Sei sulla pagina 1di 2

Michele Zarrillo - L'acrobata

DO DO9 LAm7 SOL

DO LAm LA9/4 LAm


C' un mare in silenzio quass e rete non ho

DO LAm LA9/4 LAm


ma cresce il tamburo nel blu e mi lancer

MIm FA FA6
e fermano il fiato per me ma li stupir

MIm REm FA SOL


nel cerchio che poi nel vuoto far.

DO LAm LA9/4 LAm


Le case, la gente, le vie lontane laggi

DO LAm LA9/4 LAm


gli errori degli uomini qui non contano pi

MIm FA FA6
la soglia del male che in noi io superer

MIm RE FA SOL
e fino in platea ti raggiungemr.

DO SOL
Amore, che devo inventare

LAm MIm SOL


io come i poeti e gli uccelli qui a terra equilibrio non ho

DO SOL
ma il cuore mi spinge a rischiare

LAm MIm
e su questo filo attaccato alla luna ogni sera vivr

FA MIm
morendo davanti ai tuoi occhi e al tuo seno mi liberer

REm FA SOL
nel volo che so.

DO LA LA9/4 LAm
Accarezzo il tuo grano e poi su nell'immensimt

DO LAm LA9/4 LAm


qualunque promessa sar pi vera da qua
MIm FA FA6
e lunghi secondi finch dimenticher

MIm REm FA SOL


che un uomo quass restare non pu.

DO SOL
Amore, che devo inventare

LAm Mim SOL


io come i bambini e gli acrobati a terra un mio senso non ho

DO SOL
ma il cuore mi spinge a rischiare

LAm Mim
su questo trapezio che passa ogni sera e non torna mai pi

FA MIm
e che tenerezza afferrarti le mani, portarti nel blu,

REm FA SOL
non scendere pi.

RE SIm RE SIm

FA#m SOL SOL6


Perdonami questa bugia pi grande di noi

FA#m MIm SOL LA


ma come vorrei portarti lass

RE
e non scendere pi.