Sei sulla pagina 1di 2

Il narratore

LETTERA ALLE FAMIGLIE C'era una volta un narratore. Viveva povero, ma senza preoccupazioni,
DELLA PARROCCHIA DI felice di niente, con la testa sempre piena di sogni. Ma il mondo intorno
C A P E Z Z A N O P I A N O R E gli pareva grigio, brutale, arido di cuore, malato d'anima. E ne soffriva.
Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961 Un mattino, mentre attraversava una piazza assolata, gli venne un'idea.
e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it "E se raccontassi loro delle storie? Potrei raccontare il sapore della bontà
Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.altervista.org e dell'amore, li porterei sicuramente alla felicità". Salì su una panchina e
cominciò a raccontare ad alta voce. Anziani, donne, bambini, si
N° 457 – 4 LUGLIO 2010 fermarono un attimo ad ascoltarlo, poi si voltarono e proseguirono per
XIV SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO – LITURGIA DELLE ORE II SETTIMANA
la loro strada.
COME AGNELLI IN MEZZO AI LUPI Il narratore, ben sapendo che non si può cambiare il mondo in un
giorno, non si scoraggiò. Il giorno dopo tornò nel medesimo luogo e di
Gesù affida ai suoi il compito di continuare e perpetuare nel mondo la sua nuovo lanciò al vento le più commoventi parole del suo cuore.
missione fino alla fine dei tempi. Un mandato difficile, quasi impossibile, se Nuovamente della gente si fermò, ma meno del giorno prima. Qualcuno
affidato solo a delle forze umane e non solo perché la messe è molta e gli rise di lui. Qualche altro lo trattò da pazzo. Ma lui continuò imperterrito
operai sono pochi, ma soprattutto perché gli inviati, già di per se deboli, a narrare. Ostinato, tornò ogni giorno sulla piazza per parlare alla gente,
dovranno affrontare ogni genere di insidie e di persecuzioni. Vuole siano offrire i suoi racconti d'amore e di meraviglie. Ma i curiosi si fecero rari,
sgombri di ogni cosa, privi di ogni sostegno umano, ma solo fiduciosi in e ben presto si ritrovò a parlare solo alle nubi e alle ombre frettolose dei
Colui che li manda. Dovranno annunciare l'avvento del Regno di Dio sulla passanti che lo sfioravano appena. Ma non rinunciò. Scoprì che non
terra e la pace, come frutto primario della redenzione. sapeva e non desiderava far altro che raccontare le sue storie, anche se
L'annuncio che viene loro affidato, perché di origine divina, perché verità non interessavano a nessuno. Cominciò a narrarle ad occhi chiusi, per il
rivelata e vissuta da Cristo stesso, ha in se una intrinseca forza di solo piacere di sentirle, senza preoccuparsi di essere ascoltato. La gente
convinzione, per cui deve essere soltanto fedelmente proclamata e lo lasciò solo dietro le palpebre chiuse.
testimoniata. Passarono cosi degli anni. Una sera d'inverno, mentre raccontava una
Saranno poi proprio coloro che non accettano il messaggio della salvezza storia prodigiosa nel crepuscolo indifferente, sentì che qualcuno lo tirava
ad assumere la veste dei lupi e ad insidiare la vita degli i apostoli di Cristo. per la manica. Apri gli occhi e vide un ragazzo. Il ragazzo gli fece una
Ne è testimone la storia della chiesa fino ai nostri giorni. smorfia beffarda: "Non vedi che nessuno ti ascolta, non ti ha mai
Coloro che restano volontariamente nel loro peccato, rifiutando ascoltato e non ti ascolterà mai? Perché diavolo vuoi perdere così il tuo
colpevolmente i frutti della redenzione, diventano i persecutori della Verità tempo?". "Amo i miei simili" rispose il narratore. "Per questo mi è
perché questa seguita a pulsare dentro come acuto rimprovero mordendo le venuto voglia di renderli felici". Il ragazzo ghignò: "Povero pazzo, lo
coscienze. sono diventati?". “No" rispose il narratore, scuotendo la testa. "Perché ti
Dove non c'è la pace di Cristo facilmente sgorga il furore dell'uomo e le ostini allora?" domandò il ragazzo preso da una improvvisa
prime vittime pare debbano essere proprio gli annunciatori e i testimoni compassione. "Continuo a raccontare. E racconterò fino alla morte. Un
della pace divina. La chiesa così, in ogni tempo, si è adornata di eroi, di tempo era per cambiare il mondo". Tacque, poi il suo sguardo si
martiri e di santi. Non solo, ma dalle persecuzioni ha saputo trarre motivo di illuminò. E disse ancora: "Oggi racconto perché il mondo non cambi
rinnovata fedeltà a Cristo e di migliore fecondità nello Spirito Santo. Il me".
sangue dei martiri è diventato il seme prezioso donde generare nuovi figli,
nuovi frutti di santità.
"Dio è dentro il nostro cuore per dirti che devi essere bravo" scrive una GITA I N POLONIA
bambina nel quaderno di catechismo. La catechista le domanda: "E se una 6 – 11 SETTEMBRE
bambina non lo ascolta?". La bambina sgrana gli occhi e risponde tranquilla: 1° GIORNO: ITALIA-BRNO (REPUBBLICA CECA)
"Oh, lui ripete". Per questo ostinatamente, nonostante tutto, anche Dio 2° GIORNO: BRNO - CRACOVIA (POLONIA)
continua a raccontare la sua storia. Visiteremo il paese natale di PAPA GIOVANNI PAOLO II
3° GIORNO: WIELIZCKA - CRACOVIA
In cammino... prendiamo il largo! Partenza per l'escursione a WIELICZKA, storica città del sale
4° GIORNO: CZESTOKOWA - AUSCHWITZ
Donaci, Signore, il coraggio di lasciare gli ormeggi delle nostre Visiteremo CZESTOKOWA, il Santuario della Madonna Nera,
sicurezze, delle nostre abitudini per iniziare a metterci in cammino. e i campi di concentramento di AUSCHWITZ e BIRKENAU,
Non abbiamo da temere, Signore: getteremo le reti sulla Tua Parola. 5° GIORNO: BRNO - GRAZ
Fino ad ora vane sono state le fatiche, confidando sulle nostre sole 6° GIORNO: GRAZ-ITALIA
forze. Ci chiami a metterci in cammino per seguire le Tue orme. Spesa, tutto compreso, € 650,00 (100,00 all’iscrizione)
Orme a volte stanche, ma sicure. Supplemento singola 100,00
Quieta i nostri cuori, perché possa venire la Tua Parola e possa Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a: Don Angelo
illuminare i nostri passi. Dacci più fede, Signore, e il coraggio di Fernanda 0584 - 913335; Francesca 0584 - 913617
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
saper osare anche quando tutto intorno a noi frena gli slanci
7 – 8 SETTEMBRE
dell'annuncio. Ti chiediamo, Signore, il tuo aiuto perché la Chiesa
sia sempre in mare aperto e non in tranquille acque che danno Pellegrinaggio Diocesano a Roma
sentore di morte. Ti ringraziamo di averci scelti e averci dato fiducia. per i ragazzi che hanno ricevuto la Cresima quest’anno
Manda ancora, Signore, uomini e donne che abbandonano tutto per - Per iscrizioni o pagamenti rivolgersi in parrocchia
mettersi in cammino verso terre sconosciute. Molti versano il loro - Iscrizione entro domenica 25 Luglio
sangue sui passi dei lieti annunzi. Ti preghiamo per loro, Signore. Dà - Quota di iscrizione € 70,00
anche a noi lo stesso coraggio. Signore, compagno del nostro - Partenza ore 5.00 da Viareggio Piazza Mazzini
cammino, metti in noi l'impazienza per allungare il passo e - Visita a alla basilica di San Pietro e tombe dei papi e alla città
raggiungere i solitari della strada. Rimettici in cammino, quando i - Mercoledì 8 Settembre, partecipazione all’udienza del Papa
nostri passi si fanno stanchi e ci trovi delusi ai bordi della strada per - Rientro in serata
non aver pescato nulla. Continua ad essere il nostro buon - Responsabile diocesano: Don Luca Andolfi Tel. 348-7639318
Samaritano, versando l'olio della speranza. Nel nostro essere ------------------------------------------------------------------------------
pellegrini, riempi ancora le bisacce col Pane del cammino e il Vino SONO TORNATI ALLA CASA DEL PADRE
dei salvati. Accompagna i passi dei "pescatori di uomini" che hanno Navari Nicola e Rossi Aldo
scelto di condividere il pane duro dei poveri della Terra. ----------------------------------------------------------------------------------------
Infine, Signore nostro Dio, facci annunciatori di pace, là dove tutto ORARIO DELLE SANTE MESSE
parla di vendetta e di odio, di guerra e di violenza. Giorni feriali - Ore 8,30
Siano le nostre vite a parlare, sicuri che nulla è impossibile con Te e
Sabato - Ore 8,30 - 18
per Te.
Festivi - Ore 7 - 9 - 11 - 18
Nei giorni feriali - Recita delle Lodi alle ore 8,30