Sei sulla pagina 1di 8

secondo-duemiladieci

agosto

Il Giobbe Quadrimestrale dell’Università Agraria di Canale Monterano

Torara: la nostra piazza articolo a pagina 2


Cultura Territorio
Le Voci della strada Piano d’Assetto Forestale
Le anticipazioni del Giobbe Chiusa la fase preliminare
sul documentario realizzato per la procedura necessaria
da Alessandra Ciarletti con il all'approvazione del PAF da
sostegno di Università degli parte della Giunta Regionale.
Studi Roma Tre e Università Una volta approvato garantirà i
Agraria di Canale. nostri 900 ettari di boschi.
articolo a pagina 7 articolo a pagina 3
2 agosto
Il Giobbe
L’Università
Tenuta della Torara: Agraria
la forza delle nostre idee Presidente:
Belisario G. Gentili

Creato un grande luogo di aggregazione Consiglieri maggioranza


Bruno Fiorani
La Primavera-Estate 2010 sarà tradizioni locali. I cavalieri si giornale in stampa) è stato il Mariano Giovarelli
Fulvio Magagnini
ricordata qui in Agraria per il sono sfidati fin dal mattino sulle XXXI Torneo degli Anelli, orga-
Carmelo Monarca
definitivo "sbocciare" di un'idea tre gare previste: Gioco del nizzato ancora dai Butteri a
Giacomo Murgia
a lungo sognata: la realizzazio- Cappello, Gara del Saraceno e chiudere la stagione. Fausto Pasquali
ne di un grande luogo di aggre- nella Cattura del Vitello finale. Al di là del successo che le varie Riziero Rossi
gazione all'aperto iniziative hanno Angelo Stefani
presso il tenimen- avuto e che,
Consiglieri minoranza
to della Torara. ricordiamolo, è
Giovanni D'Aiuto
Tra aprile e luglio anche sinonimo
Marco Marziali
una serie di di entrate per Gianluca Ravoni
importanti iniziati- tutte le associa- Riccardo Rimedia
ve ha infatti zioni organizza-
decretato l'affer- trici, a rimanere Segretario:
mazione di que- negli annali sarà Roberto Razzino
Dipendenti:
sta idea, il suc- l'affermazione di
Sabrina Sciamanna
cesso di un luogo un'idea forte
Danilo Gizzi
che si è ormai che questa
L’area gastronomica presso il tenimento della Torara
posto come cen- Deputazione ha Il Giobbe
tro fieristico imprescindibile per Meritata la vittoria della squadra lungamente condiviso e voluto:
Quadrimestrale
Canale e i paesi limitrofi. "La Riserva" con partecipanti la creazione presso la Torara di dell’Università Agraria
Ad aprire le danze aveva pen- provenienti da Anguillara, Sutri e un grande centro ippico, turisti- di Canale Monterano
sato la Sagra Paesana del 25 Aquapendente, protagonisti di co e ricreativo a disposizione dei Iscrizione al Registro della
aprile, organizzata dalla Pro- una cattura lampo del giovane canalesi senza costrizioni e limi- Stampa del Tribunale di
Civitavecchia n°7 2005
Loco. Un grande pic-nic all'aper- bovino. A loro è andato il bel tro- ti. Una struttura sulla quale con-
to che, forte della bella giornata feo realizzato da Vincenzo tinueremo a lavorare per ren- Direttore responsabile:
Alessandro Bettarelli
di sole, aveva riscosso un gros- Pilotti, apprezzato pittore locale. derla un centro d'eccellenza Redazione e sede:
so successo di partecipazione. Il 29 e 30 maggio, poi, la nostra regionale per le attività legate Via C.di V. Veneto, 1
Canale Monterano (Rm)
Sabato 1° maggio, invece, era tenuta ha ospitato il "1° Raduno all'agricoltura e all'allevamento.
Tel/Fax 069962431
toccato al Comitato 1970 orga- Terre d'Etruria", realizzato dal- Con i nuovi lavori, in fase di pro- Email:
redazioneilgiobbe@yahoo.it
nizzare la classica scampagna- l'associazione omonima, in col- gettazione, la tenuta diverrà
ta con pranzo all'aria aperta. laborazione con la Fitetrec-Ante ancora più bella e funzionale, Hanno gentilmente collaborato:
Il 23 maggio, poi, dopo il rinvio e l'associazione Sportiva attraverso il recupero degli Alessandra Ciarletti,
Fabio Gasperini,
dovuto al cattivo tempo, il gran- Dilettantistica Butteri di Canale immobili, l'adeguamento igieni- Belisario Gentili,
de appuntamento con il 33° Monterano. Anche in questa co sanitario, l'utilizzo delle Giuseppe Scipioni,
Angelo Stefani,
Riarto dei Butteri, che ha porta- occasione non è mancata la moderne tecnologie per il rispar- Alexander Rydzy,
to alla Torara 16 squadre parte- buona cucina, gli spettacoli mio energetico. Fabrizio Trifelli
cipanti alle gare equestri e cen- equestri, una selezione delle Progetto grafico e stampa:
tinaia di persone per godersi la razze equine locali, i giochi per i Grafica Punto Print s.r.l.
Via G. Parini, 10
stupenda giornata di sole, le più piccoli.
00152 Roma
spettacolari gare e la cucina e le Infine, il 25 luglio (con questo Belisario Giuseppe Gentili Tel 06.5894285
3 Il Giobbe secondo-duemiladieci

Piano d’Assetto Forestale: Il valore


delle parole
chiusa la fase preliminare Non ci trascineranno
Garantirà i nostri 900 ettari di bosco in una guerra d’insulti

Grazie al lavoro e all'impegno delle risorse forestali, che da modo da attenuare l'impatto dei Abbiamo troppa considera-
della Deputazione Agraria, sono sempre hanno permesso tagli sulla conservazione delle zione e rispetto per i cittadini
terminate le riunioni preliminari benessere e lavoro per la nostra superfici boscate. di Canale e Montevirginio
per la definizione della procedu- collettività. Secondo le recenti statistiche, per tediarli con inutili polemi-
ra necessaria all'esame e all'ap- I principali punti di questo impor- nel nostro comune il territorio che. Rispondiamo così solo
provazione da coperto da boschi brevemente agli autori del
parte della Giunta è di 1.100 ettari, manifesto "Vergognatevi",
Regionale del di cui circa 900 di affisso solo poche settimane
"Piano di Assetto esclusiva pro- fa per le vie del paese. A
Forestale - PAF". prietà dell'Ente questi signori diciamo che
Questo essenziale agrario. Di questi, non ci faremo tirare in una
e indispensabile 350 ettari ricada- guerra di insulti personali:
strumento di piani- no all'interno della alle inutili parole questa
ficazione forestale Riserva Naturale Deputazione ha sempre
garantirà, una Monterano e risposto con i fatti.
volta approvato, dovranno essere Vogliamo però assicurare i
procedure snelle e trattati con inden- nostri concittadini che prose-
Uno scorcio del bosco di Pergugliano
veloci per l'utilizza- nità totali o par- guiremo il nostro mandato,
zione del patrimonio boschivo tante atto sono: ziali per i mancati o diminuiti come ampiamente voluto da
dell'Ente Agrario per i prossimi 1° mantenimento del diritto civi- tagli. Questo significa che i oltre l'80% degli Utenti, lavo-
anni. co di legnatico a favore degli nostri boschi dovranno essere rando nell'interesse dell'Ente
Un documento dall'alto valore Utenti; tagliati con maggiori e particola- Agrario, degli Utenti e dell'in-
strategico la cui lunga elabora- 2° mantenimento e appropriato ri attenzioni rispetto ad altri siti, tera collettività, senza ante-
zione ha dovuto tener conto dei sviluppo delle risorse forestali; fatti salvi i diritti civici della popo- porre le questioni personali a
molteplici e significativi muta- 3° mantenimento della salute e lazione. quelle dell’Ente che rappre-
menti normativi introdotti negli vitalità dell'ecosistema forestale; Questo PAF, che segue quello sentiamo.
ultimi anni in materia forestale, 4° mantenimento e valorizzazio- elaborato nel lontano 1953 Alla fine sarà come sempre
della tutela del territorio e delle ne delle funzioni produttive delle dall'Ispettorato Ripartimentale di la gente a giudicare e a giu-
lungaggini burocratiche che i foreste; Roma del Corpo Forestale dello dicarci. A valutare il lavoro
numerosi vincoli "spalmati" sul 5° mantenimento e conserva- Stato, è stato commissionato e fatto e i risultati ottenuti.
comprensorio hanno portato. Il zione della diversità biologica seguito dall'Agroforest dei dotto- Ringraziamo, questo conce-
Piano di Assetto Forestale negli ecosistemi forestali; ri agronomi Gian Mario Palombi detecelo, i numerosissimi
affronta sia gli aspetti tecnici, 6° conservazione delle funzioni e Pier Luigi Amadei di Vetralla, cittadini, le forze politiche, le
relativi alle esigenze di salva- protettive nella gestione foresta- ai quali va il nostro ringrazia- associazioni e quanti, dopo
guardia delle risorse naturali e di le con particolare attenzioni mento per la paziente opera di quel miserabile gesto, ci
tutela del territorio, sia le nume- all'erosione del soprassuolo; miglioramento e adattamento a hanno manifestato solida-
rose problematiche connesse 7° mantenimento di altre funzio- tutte le normative che si sono rietà e spronato a proseguire
alla conservazione e al manteni- ni e condizioni socio-economi- susseguite dalla sua prima ela- nella nostra azione ammini-
mento della nostra realtà socio- che; borazione ad oggi. strativa.
culturale legata all'utilizzazione 8° ripartizione delle tagliate in Angelo Stefani Belisario Giuseppe Gentili
4 agosto
Il Giobbe
L’Eremo di Montevirginio
Il "Santo Deserto" dei Padri Carmelitani Scalzi
Il notevole sviluppo inse- Padri Carmelitani in manie- no delle aree boscate che di Montevirginio si colloca-
diativo del territorio com- ra completamente innovati- si incrociavano fra di loro va quindi all'interno del
preso fra Tolfa, Bracciano va. La stessa vita di clau- sino a formare la forma di nostro sistema territoriale
ed il basso viterbese, sura e le pratiche rituali una croce o del simbolo come un importante centro
favorì, a partire dalla fine religiose ad essa collegate, cristologico del crismon (il spirituale legato a sua volta
del Cinquecento, la prolife- al sostentamento della
razione di molti organismi comunità religiosa locale,
urbani ed eremitici, come come simbolo della passio-
l'eremo di Montevirginio, ne di Cristo, con i romitori
attualmente luogo di acco- che spesso erano dedicati
glienza e meditazione. o rappresentavano alcune
Per le vicende storiche che stazioni della tradizionale
potete leggere nell'articolo Viae Crucis (guarda caso
a fianco furono i Carmelita- l'ultimo romitorio, dedicato
ni Scalzi a ricevere la pro- al Calvario, collocato nella
prietà della struttura. parte alta di questo percor-
L’ingresso principale dell’eremo di Montevirginio
L'ordine religioso Carmeli- so di tipo ascensionale,
tano era caratterizzato da che subirono nel corso del sentiero orientato in dire- rappresentava la passione
una maggiore propensione tempo notevoli modifica- zione Nord/Sud incrociava del Cristo, che terminava
alla vita monastica e a una zioni, furono in parte ripen- quello in direzione sul pendio più alto del per-
più severa osservanza sate e ricollocate. Per cui, Est/Ovest a formare il sim- corso che il Cristo intrapre-
della "Regola" che stabiliva alla tradizionale "celletta" bolo della croce, i sentieri se prima della sua crocifis-
che una corretta condotta nella pratica religiosa car- diametralmente opposti in sione).
eremitica per una giusta melitana si diffuse invece senso diagonale formava- La stessa disposizione in
vita contemplativa doveva la tipologia dei "romitori", no il simbolo del crismon, senso Est/Ovest del sen-
essere necessariamente ovvero piccoli edifici sparsi utilizzato di frequente tiero, idealmente diretto
rimarcata anche nella scel- in un vasto territorio bosco- anche nelle prime manife- verso l'altare rupestre di
ta di luoghi idonei a questo so, ubicato a sua volta stazioni artistiche del cri- Montevirginio, era a sua
scopo. Il progetto fatto ese- all'interno di uno spazio cir- stianesimo). Tali direttrici volta messa in relazione
guire a Montevirginio seguì costante e ruotante intorno rappresentavano anche l'i- con l'orientamento che,
la tipologia del "Santo all'eremo, convento o edifi- deale prosecuzione di secondo le credenze etru-
Deserto". I Deserti, noti cio sacro principale. alcune vie di traffico princi- sche, era riservato alle
anche con il nome di case La tipologia del Santo pale situate nel territorio divinità degli inferi, quasi a
di ritiro spirituale (case di Deserto fu dunque un circostante a quello dell'e- rimarcare allora come oggi,
"recollezione"), erano con- modus vivendi tipico del- remo, come la via Clodia. l'estremo valore sacrale
siderati una sorta di via di l'Ordine Carmelitano e si La direttrice Est/Ovest si del Monte su cui sorge e si
ritorno ad una spiritualità inspirò ad una visione prolungava invece sino alla mantiene ancora in vita l'e-
piena, lontana dalla rilas- ascetica della vita. Altra località "Monachelle", al remo di Montevirginio.
satezza delle abitudini caratteristica comune dei confine con il Comune di
quotidiane. Tali caratteristi- Santi Deserti, fra cui quello Manziana, allineandosi ad
che, simili a quasi tutte le di Montevirginio, era l'arti- un grande altare rupestre
ideologie religiose eremiti- colato sistema di percorsi e di età romana.
che, furono adottate dai sentieri sviluppati all'inter- Il Santo Deserto dell'eremo Giuseppe Scipioni
5 Il Giobbe secondo-duemiladieci

Ma per costruirlo ci volle Fagiani a


l’una tantum Pergugliano
Forse non tutti conoscono donazione del territorio di ni Scalzi, rinuncia ai suoi Anche quest’anno la locale
le origini dell'Eremo di Monte Sassano, cioè l'at- beni obbligando il Duca Associazione Cacciatori, di
Montevirginio, da oltre tre tuale Montevirginio, che suo fratello a versare scudi concerto con la Regione
Lazio e la Provincia di
secoli dei Padri Carmelita- appunto prende il nome del 300 annui, ovvero 6.000
Roma, lo scorso 29 giugno
ni Scalzi. La sua realizza- Duca. Dal 1616 al 1623, se una tantum, al Provinciale
ha eseguito il lancio di 350
zione è legata per la costru- fagiani nel nostro territorio.
ai meriti di zione di un Ad ospitarli per il periodo di
alcuni membri Eremo, o a adattamento è stata la
della famiglia Montevirginio grande voliera a cielo aper-
Orsini, il cui o in un altro to di Pergugliano, tenimen-
to della nostra Università
ramo di Brac- luogo.
Agraria. Lì i giovani fagiani
ciano si estin- È il 1648 e
si adatteranno al clima e al
se nel 1698. questa pro- territorio prima di essere
Gli Orsini, già posta viene immessi, per il ripopola-
in possesso di accettata dai mento, in varie zone dei
vasti territori superiori inte- Quarti di Canale e
nella Sabina e Una bella veduta aerea dell’eremo di Montevirginio ressati. A com- Montevirginio.
Aperte le gabbie da tra-
lungo l'Aniene, nonché si eccettuano alcune cap- pimento del ventennio suc-
sporto, i giovani pennuti
della terra Etrusca dall'alto pellette e rifugi, la fabbrica cessivo, una solenne ceri-
hanno spiccato un breve
di Sutri fino verso Galeria, dell'eremo non registra monia inaugurò l'eremo dei volo, tanto per "sgranchirsi"
nel secolo XIV divennero i passi in avanti, anzi si deli- Padri Carmelitani Scalzi in le zampe dal viaggio e subi-
signori di Bracciano e della nea una disastrosa situa- Montevirginio, il 2 febbraio to si sono raggruppati intor-
prefettura di Roma. Acerri- zione economica, in quel 1668. no ai contenitori con il bec-
mi ed eterni loro antagoni- tempo aggravata da un A quanto pare, quindi, l'una chime e l'acqua per la meri-
tata ristorazione.
sti furono i Colonna, con i debito di 6.000 scudi, con- tantum non è un'innovazio-
Trascorreranno alcuni mesi
quali si scontrarono in con- tratto non si sa con chi. ne del nostro tempo, ma un
in questo recinto, prende-
tinuazione. Questa contingenza con- espediente consolidato ranno confidenza con il ter-
Già nel 1615 il Duca Virgi- vince gli eremiti a rinuncia- attraverso le varie vicende ritorio e, una volta svezzati,
nio Orsini aveva manife- re alla donazione, pertanto storiche. spiccheranno il volo verso i
stato la sua intenzione di restituiscono al Duca la La liberalità degli Orsini è prati e i boschi con la spe-
donare ai Padri Serviti un stessa carta di donazione, apprezzata dalla nostra ranza che alcuni sopravvi-
vano alla caccia delle volpi
luogo nel feudo di Monte- facendo capire che i Supe- generazione?
e alla stagione venatoria,
rano per la costruzione di riori dell'Ordine non erano Il patrimonio naturale ed
per nidificare e allevare i
un eremo in onore della interessati a quella costru- artistico, che abbiamo il piccoli nei nostri prati.
madre di Dio, ma dopo zione. Tuttavia, nel 1627, dovere di tramandare ai Per la realizzazione dei
aver ricevuto le più ampie Fra Giovanni Battista, al nostri figli, è valorizzato? lavori e la cura quotidiana
facoltà muore improvvisa- secolo Virginio Orsini (por- degli animali, i nostri com-
mente, senza aver fatto tava lo stesso nome del plimenti ai "soliti" infaticabili
Rossano Altomonte,
emettere alcuna donazio- padre, N.d.R.), risolve la
Adriano Sciamanna, Silvio
ne scritta. Nel 1616 Paolo situazione manifestando la
Rabbai e Antonio De
Giordano II, uno dei nove sua esperienza in affari. Sanctis.
figli, attuando le sue inten- Emettendo infatti la sua
zioni fa emettere un atto di professione fra i Carmelita- Fabio Gasperini Angelo Stefani
6 agosto
Il Giobbe
Il Cavallo Agricolo Italiano
Ne parliamo con l’allevatore Sandro Gentili
trollo sia del mezzo che del che si volesse avvicinare al Il Cavallo Agricolo Italiano da
cavallo.” meraviglioso mondo dei T.P.R. è originario della pianura
E siamo al secondo appunta- Ultimamente capita sempre cavalli? veneta, ferrarese e friulana.
mento di Cavallomania, la più spesso di vedere carroz- “Certo, non tanto come cavallo Risale al 1860. Dapprima furo-
rubrica del Giobbe dedicata ai ze trainate da cavalli sulle da sella, quanto proprio per gli no utilizzati stalloni che prove-
cavalli. nivano dal Polesine, successi-
Questa volta parliamo del vamente furono introdotti stal-
Cavallo Agricolo Italiano, un loni Purosangue Inglese,
“colosso”, che può arrivare fino Hackney e Purosangue Arabi.
a 900 kg di peso. Intorno al 1900 si iniziò l'appe-
Ne parliamo con Sandro santimento della produzione
Gentili, che ne possiede addi- mediante il ricorso al
rittura undici esemplari. Boulonnais, all'Ardennese e al
Sandro, perché hai scelto Norfolk-Bretone.
questa razza? Attitudini: tiro pesante rapido,
“Ho conosciuto questi cavalli lavori agricoli, sella.
che ero bambino. L’esercito ne Sandro Gentili alla guida di uno splendido esemplare di Il marchio della razza è rappre-
aveva lasciato uno a mio padre cavallo agricolo italiano sentato da una scala a 5 pioli
e noi lo usavamo con il carret- nostre strade. attacchi. Con la Federazione, racchiusa in uno scudo.
to per andare a vendere i pro- “Vero, è un sistema di traspor- l’ANACAITPR, di cui sono Il Libro Genealogico è tenuto
dotti della campagna a Roma. to che si sta riscoprendo. Non membro, siamo continuamente dall'Associazione Nazionale
La mia passione per gli “attac- c’è ancora l’obbligo di una in giro per l’Italia, per dare Allevatori del Cavallo Agricolo
chi”, le carrozze tirate da caval- patente specifica e ti consente dimostrazioni, portare solida- Italiano da T.P.R.
li, forse è nata proprio da lì. di poter condividere un’espe- rietà (il prossimo nove ottobre Caratteri morfologici
Poi, col tempo, ne ho scoperto rienza piacevole con altre per- saranno a Onna, N.d.R.) o Tipo: brachimorfo.
la grande duttilità, la forza, la sone. In agriturismo (la divertimento. Siamo tutti alle- Può essere sauro (con coda e
resistenza, la sua rusticità Torretta, N.d.R.) li usiamo vatori e quando ci incontriamo criniera chiari), ubero o baio.
insomma. E perché no, anche anche per piacevoli passeggia- è sempre una grande festa.” Altri mantelli non sono tollerati.
la sua ottima resa economica. te e cerimonie. Si parla tanto di Altezza al garrese: 148-158 cm
Oggi ne ho undici esemplari, risparmio energetico, beh (femmine); 152-160 cm
uno appena nato, tutti iscritti meglio di questo che c’è?” CAVALLO AGRICOLO (maschi).
all’Albo Genealogico. Sono Cavallo e carrozza, roba da ITALIANO Peso: 700 - 900 kg (a 7-8 mesi
molto soddisfatto di questa ricchi? i puledri possono superare i
scelta.” “Macché, per entrambi puoi Origini e attitudini 400 kg).
Parlavi degli “attacchi”... spendere anche solo 4 - 5.000 I cavalli da tiro, caratterizzati Volenteroso, rustico, veloce
“Sì, si dividono in attacchi da euro, meno di tanti scooter in da struttura pesante e grande rispetto alla mole, gentile, atti-
lavoro (tutto ciò che si fa in commercio. Il mantenimento sviluppo muscolare e scheletri- vo e sufficientemente nevrile.
campagna con un cavallo ed del cavallo poi è davvero poca co, si distinguono in cavalli da I piedi sono un po' squadrati e
un carro) e da gara. Le gare si cosa: basta un pezzo di terra tiro pesante lento, rappresen- c'è del ciuffo alle zampe.
dividono invece in dressage, dove tenerlo e le vaccinazioni tati dalla razza Belga, e in
gimkana tra i coni e maratona. di rito”. cavalli da tiro pesante rapido,
Sono gare molto divertenti, In definitiva consiglieresti rappresentati appunto dal
dove serve abilità e pieno con- questa razza ad un neofita Cavallo Agricolo Italiano. Alessandro Bettarelli
7 Il Giobbe secondo-duemiladieci

“Le voci della strada”


un documentario sulla memoria
pato al progetto sono maggiore è la necessità di regi- ipoteca, ma soprattutto perché il
stati per me lenti di strarlo, perché frutto di una ela- racconto nutre le radici dell'i-
ingrandimento per borazione sociale che viaggia e dentità collettiva.
osservare meglio ciò si compone attraverso diverse Voglio ringraziare ciascuna per-
che resta, decennio generazioni, parallelamente al sona intervistata, senza il cui
dopo decennio. Non mi mondo virtuale e alle sue nume- contributo questo lavoro non
interessava, infatti, rose applicazioni. Quindi le avrebbe preso forma. Ringrazio
documentare cosa non interviste raccolte sono spesso Elena Mortelliti che pur estra-
c'è più, ma cosa c'è meta-interviste perché molte di nea a questo contesto, ne ha
ancora. La memoria esse in realtà contengono rac- riconosciuto subito la bellezza.
collettiva è la sostanza conti e aneddoti di altre persone Ringrazio il Dipartimento
Le voci della strada è un docu- vitale che rende un luogo unico, ancora. Questo aspetto è una Comunicazione e spettacolo -
mentario sulla memoria. È un imprimendogli forza. Il racconto delle caratteristiche di Canale. Università degli Studi Roma Tre
racconto di storie che in qual- incarna questa forza vitale che D'altronde qui non si passa per e l'Università Agraria di Canale
che modo hanno a che fare con sa farsi beffa anche della vita andare altrove, il paese non è Monterano per il loro fonda-
i miei ricordi, con le storie che stessa, che non cede alla morte attraversato, come quelli limitro- mentale sostegno. Ringrazio la
mi sono state raccontate. pur temendola, che lavora e fi, da un asse viario principale. A Pro-Loco, il Comune di Canale
Questo lavoro non ha e non scherza, in poche parole vive. E Canale si arriva perché è l'o- e la Riserva Naturale
vuole avere un carattere scien- in questi ricordi caratterizzati biettivo del viaggio. Questo Monterano per la collaborazio-
tifico, è piuttosto la conseguen- spesso dalla capacità di sdram- aspetto ha favorito nel tempo il ne e per aver autorizzato le
za di una suggestione che si è matizzare fatiche e dolori, lo mantenimento di caratteristiche riprese del territorio.
radicata negli anni, gli anni della sfottò è elemento aggregante e sociali piuttosto integre, radica- Il documentario sarà presentato
mia vita. mai escludente. E se a vivere è te, ben visibili nella gente. Ho in autunno.
I racconti delle persone che un racconto, un ricordo di per- tentato di documentare questo
generosamente hanno parteci- sone scomparse da decenni, non solo perché il futuro non si Alessandra Ciarletti

In ricordo di Fulvio Evangelista


È difficile parlare di un perso- studio e accurata ricerca stori- ture, le armi, i famosi tamburi e Termoli in provincia di
naggio come Fulvio ca. gli altri strumenti musicali, Campobasso nel 1931 e si
Evangelista, il “Maresciallo”, Per noi canalesi l'associazione seguendo il più possibile la arruolò nell'Esercito a soli
protagonista di una grande e vigna-vino-bigonzo è automati- realtà storica che fu. Questa diciassette anni, prestò servi-
particolare idea: il Palio delle ca. Molte generazioni, prima ricerca spinse Evangelista ad zio presso l'Aeroporto Savini di
Contrade e la Corsa del dell'avvento della plastica, una continua e sempre più Bracciano. Nel 1954 conobbe
Bigonzo. l'hanno usato per la raccolta e meticolosa “cattura” dei parti- e poi sposò la signora Anna
Riuscire a trasformare il nostro il trasporto a dorso di somaro colari storici, riuscendo alla Maria Pia Lezzerini, cittadina
passato in un evento storico- dell'uva. Forse partendo da fine a riprodurre, con l'ausilio canalese e a Canale si fermò
culturale che aggrega e allo queste considerazioni il delle locali sarte, capi di abbi- per metter su famiglia.
stesso tempo mette in compe- "Maresciallo" pensò e realizzò, gliamento unici e invidiati Nel decennale della sua scom-
tizione i Rioni di Canale nel 1968, il Palio delle anche dalle grandi città che parsa vogliamo ricordarlo così.
Monterano fu opera di grande Contrade. Il "Maresciallo" riu- offrono eventi simili. Grazie Maresciallo.
inventiva e allo stesso tempo scì a ricreare gli abiti, le calza- Fulvio Evangelista nacque a Angelo Stefani
8 agosto
Il Giobbe secondo-duemiladieci

Sub-irrigazione ed evapotraspirazione
Com’è cambiata la normativa: dai "pozzi neri" al Testo Unico Ambientale
Com'è noto non tutte le abita- numero massimo di persone nel terreno, che hanno la fun- all'utilizzo. La fossa Imhoff
zioni civili sono servite dalla che potrebbe occupare la zione di disperdere su grandi andrebbe svuotata ogni anno
rete fognaria comunale. Nel casa e\o l'attività svolta) gli aree l'acqua chiarificata dalla da una ditta specializzata che
nostro territorio ciò accade unici impianti realizzabili nel fossa Imhoff. rilascia oltre la fattura anche la
nella periferia ormai molto abi- Lazio sono la subirrigazione e L'evapotraspirazione, in termi- ricevuta che dichiara che i
tata del paese. In questi casi è l'evapotraspirazione. I reflui ni semplicistici, è invece una reflui svuotati sono portati in
necessario realizzare nel pro- discarica autorizzata. Ogni
prio giardino un impianto quattro anni scade l'autorizza-
fognario adeguato alla norma- zione allo scarico rilasciata dal
tiva vigente (il DLgs 152/06, Comune. È indispensabile
detto anche Testo Unico non far scadere l'autorizzazio-
Ambientale). Alla medesima ne, pena la sanzione e il riav-
normativa si devono adegua- vio di tutta la procedura. Prima
re gli impianti esistenti. Chi dei quattro anni l'utente incari-
non si adegua rischia una ca un tecnico che richiede al
multa elevata e la denuncia che escono dall'abitazione vasca profonda un metro comune il rinnovo allo scarico
penale. Avere un impianto a vanno prima in un pozzetto circa, impermeabilizzata dal per i prossimi quattro anni
norma inoltre è un requisito d'ispezione, poi nella fossa terreno dove si piantano spe- dichiarando che l'attività è
indispensabile per richiedere settica tipo Imhoff, da lì ad un cie sempre verdi, come il rimasta e che l'impianto fun-
la concessione edilizia, l'abita- pozzetto automatico di cac- lauro ceraso, e che hanno la ziona correttamente secondo
bilità e l'allaccio alla rete idrica ciata e successivamente nel- funzione di evapo-traspirare la normativa vigente.
comunale. l'impianto di subirrigazione l'acqua chiarificata provenien-
Vediamo cosa si può fare e oppure di evapotraspirazione. te dalla fossa Imhoff.
cosa non si deve fare per Conoscendo il numero degli La burocrazia: il tecnico com-
essere in regola. Dal 2008 gli A.E. si dimensiona la gran- petente in materia ed abilitato PhD dott. Ing. Alexander Rydzy
impianti a svuotamento detti dezza della fossa Imhoff e la deposita presso l'Ufficio C.R. ENEA Frascati
anche a "pozzo nero" non lunghezza dei tubi della subir- Tecnico comunale il progetto CTU del Trib. di Civitavecchia
sono più consentiti. Ad oggi rigazione o della vasca di eva- dell'impianto. Dopo che il Membro della Commissione
con abitazioni e\o attività fino potraspirazione. La subirriga- responsabile del procedimen- Ambientale del Comune di
a un valore di cinquanta zione consiste in tubi bucati to ha autorizzato l'impianto si Roma, X Municipio.
Abitanti Equivalenti (A.E. - il installati a 75 cm in profondità da seguito alla costruzione e a.rydzy@gmail.com

L’olio di Canale presentato nella “Grande Mela”


Dal 27 al 29 Giugno 2010 si è tenuto presso lo Javits Center di New York il
Summer Fancy Food Show 2010. Quest'anno vi hanno preso parte circa
2.500 espositori provenienti da 85 diversi Paesi. I prodotti esposti sono stati
circa 260.000 ed i visitatori 40.000, un numero elevato per una manifesta-
zione aperta ai soli operatori. Con orgoglio possiamo dire che c'era anche
Canale Monterano e il suo olio.
Ma la vera sorpresa New York ce l'ha riservata quando una sera, andando a
trovare la famiglia Lattanzi nel loro ristorante al centro di Manhattan, abbia-
mo avuto la piacevole sorpresa di verificare di persona come il nostro olio sia
molto gradito anche oltre oceano.
Fabrizio Trifelli, presidente della Cooperativa Agricola “Monterano”