Sei sulla pagina 1di 2

In Francia

Pelloutier: La sua idea quella di costruire un sindacato inteso come "libera


associazione di produttori" in cui i produttori/lavoratori non sono soggetti al
volere altrui ma si autoimpongono una propria disciplina. Dopo la rivoluzione i
sindacati avranno il compito di costruire una societ basata sui principi che li
governano. Il sindacato in futuro, sopprimer ogni potere politico e avr la
possibilit di governare autonomamente il proprio settore tramite il consenso
dei suoi membri.
Lagardelle rinnega la politica che mette in secondo piano rispetto alla pratica
operaia. sostenitore della "filosofia dell'azione" .
Pouget l'ispiratore dell' "azione diretta". Il sindacato ha soprattutto fini
strumentali alla rivoluazione sociale dei produttori che si realizzer tramite
esso. decisiva secondo lui la negazione sia della lotta di classe (intesa
marxisticamente) sia della concezione di democrazia che esiste nelle
istituzioni, nei partiti e nei sindacati. L'impulso dato dall'azione diretta
(violenza, boicottaggio, sabotaggio) che avr come risultato lo sciopero
generale che non deve essere riformista ma rivoluzionario, ovvero deve
permettere alla classe di liberarsi, emanciparsi dal sistama ed essere libera di
agire con tutti i mezzi possibili, legali o illegali che siano. Per Pouget la
"tattica rivoluzionaria" solo distruttiva (il sabotaggio). Spaccare le macchine
e interrompere il processo produttivo "morale" per il lavoratore tramite il
sabotaggio.

In Italia

Labriola e Leone, sulla scia del pensiero francese, adottano le idee di azione
diretta e l'uso della violenza di classe denunciando la decadenza della
democrazia e il coninvolgimento del socialismo con essa.
In Spagna
Francisco Ferrer noto per la tesi sullo sciopero generale, e per le idee di una
nuova scuola, moderna e razionale, una scuola senza Dio, anticlericale-.
In Germania
Gustav Launder: il suo pensiero si basa sulle tesi antistatali e associazioniste
proudhoiane. Dichiara che il Socialismo non in grado di andare oltre un
progetto di capitalismo di Stato. Il suo un socialismo umanista che si

concentra sui bisogni dell'individuo, ed rivluzionario.

Negli Usa
Daniel De Leon ha come obiettivo una "ricostruzione socialista della societ".
Nel nome dell'emancipazione economica del lavoro sostiene l'attivit sociale
e sindacale e rifiuta la politica. favorevole all'uso della violenza e,
attraverso lo scontro diretto, vuole che si vada verso una societ egualitaria. I
mezzi di lotta sono quelli gi annunciati da Pouget: scioperi e agitazioni di
massa. Mezzi utili ad ottenere una nuova democrazia industriale.