Sei sulla pagina 1di 17

Guida_MI3_1_64:Layout 1 30-11-2013 9:38 Pagina 64

Magica Italia - Dossier

La cucina tipica regione per regione


La variet gastronomica italiana grandissima ed ovviamente impossibile presentare tutti i piatti tipici.
Sono state selezionate alcune eccellenze regionali (molte delle quali presenti nel poster Sapori dItalia)
per dare una panoramica ragionata, per quanto sommaria, delle peculiarit regione per regione.

Nord-Ovest (Valle dAosta - Piemonte - Liguria) p. 65


Nord-Est (Lombardia - Trentino Alto Adige - Friuli) p. 66
Centro-Nord Regioni adriatiche (Veneto - Emilia Romagna - Marche) p. 67
Regioni centrali e tirreniche (Umbria - Toscana - Lazio) p. 68
Centro-Sud (Abruzzo - Molise - Campania) p. 69
Il Sud (Calabria - Puglia - Basilicata) p. 70
Le isole (Sicilia - Sardegna) p. 71

Le feste tra cucina e tradizioni


In queste pagine presentiamo i piatti tipici delle principali feste italiane, quelli che si trovano su ogni
tavola, ma anche alcuni piatti particolari, caratteristici di alcune regioni che per sono conosciuti e
apprezzati in tutta Italia.

Natale e Capodanno: i piatti della tradizione p. 72


Il Presepe e i mercatini di Natale p. 73
Il Carnevale: le maschere e i dolci tipici p. 74
Il Carnevale in Sardegna: La Sartiglia p. 75
La Pasqua a tavola p. 76
Uneccellenza tutta italiana: il gelato artigianale p. 77

Eventi da non perdere


In Italia da maggio a settembre? Ecco le manifestazioni da non perdere!

Calendimaggio - Luminara - Infiorata p. 78


Palio - Regata storica - La partita a scacchi di Marostica p. 79

Luoghi magici in Italia


Bomarzo - S.Galgano - Cuma - Il balcone di Giulietta p. 80

Le pagine di Magica Italia Dossier sono scaricabili in formato PDF allindirizzo:


www.elionline.com/resources/magicaitalia

64
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 65

La cucina tipica regione per regione

Valle dAosta Piemonte


La fonduta una La bagna caoda (salsa
preparazione a base di calda) una salsa
fontina, un formaggio preparata con acciughe,
tipico di questa regione. latte, aglio, olio e burro
Questo formaggio viene fuso in una casseruola e ed utilizzata come intingolo per le verdure fresche
si mangia immergendo dei pezzi di pane con una della stagione autunnale. Va servita e mantenuta
forchetta nel composto caldo. calda durante il pasto. Per questo il recipiente per la
bagna cauda ha un fornello sotto.

Bagna caoda
Fonduta Gianduiotto e no
cciole

Il gianduiotto cioccolatino a forma di barca


rovesciata composto con cioccolata gianduia: viene
ottenuto impastando il cacao e lo zucchero con la
famosa nocciola tonda delle Langhe, famosa per la
sua qualit.

I savoiardi sono biscotti dolci e leggeri dalla


Liguria consistenza molto friabile e spugnosa. Furono
creati nel tardo XV secolo presso la corte dei Duchi
Le trenette al pesto (o di Savoia in omaggio ad una visita del re di Francia.
anche linguine al I savoiardi sono conosciuti in tutte le regioni italiane
pesto) sono un tipo di che hanno subito l'influenza dei Savoia. Per questo
pasta tipica della cucina ligure, lunga quanto lo sono diffusissimi in Sardegna con il nome anche di
spaghetto ma di sezione ellittica, condite con il pistoccus o pistoccheddus, e tuttora fanno parte
pesto, una salsa molto profumata a base di della tradizione dolciaria
basilico fresco, olio di oliva, aglio, pinoli e artigianale sarda. I savoiardi
parmigiano. Diventa una salsa dal colore verde sono uno degli ingredienti
brillante, molto cremosa e dal gusto intenso. principali per il tiramis.

Savoiardi

Trenette al pesto

65
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 66

La cucina tipica regione per regione

Lombardia Trentino Alto Adige


Cotoletta alla milanese Canederli
La cotoletta una fetta Tipiche della cucina Tirolese e
di carne di vitello con Trentina, sono palline di pane farcite con speck o
losso (una costoletta), formaggio cotte nel brodo di carne, simili agli
impanata nel pane secco e fritta nel burro. gnocchi, ma molto pi grandi. un piatto
Ne esistono due versioni: una pi alta, in cui la sostanzioso che si mangia nel brodo caldo.
carne resta morbida, e una pi sottile, che richiede
la battitura della carne prima dellimpanatura, pi
croccante.

Canederli

Cotoletta alla m
ilanese

Risotto allo zafferano


un risotto dal caratteristico colore giallo acceso, Friuli Venezia Giulia
preparato con un soffritto di cipolla e burro, in cui si
aggiunge il riso portato a cottura con brodo Lo Strudel di mele un dolce
bollente e zafferano. Il risotto insaporito con ripieno di mele, mescolatele con lo
parmigiano e mantecato con burro. zucchero, cannella, uva passa e la scorza
A volte si serve con lossobuco. grattugiata del limone.
La pasta che lo avvolge sottile e morbida,
preparata con farina, burro fuso, 1 uovo, acqua e
un pizzico di sale. Il dolce si cuoce in forno e si
gusta tiepido o freddo, coperto di zucchero a velo.

no con ossobuco
Risotto allo zaffera

Strudel di mele

66
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 67

La cucina tipica regione per regione

Emilia Romagna Veneto

Parmigiano reggiano e Risi e bisi


prosciutto crudo di Parma Risi e bisi un piatto antico, che
Sono prodotti tipici della veniva offerto dal Doge di
regione, conosciuti in tutto il Venezia a tutti i membri del
mondo. Il parmigiano un governo per la festa della
formaggio a pasta dura molto Repubblica, un po minestra, un
ricco e saporito, viene po risotto, comprende il riso, Risi e bisi
stagionato per almeno 24 cereale di buon augurio, e i piselli
mesi, ma anche per 36-40 (in veneto bisi) frutto della primavera.
mesi o pi. Si utilizza a scaglie
o grattugiato. Una forma di Polenta
Prosciutto di Pa
rm
Parmigiano reggiano pesa e Parmigiano a La polenta un piatto tipico del nord,
circa 39 kg e per produrlo fatta con farina di mais gettata a
servono 550 litri di latte. pioggia nellacqua bollente e mescolata
Per il prosciutto di Parma viene usato poco sale fino a che si addensa. Pu essere giallo
durante la lunga stagionatura, e questo gli conferisce il oro, giallo scuro o bianca (tipica del
tipico un sapore dolce. veneto), densa da tagliare col coltello o
cremosa, si pu tagliare a fette e grigliare
Piadina o friggere. Viene condita con formaggio Polenta
una sfoglia di pastella fatta con farina, acqua e fuso, funghi o con sughi di carne o pesce.
strutto, con laggiunta di un pizzico di sale e
bicarbonato. Viene stesa in forma circolare e cotta
velocemente dalle due
parti. Si pu farcire in
tanti modi, con formaggi
morbidi, erbe e salumi,
ma soprattutto con
prosciutto crudo di Marche
Parma.
Vincisgrassi
Piadina al prosciutto Vincisgrassi
Sono una variante delle lasagne al forno.
Solitamente conditi con rag e
besciamella, ne esistono versioni in
bianco, con salsiccia, funghi, piselli e prosciutto.

Olive allascolana
Sono olive farcite e fritte in olio di
oliva. Si utilizzano le olive dolci e
tenere della zona di Ascoli
Tortellini in brodo Piceno, che sono grandi e ricche
di polpa. Vengono denocciolate
Tortellini bolognesi tagliando a spirale con un coltello Olive allascolana
Si tratta di una pasta alluovo ripiena tipica della la polpa senza romperla.
cucina Bolognese. La forma ricorda un piccolo Vengono poi farcite delicatamente con un ripieno a
anello (imitazione dellombelico di venere) ed il base di carne, uovo, parmigiano grattugiato e mollica
ripieno un misto di varie carni con prosciutto, di pane, ricomponendo loliva intorno alla pallina di
mortadella, uovo, parmigiano e noce moscata. ripieno. Le palline passano in farina, uovo e
Vengono preferibilmente serviti in brodo. pangrattato e vengono fritte e servite calde.

67
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 68

La cucina tipica regione per regione

Umbria
Bucatini alla am
atriciana
Gli strangozzi (chiamati anche
stringozzi o strozzapreti) sono
Lazio delle fettuccine fatte in casa,
realizzate con un impasto senza uova, a base di
Bucatini alla amatriciana farina di semola, farina di grano, olio e acqua.
I bucatini sono un tipo di pasta lunga simili a dei Spesso vengono conditi olio extravergine di oliva
grossi spaghetti forati, tipici della citt di Roma. umbro e tartufo nero di Norcia.
Lamatriciana, condimento della citt di Amatrice
provincia di Rieti preparata con guanciale
(pancetta) di maiale, pomodori pelati, peperoncino
e pecorino di Amatrice pi delicato e
meno salato di quello romano.

Saltinbocca
Sono fettine di vitello arricchite da prosciutto
crudo e salvia, semplicemente cucinate in Strangozzi al tartufo
padella con una noce di burro.

Saltinbocca

Toscana
La ribollita una zuppa di verdure con
carote, patate, sedano, pomodoro e
cipolle in cui gli ingredienti fondamentali
sono cavolo nero e cavolo verza, bietole e
fagioli. Viene bollita fino a cottura, poi si
frulla una parte della zuppa, si mescola
questa crema alla zuppa rimanente e si fa
bollire di nuovo. Si serve alternata a Ribollita
grosse fette di pane casereccio.

La bistecca alla fiorentina un taglio di carne di vitellone con nel


mezzo losso a forma di "T" in inglese infatti chiamata T-bone steak
ed uno dei piatti pi conosciuti della cucina toscana. Si tratta di un
taglio alto circa 5-6 cm, del peso di 1 kg o 1,5 kg, e si cuoce al sangue
sulla brace o sulla griglia. Fiorentina

Il cacciucco una zuppa di pesce tipica di Livorno. Si fa con del pesce


poco pregiato, ottenendo un brodo saporito, a cui si aggiungono
seppie, polpo e cozze. insaporita con olio, aglio, peperoncino e
pomodoro e servita con fette di pane abbrustolite e strofinate con aglio.
Cacciucco

68
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 69

La cucina tipica regione per regione

Pizza

Campania Arrosticini

Pizza
Abruzzo
Limpasto, preparato con farina, Arrosticini
acqua e lievito, viene lavorato di Sono degli spiedini di circa 25-30 cm di carne di
nuovo dopo la lievitazione e poi steso e condito con pecora, tagliata in piccoli cubetti di 1 cm per lato.
ingredienti vari. La pi famosa la Pizza Margherita, La cottura avviene su braciere di piccole
creata nel 1889 per la Regina Margherita di Savoia. dimensioni. Vengono profumati con rosmarino
tricolore, condita con pomodoro, mozzarella e imbevuto in olio e pepe.
basilico.
Confetti
Impepata di cozze Antichissimi dolci di tradizione italiana, sono
Le cozze ben pulite vanno mandorle coperte da un sottile strato di glassa di
messe in una pentola zucchero. Si usano per festeggiare ogni ricorrenza:
coperta con olio doliva e sono bianchi per il matrimonio, rosa o azzurri per la
aglio, fino a che il calore nascita, rossi per la laurea, oro o argento per
non le fa aprire. Si zze anniversari di nozze
Impepata di co
aggiungono vino bianco e
una abbondante macinata il
pepe. Cuociono ancora 3-4 minuti e si servono calde
con il sugo di cottura e crostini di pane tostati o
bruschette.

Sfogliatelle
Dolce delizioso ed elaborato
che nasce dalla pazienza delle
suore, che hanno per molto
tempo mantenuto la ricetta Bab e sfoglia
segreta. Limpasto della tella
sfogliatella prevede farina, acqua, strutto e
miele e viene lavorato fino a che la pasta diventa
sottilissima. Viene poi arrotolato, riempito di ricotta, matrimonio laurea nascita
zucchero, frutta candita, essenza di limone e di
cannella e cotto in forno.
Il Bab gi nell800 segnava la pasticceria del Regno
delle due Sicilie. La pasta del bab lievita tre volte fino 50 anni 25 anni
a raggiungere una consistenza soffice e perfetta. Si fidanzamento matrimonio matrimonio
serve imbevuto di acqua zucchero e Rum, o limoncello.

Molise
I calcioni sono fagottini di pasta fritti, farciti con un
ripieno a base di ricotta, prosciutto e formaggio.
Calcioni

69
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 70

La cucina tipica regione per regione

Basilicata Puglia
Lgane e ceci Orecchiette
Si tratta delle fettuccine prepara- Sono un formato di pasta a
te con un impasto di farina di base di farina di semola,
grano duro, acqua e sale che rotondo e concavo. Sono
verr successivamente steso fatte tutte a mano, con il
in una sfoglia sottile da taglia- centro pi sottile del bordo e
re in striscioline di circa 1 cm di con la superficie ruvida, e con
larghezza. Queste fettuccine le dimensioni di circa 3/4 di
verranno unite ad un soffritto un dito pollice.
n
di olio, aglio e pomodoro al Ogni condimento si adatta Orecchiette co
cime di rapa
quale verranno aggiunti i ceci bene alle orecchiette, per la
precedentemente lessati. loro forma particolare e la
Lgane e ceci
superficie rugosa, ma laccompagnamento perfetto
per le orecchiette sono da sempre le cime di rapa.

Taralli e friselle
I taralli sono croccanti anelli di pasta non lievitata a
base di farina, acqua, olio doliva, vino bianco e
sale, talvolta con
laggiunta di spezie
come il finocchietto e
Nduja il peperoncino. Per la
croccantezza e la
Calabria friabilit, il gusto e la
dimensione ridotta,
sono ideali per Taralli
Nduja
spuntini e aperitivi.
La nduja un salame morbido, spalmabile, piccan-
tissimo. fatta con carne di maiale, un po di grasso, Le friselle sono in grossi taralli prodotti con farina di
e molto peperoncino piccante. Ha un colore rosso grano duro, che vengono tagliati a met in senso
vivo e una consistenza che neanche dopo la stagio- orizzontale e poi infornati per tostarli. Si condiscono
natura diventa dura. Si usa anche per condire primi con pomodoro, aglio, olio e sale, ma anche con
piatti. filetti di alici sottolio, origano e basilico; possono
essere servite come antipasto oppure, in dosi pi
Le cipolle di Tropea consistenti, come primo o secondo piatto.
Si distinguono per il loro sapore dolce, dovuto alle sta-
bili e favorevoli condizioni climatiche in vengono colti-
vate. Sono un prodotto I.G.P., molto adatte per insa-
porire salse e sughi.
Fanno parte di molti piatti tipici della cucina calabre-
se, tra cui i Cannarruozzi incipuddrati
cio i Ditalini con salsa di cipolle, con-
diti con salsa di pomodoro a cui si aggiun-
gono le cipolle appassite, si amalgama il Friselle
tutto con peperoncino rosso piccante a
pezzetti, e si completa il piatto con la ricot-
ta salata calabrese, che a pasta dura e si
grattugia come un formaggio.
lle di Tropea
Pasta con cipo

70
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 71

La cucina tipica regione per regione

Sicilia Arancini di riso Pane carasau


Arancini di riso
Sono dei piccoli timballi di riso ripieni
Sardegna
e fritti, adatti ad essere consumati
sia come spuntino che come antipasto, primo piatto o Pane carasau
addirittura piatto unico. In Sicilia si trovano ovunque e in un tipico pane sardo molto sottile e croccante
ogni momento, sempre caldi e fragranti nelle molte diffuso in tutta la Sardegna, conosciuto con il
friggitorie: di citt in citt spesso cambiano forma e nome italiano di carta musica.
dimensioni (ovali, tondi, a pera). Si possono trovare
arancini al rag, al prosciutto, al formaggio, alla ricotta e Malloreddus
spinaci... e cos via! Chiamati anche gnocchetti sardi, sono la pi
classica delle paste sarde. Hanno la forma di
Caponata, parmigiana, pasta alla Norma conchiglie rigate lunghe da circa 2 cm in su, e son
fatti di farina di semola e
Le melanzane entrano in molti piatti fomosi della cucina acqua. Spesso si condiscono
siciliana. Sempre rigorosamente fritte, vanno sulla con rag, anche di cinghiale.
pasta con pomodoro, basilico e ricotta salata nella
pasta alla Norma, al forno in strati alternati da pomo-
doro, parmigiano e formaggio nella
Parmigiana di melanzane, e infine
in agrodolce con cipolle, pomodoro,
sedano, olive, capperi, zucchero e Malloreddus
aceto nella caponata.

Cassata
un dolce sontuoso ed elaborata, la Caponata Parmigiana
sua origine araba. un Pan di Spagna
ripieno di ricotta impastata con zucchero e pezzetti
di cioccolato, coperto di pasta reale colorata e deco-
rato con frutta candita e glassa reale. Richiede molta
abilit, soprattutto per le elaborate decorazioni. Pasta alla norma

I cannoli sono paste croccanti ripiene di freschissima


crema di ricotta. La pasta dei cannoli fatta con fari-
Cassata
na, strutto, zucchero, uova, cacao amaro e Marsala
secco. Vengono fritti e poi riempiti di crema di ricotta
di pecora mescolata a zucchero, cannella, cioccolato a
gocce. La decorazione diversa da luogo a luogo, ciliegie
candite, scorze di arancia candite, cioccolato, pistacchi
Cannoli
La granita un dolce molto rinfrescante preparato con
acqua, zucchero e un succo di frutta o altro ingrediente
(oltre alla frutta sono pi diffusi limone, arancia, pistac-
chio, caff o cacao). Si serve in bicchieri di vetro o di pla-
stica trasparenti, nella versione da passeggio. La brioscia
siciliana preparata con pasta lievitata alluovo farcita con
la granita era ed la colazione tipica dei siciliani, special-
mente in estate e nelle zone costiere. Granita al caff
Brioscia con granita

71
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 72

Le feste tra cucina e tradizioni


NATALE E CAPODANNO: I PIATTI DELLA TRADIZIONE
Le feste di Natale cominciano con la Cena della Vigilia, la sera del 24 dicembre a
base di pesce - e prosegue con il pranzo di Natale, che ricco e varia da regione a
regione, ma si conclude con gli stessi dolci che si mangiano poi per tutto il periodo
natalizio, fino allEpifania (6 gennaio). La sera del 31 dicembre tradizione mangiare
lenticchie, uva e frutta secca per avere fortuna nel nuovo anno.

Il men della Cena della Vigilia di Natale


per tradizione a base di pesce. Il pi Questi tre dolci sono in tutte le tavole a Natale. Panettone e
rituale di tutti i pesci il capitone, cio Pandoro sono dolci a base di farina, zucchero, latte e uova
languilla, il pesce serpente. Consumare che lievitano molto a lungo. Il Panettone tradizionale nasce
il capitone in umido, arrostito, allo spie- a Milano, ha nellimpasto uvetta e canditi.
do o fritto simboleggia la sconfitta del Il Pandoro nasce a Verona ed pi semplice, soffice e
maligno. coperto di zucchero a velo.

Capitone (in umido) Capitone (allo spiedo) Pandoro (Veneto) Panettone (Lombardia)

Il Cenone del 31 dicembre spesso molto ricco Il torrone un dolce a base di miele e zucchero, albumi duo-
ma comprende sempre le lenticchie, che insieme vo, mandorle o noci e nocciole, pu comprendere canditi,
alluva e alla frutta secca sono simbolo di abbon- pistacchi, cioccolato, essere duro o morbido, bianco o al cioc-
danza. Le lenticchie ottime quelle di Castelluccio colato, al rum o al caff, le varianti possono essere infinite.
(Umbria) sono accompagnate da fette di zampo-
ne e cotechino.

Lenticchie Uva e melagrana Torrone

Nasce a Siena, e ha un dolce natalizio abruzzese


origini medievali. a base di uova, burro fuso,
fatto con miele, farina, fecola di patate e farina
farina, frutta candita e di mandorle.
frutta secca, zenzero, Ha una caratteristica forma a
noce moscata e cupola e dopo la cottura viene
cannella. coperto di cioccolato fuso.
Panforte (Toscana) Parrozzo (Abruzzo)

72
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 73

Le feste tra cucina e tradizioni


IL PRESEPE
In tutte le case a Natale c una rappresentazione della nativit,
piccola, simbolica, o pi grande e complessa. Ma il presepe
pu essere anche grandioso, con effetti speciali come fuoco
acceso, acqua che scorre, giorno e notte che si alternano
Soprattutto Napoli vanta una tradizione di presepi artistici, molti
artigiani producono le statuine del presepe e nel quartiere di
San Gregorio Armeno si possono trovare statuine di
personaggi famosi (Pavarotti, Obama, la regina Elisabetta II, calciatori
e cantanti famosi) che molto mettono insieme ai pastori nel presepe.
Molto viva anche la tradizione dei presepi viventi, con persone,
animali e un bambino nato da pochi mesi.

Un presepe vivente I personaggi creati a San Gregorio Armeno

I MERCATINI DI NATALE
I mercatini di Natale sono diffusi in Italia e molto frequentati, pieni di bancarelli di dolci e di prodotti dellartigianato locale.
Souvenir natalizi, candele e prodotti naturali, maglioni, sciarpe, guanti e cappelli, angeli in vetro soffiato, fiori scolpiti nel
legno, centrotavola, lanterne si trova sempre il regalo giusto. E per i golosi miele, confettura, e ogni tipo di torrone!

Centinaia di bancarelle ricche di dolci e


giochi affollano le strade delle cittadine
anche il 13 dicembre, il giorno di Santa
Lucia, la santa della luce. Nelle case si
lasciano biscotti, caff e carote alla
finestra per attirare l'asinello di Santa
Lucia, che in questa notte si ferma
davanti alle case lasciando doni in
cambio per i bambini. Uno dei dolci tradizionali prepa-
rati per Santa Lucia: le focaccine
con uvetta e zafferano.

73
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 74

Le feste tra cucina e tradizioni


IL CARNEVALE: LE MASCHERE E I DOLCI TIPICI
Sono le protagoniste del carnevale italiano. Vengono dalla Commedia dellArte, una forma di teatro comico nata in
Italia nel 1500. Era formata da personaggi tipici come lavaro, il servo, il medico, la cameriera Da questi personaggi
sono nate le maschere italiane: Pantalone (lavaro), Arlecchino (il servo), Balanzone (il medico), Colombina (la
cameriera). Ogni maschera tipica di una citt italiana.

Bergamo

Torino Venezia
Milano

Bologna
Gianduia
Firenze
Arlecchino Brighella

Meneghino Roma

Napoli

Colombina Pantalone

Stenterello

Rugantino Pulcinella Balanzone

Tutti i dolci di Carnevale sono fritti, si preparano frittelle di pasta si cosparge di zucchero e scorza di agrumi
mele, ravioli fritti, e altri dolci spesso simili pur avendo grattugiata. Le zeppole calabresi o pugliesi sono simili
nomi diversi da regione a regione. Ad esempio la alle graffe napoletane, e a volte si arricchiscono di
cicerchiata, tipica dellUmbra, ma anche delle Marche, crema. Le castagnole romagnole o le fritole venete e
molto simile agli struffoli napoletani. Si tratta di pasta friulane invece si coprono solo di zucchero a velo, cos
tagliata in pezzi piccoli come ceci e fritti, legati poi con come le chiacchiere o frappe, dallimpasto leggero.
miele liquido, confettini di zucchero, mandorle. Ricchissimo il krapfen, ripieno tradizionalmente di
Tipicamente marchigiani sono gli arancini, in cui la marmellata, ma anche di crema o cioccolato.

Cicerchiata Zeppole, graffe Arancini

Frappe, chiacchiere Fritole, castagnole Krapfen

74
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:35 Pagina 75

Le feste tra cucina e tradizioni


IL CARNEVALE IN SARDEGNA: LA SARTIGLIA
In Sardegna, ad Oristano, lultimo giorno di Carnevale dedicato alla Sartiglia:
una gara a cavallo.
I cavalieri sono vestiti con antichi costumi tradizionali e il loro viso coperto
da una maschera di legno.
una festa legata alla sorte e ad antichi riti agrari con cui i popoli chiedevano
la fertilit della terra e l'abbondanza del raccolto. Il Signore della Festa un
uomo della comunit scelto per le sue doti di forza fisica e integrit morale,
che diventa su Cumponidori.
N femmina n maschio, su Cumponidori nasce durante una vestizione
rituale eseguita da ragazze che indossano costumi antichi. Porta una
maschera androgina e dal momento della vestizione fino a quello della
svestizione una divinit della sorte e della fertilit, non pu posare i piedi a
terra e pu toccare solo gli oggetti rituali.
Cavalca davanti al suo lungo corteo
di assistenti mascherati, e benedice
la folla e la terra. La gara si corre a
cavallo cercando di infilare con la
spada delle stelle forate, sospese in
aria. Pi stelle verranno conquistate
dai cavalieri mascherati, pi
abbondante sar il raccolto. Durante
la Sartiglia alcuni cavalieri si
esibiscono in spettacolari acrobazie
equestri.
La vestizione Personaggi del corteo

Acrobazie equestri
La stella forata

verso la stella
Su Cumponidori galoppa

75
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:36 Pagina 76

Le feste tra cucina e tradizioni


LA PASQUA A TAVOLA
Di cioccolato fondente, al latte, alle nocciole, in tutte le varianti possibili, decorato
o avvolto in carta coloratissima luovo di cioccolata in Italia si regala ai bambini
e contiene una sorpresa o un piccolo gioco. Si mangia insieme alla colomba,
che con luovo di Pasqua fa parte della tradizione gastronomica pasquale
dellItalia intera e si trova su tutte le tavole da nord a sud, insieme allagnello.

Lagnello non manca mai nella tavola del pranzo di


Pasqua, perch ha un valore simbolico, rappresen-
ta per la religione cristiana la vittima sacrificale,
cio il Cristo che a Pasqua muore per lumanit. Le origini della colomba vanno ricercate verso la met del
Preparato in moltis- VI secolo quando, durante lassedio di Pavia da parte di
sime varianti regio- Re Alboino, egli si vide offrire un dolce a forma di colom-
nali, lagnello si pu ba in segno di pace. La colomba un dolce simile al
cuocere al forno o panettone, ma con un
servire solo le aspetto decisamente
costolette cotte alla legato alla Pasqua di
brace, alla griglia o cui uno dei simboli:
impanate e fritte. un morbido dolce lievi-
tato, con canditi e una
croccante ricopertura di
glassa di zucchero e
mandorle.

Casatiello e Pastiera - Campania


Il casatiello una saporitissima
torta salata tipica della Campania
e in particolare della zona di La torta Pasqualina - Liguria
Napoli, che viene preparata nel una torta salata ripiena di spinaci o erbette,
periodo pasquale. Viene decora- ricotta e uova, racchiusa in sfoglie di pasta
to con uova trattenute da strisce sottili: lideale per essere gustata nelle gite
di impasto disposte a croce. Ha fuori porta del giorno di Pasquetta (Luned
un abbondante ripieno di for- dellAngelo), perch si prepara in preceden-
maggio, salame e pancetta. un za, e pu essere mangiata fredda. uno dei
piatto sostanzioso ottimo sia caldo che freddo e piatti simbolo della cucina ligure, ma diffu-
ideale da servire durante le scampagnate pasquali. sa e apprezzata in tutta Italia. Le sue origini
sono molto antiche, veniva preparata nel
La pastiera una torta di pasta frolla ripiena di un 1400, e gi allora era strettamente legata al
impasto formato da ricotta, grano bollito, uova, periodo pasquale, da cui prende il nome.
spezie e canditi. La frolla della pastiera croccan-
te, mentre il suo ripieno morbido di un colore gial-
lo oro molto intenso, il profumo di cannella e
acqua di fiori darancio.
Questo dolce anticamen-
te si preparava per cele-
brare larrivo della prima-
vera; nel tempo diven-
tato un dolce pasquale.

76
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:36 Pagina 77

Le feste tra cucina e tradizioni


UNECCELLENZA TUTTA ITALIANA: IL GELATO ARTIGIANALE
La Pasqua segna per gli italiani linizio della stagione Per gli italiani il gelato in coppa
primaverile e la ripresa del consumo che non si si consuma al tavolo, e pu
interrompe mai del tutto durante lanno - di un alimento scegliere tra infinite variazioni:
straordinario, il gelato. italiana - o meglio siciliana - coppa al caff, alla frutta mista,
lorigine del gelato, e dalla seconda met del 1600 part la coppa amaretto, affogati (al
sua diffusione anche allestero. A Parigi apr nel 1686 il caff, al cioccolato, al
Caf Procope, lunico a servire gelati, granite e sorbetti. rhum), banana split,
Divent il pi famoso punto d' incontro francese. Ma mangia e bevi
allestero il gelato non fa parte della cultura alimentare Il gelato da passeggio si consuma
come lo di quella italiana. in coppetta, cono a cialda, oppure
brioche, tipica della Sicilia ma diffusa
LItalia l'unica nazione al mondo dove il gelato artigianale in tutta Italia. La creativit italiana nel
copre il 55% del mercato, le gelaterie artigianali sono gelato inventa nuovi gusti e
presenti in ogni paesino, e ci sono ancora i carrettini di sperimenta nuovi combinazioni di
gelato con cui nel passato i gelatai giravano di piazza in sapori, sempre alla ricerca
piazza. delleccellenza. Curiosamente, il
Il gelato artigianale fatto con materie prime fresche di alta gusto Tuttifrutti molto diffuso
qualit ed prodotto da chi lo vende. Oltre a latte, zucchero allestero come tipicamente italiano,
e panna pu comprendere uova, cacao, caff, frutta fresca in Italia non esiste affatto!
o frutta secca (nocciola, pistacchio, mandorla,
noce, pinoli). Il gelato artigianale di frutta, (il
sorbetto) e le granite sono senza latte e panna.
I nostri gelati

Affogato Banana split


Un carretto del gelato de Mangia e bevi
l passato

Coppa amaretto Coppa alla frutta mista Coppa after eight


oggi
Un gelataio ambulante

Coppa Cialda
Monte Bianco Brioche
77
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:36 Pagina 78

Eventi da non perdere


CALENDIMAGGIO
Ad Assisi, in Umbria, si tiene ogni primo gioved,
venerd e sabato dopo il 1 maggio una festa che
ha origini medievali, la festa del Calendimaggio.
Con questa festa si salutava l'arrivo della
primavera cantando e ballando per le vie. A questo
si aggiungevano sfide tra la Parte de sopra e quella de
sotto della citt. Oggi lantica rivalit si trasformata in una
serie di gare, in cui le due parti si affrontano con prove di
abilit spettacolari, giochi medievali, serenate con strumenti
depoca, cori, spettacoli popolari con scene di vita
medievale e scherzi. La parte della citt che vince elegge
Madonna Primavera tra le sue ragazze.

LUMINARA
Si svolge a Pisa la sera del 16 giugno di ogni anno, vigilia di San Ranieri, patrono
della citt. Circa 100.000 lumini vengono messi su telai in legno che disegnano le
forme architettoniche di chiese, palazzi e torri lungo il fiume Arno. Vengono usati
speciali lumini che hanno una fiamma
particolarmente luminosa e resistente al
vento. Anche la Torre Pendente illuminata
con grandi padelle ad olio. Dopo
laccensione, per effetto del riflesso delle luci
lumini,
Pisa illuminata solo dai ri tremule nelle acque del fiume, dove vengono
la sera di San Ranie lasciati lumi galleggianti, e con lo
spegnimento dellilluminazione pubblica e
privata levento offre al visitatore una
suggestione unica, dal sapore antico.

INFIORATA
La tradizione delle decorazioni con i fiori
nasce a Roma nella prima met del XVII
secolo come espressione della festa
barocca. La prima infiorata per la
festivit del Corpus Domini risale al 1778.
Da allora le localit in cui si allestiscono
infiorate per il Corpus Domini sono
molte, specialmente nell'Italia centrale,
le pi note sono a Genzano e Spello. Qui LInfiorata di Genzano
ogni anno, da oltre due secoli, si
prepara nel mese di giugno un
immenso tappeto floreale che si
estende, articolandosi in vari quadri, per
circa 2000 mq sulla via centrale. Per la
realizzazione dei quadri disegnati sulla
strada servono circa 350.000 fiori; i
petali vengono usati dagli infioratori cos
come i colori di una tavolozza dai pittori.
Gli Infioratori

78
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:36 Pagina 79

Eventi da non perdere


PALIO DI SIENA
Ogni anno il 2 luglio ed il 16 agosto, le 17 contrade della citt di Siena si
affrontano in una spettacolare corsa di cavalli - 3 volte il perimetro di Piazza del
Campo. Lo scopo della corsa la vittoria per il premio
(un drappo di seta) ma soprattutto per il prestigio
della contrada. Ogni contrada di Siena ha la sua
chiesa, il suo museo e la sua bandiera con stemma
araldico. Ci sono contrade rivali e contrade amiche,
contrade che hanno vinto di pi e nonne (contrade
che non vincono da molti anni). Il Palio viene
preparato tutto lanno e la partecipazione vivissima
e corale. Ogni contrada sceglie il suo fantino, ma il
cavallo viene abbinato per sorteggio. Se durante la
gara un fantino cade il cavallo pu vincere lo stesso:
Piazza del Campo
il cavallo a vincere e non il suo cavaliere. La contrada
vincente festeggia per giorni tra sfilate e banchetti.

La gara
REGATA STORICA DI VENEZIA

La Regata Storica si tiene la prima


domenica di settembre nel Canal
Grande e ricorda laccoglienza fatta nel
1489 a Caterina Cornaro, regina di
Cipro, che rinunci al trono in favore di
Venezia. La regata spettacolare e
comincia con la sfilata di barche
antiche e molto ricche con equipaggi in
costumi depoca. Poi i pi bravi marinai
di Venezia mostrano la loro abilit in
La regata nel Canal Grande diverse gare.
Il Bucintoro

LA PARTITA CON GLI SCACCHI VIVENTI


Marostica un piccolo paese in provincia di Vicenza, nel Veneto. La
piazza del paese una grande scacchiera su cui oggi si giocano partite
con gli scacchi viventi. Questa tradizione risale al 1454: due nobili
guerrieri Rinaldo d'Angarano e Vieri da Vallonara erano innamorati
di Lionora, figlia del Castellano di Marostica e per lei si sfidarono a
duello. Ma il Castellano proib lo scontro e decise che
Lionora avrebbe sposato il vincitore di una partita al
gioco degli scacchi. E cos ancora oggi il secondo
venerd, sabato e domenica di settembre tutto si ripete
come la prima volta, con dame, cavalieri, popolani,
Gli scacchi viventi
nobili e la scacchiera con i suoi personaggi viventi
cavalli compresi per un totale di 350 figuranti in
costume d'epoca. Lo spettacolo dura circa 2 ore e la
partita, proposta dal locale Circolo Scacchistico, deve
avere precisi requisiti: avere un minimo di 16 e un
massimo di 20 mosse, durare circa 30 minuti ed
essere molto spettacolare.
acchi
La partita a sc

79
Guida_MI3_65_80:Layout 1 30-11-2013 9:36 Pagina 80

Luoghi magici dItalia


IL SACRO BOSCO DI BOMARZO
Questo luogo assurdo e bizzarro si trova nel Lazio, in
provincia di Viterbo.
un mondo fatto di creature spaventose: elefanti
guerrieri, draghi cinesi, case sbilenche, divinit
misteriose
Queste sculture mostruose e affascinanti sono
sparse in un labirinto magico e impossibile. Il parco di Bomarzo

LABBAZIA DI SAN GALGANO E LA SPADA NELLA ROCCIA


Forse la leggenda di re Art e della spada Excalibur
viene dallItalia? In questa chiesa a cielo aperto in
provincia di Siena c unantica spada conficcata in
una roccia. La leggenda di Art contemporanea
allepoca di Galgano, un giovane dissoluto vissuto
nel XII secolo. La leggenda dice che quando decise
di convertirsi conficc la sua spada nella roccia, ed
l da allora.

LANTRO DELLA SIBILLA E I CAMPI FLEGREI


A Cuma in Campania c una galleria scavata nella
collina di tufo che risale all'epoca pre-romana: ritenuta
la dimora della Sibilla Cumana. un luogo denso di
fascino, a 5 chilometri dalla Solfatara di Pozzuoli, nella
regione vulcanica dei Campi Flegrei. Qui la terra fuma
perch nel suolo ci sono profonde fessure da cui
risalgono gas a temperatura altissima che a contatto con
l'aria pi fredda condensano formando le fumarole. Gli
antichi consideravano questi luoghi lingresso degli Inferi.
Antro della Sibilla
Solfatara di Pozzuoli

IL BALCONE DI GIULIETTA
A Verona esistono davvero Palazzo Cappelletti o
Capuleti e il palazzo dei Montecchi, le due famiglie
protagoniste del Romeo and Juliet di Shakespeare.
Il balcone di casa Capuleti diventato il balcone di
Giulietta. Gli innamorati di tutto il mondo vengono a
lasciare firme, biglietti e lettere a Giulietta e a toccare la
Messaggi per Giulietta
sua statua in bronzo per avere fortuna in amore.
Alle lettere, scritte in tutte le lingue
rispondono davvero le
segretarie di Giulietta,
cercando di dare conforto o Ciao amici! Sono in
una soluzione ai problemi vacanza a Verona!
di cuore! Ora devo andare...
Buone vacanze!

80