Sei sulla pagina 1di 73

Manuale

Sogni Lucidi

tratto dal sito Sognilucidi.it

Introduzione
Partendo dalla definizione di Stephen LaBerge, scienziato alluniversit di Stanford e
fondatore del Lucidity Institute, un centro di ricerca sul fenomeno dei sogni lucidi,
per sogno lucido sintende il sognare sapendo di stare sognando cio un sogno conscio.
Il termine sogno lucido fu coniato dallo psichiatra e scrittore Frederik van Eeden a cavallo
tra il 19-esimo e 20-esimo secondo.
Il fenomeno pu essere descritto come un risveglio nel sonno, ovvero la coscienza che
abbiamo da svegli entra a far parte del mondo onirico.
Per essere pi chiari:
Solitamente quando si sogna si convinti che ci che si percepisce, vede e sente sia la
realt; ci si ritrova totalmente coinvolti dalle situazioni, per quanto analoghe, bizzarre o
grottesche siano, si vive pertanto da attori inconsapevolmente passivi di una realt virtuale,
che viene riconosciuta come tale solamente in seguito al risveglio.
E se invece vi rendeste conto di ritrovarvi in una realt virtuale mentre ci siete dentro?
Questo esattamente ci che avviene e la situazione cambia esponenzialmente: non s
pi attori inconsapevolmente passivi, ma attori consapevoli e potenzialmente attivi,
onironauti.
Riconosciuto il sogno come tale, mentre si sta vivendo, le possibilit che si aprono sono
infinite; la realt che ci si presenta davanti non dovr essere necessariamente subita, ma
potr essere controllata, parzialmente o totalmente, interagendo a proprio piacimento con il
mondo onirico.

Classificazione della qualit dei sogni

La vividezza o definizione di un sogno un parametro che indica quanto le sensazioni visive


del sogno sono vicine a quelle sperimentabili nella realt.
Il controllo di un sogno indica quanto si in grado di manipolare gli elementi
del sogno stesso. Il controllo parziale indica il controllo del conscio, mentre quello totale
racchiude in s sia il controllo del conscio che dellinconscio.
La lucidit la consapevolezza di essere in un sogno.
La percezione sono le emozioni, sensazioni e percezioni della realt: il realismo di
un sogno.
La memoria, che pu essere distinta in due tipi: memoria reale e memoria onirica. La
memoria reale quella che abbiamo da svegli, mentre quella onirica equivale a quella che
pi comunemente abbiamo nei sogni.

Stati onirici e livello di lucidit


Il limite nellinterazione con il sogno dato, oltre che dalla fantasia, dal livello di lucidit
raggiunto. La consapevolezza di sognare aumenta infatti per gradi. Questo perch bisogna
rivoluzionare totalmente il proprio modo di vedere i sogni: essendo creazioni della propria
mente, si ha piena responsabilit delle situazioni.
In base al livello di lucidit i sogni lucidi possono essere cos suddivisi:

Pre-lucidi: il sognatore ha la sensazione o la certezza di stare sognando, rimanendo per


influenzato da sogno che vive.. la lucidit bassa;

SL: Sogni Lucidi. Il sognatore ha una maggiore consapevolezza di stare sognando ed


interagisce con il mondo onirico coscientemente, ci nonostante ancora legato alle leggi
fisiche della realt a cui abituato;

SLPC: Sogni Lucidi Parzialmente Controllati. Il sognatore consapevole di trovarsi in


un sogno e di essere autore/artefice di tutto ci che lo circonda. Pu interagire, modificare
e controllare il mondo onirico quasi completamente; la nitidezza della realt che lo circonda
sempre pi paragonabile ad una realt virtuale, quindi in parte si ritrova limitato dalla
somiglianza con il mondo da svegli;

SLTC: Sogni Lucidi Totalmente Controllati. Il sognatore pienamente consapevole di


trovarsi in un sogno e di essere totalmente responsabile delle situazioni consce. La memoria
del mondo da svegli (il mondo reale) gli permette di vivere coscientemente il sogno, nel
pieno controllo delle azioni. Pu modificare a proprio piacimento lambiente onirico ed agire
senza limiti, aggirando le leggi della fisica e osando quello che non si mai visto nel mondo
reale. La nitidezza altissima e le sensazioni ed emozioni percepite diventano parametro
per la realt del mondo onirico. Linconscio in questo caso non pi un limite per
il sogno difatti non pi legato alle percezioni della realt. Il controllo aumenta in base alla
concentrazione mentale di tutto quello che ci circonda e di quello che noi siamo. Un consiglio
di non usare affatto il corpo fisico onirico per osare cose soprannaturali.

Il dott. Stephen LaBerge


Stephen LaBerge uno psicofisiologo, nonch leader nella ricerca e sperimentazione sui
sogni lucidi. Nato nel 1947 e figlio di un ufficiale dellaeronautica militare,
LaBerge viaggia molto sin da piccolo e sviluppa un interesse per la scienza, da lui intesa
come mezzo per comprendere il cosmo.
Nel 1967, dopo due anni di studi presso lUniversit dellArizona, ottiene una laurea di primo
livello in matematica. Prosegue a questo punto i suoi studi iniziando il suo dottorato in
chimica fisica presso luniversit di Stanford. Dopo una pausa degli studi, durante la
quale LaBerge si lancia alla ricerca del Santo Graal, ritorna a Stanford, preparando il terreno
per gli studi e le sue sperimentazioni pionieristiche sui sogni lucidi, ottenendo cos il suo
dottorato di ricerca (Ph. D) in psicofisiologia, nel 1980.

Gli esperimenti sui Sogni Lucidi


Stephen LaBerge stato il primo scienziato a dimostrare sperimentalmente lesistenza dei
sogni lucidi. Il suo lavoro ha trasformato questa tecnica in un potente strumento per studiare
le relazioni mente-corpo durante lo stato onirico e ha dimostrato le notevoli potenzialit dei
sogni coscienti nel campo della psicoterapia e della medicina psicosomatica. I suoi libri su
questo argomento, Lucid Dreaming (Sogni coscienti nella sua edizione italiana),
Exploring the World of Lucid Dreaming e il pi accademico Conscious Mind, Sleeping
Brain, hanno suscitato un enorme interesse popolare.
La ricerca di LaBerge basata su esperimenti presso appositi laboratori del sonno, in cui
dei volontari vengono monitorati durante le fasi REM. Uno dei principali obiettivi di LaBerge,
una volta comprovata lesistenza dei sogni coscienti, fu quello di dimostrare
sperimentalmente la stretta correlazione esistente fra svolgere unazione durante lo stato
di veglia e il sognarla.
Monitorando lattivit cerebrale delle persone sottoposte agli esperimenti, questo stato
possibile. Contare e cantare, ad esempio, sono azioni che nello stato di veglia comportano
lattivazione dellemisfero destro e sinistro del cervello rispettivamente. Una persona che si
trova in un sogno cosciente, cantando o contando nel proprio sogno, riporta
nellelettroencefalogramma lo stesso risultato.
Per arrivare a queste conclusioni LaBerge dovette per dapprima studiare un modo per
comunicare dal mondo dei sogni, in modo che lonironauta, raggiunta la lucidit, avesse
potuto effettivamente comunicargli che era pronto per iniziare le task. Lidea alla base di
questa comunicazione era che gli unici movimenti volontari possibili in sogno fossero
proprio quelli degli occhi. Qualsiasi altro movimento infatti inibito dalla paralisi REM, e per
quanto il cervello continui a trasmettere gli impulsi, la maggior parte delle fibre dei muscoli
locomotori sono (per fortuna) paralizzate durante i sogni. Nel primo esperimento di
laboratorio, LaBerge fu seguito da Lynn Nagel, un assistente del centro per lo studio
del sonno di Stanford. Nagel diede il suo contributo a LaBerge, insegnandogli come
effettuare le registrazioni del sonno. Nei primi esperimenti da loro compiuti, LaBerge era il

soggetto dellesperimento, e Nagel stava sveglio per tutta la notte, svegliandolo quando
incombeva in fasi REM non lucide.

Le controversie con la scienza e la fondazione del Lucidity


Institute
Gli eclatanti risultati di laboratorio conseguiti da LaBerge nella ricerca sui sogni lucidi, hanno
sollevato non poche controversie nella scienza ufficiale del periodo. Tale scetticismo,
sostiene LaBerge, era dovuto al fatto che, fondamentalmente, si pensava che i sogni
fossero un prodotto dellinconscio e si credeva, dallidea di Freud, che questi fossero un
mezzo reale per attingere da esso. Da questo sembrava derivare lidea errata che i sogni
stessi fossero inconsci, ma di fatto, non cos; sono esperienze coscienti, altrimenti non
potremmo ricordarli. vero che la fonte dei sogni in gran parte inconscia, e che non
sappiamo perch certe cose succedano in un certo sogno, e, in questo senso, gran parte
del contenuto dei sogni determinato inconsciamente, ma questo non significa che
lesperienza onirica sia inconscia.
Uno dei principali problemi in questo ambito, secondo LaBerge che spesso si incappa in
problemi di definizione. Usiamo a ruota libera parole come conscio ed inconscio e si incorre
sovente nel sentire parlare del sonno come un qualcosa di inconscio. Se usassimo un
linguaggio pi controllato, diremmo che una persona addormentata inconscia
dellambiente circostante, il che completamente diverso dallessere assolutamente
inconsci.
La scienza del tempo tir in ballo errori procedurali nei laboratori, in quanto i risultati
di LaBerge non avevano senso, e fu solo dopo molti congressi con studiosi dellargomento
che finalmente nel 1983, il fenomeno dei sogni coscienti fu accettato dalla scienza
ufficiale.
Nel 1988, pienamente fiducioso nelle sue convinzioni che i sogni lucidi possano apportare
dei benefici allumanit, LaBerge fond il Lucidity Institute, con lo scopo di promuovere la
ricerca sulle natura e le potenzialit della coscienza, e di applicare queste ricerche al
miglioramento della salute umana e del benessere.

I sogni e la loro funzione


Partendo come punto cardine dal concetto che la parola sogno avesse un significato
troppo limitato, LaBerge azzard una sua definizione di sogno, incorniciandolo come
qualcosa che non un sogno cosciente. Dopo la scoperta del sonno REM in Europa prese
piede la definizione di sonno paradosso per definire questa fase del sonno, proprio a
puntualizzare quanto un simile comportamento biologico fosse del tutto inaspettato, ed
ancora chiamato cos. Fondamentalmente questo stato di coscienza assomiglia alla veglia,
e la stessa storia, continua LaBerge, oggi sta ripetendosi coi sogni coscienti. Questi ultimi
dimostrano infatti che in determinate circostanze il cervello addormentato pu sostenere
livelli molto elevati di consapevolezza riflessiva, e per questo funziona in modo alquanto

simile a quanto farebbe nello stato di veglia. Questo dimostra quanto i sogni non debbano
essere necessariamente unidimensionali, non riflessivi o allucinatori.
Per quanto riguarda la funzione dei sogni, LaBerge sostiene che lessere umano sogna, per
lo stesso motivo per cui ha un cervello. Il cervello si evoluto principalmente per produrre
modelli del mondo, per analizzare, quantizzare e memorizzare dati, in modo da avanzare
supposizioni sulle condizioni future che ci si trover ad affrontare, evitando in questo modo
preventivamente ci che non vogliamo accada. Questa forte spinta a conoscere lambiente
per difendersi ha portato allattuale sviluppo del sistema centrale in esseri umani, ma anche
nei primati; questa stessa spinta ha guidato levoluzione del nostro cervello a livelli molto
elevati, al punto che senza rendercene conto simuliamo il mondo dentro la nostra testa,
scambiandolo continuamente per realt oggettiva ma non lo . Ci guardiamo intorno e
vediamo il mondo, spesso inconsapevoli del fatto che quello che vediamo la realt che ci
indica il buon senso. Tutto il sistema cognitivo dellumano, insomma, regolato da un
concatenamento di sensi, che comunque nulla varrebbe senza le aspettative e le memorie.
Ed appunto sulle aspettative e le memorie che il cervello, durante la fase REM, costruisce
un modello del mondo in base a quello che ci aspettiamo, che temiamo, che vogliamo e cos
via. A questo punto i sogni perdono quello scopo cui erano stati associati; non ci sono
significati particolari da scorporare, ma semplicemente vanno vissuti. Non ci sono dubbi che
il sonno REM faciliti il consolidamento della memoria, conclude LaBerge, ma non possiamo
tuttavia sapere per certo se tutto questo abbia a che fare o meno col contenuto dei sogni.

Why, Brother? Ovvero, perch sognare lucido?


Per quanto esistano molti sognatori lucidi naturali, cio persone in grado di prendere
consapevolezza in maniera pi o meno totale del fatto di stare sognando senza ricorrere a
particolari tecniche di induzione, per controparte esistono persone che per arrivare a tale
risultato devono lavorare sodo: imparare tecniche di rilassamento, riadattare i
cicli sonno/veglia, esercizi sulla memoria, sono un costo comunque non indifferente per
molte persone. Dunque la domanda , perch? LaBerge da una lunga serie di risposte
argomentate. La prima, la pi incentivante forse, : la vita breve. E lo innegabilmente.
In media un umano spende tra un quarto e met della propria vita dormendo. Dormiamo,
senza consapevolezza, lasciandoci sfuggire migliaia di occasioni di essere pienamente
coscienti ma soprattutto vivi. vagare inconsapevoli per i sogni forse un buon modo di
impiegare questo tempo? Non solo sprechiamo gran parte della nostra riserva limitata di
vita, ma perdiamo occasioni di crescita personale, perdiamo avventure, lezioni che
potrebbero arricchire il resto della nostra vita. Inoltre i sogni lucidi sono una realt virtuale
ad alta definizione, nella quale possibile esercitarsi negli sport, con una realisticit
altrimenti impossibile da ottenere in qualsiasi simulatore. possibile usarli per vincere fobie
come ad esempio esibirsi in pubblico, o semplicemente sostenere discussioni davanti a
molte persone (meeting, tesi di laurea, esami vari), per cercare soluzioni a problemi di
creativit o di carattere tecnico e cos via. In questo senso i sogni lucidi possono essere
considerati un ottimo ambiente nel quale allenarsi, migliorarsi e crescere. Albert
Einstein trov la soluzione a molte delle sue equazioni allinterno di sogni lucidi. Un altro
utilizzo comune e che spesso porta la gente ad avvicinarsi a questo argomento sono gli
incubi ricorrenti. Ottenendo la lucidit infatti possibile cambiare il contesto dei sogni
trasformando un incubo nella pi bella delle esperienze.

Posizione dellautore riguardo le esperienze di


abbandono del corpo (O.B.E.)
LaBerge considera la questione delle O.B.E. un argomento molto complicato e da trattare
con le pinze. Secondo LaBerge le O.B.E non sono quello che la gente, ingenuamente
pensa che sia, ovvero che effettivamente si sia in procinto di abbandonare il proprio corpo
fisico, entrando in un corpo astrale e girovagando per il mondo reale. Quello che avviene,
va esaminato con criterio scientifico. Ci si trova distesi nel proprio letto, allimprovviso ci si
sente separare dal corpo e ci si sente galleggiare sopra di esso; spesso guardando gi si
vede il proprio corpo, o quello che crediamo esserlo, ma questa idea va esaminata con
attenzione. Tutto nella camera ha coerenza? Le finestre sono dove dovrebbero essere, o
ancora meglio ci sono finestre? Gli oggetti sono dove li ho lasciati prima di dormire? Cosa
avviene se faccio dei test di realt? Beh, vedendola in questo modo lidea di essere ancora
nel mondo fisico, nella migliore delle ipotesi e con un po di spirito critico svanisce. Negli
esperimenti di laboratorio, LaBerge ha rilevato che, su 100 sogni coscienti, una percentuale
di circa il 10% si presentava con una fenomenologia di abbandono del corpo. A questo punto
il team di LaBerge ha confrontato la fisiologia di tali sogni coscienti, per vedere se esisteva
una qualche caratteristica che permettesse loro di prevedere quando una certa persona
avrebbe probabilmente fatto un sogno lucido con esperienza di abbandono del corpo.
Quello che hanno scoperto che cera una forte probabilit di un breve risveglio prima di
questa esperienza. Ora, quello che si verifica essenzialmente questo: si distesi sul letto,
ci si sveglia; ci si trovava nel sonno REM, quindi adesso si in procinto di ritornare in quello
stato, ed effettivamente quello che accade senza che ce ne rendiamo conto.
Improvvisamente gli stimoli sensoriali si annullano, e quello che hai solo il ricordo del corpo
invece della percezione sensoriale di esso. Un momento prima il nostro corpo aveva un
peso, ma adesso la forza gravitazionale stata annullata. La sensazione di andare verso
lalto, assimilabile a quella che proviamo, quando solleviamo una confezione di latte senza
sapere che vuota. Quando percepisci che il peso minore di quello che ti aspettavi, il tuo
modello mentale lo spiega con una forza diretta verso lalto. Per quanto riguarda le
esperienze di abbandono del corpo come conseguenze di traumi invece, queste sono
dovute alla capacit dellindividuo di dissociare. Ci sono persone che possono, molto pi
facilmente di altre, distaccarsi dalla loro esperienza corrente. Una volta avvenuto questo
possibile ricostruire una visione della realt nella quale sei in un qualche modo al di fuori
della situazione. Questo pu avvenire durante una REM, mentre si cade gi da una
montagna, o magari quando si appena stati dichiarati morti. Questi forti shock emotivi
sono sufficienti a produrre una dissociazione che ti permette di riorganizzare lesperienza.
vero che molte persone riferiscono di aver visto cose in quello stato che normalmente non
avrebbero potuto vedere, in quanto incoscienti; anche vero per, che magari lo stato di
attivazione sensoriale non era forse cos basso, e pur percependo da un punto di vista in
terza persona, gli stimoli continuavano a provenire dal corpo.

Le Tecniche di Induzione
Anni di studi ed esperimenti, hanno portato LaBerge a creare numerose tecniche di
induzione. Suddivisibili in due grandi famiglie, abbiamo tecniche DILD e tecniche WILD, che
si distinguono per il modo di entrare nel sogno lucido. DILD lacronimo di Dream Initiated
Lucid Dream, ovvero un sogno lucido che ha origine da un sogno normale nel quale per,
vengono riconosciuti uno o pi dream sign, con conseguente svolgimento di test di
realt. LaBerge opera inoltre una ulteriore suddivisione delle tecniche DILD:

Tecniche DILD
Tecniche dellanalisi critica dello stato di coscienza

tecnica dellanalisi critica dello stato di coscienza

Tecniche dellintenzione

Tecnica della risolutezza


Tecnica dellIntenzione
Tecnica combinata Riflessione-Intenzione
MILD
WBTB
Per quanto riguarda le tecniche WILD, la differenza sostanziale dalle precedenti, sta nel
fatto che il soggetto cerca di entrare nel sogno direttamente dallo stato di veglia, senza
perdita apparente di coscienza. WILD lacronimo, appunto, di Wake Initiated Lucid Dream,
ovvero sogno lucido iniziato dallo stato di veglia. Anche queste tecniche vengono
scorporate in sottocategorie organizzate in base al metodo usato per non perdere
lattenzione:

Tecniche WILD
Focalizzare lattenzione sulle immagini ipnagogiche

Tecnica delle immagini ipnagogiche

Attenzione rivolta alle visualizzazioni


Queste tecniche sono state adattate da LaBerge dalla Tradizione tibetana dello Yoga dei
Sogni.

Tecnica del punto bianco


Tecnica del punto nero
Tecnica della fiamma sul loto

Focalizzare lattenzione su altre task mentali

Tecnica del contare durante laddormentamento


8

Attenzione rivolta sul corpo

Tecnica dei corpi gemelli


Tecnica del corpo singolo
Tecnica del nessun corpo

Psicotecnologia: Electrically Lucid Dream Induction


Proseguendo con le sue ricerche LaBerge cre inoltre anche alcuni dispositivi per
linduzione elettronica dei sogni lucidi (le tecniche che vi si riferiscono sono meglio note
come EILD). Si tratta in pratica di maschere da indossare quando si va a letto, in grado,
tramite un sistema ad infrarossi, di individuare la fase REM del sonno ed emettere dei flash
lampeggianti tarati in modo da non svegliare il soggetto, ma di essere percepibili
nel sogno come dei dream sign. Fra questi dispositivi troviamo il Dreamlight e il pi recente
NovaDreamer.

Il diario dei sogni


Scrivere i vostri sogni notturni in un diario onirico (chiamato anche diario dei sogni o, in
inglese, dream journal) il metodo pi semplice per potenziare le vostre capacit di
ricordarli e, a lungo andare, questo facile esercizio vi porter anche alla lucidit.

Preparazione
Ecco poche e semplici regole per ottenere i migliori risultati:
Tenete sul comodino tutto loccorrente per scrivere: fogli di carta, una matita o una biro
(controllate che sia carica prima di coricarsi!) una torcia o una penna luminosa per non
svegliare chi eventualmente dorme con voi nella stessa camera, oppure un registratore. Se
vi alzate spesso per andare in bagno, potete tenere una penna e degli altri fogli anche l.
Ricordatevi che questi semplici preparativi possono agire come suggestioni positive, capaci
di potenziare il ricordo onirico senza ricorrere ad altro.

Appena svegli
il momento pi importante:

cercate di restare nella posizione del risveglio;


non aprite gli occhi;
pensate a quello che avete appena vissuto.
Se subito con la mente vi proiettate in avanti, se vi alzate per guardare lora mentre passate
in rassegna i vari impegni della giornata, allora molto difficilmente potrete afferrare qualche
ricordo onirico. Occorre invece che vi prendiate un po di tempo per stare tranquilli e pensare
a quello che avete vissuto o fatto un attimo prima. A volte lultima scena vi pu permettere
di ricostruire, a ritroso, lintero sviluppo del sogno. Se proprio non vi viene in mente niente
9

provate a girarvi lentamente in varie posizioni per vedere se recuperate almeno dei
frammenti onirici.
Registrate il sogno appena possibile, nel modo pi completo: il ricordo di molti sogni tende
ad affievolirsi appena essi terminano: se aspettate di aver fatto colazione prima di annotare
un sogno, gran parte di esso sar gi svanito, senza che ve ne rendiate conto. Se allinizio
ricordate solo dei frammenti slegati, non desistete: pian piano il solo fatto di continuare a
registrare i sogni (su un quaderno, su un nastro o sul PC) dar i suoi frutti.
possibile imparare a svegliarsi dopo ogni sogno, in modo naturale. Dato che il ricordo dei
sogni migliore se ci svegliamo subito dopo un periodo REM, si pu regolare la propria
sveglia interiore attraverso la suggestione, in modo da svegliarsi alla fine di ogni sogno. In
una sola notte, con questo metodo si possono ricordare moltissimi sogni notturni, mentre di
solito lultimo sogno del mattino quello che riusciamo a ricordare meglio e a trascrivere.

Il diario onirico
Raccogliete i vostri sogni in un diario onirico. Per avere sottomano tutta la vostra raccolta di
prodotti onirici sarebbe bene non lasciarli su fogli sparsi, ma raccogliergli in un diario
onirico, che potrebbe essere costituito da una cartella del vostro PC, oppure da un
quaderno qualsiasi. Se volete evitare di trascriverli potete usare fogli mobili da inserire in
quaderni con un supporto a ganci: di notte li potete lasciar sul comodino e di giorno potete
raccoglierli nel contenitore.
Ecco da cosa potrebbe essere costituita una pagina del vostro diario onirico: Note
giornaliere o antecedenti: la sera, prima di addormentarvi, scrivete qualche riga su ci che
avete fatto e sulle sensazioni provate durante il giorno. Annotate ci che vi ha colpito
particolarmente, le novit, le emozioni che avete vissuto, e soprattutto i problemi rimasti
insoluti che potrebbero trovare risposta nei sogni della notte.
Il mattino dopo, nel riportare sul quaderno il sogno, ricordate di annotare la data e di lasciare
lo spazio per il titolo (meglio scriverlo a grandi lettere, per renderlo pi visibile).
Nella descrizione usate preferibilmente il tempo presente. Questo piccola abitudine (di solito
si usa il tempo passato per descrivere un sogno) vi pu aiutare a capire alcune cose.
Pensate alla differenza che c nel dire vivevo in una citt sotto bombardamento, in tempo
di guerra e vivo in una citt sotto bombardamento, in tempo di guerra. Il sogno si riferisce
al vostro presente, e anche se sceglie immagini del passato, esse devono sempre riferirsi
alloggi, alla situazione vissuta in quel momento.
Annotate tutti i dettagli che riuscite a ricordare del vostro sogno, completando il resoconto
con gli stati danimo che avete provato in sogno e al momento del risveglio.
Quando ne avete il tempo, registrate qualsiasi pensiero o sensazione che quel dato sognovi
suscita e aggiungete le associazioni che vi vengono alla mente. Ci vi sar utile se vorrete
tentare di interpretare da soli i vostri sogni.
Se volete, potete disegnare i soggetti dei vostri sogni sul vostro diario: un ottimo sistema
per aumentare la capacit di ricordare i particolari onirici, oltre che una fonte di grande
soddisfazione a livello creativo. In alternativa potete ritagliare e incollare sul vostro diario
10

fotografie o immagini che in qualche modo vi sembrano interessanti o che rappresentano


alcune immagini dei vostri sogni.

Analisi dei dreamsign


Una delle operazioni pi importanti che riguarda lanalisi dei sogni volta allinduzione dei
sogni lucidi lanalisi dei dreamsign, la loro ricerca a classificazione. I dreamsign sono tutti
quegli elementi strani o assurdi che indicano che ci che si sta vivendo in realt un sogno.
Parliamo quindi di tutti quei fattori bizzarri che caratterizzano i sogni; oggetti strani,
comportamenti fuori dal comune, eventi poco logici o di natura inspiegabile.
Imparare a notare i dreamsign quindi un buon metodo per indurre sogni lucidi in modo
naturale, ed infatti spesso il modo in cui si diventa lucidi le prime volte. Tuttavia, se non si
sognatori naturali, appoggiarsi solo a questo tipo di preparazione, senza accompagnarlo
alluso di tecniche di induzione, non vi garantir buoni risultati dal punto di vista della
frequenza mensile di SL.
Per avere dei dati significativi in seguito allanalisi dei propri dreamsign necessario che il
vostro diario contenga gi un buon numero di sogni, cos da poter notare le somiglianze, le
ricorrenze e tutti gli elementi che compaiono pi spesso.
Lanalisi comprende tre fasi: la ricerca dei dreamsign, la loro classificazione e infine
limparare ad usufruirne tramite esercizi durante la veglia.

DreamSign, gli indizi del sogno


Un dream sign (dallinglese, letteralmente indizi del sogno) pu essere un oggetto, una
persona, una situazione, una sensazione, che compare nei sogni pi volte di altri elementi.
Ad esempio, se una persona sogna spesso di trovarsi in montagna, questo luogo potrebbe
essere scelto come dream sign. Riuscendo ad individuare questi segni, possiamo ricordarci
che la situazione in cui ci troviamo potrebbe essere un sogno, e quindi possiamo fare un test
di realt per trovarne leventuale conferma ed ottenere lucidit.
Grazie ai risultati derivanti dalle ricerche di Stephen LaBerge, possiamo affermare con una
certa sicurezza che quasi ogni sogno possiede elementi, o segni, che possono indicarne la
sua natura onirica, e che ogni individuo tende a replicare nei propri sogni determinate
tipologie di questi segni in modo ricorrente, rendendone cos possibile una ricerca mirata
(attraverso lanalisi degli stessi nel nostro diario dei sogni, ad esempio).

Tipologie di dream sign


Stephen LaBerge ha classificato i dream sign riscontrati in quattro categorie principali:

Consapevolezza interiore: dream sign legati a stati danimo insoliti del sognatore. Si pu
essere spaventati, felici, adirati, sessualmente eccitati senza alcun motivo plausibile o nei
11

confronti di persone per cui normalmente non potremmo avere tali sentimenti e/o
atteggiamenti, o addirittura nei confronti di sconosciuti.
Azioni: il soggetto sognante o altri personaggi del sogno compiono azioni impossibili da
compiere nella vita reale, come ad esempio volare o cambiare il proprio aspetto.
Contesto: ci si trova in situazioni che non concernono la nostre abitudini; giochiamo un
ruolo insolito o comunque ci troviamo in contesti sociali fuori dai nostri standard. Essere nudi
per strada o andare a lavoro in pigiama possono essere due esempi.
Forma: I luoghi, gli oggetti o altri dettagli non sono come dovrebbero essere. La forma di
determinati luoghi potrebbe risultare diversa o essere mutevole.

Caccia ai dream sign


Quello che andremo adesso ad analizzare, sar il come utilizzare i dream sign a nostro
vantaggio al fine di indurre sogni lucidi attraverso le tecniche di tipo DILD. Per fare ci, sar
necessario aver riportato almeno una decina di sogni nel nostro diario dei sogni. Se non
avete ancora un diario dei sogni, questo il momento giusto per iniziare a tenerne uno. Una
volta raggiunto tale obiettivo, iniziamo a rileggere tutti i sogni ivi riportati a caccia di dream
sign, possibilmente sottolineandoli e dedicando alla fine di ogni sogno uno spazio in cui
elencarli tutti suddividendoli per tipologia. Il nostro scopo analizzare con che frequenza
ogni categoria di dream sign si presenta nei nostri sogni al fine di sceglierne due (quelle
riscontrate pi frequentemente), che diventeranno a questo punto i nostri veri e propri dream
sign personali, che ci permetteranno di capire di essere in un sogno.
Considerando che nei sogni tendiamo spesso ad assumere gli atteggiamenti della vita
di veglia, buona norma, dopo aver delineato quali debbano essere le categorie
interessate, andare a caccia di esse durante il giorno, cercando di notare quelle stranezze
che in un sogno potrebbero indicarci che stiamo appunto sognando, spingendoci ad
eseguire quindi dei test di realt. Ad esempio se siamo soliti condurre una vita sedentaria,
e abbiamo scelto come categoria di riferimento i dream sign di contesto, potremmo
svolgere un test di realt se ci troviamo a fare sport, o mentre ci accingiamo a fare qualsiasi
altra cosa si discosti dalle nostre abitudini. Assumendo tale atteggiamento, aumenteremo in
maniera esponenziale la possibilit di notare uno dei dream sign obiettivo mentre
sogniamo, dando cos luogo, con tutta probabilit, ad un sogno lucido di tipo DILD.
Particolarmente utili e funzionali sono quei dreamsign gi notati in qualche sogno e che ti
hanno quindi reso lucido. Infatti in casi come questi sar molto pi facile notarli nuovamente
se si presentano in modo molto simile alla precedente esperienza, proprio perch
conosciamo gi le sensazioni che ci ha suscitato, allinterno del sogno, in modo diretto.

Il test di realt
Il test di realt (o RC, acronimo inglese di Reality Check) un metodo di riflessione sulla
realt in grado di aumentare la probabilit di fare sogni lucidi di tipo DILD, cio quei sogni in
cui si acquisisce lucidit quando il sogno gi in corso. Pi specificatamente questa tecnica
viene chiamata Reflection o RCT, da Reality Control Test. Labilit di diventare cosciente
durante un sogno dipende da una certa consapevolezza, tua e dellambiente che ti circonda.
Per accorgerti che i maiali ballerini possono esistere solo nei tuoi sogni, devi essere in grado
di riconoscere di star guardando dei maiali che ballano.
Un test di realt ha due scopi:
1. Rispondere alla domanda In questo momento sto sognando? Di conseguenza, ti permette
di acquisire consapevolezza di te stesso, di quello che stai facendo, dellambiente che ti

12

circonda e ti fa capire che le cose non quadrano. In questo senso, un test di realt una
pausa mentale per chiedersi In questo momento cosa c, VERAMENTE, attorno a me? e
soprattutto
DOVE sono
finito?.
Allenandoti adeguatamente ad analizzare in modo critico il mondo attorno a te, imparerai a
cogliere quelle stranezze che indicano che in quel momento ti trovi in un sogno.
2. La maggiore consapevolezza acquisita mediante il primo passo fa si che si possa usare
il test di realt in modo pi specifico, cio ponendosi domande dirette sul mondo attorno a
s quando si sospetta di stare sognando. un metodo per verificare o smentire i tuoi
sospetti sullo stato del sogno, spesso cercando di fare qualcosa di impossibile (come
spingere il tuo dito attraverso la tua mano) o da una mancanza di conoscenza o di memoria.
Con questa maggiore consapevolezza e questi strumenti per controllare i tuoi sospetti, puoi
imparare a diventare consapevole, e quindi usare questa consapevolezza per determinare
se stai sognando.

La consapevolezza fondamentale
Le mani, in sogno, assumono spesso forme irreali.
Molte cose in un sogno sono strane, quindi si dovrebbe favorire una maggiore
consapevolezza globale. Sia che una cosa sembri strana o che sia simile a un sogno,
verificala!
Alcune volte questi distinguibili e strani elementi del sogno saranno ripetitivi, mostrandosi in
molti dei tuoi sogni. Un elemento costante chiamato dream sign ed molto utile. Facendo
dei test di realt quando vedi questi dream sign nella realt, ti alleni a notarli e a fare test di
realt quando appaiono nei sogni.
Unaltra situazione importante nel quale fare test di realt non appena ti svegli, o quando
hai provato una WILD ma credi di aver fallito. In entrambi i casi, un falso risveglio o un
tentativo di WILD, puoi trovarti in un sogno molto simile alla realt della tua camera, ed
un test di realt ti pu aiutare a riconoscere che si tratta solo di un sogno.
Alcune persone consigliano di fare test di realt abitualmente, molto spesso durante il giorno
nella speranza che essi vengano eseguiti casualmente in sogno. Se non stai cercando di
aumentare la tua memoria per una MILD, stai molto attento nel fare test di realt cos.
Fare test di realt per abitudine vuol dire che li fai senza pensarci, non facendo molta
attenzione cos come dovresti fare. Questo significa che in un sogno trapasserai la tua mano
con il dito senza prestarci attenzione e senza chiederti se sia una prova del fatto di stare
sognando. RICORDA: la qualit prima della quantit!!!

Quando fare i test di realt


Ci sono diversi momenti nei quali un aspirante sognatore lucido dovrebbe fare un test di
realt:

Il pi importante OGNI VOLTA CHE PENSI DI DOVERLO FARE. Se pensi ai test di realt,
o dici Hmm, questa il tipo di cosa per la quale dovrei fare un test di realt, o riconosci
che qualcosa un dream sign o che te lo ricorda, FALLO!
Ricordati di fare un test di realt ogni volta che pensi o che vedi uno dei tuoi dream sign. Se
il tuo dream sign il tuo cane, e se mentre cammini per strada vedi il cane di qualcun altro
13

che ti ricorda te con il tuo, fai un test di realt. Se stai pensando ai dream sign e ti ricordi
che il tuo il tuo cane, fai un test di realt!
Fai un test di realt ogni volta che si verifica qualcosa di strano o di inusuale, o quando non
riesci bene a comprendere cosa sta succedendo attorno a te.
Fai un test di realt ogni volta che ti svegli. In questo modo scoprirai eventuali falsi risvegli.
Fai un test di realt ogni volta che ti arrendi dopo una WILD. In questo modo scoprirai quelle
volte in cui potresti essere entrato in un sogno senza accorgertene.
Fai un test di realt ogni volta che hai finito di fare un test di realt. Pu succedere che
nel sogno, un test di realt fallisca, facendo si che la cosa impossibile non si verifichi. Invece
di essere ingannato, fai sempre pi di un test di realt per essere VERAMENTE sicuro di
non stare sognando. Prova ad usarne tipi diversi, aspettati ogni volta che funzioner e
immaginalo mentre funziona.
Fai un test di realt adesso.
Allinizio, daiuto fare molti test di realt, con intervalli di tempo ridotti tra uno e laltro.
Lunica cosa da ricordare che devi sforzarti veramente con la coscienza mentre ne fai uno,
non farlo diventare un automatismo. Prova a importi degli obiettivi come Far un test di
realt ogni volta che attraverser una porta o Far un test di realt ogni volta che sentir
la parola sogno'. Farli con intervalli di tempi ridotti tra luno e laltro ti aiuter a ricordare di
fare test di realt in generale. Inizialmente, potresti trovare pi semplice farli con meno
sforzo ma con una frequenza elevata. Ricordati solamente che, eventualmente, vitale che
tu impari a metterci consapevolezza e a sforzare la coscienza.

Come fare test di realt per ogni tecnica specifica


Come usare i test di realt: tecniche per i sogni lucidi e test di realt
DILD (Dream Initiated Lucid Dream) DILD significa semplicemente che il momento in cui
capisci di star sognando avvenuto quando il sogno era gi in corso solitamente viene
descritto come svegliarsi dentro al sogno. Ora, i test di realt possono aiutarti a fare
questo, ma possibile capire di essere in un sogno anche senza fare test di realt. I test di
realt, per, sono per molti uno strumento per rendere tale processo di sveglia pi facile.
Consapevolezza Innalzare la tua consapevolezza un modo per fare la DILD. Diventando
incredibilmente consapevole quando sei sveglio, permetti a te stesso di notare cose che
sono strane e simili ad un sogno. Fare i test di realt nel mondo reale, quando noti cose
strane, coincidenze, o altre stranezze, ti condurr allabitudine di avere una maggiore
attenzione e quindi di fare i test di realt nel mondo onirico, permettendoti di divenire lucido.
Dream Sign Catalogando meticolosamente i tuoi sogni, sarai capace di trovare cose che vi
appaiono frequentemente i tuoi dream sign. I dream sign sono indicatori che ti segnalano
che potresti essere in un sogno, e variano da persona a persona. Tenere un continuo diario
dei sogni, con qualche voce per ogni giorno, ti permetter di vedere cosa contengono
tipicamente i tuoi sogni e cosa dovresti cercare. Una volta che hai identificato i tuoi dream
sign puoi iniziare a fare dei test di realt ogni volta che li vedi o li pensi durante il giorno.
Questa associazione dovrebbe portarsi nei tuoi sogni, permettendoti di diventare lucido.
MILD (Mnemonically Induced Lucid Dream) Per usare questa tecnica DILD, devi prima
leggere la guida sulla MILD in modo da comprendere limportanza della memoria
prospettica. Una volta che hai capito questo, inizia ad esercitarla. Fallo impostandoti degli
obiettivi che riconoscerai durante tutto il giorno e per i quali farai dei test di realt, o
seguendo i dream sign giornalieri (in inglese). Una volta che hai esercitato la tua memoria
prospettica, inizia ad usare il metodo MILD il giorno e la notte durante i risvegli. Per prima
cosa, decidi quali saranno i tuoi segnali. Dream sign? La prossima volta che vedi una
persona? La prossima volta che scendi dal letto? Fai test di realt per essi durante il giorno.
14

Prima di andare a letto, ricordati lintenzione di ricordare di fare test di realt, possibilmente
iniziando un mantra riguardante il tuo obiettivo. Ricordati sia di riconoscere lobiettivo, sia di
ricordarti di fare un test di realt per esso. Quindi vai a dormire. Mira a svegliarti nel corso
della notte, o imposta la sveglia per fare una WBTB. Quando ti svegli, ricorda il sogno che
stavi facendo. Quindi ritorna a letto ma visualizza il tuo ultimo sogno. Pensa ad ogni dream
sign o segnale che hai perso, concentrati su di essi, e immaginati mentre li riconosci in
un sogno e mentre diventi lucido con un test di realt. Eventualmente farai una VILD o
tornerai a dormire, sperando di riconoscere questi dream sign e di fare test di realt la
prossima volta che sei addormentato.
EILD (Externally Induced Lucid Dream) La tecnica EILD usa un dream sign artificiale per
portare il sognatore a fare un test di realt mentre addormentato. Dispositivi come il Nova
Dreamer, il Rem Dreamer, della musica riprodotta nella tua camera, o anche solo qualcuno
che sussurra nel tuo orecchio possono servire come stimolo esterno che ti porta a fare
un test di realt. Quando hai lo stimolo, inizia ad usarlo come un dream sign, fai un test di
realt ogni volta che vedi/ascolti/senti o pensi ad esso nella tua vita da sveglio in modo che
quando con un po di fortuna apparir nei tuoi sogni, sarai pronto per la EILD.
Fare test di realt abitualmente Fare test di realt abitualmente uno dei consigli dati
spesso a coloro che sono nuovi al sognare lucido. Un motivo perch, se non sei iniziato
al mondo dei sogni lucidi, i test di realt possono sembrare uno strano concetto. Spesso, i
nuovi onironauti hanno problemi a ricordare di fare i test di realt, e quindi farli ad unalta
frequenza aiuta a costruire i fondamenti base della DILD. Dato che passerai molto tempo
nel pensare a fare i test di realt e a farli realmente, c una buona possibilit che questa
concentrazione far in modo che tu sogni i tuoi segnali, portandoti a fare un test di
realt allinterno del sogno. Fare test di realt abitualmente quando fai cose come
attraversare le porte, ogni ora impostando un suono sul tuo cellulare/orologio, ogni volta che
ti salutano o quando finisci un compito, ecc, possono portarti a fare un test di realt quando
si verificano una di queste cose, o anche quando, per un capriccio, realizzi di non aver fatto
un test di realt da molto.
Fare test di realt a caso Fare test di realt a caso una specie di effetto collaterale del
fare test di realt durante la vita da sveglio. Allo stesso modo dei test di realt fatti
abitualmente, i test di realt a caso avvengono quando, improvvisamente, decidi di farne
uno. Potresti non avere sospetti sul mondo attorno a te, potresti pensare che sia il normale
mondo da sveglio, ma qualcosa ti porter lo stesso a fare test di realt. Cose come vedere
un orologio digitale o da polso ti possono ricordare di dover fare un test di realt quando li
vedi, e cos farai. Altre volte, un personaggio di un sogno pu avvicinarsi a te e dirti di fare
un test di realt, anche quando niente di particolare ha richiesto la necessit di farne uno.
Falsi risvegli I falsi risvegli sono quei sogni nei quali sogni di esserti svegliato, ma in realt
stai ancora dormendo. Spesso le persone si alzano, scendono dal letto, ed iniziano a
prepararsi per la giornata prima di svegliarsi davvero. I test di realt sono utilizzati come un
utile strumento in queste situazioni. I falsi risvegli possono assomigliare alla vita reale fin nei
minimi dettagli, ed essere indistinguibili da essa. Perci, assicurati di fare un test di
realt ogni volta che ti svegli! Farli ti permetter di essere sicuro di essere davvero sveglio
prima di vestirti. In questo modo, diventerai lucido evitando al contempo di passare pi volte
attraverso la tua routine mattutina.
WILD (Wake Initiated Lucid Dream) I sogni lucidi di tipo WILD sono quelli in cui ti sei
addormentato ma senza perdere la tua razionale e normale coscienza. Hai mantenuto la
tua consapevolezza e il tuo pensiero razionale abbastanza a lungo, mentre il tuo corpo si
stava addormentando, da essere stato in grado di entrare mentalmente sveglio e
consapevole nel sogno. I test di realt non saranno necessari come strumento per ottenere
lucidit, ma sono comunque importanti quando eseguiti con la tecnica WILD. Il test di
15

realt pu essere un modo per aiutarti a mantenere la tua convinzione che sei in un sogno
usandolo come uno strumento per verificare che sei entrato in un sogno. Un uso aiutarti
a capire che hai superato quel traguardo del sogno lucido. Comunque, nel caso in cui pensi
di aver fallito il tentativo di sognare lucido, devi sempre fare i test di realt!!! Potresti
essere entrato in un sogno che assomiglia cos tanto alla realt della tua camera da letto
che non ti renderesti nemmeno conto di essere in un sogno. Ricorda SEMPRE di fare test
di realt quando esegui un tentativo di WILD!
VILD (Visualization Induced Lucid Dream) La tecnica VILD un metodo WILD che
richiede al sognatore di usare la sua immaginazione per entrare in un sogno lucido. Non
limitato dalla vista reale, il sognatore pu immaginare uno qualsiasi o tutti i cinque sensi
e usare questo scenario immaginario per entrare in un sogno. Pu essere utile, durante
una VILD, immaginare s stessi in una situazione matura con delle opportunit di
eseguire test di realt specialmente quelle con i dream sign. Questo pu mantenere la
tua mente concentrata sulla lucidit mentre tu immagini, assicurandoti che non
sprofonderai nel sonno e in dei sogni regolari. Allo stesso tempo, immaginando una
scena ricca di opportunit di test di realt pu anche servire come incubazione di
un sogno di riserva, idealmente provocandoti un sogno non lucido contenente i
tuoi dream sign, che ti porteranno ad eseguire dei test di realt.
WBTB (Wake Back To Bed) La WBTB un lasso di tempo, tra due momenti di sonno,
durante il quale ti concentri sul concetto dei sogni lucidi. Dopo esserti svegliato, concentri la
tua mente sul concetto dei sogni lucidi in modo che quando tornerai a letto entro un paio
dore sarai pi incline a diventare lucido. Durante una WBTB, fare test di realt pu aiutarti
ad entrare nel concetto che le cose intorno a te siano un sogno. Leggendo il tuo diario dei
sogni e facendo test di realt quando incontri i dream sign pu aiutare, e la WBTB un
lasso di tempo in cui dovresti anche eseguire limmaginazione per la tecnica MILD.
Stabilizzazione Sfortunatamente, troppo facile essere catturati in un sogno al punto che
puoi finire per perdere lucidit e tornare a sognare non lucidamente. Quando diventi lucido,
dovresti prenderti sempre un momento per stabilizzare il tuo sogno sia per rimanerci
dentro che per rimanerci dentro lucidamente. Per assicurarti che i tuoi sogni siano stabili,
mentalmente, dovresti enfatizzare molto il fatto che sei in un sogno, e questo significa che
ti trovi in un regno illimitato senza regole o limitazioni. Eseguire i test di realt pu aiutare
molto a solidificare questa idea nella tua mente, assicurandoti che sicuro che stai
sognando e non facendoti mettere minimamente in dubbio la tua lucidit.
Controllo del sogno Come per la stabilizzazione del sogno, trovo che il controllo
del sogno sia principalmente una questione di fiducia e comprensione. Sicuramente bello
sapere che si sta sognando, ma lesperienza notevolmente rafforzata quando si in grado
di capire che si sta sognando e che cosa significa. Capire che i sogni sono soltanto
allucinazioni, che le cose intorno a te sono solo finzioni della tua immaginazione, pu aiutarti
a capire che questo significa che non c ragione per cui cose come la gravit o la solidit
degli oggetti possano trattenerti dal realizzare i tuoi obiettivi nei tuoi sogni. Per essere
davvero fiduciosi, per, pu aiutare fare qualche test di realt. Essere in grado di spingere
il dito attraverso il palmo della mano ti aiuta a capire che gli oggetti intorno a te sono solidi
soltanto se li vuoi cos. Saltare e galleggiare ti aiuta a capire che volare facile perch non
c gravit. Oltre a servire come esempi come questi, i test di realt ti aiuteranno anche a
concentrare la tua mente e assicurarti che tu capisca e ricordi che stai sognando e che hai
il controllo dei tuoi sogni.

16

Continua cos!!

Ricorda stai facendo un test di realt perch pensi ci sia unottima possibilit di essere in
un sogno. Per questo, un test di realt non pu essere un lavoro di routine per qualcuno che
vuole diventare lucido, dovrebbe essere la seconda parte pi eccitante della tua giornata,
seconda solo alla realizzazione di stare sognando!!! Dato che li stai facendo quando credi
sinceramente di poter essere in un sogno, quando fai i tuoi test di realt dovresti avere la
massima aspettativa che essi funzionino. Che il dito che stai premendo sul tuo palmo sia il
dito DEL SOGNO premuto sul palmo DEL SOGNO, nessuno dei quali esiste, e quindi
ognuno di essi deve poter passare attraverso laltro. Aspettati sempre che il test di realt ti
mostri di stare sognando, visualizza anche la punta del dito fuoriuscire da dietro il tuo palmo,
o la sensazione dellaria che passa attraverso le tue narici.
Ricorda fai sempre pi test di realt se uno fallisce! Cerca di farne almeno tre ogni volta
che pensi di poter essere in un sogno!

Test di realt pi comuni


Test della memoria
Questo il PI IMPORTANTE test di realt, che in realt dovrebbe rispecchiare il tuo
stato danimo sospettoso quando hai il dubbio di star sognando. Il test della memoria una
revisione della tua memoria recente. Dove sei? Come ci sei arrivato? Ricordi come ci sei
arrivato? Ricordi il viaggio? Con chi sei, e dovresti essere con loro? Ha senso il fatto che sei
con loro in questa situazione? Ricordi di averli incontrati, o pianificato di incontrarli? Come
hai fatto a finire in questa situazione?
Questo pu essere un test di realt difficile, ma per la maggior parte uno dei pi importanti
processi di pensiero che dovresti seguire per imparare a sognare lucido. Semplicemente
imparare a farti queste importanti domande pu farti diventare lucido senza alcun
ulteriore test di realt. Un aspetto negativo di questo test di realt che in caso di falso
risveglio, in cui ti svegli nella tua stessa stanza, fallir. Tutti i ricordi ti suggeriranno che stavi
solo sognando, ma ora sei sveglio, nel mondo reale, sdraiato sul tuo letto. A meno che non
ci sia qualcosa di molto insolito nellambiente circostante, molto probabile che non capirai
di essere in un sogno. Per questo, specialmente per quelli che hanno falsi risvegli
frequentemente, gli altri test di realt dovrebbero sempre essere utilizzati per completare
questo.

Lettura
Nessuno sa per certo il motivo per cui nei sogni i testi possono essere cos instabili, ma
qualunque sia la ragione un metodo molto comodo per fare i test di realt. Il testo pu
essere ondulato, sfocato, illeggibile, essere in caratteri che non ti sono familiari, dire cose
senza senso, ed ha labitudine di cambiare quello che dice quando guardi da unaltra parte.
A causa di ci, per fare un test di realt puoi guardare un qualsiasi testo e dare
semplicemente una lettura veloce. A prima vista pu apparire normale, motivo per cui
questo test di realt dovrebbe durare sempre un po di pi degli altri. Assicurati di guardare
il testo, guardare da unaltra parte, e quindi tornare a guardarlo. Se ancora non cambiato,
prova a guardare da unaltra parte e poi di nuovo il testo una terza volta per vedere se si
modificato. Mentre torni a guardare il testo, immagina che dica qualcosa di diverso da quello
che ha detto la prima volta che lo hai guardato.

17

Oltre alla lettura, scrivere del testo nei sogni pu spesso presentare gli stessi problemi.
Provare a scrivere e dopo leggere quello che hai scritto (se sei stato capace di scrivere)
un altro modo per fare questo test di realt.

Numeri/Orologio digitale
Proprio come per la lettura del testo, anche i numeri hanno problemi a rimanere stabili nei
sogni. Questo un altro conveniente test di realt, dato che le persone guardano
frequentemente i loro orologi e la societ umana ha lora intonacata ovunque. Ogni volta
che senti il bisogno di fare un test di realt, controlla lora. Che ore sono? unora
abbastanza corretta? Le ore hanno senso? I minuti sono inferiori di 59? Assicurati di
guardare da unaltra parte e quindi leggere di nuovo lorologio, aspettandoti che lora sia
cambiata (puoi considerarlo come un cronometro per convincerti che deve cambiare).
Pu essere utilizzato qualsiasi numero, non deve necessariamente essere su un orologio,
ma un orologio un modo molto utile per effettuare questo test di realt, specialmente per
coloro che vogliono fare test di realt meno appariscenti possibili, grazie al fatto che le
persone sono comunque abituate a guardare spesso lorologio. Assicurati di utilizzare un
orologio digitale, perch un orologio analogico senza numeri non funzioner. Puoi anche
assicurarti di domandarti Sto indossando il mio orologio?. Se s, controlla che ore sono.
Se no, chiediti perch no.
Questo un test di realt anche divertente, perch ogni tanto un minuto passer proprio
quando non stai guardando, e ti accorgerai che lorario cambiato! Questo dovrebbe portarti
ad impegnarti di pi nel fare test di realt.

Test dei dispositivi


Certe volte nei sogni i dispositivi meccanici ed elettronici non funzionano correttamente,
funzionando male o non funzionando per niente. Uno dei pi comunemente discussi
linterruttore della luce o della lampada. Il tentativo di accendere una luce pu fallire o
causare lo spegnimento di una lampadina, non riuscendo a modificare il livello di
illuminazione di una stanza. Premere un interruttore, usare un computer, un telefono o altre
cose di questo tipo sono buoni test, specialmente con dispositivi pi complicati. Molti
utilizzano anche il testo, cos puoi fare due test di realt in uno mentre utilizzi il dispositivo
e controlli il testo.

Prova a fluttuare
Una delle cose pi popolari da fare in un sogno lucido volare, e questo test di realt integra
la capacit di volare anche mentre stai andando per la tua strada verso le nuvole,
se stai sognando. Per fare questo test di realt, prova semplicemente a sollevarti da dove
sei e stare a galla nellaria, o prova a saltare. Il tuo corpo inizier a stare a galla se ti immagini
un leggero sollevamento verso lalto, se salti lassenza di gravit ti far stare a galla, invece
di farti atterrare come faresti nella vita reale.

Guarda le tue mani


Molto spesso nei sogni le mani appaiono strane. Potrebbero essere ondulate, nebbiose,
anche scolorite. Possono anche apparire rovesciate (il tuo palmo destro avrebbe il pollice
sul lato sinistro, invece che sul destro). Molto, molto comunemente nei sogni, non si riesce
18

a sommare il numero di dita. Potresti trovare le tue mani con sei, sette, o pi dita, o anche
solamente due. Quando fai questo test di realt, assicurati di fare una pausa e ispezionare
le tue mani, contando attentamente il numero di dita.

Dito attraverso il palmo


Questo test di realt si basa sul fatto che, se nel sogno hai le mani, non saranno reali e non
esisteranno. Sono solamente immagini che stai percependo, e non hanno forma solida.
Grazie a questo, possono passare attraverso altri oggetti, e altri oggetti possono passare
attraverso di loro. Per fare un test di realt dito attraverso il palmo (conosciuto anche come
mano nella mano), prendi un dito di una mano e spingilo attraverso il palmo dellaltra mano.
Immagina la punta del dito che esce dal dorso della mano, mentre ti dici che questo
un sogno, le mie mani non esistono. Se stai sognando, il dito spunter dallaltro lato della
tua mano.

Tappati il naso
Lo scopo del test di realt della chiusura del naso quello di bloccare completamente le tue
vie respiratorie, ma continuando a respirare e senza iniziare a soffocare. Questo perch,
per la maggior parte, il tuo corpo sta gestendo il tuo respiro mentre dormi. In un sogno lucido
tappare o stringere il naso, come se tu fossi in una piscina, come tappare un naso che
non esiste realmente. Il tuo naso reale ancora aperto e laria ci passa attraverso.
Nonostante il tuo naso onirico tappato, continuerai a respirare nella vita reale, e resterai
anche capace di respirare nel sogno dato che la tua mente sar capace di fornirti o emulare
la sensazione di una respirazione profonda. Per fare questo test di realt, semplicemente
tappati completamente il naso in modo che tu non possa usarlo per respirare e chiudi la tua
bocca. Prova ad inspirare attraverso il naso.
Un adattamento di questo test di realt quello di chiudere la gola dal suo interno,
bloccando le vie respiratorie, e quindi tentare di inspirare. Non dovrai usare per niente le
mani, e pu essere fatto senza alcun segno visibile che possa indicare che stai facendo
qualcosa di fuori dallordinario, quindi questo anche un test di realt migliore per quelli che
desiderano svolgerli in modo poco appariscente.

Altri
Ci sono molti altri test di realt meno comuni che le persone hanno creato nel corso degli
anni. I test di realt solo soltanto modi per controllare in quale realt ti trovi, quindi tutto ci
che nel mondo onirico diverso dal mondo reale pu funzionare come un test di realt. Puoi
crearne di tuoi, se c qualcosa nei tuoi sogni che mostra frequentemente che stai
sognando.
Test di realt alternativi:

Domandati Come sono arrivato qui?


Domandati Li ho messi io questi vestiti?
Guarda in uno specchio. Chi sei?
Prova a passare attraverso gli oggetti come il dito attraverso il palmo, ma con qualunque
oggetto, ad esempio il tuo intero braccio dentro un muro o una scrivania.

19

Stabilizzazione e chiarezza
Probabilmente stai leggendo questa guida perch stai imparando a sognare lucido e
desideri fare di meglio. Un errore che fa spesso chi si avvicina per la prima volta ai sogni
lucidi (nonch alcuni onironauti con esperienza, me inclusa) di precipitarsi nel sogno una
volta divenuti lucidi. A seconda della fase del sonno la stabilit intrinseca di un sogno pu
variare, ma dovresti sempre prenderti qualche minuto per raccoglierti e tentare di fare
un sogno il pi stabile possibile. Correre in un lucido pu portare a sogni che sono di bassa
qualit, o in cui il sognatore appena lucido, e pu anche causare il risveglio del sognatore.
Questo pu essere un demoralizzante spreco di un sogno lucido, quindi ecco alcuni consigli
sulla stabilizzazione del sogno per assicurarti che non ti accadr niente del genere. Mentre
stai leggendo questa guida, fermati e dai unocchiata intorno a te. Che cosa vedi? Di quali
colori sono gli oggetti di fronte a te? Sono luminosi o scuri? Sono smussati o hanno qualche
altra struttura? Allunga la mano e tocca qualcosa. Che cosa provi? caldo o freddo? La
stanza in cui ti trovi calda o fredda? C della brezza? Puoi sentirla? Puoi sentire ogni cosa
intorno a te? Gli odori? Il tatto? Probabilmente ti stai sentendo abbastanza consapevole e
sommerso nel tuo ambiente, adesso che hai avuto del tempo per prenderci
realmente familiarit. Questo ci che vuoi emulare nei tuoi sogni. Durante un sogno lucido,
mentre sei sdraiato sul letto, ci sono due tipi di sensazioni che sei capace di percepire. Le
prime sono quelle fisiche, sensazioni reali che il tuo corpo dormiente sta ricevendo. La radio,
la TV, o una sveglia in sottofondo, la sensazione del letto sotto di te, magari anche gli odori
nella camera. Allo stesso tempo, stai sperimentando le sensazioni oniriche tutto ci che
accade nel sogno, che pu o meno includere tutti e cinque i sensi. Focalizzarsi sui sensi
reali pu causare il risveglio, quindi durante la stabilizzazione del sogno abbastanza
importante provare a minimizzare linterferenza del tuo ambiente reale con il tuo ambiente
onirico. Puoi farlo tramite inondazioni del cervello o inondazioni sensoriali, travolgendo la
tua mente con le sensazioni oniriche in modo che possa concentrarsi sul sogno invece che
sullambiente reale. La teoria alla base di questo che se il tuo cervello occupato a creare
i sensi del sogno, non sar capace di percepire cose come la sensazione del tuo cuscino, il
suono del tuo ventilatore, o tutto ci che nel mondo reale. Se ti concentri su quelle
sensazioni, probabilmente ti sveglierai. Quindi invece dovresti fare cose come strofinarti le
mani per ottenere quella sensazione tattile, provare a fiutare laria, ascoltare i suoni e parlare
ad alta voce. Puoi anche provare a mangiare delle cose per sentire a quale sapore
assomigliano ricorda che in un sogno puoi mangiare qualsiasi cosa, ed veramente
divertente!

Come stabilizzare un sogno

Resta calmo
Strofinamento delle mani: prova a strofinarti le mani sentendo la forma, lattrito, il calore,
ecc.
Rotazione o Spinning. Ci sono molte variazioni. Prova e vedi quale funziona meglio per te
(pu essere utilizzata per spostarsi tra diverse scene oniriche). Quando giri su te stesso,
immagina e senti che stai sbattendo contro gli oggetti.
Concentrati sulle sensazioni: cosa vedi? Cose senti, tocchi, annusi o provi? Puoi vedere
cosa c intorno a te? C una brezza? Quanto fredda o calda? Ecc. Focalizzati su questi
dettagli.
Concentrati sulle forme, guardandole e sentendo le sensazioni. Pu essere qualcosa
nellambiente, o su di te. Guarda i capelli sul tuo braccio, o le impronte digitali sulle dita.
Guarda in basso verso il tuo corpo
Guarda in basso verso il terreno
Grida Chiarezza Adesso! / Aumentare la Chiarezza / una frase analoga
Parla a voce alta
20

Fai [altri] test di realt


Concentrati sulla sensazione del tuo corpo onirico quando ti muovi. La brezza contro di te,
lo stiramento dei tuoi muscoli, lo sfioramento della tua pelle da parte dei tuoi indumenti, ecc.
Non pensare al tuo corpo fisico. Non PROVARE a non pensarci. Non farlo e basta. Se ti
ritrovi a pensare al tuo corpo sdraiato sul letto, distraiti immediatamente con lambiente
onirico.
Inizia a meditare dentro al sogno
Sdraiati e prova ad eseguire una WILD dentro al sogno (pu essere usata per cambiare
scena onirica)

Come stabilizzare la tua lucidit

Resta calmo
Fai [altri] test di realt
Ricorda e elenca i tuoi obiettivi onirici
D a te stesso che un sogno. Ricordati che tutto nella tua testa, e che sei in
un sogno lucido. Dillo ad alta voce, se pensi che possa aiutarti.
Fai qualche semplice problema matematico, o recita una breve poesia o frase (falla
divertente, falla relativa al sogno, ad esempio Rema, rema, rema con tua barca,
Dolcemente verso il torrente. Allegramente, allegramente, allegramente, allegramente, La
vita solo un sogno.)

Cosa succede se mi sveglio?


Se ti svegli, hai due scelte. La prima di alzarsi, scrivere il sogno nel tuo diario onirico come
un buon onironauta, e assicurarti che lo ricorderai. La seconda scelta di tornare
immediatamente a dormire e provare la tecnica DEILD, un tipo di WILD che richiede di
muoversi il meno possibile, riprendere sonno quasi subito, e continuare il sogno che avevi
appena finito o iniziarne un altro. Laspetto negativo di una DEILD che potresti dimenticare
i dettagli del primo sogno, ma il beneficio che puoi concatenare pi sogni lucidi e averne
pi di quattro alla volta. una decisione che dovrai prendere. Corri anche il rischio di perderti
un falso risveglio, provando a non muoverti invece di fare dei test di realt appena ti svegli.

Consigli

Ogni volta che fai un test di realt da sveglio, ricorda di stabilizzare il sogno. Riesegui il
processo (comunque dovresti sempre fare queste cose quando fai i test di realt). Questo
ti porter allabitudine di ricordare di stabilizzare il sogno ogni volta che fai un test di realt e
capisci che stai sognando.
Ricorda di continuare ad usare le tecniche di stabilizzazione durante tutto il sogno

Spinning, prolungare i sogni lucidi


I sognatori lucidi alle prime armi si lamentano spesso della brevit delle loro esperienze
oniriche consapevoli, e questo avviene perch il loro entusiasmo o la loro gioia nel trovarsi
in un sogno lucido sono cos forti da portare al risveglio. Un importante consiglio quindi
quello di cercare di controllare le proprie emozioni, mantenendo un atteggiamento il pi
possibile distaccato. Esistono tecniche che si possono applicare nel momento in cui
il sogno lucido sta svanendo, per entrare in un nuovo sogno mantenendo la
consapevolezza: queste tecniche per prolungare la lucidit sono state elaborate da
S. LaBerge, che afferma:

21

Appena la mia visione comincia a svanire nel sogno lucido, io cado allindietro o giro come
una trottola (col corpo onirico)[1].
La tecnica di girare su se stessi come una trottola chiamata spinning ed un metodo
che funziona veramente, a patto che il sognatore si sforzi di sperimentare un vero e vivace
senso di movimento. Essa consiste nel ruotare su se stessi il pi realisticamente possibile,
in posizione verticale: importante mentre si compie il movimento suggestionare se stessi
dicendo Presto mi trover lucido un altro sogno. In pi del 90% dei casi (secondo le
statistiche di LaBerge) ci si ritrova in una nuova scena onirica, in genere diversa dalla prima,
la cui lucidit pu essere prolungata nuovamente con questo sistema, e cos per varie volte.
Personalmente preferisco usare una tecnica, sempre di LaBerge, che consiste nello
sfregare energicamente le mani tra loro perch questo mi consente di vedere i cambiamenti
che intervengono sullambiente onirico intorno a me intanto che accadono, cosa che non mi
riesce di fare durante lo spinning.
Le tecniche di LaBerge si possono usare anche per cercare di controllare il sogno lucido e
in tal caso si procede cos:
1. prima di coricarsi si stabilisce una destinazione (per esempio Parigi) cui arrivare in sogno e
si cerca di fissarla in mente per potersene ricordare nel sogno (per questo si pu mettere
sul comodino una foto o un oggetto che ricordino con pi efficacia al sognatore il suo
intento);
2. appena ci si trova in un sogno lucido, senza aspettare che questo finisca, si usa una delle
tre tecniche descritte e intanto che si sperimenta la sensazione di movimento si ripete
mentalmente Presto sar a (Parigi) in un altro sogno lucido, perfettamente consapevole
che sto sognando;
3. nel nuovo sogno lucido si esplora lambiente e se questo non ancora conforme alla
destinazione stabilita, si ripete il procedimento, finch si raggiunge il posto desiderato. A
questo punto potete gustarvi il vostro sogno, ricordando di mantenere costante la vostra
consapevolezza durante tutto il resto del tempo.
Proprio per prolungare e stabilizzare la lucidit, vari studiosi consigliano di focalizzare
lattenzione del sognatore su qualche elemento del sogno: si pu fissare il pavimento, ad
esempio, oppure le mani, secondo il famoso insegnamento di Don Juan a Castaneda.
Se decidete di applicare una qualsiasi di queste tecniche in un prossimo sogno lucido, vi
consiglio di provarle da svegli, ovviamente in momenti in cui siete da soli, per fissare meglio
nella memoria le sensazioni di movimento che dovrete provare di notte e per
autosuggestionarvi in modo positivo a ricordare di usare la tecnica prescelta.

22

Le sostanze per favorire i sogni lucidi


Esistono varie sostanze che possono essere usate per facilitare, e magari anche indurre, lo
stato di sogno lucido. Una prima classificazione puo essere tra sostanze naturali e sostanze
chimiche.

Sostanze naturali
Calea Zacatechichi
una pianta usata dagli indigeni Chontal dello stato messicano di Oaxaca per pratiche
Oniromantiche, ovvero di divinazione tramite il sogno. dimostrato scientificamente che
aumenta il tempo di reazione, la frequenza e il ricordo dei sogni, rispetto al placebo e al
diazepam (Psychopharmacologic Analysis of an Alleged Oneirogenic Plant Calea
zacatechichi).
Sembra anche riesca ad aumentare il livello di realismo dei sogni; questo sembra essere
dovuto al fatto che rende pi continua la memoria, rendendo pi difficile che in un sogno si
passi tutto a un tratto da uno spazio/tempo ad un altro senza volerlo.
Per ottenere questi effetti, vi sono vari metodi di assunzione.
Si pu preparare una sigaretta spezzando le foglie e mischiandole con del tabacco, e
fumarla prima di coricarsi.
Si pu preparare il t. Per fare ci si parte da un dosaggio di circa 3 grammi di foglie, lasciate
in infuso in acqua calda, ma non in ebollizione, per circa 15 minuti. Linfuso risultante
comunque estremamente amaro.
Si possono svuotare delle capsule di integratori dietetici, riempirle con circa un grammo di
foglie tritate, e assumerne 2-3 mezzora prima di coricarsi.
Si pu creare un estratto resinoso. Per fare ci, si prende una bottiglia di alcol puro (95%),
si mette la quantit di foglie desiderate a bagno e si lascia riposare per tre giorni nella
pentola chiusa. Si filtrano via le foglie (mettete una calza da donna sopra una pentola e
lentamente rovesciate il contenuto sopra, in modo che passi il liquido ma non le foglie).
Lasciate evaporare lalcol, per fare questo o si mette al sole o si scalda a fuoco basso,
stando REALMENTE ATTENTI perch lalcol infiammabile. Dovrebbe rimanervi sul fondo
della resina. Prendetela, mettetela in capsule secondo il metodo precedente. Partite con
una dose pi bassa perch questo estratto molto pi potente delle foglie secche. Un
grammo dovrebbe bastare per iniziare.
Ultimo metodo, meno potente della resina ma pi potente del t. Prendete una bottiglia di
vodka liscia. Mettete in un recipiente due parti di vodka per ogni parte di alcol. Lasciate a
bagno per una settimana agitando la soluzione una volta al giorno. Anche qui scaldate a

23

fuoco basso, sempre con attenzione. Lalcol evaporer lasciando lacqua e i principi attivi.
Imbottigliate il tutto.

Silene Capensis
La Silene Capensis, o African Dream Root (radice dei sogni), una pianta nativa del Sud
Africa. considerata pianta sacra dal popolo di Xhosa, da cui la radice viene usata per
indurre sogni lucidi, vividi e profetici durante liniziazione sciamanica. La si prepara in due
modi. Il primo consiste nel mischiarne mezzo cucchiaino da t con un bicchiere dacqua e
di berlo al mattino presto. Il secondo metodo consiste nel mischiarne una quantit maggiore
con mezzo litro dacqua e mischiandola in un mixer fino a quando non si forma una poltiglia.
La poltiglia ottenuta va succhiata prima di coricarsi.
Queste due piante, specialmente la Silene, difficilmente portano risultati immediati.
consigliabile portare avanti lassunzione per una o due settimane prima di valutarne gli
effetti. Nel caso della Silene, avrete notato che si consiglia di prenderla al mattino nel caso
del primo metodo. Questo perch gli alcaloidi contenuti allinterno sono assorbiti molto
lentamente dal corpo e possono metterci un po a fare effetto.

Sostanze chimiche
Possiamo ottenere un miglioramento nella nostra capacit di sognare attraverso 2 metodi.
Volendo i due metodi possono essere combinati, perch funzionano in modo
complementare.
La prima classe di sostanze va ad agire sullacetilcolina. Lacetilcolina un
neurotrasmettitore che caratterizza la fase di veglia e la fase REM del sonno, quella in cui
si sogna.
La seconda classe di sostanze esaminate provoca un effetto chiamato REM rebound,
ovvero ritorno REM. Sappiamo che durante la notte passiamo attraverso vari cicli del sonno,
a loro volta divisi in dormiveglia, sonno profondo, sonno REM, ecc. Questi cicli in media
sono 4-5 per notte. Queste sostanze funzionano facendoci avere un lungo periodo
di sonno profondo allinizio della notte portando il corpo, per compensazione, ad avere una
pi lunga fase REM nella seconda met della nottata. Vi sar chiaro come questo pu
essere utile: sogni pi lunghi, pi facilit nellindividuare la fase REM per applicare le varie
tecniche WILD, WBTB etc.

24

Sostanze con azione sulla Acetilcolina


Galantamina
La galantamina probabilmente la sostanza pi efficace nel provocare sogni lucidi, e la sua
efficacia ormai stata dimostrata da vari studi. un alcaloide estratto artificialmente da
varie piante, quella usata negli integratori per i sogni lucidi viene principalmente estratta
dalla Lycoris Radiata (red spider lily). La galantamina un inibitore della colinesterase. Cosa
significa? La colinesterase un processo mediante il quale un enzima distrugge
lacetilcolina nel cervello. Inibendo lazione di questo enzima, si aumenta la durata di azione
dellacetilcolina. Ma non tutto qua. La galantamina ha anche unattivit di modulazione dei
recettori nicotino-colinergici, aumentando il rilascio oltre che la durata dellacetilcolina. Per
stimolare il sogno lucido, data la sua velocit dazione, il momento ideale per assumere la
Galantamina prima di una fase REM in WBTB. Il dosaggio di 4 mg. Per massimizzare la
produzione di acetilcolina attraverso la galantamina, si pu abbinare anche lassunzione di
Colina (200 mg), un aminoacido precursore nella sintesi dellacetilcolina.

Huperzina-A
Lhuperzina-a un alcaloide estratto dalla pianta Huperzia Serrata. Come la galantamina
un inibitore della colinesterase. usata come integratore per migliorare la memoria, come
dimostrato da uno studio su giovani studenti in salute (Zhongguo Yao Li Xue Bao. 1999
Jul;20(7):601-3. Le capsule di Huperzine-A migliorano la memoria e le abilit di
apprendimento in 34 coppie di giovani studenti). Presa singolarmente, sembra non
aumentare significativamente le possibilit di sogno lucido. Questo perch a differenza della
galantamina, manca di unazione sui recettori nicotino-colinergici. Successivi studi in
abbinamento alla nicotina hanno dimostrato infatti un effetto simile a quello della
galantamina. Lassunzione quindi, sempre in WBTB, va abbinata alluso di cerotti per
fumatori. Nel caso di non fumatori verr usato il cerotto pi piccolo. Nel caso di fumatori,
quello pi grande.

Nicotina
La nicotina da sola invece, al contrario dellhuperzina, ha dimostrato di provocare sogni pi
vividi, lunghi, e in alcuni casi anche lucidi. Qui il meccanismo di azione un po diverso.
Come abbiamo visto, nel nostro cervello ci sono questi recettori nicotino-colinergici. Sono
chiamati cosi, appunto, perch vengono eccitati sia dallacetilcolina, sia dalla nicotina. La
nicotina ha quindi unazione acetilcolino-simile, mima cio il funzionamento dellacetilcolina.
In questo modo, introducendo nicotina non abbiamo bisogno di tutta lacetilcolina che
normalmente servirebbe a garantire un sogno lucido. Stesse dosi dellabbinamento con
huperzina: cerotto piccolo per i non fumatori, cerotto grande per i fumatori. Fumare una
sigaretta in WBTB non funziona: al contrario dei cerotti, che hanno un rilascio stabile di
nicotina, la sigaretta oltre a fare pi male, provoca un picco nei livelli di nicotina, di breve
durata (ecco perch le sigarette danno dipendenza, si sente il bisogno di riportare i livelli di
nicotina a quel picco).

25

Altre sostanze
Quelle trattate fino ad ora sono alcune tra le pi potenti sostanze con azione sullacetilcolina.
Ve ne sono altre, che danno risultati meno significativi. Le elenco brevemente:

Alpha-GPC: una forma pi potente di colina da abbinare alla galantamina. Purtroppo anche
il prezzo pi elevato e probabilmente non rapportato alla maggiore efficacia.
DMAE: sostanza legata alla colina, precursore nella produzione dellacetilcolina. Sembra
che lo DMAE venga metilato per produrre colina nel cervello. sicuro che venga processato
nel fegato e trasformato in colina; meno sicuro il fatto che la colina cosi prodotta riesca a
passare nel cervello. Studi a corto termine hanno comunque dimostrato un aumento di
vigilanza e attenzione attraverso un supplemento di DMAE. Personalmente, ho
sperimentato lo DMAE e ho notato un aumento nel ricordo dei sogni. Questa cosa stata
notata anche da altre persone interessate ai sogni lucidi.
Centrofenoxina: un composto di DMAE e Parachlorophenoxyacetato. E pi potente dello
DMAE e sembra che qui la colina prodotta riesca a passare nel cervello. Ha effetti antiinvecchiamento, aumenta la memoria, migliora i processi cognitivi.

Sostanze che provocano REM rebound


Melatonina
un ormone naturale importante nella regolazione dei ritmi circadiani delluomo. anche
un potente antiossidante, con un forte ruolo di protezione del DNA. prodotta nella
ghiandola pineale e la sua produzione inibita dalla luce e favorita dal buio. Generalmente
la produzione endogena ha il suo picco circa a met notte, per poi gradualmente diminuire
nella seconda met della notte. Assumendo un integratore di melatonina, ci si addormenta
pi facilmente in uno stato di sonno profondo e ristoratore. Questo porta nella seconda parte
della notte ad un aumento della durata della fase REM, con sogni pi lunghi e vividi.

5-HTP
Aminoacido naturale precursore della serotonina. Venduto in forma pura come farmaco
antidepressivo o come estratto di griffonia simplicifolia come integratore. Come la
melatonina causa REM rebound. Da non assumere se si stanno usando farmaci MAOI che
inibiscono la ricaptazione della serotonina, perch potrebbe portare ad un aumento
vertiginoso della serotonina con conseguente sindrome serotoninergica (cosa per niente
simpatica).
Si pu abbinare un integratore per il REM rebound preso prima di dormire con uno per la
stimolazione dellacetilcolina per massimizzare gli effetti sui sogni lucidi: incremento
dellattenzione in sogno, e prolungata fase REM.

26

Il sonno e i sogni
Dormiamo, perch?
A questa domanda i ricercatori non hanno ancora dato una risposta precisa, anche se alcuni
elementi ci posso far intravedere una risposta plausibile. Partiamo da una constatazione di
fatto: dormire un esigenza primaria, senza la quale un essere vivente pu anche morire.
Questo spinge a pensare che sia un fenomeno alquanto complesso, con un ruolo profondo,
derivato sicuramente da unesigenza primaria del cervello stesso. Il sonno forse nato
come strategia di risparmio e recupero energetico, ma anche come momento di
riorganizzazione di alcuni processi psichici, come memoria ed apprendimento.

Cos che ci fa dormire?


Tutti gli esseri viventi possiedono dei cicli che hanno lo scopo di sincronizzare le loro funzioni
biologiche con il periodo di rotazione della terra (24 ore). Anche luomo possiede questi
orologi interni e uno di questi il ritmo sonno-veglia che si regola su quello naturale
terrestre del ritmo notte-giorno. Questo ciclo circadiano (cio che ha un ciclo di 1 giorno)
modifica i livelli di vigilanza degli uomini entro larco di tempo di 24 ore; ma non solo,
influenza anche la temperatura, le secrezioni ormonali, le variazioni del volume del sangue,
ecc Tutto questo meccanismo viene regolato da un piccolo numero di cellule (poche
decine di migliaia) situate nella zona dellipotalamo. Il dormire comporta lattivazione di
numerosi centri cerebrali che regolano il passaggio degli impulsi nervosi, quindi si pu
affermare che mentre si dorme il cervello non riposa o lavora di meno, ma semplicemente
lavora in maniera differente, comunque allo stesso modo attiva e complessa.

Come avviene laddormentamento?


Semplificando, attraverso due sistemi. Il nucleo soprachiasmatico (situato nellipotalamo),
in corrispondenza di una variazione della luce percepita dagli occhi, stimola la produzione
di alcuni ormoni che, insieme ad altri segnali, mettono in moto i meccanismi
delladdormentamento. Unaltra leva il debito di sonno accumulato: pi lungo il tempo
dellultimo sonno, pi un soggetto prova sonnolenza e desiderio di dormire. Si ipotizzato,
a tal proposito, che il cervello durante la veglia accumuli delle sostanze chimiche che
portino, col passare delle ore, un effetto soporifero.

I meccanismi delladdormentamento.
Stimolato lipotalamo, parte un flusso di segnali verso il tronco (una parte primitiva del
cervello che presiede alcune funzioni della sopravvivenza: respirazione, sesso, fame, ecc..).
Dal tronco successivamente vengono inviati due segnali rivolti, uno alla zona che presiede
lo stato di veglia, laltro al talamo. Il talamo ha la funzione di modulare il passaggio di
informazioni da e per la corteccia cerebrale (che quel sottile strato esterno del cervello
che presiede alle funzioni nobili: linguaggio, logica, immaginazione, ecc). Il talamo in
fase di addormentamento riduce i segnali tra il resto del cervello (e del corpo) con la
corteccia cerebrale. Con questo accendere e spegnere alcuni interruttori, il cervello si ritrova
in una nuova situazione, dove i centri della veglia sono bloccati e le comunicazioni con
linterno ed esterno dellorganismo sono attenuate. A questo punto ci si addormenta. Questo

27

meccanismo abbastanza delicato e basta poco per disturbarlo portando cos ad allungare
i tempi di entrata nel sonno. Basti pensare come sia difficile addormentarsi quando siamo
ansiosi, oppure quando abbiamo sete, fame, freddo, caldo o sentiamo dei rumori fastidiosi.

Le fasi del sonno


Durante il sonno il cervello attraversa varie fasi che si ripetono ciclicamente. Attraverso dei
macchinari: EEG (elettroencefalogramma) che rileva le onde cerebrali, EOG
(elettroculogramma) che analizza i movimenti oculari, EMG (elettromiogramma) che misura
la tensione muscolare, si possono identificare le varie fasi che attraversa il sognatore
durante il sonno. Vediamo in dettaglio queste cinque fasi:

Stadio W: Il soggetto disteso nel letto, rilassato ma ancora vigile e si sta preparando ad
addormentarsi. LEEG registra in questo periodo onde Alfa mentre lEOG mostra qualche
isolato movimento oculare, lEMG indica invece un moderato grado di tensione.
Generalmente in questa fase di veglia si hanno vivaci fantasticherie.

Stadio 1: uno stato molto leggero di sonno, caratterizzato da una variazione dellEEG in
cui le onde da Alfa vengono gradualmente sostituite da quelle a frequenza pi bassa. LEOG
in questo caso rileva lenti movimenti oculari e lEMG si comporta come nello Stadio W:
essere svegliati in questa fase porta a ricordare delle immagini ipnagogiche anche molto
vivide e bizzarre. Lo Stadio 1 dura pochi minuti e quando si ha un altro cambiamento
dellEEG si entra nellaltro Stadio

Stadio 2: LEEG inizia a rilevare onde lente, di ampiezza relativamente alta (complessi K) e
onde di 12-14 Hz (fusi del sonno). LEOG indica in genere piccoli e scarsi movimenti oculari
e lEMG rileva un tono muscolare pi attenuato. In questa fase si hanno dei sogni meno
bizzarri del primo Stadio ma anche molto lunghi.

Stadio 3: Quando almeno il 20% dellEEG occupato dalle onde Delta (onde di grande
ampiezza di 1-2 Hz) si entra nel terzo Stadio.
Stadio 4: Se pi del 50% dellEEG occupato dalle onde Delta si ha il quarto Stadio, il pi
profondo. Durante gli Stadi 3 e 4 lEOG non mostra movimenti oculari, mentre lEMG rileva
tono muscolare basso anche se pu tendere ad aumentare notevolmente. Generalmente il
ricordo dei sogni, in caso di risveglio dopo questo stadio, scarso e frammentato.

Sonno REM: Dopo circa unora e mezza, la progressione degli stadi del sonno si rovescia
e si ritorna, passando dallo Stadio 4-3 e 2, allo Stadio 1. Da qui lEEG rileva unaltra attivit,
il sonno REM (Rapid Eye Movements), dominato da movimenti oculari sempre via via pi
veloci e da un tono muscolare praticamente assente. La fase REM viene chiamata anche
del sonno attivo, in contrasto con il sonno tranquillo delle fasi NREM (= Stadio da 1 al 4).
Svegliando un sognatore nella fase REM si rilevano sogni vivaci e particolareggiati.
Il sonno REM caratterizzato da una certa attivit cerebrale simile alla veglia, il cuore tende
a battere pi forte e la respirazione si fa irregolare. Terminato il periodo REM si ritorna a
seguire le fasi del sonno dallo Stadio 1 in poi I periodi di sonno REM si ripetono in media
4 o 5 volte durante la notte, aumentando la loro lunghezza da 5/15 minuti (allinizio
del sonno) ad oltre 60 minuti (nella parte finale del sonno).
Varia di conseguenza anche il tempo che intercorre tra un sonno REM e laltro: da 90 a 20
minuti. Con il trascorrere dei cicli di sonno, gli Stadio 3 e 4 tendono a diminuire, fino a
scomparire a notte fonda. Rimangono cos solo lo Stadio 2 e il sonno REM. Come si nota il

28

50% del periodo di sogno si concentra soprattutto nelle ultime due ore di sonno; dormendo
unora in pi del dovuto si sogner quasi per tutto il periodo in aggiunta.

Le cinque caratteristiche dei sogni


Anche se pu sembrare strano lattivit onirica stata paragonata ad alcune malattie
psichiatriche, tipo la schizofrenia e la demenza organica. Nel sogno si possono identificare
cinque aspetti caratterizzanti: allucinazione visiva e motoria, accettazione delirante di
determinate esperienze come reali, distorsione spaziale e temporale, intense emozioni,
amnesia della produzione onirica.
Le immagini che nascono durante i sogni non sono formate da informazioni sensoriali
provenienti dallesterno, ma da vivide allucinazioni soprattutto visive ed uditive: il soggetto
vede e sente cose che non esistono. Ma non solo, questi segnali interni spesso sono
organizzati in storie molto fantastiche ed incongruenti, ma il soggetto le percepisce come
reali e logiche. Un sorta di delirio quindi, in cui fatti strani e bizzarri vengono ugualmente
considerati veritieri anche se levidenza porta questi fenomeni fuori dallordinario.
Nel sogno si avverte anche unintensificazione delle emozioni tale da sfociare nel
sentimento di angoscia, sorpresa, paura o euforia. Questo avviene perch vengono attivati
i centri emotivi che si trovano del tronco cerebrale. I ricordi dei sogni sono spesso labili
perch essi vengono memorizzati temporaneamente nel sistema molto fragile della
memoria a breve termine, solo svegliandosi si ha la possibilit dimprimere i ricordi onirici
dentro una memoria pi stabile e duratura.
Vi sono inoltre altre 5 caratteristiche per la qualit del sogno:

Definizione o vividezza
Controllo del proprio conscio e inconscio
Memoria reale e memoria onirica
Lucidit
Percezione ed emozione

29

La paralisi del sonno


La paralisi del sonno (nota anche come paralisi ipnagogica) un sistema di sicurezza
sviluppato nel corso dellevoluzione, che agisce paralizzando lindividuo sognante, e quindi
in fase REM, impedendogli in questo modo di svolgere inconsciamente azioni di carattere
motorio, come reazioni al contesto sognato.
Tale paralisi interessa la maggior parte dei muscoli, specialmente quelli legati alla
locomozione e alla vocalizzazione, mentre invece, non ne risultano coinvolti i muscoli legati
alle funzioni vitali di base (cuore, muscoli che contribuiscono alla respirazione), n quelli che
riguardano i movimenti oculari.
Tale fenomeno, per quanto naturale, pu rientrare nella casistica dei disturbi del sonno se
accompagnato da altri sintomi quali sonnolenza diurna, cataplessia, allucinazioni
ipnagogiche, allucinazioni ipnopompiche, venendo in questo caso inquadrato nella
sintomatologia propria della narcolessia.

Le paralisi nelle tecniche WILD/OBE


Per i motivi sopracitati, possiamo affermare con certezza che la paralisi del sonno avviene
ad ogni REM, anche se tendiamo a non accorgercene in quanto, al momento del suo arrivo
la mente gi scollegata dal corpo, nel senso che abbiamo gi abbandonato lo stato di
consapevolezza della veglia.
Le paralisi del sonno sono un fenomeno molto noto fra gli onironauti, in quanto passaggio
quasi obbligato nel caso in cui ci si appresti a raggiungere la lucidit utilizzando tecniche di
induzione di tipo WILD. Lidea alla base di tale proposito quella di rimanere pienamente
coscienti mentre il corpo si addormenta pensando che la mente sia gi disconnessa, e,
permettendoci in questo modo di assistere in in diretta al completamento di tale processo.
Quando la paralisi REM inizia ad avere luogo nel nostro corpo, quello che si prova un
formicolio e un generale torpore che partono dalle gambe, facendosi strada lungo il bacino,
le braccia e salendo man mano fino alla testa. Se la paralisi totale, saremo in grado di
muovere solo la faccia, gli occhi, seppure saremo comunque sempre in grado di controllare
la respirazione. Chi non ha mai provato questa sensazione potrebbe risultarne spaventato,
in quanto la sgradevole sensazione di essere paralizzati e il contemporaneo cambio di
attenzione fanno si che il soggetto sia sottoposto a sensazioni del tutto nuove.
Le sensazioni tattili, di cui sopra, sono accompagnate da altre di tipo uditivo, ed in questo
senso allavanzare della paralisi si possono associare forti ronzii (come il suono della
consonante V, ma prolungato) e un rumore molto simile a quello prodotto dal vento sulle
orecchie quando si in moto, o allinterferenza della radio quando non si riesce a prendere
le stazioni, o ancora al vociare indistinto delle folle. Questi disturbi uditivi sono passeggeri,
e il constatare la loro intensit un modo per capire a quale livello di paralisi ci si trovi,
senza muoversi.

30

Il corpo e la mente utilizzano dei protocolli di comunicazione, per scambiarsi dati circa lo
stato attuale di consapevolezza, che una volta imparati possono essere utilizzati a nostro
vantaggio per ingannare il corpo e mandarlo in paralisi. Tali protocolli sono costituiti da
delle richieste del corpo inviate alla mente, da un feedback positivo o negativo da parte di
questultima, e dalla conseguente azione del corpo. Il rigirarsi nel letto uno di questi
protocolli. Il corpo chiede alla mente di eseguire questo movimento, e fino a quando la mente
conscia risponde a questa richiesta, il corpo rimanda la paralisi. Se il corpo non riceve
nessuna risposta, questi decifrer linformazione considerando la mente come dormiente e
reagendo a questo feedback iniziando a paralizzare il corpo. Un altro protocollo quello dei
movimenti degli occhi. Senza accorgercene quando andiamo a letto siamo soliti muovere
gli occhi sotto le palpebre, fino a quando non ci addormentiamo. Ci si render conto che
decidere di tenerli fermi volontariamente molto difficile, ma una volta imparato, anche
questo segnale verr decifrato dal corpo come un OK per avviare il processo di paralisi.
Applicare delle tecniche di rilassamento prima tentare le WILD un ottimo modo per fare si
che le richieste di test del corpo alla mente siano pi deboli, risultando cos pi facili da
ignorare.

Completare le paralisi incomplete


Pu capitare che per quanto la paralisi abbia avuto luogo, essa non si porti a compimento,
rimanendo a met. Esistono due modi per cercare di completarla: il primo respirare
deliberatamente in modo lento, essendo anche questo, per il protocollo di cui sopra,
interpretato come un segno di mente dormiente. Il secondo comportarsi come se si fosse
paralizzati. Se si avverte che ad esempio la paralisi alle gambe non completa, ma
comunque in atto, stimolare i muscoli delle gambe con delle contrazioni tali da mettere il
muscolo in tensione per brevi attimi ma senza muoverlo far credere al corpo che lindividuo
stia sognando, mettendo quella parte in paralisi totale.

Il falso risveglio
Un falso risveglio un normale sogno che inizia con il risveglio del sognatore, in genere
nel proprio letto.
I falsi risvegli sono spesso causati dalla poca esperienza di alcuni onironauti: a seguito di
un test di realt positivo, spesso involontario, limprovvisa acquisizione di lucidit pu
causare nel sognatore una sorpresa tale da svegliarlo. In questi casi per il risveglio solo
virtuale: il sognatore si ritrova nella sua camera da letto credendo di essersi svegliato, invece
sta ancora sognando.
Questi falsi risvegli causano la maggior parte delle volte la perdita di lucidit e il soggetto
prosegue nel suo sogno normalmente (talvolta ci si sveglia realmente quando nel sognogi
ci si recati al lavoro). Per evitare la perdita di lucidit possibile abituarsi ad eseguire
un test di realt appena si crede di esserci svegliati, in modo da diventare lucidi nel caso in
cui ci trovassimo in un falso risveglio.
Il fenomeno del falso risveglio potrebbe essere un meccanismo di protezione del sonno.
Ad esempio, il sognatore ha sete e sogna di svegliarsi per andare a bere; oppure, decide di
svegliarsi per sfuggire ad un incubo.

31

Tuttavia lacquisizione di consapevolezza del falso risveglio pu essere lanticamera di una


esperienza assai angosciosa (anche se per fortuna breve): nel tentativo di risvegliarsi
veramente da un falso risveglio, il soggetto potrebbe ritrovarsi sveglio, lucido e cosciente
ma con il corpo paralizzato; ci dovuto alla cosiddetta paralisi ipnagogica che tipicamente
accompagna le fasi REM.

Il tempo onirico
In molti si chiedono che relazione ci sia tra il tempo della realt e quello onirico. La domanda
lecita, perch spesso non c modo di verificare da soli che cosa succede realmente.
Sono stati fatti per diversi studi a riguardo, da parte di vari ricercatori.

Dement e Kleitman
Grafico che mostra i risultati dellesperimento di LaBerge. Sia durante la veglia che durante
il sogno lucido REM, il soggetto ha prima fatto un segnale con i movimenti oculari, poi ha
contato fino a 10, ha fatto di nuovo un segnale, ha stimato 10 secondi senza contare e infine
ha concluso con un segnale. Si pu notare come il tempo sia simile in entrambe gli stati.
ormai largamente riconosciuto il fatto che il tempo che sperimentiamo nei sogni
corrisponde a quello reale, ovvero a quello relativo al nostro corpo che dorme sul letto. Un
primo studio di questo fenomeno stato fatto da Dement e Kleitman e risale al 1957. Il test
consisteva nello svegliare i soggetti (9 adulti, 7 uomini e 2 donne) ogni 5 o 15 minuti passati
in fase REM. Le persone svegliate dovevano quindi riferire se, secondo loro, avevano
sognato per circa 5 o 15 minuti. La maggior parte dei soggetti riusc a stimare correttamente
il tempo passato a sognare (nell81% dei casi su un totale di 111 risvegli).

LaBerge
Anche LaBerge, nel 1985, si interess a questo fenomeno. In un esperimento di laboratorio,
fu chiesto a vari soggetti di contare e di stimare alcuni intervalli di tempo durante i loro sogni
lucidi. Il confronto con il tempo reale fu permesso dallanalisi dei movimenti oculari: vennero
stabiliti alcuni segnali da effettuare con gli occhi che avrebbero indicato linizio e la fine delle
attivit. Agli stessi soggetti venne chiesto di ripetere la stessa operazione, ma da svegli. I
risultati furono poi confrontati, giungendo alla conclusione che le stime e i conteggi fatti da
dentro e da fuori dal sogno erano entrambe molto vicine a quelle reali.

Erlacher e Schredl
Ulteriori conferme sono arrivate da Erlacher e Schredl nel 2004, nei cui esperimenti i
soggetti dovevano eseguire alcune stesse attivit sia nella realt che in un sogno lucido. Le
attivit consistevano nel contare e nelleseguire degli accovacciamenti, e i risultati furono
che il tempo richiesto per contare risultava molto simile sia nel sogno che nella veglia(quindi
confermando i risultati di LaBerge del 1985), mentre accovacciarsi richiedeva il 44,5% di
tempo in pi durante il sonno. Questultima differenza potrebbe derivare dalla differente
attivit cerebrale richiesta (cognitiva per contare, e motoria per accovacciarsi).

32

Conclusione
Sebbene possano verificarsi salti temporali e altri fenomeni che potrebbero trarci in inganno
quando cerchiamo di capire quanto tempo durato un sogno, ormai chiaro che lo scorrere
degli eventi onirici avviene circa con la stessa velocit di quello degli eventi reali.
Come al solito, sbagliato affidarsi a teorie descritte in racconti e film di fantasia come
Inception, ma sempre bene fare riferimento alle ricerche scientifiche che giorno dopo
giorno ci aiutano a conoscere meglio questi fenomeni.

Dormire bene
Un sonno di qualit essenziale nella vita di tutti i giorni, e questo vale a maggior ragione
per chi vuole intraprendere la strada dei sogni lucidi. Alcune tecniche infatti, possono
comportare il fatto di stare svegli a lungo, o di spezzare il sonno durante la notte, con il
rischio di rendere il riposo inefficace. Le conseguenze sul lungo periodo si possono rivelare
dannose sia per il corpo che per la mente. Tra di esse possiamo elencare stanchezza,
sonnolenza diurna, e nei casi pi gravi obesit, danni alla memoria e depressione. Ecco
perch per tutti importante dormire bene.

Cosa evitare
Al fine di migliorare la qualit del sonno, ecco un breve elenco di cose da evitare:

Attivit fisica pesante prima di andare a dormire;


Alcolici, fumo, caff, t ed energy drink ricchi di caffeina, fin dal pomeriggio. Le sostanze
eccitanti possono rendere difficoltoso addormentarsi;
Televisione e computer: le immagini che scorrono in fretta e leccessiva luminosit del
monitor possono stimolare in modo eccessivo la retina, che direttamente collegata
allipotalamo, la zona del cervello che regola il ritmo sonno veglia;
Lavorare dopo cena, giocare a videogiochi adrenalinici o fare attivit fisica intensa la sera;
Dormire con la luce accesa, perch viene percepita anche con le palpebre chiuse;
Alimenti pesanti e poco digeribili, perch possono disturbare il sonno. Lo stesso vale per
alimenti troppo ricchi di sodio o di zuccheri;
Sonnellini diurni. Se proprio se ne avverte il bisogno, si consiglia di limitarli ad una mezzora
dopo pranzo;
Andare a dormire tardi e/o ad orari irregolari.

Quanto dormire
La
quantit
di
ore
di sonno necessarie
varia
con
let.
Dalle 20 ore giornaliere dei neonati, alle 12 della prima adolescenza, il tempo necessario
arriva
in
et
adulta
alle
7-8
ore
di sonno.
La necessit di dormire soggettiva, per alcune persone bastano 5, altre ne necessitano

33

fino a 10. Ma per tutti sono preferibili 5-6 ore ininterrotte piuttosto che un sonno di molte ore
intervallato da numerosi risvegli.

Lalimentazione ed il riposo notturno


Per favorire un riposo di qualit necessario alimentarsi in modo corretto. Sono da preferire
cibi
leggeri
e
cucinati
in
modo
semplice.
Triptofano: esistono alimenti che possono favorire il relax e di indurre il sonno, perch
contengono triptofano, un amminoacido che il nostro corpo non in grado di produrre, e che
quindi deve essere introdotto con la dieta. precursore della serotonina. Tra le sue funzioni
ha quella di indurre il sonno, antidepressivo ed ansiolitico. Il triptofano si trova nella soia,
nelle uova, nelle carni bianche, nel pesce, nei latticini freschi, nel cioccolato fondente, nei
legumi,
nella
frutta
secca
e
nei
semi
oleosi,
e
nelle
banane.
Infusi e tisane: in commercio esistono diversi tipi di infusi e tisane che favoriscono
un sonno ristoratore, quali camomilla, tiglio, verbena, fiori darancio, passiflora o valeriana.

Piccoli accorgimenti

Nella camera da letto la temperatura ideale non dovrebbe superare i 18 C.


Alzarsi dal letto se non si riesce a prendere sonno: se dopo un tempo ragionevole non si
riusciti ad addormentarsi stare a letto pu diventare controproducente. E preferibile alzarsi
e dedicarsi ad unaltra attivit che possa rilassare la mente.
Fare esercizio fisico quotidiano ed uscire allaperto durante le ore di luce.
La meditazione, lo stretching e gli esercizi di respirazione accompagnano verso i buoni
sogni, e lo stesso vale per la lettura, anche se consigliamo temi leggeri e poco impegnativi.
Fare una doccia o un bagno rilassante.
Non superare lorario in cui si comincia ad avere sonno.
Usare la camera da letto solo per dormire e non per leggere, lavorare, guardare la tv o
mangiare, o in generale fare attivit che col sonno non hanno nulla a che vedere.
Prepararsi psicologicamente al sonno con abitudini fisse, piccoli rituali, per esempio
bevendo una tisana calda o usare una crema notte.
Andare a letto solo quando si ha sonno.

Comfort
Materasso e cuscini sono essenziali per un adeguato riposo.
Il materasso ideale da sufficiente sostegno al corpo e favorendo una postura migliore. Se
troppo duro, non garantisce un buon appoggio alla schiena, allaltezza dei reni, mentre se
troppo morbido render difficoltosi i movimenti. La schiena, infatti, deve adagiarsi
comodamente mantenendo la corretta postura anche dormendo sul fianco, e formare una
S poco accentuata in posizione supina. Un buon materasso realizzato con materiali

34

traspiranti, che garantiscono una temperatura costante durante la notte ed evitano


laccumulo di umidit e il proliferare degli acari.
Per quanto riguarda i cuscini, in commercio se ne trovano di diversi materiali, quali lana,
fibra anallergica, piuma, in schiuma viscoelastica e lattice. Tutti materiali che permettono
una buona traspirazione, fornendo allo stesso tempo il sostegno necessario. Poich il
compito del cuscino ideale sostenere e allineare la testa senza farla sprofondare o rialzare
in maniera eccessiva, andrebbe scelto in funzione della posizione in cui di solito si dorme.
Pi alto se si dorme sul fianco, pi basso se si dorme supini. Anche se tendenzialmente
bisognerebbe evitare cuscini troppo alti e rigidi, per evitare di affaticare spalle e collo.
Esistono infine cuscini di tipo ergonomico, in grado cio di adattarsi alle forme del corpo per
garantire che la colonna vertebrale e la testa siano allineate correttamente. Sono consigliati
soprattutto per coloro i quali soffrono di problemi di cervicali. E infine importante che il
cuscino riprenda la consistenza originale una volta sprimacciato. Qualora non dovesse farlo,
segno che ora di cambiare cuscino.

Insonnia
Sotto il termine insonnia si include unampia variet di disturbi del sonno: difficolt ad
addormentarsi, risveglio precoce al mattino, numerosi risvegli durante la notte.
Se occasionale o ricorrente ma comunque di durata relativamente breve, come una
settimana, pu essere dovuta a fattori passeggeri non necessariamente patologici come
lalimentazione, illuminazione eccessiva, apparecchiature elettroniche o irregolarit negli
orari
Forme pi durevoli possono per essere indice di disturbi anche gravi quali ipertiroidismo,
nevralgia, artrite, cardiopatia o disfunzioni gastriche e non vanno sottovalutate ma anzi
necessitano di visita specialistica.

Sonniferi e gestione ciclo sonno-veglia


Nel caso linsonnia si protragga per lungo tempo vi spesso la tentazione di porvi rimedio
con luso di farmaci appositi. Se proprio non possibile farne a meno, sarebbe meglio
limitarne luso a due o tre sere alla settimana, o cercare di ridurne gradualmente la quantit.
I sonniferi infatti possono causare diminuzione della memoria, sonnolenza diurna,
depressione e movimenti impacciati al punto da favorire possibili cadute ed incidenti. In ogni
caso, eventuali sospensioni di tali farmaci vanno concordate con il medico curante.
Se i cambi di abitudine non bastano a sconfiggere linsonnia ma si desidera evitare il ricorso
a veri e propri farmaci, possibile tentare con il ricorso ad opportune camomille o tisane, o
integratori come la melatonina.
Inoltre per chi passa molto tempo di fronte ad un monitor, luso di opportuni software
permette di regolare lintensit e tonalit della luce in modo da renderla pi simile a quella
naturale e ridurre quindi le alterazioni del naturale ciclo giorno-notte.

35

I personaggi onirici
I personaggi onirici, talvolta abbreviati in PO, sono i personaggi con cui possiamo interagire
e che compaiono nei nostri sogni. A volte si tratta di persone sconosciute, create dalla mente
unendo parti random di persone conosciute e viste in passato, pi spesso invece sono amici
e familiari, in quanto i sogni spesso utilizzano quegli elementi con cui abbiamo rapporti pi
frequenti. Talvolta hanno fattezze o caratteristiche non umane, mentre pi raramente sono
oggetti con caratteristiche umane o presenze disincarnate, a indice della grande possibile
variet di personaggi.
Spesso, quando il sognatore lucido o lo diventa, i PO si comportano in modo diverso.
Alcuni risultano facilmente manipolabili e appaiono privi di spessore, come fossero
manichini, altri invece sembrano dotati di pi personalit e iniziativa. A volte mostrano di
essere consapevoli di essere in un sogno, a volte insistono nel negarlo.
Bisogna essere cauti a dare troppa attenzione ai personaggi onirici perch si rischia perdita
di lucidit. Un comportamento tipico dei primi sogni lucidi spesso quello di essere
consapevoli di trovarsi in un sogno ma dirlo e dimostrarlo ai PO senza mostrare la
consapevolezza che essi sono solo personaggi onirici, trattandoli quindi come persone reali.
Questo errore un segno di lucidit ancora non perfetta e si risolve da s con lesperienza
di pi sogni lucidi e con una riflessione e un riconoscimento consapevole della questione.

Tecniche di induzione
Le tecniche di induzione pi note, alcune delle quali ideate da Stephen LaBerge, sono
divise in MILD, WILD, WBTB, DILD, Autoipnosi, CAT, EILD, Test di realt (RCT).

Dispositivi elettronici
Esistono diversi strumenti che rilevano la fase REM (la fase del sonno in cui si sogna)
tramite i movimenti del bulbo oculare o dei veri e propri EEG (elettro-encefalogramma), e
che attivano avvisi acustici o visivi per avvisare lindividuo che sta sognando. Tra i
dispositivi pi conosciuti sono il NovaDreamer e REMdreamer, i quali consistono in una
mascherina da indossare durante il sonno e che emettono dei flash attraverso dei led color
rosso per oltrepassare meglio la palpebra e non disturbare la pupilla. Questo avviso viene
inglobato nel sogno sotto forma di flash bianchi. lindividuo vedr nel sogno flash bianchi. I
pi famosi sono il Novadreamer e REMdreamer.

36

Chimica
Vi sono alcune pastiglie che inducono sogni con vari tipi di sistemi. Uno di questi sistemi
risultato molto efficace, il sistema colinergico che aumenta o prolunga leffetto della
acetilcolina che viene prodotta dal cervello umano (in genere di notte verso le 4 del mattino).
Questo si effettua tramite pi sostanze: galantamina, solitamente 4 mg per inibire la
autodistruzione della acetilcolina e/o tramite colina 200mg circa, da cui essa si trasforma,
per prolungare leffetto. associati a vitamina del gruppo B per laiuto della trasformazione e
un po di melatonina per aiutare le fasi NREM e REM del ciclo notturno/diurno. Queste
sostanze aumentano anche la memoria.
Vi sono inoltre altre formule di vari componenti (diversi da quelli sopra) che sono tuttora in
test e altrettanto validi.

Effetto placebo
La convinzione conscia e inconscia di avere un sogno lucido a breve termine. Leffetto
funziona allinizio della ricerca SL. Spesso infatti dopo si annulla da solo. Il segreto di
riattivarla sta nel trovare qualcosa che ci convinca maggiormente in maniera alternativa.

37

La tecnica ADA
ADA, All Day Awareness, ovvero rimanere consapevoli tutto il giorno. LADA una forma
di DILD integrata con tecniche di consapevolezza dello Yoga del Sonno Tibetano. Forse
pi corretto dire che il modo migliore per ottenere risultati con la DILD, che consiste nel
rendere il sognatore cosciente di stare sognando, dallinterno del sogno stesso. Il successo
della DILD dipende interamente dalla consapevolezza di s e di cio che ci circonda.

Premesse
1) Nulla si ottiene senza sforzo. A parte i sognatori lucidi naturali, il resto di noi deve
impegnarsi e lavorare per la lucidit. Senza sforzo non otterrete mai i risultati che sperate.
2) Dovete credere nelle vostre abilit: chiunque pu avere sogni lucidi!
3) Fate esperienza. Ogni cosa che fate nei sogni o tentativo di lucidit un passo verso
questa esperienza. Continuate a fare pratica anche se inizialmente avete pochi risultati,
perch guadagnate sia da ogni successo che da ogni fallimento.

Come funziona
Come si ottiene esattamente questa consapevolezza? Si ottiene a partire dalla realt.
Facciamo un esempio: state portando a passeggio il vostro cane per strada. Siate
consapevoli di tutto ci che vi circonda. Sentite i vostri passi contro il pavimento, percepite
il fondo della vostra scarpa contrarsi ad ogni passo. Percepite il movimento dei muscoli delle
vostre gambe mentre camminate, ascoltate il suono del vostro respiro, sentite i vostri
polmoni espandersi mentre respirate. Annusate laria mentre camminate nel vicinato
Lodore cambia, o resta uguale? Ogni struttura attorno a voi ha unombra le notate?
Sentite il rumore dei passi del vostro cane? Molte persone tengono il guinzaglio e
camminano per la strada completamente perse nei propri pensieri. Molti non si rendono
nemmeno conto del controllo che stanno usando per muovere le proprie gambe.
Ecco un altro esempio: sei seduto al computer. Senti i tasti sotto le dita: nota come le tue
dita scivolano senza sforzo da un tasto allaltro. Mentre leggevi le due frasi precedenti, hai
dato per scontato lo sbattere delle ciglia? Sei consapevole di tutti i suoni che hai udito mentre
leggi? Che odore c nellaria? Non dovresti dover annusare in questo momento per
rispondere.
Questi sono solo alcuni dei milioni di piccoli dettagli che la persona media da per scontati o
non nota nemmeno. quasi come se fossimo sonnambuli da svegli. Se tu non sei

38

consapevole e cosciente di te stesso e di ci che ti circonda nella vita reale, come fai ad
aspettarti di essere cosciente e consapevole nei sogni?
Nel 90% dei miei sogni lucidi indotti, sapevo o sospettavo di stare sognando ancor prima di
fare un Reality Check. LRC usato principalmente per confermare di stare sognando.
Laltro 10% deriva dallottenere la lucidit grazie a un particolare dream sign o facendo
un RC casuale pensando di essere sveglio. (Queste percentuali sono stimate e
probabilmente un 10% persino troppo generoso).
Inizialmente, ti dovrai sforzare molto per essere completamente consapevole di tutto ci che
ti circonda. Dopo aver praticato lADA per qualche tempo, inizierai a notare tutti questi
dettagli senza sforzo. Pi farai pratica, pi noterai tutte queste cose quasi naturalmente. A
un certo punto scoprirai che non stai pi praticando lADA, ma la stai piuttosto vivendo
continuamente senza pensarci. Diventer una cosa naturale.
Quando hai raggiunto questo livello di consapevolezza, il sogno stesso diventa il tuo dream
sign. Qualsiasi cosa che noti nel sogno diventa il tuo RC. Praticamente ogni sogno che avrai
sar un sogno lucido, e tu avrai finalmente raggiunto le vette pi alte del sognare.
Non solo essere consapevoli aiuta a raggiungere la lucidit, ma migliora anche il recall.
Mentre continui la tua pratica dellADA, inizierai a trasportarla anche nei sogni. Anche se
non sei ancora lucido, inizierai a prestare pi attenzione allambientazione del sogno.
Tenere note mentali di tutto quello che vedi/senti/tocchi/gusti aiuter render molto pi facile
ricordarti il sogno in tutti i suoi dettagli al risveglio. In poco tempo noterai che i sogni del tuo
diario sembreranno pi storie complesse che una serie di eventi che saltano di palo in
frasca.

Procedimento per i principianti


Scegli inizialmente un momento della giornata, quando non hai niente da fare e sei sereno,
per iniziare a praticare lADA. Usa questi 5-10 minuti per notare mentalmente tutto quello
che riesci sulla tua percezione di te e dellambiente circostante.
Man mano che ti alleni, aumenta le volte in cui lo fai durante la giornata, e inizia a farlo
anche mentre stai facendo altre cose. Alcuni giorni riuscirai ad allenarti molto, altri un po
meno. Ricordati anche di eseguire degli RC durante queste sessioni di ADA.
Quando diventi pi abituato al processo e inizia a diventare pi facile, puoi eseguire le
sessioni pi frequentemente. E molto difficile rimanere consapevoli tutti il giorno appena
inizi. Anche ora, nemmeno io sono capace di continuare continuamente. Mi perdo nei
pensieri e dopo un po realizzo che stavo entrando in modalit sonnambulo nuovamente.
In ogni caso, lavorare a sessioni di ADA ti aiuter incredibilmente con la tua consapevolezza
nei sogni, e puoi sempre aumentare la frequenza dellallenamento a tua discrezione.
Assicurati di non allenarti troppo subito, se la cosa ti stressa. Se inizi a sentirti mentalmente
stanco, prenditi un giorno di pausa dallallenamento. Chiunque a volte ha bisogno di riposo.

39

Quando ho iniziato a praticare lADA, ho iniziato a sessioni come descritto sopra. Mi sono
allenato gradualmente sempre di pi fin quando non ha iniziato a venirmi naturale. Anche
ora, a volte, eseguo sessioni programmate per assicurarmi di notare assolutamente ogni
cosa. Unultima cosa: non scordatevi dei vestiti che indossate. Sentiteli e notateli
continuamente.

Dream Sign e Reality Check


Anche se scoprire i Dream Signs e fare RC continua ad avere un ruolo chiave nella DILD,
seguite il mio ragionamento.
Un cappello parlante sicuramente un dream sign. Anche se lhai sognato pi volte, non
sicuramente presente nella maggioranza dei tuoi sogni, figuriamoci in tutti quanti. Se tu usi
solo i dream signs per ottenere la lucidit, sarai capace di trarne vantaggio solo nei sogni in
cui compare, diminuendo di molto le tue chance di diventare lucido.
Comunque, se hai notato che il cappello parlante un elemento ricorrente nei tuoi sogni,
questo familiarizzare con il mondo onirico d in ogni caso un boost alla tua consapevolezza.
Senza contare che se comparir ancora, avrai una chance di riconoscerlo. Migliore la tua
consapevolezza, pi possibilit hai di riconoscere i dream signs.
Ho parlato prima di come gli RC sono usati pi per confermare che sei lucido che per creare
la lucidit da 0. La funzione chiave di un RC quella di aumentare la consapevolezza. Ogni
volta che fai un RC da sveglio, non farlo meccanicamente. Prima di eseguirlo, prenditi
qualche momento per diventare consapevole di te stesso e dei tuoi dintorni. Anche se sai di
essere sveglio, fai finta che tutto attorno a te sia in realt un sogno. Quando hai fatto questo,
fai un RC per scoprire se stai veramente dormendo o sei sveglio. Un RC di qualit
un RC in cui tu metti in discussione la realt, non un semplice atto meccanico.
Che tu creda a questo mettere in discussione la realt o no, irrilevante. Il fatto che la
stai mettendo in discussione, va bene comunque. Lidea che se sei capace di mettere
in discussione la realt da sveglio, farai la stessa cosa nei sogni. Come ho detto prima, il
90% delle volte la consapevolezza che ti rende lucido, non lRC in se. Praticare RC di
qualit in questo modo aumenter incredibilmente la tua consapevolezza.

Diario dei sogni e aumento del ricordo


Ultimo ma non ultimo, tenere un diario dei sogni. Lo scrivere ogni elemento dei sogni che
ricordo un processo chiave. Quando ti svegli, cerca di non muoverti molto. Stai fermo e
cerca di ricordare/ricapitolare il sogno nella tua mente. Appena lo ricordi, scrivilo subito. Se
ti svegli e ne ricordi solo pezzi, scrivi questi pezzi. Se ti svegli e non ricordi nulla, scrivi
Niente da ricordare. importante fare questo, in quanto allena la tua mente a VOLERE
letteralmente scrivere qualcosa.

40

Risultati
Da quando ho scoperto lesistenza dellADA, ho iniziato a praticarla. Ho preso due volte dei
lunghi break da DREAMVIEWS e ho smesso di allenarmi a fare sogni lucidi, ma il resto del
tempo ho sempre praticato lADA. Ad oggi ho 107 DILD nel sito, ma contando le DILD che
ho avuto mentre ero via dal sito, credo di essere a 150+. Come ho scritto prima, solo una
piccola parte di queste sono dovute a qualche RC casuale. Il resto sono semplicemente
dovute alla consapevolezza sviluppata con la tecnica. Ora sono circa in grado di avere 22
sogni lucidi al mese, ma sono certo che se avessi continuato lADA anche durante quei
break, starei avendo sogni lucidi ogni notte ora. Naiya, la ragazza che qui su DreamViews
mi ha insegnato la tecnica, al momento a 1000+ (!!!) sogni lucidi grazie allADA.

Lautoipnosi
Lautoipnosi consiste nel raggiungere uno stato di ipnosi senza lintervento di un soggetto
esterno.

Tecnica dautoipnosi
Una tecnica segnalata da Guido Gardini nel suo articolo sui sogni lucidi basata
sullautoipnosi. In pratica quando ci si prepara per dormire e si gi molto rilassati, bisogna
concentrarsi prima su tre raffigurazioni mentali di tipo visivo, tre di tipo auditivo e tre di tipo
cinestetico. Poi si passa, scalando di uno, a due raffigurazioni di tipo visivo, seguito da due
auditive e due cinestetiche; infine a una sola rappresentazione visiva, una uditiva e una
cinestetica. A questo punto, secondo Gardini, si gi arrivati a un buono stato di autoipnosi.
Personalmente, per indurre un sogno lucido, uso queste immagini mentali: un grosso
manifesto pubblicitario coloratissimo, con la scritta, a lettere cubitali QUESTO
UN SOGNO (I immagine visiva); tanti palloncini variopinti che salgono verso il cielo e
portano le iniziali SL su ciascuno (II immagine visiva); la copertina del mio libro preferito che
parla di sogni lucidi (III immagine visiva).
Tra le immagini auditive preferisco queste: immagino di ascoltare una voce tipo
annunciatore che dice Ed ora, signore e signori, vi presento un
bellissimo SOGNO LUCIDO! (I rappresentazione uditiva); immagino poi una voce
sussurrante che canta dreams, dreams (II rappresentazione uditiva) e infine sento le
parole che ho registrato su una cassetta di induzione ai sogni lucidi: questo un sogno e
tu stai sognando (III rappresentazione).
Quelle che mi piacciono di pi per sono le rappresentazioni mentali di tipo cinestetico. In
esse cerco di immergermi completamente con la fantasia in modo da percepire le varie
sensazioni, proprio come se stessi operando in un sogno lucido: immagino di staccarmi dal
mio corpo fisico e di alzarmi a sedere sul letto, (percepisco le sensazioni che ho vissuto
varie volte nel fare questo, cercando di riassaporarne ogni dettaglio); immagino poi di
accorgermi che sto sognando e cerco di rivivere le emozioni colme di gioiosa sorpresa che
accompagnano questi momenti; infine immagino il pi vividamente possibile di iniziare a
volare, sollevandomi da terra.
A volte, mentre sono calata in una di queste fantasie, mi accorgo che non la sto pi vivendo
con uno sforzo di concentrazione: gradatamente tutto diventa facile, naturale. Lo sfondo
41

della mia immagine mentale si anima, come di vita propria, con una grande ricchezza di
colori e di particolari che non sono creati consapevolmente da me; allora mi accorgo che
il sogno mi ha preso per mano e sono entrata nel suo regno: ora sono libera di agire in
esso conservando la lucidit.
Naturalmente potete scegliere qualsiasi immagine da visualizzare durante lesercizio, ma vi
consiglio di sceglier immagini mentali significative per voi, anche se semplici, e di stabilirle
prima di coricarvi: spesso infatti, quando si molto rilassati e prossimi al sonno, si scopre
che difficile mantenere la concentrazione nel disporre le immagini e nello scalarle in
sequenza: se poi occorre anche inventarle in quel momento, il lavoro si complica
ulteriormente. meglio quindi progettarle in un momento di calma e di piena lucidit
mentale, durante il giorno.
Vi raccomando anche di non continuare a cambiare le immagini, perch potreste fare
confusione durante lesercizio; piuttosto cercate di arricchire sempre pi le vostre immagini
mentali di colori, particolari e dettagli: in questo modo, oltre ad avere sogni lucidi, potrete
stimolare ed esercitare le capacit di visualizzazione, molto utile anche per altri tipi di
esercizi.

42

La tecnica CAT
CAT sta per Cycle Adjustment Technique, ovvero Tecnica di Regolazione del Ciclo, e si
basa sul ciclo circadiano e su un lieve rimbalzo della fase REM. Lidea di base che
svegliandoti presto ogni giorno perderai un po di REM, ci produrr un rimbalzo e allener
la mente a svegliarsi prima, conseguentemente ti render pi consapevole dellambiente
circostante.

Retroscena
Questa tecnica stata introdotta da Daniel Love nel 2004, facendo di essa una delle
tecniche pi moderne. Ha condotto ricerche nel Regno Unito e ha scoperto che questa
tecnica pu produrre fino a quattro sogni lucidi a settimana.

Preparazione
Per eseguire la tecnica CAT, inizialmente il tuo sonno deve essere regolare. Questo
significa unora abbastanza fissa per andare a letto nonch unora di sveglia regolare.
Questa una tecnica in cui raccomandato svegliarsi tramite una sveglia.

Regolazione del ciclo


Per la prima settimana della tecnica CAT improbabile avere sogni lucidi, perch i tuoi cicli
del sonno sono stati modificati. Per i primi sette giorni il sognatore deve impostare la sveglia
in modo che suoni 90 minuti prima dellorario in cui solitamente si sveglia. Questo allena il
cervello a svegliarsi a questa ora. Fa anche s che la chimica del cervello vada in modalit
sveglia 90 minuti prima, questo fenomeno sar sfruttato pi avanti per incrementare le
possibilit di sognare lucido.
Durante i 90 minuti extra in cui sei sveglio importante fare test di realt. Dovresti farli
molto frequentemente, uno ogni cinque minuti pu andar bene. Questo aiuta il cervello a
capire che durante la mattina presto pu essere addormentato. Dovrebbe eventualmente
diventare unabitudine, che ti porterai anche nei sogni fatti durante il rimbalzo REM.
raccomandato che tu faccia qualcosa che richieda impegno per il cervello in questo arco
di tempo, ci aiuter la tua mente ad essere il pi attiva possibile durante il rimbalzo. Quando
i 90 minuti sono scaduti, inizia la tua giornata come al solito, ma non tornare a letto o a fare
un pisolino.

43

Come eseguire la CAT


Adesso che il tuo ciclo stato modificato, tempo di inserire dei rimbalzi REM e modificare
di nuovo il ciclo.

La tecnica
Ogni giorno, prima di dormire, prepara la tua mente a continuare a svegliarsi 90 minuti prima,
importante che non modifichi la tua normale routine. Questo aiuta ad ingannare la mente
facendogli pensare che si dovr svegliare nuovamente 90 minuti prima, anche se la tua
sveglia sar impostata per suonare allora in cui ti svegli normalmente.
Adesso, siccome il tuo cervello stato riprogrammato per svegliarsi 90 minuti prima, lo far.
La chimica del cervello si comporter come se tu ti fossi svegliato, facendoti pi attento e
consapevole, ma starai dormendo. Questo aiuter il sognatore a riconoscere i dream sign.
Il cervello stato abituato anche a fare molti test di realt durante questo arco di tempo, e
labitudine dovrebbe essere trasferita nel sogno.
Se ti svegli durante questi 90 minuti extra di sonno importante che tu rimanga a letto.
Prova a riaddormentarti o a fare una WILD. Non alzarti dal letto finch i 90 minuti di sonno
extra non sono passati, questo aiuta a mantenere regolare il tuo ciclo. In quel momento
potresti anche fare un test di realt, dato che potresti essere in un falso risveglio.

WILD-CAT
Durante i giorni in cui dormi normalmente, puoi scegliere di impostare la tua sveglia in modo
da svegliarti comunque prima e tornare a dormire facendo una WILD. A causa del rimbalzo
REM e della chimica del tuo cervello migliorata, dovresti essere capace di eseguire
una WILD molto velocemente. Pu essere usato anche il metodo DEILD.

Non perder del sonno?


Si, e non consigliato dormire troppo ogni giorno. Un giorno occasionale di sonno extra
giusto, ma se lo fai troppo spesso romper il ciclo. raccomandato che, per alleviare la
possibilit di privazione di sonno, tu vada semplicemente a letto 45 minuti prima ogni notte,
anche dopo il periodo iniziale di modifica del ciclo.

Riaggiustamento
Se la tecnica CAT deve essere utilizzata per un lungo periodo di tempo, una buona idea
ricalibrare il tuo orologio interno una volta ogni qualche mese e rieseguire la fase di modifica
del ciclo in cui svegliarsi presto per una settimana di fila, senza andare a letto prima.

44

Vantaggi

Affidabilit
Negli esperimenti di Daniel Love 8 studenti su 10 hanno segnalato un salto nel numero di
sogni lucidi che avevano. Pu produrre fino a quattro sogni lucidi ogni settimana.

Logica
Dato che il tuo orologio interno si aspetta che ti sveglierai, il centro logico del cervello si
accende. Questo fa diventare il sogno pi logico e chiaro.

Ricordo
Visto che arrivi da un rimbalzo REM, probabile che ti svegli direttamente dal sogno senza
ritardo, questo ti d un ricordo migliore.

Svantaggi

Perdita di Sonno
Per una intera settimana perderai ogni giorno 90 minuti di sonno, che equivalgono a 10,5
ore di sonno perso. Durante la tecnica attuale puoi modificare lora in cui vai a letto, ma ogni
altro giorno sarai privato del sonno.

Fragilit
Visto che dipende cos pesantemente da un orologio ininterrotto interno al corpo, perdere
un giorno o due ti forzer a ricalibrare il tuo orologio e tornare nella fase di regolazione.

45

La tecnica DEILD
DEILD sta per Dream Exit Initiated Lucid Dream, ovvero Sogno Lucido Iniziato dallUscita
da un Sogno. Possiamo paragonare la DEILD ad una breve WILD, infatti il vantaggio di
questa tecnica che se non ti muovi il cervello, dopo essersi svegliato da un sogno, resta
in modalit REM ancora per qualche momento. In pratica, questa tecnica permette al
sognatore di rimanere nella fase REM corrente e iniziare lucidamente un nuovo sogno dallo
stato di veglia.

Preparazione
Ricordo dei sogni
Per effettuare con successo una DEILD e ricordarla, necessario ricordare i sogni. Una
media di 9 o 10 sogni a settimana pu essere sufficiente.

Svegliarsi
Per svegliarti, puoi scegliere di utilizzare una sveglia, o comunque qualcosa che ti permetta
di svegliarti (come la vibrazione di un cellulare o un software apposito). Questa sveglia dovr
disattivarsi da sola dopo qualche secondo, in modo che tu non debba muoverti per
spegnerla e che non ti disturbi.
Devi impostare la sveglia in modo che suoni dopo 3-6 ore dal momento in cui ti addormenti.
Questo tempo molto variabile e dipende dal tuo sonno, puoi perfezionarlo sperimentando
da solo. Un altro consiglio quello di impostarla in modo che scatti ogni mezzora dopo la
prima volta, in modo da avere pi possibilit di fare la tecnica e quindi di sognare lucido.
In alternativa, alcune persone ritengono efficace andare a letto due ore prima. Questo
permetterebbe di svegliarsi pi frequentemente durante la notte.
Anche un mantra potrebbe rivelarsi efficace. Durante il giorno ripetiti che ti accorgerai
quando ti sveglierai da un sogno. Pi lo ripeti e meglio .
Un altro modo per capire di essere svegli quello di allenarsi a riconoscere il retro delle
palpebre. Per allenarti, inizia a guardare per qualche minuto il retro delle tue palpebre
quando vai a letto. Con il tempo dovresti riuscire a riconoscerle istantaneamente.

46

Eseguire la DEILD
Solitamente la DEILD dura dai pochi secondi a 1-2 minuti. Durante la DEILD potresti
provare la fastidiosa paralisi del sonno, visto che la DEILD molto simile alla WILD. Cerca
di non spaventarti e non agitarti. Resta immobile e non pensarci, concentrati sul retro degli
occhi. Considerala come qualcosa di positivo: significa che sei ad un ottimo punto.

Rimanere fermo
La DEILD richiede che, al termine di un sogno, si rimanga immobili. Solitamente al termine
di un sogno si tende a girarsi nel letto e ad aprire gli occhi, ovviamente questo va evitato
con un po di allenamento e volont. Devi chiudere gli occhi e rimanere immobile. Se per
caso muovi leggermente una piccola parte del corpo puoi avere ancora qualche possibilit
di portare a termine la DEILD, non detto che sia tutto finito, anche se diventa tutto pi
difficile.
Per facilitarti il lavoro puoi usare un po di autosuggestione durante il giorno, ripetendoti che
ti ricorderai di rimanere immobile e di non aprire gli occhi quando ti sveglierai da un sogno.

Entrare nel sogno


Per entrare nel sogno puoi semplicemente aspettare. Entro poco tempo il sogno si former,
e ti ritroverai lucidamente al suo interno.
Il modo pi facile e consigliato per ripensare al sogno precedente. Questo pensiero ti
permetter di rientrare nel sogno che hai appena concluso, da cui poi potrai volare via o
utilizzare qualche metodo a tua scelta per cambiare scenario. Se non riesci a ricordare
il sogno appena fatto, probabilmente sei troppo sveglio e non sarai capace di eseguire
la DEILD. Pensa al sogno fatto, alle immagini, alle sensazioni, ai suoni. Entro un minuto ti
ritroverai al suo interno.
Puoi anche cercare di pensare ad un nuovo scenario, ma non sempre facile e non
consigliato a causa dello sforzo che il cervello deve sostenere, con un conseguente
probabile fallimento.
Stai attento ai falsi risvegli: a volte capita di pensare di aver fallito la DEILD, ma in realt ti
trovi in un falso risveglio. Ricordati di fare sempre un test di realt quando pensi di aver
fallito il tuo tentativo!

47

Conclusione
La DEILD particolarmente adatta agli studenti e ai lavoratori che devono alzarsi presto e
non possono permettersi di perdere del sonno. Grazie alla DEILD, tutto il tempo che
perderai sar misurabile in pochi secondi. Grazie anche a questa sua velocit, la DEILD
anche pi facile da fare di una WILD. Pu comunque essere pi difficile da imparare di altre
tecniche, come ad esempio la MILD, ma sarai in grado di fare vari sogni lucidi a notte.
davvero difficile fallire una DEILD se fatta correttamente. Inoltre il sogno lucido in cui ti
troverai sar pi logico e dettagliato di quello che otterresti con una normale DILD, questo
perch durante il periodo di veglia della DEILD la parte logica del tuo cervello si accende.

La tecnica DILD
La DILD la forma pi antica e pi comune di sogno lucido. Sta per Dream Induced Lucid
Dream, ed semplicemente un sogno nel quale lonironauta si accorge di sognare.
Differentemente dalla WILD non servono risvegli in anticipo e preparazioni, ci fa si che
la DILD avvenga in modo casuale. Il termine DILD, che come dice il nome significa
sognolucido iniziato (direttamente) dal sogno, un termine generico che indica quelle
tecniche che aiutano linduzione del sogno lucido una volta che si sta gi sognando
normalmente, contrapponendosi a WILD che indica quelle tecniche che cercano di indurre
il sogno lucido direttamente da uno stato di veglia. Rientrano quindi tra le tecniche DILD la
Reflection, lautosuggestione e in particolare la MILD.

Retroscena
Ci sono riferimenti a questo tipo di sogno lucido da secoli, incluso un riferimento nella bibbia
e nelle religioni orientali. Si pu dire che fin dal tempo in cui luomo ha sognato, ci sono state
alcune persone che sono diventate lucide nel sogno.

Preparazione
Ci sono molti modi per aumentare la probabilit di avere un sogno lucido. Utilizzare tecniche
aggiuntive come MILD o WBTB aumenteranno di molto questa possibilit, ma per
una DILD tradizionale non richiesta di pi che una piccola preparazione nel trovare una
posizione comoda per dormire e svuotare la mente.

Meditazione
Svuotare la mente aiuta ad avere un sogno lucido. Una mente piena di pensieri esterni e
casuali si pu concentrare molto meno sui sogni lucidi.

48

Mantra
Molta gente ripete dei mantra mentre si addormenta. Questo aiuta ad inserire pensieri sui
sogni lucidi nel cervello e funziona come autosuggestione. Mantra comuni comprendono:

Sapr di sognare
Far un sogno lucido
Far un test di realt

Come fare la DILD


Ci sono molti modi per accorgersi di sognare. Il tuo mondo onirico molto diverso da quello
reale e una mente ben addestrata pu cogliere queste differenze facilmente, tutto dipende
dalla pratica.

Dream Sign
I Dream Sign (Segnali del Sogno) sono esattamente ci che il nome suggerisce, ovvero
segnali che indicano che sei o che potresti essere in un sogno. Ce ne sono diversi che sono
universali e che sono veri per la maggior parte dei sognatori lucidi e altri che sono specifici
per ogni individuo. Se un sognatore dovesse acquisire la capacit di riconoscere sia i
suoi dream sign personali che quelli universali, allora fare una DILD dovrebbe essere un
gioco da ragazzi.

Test di realt
Se non sei sicuro di star sognando o di essere sveglio, i test di realt ti permettono di
saperlo. La maggior parte delle persone fanno test di realt solo per affermare di star
sognando dopo aver visto qualcosa di strano, tuttavia raccomandato che i principianti li
facciano molto spesso.
Il mondo onirico molto strano ed una buona idea fare test di realt ogni volta che appare
qualcosa fuori dallordinario o quando si vede un dream sign.

Vantaggi

Facilit
E la tecnica pi facile da fare, dato che non richiesta nessuna preparazione.

49

Nessuna perdita di sonno


Diversamente dalla tecnica WILD, per la DILD non devi svegliarti nel mezzo della notte,
quindi non c perdita di sonno. Questo la rende la tecnica perfetta per gli studenti e per i
lavoratori dipendenti, per i quali perdere sonno non una buona idea.

Svantaggi

Casualit
Le DILD tradizionali non sono incubate, esse avvengono solamente quando il sognatore
realizza di stare sognando. Questo fa s che si verifichino casualmente e per questo il
sognatore lucido non sa mai quando avr il prossimo sogno lucido.

La tecnica EILD
EILD sta per Externally Induced Lucid Dream (sogno lucido indotto dallesterno) o per
Electrically Induced Lucid Dream (sogno lucido indotto elettricamente). Il significato
originale era elettricamente, tuttavia il dispositivo non deve essere obbligatoriamente
elettrico.
Durante il sonno i tuoi sensi continuano a monitorare il mondo esterno. Se non lo facessero
non saresti in grado di svegliarti con una sveglia. La tecnica EILD sfrutta proprio questo. Il
segnale di un dispositivo viene attivato quando entri nel sogno, in modo che tu possa
riconoscere questo segnale e diventare lucido.

Retroscena
Il Dr LaBerge ha inventato questa tecnica durante il lavoro per il suo dottorato. Lha
perfezionata ed ha realizzato un dispositivo per essa: il NovaDreamer. Ci sono anche altri
dispositivi, ma quello il pi famoso.

Preparazione
Non richiesta molta preparazione se non quella di comprare il dispositivo. consigliato
aver fatto gi qualche sogno lucido prima di provare una EILD, per il semplice motivo che
potresti scambiare il segnale del dispositivo per qualcosaltro.

50

Sapere quando si entra nella fase REM


Se il tuo dispositivo non in grado di individuare la fase REM, allora dovrai programmarlo
per far s che invii il segnale mentre sei in un sogno. La maggior parte della gente si sveglia
in modo naturale dopo ogni sogno, ma non se ne accorge. Essi si riaddormentano
immediatamente e dimenticano che il risveglio sia avvenuto.
Un modo comune per evitare di non accorgersene bere una grande quantit di acqua o di
succo prima di andare a dormire. Ti sveglierai nel mezzo della notte con il bisogno di andare
in bagno. Il tuo corpo non ti sveglier per questo (infatti puoi tranquillamente tenerla per tutta
la notte), tuttavia, se sei gi sveglio perch hai finito un sogno, il tuo corpo ti segnaler di
andare in bagno. In quel momento, appena terminata la tua fase REM.
La tua fase REM avr avuto inizio almeno 15 minuti prima di quel risveglio. Ricorda, i primi
cicli REM sono pi corti degli ultimi. Imposta il dispositivo a seconda dellorario. Puoi aiutarti
con le informazioni che trovi qui.

Come eseguire la EILD


Avere una EILD molto simile allavere una DILD, poich ti affiderai a dei segnali per
diventare lucido. Vai a dormire con il dispositivo acceso normalmente, se ti da fastidio puoi
toglierlo fino a met della nottata, quindi svegliarti e mettertelo, tanto non avresti sognato
lucido comunque nelle prime ore del sonno.

Sentire il segnale
Quando il tuo dispositivo attiva il suo segnale, esso sar inserito in qualche modo allinterno
del sogno. La mente deve improvvisare per mascherare il segnale in modo che sia logico,
ma proprio per questo, il segnale sar ovvio per coloro che hanno una bravura media nel
riconoscere gli indizi del sogno.

Dispositivi
Nova Dreamer
il dispositivo EILD pi famoso. stato prodotto dal Lucidity Institute ma la produzione
stata interrotta. Il sito ufficiale dice che una seconda versione del dispositivo sar disponibile
presto, tuttavia il sito rimasto invariato da quasi un anno.
Il NovaDreamer individua la fase REM dai movimenti oculari e dopo averlo fatto inizia subito
ad inviare segnali, il che dovrebbe darti i sogni lucidi pi lunghi possibile. Pu essere

51

configurato anche per dare segnali visivi, uditivi o entrambi. importante notare che il
dispositivo non dar la lucidit immediatamente, ma bisogner esercitarsi a fare un test di
realt in seguito agli stimoli inviati dal dispositivo.

Orologio vibrante
Il tatto il senso pi attivo mentre stai dormendo, quindi le vibrazioni possono essere inserite
facilmente nei sogni. Un orologio da polso vibrante pu essere acquistato in qualsiasi buon
negozio sportivo.
Lorologio sembra pi efficace se indossato alla caviglia, ma va bene anche metterlo al
polso.
Il problema ovvio che devi impostare lorologio allora giusta. Le tue fasi REM vanno solo
dai 15 ai 20 minuti ciascuna, quindi devi sapere quando avvengono per programmare
lorologio correttamente. Usa il Tutorial della fase REM per avere un idea di quando si
verificher.

File audio
Durante il sonno puoi ascoltare suoni dal mondo esterno. La maggior parte di essi sono
filtrati (suono bianco) ma i suoni fatti correttamente passeranno e verranno integrati
allinterno dei tuoi sogni.
Impostare il tuo computer o il tuo lettore cd per riprodurre questi file durante una fase REM
ti permetter di diventare lucido. In genere questi file comprendono una voce che ti dice di
essere in un sogno e di fare un test di realt.
Puoi trovare una lista completa dei file audio per la EILD nella Audio Aid Repository [nda: in
inglese su dreamviews]

Altri dispositivi
Ci sono molti dispositivi che possono essere utilizzati per la EILD. Alcuni hanno scoperto
che utilizzare la funzione vibrazione dei cellulari pu indurre sogni lucidi. Qualsiasi cosa
possa inviare segnali automaticamente pu essere utilizzata come dispositivo.

Vantaggi

Facilit
Una volta che saprai riconoscere i segnali come esterni, ti renderai conto di sognare senza
doverti affidare al riconoscere un indizio del sogno. In pratica, il segnale del dispositivo
diventa il tuo indizio da riconoscere.

52

Nessuna perdita di sonno


Questa una delle poche tecniche che non richiedono per niente di svegliarsi. efficace
ugualmente se dormi tutta la notte cos come per la maggior parte delle tecniche che
funzionano meglio se combinate con una WBTB.

Svantaggi

Cicli REM variabili


La maggior parte dei dispositivi non individua il REM (ad eccetto del Nova Dreamer), quindi
devi impostarli per farli funzionare allora giusta. Ognuno ha REM in tempi diversi e questo
tempo cambia in base a quando vai a letto.

Segnali mascherati
Un altro problema che il cervello molto bravo a mascherare questi segnali e ad integrarli
allinterno del sogno. Per esempio, se il Nova Dreamer impostato per emettere flash di
luce, potrebbe succedere che una macchina della polizia venga inserita nel tuo sogno.

Costo
Alcuni di questi dispositivi di induzione sono molto costosi. Il Nova Dreamer non pi in
vendita, ma su eBay pu raggiungere diverse centinaia di dollari. Un orologio da polso
vibrante non pu essere trovato a meno di 30 dollari.

Costo
Ultimo contro, ma pi importante, che per quanto possa sembrare meno faticoso
dipendere da un dispositivo elettronico per indurre il sogno lucido, questa scorciatoia non
esime il sognatore dallaffidarsi a un percorso di disciplina ed allenamento mentale per
poterne padroneggiare a dovere lo svolgimento.

La tecnica MILD
La tecnica MILD, acronimo di Mnemonic Induction of Lucid Dreams (induzione mnemonica
di sogni lucidi) fu sviluppata da S. LaBerge durante il suo dottorato, mentre investigava sulla
possibilit di avere sogni lucidi a piacimento.
Egli afferma che prima di sviluppare tale procedura, non riusciva ad avere pi di un sogno
lucido al mese. LaBerge svilupp questa tecnica in parallelo a quella di autosuggestione, o
per meglio dire, indagando su di essa. La tecnica di autosuggestione,

53

permetteva a LaBerge di avere una media di cinque sogni lucidi al mese (con un range, che
andava da uno a tredici). Tuttavia egli non riusciva a capire come questo fosse possibile in
termini di funzionamento e ci si traduceva nellimpossibilit di poter avere sogni lucidi a
piacimento.
Focalizzando la sua attenzione sul perch del funzionamento della tecnica di
autosuggestione, LaBerge gradualmente osserv un fattore psicologico che reput come
correlato a tutti i suoi sogni lucidi, ovvero, lintenzione pre-sonno di ricordare di accorgersi
di stare sognando. Quello che a primo impatto sembra un gioco di parole, in realt lo
scoglio pi grosso per chi si accinge ad arrivare alla lucidit tramite la MILD.
Nella vita di ogni giorno, ricordiamo gran parte delle cose da fare, utilizzando svariate forme
di ausili esterni di memoria (liste, cellulari, agende, etc). Ma come ricordiamo azioni da
compiere nel futuro (quella che, in psicologia chiamata memoria prospettica) senza
lausilio di tali oggetti? In tal caso la motivazione gioca un ruolo fondamentale. Di certo tutti
siamo a conoscenza del fatto che difficilmente dimentichiamo azioni che vogliamo
veramente compiere.
Quando ci prefiggiamo di ricordare di fare qualcosa, nel cervello si attiva un sistema di
ricerca dellobiettivo, che rimane parzialmente attivato fino a quando esso non viene
raggiunto. Se lobiettivo molto importante, il sistema rimarr altamente attivato e ci
spinger continuamente a controllare se ora di fare quel che si deve fare, e, fino a quel
momento, lintenzione di svolgere quellazione non diventer mai totalmente inconscia. Il
caso pi tipico quello in cui ci prefiggiamo di comprare un qualcosa di specifico (es. una
scatola di chiodi), in un dato negozio, la prossima volta che ci troveremo ad entrarvi. Dopo
un po, ci si dimentica totalmente di quello che volevamo, ed entriamo nel negozio
completamente dimentichi del nostro obiettivo, fino a quando non vediamo un oggetto affine
(es: un martello), che ci riporta in mente il nostro target tramite un meccanismo
di associazione di idee.
Questo svela un altro dei maggiori fattori coinvolti nel ricordo prospettico: lassociazione.
Quando ci troviamo a confrontarci con il dover ricordare di fare qualcosa, possiamo
aumentare di molto la probabilit di successo cercando di essere fortemente motivati a farlo
e creando associazioni mentali fra quello che volgiamo fare e le future circostanze nelle
quali intendiamo farlo. Queste associazioni sono enormemente rafforzate dalla
visualizzazione mnemonica di noi stessi che ci accingiamo a fare quello che ci siamo prefissi
di fare.
Fu proprio trattando lintenzione di avere sogni lucidi come un problema di memoria
prospettica, che LaBerge svilupp la tecnica di induzione mnemonica, meglio nota
come MILD.
Per testare e migliorare la memoria prospettica puoi provare un Allenamento per la memoria
prospettica ideato da LaBerge.

MILD in breve
Prima
di
addormentarsi
imporsi
di
svegliarsi
dopo
ogni sogno.
Ad ogni risveglio dopo un sogno, scriverlo nel diario, immaginarsi lucidi in esso e ricordarsi
54

di
diventare
lucidi
nel sogno successivo.
Per una descrizione pi dettagliata della tecnica leggere il paragrafo successivo.

La Tecnica di Induzione Mnemonica (MILD)


essenziale praticare la MILD durante i risvegli notturni, per ottenere migliori risultati puoi
praticarla anche prima di addormentarti. Inoltre puoi provare la tecnica durante la giornata
in modo da avere pi dimestichezza con la MILD.

Prima di addormentarsi
1. Memorizza un sogno. La mattina scegli un sogno in cui saresti voluto diventare lucido da
memorizzare.
2. Preparati per il sonno. Quando sei pronto per andare a dormire, preparati come al solito.
Segui la tua routine. Se vuoi, per un po ripensa agli eventi della giornata, in modo da lasciarli
uscire dalla mente e fare lesercizio. Quando sei veramente pronto per addormentarti passa
al punto 3.
3. Rilassati. Usa la tecnica di rilassamento che ti sembra migliore in modo da rilasciare la
tensione fisica e calmare la mente. Per non devi addormentarti.
4. Pratica la MILD.
A. Ricordati il sogno. Con gli occhi chiusi, richiama alla mente il sogno che hai
memorizzato la mattina. Visualizzati di nuovo nel sogno. Prova la sensazione di
stare in un sogno, pensare nel sogno, vedere e ascoltare, etc.
B. Fissa il tuo obiettivo. Con le immagini, i suoni e le sensazioni del sogno nella
tua mente, concentrati sul pensiero: La prossima volta che sogner, mi ricorder
di accorgermi di stare sognando.
C. Immagina di diventare lucido. Visualizzati diventare lucido nel sogno in cui ti sei
appena immaginato. Scegli uno dei dreamsign o delle stranezze dal sogno, e
immagina di capire di stare sognando grazie ad essi. Senti leccitamento di
diventare lucido. Ora continua ad immaginarti fare ci che faresti nel sogno da
lucido.
D. Mantieni lattenzione. Ripeti i punti A,B e C, visualizzare il sogno, fissare
lintenzione e vederti diventare lucido nel sogno. Mantieni la mente focalizzata su
questi obiettivi e non distrarti seguendo altri pensieri.
A volte la concentrazione potrebbe non farti addormentare. Se lesercizio procede
da pi di 20 minuti puoi smettere e rilassarti profondamente. Mantieni la mente
senza preoccupazioni e pensieri.

5. Fissa la tua intenzione di svegliarti dopo i sogni. Quanto ti addormenti, imponiti di


svegliarti dopo i sogni durante la notte. Devi voler ricordare chiaramente i sogni e praticare
la MILD. Puoi ripeterti in mente una frase come : Mi sveglier dopo ogni sogno.

55

Durante un risveglio
Prima di addormentarti imponiti di svegliarti dopo i sogni durante la notte. (Se hai eseguito
la pratica Prima di addormentarsi lo hai fatto nel punto 5 di quella fase) Devi volere
ricordare chiaramente i sogni.
1. Svegliati da un sogno e ricordalo. Quando ti svegli da un sogno durante la notte, prima
ricordalo pi dettagliatamente possibile e poi segna sul diario il necessario per descrivere
gli eventi fondamentali.
2. Assicurati di essere sveglio. Se tendi a riaddormentarti troppo velocemente esci dal letto,
vai in bagno, lavati la faccia con acqua fredda e poi torna a letto. Fai con attenzione test di
realt per essere sicuro di essere sveglio!
3. Rileggi il sogno Leggi il sogno appena registrato, riconosci i dreamsign che compaiono. D
a te stesso che la prossima volta che vedrai dei dreamsign o delle stranezze capirai di stare
sognando.
4. Spegni le luci e rilassati. Utilizza una tecnica di rilassamento per calmare la mente. Non
addormentarti!
5. MILD
A. Ricordati il sogno. Visualizzati nuovamente nel sogno da cui ti sei appena
svegliato.
B. Focalizzati sullobiettivo. Concentrati sul pensiero: La prossima volta che
sogner, mi ricorder di accorgermi di stare sognando.
C. Visualizzati diventare lucido. Visualizzati diventare lucido nel sogno che hai
appena fatto. Scegli uno dei dreamsign o una delle stranezze presenti nel sogno e
immagina di capire che stai sognando grazie ad essi. Prova leccitazione di
diventare lucido, e immaginati fare quello che faresti una volta lucido.
D. Mantieni lobiettivo. Ripeti i punti A,B e C fino a che non ti addormenti. Se la
concentrazione ti tiene sveglio per pi di 20 minuti, e questo ti infastidisce, smetti
e fai in modo che lultimo dei tuoi pensieri sia la tua intenzione di diventare lucido.
Comunque, stare sveglio e concentrato per pi tempo pu aumentare le tue
chances di avere un sogno lucido.
6. Ripeti i punti da 1 a 5 ogni volta che ti svegli da un sogno.
Se vuoi, puoi praticare la MILD ogni volta che ti svegli dopo un sogno durante la notte.

Durante la giornata
Puoi impratichirti con la MILD quando la tua mente nel suo stato migliore, perfettamente
sveglia.
In modo tale da sapere cosa fare per praticare la tecnica quando sei intontito nel mezzo
della notte.

1. Memorizza un sogno. Subito dopo esserti svegliato la mattina ed aver registrato i tuoi sogni
sul diario, scegline uno in cui avresti voluto diventare lucido. Memorizzalo nei dettagli in
modo da potere immaginarti di riviverlo di nuovo.
56

2. Scegli il momento in cui praticare la tecnica. Scegli 20 minuti della giornata. Un momento
in cui sei da solo in un posto silenzioso, su una sedia comoda. Devi essere allerta, non
assonnato.
3. Siediti e rilassati. Nel momento scelto, siediti e rilassati. Puoi utilizzare una tecnica di
rilassamento (come quella progressiva o dei 61 punti). Quando hai rilasciato tutta la
tensione dal tuo corpo, procedi al punto 4.
4. Pratica la MILD
A. Ricordati il sogno. Con gli occhi chiusi, richiama alla mente il sogno che hai
memorizzato la mattina. Visualizzati di nuovo nel sogno. Prova la sensazione di
stare in un sogno, pensare nel sogno, vedere e ascoltare, etc.
B. Focalizzati sullobiettivo. Con le immagini, i suoni e le sensazioni del sognonella
tua mente, concentrati sul pensiero: La prossima volta che sogner, mi ricorder
di accorgermi di stare sognando.
C. Immagina di diventare lucido. Visualizzati diventare lucido nel sogno in cui ti sei
appena immaginato. Scegli uno dei dreamsign o delle stranezze del sogno, e
immagina di capire di stare sognando grazie ad essi. Senti leccitamento di
diventare lucido. Ora continua ad immaginarti fare ci che faresti nel sogno da
lucido.
D. Mantieni lattenzione. Ripeti i punti A,B e C, visualizzare il sogno, fissare
lintenzione e vederti diventare lucido nel sogno. Mantieni la mente focalizzata su
questi obiettivi e non distrarti seguendo altri pensieri. Continua per 20 minuti.

La tecnica Riflessione-Intenzione
La tecnica Reflection-Intention, in italiano Riflessione-Intenzione, una tecnica inventata da
Tholey, la versione qui presentata quella riadattata da LaBerge.

La tecnica Reflection-Intention
1. Pianifica quando intendi testare il tuo stato Scegli in anticipo quando intendi ricordarti di
testare il tuo stato. Per esempio, potresti decidere di chiederti: Sto sognando? quando
arrivi a casa dal lavoro, allinizio di ogni conversazione, ogni ora etc. Scegli la frequenza di
questi test che senti adatta. Usa limmaginazione per aiutarti a ricordarti di porti le domande.
Per esempio, se intendi chiedertelo quando arrivi a casa, immaginati aprire la porta e di
ricordarti la tua intenzione. Pratica lesercizio una dozzina di volte o pi durante il giorno nei
momenti selezionati e ogni volta che ti senti in una situazione che in qualche modo ricorda
un sogno, per esempio, ogni volta che succede qualcosa di strano o sorprendente o provi

una emozione inaspettatamente forte o ti sembra che la tua mente (specialmente la


memoria) si comporti in maniera strana.
2. Testa il tuo stato Chiediti: Sto dormendo o sono sveglio? Guardati intorno cercando
stranezze o incongruenze che possono indicare che stai dormendo. Ripensa agli eventi
degli ultimi minuti. Hai problemi a ricordare cosa appena successo? In tal caso potresti
essere in un sogno. Leggi delle scritte due volte. Non giungere alla conclusione che sei
sveglio a meno di avere una buona prova (per esempio, le scritte rimangono uguali ogni
volta che le guardi).
57

3. Immaginati di stare sognando Dopo esserti convinto di essere sveglio, chiediti: Ok, non
sono in un sogno ora. Ma se lo fossi come sarebbe? Immagina che stai sognando il pi
vividamente possibile. Immagina che ci che percepisci (ascolti, senti, odori o vedi)
un sogno: le persone, gli alberi, il sole, il cielo e la terra, te stesso, tutto un sogno. Osserva
lambientazione con attenzione per scovare i dreamsign. Immagina come sarebbe se fosse
presente
un
dreamsign.
Appena riesci ad immaginarti vividamente lesperienza di essere in un sogno, d a te stesso:
La prossima volta che sogner, mi ricorder di accorgermi di stare sognando
4. Immagina di fare quello che ti sei prefissato di fare in un sogno lucido Decidi in
anticipo cosa vuoi fare nel tuo prossimo sogno lucido. Potresti volere volare o parlare ad
un personaggio
onirico.
Ora immagina di essere diventato lucido in quel momento, immaginati fare ci che avevi
deciso di fare. Imponiti fermamente che ricorderai di renderti conto di stare sognando e che
farai ci nel tuo prossimo sogno lucido.

Commenti
Inizialmente potresti trovare strano mettere in dubbio il fondamento della realt di cui stai
avendo esperienza, ma senza dubbio ti accorgerai che avere uno sguardo critico alla natura
della realt qualche volta durante la giornata una piacevole abitudine. Puoi scrivere: Sto
sognando? su un foglietto e metterlo nella tasca. Prendilo e leggilo, e fai un test di
realt guardando lontano dal foglietto e poi guardandolo di nuovo velocemente. Se le parole
cambiano, stai sognando. Una volta che hai creato una attitudine critica nella tua vita da
sveglio, prima o poi deciderai di testare il tuo stato quando starai veramente dormendo. E a
quel punto sarai sveglio nel tuo sogno.

Le tecniche di rilassamento
Premessa
Questo articolo vi guider nella condizione di rilassamento che favorisce lingresso nei sogni
lucidi partendo dallo stato di veglia. Perch rilassarsi per addormentarsi coscientemente?
Semplicemente perch si ha bisogno di uno stato di completo rilassamento per indurre
il sonno; ma quello che vogliamo subito chiarire un aspetto importante: non la mente
che si deve rilassare ma solo corpo. Infatti, la mente deve rimanere sveglia per entrare in
un sogno cosciente, mentre invece il corpo si addormenta e dorme
Consigliamo di fare questo esercizio di rilassamento durante un risveglio notturno (dopo
circa 5/6 di sonno), infatti sono questi i momenti favorevoli per indurre sogni lucidi, partendo
dallo stato di veglia. Potete, a tal proposito, mettere una sveglia sul comodino che vi svegli;
state comunque certi che molto velocemente interiorizzerete lorario di risveglio notturno e
quindi, quasi per magia, imparerete a svegliarvi sempre al solito orario senza il fastidioso
utilizzo della sveglia.
Sicuramente aumenter lefficacia di questa tecnica lo stare svegli circa un ora dopo il
risveglio notturno (tecnica di LaBerge), dopo la quale potrete rimettervi nel letto ed iniziare
la seduta di rilassamento. Durante questora o mezzora di veglia si consiglia vivamente di
programmare ed immaginare il sogno lucido che si vorr avere o comunque fare qualcosa
che sia inerente ai sogni lucidi (leggere libri a tema, meditare, ecc).

58

A questo punto inizia lesercizio di rilassamento, che come si detto ha lo scopo di rilassare
completamente il corpo per farlo addormentare, mentre la mente resta vigile ed attenta. Con
il termine addormentare il corpo vogliamo indicare lo stato di paralisi REM che ha il corpo
stesso quando si dorme e si sogna. Apriamo una piccola parentesi in merito: quando
dormiamo e stiamo sognando il nostro corpo paralizzato, cio non riesce a compiere
nessun movimento (anche se magari stiamo sognando di correre o nuotare).
Questa paralisi indica quindi che il corpo sta dormendo e il sognatore sta, appunto,
sognando. Ora proprio questa condizione che vogliamo ricreare nellesercizio di
rilassamento: una paralisi del corpo accompagnata dallingresso nel sogno lucido.
Naturalmente non c daver paura, quando avremo la paralisi, in questo esercizio, saremo
gi entrati nel sogno lucido e quindi non saremo coscienti dellimmobilit del nostro corpo.
Questo esercizio aumenta la sua facilit di realizzazione con la pratica, quindi pi vi
eserciterete nel farlo, pi riuscirete a rilassarvi velocemente e con migliori risultati.
Magari potr essere utile registrare una cassetta su cui incidere la vostra voce che vi esorta
a rilassarvi (pi avanti nellarticolo troverete il testo) accompagnata anche da una musica
rilassante di sottofondo, tipo New Age. Non da sottovalutare questa possibilit, perch sul
nostro subconscio lascolto della nostra voce, che ci detta alcune cose con tono calmo e
rilassato, ha decisamente un effetto ottimale per il nostro fine.

Iniziamo a rilassare il corpo


Ci troviamo distesi nel nostro letto, intorno a noi c tranquillit totale e niente ci distrae. In
questa fase, lo stare comodi nel letto, un fattore importante perch delle fonti di distrazione
(il sentire troppo caldo o freddo per esempio) pu togliere la concentrazione richiesta.
Partiamo da un concetto base: il concentrare la mente su una parte del corpo induce il
rilassamento di questa parte. Quindi il segreto di questa prima parte della tecnica quello
di ripercorrere ogni centimetro del nostro corpo per rilassarlo. Pi saremo dettagliati in
questo ripasso delle parti del nostro corpo, pi avremo un rilassamento completo ed
efficace.
Partiamo quindi dal basso: dai piedi, anzi, siamo precisi, dalle dita dei piedi. A questo punto
proviamo vari modi per rilassarci: possiamo immaginare che le parti visitate con la nostra
mente si facciano sempre pi pesanti, oppure che si colorino di azzurro, oppure ancora che

diventino sempre pi leggere, riscaldate, ecc. Cercate di sperimentare e capire qual la


fantasia che pi ha un effetto rilassante su di voi. Mentre fate questo esercizio potete anche
pensare (se non state utilizzando una cassetta registrata): Ora il mio piede, caviglia, ecc..
si sta rilassando completamente, sempre di pi Concentratevi sui piedi e rilassateli,
sentite questondata di benessere e rilassamento che vi pervade e sale Sale sulle vostre
caviglie che si fanno via via sempre pi (pesanti, colorate, leggere, ecc.). Poi questonda
di rilassamento si sposta: sulle cosce, bacino, ventre, busto, braccia, collo, viso, testa.
Fino a quando tutto il vostro corpo non pervaso da un rilassamento totale, nessuno
muscolo teso, tutto in voi serenit e rilassamento. Arriverete ad un punto in cui quasi
non sentirete pi il vostro corpo; attenzione questa non la paralisi REM (che come si
detto arriva quando ci si addormenta e si sogna) ma una condizione ottimale che vi indica
che il vostro corpo al suo massimo di rilassamento.
59

Ora pensiamo alla nostra mente


Come abbiamo detto in questa tecnica la mente rimane vigile ed attenta. Questa condizione
fondamentale, perch altrimenti, se la mente si addormenta, cade nel sonno incosciente.
Sicuramente avrete sperimentato di persona che non facile tenere la mente concentrata
ed attenta per troppi minuti di seguito, in genere essa tende a sfuggirci e a volare con la
fantasia su questo o quellaltro pensiero! Ancora una volta ci viene in aiuto la costanza e la
pratica: pi ci eserciteremo, pi sar facile osservare il flusso delle immagini che ci appaiono
senza perdere il loro controllo, che significherebbe sprofondare nel sonno incosciente.
Dallattenzione, sulle immagini della nostra fantasia e il dialogo interno con la coscienza, si
passa poi allentrata nel sogno cosciente. Limportante come detto restare vigili in questo
trapasso, cercando di essere degli osservatori attenti delle nostre fantasie e dei nostri
pensieri. In pratica, per utilizzare un banale esempio, come se noi, in un primo momento,
siamo gli spettatori di un film al cinema (vediamo e contempliamo le immagini che ci balzano
nella mente). Poi succede qualcosa: dalla contemplazione ci accorgiamo che siamo passati
ad essere realmente partecipi delle immagini, ora siamo noi stessi nella nostra fantasia; ed
come se lo spettatore a questo punto si ritrovi nel film, avvolto della sua trama e dalla sua
scenografia. Siamo quindi entrati nel sogno lucido.
Per maggiori informazioni su questa fase si possono leggere le tecniche Il corpo gemello,
Immagini ipnagogiche, Contare i numeri. bene comunque sapere che bisogna fare
qualche tentativo prima che questa tecnica effettivamente vi porti in un sogno lucido. Quindi
non bisogna scoraggiarsi se nelle prime volte si ottengono scarsi risultati.
Riportiamo qui di seguito il testo di una seduta di rilassamento che potete registrare su una
cassetta oppure imparare nei suoi passaggi per utilizzarla poi durante la seduta di
rilassamento.

Testi delle tecniche di rilassamento


Questi due esempi sono solo delle tracce che vi possono guidare nella realizzazione di una
cassetta per autorilassamento, come sempre cercate di trovare le combinazioni giuste che
sono pi idonee per voi.

Tecnica di rilassamento n. 1
Prima dellinizio della visualizzazione sar utile, mentre siete distesi nel letto, concentrarvi
qualche istante sul vostro respiro, soprattutto se siete troppo agitati o nervosi. Con un atto
volontario rendete il respiro pi pesante e lento, fate qualche respirazione profonda dal
naso: inspirate profondamente riempiendo pi possibile dalladdome la sommit dei
polmoni. Espirate molto lentamente. Ripetete almeno 5 o 6 volte, fino a quando vi sentirete
calmi e rilassati.
Ecco il testo della prima tecnica di rilassamento:
Chiudete gli occhi e fate un profondo e ampio respiro. Ascoltate il vostro respiro, sentite
laria che entra ed esce dal vostro corpo e vi rilassa sempre di pi.
60

Immaginate ora che una luce bianco-azzurra penetri lentamente nelle dita del vostro piede
destro. Sentite che questa luce scioglie le tensioni del vostro piede e rilassa completamente
le dita la pianta del piede fino alla caviglia.
La sensazione di calma sale lungo il ginocchio rilassante sempre di pi, ora
completamente disteso La luce bianco-azzurra arriva fino la coscia e voi sentite che si
rilassa perfettamente
Ripetete queste suggestioni anche per il piede sinistro
Ora le vostre gambe sono pesanti e rilassante; potete percepire la sensazione di formicolio
in tutti i due piedi mentre si rilassano La luce inizia a salire sulle anche e sulla vita, vi
pervade una sensazione di benessere in questa zona il rilassamento penetra sempre pi
a fondo alla radice
La luce ora sale sulladdome e lo stomaco Rilassante, calmante, risanante Tutta questa
parte si distende al passaggio della luce Sempre pi calmi, immaginate di nuovo la luce
che penetra il petto massaggiando linterno ed arrivando fino al collo e alle spalle
Immaginate ora la luce che sale, dalle punte delle vostre dita le quali si rilassano e
diventano quindi pi pensati Ogni muscolo delle braccia si distende, rilassa
lentamente dolcemente (prima su un braccio e poi laltro). Sentite che il rilassamento
sale e pervade lentamente il vostro viso, sentite i muscoli facciali che si distendono e la
vostra mandibola si schiude leggermente in un movimento lento e naturale La luce biancoazzurra ora sulla vostra fronte, la rilassa e con essa distende la vostra mente i vostri
pensieri Tutto voi stessi

Tecnica di rilassamento n. 2
Prendete un profondo respiro, rilassate i vostri muscoli e distendetevi. Ora immaginate che
una calda corrente di energia mentale molto lentamente stia salendo dalla punta dei piedi
attraverso la pianta e il dorso dei piedi sino alle vostre caviglie. Sentite i muscoli che
gradualmente si scaldano e si distendono quando immaginate che le correnti passino
attraverso di loro. [pausa] immaginate che il livello delle correnti continui a alzarsi e
lambendo le gambe giunga alle cosce [pausa], alle anche [pausa] ai glutei e alladdome
[pausa] Continuate a immaginare questa corrente calda e piacevole che sale molto
lentamente, dando il tempo a ogni gruppo di muscoli di rilassarsi, avvolgendo il vostro corpo:
sentite i muscoli delle gambe che diventano pesanti, caldi e rilassati [pausa] Quando sentite
le vostre gambe profondamente distese, immaginate le correnti muoversi in un movimento
avvolgente intorno al vostro addome [pausa], lungo la vostra spina dorsale [pausa] e il
torace [pausa]: sentite i muscoli intorno allo stomaco rilasciare tutta la tensione appena le
correnti lo attraversano [pausa] Provate una sensazione di profondo benessere in tutto il
corpo lambito dalle correnti immaginarie che continuano a rilassarlo [pausa]. Mentre vi
rilassate ripetete a voi stessi che mentre il corpo si rilassa sempre di pi la vostra mente
rimane vigile e attenta, perfettamente cosciente. Quando la parte inferiore del vostro corpo
distesa e rilassata immaginate le correnti salire verso lalto fino alle vostre spalle [pausa],
mentre scaldano e distendono la parte superiore del vostro corpo [pausa] e permettono ai
vostri muscoli di rilasciare ogni tensione [pausa]. Immaginate le correnti scendere lungo le
vostre braccia e verso le punte delle dita [pausa]; immaginate le correnti risalire poi verso
lalto fino al collo e alla base della testa [pausa]. Ora sentite i muscoli del collo cominciare
gradualmente a distendersi e a rilassarsi man mano che sono avvolti dalle calde correnti
che li lambiscono [pausa] Sentite le correnti giungere alla parte superiore della vostra testa
[pausa], mentre lasciano tutto il corpo caldo [pausa], pesante [pausa], rilassato [pausa] e
disteso. Sentite il vostro corpo piacevolmente rilassato e disteso. Mentre sentite il corpo
61

rilassarsi sempre pi continuate a ripetervi che mentre il corpo si rilassa la vostra mente
rimane vigile e attenta, perfettamente cosciente e attiva.

La prova di logica
Nel suo corso sui sogni, Ian Wilson spiega una tecnica da lui stesso inventata e che
comprende una semplice prova di logica per determinare il grado di lucidit. In pratica, prima
di dormire, occorre stabilire una serie di semplice domande, del tipo qual il mio nome?,
che giorno oggi?, qual il mio numero di telefono?, che cosa fa 25?. Va bene
qualsiasi altra domanda semplice di matematica a cui cercare di rispondere in sogno. Una
volta stabilite con chiarezza due o tre domande, occorre ribadire la propria intenzione, ad
alta voce o mentalmente, con affermazioni come queste:
Sto andando a dormire con lo scopo di avere un sogno lucido in cui la mia mente sia
completamente lucida, cosciente e libera, in grado di ricordare perfettamente la prova di
logica che ho stabilito e di rispondere ad essa. Il mio desiderio, la mia intenzione, la mia
volont di avere un sogno lucido in cui sar come sono ora nella mia condizione di veglia.
Dopo aver fissato in mente questa intenzione lasciati andare al sonno: osserva come molte
volte la sola intenzione di determinare il livello di lucidit lo abbia portato a diventare lucido
in sogno.

La tecnica WBTB
WBTB sta per Wake Back to Bed, ovvero Svegliarsi e Tornare a Letto, ed esattamente
ci che il nome suggerisce. Dato che i sogni sono composti da quello che c nella nostra
mente, svegliarsi prima di un sogno e pensare ai sogni lucidi stato provato come un
metodo efficace per aumentare le possibilit di averne uno. La WBTB, da sola, non una

tecnica di induzione di sogni lucidi, ma pi un aiuto. In genere viene usata insieme ad


unaltra tecnica di induzione.
Dato che il ciclo REM si estende e diventa nitido sempre di pi nel corso della notte, questa
tecnica approfitta dei cicli pi lunghi per inserire il pensiero dei sogni lucidi nella testa prima
di un lungo sogno, aumentando la possibilit che pensieri riguardanti i sogni lucidi affiorino
nel corso del sogno.

Retroscena
Il Dr. Stephen LaBerge ha inventato questa tecnica durante il lavoro per il suo dottorato. Ha
scoperto che tra le esperienze dei sognatori lucidi, laggiunta della WBTB ha comportato un
aumento del 60% dei sogni lucidi.

62

Preparazione
Devi imparare a svegliarti prima di un ciclo REM. Farlo pu essere difficile dato che il modo
comune per svegliarsi dopo di esso. Durante le parti finali del sonno, i cicli REM sono
molto vicini tra loro, quindi svegliarsi dopo uno di essi dovrebbe bastare.

Come svegliarsi
Il modo ovvio per svegliarsi sar usare una sveglia. Devi sapere pi o meno quando il tuo
ciclo REM si verificher per impostarla correttamente, ma nel migliore dei casi, sar una
stima.
Un altro modo comune per svegliarsi bere una grande quantit dacqua o di succo prima
di andare a letto. Ti sveglierai nel mezzo della notte e dovrai andare in bagno. Il tuo corpo
non ti sveglier per questo (la puoi tenere tranquillamente per tutta la notte), tuttavia, se sei
gi sveglio perch hai finito un sogno, il tuo corpo ti avviser di andare in bagno. In quel
momento hai appena finito un ciclo REM. Questo pu anche non andar bene perch potresti
svegliarti troppo presto perch sia efficace.

Come fare la WBTB


Dopo esserti svegliato, il prossimo passo inserire pensieri sui sogni lucidi nella tua mente.
Di solito in questo momento utile impostare gli obiettivi dei tuoi sogni lucidi, in modo da
non perdere tempo pensando ad essi mentre sarai lucido.

Cosa fare

Devi inserire pensieri sui sogni lucidi nella tua mente e mantenerli l. Ci sono molti modi per
farlo, questi sono i pi comuni:

Meditare il metodo pi comune, anche se dovrebbe essere fatta pi come una


meditazione cantata che non come una per liberare la mente. Non vuoi svuotare la tua
mente, tu vuoi che si riempia con pensieri sui sogni lucidi. Potrebbe essere utile ascoltare
musica rilassante mentre mediti per evitare di svegliarti troppo. Ascoltare musica rilassante
con i sogni lucidi collegata a messaggi subliminali si anche dimostrata essere molto utile.
Mantra Molte persone ripetono dei mantra mentre fanno una WBTB. Questo aiuta a
inserire
pensieri
sui
sogni
lucidi
nel
cervello
e
funziona
come
autosuggestione. Mantra comuni sono:
Sapr di sognare
Sogner lucido
Far un test di realt
Diario dei sogni Scrivere i tuoi ultimi sogni e leggere quelli recenti o i sogni lucidi pi belli
del passato unaltra tecnica comune.
Materiale Leggere libri, articoli, o guardare film riguardanti i sogni lucidi una delle
tecniche pi comuni. Scelte comuni sono Esplorare il Mondo dei Sogni Lucidi del dr.
Stephen LaBerge, Sogno Creativo di Pamela Ball e le sezioni tutorial dei siti web
63

specializzati in sogni lucidi. In genere leggere ci che ti interessa la scelta migliore; che
sia la tecnica che vorrai accoppiare alla WBTB o i tipi di controllo del sogno che vorresti
provare.
Siti web sui sogni lucidi vero, andando semplicemente su siti specializzati sui sogni
lucidi, quali Sognilucidi.it o Dreamviews.com durante la tua WBTB ti aiuter a diventare
lucido. consigliato andare nella sezione Sogni Lucidi dei forum e rispondere alle
domande. Anche chattare con altri sognatori lucidi efficace.
Qualsiasi cosa tu scelga di fare mentre sei sveglio, importante fare costantemente test di
realt. Questo ti aiuter a fare test di realt nel sogno e pertanto a diventare lucido.

Quanto tempo stare svegli


Il sognatore lucido dovr perfezionare quanto tempo stare sveglio. Svegliarsi troppo non
una buona idea, ma se non lo sei abbastanza, allora i tuoi pensieri non saranno abbastanza
sui sogni lucidi per essere efficaci. Il tempo di veglia varia molto tra i vari sognatori. Alcuni
stanno svegli solo qualche minuto, altri solo il tempo di andare al bagno e bere qualcosa,
altri stanno svegli per pi di unora.
Le ricerche del Dr. Stephen LaBerge indicano di restare svegli per un tempo abbastanza
lungo, che pu variare da unora fino anche alle tre ore, ma attenzione poich alcuni trovano
difficile riaddormentarsi dopo tutto questo tempo, e preferiscono a volte restare svegli per
tempi minori di unora e a volte davvero brevi, soprattutto se si ha intenzione di tentare una
tecnica di tipo WILD.
Per usare la tecnica WILD, infatti, raccomandato non stare svegli troppo, perch il tempo
per avere la paralisi del sonno e per entrare nel sogno si conta come parte della WBTB,
dato che fondamentalmente stai meditando durante questo tempo.
LaBerge suggerisce di svegliarsi nelle ultime ore di sonno, restare svegli fino allora in cui
comunemente ci svegliamo, e quindi tornare a dormire e assicurarsi almeno altre due ore
di sonno. Per esempio se siete soliti dormire dalle 12 alle 8, svegliatevi alle 6 o alle 7, restate
svegli fino alle 8, e poi tornate a dormire.

Sognare
Dopo che sei stato sveglio e che hai pensato ai sogni lucidi per un periodo di tempo
appropriato, tempo di sognare. Molti sognatori preferiscono accoppiarla con la DILD e
andare semplicemente a letto, ma qualsiasi tecnica pu funzionare con la WBTB (eccetto
la DEILD ovviamente).
Alcuni trovano utile immaginare il sogno che vorrebbero avere. Ci mette in testa lidea e ti
da anche un obiettivo per il tuo sogno lucido in modo da non perdere tempo a pensarci su
mentre stai sognando.

64

Vantaggi
Affidabilit
Una volta che il tempo stato perfezionato, la WBTB stata provata per essere un metodo
molto affidabile per indurre un sogno lucido. Le ricerche del Dr. LaBerge indicano un
aumento del 60% di sogni lucidi con la WBTB in confronto ad altri senza di essa.

Logica
Ogni volta che ti svegli, il centro logico del cervello si attiva. Ci fa in modo che ogni tipo di
tecnica nella quale ci si sveglia prima sia pi logica e dettagliata di una DILD in s.

Ricordo
Svegliarsi nel mezzo della notte ti permette di ricordare il sogno che stavi facendo prima.
Ci ti pu far ricordare di un sogno che altrimenti avresti dimenticato.

Svantaggi

Perdita di sonno
Dato che ti svegli nel mezzo della notte e rimani alzato, perdi del sonno. Per questo
consigliato non fare la WBTB quando ci si deve svegliare presto. Questo la rende difficile
per gli studenti cos come per coloro con un lavoro dipendente.

La tecnica WILD
ATTENZIONE : La seguente tecnica necessita di una mente abituata ai sogni lucidi, quindi
fortemente sconsigliata a chi non ha gi una elevata media e una frequenza costante.
Altrimenti estremamente probabile che la tecnica non funzioner e si limiter a frustrare il
neofita
che
vedr
vani
i
suoi
sforzi.
_____________________
WILD sta per Wake Initiated Lucid Dream, ovvero Sogno Lucido Iniziato da Sveglio,
perch il sognatore riesce ad entrare in un sogno direttamente dallo stato di veglia senza
nessuna perdita di coscienza. In molti affermano che ci sia possibile perch quando il corpo
resta immobile per un lungo periodo di tempo il cervello indotto a pensare che il sognatore
si sia addormentato. Quando questo accade, la mente si disconnette dal corpo tramite
quella che conosciuta come paralisi del sonno. Da qui il cervello entra nella fase REM e
iniziano a formarsi i sogni, permettendo al sognatore di entrarci direttamente.
Ci sono molte strategie differenti per entrare consciamente in un sogno. Questa guida si
focalizza sulla tecnica WILD tradizionale in cui il sognatore rimane semplicemente immobile
65

e aspetta che il corpo si addormenti. Saranno spiegati anche i modi per mantenere cosciente
la tua mente.

Retroscena
Il termine Wake Initiated Lucid Dream fu coniato dal dottor Stephen LaBerge, ma la gente
la eseguiva gi da migliaia di anni. Tra i famosi praticanti della WILD troviamo Salvador Dali,
che ha parlato di uno stato simile alla trance in cui poteva camminare attorno ad un mondo
immaginario. Molti ritengono che i monaci che praticano meditazione profonda a volte
entrano nei sogni in questo modo, alcuni dei quali possono essere interpretati come lo stato
del nirvana.

Preparazione
Ci sono due momenti in cui puoi fare con successo una WILD: nel mezzo della notte durante
un ciclo REM, o durante il giorno con un pisolino.

Durante la notte
Devi imparare a svegliarti durante o subito prima di un ciclo REM. Questo pu risultare
difficile dato che il momento in cui ci si sveglia comunemente dopo un ciclo REM. Durante
le ultime parti del sonno i cicli REM sono molto vicini tra loro, quindi svegliarsi dopo un ciclo
dovrebbe essere sufficiente. Solitamente raccomandato dormire circa sei ore, prima di
svegliarsi.
Il modo di svegliarsi sar ovviamente quello di usare una sveglia. Per impostarla
correttamente dovresti sapere quando avvengono i tuoi cicli REM, ma nella migliore delle
ipotesi sarebbe solo una stima.
Unaltra strada comune per svegliarsi bere molta acqua o succo prima di dormire. Ti
sveglierai nel mezzo della notte e dovrai andare in bagno. Il tuo corpo non ti sveglier per
questo (potresti facilmente trattenerla per tutta la notte), per se sei gi sveglio perch hai
appena finito un sogno, il tuo corpo ti segnaler di andare in bagno. A quel punto avrai
appena terminato un ciclo REM. Questo potrebbe anche rivelarsi inesatto, perch potresti
svegliarti troppo presto perch sia efficace.
Fare stretching prima di un tentativo di WILD una buona idea. La maggior parte dei tuoi
muscoli dovranno rimanere immobili per diverse ore e saranno rigidi. I muscoli rigidi possono
far provare dolore e causare scomodit, che ostacoleranno il tuo tentativo di WILD.

Sonnellino pomeridiano
Per eseguire con successo una WILD durante un sonnellino, devi prima rilassarti
profondamente e svuotare la tua mente. La meditazione un modo efficace per farlo. Se
66

non svuoti completamente la tua mente, ti sar difficile distaccarti dal mondo fisico e
immergerti in un sogno.

Come eseguire la WILD


Cambiamento dellattenzione
Il principio base della WILD Tradizionale di spostare la tua focalizzazione dagli stimoli
esterni a quelli interni. Adagiati in una posizione comoda. Questa posizione sar
probabilmente quella in cui ti addormenti normalmente, perch la mente ci abituata.
Lobiettivo di questo passaggio di portare il tuo corpo a credere che tu sia addormentato
e quindi spegnersi. Questa chiamata paralisi del sonno. Avviene ogni volta che ti
addormenti, solamente che quando accade di solito sei gi incosciente. Non preoccuparti
se ti senti strano, la sensazione della paralisi del sonno varia notevolmente ad ogni
esperienza; alcune persone possono anche non sentirla per nulla.
Durante questa fase potresti anche sperimentare le allucinazioni ipnagogiche. Possono
essere di qualsiasi senso, ma molto spesso sono associate con immagini e suoni. Ci sono
diverse allucinazioni comuni, ma comunque possono avere qualsiasi forma.
Limpronta delle allucinazioni ipnagogiche nella memoria ti dice che ti stai avvicinando ad
un sogno lucido. Accade quando sei in bilico tra la mente subconscia e conscia, che si
immerge nel subconscio per prelevare una parte di unimmagine onirica, ma poi ritorna fuori.
Dato che quando vedi queste allucinazioni sei tra due coscienze diverse, importante non
disturbarti perch sei molto vicino ad addormentarti ed entrare in un sogno.

67

Transizione
Una volta che sei passato con successo dalla focalizzazione esterna a quella interna
tempo di entrare nel sogno. Questa parte pu accadere oppure no. A volte anche quando
sei focalizzato internamente, un sogno non riesce a formarsi e cadrai nel sonno. Questo
accade solitamente perch non sei nel momento giusto del tuo ciclo del sonno e non sei
pronto per entrare in un altro ciclo REM.
Se entri in un sogno, accadr una di queste due cose:

Le allucinazioni ipnagogiche che hai visto e sentito negli ultimi minuti si potranno espandere
fino ad incapsularti in un sogno. Questo il modo in cui puoi scegliere la WILD che
preferisci. Durante la fase di transizione, con la pratica, puoi manipolare e controllare le
immagini ipnagogiche, che ti permetteranno di disegnare il tuo sognopersonale (vedi la
sezione Visualization WILD)
Potresti anche veder svanire completamente le allucinazioni ipnagogiche e vedere il retro
delle tue palpebre. Spesso qui che un praticante inesperto della WILDinterrompe la
sua WILD perch pensa di aver fallito, e inizier un sogno non lucido. Questo lo scenario
del falso risveglio. I praticanti della WILD hanno riferito che la maggior parte delle
loro WILD iniziano con un falso risveglio.

Visualization WILD
Spesso abbreviata con V-WILD o VILD, una variante comune della tecnica WILD di
integrare una componente di immaginazione. Man mano che le tue immagini ipnagogiche
si formano, possibile usare i tuoi poteri di immaginazione per creare un sogno. Solitamente
negli alti livelli di coscienza non vedrai la tua immaginazione, ma avrai solo il suo concetto.
La concettualizzazione un termine migliore per questo stadio iniziale dellimmaginazione.
Pi le tue allucinazioni ipnagogiche diventano pi dettagliate, pi dovresti iniziare a
percepire limmaginazione con la vista e gli altri sensi. importante usare tutti i tuoi sensi,
non solo quello della vista. Ovviamente, la vista uno dei pi importanti, ma cos come il
tatto e ludito. Possono incrementare il realismo della tua immaginazione.
importante non cercare di controllare adesso ogni aspetto del tuo sogno, tu vuoi sia
immettere qualcosa nel sogno che ricevere qualcosa dal sogno. Ad esempio se stai
immaginando unautomobile, non cercare di immaginare a cosa assomiglia il cruscotto, che
tipo di sedili ha e cose del genere, soltanto il concetto astratto di automobile. Il
tuo sogno creer la macchina come meglio crede. Crea il concetto, lascia che il
tuo sognoriempia i dettagli.
Con questa variazione della tecnica WILD puoi disegnare il tuo paesaggio da sogno,
tuttavia senza una buona capacit di immaginazione pu essere difficile.

68

Stabilizzazione
Un falso risveglio (quando ti svegli nel tuo letto dentro un sogno) di solito un sogno gi
abbastanza stabile e richiede poca stabilizzazione, se non soltanto di guardarsi un po
intorno.
Un sogno che si formato intorno a te pu richiedere invece una ulteriore stabilizzazione.
Per prima cosa, potresti continuare a sentire il tuo corpo nel tuo letto (o almeno potresti
sentirti cos). Puoi scegliere di aprire i tuoi occhi e accettare il falso risveglio. Questa la
tua mente che aggrappata ai segnali esterni che aveva poco prima.
Se ti piace realmente la scena che hai creato, puoi lavorare sbizzarrendoti sulla sensazione
che ti dice che sei ancora a letto. Dovresti anche sentire il corpo che stai sognando, su
questo che ti devi concentrare. Le sensazioni tattili sono un modo efficace per farlo,
strofinarti le mani o toccare tutto quello che vedi permetter al tuo cervello di dimenticarsi
dellaltro corpo. Questo permetter alla tua coscienza di cimentarsi nel mondo onirico che
la tua mente ha creato.

Vantaggi

Logica
Ogni volta che ti svegli, il centro logico del cervello si accende. Questo fa di ogni tecnica in
cui prima devi svegliarti una tecnica molto pi logica e dettagliata di una DILD. Pu essere
vero specialmente per le WILD fatte durante un sonnellino pomeridiano.

Ricordo
Svegliarti nel mezzo della notte ti permette di ricordare il sogno che stavi avendo prima.
Questo pu fornirti il ricordo di un sogno che altrimenti potresti aver dimenticato.

69

Lunghezza
Grazie al momento del tuo ciclo del sonno in cui devi trovarti e dal fatto che stai entrando
direttamente in un sogno invece che dover aspettare un segnale, hai una durata estesa
della fase REM, e ogni suo momento lucido. Una WILD media solitamente pi lunga di
una DILD media.

Svantaggi

Difficile da imparare
Qualcuno trova che imparare a passare dallo stato di veglia a quello di sogno sia difficile. Ci
sono molte sensazioni ed allucinazioni che non sei abituato a provare / vedere. Questo
tende a innervosirti o eccitarti, nonch a distrarti da quello che dovresti fare. Serve tempo e
pratica per farla correttamente.

Falsi risvegli
Con qualsiasi tipo di tecnica WILD, i falsi risvegli quando entri nel sogno sono molto comuni.
Molte persone che praticano la WILD riferiscono che un buon numero delle loro WILD inizia
con un falso risveglio, quindi sii attento ai tentativi di WILD che pensi che siano falliti.

Perdita di sonno
Siccome ti svegli durante la notte e stai alzato, perdi del sonno. Per questo raccomandato
di non eseguire la WILD quando devi alzarti presto. Questo la rende difficile per gli studenti,
oltre che per i lavoratori che devono alzarsi presto.

Pu essere pauroso
Linizio della paralisi del sonno varia da WILD a WILD e da persona a persona. A volte
la paralisi non viene neanche sentita, ma in certe occasioni pu essere molto violenta e
causare al sognatore la voglia di interrompere il tentativo di WILD.

OBE, le esperienze fuori dal corpo


Il termine OBE sta per Out of Body Experience, ovvero esperienza fuori dal corpo (talvolta
viene usato come sinonimo di viaggio astrale). Si intende per esperienza fuori dal corpo una
qualunque situazione in cui il soggetto si trovi a sperimentare uno stato di uscita dal proprio
corpo fisico, indipendentemente dal fatto che la separazione dal corpo sia un fenomeno
reale o meno.

Macrocategorie di OBE
Numerosi libri e film fanno riferimento al fenomeno dei viaggi extracorporei, anche se spesso
non ne viene specificato il nome. Basti pensare a quei film o cartoni animati in cui mostrato
70

un soggetto che, dopo aver subito unincidente, percepisce di uscire dal proprio corpo
fisico e di osservarlo dallesterno.
Ma una OBE si pu verificare nelle pi svariate circostanze, le pi comuni sono:

Traumi fisici
Esperienze psichiche negative (stati dansia e depressioni)
Assunzione di droghe di vario genere
Esperienze di premorte
Esistono inoltre vari modi per indurre esperienze extracorporee in modo volontario e
totalmente controllato.

Controversia tra scienza e OBE


Essendo il fenomeno delle OBE unesperienza non verificabile in modo convenzionale, la
comunit scientifica non pu affermare che si tratti realmente della separazione
della coscienza dal corpo. Sono nate teorie alternative a riguardo, secondo cui le OBE non
sarebbero altro che particolari sogni lucidi (i quali sono invece dimostrati).
Ci sono vari punti che generano perplessit nel mondo accademico:

anche se le OBE dovrebbero rispecchiare il mondo reale, non sempre si nota questo fatto
nelle descrizioni di chi ne ha esperienza
sebbene si dica che durante una OBE sia possibile incontrare realmente altre persone che
in quel momento sono stanno vivendo anchesse unesperienza extracorporea, non esistono
testimonianze valide ed eseguite con criterio scientifico che confermino questa affermazione
non si mai riusciti a portare a termine con successo il test della carta.

Test della carta


Partendo dallipotesi che i le esperienze extracorporee mostrino la stessa realt di tutti i
giorni, dovrebbe anche essere possibile dimostrare ci. Il metodo pi accreditato quello
della carta.
Questo metodo consiste nello scegliere da un mazzo di carte, durante il giorno, una carta
(che non deve essere identificabile e non deve essere vista la sua faccia). La carta, ancora
senza essere vista, deve essere posizionata in un punto non facilmente raggiungibile, come
ad esempio la superficie superiore di un armadio. In OBE, poi, si deve raggiungere la carta
e leggerne il valore. Al risveglio, il valore letto in OBE dovr essere scritto su un foglio, e
solo a quel punto si confronter quel valore con quello della carta reale.
Se dopo vari tentativi la carta continua a corrispondere, la probabilit che le OBE mostrino
davvero la realt si innalzano enormemente. Purtroppo, nessuno mai riuscito a dimostrare
ci.

Meccanica delle esplorazioni extracorporee


71

Fondamentalmente le esplorazioni extracorporee avvengono quando il corpo si


addormenta e la mente rimane attiva. Nonostante possa sembrare un fenomeno
sconvolgente per molti, una cosa che avviene ogni giorno mentre dormiamo. Secondo le
teorie che sostengono la veridicit delle OBE, il nostro doppio, ovvero la parte di noi che
si pu definire coscienza, si separa dal corpo fisico e questo gli consentirebbe, talvolta, di
sperimentare diverse realt. Bench questa facolt sembri inaccessibile ai pi e le
conoscenze ad essa legate siano andate perdute, sono numerosi gli esempi scritti e
tramandati da mistici e saggi in cui ci vengono presentati chiari esempi di questo fenomeno.

72

73