Sei sulla pagina 1di 8

EQUALIZZATORE CAPITOLO 5

EQUALIZZATORE: è un filtro che agisce sulle frequenza in modo selettivo amplificando o attenuando una
determinata banda di frequenze dello spettro sonoro.

PARAMETRI: possono essere variati singolarmente:


-frequenza centrale: frequenza su o da cui lavoro
-Q: bande di frequenza esaltate o attenuate
-guadagno: quanti db guadagno in esaltazione o in attenuazione

TIPI DI FILTRI:
PEAKING (campana/picco)
Posso agire solo sul guadagno che indica l’ampiezza

SHELVING-SHELF: determina una frequenza e a partire da questa o a dx o a sx si forma una sorta di


pianerottolo che si alza o si abbassa a seconda del guadagno (attenua o esalta)
Posso agire sulla frequenza di intervento e sul guadagno

HPF: high pass filter


Filtro passa alto, taglia la frequenza ai bassi, funziona solo in attenuazione e non posso cambiare il
guadagno (solo stabilire la frequenza da cui tagliare).

LPF: low pass filter


Funziona come l’HPF, ma taglia le frequenza alte, funziona in attenuazione (non posso agire sul guadagno).

BPF: band pass filter


Somma di HPF e LPF (assieme), fa quindi passare una banda di frequenze, funziona sempre in attenuazione.
Posso regolare la frequenza centrale.

NOTH: Taglia solo un’unica frequenza, funziona sempre in attenuazione. Non posso lavorare sull’ampiezza
di banda (lavora solo su una frequenza), è un filtro BPF al contrario (passa tutto tranne quello).
PROCESSORI DINAMICI: I processori di dinamica vengono generalmente utilizzati per correggere o
controllare i livelli di segnale, e manipolare l’inviluppo del suono. Possono, tuttavia, essere utilizzati in
modo creativo per dare forma a una busta di volume di un suono, agiscono in automatico con parametri
che stabilisco io.

PARAMETRI:
THRESHOLD: segnale in ingresso. Questo determina il livello del segnale in ingresso richiesto per innescare
il compressore. I segnali ad un livello inferiore alla soglia passano attraverso il compressore inalterati. I
segnali al di sopra del livello di soglia vengono compressi per l'importo specificato utilizzando il parametro
Ratio (rapporto). Il segnale di innesco viene generato utilizzando il parametro KEY IN (digitare).

RATIO: rapporto - Determina la quantità di compressione, cioè, la variazione del livello del segnale in uscita
rispetto alla variazione del livello del segnale in ingresso. Quando il suono viene manipolato, rapporto fra
segnale in ingresso e segnale in uscita.

KNEE: ginocchio – dipende dal rapporto, è l’angolo in cui agisce il compressore. Questo determina la
modalità di compressione applicata al punto di soglia. Alto: duro, basso: graduale

INVILUPPO: si articola in tempo di attacco e tempo di rilascio


ATTACK: attacco. Il tempo che impiega il compressore per entrare in azione dopo aver superato la soglia
che gli avevamo indicato.
RELEASE- tempo di rilascio. Tempo per spegnersi dopo che il suono esce dalla soglia. Questo determina
quanto prima il compressore torna al suo guadagno normale una volta il livello del segnale di scatto scende
al di sotto della soglia.
OUT GAIN (GAIN OUT): guadagno generale in uscita, alzare o abbassare il volume generale in uscita.

PROCESSORI
-compressori: attenua il segnale sopra una soglia specifica agendo sulla dinamica del segnale in ingresso o
detto in altre parole agisce sulla dinamica del segnale in ingresso riducendo l’ampiezza quando il segnale
supera una certa soglia. Oltra la soglia il segnale viene compresso
- Compressore multibanda: insieme di compressori che agisce su un segnale che viene filtrato. Agisce nello
stesso modo di un compressore normale ma ha in ingresso un segnale che viene prima filtrato, possiamo
avere più bande divise in più bande (bassa alta e media) e per avere su ogni fascia di frequenza una
compressione diversa.

-gate: interruttore con cui silenziare un segnale sotto la soglia (segnale fermato) usato per il rumore di
fondo. Gate: circuito che fa passare segnale audio solo oltre una determinata ampiezza. Eliminiamo per
esempio cose che non vogliamo avere. Es microfono su rullante della batteria nono vogliamo avere in uscita
tutto il segnale ma solo quando colpisce la pelle del tamburo quindi gli diciamo oltre 0 db fai uscire il
segnale altrimenti no.

-duking: il livello della musica viene automaticamente abbassato quando una persona parla
-expander: attenua la dinamica della frequenza al di sotto della soglia (attenua bassa). Simile al gate che
funziona in maniere inversa del compressore. Vi è una soglia superata la quale il segnale rimane invariato.
Per esempio se fissiamo come valore 0 oltre lo zero il segnale rimane uguale sotto lo 0 invece il segnale
viene diminuito secondo un rapporto. Più si avvicina alla soglia più il segnale rimane invariato, man mano
che andiamo in giù il segnale viene diminuito sempre più di intensità in base al rapporto che abbiamo
stabilito. Se si supera un determinato rapporto l’expander diventa un gate perché sotto quella determinata
soglia viene eliminato tutto.
-compander: abbina un compander e un expander (come BPF)
PURE DATA

Pure data: software di programmazione ad oggetti nel quale un progetto si chiama Patch (foglio di lavoro).
Ci sono diversi tipi di oggetti:
- la box oggetto: nella quale si inseriscono diversi codici
- box numerici: dove si può settare un numero ed averlo come output quindi come uscita
- box messaggio: dove possiamo inserire una parola o un oggetto ed averlo come output

Oggetti: bang (impulsi) tuggle (inviano in un uscita un numero da 0 a 1) slider (verticali o orizzontali e
inviano numeri in uscita che ci permettono di regolare il volume o la frequenza di un determinato
oscillatore)

Oggetti basilari e necessari per avere un segnale audio in uscita:


-Generatore di suono: oscillatore (osc tilde) la tilde si mette quando abbiamo un segnale, genera una
sinusoide nella quale dovremmo buttargli attraverso box numerico o slider una frequenza
-Adc tilde box che ci permette di convertire il segnale da analogico a digitale collega il microfono fisico al
computer
-moltiplicatore di segnale (asterisco tilde) regolare il volume del nostro generatore di suono o del
microfono. Ha un range massimo che va fino a 1 perché dopo l’1 va in distorsione. Ha due ingressi, in quello
di sx andrà messo il segnale audio e dx nel quale andrà messo il volume di uscita (possiamo attaccarci uno
slider, o possiamo mandarci un numero proveniente dalla tastiera quindi da 0 a 127 e processarlo
attraverso un oggetto che divida il numero per 127). L’uscita ha un segnale audio amplificato che va in
entrata in un dac
-dac: converte il segnale digitale in segnale analogico (senza non possiamo sentire l’oscillazione creata)
-sel: box oggetto con scritto sel e diversi numeri. In ingresso ho tot numeri e l’oggetto mi seleziona i numeri
che scelgo mandano in output dei bang.
-metro: ci permette di avere dei bang ogni tot millisecondi. Il bang può inviare una frequenza o quant’altro.
E una specie di metronomo ma in millisecondi. Il metro deve avere sopra un taggle (accendi spegni)

FUNZIONAMENTO DELLA KEYBORD E DEL CONTROLLER

Oggetti che ci permettono di collegare una tastiera a pure data

-Notein: premo un tasto e mi identifica quella determinata nota (bocca sx) e l’intensità con cui ho
schiacciato la nota (bocca dx)
-Ctlin: composto da tre numeri. Sx valore del controllo (a quanto sto ruotando la manopola da 0 a 127) 2 il
numero del controllo (ogni controllo ha un numero che è da 0 a 10 ad es) 3 numero del dispositivo
-line: oggetto che crea una rampa. A quel determinato numero arrivi in un determinato intervallo di tempo.
Ha bisogno in ingresso di un box messaggio con indicato la frequenza di arrivo e l’intervallo di tempo
oppure può avere la frequenza di partenza, spazio frequenza di arrivo, spazio intervallo di tempo
Può essere attaccato ad un oscillatore per creare dei glissandi.
TIPI DI PROCESSORI

I processori di dinamica vengono generalmente utilizzati per correggere o controllare i livelli di segnale.
Possono, tuttavia, essere utilizzati in modo creativo per dare forma a una busta di volume di un suono. I tipi
di processori dinamici, i parametri e le loro applicazioni generali sono spiegati nelle seguenti sezioni.

COMP

Il processore dinamico di tipo COMP è un compressore che fornisce un controllo automatico del livello. Il
compressore attenua i segnali sopra una specificata soglia. I vocalist che tendono a muoversi verso e
lontano dal microfono mentre cantano producono livelli di segnale fluttuante; a volte forte, a volte piano.
Allo stesso modo, gli strumenti acustici con una grande gamma dinamica producono livelli di suono da
pianissimo fino a fortissimo. In queste situazioni, spesso è difficile impostare un livello medio di fader che
consentirà a una voce o a uno strumento di essere udito chiaramente per tutta la canzone o pezzo
musicale. Questo si verifica dove il compressore entra con controllo automatico del livello.

Riducendo automaticamente i livelli elevati, e così riducendo efficacemente la gamma dinamica, il


compressore rende molto più facile controllare i segnali e impostare i livelli appropriati di fader.

Ridurre l'intervallo dinamico significa anche che i livelli di registrazione possono essere impostati più alti,
migliorando così le prestazioni del segnale-rumore.

Il tipo COMP può essere utilizzato anche come limitatore, che è essenzialmente un compressore con un
elevato rapporto d’impostazione. I rapporti di compressione superiori a 10:1 sono utilizzati per limitare i
segnali piuttosto che per comprimerli.

Quando un segnale di ingresso supera il valore del livello di soglia specificato, il suo livello viene
automaticamente ridotto al livello di soglia. Questo significa che il limitatore del livello di uscita non supera
mai il livello di soglia

I limitatori sono spesso usati per prevenire i segnali da sovraccarico di amplificatori e di nastri registratori.
Un limitatore con una soglia relativamente alta, per esempio, potrebbe essere rattoppato nelle uscite
stereo per impedire il sovraccarico dell’amplificatore e degli altoparlanti.

THRESHOLD: Questo determina il livello del segnale in ingresso richiesto per innescare il compressore. I
segnali ad un livello inferiore alla soglia passano attraverso il compressore inalterati. I segnali al di sopra del
livello di soglia vengono compressi per l'importo specificato utilizzando il parametro Ratio (rapporto). Il
segnale di innesco viene generato utilizzando il parametro KEY IN (digitare).

RATIO - Determina la quantità di compressione, cioè, la variazione del livello del segnale in uscita rispetto
alla variazione del livello del segnale in ingresso. Per un rapporto 2: 1, ad esempio, 10 dB cambiano nel
segnale in entrata (sopra il livello di soglia) comporta un cambiamento di 5 dB nel livello di uscita. Per un
rapporto di 5: 1, un cambiamento di 10 dB nel livello di ingresso (al di sopra della soglia) produce un
cambiamento di 2 dB nel livello si uscita.

KNEE- Questo determina la modalità di compressione applicata al punto di soglia. Quando è impostato in
hard la compressione al rapporto specificato viene applicata non appena il livello del segnale di ingresso
supera la soglia specificata. Per le impostazioni del ginocchio da 1 a 5, tuttavia, la compressione è applicata
gradualmente come il segnale supera la soglia specificata, creando una più naturale suono. Questa si
chiama compressione soft-knee.

ATTACK-Questo determina quanto tempo il segnale viene compresso una volta che il compressore è stato
attivato. Con un tempo di attacco veloce, il segnale viene compresso quasi immediatamente. Tuttavia, con
un tempo di attacco lento, il transitorio iniziale di un suono passa inalterato. I tempi di attacco da 1-5 ms
sono un buon punto di partenza.

RELEASE-Questo determina quanto prima il compressore torna al suo guadagno normale una volta il livello
del segnale di scatto scende al di sotto della soglia. Se il tempo di rilascio è troppo breve, il guadagno si
riprenderà troppo rapidamente causando il livello di pompaggio (vale a dire notevoli fluttuazioni di
guadagno). Se è impostato troppo a lungo, il compressore potrebbe non avere il tempo di ripristinare prima
dell'alto alto viene visualizzato il segnale di livello e verrà compresso in modo non corretto. Tempi di rilascio
da 0,1-0,5s sono un buon punto di partenza.

OUT GAIN (GAIN OUT): consente di impostare il livello del segnale di uscita del compressore. Può essere
utilizzato per compensare per la variazione di livello globale causata dal processo di compressione.

GATE

Una porta o un cancello di rumore è essenzialmente un interruttore audio utilizzato per disattivare i segnali
al di sotto di un livello di soglia impostato possono essere utilizzati per tagliare il rumore di fondo prelevato
da aprono microfoni, rumori e salti dalla chitarra valvole e pedali degli effetti e perdite tra i tamburi
microfoni. Ha anche molte creatività utilizza anche, ad esempio, gating un suono di tamburo con un breve
tempo di decadimento stringe il suono. Inoltre, patchare un cancello in un synth bassi droning canale e
quindi attivandolo dal tamburo del calcio canale consente il sintonizzatore di basso attraverso solo quando
il tamburo di calcio è colpito, aggiungendo un ulteriore "oomph" il battito.

THRESHOLD-Questo determina il livello in cui il cancello si chiude, tagliando il segnale. I segnali al di sopra
del livello di soglia passano inalterati. Segnali al o al di sotto della soglia, tuttavia, causa la chiusura del
cancello. Il segnale di trigger viene generato con il tasto KEY IN.

RANGE-Questo determina il livello a cui si chiude il cancello. Pensate a come una tenuta in mattoni un
cancello da giardino aperto in modo che una certa quantità di segnale scorre sempre. Per un impostazione
di -70 dB, il cancello si chiude completamente quando il segnale di ingresso scende al di sotto soglia. Per
una regolazione di -30 dB, tuttavia, il cancello si chiude finora. Per un'impostazione di 0 dB, il cancello non
ha alcun effetto. Quando i segnali sono girati improvvisamente, la scomparsa improvvisaa volte può
suonare strano. Questo parametro fa sì che la porta riduca il livello del segnale piuttosto che tagliarlo
completamente.

ATTACK-Questo determina la velocità con cui il cancello si apre quando il segnale supera la soglia livello. I
tempi di attacco lento possono essere usati per rimuovere il bordo transitorio iniziale del percussivo suoni.
Troppo lenta un tempo di attacco rende alcuni suoni appaiono all'indietro.

HOLD - Determina per quanto tempo il cancello rimane aperto una volta che il segnale di trigger è caduto al
di sotto del livello di soglia.

DECAY (Decesso): determina la velocità di chiusura del cancello dopo la scadenza del tempo di attesa. Il
tempo di decadimento più lungo produce un effetto gating più naturale, permettendo il decadimento
naturale di uno strumento da passare. Con un tempo di decadimento massimo compreso tra 42 e 63
secondi, si potrebbe anche utilizzare questo per fade-out.

DUCKING

Ducking è comunemente usato per applicazioni voice-over, Dove è il livello di musica di sottofondo ridotto
automaticamente quando un annunciatore parla. Il dosaggio viene raggiunto attivando un compressore con
una sorgente sonora diversa. Per esempio, un ducker è patchato sullo sfondo, il canale musicale e il segnale
KEY IN
Dal canale del microfono dell'annunciatore. Quando il livello del microfono dell'annunciatore superala
soglia specificata, la musica di sottofondo il livello viene ridotto automaticamente, consentendo al sistema
annunciatore per essere ascoltato chiaramente. La stessa tecnica può anche essere usato per la voce in un
mix. Ad esempio, i supporti di backing sono simili come chitarra ritmica e pad di sintetico durante le frasi
vocali permette di ascoltare le voci chiaramente. Questo può anche essere utilizzato per portare strumenti
solisti in un mix.

THRESHOLD-Questo determina il livello di segnale di trigger (KEY IN) richiesto per attivare ducking. I livelli di
segnale di trigger sotto la soglia non attivano il ducking. Grilletto i segnali al di sopra del livello di soglia,
tuttavia, attivano il ducking e il livello del segnale intervallo di parametri viene ridotta ad un livello
impostato dal parametro Range. Il segnale di trigger viene generato con il tasto KEY IN parametro.

RANGE-Questo determina il livello a cui è segnato il segnale. Per un'impostazione di -80 dB, il segnale è
praticamente interrotto. Per una regolazione di -30 dB, tuttavia, il segnale è danneggiato da 30 dB. Per una
regolazione di 0 dB, il duck non ha alcun effetto.

ATTACK-Questo determina il tempo in cui il segnale viene azionato una volta che il duck è stato innescato.
Con un tempo di attacco veloce, il segnale è quasi immediato. Con un lento il tempo di attacco, però,
sembra che il ducking svanisca il segnale. Troppo veloce un tempo di attacco può suono brusco.

HOLD- Determina la durata del doppio mantenimento attivo dopo che il segnale di trigger ha caduto al di
sotto del livello di soglia.

DECAY-Questo determina quanto presto il Ducker torna al suo normale una volta il livello del segnale di
scatto scende al di sotto della soglia.

ESPANDERE

Un espansore è simile a un compressore, eccetto che funziona su segnali al di sotto della soglia livello.
Riducendo i segnali al di sotto del livello di soglia, l'espansore si attenua rumore a basso livello,
aumentando in modo efficace la gamma dinamica e migliorando il segnale-rumore prestazione. Un
espansore impostato ad un rapporto infinito (cioè, ∞: 1) è essenzialmente a cancello. I seguenti due grafici
mostrano le tipiche curve di espansione. La sinistra mostra un espansore con un rapporto di espansione di
2: 1 e una regolazione dura del ginocchio. Il giusto mostra un espansore con un rapporto di espansione di 2:
1 e una regolazione del ginocchio morbido di 5.

RATIO - Determina la quantità di espansione. Cioè la variazione del segnale in uscita livello rispetto al
cambiamento del livello del segnale di ingresso. Per un rapporto 2: 1, ad esempio, un 5 dB il cambiamento
nel livello di ingresso (al di sotto della soglia) comporta un cambiamento di 10 dB nel livello di uscita. Per un
rapporto di 5: 1, un cambiamento di 2 dB nel livello di ingresso (al di sotto della soglia) produce un
cambiamento di 10 dB nel livello di uscita.

KNEE-Questo determina l'espansione applicata al punto di soglia. Quando impostato su duro, l'espansione
al rapporto specificato viene applicata non appena il livello del segnale di ingresso cade al di sotto della
soglia specificata. Per le impostazioni del ginocchio da 1 a 5, tuttavia, l'espansione è applicato
gradualmente come il segnale scende al di sotto della soglia specificata, creando un modo più naturale
suono.

ATTACK-Questo determina quanto presto il segnale viene ampliato una volta che l'espansore è stato
attivato. Con un tempo di attacco veloce, il segnale viene ampliato quasi immediatamente. Con un tempo
di attacco lento, però, il transitorio iniziale di un suono passa attraverso inalterati. I tempi di attacco da 1-5
ms sono un buon punto di partenza.
RELEASE-Questo determina quanto presto l'espansore ritorna al suo guadagno normale una volta che il
livello del segnale di trigger supera la soglia. Se il tempo di rilascio è troppo breve, il guadagno sarà
recuperare troppo rapidamente causando il livello di pompaggio (vale a dire notevoli fluttuazioni di
guadagno). Se è impostato troppo a lungo, l'espansore potrebbe non avere il tempo di recuperare prima
del prossimo segnale a basso livello appare e verrà espanso in modo errato. I tempi di rilascio da 0,1-0,5s
sono buoni luogo per iniziare.

OUT GAIN (GAIN OUT): consente di impostare il livello del segnale di uscita dell'espansore. Può essere
utilizzato per compensare per il cambiamento di livello generale causato dal processo di espansione.

COMPANDER (HARD & SOFT)

I compander duri e morbidi sono costituiti da compressore, espansore e limitatore. Il limitatore impedisce
che i segnali di uscita superino 0 dB. Il compressore comprime i segnali che superano il livello di soglia.
L'espansore attenua i segnali al di sotto della soglia e larghezza. Il compander morbido ha un rapporto di
espansione di 1,5: 1, mentre il compander duro ha un rapporto di espansione di 5: 1. I seguenti due grafici
mostrano il tipico compander curve. La sinistra mostra il duro compander. La destra mostra il morbido
compander.

THRESHOLD-Questo determina il livello di segnale di ingresso in cui la compressione e espansione. I segnali


ad un livello inferiore alla soglia + la larghezza vengono attenuati da l'espansore. I segnali al di sopra del
livello di soglia vengono compressi per l'importo specificato utilizzando il parametro Ratio. Il segnale di
trigger viene generato utilizzando il tasto KEY IN parametro.

RATIO - Determina la quantità di compressione. Cioè, la variazione della produzione livello del segnale
rispetto alla variazione del livello del segnale di ingresso. Per un rapporto 2: 1, ad esempio, 10 dB il
cambiamento nel livello di ingresso (al di sopra della soglia) comporta un cambiamento di 5 dB nel livello di
uscita. Per un rapporto di 5: 1, un cambiamento di 10 dB nel livello di ingresso (al di sopra della soglia)
produce un cambiamento di 2 dB nel livello di uscita. I rapporti di espansione sono fissati: 1,5: 1 per il soft
compander e 5: 1 per il duro compander.

WIDTH (LARGHEZZA): determina la distanza tra l'applicazione dell'espansione del livello di soglia. Il
l'espansore viene essenzialmente disattivato quando la larghezza è impostata a 90 dB.

ATTACK-Ciò determina quanto presto il segnale viene compresso e ampliato una volta il compander è stato
attivato. Con un tempo di attacco veloce, il segnale è composto quasi subito. Tuttavia, con un tempo di
attacco lento, il passaggio iniziale di un suono passa attraverso inalterati. I tempi di attacco da 1-5 ms sono
un buon punto di partenza.

RELEASE-Questo determina quanto tempo il compressore e l'espansore tornano al loro guadagni normali
quando il livello del segnale di scatto scende al di sotto della soglia. Se il tempo di rilascio è troppo breve, il
guadagno si riprenderà troppo rapidamente causando il livello di pompaggio (vale a dire un guadagno
notevole fluttuazioni). Se è impostato troppo a lungo, il compressore potrebbe non avere il tempo di
ripristinare prima. Il prossimo segnale ad alto livello appare e verrà compresso in modo non corretto. Tempi
di rilascio da 0,1-0,5s sono un buon punto di partenza.

OUT GAIN (GAIN OUT): imposta il livello del segnale di uscita del compander. Può essere utilizzato per
compensare per la variazione di livello globale causata dai processi di compressione e di espansione.