Sei sulla pagina 1di 40

MANUALE TECNICO

MOTORI ASINCRONI TRIFASE CON ROTORE IN


CORTO CIRCUITO IN COSTRUZIONE
ANTIESPLOSIVA, ANTIDEFLAGRANTE,
Ex d IIC o Ex de IIC serie ASA e E2-ASA Gr.63-355

Bucharest, Romania
104A, Timisoara Blvd., district 6
Phone: 0040 744 423 037 ; fax : 00400 31 425 12 01
e-mail: office@umeb.ro

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

MANUALE TECNICO
Condizioni di esercizio in sicurezza dei motori asincroni trifase di bassa tensione
con rotore in corto circuito, in conformit alla DG 752-2004 "riguardante la
definizione delle condizioni per lintroduzione sul mercato delle attrezzature e dei
sistemi di protezione destinati alluso in atmosfere potenzialmente esplosive" che
traspone le disposizioni della Direttiva europea 94/9/EC(ATEX). Questi motori
hanno parti attive (sotto tensione), componenti in rotazione e possibili superfici
bollenti. I motori sono costruiti per uso industriale e rispettano i requisiti della serie
di standard EN 60034. Per luso in sicurezza in sedi potenzialmente pericolose,
devono essere rispettate le istruzioni aggiuntive date dal presente Manuale
Tecnico. Tutti i lavori durante il trasporto, listallazione, la messa in funzione e la
manutenzione devono essere eseguiti da personale tecnico qualificato,
autorizzato. Lesecuzione inadeguata di questi lavori pu portare a incidenti e/o
danni materiali. Linadempimento delle disposizioni del presente Manuale Tecnico
annulla ogni responsabilit da parte del produttore per eventuali incidenti o danni
materiali intervenuti.
1. Denominazione e destinazione dei motori
1.1. Il presente manuale tecnico applicato alla serie di motori asincroni trifase, di
bassa tensione, con il rotore in corto circuito tipo ASA e E2-ASA, destinati al
funzionamento in ambienti potenzialmente esplosivi prevalentemente nellindustria
chimica e petrolifera e sono conformi a:
- EN 60034 (serie di standard)- Macchine elettriche rotanti
- EN 60034-6 - Macchine elettriche rotanti. Parte 6: Metodi di raffreddamento
(Codice IC).
- EN 60034-7 - Macchine elettriche rotanti. Parte 7: Classifica delle forme
costruttive e dei tipi di installazione (Codice IM).
- EN 60034-14 Macchine elettriche rotanti. Parte 14: Vibrazioni meccaniche di
macchine con altezza dasse superiore o uguale a 56 mm Misura, valutazione e
limiti delle vibrazioni.
- EN 60529 - Livelli di protezione assicurati con custodia (Codice IP).
- EN 60079-0 Atmosfere esplosive Parte 0: Apparecchiature prescrizioni
generali
-EN 60079-1 - Atmosfere esplosive - Parte 1: Apparecchiature protette mediante
custodie a prova d'esplosione "d"
-EN 60079-7 - Atmosfere esplosive - Parte 7: Apparecchiature con modo di
protezione a sicurezza aumentata "e"
-EN 60079-31 - Atmosfere esplosive - Parte 31: Apparecchi con modo di
protezione mediante custodie "t" destitati ad essere utilizzati in presenza di
polveri combustibili
- DG 752-2004- Riguardante la definizione delle condizioni sul mercato delle
attrezzature e dei sistemi protettivi destinati alluso in ambienti potenzialmente
esplosivi che traspone le disposizioni della Direttiva 94/9/EC in materie di
attrezzature e sistemi protettivi destinati alluso in ambienti potenzialmente
esplosivi.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

La marcatura del tipo di protezione antiesplosiva dei motori :


- Ex d IIC T5 Gb (alternativa Ex db IIC T5) o Ex t IIIC T1000C Db (alternativa Ex tb
IIIC T1000C) per le grandezze 63-71 e
- Ex d IIC T4 Gb (alternativa Ex db IIC T4) e/o Ex d e IIC T4 Gb (alternativa Ex db
eb IIC T4) o Ex t IIIC T1250C Db (alternativa Ex tb IIIC T1250C) per le grandezze
80-355.
I motori sono realizzati in modo da poter funzionare:
- Come attrezzature a livello di protezione EPL Gb e possono essere utilizzate in
Zona 1 e Zona 2 in cui il rischio di esplosione prodotto dalla presenza dei gas
esplosivi appartenenti al gruppo IIC e
- Come attrezzature a livello di protezione EPL Db e possono essere utilizzate in
Zona 21 e Zona 22 in cui il rischio di esplosione prodotto dalla presenza delle
polveri combustibili inquadrate nel gruppo IIIC
Gli ingressi cavo sono adatti per il collegamento dei motori in impianti fissi.
Allistallazione, i cavi di alimentazione dei motori non saranno sollecitati alla
trazione.
1.1.1. Annatazioni e marcatura
La marcatura del tipo di motori costituita da tre gruppi di lettere e cifre nel
seguente ordine:
- Gruppo ASA e/o E2-ASA rappresenta la denominazione del tipo di motori
- Gruppo della grandezza del motore
- Gruppo del numero di poli
La spiegazione della denominazione del tipo dei motori la seguente:
A - motore asincrono
S rotore in cortocircuito
A antideflagrante
Esempio di simboleggiatura di un motore del tipo ASA con grandezza 90L e 4
poli:
Motore tipo ASA 90L-4
Motore tipo E2-ASA 90L-4
Durata Normale duso dei motori di 10 anni.
1.2. I motori sono destinati a funzionare, di norma, in aree macroclimatiche a
clima temperato N, caratterizzato da:
- temperatura ambiente: -20C +40C
- umidit relativa: 80% a +20C
- altezza: max. 1000m
1.2.1. Lambiente pu contenere miscele potenzialmente esplosive costituite da
aria e una delle sostanze appartenenti al gruppo C, le classi di temperature T3,
T4, T5, in base alla norma EN 60079-0 o miscele daria e polvere combustibile.
Per evitare la comparsa delle temperature di superficie con valori superiori a
quelle consentite, lo strato di polvere sulla superficie del motore non deve
superare lo spessore massimo di 5 mm.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Su richiesta i motori possono essere eseguiti anche per temperature minime


basse, fino a -55C, nonch per temperature massime entro +60C. Nellordine, il
cliente indicher la temperatura di funzionamento e/o stoccaggio.
1.3. I motori non sono destinati a funzionare nelle seguenti condizioni:
1.3.1. In miniere dove le applicazioni necessitano motori Exdl.
1.3.2. In aree sottoposte a vibrazioni anomale o choc meccanici ripetuti a intervalli
ridotti di tempo (ad es.: piedistalli vibranti).
1.3.3. In ambienti a radiazioni nucleari.
1.3.4. In posti esposti alle radiazioni termiche provenienti dalle attrezzature
circostanti.
1.4. Nel caso dei motori che funzionano in ambienti polverosi si deve evitare la
formazione dei depositi di polvere con spessore superiore di 5 mm sulla superficie
del motore.
1.5. Su richiesta, il produttore esegue motori anche con altri tipi di protezione
climatica.
2. Caratteristiche principali
2.1. I motori sono destinati allalimentazione dalle reti trifase con tensioni e
correnti simmetriche, e i requisiti tecnici riguardanti lalimentazione con tensione
corrispondono allo standard SR EN 60034 1.
I motori sono dimensionati per alimentazione dalle reti con la tensione nominale
380 V (400 V) e frequenza nominale 50 Hz.
La sovratemperatura dellavvolgimento in servizio nominale ai parametri nominali
quella indicata in EN 60034 1.
Nelle condizioni dellalimentazione dei motori a valori limite della tensione di
alimentazione in base a EN 60034 1 area A, consentito laumento della
sovratemperatura dellavvolgimento di 10 K.
Su richiesta, i motori si possono eseguire per alimentazione dalle reti trifase
anche con altre tensioni nominali fino a 500 V per le grandezze 63 90 e 690 V
per le grandezze 100 355. Su richiesta i motori si possono eseguire anche alla
frequenza di 60 Hz.
I motori possono essere alimentati anche da convertitori statici di frequenza tipo
PWM (VACON o simili), ma secondo una caratteristica meccanica del carico, M =
f(Hz) indicata nellAllegato 7. Per tali applicazioni i motori sono previsti con sensori
PTC per un controllo diretto della temperatura (130C5C). I termistori devono
essere collegati ad un circuito con rel indipendente da altri dispositivi di misura o
controllo necessari al funzionamento e che utilizzato per interrompere
lalimentazione del motore in base ai Requisiti essenziali per sicurezza e salute"
dellAllegato II, capoverso 1.5.1. della Direttiva 94/9/EC ATEX.
I dispositivi di protezione devono essere dotati di elementi di blocco che
impediscano il riavviamento automatico del motore dopo un arresto di emergenza.
Un nuovo avviamento pu avvenire soltanto dopo il resettaggio manuale dei
dispositivi di protezione da parte del personale autorizzato.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Per i motori in scatole di morsetti Exe" si deve far in modo che tutte tensioni
massime e le temperature prodotte allinterno della scatola di morsetti siano prese
in considerazione (EN 60079-14 capoverso 10.6) e limitate con misure adatte.
2.2. I motori sono eseguiti con materiali isolanti di classe F.
Resistenza di isolamento degli avvolgimenti non deve essere inferiore a:
o 20 MOhm in stato freddo
o 3 Mohm in stato caldo
2.3. Il servizio di funzionamento nominale il servizio continuo S1, in conformit a
EN 60034 1 capoverso 4.2.1., ma consentita anche lalimentazione da
convertitori di frequenza in base al capoverso 2.1. I motori alimentati da
convertitori di frequenza possono funzionare nel servizio S9, in conformit a
60034 1 par. 4.2.9.
2.4. Il grado Normale di protezione dei motori che funzionano in Zona 1 IP55 in
conformit a SR EN 60529. Su richiesta sono disponibili anche motori con grado
di protezione IP56, IP65 o IP66.
2.4.1. Il grado di protezione dei motori che funzionano in Zona 21 minimo IP 65;
su richiesta i motori possono avere grado di protezione IP66.
2.5 La modalit di raffreddamento dei motori in conformit a SR EN 60034-6 IC
411.
2.6 In conformit a SR EN 60034-7 i motori si possono eseguire nelle seguenti
forme costruttive: IM 1001, IM 1002, IM 2001, IM 3001, IM 1011, IM 3011 per le
grandezze 80 355 e in aggiunta IM 3601 soltanto per le grandezze 63 160.
Le dimensioni di montaggio e ingombro sono indicate in:
Allegato 3 tabelle 6.1 e 6.2 per la forma costruttiva IM 1001
Allegato 3 tabelle 6.1 e 6.2 per la forma costruttiva IM 3001
2.7. La distanza nominale tra la ventola e la parte fissa in conformit a EN 600790 capoverso 17.4 deve essere di almeno 1/100 del diametro massimo della
ventola, ma non inferiore a 1 mm.
Le forme costruttive verticali a testa libera dalbero orientata verso il basso devono
essere previste di un coperchio aggiuntivo che impedisca la caduta dei corpi
estranei nella ventola.
La ventilazione dei motori non deve essere ostruita e laria scaricata compresa
quella dei motori adiacenti non deve essere aspirata di nuovo.
La distanza tra la superficie di immissione dellaria di raffreddamento nel
copriventola e gli ostacoli solidi adiacenti non deve essere inferiore a un quarto
del diametro della superficie di immissione dellaria (vedi fig. sottostante)
La distanza tra la carcassa del motore e gli ostacoli solidi adiacenti non deve
essere inferiore a:

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Sottogruppo di gas /
vapori
II A
II B
II C

Distanza minima
[mm]
10
30
40

2.8. Le scatole di morsetti sono dimensionate per il collegamento dei cavi di


connessione in rame.
Le scatole di morsetti sono previste di:
- 1 piastra di morsetti a 6 terminal per le grandezze 63 71
- 3 o 6 morsetti di passaggio e opzionalmente una bronzina BT18 per accessori
aggiuntivi nel caso delle grandezze 80 355.
-1 o 2 ingressi cavi metrici (o altri filetti standard) per le grandezze 63-132
-2 introduttori metrici (o altri filetti standard) per le grandezze 160-355
Opzionalmente le scatole di morsetti per le grandezze 63-355 possono essere
previste di un ingresso cavi addizionale di dimensione IPE/PG 16 o M20x1.5.
2.9. La modalit di protezione antiesplosiva :
- custodia antideflagrante "d" per le grandezze 63 355
- custodia antideflagrante "d" a sicurezza aumentata "e" come opzione per le
scatole di morsetti dei motori delle grandezze 80-355
- protezione con la custodia tipo "tb" per i motori delle grandezze 63-355
2.10. I motori sono progettati per il Gruppo di gas/vapori "IIC" in conformit a EN
60079-0, che superiore ai gruppi IIA e IIB dal punto di vista della protezione.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

2.10.1 I motori progettati con tipo di protezione "tb" sono adatti per applicazioni in
Zona 21, in conformit a EN 60079-0, essendo adatti anche per le applicazioni
delle Zona 22.
2.11. la classe di temperatura, t3, t4, t5 corrisponde alla temperatura massima
sulla superficie della custodia ed indicata nel "Certificato di prova del tipo".
2.11.1. T1000 C e T1250 C indicano la temperatura massima sulla superficie dei
motori che funzionano in ambiente polveroso esplosivo ed indicata nel
"certificato di prova ec del tipo".
2.11. La classe di temperatura, T3, T4, T5 corrisponde alla temperatura massima
sulla superficie della custodia ed indicata nel "certificato di prova del tipo".
2.11.1. T1000 C e T1250 C indicano la temperatura massima sulla superficie dei
motori che funzionano in ambiente polveroso esplosivo ed indicata nel
"certificato di prova EC del tipo".
3. descrizione del prodotto
Il carattere antideflagrante dei motori assicurato da:
a. carcassa eseguita in ghisa o acciaio b. scudi eseguiti in ghisa
c. scatola di morsetti eseguita in ghisa d. coperchio scatola di morsetti eseguito in
ghisa. Per assicurare la tenuta alla pressione della custodia antideflagrante,
saranno utilizzati come elementi di assemblaggio soltanto viti di classe minima
8.8.
I motori sono dotati di bronzine su cuscinetti.
I motori con grandezza inferiore a 250 sono dotati di cuscinetti incapsulati; i motori
delle grandezze 280 - 355 sono dotati di cuscinetti aperti. il tipo dei cuscinetti
indicato nella tabella 1.
I cuscinetti non sono dimensionati a sopportare forze assiali esterne.
la forza radiale massima ammissibile sullestremit dellalbero per una durata di
vita dei cuscinetti di minimo 20.000 ore indicata nellAllegato 4.
Tabella 1
Grandezza
63
71
80
90
100
112
132
160
180
200
225

Lato Comando
2p=2
2p=4,6,8
6202 2Z P6
6203 2Z P6
6304 2Z P6
6305 2Z P6
6306 2Z P6
6307 2Z P6
6308 2Z P6
6310 2Z P6
6311 2Z P6
6312 2Z P6
6313 2Z P6

Lato Opposto Comando


2p=2
2p=4,6,8
6202 2Z P6
6203 2Z P6
6304 2Z P6
6305 2Z P6
6306 2Z P6
6307 2Z P6
6308 2Z P6
6310 2Z P6
6311 2Z P6
6312 2Z P6
6313 2Z P6

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Grandezza
250
280
315
315M/L
355

Lato Comando
2p=2
2p=4,6,8
6313 2Z P6 6314 2Z P6
6314 P6
6316 P6
6315 P6
6317 P6
6316 P6
6319 P6
6319 P6
6322 P6

Lato Opposto Comando


2p=2
2p=4,6,8
6313 2Z P6
6314 P6
6315 P6
6316 P6
6319 P6
6319 P6
6322 P6

La tipologia degli ingressi cavo principali e il diametro minimo e massimo del cavo
di alimentazione sono conformi alle tabelle sottostanti (Tabella 2.1 e 2.2)
Entrate di cavo a filetto IPE

Tabella 2.1

Grandezza

Dimensione
entrata
filetata

Dimensione
Dxd

Diametro minimo
ammissibile del cavo
di alimentazione
[mm]

63
71
80
90

IPE/PG 16

20x11

10.5

26x10
26x13
26x16
26x19
35x18
35x21
35x24
35x27
45x24
45x27
45x30
45x33
52x30
52x33
52x36
52x39
57x36
57x39
57x42
57x45

9.5
12.5
15.5
18.5
17.4
20.4
23.4
26.4
23.4
26.4
29
32
29
32
35
38
35
38
41
44

100
IPE/PG 21
112
132
160

IPE/PG 29

180
200
IPE/PG 36
225
250
IPE/PG 42
280

315
355

IPE/PG 48

coppia
massima di
serraggio
[Nm]

20

24

27

54

107

120

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Grandezza

Dimensione
entrata
filetata

Dimensione
Dxd

Diametro minimo
ammissibile del cavo
di alimentazione
[mm]

coppia
massima di
serraggio
[Nm]

Opzionale
per
dotazioni

IPE/PG 16

20x11

10.5

20

Entrate di cavo a filetto metrico

Tabella 2.2

Grandezza

Dimensione
entrata
filetata

Dimensione
Dxd

Diametro minimo
ammissibile del cavo
di alimentazione
[mm]

63
71
80
90

M25x1.5

23x11

10.5

30x10
30x13
30x16
30x19
30x16
30x18
30x21
38x18
38x21
38x24
38x27
48x24
48x27
48x30
48x36
61x30
61x36
61x42
61x45

9.5
12.5
15.5
18.5
15.5
17.4
20.4
17.4
20.4
23.4
26.4
23.4
26.4
29
35
29
35
41
44

18x11

10.5

100
M32x1.5
112
132

M32x1.5

160
M40x1.5
180
200-225
225-250
250

M50x1.5

280
315
355
Opzionale
per dotazioni

M63x1.5

M20x1.5

coppia
massima di
serraggio
[Nm]

20

27

54

107

120

20

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

NOTA: Il diametro massimo del cavo deve essere ritenuto come il diametro
massimo di un cavo che pu essere inserito a mano tramite lanello di tenuta
dellingresso cavi.
Su richiesta, la scatola morsetti pu essere prevista di un ingresso cavi aggiuntivo
IPE/PG 16 o M20x1.5.
Gli ingressi cavi sono destinati al collegamento dei motori soltanto in impianti fissi.
4. Apparecchi di misura e controllo
Per la messa in funzione e nellambito dei lavori di manutenzione sono necessari i
seguenti apparecchi di misura e controllo:
- Megaohmetro da 1000V per la misurazione della resistenza di isolamento
- Voltmetro per la verifica della tensione di alimentazione
- Amperometro per la misura delle correnti sulla fase
- Tachimetro per la misurazione dei giri
5. Attrezzi speciali e pezzi di ricambio
Gli attrezzi necessari per lo smantellamento e il montaggio dei motori, sono dei kit
costituiti da chiavi per viti a testa cilindrica e scanalatura esagonale o a testa
esagonale e presse di estrazione dei cuscinetti. Tutto questo non fornito da
UMEB.
I pezzi di ricambio sono consegnati su richiesta del committente e sono compresi
nellAllegato 6.
Nel caso dei motori antideflagranti consentito soltanto luso dei pezzi di ricambio
originali, dal produttore dei motori.
6. Preparazione e messa in servizio
6.1. Disimballaggio
- I motori che non sono montati subito dopo la consegna, sono conservati nella
confezione originale, in posti riparati da gelo, umidit, allagamenti, polvere,
vibrazioni, vapori ossidati o sostanze corrosive.
- La rimozione dell'imballo deve essere eseguita in un locale pulito, con la
temperatura ambientale di almeno +15C e umidit relativa di massimo 70%.
- analizzata lintegrit delle superfici di montaggio in impianto:
- estremit dalbero
- la soglia della flangia (se del caso)
- piedi e fori di fissaggio (se del caso)
Se queste superfici presentano tracce di ruggine saranno pulite con un panno
imbevuto in diluente e saranno coperte con uno strato sottile di grasso
anticorrosivo con le caratteristiche tecniche dellAllegato 5.
6.2. Verifiche preliminari prima del montaggio
Prima del montaggio analizzato quanto segue:
6.2.1. Se lalbero gira lentamente ad un esercitazione manuale
6.2.2. Lintegrit dei rivestimenti di protezione (verniciatura, galvanici)

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

6.2.3. Il valore di resistenza di isolamento; ad un valore inferiore a 20 M, si


proceder allasciugatura del motore. Lasciugatura del motore si pu fare:
o Inserendo il motore in un forno a una temperatura massima di 800C
o Sottoponendolo ad una corrente daria calda, ad una temperatura dellaria di
massimo 80C
o Con lalimentazione del motore che funziona a vuoto per molto tempo (se le
condizioni lo consentono)
Lasciugatura si ritiene soddisfacente nel momento in cui il valore della resistenza
di isolamento resta costante, ma non inferiore a 20M.
6.2.4. La verifica dello stato di lubrificazione dei cuscinetti si esegue con il motore
funzionante a vuoto; se si rilevano rumori anomali al cuscinetto o riscaldamenti
locali o la tendenza di blocco degli stessi, allora i cuscinetti incapsulati vengono
sostituiti, e agli altri si sostituisce il lubrificante, che sar del tipo UM 185 Li3 o
Shell Alvania R3. Se il fenomeno persiste, verranno sostituiti anche questi.
R3. Se il fenomeno persiste, verranno sostituiti anche questi.
6.3. Preparazione dei motori
Il sito di montaggio deve rispettare quanto segue:
- Che laccesso alla scatola morsetti sia facile
- Che non sia ostruita la ventilazione del motore
- Che non sia vicino a fonti di calore
- Che consenta laccesso per sorveglianza e manutenzione
Prima del montaggio il motore sar soffiato con aria compressa secca per la
rimozione delle impurit. Si verifica se i dati della targhetta indicatrice
corrispondono ai requisiti dell'apparecchiatura comandata:
- Potenza
- Giri
- Tensione e frequenza
- Connessione
- Classifica della zona di rischio
6.4. Il collegamento al meccanismo avviato
In base alle specifiche dell'impianto ed alle condizioni di esercizio, la trasmissione
della coppia motore si pu fare in vari modi.
I dispositivi di trasmissione del collegamento devono rispettare anche questi i
requisiti della Direttiva 94/9/EC e devono essere certificati ATEX.
6.4.1. Trasmissione tramite collegamento elastico
la modalit pi utilizzata di collegamento, ma che necessita una centratura
corretta dei semicollegamenti. Un allineamento inadeguto da nascita a vibrazioni,
eccessiva sollecitazione dei cuscinetti, funzionamento rumoroso e nella maggior
parte dei casi il grippaggio dei cuscinetti e la bruciatura dell'avvolgimento.
6.4.2. Trasmissione tramite cinghia
consentita soltanto se sono utilizzate le cinghie alle quali non compaiono carichi
elettrostatici. Il montaggio del motore effettuato su guide per poter realizzare
una corretta tensione della cinghia e che consenta correzioni.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

un'eccessiva tensione della cinghia porta ad elevati carichi radiali sullalbero e sui
cuscinetti, mentre una tensione insufficiente porta alla battuta della cinghia e non
possibile la trasmissione della coppia motore allattrezzatura avviata.
Nel caso delle forme costruttive IMB6, IMB7, IMB8, IMV5 e IMV6 la forza di
tensione della cinghia di collegamento deve agire in parallelo al piano di
montaggio o direzionato verso questo, e al montaggio dei motori, i piedi (nel caso
delle forme costruttive con piedi) devono essere fissate e assicurate di pi.
6.4.3. Trasmissione tramite ruote dentate
In questo caso lalbero del motore deve essere parallelo allalbero del
meccanismo azionato, e i rocchetti devono funzionare accuratamente per evitare
la sollecitazione aggiuntiva e lusura prematura dei cuscinetti.
Prima del montaggio dell'accoppiamento, della puleggia di comando o ruota
dentata, un sottile strato di grasso sar applicato sull'albero motore in modo da
facilitare il montaggio degli elementi della trasmissione.
Gli elementi della trasmissione sono montati con la pressa fino al livellino
successivo dellalbero.
6.5. Collegamento alla rete di alimentazione elettrica
Le regole riguardanti gli impianti elettrici in ambienti potenzialmente esplosivi
devono essere strettamente rispettate. Tutti gli impianti e i montaggi devono
essere eseguiti da personale addestrato e autorizzato in conformit a EN 6007914 e le regolamentazioni legali vigenti.
I lavori devono essere realizzati con il motore fermo, isolato e assicurato contro
laccensione accidentale. I cavi di alimentazione e listallazione degli stessi si deve
rispettare EN 60079-14.
Se i motori sono previsti di 6 morsetti, questi possono essere accesi sia con
collegamento diretto alla rete, sia tramite un commutatore stella triangolo o
unaltra modalit di avviamento che limiti la corrente di spunto.
Laccensione stella-triangolo pu essere eseguita soltanto se il motore ha il
collegamento operativo a triangolo.
Attenzione! I motori la cui scatola di morsetti a sicurezza aumentata, del tipo "e",
iscritta sulla targhetta esistente sulla scatola morsetti, comporta per lutente, al
collegamento alla rete, le seguenti misure particolari:
Una connessione corretta dei cavi di collegamento ai morsetti di passaggio,
tramite i pezzi di collegamento (vedi i disegni di collegamento elettrico, Allegato
1), in modo da non interessare le distanze di traforo.
Un serraggio corretto degli elementi di collegamento elettrico, in base alle coppie
indicate nella tabella del punto 6.8.2.1
Il montaggio corretto di tutti gli elementi dalle entrate cavi nonch del coperchio
della scatola morsetti, per non interessare il grado di protezione del motore.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Attenzione! I motori la cui scatola morsetti a protezione con custodia


antideflagrante, del tipo "d", iscritta sulla targhetta indicatrice del motore,
comporta per lutente, al collegamento alla rete, le seguenti misure particolari:
Serraggio corretto delle viti daggancio del coperchio della scatola di morsetti,
nonch delle viti di fissaggio della scatola di morsetti sulla carcassa soltanto se
necessario in base alle coppie indicate nella tabella di cui al punto 6.8.2.2
Un serraggio corretto degli elementi di collegamento elettrico, in base alle coppie
indicate nella tabella di cui al punto 6.8.2.1
Il montaggio corretto di tutti gli elementi delle entrate cavi e il serraggio del
pressore in base alla coppia indicata nelle Tabelle 2.1 e 2.2
Lallacciamento dei conduttori di alimentazione effettuato come segue:
- smontato il coperchio della scatola di morsetti con una chiave speciale per viti
a testa cilindrica e scanalatura esagonale
- smontato il pressore con una chiave fissa, si rimuove lanello di pressatura, la
parete e la guarnizione di stagnatura.
- Sopra il cavo del pressore vengono passati lanello di pressatura e la
guarnizione di tenuta
- Si inserisce il cavo di alimentazione nella scatola morsetti
- Nella loro scanalatura si inseriscono la guarnizione di tenuta, lanello di
pressatura e il pressore. Con il serraggio, il pressore preme sulla guarnizione in
gomma e questo si deforma e preme sul cavo, assicurandosi la tenuta della
scatola morsetti.
- Si allaccia direttamente, senza utilizzare rincalzi, i conduttori di alimentazione ai
morsetti del motore; per questo i morsetti sono previsti di rotelle speciali che non
consentono la rimozione del conduttore al serraggio della vite.
- Si allaccia il conduttore di protezione al morsetto di messa a terra prevista nella
scatola di morsetti, pulendo le superfici di contatto fino al lustro metallico, poi
queste sono lubrificate con uno strato di vaselina conduttrice
- Viene montato il coperchio della scatola di morsetti
ATTENTZIONE! Durante il funzionamento dei motori le scatole di morsetti devono
essere completamente chiuse.
6.6. Collegamento al morsetto di messa a terra
Viene fatto con un cavo multifilo a bassa resistivit, in base alle normative di tutela
del lavoro, nei posti contrassegnati con il segno convenzionale di messa a terra
dove sono ubicati i morsetti di messa a terra.
Si svita e si rimuove la vite di messa a terra insieme alle rondelle, si pulisce il
posto di contatto fino al lustro metallico, si lubrifica con una vaselina conduttrice
(es. Vaselina cuprica), si rimettono a posto le viti e si procede allallacciamento del
conduttore di messa a terra.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

6.7. Protezione di sovraccarico


Lutente deve proteggere il motore contro i sovraccarichi di corrente che superano
i valori iscritti sulla targhetta indicatrice.
In conformit a CEI 60079-14, cap. 7, i dispositivi di protezione al sovraccarico
devono:
- Essere ad avviamento temporizzato, dipendenti da corrente, monitorare tutte e
tre le fasi, essere impostati al valore della corrente nominale del motore e
assicurare lo scollegamento dello stesso in un arco di tempo di massimo 2 ore ad
una corrente di 1.2 x la corrente nominale impostata, ma non scollegare il motore
a meno di 2 ore nel caso di una corrente di 1.05 x il valore impostato
- Effettuare un controllo diretto della temperatura tramite i sensori di temperatura
incorporati
- Altri dispositivi equivalenti
6.8. La verifica del montaggio
Prima del collegamento del motore alla rete, si consigliano le seguenti verifiche:
6.8.1 Tutti i pezzi di fissaggio del motore sono serrati
6.8.2 Il collegamento al meccanismo che deve essere avviato corretto
Tutte le viti ed i dadi che assicurano contatti elettrici sono serrate con coppie i cui
valori massimi sono indicati nella tabella di cui al punto 6.8.2.1 e la messa a terra
effettuata correttamente.
Tutte le viti che assicurano le giunture e i passaggi antideflagranti sono serrate
con coppie i cui valori massimi sono indicati nella tabella di cui al punto 6.8.2.2.
Attenzione! Le viti che diventano inutilizzabili devono essere sostituite con altre viti
nuove con la stessa classe di qualit (min. 8.8) e lo stesso tipo.
6.8.2.1 Giunture filettate per collegamenti elettrici
Grandezza filetto
M4
M5
M6
M8
M10
M12
M16

Coppia di
serraggio [Nm]
1.2
2.0
3.0
6.0
10
15.5
30

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

6.8.2.2 Giunture filettate classe di qualit 8.8 per componenti in ghisa o


acciaio
Grandezza filetto
M4
M5
M6
M8
M10
M12
M14
M16

Coppia di serraggio [Nm]


2.3
4.5
7.9
19
38
68
105
160

6.8.3 Tutti i pezzi portatori di corrente sono protetti contro il tocco accidentale.
6.8.4 Tutti gli apparecchi di collegamento sono sulla posizione "o" o "scollegato".
6.8.5 I fori del copriventola non sono ostruiti.
6.8.6 Le norme per lesecuzione degli impianti elettrici in ambiente potenzialmente
esplosivi sono rispettate.
Dopo la verifica del rispetto di tutte queste condizioni, si esegue un avviamento di
prova per verificare il senso di rotazione e che non ci sono rumori o vibrazioni
anomale. Per il cambiamento del senso di rotazione, si scollega il motore dalla
rete e si invertono due fasi di alimentazione.
Se allavviamento di prova il motore funziona Normalmente, allora questo pu
essere dato in esercizio.
6.9 Arresto prolungato se i motori rimangono fermi per periodo lungo di tempo
(oltre 1 anno) devono essere prese delle misure adatte di conservazione e
mantenimento in stato asciutto degli avvolgimienti.

7. Possibili guasti e modalit di riparazione


Tabella 3
No.
Guasto
Motivo della comparsa
Crr.
a. Cuscinetti grippati
b. Vaselina usata
1.

Lalbero non gira


liberamente a mano
c.
deformato,
ventola

Copriventola
tocca
la

Modalit di
riparazione
Si cambiano i
cuscinetti
Si lavano i cuscinetti
non incapsulati e si
lubrificano di nuovo
Si sostituisce o si
aggiusta

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

No.
Crr.

Guasto

Motivo della comparsa


a. Il motore alimentato
soltanto in 2 fasi

2.

3.

4.

5.

Il motore non si avvia


a vuoto

Motorul nu pornete
n sarcin

Il motore sviluppa
una trazione bassa a
carico

Il motore ha correnti
ineguali sulla fase

b. Una delle fasi


dellavvolgimento
collegata con le estremit
invertite (ai motori a 6
morsetti)
c. Il rotore bloccato

a. Vedi le cause di cui al


punto 2
b. La tensione di
alimentazione troppo
bassa
c. La scelta inadeguata
del motore (carico alto
rispetto alla potenza del
motore)
a. La tensione di
alimentazione troppo
bassa
b. Il carico del motore
troppo alto rispetto a
quello nominale
c. Il cavo di
alimentazione
insufficientemente
dimensionato (caduta di
tensione sul cavo)
d. La frequenza troppo
bassa
a. Contatto difettoso in
un punto di collegamento
del
circuito
di
alimentazione
b. Corto circuito tra le

Modalit di
riparazione
Si verificano i
collegamenti alla
scatola di morsetti e
alla rete nonch al
cavo di alimentazione
Si verificano i
collegamenti alla
scatola morsetti
Si verifica se non
bloccato il
meccanismo da
avviare
-

Sono effettuate le
verifiche necessarie

Lassicurazione di una
tensione adeguata
Correlazione carico
motore

Scelta cavo adatto

Revisione circuito
elettrico (collegamenti)
Si riavvolge il motore

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

No.
Crr.

Guasto

Motivo della comparsa


spire dellavvolgimento
a. Giuntura difettosa

6.

7.

Il motore vibra, fa
rumore

Lapparecchiatura di
protezione
interrompe il motore

b. Cuscinetti danneggiati
c. Rotore squilibrato
a. Vedi le cause e
aggiustamenti di cui al
punto 2
b. Corto circuito tra le
spire dellavvolgimento
c. Protezione regolata
difettosa

8.

Resistenza di
isolamento bassa

a. Arresto prolungato
della macchina
b. Umidit alta in
ambiente oltre quella
Normale
c. Penetrazione
dellacqua nel motore
a. Cappotta ostruita

9.

Riscaldamento
esagerato della
macchina

b. Carcassa caricata con


polvere o altri residui
c. Pale della ventola
rotte
d. Sovraccarichi di
corrente

Modalit di
riparazione
Si verifica la giuntura
Si sostituiscono i
cuscinetti
Si equilibra il rotore

Si riavvolge il motore
Si regola
correttamente la
protezione
Si procede
allasciugatura della
macchina in base al
punto 6.2.3

Si aprono i fori della


cappotta
Si pulisce la carcassa
dalla polvere e altre
impurit
Si cambia la ventola
Regolazione della
protezione al
sovraccarico

8. Smontaggio del motore


I motori ASA presentano una costruzione particolare i vari riferimenti e i
sottoinsiemi devono assicurare nellarea di assemblaggio tra loro alcune
condizioni imposte alle superfici di giuntura. Soltanto nel rispetto di queste
condizioni la giuntura pu avere carattere antideflagrante.
Attenzione! Il montaggio e lo smontaggio dei motori tipo ASA consentito soltanto
in officine autorizzate a effettuare operazioni di manutenzione e riparazioni
dellattrezzatura elettrica antiesplosiva, antideflagrante.
Non smontate quando i motori sono alimentati con energia.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

8.1. Smontaggio della scatola morsetti (vedi fig.1 e 2)


Viene smontato il coperchio della scatola morsetti (1) assicurando in tal modo
laccesso alle viti che fissano i conduttori di alimentazione ai morsetti di
passaggio. Per lo smontaggio si usa una chiave speciale per viti a testa cilindrica
e scanalatura esagonale. Lo smontaggio del coperchio della scatola morsetti
effettuato con un lieve colpo con un martello in legno, gomma o plastica, evitando
il blocco dello stesso.
Viene smontato il pressore (2) con una chiave fissa e si rimuove il cavo di
alimentazione dalla scatola di morsetti.
Viene smontata la scatola di morsetti (3), assicurandosi una rimozione uniforme
Si svitano le madreviti (4) dalla parte inferiore dei morsetti con laiuto di una
chiave fissa e si rimuovono le uscite delle estremit di avvolgimento.
I morsetti di passaggio si possono smontare dalla scatola soltanto dopo aver
smontato precedentemente la scatola di morsetti; lo smontaggio viene fatto con
una chiave tubulare.
8.2 . Lo smontaggio della ventola (vedi fig. 1 e 2)
Viene smontato il copriventola (6) dopo aver smontato precedentemente il
lubrificatore (5) alle macchine di lubrificazione durante il funzionamento
Si rimuove lanello di sicurezza (7)
Si estrae con un dispositivo adatto di separazione la ventola (8) dallestremit
dalbero e la bietta ventilatore.
8.3. Lo smontaggio del rotore (vedi fig.1 e 2)
Lo smontaggio effettuato nellordine mostrato nella fig. 1 e 2
Gli scudi lato comando e lato ventola sono separati dalla carcassa sia con laiuto
di alcune presse speciali con tiranti e vite centrale, sia a mano. La separazione si
fa facilmente, tirando uniformemente lo scudo, evitando cos il danneggiamento
delle superfici di giuntura o il grippaggio dei cuscinetti.
8.4. Lo smontaggio dei cuscinetti a sfere
Vengono rimosse con una pressa a ganasce da scudi o dallalbero.
8.5. Il montaggio del motore
effettuato in ordine inverso allo smontaggio del motore (vedi fig. 1 e 2).
Prima del montaggio, le superfici che formano giunture antideflagranti: statorescudi, statore-scatola di morsetti, scatola morsetti-coperchio e le giunture filettate
degli ingressi cavi saranno coperte di grasso di protezione avendo le
caratteristiche in base allAllegato 5 o una grasso simile.
ATTENZIONE! Durante lo smontaggio e il montaggio si far attenzione a non
graffiare o danneggiare le superfici che assicurano le giunture e i passaggi
antideflagranti.
Laggiustamento dei componenti dei motori nelle aree che costituiscono giunture o
passaggi antideflagranti consentito soltanto se sono mantenute le dimensioni
degli interstizi indicati nella documentazione del produttore dei motori. La modifica
delle dimensioni degli interstizi ai valori indicati nella Tabella 1 e 2 di EN 60079-1
non consentita.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

9. Regole di manutenzione
ATTENZIONE! Prima di iniziare qualunque lavoro di manutenzione, assicuratevi
che lalimentazione con energia elettrica interrotta sia per il motore che per i
circuiti ausiliari, in particolar modo per il circuito delle resistenze anti-condensa e
sono state prese tutte le misure per impedire la rialimentazione accidentale del
motore.
Alcuni componenti del motore possono raggiungere durante il funzionamento
temperature di oltre 500C, e il contatto con esse pu portare a gravi ustioni.
Verificate la temperatura degli stessi prima di toccarli!
Le condizioni di esercizio dei motori possono variare molto. Gli intervalli di tempo
per lesecuzione dei lavori di manutenzione devono essere adatti alle condizioni
locali di ubicazione e uso (umidit, polvere, caratteristiche del carico, frequenza
delle accensioni ecc.). Inizialmente la frequenza delle azioni di manutenzione pu
essere determinata in maniera sperimentale, ma poi questa deve essere
rispettata rigorosamente. Per questo motivo, di seguito sono indicate soltanto a
carattere generale gli intervalli di esecuzione dei lavori di manutenzione.
Attivit
Ispezione
iniziale
Rilubrificazione
Pulizia
Ispezione
generale

Ore di funzionamento
Dopo 500 ore di funzionamento
Vedi i dati della targhetta
indicatrice o la Tabella 4
In base alla quantit di polvere
dellambiente circostante del
motore
Circa ogni 8000 ore di
funzionamento

Intervallo
Al massimo
ogni 6 mesi

Al massimo
ogni 2 anni

Si offre particolare attenzione alla manutenzione dei cuscinetti, alla


sorveglianza del riscaldamento e al rumore prodotto da questi.
In particolar modo per i motori destinati a essere utilizzati in Zona 21 o in
Zona 22, per evitare le temperature non consentite della superficie, non si
deve superare lo spessore massimo dello strato di polvere sulla superficie
della macchina (5mm) e deve essere assicurato il libero accesso dellaria per
il raffreddamento del motore.
Per il funzionamento corretto dei cuscinetti necessario mantenere un
livello alto di pulizia, qualunque operazione sui cuscinetto essendo effettuata
in ambienti senza polvere, con attrezzi e contenitori asciutti e puliti.
I motori delle grandezze 280-355 sono dotati di sistema di lubrificazione
durante il funzionamento. Il grafico di integrazione con lubrificante e gli
intervalli di rilubrificazione sono indicati nella Tabella 4, in base alle istruzioni
del catalogo del produttore di cuscinetti

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Il tipo di lubrificante indicato per la rilubrificazione dei cuscinetti UM 185


Li3 o lubrificanti simili equivalenti come Shell Alvania R3 , SKF LGTH 3 o UTJ
185 Li2/3
Nel caso dei cuscinetti incapsulati (2Z) questi saranno sostituiti dopo luso
con cuscinetti dello stesso tipo
Le soglie di giunzione degli scudi con la carcassa saranno pulite e
rilubrificate con lubrificante di protezione dopo ogni smantellamento
Periodicamente sar verificata la resistenza di isolamento, il valore entro 1
M indica la possibilit di guasti causati sia dalla deposizione dello sporco
sulle superfici isolanti, sia dalla penetrazione dellumidit nellavvolgimento. Si
proceder allasciugatura del motore in conformit alle indicazioni di cui al
punto 6.2.3

Nota: Di norma, non necessario lo smontaggio dei motori trifase per


lesecuzione delle attivit di manutenzione. I motori devono essere smontati
soltanto se si sostituiscono i cuscinetti
Lispezione iniziale prima ispezione dopo la messa in funzione o la riparazione
del motore effettuata dopo circa 500 ore di funzionamento, ma al massimo dopo
6 mesi dalla messa in funzione.
Con il motore in funzione si verifica se:
- La temperatura dei cuscinetti non supera i valori ammissibili
- I parametri elettrici sono quelli indicati sulla targhetta indicatrice
Con il motore spento si verifica lo stato degli elementi di fissaggio sul basamento
e del basamento vero e proprio. Le viti di fissaggio vengono serrate se del caso.
Qualunque scostamento dai requisiti sopraindicati individuato durante lispezione
deve essere aggiustato tempestivamente!
Lispezione generale (lesame completo del motore) effettuata ogni anno
Con il motore in funzione si verifica se:
- La temperatura dei cuscinetti non supera i valori ammissibili
- I parametri elettrici sono inquadrati nei limiti consentiti
- Non ci sono rumori o vibrazioni anomale
Con il motore spento si verifica:
- la resistenza di isolamento dellavvolgimento; si pulisce e si asciuga
lavvolgimento se necessario
- gli ingressi cavi, lo stato delle premiguarnizioni e delle guarnizioni di tenuta, il
fissaggio dei cavi allinterno della scatola di morsetti
- la comparsa della ruggine; se i componenti del motore sono attaccati dalla
ruggine, questi vengono puliti e coperti con vernice o elettrochimicamente, a
seconda del caso
- lo stato degli elementi di fissaggio sul basamento e del basamento vero e
proprio. Le viti di fissaggio vengono serrate se del caso.
Qualunque scostamento dai requisiti sopraindicati individuato durante lispezione
deve essere aggiustato tempestivamente!

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

10. Compatibilit elettromagnetica


Quando sono utilizzati in conformit alla loro destinazione e sono alimentati dalle
reti che adempiono i requisiti SR-EN 50160, i motori con grado di protezione IP55
o superiore adempiono i requisiti di compatibilit elettromagnetica previsti dalla
Direttiva 2004/108/EC
Nel caso in cui sono alimentati da convertitori di frequenza, le perturbazioni
elettromagnetiche emesse dipendono dalle caratteristiche del convertitore. Per
evitare il superamento dei limiti consentiti dagli standard e dalla legislazione
vigente per i sistemi di avviamento a giri regolabili (motore e convertitore di
frequenza), le istruzioni riguardanti la compatibilit elettromagnetica emesse dal
produttore del convertitore di frequenza devono essere rispettate rigorosamente.
Limmunit alle interferenze elettromagnetiche
I motori adempiono i requisiti riguardanti limmunit alle interferenze
elettromagnetiche stipulate dai documenti normativi vigenti. Nel caso in cui i
motori sono dotati con sensori integrati (termistori PTC), lutente deve assicurare
un livello sufficiente di immunit con luso di un cavo di comando schermato.
Se i motori alimentati da convertitori di frequenza sono avviati a giri superiori a
quelli Normali, si devono prendere delle misure per non superare i giri massimi
meccanici indicati dal produttore.
11. Marcatura, Imballaggio, Trasporto, Stoccaggio, Conservazione
Marcatura I motori sono previsti di targhetta con dati indicatori fissata allesterno
della carcassa contrassegnata in conformit a EN 60034-1 e EN 60079-0.
Imballaggio I motori sono consegnati non imballati o imballati in base allaccordo
contrattuale.
Trasporto ll trasporto sar effettuato necessariamente con veicoli coperti e i
motori saranno ben ancorati alla piattaforma degli stessi, evitando le scosse
durante le manovre di carico e scarico.
Stoccaggio Fino al montaggio, i motori saranno stoccati nellimballo originale, in
0
locali con umidit massima del 80% (a +25 C), senza gas e vapori corrosivi, a
0
0
temperature comprese tra -5 C +40 C
Conservazione Se i motori sono stoccati per molto tempo in un locale a umidit
elevata saranno coperti con teli in polietilene allinterno dei quali saranno inseriti
dei sacchetti con sostanze assorbenti di umidit (silicagel). Se si prevede che lo
stoccaggio sia di lunga durata (oltre un anno) necessario che:
- lalbero del motore sia girato per evitare la comparsa delle tracce / deformazioni
causate dallarresto dellalbero nella stessa posizione
- i cuscinetti siano sostituiti se lo stoccaggio supera 4 anni

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

12. Regole di tutela sul lavoro


Il collegamento del motore alla rete di alimentazione con energia elettrica e la
messa in funzione sono effettuate soltanto da personale qualificato e autorizzato
per lesecuzione dei lavori in impianti elettrici in ambienti con pericolo di
esplosione in conformit a EN 60079, parte 14, 17 e 19 e delle regolamentazioni
legali vigenti.
Prima della messa in funzione sar verificata la correttezza dei collegamenti
allimpianto di protezione (messa a terra e neutro). vietato lutilizzo dei motori
nel caso in cui non sono stati effettuati i collegamenti ai morsetti di connessione al
neutro di protezione o terra.
Durante il funzionamento del motore i componenti in movimento (elementi di
giuntura) dovranno essere protetti per prevenire il tocco accidentale.
vietato aprire il coperchio della scatola di morsetti durante il funzionamento del
motore o mentre sotto tensione.
Non consentito lutilizzo dei motori senza coperchio scatola morsetti o senza
copriventola.
Ogni intervento al motore sar effettuato soltanto dopo lo scollegamento dello
stesso dalla fonte di tensione, dopo lisolamento dello stesso dalla fonte di
alimentazione e lassicurazione contro la riacensione accidentale.
13. La gestione dei rifiuti e il riciclaggio dei motori fuori uso
La legislazione nazionale e locale in materie di gestione dei rifiuti di prodotti
elettrotecnici deve essere rigorosamente applicata quando sono riciclati e
valorizzati i motori elettrici fuori uso.
14. Grafico degli intervalli di completamento e rilubrificazione dei cuscinetti
non incapsulati
Condizioni di
funzionamento

Giri
[rpm]

Ore/giorno
[ore]
24

Tabella 4
Temperatura di
funzionamento del
cuscinetto
[C]
Normal

2970
Ridicat
6314
Normal
280

1470
Ridicat
Normal
6316

1470
Ridicat

315S/M

6315

2970

Normal

63
78
78
93
63
78
78
93
63
78
78
93
63

Intervallo di
rilubrificazi
one
[ore]
Intervallo d
completam
ento
[ore]

Cuscinetto

Grandezza

Montaggio orizzontale IM B

Quantit
lubrificante
[g]

1700
4800
800
26
4200
12100
2100
3700
10700

33
1900

4500

1400

30

Condizioni di
funzionamento

Giri
[rpm]

Ore/giorno
[ore]

1470

6317

6316

1470

2970

315M/L
6319

6319

1470

2970

355
6322

1470

24
2970
6314
1470

280

6316
315S/M

6315

1470
2970

Temperatura di
funzionamento del
cuscinetto
[C]

Intervallo di
rilubrificazi
one
[ore]
Intervallo d
completam
ento
[ore]

Cuscinetto

Grandezza

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

78
78
Ridicat
93
63
Normal
78
11400
78
Ridicat
93
63
Normal
78
10000
78
Ridicat
93
63
Normal
78
3700
78
Ridicat
93
63
Normal
78
8700
78
Ridicat
93
63
Normal
78
4200
78
Ridicat
93
63
Normal
78
7500
78
Ridicat
93
Montaj vertical IM V
63
Normal
78
4800
78
Ridicat
93
63
Normal
78
12100
78
Ridicat
93
63
Normal
78
10700
78
Ridicat
93
63
4500
Normal
78

Quantit
lubrificante
[g]

700
4000
2000
3500
37
1800
2000
33
1000
3000
45
1500
2000
45
1000
6000
75
3000
800
400
26
2100
1100
1900
33
900
700

30

Condizioni di
funzionamento

Giri
[rpm]

Ore/giorno
[ore]

Temperatura di
funzionamento del
cuscinetto
[C]
Ridicat
Normal

1470
Ridicat
Normal
6317

1470
Ridicat
Normal

6316

2970
Ridicat

315M/L
Normal
6319

1470
Ridicat
Normal

6319

2970
Ridicat

355
Normal
6322

1470
Ridicat

Inquinamento/Umidit
Temperatura ambiente

78
93
63
78
78
93
63
78
78
93
63
78
78
93
63
78
78
93
63
78
78
93
63
78
78
93

Intervallo di
rilubrificazi
one
[ore]
Intervallo d
completam
ento
[ore]

Cuscinetto

Grandezza

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Quantit
lubrificante
[g]

400
2000
11400
1000
1800
10000

37
900
1000

3700

33
500
1500

8700

45
800
1000

4200

45
500
3000

7500

75
1500

Moderata Sollecitazione a choc No


Moderata Sollecitazioni aggiuntive No

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

ALLEGATO 1
ALLACCIAMENTO DEI CONDOTTI DI ALIMENTAZIONE
AI MORSETTI DEL MOTORE
1. Avviamento diretto. Lavvolgimento del motore ha il collegamento a
TRIANGOLO ()
GRANDEZZA 63-355

2.

Avviamento diretto. Lavvolgimento del motore ha il collegamento a


STELLA (Y)
GRANDEZZA 63-355

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

ALLEGATO 2
GRANDEZZA 63-160

Fig.1

3.

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.

coperchio scatola morsetti


pressore
scatola morsetti
dado
vite
copriventola
anello di sicurezza
ventola
chiavetta ventola

10.
11.
12.
13.
14.
15.
16.
17.
18.

chiavetta testa albero


scudo lato comando
guarnizione di tenuta albero
vite fissaggio scudo
rotore
scudo lato ventola
guarnizione di tenuta albero
cuscinetto lato ventola
cuscinetto lato comando

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

GRANDEZZA 180-250

coperchio scatola
morsetti
2.
pressore
3.
scatola morsetti
4.
dado
5.
cappotta ventilatore
6.
ventola
7.
chiavetta ventola
8.
anello di sicurezza
9.
chiavetta testa albero
10. anello VA

1.

11. coperchio esterno


lato comando
12. anello di sicurezza

Fig.2

13.

scudo lato comando

14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.

cuscinetto lato comando

23.

nipplo passaggio cavi


dado
rotore
scudo lato ventola
cuscinetto lato ventola
anello di sicurezza
coperchio esterno lato
ventola
anello VA

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

GRANDEZZA 280 - 355

Fig. 3

1.

coperchio scatola morsetti

13.

coperchio esterno

2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.

pressore
scatola morsetti
dado
ingrassatore
copriventola
anello di sicurezza
ventola
chiavetta
tubo di lubrificazione
chiavetta testa albero
anello VA

14.
15.
16.
17.
18.
19.
20.
21.
22.
23.
24.

anello di sicurezza
dado
scudo lato comando
cuscinetto
dado
rotore
anello VA
coperchio esterno
anello di sicurezza
dado
scudo di supporto cuscinetto

25.

scudo di supporto

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

ALLEGATO 4
Le forze radiali consentite sullestremit dalbero per una durata di vita del
cuscinetto di 20.000 ore di funzionamento
Grandezza

63

71

80

90

100

355

No
poli
2p=2
2p=4

Fr
[N]
240
270

2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8

305
395
435
520
480
610
645
708
530
690
740
820
655
828
905
1025
4500
8500
8800
9100

Grandezza

112

132

160

180

200

Nr.poli
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8

Fr
[N]
800
940
1030
1150
1290
1480
1600
1760
2250
2800
3150
3600
2600
3200
3700
4150
2970
3740
4130
4415

Grandezza

225

250

280

315

315M/L

No
poli
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8
2p=2
2p=4
2p=6
2p=8

Fr
[N]
3360
4200
4520
4700
3360
4830
5200
5550
5060
7100
7900
8650
6100
9300
10500
11200
6000
9500
10900
12300

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

ALLEGATO 5
Scheda tecnica
LUBRIFICANTI DI ALLUMINIO
Lubricerp AR 90 Al1, Lubricerp AR 95 Al3
1. Generalit
1.1.Oggetto
La presente scheda tecnica si riferisce ai lubrificanti a base di stearato di alluminio
e olio minerale.
1.2. Settore duso
I prodotti sono utilizzati come ambiente di protezione anticorrosiva e la
lubrificazione di alcuni meccanismi a base di prescrizione, a una temperatura tra 30C e 80 C
2.Condizioni di qualit

Denominazione della
caratteristica
Aspetto, colore
Punto di
gocciolamento C
Penetrazione a 25C,
dopo 60 miscelazioni,
1/10mm
Resistenza allazione
dellacqua, dopo 5 ore a
50C
Azioni corrosive sul
metallo: acciaio, rame,
ottone, 24 h

Condizioni di ammissibilit
AR 90 Al1
AR 95 Al3
lubrificante omogeneo, di
colore giallo-marrone

Metodo di
determinazione/
STAS
visivo

Min. 90

Min. 95

STAS 37-67

305..345

215..255

STAS 2392-86

Resiste

STAS 804-67

Resiste

STAS 8206-68

3. Regole per la verifica della qualit


3.1. La verifica della qualit viene fatta con analisi (in base al punto 2) per partita.
La grandezza di una carica di massimo 400 kg. Alla verifica il prodotto deve
corrispondere alle condizioni tecniche di cui al punto 2; Altrimenti la partita viene
respinta.
3.2. Il prelievo e la preparazione delle prove per la verifica della qualit in
conformit a
SR EN ISO 3170:2004
4. Confezionamento, Marcatura, Trasporto, Manipolazione, Documenti.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

4.1. Il prodotto viene confezionato in taniche a coperchio amovibile con la


capacit di 60l, e 200l, in base allo STAS 4225-79.
Il prodotto viene trasportato dal cliente e manipolato attentamente per evitare la
contaminazione.
4.2. Alla consegna ogni carica sar accompagnata dalla dichiarazione di
conformit.
5. Termine di garanzia
Il prodotto garantito 6 mesi dalla data di fabbricazione nelle condizioni del
rispetto dello STAS 4225-79.
Dopo la scadenza del termine il prodotto viene analizzato e se i risultati ottenuti
corrispondono alle condizioni tecniche di cui al cap. 2, il prodotto si pu utilizzare.

Allegato 6
ELENCO DEI PEZZI DI RICAMBIO
1. Cuscinetti
Grandezza
63
71
80
90
100
112
132
160
180
200
225
250
280
315S/M
315M/L
355

Cuscinetto la comando
2p=2
2p=4,6,8
6202 2Z
6203 2Z
6304 2Z
6305 2Z
6306 2Z
6307 2Z
6308 2Z
6310 2Z
6311 2Z
6312 2Z
6313 2Z
6313 2Z
6314 2Z
6314
6316
6315
6317
6316
6319
6319
6322

Cuscinetto lato ventola


2p=2
2p=4,6,8
6202 2Z
6203 2Z
6304 2Z
6305 2Z
6306 2Z
6307 2Z
6308 2Z
6310 2Z
6311 2Z
6312 2Z
6313 2Z
6313 2Z
6314
6315
6316
6319
6319
6322

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

2. Isolatori (morsetti di passaggio)

Grandezza
63
71
80
90
100
112
132
160
180
200
225
250
280
315 si 315M/L
355

Marime placa borne

Marime borne
de trecere

Placa borne M4

M4

M5

M6

M8

M10

M12
M16

2. Pressore e kit guarnizioni


3.1. Per entrate di cavo IPE

Tabella 3.1

Grandezza

Grandezza pressacavo

Grandezza kit guarnizioni

63
71
80
90

IPE16

20x11

100
IPE 21
112
132

IPE 29

26x10
26x13
26x16
26x19
35x18

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Grandezza

Grandezza pressacavo

Grandezza kit guarnizioni


35x21
35x24
35x27

160
180
200
IPE 36
225
250
IPE 42
280

45x24
45x27
45x30
45x33
52x30
52x33
52x36
52x39
57x36

315
355

IPE 48

57x39
57x42
57x45

Pressacavo ausiliare

IPE 16

20x11

3.2. Per entrate di cavo metrico


Tabella 3.2.
Grandezza

Grandezza pressacavo

Grandezza kit guarnizioni

63
71
80
90

M25x1.5

23x11

100
M32x1.5
112

132

M32x1.5

30x10
30x13
30x16
30x19
30x16
30x19
30x21

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Grandezza

160-180

200-225-250

Grandezza pressacavo

M40x15

M50x1.5

280
315
355

M63x1.5

Pentru dotari

M20x1.5

Grandezza kit guarnizioni


38x18
38x21
38x24
38x27
48x24
48x27
48x30
48x36
61x30
61x36
61x42
61x45
18x11

Osservazioni:
- Inoltre, su richiesta del cliente si possono offrire come pezzi di ricambio anche
altri riferimenti o sottoinsiemi.
- Per ogni pezzi di ricambio il cliente indicher nellordine il tipo, la potenza e i giri
del motore.
- UMEB-SA raccomanda luso dei pezzi di ricambio originali per il funzionamento
regolare dei motori.
-UMEB-SA assicura service e riparazioni dei motori prodotti, con pezzi di ricambio
nel periodo di garanzia in conformit alle leggi vigenti. Inoltre UMEB-SA esegue,
su richiesta, riparazioni dei motori anche nel periodo post-garanzia.

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

Allegato 7 - Grafico del convertitore di capacit di carico VACON

NOTE

Grandezza 200 - 355


_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
Grandezza 63-180
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355

_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________

Motori asincroni trifase con rotore in corto circuito in costruzione antiesplosiva, antideflagrante tipo
ASA e E2-ASA gr. 63-355