Sei sulla pagina 1di 24

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CANEPA SASSARI

ALTA FORMAZIONE ARTISTICA MUSICALE E COREUTIC

AVVISO ESPLORATIVO FINALIZZATO AD OTTENERE LA MIGLIORE OFFERTA PER LA


CONCESSIONE IN USO DI UN LOCALE PER L’ESERCIZIO DI UN SERVIZIO BAR PUNTO
RISTORO DEL CONSERVATORIO - Affidamento diretto ex art.36, comma 2, lett. a) del D.
Lgs. 50/2016 e successive modifiche e interazioni.

Codice CIG: Z5323ED46A

In ossequio a quanto disposto deal Consiglio di amministrazione con delibera n. 15, nella
seduta del 7 giugno 2018, questa Amministrazione intende avviare apposita indagine
esplorativa finalizzata ad ottenere la migliore offerta per la concessione in uso dei locali
per l’esercizio di un servizio bar punto ristoro del Conservatorio, da parte degli operatori
economici e procedere alla successiva concessione triennale del locale medesimo, nel
rispetto dei principi di imparzialità, parità di trattamento e trasparenza oltre che nel
rispetto dei principi generali di cui all’art.30 del D. Lgs. 50/2016.

Procedura di aggiudicazione.
Affidamento diretto ex art.36, comma 2, lett.a) del D. Lgs. 50/2016.

Luogo di esecuzione.
Conservatorio di Musica Luigi Canepa sito in Sassari Piazzale Cappuccini n 1 07100
Sassari.

Oggetto.
Concessione in uso di un locale per l’esercizio di un servizio di bar-punto ristoro ad uso
degli studenti iscritti, del personale dipendente e degli ospiti del Conservatorio.

Sopralluogo.
Le Ditte partecipanti dovranno effettuare un sopralluogo obbligatorio a pena di
esclusione, presso i locali individuati per lo svolgimento del servizio, previa richiesta,
anche tramite e-mail, indicando nome, cognome, con i relativi dati anagrafici, delle
persone incaricate di effettuare il sopralluogo.

Durata del contratto.


Il contratto di concessione ha la durata di tre anni, rinnovabile.
L’eventuale rinnovo in forma espressa ed esplicita, per altri tre anni, potrà essere
concesso ad insindacabile giudizio del Conservatorio con preavviso di mesi 3.

1
Requisiti di partecipazione.
Gli operatori economici interessati dovranno essere in possesso dei requisiti generali di cui
all’art.80 del D. Lgs. 50/2016 e successive integrazioni, oltre a possedere apposita idoneità
professionale per lo svolgimento del servizio di cui trattasi da attestare mediante
autocertificazione del certificato della Camera di Commercio industria, agricoltura, artigianato.

Criterio di aggiudicazione.
Il criterio di aggiudicazione, ai sensi dell’art.95, comma 3, del D. Lgs. 50/2016 è quello
dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Presentazione dell’offerta.
L’offerta dovrà essere contenuta all’interno di un plico chiuso riportante la dicitura “gara
per la concessione in uso dei locali per il servizio bar punto ristoro nel Conservatorio
di musica Luigi Canepa Sassari”.
Il plico dovrà pervenire, presso l’ufficio protocollo del Conservatorio a pena di
esclusione, entro le ore 13:00 del 25 giugno 2018.

Indirizzo al quale inviare le offerte.


Conservatorio di Musica Luigi Canepa Piazzale Cappuccini n. 1 Sassari.
Il plico potrà essere inviato mediante servizio postale, corrieri, agenzie di recapito
privati, ovvero consegnato a mano presso l'Ufficio Protocollo del Conservatorio e
soltanto in tale ultimo caso verrà rilasciata apposita ricevuta con l’indicazione dell’ora e
della data della consegna.
L’invio del plico rimane a totale rischio del mittente, restando esclusa ogni responsabilità
del Conservatorio ove, per qualsiasi motivo, il plico non pervenga entro il suddetto
termine.
I plichi che perverranno oltre il termine di scadenza sopra indicato non saranno presi in
considerazione ai fini della gara. Ai fini del rispetto del termine perentorio di cui sopra
non farà alcuna fede la data apposta dall’ufficio postale accettante.
Decorso il termine predetto, non sarà ritenuta valida alcuna altra offerta, anche se
sostitutiva, aggiuntiva o alternativa ad offerta precedente.
Saranno esclusi dalla gara i concorrenti che abbiano presentato riserve in merito alla loro
offerta o che comunque non si siano attenuti alle modalità del presente avviso riguardanti
il contenuto dell’offerta nonché il termine e le modalità di presentazione della stessa.
Il plico, dovrà contenere a pena di esclusione le seguenti Buste.

BUSTA “A” (sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura), che dovrà recare sul fronte
la dicitura “documentazione amministrativa gara per la concessione in uso per
l’esercizio di un servizio bar-punto ristoro nel Conservatorio di musica, contenente, a
pena di esclusione:
1. Domanda di partecipazione (All. 1)
2. Dichiarazione sostitutiva autocertificazione firmata (All. 3)
3. Patto di integrità firmato ( All.4)
4. Fotocopia di un documento di identità del rappresentante legale.

BUSTA “B” (sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura), che dovrà recare sul fronte
la dicitura “offerta gara per la concessione in uso di un locale per l’esercizio di un

2
servizio bar-punto ristoro nel Conservatorio di musica, dove devono essere inserite altre
due buste sigillate così indicate : busta 1 e busta 2.
• Nella busta 1 va inserito il Curriculum, il modello appositamente predisposto dal
Conservatorio a tale scopo attestante i titoli posseduti dal rappresentante legale (
All:5).
• Nella busta 2 va inserita l’offerta economica dei prezzi (All. 6 )

L’omissione anche di uno solo dei documenti e/o delle dichiarazioni di cui ai punti
precedenti ovvero l’omissione di una dichiarazione da parte anche di uno solo dei soggetti
muniti del potere di rappresentanza, costituirà motivo di esclusione dalla gara.
Le offerte saranno aperte in seduta pubblica il giorno 28 giugno 2018 alle ore 12:00 presso il
Conservatorio di musica piazzale Cappuccini n. 1 Sassari.
Delle risultanze del procedimento sarà redatto apposito verbale.

Sono allegati al presente avviso i seguenti documenti contrattuali e scaricabili dal


sito del Conservatorio : www.conservatorio.sassari.it

1. Domanda di partecipazione (All 1)


2. Disciplinare tecnico amministrativo ( All 2)
3. Autocertificazione (All.3)
5. Patto d’integrità (All.4)
6. Modello curriculum ( All.5)
7. Modello offerta economica (ALL.6)

Offerta e modalità di affidamento.

L’affidamento avverrà a favore del concorrente che presenterà l’offerta economicamente


più vantaggiosa in base ai seguenti elementi:
a) prezzi praticati all’utenza fino a punti 60;
b) valutazione curriculum fino punti 40;
Totale punti 100.

La valutazione dei suddetti elementi avverrà secondo i criteri e i parametri stabiliti


dall’art. 27 del disciplinare tecnico – amministrativo, che il concorrente ha l’obbligo di
visionare prima di partecipare alla presente gara.
Le offerte saranno esaminate da apposita commissione in unica seduta e alla fine sarà
redatta una graduatoria delle offerte esaminate.
Risulterà affidatario della concessione il concorrente che avrà ottenuto il punteggio
complessivo più alto (max 100 punti). In caso di parità di punteggio si procederà ad un
sorteggio pubblico. I punteggi saranno attribuiti con le modalità previste dall’art. 27 del
disciplinare tecnico- amministrativo.
E’ vietato presentare offerte parziali. Inoltre, la presentazione dell’offerta non vincola
l’Amministrazione.

3
Ministero dell’Istruzione , dell’Università e della Ricerca
ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE

CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CANEPA SASSARI

DISCIPLINARE TECNICO–AMMINISTRATIVO PER LA CONCESSIONE


IN USO DI LOCALE PER L’ALLESTIMENTO E L’ESERCIZIO DI UN SERVIZIO BAR-
PUNTO RISTORO NEL CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CANEPA DI SASSARI.

CIG N Z5323ED46A

Il presente disciplinare è composto di n. 27 articoli e di n. 5 allegati ( All.1 Domanda di


partecipazione, All. 3 Dichiarazione sostitutiva autocertificazione, All. 4 Patto d’integrità , All. 5
Modello Curriculum, All. 6 Modello Offerta economica.

Art. 1 – Oggetto.
La presente gara ha per oggetto la concessione di locali per gestione del servizio bar/tavola calda
e fredda nella sede del Conservatorio di musica “Luigi Canepa” di Sassari sito in Piazzale
Cappuccini n.1 Sassari.
Tipo di concessione: affidamento delle attività di somministrazione di alimenti e bevande nel locale
del Bar del Conservatorio ad uso degli studenti e del personale dipendente del Conservatorio e
degli ospiti.
Il gestore avrà a disposizione oltre al locale interamente ristrutturato, gli arredi e le attrezzature
presenti nella struttura e la garanzia dell’esclusività della somministrazione di alimenti e bevande
all’interno dell’edificio.
Lo spazio da destinare al predetto locale consta di n. 2 vani siti al piano terra del Conservatorio.

Art. 2 – Descrizione del Servizio.


Il servizio di bar-punto ristoro dovrà garantire una provvista di generi di consumo in quantità
sufficiente per soddisfare l’utenza.
I generi di consumo, come indicati nell’elenco allegato al presente disciplinare (All. 6 ) , devono
essere di ottima qualità e rispondere alle condizioni prescritte dalla legge e dalle Autorità
competenti nonché ai particolari requisiti che potranno essere richiesti dal Conservatorio.
La vendita di generi avariati, adulterati, mal conservati o contenenti sostanze nocive o comunque
non rispondenti alle disposizioni di legge, darà luogo alla revoca della concessione senza
pregiudizio delle sanzioni di legge stabilite per simili trasgressioni.
Il servizio del bar-punto ristoro dovrà essere assicurato, a richiesta dell’Amministrazione, anche in
occasione di concerti e trattenimenti musicali con presenza di pubblico ospite presso la Sala
Concerti.
Il Conservatorio di musica “Luigi Canepa ” – Sassari, che appalta il servizio, nel prosieguo del
presente disciplinare sarà denominato più brevemente Conservatorio.

Art. 3 –Allestimento del bar-punto ristoro.

1
Il bar-punto ristoro è stato allestito dal Conservatorio, la Ditta concessionaria dovrà provvedere
al completamento delle seguenti attrezzature necessarie per il buon funzionamento del servizio:
n. 1 piano cottura, n. 1 forno, n. 1 lavastoviglie e n. 1 macchina per il caffè e tutto ciò che è
necessario per il servizio.
E’ escluso il banco e n. 1 retro-banco , n. 1 frigo grande, n. 4 tavolini, n 16 sedie, n 2 scaffali, n.
1 bancone con lavabo per la cucina e n. 1 cappa, già in proprietà del Conservatorio e destinati al
servizio di che trattasi.
Alla scadenza del contratto la Ditta concessionaria dovrà asportare i mobili, le attrezzature, le
scorte e quanto altro di sua proprietà senza che sia necessaria alcuna richiesta da parte
dell’Amministrazione. In caso ciò non avvenga, il Conservatorio provvederà direttamente allo
sgombero dei locali con addebito delle relative spese a carico della Ditta.
Tutto ciò che è messo a disposizione dal Conservatorio deve essere restituito nello stesso stato
risultante all’atto della consegna, salvo il normale deperimento derivante dall’uso. Qualunque
miglioria apportata ai locali durante il corso della concessione resta a beneficio del Conservatorio,
senza che la Ditta concessionaria possa pretendere indennizzo alcuno.

Art. 4 –Sopralluogo.
Le Ditte partecipanti dovranno effettuare un sopralluogo presso i locali individuati per lo
svolgimento del servizio, previa richiesta, anche con e-mail, indicando nome, cognome, con i
relativi dati anagrafici, delle persone incaricate di effettuare il sopralluogo.
La richiesta, da inoltrare al Conservatorio, deve specificare l’indirizzo i numeri di telefono e pec ,
cui indirizzare la convocazione. Non è consentita l’indicazione di una stessa persona per più
concorrenti. Il sopralluogo verrà effettuato nei soli giorni stabiliti dall’Amministrazione.
Dell’effettuazione di tale sopralluogo verrà rilasciata certificazione da parte del competente ufficio
del Conservatorio.
Data e ora del sopralluogo dovranno essere concordati con la dott.ssa Maria Ruju – tel. n.
079/296447 dir.ragioneria@conservatorio.sassari.it.
La mancata effettuazione del sopralluogo determinerà l’esclusione dalla gara.

Art. 5– Obblighi della Ditta concessionaria.


La Ditta concessionaria deve garantire un servizio di eccellente qualità.
Nel caso in cui la qualità dei prodotti proposti non sia soddisfacente, il Conservatorio ha la facoltà
di chiedere la sostituzione del fornitore prescelto dalla Ditta.
Tutto il personale deve essere regolarmente assunto, secondo la vigente normativa.
Gli oneri previdenziali, assicurativi e assistenziali e ogni altro adempimento, prestazione ed
obbligazione inerente il rapporto di lavoro, le leggi ed i contratti di categoria vigenti, sono a carico
della Ditta restando esclusa ogni e qualsiasi responsabilità da parte del Conservatorio che sarà
estraneo al rapporto stesso.
Tutto il personale addetto al servizio deve indossare idonea divisa e portare un contrassegno della
Ditta.
La Ditta concessionaria si obbliga:
a non installare nei locali videogiochi, juke-box; slot-machine ed ogni altro gioco meccanico o
elettronico; e si obbliga, inoltre, a non diffondere mai all’esterno dei locali rumori e suoni, ancorché
di intensità inferiore alle soglie di legge;
a non utilizzare gli spazi esterni di pertinenza per la vendita di qualsiasi altro prodotto né a non
installare elementi pubblicitari inerenti l’esercizio sia all’interno sia all’esterno dei locali;
ad assumersi tutte le responsabilità per i danni derivanti al Conservatorio o a terzi, cose o persone
nell’esecuzione dell’attività oggetto del contratto.
La Ditta concessionaria si impegna inoltre:
a provvedere alla manutenzione ordinaria, alla pulizia ed alla disinfestazione del locale e del
deposito e ad assicurare durante l’orario di servizio, l’ordine e la pulizia degli arredi presenti nel
2
locale (tavolini, sedie e le altre strutture); a provvedere all’allontanamento dei rifiuti fino ai punti di
conferimento predisposti dal servizio di raccolta del Comune.
La Ditta concessionaria è tenuto a comunicare il proprio responsabile del servizio al quale
dovranno rapportarsi gli uffici del Conservatorio per la gestione del servizio, facendo tenere alla
direzione del Conservatorio tutti i recapiti, anche telefonici, presso i quali raggiungere detto
responsabile.

Art. 6- Durata del Contratto.


Il contratto di concessione sarà sottoscritto entro 30 gg dalla data di affidamento e avrà la durata di
anni tre.
Potrà essere rinnovato in maniera espressa e per iscritto, a giudizio insindacabile del Conservatorio,
per altri tre anni.
Alla scadenza del termine qualora non intervenga 6 mesi prima, richiesta espressa e scritta di
proroga da parte dell’Amministrazione, la Ditta dovrà liberare i locali, entro e non oltre 15
(quindici) giorni successivi alla data di conclusione della concessione, senza che sia necessaria
alcuna richiesta da parte dell’Amministrazione. In caso ciò non avvenga, il Conservatorio
provvederà direttamente allo sgombero dei locali.
Considerata la natura di concessione del servizio, alla Ditta concessionaria non può essere
riconosciuto alcun diritto e/o compenso, pertanto nulla potrà pretendere dall’Amministrazione al
termine della concessione o in qualsivoglia altra circostanza quale corrispettivo dell’eventuale
incremento di valore dell’avviamento commerciale dei locali e del bar.

Art. 7 - Orario di apertura e chiusura.


Il servizio dovrà funzionare dalle ore 9.00 alle ore 19,00 dal lunedì al venerdì e dalle ore 9,00 alle
ore 14.00 il sabato per il periodo di attività didattica (1° novembre – 20 luglio ). Il mese di agosto
resterà chiuso. L’orario di apertura potrà essere prolungato ulteriormente su richiesta della Ditta
concessionaria e previa autorizzazione del Conservatorio.
Dietro congruo preavviso il Conservatorio si riserva la facoltà, di chiedere che il servizio venga
assicurato in occasione di particolari manifestazioni anche in giorni festivi ed eventualmente oltre
gli orari innanzi previsti.

Art. 8 - Spese per l’esercizio.


Sono a carico della Ditta concessionaria le tasse, le imposte di esercizio.

Art. 9 - Canone da versare a favore del Conservatorio per uso locale.


Il canone annuo per l’uso del locale è determinato in Euro 3.200,00 (tremiladuecento/00), oltre le
imposte e le tasse come per legge. Il canone è soggetto a rivalutazione annuale secondo gli indici
ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatesi nell’anno precedente.
Il canone verrà corrisposto in rate semestrali anticipate a decorrere dalla data di consegna dei locali.
Sono a carico del Conservatorio le utenze di luce, acqua e gas.

Art. 10 - Rimborso spese per lavori di manutenzione straordinaria.


Le eventuali spese per i lavori di manutenzione straordinaria del locale nel quale si svolgerà
l’esercizio, verranno addebitate al Conservatorio, previa rappresentazione degli interventi da parte
della Ditta concessionaria e dopo l’approvazione e autorizzazione scritta all’esecuzione degli stessi
da parte dell’Istituto.

Art. 11 - Continuità nel servizio.


La Ditta concessionaria si obbliga a provvedere al servizio di cui al presente disciplinare senza
interruzione per qualsiasi circostanza.

3
In nessun caso può, quindi, sospendere o interrompere il servizio, Per ogni giorno di mancata
effettuazione del servizio, fatto salvo il maggior danno, la Ditta concessionaria dovrà erogare al
Conservatorio una somma pari a Euro 50,00 fermo restando il canone annuo dovuto.

Art. 12- Controllo del servizio.


Il coordinamento, l’organizzazione e il controllo dell’esatto adempimento delle prescrizioni
contenute nel presente disciplinare nonché della qualità dei prodotti posti in vendita saranno
effettuati dal competente funzionario designato dal Conservatorio in contraddittorio con un
rappresentante della Ditta concessionaria.
Il funzionario addetto al controllo, dopo aver verificato la fondatezza di eventuali reclami o,
l’inadempimento di eventuali obblighi da parte della Ditta , provvederà a comunicare per iscritto
alla Direzione del Conservatorio le relative contestazioni, per i successivi provvedimenti da
adottare.

Art. 13- Cauzione definitiva.


La Ditta concessionaria dovrà, come previsto dall’art.103 del codice degli appalti n50/2016, prima
della stipula del contratto a garanzia degli obblighi assunti, costituire la cauzione pari a Euro
500,00 (cinquecento/00) nei seguenti modi: - con fideiussione bancaria o polizza assicurativa.
Inoltre, l’Istituto Garante dovrà espressamente dichiarare:
1) di aver preso visione del presente disciplinare, dell’avviso pubblico e di tutti gli atti in essi
richiamati, nonché di aver visionato l’offerta del concorrente, di accettarli in ogni loro parte;
2) di obbligarsi a versare direttamente al Conservatorio, “a prima richiesta” entro il termine
massimo di 30 giorni, senza eccezione e ritardi, la somma garantita nel caso in cui lo stesso lo
richieda.
Lo svincolo di detta cauzione verrà effettuato al termine della durata del contratto di cui al
precedente art. 6.

Art. 14 - Decadenza della concessione.


Qualora si verifichino i seguenti casi:
• violazioni di disposizioni di cui agli artt. 5, 6, 7, 9, 11, 17, 18, 20, e 22 del presente
disciplinare;
• compimento da parte della Ditta concessionaria di un atto che abbia compromesso o comunque
possa compromettere il servizio;
• fallimento della Ditta;
• qualora durante il suo corso l’Autorità competente non ritenga di confermare le autorizzazioni
ovvero provveda al ritiro delle stesse;
Il Conservatorio procederà ad effettuare alla Ditta concessionaria le relative contestazioni
mediante comunicazione scritta. Decorsi 15 giorni dalla stessa, se il concessionario persiste
nell’inadempienza, senza fornire plausibile giustificazione, il Conservatorio si riserva la facoltà di
pronunciare la decadenza con efficacia immediata.
In caso di pronuncia di decadenza, la Ditta è obbligata a liberare i locali entro il termine indicato
nella comunicazione con la quale si notifica l’intervenuto provvedimento di decadenza. In
mancanza il Conservatorio provvederà direttamente a far sgomberare il locale.

Art. 15 – Copertura assicurativa minima.


La ditta concessionaria deve provvedere alla copertura assicurativa a garanzia di eventuali danni
procurati nell’esecuzione del servizio, al Conservatorio e a terzi con un massimale non inferiore a
Euro 500.000,00 (cinquecentomila/00) per sinistro, per persona, per danni a cose. Nelle condizioni
normative della polizza deve essere inserita clausola di rinuncia alla rivalsa nei confronti del
Conservatorio e dei suoi dipendenti edoperatività della garanzia per i danni a cose di terzi, quindi
anche del Conservatorio, in seguito ad incendio.
4
A tal fine sono considerati terzi anche il personale e gli studenti afferenti al Conservatorio.

Art. 16 – Proibizioni diverse


Nei locali adibiti al servizio sono proibiti i giochi di qualsiasi natura.
E’ vietato l’ingresso ai venditori ambulanti.
Nei locali deve essere fatto divieto assoluto di fumo.
La Ditta concessionaria si obbliga altresì a impedire tutto ciò che non si addica alla convenienza
del luogo o possa recare disturbo allo svolgimento delle attività che si svolgono nel Conservatorio.
Potrà essere concesso, previo benestare del Conservatorio, solo l’uso di apparecchi radio e
televisivi, purché non arrechino disturbo agli utenti del complesso.

Art. 17 - Estensione della concessione.


La Ditta concessionaria si obbliga a fornire il servizio anche in altri locali indicati dal Conservatorio
per le necessità temporanee (per la durata di manifestazioni, riunioni, iniziative diverse) alle stesse
modalità e condizioni di cui al presente disciplinare.
Qualora la Ditta non ottemperi a detta prescrizione entro il termine indicato, il Conservatorio si
riserva la facoltà di revocare la concessione dell’esercizio.

Art. 18 – Prezzi dei generi di consumo


I prezzi dei generi di consumo saranno quelli risultanti dall’offerta presentata in sede di gara.
Nei primi due anni di durata della concessione, i prezzi indicati in sede di offerta non potranno
subire variazioni.
Nel terzo anno ed anni successivi di eventuale rinnovo i predetti prezzi potranno subire variazioni
nella misura massima degli “indici ISTAT dei prezzi al consumo”.
I prezzi dei generi di consumo saranno esposti al pubblico con apposito quadro predisposto e in
posizione facilmente visibile. Eventuali reclami degli utilizzatori del servizio saranno indirizzati al
competente organo del Conservatorio che valuterà i reclami stessi.

Art. 19 – Modalità di pagamento.


Ai sensi dell’art. 9 del presente Disciplinare, il canone verrà corrisposto in 2 (due) rate semestrali
anticipate a decorrere dalla data di consegna dei locali.

Art. 20– Ulteriori obblighi.


La Ditta concessionaria si obbliga a sollevare il Conservatorio in caso di mancato rispetto delle
normative vigenti per l’esecuzione del servizio oggetto della concessione.
La Ditta concessionaria si obbliga alla notifica al Conservatorio di ipotesi di variazioni del legale
rappresentante, di fusione, di scissione, di incorporazione di società o di trasformazione o
modificazione della ragione sociale dell’impresa.
Il Conservatorio si riserva di adottare opportuni provvedimenti in caso di variazioni del legale
rappresentante, nonché di fusione, scissione ed incorporazione che dovessero verificarsi nel corso
della concessione; il Conservatorio si riserva, altresì, di rideterminare l’intero atto concessorio in
tutti i casi di trasformazione e/o modificazione della natura e ragione sociale del concessionario.
La Ditta concessionaria si obbliga all’osservanza della normativa di cui alla legge 46/90 e delle
disposizioni in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al D. Lgs 81/2008 e la
normativa in tema di HACCP.

Art. 21 – Elezione domicilio.


La Ditta concessionaria si impegna ad eleggere e comunicare il proprio domicilio legale nella città
di Sassari, presso il quale il Conservatorio invierà, notificherà e comunicherà qualsiasi atto
giudiziale o stragiudiziale interessante la concessione con espresso esonero del Conservatorio da
ogni addebito in ordine ad eventuali mancati recapiti, dipendenti da qualsiasi causa.
5
Art. 22 – Divieto di cessione della concessione.
La Ditta concessionaria non può sotto qualsiasi titolo, cedere in tutto o in parte il servizio ad altri
operatori economici.
Nel caso di contravvenzione al divieto, la cessione si intende come nulla e di nessun effetto nei
rapporti con il Conservatorio salvo allo stesso la facoltà di ritenere senz’altro revocata la
concessione e fatto salvo il diritto al risarcimento del conseguente danno.

Art. 23– Responsabilità per danni.


Il Conservatorio non risponde di alcun danno arrecato alla Ditta concessionaria per fatto derivante
dall’esecuzione del servizio.
Il Conservatorio non si costituisce né può essere considerato depositario di provviste, mobili,
oggetti e quant’altro detenuto dalla Ditta o nei locali per l’esecuzione del servizio rimanendo a
totale carico del concessionario la custodia e la conservazione di quanto serva per l’esecuzione del
servizio.
La Ditta concessionaria risponde direttamente e interamente di ogni danno che per fatto proprio o
dei suoi collaboratori possa derivare al Conservatorio e o a terzi.

Art. 24 – Spese di stipula dell’atto di concessione.


Tutte le spese inerenti e conseguenti la stipula della concessione di cui al presente disciplinare, sono
a carico della Ditta concessionaria.

Art. 25 - Risoluzione del contratto.


L’inadempimento da parte della Ditta concessionaria anche di una sola delle su estese obbligazioni
comporta l’immediata risoluzione del contratto di concessione.

Art. 26 – Foro competente.


Foro competente, per eventuali controversie, è quello di Sassari, sede legale del Conservatorio
“Luigi Canepa ”.

Art. 27 – Modalità di valutazione delle offerte.


L’affidamento avverrà a favore della Ditta che ha presentato l’offerta economicamente più
vantaggiosa e avrà ottenuto il punteggio complessivo più alto che sarà determinato secondo i
seguenti elementi:
a) valutazione Curriculum fino a punti 40;
b) prezzi praticati all’utenza fino a punti 60.

Totale punti 100.

Per l’elemento a) valutazione dei titoli professionali eventualmente posseduti dal


Rappresentante legale della Ditta.
Le Ditte dovranno compilare l’All. 5 autocertificando gli eventuali titoli o requisiti sottoelencati
e posseduti al momento della presentazione dell’offerta, e che dimostrano una comprovata
esperienza professionale nel settore atta a garantire un alto livello qualitativo del servizio.
Il punteggio sarà assegnato sulla base di un giudizio discrezionale con la seguente modalità:

1. Qualifica di operatore dei servizi di ristorazione settore sala bar, rilasciata dall’IPSAR
4 punti.
2. Premi vinti in concorsi internazionali del settore 2 punti per ogni premio fino ad un max di
8 punti.
3. Premi vinti in concorsi nazionali del settore 1 punto per ogni premio fino ad un max di
6
6 punti.
4. Gestore del servizio bar presso Scuole pubbliche o Università 2 punti.
5. Altri attestati e/o certificazioni professionali che rilevano l’acquisita professionalità del
concorrente o la qualità del servizio da lui offerto 1 punto per ogni attestato o certificazione
fino ad un max di 6 punti.
6. Esperienza maturata come gestore del servizio bar 1,20 per ogni anno ( 0,10 per ogni
mese) fino ad un max di 14 punti.

Per l’elemento B ) prezzi dei generi di consumo per il servizio Bar:


Le Ditte concorrenti dovranno indicare i prezzi per ciascuno dei generi di consumo elencati
nell’All. 6.
Si evidenzia, a pena di esclusione, che in tutti i generi di consumo presenti nella tabella
dell’Allegato 6 deve essere indicato il relativo prezzo.
L’attribuzione del punteggio verrà effettuata calcolando la media dei prezzi fra tutti i generi
elencati. Per la valutazione verrà applicata la seguente formula:

Punteggio da attribuire = (pmin : pmi) x 60


dove:
- pmin è il prezzo medio più basso tra quelli offerti dalle ditte concorrenti;
- 70 è il punteggio massimo;
- pmi è il prezzo medio offerto da ciascuna ditta.
Ai fini dell’attribuzione del punteggio vengono prese in considerazione le prime due cifre decimali.
Gli ulteriori decimali vengono arrotondati all’unità superiore se superiori a 5. (esempio 12,571 =
12,57; 12, 575=12,57; 12,576 = 12,58).

Si evidenzia che la valutazione tecnica e il conteggio per l’attribuzione del punteggi, seguirà la
seguente procedura:
La commissione in seduta pubblica procederà ad aprire la BUSTA A per la verifica della regolarità
della documentazione amministrativa richiesta.
Successivamente, procederà all’apertura della BUSTA B dove devono essere inserite altre due
buste così indicate busta 1 e busta 2.
• Nella busta 1 va inserito il Curriculum, il modello appositamente predisposto dal
Conservatorio a tale scopo attestante i titoli posseduti dal rappresentante legale ( All:5).
• Nella busta 2 va inserita l’Offerta economica dei prezzi ( All.6).
Tutte le buste devono essere chiuse e controfirmate nei lembi.
Si procederà quindi all’apertura in seduta pubblica della busta 1 e si darà lettura del Curriculum
presentato da ciascun concorrente, poi si procederà in seduta riservata alla valutazione tecnica del
punteggio, quindi in seduta pubblica si comunicherà il punteggio assegnato.
Dopo aver valutato i Curriculum , si procederà, sempre in seduta pubblica, all’apertura della busta
2 contenente l’offerta economica e si darà lettura dei prezzi offerti da ciascun concorrente.
Ultimata la suddetta lettura si procederà in seduta riservata al conteggio del punteggio di cui sarà
data lettura successivamente in seduta pubblica.
Si precisa che:
Il Conservatorio si riserva di non procedere all’affidamento, nel caso in cui nessuna delle offerte risulti
accettabile, congrua e/o conveniente.
Il Conservatorio procederà all’affidamento anche in presenza di una sola offerta valida, se ritenuta
conveniente e congrua, a proprio insindacabile giudizio.

7
ALLEGATO 3

MODELLO - “DICHIARAZIONE ART. 80, comma 1, lettera a), b), c), d), e), f), g) del D.Lgs. 50/16

Oggetto: Avviso esplorativo finalizzato ad ottenere la migliore offerta per la concessione in uso
di un locale per l’esercizio di un servizio bar punto ristoro del Conservatorio.

CIG: Z5323ED46A

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA AI SENSI DEL DPR 445/2000

II sottoscritto ____________________________ nat___ a _________________ il______________ nella sua qualità di:

(barrare la voce che interessa)

titolare (per le imprese individuali) socio (per le società in nome collettivo) socio
accomandatario (per le società in accomandita semplice amministratore munito di poteri di
rappresentanza (per gli altri tipi di società) institore direttore tecnico (per le imprese
individuali, le società di persone e gli altri tipi di società sopra elencati) socio unico socio di
maggioranza (per le società con meno di quattro soci; nel caso il socio di maggioranza sia una Società di
Capitali la dichiarazione deve essere resa da ogni soggetto che ricopre una delle cariche di cui sopra)

dell’impresa/società/altrosoggetto___________________________________________________________ con sede legale

in _____________________________via/piazza ___________________________________ codice fiscale_____________________

partita I.V.A._______________, residente in ________________________________________________________________________,

PEC___________________________________________________________________________EMAIL____

_____________________________________________________________________

AI SENSI DEGLI ART. 46 E 47 DEL DPR 445/2000, AI FINI DELLA PARTECIPAZIONE ALLA PRESENTE
PROCEDURA DI AFFIDAMENTO, CONSAPEVOLE DELLA RESPONSABILITÀ PENALE NEL CASO DI
AFFERMAZIONI MENDACI, NONCHÉ DELLE CONSEGUENZE AMMINISTRATIVE DI ESCLUSIONE
DALLE GARE DI CUI ALL’ART. 80, comma 1, lettera a), b), c), d), e), f), g) del D.Lgs. 50/16

DICHIARA

di essere iscritto alla Camera di commercio per le attività corrispondenti a quelle oggetto della
presente gara;

RELATIVAMENTE ALL’INSUSSISTENZA DI CAUSE DI ESCLUSIONE DALLE GARE DI APPALTO, DI CUI


ALL’ART. 80, comma 1, lettera a), b), c), d), e), f), g) del D.Lgs. 50/16 E SUCCESSIVE MODIFICHE E
INTEGRAZIONI, CHE I FATTI STATI E QUALITA’ DI SEGUITO RIPORTATI CORRISPONDONO A VERITA’:

- IN RELAZIONE ALL’ART. 80, comma 1, lettera a), b), c), d), e), f), g) del D.Lgs. 50/16
(barrare la casella)

che nei confronti del sottoscritto non è pendente alcun procedimento per l’applicazione di una
delle misure di prevenzione di cui all’art. 3 della Legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause
ostative previste dall’art. 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575;

- IN RELAZIONE ALL’ART. 80, comma 1, lettera a), b), c), d), e), f), g) del D.Lgs. 50/16

(barrare le caselle pertinenti)

c che nei confronti del sottoscritto non è stata pronunciata alcuna sentenza di condanna passata in
giudicato per reati di partecipazione ad organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, così
come definiti dagli atti comunitari citati dall’art. 45, paragrafo 1, direttiva 2004/18/CE;

che nei confronti del sottoscritto non è stata pronunciata alcuna sentenza di condanna passata in
giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, ovvero sentenza di applicazione
della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del Codice di procedura penale;

oppure

che nei confronti del sottoscritto sono state pronunciate le seguenti sentenze di condanna passata
in giudicato, o emessi i seguenti decreti penali di condanna divenuti irrevocabili, ovvero le seguenti
sentenze di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del Codice di procedura penale,
per i seguenti reati:

_______________________________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________________

(NB: inserire tutti i provvedimenti di condanna, tra quelli sopra menzionati, emessi a carico del soggetto
sottoscrittore avendo cura di riportare esattamente i provvedimenti così come risultanti dalla Banca dati del
Casellario giudiziale compreso l’indicazione del/dei reati, della/e circostanza/e, del/dei dispositivo/i e dei benefici
eventuali. Vanno altresì inseriti quei provvedimenti di condanna per i quali sia stato previsto il beneficio della non
menzione. Il dichiarante non è tenuto ad indicare le condanne quando il reato è stato depenalizzato ovvero per le
quali è intervenuta la riabilitazione ovvero quando il reato è stato dichiarato estinto dopo la condanna ovvero in
caso di revoca della condanna medesima).

- IN RELAZIONE ALL’ART. 80, comma 1, lettera a), b), c), d), e), f), g) del D.Lgs. 50/16

(barrare la casella)
che il sottoscritto, pur essendo stato vittima dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del
codice penale aggravati ai sensi dell’articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito,
con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n.203, ha denunciato tali fatti all’autorità giudiziaria;

che il sottoscritto, pur essendo stato vittima dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del
codice penale aggravati ai sensi dell’articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito,
con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n.203, non ha denunciato tali fatti all’autorità giudiziaria,
in quanto ricorrono i casi previsti dall’articolo 4, primo comma, della legge 24 novembre 1981, n. 689;

che il sottoscritto non è stato vittima dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del codice
penale aggravati ai sensi dell'articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito, con
modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n. 203;

DICHIARA INOLTRE

Relativamente alle posizioni assicurative e previdenziali:


di essere in regola con la contribuzione previdenziale ed assistenziale, indica:

INPS:matricola azienda:__________________INPS:sede competente______________ (nel caso

di più iscrizioni, indicarle tutte);

INAIL: codice ditta__________________________ INAIL: posizioni assicurative territoriali (PAT):__ (nel caso
di più iscrizioni, indicarle tutte);

In caso di non iscrizioni ad uno degli Enti suindicati, indicarne i motivi_________________

di aver preso visione dell’avviso esplorativo e di accettare integralmente quanto previsto nel
disciplinare tecnico amministrativo di gara .

di essere informato, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 13 del D.Lgs. n. 196/2003, che i dati
personali raccolti saranno trattati esclusivamente nell’ambito del procedimento di gara ed in caso di
aggiudicazione per la stipula e gestione del contratto e di prestare, con la sottoscrizione della presente,
il consenso al trattamento dei propri dati.

Data ______________

Firma

___________________________________

ALLEGARE, PENA L’ESCLUSIONE COPIA FOTOSTATICA DI UN DOCUMENTO DI IDENTITÀ DEL


DICHIARANTE
ALLEGATO 1

Domanda di partecipazione all’indagine esplorativa per la concessione in uso del locali per l’esercizio
del servizio Bar del Conservatorio di musica

Ditta …………………….,
Via ……………………...
(città) …………………...
Tel ……………………...
email ……………………..

Spett.le Conservatorio di musica


“Luigi Canepa ”
Piazzale Cappuccini n. 1
SASSARI

…l…. sottoscritt ………………………………………………………………………….., nella qualità di


legale rappresentante della società ………………………..., con sede legale in ………………..via
……………….….., n. ….. (o: del capogruppo delle imprese riunite …..), C.F.
......................................................, P.I. ……………………………….,
CHIEDE

che la rappresentata Ditta partecipi all’avviso ……, pubblicato sul sito internet del Conservatorio www……
in data avente a oggetto:
Avviso esplorativo per l’affidamento della concessione in uso dei locali per l’esercizio del servizio Bar punto
ristoro all’interno del Conservatorio di Musica Luigi Canepa CAP 07100 Sassari.
E’ allegato n. . 1 plico che contiene la seguente documentazione:

BUSTA A - Documentazione amministrativa contenente:

Copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i.


Copia semplice della procura (in caso di procuratore).
Dichiarazione sostitutiva autocertificazione
Patto d’Integrità

BUSTA B contenente:
busta n 1 Curriculum
busta . 2 Offerta economica

Luogo e data

Distinti saluti
Il legale rappresentante

_______________________________________________
(firma leggibile e timbro)

1
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
ALTA FORMAZIONE ARTISTICA MUSICALE E COREUTICA

CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CANEPA SASSARI

PATTO DI INTEGRITA’

Avviso esplorativo finalizzato a ottenere la migliore offerta per la concessione in uso di un


locale per l’esercizio di un servizio bar punto ristoro del Conservatorio

CIG Z5323ED46A

TRA

IL CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CANEPA DI SASSARI

la DITTA …………………..…………………………………………. (di seguito denominata Ditta), sede legale in


………………………….., via ………………………………………….……n……. codice fiscale/P.IVA
……………………….………., rappresentata da …………………………….. ……………………………….... in qualità
di ………..……………………………………………..

VISTO

La legge 6 novembre 2012 n. 190, art. 1, comma 17 recante “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della
corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione”;

il Piano Nazionale Anticorruzione (P.N.A.) emanato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la
trasparenza delle amministrazioni pubbliche (ex CIVIT) approvato con delibera n. 72/2013, contenente “Disposizioni per la
prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”;

il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (P.T.P.C) 2017-2019 del Conservatorio adottato con delibera del
Consiglio di amministrazione n 44 del 22 dicembre 2017;

il Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 62 con il quale è stato emanato il “Regolamento recante il
codice di comportamento dei dipendenti pubblici”,

SI CONVIENE QUANTO SEGUE

Art. 1
Finalità

Il presente Patto d’integrità, di seguito Patto, stabilisce la reciproca e formale obbligazione tra il Conservatorio e l’operatore
economico, e in caso di operatore plurisoggettivo da ciascuno dei componenti, di improntare i propri comportamenti ai
principi di lealtà, trasparenza e correttezza.
Il Patto costituisce parte essenziale dei documenti riguardanti la procedura di affidamento e del relativo contratto d’appalto
e la sua mancata sottoscrizione è causa di esclusione dalle procedura.

Art. 2
Obblighi dell’operatore economico
L’operatore economico, con la sottoscrizione del Patto:
- dichiara di non aver influenzato il procedimento amministrativo diretto a stabilire il contenuto del bando o di altro atto
equipollente, al fine di condizionare le modalità di scelta del contraente da parte del Conservatorio e di non aver corrisposto
né promesso di corrispondere ad alcuno – e si impegna a non corrispondere né promettere ad alcuno – direttamente o
tramite terzi, ivi compresi i soggetti collegati o controllati, somme di denaro , regali, vantaggi di qualsiasi natura o altra utilità
finalizzate a facilitare l’aggiudicazione e/o gestione del contratto;
- s’impegna a conformare i propri comportamenti ai principi di lealtà, trasparenza e correttezza, a non offrire, accettare o
richiedere somme di denaro o qualsiasi altra ricompensa, vantaggio o beneficio, sia direttamente che indirettamente tramite
intermediari, al fine dell’assegnazione del contratto e/o al fine di distorcerne la relativa corretta esecuzione;
- si obbliga a non ricorrere ad alcuna mediazione o altra opera di terzi finalizzata all’aggiudicazione e/o gestione del
contratto;
- dichiara di non trovarsi in situazioni di controllo o di collegamento (formale e/o sostanziale) con altri concorrenti e che
non si è accordato e non si accoderà con altri partecipanti alla procedura, e assicura, con riferimento alla specifica procedura
di affidamento, di non avere in corso né di avere praticato intese e/o pratiche restrittive della concorrenza e del mercato
vietate ai sensi della vigente normativa;
- s’impegna a segnalare al Responsabile della Prevenzione e Corruzione del Conservatorio, qualsiasi tentativo di illeciti,
turbativa, irregolarità, o distorsione nelle fasi di svolgimento della procedura o durante l’esecuzione del contratto, da parte di
ogni interessato o addetto o di chiunque possa influenzare le decisioni relative alla procedura, comprese illecite richieste o
pretese dei dipendenti del Conservatorio stesso;
- s’impegna a denunciare alla Pubblica Autorità competente ogni irregolarità o distorsione di cui sia venuto a conoscenza
per quanto attiene l’attività di cui all’oggetto della gara in causa;
- dichiara di non trovarsi in una posizione di conflitto di interessi, anche potenziale, con il Conservatorio;
- s’impegna a non prendere alcun accordo che violerebbe le disposizioni legali vigenti, in particolare quelle della Legge sugli
appalti pubblici o le norme sulla concorrenza e a non utilizzare in maniera estranea allo scopo specifico (ossia per ottenere
un vantaggio economico, competitivo o un guadagno personale) le informazioni ottenute dall’ente appaltante nel quadro
della procedura di appalto pubblico.
- dichiara di non aver erogato utilità o concluso contratti a titolo privato, nel biennio precedente, con i dipendenti del
Conservatorio che prendono parte alle decisioni e alle attività relative all’esecuzione del contratto;
L’operatore economico aggiudicatario della procedura di gara sottoscrive il relativo contratto e il Patto ne costituisce parte
integrante e sostanziale; s’impegna ad inserire l’obbligo ad accettare espressamente quanto convenuto con il presente Patto
nei contratti stipulati o da stipulare con gli operatori economici subappaltatori, subcontraenti e ausiliari e avrà l’onere di
pretenderne il rispetto.
L’operatore economico dichiara di aver preso visione della normativa di riferimento di cui all’art. 1.
L’operatore economico dichiara di non avere concluso contratti di lavoro subordinato o autonomo o comunque di non
aver attribuito incarichi a ex dipendenti del Conservatorio che hanno esercitato poteri autoritativi o negoziali nei loro
confronti, per il triennio successivo alla cessazione del rapporto.
L’accertamento di tale situazione determina l’esclusione dalle procedure di affidamento come pure la risoluzione dei
contratti eventualmente aggiudicati con incameramento della cauzione provvisoria o definitiva.

Art. 3
Obblighi del Conservatorio

Il Conservatorio si obbliga a rispettare i principi di lealtà, trasparenza e correttezza e ad attivare i procedimenti disciplinari
nei confronti del proprio personale a vario titolo intervenuto nel procedimento di affidamento e nell’esecuzione del
contratto in caso di violazione di detti principi.

Art. 4
Violazione del Patto di integrità

La violazione del Patto è dichiarata in esito a un procedimento di verifica in cui sia garantito adeguato contradditorio con
l’operatore economico interessato. L’applicazione delle sanzioni conseguenti alla violazione di cui al presente Patto avviene
con garanzia di adeguato contradditorio dall’amministrazione aggiudicatrice, secondo le regole generali degli appalti
pubblici.
La violazione da parte dell’operatore economico, sia in veste di concorrente che di aggiudicatario o affidatario di uno degli
obblighi a suo carico, può comportare, fatte salve specifiche ulteriori previsioni di legge, secondo la gravità della violazione
accertata e la fase in cui la violazione è accertata:
esclusione dalla procedura di affidamento;
esclusione della garanzia provvisoria;

2
risoluzione o decadenza del contratto;
escussione della garanzia definitiva;
cancellazione dall’elenco degli operatori economici;
esclusione del concorrente dalle gare indette dal Conservatori per 3 anni.

Art. 5
Efficacia del Patto di integrità

Il Patto – e le sanzioni applicabili - hanno efficacia dal momento della presentazione delle offerte alle quali è collegato sino
alla completa esecuzione dei contratti aggiudicatari, salvo proroghe concordate. Per i concorrenti che non risultano
aggiudicatari 7 affidatari il Patto è vincolante per il medesimo periodo delle candidature e offerte presentate.
Ogni controversia riguardante l’interpretazione ed esecuzione del presente Patto d’integrità fra Conservatorio di Sassari e i
concorrenti e tra gli stessi concorrenti sarà risolta dall’Autorità Giudiziaria competente.

Il presente documento deve essere obbligatoriamente sottoscritto dal legale rappresentante della ditta partecipante alla gara,
ovvero, in caso di consorzi o raggruppamenti temporanei di imprese, dal rappresentante degli stessi e deve essere presentato
unitamente all'offerta.
Il mancato invio del presente documento debitamente sottoscritto comporterà l’esclusione automatica dalla gara.

Il contenuto del Patto d’ integrità e le relative sanzioni applicabili resteranno in vigore sino alla completa esecuzione del
contratto.

Sassari ………………….

Il Presidente
Arch. Elia Lubiani

____________________________

Per la ditta: ______________________________

(il legale rappresentante) ______________________________


(firma leggibile)

3
Allegato 5
Modello per la presentazione del Curriculum

Oggetto AVVISO ESPLORATIVO FINALIZZATO AD OTTENERE LA MIGLIORE OFFERTA


PER LA CONCESSIONE IN USO DI UN LOCALE PER L’ESERCIZIO DI UN SERVIZIO BAR
PUNTO RISTORO DEL CONSERVATORIO.

Curriculum dei titoli posseduti al momento della presentazione dell’offerta.

Il sottoscritto _________________________________________________________________________

In qualità di
_________________________________________________________________________

della ditta ________________________________________________________________________


consapevole delle sanzioni penali previste dall’artt 75 e . 76 del D.P.R. n. 445/2000 e successive
integrazioni

DICHIARA
ai sensi degli artt. art. 46 e 47 del D.P.R. n° 445/ 2000, di possedere i seguenti requisiti e/o titoli
indicati nell’art. 27 del Disciplinare tecnico-amministrativo.
Luogo e Data, ________________________

(timbro e firma per esteso del legale rappresentante)

_________________________________________________________
All. 6
Modello per la presentazione dell’offerta economica.

Oggetto: avviso esplorativo finalizzato ad ottenere la migliore offerta per la concessione in


uso di un locale per l’esercizio di un servizio bar punto ristoro del Conservatorio.

Il sottoscritto _________________________________________________________________________

In qualità di
_________________________________________________________________________

della ditta ________________________________________________________________________

presenta la seguente offerta ai sensi dell’art. 27 del Disciplinare tecnico-amministrativo.

Prezzi in
Elenco generi di consumo Quantità Prezzi in cifre
lettere
Caffè espresso
1 1 tazzina
Lavazza o Mokador

2 Cappuccino 1 tazza

3 Thè – Camomilla – 1 tazza


Succhi di frutta (marca Yoga, Zuegg, Del
4 cadauno
Monte, Derby) da 200 ml.
Acqua minerale (0,5 l. in bottiglia di
5 cadauno
plastica)
6 Birra nazionale (cl. 33 ) cadauno

7 Bitter (misura standard) cadauno

8 Crodino cadauno

9 COCA-COLA lattina cadauno

10 Aranciata lattina cadauno

11 Vino comune bicchiere cadauno

12 Vino imbottigliato al bicchiere cadauno

15 Campari cadauno
Panini imbottiti (gr. 70/100 di pane – n. 2
companatici a scelta tra prosciutto crudo,
16 cadauno
mozzarella, mortadella, formaggio da gr.
25+25)
Toast-tramezzini (gr. 70/100 di pane – n. 2
17 companatici a scelta tra prosciutto crudo,
cadauno
mozzarella, mortadella, formaggio da gr.
25+25)
18 Trancio di pizza al pomodoro gr. 120 cadauno

LINEA - FERRERO -
PERUGINA - PAVESI -
MULINO BIANCO- SAN
CARLO
Barretta cioccolato al latte/fondente gr. 47
19 cadauno
Barretta nocciole, caffè, ecc…gr. 47
20 Patatine gr. 50 una busta
GELATI ALGIDA –
SAMMONTANA – CARTE
D’OR - MOTTA
21 Cornetto classico cadauno

22 Coppa gelato cadauno


LINEA MOTTA BAULI
MULINO BIANCO FERRERO
Buondì (albicocca, cacao, classico) ,
23 cadauno
Paste , cornetto e simili (produzione
24 cadauno
artigianale grandezza normale).

Luogo e Data, ________________________

(timbro e firma per esteso del legale rappresentante)

_________________________________________________________