Sei sulla pagina 1di 3

Esercitazione su sistema di Energy harvesting a RF

Scopo dell’esercitazione è quello di progettare un sistema di Energy Harvesting a 900 MHz.

Passo 1: progetto di un’antenna in microstriscia rettangolare, su substrato di Rogers RT6002 (r =2.94, spessore =1.524 mm)

Aprire il simulatore elettromagnetico CST e scegliere il template “Planar antenna”. Scegliere l’origine del sistema di riferimento rispetto a cui parametrizzare la struttura (ad esempio come indicato nella figura 1, che riporta una possibile topologia finale dell’antenna: in questo caso l’origine del sistema è nel centro della metallizzazione rettangolare della patch. Occorre anche scegliere una origine per la quota z: ad esempio la faccia inferiore del piano di massa). Per aumentare la direttività dell’antenna scegliere una topologia rettangolare con larghezza (W) e lunghezza (L) tali che W=2L Ipotizzare una lunghezza L di tentativo dell’antenna sfruttando la relazione : L = 0 /(2*sqrt(r ))

y x
y
x
L S W
L
S
W

Feed line a 50

Fig. 1

a. Definire il substrato (larghezza=190 mm, lunghezza=160 mm, spessore=h=1.524 mm) di Rogers RT6002, selezionando il materiale dalla libreria disponibile.

b. Definire il piano di massa (larghezza=190mm, lunghezza=160mm, spessore=0.035 mm) di rame (Copper annealed nella libreria)

c. Definire la feed line di lunghezza 40 mm e Zc pari a 50 (prima calcolare la larghezza Wf della linea che implica una impedenza caratteristica Zc della linea = 50 utilizzando Macros/Calculate/ Analytical Line impedence, scegliendo Thin microstrip e definendo la sezione trasversale corretta)

d. Definire la metallizzazione della patch con W=2L, a contatto con la feed line

e. Definire il piano yz come piano di simmetria di tipo magnetico (Ht=0)

f. Siccome è raro che una antenna in microstriscia sia adattata ad una linea di impedenza 50 predisporre già gli intagli (larghi 1 mm e con lunghezza (S) di tentativo 10 mm) ai lati della linea, all’interno della patch (come in figura 1)

g. Definire il range di frequenza della simulazione 0.1 3.6 GHz (perchè avremo bisogno di almeno 4 armoniche nello spettro da impiegare in AWR, quindi 0.9*4 =3.6GHz)

h. Inserire i Field monitor a 900 MHz (Far Field e H-field/Surface current)

i. Definire una porta di tipo Waveguide larga almeno 6*Wf e alta 6*h che tocchi la massa inferiore e la faccia della feed line (figura 2)

j. Definire la Mesh con 10 linee per lunghezza donda (Global Mesh Properties/Lines per wavlength)

Fig. 2 k. Lanciare una analisi di tipo Transient Solver con Accuracy -35 dB (aumentare

Fig. 2

k. Lanciare una analisi di tipo Transient Solver con Accuracy -35 dB (aumentare la durata della simulazione: Time domain Solver/Specials/Steady State/Number of pulses/50) e vedere, al termine della simulazione, l’andamento del coefficiente di riflessione per verificare se l’antenna risuona alla frequenza desiderata. Decidere se è necessario modificare la lunghezza di antenna per centrare esattamente la frequenza di risonanza, ed eventualmente risimulare.

l. Fare partire una Sweep Analysis (Par. sweep in Transient Solver) cercando il valore ottimale della profondità degli intagli S tale da garantire un ottimo adattamento Antenna/feed-line (ad esempio 3 passi, da 20 a 40 mm). Come post-processing template result selezionare il valore del modulo di

S11.

m. Una volta scelto il valore ottimale della profondità degli intagli rifare un’analisi “secca” con il valore scelto e vedere campo irradiato e corrente superficiale. Terminata l’analisi esportare il file contenente il coefficiente di riflessione (dal grafico di S11 in 1D results eseguire File/Export/Touchstone) ed estrarre anche il valore dellimpedenza dantenna a 900 MHz.

Passo 2: Sfruttare i risultati precedenti all’interno di AWR per l’ottimizzazione di un sistema di energy harvesting

a. Aprire il file rectenna_starting-point.emp ed utilizzare il diodo a bassa soglia già presente nello schematico

b. Creare un circuito analogo a quello di figura

utilizzare il diodo a bassa soglia già presente nello schematico b. Creare un circuito analogo a

Fig. 3

In cui:

- Il substrato (Elements/Substrates/MSUB, da inserire per primo) ha le caratteristiche del Rogers RT6002 usato in CST

- La frequenza è la sola 900 MHz (per semplicità consideriamo solo il centro banda): Project Options/Frequencies

- La porta HB (Elements/Ports/Harmonic Balance/PORT1) ha -15 dBm di potenza disponibile e come resistenza di generatore la parte reale dell’impedenza d’antenna a 900 MHz (R_900MHz in figura) (si ricavi questo valore da CST)

- Una resistenza (Elements/Lumped Element/Resistor/RES) “negativa” in serie alla porta di valore pari a -R_900MHz (per togliere il contributo automaticamente inserito dal “misurato” d’antenna)

- Importare da Data file/Import Data file il sottocircuito contenente l’antenna. Trascinarlo sullo schematico da Elements/Subcircuits. Predisporre il bilanciamento della porta per avere i due terminali disponibili

- La rete di adattamento tra antenna e rettificatore consta di due linee (Elements/Microstrip/Lines/MLIN), uno stub radiale (Elements/Microstrip/Other/MRSTUB2W), ed una giunzione a T tra di essi (Elements/Microstrip/Junctions/MTEE)

c. Come variabili di ottimizzazione (Simulate/Optimize/Variables) definire: larghezza e lunghezza delle due linee, larghezza, raggio e angolo di apertura dello stub radiale, resistenza di carico, capacità del rettificatore

d. Poiché la funzione di rete efficienza di conversione RF-DC non esiste bisogna definirla. Definire come output la funzione di rete Potenza in continua (PDC) alla porta di uscita (Add New Graph/Add Measurement/Nonlinear/Power/Pcomp a freq. 0). Nelle Output equations inserire la PDC (Draw/Add Output Equation) e definire una nuova funzione (Draw/Add Equation) EFF=PDC*100/PRF (dove PRF deve corrispondere ai -15 dBm in scala lineare, oppure può essere prelevata come Pcomp a freq. 1 alla porta di ingresso)

e. Definire anche la Perdita di ritorno alla porta di ingresso, o meglio il parametro S per grandi segnali (grandezza non lineare) alla porta 1 (Add New Graph/Add Measurement/Nonlinear/Power/LSSnm (Large Signal S parameters) alla porta 1 e a 900MHz)

f. Vincoli delle variabili di ottimizzazione:

- W linee: 0.15 5 mm

-

- W stub: 0.15 - 2 mm

- R stub: 3.5 50 mm

- Teta stub: 30 -90 °

- R load: 10 50000

- Cap rettificatore: 0.1 50 pF

L linee: 5 - 50

mm

g. Specifiche di progetto (Optimizer Goals/Add Optimizer Goal):

- Efficienza > 30% (a bassi livelli di potenza incidente non si può pretendere molto di più)

- LSS11 < -10 dB

h. Ottimizzare (Simulate/Optimize) utilizzando Simplex Optimizer