Sei sulla pagina 1di 2

Potenza Trifase

Leoavio D'Ambra
16 marzo 2017

In regime sinusoidale abbiamo una tensione di questo tipo:



v(t) = 2V sin(ωt)
che fará circolare una corrente

i(t) = 2I sin(ωt − ϕ)
con
V = valore ecace della tensione,
I = valore ecace della corrente
ω = pulsazione angolare
ϕ= sfasamento fra tensione e corrente dovuta alla natura del carico.
Calcoliamo il valore istantaneo della potenza
√ √
p(t) = v(t)i(t) = 2V sin(ωt) 2I sin(ωt − ϕ) = 2V I sin(ωt) sin(ωt − ϕ) (1)
Dalla formula di Werner sin(α) sin(β) = 12 [cos(α − β) − cos(α + β)], possiamo
sostituire e avere:
2V I
2V I sin(ωt) sin(ωt−ϕ) = [cos(ωt−ωt+ϕ)−cos(ωt+ωt−ϕ)] = V I[cos(ϕ)−cos(2ωt−ϕ)]
(2)
2

Questo é dunque il valore della potenza istantanea in regime sinusoidale.


Proviamo ora a calcolare il valor medio della potenza Pm:
1Z 1Z VI Z Z
Pm = p(t)dt = V I[cos(ϕ)−cos(2ωt−ϕ)]dt = [ cos(ϕ)dt− cos(2ωt−ϕ)dt]
T (T ) T (T ) T (T )
(3)
(T )

ancora:
VI Z V I Z 2π
Pm = V I cos(ϕ)− cos(2ωt−ϕ)dt = V I cos(ϕ)− cos(2ωt−ϕ)d(ωt)
T (T ) ωT 0
(4)
1
Pm = V I cos(ϕ) −
VI
ωT
[sin(4π − ϕ) − sin(−ϕ)] (5)
Sappiamo che sin(4π − ϕ) = − sin(ϕ)
e che il
sin(−ϕ) = − sin(ϕ)
quindi
Pm = V I cos(ϕ) −
VI
ωT
[− sin(ϕ) + sin(ϕ)] = V I cos(ϕ) (6)
che é appunto il risultato da dimostrare.
Nel caso di regime trifase, dobbiamo sommare i contributi di potenza media
delle singole fasi:
Vconc
Pm = 3Vf ase I cos(ϕ) = 3 √ I cos(ϕ)
3

Pm = 3Vconc I cos(ϕ)
che é appunto l'espressione della potenza attiva in regime trifase simmetrico
ed equilibrato.