Sei sulla pagina 1di 15

La Furia del Traigolzu

di
Emanuele Nicolosi

Personaggi:
Husarud: un ragazzo Muetundhi, una razza di creature acquatiche marine,
Arkerei: una ragazza Krueshi, di una razza di creature acquatiche marine, che hanno una mente
evolute e sviluppata, che permette di usare telepatia o di Entrare dentro la mente delle altre
persone o di manipolare la materia con la forza della mente e del pensiero, potere, che nelle guerre
di conquista ed espansione Mirshaica, viene inibita e contrastata da armamenti avanzati Mirshaici,
immuni ai poteri dei Krueshi, tenuti come schiavi, tramite un dispositivo, per il controllo del
cervello dei Krueshi, che inibisce i poteri mentali dei Krueshi...
Imperatore Oiradon IV: l'imperatore a capo del Impero Mirshaico
Nei tempi antichi e ancestrali, i mostri marini dominavano i mari e gli oceani del mondo, creature
mastodontiche e titaniche, che erano i guardiani dei mari e degli oceani della Terra, creature
temure e rispettate dagli esseri umani
discendenti di razze e stirpi di mostri marini giganti, alcuni di esseri, vennero creati dal Dio
Poseidone, altri invece, esistevano da sempre, da epoche ancestrali, remote e millenarie, altri che
venivano da altri mondi, dimensioni e universi, il Dio Poseidon, fece creare delle stirpi di mostri
marini, perch potessero essere i guardiani dei mari e degli oceani del mondo, innumerevoli razze
di mostri marini, che si sparsero e si sparpagliarono nei mari e negli oceani del mondo,
colonizzandoli e popolandoli, qui, i mostri, si diversificarono e si ramificarono, in innumerevoli
razze e stirpi di mostri marini...
ma il tempo dei mostri marini giunse al termine, le innumerevoli razze dei mostri marini, o si
estinsero, o emigrarono in altri mondi, dimensioni e universi, abbandonando la terra per sempre...
uno di quei leggendari mostri marini, era il Traigolzu, guardiano di un isola di pescatori di corallo,
di speciali tipi di corallo, che custodivano poteri magici e custodi di una delle ultime razze
magiche, che ancora erano rimaste in quel mondo, ovvero, le Janai,
ma la regina degli oceani, una discendente del dio Poseidone, di nome Imonea, cre un esercito di
mostri marini, che inizi una guerra contro il Traigolzu e i suoi mostri marini alleati, la lotta, fu
vinta dai mostri servitori della regina Imonea, che rese prigioniero il Traigolzu, la regina Imonea,
vedeva il Traigolzu, come una minaccia e pericolo per il mondo intero e per la razza umana, come
una creatura troppo pericolosa per abitare quel mondo, cos, la Regina Imonea, con i suoi poteri
magici, riusc ad aprire un portale spazio-dimensionale, che fece trascinare il Traigolzu,
esiliandolo dalla Terra e facendolo portare in un altro universo, in un altra dimensione,dove il
Traigolzu, si ritrov esiliato,smarrito, in un angolo imprecisato, del eternit sconfinata, plurima e
illimitata degli oceani cosmici dei mondi, dimensioni e universi...
nel tempo, in cui il Mar Meditteraneo era popolato dai pescatori di corallo, ovvero, i Corallini, nel
tempo in cui la magia stava scomparendo e dissolvendosi dal mondo, il Traigolzu, il guardiano del
isola dei corallini e uno dei Titani del mare, veniva visto con ostilit e diffidenza dai popoli sia
della terra, che del mare, in quel tempo, la Regina-maga del mare, vedeva nel Traigolzu e nella sua

immensa potenza, una minaccia e pericolo per il mondo intero e per la razza umana,
cos, la Regina-Maga del oceano, fece catturare il Traigolzu, attirandolo in un tranello, con la magia,
la regina-Maga, fece aprire un portale spazio-dimensionale, con cui, il Traigolzu, venne spedito ed
esiliato in un altra dimensione, in un altro universo, fatto come un unico e immenso oceano, un
oceano cosmico eterno e infinito nello spazio e nel tempo...
il Traigolzu, per anni, esiliato a forza dal suo mondo e allontanato dal regno delle Janai, soffr
molto, patendo nel profondo del suo cuore per la distanza e lontananza, da chi amava e voleva bene,
ma in quel oceano, un oceano estraneo e alieno, il Traigolzu vag in solitudine, dovendo scontrarsi
contro altri mostri marini, che popolavano quegli oceani...
Prologo:
Cartagine, 540 A.C.
La citt di Cartagine, viene attaccata dal Traigolzu, che si trova a combattere e lottare contro altri
mostri marini, che stanno difendendo la citt di Cartagine, evocati e controllati mentalmente, dalla
Regina di Cartagine, ovvero Miranis, dal attacco del Traigolzu, si uniscono degli altri mostri marini,
mandati dal dio Poseidone, per punire la regina Miranis, della sua sete di potere, nella battaglia,le
mura del porto e la zona affacciata verso il mare di Cartagine, finisce devastata dai combattimenti, i
soldati cartaginesi, che provano a usare grosse e poderose armi d'assedio contro i mostri giganti,
finiscono sbaragliati e messi in fuga dai mostri marini, nel combattimento, la regina, evoca un Idra,
un mostro marino dotato del morso veleno, che malgrado sia ferito e lesionato dal traigolzu, riesce
ad avvelenare il Traigolzu, con ripetuti morsi velenosi, senza uccidere il Traigolzu, ma riuscendolo
a indebolire, cos, dei giganti di metallo, evocati dalla regina, che affiancano i mostri marini della
regina-maga cartaginese, lanciano delle grandi reti magiche senzienti, che catturano e imprigionano
il Traigolzu, le reti sono abbastanza resistenti da impedire la fuga al Traigolzu, che si ritrova
catturato e imprigionato, mentre i mostri marini, evocati dal dio Poseidone, scappano in rotta,
venendo sconfitti e sbaragliati, dai mostri della regina Cartaginese...
la regina di Cartagine,giunge in presenza del Traigolzu, dicendogli che lui oramai ha perso ed
stato sconfitto, che per il bene del mondo e della razza umana, dovr essere confinato e relegato in
un altro mondo,in un altro universo distantissimo e lontanissimo dalla terra, che dovr essere
talmente lontano e distante, nel tempo e nello spazio, da impedire al Traigolzu, di poter ritornare
sulla terra, poich, per volere della regina di Cartagine, il Traigolzu dovr essere condannato al
Esilio dalla Terra, condannato ad essere tenuto relegato e prigioniero in un universo del tutto ignoto
e sconosciuto al Traigolzu...
cos, nel porto di Cartagine, la regina Miranis, tramite un asta magica, che si porta sempre dietro,
evoca un portale spazio-dimensionale con la Magia, dove il Traigolzu, viene lanciato e scaraventato
dentro, poi, il portale si richiude, lasciandoci dentro il Traigolzu...
molto tempo tempo...
sono passati molti secoli, tempi immemori, da quando il Traigolzu si trova relegato in quel
oceanoverso, Traigolzu ha vissuto per tutto quel tempo,in totale solitudine, come un eremita,
vivendo in dei territori sottomarini selvaggi e sperduti, ai confini e margini di ogni cosa, vivendo
chiuso in se stesso, provando nostalgia per il suo mondo e una forte malinconia, vive di
sopravvivenza, scontrandosi contro altri mostri marini di quel mondo...

ma in quei territori sottomarini selvaggi, vergini e sperduti, giunge una spedizione con delle
astronavi, una spedizione composta da creature aliene antropomorfe marine-acquatiche, giunti in
quei territori, per cercare mostri marini giganti, la spedizione, avvista il Traigolzu e cerca di
catturarlo, il Traigolzu, da il via a una furiosa lotta contro i cacciatori di mostri giganti marini, che
sono armati con astronavi acquatiche da guerra leggere, veicoli da combattimento anti-mostro,
simili a dei Mecha acquatici e soldati, con corazze e fiocine sedative, il Traigolzu combatte bene,
riuscendo a tener testa ai cacciatori di mostri marini, ma i veicoli da cattura, bombardando il
traigolzu con dardi nervini, il Traigolzu e gi debole per il lungo tempo, trascorso senza combattere,
in un ambiente aspro e difficile, che ha stancato e sfiancato il Traigolzu, colpito ripetutamente dai
Dardi nervini, il Traigolzu, finisce indebolito, perde i sensi e cade a terra, privo di sensi, venendo
catturato dai cacciatori di mostri marini, viene chiuso dentro una rete e trasportato con delle
astronavi da trasporto, che portano il Traigolzu, in una vasta e immensa cosmopoli aliena acquatica,
che si trova sulla schiena di un grosso, titanico e mastodontico essere, simile a un Pesce-BalenaTartaruga, che nuota per tutto il tempo, per i mari e gli oceani di quel immenso, eterno e infinito
Oceanoverso...
il Traigolzu, osserva una immensa e sconfinata cosmopoli acquatica, pupulante di razze e forme di
vita di ogni specie e tipo...
ma il Traigolzu, viene catturato da una flotta di astronavi-acquatiche, comandate da un cacciatore
di Titani acquatici, ovvero, un cacciatore di mostri marini,
il Traigolzu, viene catturato e trascinato con apposite reti per mostri marini, in una immensa
cosmopoli sottomarina, abitata da razze acquatiche aliene e creature marine antropomorfe di ogni
specie e tipo, qui, il Traigolzu, venne venduto a peso d'oro, dal cacciatore di mostri marini, a un
potente Arsanicas, ovvero, un allevatore e domatore di mostri marini, il Traigolzu, venne
rinchiuso e confinato in un Arsunicur, che nel linguaggio locale, indica sia la palestra, che
allevamento per i mostri marini da combattimento...
Traigolzu e finito in un universo-oceano chiamato Okeanom, dominato da un crogiolo e marasma
di popoli, razze, etnie e culture, antropomorfe e non, tutte acquatiche-marine, dove non c'e la
superficie, ma solo profondit marina al eterno e al infinito, Okeanom e un universo eterno e
infinito nello spazio e nel tempo...
in questo universo-oceano, l'Impero di Mirshadam e in continua e costante espansione, un impero
egemonico e suprematista, che reputa la razza Mirshaica, come superiore a tutte le altre razze
marine, una razza imperialista, che reputa superiore anche gli ideali e stili di vita Mirshaici, che
pretendono di imporre agli altri popoli e razze di Okeanom...
nel Impero di Mirshadam, sono diffusi e comuni da sempre le lotte tra mostri marini giganti, detti
giochi dei Titani marini, divenuti un intrattenimento di massa nel impero Mirshaico,
ma l'impero Mirshaico, ha iniziato a usare tecnologie avanzate per i viaggi inter-dimensionali, sia
per spostarsi nei territori immensi e illimitati del Okeanom, sia per andare in altri mondi, universi e
dimensioni, per rapire mostri marini e portarli a Mirshanam, la capitale imperiale, per sfruttare i
mostri marini, come lottatori in lotte che avvengono in delle Arene, lotte che ricalcano, le lotte tra i
Gladiatori...
-

nella civilt titanica acquatica dei Mirshai, vige da tempi immemori, l'usanza e tradizione dei
Nurg-Modon, ovvero, lotte tra mostri marini, con mostri giganti marini, che vengono allevati e
addestrati appositamente per la lotta tra mostri marini, promossa dal governo Poli-Imperiale
Mirshaico, come forma di controllo o freno per le masse, un metodo per tenere a freno il dissenso
e il malcontento popolare, per evitare che la gente, possa ribellarsi o ritorcersi contro l'impero...
i mostri marini, vengono fatti combattere in delle apposite Arene per le lotte tra mostri marini, simili
a delle specie di Colossei o per l'appunto Arene di quel mondo, Arene grandi e vaste, dove
attorno alla platea degli spettatori, vengono costruiti appositi scenari o paesaggi, sia naturali che
artificiali, che riproducono o citt o ambienti naturali, dove i mostri marini si scontrano e si
scannano, ma allo stesso tempo, devastanto e distruggendo quel ambiente riprodotto artificialmente,
per l'intrattenimento e il divertimento del pubblico...
i mostri marini vengono custodi e allenati, in delle apposite Palestre e dormitori per i mostri
marini, detti Titanari, dove i mostri marini, sono costretti ad allenarsi ed esercitarsi, per
combattere e lottare nei vari scontri, contro altri mostri marini, le varie palestre sono gestite da
ricche e potenti famiglie di domatori di mostri marini, in rivalit perenne tra di loro, che danno del
loro meglio, a ogni costo, per migliorare i loro mostri marini e renderli pi forti, potenti e allenati
dei mostri marini delle palestre rivali...
Attorno alle lotte di mostri marini, si creato un giro e traffici di scommesse di Idrobolle, la
moneta di quel mondo, fatta di scommettitori che guadagnano e perdono idrobolle dalle
scommesse sulle lotte di mostri marini...
presentatore: Signori e signore... eccovi a voi... la belva divoratrice, il mangiatore insaziabile di
animali marini d'ogni specie e tipo, il terrore dei pesci e dei cetacei, l'incubo notturno dei mari
remoti, ECCOVI A VOOOOI... SKAN-GHARU! LA FOCA ASSASSINA!
Il Skan-Gharu, entra nel arena, rilasciando un ruggito dalla sua bocca, accolto, dagli applausi degli
spettatori...
Presentatore: ora, proprio in questo preciso istante, arrivera l'altro sfidante! Egli e un titano del
mare, proveniente da un mondo sperduto e remoto, nello spazio e nel tempo, egli era un Re nel suo
mondo, egli e una strana creatura, non di questo mondo, egli e un Re, ma riuscir a restare ancora
Re? O dovr cedere la corona a Skan-Gharu, la Foca assassina? Signore e signori, ECCOVI A
VOOOOI! TRAIGOLZU! LA BESTIA DAL ARMATURA DI CORALLO!
Il Traigolzu entra nel Arena, accolto dai fischi e prese in giro degli spettatori...
In un duello, il Traigolzu, si ritrova a scontrarsi contro un mostro marino, dalle fattezze di una foca
Monaca gigante antropomorfa, ricoperta con un armatura, che prima dello scontro, i domatori di
mostri marini, gli hanno iniettato nel cervello della creatura marina gigante, tramite dei Tentacoli di
una creatura simile a un Polipo-Medusa, un liquido che influendo sul cervello della creatura, gli fa
perdere la ragione e lo rende brutale, violento e feroce, il liquido ha anche l'effetto di potenziare e
rafforzare i muscoli della creatura, questo per volere del imperatore, che per rendere pi attrattive e
coinvolgenti i duelli al grande pubblico, rende i mostri marini pi brutali, violenti e feroci...
il Traigolzu, si scontra contro la creatura marina, ma la creatura si rivela forte e abile, inizialmente,
infligge danni al Traigolzu, ferendolo e morsicandolo, poi, il Traigolzu, raccoglie le forze e
reagisce, colpendo ripetutamente a pugni, la creatura, che stremata e sfinita, cade a terra...

maledizione! Io ci avevo scommesso delle Idrobolle su quel mostro lottatore!!!


dopo quel combattimento, il Traigolzu, viene riportato Palestra, imprigionato in grandi e immense
catene, nella Palestra, il Traigolzu, riesce a fraternizzare e fare amicizia, con Husarud, un addetto
alle pulizie della Palestra, un giovane ragazzo di una razza acquatica, conquistata e soggiogata dal
Impero Mirshaico, che per sopravvivere, svolge lavori umili dentro la Palestra, facendo anche da
servitori dei ricchi e potenti domatori e addestratori di Mostri marini, che hanno fatto del loro
mestiere, un affare, una ricca e lucrosa forma di investimento economico e di forma di affermazione
sociale per salire nei gradi del aristocrazia Mirshaica.
Traigolzu, inizia ben presto a solidarizzare e fare amicizia, con gli altri mostri marini, anche loro
catturati e tenuti prigionieri nel Titanario, dai cacciatori di mostri marini e dagli addestratori di
mostri marini, Traigolzu inizia a provare empatia e compassione, per quei Titanodonti marini, che
si trovano rinchiusi e imprigionati in quella Palestra, che somiglia pi a una prigione, che a una
palestra, dove i mostri marini, sono sfruttati, schiavizzati e umiliati, vittime di vessazioni e
angherie, il Traigolzu, inizia a progettare e studiarsi un piano, o per fuggire da l o per dare il via a
una rivolta...
intanto, Al palazzo imperiale Mirshaico, nel Harem del imperatore Mirshaico, si trova una giovane
ragazza, di nome Arkerei, una schiava catturata e prelevata dai soldati imperiali, per diventare una
Concubina del imperatore, Arkerei, sogna un giorno, di essere libera dalla sua prigionia...
Arkerei, fa da Concubina o Odalisca del imperatore Mirshaico, al interno del Harem del
Imperatore, poich, nel aristocrazia Mirshaica, i pi ricchi e potenti dei nobili, hanno dei loro
Harem, fatte di donne schiave e serve, catturate e rese prigioniere nelle campagne di conquista del
impero Mirshaico e sfruttate come schiave per i ricchi e i nobili aristocratici, Arkerei, sogna la
libert e sogna di essere una donna libera, di scappare o fuggire dal Harem imperiale, ma da
molte notti, Arkerei, fa dei sogni, dove vede un mostro marino gigante, mettersi a capo di un vasto e
immenso esercito di mostri marini giganti, con lo scopo di cambiare e stravolgere ogni cosa, per
Arkerei, sono dei sogni premonitori, delle premonizioni...
qualche giorno dopo, il traigolzu, si ritrova nuovamente a combattere nel Area dei Titanodonti
marini, questa volta, l'evento e molto pubblicizzato, come un evento largamente atteso, dove sar
presente anche la corte imperiale, per assistere al combattimento, poich, uno dei nuovi mostri
marini catturati e un Bottino di guerra, catturato dalle truppe imperiali Mirshaiche, in una recente
campagna militare, dove l'impero Mirshaico ha conquistato un nuovo territorio, dominato da una
razza di polipi senzienti, come trionfo per la recente campagna militare vittoriosa, l'imperatore
ordina che si tenga la lotta tra il mostro marino catturato e il Traigolzu, con lo scopo di usare il
combattimento, come forma di propaganda, per rappresentare il Trionfo e supremazia del impero,
sulle razze barbariche e primitive, il trionfo della civilt, sulle forze ancestrali e primordiali, la
forza della razionalit, contro la forza del istinto...
ma prima del combattimento, nelle stanze che separano l'Arena dagli alloggi dei domatori di
Titanodonti, dei soldati, iniettano nel Qosh-Mukhu, tramite sacche collegate a dei tentacoli
accuminati, un fluido, un siero che rafforza e cementifica, le fibre carnose del Qosh-Mukhu,
rendendolo pi forte e resistente, ma il siero, influisce anche sul cervello della creatura, rendendola
pi aggressiva, violenta e feroce...
il Traigolzu, entra dentro l'arena, con attaccato dietro al collo, un dispositivo, simile a una
conchiglia, che agganciato ai neuroni e al cervello del Traigolzu, gli impedisce di scappare e di
fuggire, poich e un dispositivo per il controllo neurale, usato da dei Domatori di mostri marini,
per controllare il Traigolzu, arrivando a usare dei macchinari, per controllarne anche i movimenti...

nel nuovo Duello, il Traigolzu, si scontra contro una piovra gigante corazzata di nome Qosh-Mukhu,
nel combattimento, il Qosh-Mukhu, riesce a tener testa al Traigolzu, poich, il Qosh-Mukhu e
intriso della sostanza nervina, che l'ha reso pi forte, ma anche pi aggressivo...
nella platea alta, dove si trova la corte imperiale, si viene a sapere da dei consiglieri imperiali, che
parlano tra di loro, che l'imperatore, ha iniziato a promuovere, in accordo con i domatori di
Titanodonti e i direttori delle Arene, delle droghe e sostanze nervine, simili al Doping, che
vengono iniettate nei Titanodonti, con lo scopo di rendere gli scontri nelle arene, pi brutali e
violenti, ma anche pi lunghi e violenti, per attirare maggior punto e dare pi intrattenimento e
Coinvolgimento nelle lotte e nei combattimenti, da intrattenere di pi il pubblico, che chiede
sempre pi violenza e combattenti sempre pi forti e potenti...
nel combattimento, il Qosh-Mukhu, dotato di una selva di tentacoli, riesce a immobiliare il
traigolzu, ma il Qosh-Mukhu, rivela che nei suoi tentacoli, nascondeva anche degli artigli uncinati,
che usa per ferire e lacerare la carne del Traigolzu...
Arkerei, guarda spaventata e preoccupata, il Traigolzu ferito e indebolito, mentre l'imperatore,
assieme al imperatrice, reputano che oramai, il Traigolzu sia perso e spacciato, la vittoria viene data
per certa al Qosh-Mukhu, ma il Traigolzu, riesce a reagire, concentrando le sue forze ed energie e
riuscendo a liberare un braccio, con cui colpisce in faccia il Qosh-Mukhu, la forza del Traigolzu,
diventa talmente potente e immensa, da mandare in crisi e in Tilt, il dispositivo di controllo neurale
Nella lotta, il dispositivo, viene accidentalmente danneggiato dal Qosh-Mukhu, che accettato dalla
Rabbia e dalla furia, colpisce con il tentacolo ricoperto di artigli uncinati, il dispositivo dietro la
testa del Traigolzu, facendolo sganciare, questo libera il Traigolzu dalla sua prigionia mentale, il
Traigolzu, allora, divenuto un vulcano di energia, salta addosso al Qosh-Mukhu e lo colpisce
ripetutamente a pugni, sconfiggendolo, questo lascia sbalordita e spiazzata la platea piena di gente e
lo stesso imperatore e corte imperiale, che non si aspettavano un simile ribaltamento della
situazione...
Durante la lotta nel Arena, il Traigolzu, riesce a liberarsi dalla sua prigionia, dopo aver sconfitto la
creatura nel combattimento, il Traigolzu allora, si ribella e inizia a devastare l'intera arena,
prendendo una grossa scogliera e scaraventandola contro la zona del Arena, dove si trova la corte
imperiale, l'imperatore e i presenti, riescono a salvarsi in tempo, ma il grosso macigno, devasta una
porzione del Arena, questo fa piombare tutti gli spettatori nel Panico, il Traigolzu, allora, si dirige
verso l'imperatore, prendendo dalle sue concubine, la ragazza, che il Traigolzu, mette al riparo con
lui, poco dopo, il Traigolzu, si dirige alla Palestra dei mostri giganti, che si trova l a fianco e
riesce a liberare tutti i mostri marini, che si sfogano, devastando l'intera capitale imperiale e
scontrandosi contro l'esercito imperiale e le astronavi marine imperiali da combattimento, che si
scontrano contro i mostri marini ribelli...
il Traigolzu, osserva Arkerei, che nella sua mente, prende la forma di una ragazza, una Janai,che
viveva nel mondo da cui proveniva il Traigolzu, Arkerei gli fa ricordare a traigolzu quella ragazza,
quindi, il Traigolzu, si dirige verso l'alta Platea, spaventando e terrorizzando la corte imperiale:
consigliere: aiuto! Il Titanodonte vuole uccidere l'imperatore! Fermatelo! FERMATELO PRESTO!
Tutti pensano che il Traigolzu, voglia uccidere l'imperatore e spazzare via la corte imperiale, ma si
limita, solo a prendere Arkerei, con la sua grossa mano e a portarsela via, questo lascia sbalorditi e
spiazzati la corte imperiale, che non si aspettavano una simile reazione dal Traigolzu, una
reazione giudicata molto Umana, per un mostro marino gigante...
ma l'imperatore, guarda con interesse a quella cosa, nota che il Traigolzu e molto affezzionato a
quella ragazza e inizia a studiarsi le cose nella mente...

il Traigolzu, liberato dalle sue catene e controlli, riesce a liberare gli altri mostri marini e a scatenare
una ribellione e rivolta al interno della Palestra dei mostri Marini, i mostri marini, scappano dalla
Palestra e dal Arena e dilagano per la capitale imperiale, devastandola e mandandola in macerie,
scatenando il caos e il panico, nelle strade,viene schierato l'esercito imperiale, che schierati cannoni,
astronavi e armamenti pesanti, reagiscono sparando addosso ai mostri marini, che per, si rivelano
forti, potenti e resistenti, abbastanza da resistere alle armi delle truppe imperiali, che si ritrovano a
fuggire dal avanzata innarestabile dei mostri marini giganti, che circondano il palazzo imperiale e lo
assaltano, devastandolo e radendolo al suolo,ma la corte imperiale e l'imperatore,si trovavano
ancora al Arena, fuori dal palazzo, quando il palazzo imperiale, finisce devastato e raso al suolo,
privando l'imperatore Mirshaico del suo palazzo...
ben presto, i mostri marini, prima distruggono la palestra, poi fuggono, scappando da essa,
dirigendosi verso il mare aperto, dove si riparato per fuggire dai loro aguzzini e carcerieri...
i mostri marini, decidono di lasciare la capitale imperiale, essendo oramai, abbastanza devastata e in
macerie, avendo inferto un duro colpo al impero Mirshaico...
Traigolzu e i mostri marini ribelli, si rifugiano in delle montagne sottomarine, che diventano il covo
dei mostri marini ribelli...
la notizia della devastazione della capitale imperiale e della ribellione dei mostri marini, ben presto,
si diffonde e si dilaga in tutto l'impero Mirshaico e anche nei territori esterni al impero, poich
l'impero Mirshaico nella sua immensit e vastit e piccolo e striminzito di fronte al eternit e
infinit del Okeanhum, la notizia viene accolta con entusiasmo dai popoli oppressi e soggiogati
dal Impero Mirshaico, ben presto, dilagano le rivolte e le ribellioni in tutto l'impero Mirshaico, le
guarnigioni imperiali, finiscono assaltate e sbaragliate, si formano eserciti di popoli e razze ribelli,
che si uniscono e si coalizzano per contrastare le truppe imperiali, sempre pi territori cadono in
mano ai ribelli, mentre al esterno, popoli, razze, etnie, culture, Imperi e regni,schierano le loro forze
militari ai confini e frontiere del Impero Mirshaico e si preparano a una guerra su vasta scala per
sconfiggere e sbaragliare l'impero, poich l'Impero Mirshaico e un impero militarista,
guerrafondaio, espansionista e Imperialista...
nelle citt imperiali del impero Mirshaico, la Centriasi del Sommo Okosan, una specie di
Chiesa Mirshaica, inizia a organizzare dei rituali religiosi, simili a messe, dove il Traigolzu e
ritratto come un demone o un entit demoniaca, mandato dal Demonio,ovvero Arikuns, il
Distruttore di oceani, reclamando che il Traigolzu e i suoi mostri marini, saranno combattuti da
Okosan, il Dio-Oceano, il signore cosmico supremo di tutti gli oceani, per il sacerdote, la razza
Mirshaica e la razza eletta, la razza suprema, l'unica razza del Okenanhum ad essere creata a
immagine e somiglianza di Okosan, la razza prediletta del Dio Okosan, con lo scopo di dominare e
soggiogare tutte le razze Pagane o infedeli o Miscredenti o diverse da quella Mirshaica, con il
dovere sia di diffondere il Verbo di Okosan, che si esportare la civilt ai popoli barbari e
primitivi...
la Centriasi del Sommo Okosan e un alleato di ferro del Imperatore Mirshaico, un braccioo
strumento religioso del impero Mirshaico, uno strumento di potere, usato dal Impero Mirshaico,
per aumentare il favore e il consenso delle masse verso l'impero Mirshaico...
i sacerdoti Okosanici, nel tentativo di aizzare i Mirshaici contro il Traigolzu e i mostri marini
giganti, tentano di manipolare mentalmente la massa, creando un clima di paura, ansia e paranoia,
spaventando e terrorizzando le masse, facendo leva sul terrorismo psicologico, ritraendo il
Traigolzu come una creatura demoniaca, come un Demone, che vuole distruggere l'impero
Mirshaico e la razza Mirshaica, come una creatura mostruosa e malvagia, come il male incarnato da
combattere e contrastare, anche se in realt, sono tutte menzogne, volute dal imperatore, per

rafforzare il suo potere, poich la Centriasi di Okosan e controllata direttamente dal Imperatore
Mirshaico...
si crea cos, un clima di panico e isteria di massa nelle Citt imperiali, dove gli uomini, si
arruolano di massa nelle forze armate e avviene un massiccio dispiegamento militare, promosso sia
dalle autorit imperiali che dalla Centriasi di Okosan, le citt imperiali finiscono fortificate, al
interno del Impero Mirshaico, la ribellione dei Titanodonti marini, guidati dal Traigolzu, divenuto
il capo e leader della ribellione, diventa una vera e propria guerra su vasta scala, che da
indebolendo da dentro l'impero Mirshaico...
per il fatto che il palazzo imperiale e ridotto a macerie e che la capitale imperiale e devastata e in
ginocchio, l'Imperatore e la sua corte, vengono evacuati dalla citt imperiale, devastata e ridotta in
macerie e trasferiti in un astronave-fortezza sottomarina, da cui l'imperatore Mirshaico, guida gli
eserciti imperiali nella guerra contro la ribellione dei mostri marini da combattimento...
ben presto, di fronte ai successi e vittorie del esercito dei mostri marini ribelli, i popoli e razze
oppresse e soggiogate dal impero Mirshaico, ottengono la loro libert e si uniscono in grandi e
immensi eserciti ribelli, guidati dai Mostri marini ribelli, che proteggono e affiancano gli eserciti
ribelli nelle loro battaglie contro l'esercito imperiale Mirshaico, le continue vittorie, mandano in
crisi, l'autorit imperiale che corre ai ripari,
il Traigolzu, riesce a radunare attorno a lui, un intero esercito, un orda di mostri marini giganti, con
cui minaccia di dare il via a una guerra su vasta scala, contro l'Impero Mirshaico, per farlo crollare e
sfaldare, per liberare i popoli oppressi e soggiogati dal impero Mirshaico.
Questo fa spaventare e terrorizzare i funzionari imperiali Mirshaici, che corrono ai ripari, studiando
piani e stratagemmi contro il Traigolzu e il suo esercito di mostri marini giganti, nel tentativo di
fermarli...
nel autorit imperiale, trasferita in un palazzo-fortezza errante, strutturato come una titanica e
mastodontica astronave da guerra sottomarina, avviene un raduno d'emergenza di generali e
consiglieri imperiali, che discutono in maniera animata e preoccupata su come risolvere e affrontare
l'emergenza: l'impero Mirshaico sta crollando a pezzi, si sta sfaldando, pi le forze ribelli avanzano,
pi l'Impero Mirshaico perde porzioni del suo impero, che si riduce e assottiglia sempre di pi,
l'Imperatore,lasciate le sue stanze private, giunge in una grande sala, dove e in corso il raduno
d'emergenza, l'imperatore giunge al luogo della discussione, che interrompe di colpo, per illustrare
ai presenti, la Soluzione al problema: una soluzione drastica e radicale, un estremo rimedio a un
male estremo:
consigliere: Vostra altezza! Non vorr davvero liberare i Dreagon? Lo sapete benissimo che
antichi editti imperiali, risalenti alla prima fondazione del impero Mirshaico, proibiscono il
risveglio di quelle creature, sono armi viventi pericolossime! Appartenenti a una civilt ancestrale
e millenaria, di cui se ne sono dimenticate oramai origini ed esistenza! Sappiamo poco o nulla sul
funzionamento di quelle creature! Potrebbero sfuggirci al nostro controllo!
Imperatore: ma gli editti imperiali, affermano anche che un Imperatore Mirshaico, ha il potere di
liberare i Dreagon in caso di emergenza o di estrema necessit, lo sapete bene che editti
imperiali molto antichi, ancora validi, stabiliscono che se a rischio l'esistenza stessa del impero o
se viene messa in dubbio l'autorit imperiale, l'imperatore pu liberare i Dreagon come soluzione
estrema e drastica per salvare l'impero? Se si tratta di salvare l'autorit imperiale, tutto e
permesso! Non possiamo metterci a fare i moralisti proprio adesso, saranno sacrificate delle vite,
lo so, ma il bene del impero e della gloriosa grandezza Mirshaica, viene prima del bene del popolo

plebeo!
Generale: Vostra altezza! Questo vuol dire fare uso di armi di distruzione di massa oltre ogni
immaginazione e concezione pensabile o concepibile, vi avverto che se quelle creature potessero
anche sterminare i Titanodonti marini ribelli senza problemi, dovremmo sicuramente iniziare
una nuova guerra o impegnare al massimo le nostre risorse per distruggere o annientare i
Dreagon: e altissimo il rischio che i Dreagon, possano ritorcersi contro di noi, causando uno
sterminio di massa che potrebbe far sfaldare l'impero!
Imperatore: Pazienza! Combatteremo contro i Dreagon allora! L'impero ha sempre combattuto
ogni guerra! Gli imperi vivono di guerre! Che razza di impero sarebbe un impero senza guerre? Un
Impero esiste per combattere guerre, le guerre e le battaglie sono la forza energetica degli imperi!
La Pace e solo per i Moralisti e i bacchettoni, gli imperi pacifici non potranno mai esistere! Che i
miei ordini siano eseguiti al pi presto!
Consigliere: certo! Vostra maest!
Imperatore: che mi sia preparata la carrozza armata! Dovr partire per le montagne Cochlaris,
voglio assistere in prima persona, alla liberazione dei miei giocattoli! Non c'e passatempo migliore
che vedere una lotta tra titanodonti marini! E spero per voi che i Dreagon facciano a pezzi i
Titanodonti ribelli, senn, per voi saranno guai!
nelle montagne Ittirus, si sono riparati i mostri marini ribelli, che in delle grandi e immense caverne
sottomarine, ricoperte di Coralli e Anemoni marini, hanno creato il loro accampamento, il loro
Covo provvisorio, dove affluiscono di massa i popoli oppressi dal impero, che trovano riparo e
rifugio, nel accampamento dei mostri marini ribelli, in fuga dalle persecuzioni e oppressioni da
parte del impero, che vedono nella ribellione dei mostri marini giganti, una speranza, un segno di
libert contro l'oppressione e la tirranide.
i mostri marini ribelli, hanno raggiunto le montagne Ittirus, poich sono un riparo sicuro, una zona
dove e facile nascondersi e combattere contro le forze imperiali Mirshaiche...
qui, Arkerei, si affeziona al Traigolzu e reciprocamente, il Traigolzu, si affeziona ad Arkerei,
quest'ultima, grazie ad abilit innate nei Krueshi, riesce ad entrare nella mente del Traigolzu,
tramite, il Mizandei, un ponte mentale, che nei Krueshi viene legato tra due persone che si
amano o che instaurano un rapporto affettivo o sentimentale molto profondo, si forma spesso negli
innamorati, ma anche in persone con una forte amicizia o affetto solidale radicato, potere che
permette di guardareo sentire i pensieri della persona con cui si instaura il legame...
Arkerei, riesce a instaurare un Mizandei con il Traigolzu, guardando dentro la mente e i pensieri
del Traigolzu, dove scopre che il Traigolzu, proviene dal Mare un altro mondo, chiamato Terra
dagli abitanti della superficie emersa di quel mondo, il Traigolzu, viveva vicino a una citt fatta di
Corallo e scogli marini, abitati da una misteriosa razza dotata di poteri magici, ovvero, le Janai, il
Traigolzu era il guardiano e custode di quella razza, da tempi immemori e ancestrali, il Traigolzu e
talmente antico e millenario, che lui stesso, si dimenticato da quanto esiste, non sa nemmeno da
chi e nato o cosa l'ha creato o da quando esiste, sa solo di avere legami di parentela con un antica
razza della Terra, oramai estinta, che era rivale degli esseri umani, ovvero, i Minotauri, il Traigolzu,
si affezionato a Arkerei, perch gli ricorda una ragazza Janai, con cui il traigolzu si era affezionato
e con cui aveva instaurato una forte amicizia, un legame talmente profondo, da essere quasi una
specie di amore, che il Traigolzu, pensa che questo amore perduto, si sia reincarnato o preso
nuova forma in Arkerei, questo spinge il Traigolzu a difendere Arkerei e a metterla sotto la sua
custodia, Arkerei dopo aver ascoltato nella mente, la storia del Traigolzu, Arkerei allora, racconta la
sua storia: quando era bambina, visse in un villaggio di una trib Krueshi, il villaggio venne
distrutto e saccheggiato durante un invasione da parte delle truppe imperiali Mirshaiche, i soldati
Mirshaici, uccisero i genitori di Arkerei, lasciandola orfana, da ragazzina, Arkerei venne venduta in
un mercato di schiavi a un ricco e potente aristocratico del alta aristocrazia Mirshaica, un nobile con

forti legami con gli imperatori Mirshaici, da allora Arkerei ha trascorso una vita di dolore e di
sofferenza, venendo sfruttata come una schiava e una serva, subendo abusi e violenze di ogni tipo,
venendo trattata come un giocattolo o un oggetto per i desideri e capricci dei nobili e aristocratici
Mirshaici...
il Traigolzu, dopo aver ascoltato la storia di Arkerei, si intenerisce e mette la ragazza, sotto la sua
protezione, facendone la sua prediletta...
intanto, al Concilio Imperiale, il parlamento del impero Mirshaico, avviene un raduno
d'emergenza, dove i delegati imperiali, discutono preoccupati, su come affrontare la minaccia di
Traigolzu e della sua ribellione dei mostri marini, vista come una minaccia, un pericolo per l'intero
impero Mirshaico...
cos, l'imperatore Mirshaico, con l'appoggio di Myarogos, un funzionario imperiale senza scrupoli,
decide di raggiungere delle montagne sottomarine, dove sono tenuti rinchiusi, delle macchine da
guerra Bio-tecnologiche, risalenti a epoche remote e ancestrali, agli albori del tempo, create da
civilt decadute e dimenticate che popolavano l'Okeanom, considerate come vere e proprie creature
mostruose, chiamate Dreagon, creature con numerose bocche e occhi, entit mutaforma giganti,
che possono plasmare il loro corpo, per creare tentacoli, chele, aculei, lame, punte accuminate,
armature e armi da taglio di ogni specie e tipo, si possono trasformarsi, rendendo il loro stesso
corpo e struttua bio-organica mutante, un arma da combattimento distruttiva...
i Dreagon,vennero creati da un antica civilt ancestrale,esistita nel Okeanhum, agli albori della
storia di quel oceanoverso, una civilt che era andata oltre ogni immaginazione nel progresso e
sviluppo scientifico-tecnologico, una civilt crollata e decaduta, che per era militarista e
imperialista, una civilt che conduceva guerre egemoniche per espandere il loro potere, per faciliare
le loro vittorie miliari, questa misteriosa civilt, cre delle armi da guerra supreme, macchine da
guerra, dalle capacit belliche oltre ogni immaginazione, i Dreagon, mostri Bio-tecnologici, che
possono rigenerare i loro danni e lesioni e possono mutare o cambiare forma facilmente, per dotarsi
di ogni tipo di Arma o strumento di lesione a loro piacimento, poich, possono plasmare e
manipolare il loro stesso organismo biologico, tramita la forza della mente e del pensiero...
i Dreagon, vennero rinchiusi e confinati millenni or sono, nelle profondit delle montagne Ittirus, da
un alleanza di popoli, razze e creature titaniche sottomarine, il Concilio di Myagatos o Concilio
dei Titani marini, che facendo fatica e difficolt a combattere e contrastare i Dreagon, riuscirono a
catturarli e neutralizzarli e a rinchiuderli nelle profondit di quelle montagne sottomarine, poich, i
Dreagon si erano rivelati una minaccia e pericolo per tutto il Okeanhum, essendo vere e proprie
armi di distruzione di massa viventi, creature mastodontiche,create appositamente per causare
distruzioni e devastazioni.
l'imperatore e il suo pi fidato consigliere imperiale, Myarogos, giungono a bordo di una Carozza
armata, nelle montagne sottomarine Cochlaris, dove si sono radunati soldati e militari, attorno a
delle caverne di montagna sottomarine, dove ci sono dei Sigilli, che tengono intrappolati e
rinchiusi i Dreagon, i soldati, stanno piazzando delle cariche esplosive, con lo scopo di liberare i
Dreagon dalla loro prigionia...
l'imperatore, ordina ai soldati, di far esplodere le cariche esplosive, le cariche sono attivate e le
esplosioni, distruggono i sigilli, che liberano i Dreagon dalla loro prigionia, da una nube di detriti,
sabbia, roccia sgretolata e polvere diluita in acqua, si materializzano delle creature mostruose
gigantesche e mastodontiche, dalle forme strane e bizzarre, con la pelle simile a una via di mezzo
tra Alghe, corallo, guscio di conchiglia e anemone marina da di colori tra il Rosso, il nero e il grigio
e il verde scuro...

l'imperatore guarda contento e soddisfatto i Dreagon giganti, che si sono materializzati davanti ai
suoi occhi, ma questo lascia preoccupati i generali e consiglieri imperiali...
dopo che i Dreagon, sono liberati, le forze imperiali sono radunati e con flotte di astronavi marine
da guerra e interi eserciti imperiali, si dirigono tutti in direzione delle montagne Ittirus...
proprio, nelle montagne Ittirus, dei gruppi di ribelli in fuga dalle forze imperiali, riferisce al
Traigolzu, che le truppe imperiali si stanno dirigendo tutte in direzione delle Montagne Ittirus, con
lo scopo di combattere lui e i mostri ribelli...
cos, il Traigolzu, ordina che siano preparate le difese e che le montagne siano fortificate, per
prepararsi alla battaglia imminente...
cos, gli eserciti ribelli, ripiegati nelle montagne Ittirus, preparano le difese e si preparano allo
scontro imminente, contro le truppe imperiali...
l'esercito imperiale, marcia in direzione delle Montagne Ittirus, che vengono circondate dalle forze
imperiali, che si preparano ad attaccare e assaltare il covo dei Titanodonti ribelli...
Myarogos, ignorando i divieti e ammonimento, libera i Dreagon e li fa aizzare contro il Traigolzu e
i suoi mostri marini ribelli...
contro il Traigolzu, le forze imperiali Mirshaiche, gli aizzano contro un esercito di Dreagon, liberati
dalle forze imperiali, per volere di un comandante militare Mirshaico, creature acquatiche mezze
squalo e mezze anguilla, ricoperte con un esoscheletro, che si lanciando a Orde, contro il
Traigolzu...
i Dreagon ,assaltano di massa le Montagne Ittirus, attaccando l'accampamento dei Ribelli, ha
inizio un furioso combattimento tra i mostri marini ribelli e i Dreagon, le popolazioni ribelli, per
scampare al combattimento, si rifugiano nelle zone pi profonde delle caverne sottomarine,
mettendo al sicuro, le donne, i bambini e gli anziani...
ma inizialmente, i mostri marini ribelli, si trovano allo sbaraglio, poich i Dreagon, sono in grado di
rigenerarsi e di riparare con la forza del pensiero, le loro ferite e lesioni, i mostri marini ribelli,
subiscono dei rovesci e alcuni, sono anche sconfitti e sbaragliati, ma i mostri marini, continuano a
resistere tenacemente....
la battaglia sembra volgersi al peggio, quando per, giunge in soccorso dei mostri marini ribelli, un
Titanodonte, simile a un Narvalo antropomorfo, con quattro pinne lunghe, simili a zampe
artigliate, che proveniente da un oceano freddo e glaciale, pu sputare ondate surgelanti, rendendo
di ghiaccio ogni cosa, la creatura, sputa la sua energia Crionica, sui Dreagon, che ritrovandosi
ghiacciati e surgelati, il ghiaccio blocca la capacit di rigenerazione bio-molecolare dei Dreagon,
che si ritrovano Bloccati e quindi facilmente distruttibili, i Dreagon subiscono danni e lesioni dai
mostri marini ribelli, senza potersi rigenerare, cos, i Dreagon finiscono sconfitti, sbaragliati e
distrutti uno ad uno...
il Traigolzu, a fatica, ha la meglio, contro le orde di Dreagon, che finiscono sconfitti e
sbaragliati...
ma un gruppo di soldati imperiali, riesce a sferrare un incursione dentro le Caverne
sottomarine,poich i mostri marini giganti e le truppe ribelli, sono distratte e impegnate nei
combattimenti e a rapire Arkerei, portandola al cospetto del imperatore...

appena, il Traigolzu, scopre che Arkerei e stata rapita e portata via dai soldati imperiali, il Traigolzu,
si arrabbia e si infuria, poi, si calma e promette sia di salvare e liberare Arkerei, che di sconfiggere
l'imperatore e le truppe imperiali, cos, i mostri marini e le truppe imperiali, si radunano, lasciano le
montagne Ittirus e passano al offensiva, dirigendosi tutti, verso la Fortezza-astronave del
imperatore, che per e circondata e difesa, sia da una immensa flotta di astronavi acquatiche da
guerra, che da dei mostri marini, sotto il controllo del Imperatore Mirshaico...
il Traigolzu, viene aiutato da Orog-Amus, il Narvalo antropomorfo sputa-ghiaccio, un narvalo
proveniente da un altro mondo, un mondo di mari e oceani freddi e glaciali, un mondo simile al
Artide o al Antartide, dove Orog-Amus giunse nel Okeanhum, tramite un portale spaziodimensionale,aperto da una maga simile a una donna Eschimese, poich, ha ricevuto l'incarico, da
parte di una veggente di un popolo simile agli Eschimesi, di aiutare il signore dei titani marini
nella sua Impresa...
intanto, l'imperatore Mirshaico, tiene prigioniero nella fortezza-astronave sottomarina la ragazza
Krueshi, che l'Imperatore Mirshaico, vuole usare per ricattare il Traigolzu e tenerlo sotto controllo,
poich, l'imperatore vuole sbarazzarsi in ogni modo del Traigolzu, per poter tagliare la testa alla
ribellione dei mostri marini acquatici.
In una stanza del palazzo errante, l'imperatore inizia a interrogate Arkerei, per estorcergli delle
informazioni sul Traigolzu e le forze ribelli...
Cos, in una zona di oceano aperto, le forze ribelli e le forze imperiali, si ritrovano faccia a faccia, il
Traigolzu, con di fronte a lui, le forze imperiali, ordina l'attacco, cos a inizio la battaglia, le forze
imperiali, reagiscono sparando una pioggia di dardi Edronici, da uno schieramento di cannoni
sulle astronavi-acquatiche, che bombarda sia i mostri marini, che le forze ribelli...
le forze ribelli, subiscono dei danni, ma non sufficienti per fermarli o contrastarli, i mostri marini
attaccano le astronavi acquatiche, che vendono distrutte o gravemente danneggiate...
il comandate militare, ordina allora, che siano liberati i Divoratori Chlomius, nel tentativo di
frenare o rallentare, l'avanzata dei mostri marini ribelli...
i divoratori Chlomius, rinchiusi dentro delle astronavi acquatiche da trasporto, vengono liberati e
aizzati contro le forze ribelli...
contro il Traigolzu, le forze imperiali Mirshaiche, gli aizzano contro un orda di Divoratori
Chlomus, liberati dalle forze imperiali, per volere di un comandante militare Mirshaico, creature
acquatiche mezze squalo e mezze anguilla, ricoperte con un esoscheletro, che si lanciando a Orde,
contro il Traigolzu...
ha inizio un furioso combattimento, tra i ribelli e i Titanodonti ribelli, guidati dal Traigolzu, nel
combattimento, fanno fatica a combattere e contrastare i Divoratori Chlomius, che si muovono a
orde, tutti uniti nello stesso pensiero,come se fossero una sola e unica creatura, ma dopo lo
sbaraglio iniziale, il Traigolzu, riesce a sconfiggere anche i Divoratori Chlomius, sia con l'aiuto dei
mostri marini ribelli, divenuti amici e compagni del Traigolzu, che di Orog-Amus...
Dopo aver sconfitto e sbaragliato anche i Divoratori Chlomus, il Traigolzu e i mostri marini
ribelli, assaltano la fortezza-astronave, dove si trova l'imperatore, ma la fortezza e iperdifesa e
armata, dalle pareti del astronave-fortezza, con la flotta imperiale,distrutta e sbaragliata, le poche
forze imperiali rimaste, ripiegano tutte nel Astronave-fortezza, che diventa l'ultima roccaforte
delle forze imperiali, l'imperatore ordina allora alle forze imperiali, di resistere e combattere a
oltranza a ogni costo, anche a prezzo della loro vita...
ne escono fuori flotte di astronavi marine da combattimento, che si scontrano contro i mostri marini,
che nello stesso istante, assaltano di massa, sia la flotta di Titanonavi da guerra marine, che

l'astronave-fortezza del imperatore Mirshaico, il Traigolzu, con un balzo poderoso, salta sopra la
Titanonave-sottomarina, facendola quasi piegare e collassare su se stessa, poich, fa fatica a reggere
il peso del Traigolzu, causando gravi danni alla Titanonave-fortezza imperiale...
ma l'imperatore, mentre il suo palazzo-fortezza sottomarino errante, viene devastato, esce dal
palazzo, tenendo ferma la ragazza e puntandogli una pistola alla testa, ricattando il Traigolzu,
avvertendolo che o ferma l'attacco da parte dei mostri ribelli, oppure, lui, uccider la ragazza...
ma Husarud, che si era unito nel assalto al astronave-fortezza, salta addosso al imperatore
mirshaico, ferendolo gravemente con una spada, facendo perdere al imperatore, la presa sulla
ragazza...
Husarim, si scontra in un combattimento, contro l'Imperatore, permettendo ad Arkerei, di scappare e
di fuggire, nel combattimento, l'imperatore sembra avere la meglio sul ragazzo, ma quando
l'imperatore, sfodera la spada e sta per lanciarsi addosso a Husarim, il ragazzo riesce ad afferrare in
tempo la pistola del imperatore e a sparargli, prima che l'imperatore possa colpire il ragazzo con la
sua spada, il ragazzo, riesce a uccidere l'imperatore, contribuendo a far piombare le truppe imperiali
nel caos, facilitando la vittoria dei mostri marini giganti ribelli...
si diffonde rapidamente, la notizia della morte del Imperatore, cosa che fa piombare nel panico e nel
caos, le truppe imperiali, che finirono in rotta totale e iniziano ad arrendersi alle forze ribelli, ma
l'astronave-fortezza, essendo fortemente danneggiata, precipita nel fondale marino, iniziando a
collassare su se stessa, Husarim e Arkerei, riescono a scappare in tempo, nuotando verso il mare
aperto, protetti dal Traigolzu, mentre la Titanonave-fortezza, esplode, saltando in aria, in una
fragorosa e devastante esplosione...
cos, le forze imperiali Mirshaiche, finiscono sconfitte e sbaragliate, i ribelli, prendono rapidamente
il controllo della Capitale imperiale e cos, avviene la caduta del Impero Mirshaico, sulle cui rovine,
viene fondata la Federazione multicentrica Okeanhai, una repubblica federale, basata su un
parlamento e un governo democratico-repubblicano, il cui scopo e garantire e difendere la libert
dei popoli e razze del Okeanhum...
il Traigolzu, diventa il Dio e divinit degli innumerevoli e molteplici popoli e razze del
Okeanhum, ma il Traigolzu, comunicando la mente e il pensiero, tramite un potere donatogli da
Arkerei, comunica che il suo scopo, non essere il Dio supremo o il Dominatore del Okeanhai,
ma solo ritornare a casa sua, nel suo mondo...
Traigolzu: io non voglio essere un dio, io sono mastodontico, immenso e titanico, ma non sono un
dio, essere grandi, mastodontici e titanici, non vuol dire, essere degli dei o delle divinit, la natura e
fatta di cose infinitamente grandi e infinitamente piccoli, ma in queste differenze e distinzioni,
restiamo tutti uguali, io non sono un dio, io vi voglio lasciare la libert, voglio che voi, siate liberi,
ma per tornare a casa, decide prima di mettersi a capo di un intero esercito di Mostri marini giganti,
poi, il Traigolzu, riesce a convincere, un gruppo di scienziati e funzionari Federali Okeanhai, a fare
uso di tecnologie per il viaggio inter-dimensionale, catturati dagli imperiali Mirshaici, ovvero,
macchinari che permettono di creare o aprire portali spazio-dimensionali, cos, gli scienziati
Mirshaici, creano un portale spazio-dimensionale, molto grande, abbastanza per farci entrare il
Traigolzu, che si mette a capo di un esercito di Mostri marini giganti, che decidono di seguire il
Traigolzu nella Terra, sia perch il Traigolzu e diventato un leader carismatico e figura di
riferimento per molti mostri marini, che hanno ottenuto la libert grazie al Traigolzu, sia perch,
alcuni di quei mostri marini, sono originari della Terra, essendo stati esiliati e relegati in quel
mondo, da Maghi e Maghe della Terra, che reputavano la loro esistenza, come pericolosa per il

mondo intero e la razza umana, ma il Traigolzu, viene seguito anche da mostri marini, nativi e
originari del Okeanhum, che hanno giurato di proteggere e aiutare il Traigolzu, di sostenerlo in
ogni difficolt, cos, il Traigolzu e il suo esercito di mostri marini giganti, varcano il portale spaziodimensionale, Arkerei, decide di lasciare l'Oceanoverso di Okeanhum, per seguire il Traigolzu nella
terra, poich, Arkerei, si molto affezionata al Traigolzu, ma prima, il Traigolzu gli fa bere una
goccia del suo sangue ad Arkerei, per permetterla di poter respirare l'ossigeno fuori dal acqua, cosa
che gli causa una mutazione nel corpo e nel metabolismo di Arkerei...
attraversando un Tunnel spazio-temporale, arrivano in un oceano del Pianeta terra, ai nostri giorni
il Traigolzu e i mostri marini, emergono dal mare, notando in lontananza, una metropoli moderna,
con dei grattacieli, che si rivela essere Montecarlo, in Francia, il Traigolzu, con Arkerei che si trova
sulla spalla del Traigolzu, osservano la metropoli, Arkerei, con la capacit di poter respirare
l'ossigeno fuori dal acqua, acquisita dal Traigolzu, rimane sbalordita e stupefatta, sia a scoprire un
mondo dove gli oceani hanno una superficie e non solamente il mare acquatico e sia a scoprire, un
mondo abitato da creature che vivono fuori dal acqua, respirando solo ossigeno non liquido...
il Traigolzu, assieme agli altri mostri marini, dopo aver osservato la metropoli, dice, con la sua voce
mentale, che si diffonde nella mente dei mostri marini:
Traigolzu: avanti, miei compagni! Dobbiamo prenderci i mari e gli oceani di questo mondo, ma
prima, dovremmo combattere le creature della superficie, le civilt e razze che popolano le terre
emerse, questo e l'inizio di una nuova alba, questo e il ritorno, il ritorno dei mostri marini nei mari
della terra, ci riprenderemmo, tutto quello che ci appartiene, ma per farlo, dovremmo per forza di
cose, combattere una guerra, per difendere i mari e gli oceani di questo mondo, da una grande
minaccia... la razza umana... noi... saremmo i guardiani e difensori degli oceani della terra, essi,
saranno il nostro regno, perch... il Traigolzu e tornato!
Dopo la fine del discorso, i mostri marini, guidati dal Traigolzu, si dirigono verso la metropoli, con
intenzioni ostili e minacciose...
Epilogo:
Isole Azzorre, Oceano Atlantico
una spedizione navale-oceanografica, gestita da un organizzazione militare, chiamata
International Massive Sea Object Monitoring Forces IMSOMF, affiancati da forze militari del
ONU, sta monitorando il fondale marino, alla ricerca di attivit oceaniche non-convenzionali,
riportare da osservatori locali, come li descrive un comandante militare a capo della spedizione,
che stanno setacciando il fondale marino attorno alle isole Azzorre, ma i radar, rilevano che grosse
creature marine mastodontiche, si stanno aggirando per i fondali marini e oceanici, cos, il
comandante, chiama al telefono un misterioso uomo, che ha un ufficio a Varsavia, in Polonia, per
riferirgli che il mondo e minacciato e che la razza umana, dovr combattere contro entit oltre ogni
portata, il mondo e sul orlo di una guerra,che potrebbe logorare la terra e il mondo intero, il
misterioso uomo nel ufficio di Varsavia, afferma,che far attivare al istante, il Pan-Continental
Shield, o Scudo Pan-Continentale, un programma di difesa militare della massa EuroAsiatica,
dagli attacchi da parte dei mostri marini giganti...
uomo nel ufficio: e ufficiale, signor generale... questa non sar nemmeno una guerra, questa sar
l'apocalisse...

FINE