Sei sulla pagina 1di 1

30 Serie B R La svolta GIOVEDÌ 27 SETTEMBRE 2018 LA GAZZETTA DELLO SPORT

Fabrizio Vitale
PALERMO
Palermo:unaltrocambio CLASSIFICA
I
l colpo di scena arriva do- SQUADRE PT PARTITE RETI

ViaTedino,tornaStellone
po cinque giornate. Parla- G V N P F S

re di sorpresa però non è VERONA 13 5 4 1 0 12 4


PESCARA 11 5 3 2 0 7 4
corretto. Che la strada di Bru-
BENEVENTO 10 4 3 1 0 11 5
no Tedino, al suo secondo atto
CREMONESE 9 5 2 3 0 8 4
a Palermo, si presentasse tor-
CITTADELLA 9 5 3 0 2 6 2

1La sconfitta di Brescia fatale al tecnico, che era in bilico da tempo


tuosa, lo si era capito fin dalle LECCE 8 5 2 2 1 10 7
prime battute, perché il pro- PALERMO 8 5 2 2 1 9 6
getto tecnico iniziale per il qua-
le era stato richiamato preve-
deva il ridimensionamento con
Zamparini replica così la decisione presa nello scorso campionato BRESCIA
CROTONE
SALERNITANA
6
6
6
5 1
5 2
5 1
3
0
3
1
3
1
7
7
6
7
8
7
l’ingresso di giocatori nuovi SPEZIA 6 5 2 0 3 5 7
che prendessero il posto dei big ASCOLI 5 4 1 2 1 3 4
dati in partenza. Invece alla fi- ASCOLI PADOVA 5 5 1 2 2 4 7
ne il mercato si è rivelato un PERUGIA 4 4 1 1 2 4 6
boomerang perché Tedino si è Ardemagni crac: CARPI 4 5 1 1 3 5 10
ritrovato con gli stessi giocato-
ri che lo avevano portato al- braccio sinistro VENEZIA
COSENZA
3
2
4 1
5 0
0
2
3
3
4
2
6
9
l’esonero la scorsa stagione.
Evidentemente la sconfitta di
operato a Roma LIVORNO
FOGGIA (-8)
1
-2
4 0
5 2
1
0
3
3
2
8
7
10
Brescia in casa ● ASCOLI PICENO (p.e.) Matteo SERIE A PLAYOFF PLAYOUT RETROCESSIONI
Cellino ha riacu- Ardemagni, attaccante
tizzato l’esoneri- IL NUMERO dell’Ascoli, è stato operato a

33
te di Zamparini Roma per la riduzione della 6a GIORNATA
che ieri pome- frattura scomposta di radio e VENERDÌ 28 SETTEMBRE
riggio, dopo un ulna dell’avambraccio sinistro CROTONE-BRESCIA ore 21
summit con il di- dopo l’infortunio riportato nel SABATO 29 SETTEMBRE ore 15
LECCE-CITTADELLA
rettore sportivo finale della partita pareggiata 1-1 SALERNITANA-VERONA
Foschi, ha deciso Gli esoneri decisi da martedì a Salerno. La frattura è SPEZIA-CARPI
per il cambio ri- Maurizio Zamparini stata ricomposta con l’ausilio di VENEZIA-LIVORNO ore 18
chiamando al placche e viti. Ardemagni sarà DOMENICA 30 SETTEMBRE ore 15
capezzale rosa- da quando è
ASCOLI-CREMONESE
dimesso domani e inizierà ad COSENZA-PERUGIA
nero Roberto proprietario del Ascoli la fase di riabilitazione. BENEVENTO-FOGGIA ore 21
Stellone, il tecni- Palermo (2002) LUNEDÌ 1 OTTOBRE
co che ha sosti- PADOVA-PESCARA ore 21
Riposa Palermo
tuito Tedino e sfiorato l’impre- ze economiche della società dello scorso anno: ora si ritro-
sa della promozione svanita non suggerivano di pagare un va con un altro tecnico, nella
nella finale playoff a Frosinone terzo allenatore. speranza che si possa dare una MARCATORI
4 RETI: Palombi (Lecce)
prima di essere lasciato a casa continuità che porti al raggiun- 3 RETI: Donnarumma (Brescia), Trajkovski
per richiamare l’ex allenatore. STRATEGIA Il Palermo ha già gimento della Serie A, che con (Palermo), Mancuso (Pescara), Vido
Roberto Stellone, 41 anni (sopra): era già stato sulla panchina del cambiato direzione più volte: questa rosa potrebbe essere (Perugia, 1), Pazzini (Verona, 2)
UNICA SOLUZIONE Anche in Palermo da fine aprile a giugno. A destra, Bruno Tedino, 54 LAPRESSE era partito secondo un proget- raggiunta anche direttamente. 2 RETI: Asencio Moraes, Bandinelli
questo caso la strategia non è to tattico che poi ha dovuto Resta solo da capire come Stel- (Benevento), Morosini (Brescia), Mokulu
Tembe (Carpi), Iori (Cittadella, 2), Mogos
stata lungimirante: Stellone, gradimento che Zamparini dra non seguisse più Tedino, cambiare quando dal mercato lone si rapporterà con la pro- (Cremonese), Firenze (Crotone), Cicerelli,
rimanendo a libro paga, sareb- non aveva voluto assecondare per questo si è reso necessario non sono arrivate le richieste prietà: il tecnico torna in un Kragl (Foggia), Falco, Mancosu (Lecce),
be stato la prima opzione in ca- anche per problemi di comuni- l’avvicendamento in panchina. sperate per i cosiddetti pezzi contesto che ha vissuto soltan- Ravanelli (Padova), Nestorovski (Palermo,
so di necessità. Quindi perché cazione con Stellone, ma che E dire che il Palermo prima di da novanta. In virtù di questa to per 8 giornate (4 della regu- 1), Cocco (Pescara, 2), Di Tacchio
(Salernitana), Pierini (Spezia)
non continuare direttamente ha constatato nuovamente con Brescia aveva ottenuto due vit- situazione ha mutato sistema lar season e 4 dei playoff), ma
con lui? Anche perché lo zoc- Foschi sondando lo spogliato- torie consecutive. Stellone, al di gioco proprio per sfruttare a che ha imparato subito a cono-
colo duro aveva lanciato mes- io. Il k.o. di Brescia, per come è di là del favore del gruppo, era pieno un organico che, come scere. Ha le sue idee a va dritto
saggi di attaccamento al tecni- arrivato, ha evidenziato, se- l’unica soluzione perseguibile, paradosso, si è scoperto più per la sua strada.
co romano già in estate, un condo il patron, come la squa- dal momento che le ristrettez- forte nelle alternative di quello © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL POSTICIPO / 1 IL POSTICIPO / 2

Kragl-Cicerelli: il Foggia va Chiamatelo Mo-gol


reagisce, è sempre Kragl il più
pericoloso ma Merelli – già
protagonista contro la Cremo-

Cremonese quarta
nese – si oppone. Una spettaco-

E il Padova si fa ribaltare lare voleè e poi un’incornata


del tedesco sono respinte dal

Cosenza spompato
portiere, che trema ancora su
un diagonale dello stesso Kra-

1Grassadonia va sotto, ma poi vince dopo tre sconfitte di fila gl. Sull’altro fronte, Bizzarri,
con un goffo intervento e sci-
La rete di Mazzocco aveva illuso Bisoli, che finisce ancora k.o. volone sul pallone (poi toccato
di mano, su retropassaggio di
CREMONESE-COSENZA 2-0
venti minuti, puntando sul
pressing alto. Ma dopo la
PRIMO TEMPO 1-0
Martinelli), provoca una puni- MARCATORI Mogos al 30’ p.t.,
splendida rete di Mogos, giun-
zione indiretta in area, battuta Paulinho al 10’ s.t. ta alla mezz’ora, ha comincia-
FOGGIA 2 da Sarno sulla barriera. CREMONESE (4-3-3) Radunovic to a perdere fiducia. Il difenso-
6; Mogos 7, Kresic 6, Terranova 6, re romeno è partito dalla sua
PADOVA 1 RIBALTONE Nella ripresa il Migliore 6 (dal 28’ p.t. Renzetti 6);
Emmers 7 (dal 18’ s.t. Arini 6,5),
trequarti con la palla al piede e
Foggia va all’assalto, contando appena prima dell’arrivo in
PRIMO TEMPO 0-1 Greco 6, Croce 7; Carretta 5,5 (dal
MARCATORI Mazzocco (P) all’8’
anche sulla vivacità di Cicerel- 41’ s.t. Strefezza s.v.), Paulinho 7,
area ha fatto partire un destro
p.t.; Kragl (F) al 17’, Cicerelli (F) al li. Conquista il pareggio con Castrovilli 6. (Ravaglia, Volpe, Dos che ha mandato la palla ad in-
40’ s.t. Kragl, che dalla distanza infila Santos, Brighenti, Marconi, Casta- filarsi alla destra del portiere
Merelli, sorpreso e incapace di gnetti, Perrulli, Del Fabro, Boul- calabrese Cerofolini. Il Cosen-
FOGGIA (3-5-2) Bizzarri 5; trattenere il pallone. Galano tam). All. Mandorlini 6,5. za ha avuto anche la possibilità
Loiacono 6,5, Camporese 6, s’accende, Deli e Kragl domi- COSENZA (3-5-2) Cerofolini 6; di pareggiare al minuto 39, ma
Martinelli 5; Gerbo 6, Busellato 6 Tiritiello 6, Dermaku 6,5, Capela
(dal 12’ s.t. Cicerelli 7), Carraro
nano a sinistra; il Padova s’ab- il tiro di Garritano, respinto
5,5; Verna 5,5 (dal 15’ s.t. Tutino 6),
6,5, Deli 6,5 (dal 29’ s.t. Rizzo 6), bassa sempre più, rischia su un Bearzotti 5,5 (dal 7’ s.t. Corsi 6), corto da Radunovic, ha visto
Kragl 7,5; Galano 6 (dal 43’ s.t. destro del solito tedesco e su Bruccini 6, Garritano 6,5, D’Orazio Maniero sprecare alto.
Zambelli s.v.), Mazzeo 6. una spaccata di Martinelli. Poi 5,5; Mungo 5,5, Maniero 5 (33’ s.t.
PANCHINA Noppert, Tonucci, Emanuele Cicerelli, 24, a sinistra, esulta con Michele Camporese, 26 arriva il momento di Cicerelli, Perez 6). (Saracco, Idda, Palmiero, POCHE IDEE Nella ripresa do-
Boldor, Ranieri, Agnelli, Ramè, 24 anni, il giovanotto di casa Di Piazza, Baclet, Varone, Legitti- po dieci minuti la Cremonese
Chiaretti, Cavallini, Gori. messo dal portiere Merelli, che Foggia, che nel finale fa esplo- mo, Pascali, Baez). All. Braglia 5,5 ha chiuso la partita con un col-
ALLENATORE Grassadonia 6,5. ARBITRO Massimi di Termoli 5,5
Giuseppe Calvi pure è stato un autentico ba- dere lo stadio Zaccheria con un ASSISTENTI Pagliardini 6-Ma- po di testa di Paulinho su assist
PADOVA (3-5-2) Merelli 6; INVIATO A FOGGIA luardo sugli attacchi avversari. tiro in corsa di destro, da fuori caddino 6. alla destra di Emmers. Troppa
Ravanelli 6, Capelli 5,5, Trevisan 6; area: diagonale imprendibile AMMONITI Bruccini (Co) e Ren- Cremonese per un Cosenza ap-

I
Mazzocco 6,5, Sarno 6 (dal 12’ s.t. l tedesco devastante, Oli- BOTTE E… RISPOSTE I due alle- per Merelli e successo pesan- zetti (Cr) per gioco scorretto. parso volonteroso ma con po-
Broh 5,5), Cappelletti 6, Belingheri ver Kragl, e il ragazzo nato natori puntano sul 3-5-2: da tissimo per Loiacono e compa- NOTE paganti 2.522, incasso di che idee e, soprattutto spunta-
6 (dal 29’ s.t. Pulzetti 5,5), 22.760 euro; abbonati 4.141, quota
a San Giovanni Rotondo, una parte, Galano e Mazzeo gni. di 20.911 euro. Tiri in porta 4-3. to in avanti.
Contessa 6,5; Bonazzoli 5,5 (dal
23’ s.t. Clemenza 5,5), Capello 5,5. Emanuele Cicirelli, spingono il tandem avanzato, dall’altra © RIPRODUZIONE RISERVATA Tiri fuori 1-3. In fuorigioco 2-0. © RIPRODUZIONE RISERVATA

PANCHINA Perisan, Ceccaroni, Foggia sulla strada di una Bonazzoli e Capello sperano su Angoli 4-5. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 3’.
Minesso, Zambataro, Mandorlini, splendida rimonta e affondano qualche invenzione di Sarno,
Serena, Guidone, Marcandella, il Padova, che si era illuso dopo ex di turno, che però si sacrifi- IL MIGLIORE Giorgio Barbieri IL MIGLIORE
Chinellato. il vantaggio firmato in apertu- ca da centrocampista puro. CREMONA
ALLENATORE Bisoli 5,5. ra da Mazzocco, agevolato dal- Kragl contro Merelli, si delinea

U
ARBITRO Di Martino di Teramo 7. la dormita di Bizzarri e Marti- subito una sfida particolare, n gol per tempo e la
ASSISTENTI L. Rossi 7–C. Rossi 7. nelli. Reduci da tre sconfitte sin dal primo tentativo del Fog- Cremonese agguanta
AMMONITI Sarno (P), Martinelli consecutive, i rossoneri (anche gia. Su punizione, il tedesco il quarto posto in
(F) e Pulzetti (P) per gioco due reti, di Mazzeo e Campore- centra il palo, con il portiere classifica con il secondo 2-0
scorretto; Capelli (P), Kragl (F) e se, giustamente annullate per che nulla avrebbe potuto fare. casalingo consecutivo.
Galano (F) per comportamento fuorigioco) salvano la panchi- Il Padova ha la fortuna di tro- Questa volta a cadere allo
non regolamentare.
NOTE paganti 1.827, incasso non
na di Grassadonia ed eviden- vare il gol già all’8’: bel cross di stadio Zini è stato il Cosen-
comunicato; abbonati 3.346, ziano progressi sul piano del Contessa, sul secondo palo il za, partito bene ma troppo
quota non comunicata.
Tiri in porta 10 (con un palo)-4.
gioco, esibendo in particolare
un Kragl davvero da Serie A.
portiere Bizzarri e Martinelli
non sono reattivi e lasciano
7,5 presto a corto di fiato e di
idee. La squadra di Braglia
7
Tiri fuori 4-1. In fuorigioco 4-4. Bisoli si arrende anche per l’er- Mazzocco libero di colpire di ● KRAGL ha avuto il merito di giocare ● MOGOS
Angoli 4-2. Recuperi: p.t. 0’, s.t. 5’. rore nel gol del pareggio com- testa e firmare il gol. Il Foggia ESTERNO DEL FOGGIA a tutto campo per i primi DIFENSORE DELLA CREMONESE