Romano ne, almeno cinque mesi prima dell’apertura illustrare le procedure che saranno adottate dal Segretario Generale ogni volta che ciò te in Aula può intervenire, se espressamen- Generale e il Segretario Speciale, evitando zio di ogni successiva Congregazione Ge- Tuttavia si dovrà sempre tener conto di facoltà di intervento ai Padri Sinodali che Vescovo titolare di Montefiascone
Pontefice. dell’Assemblea. nel corso dell’Assemblea; sembri opportuno. te incaricato. il cumulo di funzioni. nerale, il Presidente Delegato annunzia ogni opinione opposta o diversa. ritenessero necessario apportare integrazio- Sottosegretario
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 1-2 ottobre 2018

La presentazione della quindicesima assemblea generale ordinaria del sinodo dei vescovi

La sfida ris, n. 4): le nostre parole sui


giovani e ai giovani devono

dei giovani partire dalla concretezza della


realtà.
Altrettanto importante è pren-
dere consapevolezza dei punti
di forza della presenza della
di LORENZO BALDISSERI universale del concetto di vocazione Chiesa nel mondo giovanile, e
e, di conseguenza, del collegamento delle sue debolezze, a partire
Quest’assise sinodale è un evento di tra pastorale giovanile e pastorale vo- dalla scarsa familiarità con la
centrale importanza per il popolo di cazionale; il rinnovamento ecclesiale cultura digitale. In questa prima
Dio, pastori e gregge, e per la società auspicato da Papa Francesco in Evan- settimana i Padri sinodali sono
intera, in ragione della tematica, i gio- gelii gaudium, secondo il quale la chiamati in particolare a rendere
vani, tutti i giovani della terra, in vi- «conversione pastorale» è finalizzata a presente la situazione che i gio-
sta della sempre sognata civiltà «fare in modo che [le strutture eccle- vani vivono nel Paese da cui cia-
dell’amore. La Chiesa, come il Santo siali] diventino tutte più missionarie scuno proviene e il modo in cui
Padre ha affermato, sin dall’inizio del […] in costante atteggiamento di la Chiesa locale la comprende: il
cammino sinodale, «vuole mettersi in “uscita”» (n. 27). percorso di preparazione al Si-
ascolto della voce, della sensibilità, I lavori sinodali si articoleranno in
della fede e anche dei dubbi e delle nodo ha fatto emergere profon-
tre “unità di lavoro”, correlative alle de differenze tra le diverse parti
critiche dei giovani» al fine di offrire tre parti del Documento di lavoro:
alle generazioni che avranno le re- del mondo. È fondamentale che
«Riconoscere: la Chiesa in ascolto della attraverso i Padri sinodali la fre-

Non c’è
sponsabilità nel futuro, la sua espe- realtà», «Interpretare: fede e discerni-
rienza, la proposta di fede in Gesù schezza e l’originalità di ogni
mento vocazionale», «Scegliere: cam-
Cristo, centro della storia di tutti. contesto e di ogni terra possa
mini di conversione pastorale e mis-
Il tema dei giovani è certamente recare il proprio contributo. La
sionaria».
comunione nella Chiesa non si

una ricetta pronta


oggi una “sfida”, come del resto lo fu Durante la Sessione inaugurale del
quello della famiglia. E la Chiesa non fa per omologazione, ma attra-
pomeriggio del 3 ottobre, oltre alla re-
ha paura di affrontare le sfide, che so- verso la condivisione delle diffe-
lazione del segretario generale del Si-
no sempre difficili e insidiose. Non le renze grazie al rispetto, all’ascol-
nodo, sarà illustrato l’Instrumentum
teme perché è sicura che la forza spi- to e al dialogo.
laboris dal relatore generale nelle sue
rituale e umana le viene dallo Spirito Spesso si sentono voci che in-
linee generali e poi, in modo intro- con un cuore pieno di misericor- ri sulla seconda e sulla terza
Santo, che ispira e sostiene i suoi pa- di SERGIO DA RO CHA colpano i giovani per essersi al-
duttivo, avrà luogo la presentazione dia, mantenendo le porte spa- parte.
stori e il suo gregge, con a capo colui della prima parte. Dopo, inizieranno lontanati dalla Chiesa. Ma molti
che ha ministero di confermare i fra- Vorrei mettere meglio a fuoco il lancate al Dio della tenerezza Nei prossimi giorni e per tut- di loro hanno vissuto situazioni
gli interventi in aula dei padri sinoda- ruolo dell’Instrumentum laboris che agisce continuamente nel ta la prima settimana di lavoro,
telli. che li portano ad affermare che
li sulla prima parte del Documento. come traccia di riferimento dei suo popolo e si fa vivo tramite affronteremo la prima parte
Conclusi questi interventi si passerà ai è la Chiesa ad essersi allontana-
lavori e presentare più nel detta- la voce dei piccoli e dei poveri. dell’Instrumentum laboris, che è ta dai giovani. E ce lo dicono
14 circoli minori divisi per lingue glio l’obiettivo della prima unità caratterizzata dal verbo “ricono-
Entrare con umiltà in questo apertamente. In molti casi non
(francese, italiano, inglese, portoghe- di lavoro, che ha inizio dopodo- scere”: ci metteremo di fronte al-
modo di procedere, in questo l’hanno sentita e non la sentono
se, spagnolo e tedesco) dove si proce-
Tra i padri derà all’elaborazione dei modi colletti-
mani e che occuperà all’incirca
la prima settimana.
stile ecclesiale, è già la prima ri-
sposta pastorale di una Chiesa
la realtà non per un’analisi so-
ciologica, ma con lo sguardo del
vicina e accogliente, specialmen-
te nei momenti più faticosi del
vi del testo base, ovvero l’Instrumen-
anche due presuli cinesi tum laboris, che poi saranno consegna-
Il percorso di ascolto che ha
preceduto il Sinodo ha raccolto
che desidera essere credibile per discepolo, scrutando le orme e
le tracce del passaggio del Si-
loro percorso di crescita umana.
ti alla segreteria generale. le giovani generazioni. Dovremo così chiederci: siamo
migliaia di pagine di testimo- Ciascuna delle tre “unità di gnore con un atteggiamento comunità significativa per i gio-
Gli interventi dei padri sinodali, i
Ci saranno anche due presuli cinesi tra i 266 nianze, riflessioni e richieste lavoro” di circa una settimana aperto e accogliente. Per chi ha vani oggi? In che modo essi
modi collettivi dei circoli minori e le
padri che parteciperanno dal 2 al 28 ottobre provenienti da tutto il mondo; che scandiranno il percorso si- a cuore i giovani e desidera ac- possono essere protagonisti nella
relazioni dei circoli, saranno raccolti e
alla XV assemblea generale ordinaria del l’Instrumentum laboris ricapitola nodale è collegata a una delle compagnarli verso la vita in pie- vita della Chiesa? Quali conver-
sintetizzati in un testo integrativo
Sinodo dei vescovi sul tema: «I giovani, la provvisorio dell’Instrumentum laboris tutti questi contributi, aiutando- parti dell’Instrumentum laboris, la nezza, è imprescindibile cono- sioni e gesti profetici sono ne-
fede e il discernimento vocazionale». È questa al termine di ogni “unità di lavoro”. ci ad avere uno sguardo integra- cui sequenza ripropone i passi scere le realtà che essi vivono, a cessari per riguadagnare la fidu-
una delle notizie che, nella mattina di lunedì 1 Secondo la prassi già ormai collau- le e integrato delle questioni che di un processo di discernimento: partire da quelle più dolorose cia e la stima delle giovani gene-
ottobre, sono state riferite durante la data nelle ultime assemblee generali dovremo trattare: è quindi il “riconoscere”, “interpretare”, come il disagio, la guerra, il car- razioni?
conferenza di presentazione dell’assise, nella sulla famiglia, sarà istituita una Com- “quadro di riferimento” dei la- “scegliere” (cfr. Evangelii gau- cere, le migrazioni e tutti gli al- Questo è il compito che ci at-
Sala stampa della Santa Sede. Pubblichiamo missione per l’elaborazione del Docu- vori sinodali che ci accompagne- dium, 51). Questo fornirà un tri tipi di emarginazione e di tende. Lo stile del discernimento
stralci degli interventi del cardinale segretario mento finale. Essa coordinerà e so- rà quotidianamente, offrendoci orientamento dinamico allo svi- povertà. con cui intendiamo affrontarlo
generale e del vescovo sottosegretario, vrintenderà ai lavori dei testi sinodali. sia un metodo sia i contenuti su Ugualmente sarà necessario darà concretezza alle nostre ri-
luppo della sessione.
e il testo integrale delle parole del cardinale Infatti, al termine di ogni “unità di la- cui discutere. che ci lasciamo interpellare dalle flessioni e preghiere e ci aprirà
Il primo passaggio è caratte-
relatore generale. voro”, ricevuti i modi dei Circuli mino- La sua struttura si fonda sullo inquietudini dei giovani, anche all’ascolto della voce dello Spiri-
rizzato dal verbo “riconoscere”:
res, il relatore generale con i segretari stile scelto per camminare insie- quando mettono in questione le to. Solo così questo tempo sino-
significa partire, alla luce della
speciali, si riunirà con gli altri membri me: il discernimento. Non c’è prassi della Chiesa o riguardano dale potrà portare un frutto di
fede, dalla concretezza della
della Commissione per procedere alla una “ricetta pronta” per accom- questioni complesse come l’af- conversione del cuore e della
realtà dei giovani per evidenzia- fettività e la sessualità. Nei no-
revisione del testo della relativa sezio- pagnare i giovani alla fede e alla mente e di rinnovamento delle
Secondo la normativa sinodale, par- pienezza di vita, né una “solu- re quali sono gli appelli e le do- stri contesti ecclesiali è molto fa-
ne del Documento finale. La Commis- pratiche pastorali. Seguendo le
tecipano all’Assemblea generale ordi- zione preconfezionata” alle tante mande che Dio rivolge alla sua cile parlare dei giovani “per sen-
sione si riunirà ancora per elaborare il indicazioni evangeliche, si tratta
naria i capi delle Chiese orientali cat- questioni che l’ascolto presino- Chiesa oggi. tito dire”, facendo riferimento a
progetto del Documento finale. Tale di predisporre otri nuovi per il
toliche sui iuris, i vescovi eletti dai si- dale ha sollevato. È così oppor- Il secondo passaggio mette al stereotipi o modelli giovanili
progetto sarà presentato nella mattina vino nuovo, perché «nessuno
nodi dei vescovi e dai consigli dei ge- centro il verbo “interpretare”: è
di mercoledì 24 ottobre in aula. I pa- tuno che come assemblea sino- che magari non esistono più. In versa vino nuovo in otri vecchi;
rarchi delle Chiese orientali cattoliche, importante che la realtà sia illu-
dri sinodali nella congregazione gene- dale ci incamminiamo in una di- tal modo, anziché ascoltare e altrimenti il vino spaccherà gli
i vescovi eletti dalle conferenze epi- minata da un quadro di riferi-
rale del pomeriggio potranno interve- namica di discernimento. Farlo apprendere dalla realtà, idealiz- otri, e si perdono vino e otri.
scopali, dieci religiosi eletti dall’Unio- mento biblico e antropologico,
nire ulteriormente sul progetto, sia in significa assumere alcuni atteg- ziamo e ideologizziamo i giova- Ma vino nuovo in otri nuovi!»
ne dei superiori generali, alcuni capi teologico ed ecclesiologico, pe-
dei dicasteri della Curia romana, e un forma orale che per iscritto. giamenti ben precisi. ni. A volte facciamo riferimento (Marco 2, 22).
Successivamente, la suddetta Com- Il primo è tenere aperti occhi dagogico e spirituale. alla nostra giovinezza e pensia- Il compito dei padri sinodali
congruo numero di membri nominati Il terzo passaggio infine chie-
dal Santo Padre. Così, complessiva- missione curerà l’elaborazione del te- e orecchie, ma anche mente e mo che i giovani di oggi vivano sarà quindi soprattutto quello di
sto definitivo del Documento finale, cuore, come una sentinella che de all’assemblea sinodale di le nostre stesse esperienze. Ma essere disponibili all’azione di
mente, prendono parte a quest’assem-
che nel mattino di sabato 27 ottobre non si lascia sfuggire nessun se- “scegliere”: la Chiesa è chiamata in questo modo inevitabilmente Dio in loro, sicuri della promes-
blea 266 padri sinodali. Tra gli altri
sarà presentato in aula e nel pomerig- gnale dei cambiamenti in atto; il a prendere posizione, a fare del- perdiamo di vista i tratti caratte- sa di Gesù: «Dove sono due o
partecipanti, si contano 23 esperti, co-
gio sottoposto al suffragio dei padri secondo requisito di un buon le scelte coraggiose e magari an- ristici dei giovani d’oggi, che vi- tre riuniti nel mio nome, lì sono
sì come 49 uditori e uditrici, prove-
nienti anch’essi da ogni parte del sinodali e finalmente una volta da lo- percorso di discernimento è sa- che rischiose per creare le condi- vono e crescono in un contesto io in mezzo a loro» (Matteo 18,
mondo. Fra costoro figurano non solo ro votato sarà consegnato al Pontefi- per valutare alla luce della fede zioni per un autentico rinnova- molto diverso rispetto anche so- 20). Il Signore Gesù sarà miste-
molti specialisti ed operatori della pa- ce, al quale compete ogni decisione in ciò che si muove nella vita del mento pastorale, spirituale e lo a pochi anni fa. Nei confronti riosamente, ma anche quotidia-
storale giovanile ma anche ben 34 gio- merito. mondo e della Chiesa, e nell’in- missionario della Chiesa. del mondo giovanile siamo invi- namente e concretamente pre-
vani tra 18 e 29 anni. Desidero ancora segnalare che, trat- teriorità di ciascuno di noi; infi- Mi concentro ora sulla prima tati a riconoscere fin da subito sente in mezzo a noi per mezzo
Significativa sarà poi la presenza di tandosi di un’assemblea generale ordi- ne è necessaria la disponibilità a parte, lasciando a momenti suc- che la realtà è più importante del suo Spirito, che continua a
8 delegati fraterni, rappresentanti di naria, l’Istruzione, che oggi entra in vi- sostare nelle ferite della storia cessivi la presentazione dei lavo- dell’idea (cfr. Instrumentum labo- guidare la Sua Chiesa.
altre Chiese e comunità ecclesiali. Si gore prevede che si proceda all’elezio-
tratta, dunque, di un’assemblea ampia ne del nuovo Consiglio ordinario del-
e composita, un’assise sinodale a re- la segreteria generale, il XV, il quale
spiro mondiale, corrispondente alla resterà in carica fino alla prossima as-
dimensione universale della Chiesa, semblea generale ordinaria.
che agisce cum Petro et sub Petro.
La XV Assemblea generale ordinaria
si pone al termine di un lungo cam-
Il servizio di diffusione delle noti-
zie relative ai lavori sinodali sarà cura-
to dal Dicastero per la comunicazio-
Per facilitare il dibattito
mino di preparazione che ha avuto ne, presieduto dal suo prefetto Paolo
inizio con l’annuncio della convoca- Ruffini, che a sua volta sarà il presi-
di FABIO FABENE la segreteria generale con i suoi consigli; gli In attuazione dell’Episcopalis communio
zione da parte del Pontefice, attraver- dente della Commissione sinodale per
incarichi e gli organismi durante le assem- (art. 24, § 2), potranno essere eletti solo ve-
so un comunicato stampa del 6 otto- l’informazione. La principale fonte di
L’Istruzione sulla celebrazione delle assem- blee del Sinodo, vale a dire il presidente de- scovi diocesani, nello spirito del concilio Va-
bre 2016. L’Instrumentum laboris, reso informazione sarà rappresentata dai
blee sinodali e sull’attività della segreteria legato, il relatore generale, il segretario spe- ticano II, che chiedeva che, in aiuto al Papa,
pubblico nella conferenza stampa del briefing quotidiani e dalle conferenze
stampa previste, coordinati dal prefet- generale del Sinodo dei vescovi, in attuazio- ciale, la commissione per l’informazione, la fosse costituito un organismo centrale per-
19 giugno scorso, rappresenta la sinte- ne dell’art. 26 della recente costituzione commissione per la redazione del Documen-
to del Dicastero per la comunicazio- manente composto da pastori responsabili
si di tutto il materiale raccolto duran- to finale, le commissioni di studio e la com-
ne: a questi appuntamenti prenderan- apostolica di Papa Francesco Episcopalis di Chiese particolari.
te la consultazione.
no parte padri sinodali e altri parteci- communio (15 settembre 2018) è un testo a missione per le controversie. La seconda Accanto ai membri eletti ci sarà il capo
Con la solenne celebrazione eucari-
panti al Sinodo indicati di volta in carattere essenzialmente applicativo e, per parte, invece, si occupa delle procedure. del Dicastero della Curia romana competen-
stica presieduta dal Santo Padre nella
volta dalla Commissione per l’infor- questo, deve essere letto in profonda unità Certamente non mancano alcune signifi- te per il tema dell’assemblea sinodale, una
basilica di San Pietro mercoledì pros-
simo, avrà inizio l’assise celebrativa mazione. Inoltre, attraverso le reti so- con il documento pontificio da cui proma- cative novità, in linea con l’ampio rinnova-
volta che questo sarà stato stabilito dal San-
del percorso sinodale, che si protrarrà ciali (Twitter, Facebook e Instagram) na. La nuova istruzione subentra all’Ordo mento sancito dalla Episcopalis communio,
Synodi episcoporum, che nel corso di circa che a sua volta ha recepito e precisato le in- to Padre, e altri quattro membri di nomina
durante 25 giorni. Durante questo di Vatican News e della Segreteria ge-
cinquant’anni ha conosciuto diverse edizio- novazioni di fatto introdotte nelle assemblee pontificia.
tempo i padri sinodali lavoreranno in- nerale del Sinodo dei vescovi, saranno
ni, fino all’ultima approvata da Benedetto del Sinodo celebrate durante il pontificato In conclusione, al di là dei singoli aspetti,
sieme agli altri partecipanti, secondo diffuse e condivise informazioni sul-
l’andamento dei lavori sinodali. Si XVI nel 2006. di Papa Francesco. ciò che occorre evidenziare è l’orientamento
le loro proprie mansioni, sull’Instru-
suggerisce anche di adoperare l’ha- Una parte significativa degli articoli del Tra di esse desidero segnalarne in partico- complessivo che, in linea con l’Episcopalis
mentum laboris che sarà il testo base
per l’elaborazione del Documento fina- shtag #Synod2018 per tutte le lingue precedente Ordo confluiscono nell’istruzione lare una: l’ampliamento della segreteria ge- communio, anima l’istruzione: tutte le funzio-
le. Il prezioso patrimonio di idee e ri- in modo di poter avere un panorama oggi pubblicata, segno che la ristrutturazio- nerale del Sinodo, dovuto al fatto che il ni e tutte le procedure sono regolamentate
flessioni fin qui emerso permetterà di globale delle notizie sul sinodo. ne dell’organismo sinodale, auspicata da Pa- consiglio ordinario sarà d’ora in poi costitui- allo scopo di facilitare il più possibile il di-
raggiungere gli obiettivi di questa as- I padri sinodali saranno liberi di pa Francesco fin dall’inizio del suo pontifi- to da ventuno vescovi, di cui sedici eletti battito e lo scambio di opinioni tra i padri
semblea sinodale, tra i quali i seguen- concedere interviste fuori dell’aula si- cato, non equivale a una rottura con il pas- dall’Assemblea generale ordinaria. Tra que- sinodali, così da far emergere la ricchezza
ti: rendere consapevole tutta la Chiesa nodale così come in genere comunica- sato, ma si compie all’insegna della conti- sti ultimi un vescovo proverrà dalle Chiese delle voci delle Chiese sparse su tutta la ter-
del suo compito missionario di ac- re con i media a loro discrezione e re- nuità nello sviluppo. orientali cattoliche e gli altri quindici dalle ra. In questo modo, il Sinodo si configura a
compagnare ogni giovane, nessuno sponsabilità, e ovviamente a titolo Gli articoli seguono un ordine consequen- Chiese di rito latino distinte su base geogra- tutti gli effetti come una peculiare espressio-
escluso, verso la gioia dell’amore, che personale, mantenendo la necessaria ziale. La prima parte si occupa dei soggetti: fica: due vescovi rappresenteranno l’America ne del legame inscindibile che unisce i ve-
Gesù Cristo offre alle nuove genera- riservatezza sui dibattiti in aula e nei il Romano Pontefice; i membri o padri sino- Settentrionale, tre l’America Latina, tre l’Eu- scovi tra loro e con il Papa nel servizio al
zioni; prendere coscienza della portata circuli minores. dali designati per i diversi tipi di assemblea; ropa, tre l’Africa, tre l’Asia e uno l’O ceania. Popolo di Dio.
lunedì-martedì 1-2 ottobre 2018 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

La via della santità


è la vera riforma della Chiesa
Al capitolo generale dei rosminiani

nell’eroismo del silenzio esteriore. Questa essere uomini dalle mani sempre tese ver- Istituto. È bene che essi siano resi sempre
è la strada che produce frutti di bene e di so i sofferenti, per portare loro il soccorso più partecipi della vostra vita comunitaria.
santità, la strada che hanno percorso i della fede e della carità. Penso in partico- Cari fratelli, il vostro Istituto, con la
«La santità è la via della vera riforma Sede raccomandato e vissuto dal vostro Santi e che la Chiesa indica ad ogni cre- lare ai vostri confratelli e alle Suore rosmi- specificità del carisma rosminiano, può an-
della Chiesa, che, come ben vide Rosmini, Fondatore, il Beato Antonio Rosmini. È dente. È importante altresì mantenere niane che operano in Venezuela, chiamati cora offrire un valido servizio nell’annun-
trasforma il mondo nella misura in cui vissuto eroicamente. Egli amava ripetere: quella “santa indifferenza” che il vostro a testimoniare prossimità spirituale e ma- cio del Vangelo. Vi esorto a proporre con
riforma sé stessa». Lo ha sottolineato «Il cristiano dovrà nutrire in se stesso un Fondatore attinse da Sant’Ignazio di Lo- teriale alla popolazione così duramente costanza e lungimiranza il patrimonio spi-
il Pontefice nel discorso ai partecipanti affetto, un attaccamento, ed un rispetto yola: senza di essa non è possibile attuare provata. rituale e dottrinale che avete ereditato. Le
alla congregazione generale dell’Istituto senza limite alcuno per la Santa Sede del un’autentica carità universale. inevitabili difficoltà non vi scoraggino, ma
della carità fondato dal beato di Rovereto, Pontefice Romano» (Massime di perfezione È bene che anche il vostro Istituto con-
Nella vostra attività ecclesiale, vi invito vi spingano a confidare sempre in Dio per
ricevuti in udienza nella mattina di lunedì cristiana adattate ad ogni tipo di persone, tinui a riflettere attentamente sul proprio
a disporre le opere di carità corporale, in- continuare con gioia e speranza la missio-
1° ottobre, nella Sala dei Papi. Lezione III, n. 6). La fedeltà alla sede di carisma e, considerando i frutti che sono
tellettuale, spirituale e pastorale in modo ne che Lui vi ha affidato. Lo Spirito San-
Pietro esprime l’unità nella diversità e la maturati nel corso degli anni, possa aprirsi to vi renda strumenti vivi della carità uni-
tale da assecondare sempre lo Spirito San-
Cari fratelli e sorelle, buongiorno! comunione ecclesiale, elemento imprescin- sempre più alle attese della Chiesa e del versale nella Chiesa e nel mondo, capaci
to che indica dove, quando, e come ama-
dibile per una fruttuosa missione. re. Per quanto riguarda l’azione educativa, mondo. Con la luce dello Spirito Santo, di aiutare quanti incontrate nel vostro
Sono lieto di accogliervi in occasione della
Durante la vostra assemblea, vi siete essa non si riduce a semplice istruzione, troverete le vie per proseguire con slancio apostolato a rinnovare incessantemente la
vostra Congregazione generale e vi saluto
proposti di riflettere sul tema “Siate per- ma è carità intellettuale. Infatti, il centro rinnovato, cogliendo i segni dei tempi, le speranza, che «non delude, perché l’amo-
tutti con affetto, a partire dal Preposito
Generale, P. Vito Nardin, che ringrazio fetti... siate misericordiosi”. Si tratta di vivo dell’educazione cristiana è la scienza urgenze sociali e le povertà spirituali e re di Dio è stato riversato nei nostri cuori
per le sue parole. La vostra visita manife- porre in primo piano la lieta notizia che che viene trasmessa a partire dalla Parola materiali di quanti attendono parole e ge- per mezzo dello Spirito Santo che ci è sta-
sta l’attaccamento alla Chiesa e alla Santa ogni cristiano è chiamato alla santità, e di di Dio, la cui pienezza è Gesù Cristo, Ver- sti di salvezza e di speranza. In questa to dato» (Rm 5, 5).
percorrere insieme questa strada nella cari- bo fatto carne. La vostra presenza aposto- opera apostolica siete affiancati dagli Vi affido alla materna protezione della
tà. Tale prospettiva, squisitamente evange- lica si è irradiata in India, in Tanzania e “Ascritti”, chierici e laici che, vivendo nel Vergine Maria e di cuore vi imparto la
lica, è un punto focale dell’insegnamento Kenia, oltre che nell’area degli Stati Uniti mondo, desiderano conseguire la perfezio- Benedizione apostolica. Per favore, non
del vostro Fondatore, riscontrabile in mo- d’America e dell’Europa: vi incoraggio ad ne evangelica in comunione con il vostro dimenticatevi di pregare per me. Grazie.
do speciale nel libro delle Massime. La
santità e l’esercizio delle virtù non sono ri-
Piccola famiglia servate a pochi, e nemmeno a qualche
momento particolare dell’esistenza. Tutti
di un grande fondatore possono viverle nella quotidiana fedeltà
alla vocazione cristiana; i consacrati, in
particolare, nella fedele adesione alla pro-
Messa del Papa
All’inizio dell’udienza il preposito generale dei ro-
sminiani, Vito Nardin, ha espresso riconoscenza al
fessione religiosa. In questo senso, il Bea-
to Rosmini pregava: «O Dio, mandaci i per il corpo della Gendarmeria vaticana
Pontefice per aver indicato Antonio Rosmini «qua- tuoi eroi». Era evidente in lui ciò che ho
si come maestro dei maestri nella costituzione apo- sottolineato nel recente Motu proprio Ma-
stolica Veritatis gaudium, in cui per la prima volta jorem hac dilectionem sull’eroicità della vita, Rinnovando per il quarto anno una All’omelia il Pontefice ha preso
alcune espressioni di Rosmini per migliorare la cioè «un’offerta di vita per gli altri, man- consuetudine iniziata nel 2015, Papa spunto dal vangelo domenicale,
formazione del clero vengono citate tra virgolette tenuta fino alla morte» (n. 5). La santità è Francesco ha celebrato domenica tratto da quello di Marco, con i
in un atto del magistero pontificio. È il dono più la via della vera riforma della Chiesa, che, mattina, 30 settembre, la messa per detti di Gesù sugli scandali (9, 38-
grande dopo la beatificazione», ha aggiunto. come ben vide Rosmini, trasforma il mon- gli appartenenti al corpo della Gen- 43.45.47-48), per ricordare ai gen-
Presentando la «piccola famiglia di un grande do nella misura in cui riforma sé stessa. darmeria vaticana e per i loro fami- darmi il loro compito di custodi,
padre fondatore», il superiore ha ricordato la pre- liari, all’indomani della festa liturgi- che si realizza anche nella preven-
Il vostro Fondatore ha voluto attribuire
ca di san Michele arcangelo, patro- zione e nel contrasto di ogni scan-
senza dei religiosi e del ramo femminile in Italia, alla sua famiglia religiosa la denominazio-
no del corpo. Il rito si è svolto per dalo, senza eccezioni. Al termine
Inghilterra e Irlanda sin dai tempi di Rosmini, una ne “Istituto della carità”, proprio per evi-
la seconda volta alla Grotta di della messa il Papa ha donato una
presenza ampliatasi successivamente al Venezuela e denziare la supremazia della virtù della copia del vangelo ai nuovi gendar-
all’Africa orientale — Tanzania e Kenya — e infine carità, che, come dice l’Apostolo, va posta Lourdes nei giardini vaticani, dopo
mi e subito dopo una famiglia ha
agli Stati Uniti, alla Nuova Zelanda e all’India. «al di sopra di tutto» (Col 3, 14). E il Ro- i precedenti nella basilica vaticana,
ricambiato con un mazzo di fiori di
Infine padre Nardin ha offerto a Papa Francesco smini accompagnava la carità con una for- per il bicentenario della gendarme-
nardo, simbolo di san Giuseppe,
un fascicoletto con le frasi dei Pontefici dedicate a te “fermezza interiore”, intrepido nel “ta- ria nel 2016, e nella cappella del che Francesco ha subito deposto ai
Rosmini e una copia della nota opera del fondato- cere”: il suo esempio vi sproni a progredi- Governatorato, in occasione del pri- piedi della statua della Madonna.
re Introduzione alla filosofia, in quattro lingue. re nella fecondità del silenzio interiore e mo appuntamento. E un caloroso messaggio del
Pontefice è stato letto nel pomerig-
gio dall’assessore della Segreteria di
Stato, monsignor Paolo Borgia, du-
rante la cerimonia che si è svolta
nel Cortile quadrato dei Musei vati- to il messaggio papale dopo il con-
Prese di possesso cardinalizie cani per il giuramento di 24 reclute.
Alla presenza, tra gli altri, dei car-
sueto intervento del comandante,
Domenico Giani, sull’attività svolta
dinali Re, De Giorgi, Farina, Har- dai gendarmi. Ad aprire l’incontro
vey, del comandante e di ufficiali era stato il saluto del presidente del
San Bonaventura bacio e la venerazione. Mon- Sant’Ignazio di Loyola Pontificia università Grego- della Guardia svizzera, di rappre- Governatorato, cardinale Giuseppe
signor Marco Agostini, il ce- riana, e quanti collaborano sentanti delle forze dell’ordine ita- Bertello, accompagnato dal segreta-
da Bagnoregio rimoniere pontificio che ha a Campo Marzio con il cardinale alla Congre- liane e di molti familiari e amici dei rio generale, vescovo Fernando Vér-
diretto il rito, ha quindi dato gazione per la dottrina della gendarmi, l’assessore aveva ringra- gez Alzaga, dal decano del collegio
Nel pomeriggio di sabato 29 lettura della bolla. All’inizio Nella mattina di domenica 30 fede. Era presente, tra gli al- ziato il corpo della Gendarmeria da cardinalizio Angelo Sodano e dal
settembre il cardinale Joseph della celebrazione eucaristica settembre il cardinale Luis tri, anche l’ambasciatore di parte della Segreteria di Stato. prefetto della Casa pontificia, arci-
Coutts, arcivescovo di Kara- il parroco ha annunciato che Francisco Ladaria Ferrer, S.I., Spagna presso la Santa Sede. Monsignor Borgia ha parlato e let- vescovo Georg Gänswein.
chi, ha preso possesso del ti- presto si recherà in Pakistan prefetto della Congregazione Al termine della celebrazio-
tolo di San Bonaventura da «per aprire una missione» a per la dottrina della fede, ha ne, il cardinale si è recato da-
Bagnoregio. Raggiunta la nome della parrocchia roma- preso possesso della diaconia vanti all’altare dove sono cu-
chiesa romana di via Marco na in modo da rinsaldare il di Sant’Ignazio di Loyola in stoditi i resti di san Luigi
Calido, nel popolare quartie- gemellaggio «con la nostra Campo Marzio. Gonzaga per la preghiera che
re periferico di Torre Spacca- nuova chiesa sorella. Avere Raggiunta la chiesa roma- viene recitata nella chiesa ro-
ta, il porporato pakistano è un cardinale titolare — ha fat- na in via del Caravita, il por- mana in occasione dell’anno
stato accolto dal parroco don to presente don Cascio — non porato spagnolo è stato ac- giubilare aloisiano, indetto
Stefano Cascio che gli ha va visto solo come un onore colto dal rettore padre Vitale per i quattrocentocinquanta
presentato il crocifisso per il ma soprattutto come la possi- Savio che gli ha presentato il anni dalla nascita del santo.
bilità di aprire il cuore crocifisso per il bacio
e costruire ponti». Da e la venerazione.
parte sua, il cardinale Monsignor Vincenzo
nell’omelia ha racconta- Peroni, il cerimoniere
to l’esperienza dei cat- che ha diretto il rito,
tolici in Pakistan e ha ha quindi dato lettu-
anche ripercorso la sto- ra della bolla. Con il
ria della sua nuova co- cardinale Ladaria
munità parrocchiale, Ferrer hanno conce-
apprezzando soprattut- lebrato tra gli altri
gli arcivescovi Giaco-
to l’impegno popolare
mo Morandi e Jose-
per poter avere un luo-
ph Augustine Di
go di culto.
Noia, rispettivamente
Dopo la messa, il segretario e segreta-
cardinale ha inaugurato rio aggiunto della
il nuovo battistero e ha Congregazione per
anche guidato la pro- la dottrina della fe-
cessione per le strade de, e monsignor Da-
di Torre Spaccata, par- niele Libanori, vesco-
tecipando così al mo- vo ausiliare di Roma.
mento culminante della Con loro anche nu-
festa patronale della merosi gesuiti, in
parrocchia. rappresentanza della
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì-martedì 1-2 ottobre 2018

L’accompagnamento
come antidoto all’eutanasia
Il Papa ai partecipanti a un seminario

Di fronte alla «forte tendenza alla La seconda parola è cura. Cu- cano all’assistenza sanitaria, s’im-
legalizzazione dell’eutanasia» Papa rare i malati non è semplicemen- pegnino in un costante aggiorna-
Francesco auspica «un te l’asettica applicazione di far- mento delle necessarie compe-
accompagnamento umano sereno e maci e terapie appropriate. Nep- tenze, di modo che possano
partecipativo» per «il paziente pure il suo significato primigenio sempre rispondere alla vocazione
cronico grave o il malato in fase si limita a cercare il recupero come ministri della vita. La
terminale». Lo ha ribadito della salute. Il verbo latino “cu- Nuova Carta degli Operatori Sa-
ricevendo in udienza nella mattina rare” vuol dire: assistere, preoc- nitari (NCAS) è per voi un utile
di lunedì 1° ottobre, nella Sala del cuparsi, prendersi cura, farsi re- strumento di riflessione e di la-
Concistoro, i partecipanti a un sponsabili dell’altro, del fratello. voro, e un elemento che può aiu-
pete, è la fiducia del malato in le risorse a disposizione. Questa passione umana (cfr. san Gio-
seminario sull’etica nella gestione Da ciò dovremmo imparare mol- tare nel dialogo tra le iniziative e
se stesso, nella possibilità di cu- certezza si deve basare su un si- vanni Paolo II, Motu Proprio
della salute, provenienti to noi “curas” [preti], perché a i progetti privati e statali, nazio-
rarsi, poiché dipende da ciò gran stema sostenibile di attenzione Dolentium hominum, 11 febbraio
dall’America latina. questo ci chiama Dio. Noi “cu- nali e internazionali. Questo dia-
parte del successo della terapia. sanitaria, in cui tutti gli elementi 1985; NCAS, n. 3). Il rapporto
ras” ci siamo per prenderci cura, logo e lavoro congiunto arricchi-
Non meno importante è per il che lo formano, retti da una sana con il malato esige dunque ri-
Eccellenze, signore e signori, per curare. sce in concreto le prestazioni sa-
lavoratore poter svolgere la sua sussidiarietà, si appoggiano gli spetto per la sua autonomia e
nitarie e va incontro a tanti biso-
Vi do il benvenuto a questo in- Tale disposizione dell’operato- funzione in un contesto di sere- uni agli altri per rispondere ai una forte carica di disponibilità,
gni ed emergenze sanitarie del
contro e ringrazio Monsignor re sanitario è importante in tutti bisogni della società nel suo in- attenzione, comprensione, com-
nostro popolo latinoamericano. nità, e questo non si può separa-
Alberto Bochatey, O.S.A., Vesco- i casi, ma forse si percepisce con sieme, e del malato nella sua sin- plicità e dialogo, per essere
La terza parola è fiducia, che re dal sapere che si sta facendo
vo ausiliare di La Plata, Presi- maggiore intensità nelle cure golarità. espressione di un impegno as-
possiamo distinguere in vari am- la cosa giusta, ciò che è umana-
dente della Commissione della palliative. Stiamo vivendo quasi Mettersi nelle mani di una sunto come servizio (cfr. NCAS,
a livello mondiale una forte ten- biti. Innanzitutto, come voi sa- mente possibile, in funzione del- n. 4).
Salute della Conferenza Episco- persona, soprattutto quando è in
pale Argentina, il signor Cristian denza alla legalizzazione dell’eu- gioco la propria vita, è molto Vi incoraggio nel vostro com-
Mazza, Presidente della Fonda- tanasia. Sappiamo che quando si difficile; tuttavia il rapporto con pito di portare a tante persone e
zione Consenso Salud, e gli enti fa un accompagnamento umano il medico o l’infermiere è sempre a tante famiglie la speranza e la
che rappresentate, per l’opportu- sereno e partecipativo, il pazien- stato fondato sulla responsabilità gioia che mancano loro. Che la
nità di questo seminario che, con
il patrocinio della Pontificia Ac-
te cronico grave o il malato in
fase terminale percepisce questa Accesso alle cure e sulla lealtà. Oggi, a causa della
burocratizzazione e la complessi-
nostra Vergine santa, Salute de-
gli Infermi, vi accompagni nei
cademia per la Vita, si organizza sollecitudine. Persino in quelle tà del sistema sanitario, corriamo vostri ideali e lavori, e lei che ha
per affrontare temi dell’ambito dure circostanze, se la persona si il rischio che siano i termini del saputo accogliere la Vita, Gesù,
sente amata, rispettata, accettata, Un momento di riflessione sulle sfide che implica l’applicazio-
della salute che hanno grande ri- “contratto” a stabilire questo nel suo grembo, sia esempio di
l’ombra negativa dell’eutanasia ne della bioetica nella gestione della sanità: così il vescovo ago-
lievo nella società, a partire da rapporto tra il paziente e l’ope- fede e di coraggio per tutti voi.
stiniano Alberto Bochatey, ha presentato al Pontefice all’inizio
una riflessione etica basata sul scompare o diviene quasi inesi- ratore sanitario, infrangendo in Dal profondo del cuore vi bene-
dell’udienza i lavori del quarto seminario organizzato dalla
Magistero della Chiesa. stente, poiché il valore del suo tal modo questa fiducia. dico tutti. Che Dio, padre di tut-
Fondazione Consenso Salud, che si svolge all’Augustinianum
essere si misura in base alla sua dal 1° al 5 ottobre. Professionisti del settore sanitario, politici e Dobbiamo continuare a lottare ti, dia a ognuno di voi la pru-
Il mondo della salute in gene-
capacità di dare e ricevere amo- imprenditori della regione latinoamericana, cattolici e non, so- per mantenere integro questo denza, l’amore, la vicinanza al
rale, e in particolare in America
re, e non in base alla sua produt- no impegnati — ha spiegato — a studiare le modalità «per mi- vincolo di profonda umanità, malato per poter adempiere al
Latina, vive un’epoca segnata
tività. gliorare il nostro impegno» di garantire il maggior accesso pos- poiché nessuna istituzione assi- proprio dovere con grande uma-
dalla crisi economica; e possono
farci cadere nello sconforto le È necessario che i professioni- sibile alle cure, con qualità e a costi accessibili, in consonanza stenziale può da sola sostituire il nità. E, per favore, non dimenti-
difficoltà nello sviluppo della sti della salute, e quanti si dedi- con il magistero della Chiesa e nello spirito della misericordia. cuore umano e neppure la com- catevi di pregare per me. Grazie.
scienza medica e nell’accesso alle
terapie e ai farmaci più adeguati.
Ma la cura dei fratelli apre il
nostro cuore per accogliere un
dono meraviglioso. In tale conte- Ai sacerdoti della diocesi francese di Créteil
sto vi propongo tre parole per la
riflessione: miracolo, cura e fidu-
cia.
I responsabili delle istituzioni
Non supereroi ma uomini perdonati
assistenziali mi diranno, giusta-
mente, che non si possono fare I sacerdoti non sono consacrati «per essere dei “supereroi”» ma sono me sacerdoti! Noi sappiamo che, mezzi concreti per proporre la stro modo di vivere il ministero
miracoli e bisogna ammettere che «inviati con la consapevolezza di essere uomini perdonati». Lo ha rispondendo alla chiamata del Si- sua vita a tutti, in un contesto di che permetterete ai giovani di ac-
il bilancio costo-beneficio pre- ricordato il Papa a un gruppo di preti della diocesi francese di Créteil, gnore, non siamo stati consacrati povertà e di carenza. Perché «se cogliere la chiamata del Signore
suppone una distribuzione delle ricevuti in udienza lunedì mattina, 1 ottobre, nella Sala Clementina, in mediante il dono dello Spirito qualcosa deve santamente inquie- al sacerdozio o alla vita consacra-
risorse, e che inoltre gli stanzia- occasione del pellegrinaggio a Roma guidato dal vescovo Michel Santier. per essere dei “supereroi”. Siamo tarci e preoccupare la nostra co- ta. Perciò, vi incoraggio a tenere
menti sono condizionati da una stati inviati con la consapevolez- scienza è che tanti nostri fratelli il vostro sguardo fisso su Gesù Cri-
miriade di questioni mediche, le- za di essere uomini perdonati, vivono senza la forza, la luce e la sto e a coltivare il legame partico-
gali, economiche, sociali e politi- Cari fratelli e sorelle, Desidero anzitutto rendere gra- per diventare pastori alla maniera consolazione dell’amicizia con lare che vi unisce a Lui, attraver-
che, oltre che etiche. buongiorno! zie a Dio che vi ha chiamati e di Gesù, ferito, morto e risorto. Gesù Cristo, senza una comunità so la preghiera personale, l’ascol-
«scelti per il servizio del suo Perché la nostra missione in di fede che li accolga, senza un to della sua Parola, la celebrazio-
Tuttavia un miracolo non è fa- Con gioia vi accolgo nel primo Vangelo» (cfr Rm 1, 1), per essere quanto ministri della Chiesa è, orizzonte di senso e di vita»
re l’impossibile; il miracolo è tro- giorno di questo tempo forte e ne dei Sacramenti e il servizio ai
in mezzo al suo popolo ammini- oggi come ieri, di testimoniare la (Esort.ap. Evangelii gaudium, 49). fratelli. È importante favorire e
vare nel malato, nell’indifeso che fraterno che il vostro Vescovo e il stratori fedeli dei misteri di Cri- forza della Risurrezione nelle fe- In questa prospettiva, chiedete
suo Consiglio vi hanno proposto sviluppare la qualità della vita
abbiamo davanti, un fratello. sto. Viviamo in un contesto in rite di questo mondo. In questo con insistenza allo Spirito Santo
di vivere a Roma. Ringrazio fraterna, tra di voi e in seno alle
Siamo chiamati a riconoscere in cui la barca della Chiesa è inve- modo siamo chiamati a progredi- di guidarvi e illuminarvi: Egli vi
Mons. Santier per le sue parole e vostre comunità, affinché il valo-
chi riceve le prestazioni l’immen- stita da venti contrari e violenti, a re umilmente sulla via della santi- aiuti, nell’esercizio del vostro mi-
per questa iniziativa, e, attraverso tà, aiutando i discepoli di Gesù nistero, a rendere la Chiesa di Ge- re e la bellezza del ministero e
so valore della sua dignità come causa specialmente delle gravi della vita consacrata siano rico-
essere umano, come figlio di di voi, estendo il mio cordiale sa- colpe commesse da alcuni dei Cristo a rispondere alla loro vo- sù Cristo amabile e amorevole, se-
luto e la mia vicinanza spirituale cazione battesimale, perché siano condo la bella espressione della nosciuti da tutti come il servizio
Dio. Non è qualcosa che può, suoi membri. Tanto più è impor-
a tutti i fedeli della Diocesi di sempre più missionari, testimoni Venerabile Madeleine Delbrêl. di una vera comunione missiona-
da solo, sciogliere tutti i nodi tante non dimenticare l’umile fe-
Créteil. Je lui disait: «Vous êtes della gioia del Vangelo. Del resto, Con questa forza che viene dall’al- ria! Attingendo alla sorgente del-
che oggettivamente esistono nei deltà quotidiana al ministero che
un évêque qui travaille!» [A lui ho non è questo il senso del Sinodo to, sarete spinti ad uscire per farvi la grazia della vostra chiamata e
sistemi, ma creerà in noi la di- il Signore permette di vivere alla
detto: «lei è un vescovo che lavo- diocesano che avete celebrato nel ogni giorno più vicini a tutti, in con la forza dello Spirito Santo,
sposizione a scioglierli per quan- grande maggioranza di coloro
2016? particolare a quanti sono feriti, sarete testimoni di quella speranza
to ci è possibile, e inoltre darà ra»!]. che ha donato alla sua Chiesa co-
Cari amici, prendendo il tem- emarginati, esclusi. che non delude (cfr Rm 5, 5), mal-
luogo a un cambiamento interio- po per riflettere sulla revisione Durante il vostro pellegrinag- grado le difficoltà e la fatica di
re e di mentalità in noi e nella dell’organizzazione della vostra gio a Roma, vi confronterete sul ogni giorno; manifesterete, attra-
società. Diocesi, non abbiate paura di rilancio della pastorale delle vo- verso la vostra vita quotidiana, e
Questa coscienza — se profon- guardare le ferite della nostra cazioni al ministero ordinato e al- persino nell’esperienza delle vo-
damente radicata nel sostrato so- Chiesa, non per lamentarvene, la vita consacrata. Ricordiamoci stre fragilità, che il dono della vi-
ciale — permetterà che si creino ma per andare fino a Gesù Cri- che «dove c’è vita, fervore, voglia ta al servizio del Vangelo e dei
le strutture legislative, economi- sto. Lui solo può guarirci per- di portare Cristo agli altri, sorgo- fratelli è fonte di una gioia che
che e mediche necessarie per af- mettendoci di ripartire da Lui e no vocazioni genuine» (ibid., nessuno ci può togliere. Traspaia
di trovare, con Lui e in Lui, i 107). Ma è anche attraverso il vo- in voi questa gioia che si appro-
frontare i problemi che potranno
fondisce nell’amicizia con il Si-
sorgere. Le soluzioni non devo-
gnore e nell’attenzione continua-
no essere identiche in tutti i mo-
mente rinnovata verso gli altri, in
menti e in tutte le realtà, ma particolare i piccoli e i poveri.
possono nascere dalla combina- Ma soprattutto, lasciatevi trasfor-
zione tra pubblico e privato, tra
legislazione e deontologia, tra
Il volto delle periferie mare e rinnovare dallo Spirito
Santo per riconoscere quale è la
giustizia sociale e iniziativa im- parola che il Signore Gesù vuole
prenditoriale. Il principio ispira- È un clero che riflette il volto cosmopolita di una diocesi in cui
le migrazioni successive di popolazioni differenti hanno inciso offrire al mondo mediante la
tore di questo lavoro non può vostra vita e il vostro ministero
sul piano culturale e religioso, quello presentato dal vescovo
essere altro che la ricerca del be- (cfr Esort. ap. Gaudete et exsulta-
Santier al Papa all’inizio dell’udienza. Del resto Créteil è vicina
ne. Questo bene non è un ideale te, 24).
alle periferie di Parigi, a quelle banlieu in cui quotidianamente
astratto, ma una persona concre- si concretizza il dialogo della vita quotidiana con ebrei, musul- Con questa speranza, vi affido
ta, un volto, che molte volte sof- mani e buddisti, oltre che con fedeli di altre Chiese e confessio- al Signore, per l’intercessione
fre. Siate coraggiosi e generosi ni cristiane. Una popolazione fatta di italiani, portoghesi, ma- della Vergine Maria e la preghie-
nei propositi, piani e progetti e grebini, africani e più di recente da brasiliani e argentini. E l’im- ra della Venerabile Madeleine
nell’uso dei mezzi economici e magine di questa complessità si può vedere nei 30 preti fidei do- Delbrêl, e imparto la Benedizio-
tecno-scientifici. Quanti ne bene- num di origine africana che il presule ha indicato al Pontefice ne Apostolica a voi e a tutti i fe-
ficeranno, soprattutto i più pove- sottolineando anche la presenza femminile in ruoli direttivi della deli della Diocesi di Créteil. E,
ri, sapranno apprezzare i vostri diocesi, quella di 60 diaconi permanenti e di tanti religiosi e re- per favore, pregate per me come
sforzi e le vostre iniziative. ligiose. io prego per voi! Grazie.