Sei sulla pagina 1di 14

PowerpaK SEVCON

TM

1. INTRODUZIONE

La serie di controlli POWERPAK utilizza un nuovo concetto di tecnologia switching per


realizzare una gamma completa di controlli da 24-80V e da 300A-650A in un singolo
contenitore di dimensioni particolarmente ridotte. Ci stato possibile grazie ad un nuovo
schema di collegamento e ad una tecnica di costruzione radicalmente nuova.
QUESTI SISTEMI SONO STATI BREVETTATI.
La gamma di controlli POWERPAK disponibile separatamente per la trazione e per la pompa di
sollevamento e la trazione offre versioni a frenatura elettrica o a recupero denergia. Unaltra
caratteristica particolare che la logica fissata allesterno della parte di potenza e pu essere
sostituita facilmente senza rimuovere le connessioni di potenza o il controllo stesso. Per
migliorare ancora la flessibilit del prodotto inoltre la logica disponibile in 3 versioni secondo
la complessit e il numero di ingressi/uscite, in modo da adattarsi al tipo di applicazione e
ridurre al minimo il costo del controllo.
La logica di tipo LOW I/O si adatta a carrelli manuali e a forche-frontali, quella di tipo medio
(MEDIUM I/O) si adatta a carrelli pi sofisticati tipo retrattili e forche-frontali, mentre quella di
livello alto (HIGH I/O) adatta anche per carrelli bimotore e per sistemi di movimentazione
aerea avendo un alto numero di porte I/O e di comunicazione. Tutte le logiche hanno sia un bus
di comunicazione CAN che seriale tipo RXD/TXD.
Tutti i controlli della serie POWERPAK utilizzano un microprocessore di controllo con la
tecnologia switching a Mosfet e sono stati costruiti per soddisfare le norme UL e CE.
Si possono utilizzare con motori di tipo D.C. ad avvolgimento serie ma sono disponibili versioni
per motori tipo SEM (ad eccitazione separata) o tipo AC (a corrente alternata).
2. SICUREZZE

2.1 I veicoli elettrici possono essere pericolosi. Tutti i test e ricerche guasti devono essere effettuati
da personale competente. Le ruote devono essere sollevate e libere di girare. CONSULTARE IL
MANUALE DEL COSTRUTTORE PRIMA DI OGNI OPERAZIONE.
2.2 I controlli POWERPAK hanno un triplo sistema di sicurezza e garantiscono, in ogni situazione, un
alto livello di sicurezza. Se il led di diagnostica non illuminato o lampeggia allora il veicolo non
si muove.
2.3 Per garantire il funzionamento continuo del sistema, il circuito di sicurezza dovrebbe essere
controllato ad ogni manutenzione (il periodo standard di 3 mesi).
2.4 SCOLLEGARE I CAVI BATTERIA PRIMA DI OGNI MANUTENZIONE O RIPARAZIONE.

2.5 Inoltre dopo aver scollegato i cavi batteria scaricare con una resistenza (10 / 25W) i
condensatori allinterno del controllo tra B+ e B-.
2.6 Non collegare mai i cavi batteria al controllo senza le protezioni in plastica tra B+ e B- perch si
pu creare arco elettrico a causa dei condensatori allinterno del controllo.

2.7 CONTROLLI SUL CIRCUITO DI SICUREZZA


2.8.1 Assicurarsi che le ruote siano sollevate da terra e libere di girare
2.8.2 Effettuare la corretta sequenza di partenza e assicurarsi che il led sia acceso fisso (chiave,
sedile, freno a mano rilasciato, deviatore e pedale)
2.8.3 Spegnere con linterruttore chiave, scollegare la batteria, collegare i terminali B- e A con un cavo
di almeno 10 mm2 di sezione, assicurarsi che non ci siano errori di cablaggio che possano creare
funzionamenti anomali.
2.8.4 Ricollegare la batteria, chiudere la chiave con deviatore in neutro: il led deve rimanere spento.
Selezionare la marcia e controllare che i teleruttori non chiudono e le ruote non girano.
2.8.5 Riaprire linterruttore chiave, scollegare la batteria ed eliminare il collegamento B-/A. Rifare poi la
corretta sequenza di accensione e verificare che il led si accenda e non lampeggi. Le ruote
girano normalmente. SE IN CONDIZIONI DEL PUNTO 2.7.4 IL VEICOLO FUNZIONA, IL
CONTROLLO GUASTO E VA SOSTITUITO.

2.8 Dal momento che nei teleruttori sono inseriti dei magneti di soppressione darco elettrico,
VERIFICARE che non siano presenti particelle metalliche che possono creare malfunzio-namenti.
Controllare la corretta polarit dei collegamenti ai terminali di potenza indicata con il segno +
sul coperchio in plastica del teleruttore.
2.8.1 IL CONTROLLO POWERPAK NON DEVE ESSERE ALIMENTATO CONTEMPORA-NEAMENTE
CON EVENTUALI CARICA-BATTERIA A BORDO MACCHINA altrimenti si possono verificare
guasti. In questo caso si deve prevedere un disinserimento automatico del controllo durante la
fase di ricarica.
3. CALIBRATORE E TARATURE

Per mezzo di un calibratore, sofisticato ma semplice da usare, possibile accedere alle regolazioni
(traction/pump personalities).
Sul suo display alfa-numerico, vengono anche evidenziati alcuni messaggi di guasto o di errate
manovre. Inoltre, sia per la trazione che per la pompa, possibile raggiungere altri due livelli di test e
ricerca guasti: la lettura delle tensioni e correnti sul controllo o sul motore (traction/pump status) e il
test dei segnali analogici e dei microinerruttori collegati (traction/pump test).

Con i tasti possibile spostarsi su livelli diversi.

I tasti permettono di muoversi allinterno di un singolo livello, scegliendo, per esempio, la


regolazione che si vuole variare. I tasti + - permettono invece di incrementare o diminuire il
parametro scelto.

662/14031

Inserimento Calibratore

Traction
OK

1.1Traction 1.2 Traction 1.3 Traction 1.4 Traction 1.5 Traction 1.6 Traction
Personalities Status Test BDI Fault Log Set Up

1.1.1 Trac Pers 1.1.2 Trac Pers


I. Max 250A Accel. 0.5s
P ERSONALIZZAZIONI DEL CONTROLLO DI TRAZIONE
Parametri Logiche Max Max Max Misura Taratura
Rifer. (* Nota: a 80V massima Med. i/o Min. Unit Unit Unit increm. Preimpo-
corrente 600A) High i/o 300A 450A 650A unit stata

1.1.1 Corrente limite M,H 50 A 300 A 450 A 650 A 10 A 100% A


1.1.2 Ritardo accelerazione M,H 0.1 S 5.0 S 5.0 S 5.0 S 0.1 S 1.0 S
1.1.3 Ritardo decelerazione M,H 0.1 S 0.5 S 0.5 S 0.5 S 0.1 S 0.1 S
1.1.4 Velocit iniziale M,H 0% 25% 25% 25% 1.0% 0%
1.1.5 Frenat. inv. marce (non rec.) M,H 50 A 370 A 560 A 810 A 10 A 75% A
1.1.6 Fren. rilascio accel. (non rec.) M,H 10 A (0 disabilitato) 370 A 560 A 810 A 10 A 25% A
1.1.6a Soglia frenatura (non rec.) M,H 0 100 100 100 1 153/180
1.1.7 Frenat. freno pedale (non rec.) M,H 10 A (0 disabilitato) 370 A 560 A 810 A 10 A 50% A
1.1.8 Frenat. invers. marce (rec) M,H 50 A 300 A 450 A 650 A 10 A 200 A
1.1.9 Frenat. rilascio acceler. (rec) M,H 10 A (0 disabilitato) 300 A 450 A 650 A 10 A 100 A
1.1.10 Frenat. freno pedale (rec) M,H 10 A (0 disabilitato) 300 A 450 A 650 A 10 A 150 A
1.1.11 Ritardo recupero M,H 0 ms (non rec.) 350 ms 350 ms 350 ms 10 ms 160 ms
1.1.12 Velocit massima M,H 0% 100% 100% 100% 1.0% 100%
1.1.13 Riduzione velocit 1 M,H 0% 100% 100% 100% 1.0% 100%
1.1.14 Ritardo accelerazione vel. 1 M,H 0.1 S 5.0 S 5.0 S 5.0 S 0.1 S 0.1 S
1.1.15 Riduzione velocit 2 M,H 0% 100% 100% 100% 1.0% 100%
1.1.16 Ritardo accelerazione vel. 2 M,H 0.1 S 5.0 S 5.0 S 5.0 S 0.1 S 0.1 S
1.1.21 Corrente apertura bypass M,H 10 A (0 disabilitato) 450 A 680 A 970 A 10 A 100% A
1.1.22 Ritardo chiusura bypass M,H 0.5 S 5.0 S 5.0 S 5.0 S 0.1 S 1.5 S
1.1.23 Corrente chius. indebol. campo M,H 50 A 300 A 450 A 650 A 10 A 50 A
1.1.24 Corrente apert. indebol. campo M,H 50 A 300 A 450 A 650 A 10 A 50 A
1.1.25 Ritardo servosterzo M,H 0S 60 S 60 S 60 S 1.0 S 2.0 S
1.1.26 Ritardo interruttore sedile M,H 0S 5.0 S 5.0 S 5.0 S 0.1 S 2.0 S
1.1.27 Ritardo elettrofreno M,H 0.0S 5.0 S 5.0 S 5.0 S 0.1 S 0.0 S
1.1.28 Livello zero acceleratore M,H 0V 5.0 V 5.0 V 5.0 V 0.02 V
1.1.29 Livello max. acceleratore M,H 0V 5.0 V 5.0 V 5.0 V 0.02 V
1.1.30 Livello zero freno pedale M,H 0V 5.0 V 5.0 V 5.0 V 0.02 V
1.1.31 Livello max. freno pedale M,H 0V 5.0 V 5.0 V 5.0 V 0.02 V
1.1.32 Livello zero economy M,H 0V 5.0 V 5.0 V 5.0 V 0.02 V
1.1.33 Livello max. economy M,H 0V 5.0 V 5.0 V 5.0 V 0.02 V
1.1.36 Limite velocit M,H 0KPH (0 disabilitato) 60KPH 60KPH 60KPH 1KPH 0KPH
1.1.37 Min. tensione inizio protez. M,H 14.5 V 48/80 V 48/80 V 48/80 V 0.5 V 18/60 V
1.1.38 Tensione min. di blocco puls. M,H 14.5 V 48/80 V 48/80 V 48/80 V 0.5 V 14.5/43 V
1.1.39 Max tensione inizio protez. M,H 14.5 V 75/100 75/100 75/100 0.5 V 65/95 V
1.1.40 Tensione max di blocco puls. M,H 14.5 V 75/100 75/100 75/100 0.5 V 70/97.5 V
1.1.41 Protezione batteria M,H 14.5 V 48/80 V 48/80 V 48/80 V 0.5 V 14.5/43 V
1.1.42 Ritardo protezione M,H 0.1 S 2.5 S 2.5 S 2.5 S 0.1 S 0.1 S

Nota 1) Secondo il tipo di controllo e di tarature nel SET UP alcuni parametri possono essere esclusi
2) Per passare a 1.1.5 a e 1.1.6 a, b premere .
3) Premere per passare direttamente dai parametri analogici da 1.1.27 a 1.1.32 al men di
test corrispondente (1.3.X) Premere sempre per tornare su personalizzazioni.
4) Se non si utilizza il teleruttore di recupero la taratura 1.1.11 deve essere 0.

4
3. 2 I NFORMAZIONI DI STATO CONTROLLO TRAZIONE
Cal. Tipo di Display Display Misura Info.
Parametri logica min. max. incremento memoria
Rif.
servizio

1.2.1 Tensione batteria M,H 0V 127 V 0.1 V +


1.2.2 Tensione motore trazione M,H 0V 127 V 0.5 V
1.2.3 Corrente motore trazione M,H 0A 1200 A 6A +
1.2.4 Temperatura controllo trazione M,H - 30 C + 225 C 1 C + -
1.2.5 Tensione mosfet M,H 0V 127 V 0.5 V
1.2.6 Tensione condensatori M,H 0V 127 V 0.5 V
1.2.7 Indicazione sensore velocit M,H 0 KPH 60 KPH 1 KPH
1.2.8 Ore funzionamento chiave M,H 0 ore 65279.9 ore 0.1 ore
1.2.9 Ore funzionamento trazione M,H 0 ore 65279.9 ore 0.1 ore
1.2.10 Stato sistema dati CAN M,H Previsto
- Reset memoria servizio M,H
Nota 1 : Informazioni memoria di servizio: con tasti + e - si accede ai valori min. e max
disponibili nella memoria di servizio

3. 3 T EST CONTROLLO TRAZIONE E CABLAGGIO


Cal. Tipo di Display Display Misura
Tipo di ingresso logica min. max. incremento
Rif.

1.3.1 Acceleratore (%) M,H 0% 100% 1%


1.3.2 Tensione acceleratore (Volt) M,H 0.0 V 5.0 V 0.02 V
1.3.3 Potenziometro freno pedale (%) M,H 0% 100% 1%
1.3.4 Tensione potenz. freno pedale (Volt) M,H 0.0 V 5.0 V 0.02 V
1.3.5 Potenziometro economy (%) M,H 0% 100% 1%
1.3.6 Tensione potenz. economy (Volt) M,H 0.0 V 5.0 V 0.02 V
1.3.9 Micro avanti (interruttore) M,H aperto chiuso -
1.3.10 Micro indietro (interruttore) M,H aperto chiuso -
1.3.11 Micro pedale(FS1) (interruttore) M,H aperto chiuso -
1.3.12 Micro emergenza (interruttore) M aperto chiuso -
1.3.13 Micro sedile (interruttore) M,H aperto chiuso -
1.3.14 Micro timone (interruttore) M aperto chiuso -
1.3.15 Riduzione velocit 1 (interruttore) M,H aperto chiuso -
1.3.16 Riduzione velocit 2 (interruttore) M,H aperto chiuso -
1.3.17 Riduzione velocit 3 (interruttore) M aperto chiuso -
1.3.18 Velocit microm. avanti (interruttore) M,H aperto chiuso -
1.3.19 Velocit microm. indietro (interruttore) M,H aperto chiuso -
1.3.20 Micro freno a mano (interruttore) M,H aperto chiuso -

1.3.21 Micro comando servosterzo (interruttore) M,H aperto chiuso -

1.3.26 Software versione/revisione M,H 000.00 999.99 -


1.3.27 Numero di serie del controllo M,H 00000000 99999999 -
Nota : A seconda della configurazione di SET UP, non tutti gli ingressi sono disponibili.
Es.: Carr. con timone (WALKIE) 1.6.10 SET UP NON DISPONIBILI : FS1 (1.3.11) e M. SEDILE
(1.3.13)

5
3.4 I NDICATORE SCARICA BATTERIA (B.D.I)

Cal. Tipo di Impostazione Impostazione Misura Preimposta-


Parametri logica min. max. incremento zioni
Rif.
1.4.1 Carica residua (%) M,H,P Indicazione % sul display
1.4.2 Tensione batteria M,H,P 24 V 96 V 2V V nominale
1.4.3 Tensione reset M,H,P 2.00 V/Cell 2.50 V/Cell 0.01 V/Cell 2.08 V
1.4.4 Tensione batteria scarica (Volt) M,H,P 1.50 V/Cell 1.99 V/Cell 0.01 V/Cell 1.73 V
1.4.5 Tensione livello di ricarica (Volt) M,H,P 0% 90 % 1.0 % 30 %
1.4.6 Blocco (%) M,H,P 0% 90 % 1.0 % 0%

3.5 M EN DI SETUP ( IMPOSTAZIONI )


Cal. Tipo di
Caratteristiche logica Opzioni
Rif.
1.6.1 Tensione ai teleruttori M,H 24 V / On / Off (Off = tensione di batteria)
1.6.2 Curva di accelerazione M,H Lineare / Curva / Doppia inclinazione / Molto curva
1.6.3 Indic. scarica batteria (BDI) M,H On / Off
1.6.4 Comando servosterzo M,H F + B / Varie combinazioni (FS1 / Dir / Fr. ped. / Sedile)
1.6.5 Economy riduce max corr. M,H On / Off
1.6.6 Bypass in corrente limite M,H On / Off
1.6.7 Sequenza devio / FS1 (SRO) M,H On / Off
1.6.8 Tipo di frenatura rec. M,H Proporzionale / Costante
1.6.9 Tipo di frenatura non rec. M,H Corrente costante / Percentuale fissa
1.6.10 Carrello con timone / sedile M,H RIDE ON = carrello con m. sedile / WALKIE = timonato
(questa taratura determina varianti di cablaggio conn. B)

1.6.12 Conf. ingr. dig. (Skt B pin 8) M,H Vel. micr. av./ Pompa/ Com. sterzo/ Fr. mano/ Rid. vel. 3
1.6.13 Conf. ingr. dig. (Skt B pin 9) M,H V. micr. ind./ Pompa/ Com. sterzo/ Fr. mano/ Rid. vel. 3/ Sonda
vel.
1.6.14 Conf. ingr. anal. 1 (Skt B pin 10) M,H Potenz. fr. ped. / Economy / Pot. accel.
1.6.15 Conf. ingr. anal. 2 (Skt B pin 11) M,H Potenz. Acceleratore / Pot. economy / Pot. Sterzo
1.6.16 Conf. tel. 3 (Skt C pin 4 Med / Hi M,H Logica Med I/O - Recupero / S.sterzo
I/O) Logica High I/O - solo Recupero
1.6.17 Config. telerutt. 4 (Skt C pin 5) M,H Bypass / Indebolimento campo
1.6.18 Config. telerutt. 5 (Skt C pin 6) M,H S.sterzo / Indeb. campo / Pompa / Led remoto

1.6.20 Memoria guasti (Fault Log) M,H On / Off


1.6.21 Memoria di servizio (Service Log) M,H On / Off
1.6.22 Numero del nodo M,H Pre-impost. 0
1.6.23 Max velocit M,H 5 a 60 KPH in 1 KPH Pre-impost. 20 KPH
1.6.24 Frequenza sonda M,H 10 a 200 Hz in 1 Hz Pre-impost. 100 Hz
Nota 1) Per memorizzare ogni variazione resettare con interruttore chiave.

6
3.5.1 M EN DI SETUP ( IMPOSTAZIONI ) VERSIONE SOFTWARE 3.00

Cal. Tipo di
Caratteristiche logica Opzioni
Rif.
1.6.1 Tensione ai teleruttori M,H 24 V / On / Off (Off = tensione di batteria)
1.6.2 Curva di accelerazione M,H Lineare / Curva / Doppia inclinazione / Molto curva
1.6.3 Indic. scarica batteria (BDI) M,H On / Off
1.6.4 Comando servosterzo M,H F + B / Varie combinazioni (FS1 / Dir / Fr. ped. / Sedile)
1.6.5 Economy riduce max corr. M,H On / Off
1.6.6 Bypass in corrente limite M,H On / Off
1.6.7 Sequenza devio / FS1 (SRO) M,H On / Off
1.6.8 Tipo di frenatura rec. M,H Proporzionale / Costante
1.6.9 Tipo di frenatura non rec. M,H Corrente costante / Percentuale fissa
1.6.10 Carrello con timone / sedile M,H RIDE ON = carrello con m. sedile / WALKIE = timonato
(questa taratura determina varianti di cablaggio conn. B)

1.6.12 Config. ingr. dig. (Skt B PIN 6) M,H Vel. micr. av./ Pompa/ Com. sterzo/ Fr. mano/ Rid. vel. 1-2-3
1.6.13 Config. ingr. dig. (Skt B PIN 7) M,H V. micr. ind./ Pompa/ Com. sterzo/ Fr. mano/ Rid. vel. 2-3
1.6.14 Config. ingr. dig. (Skt B PIN 8) M,H V. micr. ind./ Pompa/ Com. sterzo/ Fr. mano/ Rid. vel. 2-3
1.6.15 Config. ingr. dig. (Skt B PIN 9) M,H V. micr.ind./ Pompa/ Com.sterzo/ Fr. mano/ Rid.vel. 2-3/ Sonda vel.
1.6.16 Conf. ingr. anal. (Skt B PIN 10) M,H Potenz. Acceler. / Pot. economy / Freno pedale/ O. temp.
1.6.17 Conf. ingr. anal. (Skt B PIN 11) M,H Potenz. Acceler. / Pot. economy / Freno pedale/ O. temp.

1.6.20 Cont. 3 (Skt C PIN 4) M,H Recupero / Servosterzo


1.6.21 Cont. 4 (Skt C PIN 5) M Bypass / Indebolimento campo
1.6.22 Cont. 5 (Skt C PIN 6) M Indebolimento campo / Servosterzo / Pompa / Led remoto

1.6.26 Memoria guasti (Fault Log) M,H On / Off


1.6.27 Memoria di servizio (Service Log) M,H On / Off
1.6.28 Velocit sonda M,H On / Off
1.6.29 Max velocit M,H 5 a 60 KPH in 1 KPH Pre-impost. 20 KPH
1.6.30 Frequenza sonda M,H 10 a 200 Hz in 1 Hz Pre-impost. 100 Hz
1.6.31 Modo CAN - BUS M,H Stand alone / CAN master
1.6.32 Micro limite velocit M,H Normale / Alta

Nota 1) Per memorizzare ogni variazione resettare con interruttore chiave.


2) I valori sottolineati sono quelli pre-impostati

7
4. DIAGNOSTICA

MESSAGGI DI GUASTO TRAZIONE/POMPA E NUMERO LAMPEGGI DEL LED DI CONTROLLO


Messaggio Display Display lampeggi
Descrizione e reset Controlli da effettuare
Calibratore Standard Multifunzione LED
0 OK acceso Trazione e pompa OK. Nessuno
(lowest priority)
1 Testing... Run acceso Si verifica per un istante alla Nessuno
Test accensione chiave.
2 BDI Cutout BDI BDI 7 Blocco sollevamento attivo per Caricare la batteria
Cut CUT OUT tensione bassa.
3 Thermal Over TRAC 8 Temperatura interna >75 C. Aumentare piastra dissi-
Cutback Temp. HOT Lasciar raffreddare. pazione, pulire superficie,
eventuale ventola
4 Speed Probe Speed SPEED 6 Limite velocit attivo o fili staccati. Connessioni alla sonda.
Probe PROBE
5 Accel. Fault Accel ACCEL 6 Fili staccati o accel. premuto alla Conness. al pedale, tara-ture
Fault FAULT partenza. Reset con FS1. min/max potenz.
6 Contactor o/c Cont CONTACT 4 Telerutt. non chiudono o cattivo Controllare fili bobina, cavi
o/c FAULT contatto/circuito di potenza aperto potenza, spazzole motore.
reset con FS1 + Dir.
7 Contactor s/c Cont CONTACT 4 Teleruttore non apre o incollato. Pastiglie tel. saldate,
s/c FAULT Reset con FS1 e Dir. collegam., corto su tel.
8 Sequence Seq. SEQ 2 Dir./FS1 chiusi alla partenza. Dir./FS1 in neutro.
Fault Fault FAULT Controllare fili.
9 2 Dir. Fault 2 Dir 2 DIR 2 2 Dir. selezionate insieme. Controllare fili al deviatore.
Fault FAULT
10 SRO Fault SRO SRO 2 Dir. selezionata dopo 2 sec. da Prima selezionare Dir. poi
Fault FAULT FS1. Reset con Dir. FS1.
11 Seat Fault Seat SEAT 2 Micro sedile aperto alla partenza. Controllare micro sedile + fili
Fault FAULT
12 Inch Fault Inch INCH 2 M. vel. micrometrica chiuso allac- Contr. m. vel. microm. aperti
Fault FAULT cens./entrambi micro chiusi/ vel. alla partenza. FS1/Dir.
microm. con m. sedile/Dir./ FS1 /sedile da controllare.
chiusi. Reset: micro vel. microm.
13 Battery Low Bat. BATTERY 7 Volt batteria < della minima ten- Corretta tensione batteria o
Low LOW sione batteria. Reset con FS1/Dir. batteria scarica
14 Battery High Bat. BATTERY 7 Volt batteria > della massima ten- Corretta tens. batteria/ B+
High HIGH sione batteria. Reset con FS1/Dir. colleg. su controllo
15 Pers Error Pers PERS 1 Taratura al di fuori delle soglie Tarare la regolazione (sul
Error ERROR possibili allaccensione. display: ----.-)
16 CRC Error CRC CRC 1 Una o pi regolazioni smemoriz- Controll. tutte regolaz. Reset
Error ERROR zate. con chiave
17 Coil s/c Coil CAP 5 Bobina teler. in corto circuito o Bobina in c/c/transistor drive
s/c FAULT male collegato. Reset con chiave diretto a B+/errore cablaggio
18 Mosfet s/c FET MOSFET 3 Bypass in c/c o mosfet c/c F1/F2 collegati a B- / Mosfet
s/c FAIL c/c
19 Vari tipi di messaggi FAIL FAIL spento Guasto allinterno della scheda di Sostituire controllo
allaccensione controllo
(Priorit maggiore) Tel. marcia in c.c. (P. up trac. weld) Sostituire teleruttori
* NOTE: DIR = Micro direzione FS1 = Micro pedale (singolo)
5. INSTALLAZIONE DEL CONTROLLO

5.1 Il controllo deve essere fissato su una superficie pulita, liscia (max 0,2 mm. di deviazione)
senza vernice e possibilmente utilizzando un composto termico tipo GE G64/o DOW CORNING
per una migliore dissipazione del calore. La superficie deve essere una sezione metallica del
carrello in modo da poter raggiungere le caratteristiche massime dichiarate dal controllo.
Preferibilmente si consiglia di utilizzare una piastra di alluminio direttamente a contatto con il
controllo e di spessore di almeno 10 mm. e di dimensioni adeguate.

5.2 Le connessioni di POTENZA devono essere effettuate con cavi flessibili di adeguata sezione in
funzione della corrente. I terminali devono essere saltati o crimpati correttamente per evitare
surriscaldamenti. le connessioni sul controllo sono di tipo M8. Dovrebbe essere anche
utilizzato, secondo le normative CE, un interruttore di emergenza con micro-interruttore
ausiliare (vedi schema)

5.3 Il gruppo di teleruttori per motivi di sicurezza in caso di rottura non deve essere mai montato
con i contatti in verticale verso il basso.

5.4 Il controllo pu essere fornito sia separato che assemblato con i teleruttori (pannello).
Nel primo caso verranno utilizzati il connettore 1 e 2, nel secondo caso si utilizzer solo il
connettore 1 in quanto il connettore 2 gi pre-cablato con i teleruttori. I connettori, lato
cablaggio, possono essere forniti con il controllo.

5.5 Per il cablaggio ausiliare utilizzare cavi da 1 mm2 (18 AWG) e una pinza di crimpatura adatta al
tipo di contatto utilizzato per permettere una alta affidabilit del contatto stesso.

5.6 I cavi principali della batteria devono essere collegati con un fusibile di protezione adeguato. La
linea del ritorno chiave deve prevedere un fusibile ausiliare non superiore a 10A quando
vengono utilizzati i teleruttori ALBRIGHT specificati per i vari tipi di controllo.

5.7 Il polo negativo dellacceleratore deve essere collegato direttamente al terminale B-ve sul
controllo per evitare correnti elevate che alterino il segnale dellacceleratore.

5.8 Per le connessioni di potenza M8 sul controllo si richiede una forza di fissaggio di 11 NM.
6. COMPATIBILITA ELETTROMAGNETICA (E.M.C.)

Le seguenti indicazioni sullinstallazione dei controlli SEVCON della serie PowerpaK devono essere
seguite dai costruttori di veicoli elettrici per soddisfare la nuova Normativa Europea 89/336/CEE CEE
sulla compatibilit elettromagnetica.
Esse vanno considerate in aggiunta agli standard sulla sicurezza e sui cablaggi.

6.1 C AVI DI POTENZA


Il passaggio dei cavi di potenza molto importante nel controllo delle emissioni in Radio
Frequenza dal momento che, a partire dalla sorgente del rumore elettronico (tipicamente un
dispositivo a chopper da 15 kHz), tali emissioni vengono distribuite lungo i cavi e poi
trasmesse nellambiente.
Tutti i cavi devono essere mantenuti pi corti possibile per ridurre al minimo le superfici di
emissione e ricezione.
Cavi schermati od opportune schermature intorno ad essi possono essere utili; inoltre, per
diminuire le emissioni consigliato far passare i cavi molto vicino al telaio del veicolo o
allinterno di involucri metallici o, in ogni caso, allinterno del telaio stesso.
I cavi di andata e ritorno vanno cablati insieme. (Es.: il cavo del positivo e negativo batteria).

6.2 C AVI AUSILIARI


Il passaggio dei cavi ausiliari altrettanto importante sia per il tipo di emissione descritto
sopra, sia perch possono funzionare da ricevitore e immettere Radio Frequenze dentro il
controllo.
Come in precedenza, i cavi devono essere pi corti possibile e quelli di andata e ritorno a
dispositivi lontani dal controllo, come per il pedale, devono essere cablati insieme.
E consigliabile usare cavo schermato multipolare; se ci non possibile consigliabile
separare il cablaggio dagli interruttori da quello degli ingressi analogici.
In generale i cavi ausiliari vanno cablati lontano da quelli di potenza bench in alcuni casi pu
essere vantaggioso far passare i cavi di segnale vicino ai cavi di potenza con bassa
impedenza al negativo: per esempio, lo stesso cavo negativo B-

6.3 C ONTROLLO ELETTRONICO


Gli accorgimenti per ottenere una buona dissipazione termica e una buona riduzione delle
emissioni di onde elettromagnetiche tendono ad essere in opposizione tra loro.
Un ulteriore isolamento tra il controllo e il telaio del veicolo riduce laccoppiamento capacitivo
e quindi le emissioni ma peggiora le caratteristiche di dissipazione termica del controllo.
E quindi necessario un compromesso tra le due. Linstallazione completa deve essere
documentata in dettaglio e riprodotta fedelmente su tutti i veicoli prodotti. In caso di eventuali
cambiamenti bisogna considerare il loro effetto sulle emissioni elettromagnetiche a fronte di
ogni considerazione di riduzione di costo o di altri miglioramenti.
7. SCHEMI ELETTRICI E DISEGNI MECCANICI

Fig. 1 Schema collegamento ausiliario


Fig. 2 . Collegamento di potenza controllo trazione serie con recupero denergia

12
Fig. 3 - Collegamento di potenza controllo trazione serie senza recupero denergia

13
Fig. 4 - Disegni Meccanici

14