Sei sulla pagina 1di 53
grardniera uso e manutenzione SERVIZIO ASSISTENZA Con ogni vetura nuova TAUTOBIANCH! consegna un fibretio « Servizie Assistenza », che contiene: — documento di garanzia, — i Tagliande gratuito; i tagland! per if Servizio periodico a pagamento di « Diagerosi © manutenzione » @ fe rolative modalith di utilizeaziane. 4 tagtiando da diritte tra i primi 200023000 km, aifesecuziore gratuite presso /Organizzacione AUTOBIANCHI di varie operazioni di fubrificazione, verifica e regolazione. Lesecuzione delle operazioni elencate in dette Taghande, a! chilo- metraggio indicate, ¢ obbligatoria ai fini defla vatidita della Garanzia di Fabbrica, RICAMBI A garanzia di un perfetto fersionamento di tutt! gli argani della vettura, effettuare eventual ricamb! esclusivamemte con pezzi orginal, Per lerdinazions speciticare (pag. 2): Modelo della vettera, Tipa @ numera del autotelaio, Tipe e numero del motore. Numero per ricaenbi, Numero def particolare che si richiede (vedere i! « Catafogo delle parti di ricambia x). per sapere m Come cambiare una rota... . . . . . .leggetes pag. 72 @ Quo! é ts pressione dei pnoumatici . . . . .3* pag. copertina @ Come sostiuire una tampada . oe es « aleggete a pag. 32 @ Come sostiuire una vaivola fusibile . . . . . » 34 m Come orentore f projettios =. se . 32 © Gove sono gli ancoragg! dalle cine 2... s 16 m@ Come ventilere a nscaldere Sinterno vettera a 8 @ Come ¢ quando fubviticare . . * a ig @ Come e quando eseguire fe operaziant peviodicha di manutenzane . . mais * a @ Come regolare if minimo “dal earburatare . phe 2 2d @ Mod. FURGONCINO 500 mit | a 42 @ Qual a ta capacita dolfe parti da ciforniee . . . .3* pag. copertina ed infine, per attr’ intesogativi, consultare Findice a pagina 44 AUTOBIANCHI In questo libretto sono ilustrate @ desctitte Je nome d'uso & manutenzione sequendo fe quali atterrete in continuité prestazion! sicure ¢ soddisfacenti dalla Vostra vettura, Qualora vogliate proveedere in proprio alla manetentione, J dettagl teenicé ineranti ad interventi di maggiore complessita potrete trovarli sulla pubblicazione specifiea del modelfo, in vendite pressa (Organiteazione. fn agni caso FAUTOBIANCHI, tramite una estese rete assistenzrale, ain condizioné di esegaire ovenque gli interventi necessod per assicurarVi, oggi @ domani, una veltura in pertette condizioni, Sa —_—_ uso & manutenzione a caratteristiche DATI PER L’'IDENTIFICAZIONE Tipo (120.000) e numero d'identifica- zione del motore. 2. Targhetta riassuntiva dei dati d'iden- azione: numero di omelogazione, mero delfauiotelaio, wpo del ricambi © numera rorzeria 3. Tipo (120) © numero d'idontifica- zione dell'autotelaio. A. Seatola valvole fusibili impianto elottrico (per la protezione vedere a pap. 34) CHIAVI Con ogni vettura vengono fomite due serie di due chiavi: una per il commutatore d'accensione ¢ Maltra per la porta lato quida ¢ la porta posteriore. Su una faccia delle chiavi & stampigiiato un numero di codice, per cui bastera citare tale riferimento allorganizzazione divendita 4 \)/ NOH). POF pOter ottenere un dup! 10 di dette chiavi, 2 uSO DELLA VETTURA PRECAUZIONI PER IL PRIMO PERIODO D'USO Levoluzione della tecnica di progettazione ¢ di produzione Vi consente di guidare subito la Vosta nuova vettura senza la necessith di sequire norme troppo impe- {gnative durante i primi chilomatri. € oppartuna tuttavia osservare alcung semptici prescrizion! almeno peri primi 1500 km ~ evitare brusche accelerazioni durante il riscaldamento del motere dopa Mavvia- mento (norma che & opportune seguire sempre); — avere 'avvertenza jon premere a fondo il pedale acceleratore ed anche nell'uso delle marce inferiori non far funzionare il motore ad un numero di girl oppo elevate, cing non raggiungere | limiti massimi di velocite per ogni marcia riportati sul tac tro con tacche colorate; — quidare a velocité variabile ¢ cid particolarmente nei lunghi percorsi. Evitare pertanto di percorrere lunghi tratti a velecith costante sia essa elevata o ridotta, passa per tempo alla marcia inferiore in relazione alle condizioni del percorso Si eviters cosi di affaticare il motore ad un regime di girl troppo basso; — evitare, se possibile, frenate troppo energiche per le prime centinaia di chilo- metri. Il materiale frenante si assester’s meglio ¢ migliorerd la sua durato ed efficacia non sostituire Folio di cuié fornito il motere con altro alia prima dei 2000 — 3000 km (operazione inclusa nel «tagliando gratuite») Ricordare infine che la buona efficienza ¢ la durata del motore, nonché dei vari gruppi meceanici, dipendano in gran parte dalla moderazione con cui la vettura sar impiegata nelle prime migliaia di chilometri APPARECCHI DI CONTROLLO E COMANDI 1. Quadro di controllo compren- dente a) Tachimetra contachilometei : i dischetti rossi indicano i limiti massin di velocitad per le prime tre maree (dopo il primo perioda d'uso della vettura) b) Segnalatore (verde) luci di po- sizione accese: si _ illumina quando [interruttore dillumina. zione estemna & & inserito. c) Segnalato insufficiente tensione dinamo per carica batteria (rosso): si spegne quan- do il motore supera i 1200 giri/min (vettura a 25 km/ora con il cambio in IV marcia) d) Segnalatore riserva carbu- rante (rosso): si Illumina quando la quantita di benzina nel serba- toio & inferiore a 3.5 5 itr. 2) Segnalato insufficiente pressione lio (rosso); si spegne quando lo pressione del- Volto & sulticiente ad assicurare la lubrificazione def motore, te- nendo presente che, a motore caldo ed a basso regime, il segnalatore pud accendersi anche se tutto funziona normalmenta, 2. Cassetto ripostiglio. 3. Interruttore per tergicristalle. 4. Segnalatore luminoso funziona- mento indicatori di direzione : si accende (luce intermittente verde} contemporaneamente agli indicatori di direziono, 5. Interruttore per illuminazione esterna @ illuminazione quadro di centrallo : con interruttora inse- fito si accendono le luci anterior @ posteriori di posizione. la luce targa, la lampada di illuminazione dol quadro di contrite 6 si metteno sata corrente il deviatore comandate dalla laverta 6. 6. Levetta di commutazione illumi- nazione esterna (previo inserimento dell'interruttare 5) I: luce targa e faci anterior & poste ori di posizion luce targa, luci anterior @ posterior i posiziona ¢ proiettor a luce anabbaglia luce targa, Iuci anterior @ poste mori di posiziono ¢ proietion a piena luce, u Inoltre, nelle posizioni 1, INI si o1ten- gono i lampi luce anabbaglianti spo- stando la levetta verso il volante. Con interruttore per illuminazione i lampi luce si here in tutte @ tra le posizioni della levena. Levetta comando indicatori di direzione : d= sterzata a desta: S = Morzate a sinistes Raddrizzando il volante si ottiene il ritorne della levetta in pasizione di ripase. 8. Accoleratore a mano. Commutatore con antifurto 1 vettura @ vecherety blocco d 9. Commutatore per accensione motore © predisposizione 4 vizi, 10, Segnalatore luminaso accen- sione proiettori a piana luce (bla) 11. Specchio retrovisore, sistomato rire de ‘onpor rel interruttore 12. Pompetta per.azionamente lava. cristallo : 23 pre 13. Portacener: aia dell cenere compl asportare il pe datla plancea 14, Pulsante comando avvisatore acustico. 15. Riparo sole. ante per bloccaggio coper chio cofano anteriore. PORTE E SEDILI La manigiia per apertura della porta lato guida & munita di serratura con chiave per il bloccaggio dail'esterno della vettura. Allapertura cella porta, si accende auto- maticamente la lampada per Millumina. zione dell'interno vettura. incorporata nello specchio retrovisore. La manigh fa, lMte Oppasto guida pud assumere tre posizioni 1 — Apertura 2 — Chivsura 3 Bloccaggio di sicurezea (non si pud aprie dall’esterna) La posizione dei sedili anterior: pud essere regolala spostando verso desta leva sottostante. Per facilitare faccesso al x la poste: riore, i sedili anterior’ sone ribaltabili in avanti. A tichiesta, sona fomiti sedili marion con schi ¢ regolabile, $i Olliene fa regolazione sollevando la leva sottostante al sedile stesso; rilasciandola lo schienal sta bleccato in una delle 4 posizioni desiderate. Olltre to 4* posizione lo schienale resta libero © pud appoggiare Sul sedile posteriore. La maniglia per Taperura della ports posteriore, di accesso al vano bagagli unita di Serratura con ch caggie dall'est Iwano. bagagli & ampliabile ribaltando lo schionale del sedile posteriore VENTILAZIONE E RISCALDAMENTO INTERNO VETTURA Ventilazione ostiv. Gristalli porte anterior: anteriore orien abile, posteriore scendente con co mando a manovella, Cristalli luci laterali posterior! parzialmente apribili caldamento invernal nto dellinterno della verso Per il riscaldar vettura orientare preventivamente desta In levetta A. Limmissione di aria caida nell'inteme si ottiene: anteriormente, attraverso le feritoie E ricavate sulle tubazioni di mandata mezzo, provid opportuna fartaile BD; posteriormente, attraversa i due spor tellini C previa rotazione dei relativ pomelli B Disappannamento parabrezza. Per evitare 'appannamento ¢ prevel la formazione di brina e di ghiaccio sul parabrezza, orientare verso desta levetta Ao aprite opportunamente te farfalle DB in modo che Ia feritoin E nente o parziaimente chiusa favorire ta circolazione dell aria interno della vettura & bene aprire un po’ ill vetro orientabil nell TETTO APRIBILE leva del chiavistello di del telo alla carrozzeria. — Ribaltare [intelaiatura di sostegno, distendendo completamente i| telo. — Ripiegare il telo come indicato in figura, Chiusura. Per la chiusura attenersi alle seguenti norme: — Ribaltare \intelaiatwwea in ava pugnando lapposita leva di chiusura se la manoves viene esequita dall'in- terno vettura; se invece loperazione viene effettuata dall'estemo occorre avere avvertenza che la leva stessa AVVIAMENTO Posizione dei comandi per law mento a freddo. a) Leva del cambio: in folle, b) Manetta A del dispositive del carbu- ratore per Taviamento a freddo: tirata 3 fondo. ©) Chiave del commutatore d'accen- sione: ruotata verso destra fino ail'arresto. Con i comandi nelle posizioni indicat — Tiare a fondo la manetta B di co- non vada ad urtare nella taversa anteriore del padiglione. — Agendo esclusivamente dall‘inter- no della vettura, @ mantenendo l'in- telaiatura aderente al padiglione, spingere la leva di chiusura in avanti avendo cura che Mosteemith a for- calla dalla leva si inserisca sul perno del relative supporting posto sulla traversa del padiglione. — Non premere assolutamente sul- esterno dell"intelaiatura per evi- tare eventuali rotture della leva di chiusura 0 del relative supportina. Per la pulizia del telo lavare con spugna ed acqua leggermente saponata, ripas- di sola DEL MOTORE manda del mon viamento. Non premere sul pedale accelera- tore fino a quando il motore non & re= golarmente avviato. Riportore verso la posiziane di riposo la manetta A del dispositive d'avviamente a freddo del carburatore (il disposi @ regolabile a mano in relazione alla temperatura ambiente ed a quella del motore), fino a raggiungere {a posizione Per innestare Ia retromarcia premere I tera, Spostarla verso deste © tiearla all'indi¢les, di riposo quando il motore 2 sufficien- temente caldo. Not, - Non insistere woppo in ripetute manovee davviamonto: qualora il matore non si avviasse far veriticare gli organi di atcensions © di alimentazione. Avviamento a caldo. A motore caldo Jasciare ta manetta A del dipositive del carburatore per lav- viamento a freddo in posizione di riposo. A motore molto caldo pud essere necessario premere a fondo il pedale aeceleratere, abbandonandola gradual mente non appena il motore si avvia. AVVIAMENTO DELLA VETTURA Prima di avviare la vettura & necessario, specialmente se la temperatura esterna molto fredda, lasciar girare il motore a basso regime per qualche minuto affin- thé l'olio possa riscaldarsi e circolare in tutti i condotti. Poiché i! cambio di velocita 8 munite di ingranaggi con innesto a denti frontali per imboces rapido, & consigliabile effettuare i passaggi alle marce inferiori cal sistema dol adoppio disinnesto » © cick: disinnestare la frizione © portare la leva del cambio in folle; rainnestare la frigione ed accelerare al- quanto il motore; tidisinnestare ta frizione ed innestare la marcia: eeinnestare la frizione, APERTURA DEL COFANO ANTERIORE Per sbloceare il coperchio del cofano anteriore agire sulla maniglia del tirante di comando, Per [apertura del coperchio spingere verso [interno il gancio di sicurezza A, il coperchio + tenuto in posizione di massima apertura dall'asta B ACCESSIBILITA VANO MOTORE La lampada D, munita di intorruttore, lumina il vano bagagli oppure il vano motore per le eventual verifiche. Per accedere al motore arrotolare il tappeto A che ricopre il piano di carico, agire sulle due levette B di bloccaggio dello stesso ¢ solleware quest ultima che resterh fissato in posizione di apertura da una apposita asta di sostegne C. SOLLEVAMENTO E TRAINO VETTURA Per sollevare la vetlura dalla parte ante- tiore © da quella posteriore, & indispen- sabile dispore l'estremita del martinetto sotto le apposite staffe, come indicato nelle figure Per il sollevamento della parte posteriore interporre sempre, fra martinetto @ staffa, un tassello di legno dello spessore di almeno 3 cm. ‘Se la vettura deve essere trainata, fissare Vattacea di taino soltanto alla stafta amteriore anzideta. "W 12 SOSTITUZIONE RUOTE Sistemare possibilmente la vettura su strada non in pendenza @ bloccare le ruote posterior col freno a mano, Togliere la coppa ed allentare di circa un giro, mediante la manovella di dowazione, le quattro colennette di fissaggio della ruota Innestare il codole del martinetto nella mensola sistemata sotto il pavi- mento ed agire sulla manovella de! martinetto fino a quando la rugta de sostituire risulti sollevata da tera di qualche centimeto. Svitare @ togliere te quattro colon- nette di fissaggio ed estrarre Ia ruota. Si consiglia di avitare limbratta- mento alla filetatura delle colon: neta. Montare la ruota di scorta (sistemata nel cofano anteriore) tenendo presen- te che il grano di centraggio, sper- gente dal tamburo, deve cortispon- dere con il foro esistente sul disco della ruota. Avvitare le colonnette in medo uni- forme, passande alternativamente do una colonnetta allala diametral- mente opposta, Abbassare la vettura ed estrarre il martinetto. Sonare a fondo colonnette in sequenza alterna etimentarela coppa, DEGLI ORGANI DELLA VETTURA VISTA PROSPETTICA Circolazione aria per alimentazione ¢ ratfreddamonto matore. freddamento motore, - 8. Ventilatore assiale €. Tormostato oF Hy rogolazion@ scarico aria. - B. Fartalla par rogolazione scarica rattreddamento motors. - E. Filtro aspirazione carburatore. - F. Tubazione per immissione aria calda intemo vettura, » G. Levotta comando farfolla inerissio calda intemo A. Prose di'aria por ventura DURANTE LA MARCIA — Non superare mai (nemmeno in discesa) i limiti di velocits per le singole marce indicati dai dischetti rossi sul tachimetro, e Ia velocita massima consentita; inalue non mantenere le velocita massime alle varie marce per lunghi period di tempo In condizioni normali tutti | segnalatori luminos: a luce rossa sul quadro di con tollo devono essere spenti: la loro accensione sognala una iregolarita nel corispondente impianto. — Non percerrere discese con la frizione disinnestata e il cambio in folle o, addiritura, a movore spento, ma usare la marcia appropriata all'inclinazione della discesa, Il risparmio di carburante che si ottiene non compensa leccessiva usura dai fronie la mancanza disicurezza che si ha invece con l'azione frenante del motore. In salita evitare di lasciar rallentare il motore, & passare ad una marcia inferiore appena lo sforzo de! motore sia tale da ridurre il suo regime normale - Evitare di tenere il piede sul pedale frizione se non per le necessarie manove. perch’ cid pud provocare inutili slittamenti della frigione con consequente usura defle guamizioni del disco Assicurarsi della perfetta efficienza dei {roni a pedale ed a mano, Quatora la vettura sia appena uscita da una Stazione di lavaggio ¢ buona norma azionare pil volte il teno a pedale per oliminare eventuali infilteazioni di acqua. Nella frenatura evitare it bloccaggia delle ruote. specie quando la vettura & scarica, per evitare eventuali sbandamenti, In caso di necessita il freno a mano pud essere utilizzato anche per arestare la vettura — Su stade bagnate o sdrucciolevoli (com scarsa aderenza) evitare le frenate troppo brusche, col rischio di bloccare te ruote © rendere inevitabile Ie sbanda- mento della vettura, ms utilizzare piuttosta ii motore come treno ed innestare una marcia interiors @ quella normalmente richiesta dal profile stradale. — Su tefreno gelato viaggiate a velocith motte ridotta ¢ con la massima prudenza, coneggendo lentamente la guida, usando con moderazione i freni ed effottuanda dolcemente i cambi di marcia. Evitaré di viaggiare con fa frizione disinnestata anche nellimminenza dell'aresto della vettura. Se la vettura inizia a slitare sterzar dolcemente nella direzione dello slittamento, non accelerare ¢ non agire sui freni. Per owviare al pericolo dello slittamento sulla nove o sul ghiaccio, occorre fare uso delle catene di aderenza da applicare alle mote motsici, oppure anche di pneu- matici chiodati che devono perd essere montati su tutte le ruote, limitatamente al periode consentite. — Con la foschia accendere te luci di posizione; s¢ la visibilith ¢ insulliciente a causa della nebbia, accendere le tuci anabbaglianti, mai i proiettori a piena luce. Prima di cambiare direzione, oltre naturalmente a far uso dell'indicatore, assicurarsi mediante lo specchio retrovisore det veicoli che seguono; effettuato il sorpasso nen riportarsi subito sulla destra ma attendere di vedere il veicola superate nello specchio retrovisore, ~ Durante ta marcia notturna, neilincrociare alti veicol, tenere docchio il bordo destro della strada: non posare to squardo sui proiettori dei veicali che si ings ciano © su alire fonti luminose per non esserne abbagliati, PARCHEGGIO Dovendo parcheggiare la vettura su strada in pendonza, tirare a fondo ta leva del freno a mano @ ocr maggiore sicurezza Inserire la 1° marcia o la retromareia. a seconda che la wi Bi notte, im zone non ura si trovi in salita od in discesa, Hluminate, occore inoltre inserire te uci di posizione (staziona- mento) dopo aver rudtate la chiave del commutatore d'accensione nella posizione 2, pag. 6 (nella posizione 3 per commutatore con antifurta). ANCORAGGI PER CINTURE DI SICUREZZA La vettura &§ predispesta per Fappli- cazione di cinture di sicurezza per i passeggeri dei posti anterior, Sulle fian- cate destra © sinistra riormente alte luci laterali posteriori, devano essere praticate Ie forature del diametra di 12 mm (con lavvertenza di non intac: care [a filettatura dei blocchetti sotto- anti) in comispandenza degli incavi di riferimento per Fapplicazione delle este- mith di attacco delle cinture. 16 Sul pavimento, diete ai sedill anterion, ai due lati del tunnel (per cinture a bandoliera ed addominali) e in prossi- mith delle porte (per cimture addaminali) esistono le forature (ricoperte dal tap- eto @ otturati da tappi di gomma) per Tancoraggio delle estremits dattacco dalle cinture. Nota. « Ciascun ancomggio & costituito da un fore filettato di 7/16" - 20 UNF-2 B. MANUTEN ZIONE ASSISTENZA Alcune delle operazioni di manutenzione non sono faciimente eseguibili con | mozz di cui normatmente dispone un privato. Consigtisme quindi di rivolgersi ad una delle numerose Stazioni di Servizio che \AUTOBIANEH! ha istituite per le migliore assistenza della sua Clientela: in esse si provvede alla migliore e razionale esecuzione di qualsiasi lavoro di revisione 0 ripara~ gione mediante personale specializzato ed attrezzature appositomente studiate per tale serviz L'Organizzazione AUIOSIANGH! & sempre a disposizione per fornire chi consigli al Cliente onde assicurargli il miglior ret nto della vettura, USO DEGLI SCHEMI DELLA MANUTENZIONE Le varie operazioni di manutenzione, da eseguire periodicamente in relazione ai chile- metri percorsi, sone citate in due schemi distinti; il primo indica i punti da lubrificare, il secondo le operazioni di pulizia, verifica @ regolazione da esequire. ‘Ogni operazione & contraddistinta negli schemi da un numero 6 nella corrispondente leggenda trovasi il riferimento alla pagina dove l'operazione stessa é descritta. Inolire nella schema deila lubrificazione, ciascuna operazione & contraddistinta da un sim- bolo che indica la qualith del lubrificante da impiegare. Per le qualiti degli oli non specificati nel presente capitolo vedore la tabella dei « Rifornimenti ». | percersi chilometric! indicati negli schemi possono subire piccole variazioni in pid in mono in conseguenza di clementi variabili, quali il clima (se umide o secca), i genere del percorso @ Io state delle strade @ della circolazione, In centi casi la necessits di manutenzione diponde essenzialmente dal trascorrere del tempo, come per la prossione dei pneumatici, In alti, invece, come nel caso dell evaporazione del liquido della batteria, la necessité di aggiunte dipende, oltre che dal tempo, dalla temperatura esterna o da altri fatori. Cosi, ad esempio, i freni necessitano ovvia~ mente di maggiore manutenzione nei paesi montagnosi che non in pianura, la fr zione necessita di registrazioni pit frequents se fa vettura & usata principalmente nelle citth con intenso. traffice, Ww SCHEMA DELLA LUBRIFICAZIONE GENERALE Ogni 500 km 1. Coppa olio: Verificare fivetfo ed eventualmente rebboceare Ved. a pag. 23 Ogni 5000 km 2. Fusi articolati: Lubrificare tramite ingrassatore . 28 Qgni 10.000 km 3. Coppa olio: Sustitwire efio a motore caldo » 23 4. Distébutore d'accensione: Lubrificare tramite fo stoppino & otiatore » 2 5. Cambio di velocith © differenzialo: Werificare fivelta ed eventuatmente rabborcare . 27 Comozzoria: Lubrifeare grape) vari » 35 Ogni 30.000 km 6. Cambio di velocith ¢ differenziale: Sostifuire Molo . 27 LUBRIFICANTI A. a J ak arassofiot Jota 1 aliefiat ZC 90 OOOO 49) +S) wy oo0'01 — 7 an coos 2 SCHEMA DELLE VERIFICHE, PULIZIE E REGOLAZIONI ‘Ogni 500 km oppure settimanalmente Ved. pag. Serbatoio liquide freni: Verificare livetio ed eventwatmente sabboccare 27 Preumatici: Verificare la pressione 30 oni 2500 km oppure mensilmente Battoria: Verifieare if fiveilo delretettratito n ‘Ogni $000 km Snodi tiranti sterzo: Yerificare cappucei (Servizio Autobianchi) 28 Lavacristatio: Putire ugelli © verificare liveilo tiguido 35 Ogni 10.000 km Funterie: Yerificare if giuoco (Servirio Autobianchi) 23 Filteo aria: Sostituire elemento fiftrante 24 Carburatore: Putire ugeiti e filtro, regolare minimo 2a Cinghia comando dinamo e ventilatore; Wenficare fa fensione (Servizio Autobianchi) 25 Candele: Sostituire ; Foie 25 . Distributore d'accensione: Verificare distanza fra 4 contatti fet ruttore 26 Messa in fase accensione: Verificare (Servizio Autabianchi) 26 Frizione: Werificase it givoco (Servizia Autabianchi} 26 . Froni: Verificare spessore guarnézian! (Servizio. Autobianchi) 27 Frano a mano: Verificare i givoco (Servizio Autobianchi) 28 Snodi tiranti sterzo: Verificare jo stato di wsura (Servizio Autobianchi) 23 — Assotto tuote: ¥erificare convergenzs ed inciinazione (Servizia Autobianchi) 23 |. Guida: Verificare givoce e fenufa (Servizio Autobianchi) 29 Pnowmatici: Verificare usura ed effettuare (a rotaziono 30 — Proiottori: Verifiesre orientamento (Servizio Autobianchi) 32 17. Silenziatore @ tubarione scarico: Vevificare collegamenta (Servizio Autobianchi) 35 Manicotti, tappi, raceordi, ece.: Verificare eventual’ perdite (Servizia Autobianchi) 35 Ogni 20.000 km Gruppi meccanici fissati alla corozreria: Verificare chisrsuea bulloaeria (Servizio Autobianchi) 35 Ogni 30.000 km Cuscinetti ruote: Verificare it givaco (Servieio Autobianchi) 30 Ogni $0,000 km Filva centifugo clio motore: Smantare @ pulire Minterno [Servizio Autobianchi) 23 Eventuali operazioni (nan periediche) non contemplate mello schema Verificar massa in dase distribuzione (Servizio Autobianchi) 28 Sostwire contati ruttor distibutere Waccensions (Servizio Autobianchi) 26 Venficare impianto treni (Servizio Autobianchi) 27 Verificare ammartizzaton idraulici (Servizio Autobianchi) 28 2 LUBRIFICAZIONE MOTORE Coppa olio. Ogni SOO km: verificare il livello del- Folio &, se necessario, ripristinarto, Deve sompre essere fra i limiti « Min» & «Max » incisi sulfasta di contolto. Tale verifica deve essere offettuata dopo aver fatto ructare il motore per ci un minuto. Mote - Fer garantire wna buona tenuta a ‘conteollo del livelha lio asticueaesi che dl tapp0 sik nserito a tonda nella sede sul basamento, eveeual enentg ryotando Tanta di qualche grado nei dive ne Ogni 10.000 km (*) (oppure ogni 6 mesi): sostituire folio, Eseguire tale sostituzione a motore ben caldo |a- sciando scolare per almeno 10 = 15 mi- nuti, ¢ facendo fare alcuni gist al motore ‘con il motoring d'avviamento (accen- sione disinserita) per scaricare tutto lolio vaccolto nell'albero motore. A motore nuevo effetware la sostituzione dopo i primi 2000-3000 km (operazione in- clusa nel «tagliando gratuite ») Resta inteso che la sostituzione dellolio dowrd essere eseguita anche in relazione alla qualits dell'olio impiegato (VS~ 0 multigrado) © quindi alfa temperatura estemna, come risulta dal richiamo (***) della tabella « Riforniment », jrone polvernse 9 acini) ta seantur re | $900 rm. Filtro centrifugo dell’alio. Far eseguire un'accurata pulizia dall'in: ‘terme dol filtro almeno ogni 50.000 km, specialmente per paesi freddie ser- vizi gravosi. Operazione, da eseguire presso una Stazione di Servizio Autobianchi, DISTRIBUZIONE Giuoco punterie. Qgni 10.000 km: o qualors Ja distri buzione risulti molto numorosa: control lare, press una Stazione di Servizio Autobianchi, il giuoco fra valvole « bilancieri che deve essere, @ motore freddo, di 0.15 mm per aspirazione e scarica, A motore nuove tale verifica deve essere offertuata in eccasione dotlutilizza del «tagliande gratuito, cioé dope } primi 2000 — 3000 km. Messa in fase distribuzione. Con i riferimenti orentati come in figura, la distibuzione & in fase. Per eventuali controlli dalla distribuzione rivolgersi ad una Stazione di Servizio Autobianchi. ALIMENTAZIONE (*) Filtro aria. ‘Ogni 10.000 km: sostituire elemento filtrante. Percorrendo strade molto Polverose la sostituzione de! filtro devessere pid frequente. Per restazione dell'elemento filtanta C smontare il coperchio B dopo aver svitato il dado a galleno A, cha Aone il motore, pur essendo caldo, al «minima » tende a fermarsi, aumentare leggermente I'apertura delle do sulla vite A. Si pud regolare ta dosatura della miscela a regime minimo agendo sulla vite B E consigliabile far eseguire questa rego- lazione da persona compotente Ogni 10.000 km: far esequire prosso una Stazione di Servizio Autobian- chi, che @ dotata della nocessaria atvezzatura la pulizia degli ugelli, il filteo imerno del carhuratore e la rego: luzione del minimo; ta pulizia dove essere eseguita mediante soffi RAFFREDDAMENTO MOTORE Circolazione aria. W flusso dell'ana di raffreddamento & regolate dal termostato © (pag. 14) i quale deve iniziare Fapertura della far- falla D (pag. 14) solamente quando la temperatura dell'aria risealdata dal mo- tore raggiunge gli Bie = 86° C. Lleventuale verifica deve essere eseguita do una Stazione di Servizio Auto- bianchi. Cinghia comando dinamo e ventilatore. Ogni 10.000 km : far verificare le con- dizioni di usura e la tensione della cinghia, che con I'uso pud allentarsi ¢ quindi slittare. Cedimento normale A: circa 1 cm con una pressione di 10 kg (100 N*) Per aumentare la tensione Svitare | 3 dadi B che fissano la puleggia comando dinamo, Teplice Ia semipuleggia estecna Togliere uno o pil anelli di regisuo riducende cosi ta larghezza della gota. Rimontare la semipuleggia mottenda ‘astame gli analli di registro talti dal'imemo della gola. Nowton: units di misura mel sistema SI ACCENSIONE Candele. Ogni 10,000 km : sostituire le candele, in quante, a questa percorrenza hanno raggiunto il limite medio della loro officienza. A percomenze intermedia a quelle previste per lo sostituziona, se necessario, pulire le candele avenda cura di eliminare tutte le inerostazioni esistenti nel vano fra la porcellana portacletsade centrale ed il corpo della candela (consigliamo farle « sabbiore ») e verificare la distanza degli elettrodi che deve essere 0,6 = 0.7 mm Per estrazione delle candele, sfilare i cavi, lo guarnizione di gomma e quindi smontarle con la chiave a tubo di dota- zione. Nal rimontaggio aver cura di ti mottere in sede ia quarnizione di gomma. 25 Distributore d'accensione. Ogni 10,000 km: esteare | lotta completa di riparo e la spazzola ro: tante A od umettare con alcune gocce di olio del motore lo stoppino B. Se i contatti risultano sposchi (oleati), pulirli On uno straccetto pulito, inumidito di benzina Presso una Stazione di Servizio Autobianchi verificare pure la distanza fra i contatti del ruttore O (0.47 0.53 mm): la regolazione si compie allemando Ja vite Ee spostando ta piastea porta contatto fisso mediante un cacciavite introdotte neila feritoia C per avvicinare i contatti, nella feritoia F per allontanarl Dopo ripetute regolazioni dei cont. © Comunque se necessatio, si provveda alla loro sestituzione. Registrata la di- stanza fra i contatti del ruttore, regolare pure il regime minima del motore. Messa in fase dell'accensione. Ogni 10.000 km © qualora sia stato smontato il distributore d'accensione op- pure albero della distribuzione far eseguite il controlio della messa in fase presso una Stazione di Servizio Auto- bianchi. Anticipa accensione: 10° TRASMISSIONE Frizione. Ogni 10.000 km o gual avesse tendenza a slitare, ¢ n frizione nocessario corsa a yuoto: del pedale; deve essere di 15 = 20 mm, Pud assere regolata agendo sul tendi. tore. Bloccarlo in posizione con il cantrodado. Dopo ripstute regolazioni & consigi izioni del nel qi bile isco sono Woppe consum: eccore sostituirle: Cambio di velocita e@ differenziale. Ogni 10.000 km: verificare il tivello dell'olio: deve sfiorare il bordo inferiore dal tappo. Ogni 30.000 km: sostituire Folio. La sciare scolare bene prima di intodurre il nuovo lubrificante FRENI Serbatoia liquido freni. Ogni 500 km oppure sottimanalmente verificare ed eventualmente ripristinare il livello del liquido nel serbateio. E sulficiente il controilo visive del liquido senza togliere il tappo. Usare esclusiva: monte « Liquide Fiat etichetta az- zurra DOT 3 Evitare in modo assolute Fuso di altri liquidi, poiché danneggerebbero in modo invimediabile le speciali guarnizioni di gomma del sistema. Impiante freni. Se la corsa a vuoto dol pedale diven- lasse eccessiva oppure qualcuna dello ‘uote accusasse una sensibile differenza di frenatura rispetto alle altre, occorre far esequire una verifica generale all pianto freni da una Stazione di Servi- zio Autobianchi. Giuoco ganasce freni. Regolar il givoco ta ganasce & tamburo nel mode sequente: Premere sul pedale del freno in modo da portare la ganasce contro il tamburo. Mantenendo bloccate le ganasce, far uotare i dadi A fino a portare gli ‘CCENMiCi d'appoggio a contatto dalle ganasce; ruotare quindi i dadi in senso inverso di um angolo di 20 circa (*) Rilasciare il pedal frena ¢ verificare che la ruota giri liberamente, Qgni 10.000 km: verificare Io stato di usura delle guarizioni di aitrito e se spessore fosse ridotto a moti, sostituirle Spurgo dell'aria. Se limpiante idraulico viene svuotato, dopo aver falto it nuove riempimento con liquide Fiat etichetta azzurra DOT 3, azionare ripetutamente il peda- le ed eseguire lo spurge dell dal raccordo 8 dall'intera impianto, opera: zione che consigliamo far esequire pres. so una Stazione di Servizio Auto- bianchi. [*) Questa aposiamente comsponcde ad um grenco « 9.25 mm fra ganasee © lambure if Comapondenss degli eecentact, guoce le attiawerscr be fontene del tambar. previa aportanane dela neat 27 Freno a mano. Ogni 10.000 km o qualora la corsa della leva a mano sia eccessiva, far ese- quire la regolazione presso uno Stazione di Servizio Autobianchi: Port po: la leva del freno a mano in ione di riposo; tirare la lova verso l'alto di due dents dol settore; agire su ambedue i tenditon, posti in prossimita dei freni di ciascuna rota posteriore, allentando il controdado di bloceaggio (C. pag. 27) 4 regolazione effettuata, assicurarsi che il cavo risulti sufficientemente teso prima che la leva a mane giunga a fine corsa, @ bloccare nuovamente can il controdado. SOSPENSIONE Fusi articolati. Ogni S000 km: inicttare, mediante pomps, grassefiat Jota 1 nel raccardo a pressione di ogni fuso a Ammortizzatori idrauliei. ‘Qualora si risconwi che Mazione frenante degli ammortizzatori non & regolara, farli verificare presso una Stazione di Ser- vizio Autobianchi. STERZO E RUOTE Snodi tiranti sterzo. Ogni 5000 km. oppure in occasions di ispezione soma vettura: contral lo stato di conservazione dei cappucci di gomma di protezione degli snedi sferici Se | cappucci sono danneggiati provwe- dere senz'altro alla loro. sostituzione, prima de! montaggio di un nuavo cap- puccio rempirlo interamente di grasse- fiat MR 3 presso una Staziono di Servizio Autobiane Ogni 10.000 km: controllaro che gli snodi sferici non presentino un givoco sensibile, nel qual case occore sostituirll Una corretta manutenzione degl snodi sferici garantisce la sicurezza della vettura. Giuochi della quida, Ogni 10.000 km, oppure se si riscontra un @ccessivo giuoce o qualche anomalia nella guido, far verificare ed eventual- mente ragistare gli organi di comando dello sterzo © la tenuta guarizioni della scatela presso una Stazione di Ser- vizio Autobianchi. Le registrazioni sone duo: ® Giuoco fra vite © settore. Proce- dere come segue: svitare (vedi figura) te due viti A che fissano Ia piastrina di regi far ruotare la boccola eccentica per mezzo della piastrina stessa (nel sense di avvicinare il settore alla vite elicoi- dale) di un angolo tale che consents di fissare nuovamente fa piastrina ser- vendosi degli altri fori qualora la piasttina (vedi figura) sia git fissata sull'ultimo foro, e& quindi facendola ruotare non sia pili possi- bile fissarla in posizione, sfilarla dalla boccola @ rimentala ruotata di ung © pit denti, Per eseguire questa ‘Operazione smontare lo scatola quida dalla vettura ® Giuvoco dei cuscinetti a rulli della vite: agire sulla ghiera B posta sulla estremité dolla scatola, Ambedue le regolazioni vanno effettuate in modo da eliminare ogni giueca dot somanda dolls sterzo, senza pard cau sare indyrimento del comande stesso. Assetto ruote anteriari. Ogni 10,000 km o qualora si riscomtr un anormale logorio dei pneumatici ante- tiori, eccorre far verificare da una Sta- zione di Servizio Autobianchi la con vergenza e inclinazione delle uote ante rior A vettura nuova la verifies viene elfet- tata dopa i primi 2000 — 3000 km, (operazione inciusn nel « tagliando gratuite ») law a deve essere aseguila con vettura a pieno oo. A carico effet- twato, spostare la vettura di aleuni metri per assicurarsi. che gli organi della sospensione abbiano raggiunto la posizions di equilibria, Le misurazion per dofinire il valore della convergenza devono essere eseguite sulla stesso punto dei cerchi delle ruote; misurare in A indi spostara la vettura in modo da portare i punti A nella posizione Be misurare nuovamente. La misurazione in A pud variare da — 1 a +3 mm rispetta a quelle in B Analoga misurazione deve essere ese- quita per il conwollo delfinctinazione tenendo presente che la misura in D dove essere maggiore di quella in © di 3 = 7mm. Oo Per ristabilire [esatto valore della con vergenza, i tiranti di comando sono regolabili in lunghezes avvitando o svi tando i tiranti stessi sulle teste d'estre- mits, dopo aver allentato i morsatti di bloccaggio. A regolazione avvenuta assicurarsi che il taglio d'espansione del tirante coincida con Vapertura del morsetto ¢ che, a bloccaggio avenuto del _marsetto, Ie estremita. di quest'ullimo non siano venute @ COntatte. Cuscinetti ruote anterior e@ posteriori. Ogni 30.000 km: far eseguire da una Stazione di Servizio Autobianchi i controllo giuoce © rumorosits dei cusci- netti mozzi ruote. Eventualmente eff ‘tware la registrazione ai cuscinerti mozai uote anterior Pneumatici, Ogni 500 km: oppure settiman: mente: a freddo, verificare la pres: sione mediante un manometro; é consi- gliabile verificare anche la pressione del pneumatico di scona (ved. 3* pag coperina) Assicurarsi della perfetta identicid della pressione per ogni coppia di ruote. Spe- cle d'estate non ridurre Ia pressione in quanto si determinerabbe nei pneumatici un ulteriors aumente di temperatura, Ogni 10.000 km: verificare fo stato di sura di clascun pneumatica: lo spessore minimo ammesso ¢ di 1mm, Per unifommare Fusura dei pneumatici effettuare lo scambin in croce delle uote, compresa la ruota di scorta, Per use gravoso (alte velocita, strade dissestate, ecc.) la rotazione dei pneumatic’ deve essere eseguita ogni 5000 km. IMPIANTO ELETTRICO — FANALERIA Batteria sistemata nel cofano anteriore. Ogni 2500 km: © batteria riposata fredda verificare i livello delcletteolito in ogni cella, ed aggiungere eventual- mente acqua distillata. Agaiungere sempre soltanto acqua distil lata e mai acido solforico, percht Macq evapora e acide rimane. Nella stagione estiva verificare pil) sovente il livello, Non usando fa vettera per lungo tempo, procedere ogni tanto alla ricarica della batteria con mezzi esterni Gruppo di regolazione per dinamo. Questo gruppo non dove essere mano: messo per nessun motive da personale inesperto: per eventuali revisioni rivol- gersi esclusivamente ad una Stagione di Servizio Autobianchi. Nelleventuale applicazione di apparec- chio radio sulla vettura non inserire alcun condensatore antidisturbi radio di qqualsiasi capacita wa il serrafilo N. 67 e La massa, sia del gruppo di regolazione che della dinamo, perché cid produrrebbe un rapide logorio dei contanti del grup- po. il quale normalmente non proveca disturbi radio, Si abbia inolte lavver- tenza di non invertire il serrafilo N. 67 con quello N. 51, perché cid provocherebbe un immediato deterioramento del gruppo di segalazione. Proiettori. Smontaggie del gruppo ottico. Si estrae dall'esterno, dopo aver tirato ¢ sganciata Manello A del tirante a motla di bloceaggio del gruppo oltico alla canroazeria 3 Per la sostituzione della sola lampada si accede dall'imerno del cofano anteriore. A. Anello del tirante a mola di bloc- caggio del gruppo ottice carrozzeria B. Mollette (due) di ritenuta del por- talampada. C. Lampada (12 V - 45/40 W) a dop- pio filamento con innesto a baio- neta. D. Raccordo a spina. Orientamento proiettori. {eon fascio anabbagliante asimmetsico) Ogni 10.000 km, oppure nel caso di smontaggio completo del gruppo ottico, si deve procedere successivamente al- lesatto orientamento dei proiattori presso una Stazione di Servizio Auto- bianchi. Dispore la vettura scarica, ¢ con i PRheumatici alla pressions prescritta nella posizione indicsta im figura (pag. 33) La linea di demarcazione otizzomale del fascia Iuminoso anabbagliante. dave ‘rovarsi sulla linea orizzontale b-b, Inoltre le linee di demarcazione inclinate verso alto devono partie dai punti di intersezione doll lineo verticali a-a (asse proiettori) con la linea orizzomuale b-b. Per orientamento del fascio Ieminoso Aol senso verticale agire sulla vite De nel senso orizzontale sulla vite E. A= Distansa tre | centn det prosetiod Bm & meno 1 fuci anteriori di posizione @ direzione, A. Viti di fissaggio del trasparente B. Lampada (12 - 5/21. W) con innesto a baionetta, per luci di posi- zione © direzione. 206 C= Aivorza da porta ded canted da} prodenan fuci posterior’ di posizione, arresto, direzione e catadiotiro, AL Vi ssaggio del trasparente B. Lampada (12 V - 21 W) con innesto a balonetta, per tuci di ditezione C. Lampado (12 V §/21W) con innesto 8 baionetta, per tuci di posizione ed are: D. Catadiottro, Valvote Vateota M. 30/2 BL: Volvola H_30/3. (eon accensione insentap C- Vatvola N. $6/b1 (eon secensione inserita) B- Vaivoln N, $6) eon accensions snserita) E- Valvola W. 15/54 (eon accensions leery) F- Volvola 8.39 — Luce di pouncne sntencee Luce targa. A. Viti di fissaggio del riparo luce. B, Trasparente per lampada (124 5W) con inneste a baionetta Luci laterali di direzione (colore arancione), applicate sui para- fanghi anteriori. Per leventuale sostituzione della lam pada aprire il cofano anteriore, sfilare il portalampada innestato a pressione sul fanalino © sostituire la lampada (12 V - 3.W) ad innesto a baionetta. Cireuiti provetth Promttare desire a pind wee 1a © relative segnalatore bernose di funsionsmenta. Luce di posnone sentra Luce targa Prowttere vinivtro a piers Iver @ relative segnalaiore luminoss ch funcio- Luce @ poninione antenore gastro. Luce dh pesuione postenoee siesta Anebbeghaete snistto: Ansbhaglaete destso ndrcaion di divetiane © sepnalatote lumireoso os tyntionamentn, Lanesda llucinazone quadeo ct conteolio, Lise postenon oh artesno. Tergicrosialla, Avesatare, Lamoads incomorata netio specehic retrncare Lampada interna pasterione. Protezione impianto elettrico. Valvole fusibili. ‘Sei da 8 ampére situate internamente al cofano amteriore. Prima di sostituire una valvola fusa ficer care éd oliminare i] guasto che ne ha prodotte la fusione. Non protetti da valvole: if circuito di carica batteria @ relative segnalatore; i circuiti d'accensione, d'avviamento, il segnalotore d'insufficiente pressiane olia, il segnalatore riserva carburante, VARIE Ogni 10.000 km: lubrificare con mezzi appropriati i seguenti gruppi, impie- gando i lubrificanti qui indicati: —olio da motore per le cerniere delle porte ¢ della sportello vano motore, le serrature porte, le artico- lazioni degli schienali ribaltabili o dei sedili: — grassofiat Jota 1 per le guide di sconimento dei sedili anteriori; — glicerina per gli smodi e le cerniere dei deflettori: vaselina pura filante per | dispo- sitivi di bloccaggio del coperchio fel cofano anteriore © dello sportetlo vano motore. Far vetificare inoltee presso una Sta- zione di Servizio Autobianchi che la tubazione del silenziatore sia ben col- legata al collettore di scarico e che la staffa di sostegno sia ben fissata. Verificare pure lo perfetta tenuta di tutte: Je guamizioni, manicotti di gomma, tap- pi ecc., & contollare che i raccerdi di unione delle tubazioni ai vari gruppi sia- no serati a fondo. Ogni 20.000 km: far verificare, presso una Stazione di Servizio Auto- nchi, che tutti i bulloni di fissaggio dei vari organi alla carrorzeria siano serrati a fondo. Queste periodicita possono variare in relazione alla gravosits d'impiego della vettura (clima particolarmente treddo, strade dissestate @ polverase, esposi- zione prolungata agli agenti atmosterici). Lavacristallo, Ogni 6000 km: verificaro il livello del liquido net recipiente sistemato sul lato sinistro del cofano anteriore. In caso di getto difettoso degli spruz- zatori, pulire il foro duscita del liquido e fa reticella filtro situata alla estremita del tubo di aspirazione nol recipiante. ‘Se necessario, correggere lorientamento degli spruzzatori ruotando con un cac- ciavite il perne laterale, in modo che il gette colpisca il parabrezza alla sommita dolarco descritte dalla spazzola del tergicristatio, DOTAZIONE CHIAVI ED UTENSILI Sistomata nell'interne del cofane ante- tiore, Fissato sul passaruote destro: — Martinetto sollevamento vettura. Raccolta in una scatola nel vano bagagli: Chiave a bocca doppia, mm 8 = 10, — Chiave a bocca doppia, mm 13 = 17. Punzone diritti. — Cacciavite doppio. — Chiave a tubo per candele. — Manovalla per fissaggio mote ai mozzi CARROZZERIA Manutenzione esterna. 36 Lavare periodicamente la vettura; se si dispone di un gette d'acqua per il lavaggio esterno dalla carrazzeria, evi- tare che la pressione sia troppo ele- vata, Procedere poi ad una spugna- tura leggera con una miscala dotor- gente, mescolanda 100 grammi di prodotta Fiat LOC con circa 6 lite di acqua; non impiegare assolute- mente i comuni detersivi da bucate che possona alterare la vernice. Risciacquare = quindi abbondante- mente !a vettura, asciugandola poi con pelle scamosciata pulita, in medo da non lasciare wacce di acqua. Evitare di lavare la vettura al sole, speciaimente d'estate o quando il sofang motore & ancora caldo. Per evitare guasti al tergicristallo pas- sare la spugina o la pelle scamosciata sotto le spazzole. sollevandole dal vowo (non spostarle angolarmente). Per una buona conservazione della vernice @ mantenerne {a lucentezza effettware ogni tanto una lucidatura con polish o cere al silicone; inoltre eccore eliminare prontamente Ie macchie che possono provocare al- terazioni © deterioramenti della var- nice. Le macchie di grasso @ catrame pos- sono essere eliminate com uno strac- cio pulito inumidito di pewolio o ben- zina, procedendo poi alla eventuate lucidatura con polish. — Per una efficace pulizia de! parabrezza e dei cristalli usare il liquide Fiat OP 1, ed asciugare poi con cana assorbente © giornali, — Per la pulizia e la conservazione delle parti motalliche |ucide {paraurti, ma+ niglie, modanature, ecc.) sare pro- feribilmente | prodotti specifici esi- stemti in cammercio, sequendo le apposite modalith di applicazione. — Per una buona conservazione delle arnizioni di gomma di battuta delle porte e del vano bagagli impicgar Grasso al silicone; questo alimina anche i rumori per scricchiolio che si evidenziano particolarmente nella stagione fredda. Manutenzione interna. — Spolverare i sedili e le parti in panno servendosi preferibilmente di un aspi- rapolvere. — Le macchie di grasso sul panno pos: sono essere eliminate con tere di pevolio 9 con benzina fegger, co- spargendo fa zona interessata con talco ¢ spazzolando poi accurata- mente, — Per i sedili © le parti in finta pelte usare una spugna bagnata con acqua © sapone neuro; dopo qualche mix nuto fipassofe con spugna bagnata solamente in acqua ed asciugare quindi possibilmente con pelle sca- mosciata, — | tappeti in filsre tessili dewono essere puliti mediante una spugna imbe- vuta di benzina; quelli in gomma con detersivi neutri o con acqua @ sapone. LUNGA INATTIVITA VETTURA Se la vettura deve timanere a tipeso per pili mesi, © consigliabile: Sistemaria in un locale coperto, asciutto @ possibilmente arieggiato, — Assicurarsi che la leva del freno a mano sia completamente rilasciaty — Controllare periodicamente ta pres- sione dei pneum: — Provvedere alla ricarica della batteria almeno ogni 4 mesi. — Non lasciare inseritt apporecchi elet tici ed estearre la chiawe d'accen- sione Prowvedere alls pulizia ed alla pro- terione della carrozzeria mediante applicazione di cere al silicone nelle parti verniciate icoprire, CoN un leggero state pro. tevtive, le parti metalliche lucide con i normali prodotti esistenti in com- marcia. — Estrare le racchette de! tergicristallo per evitare la deformazione perma- nente della gomma. — Ricoprire possibilmente la vettura con un telone non in plastica. Se non 4 possibile sistemare la vettura in un locale chiuso, occone ancora: — Spruzzare, possibilmente all'aporto, tl protetive Fiat PROT V sul fondo inferiore della carrozzeria @ su tutte le pani sottoscocca, nonché su tulli i particolari del vano motore, Non spruzzore a motore caldo e. pri- i motore, attendere una diecina di minuti a sportello aperto, Prima di usare la vettura dopo i sud- detti trattamenti, occome: asportare il protettive dalle parti me- tallicho lucide: lavare la vettura: — sestituire Folio motere; ricaricare la batteria; rimontare fe racchette targicristallo; — controllare la pressione det pneuma- tici, compreso quello di scorta a7 CARA TT ER LS FTE HE MOTORE FIAT tipo 120.000 ALIMENTAZIONE Numero © posiztone cilindsi: 2 onzzontali — Caiburatore ovizzontalo Weber tipo 26 OC in tinea con dispositive per lavviamemte a Hedda Diamotto «corsa deali Dati di regolazione: stantutti 67.4% 70mm —Dlametea del diffusore 20,00 mm Ciera 499.5 cm: Dimetra ugello. principale 1.05 » Diametro ugello del minima O45 » Rapporto di compressions 7.1 Diameto upelia d'avviamento, 0.80 » Potenza massima DIN 17.5 Cv TREEW (*) LUBRIFI Potenza fiscate (Italia) 6ty NE (*) Unith di misura det sistema $1. DISTRIBUZIONE A valvolo in tosta, inizia: prima del pms 25° Aspirazione fine: dopo Wl p.m St inizio: peima del pmi 64° Scarico fine: dopo il pms. 12° Giuoco fra volvole ¢ bilancien par cantrallo messa in fase aspWalOne © scarica 0.39 mm Givoco di funzionamento tra valvole ¢ bslancien a metore freddo: aspiraziono © scarica 018 mm 38 Pressiong normate di tubrificazione: 26 = 30m dacaus | (2.5 = 3kg/em') ACCENSIONE Anticipo iniziole di coletta ‘mento 10 Anticipe automatice dal di sinbutore 28 Giuvoeoe fra i contatti del nuttore 0.47 = 053mm Candole deccensione: Marelli CW 260 N oppure | Shampion Ls Bosch W240 T1: diamere & passe M14 = 1.25 mm distanza fra gli eletedi 0.60. 0.70» RAFFREDOAMENTO ad atia com ventilator assiale. Termestato comando fartalla scarica aria: inizio apertura tarfalln. . 81" = a5+¢ apertura completa farlalla 91 a7-c TRASMISSIONE FRIZIONE Monodisco @ secco, con molla dinnesto a disco © cuscinetto reapispinta a store: co: mando meccanico. Cora 9 wuota pedale 15 = 20mm CAMBIO E DIFFERENZIALE Rapport deal ingrnoagi dot cambio: in | marcia 700 in th » 2.067 in ttl 1,300 inv» 0876 in RM S140 Rapport di riduzione dolla coppia conica dol differenziale ayat Gruppe differenziala © coppia di riduzione nella stessa scatola del cambia. Trasmissione del moto alle ruote posteriori due semialberi collegat gruppo differonziale can giunti a p: FRENI Freni di servizio: idraulici com ganasce autecentronti, ad expansione sulle quota wuote azionati da pompa a stantulfo € ccllineinerti Freno di stazionamente: mecconico ad ‘aspansiane sulle ryote posteriori, coman toto da leva a mano. Giuoco normale fra ganasce e tambut: 0.25 mm SOSPENSIONE ANTERIORE 4 toto indipendenti con ammortizzatore ‘idtaulici tolescopici a doppio effetto. Molla a balesta wasversale collegata alla car- seazena in due punt con Tinterposizions i tasselli elastic! ad alle estremith ai due montant, Nagi scuotimenti asimmenict delle uote, la molla funziona anche da stabilizzatore. POSTERIORE a ryote indipendenti, con malle olicoidali © brace! escilianti Ammortizzaton idraulict telescopic! a doppia veffetta. STERZO E RUOTE STERZO Posizione normale guido: sinister a nebiosta: . desta Tiranti di comanda indipendenti por ciascuna worn, Commando modiante vite @ settore olicoidale: rapperto 226 Raggio minimo di sterzata 430m Assette ruote anterior (ved. pag, 29). RUOTE E PNEUMATICH Ruote a disco con corchio 3%, « 12 Preumatici a bossa pressione 125-12 (6 px) oppure 126-12 € IMPIANTO ELETTRICO TENSIONE 12 BATTERIA DINAMO Capacita (alla scarica di 20 oro) 32 Ah comtinuativa = 230W FIAT I oats posonzo { massima . = 320W = MOTORINO D'AVVIAMENTO Inizio eatiea battoria (a uct spento) motor, cinch 1050 giifmin FIAT potenza oi 0.5 kW vottura in 4* marcia 20,5 km/ora —Innesto diretto con ruta libera LAMPADE IMPIEGO Tipo — Prokono a pena hues # ansttogliants ‘etica a danpio filamento pee 45 benerton eon fmsig anaben” eg Dhante aumaetnes = Loc anger “ivenione bosane . 1a aleeees serca 0 doppia Hasserto 3} ‘mete posnene — ledeatet pesterion deerans sfenca a — Lect targa sfenca 5 — Phetenanone anteme postenore — Rigsekaniene interno veltura su spaccing tetra } colina s ‘eto Indicator lateral i divorione Whuminazions: quad enetrotio. = Sepaatatces sccensions provettori a pean lute — Segastatcee insutticiente tensions dkasme pet canes batters 4 tubolare 2 — Sagnatetore funssonamenta indicator di dee= ‘Hone = Sepnalsiore invulficiente pressions ofa \ = Sepnatmors riveeva corburante — Segnalatore tech posizione CARROZZERIA Giatdiniera con cassa portante. Luci literal oon wetro apritile. 1 ‘i Cofano anteriote —cerierata _posterior- Farce dal pscigione steno apse, con ON “amranie: rats ot one, ba teria, sorbate: carburante ¢ liquido freni, Due porte cemigrte posteriormente, con, recipiente lavacristalla © vono portaba- lucia due cristalli il prime otientabile ed oagli. ilsecondo scondante mediante manovelta Sportelio pasteriore per accesso agli organi una porta posterior ad unico batte dé! gruppo motoprapulsore con luce fissa, per accesso a! vane bagagh Sedili anterion rogolabili @ ribaltabili in al gruppo motopropulsare ava Sehoma Luci anterior di posizione @ direzione. Projetior a piena luce ed anabbaghanti Avvisatore acustico, Bonen. Indicator [aterali ei direzionee. Interruttore, 2 pressione idsaulica, per lucl posterior d'aresio, Comando indicators riserva carburante. Lampeggiatore per indicatori di direzione. Motoring per terpicristallo, Valvole fusibili dé protezione deffimpianto. Interruttore a pulsante, sul montante pasta lato guida, per lam pada 23 Doviatare per indicator di direzione. Pulsante per camando avvisatare acustice. Commutatore illuminazione estema a lampi luce snabbaglants. Segnatatore fuminoso funzionamanta indicatori di diraziona (luce verde). 46. Lampada per illuminazione quadra di comrolto 17. Segnalatore luminaso funzionamento tuci di pasizione (luce ‘VB. Segnalatore inaufficiente tension dinamo por canca batteria (luce Fossa). 49. Segnalatore luminoso della riserva carburamte (luce rosa), 20, Segnalatore luminoso! insulficieme prossione olin motore (luce rossa) 21. Segnalatore luminaso funzionamento proictton’ a piena luce (luce bleu). 23. Lampada per illuminazione interno vetwea, incorpotata nell. specchio reevisare, 24. Imerunore per illuminazione esterna e quedo di controle 3B Commutatore per accensione motare © segnalaziona servici 26. Intemuttore por comando tergicristalto. 27. Gruppo di rogolazione della dinamo, 28. Dinamo. 29. Motoring d'avviomento. 30. Lampada per luce interna posteriore © hice motor. 31. Rocchetto d'accensions, 32, Candele d'aceensione. 33. Distributor daccensione, 34. Trosmattitore per segnolatore insuffciente pressione olio motore, 3S. Luci posteriori di posizione. arresto © direziane, 36. Luce targa, Nota. - Il segno = (giuppo di reqotazione) indica che il cave & munito di fascota tubetto numerato, ISTRUZIONI PER L’INSTALLAZIONE DI ATTACCO PER TRAINO RIMORCHIO Lautovettura mod. GIARDINIERA é atta al fraino di rimorchi del peso massima di 300 kg, previa Fapplicazione di opportune attacca per il gancio di traino. II gancio deve ossere fissato alla cam eria secondo: To indicazioni riportate nella figura E ammessa [esecuzione di organi di traing con olementi diversi da quelli cho, a titole di esempio, sono qui illustrat, purchi: detti elementi siano opportunamente dimensionati ¢ l'ancoraggio alla vettura sin offettuato nei punti di collegamonto indicati. Mt fissaggio de! giunto di collegamento elettrice pub essere effettuato su apposita staffa da applicare all'attacco per i! traino olla posizione pili idonea, Per il collegamente meccanico devone essero adottati gancio a fora modello « CUNA 50 » (tabella CUNA NC 138-10); occhione 3 sfera_ mod, « CUNA 60 » (tabella CUNA NC 438-15), Impianto elettrico. Per il collegamenta alottrico deve essere dottato un giunto a 7 poli a 12 V (tabella CUNA NC 165-30), | collegamenti con ta morsettiem dovono SSsere Gpportunamenie modificati, sosti- tuendo ancho il lampegaintors con un alte a canco duplice, adatto per tre lampade da 21 W, allo scopo di garantiro il conetto funzionamento degli indicatori di direzione. Inotira, si deve coilegare la massa della vettura alla massa dal rimorchio, tramite ‘giunto a 7 poll, con un cavo di 2.5 mm! di sozione, € ammesso collegare della vettura, oltre ai tegolamentati despo- sitivi di Segnalazione susecennati e di un eventuale freno olettrica, soltanta una lam- pada per F'illuminarione interna del rimorchio. purché di polenza non superiore a 15 W. I fron elettrico deve essere alimentato dirottamente dalla batteria. mediante un cave di seziona non inferior a 2.5 mmi, Freni. Non sono asselutamente ammesse modi- limpianta della vertura per il cumando del freno sul rimorchia, por eu rimpi 0 di frenatura del rimerchio deve ease completamente indipondente dal. Timpianto sdraulico della vettura. UAUTOBIANCHI richiama lattenzione degli Utent) sul fatto che per peso massime rimorchiabile deve intendersi I'effettive peso © piene carico del rimorchio, com- prosi tutti gli accessori ¢ gli effetti personali caricati sulle stesso. Ponanto che tle peso rientri nMessi @ Hportati sulla carta di per nan incerere nelle peno- dalla legge. Accertarsi nei bir circatazions li NOTA - L'AUTOBIANCHI non si assume alcuna responsabiliid ne! caso di esecuzione di ingtaifazioni di ganci di traine non conispandenti a quanto qui prescrilfo, ¥ orn awa - teen mie Sezione G-C @ Almzzs da teva H 0m vetlura in andine di marcia. mon dev'essore suparsiy 3 S26 mmm \Yetlusa a pena cance, non deviessow exlerioee a Installazione attacce traino rimorchio. Sezione dei cavi elettrici. Sanat ona ini Anpareechio Pano press per ‘dalle Tispnattc messane det al ee pm es Indicator di direzione Morsate ra valvola B/2 Indicatori di arresta loterut. sul pedale frome, 06 1 16 26 Lui corrispondenti 1 sulla vettura Ualtezza massima sintende a vettura scarica. Schienale posteriore nbaitabile per amplia- — Speechio rewevisare esterno lato guido, mento vano portabagagli ‘specchio retrovisore con lampada per illuminazione intemo vettura ¢ due visiere Pianale fipostiglo. sotto la ploncia porta- intome parasote oxiontabili strumenti Ponaconore at centro delta plancia porta: Maniglie per chiusura. porte dallinterno. suumanti PRESTAZIONI VELOCITA PENDENZE massima ammissibili dopo il prima periodo | magsima superabili uso im 1 morcia kmjh 230 | in 22% in 2* marcio » 8 | in 15 % in 3° marcia » 65 in 6% in 4 oltre » in 4° marcia 3% PEsI Peso della vettura in ordine di marcia (con tifornimenti, ruota-di scorta, utensili ot accessor) 555 kg Portata utile (4 persone + 40 ka oppure conducente + 250 kg) 320 kg Peso massimo rimorchiabile 300 kg Ualtezza massima sintende a vettura scarica. Schienale posteriore nbaitabile per amplia- — Speechio rewevisare esterno lato guido, mento vano portabagagli ‘specchio retrovisore con lampada per illuminazione intemo vettura ¢ due visiere Pianale fipostiglo. sotto la ploncia porta- intome parasote oxiontabili strumenti Ponaconore at centro delta plancia porta: Maniglie per chiusura. porte dallinterno. suumanti PRESTAZIONI VELOCITA PENDENZE massima ammissibili dopo il prima periodo | magsima superabili uso im 1 morcia kmjh 230 | in 22% in 2* marcio » 8 | in 15 % in 3° marcia » 65 in 6% in 4 oltre » in 4° marcia 3% PEsI Peso della vettura in ordine di marcia (con tifornimenti, ruota-di scorta, utensili ot accessor) 555 kg Portata utile (4 persone + 40 ka oppure conducente + 250 kg) 320 kg Peso massimo rimorchiabile 300 kg CARATTERISTICHE VERSIONE FURGONCINO 500 Dilterisce dal mod. Bianchina Giardiniera nelle sequenti parti: Furgoncino @ due posti con accesso posteriore al vane di catico. Ruote e pneumatici. Pneumatici a bassa pressione 125 -12C Pressione di gontiaggio anterior kq/em* 1,4 posteriori kg/om? 2.4 Pesi. Peso del furgoncing in ordine di marcia (eon rifen nti, rusta di scorta, utensili @ accessori) 555 kg Portata utile, compreso i! conducente 320 kg ki 1am ~ a! Dimensioni del vano posteriore di carico. Superficie di carico, cirea m? 1,278 Capacits nv? 0.80 = 1.00 42 ie As Ripostiglio sotto il pianale di carico. INDICE Presentazione Dati por Fidentificazione USO DELLA VETTURA Precaurioni per il prime periodo d'uso. dalla ventura Apparecchi di controllo « comand Porto © sodili Ventilazione © riscaldamento interno vettura Teta apribite Avviamente del matore Avviamento della vettura Apertura del cofano antesiore Accessibilith vano motor Sellevarnento @ traino venture Sostiturione ite Ancomaggi per cinture di sicurezza MANUTENZIONE Assistonza Schema lubeificazione generale Schema dalle varifiche © pulizie Lubrificazione matore Distibuzione Alimentazione cry Pog n 12 16 iF 19 2 23 23 24 Raffreddoments motore Accensione Trasmissione Froni Sospensione Sterro ¢ mole Impianto elettrico @ fanatoria Vorie Dotarione chiavi ed utensili Carrozzeria Lunge inattivite ventura CARATTERISTICHE Motare Trasmissiono Frani Sospensione Stoo © uote Impiante elettrico Canozzeria Prostazioni Posi Versione FURGONCINO 500 RIFORMIMENTI Pag, 25 25 26 27 28 28 a 36 se 8 38 a9 39 a8 a9 40 40 a a1 az RIFORNIMENTI Quantits Parti da rifornire a Rifornimenta te ko ] 1 Serbatoio carburante | 22 - Benzina normale Coppa motore (*) a 25 2.25 oliefiat (***) Scatola cambio @ differenziale Ww 1 oliofiat ZC 90 Scotola guia oe O12 O11 oliofiat W 90/M Impianta freni idraulici O22 0.22 Liquide FIAT Etichetta Azrurra DOTS Recipienta liquide lavacristatlo | 1 - barat « Liquide FIAT att") (*) La capocita totale dolla coppa matoro, tubazioni, filtea olio ed alboro manovella 8 di fri 3 (kg 2.65), La quantita indicate nella labella corisponde & quolla accorrente per la sostituzione periodica delfalio, (tae emai una dose da 30 cm? per ogni titra di acqua; d'inver: 10°C miscalaro 50% di hiquido FIAT BP 1 con 50% d' inforign a — 10°C impiogare esclusivamente fiquido FIAT Of par temperature fino Fer temperature nea acauD, (7**) Usare i sequenti tipi di oli: | (Ch) atiotien ve |) olefin MuLTIGRADO Temperatura = == esterna Oll delergenti # basso contenuto di ceneri Superano |e sequenrs Exeopee Minima sotto cvs TOW ISAE1OW) | - Minima ta O°C.e 18°C | vs: 20W (SAE 20) 10 W/30 Minima) Max inferior a 35°C | WS* 30 (SAE 30) | $0000 a superior a |- 20 w/o | Maxsuperioma36-C | VS" 40(SAE40) | | (*) Non rabboccare con oli di alea marca © tipo. PRESSIONE PNEUMATICI con carica ridowe 1.9 ka/em* a pieno cance. 2.4 kajem? Antailott. . U2 kateme Fosteriod { rT ae 1 Pe ca