Sei sulla pagina 1di 9

CORSI DI LAUREA IN MATEMATICA E FISICA

FOGLIO DI ESERCIZI # 2– GEOMETRIA 1

Esercizio 2.1 (Esercizio 1.1). Date le matrici

A =

1

3

e dati λ = 5, µ = 2, calcolare A + B,

B A,

1

2

B = 1

3

λA + µB.

Soluzione:

A + B =

1 + 3 3 + (1)

2 + 0 4 = 4

2

1 +

B A =

3 1 1 3

0 2 4 (1) = 4

2

0

4

2

3

2

5

5A + 2B =

5

15

5 + 2

10

6

0 = 11

13

8

10

3

Esercizio 2.2. Scrivere, se `e possibile, la matrice

come combinazione lineare di

Soluzione:

A = 1 1

1

0

D = 3

1

B = 0 1

1

1

0

1

C = 0 0

1

2

Si tratta di determinare se esiste soluzione dell’equazione

Ax + By + Cz = D

Esplicitando tale equazione otteniamo:

Quindi:

Ax + By + Cz = x x

x

0

+

0

y

x

x + y

x + 2z = 3

1

y z

y + 0

0

0

1

1

z = x + y

2z

x

  x = 3

x + 2z = 1

x

y

+ y

z = 1

= 1

x + 2z

y z

Risolvendo il sistema per sotituzione, si vede facilmente che ha soluzione data da

D = 3A 2B C.

Esercizio 2.3. Scrivere, se possibile, la matrice

come combinazione lineare di

A =

1

0

0

0

D = 3

1

B = 0

1

1

1

1

0

C = 0 0

0

1

x = 3

z

y

= 1

= 2

quindi

2

FOGLIO DI ESERCIZI # 2 – 2012-2013

Soluzione:

La risoluzione `e la stessa dell’esercizio precedente ed ` immediato verificare che D = 3A + B C, cio`e

  x = 3

y = 1

 

z = 1

`

la soluzione cercata.

Esercizio 2.4 (Esercizio 1.15). Date le matrici

A =

1

0

k

1

,

B = 2 1

3 2 ,

C = 3 1

6

3

stabilire se esistono valori di k per cui C `e combinazione lineare di A, B. In caso positivo esprimere tale combinazione lineare.

Soluzione:

Analogamente all’esercizio precedente si tratta di determinare se esiste soluzione dell’equazione

Ax + By = C

Esplicitando tale equazione otteniamo:

Quindi:

x + 2y

y

Quindi

Ax + By = x 0

kx

x

+ 2y

y

kx + 3y = 3

1

x + 2y

6

3

x + 2y = 3

kx + 3y = 6

y

x

= 1 + 2y = 3

2y 3y = x + 2y

y

x + 2 = 3

kx + 3 = 6

y

x

= 1 + 2 = 3

kx + 3y x + 2y

x = 1

kx = 3

y

x

= 1

= 1

x = 1

= 3

= 1

= 1

k

y

x

Se k = 3 il sistema ammette la sola soluzione x = y = 1 e A + B = C.

Se k

= 3 il sistema non ammette soluzione e C non `e combinazione di A e B.

Esercizio 2.5 (Esercizio 1.5). Date le matrici

calcolare 3A 2B e AB T .

A = 2

1

2

3

1

B = 1

Soluzione:

3A 2B = 6

3

2

9

3 2

6

4

3

AB T = 2

1

3

2

3

1

= 1 2
2

1 3

1 ·

1

Notiamo che la matrice 2 `e detta matrice scalare.

3

2

3

2 = 8

1

15

2

Esercizio 2.6 (Esercizio 1.4). Date le matrici

A = 1

2

3

4

I 4 =

1

0

0

0

0

1

0

0

0

0

1

0

0

0

0

1

23

3

1

FOGLIO DI ESERCIZI # 2 – 2012-2013

3

Soluzione:

Notiamo che la matrice quadrata I 4 `e detta matrice identica di ordine 4. In generale le matrici identiche (dei differenti ordini) vengono indicate I.

AI 4 = 1

2

I 4 A T = I 4 ·

3

 

4

3

2

1

4 = A  

1

2

3

4

= A T

=

Esercizio 2.7 (Esercizio 1.2). Per ognuna delle seguenti coppie di matrici A, B e scalari λ, µ R,

calcolare A + B, B A, λA + µB, AB, BA,

A 2 :

A =

1 1

2 2

A

1

= 3

0

1

2 0

1

1

1

 

B = 1

3

B = 1

1

3

2

4

0

4

0

2

5

0

 

λ =

1

2 ,

λ = 2,

µ = 0

µ = 1

Soluzione:

Comiciamo dalla prima coppia di matrici:

A + B = 4

1

3

6

λA + µB = 1

2 · A + 0 · B =

BA = 7

7

7

7

1

2 A = 1

1

2

1

1

2

Analogamente per la seconda coppia di matrici:

4

A + B = 2

1

0

3

0

3

4

1

λA + µB = 2A B =

BA = 21

7

1

0

4

0

10

1

1

1

7

5

0

6

0

0

7

2

 

B A =

AB =

2

4

2

3

12

6

1

2

A 2 = A · A = 3 6

B A = 4

3

2

AB = 11

2

0

4

7 0

0

5

0

2

1

4

1

6

1


A 2 = A · A = 2

0

1

0 0

3

3

6

0

5

3

Esercizio 2.8 (Esercizio 1.3). Date le seguenti matrici:

A 1 =

1

3

4

A 4 = 1

2

3

2

1

0

5

10 ;

0

5

0

0

3

2

2

  ;

A 2 =

0

4

2

3

2

A 5 = 4

4

4

0 0

5

2 ;

1

4

0

;

A 3 =

 

5

1

0

2

4 5

5

1

A 6 = 3 8

1

5

 

;

1

3

;

calcolare, quando possibile, i prodotti A i · A j per i, j = 1, 2, 3, 4, 5, 6.

Soluzione:

Ricordiamo che una matrice `e detta n × m se ha n righe e m colonne. Inoltre `e possibile moltiplicare due matrici A e B solamente se

A

`e

del tipo n × m

`e

del

B

tipo

m × k

4

FOGLIO DI ESERCIZI # 2 – 2012-2013

(cio`e se il numero delle colonne di A `e uguale al numero delle righe di B). Il risultato `e una matrice C del tipo n × k. Scriviamo solo i prodotti che `e possibile effettuare:

A 3 = 26

10

14

5

2

A 1 ·

A 2 · A 1 =

A 3 · A 2 =

0

8

20

4

20

A 4 · A 2 = 40

0

18

A 5 · A 1 = 32

0

2

35

A 6 · A 1 =

32

4

2


 

2

11

10

4

23

7

21

28

4

8

12

0

7

21

0

20

14

22

25

1

30

23

25

15

10

10

20

0

15

40

12

12

0

 

13

28

A 2 · A 4 = 8 11

A 3 · A 6 =

15

13

52

7

49

A 4 · A 6 = 77

6

12

A 5 · A 4 = 24

0

A 6 · A 4 =

8

35

20

10

5

9

29

0

28

49

2

30

20

0

 

5

10

5

7

11

8

12

31

2

Esercizio 2.9 (Esercizio 1,6). Calcolare la potenza A 3 della matrice

Soluzione:

Si tratta di eseguire due prodotti:

A 3 = A · A · A = 1

4

9

2 1

3

1

0

1

1

3

0

1

4 · 0

3

3

1

2

1

1

1

3

0

6

1 = 5

1

2

5

Esercizio 2.10 (Esercizio 1.7). Data la matrice

A =

1

3

1

2

A 2 · A 5 =

8

4

8

4

8

8

A 5 · A 5 = 8

12

0

2

4

A 6 · A 5 =

8

0

0

8

12

14

12

0


12

1

15

26

5

5

15

6

 

 

calcolare, se esiste, l’inversa di A (cio`e determinare se esiste la matrice B tale che AB = BA = I).

Soluzione:

Sia B la matrice cercata. Per potere effettuare i prodotti AB e BA, la matrice B deve essere 2 × 2. Sia quindi

B = x

z

la generica matrice 2 × 2 e calcoliamo il prodotto AB:

w

y

AB =

1

3

Dalla condizione AB = I segue

2 · x

z

1

w = y

x + z 3x + 2z

x + z = 1 y + w = 0 3x + 2z = 0 3y + 2w = 1

x

=

1 z

y = w

3(1 z) + 2z = 0 3(w) + 2w = 1

y + w 3y + 2w

x = = 1

w = 1

2

5

5

y

z = 3

5

5

FOGLIO DI ESERCIZI # 2 – 2012-2013

5

Di

conseguenza perch´e B verifichi la condizione AB = Ideve essere

B =

2

5

3

5

1

1

5

5

immediato verificare che tale matrice B soddisfa anche la condizione BA = I, di conseguenza B `e la

matrice inversa di A cercata. Metodi pi`u efficaci per calcolare l’inversa di una matrice verranno introdotti successsivamente.

Esercizio 2.11 (Esercizio 1.8). Date le seguenti matrici A, calcolare, se esiste, l’inversa di A (cio`e deter- minare se esiste la matrice B tale che AB = BA = I).

E’

A =

1

3

1

3

Soluzione:

Consideriamo la matrice

A =

1

3

1

3

A = 3

1

1

2

Per potere effettuare i prodotti AB e BA, la matrice B deve essere 2 × 2. Sia quindi

la generica matrice 2 × 2. Si ha

AB =

1

3

Dalla condizione AB = I segue

x + z = 1

y + w = 0 3x + 3z = 0

3y + 3w = 1

B = x

z

w

y

3 · x

z

1

w = y

x + z 3x + 3z

x = 1 z

y = w 3(1 z) + 3z = 0

3(w) + 3w = 1

y + w

+

3w

3y

x =

1 z

y = w 3 = 0

0

= 1

La terza e la quarta equazione sono impossibili, di conseguenza tutto il sistema non ammette soluzione.

Questo indica che la matrice A non ammette inversa.

Consideriamo ora la matrice

e sia

la generica matrice 2 × 2. Si ha

AB =

1

3

Dalla condizione AB = I segue

A =

1

3

B = x

z

1

2

w

y

1 · x

z

2

w =

y

x z

3x + 2z

3y + 2w

y w

x z = 1 y w = 0 3x + 2z = 0 3y + 2w = 1

x = 1 + z y = w 3(1 + z) + 2z = 0 3w + 2w = 1

x = 1 + z

= w

y

z

= 3

w = 1

x = 2

= 1

y

z

w = 1

= 3

Di

conseguenza deve essere

B =

2

3

1

1

E’

matrice inversa di A cercata. Una tale matrice B inversa di A viene normalmente indicata con A 1 .

immediato verificare che tale matrice B soddisfa anche la condizione BA = I, di conseguenza B `e la

6

FOGLIO DI ESERCIZI # 2 – 2012-2013

Esercizio 2.12 (Esercizio 1.9). Date le matrici

A =

2

0

0

3

calcolare AB, BA, BC e CB.

B =

1

0

2

3

C =

3

0

0

3

Soluzione:

AB =

BC =

2

0

3

0

4

9

6

9

BA =

CB =

2

0

3

0

6

9

6

9

Notiamo che AB

= BA, mentre BC = CB. Infatti il prodotto tra matrici non `e in generale commutativo;

nel secondo caso si presenta questa situazione particolare in quanto C = 3I.

Esercizio 2.13 (Esercizio 1.10). Si consideri il seguente insieme (matrici triangolari superiori di M 2×2 (R))

I

= a

0

b

c

| a, b, c R

Si verifichi che I `e chiuso rispetto al prodotto e alla somma di matrici, ovvero che presi due elementi di I anche il loro prodotto e la loro somma sono elementi di I.

Soluzione:

Siano

A

= a

0

b

c

B = x 0

y

z

due generici elementi di I. Dobbiamo verificare che A + B e AB sono ancora elementi di I:

c + x b

0

A + B = a

0

y = a + x z

0

b + y c + z

I

AB = ax 0

ay + bz cz

I

Notiamo che l’unica condizione per l’appartenenza a I `e che l’elemento di posizione 2, 1 si annulli.

Esercizio 2.14 (Esercizio 1.11). Mostrare attraverso un esempio che esistono matrici A, B non nulle tali che AB = 0.

Soluzione:

Possiamo prendere per esempio

A = 1

1

0

0

B = 0 0

0

1

Infatti A e B sono non nulle e AB = 0.

Esercizio 2.15 (Esercizio 1.12). Sia

A =

1

0

1

1

e B una matrice tale che AB = BA. Si dimostri che

dove λ,

x R.

B = λI 2 + 0 0

x

0

FOGLIO DI ESERCIZI # 2 – 2012-2013

7

Soluzione:

Sia

la generica matrice 2 × 2. Si ha

AB =

1

0

BA = b b

11

21

Dalla condizione AB = BA segue

B = b b

11

21

b

b

12

22

1 · b

b

1

11

21

b

b 22 ·

12

1

0

b

b 22 = b 11 + b 21

12

b 21

1 = b

b

1

11

21

b

b

11

21

b 12 + b 22 b 22

+ b + b 22

12

b

b

11

12

+ b 21 + b 22

b 21 = b 21

b 22 = b 21

= b 11

=

b 11 + b 12

+ b 22

b 21 = 0

b 22 = b 11

0 = 0 b 21 = 0

b 11 = t

b 12 = s b 21 = 0 b 22 = t

s, t R

Di conseguenza B deve essere del tipo

B =

t

0

Abbiamo quindi ottenuto che

dove λ,

x R.

s

=

t

t

0

0 + 0

0

t

0 s = t ·

B = λI 2 + 0 0

x

0

1

0

0 + 0

0

1

s

0

Esercizio 2.16 (Esercizio 1.18). Si risolva il sistema Ax = b dove

A = 2 1

3

4 ,

Soluzione:

Quindi Ax = b implica

Ax =

1

2

x 1 + 3x 2 = 2 2x 1 + 4x 2 = 2

x = x x

2

1

b =

2

2

3

4 · x x 2 =

1

x 1 + 3x 2 2x 1 + 4x

2

x 1 = 2 3x 4 6x 2 + 4x 2 = 2

2

x 2 = 3

x 1 = 7

La matrice A `e detta matrice dei coefficienti e la matrice b matrice o colonna dei termini noti del sistema

x 1 + 3x 2 = 2 2x 1 + 4x 2 = 2

Si dice anche pi`u semplicemente che A e b (oppure A|b) sono le matrici associate al sistema. Notiamo che si pu`o passare da A al sistema o viceversa semplicemente aggiungendo o togliendo le incognite.

Esercizio 2.17. Siano A e B matrici 3 × 3 tali che

AB = BA

B M 3×3

Si dimostri che deve necessariamente essere:

A = λI 3

per qualche λ R

8

FOGLIO DI ESERCIZI # 2 – 2012-2013

Soluzione:

Sia

A =

a

a

a

11

21

31

a

a

a

12

22

32

a

a

a

13

23

33

la generica matrice 3 × 3. Poich`e AB = BA per ogni matrice B, in particolare deve valere per

Di conseguenza:

AB = a 21

a

a

11

31

0

0

0

0

0 =

0

a 11

0

0

B = 0

0

0

0 0

1

0

0

0

a 12

0

0

a 13

0

0

= BA

La nostra matrice A deve quindi essere del tipo

A =

a 11

0

0

0

a

a

22

32

0

a

a

23

33

a 21 = a 31 = a 12 = a 13 = 0.

Analogamente la relazione AB = BA deve valere in particolare per

Di conseguenza:

0

AB = 0

0

0

B = 0

0

0

0

0 a 33

0

a 23 = 0

0

0

0

0 a 32

0

0

0

0

0

a 33

0

0

1

= BA

La nostra matrice A deve quindi essere del tipo

A

=

a 11

0

0

0

a 22

0

0

0

a 33

Ripetiamo lo stesso ragionamento con

ottenendo

AB =

a 11

0

0

a 11

0

0

1

B = 0

0

0

0 =

0

a 11

0

0

1

0

0

a 22

0

0

0

0

0

0

0 = BA

0

La nostra matrice A deve quindi essere del tipo

Utilizzando infine

otteniamo

AB = 0

0

0 a 11

0

0

a 11

0

0

A

=

a 11

0

0

0

B = 0

0

= 0

0

0 a 11

0

0

0

a 11

0

0

0

a 33

1

0

0

1

0

0

a 33

0

0

= BA

a 32 = a 23 = 0.

a 11 = a 22 .

a 11 = a 33 .

FOGLIO DI ESERCIZI # 2 – 2012-2013

9

La nostra matrice A deve quindi essere del tipo

A =

a 11

0

0

0

a 11

0

0

0

a 11

1

= a 11 · 0

0

0

1

0

0

0 = λI 3

1

per qualche λ