Sei sulla pagina 1di 48

3-BDVMUVSB

&MFOB'FSSBOUF JOEJ[JFQBSBEPTTJ
OFMMBSJDFSDBEFMMJEFOUJU

3-BTUPSJB
*MNJUPEJ.BSJBOOBBTFOPOVEP
MBMJCFSUDIFEJWJEFMB'SBODJB

45&'"/0#"35&;;"()*"1"(*/"

.*$)&-"."3;"/0"--&1"(*/&&

'POEBUPSF&VHFOJP4DBMGBSJ
XXXSFQVCCMJDBJU

"//0   / 

*/ *5"-*"  

.&3$0-&%  "(0450 

$0/ +";; *5"-*"/0 -*7& 3&8*/%   

-"(6&33"%&--&5"44&

"."53*$&4&11&--*4$&*460*.035*i/0/*/$0-1"5&%*0w."55"3&--"&3&/;**/1*&%*53"-"(&/5&

4UBOHBUB6F
BMMB"QQMF
i3FTUJUVJTDB
NJMJBSEJw
-JSBEFHMJ6TBM&VSPQBTJGFSNJ
5JN$PPLQPTUJEJMBWPSPBSJTDIJP
%"-/04530$033*410/%&/5&

'&%&3*$03".1*/*

-

NEW YORK

europeo impone il recupero di 13 miliardi di tasse da Apple, una stangata record contro i privilegi fiscali concessi dallIrlanda al colosso
californiano.
ANTITRUST

"1"(*/"
#0(0&4"/5&--*"--&1"(*/&&
6ONPNFOUPEFJGVOFSBMJJFSJBE"NBUSJDF 3JFUJ

'050*(/"$*0."3*"$0$$*"$0/53"450

-"/"-*4*

i*MLJMMFSMVPNP OPOJMTJTNBw
-BDDVTBEFMWFTDPWPBJGVOFSBMJ -

2VFMUSBUUBUPDIFBMMBSHB
MPDFBOP"UMBOUJDP
'&3%*/"/%0(*6(-*"/0

 7JBBMMJODIJFTUB $PNVOJOFMNJSJOP$BOUPOFTFO[BDFSUJGJDB[JPOFJMBWPSJOFMMBTDVPMB
*-$"4030."

-BTTFTTPSF#FSEJOJi0MJNQJBEJT
TFSFBMJ[[JBNPJOPTUSJQSPHFUUJw

.POUF[FNPMPi4FWJODJBNP
TPOPQSPOUPBGBSNJEBQBSUFw
$*3*"$0 %"-#&3(0&.&/463"5*"1"(*/"

$"35&$04504&&*/$0.1-&5&

7*5503*0;6$$0/*

AMATRICE
ON queste preghiere nel fango, con queste parole

di pioggia che sgocciolavano su ventotto bare, finisce il conforto del rumore e piomba su Amatrice
la paura del silenzio. Nella spossante similitudine di tutte queste catastrofi, nel rito sempre identico in tutto il
mondo del dolore pubblico che simpadronisce del dolore privato nellillusione di lenirlo e di sentirsi meno in
colpa, Amatrice stata per una sera il paese dei morti
che hanno dovuto confortare i vivi.
"1"(*/"#0$$* #6;;"/$" %"3(&/*0 %&-10350 -0/(0
.*-&--" 4"//*/0 50/"$$*&;6/*/0%"1"(*/""1"(*/"

*41*3"503&%&*-61*40-*5"3*

2VFJDFOUPNJMJPOJTQFTJ
QFSMFNBQQFJOVUJMJ
"/50/*0'3"4$)*--"

groviglio infinito di competenze,


enti, esperti che si occupano tutti
della stessa cosa: mappare lItalia
sul rischio sismico.
N

"1"(*/"

OCEANO Atlantico si allargato. Gi a


corto di idee su come rilanciare la crescita, alcuni ministri europei sembrano ora pronti a bloccare le negoziazioni sul
trattato di libero scambio con gli Usa, una
delle poche iniziative sensate di sviluppo che
lUe sia riuscita ad avviare in tempi recenti.

4&(6&"1"(*/"

-*/5&37*45"

#PDDJB $POGJOEVTUSJB

i#BTUBTPMEJBQJPHHJB
BMMFJNQSFTFBEFTTP
TFSWPOPUSFNJMJBSEJw
."/"$03%"&."/*""1"(*/"

%"%*$&.#3&."/$"/0*.*/*453*

*T VDDJTPBE"MFQQP 4QBHOBTFO[BHPWFSOP
JMQPSUBWPDF"M"EOBOJ FJOUBOUPWPMBJM1JM
%"-/04530*/7*"50

%"-/04530*/7*"50

(*".1"0-0$"%"-"/6

&5503&-*7*/*

(
4

MADRID
OOGLE, Tesla e Co. possono mettersi

ce dellIs ucciso, gli Usa avevano messo


una taglia di cinque milioni di dollari.

il cuore in pace. Lera dellauto senza


conducente nasce gi vecchia. LEuropa ha brevettato un prodotto ancora pi
rivoluzionario: i paesi senza guidatore. In
grado di vivere felici e prosperare facendo
a meno del governo e viaggiando con il pilota automatico. La prima cavia stato il Belgio. Uscito in forma smagliante dai 541
giorni orfani di premier dopo le elezioni del
2010. Ora tocca alla Spagna.

"--&1"(*/&&

"1"(*/"$0/6/"35*$0-0%*011&4

LONDRA
U Abu Muhammad al Adnani, il portavo-

4&%&  30." 7*" $3*450'030 $0-0.#0   5&-  '"9  41&% "## 1045 "35  -&((&  %&-  '&##3"*0   30." $0/$&44*0/"3*" %* 16##-*$*5 " ."/;0/*  $ .*-"/0  7*" /&37&4"   5&-  13&;;* %* 7&/%*5" "6453*" #&-(*0 '3"/$*"
(&3."/*" -644&.#63(0 .0/"$0 1 0-"/%" 10350("--0 4-07&/*" 41"(/"   ."-5"   (3&$*"   $30";*" ,/  3&(/0 6/*50 -45   3&16##-*$" $&$" $;,  4-07"$$)*" 4,,    47*;;&3" '3   6/()&3*" '5 

5&33&.050*/$&/530*5"-*"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

*MEPMPSF

/0/7*"##"/%0/&3&.0

/POWJMBTDFSFNPTPMJ "NBUSJDFCFMMJTTJNB
%JDPQFSDIUPSOFSDPNFFSBQSJNB
4FSHJP.BUUBSFMMB QSFTJEFOUFEFMMB3FQVCCMJDB

7FOUPUUPCBSF
FNJHMJBJB
EJQFSTPOF
BJGVOFSBMJ
TPUUPJMUFOEPOF
.BUUBSFMMBF
3FO[JJOQJFEJUSB
MBHFOUFQFSUVUUB
MBDFSJNPOJB

3*$04536*3&.0*-1"&4&1&;;01&31&;;0

*TPMEJDJTPOP3JDPTUSVJSFNPRVFTUPQBFTF
1F[[PQFSQF[[P NBMPSJDPTUSVJSFNP
.BUUFP3FO[J QSFTJEFOUFEFM$POTJHMJP

i6DDJTJ
EBMMVPNPu

"NBUSJDF BEEJPBJNPSUJUSBMFNBDFSJF
JMHSJEPEFMWFTDPWPOPOJODPMQBUF%JP
7*5503*0;6$$0/*
AMATRICE. Con queste preghiere nel fango, con queste
parole di pioggia che sgocciolavano su ventotto bare, finisce il conforto del rumore e piomba su Amatrice la
paura del silenzio. Nella spossante similitudine di tutte queste catastrofi, nel rito sempre identico in tutto il
mondo del dolore pubblico che simpadronisce del dolore privato nellillusione di lenirlo e di sentirsi meno in
colpa, Amatrice stata per una sera il paese dei morti
che hanno dovuto confortare i vivi. Senza un grido, senza scene di strazio, in una compostezza che smentisce i
luoghi comuni dellitalianit melodrammatica.
Per ciascuna di quelle poche casse strette sotto il tendone eretto in fretta dalla Protezione Civile in allarme
per il temporale, davanti alle rovine dellistituto di don
Minozzi come altar maggiore alle spalle dei celebranti,
si erano raccolti pi di cinquemila magnifici soccorritori, mai tanti vivi per cos poche salme. Altissimi Granatieri di Sardegna per portare a spalla le due piccole bare bianche dei bambini, boy scout, cinquecento giornalisti e video operatori anche stranieri, cinquanta religiosi in paramenti viola due per ogni defunto per
la celebrazione del rito funebre celebrato dal vescovo
di Rieti, monsignor Pompili, formavano unarmada di
vivi ciascuno nelle uniformi del proprio ruolo.
Tutti noi siamo convenuti qui, come le autorit, le

grisaglie, i completi blu piovuti dagli elicotteri, Mattarella, Renzi, Grasso, Boldrini ma non Di Maio e la sindaca di Roma Raggi arrivati diversamente in automobile, in un paese che non c pi per farci perdonare da
chi non pu pi farlo. E che di mattina, in lunghe file
per la Strada Regionale 577, la sola piccola strada contorta che ancora colleghi Amatrice con il resto del mondo, hanno cominciato la processione alla rovescia. Linvasione della commozione e della solidariet sempre a
rischio di diventare la ritirata della dimenticanza. Se
limmensa mobilitazione di sentimenti, di mezzi, di
promesse e di uomini che si sono arrampicati fino a
questo paese del Centro Italia celebre fino a ieri per il
piacere di un sugo della pasta ed esploso nella tragedia
dalle 3 e 36 di mercoled sulle pagine e sui teleschermi
di tutto il mondo si traducesse in opere, Amatrice potrebbe essere ricostruita comera, e ben pi solida, alle
3 e 35 di quella notte, in poche settimane. E se lo Stato,
il governo, il potere politico ed economico, lo volessero,
potrebbe essere un perfetto laboratorio di come si pu
resuscitare una piccola comunit devastata.
obbligatorio sperare, ma non necessariamente
credere, perch la Fede era riservata a chi, seduto nelle file di sedie per i parenti dei morti interpuntate fra le
poche casse di mogano raccolte fra le quasi 300 nelle
Marche e nel Lazio per il funerale di Stato, ascoltava la
meravigliosa promessa di resurrezione del rito cattoli-

co, non a chi di noi ha visto troppe omelie vuote di governanti sulle rovine di New Orleans, di Citt del Messico, di Fukushima, di Baton Rouge, dellAquila per non
essere scettico fino a prova contraria. sicuramente
sincero il Matteo Renzi che al suo arrivo abbraccia una
signora giurandole ancora una volta che non vi lasceremo soli, perch su questa promessa si fonda la sua
dignit, prima che il suo futuro politico. Era commossa
davvero Virginia Raggi, che piangeva dopo avere ascoltato una ragazza gridarle: Forza Virginia, crediamo in
te, Amatrice vicina a Roma. Ma la sincerit di un
giorno non sempre la realizzazione concreta del giorno dopo. Per ora, per questa serata gonfia di pioggia
che non risparmiava neppure i sacerdoti che portavano il calice delle ostie consacrate preceduti da scout
con bandierine bianche senza trovare nessuno che si
comunicasse nel recinto dei giornalisti, ci si deve accontentare. Ci si consola con la tenerezza dei parenti dei
bambini uccisi, la cura affettuosa con la quale stata
posata la bara di Ivan Veralu, il bambino romeno di tre
anni, lattenta festosit dei cagnolini ritrovati vivi come Sky, tornati nelle loro famiglie, con quei brandelli
di vita che rendono sopportabili i funerali.
In una comunit sbriciolata in immagini di sciagura
che mi assalgono da ogni angolo, la compostezza della
cerimonia stata una rappresentazione di ordine,
unillusione di normalit, anche per chi non ha il privi-

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

1&34"1&3/&%*1*
XXXDPNVOFBNBUSJDFSJFUJJU
XXXDPNVOFBDDVNPMJSJJU

/0"--&26&3&--&10-*5*$)&

-BSJDPTUSV[JPOFOPOEFWFEJWFOUBSFVOB
RVFSFMMFQPMJUJDBPVOBGPSNBEJTDJBDBMMBHHJP
%PNFOJDP1PNQJMJ WFTDPWPEJ3JFUJ

70(-*".03&45"3&26*

2VFTUBHFOUFNPSUBQFSDIBNBWB
RVFTUBUFSSBFOPJWPHMJBNPSFTUBSFRVJ
4FSHJP1JSP[[J TJOEBDPEJ"NBUSJDF
*-1"330$0%0/'"#*0

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

'05045&'"/0%"-10;;0-0$0/53"450

*1"--0/$*/*#*"/$)*
/FMMBGPUPHSBOEF 
QBMMPODJOJCJBODIJ
MJCFSBUJJOBSJB
QFSTBMVUBSF
MFWJUUJNF
EFMTJTNB*GVOFSBMJ
EJ4UBUPTPOPTUBUJ
DFMFCSBUJ
BE"NBUSJDFBQPDIJ
NFUSJEJEJTUBO[B
EBMMFNBDFSJF
"EFTUSB JMEPMPSF
FHMJBCCSBDDJ
EFJQBSFOUJ 
JMQSFNJFS.BUUFP
3FO[J
TBMVUBJNJMJUBSJ
JNQFHOBUJ
OFJTPDDPSTJ
FJMQSFTJEFOUF
4FSHJP.BUUBSFMMB
DPOGPSUB
VOBEPOOBDPMQJUB
EBMMVUUP

'05045&'"/0%"-10;;0-0$0/53"450

legio di credere alla certezza della vita eterna con la


quale il vescovo ha chiuso la messa, dopo linvito ad andare in pace. La normalit solo una promessa, per
ora, ripetuta in abbracci dopo abbracci da Mattarella e
da Renzi, che ha apprezzabilmente rifiutato di parlare
ai giornalisti, lontana da una realt incerta nella quale
lunico impresario di pompe funebri ha ancora cinque
bare con le salme nel proprio garage, il Ciaralli, in attesa dei funerali privati che il parroco don Savino celebrer questa mattina, per famiglie che non hanno voluto
unirsi alla funzione pubblica. lontanissima dallesperienza di coloro che hanno dovuto andare allobitorio
improvvisato, opprimente e refrigerato soltanto da
pinguini portatili impotenti di fronte allincalzare
delle ore, a riconoscere i propri cari a volte soltanto attraverso tatuaggi, assistiti dai volontari degli psicologi per i popoli, disumani nella loro missione umana.
Niente mai nuovo, in queste pagine di tragedia
che la storia umana scrive, promettendo a se stessa di
non scriverne mai pi, sapendo che si ripeteranno, perch non Dio (che non pu essere utilizzato come un capro espiatorio), ma luomo che uccide, anzi le sue
opere, come ha detto il vescovo. Niente inedito,
nellalbum delle catastrofi che lasciano ovunque lo
stesso sentimento contraddittorio di inevitabilit e di
colpa, dove la doverosa ricerca tecnica e giudiziaria delle responsabilit, se esistono, risponde almeno alla domanda che si legge sempre negli occhi dei superstiti:
perch? Sapere che quel bambino romeno, quella famiglia del fornaio del paese sono stati uccisi dalla disonest, dalla incompetenza, dalla incuria di qualcuno non
restituisce i morti, ma toglie il sospetto di uninspiegabile e mirata crudelt divina.
Naturalmente aveva smesso di piovere e di tuonare alle 7
di sera, quando la cerimonia finita, nella propria encomiabile stringatezza e il cielo di Amatrice si riempito del
pulsare delle pale degli elicotteri, segnale di unapocalisse
finita. Soltanto un paio di palloncini bianchi erano rimasti
contro le volte del tendone, sfuggite alle mani di bambini
che piangevano, giustamente pi addolorati dal palloncino volato via che dal mistero a loro incomprensibile della
morte. Nel campo della Protezione civile, il campo dei vivi
organizzato accanto al tendone dei morti, tornavano a mescere caff e a distribuire insalate di tonno e fagioli, instancabili, nel prato zuppo di temporale. Il Cristo volante, un
crocefisso di legno preso dalla chiesa di un paese vicino, Bugnaco, sistemato sopra laltare, senza croce e appeso per le
mani alle funi quasi un Cristo ginnasta agli anelli, poteva riposare e tornare a terra, verso il suo altare. Al Cimitero ho
visto scavare le fosse, fino a sera nella terra fangosa, per accogliere i protagonisti delladdio, che i soldati portavano
via dal tendone ormai vuoto, presagio della loro definitiva
solitudine, mentre i vivi tornavano in quello che resta del
loro paese. Sognando tutti, noi che possiamo ancora farlo,
noi che ne abbiamo viste gi troppe, che anche questa di
Amatrice non sia stata soltanto unaltra inutile strage.

'050'3"/$&4$0"..&/%0-"26*3*/"-&"/4"

'0503&65&34

'050"-&44"/%304&33"/0

i)PGBUUPMFWBSF
RVFMMFDPSPOF
TFNCSBWBOP
EFHMJTQPOTPSw
%"-/04530*/7*"50
$033"%0;6/*/0
AMATRICE. Un prete giovane e alto, la bar-

ba curata, si volta dallaltare che la messa deve ancora iniziare e ai militari


dellEsercito, ai corazzieri dei carabinieri
che stanno sistemando sotto la chiesa-tendone le corone di fiori istituzionali, dice:
Queste le portate via, la cerimonia non
ha bisogno di sponsorizzazione. Un accenno di applauso, pochi hanno sentito.
Le corone tornano indietro, subito. Lontane dallaltare, fuori dalla chiesa. Sono
quattro. Del presidente del Consiglio, del
presidente del Senato, della sindaca di Roma e del presidente della Regione Lazio.
Vengono appoggiate di lato, lontano dalle inquadrature tv. Il giovane prete Don
Fabio Gammarota, da otto anni parroco
di Posta e Cittareale, comuni del Reatino
a venti minuti dal sisma. Per una stagione
stato sacerdote anche ad Amatrice. E luned scorso stato un protagonista
dellopposizione (vincente) ai funerali da
celebrare allaeroporto di Rieti.
Don Fabio, perch ha rimandato indietro le corone dei politici?
Toglievano la vista della messa a chi
stava dietro, cerano diversi familiari. E
quei fiori non potevano stare in uno spazio liturgico.
Come, non potevano stare? Ogni funerale, in ogni chiesa, ha corone di fiori.
Dalla mia parrocchia li ho banditi. Solo lo stretto necessario, se proprio i familiari vogliono.
Perch, Don Fabio?
Il giorno dopo il
fiore gi morto,
invece i problemi
restano. In un funerale come questo il
profluvio di corone
costa migliaia di euro. Una sola va dagli ottanta ai quat*/53*/$&"
trocento, soldi but%PO'BCJP
tati. Perch chi ha
(BNNBSPUB 
firmato quegli adQBSSPDPEJ1PTUB
dobbi floreali non
F$JUUBSFBMF
ha fatto un assegno di pari valore?.
Ecco, veniamo al
punto: quelle erano le corone delle istituzioni italiane e romane. Non che ce
lha con loro?
Diciamo, intanto, che se uno vuole fare un omaggio, abbellire una chiesa, non
deve poi firmare quellomaggio, mettere
il cartello.
E poi?
Mi piace lidea che chi viene da fuori e
assiste a un dolore di questa portata si accomodi nella sedie in fondo e aspetti che il
protagonista di quel dolore gli dica: Amico, vieni a sederti con noi, davanti.
Vede che riecheggia la polemica contro lo Stato centrale. La si sente spesso
nelle parole del sindaco di Amatrice.
C rabbia pregressa, indubbio. Nessuna critica ai soccorsi e alle prime azioni
del governo, ma va ricordato che la provincia di Rieti frutto di uno spezzatino.
Un po tolta da Roma, un po da Ascoli, un
po dallAquila. Il risultato che per arrivare qui non c neppure una ferrovia. Roma ha inghiottito la nostra giovent. Lunica risposta a questa ingordigia sul territorio. Oggi dobbiamo lasciare a terra
ogni piccola faida di paese e creare una comunit unica, Amatrice, Accumoli, Posta, Cittareale. Una tragedia come questa
pu essere superata solo qui e insieme.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

5&33&.050*/$&/530*5"-*"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-JODIJFTUB
%B"NBUSJDFBE"DDVNPMJMJOEBHJOFQVOUBTVMMF
SFTQPOTBCJMJUEFMMF(JVOUF1SJNJDJUUBEJOJQSFTUPEBJQN
7FSJGJDIFTVMMBDBTBTPUUPJMDBNQBOJMFFM)PUFM3PNB

$PNVOJTPUUPBDDVTB
i0NJTTJPOJFBCVTJw
MBQSPDVSBTFRVFTUSB
HMJFEJGJDJDSPMMBUJ
-FWJUUJNFBDDFSUBUF
GJOPSBEBMMB1SPUF[JPOF
DJWJMFTPMPUSB
"NBUSJDFF"DDVNPMJ



6OBEFDJOBBODPSB
MFQFSTPOFEJTQFSTF
OFMMF[POFDPMQJUF
MBOPUUFEFMBHPTUP



(MJTGPMMBUJBTTJTUJUJOFJ
DBNQJFOFMMFTUSVUUVSF
BMMFTUJUFOFM-B[JP OFMMF
.BSDIFFJO6NCSJB

%"*/0453**/7*"5*
%"3*0%&-10350
$0/$)*5"4"//*/0
RIETI. Linchiesta ora entra direttamente nei

Comuni. Le indagini sul terremoto che ha devastato lItalia centrale bussa delle amministrazioni di Amatrice e Accumoli. Per aprire
cassetti, chiedere carte e trovare risposte
agli interrogativi pi inquietanti che emergono dalle storie di quelle 292 vittime. Gli investigatori delegati dalla Procura di Rieti acquisiscono atti negli uffici tecnici dei due paesi
devastati dal lutto. La documentazione su appalti e lavori di ristrutturazione viene chiesta
anche al Genio civile. Nello stesso giorno,
scattano i primi sequestri, a cominciare dalla
scuola Capranica di Amatrice. Sotto la lente finiranno innanzitutto i crolli che hanno provocato vittime: dal caso dellhotel Roma collassato alla tragedia del campanile crollato su
unabitazione di propriet comunale. E poi, le
ristrutturazioni pubbliche, quelle private, fino ai collaudi. Presto sfileranno in Procura imprenditori, professionisti e soprattutto sindaci. Le verifiche sono condotte anche dal cielo,
con la mappatura fotografica delle aree. Lobiettivo, ripetono i magistrati, scoprire se
dietro il disastro si nascondano, oltre alla potenza della scossa, anche negligenze, omissioni, abusi. Si indaga contro ignoti, per ora.
Le ipotesi restano quelle di crollo colposo e
omicidio colposo.

4*(*--*"*1"-";;*16##-*$*
Gli agenti del Corpo forestale e i carabinieri hanno sequestrato ieri mattina ci che resta della scuola Romolo Capranica di Amatrice, uno degli edifici al centro dellinchiesta.
Sotto sequestro finisce anche il cosiddetto
Centro di formazione professionale, annesso
allistituto alberghiero, del paese devastato
dalla potentissima scossa del 24 agosto. Ma
solo linizio: sono numerosi, impossibili da
quantificare con precisione, allo stato tutti i
palazzi che saranno isolati e messi a disposizione esclusiva degli investigatori. Nelle prossime ore, appena sar certo che sotto le macerie non vi sono pi cadaveri da tirar fuori, il sequestro toccher anche allhotel Roma. Quindi le forze dellordine passeranno agli altri immobili collassati dopo il terremoto. E invieranno le loro relazioni al procuratore Giuseppe
Saieva, titolare delle indagini con il pm Cristina Cambi, Raffaella Gammarota, Lorenzo
Francia e Rocco Maruotti. Non escluso che
dalle prime verifiche possano arrivare i primi
nomi da iscrivere nel registro degli indagati.

-"4$60-"&*-"703*"/5*4*4.*$*
Uno dei nodi che linchiesta dovr sciogliere riguarda i lavori effettuati presso la scuola
Capranica. Oggi sar in Procura Gianfranco
Truffarelli, limprenditore che con la sua
azienda Edil Qualit ha realizzato nel 2012,
per conto del consorzio stabile Valori, gli interventi di miglioramento antisismico nellistituto. Assieme al suo legale, lavvocato Massimo Biffa, Truffarelli consegner ai magistrati una memoria con la documentazione
di quellappalto. Intervistato nei giorni scorsi
da 3FQVCCMJDB, Truffarelli ha sottolineato:
Per il miglioramento antisismico della scuola sono stati spesi circa 160 mila euro. Miglio-

'050'&%&3*$0130*&55*$-64:/$



i40/5604"01&3"w
*MDBSUFMMPFTQPTUPOFMMB
TDVPMBEJ"NBUSJDFDIF
QVCCMJDJ[[BJMMBWPSJ
EJBEFHVBNFOUP
TJTNJDP MBiTPOUVPTB
PQFSBwFTFHVJUBOFM

ramento, attenzione, non adeguamento, ha


sottolineato Truffarelli. La scuola, inaugurata il 13 settembre 2012, era stata interessata
anche da altri lavori che avevano riguardano
la riqualificazione della struttura: riscaldamento, antincendio, pavimentazione.

*-."/*'&450i536''"w
Anche la delibera della giunta comunale

parla di miglioramento sismico. Eppure un


manifesto pubblico affisso dallamministrazione comunale di Amatrice descrive con enfasi i lavori del 2012, definendoli come una
massiccia opera di ristrutturazione dellintero edificio, con tanto di adeguamento della
vulnerabilit sismica. Una frase, questultima, che sembra essere nettamente smentita
dagli atti ufficiali su cui stanno per mettere le

*-$"40-6-5*.0.0/*503"((*046**/5&37&/5*'*/"/;*"5*/&--";0/"%*3*&5*

-PTDBOEBMPEFJGPOEJTUBO[JBUJOFM
i"VOPQFSBTVUSFNBODBJMDPMMBVEPw
%"-/04530*/7*"50
'"#*050/"$$*

tre, molti collaudi non sono stati eseguiti. Non un dettaglio, questo. Il collaudo statico della struttura fondamentale, lultima verifica prima di riconsegnare una casa, un paRIETI. Sono passati diciannove anni dal terremoto dellUmlazzo, una chiesa ai suoi frequentatori. In quella di SantAnbria, e su un terzo delle opere realizzate con i fondi per la rico- gelo nessuno lo ha fatto, probabilmente per la fretta di vestruzione non ancora stato fatto il collaudo finale. Lo dimo- derne riaprire i battenti. Stando al report, mancherebbe anstra lultimo monitoraggio realizzato dai funzionari dellUffi- che per lintervento di consolidamento (100.000 euro) sul
cio Sisma, la struttura creata dopo il 1997 (e riassorbita alcu- complesso parrocchiale di Roccapassa ad Amatrice, dove al
ni anni fa allinterno della provincia, archivio compreso) per momento del sisma risultava essere ancora in fase di lavori
la gestione dei soldi e degli interventi sugli immobili segna- in corso. Spostandoci un po dalla zona colpita la notte del
lati allora dal Genio Civile. un report cor24 agosto, si trova il cimitero monumentaposo e aggiornato, che sta per finire nel fale di Orvinio in attesa di collaudo. Ci sono
scicolo per disastro e omicidio colposo del- "ODIFMBDIJFTB
decine di casi ancora, sia tra gli appalti che
la procura di Rieti. Anche perch si scopre EJ"NBUSJDFUSBHMJTUBCJMJ
hanno gestito direttamente gli enti pubbliche la chiesa di SantAngelo ad Amatrice,
ci (Comuni, Commissario, Soprintendenristrutturata con un finanziamento di DIFOPOIBOOPBWVUP
za), sia tra i 41 lavori che si sono presi in ca260.000 euro, non mai stata collaudata. JMWJBMJCFSBGJOBMF
rico le curie di Rieti e Poggio Mirteto. Una
Nessun ingegnere stato sul posto a fare
situazione oggettivamente anomala.
la verifica di stabilit, atto finale del proceAltra anomalia: gli improvvisi definandimento di costruzione. Eppure il 13 agoziamenti. I fondi post sisma 1997 che arrivarono ad Accumusto di questanno il vescovo in persona Monsignor Pompili li e ad Amatrice, circa 2 milioni di euro, sarebbero dovuti serha deciso di riaprirla ai fedeli, inaugurandola con una mes- vire per aggiustare e mettere in sicurezza 21 immobili dansa. Undici giorni dopo, venuta gi come il burro.
neggiati gravemente dal terremoto. Uno di questi era la
Scorrendo la lista dei duecento interventi di ristruttura- splendida chiesa del Purgatorio, nel centro di Amatrice. Ma
zione e miglioramento sismico che hanno riguardato il terri- lintervento stato definanziato. I 50.000 euro per la chiesa
torio provinciale (per un totale di 79 milioni di euro) si sco- di Maria Santissima dei Monti? Definanziati. I 13.000 euro
prono due fatti, altrettanto gravi, su cui il pool di magistrati per la chiesa di San Lorenzo? Definanziati. Qualcuno deve
di Rieti indagher: ancora oggi il 10 per cento dei lavori pre- spiegare.
visti non terminato o non stato fatto; ancora oggi, inol3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

1&34"1&3/&%*1*
XXXQSPUF[JPOFDJWJMFHPWJU
XXXBOUJDPSSV[JPOFJU

'050"'1

*MSBQQPSUP-BQSJNBSFMB[JPOFEFMMB(VBSEJB
EJ'JOBO[BBMM"OBDEJ$BOUPOFTVMMJTUJUVUP
DSPMMBUPi&DDPUVUUFMFJSSFHPMBSJUEFMMBHBSBw

i-BEJUUBEFMMBTDVPMB
FSBTFO[BDFSUJGJDBUP
FJMTJOEBDPOPODIJFTF
MBWPSJBOUJUFSSFNPUPw
mani i pm. Potrebbe essersi trattato di un errore, magari dettato dalla non approfondita
conoscenza delle normative, comunque grave per unamministrazione? Oppure di una
scelta ispirata dalle logiche della propaganda
politica? Fatto sta che, fino ad oggi, nessun
adeguamento sismico ha interessato la Capranica. Toccher al sindaco o ai suoi dirigenti dare spiegazioni plausibili.

*-$".1"/*-&46--"$"4"$0.6/"-&
Un altro dei tragici simboli della tragedia
il campanile del complesso parrocchiale San
Pietro e Lorenzo di Accumoli, crollato sullappartamento dove viveva la famiglia Tuccio,
padre, madre e due figli, uno dei quali di pochi mesi: nessuno riuscito a salvarsi. Limmobile dove i Tuccio abitavano era di propriet del Comune, che lo aveva concesso in locazione alla giovane coppia. Tanto la chiesa
quanto la casa erano stati interessati da lavori finanziati con i fondi del post terremoto del
1997. Non il campanile, per, per il quale, secondo quanto riferito a 3FQVCCMJDB dal geometra Mario Buzzi, che ha seguito molte pratiche per conto della curia, non era stato disposto alcun finanziamento specifico.

-)05&-30."
Otto morti accertati e faticosamente
estratti dalle rovine. Ma altri cadaveri, come
confermano ai vertici del comando provinciale dei pompieri, potrebbero nascondersi sotto quei solai collassati: ma se non interveniamo con alcune demolizioni, non possiamo
ispezionare lultima area delle camere rimaste sotto le macerie. La storia del devastante crollo dellhotel Roma storico albergo di
Amatrice, meta di politici e personalit di
spicco, dai Ciampi a papa Wojtyla una di
quelle pi inquietanti da ricostruire. Basta
partire dalle scene che si sono presentate agli
occhi dei vigili. Ledificio letteralmente imploso, dalle strutture murarie fuoriescono pilastri che sono come schizzati fuori, la prima valutazione tecnica dei vigili del fuoco.
Possibile che lhotel non fosse stato adeguato
alla normativa antisismica dopo il sisma aquilano del 2009?
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-&."$&3*&
-BTDVPMB3PNPMP
$BQSBOJDBEJ
"NBUSJDFDSPMMBUB
QBS[JBMNFOUFOFM
TJTNB*FSJMFNBDFSJF
TPOPTUBUFQPTUF
TPUUPTFRVFTUSP
EBMMBNBHJTUSBUVSB
"EFTUSB MFSPWJOF
EFMM)PUFM3PNB 
EPWFPUUPDBEBWFSJ
TPOPHJTUBUJFTUSBUUJ

-*"/".*-&--"
ROMA. Raffaele Cantone mette
sotto inchiesta gli appalti della
scuola Romolo Capranica di
Amatrice, quella crollata in due
tempi, prima la parte centrale e
poi in resto, per il terremoto.
Sul tavolo del presidente
dellAutorit Anticorruzione,
lAnac, c un primo rapporto
della Guardia di Finanza, otto
pagine che rappresentano solo
linizio di uninchiesta che gi si
preannuncia lunga e complessa, anche perch le carte degli
appalti sono ancora seppellite
sotto le macerie. Ma gi adesso,
dalla prima ricostruzione della
Gdf, il prezioso braccio operativo di Cantone per Expo, Mose e
Giubileo, emergono le prime
anomalie. Unimpresa, la Edil
Qualit, nel 2012 effettu i lavori, ma senza essere perfettamente in regola con il Soa, il certificato di validit quinquennale che garantisce leffettiva qualit professionale della ditta.
Ma non c solo questo nel primo dossier della Finanza: emergerebbe anche un particolare
importante relativo ai lavori di
adeguamento sismico. Nel corso dellappalto partito nel 2012
diviso in due differenti tranche rispettivamente di 511 e
160mila euro quei lavori non
sarebbero stati effettuati non
per colpa dellimpresa di Gianfranco Truffarelli, il titolare della ditta, ma perch il Comune di
Amatrice non li aveva espressamente richiesti.
Ma andiamo per ordine. Gi
nellintervista a 3FQVCCMJDB di
sabato 27 agosto, lex pm anticamorra Cantone aveva parlato
della scuola di Amatrice: Su
quellappalto bisogna fare luce

e accendere subito un faro. Il


presidente dellAutorit si
mosso in due direzioni. La prima: contatti immediati con il
procuratore della Repubblica di
Rieti Roberto Saieva, che anche
sullappalto della scuola Capranica ha aperto uninchiesta ipotizzando il reato di disastro colposo, proprio perch ledificio
caduto alle prime scosse nonostante i lavori di consolidamento, e non sarebbe caduto se, anzich in Italia, lo stesso palazzo
si fosse trovato in Giappone,
quindi costruito rispettando le
norme antisismiche.

Il secondo passo di Cantone


stato quello di chiedere subito
una ricostruzione dei fatti al nucleo della Guardia di Finanza
che stabilmente lavora allAnac
e di cui pi volte Cantone ha vantato il lavoro. Ovviamente gli accertamenti dellAnac non sono
una fotocopia di quelli della magistratura. La Finanza ha cominciato a compiere un primo accertamento in via preliminare per
capire se lappalto della scuola
stato affidato in modo regolare,
rispettando le regole anticorruzione. Il 13 settembre 2012 un
primo appalto da 511mila euro

i-JNQSFTBFSBTQSPWWJTUB
EFJSFRVJTJUJUFDOJDJ
QFSQPUFSGBSFJMBWPSJ
EJSJTUSVUUVSB[JPOFw

*-."(*453"50
3BGGBFMF$BOUPOF 
BOOJ QSFTJEFOUF
EFMM"VUPSJU
OB[JPOBMF
BOUJDPSSV[JPOF

-"4$)&%"

4PB MBQBUFOUFEFHMJBQQBMUJ
Lattestazione Soa la certificazione obbligatoria per poter
partecipare a gare per lesecuzione di appalti pubblici. Si tratta di
un documento necessario, in sede di gara, a comprovare la
capacit dellimpresa di eseguire, direttamente o in subappalto,
opere con importi superiori a 150mila euro. Ha validit
quinquennale. Per ottenerla bisogna rispettare requisiti generali
(come, ad esempio, regolarit ai fini della normativa antimafia),
economici e tecnici. Vari gli organismi abilitati al rilascio.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

fu affidato al Consorzio Stabile


Valori di Roma. Fondi del ministero dellIstruzione, veicolati
attraverso Regione e Provincia.
Quelle carte, come scrive adesso la Gdf, dovranno essere verificate una per una, ma prima dovranno essere trovate.
I primi dati anomali per gi
emergono. E la Gdf li elenca. A
fare materialmente i lavori fu
Edil Qualit di Truffarelli, che
aveva problemi con il Soa, una
certificazione che alle prime verifiche gi non risultata in regola. Toccher alla Finanza ora
incrociare questi dati con quelli
dellinchiesta di Roma, sempre
della Gdf, sullillecito rilascio di
queste autorizzazioni.
Ma anche sui lavori antisismici che il rapporto delle Fiamme gialle a Cantone comincia a
far luce sulle prime, possibili responsabilit. Dopo il primo appalto da 511mila euro per una
prima riqualificazione della
scuola (Riscaldamento, impianto antincendio, pavimentazione, servizi come ha detto lo
stesso imprenditore Truffarelli
a 3FQVCCMJDBJU), ce n stato un
secondo di importo minore,
160mila euro. Secondo la Gdf
questo appalto non ha provveduto alladeguamento antisismico, non per responsabilit
dellimpresa, ma del Comune,
che non aveva espressamente
chiesto quel tipo di lavori. Truffarelli stesso ha specificato: Attenzione, lappalto era per il miglioramento antisismico, non
per ladeguamento, e tra le due
opere c una differenza abissale. Toccher adesso a Cantone
e alla procura di Rieti capire, tra
Comune e impresa, su chi ricade la responsabilit.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

5&33&.050*/$&/530*5"-*"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-BTUPSJB

1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJU
XXXQSPUF[JPOFDJWJMFHPWJU

1PDIJDMJFOUJ
FBODPSBUBOUB
QBVSBi.BQFS
DIJSFTUBTJBNP
MVOJDPQVOUP
EJSJGFSJNFOUPw

-"4'*%"%*$"30-*/" 4&55*.*"&7*/$&/;0
"TJOJTUSB$BSPMJOB MBUJUPMBSFEJVOQJDDPMPCBSUBCBDDIJEJ
$PMMF VODFOUJOBJPEJBCJUBOUJ*OBMUP4FUUJNJBOFMTVPMPDBMF
EJ4QFMPOHB4PUUP7JODFO[PTFSWFVODBGGBUSFBNJDJEJ
(SJTDJBOP WJDJOPBMDPNVOFEJ"DDVNPMJ FQJDFOUSPEFMTJTNB

%"-/04530*/7*"50
.*$)&-&#0$$*
ARQUATA DEL TRONTO.

Se vuole qualcosa da bere dica a me,


sono io la titolare. Nel piazzale
di fronte al circolo di Spelonga
c un tendone con sotto tavoli
e sedie accatastate. Settimia
seduta con il suo cane al guinzaglio. S, s, siamo aperti ma ho
paura di fermarmi a lungo dentro. Se non ho clienti sto qui. Visto che non passa quasi nessuno, la barista finisce per trascorrere fuori quasi tutta la mattinata. Ma almeno c. Con il marito ha deciso di riaprire il locale un paio di giorni fa, anche se
in paese, una frazione di Arquata, adesso non abita quasi nessuno. Sono tutti nelle tende
montate allingresso del borgo.
Qui sono andate gi pochissime case ma le crepe e il timore
di altre scosse tengono gli abitanti lontano, soprattutto di
notte.
Settimia una di quelli che
hanno deciso di ricominciare subito, anche per dare un segnale. In paesi disastrati, feriti o addirittura sconvolti dal sisma i
bar che riaprono lentamente
stanno diventando le avanguardie della normalit. Torni con
un groppo in gola nel tuo borgo
desolato, vedi la distruzione e i
segni della fuga, ma almeno il
bar c. E ti puoi fermare a fare
due chiacchiere, a prendere un
aperitivo e condividere paure e
speranze con i tuoi paesani. In
tanti ci ringraziano per essere
di nuovo qui, dice la donna,
che ora entrata per versare
un paio di bicchieri di bianco a
due concittadini. Si parla di stabilit delle case e di sciacalli.
Tutti sono sicuri che ci siano,
nessuno li ha visti per certo ma
tanti sono pronti a giurare che
vadano in giro vestiti da frati o
da vigili. Anche la mia famiglia terremotata, io mio marito e mia figlia abbiamo la casa
inagibile spiega Settimia
Dormiamo in camper, la sera ci

5SBMFNBDFSJFSJBQSPOPJQSJNJCBS
i2VJOFTTVOPWVPMFBSSFOEFSTJw
spostiamo al mare. Ma sappiamo che essere presenti durante
il giorno vuol dire molto per gli
altri. Dal campo arriva una
macchina con delle provviste.
Ho promesso di preparare qui
da mangiare per il pranzo di oggi. Laltra notte eravamo in questo piazzale quando arrivata
la scossa. Cerano un sacco di ragazzi di tutti i paesi arrivati per

la Festa bella, la pi importante manifestazione del nostro


paese. Alcuni di loro hanno perso dei familiari. E tra chi rientrato a casa prima purtroppo
qualcuno rimasto ucciso.
Colle un paese ancora pi
piccolo di Spelonga, poche case
sotto le montagne per un centinaio di abitanti che badano agli
animali e fanno legna. In terra

ci sono calcinacci, in giro vigili


del fuoco che controllano la stabilit delle costruzioni e persone che passano a recuperare
qualcosa in casa. E poi c lei, Carolina. Il suo un piccolo bar
con sul retro una stanza adibita
ad alimentari. Ha le sigarette,
fa il cappuccino a chi passa la
mattina, e per i bambini ci sono
merendine che non si trovano

nelle dispense della Protezione


civile. Ho deciso anchio di riaprire subito. Ci sono per chi ha
bisogno di un caff. Spesso i pi
piccoli non mangiano gi al
campo cos qui gli preparo la
merenda. La mattina mi fermo
ad Acquasanta a comprare il pane. Ma non niente di straordinario, faccio quello che mi sento di fare. E poi a noi non piace il

ROMA. M5S e Lega allattacco del governo sulle scelte


post-terremoto. Nel momento del panico, delle macerie, si
parla di pannicelli caldi come le agevolazioni fiscali attacca
Beppe Grillo nel suo blog.Non siamo pi ai tempi del Friuli, nel
1976, quando il Paese spese lequivalente di 18 miliardi di euro
per ricostruire case e paesi degli indomiti friulani: oggi si
stanziano miseri 50 milioni per una minestra e una tenda.
Pronta la replica via Twitter di Emanuele Fiano, della segreteria
Pd: Oggi giorno di lutto nazionale per tutti meno che per i
Cinque stelle: per loro sempre il giorno dello sciacallo.
Gi luned Luigi Di Maio aveva criticato la scelta del governo di
nominare Vasco Errani come commissario per il sisma. Ieri,
anche il leghista Matteo Salvini ha bocciato lex governatore
dellEmilia Romagna: Siamo pronti a sostenere il prefetto
Francesco Paolo Tronca.

vittimismo e il nostro paese


stato molto meno colpito di altri. Cerchiamo solo di ricominciare.
Anche a Trisungo i bar sono
ormai diventati, ancor pi di
prima, i luoghi principali di incontro dei cittadini colpiti dal
terremoto ma qui, sulla Salaria, arrivano anche tanti uomini dei soccorsi. Non molto distante, a Grisciano nel comune
di Accumoli, attorno a un locale
praticamente sorto un campo. Le tende blu della Protezione civile sono montate poco lontano, mentre allesterno del
bar sono stati messi i camion-cucina e la mensa. Viviamo anche noi in tenda, la nostra casa
stata distrutta dice Vincenzo, il figlio dei titolari Per almeno ci rimasto questo posto.
Quando il sindaco ci ha chiesto
la disponibilit a usare i nostri
spazi abbiamo subito detto di
s. Gli sfollati passano la giornata sulle seggiole di plastica e
sulle panche nel giardino. Intorno giocano bambini rumorosi.
Si entra nel bar per mangiare
un gelato o per bere qualcosa
allora dellaperitivo. Per tornare alla normalit pu servire anche passare da un campari.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-"10-&.*$"

1PTUTJTNB (SJMMPBUUBDDBJMHPWFSOP
4BMWJOJi/PB&SSBOJ NFHMJP5SPODBw

*-$"40%6&$&/50'6/;*0/"3*"--"7030/&--"4&%&%&--"%*$0."$

-"4"-"
01&3"5*7"
(MJPQFSBUPSJ
EFMMB%JDPNBD
OFMMBTFEF
BMMFTUJUBJO
HJPSOJB3JFUJ

7FSUJDJFBTTJTUFO[BBHMJTGPMMBUJ
FDDPMBUBTLGPSDFQFSMFNFSHFO[B
%"-/04530*/7*"50
RIETI. Tre

piani riempiti in due giorni e


mezzo. Impianti elettrici, idraulici, reti
informatiche. Via gli strati di polvere e
abbandono, sparite cartacce, vetri pericolanti e fili appesi, sostituiti da sedie,
scrivanie, pc, arredi, pannelli attrezzati,
mega estintori e cabine anti-incendio, e
anche distributore automatico di bibite
e snack. E gi durante il ripristino dellagibilit dei locali sono arrivati funzionari, dipendenti, personale amministrativo da Roma. Alle pareti, campeggiano
mappe di viabilit, rischio sismico, rilie-

vi montuosi e corsi dacqua di quattro regioni. Dalla facciata esterna in mattoncini rossi, a due passi dalla questura di Rieti, stata rimossa anche la targa arrugginita che diceva Inpdap, Direzione provinciale. Al suo posto, un cartello blu
ora segnala: Dicomac. Sul quale sventolano le bandiere italiana e europea.
Obiettivo centrato in 60 ore come da
road map. Cos da poche ore sono entrati
in funzione ufficialmente i nuovi uffici,
le unit di coordinamento della Direzione di comando delle attivit di controllo,
la nuova cabina di regia della Protezione
civile che, dopo il decreto della Presiden-

za del Consiglio sulle operazioni di assistenza alle popolazioni colpite dal sisma
del 24 agosto, radicato a Rieti, nel vecchio palazzo della Previdenza su piazza
Claudio Graziosi. Ai piani alti, ecco gli uffici del capo Dipartimento, il dirigente
Fabrizio Curcio, e del direttore dellUffi-

1VSOPOFTTFOEPVOBTUSVUUVSB
QFSJDJUUBEJOJ JFSJBSSJWBUB
VOBGBNJHMJBDIFIBPGGFSUP
PTQJUBMJUBEVFUFSSFNPUBUJ

cio Emergenze, Titti Postiglione. Ieri pomeriggio, tra una riunione e laltra, c
tempo anche per un rapido vertice tra la
Postiglione, il prefetto Bruno Frattasi, il
neo insediato capo del dipartimento dei
Vigili del fuoco arrivato da Roma per i funerali solenne di Amatrice, e la comandante dei pompieri di Rieti, lingegnere
Maria Pannuti.
Nella Dicomac, spiega la dirigente Postiglione, si lavora per macro obiettivi
sui quali far convergere continuamente
gli uffici e le professionalit indicate.
Non si organizzano per amministrazioni, ma per funzioni. Un esempio: nei luo-

ghi terremotati dobbiamo risolvere un


problema della sanit pubblica? Mettiamo insieme, tra Regione, enti locali e
presidi, tutti quelli che devono risolverlo. Cos per risolvere un danno a un bene
culturale. O se dobbiamo occuparci di luce, acqua, gas. In tutto, la Dicomac sar
la casa di circa 200 operatori. E pur non
essendo una struttura aperta ai cittadini, ieri arrivata una famiglia (madre,
padre e sei figli) che ha offerto ospitalit
a due sfollati. il grande cuore dellItalia, dicono commossi i responsabili. 
DPTB

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

5&33&.050*/$&/530*5"-*"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

*MEPTTJFS

1&34"1&3/&%*1*
XXXJOHWJU
XXXFOFBJU

MBDJGSBTQFTBOFHMJVMUJNJTFJBOOJ
QFSNPOJUPSBSFJMSJTDIJPTJTNJDP
.BTQFTTPJMMBWPSPSJTVMUBUPJOVUJMF

-PTQSFDP
EFMMF

NBQQF
$BSUJOFJODPNQMFUFFGPOEJQFSEVUJ
DPTMP4UBUPIBHFUUBUPDFOUPNJMJPOJ

NMO

*MGJOBO[JBNFOUP
BOOVPBMM*TUJUVUP
OB[JPOBMF
EJWVMDBOPMPHJB

NMO

-VMUJNPFTCPSTP
GBUUPQFSMB
iNJDSP[POB[JPOFw
TJTNJDBEFJUFSSFOJ

NMO
*GPOEJCMPDDBUJ
JO4JDJMJB
QFSNBODBUP
DPGJOBO[JBNFOUP

NJMB
-BTQFTBEJ-B4QF[JB
QFSVOEPDVNFOUP
QSPOUPEBBOOJ
NBOPOVUJMJ[[BUP

"/50/*0'3"4$)*--"

N groviglio infinito di com-

petenze, di enti, di esperti


che si occupano tutti della
stessa cosa: mappare e monitorare lItalia sul rischio sismico e
idrogeologico. Tra Protezione civile, Regioni, Comuni ed enti di ricerca lo Stato ha speso negli ultimi sei anni almeno 100 milioni di
euro per cartine e monitoraggi
vari che spesso non parlano tra
di loro. Un fiume di denaro che
ha fatto la fortuna di studi dingegneria e geologia, mentre molti
Comuni nei loro piani di prevenzione non hanno preso per nulla
in considerazione queste mappe,
a partire proprio da Accumoli. E
lo spreco continua: anche lultima pioggia di fondi pari a 30 milioni di euro arrivata per la nuova
frontiera in tema di monitoraggio e prevenzione, la cosiddetta
microzonazione dei terreni, a
oggi non servita a garantire un
quadro chiaro e omogeneo: alcune Regioni tra le pi esposte ai
terremoti, come la Sicilia, non
hanno messo i pochi spiccioli necessari per cofinanziare lintervento e i fondi rimangono nei cassetti. Altre Regioni le somme le
hanno invece spese tutte, ma si
scopre che queste nuove carte
hanno criteri differenti da quelle
vecchie ed difficile metterle in
comunicazione. Risultato? A La
Spezia la microzonazione
pronta da due anni ma ancora in
attesa di approvazione da parte
della Protezione civile nazionale
e quindi non utilizzata nel piano
regolatore.
Tanta burocrazia, tanti soldi
in ballo, pochissimi risultati. Nonostante i diversi enti che lavorano sul fronte antisismico, dalla
Protezione civile allIngv, fino al
2003 soltanto 2.965 Comuni su
8.102 rientravano in unarea
mappata sul rischio sismico. Dopo i fatti dellAquila lo Stato ha
provato a muoversi un po e per
prima cosa ha indicato i centri
di competenza deputati a svolgere attivit, servizi, studi e ricerche: dallIstituto di geologia ambientale e geoingegneria allIstituto nazionale di geofisica e vulcanologia (che da solo riceve 9
milioni allanno per monitoraggio sismico), pi unaltra dozzina di enti. Ognuno si messo per
conto proprio a mappare il Paese. Ma per alimentare la confusione, a questi enti se ne sono aggiunti altri.
Anche le Regioni con fondi pro-

6OGJVNFEJEFOBSP
DIFIBGBUUPMBGPSUVOB
EJTUVEJEJOHFHOFSJB
FHFPMPHJB

'050"/%3&8.&%*$)*/*"1

pri o europei hanno avviato mappature per il rischio idrogeologico e sismico e lo Stato nel 2010
ha dato loro 30 milioni di euro
per la microzonazione, che consente di stabilire la qualit del
terreno e come questo reagisce a
una scossa. Almeno questa nuova pioggia di finanziamenti sar
servita a qualcosa? A quanto pare, no. In Liguria hanno speso tutti i fondi arrivati dallo Stato, ma
qualcosa non va: Purtroppo vi
sono delle assurdit burocratiche dice Carlo Malgarotto, segretario dellordine dei geologi li-

gure Nel mio Comune, La Spezia, la mappatura stata completata nel 2014. Ma ancora non
stata inserita nel piano regolatore per renderla operativa. La colpa per non del Comune. Prima
per oltre un anno abbiamo atteso il via libera della Regione, che
ci aveva detto di modificare alcuni parametri perch i dati andavano adattati alle mappe geografiche in loro possesso. Adesso attendiamo ancora il via libera definitivo della Protezione civile nazionale, che a sua volta ci ha detto di verificare dei paletti infor-

matici per consentire il dialogo


con la loro mappa.
In Sicilia, una delle aree a pi
elevato rischio sismico del Paese,
i fondi arrivati dallo Stato, ben
10 milioni, rimangono invece nei
cassetti: in un bilancio da 24 miliardi di euro dal 2010 non si riusciti ancora a trovare poche centinaia di migliaia di euro per cofinanziare il progetto. In compenso la Regione ha speso 8,2 milioni di euro di fondi Ue per varare
una grande mappa sul rischio
idrogeologico e sismico: peccato
per che non sia stata messa in

collegamento con le centraline


di rilevamento e di fatto soltanto una carta muta.
Mappe su mappe che i Comuni comunque nemmeno prendono in considerazione quando scrivono i piani di emergenza: se il
piano di Accumoli sembra copiato da Amatrice anche nel nome
delle vie, a Borghetto Vara in Liguria il piano era fatto talmente
bene che il centro operativo in caso di emergenza era stato previsto in una palazzina ritenuta sicura: la prima ad essere stata travolta dallalluvione del 2011.

-*/5&37*45"(*64&11&;".#&3-&55* i1"%3&w%&--"1305&;*0/&$*7*-&

i*O*UBMJBNBODBMBQSFWFO[JPOF
PSBQFSTJBEPUUJJMNPEFMMP'SJVMJw
4*-7*0#6;;"/$"
ROMA. Zamberletti, lei considerato il padre della

(JVTFQQF;BNCFSMFUUJ
IBGPOEBUPJM%JQBSUJNFOUP
EFMMB1SPUF[JPOFDJWJMFEFMMB
1SFTJEFO[BEFM$POTJHMJP

*10-*5*$*

*ORVFTUJHJPSOJ
TPOPUVUUJBUUJWJTTJNJ 
NBQBTTBUP
JMNPNFOUP
EFMMFNP[JPOF
UVUUPTJGFSNB

Protezione civile che arriva dopo ogni catastrofe e raccoglie applausi per il suo lavoro
Un momento. Non dovrebbe intervenire solo
dopo che il fatto avviene. Lobiettivo della Protezione civile che abbiamo costituito era prima di
tutto lavorare per la prevenzione. E poi certamente previsto lintervento di emergenza quando la
previsione-prevenzione non ha funzionato e non
sono stati attivati i meccanismi che servono a ridurre gli effetti di una catastrofe.
Non sembra proprio che funzioni cos.
Ma questo il campo su cui si deve lavorare.
LItalia un paese molto sensibile e dopo eventi di
questo tipo lopinione pubblica e la stampa si scatenano. Ma una forte educazione alla prevenzione, una cultura della prevenzione, non esiste. Basti pensare che nel passato si cercava di essere
esclusi dalle mappe del rischio sismico per evitare
di adottare misure pi severe nel costruire. Era
considerata una iattura e si assegnava la cittadinanza onoraria ai parlamentari che riuscivano a
escludere il comune dalla mappa delle zone a rischio. Non si capiva che erano misure costose, ma
che servivano a salvare delle vite umane.
Oggi cosa bisogna fare?
Applicare queste norme severe alle nuove costruzioni, spiegare al cittadino che oltre a sollecitare contributi dallo Stato, deve mettere in campo
con le sue risorse azioni di verifica, consolidamen-

to e riduzione della vulnerabilit delledificio che


abita. Ma non mi pare che ci siano pressioni e indicazioni in questo senso. Nonostante in questi anni
il sistema abbia invece fatto grandi passi avanti.
LIngv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ndr) quarantanni fa era tutto in una stanzetta abbandonata del Ministero dei Lavori pubblici,
oggi un grande istituto di ricerca. Ma la sensibilit sulla prevenzione non esiste.
E il mondo politico?
La classe politica rispecchia il paese e non viene da Marte. E dunque non ha sensibilit per la
prevenzione. In questi giorni sono tutti attivissimi, ma passato il momento dellemozione tutto si
ferma. E invece servirebbero campagne di sensibilizzazione, attivit educativa nelle scuole. Bisogna
creare dei modelli comportamentali.
Passiamo dalla prevenzione alla ricostruzione.
Si parla molto di modelli
Il modello giusto quello adottato per il Friuli,
quello di ricostruire dove era e come era. E il modello deve rispettare lidea che la ricostruzione deve passare dalle comunit locali e dalla volont dei
cittadini. Ricordo ancora che la Protezione civile
ha un settore dedicato alla prevenzione che pu
funzionare da coordinamento nazionale, ma ci
vuole sempre la volont politica di attivarlo. Serve
infine una quota di partecipazione pubblica dei costi, ma il cittadino deve partecipare, deve spendere. Deve sapere che c un rischio sismico e capire
che pi conveniente, prevenire che ricostruire.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-(07&3/0&-&6301"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

*MTVNNJU

0HHJB.BSBOFMMPJMQSFNJFSJODPOUSBMB.FSLFMQFS
JMTPTUFHOPEJ#FSMJOPTVOVPWBGMFTTJCJMJUEB#SVYFMMFT
"-#&350%"3(&/*0

*16/5*

3&(0-&6&
4FDPOEPMFOPSNF
6FTJQPTTPOP
TDPSQPSBSFEBM
EFGJDJUTPMPTQFTF
JNNFEJBUFMFHBUFB
VOBDBUBTUSPGF-B6F
JOQBSUFMFQV
BODIFGJOBO[JBSF
EJSFUUBNFOUF
3*$04536;*0/&
1FSPSBJMHPWFSOP
QSFWFEFDIFMB
SJDPTUSV[JPOFDPTUJ
NJMJBSEJEB
TQBMNBSFTVBOOJ&
DIJFEFDIFJTPMEJ
OPOTJBOP
DPOUFHHJBUJOFM
DBMDPMPEFMEFGJDJU
1*"/0$"4"
1FSNFUUFSFJO
TJDVSF[[BJM1BFTF
3FO[JQFOTBBVO
QJBOPEBNJMJBSEJ
BMMBOOPQFSBOOJ
QFSMF[POFTJTNJDIF
FHMJBMUSJUFSSJUPSJB
SJTDIJPDBMBNJU
OBUVSBMJ4FSWFMPL6F

#&-1"&4&

ROMA. Matteo Renzi aveva scelto gli stabilimenti Ferrari di Maranello, luogo simbolo
delleccellenza italiana, per parlare con Angela Merkel del rilancio dellUnione dopo la Brexit. Ma inevitabilmente sar il sisma che ha
devastato il centro Italia a monopolizzare il
vertice. E proprio in queste ore a Roma inizia
a prendere forma Casa Italia, il piano con il
quale il premier vuole lanciare lammodernamento del Paese nei prossimi 15-20 anni. Una
sfida che potrebbe costare fino a 4-5 miliardi
allanno. Ma serve il via libera Ue a non contare questi soldi nel deficit per evitare le taglione del Patto di Stabilit. Di tutto questo, seppure in termini generici, Renzi parler oggi
alla Cancelliera.
Appena nove giorni fa al largo di Ventotene il premier aveva affrontato con Merkel e
Hollande il rilancio dellUnione, incassando
anche un sorta di patto di non belligeranza
da parte degli ospiti che avrebbero sostenuto
la sua esigenza di ottenere una decina di miliardi di flessibilit extra da Bruxelles per il

1FSJMQSPHFUUP$BTB*UBMJB
VOBJQPUFTJEJTQFTBEJ NJMJBSEJ
MBOOPQFSMF[POFBSJTDIJPF
BMUSJQFSMFPQFSFJESPHFPMPHJDIF
2017. Daltra parte se a Berlino e Parigi c
preoccupazione per il referendum di novembre, anche Merkel e Hollande corrono verso
le elezioni e cercano il sostegno dei partner
sui dossier Ue pi sensibili. Ma poi tutto
cambiato, appena due giorni dopo Ventotene il sisma ha sconvolto lItalia e lEuropa, tanto che ieri il portavoce di Merkel spiegava che
le consultazioni saranno caratterizzate
dallunit nel dolore.
A Maranello - dove a fare gli onori di casa
sar Sergio Marchionne - Renzi sar accompagnato da Padoan, Calenda, Gentiloni, Alfano,
Pinotti e Delrio che incontreranno i propri
omologhi tedeschi. Ma al di l del rilancio
dellUnione in vista del summit europeo del
16 settembre a Bratislava - sicurezza, difesa,
migranti, crescita - ora conta lemergenza terremoto. Il premier vuole un piano spalmato
su due decenni che ieri al Tesoro definivano
molto importante in quanto riguarder la
manutenzione di tutto il Paese. Il governo lo
sta assemblando proprio ora e, per usare le
parole del vice ministro alle Infrastrutture
Riccardo Nencini, sar un piano strabico,

"-&44"/%3"-0/(0

-BMF[JPOFEJ%PO%VJMJP

el 1976 Don Duilio Corgnali era uno dei protagonisti dei Comitati friulani delle tendopoli. Quarantanni dopo il terremoto, il sacerdote spiega come deve correttamente funzionare il rapporto tra i cittadini e la politica: Sono i cittadini a dettare lagenda. Cos andata in queste terre. I friulani hanno obbligato la politica a
mettersi al loro servizio. Non bastano i fondi per la ricostruzione che pure Renzi trover, non basta la solidariet
europea che Merkel non potr far mancare. Ci vuole, dice
don Corgnali, una comunit coesa. I capofamiglia friulani
erano abituati, da sempre, a radunarsi davanti alla fontana di ogni borgo, e decidere per il meglio. Il messaggio :
nessuno pu sostituirsi alle vittime. E attenzione anche alla troppo assistenza: Noi abbiamo subito cercato di spegnere la distribuzione degli stracci per andare sulle strade
a rivendicare le nostre ragioni.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

1&34"1&3/&%*1*
XXXGFSSBSJDPN
XXXHPWFSOPJU

'0501"-";;0$)*(**."(0&$0/0.*$"

-BTGJEBEJ3FO[JBMM6F
NMEGVPSJEBMEFGJDJU
QFSJMQJBOPBOUJTJTNJDP

"OHFMB.FSLFMF.BUUFP3FO[J

con un occhio alloggi e uno al futuro. Le cifre sono ancora ballerine, a Palazzo Chigi e al
Tesoro non hanno ancora finito i calcoli, ma e
al momento si stimano circa 3-4 miliardi per
la ricostruzione delle zone distrutte dal sisma
da spalmare su un quinquennio chiedendo alla Ue di scorporarli dal deficit. Poi la parte che
guarda alle prossime generazioni: circa due
miliardi e mezzo allanno per mettere in sicurezza le zone sismiche, poco meno per le altre
emergenze, come quella idrogeologica, per

un totale di 4-5 miliardi da spendere ogni anno per una ventina di anni coprendo cos tutto il Paese, non solo le aree sismiche. Su questo oggi Renzi insister con Merkel.
Al momento Bruxelles pronta a non contare nel deficit le spese per la gestione immediata dellemergenza, la gestione degli sfollati o la messa in sicurezza del territorio. E in
parte le potrebbe anche finanziare direttamente. Ma da qui ad autorizzare 20 anni di
spesa pubblica ce ne passa. Renzi dir che si

tratta di un piano virtuoso che coniuga riforme, considera tale lammodernamento del
Paese, a investimenti che evitando catastrofi
comportano risparmi. Ma la partita difficile
e quello di oggi sar un primo, delicato, scambio politico. Poi la prossima settimana partir il vero negoziato con la Commissione in vista del quale il premier cerca un clima di concordia nazionale per garantire che anche i futuri governi proseguiranno su Casa Italia.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



&$0/0.*"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-PTDPOUSP

-&VSPQBDPOUSP"QQMF
i7FSTJNJMJBSEJ
EJUBTTFOPOQBHBUFw

Il meccanismo di ottimizzazione fiscale di Apple

0,005%
4
Il risultato che in Irlanda
quasi nessun utile
di Apple viene tassato

(JVEJDBUJJSSFHPMBSJHMJTHSBWJDPODFTTJEBMM*SMBOEB
-BSFQMJDBEJ5JN$PPLDPOTFHVFO[FTVHMJPDDVQBUJ

.*/**.1045&
-FJOEBHJOJ
EFMM"OUJUSVTU
FVSPQFPIBOOP
NFTTPJOMVDFDIF
"QQMF DPOHMJ
BDDPSEJGJTDBMJTUSFUUJ
DPO%VCMJOPOFM
FOFM 
QBTTBUBEBMQBHBSF
MEJUBTTFTVJ
QSPGJUUJOFMBMMP
 OFM
-BMJRVPUBTUBUB
BQQMJDBUBTVUVUUFMF
WFOEJUFFGGFUUVBUF
JO&VSPQB "GSJDB 
.FEJP0SJFOUFF
*OEJB%JGBUUPJM
DPTUSVUUPSF
TUBUVOJUFOTFIB
WFSTBUPTPMPFVSP
TVPHOJNJMJPOFEJ
QSPGJUUJ

Il resto dei profitti viene


spostato a un head office
che non svolge alcuna
reale attivit, ma che
non avendo territorialit
secondo la legge
irlandese non viene
tassato

La somma,
2 miliardi di
dollari nel 2011,
poi sempre
cresciuta,
viene dedotta
dalla base
imponibile
in Irlanda

"MM&SBSJPVODFOUFTJNPTVPHOJJ1IPOF
$POMBEJHJUBM5BYNJMJBSEJQFSM*UBMJB
'*-*1104"/5&--*

1&5*;*0/&$0/530
#"33040"(0-%."/
)BSBHHJVOUPNJMB
GJSNFMBQFUJ[JPOFTVM
TJUP$IBOHFPSHDIF
DIJFEFi.JTVSF
FTFNQMBSJwDPOUSP
MFYQSFTJEFOUFEFMMB
$PNNJTTJPOF6F
+PT.BOVFM#BSSPTP
EJWFOUBUP
DPOTVMFOUFEJ
(PMENBO4BDIT

les la sua preoccupazione per misure unilaterali. Al contrario, la mossa di Bruxelles stata presa come spunto
dal governo di Ankara per invitare la Apple a investire in
LONDRA. La Apple dovr pagare allIrlanda 13 miliardi di
Turchia, dove troverebbe condizioni pi favorevoli e
euro di tasse arretrate, pi gli interessi: la Commissione non dovrebbe a vere a che fare con la burocrazia euroeuropea ha giudicato illegale il regime fiscale particolare pea, ha detto il vicepremier Mehmet Simsek.
di cui lazienda di Cupertino ha approfittato, ordinando
Comera stato anticipato alla vigilia della decisione, sia
quindi a Dublino di recuperare il dovuto. La commissaria Apple sia il governo irlandese hanno annunciato di voler
alla Concorrenza, Margrethe Vestager, ha tenuto a sotto- fare ricorso. Tim Cook, amministratore delegato dellalineare che non si tratta di una multa, ma di somme da re- zienda statunitense, definisce prive di fondamento le
cuperare perch non pagate sulla bamotivazioni della commissione, nese dei vantaggi fiscali irregolari, che
gando che alla Apple sia mai stato
concedevano alla multinazionale %VCMJOPBOOVODJBSJDPSTPQFS concesso un trattamento speciale. Il
americana una posizione di privile- TDPOHJVSBSFMBGVHBEFMMF
manager ha subito fatto rilevare
gio rispetto alle altre imprese.
che la scelta di Bruxelles avr proIn Irlanda la Apple d lavoro a cir- B[JFOEF-B5VSDIJBWFOJUF
fondi e dolorosi effetti sugli investica cinquemila persone, ma secondo EBOPJ DPOEJ[JPOJNJHMJPSJ
menti e sulla creazione di posti in Eula Vestager, il cosiddetto quartier
ropa. Se valesse la teoria della Comgenerale irlandese esiste soltanto
missione, qualsiasi azienda in Irlansulla carta, e non svolge alcuna attida e in Europa correrebbe improvvisamente il rischio di
vit reale. Lunico scopo per lapertura della sede di vedersi tassata in base a leggi mai esistite.
Cork, sostiene la commissaria, era attribuirvi gli utili delNellottobre scorso la Commissione aveva ordinato
le attivit europee, per usufruire le aliquote estremamen- allOlanda di riscuotere crediti fra 20 e 30 milioni di euro
te favorevoli concesse da Dublino. Secondo la Commissio- dalla catena americana di caff Starbucks, e al Lussemne europea, i meccanismi di tassazione irlandesi hanno burgo di recuperare la stessa cifra dalla Fca. Anche il Belpermesso allazienda americana di pagare sui propri pro- gio deve incassare 700 milioni di euro da 32 aziende mulfitti una quota che va dall1% nel 2003 allo 0,005% nel tinazionali. La Commissione ha in corso altre indagini che
2014.
riguardano Amazon e McDonalds, per tasse non riscosse
Dopo la sentenza contro Microsoft, condannata a paga- in Lussemburgo, mentre ancora aperto il procedimento
re quasi mezzo miliardo di euro nel 2004 per abuso di posi- che vede Google accusata di mantenere una posizione dozione dominante, la decisione su Apple destinata a riac- minante nei sistemi di ricerca e nei sistemi operativi per
cendere le polemiche fra Stati Uniti ed Europa in argo- apparecchi mobili.
mento fiscale: la Casa Bianca ha subito segnalato a Bruxel3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3
2

verso gli Usa

%"-/04530*/7*"50
(*".1"0-0$"%"-"/6

-&"$$64&

Laliquota reale
pagata da Apple
in Irlanda
nel 2014

ROMA. Entriamo in un Apple Store. LiPhone


6s Plus, gioiello di design e tecnologia, costa
889 euro. Tolte spese di produzione e Iva, nei
forzieri di Apple ne finiscono pi o meno 320.
Quello che la Mela paga in tasse, cortesia del
governo irlandese, un centesimo e mezzo.
Perch le imposte sul reddito generato dalle
vendite italiane, Apple non le versa a Roma. I
profitti, come quelli di tutta Europa, vengono
trasferiti in Irlanda, o attraverso delle tecniche di transfer pricing oppure, come scrive
la Commissione nel suo rapporto, fatturandoli direttamente nel Paese. Accade per esempio con le canzoni o le app che compriamo sullo Store digitale. Una volta in Irlanda la somma viene abbattuta, scalando gli investimenti in ricerca e sviluppo riconosciuti ad Apple
Usa. E poi, ancora trasferita a un fantomatico
head office, uno strano ufficio senza dipendenti n sede geografica. Quindi senza tasse.
Morale: qui in Italia, dato 2014, Apple ha realizzato entrate sopra il miliardo, versando al
Fisco 4,2 milioni. E in Irlanda, dove quei profitti sono stati dirottati, ha pagato lo 0,005%.
E se il governo di Dublino quelle imposte
non le vuole, far ricorso contro la decisione
di Bruxelles, alla causa dei nostri conti pubblici recuperare parte dellottimizzazione fiscale di Apple tornerebbe utile. Cos come di
quella targata Google, che fattura gli incassi
per la pubblicit online in Irlanda, Amazon,
che li mette a bilancio in Lussemburgo, e poi
Twitter, Facebook o eBay. Tutti insieme, il dato sempre del 2014, hanno versato al Fisco

Molti profitti, poche tasse


Gli utili e

limposizione fiscale di Apple fuori dagli Usa

Valori in miliardi di dollari

40

30

20

10

0
2007

2008

2009

2010

2011

2012

2013

2014

2015
FONTE APPLE

italiano la miseria di nove milioni di euro. A


fronte di un mercato e-commerce, di cui sono
gli egemoni, che vale 11 miliardi. Tassando i
redditi di impresa in Italia, dice Stefano
Quintarelli, Scelta civica, primo firmatario di
una proposta di legge per stanare i giganti
della Rete, si potrebbe recuperare una cifra
compresa tra 2 e 3 miliardi. Mentre Francesco Boccia del Pd, presidente della commissione Bilancio del Senato, che una web tax laveva proposta nel 2013, parla di una base impo-

nibile erosa da 30 miliardi di euro: A regime


se il Fisco ne incasserebbe tra i cinque e i sei.
Il principio chiaro: far pagare le tasse dove il reddito viene generato. Non facile per,
per societ che operano nelluniverso immateriale del web. La proposta Quintarelli, sostenuta anche dal viceministro Enrico Zanetti, prevede di agire alla fonte, utilizzando come sostituti di imposta gli intermediari di pagamento che trasferiscono le somme dei
clienti ai vari Google e Apple. Adattando ai lo-

ro affari virtuali il concetto di stabile organizzazione nel Paese. Il segno della presenza
sul nostro territorio, il grimaldello con cui lAgenzia delle Entrate ha chiuso laccordo fiscali con Apple da 318 milioni di euro e la Guardia di Finanza contestato a Google centinaia
di milioni di imposte non pagate.
Fonti di Palazzo Chigi per negano che il
dossier sia nel cantiere della legge di Bilancio. Era stato proprio Renzi, appena arrivato
al governo, a stoppare la web tassa di Boccia.
Per poi annunciare un anno fa che, se lEuopa
non si fosse mossa in questo senso, la digital
tax sarebbe stata legge in Italia entro il gennaio del 2017. Ora pare uscita di nuovo dal
tavolo, anche per le perplessit dei tecnici del
Mef, secondo cui sarebbe meglio aspettare
un intervento coordinato a livello europeo.
Il Beps, il comitato speciale creato in seno
allOcse per limitare le pratiche di erosione fiscale delle multinazionali, ha pubblicato le
sue proposte lo scorso ottobre. Ora per spetta alla Ue e ai singoli Paesi adottarle. Il problema che le norme fiscali richiedono lunanimit a livello comunitario, il processo avanza molto lento, dice Marco Greggi, docente
di Diritto tributario internazionale allUniversit di Ferrara. Lo stesso Antitrust Ue, nel suo
rapporto su Apple, apre alla possibilit che i
profitti della societ vengano tassati dai singoli Paesi, riducendo cos la quota dovuta
allIrlanda. Si tratta di una conferma indiretta che i governi possono agire in autonomia,
dice il viceministro Zanetti. Almeno per ora,
non sar il caso dellItalia.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 



1&34"1&3/&%*1*
XXXBQQMFDPN
IUUQFDFVSPQBFVJOEFY@JUIUN

-BOBMJTJ-BNNJOJTUSB[JPOF0CBNBTJ
TDIJFSBUBBMGJBODPEFMMFQSPQSJFJNQSFTF
i%FMVTJFQSFPDDVQBUJEBVOBEFDJTJPOFVOJMBUFSBMFw

'JTDP DPQZSJHIUFDPNNFSDJ
$PT8BTIJOHUPOWFEFM6F
TFNQSFQJMPOUBOBFDIJVTB
%"-/04530$033*410/%&/5&
'&%&3*$03".1*/*
*16/5*


2
Apple Sales ha un accordo
con Apple Inc, negli Usa,
a cui riconosce ogni anno
le spese sostenute
per ricerca e sviluppo

1
Tutti i profitti delle
vendite europee di Apple
vengono registrati
in Irlanda, in particolare
da una societ denominata
Apple Sales
International

*-55*1
*MUSBUUBUPEJMJCFSP
TDBNCJPUSB6FF
6TB TQJOUPEB
#BSBDL0CBNB 
TFNCSBBVOQVOUP
NPSUPPTUFHHJBUP
EBMMPQJOJPOF
QVCCMJDBFVSPQFB
WJFOFBUUBDDBUPEB
%POBM5SVNQ F
BODIF)JMMBSZ$MJOUPO
OFIBQSFTPMF
EJTUBO[F

*-'*4$0
"MUSPGSPOUFBQFSUP
RVFMMPEFMMB
UBTTB[JPOFEFMMF
NVMUJOB[JPOBMJ
BNFSJDBOF%PQPMB
EFDJTJPOF6FTV
"QQMFJM5FTPSP
BNFSJDBOPIB
EJDIJBSBUPDIF
iMBMFHJTMB[JPOF
GJTDBMFSFUSPBUUJWB
DPOUSBSJBBQSJODJQJ
DPOTPMJEBUJw


'050"/4"

*-$01:3*()5
/FMMBSJGPSNBEFMMB
MFHJTMB[JPOFTVM
DPQZSJHIU DIFMB
$PNNJTTJPOF
FVSPQFBQSFTFOUFS
BCSFWF #SVYFMMFTIB
BODIFQSFWJTUPMB
QPTTJCJMJUQFSHMJ
FEJUPSJEJGBSQBHBSFJ
NPUPSJEJSJDFSDB 
(PPHMFTVUVUUJ DIF
EJGGPOEPJO3FUFJ
MPSPDPOUFOVUJ
QSPQSJFUBSJ

-"%"/&4&%&--"/5*53645
.BSHSFUIF7FTUBHFS EBOFTFEJBOOJ JMDPNNJTTBSJP
FVSPQFPBMMB$PODPSSFO[B VOPEFJSVPMJQJEFMJDBUJ
EFMiHPWFSOPwEFMM6OJPOF

contenuti prodotti dai media.


Ad aggravare la tensione Usa-Ue c poi
la vicenda, ben distinta, del Transatlantic
NEW YORK . LAntitrust europeo impone il
Trade and Investment Partnership (Ttip).
recupero di 13 miliardi di tasse da Apple, Barack Obama ha fatto di questo trattato,
una stangata record contro i privilegi fisca- e del suo gemello Tpp con lAsia-Pacifico,
li concessi dallIrlanda al colosso california- una delle sue ultime missioni, uneredit
no. Il vice-cancelliere tedesco d per defun- con cui vuole imprimere alla globalizzazioto il trattato di libero scambio Ttip con gli ne una svolta progressista (pi diritti ai
Stati Uniti. Due episodi in pochi giorni rive- lavoratori, tutele sullambiente). Ma non
lano una tensione geoeconomica ai massi- ha convinto buona parte delle opinioni pubmi tra le due sponde dellAtlantico. Ma lEu- bliche europee, e diversi governi vacillano.
ropa stavolta ha una lunghezza di anticipo Parigi ha gi definito impossibile entro il
nellaffrontare temi che anche lopinione 2016 un accordo sul Ttip. Due giorni fa
pubblica americana considera rilevanti: le- intervenuto da Berlino il vice-cancelliere
lusione fiscale delle multinazionali, i danni Sigmar Gabriel che ha definito fallito
della globalizzazione. Le bordate che arri- quel negoziato. Angela Merkel lo ha smenvano dal Vecchio continente contro lordi- tito, ma latmosfera pessimista. Anche
ne liberista made in Usa, sono in sintonia perch sui trattati di libero scambio Obacon i temi della campagna elettorale ameri- ma deve affrontare un vento contrario a cacana.
sa sua. Sia Donald Trump a destra, sia BerLa mannaia fiscale che si abbatte su Ap- nie Sanders a sinistra hanno cavalcato il
ple era nellaria, anche se lammontare de- protezionismo durante la campagna elettogli arretrati richiesti da Bruxelles supera le rale. Hillary Clinton, che da segretario di
attese. Lantitrust europeo ha bocciato il Stato aveva difeso gli accordi, ora ne prentrattamento di cui godette per oltre un de- de le distanze.
cennio, dal 2003 al
In America come in
2014, lazienda fondaEuropa quei trattati sota da Steve Jobs. Linno circondati dai sodagine Ue ha stabilito "ODIFMBGSFOBUBTVM5UJQ
spetti, molti elettori
che gli accordi speciali, EBQBSUFEJ1BSJHJF#FSMJOP
considerano che sono
contrattati ad hoc fra il
redatti su misura per
TUBBHHSBWBOEPMBUFOTJPOF
governo di Dublino e la
gli interessi delle gransede di Cupertino nella USBJEVFMBUJEFMM"UMBOUJDP
di imprese.
Silicon Valley, hanno
Anche sullelusione
regalato ad Apple unafiscale, il dibattito ameliquota da sogno, tra lo
ricano non diverso da
zero e l1% di prelievo
quello europeo. Gi nel
sui profitti. Non a caso,
2013 Apple fu al cen proprio in Irlanda
tro di infuocate sessioche sono finiti tanti
ni dinchiesta parlaprofitti realizzati da
mentare. Il Senato di
Apple in altre parti del
Washington denunci
mondo, Stati Uniti inproprio i privilegi fiscaclusi, ed l che lazienli concessi dallIrlanda.
da tiene parcheggiata
Apple non lunica: nel
gran parte della sua licorso di quellindagine
quidit (oltre 250 miil Congresso mise sotto
liardi di dollari). un
accusa il fior fiore del
beneficio illegale, ha
capitalismo americaconsentito ad Apple di *MQSFTJEFOUF6TB #BSBDL0CBNB
no, comprese aziende
pagare molte meno tasindustriali molto tradise di qualsiasi altra
zionali come Caterpilazienda. un trattalar. Le aziende tecnolomento senza giustifica- .BJUFNJQPTUJB#SVYFMMFT
giche sono quelle che
zioni, ha concluso la TPOPEJWFOUBUJDFOUSBMJBODIF fanno pi scandalo percommissaria europea
ch realizzano profitti
allAntitrust, Margre- OFMMBDBNQBHOBFMFUUPSBMF
pi alti e quindi limpothe Vestager. Dure le QFSBSSJWBSFBMMB$BTB#JBODB
nibile sottratto pi
reazioni delle parti colconsistente.
Apple,
pite. Il chief executive
Google, Microsoft e
di Apple, Tim Cook, reAmazon svettano sulla classifica dei giganspinge le accuse: Noi rispettiamo le leggi e ti che eludono le imposte. Le 500 maggiori
paghiamo tutte le tasse dovute. Il mini- aziende americane hanno 2.100 miliardi di
stro delle Finanze irlandese, Michael Noo- dollari di cash parcheggiati allestero, evinan, annuncia che far ricorso e difende la tando cos di pagare 620 miliardi di tasse
strategia con cui Dublino attir tante multi- sui profitti, secondo uno studio recente del
nazionali: Il nostro sistema fiscale corret- Center for Tax Justice e dellU.S. Public Into, siamo in profondo disaccordo con la terest Research Group Education Fund.
Commissione. Infine lattacco da Wa- Perch dunque lAmministrazione Obama
shington. Il Dipartimento del Tesoro ameri- si ostina a difendere Apple? Due le spiegacano esprime delusione e diffonde un pe- zioni. La prima il peso politico del colosso
sante comunicato: La legislazione fiscale californiano, generoso di finanziamenti biretroattiva ingiusta, contraria a principi partisan. C anche unaltra consideraziolegali consolidati. Si muove addirittura la ne: tutti i candidati alla Casa Bianca hanno
Casa Bianca, che preoccupata - com- avanzato proposte per cambiare le leggi fimenta un portavoce - dallazione unilate- scali e imporre il rimpatrio dei profitti; ma
rale dellEuropa e dal rischi che ci siano ri- dopo la mossa di Bruxelles le riforme Usa ricadute per i contribuenti Usa.
schiano di arrivare troppo tardi: in base alMa i contenziosi tra le due sponde dellA- le convenzioni internazionali contro la doptlantico sulleconomia digitale non si limi- pia imposizione, quelle montagne di utili
tano al fisco: c anche loffensiva di Bruxel- accumulati a Dublino e dintorni possono esles per far pagare un copyright ai motori di sere tassate una volta sola.
ricerca (Google in testa) che diffondono
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

(-*"-53*

45"3#6$,4
-B6FIBHJVEJDBUP
JMMFHBMJHMJBDDPSEJUSB
MBTPDJFUEFMDBGGF
JMHPWFSOPPMBOEFTF 
DIJFEFOEPHMJEJ
SFDVQFSBSFVOBDJGSB
USBFNJMJPOJ

'$"
6OBDJGSBTJNJMFJM
HPWFSOPEFM
-VTTFNCVSHPMB
EPWSFCCFBWFSFEB
'DB DIFQFSIB
GBUUPSJDPSTPDPOUSP
MBEFDJTJPOFFVSPQFB

".";0/
#SVYFMMFTIBBQFSUP
VOBJOEBHJOFTVHMJ
BDDPSEJGJTDBMJDIJVTJ
JO&VSPQBEBBMUSJ
EVFDPMPTTJ
BNFSJDBOJ"NB[PO
F.DEPOBMET

(00(-&
-PTDPSTPBQSJMF
MB6FIBBODIF
GPSNBMJ[[BUPMF
BDDVTFSJWPMUFBM
NPUPSFEJSJDFSDBQFS
BCVTPEJQPTJ[JPOF
EPNJOBOUF



&$0/0.*"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

*MQFSTPOBHHJP

1&34"1&3/&%*1*
XXXBHFO[JBFOUSBUFHPWJU
XXXNFGHPWJU

*MDPMMPRVJP*MEJSFUUPSF
EFMM"HFO[JBEFMMF&OUSBUF
3PTTFMMB0SMBOEJTQJFHBMB[JPOF
DIFQPSUMBNVMUJOB[JPOBMF
BQBHBSFNJMJPOJEJNVMUB

i$PTM*UBMJBJODBTUS
JMHJHBOUFEJ$VQFSUJOP
"CCJBNPBQFSUP
MBTUSBEBBMM&VSPQBw
'"#*0#0(0
ROMA.

-BTQFUUPQJSJMFWBOUF 
TPUUPMJOFBUPBODIF
EBMMBTUBNQBFTUFSB 
DIFTPOPTUBUFWFSTBUF
UVUUFMFTPNNF
SJDIJFTUF
/POTPTFQPTTJBNP
DPOTJEFSBSDJEFHMJ
BQSJQJTUB EJDFSUP
BCCJBNPGPSNVMBUP
EJWFSTFFTJHOJGJDBUJWF
DPOUFTUB[JPOJ
3044&--"03-"/%*
%JSFUUPSF"HFO[JBEFMMF&OUSBUF

AA

Rossella Orlandi, direttore dellAgenzia delle Entrate, non nasconde la sua soddisfazione nel vedere che lEuropa partita allattacco dei privilegi fiscali concessi alla Apple e ha chiesto allIrlanda di
farsi restituire dal colosso di
Cupertino 13 miliardi di tasse
evase. Se mai saranno versati,
si aggiungeranno ai 318 milioni di euro che lItalia ha ottenuto dopo un lungo lavoro di accertamento tributario. Una resa, quella della societ guidata
adesso da Tim Cook, che nel dicembre 2015 fece il giro del
mondo. Non so se possiamo
considerarci degli apripista, come ci definisce qualcuno dice
la Orlandi nel contrasto delle
manovre elusive dei grandi
gruppi internazionali. Ma di
certo lAgenzia delle Entrate
ha formulato alla societ di Cupertino diverse e significative
contestazioni. Un lavoro accurato, che non ha lasciato molte
vie di uscita alla nutrita squadra di legali che Apple aveva
messo in campo per respingere il semplice assioma formulato dal Fisco italiano: lavorate
qui, e qui dovete pagare le tasse. Laspetto pi rilevante
dice ancora la Orlandi e a cui
anche la stampa estera diede
grande enfasi, che per quelle
contestazioni sono state pagate tutte le somme richieste,
cio oltre 300 milioni di euro.
La tenaglia stretta da Entrate
e Procura di Milano, sotto la rega di Francesco Greco, aveva
insomma stretto bene la presa. stata una impegnativa e
complessa attivit di controllo
andata a buon fine commenta la Orlandi e che ha riguardato alcune annualit. Il che
significa che le verifiche si sono date una timeline limitata
al 2013. Ma che la partita della
giustizia fiscale non deve considerarsi chiusa e sanata con
una pietra tombale.
Non c stato alcun accordo
con Apple ribadiscono alle
Entrate - e nessuna transazione. Abbiamo presentato un
conto e loro hanno pagato perch quello che contestavamo
era evidentemente inoppugnabile da un punto di vista tributario: la cifra versata esattamente quanto richiesto nei verbali di accertamento. La societ ha quindi accettato tutti i rilievi delle ispezioni che ha vi-

'050+645*/46--*7"/3&65&34

sto impegnati lAnti-frode, lUfficio grandi contribuenti e il ruling delle Entrate. C stata
omessa dichiarazione dei redditi, punto e basta. E lIrlanda, non a caso, era una parte rilevante nellistruttoria aperta
a carico di Apple. Che anche

/&-.*3*/0
*MDPMPTTP"QQMFQSJNB
EFMM"OUJUSVTU6FFSBGJOJUP
OFMNJSJOPEFMM"HFO[JBEFMMF
&OUSBUFJUBMJBOBDIFDPOUFTUB
5JN$PPLEFMMFFMVTJPOJGJTDBMJ

nel caso italiano faceva riferimento ad una compiacente capofila dislocata sotto la verde e
accogliente bandiera di Dublino, porto di approdo per chi
cerca una fiscalit estremamente pi favorevole. Ma listruttoria tributaria ricorda-

no alle Entrate- accert che


Apple Italia svolgeva una vera
e propria attivit di vendita
per conto di Apple Sales International. In pratica metteva
a bilancio in Irlanda quanto fatturava in casa nostra. Scoperto dai tecnici, il meccanismo si
interrotto.
Rossella Orlandi dice di non
sapere se lItalia ha fatto da
apripista, ma di fatto Roma
stata la prima a vincere una
partita strategica con le grandi multinazionali americane. Il
governo inglese di David Cameron prov a fare lo stesso
con Google, ma alla fine si ridusse a sottoscrivere una transazione che con 171 milioni di
euro sanava le pendenze
dellaltro gigante Usa. La stampa inglese fu molto critica, affibbi la sdolcinata etichetta
di sweetheart (mio tesoro) allintesa siglata dallallora cancelliere George Osborne, ed il 5JNFT sentenzi in prima pagina con un aspro commento: Londra deve imparare dallItalia.
Ora Margarethe Vestager
segue, su un altro fronte, la pista italiana. molto importante la decisione della Ue ragionano i vertici dellAgenzia
delle Entrate pu essere un
passo verso un equilibrato assetto della tassazione vigente
in Europa. Spesso le distorsioni fiscali creano dei vuoti, che
sono riempiti da chi cerca zone
pi favorevoli per spostare i
propri investimenti. Di per s
questo non sempre illecito.
Diventa pericoloso per quando le operazioni creano delle
violazioni alle leggi di mercato
che favoriscono qualche paese
e ovviamente - ne penalizzano un altro. Non si tratta solo
di accanimento tributario, o di
ricerca a tutti i costi di gettito.
Una equilibrata componente
del gettito fiscale non solo
una questione di giustizia il
ragionamento che viene svolto tra il capo delle Entrate e i
suoi collaboratori ma anche
di risorse. La crescita di un paese passa attraverso le risorse
che possiede e quelle che riesce a mobilitare. Per questo
giusto che tutti paghino le tasse. Perch se le pagano tutti, alla fine tutti pagano di meno. E
il paese pi ricco e progredisce.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-'65630%&--"41"(/"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

*MSFQPSUBHF



1&34"1&3/&%*1*
FMQBJTDPN
XXXFMNVOEPFT

.BESJE/PODVOFTFDVUJWP
EBMMPTDPSTPEJDFNCSF NBMFDPOPNJB
DSFTDF"WWFOOFBODIFJO#FMHJP

-BOBSDIJBTQBHOPMB
DIFGBWPMBSFJM1JM
i/PJTFO[BHPWFSOP
TUJBNPNFHMJPw
%"-/04530*/7*"50
&5503&-*7*/*

-&5"11&

-&&-&;*0/*
-FQPMJUJDIFEFM
EJDFNCSF
TFHOBOPMBGJOFEJ
BOOJEJCJQPMBSJTNP
JO4QBHOB4POP
WJOUFEBMQSFNJFS
VTDFOUF3BKPZ 1Q

NBTFO[BPUUFOFSF
JTFHHJOFDFTTBSJ
QFSHPWFSOBSF

*-3*503/0"--&63/&
-FFMF[JPOJEFM
HJVHOP
SJEJTFHOBOPMBTUFTTB
TJUVB[JPOFOFTTVOB
GPS[BQPMJUJDBJO
DBNQP JMWJODFOUF
1Q 1TPF 
$JVEBEBOPTF
1PEFNPT
PUUJFOFMB
NBHHJPSBO[B

."/$"5"*/7&45*563"
0HHJJM1BSMBNFOUP
WPUBMBGJEVDJB
B3BKPZ QSFNJFS
JODBSJDBUPNBTFO[B
MBNBHHJPSBO[B
/POPTUBOUFMJOUFTB
DPO$JVEBEBOPT 
QSPCBCJMNFOUFTJ
BOESBWPUBSFQFSMB
UFS[BWPMUBB/BUBMF

MADRID
OOGLE, Tesla & C. possono metter-

si il cuore in pace. Lera dellauto


senza conducente nasce gi vecchia. LEuropa ha brevettato un prodotto ancora pi rivoluzionario: i paesi senza guidatore. In grado di vivere felici e
prosperare facendo a meno del governo
e viaggiando con il pilota automatico. La
prima cavia stato il Belgio. Uscito in forma smagliante dai 541 giorni orfani di
premier dopo le elezioni del 2010. Ora
tocca alla Spagna. Madrid non ha un esecutivo eletto dallo scorso dicembre. Il
paese andato due volte al voto (lultima il 26 giugno) senza riuscire a darsi
una guida: Mariano Rajoy, leader del
Partito Popolare, cercher di formare entro venerd con scarsissime possibilit di successo un governo di colazione
con Ciudadanos.
I gufi per sono gi in azione. Il motivo? Semplice: senza un primo ministro
le cose in Spagna vanno a gonfie ve-

*OMVHMJPDSFBUJNJMB
OVPWJQPTUJEJMBWPSP
&MFBQFSUVSFEJCBSEJUBQBT
TVQFSBOPMFDIJVTVSF
le: il Pil cresce a ritmi da tigre asiatica
(+3,2% le previsioni 2016), a luglio sono stati creati 84mila posti di lavoro, lo
spread con i Bund pi basso di quello
dellItalia. E per la prima volta da otto anni la prova regina del benessere ritrovato le aperture di bar per le Tapas
hanno superato le chiusure. Squadra
che vince anche quando la squadra
non c non si cambia. E un pezzo del
paese, malgrado le preoccupazioni di
Bruxelles, spera in gran segreto nel flop
di Rajoy e in nuove elezioni previste il
giorno di Natale per continuare a sognare.
Antonio Arroyo, 24 anni e una laurea
in economia aziendale mai sfruttata
(Mi barcameno con collaborazioni saltuarie) uno dei tanti fan di questa
strana anarchia iberica. La politica ha
fallito. Siamo orfani del bipolarismo. In
questi giorni i partiti litigano persino su
dove sedersi in Parlamento. Io vedo i fatti dice bevendo un bicchiere di bianco
in un bar a fianco del Prado da quando la Spagna non ha pi medici al capezzale sta molto meglio!. Lui a dire il vero non ne ha beneficiato troppo (Sono al verde, tra due giorni parto per fare
la vendemmia a Martignol in Francia,
prendo 2mila euro in tre settimane). I
numeri per sembrano dargli ragione.
Il limbo della politica non ha frenato i
consumi, saliti del +4,9% a luglio. Le
banche salvate nel 2012 da 40 miliardi della Ue hanno ripreso a dar soldi
ad aziende e cittadini, festeggia il segretario di Stato alleconomia Inigo Fernandez Nemesa. Il tempo governo o
non governo sta cicatrizzando persino le ferite della Burbuja del Ladrillo,
la bolla del mattone che ha messo in ginocchio il paese nel 2008: Due anni fa

*--&"%&311
*MQSFNJFSJODBSJDBUP
.BSJBOP3BKPZ 
BOOJ TBMVUB
JHJPSOBMJTUJEPQP
JMEJCBUUJUPEJJFSJ
JO1BSMBNFOUPTVMMB
TVBJOWFTUJUVSB
BMHPWFSOP

'0501&%30"3.&453&"'1

qui vivevano 3mila persone. Ora siamo


8mila e nessuno ci chiama pi gli spettri della citt fantasma, ride Angela
Lambea, grafica di 34 anni e fresca acquirente per 98 mila euro di un appartamento di 100 metri quadri alla Sesena,
la mega-speculazione del palazzinaro
Francisco Hernando Contreras, al secolo El Pocero (lo spurgafogne). Lui fallito, la sua (ex) cattedrale nel deserto a
sud della capitale finita sul groppone
delle banche. E proprio ora, con buona
pace dei 254 giorni senza premier, sono

rispuntati gli acquirenti a riempire gli


spazi vuoti: Io e mio marito abbiamo ritrovato lavoro a tempo indeterminato a
gennaio racconta Angela con il primo stipendio abbiamo fatto il mutuo e ci
siamo messi un tetto sulla testa.
Un caso? I profeti della stabilit e del
dirigismo, impegnati in queste settimane a picconare il mito del paese acefalo e
felice, sono sicuri di s. Il buon stato di
salute delleconomia spagnola figlio
dellinerzia dei provvedimenti di un esecutivo, quello di Rajoy, che ha funziona-

*-1"3-".&/50*&3**-%*4$0340"--&$035&4i0.&0*-$"04w

3BKPZDFSDBMBGJEVDJB
NBHMJNBODBOPTFJWPUJ
"-&44"/%30011&4

MADRID. Ottanta minuti per un discorso che, salvo colpi di scena alta-

to, dice Paolo Vasile, consigliere delegato di Mediaset Espaa (ritornata agli utili degli anni pre-crisi). La riforma del
mercato del lavoro una sorta di Jobs
Act in salsa iberica ha reso Madrid
pi conveniente di Francia e Germania, assicura Joachim Hintz, direttore
finanziario della Seat (Vw). Risultato: i
big dellauto hanno investito miliardi
nel paese che diventato il secondo produttore dEuropa assorbendo parte degli esuberi del settore costruzioni. Altro
che pilota automatico: Il boom dellindustria delle quattro ruote e dellexport
merito del lavoro dellultimo esecutivo
si autopromuove Fernandez Nemesa
niente dovuto al caso. Certo, la fortuna ha dato una mano: le crisi in Egitto,
Africa del Nord e Turchia hanno regalato una stagione doro al turismo
(+12,7% gli arrivi) e in Costa Blanca ad
agosto non si trovava un letto a pagarlo
oro, come giura Carola Valls di Visit Be-

.BDDIJDPOUFTUBJMNJUP
EFMQBFTFBDFGBMPFGFMJDF
FBUUSJCVJTDFBMMFSJGPSNF
EFMMFBEFS1QJNFSJUJ

mente improbabili, non produrr alcun frutto concreto. Mariano Rajoy si presenta davanti alle Cortes due mesi dopo le elezioni di fine giugno e al termine di unestate senza vacanze per chiedere uninvestitura presidenziale che, lo sa gi, il Parlamento non gli conceder. N oggi in prima votazione, quando occorre la maggioranza assoluta di 176
deputati, n venerd prossimo quando sarebbe sufficiente la
maggioranza semplice. Non basta la giravolta dellultimora
*-(07&3/0
propiziata dai centristi di Ciudadanos (Mai con Rajoy, ripeteva da mesi il loro leader Albert Rivera) che dopo una trattativa-lampo con il Partito Popolare ha deciso di far confluire
sul candidato il pacchetto dei suoi 32 seggi. La somma fa 170,
mancano almeno 6 s e non arriveranno dai socialisti n da
alcun altro gruppo politico.
Per questo Rajoy insiste sullineluttabilit di un governo
da lui guidato: in caso contrario ed ecco tornare il discurso
del miedo, la minaccia basata sulla paura la Spagna si vedrebbe condannata a tornare alle urne per la terza volta in un
anno. In pi, addirittura il giorno di Natale, in conseguenza
della rigida applicazione dellorologio istituzionale messo
*MEJTDPSTPBMMF$PSUFT in marcia in modo malizioso fissando per oggi il primo voto
dinvestitura.
EFMMFBEFSQPQPMBSF
Io o il caos, la sostanza della teoria ripetuta fino alla sa.BSJBOP3BKPZ
ziet da Rajoy che sei mesi fa, quando il candidato premier
era il socialista Pedro Snchez, lo ridicolizz perch si presentava alle
Cortes senza avere i voti sufficienti. Ora il leader popolare rischia di
trovarsi in una situazione simile. Ma oggi, dalla tribuna parlamentare, Snchez gli confermer il no del Psoe. Dal fronte di Podemos, Pablo Iglesias propone di rilanciare il dialogo con il Psoe. Snchez per
ora non risponde, da venerd si vedr.

nidorm. Ma con un governo in carica


certo Miguel Cardoso, capoeconomista della Bbva il Pil 2016 sarebbe cresciuto del 3,5%.
Non tutto quel che luccica, ovviamente, oro. Molti nodi sono ancora da sciogliere: la disoccupazione viaggia al 20%
(era al 26%), il lavoro creato spesso
precario e labolizione di quella riforma la nostra priorit appena saremo al
governo, giura Pedro Sanchez, leader
dei socialisti del Psoe, strizzando locchio a Podemos. Entro met ottobre c
da presentare il budget (con nuovi tagli) alla Ue. E le Cassandre predicano
prudenza: La paralisi politica ha ridotto del 19,6% gli investimenti in opere
pubbliche. Prima o poi la fiesta di questi mesi finir, vaticina lassociazione
costruttori. Magari avranno ragione.
Ma lo ripetono da met gennaio. E il sogno della Spagna felice che fa fiesta e vola con il pilota automatico per ora
ancora realt.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*PTPOP
MBTPMB
QPTTJCJMJU
EJEBSF
BMMB4QBHOB
VOHPWFSOP



"--"3.&5&3303*4.0

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

*MDPOGMJUUP

i"M"EOBOJVDDJTPBE"MFQQPw
-*TBOOVODJBMBGJOFEFMMBWPDF
DIFBJ[[BWBJMVQJTPMJUBSJ
-BHFO[JBEFM$BMJGGBUP"NBRNPSUPMVPNPDIFDPPSEJOBWBMBQSPQBHBOEB MJOUFMMJHFODF
FHMJBUUBDDIJUFSSPSJTUJDJBMMFTUFSP EB1BSJHJB#SVYFMMFT'PSTFDPMQJUPEBVOSBJEBNFSJDBOP
%"-/04530*/7*"50
(*".1"0-0$"%"-"/6

*16/5*

LONDRA. Sulla testa di Tah Subhi Falaha, me-

*-/6.&30%6&
4JSJBOP BOOJ 
DPNCBUUFDPOUSP
HMJ6TBJO*SBRBHMJ
PSEJOJEJ"M2BFEB 
QFSQPJMFHBSFDPO
BM#BHIEBEJ BHJSF
BODIFTVMGSPOUF
TJSJBOPFEJWFOUBSF
QPSUBWPDFEFMM*T

glio conosciuto come Abu Muhammad al Adnani, il Dipartimento di Stato americano aveva messo una taglia di cinque milioni di dollari. Adesso che il braccio destro di Abubakr al
Baghdadi e portavoce del sedicente Stato islamico, secondo lagenzia dello stesso organismo jihadista Amaq, ha affrontato il martirio mentre si occupava delle operazioni ad
Aleppo non ben chiaro chi potr riscuotere
il pagamento. Di sicuro, gli Stati Uniti hanno
fatto intendere che potrebbero essere stati loro a ucciderlo: il Dipartimento di Stato Usa ha
infatti confermato a stretto giro ieri notte di
aver effettuato un raid aereo proprio contro
Al Adnani, e proprio a Al Bab, nella zona di
Aleppo, anche se non ne ha confermato ufficialmente la morte.
Al suo posto potrebbe andare Iyad al-Obaidi, alias Saleh Haifa, ex fedelissimo di Saddam Hussein e oggi considerato il responsabile finanziario dellIs. Ma per lorganizzazione
integralista sicuramente una perdita signi-

-&./*
"M"EOBOJBWFWB
DSFBUPM&NOJ JM
TFSWJ[JP
EJOUFMMJHFODF
EFMMP4UBUP
*TMBNJDP DIF
DPPSEJOBMBKJIBE
EFMUFSSPSFDPOUSP
M0DDJEFOUF

'050"1"1

ficativa. Al Adnani, siriano di Idlib di 39 anni,


ex militante di Al Qaeda e seguace di Al Zarqawi, era anche stato emiro comandante militare di Haditha, prima di essere imprigionato dagli americani nel carcere di
Camp Bucca, in Iraq. Proprio durante la detenzione probabilmente aveva costruito il legame con Al Baghdadi, per poi essere rilasciato con la partenza di gran parte del contingente Usa e la chiusura del carcere, nel 2009.
Ma pi ancora che un guerriero, Al Adnani
era considerato un leader in crescita, tanto

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 



1&34"1&3/&%*1*
XXXMJNFTPOMJOFDPN
XXXVOEFSTUBOEJOHXBSPSH

i.JHMJBJBJOGPTTFDPNVOJw

'JOPBQFSTPOFVDDJTFBDPMQJEBSNBEBGVPDP EFDBQJUBUF 
JOWFTUJUFDPOBVUPWFJDPMJTPOPTFQPMUFJOGPTTFDPNVOJEFMM*T
JO*SBRFJO4JSJB.BTPOPTFNQSFTPMPVOBQBSUFEJRVFMMFDIFTJ
QSFWFEFWFSSBOOPTDPQFSUFRVBOEPJKJIBEJTUJEFM$BMJGGBUP
TBSBOOPDPTUSFUUJBEBCCBOEPOBSFMFSFHJPOJTPUUPJMMPSP
DPOUSPMMPJMSJTVMUBUPEJVOJODIJFTUBDPOEPUUBEBMMBHFO[JB"Q
DIFTJCBTBTVSBDDPOUJEFJTPQSBWWJTTVUJ GPUPHSBGJFFJNNBHJOJ
TBUFMMJUBSJ-FWJUUJNFTPOPTPQSBUUVUUPNFNCSJEFMMBNJOPSBO[B
SFMJHJPTBZB[JEB*OGPUP EVFGPTTFDPNVOJOFMOPSEEFMM*SBR

pi pericoloso in quanto univa le capacit militari al rigore teorico. Secondo gli studiosi
del jihadismo, era proprio lui che seguiva ed
elaborava la delicata strategia di comunicazione dellIs, strumento efficace di proselitismo, che guidava attraverso lEmni, il servizio di intelligence da lui creato. E allo stesso
tempo era lui che nei campi di addestramento jihadista illustrava ai compagni di lotta le
parole di Muhammad ibn Abd al Wahhab, il
teologo arabo che predicava la purificazione dellislam attraverso il ritorno alle origini

e i costumi dei primi discepoli del Profeta.


Al Adnani era accanto ad Al Baghdadi anche nel momento pi delicato per la storia
dellIs: il no ad Ayman Al Zawahiri e la rottura dei rapporti con Al Qaeda, dopo un litigio sullintervento in Siria. Il successore di
Osama bin Laden aveva accettato la dichiarazione di fedelt di Jabhat Al Nusra, un gruppo jihadista che invece Al Baghdadi considerava estensione dellIs (allora Isis). A questultimo Al Zawahiri aveva chiesto di lasciare la Siria, ma proprio Al Adnani aveva ribat-

tuto punto per punto gli ordini dellex medico egiziano, sancendo cos la rottura totale
con Al Qaeda.
La sua era probabilmente una delle figure
pi carismatiche delluniverso fondamentalista: alla raffinatezza dellarabo classico usato
nelle solenni dichiarazioni pubbliche univa la
spietatezza e la mancanza di scrupoli coltivate nelloffensiva contro gli sciiti sotto la guida
di Al Zarqawi. Non era un caso che la sua fosse una delle voci pi usate nelle registrazioni
audio diffuse sul web, accanto a quella di Al

Baghdadi: proprio Al Adnani ha avuto lonore di proclamare il Califfato e sottolineare il


dovere di adesione per ogni buon musulmano. Ma soprattutto Al Adnani era luomo della ferocia contro lOccidente: quella voce la
usava per predicare il ricorso a qualsiasi arma, dallautomobile al sasso, per colpire. Il
suo nome era stato fatto dai pianificatori
dellassalto al Bataclan, ma anche lattacco di
Nizza era sicuramente ispirato alle sue parole. Ora la sua predicazione allodio finita.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



10-*5*$"&(*645*;*"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-BMFHHF

1&34"1&3/&%*1*
XXXQBSUJUPEFNPDSBUJDPJU
XXXSFQVCCMJDBJU

1FOTJPOJ QSPSPHBQFSQPDIFUPHIF
0LBMEFDSFUPTPMPQFS$BTTB[JPOF
$PSUFEFJ$POUJ $POTJHMJPEJ4UBUP
JOUVUUP USBDVJ$BO[JP
-*"/".*-&--"
ROMA. Un

decreto per meno di


30 alte toghe e per fargli guadagnare un anno di lavoro in pi.
Una ventina in Cassazione, cinque o sei alla Corte dei Conti, un
paio (ma forse addirittura una
sola) allAvvocatura dello Stato, nessuna al Consiglio di Stato. Magistrati ai vertici, che sarebbero dovuti andare in pensione allo scadere dei 70 anni,
potranno restare in servizio per
altri dodici mesi.
In Consiglio dei ministri, dove viene approvato il decreto,
non mancano le polemiche.

critico il ministro della Famiglia Enrico Costa, gi vice alla


Giustizia, che vede compromessi i diritti di chi avrebbe potuto fare pi carriera e non lha
fatta. Il Guardasigilli Andrea
Orlando, pur contrario al taglio
secco di ben cinque anni del
2014 e alla successiva proroga
del 2015, ora tutto sommato
digerisce un decreto che, proprio per via dei numeri, ha un
impatto limitatissimo.
Chi invece proprio non daccordo lAnm, il sindacato della magistratura ordinaria che
parla di unimprovvisazione,
che produrr disparit di tratta-

.BHJTUSBUJEFMMB$PSUFEJ$BTTB[JPOF
mento e disservizi. Ben altra la
soluzione: un allungamento a
regime dellet pensionabile
da 70 a 72 anni. Ma su questo il
premier Renzi stato irremovibile, anche se c gi chi ipotizza che lemendamento possa ar-

rivare durante la conversione


in Parlamento.
La proroga dellet pensionabile per le toghe arrivata, ma
attenzione perch si tratta di
una misura molto limitata. Basta leggere il testo del decreto,

12 articoli di cui solo due dedicati alla questione. Il decreto giustificato dalla straordinaria necessit e urgenza di definire il
contenzioso presso la Cassazione e adottare misure per lefficienza degli uffici. Ma poi gli

articoli 5 e 10 svelano la sostanza: il decreto riguarda i vertici


della Cassazione, i magistrati
con ruoli direttivi e semidirettivi della Corte e della Procura generale. Parliamo di un pugno di
toghe. Il presidente Gianni Canzio e il suo vice Renato Rordorf,
il procuratore generale Pasquale Ciccolo, il presidente del Tribunale per le Acque pubbliche
Antonio Segreto, presidenti e
vice di sezioni penali e civili,
Siotto, Ippolito, Conti, Romis,
Stabile, Geraci, Fiale, Di Palma,
Bucciante, Macioce, lavvocato
generale Nello Rossi. Con loro il
procuratore nazionale Antimafia Franco Roberti. Escluso chi
ha gi compiuto 72 anni. Gli altri restano fino al 31 dicembre
2017. Gi rumoreggia chi, non
essendo ai vertici, invece va in
pensione. Ricorsi per incostituzionalit assicurati.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-1%-"$$64""--".*/03"/;"/0/7**.1&(/"5&

#FSTBOJOPOTJNBOHJB
QBOFFSFGFSFOEVN
(FOUJMPOJBMMBUUBDDP
%"-/04530*/7*"50
(*07"//"$"4"%*0
CATANIA. La nostra riforma non credo

abbia bisogna di
passare dallAccademia della Crusca. Quella Boschi
Renzi invece s, perch una riforma scritta male.
Massimo DAlema accolto da uno scroscio di applausi.
La Festa nazionale dellUnit nello scrigno di Villa Bellini
a Catania ha fatto il pienone. Il lider Massimo si muove
a suo agio anche se gli regalano il calendario di SantAgata e prima di parlare deve ascoltare il filmato sul S alla riforma costituzionale che ha definito un errore, un danno, una riforma sbagliata che creerebbe serie disfunzioni
e danni al sistema democratico. DAlema sta girando lItalia facendo campagna per il No. Non
pu cambiare la Carta una maggioranza
di governo neppure frutto del voto popolare, non si cambiano cos le Costituzioni attacca.
Alla Festa gli hanno organizzato un incontro con il ministro Paolo Gentiloni sulla politica estera, moderato da Claudio Cerasa, ma la piega tuttaltra. un duro
botta e risposta. Si comincia con un censimento, chi per il S e chi per il No. Vincono i No. E Gentiloni avverte che un bene a patto che le differenze non mettano
in discussione lo stato di salute della famiglia dem: La rottura sarebbe una follia.
DAlema alloffensiva: Mi sono dimesso
da premier dopo avere perso le elezioni in
modo meno catastrofico di come le ha per- -&"%&3%&--".*/03"/;"
se Renzi lultima volta. Ma Gentiloni con- 1JFSMVJHJ#FSTBOJ 
trattacca: non s mai visto che dirigenti TJOJTUSBEFM1E
importantissimi del partito, come DAlema, si disimpegnino dal sostenere i candidati del Pd.
Lex premier si definisce un uomo libe- -BSJGPSNBOPO
ro e aggiunge: Non Renzi che mi inte- OJMQSJNPO
ressa, ma ha spaccato in due il paese pro- JMTFTUP
prio sulla Costituzione . Poi per parte QSPCMFNBEFM
allattacco del premier: diventato un 1BFTF.B
politico tradizionale anzi ha i peggiori di- M*UBMJDVNEFWF
fetti della politica, in due anni la spinta an- FTTFSF
ti establishment si esaurita. Parla del DBNCJBUP
peggio del renzismo: Linformazione
controllata dopo loccupazione brutale della Rai da parte del governo. Il tutto accompagnato dallannuncio del documento per una vera riforma costituzionale scritto con i costituzionalisti Onida, Casavola e con Quagliariello. Controbatte Gentiloni: Tutto mi sarei aspettato tranne che discutere con DAlema nella parte del signor No, non nella sua
storia. E quando lex premier denuncia il trasformismo
di Ala, il gruppo di Verdini, Gentiloni gli ricorda che ha fatto il premier grazie al trasformismo dellUdeur. Ci si rinfaccia di tutto. La platea rumoreggia. E da Firenze Bersani avverte: LItalia non mangia pane e referendum, se
continuiamo a parlare solo di questo lo scollamento dalla
gente aumenta. Ma conferma che lItalicum va modificato: O sar un salto nel buio.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-&4$&-5&%&--&$*55

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

*MDBTP



1&34"1&3/&%*1*
XXXDPOJJU
XXXDPNVOFSPNBJU

3PNB QSJNPTOFMMBHJVOUB

#FSEJOJ BTTFTTPSFBMM6SCBOJTUJDBi'BWPSFWPMFBMMF0MJNQJBEJTFTPOPVUJMJBSFBMJ[[BSFJOPTUSJQSPHFUUJw3BHHJ
QSFOEFBMUSJHJPSOJQFSMBEFDJTJPOFGJOBMF/FM.PWJNFOUPEJCBUUJUPBQFSUP %J#BUUJTUBF5BWFSOBHVJEBOPJMOP
50.."40$*3*"$0
ROMA. Cresce la voglia di Olimpiadi nella giunta di Roma. E il dubbio si insinua nel cuore del Movimento. Dico s ai Giochi se saranno per la citt e se si far una
grande opera per i cittadini - si
espone il responsabile allurbanistica, Paolo Berdini Se le Olimpiadi si fanno per la citt e per la
vita delle persone, allora non si
pu dire no. Certo, lassessore
un indipendente senza trascorsi
cinquestelle, ma non il solo a tifare per levento. Il reggente Luigi Di Maio predica prudenza e si
consulta con Giovanni Malag.
Virginia Raggi sulla stessa linea del vicepresidente della Camera, nonostante il pressing di
Alessandro Di Battista e Paola Taverna, i pi quotati portabandiera del no. E la partita lontana
dallessere chiusa. Per lattesissimo incontro tra la sindaca e il presidente del Coni, infatti, bisogner aspettare altri venti giorni. Dopo le Paralimpiadi, filtra dal Campidoglio, per rispettare la tregua olimpica stabilita alla vigilia di Rio2016.
E dire che il tempo stringe. Entro il 7 ottobre la Capitale deve inviare un nuovo dossier al Cio. La-

la dura del Movimento preferirebbe addirittura far scadere i


termini per la candidatura senza
neanche approvare una delibera
ad hoc. E invece Raggi prende
tempo, media, valuta ogni scenario. Berdini ha messo in fila per
lei le richieste pi stringenti: tra
queste, lo spostamento del villaggio olimpico lontano dai terreni
di Francesco Gaetano Caltagirone e dellarea del canottaggio dalla zona di Ponte Galeria.
La soluzione meno traumatica
per il Movimento, quindi quella
preferita dalla prima cittadina,
resta al momento il no. A patto
per di non essere costretti a prestare il fianco ad accuse fastidiose di bruciare fondi e opportunit in nome di una promessa della
campagna elettorale. Che poi il
timore espresso con grande chiarezza anche da Berdini, durante
Agor Estate: Al massimo tra
10 giorni decideremo. Certo, mi
dispiacerebbe se Milano ci sfilasse loccasione. Esistono anche
parecchie controindicazioni, secondo lassessore: Expo Milano
2015 stato una devastazione,
hanno urbanizzato a vuoto 120
ettari di territorio. Se quelle sono
le Olimpiadi, dico di no. E per
esistono anche grandi opportuni-

t: Se serviranno per fare le


quattro linee tram o la messa in
sicurezza degli impianti sportivi,
allora dico s.
Grandi progetti, che per il momento si scontrano con lo scetticismo della Casaleggio associati.
Nel quartier generale di Milano il
dossier preoccupa non poco, a
maggior ragione dopo la mossa
di Berdini: Non dobbiamo mostrarci ambigui, n altalenanti.
Ma c di pi. La trincea dei contrari ai Giochi si sposta - se possibile - qualche altro metro in avan-

ti. Non basta pi che i Giochi non


pesino sulle tasche dei cittadini
romani, come promettono Coni e
governo, adesso la pretesa che
lintera operazione non gravi sui
conti pubblici italiani. Come? Si
reclama un grande piano di sponsorizzazione capace di coprire le
spese dellorganizzazione che, al
netto di alcune infrastrutture e
interventi per la mobilit, ammonter ad almeno cinque miliardi. Realisticamente, gli sponsor potranno coprire al massimo
un paio di miliardi.

Il governo spera comunque di


piegare queste resistenze e invita a tener conto di un sondaggio
Censis che accredita la maggioranza dei romani favorevole alle
Olimpiadi. Quanto a Matteo Renzi, ha attivato ogni canale disponibile per mettere pressione ai
cinquestelle. Se proprio Roma
non se la sente - rilancia Eugenio
Giani, presidente del consiglio regionale della Toscana - io lancio
lidea dei Giochi a Firenze. La sfida pre-olimpica continua.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-"4*/%"$"
7JSHJOJB3BHHJ 
TJOEBDBEJ3PNB
/FM.PWJNFOUPTJ
EJTDVUF
TVMMPQQPSUVOJU
EJSJUJSBSFPNFOP
MBDBOEJEBUVSB
EFMMB$BQJUBMFBJ
(JPDIJPMJNQJDJ
EFM
%FDJTJWPTBS
MJODPOUSPEFMMB
QSJNBDJUUBEJOB
DPOJM1SFTJEFOUF
EFM$POJ(JPWBOOJ
.BMBH

-JOUFSWJTUB-VDB$PSEFSPEJ.POUF[FNPMP

i4JTUBGBDFOEPDPOGVTJPOFUSBDPNJUBUPQSPNPUPSF
FPSHBOJ[[BUPSF/FMTFDPOEPOPOBWSBMDVOSVPMPw

i0HHJTJBNPJGBWPSJUJ
"(JPDIJBTTFHOBUJ
NJGBSTVCJUPEBQBSUFw
'0500./*30."

."3$0.&/463"5*

$0.*5"50130.0503&
-VDB$PSEFSPEJ.POUF[FNPMP 
QSFTJEFOUFEFMDPNJUBUP
QSPNPUPSFQFS3PNB

ROMA - La corsa di Roma alle


Olimpiadi del 2024 sta per affrontare un passaggio chiave. Di qui
a un mese la sindaca Virginia
Raggi dovr decidere se firmare
il perfezionamento della candidatura italiana oppure no. Un passaggio non decisivo - leventuale
assegnazione dei Giochi sar deliberata dagli 86 membri del Comitalo olimpico internazionale
(Cio) tra un anno - e tuttavia cruciale, visto che un no della Raggi
aprirebbe la strada quanto meno
a un violento conflitto con il governo se non al decadimento
istantaneo della candidatura
stessa. Ed per questo, per la delicatezza del momento, che il presidente del comitato promotore di
Roma 2024, Luca Montezemolo
sgombera il campo da ogni dubbio o da ogni equivoco: Perch
ho la sensazione - dice - che in queste ore si stia facendo un poco di
confusione.
Che genere di confusione?
Credo che non si stia distinguendo con la sufficiente chiarezza la differenza tra comitato promotore e comitato organizzatore, e cio tra chi ha lincarico di
convincere i membri del Cio in
tutto il mondo della bont della
scelta di Roma; e chi invece si do-

-&$0/04$&/;&

*-3*41&550

/POTBSFCCFHJVTUP
OPQQPSUVOPVO
JODBSJDPQFSNF IP
TPMPNFTTPB
EJTQPTJ[JPOFMFNJF
DPOPTDFO[F

vrebbe assumere lonere e la responsabilit di organizzarli, quei


Giochi, nel caso di una loro eventuale assegnazione.
Probabilmente c chi pensa
che ci possa essere continuit
tra le due identit.
Per quanto mi riguarda ho
sempre detto e ripeto oggi che
un istante dopo lassegnazione
delle Olimpiadi, io mi occuper
di altro. Non ho alcuna intenzione di seguire, nel caso ce ne fosse
loccasione, anche la fase organizzativa. Non sarebbe n giusto n
opportuno.
Insomma, nel caso in cui la
candidatura dovesse superare il check point del prossimo
7 ottobre, il suo ruolo olimpi-

-BTJOEBDBEFWF
EFDJEFSF
MJCFSBNFOUF
%JTQJBDJVUPTFEJS
OP NBSJTQFUUFS
MBTDFMUB

cocesserebbe nel settembre


del 2017?
Non andr oltre per nessuna
ragione al mondo. Ho accettato
questo incarico per puro spirito
di servizio, perch voglio bene
allItalia e a Roma, e perch ritengo sana quella voglia di rinascita
che c dietro al progetto. E sono
stato orgoglioso in questi mesi
dei ragazzi del Comitato che hanno lavorato con passione al progetto. Se oggi siamo ritenuti favoriti alla vittoria finale, per la
qualit del loro lavoro. Io da parte mia ho messo volentieri a disposizione il patrimonio di conoscenze che ho accumulato in tanti anni di attivit nel mondo dello
sport internazionale, un capitale

di esperienze, da Azzurra alla


Ferrari, dai Mondiali del 90 alla
Juventus.
Cosa accadrebbe se il Comune
dicesse di no? Il governo potrebbe subentrare?
Non voglio entrare in questa
discussione. Credo che la sindaca
Raggi debba decidere liberamente e secondo coscienza. Nel caso
in cui dicesse di no, da cittadino e
da sportivo mi dispiacerebbe,
ma rispetterei una decisione difficile. In merito alla quale mi limito a dire una sola cosa: le Olimpiadi sarebbero nel 2024, tra otto
anni. Non domani. Se fossero domani anche io avrei dei dubbi
sullopportunit di candidare
una citt con i problemi di Roma.
Ma di qui a otto anni ci sono tutti
i presupposti per migliorare.
Quante possibilit avrebbe
davvero Roma di spuntarla,
se la candidatura andasse
avanti?
Sinceramente penso molte.
Anche se la partita tuttaltro
che scontata. La concorrenza di
Los Angeles, Parigi e Budapest
molto agguerrita. America e
Francia hanno schierato forze importanti a sostegno delle loro candidature. Le Olimpiadi sono una
grande occasione anche per gli altri.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-$".1*%0(-*0

4UBGGFTUJQFOEJ
i'JTTBSFVOUFUUP
BNJMBFVSPw
"UBD BMUSBCVGFSB
-03&/;0%"-#&3(0
ROMA.Il faccia a faccia con la sin-

daca Virginia Raggi, ieri ai funerali di Amatrice e pronta a partecipare a unassemblea cittadina
in Campidoglio, solo rimandato. Perch i consiglieri comunali
a 5Stelle e il mini-direttorio vogliono ristabilire le distanze con
la prima cittadina. Troppo a lungo inascoltati sul dossier nomine, ora chiedono di fissare un tetto salariale per i professionisti di
cui la giunta decider di dotarsi:
76mila euro lanno, quanto un
assessore. Nulla di pi. Altra misura per ribadire che la voce degli eletti non potr essere pi
ignorata: uno tra il presidente
dellAssemblea capitolina Marcello De Vito e il capogruppo Paolo Ferrara entrer nel mini-direttorio. Al team composto dalla senatrice Paola Taverna, dallonorevole Stefano Vignaroli, dalleurodeputato Fabio Massimo Castaldo e dal consigliere regionale Gianluca Perilli si affiancher
quindi uno dei due mister preferenze.
Un segnale chiaro, che rende
difficile nascondere i mal di pancia del gruppo anche per i consiglieri che meno si sono appassionati al tema stipendi: Molte persone hanno sollevato dei problemi - spiega il presidente della
commisione Trasporti ed eletto
5Stelle Enrico Stefno - e hanno
fatto bene a farlo. Per ora mi pare che si sia speso poco rispetto
al passato. Il conto preciso andr
comunque fatto alla fine. Gli assessori, non dimentichiamocelo,
hanno responsabilit enormi.
giusto che scelgano collaboratori di fiducia. Poi verificheremo il
lavoro che faranno, se quei soldi
saranno meritati. Siamo un movimento giovane, i problemi di
crescita sono normali.
Unaffermazione, lultima,
che non trova completamente
daccordo il mini-direttorio: i casi dellex Margherita Andrea
Mazzillo, del vice capo di gabinetto alemanniano Raffaele Marra e lo stipendio triplicato allex
funzionario e ora capo della segreteria politica della sindaca
Salvatore Romeo fanno rizzare i
capelli in casa M5S. Tanto che,
se la sindaca non dovesse rivedere i loro stipendi, Taverna & co.
potrebbero fare un passo indietro.
Ma la giunta investita anche
da una nuova polemica su Atac,
lazienda dei trasporti. Il senatore dem, ex assessore, Stefano
Esposito pubblica sui social una
lettera inviata dal dg Rettighieri
alla responsabile della mobilit
in giunta, Linda Meleo, in cui il
direttore generale vuole Non
possibile rfar circolare il 95% dei
treni entro la met del mese di
settembre e non so da dove questo numero sia uscito. La replica di Meleo: Grave divulgare comunicazioni riservate. Ma la polemica infuria anche su presunte pressione della giunta per spostamenti di personale.



$30/"$"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-BTDVPMB

1&34"1&3/&%*1*
XXXJTUSV[JPOFJU
MBCVPOBTDVPMBHPWJU

.BFTUSJDPOMBWBMJHJB
EJFUSPGSPOUEFMNJOJTUSP
BDDPMUJSJDPSTJ
.BJTJOEBDBUJJOTPSHPOPi5SPQQJFSSPSJ UVUUPEBSJGBSFw
-BQPMFNJDBTVMMBMHPSJUNPDIFIBEFDJTPJUSBTGFSJNFOUJ
4"-70*/53"7"*"

N 2.639 possono sperare. Sono i maestri elementari che,


in queste ore, hanno ricevuto
la lettera che promette un posto
pi vicino a casa. Un dietrofront
che rimescola le carte, dopo le polemiche di un agosto rovente
sullalgoritmo impazzito che
ha assegnato le cattedre a chi
chiedeva di cambiare regione.
Ma non detto che le liste dei fortunati, rese note via via dai provveditorati, bastino a scongiurare
un inizio danno nel caos. Si visto bene ieri a Napoli, dove
esplosa la protesta di centinaia
di esclusi: Sono disperata
spiega Giuditta Carannante, 45
anni dopo 25 anni di sacrifici,
dovr rivolgermi ai giudici: non
posso abbandonare i miei figli.
Per capire c da dare uno
sguardo ai numeri. Su 17.400 trasferimenti degli assunti nella cosiddetta fase C, viale Trastevere
accetta di riscriverne 2.639, il
15% del totale. Un po troppi per
parlare di semplici imperfezioni nel sistema come hanno sempre fatto i tecnici del Miur. E segno forse che i maestri sul piede
di guerra per esser stati spediti a
centinaia di chilometri da casa,
scavalcati da colleghi con punteggi pi bassi, non avevano tutti i
torti.
Migliaia di insegnanti sono in

SUPERENALOTTO
COMBINAZIONE VINCENTE

9 17 47 66 86

Numero Jolly

Superstar

21

49

LE QUOTE
Concorso n. 104 del 30-8-2016
Superenalotto
Nessun vincitore con punti 6
Nessun vincitore con punti 5+
Ai 6 vincitori con punti 5
Ai 1.059 vincitori con punti 4
Ai 38.429 vincitori con punti 3
Ai 498.682 vincitori con punti 2

36.069,51
206,25
17,21
5,00

Superstar
Nessun vincitore con punti 6
Nessun vincitore con punti 5+
Nessun vincitore con punti 5
Ai 2 vincitori con punti 4
20.625,00
Ai 269 vincitori con punti 3
1.721,00
Ai 3.111 vincitori con punti 2
100,00
Ai 18.354 vincitori con punti 1
10,00
Ai 34.619 vincitori con punti 0
5,00
IL PROSSIMO JACKPOT CON PUNTI 6

132.200.000,00

LOTTO
76 5
19
FIRENZE 65 9
GENOVA 81 67
MILANO 78 74
NAPOLI 14 53
PALERMO 8 40
75 51
ROMA
TORINO 23 33
VENEZIA 89 79
NAZIONALE 69 71
BARI

CAGLIARI 50

10

37
38
57
7
66
68
65
67
51
74
54

40
14
62
31
57
87
1
69
65
67
55

84
51
69
38
5
72
51
57
75
39
79

LOTTO

COMBINAZIONE VINCENTE
5
23
53
76

8
33
65
78

9
40
67
79

14
50
74
81

19
51
75
89

NUMERO ORO: 76

-*/$)*&45"
4Vi3FQVCCMJDBw
EPNFOJDB
MJODIJFTUBDIF
EPDVNFOUBWB
JMSJTDIJPDBPTOFMMF
TDVPMFBQPDIJHJPSOJ
EBMMBQSJNB
DBNQBOFMMB USB
JSJDPSTJDPOUSP
JUSBTGFSJNFOUJ
FJMSFDPSEEJCPDDJBUJ
BMDPODPSTPOF
viaggio verso i provveditorati,
per scegliere se accettare la controproposta. Che sar secca:
prendere o lasciare. Ma per molti
si riveler poco soddisfacente.
Chiss se firmeranno, in Lombar-

NJMB
-&3*$)*&45&
-FDPODJMJB[JPOJ
BWWJBUFJO*UBMJB
TFDPOEPJTJOEBDBUJ


-&$0/$*-*";*0/*
2VFMMFBDDPMUFEBM.JVS
TPOPJMTVMUPUBMF
EFJUSBTGFSJNFOUJ

dia, lagrigentina Rosa Abbruzzo, che potr trasferirsi nel Lazio, o lavellinese Laura Carbone,
cui sar offerto il Veneto. I loro
non sono casi isolati: in Puglia ad
esempio, spiega la Uil regionale,

-"1305&45"
*FSJB1POUJDFMMJ /BQPMJ

FTQMPTBMBSBCCJBEJDFOUJOBJB
EJNBFTUSJMFDVJSJDIJFTUF
EJDPODJMJB[JPOFOPOTPOP
TUBUFBDDPMUFEBMNJOJTUFSP
'05045&'"/03&//"

su mille richieste presentate,


quelle accettate sono solo 148.
Ma appena 55 maestri potranno
aspirare a un posto in regione,
per gli altri la seconda chance
pi vicina solo di qualche chilo-

*-$"40.*(3"/5* #00.%*"33*7*
53&%*$*.*-"*/26"5530(*03/*
4POPRVBTJNJMBJNJHSBOUJ
TCBSDBUJTVMMFDPTUFJUBMJBOFOFHMJ
VMUJNJRVBUUSPHJPSOJ/FMMBTPMB
HJPSOBUBEJJFSJTPOPTUBUJDJSDB
NJMB OFMQPSUPEJ.FTTJOB 
OFMMBGPUP
DIFTJWBOOPBTPNNBSF
BJNJMBTPDDPSTJMBMUSPJFSJJONBSF
EBMMB(VBSEJB$PTUJFSBOFMMFBDRVF
USB-JCJBF*UBMJB4FDPOEPM0JN 
MPSHBOJ[[B[JPOFJOUFSOB[JPOBMF
QFSMFNJHSB[JPOJ OFJQSJNJNFTJ
EFMTPOPBSSJWBUJWJBNBSFHJ
NJHSBOUJ
-VDJMMB;BNQFUUJ4BOTPOFUUJFJGJHMJ.BS
DP (JVMJB "OESFB (JPSHJP 1JFUSP DPO
UVUUBMBOVNFSPTBGBNJHMJB BOOVODJBOP
DPNNPTTJMBTDPNQBSTBEJ

1BPMP;BNQFUUJ

NBSJUP QBESF OPOOPBGGFUUVPTPFJOEJ


NFOUJDBCJMF JMDVJDBNNJOPEJWJUBFTFN
QMBSFTBSVOSJGFSJNFOUPDFSUPQFSUVUUJ
DPMPSPDIFMPIBOOPDPOPTDJVUP
*GVOFSBMJBWSBOOPMVPHPNFSDPMFE
BHPTUP BMMFPSF QSFTTPMB
DIJFTBEJ4BOU"OHFMB.FSJDJJO3PNB 
WJBEJ4BOU"OHFMB.FSJDJ
3PNB BHPTUP
6HPF.BSJB(SB[JB "OESFBF"OOB %B
OJFMBF-PSFO[P DPOMFMPSPGBNJHMJF SJ
DPSEBOPDPOBGGFUUPFEJOGJOJUPSJNQJBO
UP

1BPMP;BNQFUUJ

TUJOHFOEPTJDPNNPTTJBUUPSOPB-VDJMMB
FBUVUUJJOJQPUJ
3PNB BHPTUP
%BOJFMF$BCSBT 4JNPOF(VFSSJOJ (JBO
GSBODP  "TUPSJ  (JBODBSMP  .POUFEPSP 
&NBOVFMB%"MFTTBOESP 3PMBOEP.P
TDB.PTDIJOJ 3PCFSUP$PSTJOJ &NJMJB
.B[[VDB &SOFTUP-VQP (JPWBOOJ(SBT
TPF(JVTFQQF'PUJBQBSUFDJQBOPBMEPMP
SFEJ6HPQFSMBTDPNQBSTBEFMGSBUFMMP

1BPMP;BNQFUUJ

3PNB BHPTUP

$BSP6HP TJBNPWJDJOJBUFFBUVUUBMBGB
NJHMJBDPOMBGGFUUPFMBNJDJ[JBEJTFN
QSFFWJBCCSBDDJBNPGPSUFOFMSJDPSEP
EFMUVPBNBUPGSBUFMMP

1BPMP

4BOESPDPO.BSUJOBF/PSBI
3PNB BHPTUP
(MJBNJDJFDPMMFHIJEFMM"OBSUFEFMMB'/
4"FTQSJNPOPJMMPSPDPSEPHMJPQFSMBQFS
EJUBEJ

.BSJP1BPMJOFMMJ

QFSJMUVPBQQBTTJPOBUPJNQFHOPFMBUVB
HFOFSPTJU
(SB[JF.BSJP
3PNB BHPTUP

-BGBNJHMJB.FVDDJDPOJMNBSJUP.BSDP
/BOOJOJDPO-PSFO[PF/PSB -VDJBF
.BUUFP .BSJBF.BUUFPF5JUUBDPO4FS
HJP %BOJFMF "OOBF7JEBSF1JFSPDPO
'SBODFTDB $MFNFOUFF"OB -JWJBF#FO
KBNJOBOOVODJBOPMBTDPNQBSTBEJ

*MBSJB

DIFIBSJFNQJUPMFMPSPWJUFDPOJMTVP
BNPSF MBTVBHSBOEFVNBOJUFMBTVB
TUSBPSEJOBSJBHFOFSPTJU
*MGVOFSBMFPHHJBHPTUPBMMFPSF
QSFTTPMBDIJFTBEFJ4BOUJ'JPSFOUJOJWJB
$FOUPTUFMMF
0GGFSUFBMMB'POEB[JPOF*UBMJBOBEJ-FOJ
UFSBQJB 'JMF

'JSFO[F BHPTUP

*MBSJB.FVDDJ
4BOESBF(JBDPNP .BSJBF.BVSP DPO
JGJHMJ TBMVUBOPDPOBGGFUUPMBMPSPDVHJOB
FQBSUFDJQBOPDPNNPTTJBMEPMPSFEJ
.BSDP 5JUUB 1JFSPFEFJMPSPGBNJMJBSJ
'JSFO[F BHPTUP
.BSHIFSJUB  "MFTTBOESB  (JBOOB  4FS
HJP -VM *VDDJ $BUFSJOBF-VDJBOP /VO
[JB -VDJBOB 4JMWBOB &MFPOPSB "VSPSB 
&NNB 'BCJP "OOB #FQQFF(JHJB &MJ
TBCFUUB 1BPMBSJOHSB[JBOP

*MBSJB

DIFDPOMBTVBHFOFSPTJU JMQSPSPNQFO
UFBNPSFQFSMBWJUBFJMDVMUPQSPGPOEP
EFMMBNJDJ[JBIBBSSJDDIJUPMFMPSPFTJTUFO
[FSFOEFOEPQJHSBOEJMFHJPJFFQJMJFWJ
JEPMPSJ
'JSFO[F BHPTUP
.JSFMMB -PSFO[PF1JFUSP4BWPSFMMJ "OOB
SJUB1BPMJFSJ4BWPSFMMJ &MFOB$PSTJ4BWP
SFMMJ DPO(JVMJB $BUFSJOBF"OESFBDPOEJ
WJEPOPJMHSBOEFEPMPSFQFSMBQFSEJUBEJ

*MBSJB.FVDDJ

'JSFO[F BHPTUP

"OOBNBSJB  5BCPDDIJOJ  $MBVEJB  )FO


EFM (JPWBOOJ#BSDB (JPWBOOJ1BDDIJB
SPUUJTPOPWJDJOJB.BSDP 5JUUB 1JFSP .B
SJB -VDJBF-PSFO[PQFSMBHSBOEFQFSEJ
UBEJ

*MBSJB

FEFMMBTVBSBSBBNJDJ[JB
'JSFO[F BHPTUP

#FBUSJDFF7JODFO[P 'SBODBF"OESFB 
&O[BF"OUPOJP 'SBODFTDBF4JNPOF 
.BSJB (JPSHJBF1JB *MBSJB $SJTUJOBF
1BPMP 4UFGBOJBF.BSJP -VJTBF*TBCFM
MB $BSMPF4JNPOFUUB ,FUUZF4BOESP 
(JPSHJPF#BSCBSB "OUPOJPF$SJTUJOB 4J
NPOBF#SVOP .BSJPF.BOVFMB .BTTJ
NPF5BOJB -VDJBOPF4VTBOOB 7BOOJF
/JDF .BVSPTJTUSJOHPOPBUUPSOPBJGBNJ
MJBSJOFMSJNQJBOUPEFMMBNJDB

*MBSJB.FVDDJ
SJDPSEBOEPOFDPOHSBUPBGGFUUPMBHFOF
SPTJU JMDBMPSFVNBOPFMBHJPJBEJWJWF
SF
'JSFO[F BHPTUP
$BSB

*MBSJB
TJBNPJOUSPQQJBEPWFSUJEJSFHSB[JF
1FSMBUVBHFOFSPTJU QFSMBUVBTFOTJCJMJ
UFQFSMBUVBBMMFHSJB
$JIBJEBUPNPMUPEJQJEJRVBOUPNFSJ
UBTTJNP TPMPDIFUFOFTFJBOEBUBUSPQ
QPQSFTUP
1BPMP
'JSFO[F BHPTUP
-VDJBOPF(JBOOJOBDPO.BSJBF"OESFB
FDPO'SBODFTDPF.BOVFMB QSPGPOEB
NFOUFFNP[JPOBUJ BCCSBDDJBOP.BSDP 
5JUUBF1JFSPOFMSJDPSEPNFSBWJHMJPTPEJ

*MBSJB
'JSFO[F BHPTUP
(MJBNJDJ  "HOFTF  "OOBMJTB $MBVEJP 
(JPWBOOB (JPSHJP *MBSJB QJBOHPOPMB
TDPNQBSTBEJ

*MBSJB.FVDDJ
FTJTUSJOHPOPDPOBGGFUUPBMMBGBNJHMJB
4ZNJ BHPTUP
NBODBUBBMMBGGFUUPEFJTVPJGBNJMJBSJ

"OOB-VUJ$POUJ
*MGVOFSBMFBMMBDIJFTBEJ4BO.BSDP7FD
DIJP PHHJBMMF
'JSFO[F BHPTUP

metro.
Insomma: c chi esulta, come
Maria Pia Labita, 60enne che torna a Trapani da Como, anche se
avevo gi pagato il volo per me e
mio marito e un B&B per i primi
giorni. Inoltre, ho speso mille e
300 euro per ricorrere al Tar. Se
accetter dovr comunque pagare tutto. Chi, come Natalia Nuncibello, 51enne catanese assegnata ad Alessandria, ma pronta
a tutto pur di stare accanto al marito gravemente malato, promette: Porter il ministero davanti
al giudice del lavoro e chieder
anche i danni. La sua una delle
1.036 richieste respinte. E ne
mancano allappello altre 1.400
(i sindacati ne avevano conteggiate pi di 5mila in tutta Italia).
Conti alla mano una nuova pioggia di ricorsi scontata. Quanto
basta per un avvio danno in salita, visto che le operazioni sul per-

sonale (trasferimenti, immissioni in ruolo e supplenze) sono concatenate e definiscono lorganico a pochi giorni dalla prima campanella, che scatter in tutte le
regioni tra il 5 e il 15 settembre.
I sindacati protestano perch
il ministero ha trovato accomodamenti a costo zero, senza rimettere sul piatto i posti di chi era
soddisfatto della sede assegnata, magari ottenuta con un punteggio inferiore ad altri colleghi.
E chiedono di rifare tutto, uneventualit che getterebbe la
scuola nel caos. La toppa non tiene, tuona Lena Gissi, della Cisl
scuola. Troppi errori, e il tentativo di rimediare caso per caso risolve il problema solo in minima
parte. Per Pino Turi, Uil scuola,
la misura colma. Siamo al fai
da te. Ormai la discrezionalit
sembra prevalere su tutto.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

(-**/("((*%&-(*0$"503&64"5*1&3*13&45*5*

*MDBMDJBUPSF.PEFTUP
BSSFTUBUPQFSVTVSB
"-&44*"$"/%*50

REGGIO CALABRIA. Un finanziatore del giro di strozzo che ha

messo in ginocchio decine di imprenditori edili a Cosenza.


Un socio occulto, che grazie alle violenze dei clan guadagnava decine di migliaia di euro. Rischia di entrare negli
annali del calcio per questo motivo piuttosto che per le prestazioni agonistiche Francesco Modesto, ala sinistra di tante squadre come Palermo, Reggina e Genoa, finito in manette ieri mattina, insieme ad altre 13 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, usura ed estorsione. Crotonese di nascita, cosentino per amore, per la Distrettuale di Catanzaro diretta da Nicola Gratteri,
Modesto ha investito il denaro dei suoi ingaggi in unattivit estremamente redditizia e sconosciuta a fisco e autorit: i prestiti
ad usura. A farlo entrare nel business ha
rivelato il pentito Roberto Violetta Calabrese stato il suocero Mimmo Castiglia, considerato dagli inquirenti uno dei principali finanziatori del sistema di credito parallelo
(con tassi mensili fino al 30%) messo in pie- 'SBODFTDP.PEFTUP
di a Cosenza dai clan Cicero-Lanzino e Rango-Zingari. E Modesto ha affermato il collaboratore lo
sapeva, era consapevole che il denaro venisse impiegato
in attivit criminali e comunque usuraie. A incastrare il
calciatore non sono state solo le dichiarazioni del pentito,
ma soprattutto il libro mastro di estorsioni e prestiti che
Calabrese ha consegnato ai magistrati, permettendo ai carabinieri del Ros e del comando provinciale di Cosenza di riscontrare le sue dichiarazioni. Un guaio per Modesto. I suoi
movimenti bancari hanno confermato quanto riportato, riguardo i prestiti erogati, incluso quello concesso ad un ex
socio del Cosenza Calcio, Francesco Cannella. Limprenditore si visto bonificare i 30mila euro richiesti direttamente dal conto di Modesto. Una traccia impossibile da cancellare, che gli costata larresto.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

.0/%0

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

*MDBTP



1&34"1&3/&%*1*
TJCFSJBOUJNFTDPN
XXXDEDHPWBOUISBY

"OUSBDFUSBJHIJBDDJ
EFMMB4JCFSJB
FDDPJCBUUFSJTFQPMUJ
MJCFSBUJEBMEJTHFMP

'0503644*"/&.&3(&/$:.*/*453:"'1

6OFTUBUFQBSUJDPMBSNFOUFDBMEB
EJFUSPMFQJEFNJBDIFIBVDDJTPVO
FOOFFNBOEBUPJOPTQFEBMF
QFSTPOFBDBVTBSFJMDPOUBHJPJSFTUJ
EJVOBSFOOBNPSUBBOOJGB

6OWFUFSJOBSJPFGGFUUVBDPOUSPMMJTVMMFSFOOFOFMMBQFOJTPMBEJ:BNBM JO3VTTJB

Il permafrost

terreno che resta permanentemente sotto zero


classificato cos dopo almeno
due anni di temperature sotto zero
Polo
Copre il 25% della superficie terrestre

<50% sporadico

(Fonte: Frozen Ground Data Center)

50%-90% discontinuo
>90% continuo

Oceano Artico
SVEZIA

Oceano
Pacifico

Kolym

Mar Kara

Mare di Barents

FINLANDIA
ESTONIA

In alcune zone pu avere


svariati milioni
di anni di et
(soprattutto al Polo Sud)

Archangelsk
San Pietroburgo

Lallarme

Il riscaldamento climatico provoca


l'aumento delle temperature

Nel permafrost
sono intrappolati metano
e anidride carbonica
(solo nellArtico
c un settimo di tutto
il carbonio
presente sulla Terra)
Lo scioglimento
rilascia questi gas
nellatmosfera,
peggiorando
leffetto serra

Tobolsk

Volga

Krasnojarsk

Scavo
operato
dalle onde

ni pi o meno tutto quello che ci


finisce dentro, anche resti di
mammut, spiega Valter Maggi,
glaciologo delluniversit Bicocca a Milano. Destate, con il caldo, molti microrganismi al suo
interno riprendono il loro lavoro
di decomposizione. Batteri
che hanno impiegato decine o
migliaia di anni per accumularsi
nel permafrost vengono oggi rilasciati nel giro di una decina di

Lago di
Baikal

Am

ur

Khabarovsk

CINA
Vladivostok

KAZAKISTAN
Mare di Aral

MONGOLIA

Nel 2014
sono stati riscaldati
e risuscitati alcuni
virus del permafrost
siberiano
risalenti
a 30mila anni fa

Le spore dellantrace
possono sopravvivere
nel permafrost
per centinaia di anni e riattivarsi
con il riscaldamento
Provocano uninfezione
che attacca i polmoni
e pu causare la morte

Nel 2012
la stessa operazione
era stata fatta
su un piccolo fiore,
risalente alla stessa
epoca

COREA

GIAPPONE

*-#*0-0(0"/%3&"'3"/;&55*

i4JUSBTGPSNBJOTQPSB
QFSTPQSBWWJWFSF
BDPOEJ[JPOJFTUSFNFw

anni, a causa dellaccelerazione


del riscaldamento, aggiunge
Carlo Barbante, direttore dellIstituto di dinamica dei processi
ambientali del Cnr e chimico
analitico delluniversit di Venezia. Nelle nostre ricerche in Antartide abbiamo trovato batteri
capaci di vivere e riprodursi anche a due gradi sotto zero e sotto
mille metri di ghiaccio.

ROMA. Ha un segreto, lantrace, che gli


permette di resistere per anni a temperature estreme. E di risvegliarsi per colpire quando lambiente torna pi favorevole. Nel momento in cui le condizioni
diventano difficili passa dalla fase vegetativa a quella di spora, spiega Andrea
Franzetti delluniversit di Milano Bicocca, esperto di microrganismi che vivono
in ambienti estremi. Grazie a questa
doppia veste, il bacillo riesce ad accendersi e spegnersi a seconda della situazione.
Il virus del vaiolo non ne capace?
No, non paragonabile allantrace.
Come fa esattamente il bacillo dellantrace a sopravvivere nel permafrost?
Quando lambiente troppo secco,
troppo freddo oppure la radiazione ultravioletta diventa eccessiva, lui passa dalla forma vegetativa a quella di spora. In
questa condizione frena il suo metabolismo e aspetta. Cos riesce a sopravvivere in condizioni estreme come quelle
dellinverno siberiano.
Esistono altri bacilli pericolosi per
luomo con questa capacit?
Abbiamo scoperto alcuni tipi di Clostridium sulle Alpi, ma di impatto veramente limitato per la nostra salute.
Ci sono invece virus o batteri che dopo un periodo di ibernazione possono
riaccendersi e causare malattie?
Molti microrganismi riescono a entrare in una condizione di metabolismo
dormiente, ma non hanno niente a che
vedere con la capacit di resistenza delle spore.

FE

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Lultima epidemia
in Siberia risale
al 1941

Disgelo

Il permasfrost
si scioglie

Il carbonio viene rilasciato nell'atmosfera


sotto forma di metano e anidride carbonica
peggiorando l'effetto serra e si riattivano
anche le spore di virus e batteri presenti
nel permafrost

Bratsk

Komsomolsk

Irkutsk

Mar
Caspio

Scongelamento
del permafrost

Abrasione
termica

Novosibirsk

Ghiaccio

Le materie organiche
si scongelano
e si disperdono

Ob

Omsk

Disgelo
Torba, sabbia,
pietra congelata

S
isej

Ekaterinburg
Ufa

Lerosione del permafrost

S
Jen

Kusnezk

Il fenomeno
del suo riscaldamento
iniziato 40 anni fa

Gorkij

Mosca

Polo
Sud

Mare di
Okhotsk

Norilsk

Vorkuta

In passato alcune
zone coperte
oggi dal permafrost
non lo erano
Ospitavano dunque
forme di vita
che poi il ghiaccio
ha coperto e preservato

anni fa, in laboratorio, un gruppo delluniversit di Marsiglia


riusc a rendere vitale un virus
che era rimasto sepolto nel
ghiaccio 30mila anni. E due anni
prima a risbocciare, in un laboratorio dellAccademia delle scienze russa, era stato un piccolo fiore siberiano dai petali bianchi.
Il permafrost una sorta di
frigorifero della Terra, che conserva per decine di migliaia di an-

stagionale

Nord

Pu raggiungere temperature
di 25 sotto zero

/FMMB[POBTPOPTFQPMUF
BODIFWJUUJNFEFMWBJPMP
DIFTJEJGGVTFJORVFMMBSFB
BMMBGJOFEFMM0UUPDFOUP
Fino a ieri il riscaldamento della Siberia era considerato un problema ambientale. Da oggi anche unemergenza sanitaria. Dopo aver tamponato lepidemia di
antrace (il riemergere della malattia, debellata nel 1941, era
stato previsto quattro anni fa da
un gruppo di microbiologi
dellAccademia delle scienze di
Mosca), gli esperti hanno lanciato un nuovo allarme. Proprio l,
intorno al 1890 si verificata
unepidemia di vaiolo che ha ucciso il 40% degli abitanti, ha
detto in una video-conferenza
stampa Boris Kershengolts, microbiologo dellAccademia delle
scienze russa. Il vaiolo stato debellato dal pianeta nel 77 dopo
una battaglia allultimo vaccino.
Il ritorno del virus dai ghiacci
unipotesi che spaventa, ma che
stata ventilata negli ultimi anni da pi di un esperto.
I microbiologi russi, tornando
oggi a studiare i resti dellepidemia di oltre un secolo fa, non hanno trovato virus interi, ma solo
frammenti di Dna. A differenza
dellantrace, il vaiolo non dovrebbe essere in grado di rinascere
dopo un lungo periodo di ibernazione. Ma anche vero che due

Estensione del permafrost in Russia

Do

raggiunto i 33 gradi, trasformando


il permafrost in una gigantesca
pozza di fango: lambiente ideale per il risveglio del batterio
dellantrace dal suo sonno di
ghiaccio. Lepidemia partita
dai resti di una renna colpita dalla malattia 75 anni fa e conservata fino a ieri nel permafrost che
oggi si liquefatto. Ha ucciso un
ragazzo di 12 anni, mandando in
ospedale altre 72 persone, fra
cui 41 bambini, in maggior parte nomadi. Una mandria di
2.500 renne stata sterminata.
Gli altri animali sono stati subito
vaccinati e isolati. Alcune decine
di persone nei dintorni di Salechard, 2mila chilometri a
Nord-Est di Mosca, sono state poste in quarantena.
La cittadina siberiana piazzata esattamente sul Circolo polare artico e riassume tutti i problemi di una regione che si riscaldata di 1,2 gradi negli ultimi
60 anni, quasi il doppio del resto
del pianeta, facendo restringere
larea del permafrost del 7%.

Le
n

LESTATE SIBERIANA ha

Ob

&-&/"%64*

Denudazione
termica
Fonte:
Alfred Wegener Institut

Nel permafrost
potrebbero essere
sepolte vittime
del vaiolo,
malattia eradicata
30 anni fa
Il permafrost
contiene
anche resti
biologici
(da singoli filamenti
di Dna
a virus e batteri
fino a frammenti
di mammut)
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

La Repubblica .&3$0-&%  "(0450 


$0/5"55*
4&(3&5&3*"@&$0/0.*"!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



'54&.*#   %08+0/&4  &630%0--"30  1&530-*0#3&/5 "-#"3*-& 5"44**5"-*"/*""//* 
*-16/50
7"-&/5*/"$0/5&

%BMGBUUVSBUP
EFJTFSWJ[J
MBTQFSBO[BQFS
VO1JMQPTJUJWP
1BEPBODJDSFEF
-*TUBUNJHMJPSBJEBUJTVM
TFDPOEPUSJNFTUSF BUUFTB
QFSJMEBUPEJWFOFSE
ROMA. Il fatturato dei servizi,
calcola lIstat, migliora nel
secondo trimestre rispetto al
precedente (+1%) e anche
sullanno scorso (+2%). E il
ministero dellEconomia non
solo lo definisce
incoraggiante. Ma ne
approfitta per riferire alle
agenzie di stampa (senza
affidarsi a un comunicato
ufficiale) che il dato promette
per lo stesso periodo una
crescita economica di segno
positivo, non una crescita
zero. Inusuale. Perch il
commento sul dato del giorno
(il fatturato dei servizi) sembra
cos trasformarsi in
unanticipazione di quanto
lIstat si prepara a comunicare
venerd prossimo, ovvero la
revisione del Pil del secondo
trimestre (come dabitudine
per questo tipo di statistiche).
La prima comunicazione,
quella del 12 agosto, collocava
la crescita italiana da aprile a
giugno a quota zero. Una
previsione che a consuntivo
potrebbe subire lievi
oscillazioni, in alto o in basso.
Le agenzie di stampa

.*/*4530
1JFS$BSMP1BEPBO
NJOJTUSP
EFMM&DPOPNJBBVTQJDB
VOBSFWJTJPOFBMSJBM[P
EFJEBUJTVM1JM
ovviamente titolano come
probabile una revisione al
rialzo del dato Istat del secondo
trimestre (Radiocor) e fonti
Mef, verso Pil positivo secondo
trimestre (Ansa). Traducendo
un auspicio del dicastero
guidato da Padoan, mosso dal
dato di giornata positivo sul
fatturato dei servizi, in una
notizia. In realt nessuno pu
sapere in anticipo lesito finale
dei calcoli dellIstat, neppure il
governo. E non solo per la nota
indipendenza dellistituto da
condizionamenti del potere
politico. Ma anche per una
questione tecnica, di metodo e
protocolli. Neanche noi
sappiamo quale sar il numero
finale, stiamo ancora
lavorando, si sussurra in via
Cesare Balbo.
Sia come sia (lo sapremo
venerd), il dato sul fatturato
diffuso ieri ha luci e alcune
ombre. A trainare il segno pi
soprattutto il commercio di
auto (+22,4%). Mentre ad
esempio ristorazione e alloggi
vanno gi (-1%). E il
commercio allingrosso stenta
(+0,7%). Segnali che ad alcuni
centri studi sembrano non in
contraddizione con altri due
trimestri (terzo e quarto)
ancora a crescita zero. E un Pil
dimezzato rispetto alle
previsioni del governo.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

i5SFNJMJBSEJQFSMFJNQSFTF
CBTUBEJTUSJCVJSFBQJPHHJBw

*MQSFTJEFOUFEFMMB$POGJOEVTUSJB#PDDJBi/FMMBMFHHFEJ4UBCJMJU
JOUFSWFOUJTFMFUUJWJQFSMBDSFTDJUBJOHJPDPJMGVUVSPEFMMJOEVTUSJBw

130#-&.*

-BMFHHFEJ
#JMBODJPOPO
SJTPMWFSJ
QSPCMFNJNB
EPWSGBSF
EFMMFTDFMUF
*3&%%*5*

1JTBMBSJP
TPMPDPOQJ
QSPEVUUJWJU
MBQPMJUJDB
EFJSFEEJUJ
EBTFHVJSF
*$0/53"55*

1SJNBEJ
DBNCJBSFMF
SFHPMF
BCCBTTJBNP
MFUBTTFTVJ
QSFNJ
3&'&3&/%6.

$JTJBNP
TDIJFSBUJ
TFO[B
TDBNCJ
7PHMJBNP
TUBCJMJU

'3"/$&4$0."/"$03%"
30#&350."/*"
Il governo dovrebbe darsi
un obiettivo di crescita del 2 per cento mettendo in campo politiche
dellofferta selettive perch le risorse sono poche e non pi il tempo di
redistribuzione a pioggia, dice Vincenzo Boccia, 52 anni, salernitano,
imprenditore della grafica, presidente della Confindustria da tre mesi. Di fronte alla prospettiva di un Pil
piatto anche nei prossimi mesi (il
Centro studi degli industriali pubblicher le nuove previsioni macroeconomiche il 15 settembre) Boccia
chiede di scegliere: puntare sul sostegno alle imprese, anche per sostenere la domanda. Servirebbero
tre miliardi di euro. In gioco spiega c la sopravvivenza stessa del
sistema produttivo, schiacciato tra
la svalutazione competitiva di altre
monete e la minore produttivit rispetto alla Germania.
Presidente, lei sta chiedendo aiuti per le imprese in vista della
prossima legge di Bilancio, n pi
n meno come si fa da sempre.
Non cos. Se volessi prendermi
gli applausi di tutta la mia base basterebbe che chiedessi labolizione
delle tasse patrimoniali sui fattori di
produzione, com lImu sui capannoni. Parlo di 10 miliardi di euro. Faremmo come gli altri: richieste a go
go. Invece il nostro un approccio diverso. Riteniamo che questa debba
essere la stagione della consapevolezza, non esistono le bacchette magiche. La prossima legge di Bilancio
non risolver i problemi del paese
ma pu indirizzare le scelte a sostegno dellofferta.
Cosa vuole dire?
Vuol dire rendere competitive le
imprese, intervenire sui fattori orizzontali e trasversali e non di settore.
Quella logica superata.
Come pensa che possa risalire il
Pil senza sostenere la domanda?
La nostra soprattutto una crisi
da domanda, i consumi sono fermi, linflazione a zero.
Alla domanda ci si arriva attraverso la politica dellofferta e non facendo linverso. Prendiamo i premi
di produzione. Uno dei nostri cavalli
di battaglia la detassazione dei
premi di produzione: pensiamo che
si debba estendere ai redditi fino a
80 mila euro, dagli attuali 50 mila,
alzando i premi da 2.500 a 5.000.
Questa non la classica politica dei
redditi, una politica di scambio tra
maggiore salario e maggior produttivit.
Che centra la domanda?
Centra, dobbiamo innalzare la
produttivit e per questa via le retribuzioni. il modello tedesco che negli ultimi 15 anni ha consentito loro
di ridurre il costo del lavoro per unit di prodotto del 30 per cento rispetto al nostro.
Seguendo il suo ragionamento se
ne deduce che Confindustria
contro lincremento degli stanziamenti per il rinnovo dei contratti pubblici e per laumento

ROMA.

La frenata del Pil


Variazione percentuale rispetto al trimestre precedente

1.0

0.5

0,0
0.0

-0.5

-1.0

II

III

IV

2014

II

III

2015

*.13&/%*503&
7JODFO[P#PDDJB
BOOJ VO
JNQSFOEJUPSF
TBMFSOJUBOPBUUJWPOFM
DBNQPEFMMBTUBNQB
DPOMJNQSFTBEJ
GBNJHMJB"SUJ(SBGJDIF
#PDDJBTUBUPFMFUUP
QSFTJEFOUFEJ
$POGJOEVTUSJBOFM
NBHHJPTDPSTP

-&$0/5301"35*

*-13&.*&3
$POGJOEVTUSJBTJ
TDIJFSBUBDPO.BUUFP
3FO[JTVMSFGFSFOEVN

-"4*/%"$"-*45"
4VTBOOB$BNVTTP
HVJEBMB$HJMOFMMB
USBUUBUJWBTVJDPOUSBUUJ

delle pensioni pi basse?


Rispondo con una battuta. Quando a Navarro Valls chiesero cosa lavesse pi colpito di Papa Wojtyla rispose: riuscire a distinguere le cose
urgenti dalle cose importanti. Ecco,
ritengo che una leadership, politica
o associativa, debba essere capace
di fare queste scelte. Premesso che
dobbiamo risolvere lemergenza
della disuguaglianza mi domando,
la crescita una priorit solo del governo e della Confindustria o di tutti? Come lo risolviamo, dividendo la
tortina che abbiamo o allargandola?.
Insomma, niente soldi agli statali e ai pensionati?
Se dovesse tradursi in una disattenzione totale alle politiche dellofferta sarebbe un errore.
Ma il tracollo della produttivit,
come ripetono i sindacati, non dipende solo dal fattore lavoro. Gli
investimenti privati sono crollati

*-.*/*4530
*MUJUPMBSFEFM-BWPSP 
(JVMJBOP1PMFUUJ QVOUB
TVMMFQFOTJPOJGMFTTJCJMJ

del 30 per cento rispetto al 2007.


Vero, e anche questo riguarda le
relazioni industriali. Il circuito virtuoso che noi immaginiamo porta a
maggiori investimenti attraverso lo
scambio salario produttivit. Poi servono sostegni fiscali agli investimenti, dalla conferma del superammortamento al rafforzamento della
cosiddetta legge Sabatini. Infine sono necessari incentivi fiscali alla crescita dimensionale delle imprese.
Non c pi spazio per le piccole imprese nella competizione industriale globale. Spetta a noi imprenditori
aprirci ai capitali per non ripetere il
tragitto della crescita a debito.
Che pu voler dire quotarsi in Borsa. almeno da trentanni che lo
sentiamo. Ci sono grandi gruppi
come Italcementi o Pirelli che si
sono aperti ai capitali e sono finiti in mano straniere. Anche questo guardando a Confindustria
ha impoverito la vostra rappre-

IV

II

2016
sentanza, fatta sempre pi di piccole imprese e di gruppi pubblici
per loro natura filogovernativi.
Non un problema di rappresentanza perch queste aziende sono
in Confindustria come prima. E poi
noi siamo lo specchio del paese: il 90
per cento dei nostri associati ha meno di 100 dipendenti. Dobbiamo costruire per questi un percorso di crescita usando tutte le leve anche finanziarie. Quanto a Italcementi e Pirelli sono aziende che per motivi diversi hanno deciso di vendere. Se ci
apriamo al mondo dobbiamo accettare che gruppi stranieri possono acquistare le nostre aziende come noi
possiamo acquistare nel mondo. La
questione vera far s che si investa
in Italia.
Calando la sua impostazione sulle relazioni industriali, ci dice come proponete di cambiare il modello contrattuale?
Pensiamo, come ho gi detto,
che si debba rafforzare la detassazione dei premi allinterno dello scambio salario-produttivit. Le relazioni
industriali devono essere un fattore
di competitivit, come successo in
Germania.
Si cambia o no il sistema contrattuale?
Pi che cambiare le regole dobbiamo rendere conveniente per imprese e lavoratori il salario di produttivit detassato. Se si rafforza questo meccanismo sar pi semplice
poi passare alla modifica delle regole. Viceversa se partiamo dalla teoria rischiamo di non andare molto
avanti.
Finiamo con il referendum costituzionale. Vi siete schierati per il
s in nome della governabilit.
Non temete che il governo alla ricerca della stabilit possa fare
troppi compromessi compresa la
legge di Bilancio?
un rischio. Noi ci siamo schierati senza alcuno scambio. Se vuoi fare politiche dellofferta devi avere
condizioni politiche di stabilit, altrimenti molto probabile che punti a
stimolare la domanda..
Che vuol dire, secondo voi, redistribuzione a pioggia.
Appunto.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

La Repubblica .&3$0-&%  "(0450 


*&3*

'54&.*#   


'54&*5"--  
'54&*545"3   
'54&*5.*% 
$0.*5  
'6563&

 

 

 

 

 

 

*1&((*03*


'54&

7"3

&/&37*5  
3"55*  
&-&/ 
*/%6453*"&*//  
."44*.0;"/&55*#&7&3"(& 

5*50-*%*45"50
3&/%*.&/50
#51 "//*
 
413&"%46-#6/% 
*.*(-*03*


'54&

7"3

10-*(34'"645*/0  
%".*$0  
"&3010350%*#0-0(/"  
$0/"'*13&45*50  
-";*0  

13*/$*1"-*5*50-*%&-.&3$"50";*0/"3*0
5*50-0
133*'
""  
"5-"/5*"  
";*.65  
#"/$".&%*0-"/6.  
#"/$01010-"3&  
#$"101.*-"/0  
#6;;*6/*$&.  
$".1"3*  
$/)*/%6453*"-  
&/&-  
&/*  
&903  
'$"'*"5$)3:4-&3"65 
'&33"(".0  
'&33"3*  
'*/&$0#"/,  
(&/&3"-* 
*/5&4"4"/1"0-0  
*5"-$&.&/5*  


 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5*50-0

133*'

-&0/"3%0'*/.&$$"/*$"  


-69055*$"  
.&%*"4&5 
.&%*0#"/$"  
.0/$-&3  
.0/5&1"4$)*4*  
101&.*-*"30."(/" 
1045&*5"-*"/&  
13:4.*"/  
3&$03%"5*  
4"*1&.  
4/".  
45.*$30&-&$53  
5&-&$0.*5 
5&/"3*4 
5&3/"  
6#*#"/$"  
6/*$3&%*5  
6/*10-  
6/*10-4"*  
:009  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#034&&6301&&

7"-65&

1"&4&*/%*$&

".45&3%". "&9
 
#369&--&4#&-  
'3"/$0'035& 9&5%"9
 
'54&&63053"$,  
-0/%3" '54&
 
."%3*%*#&9  
04-0501  
1"3*(* $"$
 
7*&//" "59
 
;63*(0 4.*
 

7"3
 
 
 
 

 
 
 
 
 

#034&*/5&3/";*0/"-*
1"&4&*/%*$&

%+45099&630  
)0/(,0/()4  
+0)"//&4#63(  
/&8:03, 41
 
/&8:03, %+*/%
 
/"4%"2$0.1  
4*/("103&45  
4:%/&: "--03%4
 
50,*0 /*,,&*
 

7"3
 
 
 
 
 
 
 
 
 

$030/"%, 
$030/"/  
$030/"4  
%0--"30"64  
%0--"30$%/ 
%0--"3064"  
'3"/$0$) 
45&3-*/"6, 
:&/+  

 
 
 
 
 
 
 
 
 

030&.0/&5&"63&&&
"(0450
."55*/0
4&3"
030.*-"/0 &630(3


030-0/%3" 64%0/$*"
   

"3(&/50.*-"/0 &630,(

1-"5*/0.*-"/0 &630(3


1"--"%*0.*-"/0 &630(3


"(0450
%&/"30 -&55&3"
 
45&3-*/" 7$
 
45&3-*/" /$
 
 
45&3-*/" 1045
 
 
,36(&33"/%    
."3&/(0*5"-*"/0  
 

6OJDSFEJU JMQJBOP.VTUJFS
VODBOUJFSFEBNJMJBSEJ
USBWFOEJUFFBVNFOUP

"-7&35*$&
+FBO1JFSSF.VTUJFS 
BNNJOJTUSBUPSF
EFMFHBUP
EJ6OJDSFEJU

%BDFEFSF1FLBP 1JPOFFS 'JOFDPFVOBRVPUBEJ.FEJPCBODB


QPJTVMNFSDBUPTPGGFSFO[FQFSNJMJBSEJFEJSJDBQJUBMJ[[B[JPOF
"/%3&"(3&$0
MILANO.

Il cantiere di Unicredit
non meno grande di quello senese, e vede uno stuolo di banche daffari e consulenti al capezzale di Jean Pierre Mustier, per
cambiare pelle alla banca italotedesca. Capitale, qualit dellattivo e costi sono le fissazioni del
manager francese racconta
un operatore attivo sui dossier
che guarda poco al conto economico ma vuole rimettere in sesto la banca e limitare al minimo
laumento per i soci.
Molti pezzi pregiati di un
gruppo tra i pi grandi in Europa
(440 miliardi di impieghi) sono
dunque in vendita: la controllata
polacca Pekao, la banca online Fineco, il risparmio gestito di Pioneer, una parte dell8,5 di Mediobanca. Non in alternativa, ma
tutte insieme, per racimolare otto miliardi almeno dalle cessioni, e contenere la ricapitalizzazione sul mercato attesa verso la
fine dellanno e che comunque
non scender sotto i 7-8 miliardi.
Un ammontare leggermente superiore a quello su cui ragionano
gli investitori: perch insieme al
rafforzamento del patrimonio
primario, che a luglio (dopo un
primo round di dismissioni parziali) era salito al 10,53% degli
attivi ponderati al rischio, si dovranno ripianare le perdite derivanti dalla cessione di una venti-

*/6.&3*

na di miliardi di sofferenze lorde. E quasi lo stesso ammontare


dei crediti insolventi che il Monte dei Paschi sta vendendo al fondo Atlante, dopo la lettera con
cui a giugno la Banca centrale europea chiedeva alla banca senese di riportare su livelli fisiologici la qualit dellattivo.

-BNBOPWSBTVJDSFEJUJ
NBMBUJDSFFSNJMJBSEJ
EJBNNBODP4HSJOBTUB
NBB*OUFTBOPOJOUFSFTTB

de fondo chiuso anglosassone,


specialista del settore. Unicredit
ha una copertura delle sofferenze media del 61,6%: significa
che le valuta nei bilanci al 38,4%
del nominale. Se dunque vendesse quei 20 miliardi di insolvenze
allo stesso prezzo cui il Monte
tratta con Atlante, si avrebbe un

 NME

NME

 NME

1&,"0
*MEFMMBCBODB
QPMBDDBJONBOPB
6OJDSFEJUWBMFJO#PSTB
DJSDBNJMJBSEJNB
.VTUJFSWPSSFCCF
PUUFOFSOF 

1*0/&&3
'BMMJUBMBKPJOUWFOUVSF
DPOJM4BOUBOEFSPSBJM
EFMMBTPDJFUEJ
HFTUJPOFEJSJTQBSNJP
BOESBMMBTUBQFS
DJSDBNJMJBSEJ

'*/&$0
6OJDSFEJUEFUJFOFJM
EFMMBCBODB
POMJOF*O#PSTBWBMF
 NJMJBSEJ WJTUPDIF
UVUUB'JOFDPOF
DBQJUBMJ[[B 

impatto di circa 10 punti base,


pari a 2 miliardi di euro.
Anche per ripianare la futura
svalutazione, che Mustier intende compiere gi nel bilancio
2016, servir fare cassa il pi
possibile con le dismissioni. Lultima pedina che si aggiunta
Pioneer, il colosso del risparmio

gestito che lex ad Federico Ghizzoni aveva cercato di inserire in


un polo a tre con gli spagnoli del
Santander e alcuni fondi chiusi,
con una valutazione tra 2,5 e
2,75 miliardi per il 100% di Pioneer. Mustier, in sella da luglio,
ha per quasi subito revocato
quel contratto, e ora sembra in-

-01&3";*0/&

$IF#BODBDPORVJTUBJDMJFOUJ#BSDMBZT*UBMJB
MILANO. Mediobanca perfeziona lacquisto delle attivit alla clientela

Unicredit, che non ha commentato le indiscrezioni a riguardo, non ha avuto lettere del genere, n ha gli stessi problemi con
le sofferenze: ma ne ha pur sempre per 51,3 miliardi di euro al
lordo delle rettifiche gi compiute, e gi negli ultimi mesi stata
tra le banche pi attive nello
smaltirle. Attualmente la trattativa sembra essere con un gran-

"MCFSUP/BHFM

Barclays in Italia e le fonde dentro la controllata CheBanca!. Nel dettaglio


listituto guidato da Alberto Nagel ha acquisito un ramo dazienda in bonis,
costituito da 220 mila clienti retail e ha ricevuto pure un compendio di 240,5
milioni di dote, operazione che porter la nuova banca retail a raddoppiare la
sua raccolta totale sopra quota 20 miliardi. Grazie alloperazione CheBanca!
rileva anche 85 filiali sul territorio, 564 dipendenti appartenenti allarea
commerciale retail e 68 promotori finanziari. Vogliamo far evolvere
CheBanca! quale interlocutore privilegiato per la gestione del risparmio delle
famiglie italiane - ha commentato ieri Nagel - Questo un asset strategico in
quanto fonte di significative e crescenti commissioni nonch di
diversificazione delle forme di raccolta.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

tenzionato a vendere tutto il colosso del risparmio, preferibilmente tramite unasta per contanti. Finora non sembra che liniziativa interessi la rivale Intesa Sanpaolo, con cui nel 2011 cera stato un abboccamento per
creare un polo unico del risparmio. Due diverse banche daffari
hanno stimato in circa 3 miliardi
il prezzo di possibile aggiudicazione di Pioneer, per chi vorr annettersi i suoi 225 miliardi di
masse gestite.
Dove le trattative sono pi
avanzate sulla cessione del rimanente 40% della banca polacca Pekao; con lassicuratore statale polacco Pzu sembra sia ormai solo questione di prezzo:
Unicredit vuole 3,5 miliardi, lofferta si aggira sui 3. Unaltra pedina studiata dagli operatori Fineco, che capitalizza 3,2 miliardi e potrebbe portare 1,6 miliardi in dote a Unicredit, che ne detiene il 51%. Per Fineco per vanno chiariti alcuni aspetti, sia di
strategicit, sia di valutazione. E
a quanto si apprende nei corridoi di piazza Gae Aulenti, non pare intoccabile nemmeno l8,5%
di Mediobanca, che in Borsa vale
sui 460 milioni: si dice che Mustier ne venderebbe volentieri
una met sul mercato, ma non
se ne parla finch la quotazione
non torna sopra il prezzo di carico. Attualmente manca un 16%.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



&$0/0.*"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-FB[JFOEF

1&34"1&3/&%*1*
XXXJUBMBDFNFOUJHSPVQDPN
BCFSDSPNCJFDPNBOGJOWFTUPST

*UBMDFNFOUJUFEFTDB
TVCJUPFTVCFSJ
TJUFNFQFSMBSJDFSDB

4JOEBDBUJJOBMMBSNFQFSMFYTFEFDFOUSBMFEJ#FSHBNP
FHMJBMUSJTJUJ)FJEFMCFSHOFTTVOUBHMJPGJOPBM
*MDFOUSPSJDFSDB*UBMDFNFOUJJ-BC
3"''"&-&3*$$*"3%*
MILANO. Perdere il quartier generale ma difendere litalianit della ricerca in attesa di
capire il futuro dei 14 stabilimenti sparsi
per la Penisola. la priorit di governo e sindacati mentre viaggia lOpa dei tedeschi di
Heidelberg sul 55 per cento di Italcementi,
avviata a inizio settimana, per concludersi
il 30 settembre. Lobiettivo revocare le

azioni da Piazza Affari e integrare lazienda


bergamasca in un colosso da 17,8 miliardi
di fatturato pro-forma. Il prezzo (10,6 euro,
premio del 70,7 per cento) e la prospettiva
di delisting anche con adesione incompleta
(attraverso la fusione con una societ non
quotata del gruppo), fanno credere che non
ci saranno sorprese sul mercato, anche se il
ritmo di adesioni finora blando. Il 45 per
cento del gruppo era gi passato dalla fami-

glia Pesenti ai tedeschi, in unoperazione


che vale in tutto 3,7 miliardi. Sotto il cappello tedesco, Bergamo perder il quartier generale di via Camozzi a vantaggio di Heidelberg. Sul tavolo tra sindacati, azienda e Mise sono arrivati 415 esuberi, in gran parte
amministrativi della sede lombarda. Da parte tedesca, c la volont di ricollocare 170
persone, che non lenisce lo scoramento
colto da Ivan Comotti della Fillea-Cgil.

Centrale per le parti sociali il ruolo di


i.Lab, il centro di ricerca dove nato il cemento biodinamico di Palazzo Italia di Expo
2015, promosso dagli acquirenti a innovation center dellintero gruppo. Temiamo
per che sia ridimensionato - allerta Comotti - e i suoi progetti di ricerca non riescano a
sopravvivere. Ecco perch ai prossimi incontri al Mise ci si aspetta che il governo porti un pacchetto di proposte che parte dalla
rete di know-how del territorio lombardo,
per arrivare al patent box per convincere
Heidelberg a investire. attesa anche una
proroga degli ammortizzatori sociali: La
cassa autorizzata scade nel settembre
2017: non basta per gestire gli esuberi, dettaglia Fabrizio Cascucci della Feneal-Uil. La
carta da giocare la deroga alle nuove norme del Jobs act prevista per le vertenze di
impatto nazionale: dalle istituzioni filtra fiducia sulla possibilit di fornire le risorse necessarie.

*MOVPWPQSPQSJFUBSJPTJBTQFUUB
NJMJPOJEJSJTQBSNJEBMMBGVTJPOF
"QFSUPVOUBWPMPEJDSJTJ
BMNJOJTUFSPEFMMP4WJMVQQP
Quando si alza lo sguardo sul lungo periodo, sale la preoccupazione: Ad oggi non vediamo un vero e proprio piano industriale,
sintetizza Comotti. Per il viceministro dello
Sviluppo Economico Teresa Bellanova lintegrazione pu s dare una prospettiva a
tutte le lavoratrici e i lavoratori coinvolti,
ma a patto che si mantenga il piano industriale gi concordato con Italcementi. La
priorit il rilancio dei siti produttivi e dei
centri di ricerca come quello di Bergamo:
uneccellenza da valorizzare. Lindicazione degli acquirenti di sinergie per 400 milioni su tutto il gruppo, con la garanzia di
non toccare la struttura produttiva tricolore al 2020. Ma, spiega ancora Comotti, la
sensazione che i sei forni non siano in discussione, mentre traballerebbero gli impianti di macinazione. Molto dipender dal
mercato nel suo complesso, e le prospettive
non sono rosee: Serve un tavolo di crisi del
settore, sottolinea Salvatore Federico della Filca Cisl. Rischiamo di ridurre la produzione oggi per andare a comprare il materiale domani allestero. Sarebbe la beffa dopo
il danno.

-&5"11&

-"//6/$*0
*MMVHMJP
)FJEFMCFSH$FNFOU
VGGJDJBMJ[[BMBDRVJTUP
EFMEJ
*UBMDFNFOUJEBMMB
GBNJHMJB1FTFOUJQFS
 NJMJBSEJEJFVSP
*MMVHMJPTJ
EFGJOJTDFMBDDPSEP
-0''&35"*/#034"
%BMBHPTUPBM
TFUUFNCSF 
)FJEFMCFSH
QSPNVPWFM0QB
PCCMJHBUPSJBTVM
EJ*UBMDFNFOUJ
RVPUBUP B FVSP
-PQFSB[JPOFTBMFB
 NJMJBSEJEJFVSP
-*/5&(3";*0/&
-PCJFUUJWPUFEFTDP
EFMJTUBSFMBTPDJFU
GPOEBUBOFM*M
OVPWPHSVQQPTBS
QSFTFOUFJO1BFTJ
DPOPMUSFNJMB
EJQFOEFOUJ QFSVO
GBUUVSBUPQSPGPSNB
EJ NJMJBSEJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

"8"--453&&5

"CFSDSPNCJFQFSEFJM
SJDBWJJODBMPEBUSFBOOJ
ESTRATTO AVVISO DI APPALTO AGGIUDICATO
(artt. 65 e 66 del D.Lgs. n. 163/2006)
Valore Ambiente Srl, contr Pedemuro San Biagio 72 36100 Vicenza, telefono 0444 394911,
telefax 0444 321496 rende noto che stato aggiudicato lappalto a procedura aperta relativo alla
fornitura, installazione e manutenzione di sistemi
di chiusura e controllo dei conferimenti per cassonetti stradali (base dasta 355.900,00 di cui
6.800,00 di oneri sicurezza interferenze, IVA
esclusa - CPV 44613700 - CIG 6660924060), in
base al criterio dellofferta economicamente pi
vantaggiosa.
Data
di
aggiudicazione:
8/7/2016. Numero offerte ricevute: 1. Aggiudicatario: KGN SRL di Montecchio Precalcino (VI).
Importo di aggiudicazione 350.302,00 di cui
6.800,00 di oneri sicurezza interferenze, IVA
esclusa. Data trasmissione avviso alla Gazzetta
Ufficiale dellUnione Europea: 11/8/2016.
Il Responsabile del Procedimento
(ing. Ruggero Casolin)

MILANO. Passano le mode, anche dellabbigliamento da giovani.


Abercrombie & Fitch, la griffe Usa che dopo i fasti degli anni
2010 sta attraversando un momento di discontinuit, ieri
crollata del 20% dopo aver chiuso il 14esimo trimestre
consecutivo di ricavi in calo e con una perdita doppia rispetto
alle attese. Le vendite nette nel secondo trimestre sono
diminuite del 4% a 783,2 milioni di dollari e questo ha portato
lazienda ha registrare una perdita netta di 13,1 milioni di
dollari, vale a dire19 centesimi per azione pi del doppio
rispetto agli 8 centesimi dello stesso periodo 2015. A pesare
sono il calo dei turisti e le difficolt dei negozi allinterno dei
centri commerciali, aperti nellultimo anno. E cos il gruppo che
a fine 2013 grazie al piano di mega aperture, aveva portato i
ricavi sopra quota 4,5 miliardi di dollari, ora rischia di
ridimensionare di circa un terzo il numero dei suoi punti
vendita. Del resto un grande fatturato che porta solo perdite
non ha senso, e il titolo ieri a Wall Street crollato a 18 dollari,
un quarto rispetto ai fasti del 2011.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*.13&4&.&3$"5*
5*50-0

"
"430."
""
"$&"
"$05&-(3061
"$4."(".
"&%&4
"&''&
"&3010350%*#0-0(/"
"-#"
"-&3*0/
".#*&/5)&4*4
".1-*'0/
"/*.")0-%*/(
"/4"-%0454
"3&/"
"4$01*"7&
"45"-%*
"45.
"5-"/5*"
"650(3*-"650453"%&.&3
";*.65
#
#$41&",&34
#"/$"(&/&3"-*
#"/$"*'*4
#"/$".&%*0-"/6.
#"/$"4*45&."
#"/;"*
#"4*$/&5
#"450(*
###*05&$)
#$"$"3*(&
#$"$"3*(&3
#$"'*//"5
#$"*/5&3.0#*-*"3&
#$"1&5363*"&-";*0
#$"1.*-"/0
#$"1410-&50
#$"130'*-0
#$0%&4*0#3*"/;"
#$0%&4*0#3*"/;"3/$
#$01010-"3&
#$04"/5"/%&3
#$04"3%&(/"3/$
#&
#&()&--*
#&/*45"#*-*
#&456/*0/$0
#*"-&55**/%6453*&
#*"/$"."/0
#*&44&
#*0&3"
#0&30#"35
#0/'&33"3&4*
#03(04&4*"
#03(04&4*"3/$
#3&.#0
#3*04$)*
#36/&--0$6$*/&--*
#6;;*6/*$&.
#6;;*6/*$&.3/$
$
$"%*5
$"*30$0..
$"-&''*
$"-5"(*30/&
$"-5"(*30/&&%
$".1"3*
$"33"30
$"550-*$""4
$&.#3&
$&.&/5*3)0-%
$&/5-"55&503*/0
$&3".3*$$)&55*
$&37&%
$)$*"
$*$$0-&--"
$*3
$-"44&%*503*
$/)*/%6453*"-

7"3
*OJ[JP
*FSJ
BOOP

$IJV
*FSJ


NJO

NBY

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

XXXGJOBO[BSFQVCCMJDBJU

DBQ
JONJM
EJ

 *-16/50
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 

 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

  
  
 

 

 

 

 

 

 

 

  
  
  
 

 

 

 

  
  
 

  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 


 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 









































 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 





















#FOFMFCBODIF JOMVDF'DB 6OJQPMF(FOFSBMJ


MILANO. Borse Ue tutte in rialzo con Piazza Affari su dell1,42%. Buone performance per le banche tra cui Mediobanca (+2,5%), Intesa
(+2,4%) e Unicredit (+2,2%); guadagnano, ma
meno dellindice, Bpm (+1,3%), Banco Popolare

5*50-0

$0'*%&
$0*."3&4
$0/"'*13&45*50
$3&%"35*(*"/0
$3&%&.*-*"/0
$3&%7"-5&--*/&4&
$41
$5*#*01)"3."
%
%".*$0
%"%"
%".*"/*
%"/*&-*
%"/*&-*3/$
%"5"-0(*$
%&-0/()*
%&"$"1*5"%&-$-*."
%*"403*/
%*(*5"-#304
%."*-(3061
&
&%*40/3
&&.4
&*508&34
&-&/
&-*$"
&.",
&/"7
&/&&/&37*5
&/*
&3(
&3(:$"1*5"&413*/&5
&6,&%04
&6305&$)
&903
&913*7*"
'
'"-$,3&/&8"#-&4
'$"'*"5$)3:4-&3"65
'&33"(".0
'&33"3*
'*%*"
'*&3".*-"/0
'*-"
'*/$"/5*&3*
'*/&$0#"/,
'/.
'6--4*9
(
("#&55*13040-
("41-64
(&'3"/
(&/&3"-*
(&09
(38"45&*5"-*"
(36110&%-&413&440
)
)&3"
*

$IJV
*FSJ

*FSJ

7"3
*OJ[JP
BOOP

NJO

NBY

DBQ
JONJM
EJ

 

 

 
 
 
 

 

 

 
 

 

 

 

 
 

 

 

 

 
 
 
 

 

 

 
 
 
 










 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 














 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

  
 

 

 

  
  
 

  
  
 

 

 

 

  
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 


 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 

 



 













 

 

 

  
 

 

 

 



'0/%*$0.6/*"1&35*4*$"7*5"-*"/*&-644&.#63()&4*%&-"(0450
5*50-*

5*50-0

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

5&-
"$0.&"".&3*$""  
"$0.&"".&3*$""  
"$0.&"".&3*$"2 
"$0.&""4*"1"$"  
"$0.&""4*"1"$2  
"$0.&""4*"1"$*'*$0"  
"$0.&"#3&7&5&3."  
"$0.&"#3&7&5&3."  
"$0.&"#3&7&5&3.2  
"$0.&"&5'"55*70"  
"$0.&"&5'"55*70"  
"$0.&"&5'"55*702 
"$0.&"&630##"  
"$0.&"&630##"  
"$0.&"&630##2  
"$0.&"&6301""  
"$0.&"&6301""  
"$0.&"&6301"2  
"$0.&"(-0#"-&" 
"$0.&"(-0#"-&" 
"$0.&"(-0#"-&2  
"$0.&"*5"-*""  
"$0.&"*5"-*""  
"$0.&"*5"-*"2  
"$0.&"-*26*%*5""  
"$0.&"-*26*%*5""  
"$0.&"-*26*%*5"2  
"$0.&"1"&4*&." 
"$0.&"1"&4*&." 
"$0.&"1"&4*&.2  
"$0.&"1"53"((3"  
"$0.&"1"53"((3"  
"$0.&"1"53%*/"."  
"$0.&"1"53%*/"."  
"$0.&"1"53136%"  
"$0.&"1"53136%"  
"$0.&"1"53"((32  
"$0.&"1"53%*/".2  
"$0.&"1"53136%2  
"$0.&"1&3'03."  
"$0.&"1&3'03."  
"$0.&"1&3'03.2  

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

5&-
"44&5"--0$"5*0/*    
'*/"/$*"-$3&%*5*   
'*/"/$*"-$3&%*53   
'*/"/$*"-$3&%*53%   
'*/"/$*"-&26*5:*    
'*/"/$*"-*/$0.&*   
'*/"/$*"-*/$0.&3   


 
 


 
 

5&-
"$5*7&%*4$07&3:'-&9  
"$5*7&(-0#"-'-&9  
"$5*7&*/$0.&'-&9  
"$5*7&011035'-&9  
"/*."".&3*$"#  
"/*."#-6&#":3&%%*50&."  
"/*."#-6&#":3&%%*50&.$-"%  
"/*."$&%"1  
"/*."$&%"1**  
"/*."$&%"1***  
"/*."$&%"1* 
"/*."&.&3(&/5*#  
"/*."&70-6;*0/&*  
"/*."&70-6;*0/&**
 
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."&70-6;*0/&*7 
"/*."&70-6;*0/&*  
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."&70-6;*0/&*7 
"/*."&70-6;*0/&  
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."'*9&.&3(&/5*"  
"/*."'*9&.&3(&/5*:  
"/*."'*9&630"  
"/*."'*9&630:  
"/*."'*9)*():&-%:  
"/*."'*9)*():*&-%" 
"/*."'*9*.13&4&"  
"/*."'*9*.13&4&: 
"/*."'*9.0/&5"3*0*  
"/*."'*90##-#5  
"/*."'*90##-#5:  
"/*."'*90##-(-0#  
"/*."'*90##-(-0#:  
"/*."'*90##-.-5  
"/*."'*90##-.-5:  
"/*."'03;""  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"#0/%:  
"/*."'03;""  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;":  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  
"/*."'03;"$-:  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  
"/*."'03;"$-:  
"/*."'03;"#  

 
 
 
 



 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

"/*."'03;"$-"  


"/*."'03;"$-:  
"/*."(&0".&3*$""  
"/*."(&0".&3*$":  
"/*."(&0"4*""  
"/*."(&0"4*":  
"/*."(&0&6301.*"  
"/*."(&0&6301.*:  
"/*."(&0&6301""  
"/*."(&0&6301":  
"/*."(&0(-0#"-&"  
"/*."(&0(-0#"-&:  
"/*."(&0*5"-*""  
"/*."(&0*5"-*":  
"/*."(&01"&4*&."  
"/*."(&01"&4*&.: 
"/*."(-."$30%*7&34" 
"/*."(-."$30%*7&34"%  
"/*."(-."$30%*7&34:%  
"/*."*/*;&6301"#  
"/*."*/*;*"5*7"*5"-*""  
"/*."*/*;*"5*7"*5"-*""% 
"/*."*/*;*"5*7"*5"-*":%  
"/*."*5"-*"#  
"/*."0##-$03103"5&"%  
"/*."0##-&.&3(&/5&"%  
"/*."0#*&55*70$&%  
"/*."1"$*'*$0#  
"/*."13%*/".*$0  
"/*."13%*/".*$0**  
"/*."13%*/".*$0***  
"/*."13%*/".*$0.6"4  
"/*."13'-&44*#*-&  
"/*."13'-&44*#*-&  
"/*."130(&63$&%  
"/*."130((-0#$&%  
"/*."130/50%&104*509 
"/*."3&%%'-&44*#*-&" 
"/*."3&%%'-&44*#*-&"%  
"/*."3&%%'-&44*#*-&'  
"/*."3&%%*50  
"/*."3&%%*50**  
"/*."3&%%*504  
"/*."3&/%"44.0%&3"50"  
"/*."3&/%"44.0%&3"50:  
"/*."3&/%"440##-)  
"/*."3*4&37"%0--"30"  
"/*."3*4&37"%0--"30'  
"/*."3*4&37"%0--"30*  
"/*."3*4&37"&.&3(&/5&)  
"/*."3*41"3.*0"  
"/*."3*41"3.*0)  
"/*."3644&--.6-5*"44&5"  
"/*."3644&--.6-5*"44&5$-"%  
"/*."4&-%*/".**  
"/*."4&-%*/".***  
"/*."4&-%*/".*7  
"/*."4&-%*/".*$"  
"/*."4&-%*/".*$"  
"/*."4&-&$5*0/"  
"/*."4&-&$5*0/$-"%  
"/*."4'03;&4$0"%  
"/*."4'03;&4$01-64"  
"/*."4'03;&4$01-64"%  
"/*."4'03;&4$01-64'  
"/*."45"3*5"-50105:%  
"/*."453"5&63"-50105"  
"/*."453"5&63"-50105:  
"/*."453"5*5""-50105"  
"/*."453"5*5""-50105:  
"/*."47*-6110&6301"  
"/*."5"3(&5$&%0-"  
"/*."53*5"-105**  
"/*."53&6"-105**  
"/*."53&6"-105***  
"/*."53*5"-105***  
"/*."53$3&4045**  
"/*."53$3&44045  
"/*."53"("-50105  
"/*."53"(&6"-105  
"/*."53"(*5""-105  
"/*."53"(1-64**  
"/*."53"('-&9  
"/*."53"('-&9**  
"/*."53"((-0#"-&  
"/*."53"((-0#"-&**  
"/*."53"(.6-5*"44 
"/*."53"((-0#"-&  
"/*."53"($&%".&3*$"  
"/*."53"($&%&6301" 
"/*."53"($3&*5"-*"  
"/*."53"(%*/".*$0  
"/*."53"(&70-6;* 
"/*."53"(1-64  
"/*."53*$0-03&"  
"/*."7"-03&(-0#"-&#  
"/*."7*4$0/5&0"% 
"/*."7*4$0/5&01-64"  
"/*."7*4$0/5&01-64"% 
"/*."7*4$0/5&01-64'  
"/."$5*7&$633&/$:'-&9  
"/."/*.""-50105(-0#'  
"/."/*.""-50105&/;*"-&(-0#"-&$-"  
"/."/*."".&3*$"$-"  
"/."/*."".&3*$"'  
"/."/*."$"11*'  
"/."/*."$"11*/  
"/."/*."$"11*'  
"/."/*."$"11*/  
"/."/*."$"1*51*/  
"/."/*."$"1*51*'  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*0##$-" 
"/."/*."&.&3(&/5*$-"  
"/."/*."&.&3(&/5*'  
"/."/*."&6301"$-"  
"/."/*."&6301"'  
"/."/*."'0/%053"%*/($-"  
"/."/*."'0/%053"%*/('  
"/."/*."*/*;*"5*7"&6'  
"/."/*."*/*;*"5*7"&6301"$-"  
"/."/*."*5"-*"$-"  
"/."/*."*5"-*"'  

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 

 

 

 

 

 

   
 

   
   
   
 

   
   
   
 

 

 

 

   
 

 

 

 

 

 

 

   
   
 

   
   
   
 

   
 

 

   
   
 

 

   
 

 

   
   
 

 

 

   
   
   
   
   
 

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 

 

   
 

 

 

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

"/."/*."-*2&630$-"  


"/."/*."-*2&630'  
"/."/*."-*26*%*5&630$-*  
"/."/*."0#)*():*&-%"%  
"/."/*."0#)*():*&-%' 
"/."/*."0##$03103'  
"/."/*."0##&.&3('  
"/."/*."0##-&630$-" 
"/."/*."0##-&630'  
"/."/*."0##-*(";):$-"  
"/."/*."0##-*(";*0/"3*0$03103"5&$-"  
"/."/*."0##-*(";*0/"3*0&.&3(&/5&$-"  
"/."/*."1"$*'*$0$-"  
"/."/*."1"$*'*$0'  
"/."/*."1*"/&5"$-"  
"/."/*."1*"/&5"' 
"/."/*."3*4&37"&.&3$-"  
"/."/*."3*4&37"&.&3'  
"/."/*."3*4&37"(-0#$-"  
"/."/*."3*4&37"(-0#' 
"/."/*."3*41"3.*0$-"  
"/."/*."3*41"3.*0'  
"/."/*."4"-7"%"/"*0$-"  
"/."/*."4"-7"%"/"*0'  
"/."/*."4'03;&4$0$-" 
"/."/*."4'03;&4$0'  
"/."/*."53.$&%**  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%**  
"/."/*."53"(.$&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"(5$&%  
"/."/*."53"(**  
"/."/*."53"(6"3%0  
"/."/*."53*$0-03&$-"  
"/."/*."53*$0-03&'  
"/."/*."7"-03&(-0#'  
"/."/*."7"-03&(-0#"-&$-"  
"/."/*."7*4$0/5&0$-"  
"/."/*."7*4$0/5&0'  
"/.$"1*5"-&1*0##-'  
"/.$"1*5"-&1*0##-/  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5&-
";*.65%*/".*$0  
";*.653&%%*5064" 
";*.654$6%0  
";*.6540-*%*5: 
";*.6545353&/%  
";*.6553&/%  
";*.6553&/%".&3*$"  
";*.6553&/%&6301" 
";*.6553&/%*5"-*"  
";*.6553&/%1"$*'*$0  
";*.6553&/%5"44* 
'03.6-""#40-65&  
'03.6-"5"3(&5  

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

5&-
1*0/&63(07#5 &9.0/
$-"  
1*0/&63(07#5#  
1*0/&&3";$3&4$*5"$-" 
1*0/&&3";"3&"1"$*'*$0$-"  
1*0/&&3";7"-03&&63%*4$-" 
1*0/&&3";".#  
1*0/&&3";".$-"  
1*0/&&3";"3&"1"$*'#  
1*0/&&3";$3&4$*5"#  
1*0/&&3";&6301"#  
1*0/&&3";&6301"$-"  
1*0/&&3";1"&4*&.#  
1*0/&&3";1"&4*&.$-" 
1*0/&&3";7"-&6301"%*4#  
1*0/&&3&6(07.5%*4"  
1*0/&&3&6(07.5%*4#  
1*0/&&3*//07";"55#  
1*0/&&3-*26*%*5"&630  
1*0/&&30&630$&5%*4#  
1*0/&&30&630$&5%*4$-"  
1*0/&&30#$0".%*4"  
1*0/&&30#$0".%*4#  
1*0/&&30#1*6"%*453*## 
1*0/&&30#4*45*5"-*"$-"  
1*0/&&30#4*45*5"%*4#  
1*0/&&30##(-0):%*4"  
1*0/&&30##(-0):%*4# 
1*0/&&30##&630%*4$-"  
1*0/&&30##1"&4*&%*4# 
1*0/&&30##1"&4*&%*4$-"  
1*0/&&30##1*%*4$-"  
1*0/&&30##&630%*453#  
1*0/&&35"3(&5$0/530--0#  
1*0/&&35"3(&5$0/530--0$-"  
6/*$3&%*5&$03&"-&"  
6/*$3&%*5&$03&"-&#  
6/*$3&%*53&%%*50" 
6/*$3&%*53&%%*50#  
6/*$3&%*540-1"&."  
6/*$3&%*540-1"&.#  
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&#5"  
6/*$3&%*540-6;*0/&#5# 
6/*$3&%*553&/%"  
6/*$3&%*553&/%#  

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

(+1,2%)e Mps (+0,71%). In luce anche le assicurazioni di Unipol (+3,8%) e Generali (+2,5%), e
una rosa di titoli come Fca (+2,4%), Ynap
(+2,1%), Telecom (+1,9%) ed Eni (+1,7%). Cali frazionali su Moncler (-0,5%) e Snam (-0,3%).

5*50-0

$IJV
*FSJ

*(3"/%*7*"((*
 
*(%
 
*-40-&03&
 
*."
 
*..4*
 
*/%6453*"&*//
 
*/5&,(3061
 
*/5&,(30613/$
 
*/5&316.1
 
*/5&4"4"/1"0-0
 
*/5&4"4"/1"0-03/$
 
*/7&45&47*-6110
 
*/8*5
 
*3$&
 
*3&/
 
*4"(30
 
*4"(30";*0/*47*-6110
 
*58":
 
*5"-$&.&/5*
 
*5"-*"0/-*/&
 
*5"-*"0/-*/&3/$
 
*5"-.0#*-*"3&
 
*5"-.0#*-*"3&3/$
 
*74(3061
 
+
+67&/564'$
 
,
,3&/&3(:
 
-"%03*"
 
-"/%*3&/;0
 
-";*0
 
-&0/"3%0'*/.&$$"/*$"  
-69055*$"
 
-7&/563&(3061
 
.
.$
 
."*3&5&$/*.0/5
 
."33
 
."44*.0;"/&55*#&7&3"(&
 
.&%*"$0/5&$)
 
.&%*"4&5
 
.&%*0#"/$"
 
.&3*%*&
 
.*%*/%6453:$"1

.*55& 
.0-&4,*/&
 
.0-.&%
 
.0/$-&3
 
.0/%"%03*
 
.0/%057
 
.0/3*'
 
.0/5&1"4$)*4*
 
.07*&."9

.656*0/-*/&
 
/
/*$&
 
/0&."-*'&
 
/07"3&
 
0
0-*%"5"
 
01&/+0#.&5*4
 

*FSJ

7"3
*OJ[JP
BOOP

NJO


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 



 

 

 

 



 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 

 

 

 

  
  
 


 
 
 
 

 
 


 
 
 
 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 





















 
 


 
 
 

 
 
 

 
 
 








 
 



 
 

NBY

DBQ
JONJM
EJ

 

 

 

  
 

 

 

 

  
  
  
 

  
 

  
 

 

 

  
 

 

 

 

 


 
 




074
1
1"/"3*"(3061
1"3."-"5
1*"((*0
1*&33&1*/*/'"3*/"
1*26"%30
10-*(34'"645*/0
10-*(3"'*$*&%*503*"-&
101&.*-*"30."(/"
10140/%3*0
1045&*5"-*"/&
13&-*04
13&.6%"
13*."*/%6453*&
13:4.*"/
3
3%&.&%*$*
3"*8":
3"55*
3$4.&%*"(3061
3&$03%"5*
3&1-:
3&5&-*5
3*4"/".&/50
30444
4
4"#"'41"
4"&4
4"&43/$
4"'*-0(3061
4"*1&.
4"*1&.3*41
4"-*/**.13&(*-0
4"-*/**.13&(*-03/$
4"3"4
4"7&
4&37*;**5"-*"
4&4"
4*"4
4*/5&4*
4/"*
4/".
40(&'*
4041"$&
45&'"/&45&'"/&-3*41
45.*$30&-&$53
5
5".#63*
5"4
5&$)/0(:.
5&$/0*/7&45*.&/5*
5&-&$0.*5
5&-&$0.*53/$
5&/"3*4
5&3/"
5&3/*&/&3(*"
5&4.&$
5*4$"-*
50%4
504$"/""&301035*
53&7*'*/*/%
595&40-65*0/
6
6#*#"/$"
6/*$3&%*5
6/*$3&%*53*41
6/*106/*10-4"*
7
7"-40*"
7*"/*/*
7*5503*""44
:
:009
;
;*(/"(07&530
;6$$)*
;6$$)*3/$


$IJV
*FSJ

7"3
*OJ[JP
*FSJ
BOOP

NJO


NBY

DBQ
JONJM
EJ

 

 

 

 

 



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

















 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 

 


 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 











 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 


 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

  
 

  
 

  
 

 

 

  
 

 

  
 

 

 

 

 

 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

  
  
 

  
 

 

 

  
 

 

 


 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

  
  
 

  
  

 
 
 

 



 
 
 

 
 
 

 
 
 





 

 

 

 

 



 
 
 

 
 


 
 
 

 
 
 

 
 
 







la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-FUUFSF
$PNNFOUJ
*EFF

4FJMTJTNBDBODFMMBBODIFMP4UBUP
/FMMF.BSDIF
DBDDJBBQFSUB
5JOB-FQSJ &EFL0TTFS
3PNB
Nonostante le proteste degli ambientalisti
la stagione di caccia nelle Marche dove ancora si susseguono le scosse di terremoto in un
territorio sconvolto anche dalla siccit, inizia in anticipo, il 1 settembre. Contro le norme dellIspra (Istituto superiore Protezione
Ricerca Ambientale) molte specie in via di
estinzione, lallodola, la ghiandaia, il combattente, il moriglione, la tortora potranno
essere cacciate. Tra pochi giorni anche i cacciatori delle altre regioni, Umbria e Lazio,
avranno via libera. Si spera in un ripensamento.

*MDVPSFSFTUB
RVBOEPJMDFSWFMMPJOGVHB

distrutta di una delle citt terremotate. Come aquilano scena gi vista perch nel
terremoto del 2009 sono venuti gi subito la Prefettura, lOspedale, il Tribunale, la
Questura, cio gli uffici pubblici decisivi in ogni disgrazia che interessi una comunit. La
domanda in quale paese viviamo se in citt interessate da terremoti prevedibili vista
la sismicit del territorio i primi a venire gi sono proprio gli uffici pubblici che, non
dovendo mai smettere di funzionare per la continuit della vita civile, dovrebbero essere
costruiti con criteri tali da risultare indistruttibili.

-FUUFSF
7JB$SJTUPGPSP
$PMPNCP 
3PNB
'BY

*OUFSOFU
SVCSJDBMFUUFSF
!SFQVCCMJDBJU

.BM"OQJTDIJFSBUP
WPMBMBQSPQSJBJEFOUJU
%FMJP-PNBHMJP

'FSOBOEP&TQPTJUP-"RVJMB

La polemica di Anpi col Pd incomprensibile. So bene che esiste una carta di valori fondanti su cui si basano lo spirito e la identit
di questa associazione, ma proprio per questo penso che non sia corretto che essa si
schieri apertamente su temi politici. Si pu
accettare che singoli componenti si esprimano per un S o un No al referendum ma non
che questo sia un dettato di Anpi, che minaccia addirittura di espellere chi non si adegua
alle sue direttive.

RA CHE limpatto emotivo di fronte alle immagini devastanti di case crollate e vite

spezzate lascia spazio alla razionalit, credo che ci stiamo chiedendo un po tutti:Ma potrebbe succedere anche a me? La mia casa sar sicura? La scuola che frequentano i miei figli me li custodir con la cura che si deve ai minori? Gli edifici pubblici, i
centri commerciali, i negozi, gli alberghi dove trascorro giorni di svago e di riposo tradiranno il mio diritto alla serenit e alla quiete?. Leggendo lintervista a Renzo Piano che
parla di un progetto di riqualificazione antisismica mi rassicuro un po, solo un po perch
le belle soluzioni che propone hanno bisogno di una politica forte e coraggiosa che le sappia realizzare, di leggi che spieghino e impongano ai cittadini comportamenti virtuosi,
prevedano aiuti economici consistenti e immediati, ci facciano percepire che lo Stato c,
anche per prendersi cura di noi come persone, come comunit. Spero che Renzi in questo
frangente capisca che la politica pu volare alto, dimostrare di essere saggia, energica e
pensare al bene comune.

-BMF[JPOF JOMBUJOP

EJ;VDLFSCFSH

4JMWBOB4UFGBOFMMJ3FHHJP&NJMJB

&MFOB$SVDJBOJ
"DRVBTQBSUB 5S
;VSJHP $I

Sono in volo. Destinazione lavoro. Zurigo. Lasciare lUmbria sempre uno strazio. Buon
cibo. Vino ancora meglio. Sublime se versato dalle mani esperte di nonno Bert. Mani da
lavoro, spesso tese per offrire e servire. Non
troppo abituate a ricevere e prendere, ma
sempre pronte ad accogliere. Occhi sbiaditi
dal tempo. Saggezza per la vita essenziale
ed ingenuit per la frenesia delleccesso. Balli in piazza. Fisarmoniche. I rovi e le more. Le
marmellate. Gli orti disordinati. I pomodori
maturi. La passata e le conserve casalinghe.
Le invasioni di zucchine e cetrioli. Gli olivi e
lolio buono. Gioia. Esplosioni di colori, odori
e sapori. Nostalgia del passato e dellinfanzia. Malinconia. Speranza che il vino che sa-

che al gigante di Cupertino che ha agito legalmente?

N TV ho visto il comandante dei Carabinieri con aria rassegnata davanti alla caserma

r versato da quello che non sar pi soltanto mio pap ma anche nonno Luciano continuer ad essere sempre cos: buono, genuino, casalingo, autentico. Il cuore resta. Anche questa ormai una tradizione.

"QQMF MB6F
FJMQBSBEPTTPEVCMJOFTF
$MBVEJP.BDDIJBSFMMB
1BMFSNP
Finalmente la Commissione Europea ha deciso di prendere provvedimenti al fine di arginare la concorrenza sleale da parte di alcu-

5FSFTJP"TPMB
In occasione della visita in Italia, il fondatore di Facebook riceve in dono il De Amicitia,
dichiara il suo amore per la classicit, la passione per la Pax Augustea e lapprezzamento per le doti morali di Enea: da non vedere
per, a mio pensiero, in contrapposizione a
algoritmi e cinese. Vedendo Zuckerberg sfogliare il libro di Cicerone, ho pensato al suo
intervento lanno scorso alla Tsinghua University di Pechino, durante il quale per
mezzora il ragazzo di Harvard ha sfoggiato
un impeccabile (cos pare a noi ignoranti)
mandarino nel discorso e nel botta e risposta con gli studenti locali, e al colloquio nella
medesima lingua con Xi Jinping in visita negli Usa. Si integrino virtuosamente linformatica col latino, il cinese con Virgilio.

ni Stati in materia di fisco. Apple, il colosso


di Cupertino dovr restituire a Dublino 13
miliardi di euro. Siamo sicuri per che la sanzione sia quello giusta? DallIrlanda dicono
di non rivolere indietro i soldi, la Apple dal
canto suo dice di avere agito rispettando
tutte le leggi; paradossalmente la Commissione sta costringendo un Paese che si comportato in maniera sleale ad imporsi per ricevere dei soldi da una multinazionale che
non ha evaso, ma semplicemente sfruttato
dei vantaggiosi accordi legali con lo stesso.
Ma allora vuoi vedere che Dublino, unico colpevole di tutta questa vicenda, sta diventando quasi una vittima? Il provvedimento non
doveva essere mirato allIrlanda piuttosto

26&-53"55"50$)&"--"3("-0$&"/0"5-"/5*$0
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

'&3%*/"/%0(*6(-*"/0

*M5UJQ
QPUSFCCF
BJVUBSF
MFFDPOPNJF
FVSPQFF
NBDSFTDPOP
HMJPQQPTJUPSJ

EGLI ultimi due giorni il ministro del commercio francese Matthias Fekl e il ministro

parte compensati dai vantaggi per i consumatori, che in quei settori dovrebbero ottenere
prezzi pi bassi e maggiore scelta.
Limportanza del Ttip, per, va oltre la sua
dimensione economica e tocca la storia e la
geopolitica. Solo pochi mesi fa gli Stati Uniti
hanno firmato insieme a una dozzina di Paesi
del Pacifico un analogo patto commerciale
(Tpp). Lintesa deve essere ancora ratificata
dal Congresso degli Stati Uniti, dove ha davanti unopposizione formidabile, ma lim-

delleconomia tedesco, il social-democratico Sigmar Gabriel, hanno espresso giudizi


durissimi contro il cosiddetto Ttip, dichiarando concluse le negoziazioni. Anche il
presidente Franois Hollande ha detto che la Francia contraria a raggiungere un accordo entro lanno. Le smentite dei portavoce della Commissione Europea e della cancelliera
tedesca Angela Merkel dimostrano che la partita ancora aperta. Francia e Germania si preparano a importanti tornate elettorali e le dichiarazioni dei due ministri vanno lette anche in questa chiave. Ma il clima sul Ttip diventato ormai pesante, come confermato anche da Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico e
ardente sostenitore dellaccordo. Ad oggi, un
fallimento appare sempre pi probabile.
Le negoziazioni mirano a ridurre le barrie.*$)&-&4&33"
re regolatrici che ostacolano il commercio tra
due blocchi economici che producono quasi
la met del prodotto interno lordo mondiale.
APPARIZIONE notturna dei cinghiali in citt, sempre pi frequente, ha
Uno studio della societ di ricerca Ecorys, elaqualcosa di profondamente onirico. Sono, tra le case, incongrui, come
borato per conto della Commissione, ha stigli assurdi cortei di elefanti e cammelli che (una volta) pubblicizzavano
mato che il Ttip potrebbe aggiungere circa
i circhi; come la giraffa e i fenicotteri nella Roma della Grande bellezza. Solo che
mezzo punto percentuale a Pil e salari europei ogni anno a partire dal 2030. Si tratta di
in questo caso le bestie sono autoconvocate. Nessuno le ha chiamate, nessuno ha
stime prodotte per un ente favorevole al Ttip
allestito la scena. Emergono dalla macchia, dal rovo, dalle pieghe dei monti e pae soggette a un margine derrore significatiscolano tranquilli lungo i viali, sulle spiagge, tra le deiezioni della civilt umana.
vo. Tuttavia, anche economisti indipendenti
Se i sogni hanno un significato, questo cosa potrebbe significare? Potrebbe signipi cauti come Richard Baldwin dellUniversificare che la nostra rimozione della natura ha i giorni (gli anni? i decenni?) contat di Ginevra le ritengono plausibili.
Anche in unepoca di crescente disaffezioti. Abbiamo rivestito lo strato profondo della vita lhumus che ci ha generato
ne nei confronti del commercio internazionacon una spessa coltre fatta di comfort, tecnologia, cemento e tante altre utili e mele, infatti impossibile dimenticarsi i vantagno utili cose. Esattamente come fa linconscio, la natura sputa fuori a tradimento
gi prodotti dal libero scambio in confronto ai
ci che abbiamo dimenticato di essere, o semplicemente ci che lei continua a esmodelli protezionisti e autarchici. Aiutare le
sere indipendentemente da noi. Per questo ci sembra di sognare, vedendo i cinnostre aziende maggiormente competitive a
vendere di pi nella principale economia
ghiali al semaforo. E dobbiamo esserne contenti, perch i sogni, anche i pi turbomondiale significa permettere loro di crescelenti, anche i pi minacciosi, ci dicono che c ancora del movimento, dentro di
re e assumere nuovo personale. Se ci sar
noi, e dunque non tutto perduto. Io sogno molto spesso animali, non sempre bemaggiore concorrenza da parte delle imprenevoli, comunque fascinosi; e ho sempre pensato che chi non li sogna soffra di
se statunitensi in Europa, questo avverr sulqualche atrofia dellinconscio.
la base di standard lavorativi molto simili ai
nostri. I problemi per i nostri produttori me3*130%6;*0/&3*4&37"5"
no efficienti, che pure ci saranno, verranno in

-BNBDB

-

%JSF[JPOF
.BSJP$BMBCSFTJ%*3&5503&3&410/4"#*-&
'0/%"503&&6(&/*04$"-'"3*

7*$&%*3&5503*"OHFMP"RVBSP

'BCJP#PHP %BSJP$SFTUP%JOB 
(JBOMVDB%J'FP 
"OHFMP3JOBMEJ "35%*3&$503

(JVTFQQF4NPSUP
$"103&%"5503&7*$"3*07BMFOUJOB%FTBMWP

pressione resta quella di un mondo che prova


ad andare avanti mentre lEuropa frena o, addirittura, torna indietro. Le radici dellUnione affondano infatti nel principio del libero
scambio. La Comunit Economica del Carbone e dellAcciaio, antenata dellUe, nacque
nel 1951 con lo scopo di ridurre le barriere tariffarie presenti fra sei Paesi tra cui Francia, Germania e Italia. Ancora oggi la libera
circolazione di merci e servizi insieme a
quella di persone e capitali uno dei pilastri
dellUe.
Le proposte che circolano sul trattato sono
perfettibili. In particolare, i meccanismi di risoluzione delle controversie fra investitori e
Stati (Isds) meccanismi extragiudiziali attraverso cui le multinazionali possono portare in giudizio i governi per mancato rispetto
del trattato vanno disegnati con cautela.
Se le aziende hanno diritto a verdetti super
partes, il rischio di abusi resta forte. Meno
condivisibili sono invece le paure riguardo lopacit delle trattative. Negoziare un accordo
su pubblica piazza vuol dire renderlo impossibile. Meglio lasciare che i legislatori decidano
alla fine del percorso se ratificarlo o meno.
Lobiezione pi forte resta quella politica.
Il sostegno per il Ttip e pi in generale per il libero scambio infatti in calo. Negli Usa, Donald Trump riuscito a ottenere la nomination repubblicana anche grazie alle sue posizioni protezioniste. Secondo Eurobarometer,
il sostegno per il Ttip nellUe sceso dal 56%
al 53% tra maggio e novembre 2015.
per chiaro come, soprattutto in Europa,
lo scontento popolare sia legato in larga parte a una ripresa che stenta a decollare e a un
orizzonte economico che rimane incerto. Agevolare la crescita, anche attraverso scelte talvolta impopolari, lunica strada davvero lungimirante per ricostruire il consenso.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

(SVQQP&EJUPSJBMF-&TQSFTTP4QB

$0/4*(-*0%*"..*/*453";*0/&
13&4*%&/5&$BSMP%F#FOFEFUUJ
"..*/*453"503&%&-&("50.POJDB.POEBSEJOJ

%JSFUUPSJDFOUSBMJ
1JFSBOHFMP$BMFHBSJ 130%6;*0/&&4*45&.**/'03."5*$*

4UFGBOP.JHOBOFHP 3&-";*0/*&45&3/&

3PCFSUP.PSP 3*4034&6."/&

$FSUJGJDBUP"%4O
EFM

$0/4*(-*&3*.BTTJNP#FMDSFEJ "HBS#SVHJBWJOJ 

%JWJTJPOF4UBNQB/B[JPOBMF

3&410/4"#*-&%&-53"55".&/50%"5* %-(4/

."3*0$"-"#3&4*3&(*453";*0/&53*#6/"-&%*30."/
%&-
-BUJSBUVSBEFiMB3FQVCCMJDBwEJNBSUFEBHPTUP
TUBUBEJDPQJF
$PEJDF*44/POMJOF

"MCFSUP$M 3PEPMGP%F#FOFEFUUJ
'SBODFTDP%JOJ 4JMWJB.FSMP &MJTBCFUUB0MJWFSJ 
-VDB1BSBWJDJOJ$SFTQJ .JDIBFM;BPVJ

7*"$3*450'030$0-0.#0 30."
%*3&5503&(&/&3"-&$PSSBEP$PSSBEJ
7*$&%*3&5503&(JPSHJP.BSUFMMJ

3&%";*0/&$&/53"-&30." 7*"$3*450'030$0-0.#0 5&- 3&%";*0/&.*-"/07*"/&37&4" 5&-3&%";*0/&503*/07*"#36/0#60;;* 5&-3&%";*0/&#0-0(/"7*"-&4*-7"/* 5&-3&%";*0/&'*3&/;&7*""-'0/40-"."3.03" UFM3&%";*0/&/"10-*3*7*&3"%*$)*"*" 


5&-3&%";*0/&(&/07"7*"30$$"5"(-*"5"$&$$"3%* */55&-3&%";*0/&1"-&3.07*"13*/$*1&%*#&-.0/5& $5&-3&%";*0/&#"3*$03407*5503*0&."/6&-&** 5&-16##-*$*5"."/;0/*$7*"/&37&4" .*-"/045".1"&%*;*0/*5&-&53"4.&44&#"3*%&%"-0-*5045".1"43-7*"
4"7&3*0.*-&--"  $"5"/*"&5*441";0/"*/%6453*"-&7***453"%"-*703/03050$0-0341"7*"%&--"35*(*"/"50."/507"3050$0-0341"7*"('-6$$)*/*1"%&3/0%6(/"/0 .*
3050$0-0341"7*"/";"3*04"630 1"%07"3050$0-0341"7*"-&%&--"/"7*(";*0/&*/5&3/" 30."3050$0-0341"7*"%&-$"4"-$"7"--"3* 4"44"3*3050$0-03
41";0/"*/%6453*"-&13&%%"/*&%%"/03%453"%"/4/$(044&-*&4 #&-(*0
&63013*/5&34""7&/6&+&"/.&3.0;."-5".*--&3/&8413*/5-*.*5&%.*--&3)064& "*310358":5"39*&/30"%-62"-2"(3&$*".*-,30%*(*5"-)&--"4-5%)&1)"&4506453&&5,0301*(3&&$&"##0/".&/5**5"-*" $$1/30."
"//0 $0/4%&$&/1045"

&630  4&55&/6.&3*
&630  4&*/6.&3*
&630  $*/26&/6.&3*
5&- %"5&-&'0/*16##-*$*0$&--6-"3*
&."*-"##0/".&/5*!3&16##-*$"*5"33&53"5*&4&37*;*0$-*&/5*8884&37*;*0$-*&/5*3&16##-*$"*5 &."*-4&37*;*0$-*&/5*!3&16##-*$"*5 5&- %"5&-&'0/*16##-*$*0$&--6-"3*
(-*03"3*40/0%"--6/&%"-7&/&3% 
*-$0450."44*.0%&--"5&-&'0/"5"%"3&5&'*44"%* $&/5"-.*/650  $&/5%*&630"--"3*41045" *7"*/$-64"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-FUUFSF
$PNNFOUJ
*EFF



1&34"1&3/&%*1*
XXXHPVWFSOFNFOUGS
XXXNBSJBQJBWFMBEJBOPJU

."$30/ *-.*/*4530"77&/563*&30
$)&4'*%"*-13&4*%&/5&

."3$-";"3

&

-BQSJNBWJUUJNB
EFMMFEJNJTTJPOJ
'SBOPJT)PMMBOEF 
MPTUFTTPVPNPDIF
MBWFWBOPNJOBUP
*MSFSFQVCCMJDBOP
RVBTJOVEP

Macron, ministro
dellEconomia, dellindustria e
dellinnovazione, ha presentato ieri le sue dimissioni dal governo francese e ha dichiarato di voler cominciare una nuova tappa della mia battaglia e costruire un progetto che serva unicamente linteresse
generale.
La prima vittima di questa decisione il presidente della Repubblica
Franois Hollande, lo stesso uomo
che aveva nominato Macron vicesegretario generale dellEliseo, da maggio 2012 a giugno 2014, e poi ministro, il 26 agosto dello stesso anno.
Franois Hollande aveva gi perso i
suoi ministri dellala sinistra del Partito socialista, che oggi stanno pensando quasi tutti di candidarsi alle
primarie in vista delle presidenziali
del prossimo anno e passano il tempo
a criticarlo. Ora vede partire colui che
rappresentava lala destra della sinistra (Macron non iscritto al Partito
socialista), luomo che sperava non
solo che gli sarebbe rimasto fedele,
ma che lo avrebbe aiutato per la sua
rielezione, a cui lavora senza posa.
Il re repubblicano, dunque, quasi
nudo. I sondaggi gli sono sempre avversi, a dispetto di tutti i suoi sforzi, e
manca tragicamente di credibilit.
Le dimissioni di Emmanuel Macron
compromettono ancora di pi la sua
candidatura, sempre che voglia battersi fino in fondo per tentare la sorte. una situazione che mette a nudo, se ce ne fosse stato bisogno, lattuale decadenza della sinistra francese, profondamente indebolita, screditata, divisa.
Ma che cosa vuole questo giovane
uomo di 38 anni, carico di lauree, brillante, alto funzionario, ex banchiere
daffari e ormai uomo politico fuori
dagli schemi? Formula una scommesMMANUEL

sa basata su tre convinzioni che alimentano la sua grande ambizione: la


contrapposizione destra-sinistra ormai priva di fondamento; la democrazia dei partiti un modello da consegnare ai negozi di antiquariato; i
francesi sono in cerca di un uomo nuovo. Il suo obiettivo quindi apparire
come un pragmatico responsabile, deciso a lavorare con tutti gli uomini e
le donne di buona volont, desideroso di sciogliere i tanti nodi che ingabbiano la Francia e lEuropa.
Liberale in economia, ma anche sulle questioni sociali, vuole privilegiare
luguaglianza di opportunit e dare
delle DIBODF agli individui, lavorando al tempo stesso in direzione degli

esclusi, dei declassati, di quelli che la


globalizzazione ha lasciato indietro.
Crede nella rivoluzione digitale e
nellimportanza dellistruzione e della formazione. Infine, vuole rovesciare il sistema politico ingessato e reinventare i modi di fare politica. per
questo che il suo movimento (non
partito) &O  .BSDIF cerca, con i
suoi 50.000 aderenti, di andare incontro ai francesi per comprendere le loro aspettative prima di elaborare delle proposte. Questo movimento al
tempo stesso uno strumento al suo
servizio e lincarnazione, teorica, di
una forma di democrazia partecipativa.
Emmanuel Macron un avventu-

#6$$)*

riero. I sondaggi gli sono favorevoli,


anche se la sua popolarit in calo.
Perch gli ostacoli al suo progetto sono infiniti. un eccellente analista
dei problemi del Paese, ma dovr dimostrare di avere veramente cose originali da dire sulleconomia, la societ, la lotta al terrorismo, la sicurezza,
le questioni europee e internazionali.
La destra e la sinistra sono morte?
I francesi lo dicono, ma allo stesso
tempo le pesantezze delle culture politiche sono tuttaltro che svanite. E
soprattutto le elezioni presidenziali,
seguite da elezioni legislative con un
sistema elettorale maggioritario e
uninominale a doppio turno, rialimentano, fossanche in modo artificiale, lantagonismo fra questi due
campi. Daltra parte, per vincere
unelezione fino a questo momento
c sempre stato bisogno di un partito: un semplice movimento potr bastare? Gli sar difficile presentarsi come un uomo nuovo, deciso a rivolgersi a tutti e a tutte, anche ai pi svantaggiati, quando sar attaccato da
tutti i suoi numerosi avversari di sinistra, di destra e di estrema destra in
quanto rappresentante per eccellenza dellFTUBCMJTINFOU, che per di pi
ha lavorato alla banca Rothschild, un
crimine per la sinistra della sinistra!
Infine, lanciarsi allassalto della
presidenza della Repubblica senza essere mai stato eletto un punto di forza, perch proprio la classe politica
che i francesi rigettano, a cominciare
da Franois Hollande e Nicolas Sarkozy, ma anche di debolezza, perch,
malgrado tutto, la politica un mestiere. Sta di fatto, comunque, che la
bomba Macron esplosa. Forse il
preannuncio di una vasta ricomposizione della scena politica francese.
5SBEV[JPOFEJ'BCJP(BMJNCFSUJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

26"/%06/"-(03*5.0
53"4'&3*4$&(-**/4&(/"/5*

."3*"1*"7&-"%*"/0

"WFSOFHBUP
GJOPBMMVMUJNP
MFJSSFHPMBSJUTUBUP
DPOUSPQSPEVDFOUF
&BWFSGBUUPUVUUP
JODPSTBTUBUP
VOFSSPSFFOPSNF

L PROBLEMA non il fatto di trasferirsi. Gli insegnanti (come tutti i


dipendenti della pubblica amministrazione in Italia) sanno di dover andare esattamente dove il lavoro c e lo hanno sempre fatto. Si studiavano le graduatorie provinciali,
vedevano dove i posti cerano e presentavano le domande di messa a disposizione o di trasferimento. Talmente normale era e talmente frequente, che a scadenza regolare i
politici fedeli allepica narrazione
del padrone in casa nostra gridavano allinvasione e alzavano argini: aggiornamento delle graduatorie ogni tre anni anzich due, niente assegnazione provvisoria per cinque anni ai trasferiti al Nord e cos
via.
Quel che oggi capita che una
procedura farraginosa, continuamente corretta in corso dopera, talmente complicata da non permettere un giusto accompagnamento da
parte delle amministrazioni periferiche (Uffici scolastici territoriali,
basta andare sui siti e vedere, le rettifiche sono pi numerose delle circolari) e soprattutto non limpida ha
creato situazioni da un lato inattese
e dallaltro improvvise. Spesso si
tratta di trasferirsi da un giorno
allaltro.

Fino a dove la procedura stata


trasparente apparsa spesso ingiusta. Ad esempio la scelta di favorire
nei trasferimenti i docenti dellultimo concorso rispetto ai precari storici immessi in ruolo in virt della
sentenza dellUnione Europea che
obbligava lItalia ad assumerli ha
creato situazioni di docenti con punteggi bassi assunti vicino a casa o comunque nella regione in cui avevano vinto il concorso e altri con punteggi di servizio altissimi costretti
a trasferirsi.
Potere delle parole. Precari storici sembra sottintendere un peccato originale, una specie di incapacit a diventare docenti. In realt nelle Graduatorie ad esaurimento (le
Gae) cera di tutto: docenti immensi, con competenze, vicepresidi da
anni, titolari di progetti, funzioni
strumentali, che per avevano avuto la sfortuna di non incrociare un
concorso, o di non arrivare al concorso in posizione utile. E certo, cerano anche docenti per caso, senza
arte n passione, che avevano tenuto la scuola come via di scampo, sissamai. In questo senso lo svuotamento delle Gae stata la pi grande, generalizzata, non selezionata
assunzione di massa della scuola
italiana.

Poi arrivato limpenetrabile algoritmo del ministero che ha impenetrabilmente deciso i trasferimenti. Ancora il potere delle parole: la
matematica al posto del latinorum.
Impossibile seguire il percorso
dellalgoritmo che ha portato docenti a centinaia di chilometri da casa a insegnare su classi di concorso
per le quali le scuole vicino a casa
stanno chiamando supplenti. Parlare di deportazione dissennato
sempre. E ancora il potere delle parole ha permesso lo scatenarsi della
peggiore demagogia.
Quel che vero che la mancanza di trasparenza non permette di
partecipare alla procedura e se poi
gli errori ci sono e sono pure tanti,
talmente tanti che gli Uffici scolastici sono sommersi dalle richieste
di conciliazione, allora difficile frenare la tentazione di sospettare di
tutto. La conciliazione esattamente ripristinare la trasparenza della
procedura e riconoscere il diritto.
Diritto dei docenti, ed cosa buona. Di sicuro non il diritto degli studenti perch le conciliazioni andranno avanti per settimane o forse mesi e i docenti nominati di oggi
saranno via via sostituiti da quelli
che vedranno riconosciuto il loro diritto con un effetto domino deva-

stante sulle cattedre e sulla continuit didattica.


Attribuire le ingiustizie allalgoritmo patetico. In ogni passaggio
la pubblica amministrazione deve
poter rendere conto delle sue procedure. Aver cercato di negare fino
allultimo le irregolarit stato inelegante e controproducente. Aver
fatto tutto in corsa stato un errore
politico enorme. Assunzioni in tre
fasi che si sono rincorse con regole
astruse che le segreterie delle scuole non riuscivano nemmeno a seguire e gli Uffici scolastici a interpretare, il concorso che si sovrapposto
alla conclusione dellanno scolastico e agli esami di Stato, trasferimenti con algoritmo e ricorsi inclusi.
Questo governo ha ereditato una
scuola piena di mali storici e di buoni insegnanti che complessivamente godono della fiducia del 53% degli italiani (contro l11,9 dei partiti, ultimo rapporto Eurispes 2016).
Quel che serve allinearsi a quella
fiducia e resistere alla tentazione
demagogica di stordire lopinione
pubblica con i numeri e la velocit.
Assumere e moltiplicare sfiducia e
conflitto non porta a niente di buono.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

.&3$0-&%  "(0450 

'050."3:&7"/4"('

*-$"40

4FJMTFOPOVEP
EFMMB.BSJBOOB
EJWJEFMB'SBODJB
*MQSFNJFS7BMMTi*MTJNCPMPEFMMB3QVCMJRVF
OPOIBJMWFMPQFSDIMJCFSBw1JPHHJB
EJDSJUJDIFiVOBMMFHPSJBFIBJMDBQPDPQFSUPw
.*$)&-"."3;"/0

*ODBSOBUBEB
#SJHJUUF#BSEPU
BMMBGJOFEFHMJ
"OOJ PSBNBJ
BODIFRVFTUP
TJNCPMPTFHVF
MFNPEF

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

'050+0)/4$)6-543&65&34

ARIANNA a seno nudo perch nutre il popolo,


non ha il velo perch libera, ha dichiarato ieri
il primo ministro francese Manuel Valls,
scatenando immediatamente polemiche sui
social. questa la Rpublique, ha aggiunto
Valls mentre lo sguardo di due ministre precipitava a terra. Capo
scoperto e seno nudo. veramente questa la Repubblica? questa la
Francia? Che fine ha fatto la Marianna col berretto frigio, quel
copricapo rosso con le punte ripiegate in avanti, simbolo anchesso
della rivoluzione? Persino nel celebre dipinto di Delacroix, -BMJCFSU
DIFHVJEBJMQPQPMP, Marianna indossa un berretto. Certo, a seno
nudo, nella mano destra stringe la bandiera francese, nella sinistra
ha un fucile, ma il capo pur sempre coperto. E poi il seno nudo non
tipico di ogni allegoria e Marianna unallegoria fin
dallantichit? Come la mettiamo con le rappresentazioni della
Marianna sage letteralmente buona, lo si dice ai bambini di
essere sage, anche se qui laggettivo sta senzaltro per pudica,
composta, decente quella con i capelli raccolti e il seno coperto, che
rappresenta anchessa la
Rpublique, anche se secondo
unopposta concezione?
Su Twitter, si sono scatenati
in tanti, dalluniversitaria che
tratta Valls da incompetente
Marianna a seno nudo perch
unallegoria, cretino! alla
giornalista che ricorda al primo
ministro che Marianna a seno
nudo E a capo coperto, con
quella e in maiuscolo tanto per
essere pi chiara;
dallex-ministra dellecologia
che scrive che ogni donna
Marianna, sottintendendo cos
che forse venuto il momento di
uscire dagli stereotipi e fare spazio alle differenze, alla perfetta
sconosciuta che, per, questa volta ha proprio ragione: che vuol dire
Valls quando afferma che Marianna nutre il popolo? Che ogni donna
madre? Per non parlare poi di tutte quelle immagini che
alimentano limmaginario collettivo, dalla Marianna incarnata da
Brigitte Bardot alla fine degli anni Sessanta versione sex-appeal,
scandalosa, ma siamo in piena rivoluzione sessuale, non ce lo
dimentichiamo, il corpo mio e ci faccio quello che mi pare alla
Marianna versione cattolicissima della cantante Mirelle Mathieu, da
Catherine Deneuve a Laetitia Casta, fino alla vedette televisiva
Evelyne Thomas ormai anche Marianna in stile Vip, segue le
mode, segue il successo, forse non serve nemmeno pi a ricordare
quali siano i valori della Rpublique. Oppure s, ma allora sono i valori
che sono cambiati con la tele-spazzatura, tra numero di follower e
mi piace sui post. Allora perch tirare fuori i seni nudi di Marianna e
la libert, per una donna, di non essere velata come ha fatto Valls? La
polemica sul burkini continua. Nonostante la decisione del Consiglio
di Stato, anzi, proprio in seguito a quella decisione. Le dichiarazioni
del primo ministro sono un modo come un altro di ricordare che la
questione del velo non tanto religiosa ma politica, e che per
combattere lIslam estremista bisogna tornare ai fondamentali
repubblicani, primo fra tutti la libert. Meno chiaro perch, per
Valls, sia libera una donna a seno nudo e non lo sia una che porta il
velo. Certo, tutto dipende da chi decide. Non illudiamoci troppo, per.
Talvolta le immagini seguono solo i codici estetici, e ridurre la libert
delle donne a qualche simbolo rischia poi anche di svuotarla di senso.

'050'3&%3*,70/&3*$)4&/%1"

'0501"53*$,,07"3*,"'1

j.

'0501"4$"-$0-3"5



'0504$"-"

'05036&%&4"3$)*7&4"('

'050-"63&/53&#0634"1

'050"3$)*7*0"'1

.&3$0-&%  "(0450 

/FMMBDPMPOOBBTJOJTUSB 
EBMMBMUPVOBDBSUPMJOBEFM
DPO.BSJBOOBDIF
TPSSJEFBVOCVMMEPHJOHMFTF
VOPQFSBJPQVMJTDFMBTUBUVB
EFMM6HVBHMJBO[BBJQJFEJEFM
NPOVNFOUPB.BSJBOOB
B1MBDFEFMB3QVCMJRVF B
1BSJHJVOBSBQQSFTFOUB[JPOF
JODIJBWFNPEFSOBEJ
.BSJBOOB4PQSB JMEJQJOUP
i-BMJCFSUDIFHVJEBJM
QPQPMPuEJ&VHOF%FMBDSPJY
EFMBTJOJTUSB -BFUJUJB
$BTUB FMFUUB.BSJBOOBOFM
TPUUP VOVPNPDPOVO
DBSUFMMPDPOMBTDSJUUB
i$IBSMJFCFSUuTVM
NPOVNFOUPEJ1MBDFEFMB
3QVCMJRVFEPQPMBUUBDDPBM
TFUUJNBOBMFi$IBSMJF)FCEPu
OFM/FMMFDPMPOOF
BEFTUSBJOBMUP .BSJBOOB
TPQSBVODVNVMPEJBSNJBMMP
TDPQQJPEFMMB1SJNB(VFSSB
.POEJBMFOFMFVO
NBOJGFTUPEFMEJ$PMJO
EPWF.BSJBOOBMB'SBODJB
MJCFSBUBBMDFOUSP #SJHJUUF
#BSEPU QSJNB.BSJBOOBOFM
 JOVOBGPUPEFM F
$BUIFSJOF%FOFVWF 
.BSJBOOBOFMJOCBTTP 
TVMMBDPQFSUJOBEFMMBSJWJTUB
i-F3JSF3PVHFuOFMFJM
TVPCVTUPSJQPSUBUPOFM
NVOJDJQJPEJ.VMIPVTFEPQP
MBHVFSSB

'050803-%)*4503:"3$)*7&"('

*70-5*%*6/4*.#0-0



la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@$6-563"!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



*OVOBOVPWBFEJ[JPOF
i-BGSBOUVNBHMJBwUFTUJ
FJOUFSWJTUFEFMMBTDSJUUSJDF

*OEJ[J
FQBSBEPTTJ
EFMSFCVT
'FSSBOUF

j"
45&'"/0#"35&;;"()*

bbiamo deciso di raccogliere qui alcune lettere dellautrice alle Edizioni e/o, le poche
interviste rilasciate, la corrispondenza con
lettori deccezione. I testi chiariscono tra
laltro, in modo speriamo definitivo, i motivi che spingono la scrittrice a restare fuori, come fa da dieci anni, dalla logica dei media e dalle loro necessit. Con questa nota del settembre del 2003 Sandra Ozzola e Sandro Ferri, editori
di Elena Ferrante, accompagnavano La frantumaglia, che
usciva dopo i successi del libro desordio della scrittrice senza
volto, Lamore molesto (1992), del film che ne trasse Mario

Martone, del secondo romanzo di lei, *


HJPSOJEFMMBCCBOEPOP (2002). Sono poi
seguiti un altro romanzo, un racconto per
bambini e infine, dal 2011 al 2014, i quattro appassionanti volumi dell"NJDBHF
OJBMF che stanno rendendo lautrice nota
a tutto il mondo.
Oggi arriva una nuova edizione della
'SBOUVNBHMJB, accresciuta di molti testi
e interviste usciti negli ultimi tredici anni. Pi che lo zibaldone di Elena Ferrante,
il suo storytelling parallelo a quello dei
romanzi: lautofiction qui dubbiosa e l assertiva, fitta di segni di sottrazione e addizione, avanzamenti e ritrazioni attorno a
una netta (e pi che autoriale) negazione dellautore. Con paziente, ostinata tenacia, lautrice vi ribadisce quanto, fuori
dalla sua narrativa di finzione, ha da dire:
la noia per il rebus della sua reale identit, che appassiona invece i pettegoli letterari; le motivazioni della sua assenza fisica dalla scena pubblica della cosiddetta
visibilit; i temi pi direttamente narrativi connessi alla sua scrittura, alla letteratura e allamicizia delle donne, a infanzia, maternit e matrimonio, a Napoli, alla cultura in genere.
Le nozze dargento si celebrano in questi giorni: datata al settembre 1991 la
lettera a Sandra Ozzola che apre la 'SBO
UVNBHMJB. latto con cui lautrice declina ogni invito a promuovere il suo libro
desordio, allora in uscita. Gi dalla prima
riga ricorda un gradevole incontro di
persona fra lei e gli editori, mentre nel secondo paragrafo descrive gli sguardi vivi di divertimento delleditrice stessa.
Quindi Elena Ferrante esiste, guarda ed
guardata: o perlomeno ha fin da subito
voluto che cos lettori e lettrici la pensassero. Non un pool dautori, un Bourbaki
letterario o un ballon dessai situazionista. Una persona.
Gi. Ma chi? Un uomo, una moglie, un
critico, un omosessuale, due sposi lettera-

ti, un Bertoncelli, un prete? Di l si sarebbe delineato il rebus-Ferrante, poich il sistema dei media non resiste ai segreti
che resistono alla sua invasivit. Ma a
fianco del rebus, e con laccrescersi delle
copie vendute, sorgeva anche un pi interessante paradosso, che nella sua formulazione standard, prima e di base, chiede:
come possibile che nellepoca della visibilit il successo arrida alle opere di una
scrittrice di cui nessuno conosce la faccia?. A pensarci il paradigma della visibilit tuttaltro che inesorabile: esistono
altri bestseller di autori privi di immagine divistica (un caso italiano: i Wu Ming).
Ma proprio nella 'SBOUVNBHMJB che Elena Ferrante stessa (qualsiasi cosa possa
significare Elena Ferrante stessa), dicendo la sua sul paradosso, lo complica e
gli aggiunge strati.
Frantumaglia, spiega Ferrante,
una parola di dolore, depositata nel dialetto di sua madre: Era la parola per un
malessere non altrimenti definibile, rimandava a una folla di cose eterogenee
nella testa, detriti su unacqua limacciosa del cervello. La frantumaglia era misteriosa, causava atti misteriosi, era allorigine di tutte le sofferenze non riconducibili a una sola evidentissima ragione [...]
la induceva a parlare da sola e poi a vergognarsene, le suggeriva qualche motivetto indecifrabile da cantare a mezza bocca. La frantumaglia della figlia non per insondabile come quella materna. Nel
libro a cui d titolo si dispiega generosamente in risposta a ossequiose domande
di intervistatori resi cortesissimi (certo,
non incalzanti) dalla modalit indiretta e
postale della conversazione, mediata
dalleditore. Elena Ferrante si mostra sapiente di s stessa e della sua opera, che
descrive, commenta, parafrasa e analizza senza incertezze (Olga rigorosamente laica; Olga alla fine scopre che il
dolore non ci sprofonda n ci eleva e con-

%*4&(/0%*("#3*&--"(*"/%&--*

*--*#30

-BGSBOUVNBHMJB
EJ&MFOB'FSSBOUF
FP QBHH
FVSP
*MWPMVNF 
VTDJUPOFM UPSOB
JOVOBOVPWBFEJ[JPOF
BHHJPSOBUB

clude che...). La sua editrice potr affermare che nel libro c tutto sommato la
storia di un tentativo: mostrare che la funzione di un autore tutta nella scrittura;
nasce in essa, si inventa in essa e si esaurisce in essa, come dice Elena. Per la semiotica letteraria ci pacifico. Ma in questo caso si installa qui un paradosso, ulteriore e sopraelevato: la pura scrittrice di
una storia, personaggi, sentimenti, paesaggi, fatta, come questi, di sola scrittura, sente il bisogno (gi meno puro) di
proclamarlo.
Del fastidio che prova per le attenzioni
indiscrete dei media parla volentieri con
il /FX:PSL5JNFT; dichiara unassenza
strutturale dellautore, e non c autore
o autrice pi presente di lei. Elena Ferrante ha infatti nome, stile, storia, personalit, presenza, curriculum di studi, opinioni, autoconsapevolezza: tutto pubblico,
tranne un volto visibile e una voce udibile.
Fra la dimensione piena e incarnata
dellautore e quella vuota della pura voce
letteraria, la 'SBOUVNBHMJBinsinua una
dimensione frattale, frammentata. Ai pettegoli fa leffetto della lettera che il serial
killer non omette di inviare ai detective disorientati; a lettrici e lettori di Elena Ferrante ricorda che unautrice c e reclama
spavalda la sua pur ritrosa ontologia. Non
pi, forse, la colta signora napoletana residente in Grecia che diceva di essere agli

esordi. E con la stessa noncuranza con cui


fino a dieci anni fa negava che Elena Ferrante fosse uno pseudonimo, ora lo d per
scontato: Usare il nome Elena mi servito soltanto a rafforzare la verit di ci che
andavo raccontando.
Il paradosso di Elena Ferrante che la
sua non unoperazione post-modern, mirata a sottolineare lambiguit di qualsiasi opera letteraria. Lintenzione programmatica che manifesta esattamente opposta: sostituire alla verosimiglianza aristotelica un valore ben pi radicale, ambizioso e forse ultra-letterario: lautenticit.
La finzione le serve, cos dice, per scongiurare la falsit: essere segretamente, eppure platealmente e per nulla ambiguamente, s stessa (etimologia di autentico:
che fatto da s). questa autenticit
lingrediente di scrittura che appassiona
noi, suoi lettori? Lei ne certa, e proprio
tale sua certezza lelemento il solo - che
a noi pu far sorgere qualche dubbio. Paradosso dei paradossi: in fondo al caso Ferrante si pu trovare un vero rebus, con la
sua soluzione. Lo pseudonimo si pu riscrivere enigmisticamente come: lena ferrante: fatica e volont di chi munisce s
stessa. Ci si potrebbe limitare a mostrarlo. Se si intende invece dirlo, per, occorre
trovare un modo (sia pur frammentario e
in parte reticente) di occupare la scena.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



3 $6-563"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-BTUPSJB
"QBSUJSFEBVOTBHHJPEJ;PMMB
SJGMFTTJPOJTVVONJUPBOUJDIJTTJNP
DIFSFTJTUFBODPSBPHHJ

%JPOJTP
JMSJUPSOPEFMEJP
DIFJOSFBMU
OPONBJNPSUP
4*-7*"30/$)&:

uando il ragazzo esce allalba dalla discoteca, stordito dalle droghe e dallalcol, e con la luce del mattino lo assale lo stupore
dellinfanzia; quando nella campagna greca il contadino, assaggiato il vino nuovo, si alza e accenna tra le viti la lenta danza in
tondo; quando il poeta scrive che perci sussurrando ci incorona i capelli il dio comune / e fonde in uno le coscienze come perle di vino;
quando fra lo squitto delle scimmie il suono del tabla annuncia linizio di un
rave sulla spiaggia di Goa; quando, passeggiando, incontriamo lo sguardo immobile di un animale e ci specchiamo nella sua divinit allora, e molte altre

volte, Dioniso si manifesta. Dioniso, il dio che Ovidio chiamava


Puer Aeternus, si appropria della
nostra vita allimprovviso, schiacciando le leggi e le abitudini, infrangendo lidentit personale,
spezzando le dualit conscio-inconscio, persona-cosmo
, come spiega Elmire Zolla in
uno dei suoi scritti pi belli, %JP
OJTPFSSBOUF, ora integralmente
leggibile nel sesto volume dellopera omnia, curata con abnegazione e sapienza da Grazia Marchian (Marsilio, pagg. 622, 24
euro).
Il dio dellebbrezza, del confondersi dellanima, come scandisce il coro delle #BDDBOUJ di Euripide, il dio divorato, smembrato come i grappoli della vite, il
dio plurale e produttore di tutte
le pluralit, come lo defin Proclo nel commento al 5JNFP di Platone, il dio dai molti nomi (tra i
pi noti Bacco, ma anche Iacco,
ululante nei misteri eleusini,
Libero, liberatore, senza contare le ipstasi stellari che lo innalzano al massimo fulgore nella
giostra del cielo eternando le sue
storie mitiche nel ritorno degli
astri), il dio della maschera e del
fallo, dai volti maschili e femminili oltrech umani e ferini (infante, uomo barbuto, dama velata, capro, asino, pantera ), fu, come racconta Nonno di Panopoli,
un mescolatore di popoli, un liberatore di oppressi ma soprattutto un affrancatore delle donne:
dalle contadine che per accorrere al richiamo del ditirambo abbandonavano la segregazione
domestica alle matrone degli affreschi dionisiaci della Villa dei
Misteri a Pompei.
In questa emergenza matriarcale pi civile di quella delle
Amazzoni, come illustr Bachofen, Dioniso fece della donna la
guida del taso e la depositaria
dei suoi pi profondi stati estatici. Le mnadi, a imitazione del
movimento vorticoso impresso

al tirso, roteavano il capo come


dervisci, tenendolo inclinato di
fianco come avrebbero fatto nelle loro estasi le mistiche cristiane, da Caterina a Teresa. Dai soldati della spedizione di Alessandro in India Dioniso fu assimilato, non a torto, a Shiva, dio
dellhashish, dellimpeto del toro e del fallo, del fremito che scuote chi solo nella foresta di notte. E infatti Novalis lo invoca
nell*OOPBMMBOPUUF: Dal fascio
di papaveri / in dolce ebbrezza /

fai crescere le pesanti ali del cuore. Ma era insediato in Grecia


fin dallet minoica, e anche se
verso lIndia il suo carro trainato
da tigri port Arianna dallisola
di Nasso dovera stata abbandonata da Teseo (o forse lo aveva
abbandonato lei stessa, rapita in
un sonno che gi preludeva al ratto dionisiaco), a Creta, patria del
labirinto, i riti, descritti in seguito da Filone di Alessandria, portavano gli adepti a uscire da s
e scorgere loggetto del deside-

rio. Il grande dio Pan morto,


annunciava Plutarco quando il
politeismo dovette cedere il passo al monoteismo delleresia giudaica che presto avrebbe dominato il mondo conosciuto. Ma
non accadde lo stesso, non proprio, a Dioniso. Il nuovo dio dei
cristiani aveva e via via avrebbe
assunto tratti del dio comune,
come lo aveva chiamato Hlderlin. Al termine della polimorfa vicenda mitologica che lo avvince,
Dioniso scese nellAde e ne tor-

n, con la morte sconfiggendo


la morte, come recita linno pasquale dellortodossia, sfilando
alla morte il suo pungiglione, come scrisse san Paolo: la resurrezione il contrassegno di Dioniso, che non solo la comp (tre
volte), ma sal in cielo e sedette
alla destra del Padre (Zeus). Fi
umi di scrittura sono stati dedicati al dionisismo cristiano, dagli
antichi padri della chiesa ai moderni storici delle religioni, provocati da Schelling, che esplicita-

 *-$0..&/50

mente assimiler Dioniso a Cristo.


Se Ges in Giovanni 15, 1-2
la vera vite e gli apostoli devono attaccarglisi come i grappoli
al tralcio, se il miracolo di Cana
un tipico prodigio dionisiaco (il
pi noto precedente in Pausania), il sacrificio delluomo-vite
nelleucarestia ricalca la tradizione della mitografia dionisiaca
(dove il vino gi chiamato il
dolce sangue e il potere di trasmutare in pane e in vino gi

"/50/*0(/0-*

(-*"."#*-*3&45*%*;&*$)&/
Mi avverte la figlia Marta: alla fine abbiamo trovato il posto per la
sepoltura, nel cimitero monumentale di Verano, non distante dalla
tomba di Alberto Moravia e da quella di Giuseppe Ungaretti. Penso
per un attimo allo scrittore che defin i versi di Valentino Zeichen
uneco di Marziale nella Roma contemporanea. Lacume geometrico della sua poesia, la sottile assenza di palpitazione romantica e
quel desiderio di ordine sotto il caos li accomunarono, come due ufficiali in ricognizione sul nulla della vita. Difficile per un poeta rendersi pi socievole di quanto sia riuscito a Zeichen. Mondano, pigro, a volte snob, luminosamente capace di essere ospite e, al tempo
stesso, padrone assoluto di quello spazio, mai
usurpato, dove giungeva linvito. Spazio del
dialogo e del confronto libero, della parola,
del cibo e del buon bere che egli govern con
discrezione e maestria. Coltiv in pari tempo
larte di essere marginale e indispensabile.
Sebbene fosse nato a Fiume, Roma fu la citt
che lo ha accolto e distrattamente amato. Ne
ricambi il sentimento percorrendone i luoghi e conoscendone le infinite sfumature. Giuseppe Conte che gli fu amico gli ha dedicato postumo il Premio Lerici alla carriera (lo ritirer l11 settembre la figlia). Mentre la cerimonia dei suoi amabili resti si svolger luned prossimo alle
11,30 (al Nuovo Reparto, Riquadro 67, terzo piano). La sua anima
metallica, mi illudo, risuoner piena di gioia, in questa citt dove
visse a lungo e vi mor. Non cera in lui nessun residuo convenzionale, nessuna posa. Non si fregi mai del titolo di poeta. Lo era. Ne
comprese la sostanza e gli esiti come fossero il distillato di un mestiere, di una tecnica: il compimento di unantica fatica travestita
di leggerezza.

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 



1&34"1&3/&%*1*
XXXQPOUFBMMFHSB[JFJU
PYGPSEEJDUJPOBSJFTDPN

2VFMMBTUSBOBJEFBEJNBQQB
JMNJHMJPSNPEPDIFBCCJBNP
QFSDPOPTDFSFOPJTUFTTJ
%B$PMPNCPBHMJTNBSUQIPOF4JNPO(BSGJFMESJDPTUSVJTDF
MBTUPSJBEFMMPTUSVNFOUPGPOEBNFOUBMFQFSPSJFOUBSTJ
OFMNPOEP&QFSDBQJSFRVBMFQPTUPPDDVQJBNP
."3$0#&-10-*5*

concesso da Dioniso, stando alle


Metamorfosi di Ovidio, alle sue
fedeli). Se il calendario cristiano
si appropri di date sacre anche
a Dioniso, come il 6 gennaio, la
Pentecoste ha, sottolinea Zolla,
caratteri di festa dionisiaca.
Come scrisse Gregorio di Nazianzo, uno dei massimi teologi
bizantini: Ecco, Ges nuovamente qui e insieme a lui qui
un mistero. Ma non pi un mistero dellebbrezza, bens un mistero che proviene dallalto. Forse per questo fu attribuito a lui
uno dei pi plateali prodotti del
sincretismo bizantino, il Christus patiens, di et pi probabilmente posticonoclasta, dove luccisione di Ges accostata a quella di Penteo da parte delle baccanti. Seguendo le suggestioni di
studiosi neogreci, Zolla congettura, forse giocosamente, la persistenza a Bisanzio, e ancora durante la turcocrazia, di tasi o confraternite segrete dionisiache,
contigue a eresie dualiste cristiane i cui adepti portavano tatuata
in fronte lantica foglia di edera.
Al di l delle sopravvivenze, la
sostanza della percezione
cristiana era antitetica
a quella dionisiaca.
Con la sua visione
antropocentrica e
la sua stretta ragion
pratica, come avrebbe compreso Nietzsche, il cristianesimo neg il dionisismo, il suo sprofondamento nella
vita animale e vegetale per non dire nella sostanza
minerale, la libert con tutti i suoi
rischi. Lescatologia cristiana
soppresse il tempo ciclico, sospese labrogazione dionisiaca della co-

scienza storica, per introdurre a


una promessa di giudizio finale e
progresso lineare, a una liberazione oltre la vita.
Il grande dio Pan era morto,
ma Dioniso, clandestino e represso dalla morale cristiana, fu reimportato dai neoplatonici di Bisanzio e risorse nel Rinascimento anzitutto fiorentino, alla prima corte dei Medici, quando come intuito da Pound i bizantini dettavano e Ficino descriveva con
precisione lestasi e labbando-

-BOPTUSBTPDJFU
TJSJBQQSPQSJBUB
EFMMBEJWJOJU
EFMMVHVBHMJBO[B
JOUFSNJOJ
OPOQJFTPUFSJDJ
NBFTQMJDJUJ
7*4*0/"3*0

"TJOJTUSB &MNJSF;PMMB

no di menti sgombre, che miracolosamente trasformate superano i limiti dellintelligenza e si


inebriano di unincommensurabile gioia.
Inoculato nel Quattrocento
platonico, Dioniso filtr nella cultura visiva europea, abit nel
nuovo genere pittorico dei baccanali (Bellini e Correggio, Caravaggio e Tiziano), nel pi esoterico mistero che pervase i quadri
di Leonardo; riemerse nella letteratura dei romantici tedeschi e
dei dionisiaci inglesi e francesi
(Coleridge e De Quincey oltre a
Baudelaire), da cui saranno influenzati, fra gli altri, gli studi di
Bachofen, Rohde, Frazer, Otto,
Kerenyi. Dioniso che nel Novecento ha ispirato la rivoluzione
psichedelica, forse quella sessuale, certo la liberazione delle donne, Arianne rapite via dai vincoli
borghesi sul suo carro guidato da
tigri. La corona della razionalit,
gettata in alto, si impressa come il diadema di Arianna nel cielo notturno della psiche quando
lEs, con la psicoanalisi, ha riconquistato il suo dominio. Dioniso
ci ha riconvocato in India, ci ha riproposto la consapevolezza
dellimpermanenza, ci ha reinsegnato il mondo animale e la natura vegetale.
Non solo il carattere orgiastico che nel dissolversi delle religioni esclusive e del folklore tradizionale hanno assunto la sessualit
o i riti della vita associata. Non
solo il ritmo del reggae, lo spirito
della musica come lo chiamava
Nietzsche, che fa da colonna sonora alla tragedia del massacro
globale, nel riacutizzarsi della ferocia delle guerre del mondo.
che la nostra societ, nella ruota
delleterno ritorno, si riappropriata del dio delluguaglianza
universale in termini non pi esoterici ma espliciti e di massa. E se
questo ci inquieta, Dioniso ha
raggiunto il suo scopo.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

a parola mappa di origine punica.


Nellantichit indicava un panno di lino
usato come tovaglia o tovagliolo, oppure
quale copricapo. Solo pi tardi diventa
un termine in uso presso gli agronomi inteso a rappresentare graficamente una zona di terreno, una
superficie piana. Oggi cosa intendiamo con la parola mappa? La prima cosa che viene in mente lo
strumento che i possessori di smartphone usano
per orientarsi in una citt, o il navigatore installato nelle automobili, il TomTom, diventato indispensabile a molti per raggiungere localit sconosciute.
Lidea di mappa molto mutata, ci spiega Simon Garfield nel suo libro 4VMMFNBQQF(Ponte alle
Grazie). Nel 2010 uno degli stagisti di Facebook,
Paul Butler, attingendo dal database della azienda, aveva preso la latitudine e la longitudine degli
utenti e le aveva collegate con le coordinate dei loro contatti in corso. Allepoca Facebook contava
circa 500 milioni discritti, e Butler supponeva che
ne sarebbe risultato un pasticcio, un fitto groviglio
di fili. Invece ne scatur
una trama dettagliata del
mondo, in cui si leggevano piuttosto bene le forme dei continenti. Non
rappresentava, come nelle mappe tradizionali, coste, fiumi, confini, nazioni, bens relazioni tra esseri umani.
In unintervista appena precedente Mark Zuckerberg aveva detto che la sua creatura non era
lennesima comunit virtuale, quanto un modo
per mappare tutte le varie comunit che esistono
nel mondo. Ha dunque ragione Garfield quando
allinizio del suo libro sostiene che le mappe ci offrono una chiave per capire le basi della natura
umana. Questo stato vero sin dalle origini della
civilt umana. La Mappa mundi babilonese, tavoletta dargilla custodita al British Museum
(600-550 a. C.), una delle pi antiche mappe che
possediamo, mette al centro il proprio mondo: Babilonia si trova in un mare circondato da sette cerchi senza nome, che possono essere citt o paesi, a
loro volta cinti da un oceano chiamato Fiume Amaro, in cui sfocia lEufrate.
Per quanto le mappe svolgano una funzione pratica dorientarci nel mondo, evidenziano nella loro rappresentazione prima di tutto lidea che chi
lha realizzata possiede del rapporto tra gli uomini
e gli di, tra gli uomini e il mondo che li circonda,
tra gli uomini e le forme di potere dominanti. Le
prime mappe che Garfield ci mostra, quasi tutte
disegnate in epoca medievale, o poco dopo, non sono concepite per uno scopo pratico, o almeno non
servivano per viaggiare, rappresentavano invece
sotto forma di raffigurazione temi filosofici, politici, religiosi, enciclopedici e concettuali; n pi
n meno come quella disegnata con laiuto del

computer da Paul Butler nella sede di Facebook. E


le mappe usate dai navigatori, a partire da Cristoforo Colombo e Amerigo Vespucci, cosa servivano? Per procedere allesplorazione del mondo, ovvero per conquistarlo e per portare in Europa le
grandi ricchezze che si supponeva ci fossero nel
Nuovo Mondo. Senza lambizione economica e di
potere dei re europei, i viaggi degli esploratori
non sarebbero stati intrapresi. Per arrivare a questo, c bisogno di una sorta di secolarizzazione
delle mappe: il viaggio perde i suoi significati religiosi per assumerne altri differenti, non meno
ideologici.
Fondamentale la meravigliosa mappa di Fra
Mauro, che si trova ancora oggi nella Biblioteca
Marciana di Venezia. Nel 1459 questo cartografo
che lavorava nellisola di Murano elimin dal suo
planisfero il Paradiso. Solo con la morte del luogo
mitico cominciano i viaggi di Colombo e degli altri
navigatori. Centodieci anni dopo Gerardo Mercatore, nato nelle Fiandre, crea la proiezione del
mondo; grazie a una formula matematica trasferisce sul piano la forma
curva del mondo: la svolta isogonica manipola
gli anelli della latitudine
per intersecarli con i meridiani formando angoli
retti. Rettificando il mondo, Mercatore lo rese percorribile. Il pensiero strumentale aveva vinto una
delle sue fondamentali
battaglie, lasciando tuttavia aperta la questione su cosa sia davvero una
rappresentazione.
Oggi le mappe di Google Map hanno invecchiato quelle su carta, le guide e gli strumenti tradizionali. Non rappresentano pi solo il mondo visibile,
ma anche quello invisibile, ben pi importante
per la nostra vita di relazione: Twitter Trendmaps
rende in tempo reale la proiezione degli IBTIUBH
pi gettonati; su Programable Web si vedono le
NBTIVQpi popolari, come le mappe delle notizie toccate da Bbc news. Viviamo nellepoca delle
NFNBQQJOH prodotte dai cellulari. Come nel mondo visto da Manhattan disegnato da Saul Steinberg sulla celebre copertina di 5IF/FX:PSLFS, al
centro di tutto c il nuovo protagonista: Io. Avere
confidenza con le mappe, scrive Garfield, significa conoscere il proprio posto nel mondo.

-"3*7*45"

*-$"40

$IJTJBNP
-BTDJFO[BSJTQPOEF
TV.JDSP.FHB

-0YGPSE%JDUJPOBSZ
QSFTPEBTTBMUP
EBQBSPMBDDF

Esce oggi il nuovo Almanacco


della scienza di MicroMega,
curato come sempre da Telmo
Pievani. Il tema Chi siamo?.
Rispondono allinterrogativo
scienziati di fama internazionale, dal linguista
Daniel Dor al paleoantropologo Damiano
Marchi, dalla genetista Eva Jablonka al biologo
W. Tecumseh Fitch. Il volume indaga lesistenza
della natura umana e quella della morale, parla
del rapporto fra scienza e verit e del metodo
scientifico. Torna infine a occuparsi del batterio
Xylella, con un articolo di Francesco Sylos
Labini. Per festeggiare i trentanni della rivista,
a questo numero saranno allegate le ristampe di
testi di Andrea Camilleri e Paolo Flores dArcais.
In edicola, libreria, ebook e Ipad.

LONDRA. A causa di un uso sba-

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*--*#30

4VMMFNBQQF 
EJ4JNPO(BSGJFME
1POUFBMMF(SB[JF 
QBHH FVSP

gliato lOxford Dictionary


chiude dopo un solo giorno un
sondaggio lanciato sul suo sito.
Il popolare dizionario aveva dato il via alla campagna
#OneWordMap chiedendo ai lettori di segnalare
la parola della lingua inglese meno amata. Ma
qualcosa andato storto. Accanto a Brexit e
British sono arrivate parolacce e termini offensivi, soprattutto di argomento religioso. Pare che
nella lista delle parole ci fossero anche Islam e
Israele. Al momento non si sa molto di pi. Dan
Stewart, capo del marketing del dizionario, scusandosi ha detto: Nostro malgrado abbiamo dovuto chiudere il sondaggio per evitare comportamenti negativi sul nostro sito.

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@-&.0453&!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



%BMTFUUFNCSFMJNNBHJOFEFMMBNPSF
USBQFDDBUPFQFOJUFO[BEB4JNPOF.BSUJOJB$BOPWB

5VUUJJWPMUJ
EJ

.BEEBMFOB
-PSFUP MBNPTUSBDIFDJTWFMB
MBTBOUBQJBNBUBEBJQJUUPSJ

"

-&"."55"3&--"

postola degli apostoli: questo il ruolo che papa Francesco,


nel momento in cui ne ha istituito la festa, ha definitivamente assegnato a Maria Maddalena, figura tra le pi amate dagli artisti. Di Maria di Magdala i pittori hanno raccontato le vicende utilizzando spesso informazioni tratte dai Vangeli
apocrifi. Cos la sua storia ha finito con il confondersi con quella di altre
donne che compaiono nei testi antichi. Come ad esempio Maria Egiziaca,
fervida penitente dopo la conversione al cristianesimo e labbandono della prostituzione, raffigurata spesso coperta soltanto dai suoi lunghi capelli. Ma questo solo un esempio: sono molte le facce della donna che stata
scelta da Ges come prima testimone della sua resurrezione.

4$6-563"-*(/&"

4PQSB TDVMUPSFEFMM*UBMJB
EFMOPSEEFM97TFDPMP
.BEEBMFOBTPMMFWBUB
EBHMJBOHFMJ

E i pittori le hanno amate tutte.


Anche quelle che non arrivavano direttamente dalla penna
dei quattro evangelisti ma che
giungono, ad esempio, dalla -F
HFOEBBVSFB di Jacopo da Varagine, redatta nella seconda met del XIII secolo.
La mostra -B  .BEEBMFOB 
USBQFDDBUPFQFOJUFO[B aperta
dal 3 settembre all8 gennaio,
curata da Vittorio Sgarbi al Museo-Antico Tesoro della Santa
Casa di Loreto (Ancona), una
costellazione di gesti e sguardi
di cui lei la protagonista. Una
rassegna che attraversa i secoli, partendo da Simone Martini
per giungere ad Antonio Canova. Come sottolinea il curatore
sono due i santi che pi degli altri hanno affascinato i pittori:
uno San Sebastiano, laltra
la Maddalena. E questo successo grazie anche a una sensualit che spesso emerge nella loro iconografia. Sgarbi non
esita poi a riconoscere in Maria
di Magdala il femminile di
San Pietro.
Eccola raffigurata su un fondo doro in un capolavoro di
Carlo Crivelli: la tavola del polittico di Montefiore dellAso. in
piedi, di profilo, ma ha lo sguardo rivolto verso di noi, come se
stesse valutando leffetto che
fa il suo incedere sicuro e solenne. Sembra un Klimt, dice di
questo quadro Sgarbi riferendosi alla sua composizione do- $3*7&--*
minata da unespressivit che 4PQSB $BSMP$SJWFMMJ 5SJUUJDP
si appoggia sulluso sapiente e EJ.POUFGJPSFEFMM"TP

coraggioso dellelemento decorativo. Maddalena sembra sfilarci davanti come stesse danzando: le dita delle mani si muovono come se fingessero un arpeggio, il suo abito sontuosamente guarnito e mostra una
ricca gamma di stoffe. a Venezia, citt in cui nato e dove si
formato, che Crivelli deve aver
imparato a conoscere la bellezza di sete e velluti. Ma i bottoni,
le cinture e le finiture in metallo rivelano la conoscenza dellopera degli orafi di Ascoli, citt
dove lartista si era trasferito e
dove morir nel 1495 diventando uno dei protagonisti dellarte marchigiana.
In questa gran dama che colpisce per la sua eleganza e il fascino femminile di forme e gesti, oltre al vaso degli unguenti, allude alla vita della Maddalena la fenice ricamata sulla
manica della veste in un trionfo di azzurri e ori. Gli animali
fantastici decorano spesso gli
elementi architettonici, i troni
delle Vergini inquadrati dai pittori. E qui Crivelli non vi rinuncia. Tuttavia, in questoccasione luccello che rinasce dalla
sue ceneri su un abito ed portatore del significato simbolico
di una nuova vita dopo la distruzione e quindi dopo il peccato.
Il riferimento quindi anche alla resurrezione che sconfigge
la morte.
Ed proprio lei, Maddalena,
la prima ad accorgersi che il sar-

%&30#&35*

"EFTUSBHSBOEF 
&SDPMFEF3PCFSUJ
.BSJB.BEEBMFOB
QJBOHFOUF
-BNPTUSBDVSBUB
EB7JUUPSJP4HBSCJ
FTQPOFPQFSF
EFEJDBUFBMMB
.BEEBMFOB

cofago di Cristo vuoto. a lei


che Ges decide di rivelarsi,
chiedendole di non toccarlo
perch ormai il suo corpo diventato spirito.
In mostra ecco diversi esempi di /PMJNFUBOHFSF che mostrano come lo stesso soggetto
possa dare frutti assai diversi
tra loro. Lo scomparto della predella di Cenni di Francesco inquadra la scena in un tipico paesaggio goticheggiante con gli
alberi che paiono oggetti preziosi.
Mattia Preti tra il 1670 e il
1679 offre una messa in scena
visionaria e barocca dellevento che avviene davanti a un cielo infuocato, con un Cristo anco-

ra livido nel
corpo e la
Maddalena
quasi spaventata. Gli fa da contraltare Gregorio
de Ferrari che, pochi anni dopo, ambienta la scena in
chiave mondana come se i due
protagonisti fossero una dama
e un cavaliere del suo tempo.
I pittori raccontano anche
una Maddalena drammatica,
ai piedi della Croce. Rimane solo il suo volto fermato in un grido tra le lacrime del ciclo di affreschi che decorava la Cappella dellAssunzione in San Pietro a Bologna. opera di Ercole
de Roberti, uno dei giganti di

*/'03.";*0/*65*-*
.VTFP"OUJDP5FTPSPEFMMB4BOUB$BTBEJ-PSFUP TFUUFNCSFHFOOBJP0SBSJ
EBMVOBWFOTBCFEPN#JHMJFUUP NPTUSBFNVTFP
JOUFSPFVSP 
SJEPUUP TDVPMF*OGPFQSFOPUB[JPOJ 
NVTFPBOUJDPUFTPSP!HNBJMDPNJOGP!BSUJGFYBSUFJU8FCXXXBSUJGFYBSUFJU
$PVQPOTDPOUPFWFOUJUVSJTNPNBSDIFJU*OGPXXXUVSJTNPNBSDIFJU



4UPSJBFMFHHFOEB
EFMMBQPTUPMB
EFHMJBQPTUPMJ
'V(SFHPSJP.BHOPBJEFOUJGJDBSMB
DPNFVOBFYQSPTUJUVUBDPOWFSUJUB
.BJ7BOHFMJOPOMBEFTDSJWPOPDPT

$"(/"$$*

2VJTPQSB (VJEP
$BHOBDDJ -B.BEEBMFOB
JONFEJUB[JPOF
*OBMUPBEFTUSB $FOOJ
EJ'SBODFTDP 4UPSJF
EJ.BSJB.BEEBMFOB
BGJBODP -VDB(JPSEBOP
.BEEBMFOBDPOJM
DSPDJGJTTP

7*50."/$640

%
."35*/*

4PQSB 4JNPOF.BSUJOJ
-B.BEEBMFOB

$"7"--6$$*

4PQSB "OUPOJP$BWBMMVDDJ
.BEEBMFOBQFOJUFOUF
4PUUP *HOB[JP4UFSO
&TUBTJEFMMB.BEEBMFOB

quella che Roberto Longhi ha chiamato lofficina ferrarese.


Lesasperazione
espressiva tipica del Rinascimento sorto alla corte degli
estensi a Ferrara trova qui una
delle pi straordinarie e dolenti interpretazioni. Le senzaltro sorella, nella rappresentazione del dolore, la terracotta a
grandezza naturale di Guido
Mazzoni. Faceva parte di un

tazione come nel dipinto di grande impatto di Guido Cagnacci,


eseguito a met del Seicento ma modernissimo
nella sua essenzialit novecentesca.
La mostra dedicata alla Maddalena solo una delle possibili
tappe dellofferta culturale
$PNQJBOUP  TVM  $SJTUP  marchigiana, e Loreto non
NPSUP ricordato da fonti della fi- stata toccata dalle terribili scosne del Quattrocento perch le se che hanno devastato Amatrisculture sembravano vive. So- ce e Arquata del Tronto. Gli orprattutto lei, la Maddalena, ganizzatori hanno pensato che
che si torceva le mani in un ge- tra i tanti modi per aiutare questa straordinaria parte degli
sto di disperazione.
Lapostola degli apostoli Appennini a rinascere, ci sia anraffigurata anche in peniten- che quella di continuare a far viza: belli gli esempi scultorei e vere il territorio, di continuare
quello pittorico di Orazio Genti- a farlo visitare e apprezzare.
leschi. Oppure, eccola in medi3*130%6;*0/&3*4&37"5"

a sempre icona della predicazione ascetica e della storia dellarte, ai nostri giorni
diventata protagonista anche della fiction cinematografica (Martin Scorsese) e
della letteratura devasione (Dan Brown). Eppure
Maddalena citata solo dodici volte nei vangeli canonici e mai da san Paolo e dagli altri agiografi neotestamentari: ma quei pochi versetti evangelici sono stati
sufficienti per scatenare limmaginazione di teologi,
predicatori, padri spirituali, eretici, pittori, romanzieri, registi, costruendo un mito che acquista sempre
pi vigore. A tale potenziamento ha contribuito di recente nel modo pi autorevole un decreto della Congregazione per il culto divino del 3 giugno scorso mediante cui la celebrazione di Maria Maddalena, fino
ad allora solo memoria viene elevata al grado di festa, il medesimo riservato ai dodici apostoli. Il motivo di questa decisione, dietro cui ovviamente c lesplicito volere di papa Francesco, indicato dallo stesso documento: La decisione si inscrive nellattuale
contesto ecclesiale, che domanda di riflettere pi profondamente sulla dignit della donna, la nuova evangelizzazione e la grandezza del mistero della misericordia divina. Si tratta, in altri termini, di una mossa
per rafforzare il ruolo delle donne nella Chiesa. C
quindi da sperare che tale promozione della Maddalena possa ispirare pi importanti cambiamenti nella
struttura ecclesiale aprendo la via nellimmediato al
diaconato femminile: se infatti una donna stata apostola, perch altre non possono diventare per lo meno diaconesse?
In realt, per quanto il titolo di apostola sia stato
assegnato alla Maddalena gi da Tommaso dAquino
che la definisce apostola degli apostoli, sufficiente unocchiata alla vastissima iconografia per rendersi conto che mai tale qualifica ha trovato finora unapplicazione reale nella concreta struttura ecclesiastica. I dipinti infatti non la ritraggono mai nellatto di
annunciare agli apostoli rinchiusi per paura lavvenuta risurrezione di Cristo, ma in altre ben pi tradizionali fattezze: piangente ai piedi della croce, al sepolcro con il vasetto di mirra, mentre tenuta a distanza
dal Risorto che le dice Noli me tangere, in estasi, in
meditazione e soprattutto in veste di penitente con i
lunghi capelli disciolti e buona parte del corpo scoperto. Per la tradizione occidentale infatti, e ancora oggi
per molte persone, Maria Maddalena la prostituta
che bagna i piedi di Ges con le sue lacrime e li asciuga con i suoi capelli.
I 12 versetti evangelici che ne parlano non consentono per tale identificazione, risalente a una scorretta interpretazione di papa Gregorio Magno nel VI secolo e divenuta poi pressoch canonica. Come si legge in Luca 8,2-3, si deve piuttosto ritenere che Maria,
detta Magdalena in quanto originaria della cittadina
galilaica di Magdala, fosse una donna benestante assuntasi il compito insieme ad altre di sostenere Ges
e i discepoli con i suoi beni come riconoscenza per essere stata guarita da una grave malattia a cui il vangelo accenna dicendo che da lei erano usciti sette demoni.
Da allora la Maddalena segu sempre Ges, fino ai
piedi della croce. E di certo Ges ebbe con lei un rapporto privilegiato, che ai nostri giorni ha scatenato
una serie di improbabili fantasie ma che gi nel II secolo aveva portato un vangelo apocrifo di tradizione
gnostica a scrivere: La compagna del Figlio Maria
Maddalena. Il Signore amava Maria pi di tutti i discepoli e spesso la baciava sulla bocca (Vangelo di Filippo, 64). Anche a prescindere da tale intimit, la vicinanza di Ges alla Maddalena comprovata dal fatto che in tutti i quattro Vangeli canonici lei sempre
nominata per prima tra i pochi testimoni cui apparve
il Risorto. Il quarto vangelo giunge a dedicarle una
scena tutta sua, nello struggente dialogo della mattina di Pasqua in cui Ges risorto per farsi riconoscere
la chiama per nome: Maria! (Giovanni 20,16); e poi
la manda ad annunciare la risurrezione agli apostoli
consacrandola per lappunto apostola degli apostoli. Quelle antiche parole di Ges attendono ancora di
diventare vita concreta allinterno della Chiesa, ma
forse qualcosa si sta davvero muovendo.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@41&55"$0-*!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



3JDDIF[[F DPTUVNJFQBMB[[J TDFOFEJBTTPMVUPTQMFOEPSFBSSJWBTVMB&GGFEBM


TFUUFNCSFRVFMMBDIFJONPMUJHJVEJDBOPMBNJHMJPSGJDUJPOEFHMJVMUJNJBOOJ

/"5"-*""41&4*

*-3&(*45"
5PN)BSQFS BOOJ 
MPOEJOFTF IBEJSFUUP
FQJTPEJEFMMBTFSJFUW
.JTGJUTF5IJTJT
&OHMBOE OPNJOBUP
BJ#BGUBBBOOJQFSJM
DPSUPNFUSBHHJP$VCT
(VFSSBF1BDFBOESJO
POEBJOPUUPFQJTPEJTV
MB&GGFEBMTFUUFNCSF
BMMFPSF

OME in un dipinto depoca


Napoleone a cavallo e con in
testa la sua speciale feluca,
visto di schiena, guarda limmensa valle ai suoi piedi, circondata da montagne nebbiose: sta per
invadere lAustria ed il 1805. Intanto a
San Pietroburgo, nel palazzo di Anna Pavlovna, amica dellimperatrice, c un ricevimento come tanti tra laristocrazia
russa: champagne e chiacchiere, belle
dame ingioiellate con gli abiti leggeri a
vita alta, giovani ufficiali con le uniformi
di gala e ricoperti di medaglie, madri che
cercano di combinare matrimoni di denaro per i figli, nobili che discutono del
grande generale russo Kutuzov e dellamato, da loro, imperatore Alessandro I.
Non si era mai vista una versione cos
sontuosa di (VFSSBF1BDF, da alcuni telecritici valutata come la miglior fiction degli ultimi anni con battaglie particolarmente sanguinose a Austerlitz vinta dai
francesi nel 1805, e anche a Borodino nel
1812, con loccupazione di Mosca e dopo
un mese linizio della ritirata, epicamente raccontata nella miniserie. E poi ricchezze e mondanit, costumi e palazzi
con scene di assoluto splendore girate in
Lettonia e Lituania. Oltre ovviamente a

tutte le vicende umane: amore, tradimento, amicizia, morte, coraggio, intrighi, tragedie, incendi, fughe, vendette,
perdono, ricchezza, miseria, famiglia,
avarizia e sperpero.
In otto puntate, dal 16 settembre su
laEffe per i classici in tv, promossa in collaborazione con la collana Universale Feltrinelli: produzione angloamericana per
la Bbc, diretta da Tom Harper con ladattamento dal romanzo di Leon Tolstoj dello specialista Andrew Davis, che ha gi
scritto tra laltro il film 3BHJPOFFTFOUJ
NFOUP da Jane Austin, ambientato nella
stessa epoca. Certo gli studiosi del gran-

de scrittore russo scuoteranno la testa,


come hanno fatto altri ad ogni cineversione del romanzo: come possibile ridurre un capolavoro assoluto di 1817 pagine, di cui 126 di riflessioni politiche, filosofiche e morali (edizione italiana del
1974, Garzanti) in una miniserie di otto
puntate di unora, quando, per leggere
anche avidamente il romanzo che ha i
dialoghi tra nobili in francese come nel
testo originale, ci vogliono mesi? Ma infatti anche chi ricorda di avere in casa il libro, se va a cercarlo lo trover impolverato, come tutti i capolavori del passato
che hanno arricchito la giovinezza di chi

(VFSSB

F1BDF

*MDBQPMBWPSPEJ5PMTUPKVOBTFSJFUW
NBTFNCSBVOEJQJOUPEFQPDB

oggi vecchio. Per il libro ancora in


vendita in varie edizioni, anche ebook, e
pu darsi che dopo la fiction ci sar chi affronter coraggiosamente la lettura, del
resto entusiasmante, di questopera pubblicata a puntate dal 1865 sul .FTTBHHF
SPSVTTP e poi in 6 volumi, ultimo nel
1869: per seguire ancora il desiderio damore della contessa Natasha, che passa
dalladolescenza alla giovinezza, gli ideali del goffo conte Pierre, leroismo del
principe Andrej, il possibile incesto tra la
principessa Hlne e il fratello principe
Hippolite: Tolstoj accenna alla loro immoralit, Harper mostra giochi su un letto tra i due bellissimi giovani.
Il kolossal televisivo ha ben 45 personaggi, interpretati da attori noti (Stephen Rea, Gillian Anderson, Jim Boadbent, Greta Scacchi), concentrando per la storia su 3 protagonisti: Natasha,
amata e ferita da diversi uomini (Lily James), Andrej, che preferisce la guerra alla famiglia (James Norton), e Pierre, che
ha le stesse idee umanitarie di Tolstoj
(Paul Dano, lunico attore americano),
pi il francese Mathieu Kassovitz che
Napoleone.
Le miniserie televisive soprattutto di
lingua inglese, stanno raggiungendo
una perfezione, un impegno, una ricchezza dimmagini, unintelligenza e
enormi finanziamenti, che talvolta mettono in ombra i film: e per esempio questa (VFSSBF1BDF molto pi interessante e forse pi vicina al romanzo (certo irraggiungibile nella sua completezza e
umanit) del film di massimo successo
internazionale prodotto dagli italiani
nel 1956, regia di King Vidor, con Audry
Hepburn e Vittorio Gassman, ma anche
della versione russa diretta da Bondarchuk nel 1967, e certo di una miniserie
italiana della Rai del 2007. Prokofiev ne
ha tratto unopera lirica, Disney un fumetto. Per gli italiani al costume drama, a meno che non sia spagnolo, non si
sono ancora abituati. Se non i colpevoli
scherniti in quanto radical chic, spiritosaggine che sembrava estinta dagli anni
70. Non certo necessario aver letto si
faceva quando non cera altro divertimento che leggere, e magari nel tempo
dimenticato il capolavoro di Tolstoj,
per gettarsi su questa miniserie (su Sky
139): il solo problema ricordarsi di tutti i personaggi e non confonderli. E non
basta aggrapparsi allabbigliamento.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



3 41&55"$0-*57

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-B.PTUSBEFMDJOFNB
4UBTFSBQSFOEFJMWJBJMDPODPSTP
DPO&NNB4UPOF
F3ZBO(PTMJOHCBMMFSJOJJO
i-B-B-BOEwEJ%BNJFO$IB[FMMF

#MPDDIJFQPMJ[JB
7FOF[JBCMJOEBUB
NBOPOUSPQQP
%"-/04530*/7*"50
VENEZIA. Il cubo al posto del buco. Il fiore geometri-

co spicca tra i pini l dove cera lamianto, una costruzione rosso fiammante da 446 posti destinata
a proiezioni e incontri ha coperto il cantiere tossico
che per anni ha sfregiato il Lido. Un bel biglietto da
visita per la 73 Mostra che sinaugura oggi e che
tenta la sintesi adeguata tra autori, ricerca e cinema popolare, la giusta dose di film italiani, in gara
e non. Venezia conta di pi agli Oscar, scusa Toronto, ha scritto l)PMMZXPPE3FQPSUFS pensando
soprattutto alla folta pattuglia statunitense con divi al seguito. Ci siamo riusciti dopo tanti anni. Il
collega della rassegna canadese si detto un po irritato ma pazienza, sorride il direttore Alberto
Barbera, abbiamo messo in campo una serie di
grandi titoli e film di genere: commedie, musical,
horror, western. Un programma che ha aiutato il

tutto esaurito negli alberghi del Lido, malgrado


una stanza costi anche 446 euro. Un debutto sobrio, quello di stasera, dato il momento doloroso
per lItalia: annullate cena e serata di gala, abolito
lo smoking. Non ci sar il presidente Mattarella, ci
saranno il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini e la sua collega francese Audrey Azoulay. Le
prime attrici sul tappeto rosso saranno Emma Stone, protagonista con Ryan Gosling del musical -B
-B-BOE, e la madrina Sonia Bergamasco. Intorno
al Palazzo del Cinema e al Casin, ecco le misure anti terrorismo: blocchi di cemento lungo tutte le
strade, domani ogni varco sar presidiato dalle forze dellordine. Non si respira comunque latmosfera di fortino assediato che si percepiva allultimo
Cannes: Abbiamo puntato su controlli a vista e i
blocchi alle strade. Lidea di non rinunciare alla sicurezza ma senza creare troppo disagio.  BSJGJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*MGFTUJWBMTDPQSFMBHJPWFOUTFO[BSBCCJB
%B1JDDJPOJB.VDDJOP HMJBVUPSJBM-JEPSBDDPOUBOPWFOUFOOJJOGVHBDPOMFOPSNBMJEJGGJDPMUEFMMFU
&.*-*"/0.033&"-&

46--04$)&3.0

-&45"5&"%%0440
/FMGJMNEJ.VDDJOPVOHJPWBOF
WBJO$BMJGPSOJBEPQPMBNBUVSJU

26&45*(*03/*
-BNJDJ[JBEJRVBUUSPSBHB[[F
JOQSPWJODJBOFMGJMNEJ1JDDJPOJ

1*6."
+PIOTPOSBDDPOUBEVFMJDFBMJBMMF
QSFTFDPOVOBHSBWJEBO[BJOBUUFTB

"

VENEZIA
LLA MOSTRA del cine-

ma, tra i titoli italiani, si affacciano vari


film che raccontano
giovani poco prima
o poco dopo la maggiore et. Nel
nuovo film di Gabriele Muccino,
-FTUBUFBEEPTTP (nella sezione
$JOFNBOFMHJBSEJOP) un giovane (Brando Pacitto) parte per
San Francisco subito dopo la maturit e si ritrova insieme a una
compagna di classe, entrambi
ospiti di una coppia gay, con i
conflitti e gli affetti del caso. In
1JVNB di Roan Johnson (in concorso) due liceali e le loro famiglie si trovano ad affrontare una
gravidanza imprevista. *OEJWJTJ
CJMJ di Edoardo De Angelis (Giornate degli autori) ha al centro
due gemelle siamesi alle soglie
dei diciottanni che vengono portate in giro dal padre, a cantare
in feste e processioni a Castelvolturno. In 2VFTUJHJPSOJ di Giuseppe Piccioni (Concorso) si racconta lamicizia tra quattro ragazze
poco pi che ventenni in una citt di provincia. A novembre, aggiungiamo, in uscita /POVO
QBFTFQFSHJPWBOJ di Giovanni
Veronesi, che parte da una trasmissione di Radio2 in cui il regista dialogava con un giovane
che aveva deciso di lasciare lItalia.
singolare e apprezzabile
che registi anche non giovanissimi si interessino ai ventenni, anzich concentrarsi sui quarantenni-cinquantenni in crisi. Ma
davvero raccontare i giovani
senza lasciarsi abitare dai propri fantasmi e pregiudizi difficilissimo: chi li conosce? Chi riesce a capirli? Curioso che questi
film siano ospitati al festival,

due anche in concorso, perch il


cinema dautore e da festival di
solito attratto dai giovani soprattutto come spia per raccontare disagio, emarginazione, insomma come portatori di uno
sguardo sulle contraddizioni della societ (un notevole esempio

recente era 'JPSF di Claudio Giovannesi). Ma pi in generale,


nella tradizione del cinema italiano i ventanni non sono unet molto amata. Allepoca del
neorealismo sono stati importanti i bambini, simbolo della ricostruzione del paese. In anni

pi recenti, gli adolescenti, visti


come propaggine dellinfanzia
pi che come ingresso, magari
conflittuale, nellet adulta. Da
un lato si sono avuti personaggi
di adolescenti poveri o marginali, come si diceva, con risultati
anche notevolissimi: di recente,

ad esempio, -JOUFSWBMMP di Di Costanzo o $PSQPDFMFTUF di Rohrwacher. Dallaltro, adolescenti


che sono lo specchio dei registi,
in una variante light del paternalismo che potremmo chiamare fratellonismo. Ne erano
esempi, alcuni film precedenti
proprio di Muccino e di Veronesi: $PNFUFOFTTVOPNBJ e $IF
OFTBSEJOPJ, ma anche un successo di pubblico come /PUUFQSJ
NBEFHMJFTBNJ. Metafora di questo stato danimo spesso lestate, la sua sospensione, con il tempo delle stagioni che si sovrappone a quello della Storia. Questi
film, peraltro, appaiono spesso
rivolti pi al pubblico dei padri
che a quello dei figli, e raramente funzionano su un pubblico di
under 20. Uno dei rari casi stato qualche anno fa 4DJBMMB di
Francesco Bruni, mentre un
film pensato anche per un pubblico di liceali come 6OCBDJP di
Ivan Cotroneo non ha avuto risposta da quel pubblico.
Quella che quasi sempre
mancata, nei ritratti di giovent del cinema italiano, la rabbia. Il classico avevo ventanni
e non permetter a nessuno di
dire che let pi bella di Paul
Nizan, il famiglie! Vi odio! di
Gide e il senso di rivolta verso la
societ. I personaggi oggi sembrano posseduti soprattutto dal
demone della fuga. I giovani di
Veronesi lasciano lItalia per Cuba, quelli di Muccino vanno verso gli Usa, quelle di Piccioni a Belgrado per unofferta di lavoro, e
perfino quelle di *OEJWJTJCJMJ sognano la California di Janis Joplin. Chi conosce i ventenni doggi sa che non affatto una fantasia di registi e sceneggiatori.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 



1&34"1&3/&%*1*
XXXMBCJFOOBMFPSHJUDJOF
NBNPTUSB

*MSFHJTUB,FZXBO,BSJNJ DPOEBOOBUPBMMBHBMFSBFBGSVTUBUF
QSFTFOUFSBMMBi4FUUJNBOBEFMMBDSJUJDBwJMTVPOVPWPi%SVNw

i"TQFUUPEJUPSOBSFJODBSDFSF
OPOMBTDFSNBJJMNJP*SBOw
"3*"//"'*/04

*/$0/$0340
"EBQSJSFMB.PTUSBPHHJTBS
i-B-B-BOEw QSJNPGJMNJO
DPODPSTPJMNVTJDBMEJ%BNJFO
$IB[FMMFDPO3ZBO(PTMJOHF
&NNB4UPOFSBDDPOUBMBNPSF
USBVOQJBOJTUBKB[[F
VOBTQJSBOUFBUUSJDF

46-4*50
*OEJSFUUBEBM-JEP
EJ7FOF[JBMPTQFDJBMF
DPOJOUFSWJTUF WJEFP 
GPUP 'BDFCPPL-JWF
FBMUSFDVSJPTJU
TVMMB .PTUSB
EFMDJOFNB

EL 2013 il regista iraniano


Keywan Karimi ha scontato quindici giorni disolamento in carcere per propaganda contro il regime e
offese al sacro perch aveva girato il
documentario sui graffiti a Teheran,
8SJUJOHPOUIFDJUZ, mostrando anche
scritte di protesta. Nellottobre del
2015 stato condannato a sei anni di prigione e 223 frustate. Nel febbraio
dellanno scorso il giudice dappello ha
ridotto gli anni (a uno) ma non le frustate. Il cineasta, oggi trentenne, vive in
uneterna attesa. Non so cosa mi succeder domani, non posso fare progetti,
racconta Karimi dalla sua casa a Teheran, aspetto che il giudice mi chiami
per andare in prigione. Realizzare il mio
nuovo film sotto una tale pressione stato arduo. Lavorare lo ha aiutato a non
andare in pezzi, il sostegno ricevuto dai
cineasti di tutto il mondo ha interrotto
la sua solitudine e lo ha commosso: non
si ritiene un attivista politico, ma un artista.
%SVN sar presentato alla Settimana
della Critica a Venezia. Accompagnare
il film al festival sarebbe stato un segnale importante. Non so cosa quali reazioni ci saranno nel mio paese, ma voglio essere ottimista: non ho mai fatto nulla
dillegale, anche se in molti pensano che
abbia commesso un crimine facendo il
mio mestiere. Il film racconta di un avvocato che vive e lavora in una Teheran
senza tempo. In un giorno di pioggia un
uomo gli consegna un pacco, che si rivela importante per uomini potenti e misteriosi. La sua abitazione viene perquisita, luomo minacciato e con lui la fidanzata e il suo miglior amico. Colpito negli
affetti pi cari, lavvocato metter in atto una crudele vendetta.
I miei personaggi reagiscono alle ingiustizie. Per certi aspetti la morte degli
uomini di potere rappresenta la vendetta di una classe sociale schiacciata dalle
condizioni in cui costretta a vivere. La
storia, il cui spunto nasce dalla cronaca,
liberamente ispirata al romanzo omonimo di Alimorad Fadaienia: Lo scrisse
oltre 40 anni fa, ma oggi pi attuale
che mai. Gli anni Sessanta sono stati un
periodo strano per lIran: i profitti del petrolio sono aumentati, lo sviluppo economico stato funzionale ai sogni dello
Sci e della sua classe dirigente. Sogni di
una vita migliore, accompagnati per
da un crescente senso di superiorit: ci
sono stati intellettuali e artisti pagati

*-3&(*45"
,FZXBO,BSJNJ
"MMB4FUUJNBOB
EFMMBDSJUJDB
i%SVNw TPQSB
EFM
SFHJTUBJSBOJBOP

dal governo per fare propaganda, altri


che si sono schierati contro, a volte imprigionati e torturati. E poi terza categoria di autori, le cui opere oggi vengono riscoperte, e che parlano di una realt pi
amara.
La Teheran che Karimi inquadra in
bianco e nero senza tempo, svuotata,
distrutta. Scarni i dialoghi, molti i rumori della metropoli, le voci in lontananza.
Teheran diventata capitale nel 1600,
due secoli dopo la modernizzazione ha
distrutto i vecchi edifici e lavidit ha
creato una citt brutta e deforme: %SVN
una metafora della distruzione di Teheran. Lavidit ha abbattuto edifici, valori, ambiente. Una citt di bugie e trappole, dallarchitettura casuale, sotterranea. Karimi ha progettato il film per
due anni, subito dopo il carcere. Pensavo ossessivamente alla storia, avevo fissato nella mente ogni dettaglio della sceneggiatura. Ha girato in primavera,
quando la citt (17 milioni di abitanti),
deserta. In genere i registi iraniani girano nelle zone ricche, io ho scelto quelle povere: da Bazar a Shahre Rey.
Keywan Karimi non ha pensato mai
di abbandonare il suo paese: Amo lIran, se quelli come me se ne vanno, chi
rester a ricostruirlo? Credo di dover rimanere nella mia terra malgrado i suoi

problemi, e lavorare per migliorare le


condizioni di tutti. A proposito delle
sue origini, il regista racconta: Quando
nasci curdo in Medio Oriente, sai che devi essere forte. La parola curdo nei media ha un significato politico, per me
unesperienza che porto nei film che faccio. I miei personaggi possono non parlare curdo o vivere in terre curde, ma lo sono nel profondo delle loro vite. Essere
curdo un modo di vivere, niente di pi.
Una sorta di resistenza.... Prima di diventare un cineasta Karimi ha studiato
sociologia e filosofia: A 15 anni ho cominciato a pubblicare racconti. Poi sono
andato alluniversit e ho iniziato a girare. Sono un autodidatta, ho imparato e
corretto gli errori film dopo film. Definisce Asghar Farhadi oggi il regista pi
premiato del Paese (Oscar per 6OBTFQB
SB[JPOF) il risultato del liberalismo e
dellascesa della borghesia in Iran,
mentre lo scomparso Kiarostami ha
avuto grande influenza sui nostri registi, restituendo unatmosfera esotica e
speciale del nostro paese. Quando gli si
chiede se in contatto con il collega Jafar Panahi, anchegli condannato dal regime, Karimi risponde: In nessun modo, non ho contatti con nessuno del cinema iraniano. Sono solo.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

130(&55*

/POTPDPTB
TVDDFEFS
EPNBOJ
"TQFUUPDIF
JMHJVEJDFNJ
DIJBNJ
-".0453"

4BSFCCF
TUBUPVOCFM
TFHOBMFQFS
UVUUJQPUFS
TFHVJSFJMGJMN
JO*UBMJB



3 41&55"$0-*57

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-JOJ[JBUJWB

1&34"1&3/&%*1*
XXXNZNPWJFTJUMJWFOVPWPDJOF
NBSFQVCCMJDBWFOF[JB

$BSUFMMPOF0HOJTFSB
JOBOUFQSJNBTUSFBNJOHNPOEJBMF
FQPJPOEFNBOEQFSDJORVFHJPSOJ

/FMMB4BMB8FC
EJi3FQVCCMJDBw
GJMNEBM-JEP

*/$*/"

.BMEJUFTUB
FOBVTFB
i#PVSOFwJO%
i0SFDDIJFwEJ"MFTTBOESP"SPOBEJP

"-&44"/%3"7*5"-*

I film
GIOVED 1
Orecchie
di Alessandro Aronadio
ORE 21

VENERD 2
Die Einsielder
di Ronny Trocker
ORE 17

Hotel Salvation
di Shubhashish Bhutiani
ORE 18.30

Franca: Chaos and Creation


di Francesco Carrozzini
ORE 21

SABATO 3
Home
di Fien Troch

"

CASA come al Lido, diciotto film


da vedere in contemporanea
con il passaggio ufficiale alla
Mostra. la Sala Web di Venezia 73, quella in cui Nuovo Cinema Repubblica, liniziativa di Repubblica.it e
MYmovies.it dedicata al cinema dautore, presenta una selezione dai titoli in
cartellone. Scelti da quattro sezioni, saranno disponibili ogni sera in anteprima
streaming mondiale e poi on demand
per cinque giorni.
Il cinema non si ferma nelle sale del Lido, daltronde da tempo non pi fermo
al grande schermo. la nuova modalit
di fruizione, un fatto impossibile solo
pochi anni fa osserva il direttore della
Mostra, Alberto Barbera e la Sala Web
un esempio importante che permette
ai registi di trovare un pubblico al di l di
tutte le frontiere. E il nostro, che il pi

antico festival nella storia del cinema, deve far parte del racconto di questa nuova
storia.
Il programma ricco. Undici lungometraggi della sezione 0SJ[[POUJ, quattro
di #JFOOBMF$PMMFHF$JOFNB, uno di $JOF
NBOFMHJBSEJOP e due della sezione 'VP
SJ$PODPSTP. Fra i titoli disponibili online,
anche cinque italiani: *MQJHSBOEFTP
HOP di Michele Vannucci (Orizzonti), -J
CFSBNJ di Federica Di Giacomo (Orizzonti), 'SBODBDIBPTBOEDSFBUJPOdi Francesco Carrozzini (Cinema nel Giardino),
0SFDDIJF di Alessandro Aronadio (Biennale College Cinema), 0VSXBS di Bru-

no Chiaravalloti, Claudio Jampaglia, Benedetta Argentieri (Fuori Concorso).


Per accedere alla Sala Web, sufficiente
attivare un abbonamento Unlimited
(17,90 euro) alla piattaforma streaming di Mymovieslive, che permette da
subito laccesso illimitato a un catalogo
di oltre 500 film.
Si comincia domani alle 21 con la commedia 0SFDDIJF di Alessandro Aronadio
mentre venerd sono in programma tre
film: il tedesco %JFFJOTJFEMFS di Ronny
Trocker (alle 17), )PUFM4BMWBUJPO dellindiano Shubhashish Bhutiani (18.30), e
'SBODBDIBPTBOEDSFBUJPO, ritratto della celebre caporedattrice di Vogue Italia,
Franca Sozzani. Registi apprezzati come
il cinese Wang Bing o liraniano Parviz
Shahbazi arricchiscono una programmazione che comprende anche le ultime
opere di Tim Sutton, Gastn Solnicki, Peter Brosens e Jessica Woodworth.

Mal di testa e nausea.


Questo leffetto sul
pubblico della speciale
versione 3D di +BTPO
#PVSOFrealizzata solo
per la Cina, dove il
mercato dei film 3D
ancora fiorente, al
contrario di quanto
JOQJMMPMF accade in Europa e
Usa. Particolarmente
disturbanti le scene riprese
dal regista Paul Greengrass
con la cinepresa a mano. La
Universal sta correndo ai
ripari: in tutta la Cina sono
disponibili poche decine di
copie in 2D.

/FXT

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

ORE 17

King of the Belgians


di Peter Brosens, Jessica Woodworth
ORE 18.30

0."((*0

La Soledad
di Jorge Thielen-Armand
ORE 21

DOMENICA 4
Una Hermana

*$PMEQMBZ
DBOUBOP
QFS(FOF8JMEFS

di Sofia Brokenshire, Verena Kuri


ORE 18.30

Il pi grande sogno
di Michele Vannucci
ORE 21

LUNED 5
Maudite Poutine
di Karl Lemieux
ORE 21

MARTED 6
Dark Night

I Coldplay hanno reso


omaggio allattore Gene
Wilder, scomparso
domenica a 83 anni, nel loro
show a Denver luned
scorso interpretando
una versione acustica
di 1VSFJNBHJOBUJPO,
il brano che Wilder aveva
cantato nel film
8JMMZ8POLBFMBGBCCSJDB
EJDJPDDPMBUP.

di Tim Sutton
ORE 21

MERCOLED 7
Kkszakll
di Gastn Solnicki
ORE 18.30

Liberami
di Federica Di Giacomo
ORE 21

GIOVED 8
El vendedor de orqudeas
di Lorenzo Vigas
ORE 18.30

Koca Dnya
di Reha Erdem
ORE 21

VENERD 9
Ku Qian
di Wang Bing
ORE 19

Malaria
di Parviz Shahbazi
ORE 21

Our War

ORE 22.30

di Bruno Chiaravalloti,
Claudio Jampaglia,
Benedetta Argentieri

*/0-"/%"

*M+FTVT4VQFSTUBS
EJ1JQBSP
NJHMJPSNVTJDBM
+FTVT$ISJTU4VQFSTUBS,
il musical prodotto
da Massimo Romeo Piparo,
si aggiudicato il Musical
World Award come
migliore produzione
internazionale in Olanda
nel 2016. Nella versione
premiata, il musical scritto
da Andrew Lloyd Webber e
Tim Rice viene interpretato
da Ted Neeley, lo stesso
cantante della versione
cinematografica del 1973.

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 



(JPDIJ  EFTUBUF
%VFUUJ
DBOPSJ

-&
40-6
;*0
/*

"$63"
%*45&'"/0
#"35&;;"()*

26*40550-"40-6;*0/&%&-$36$*7&3#"16##-*$"50*&3*

1FSPHOJHJPSOP
EJBHPTUP MBQBHJOB
EFJHJPDIJ
EJ3FQVCCMJDB
IBPSHBOJ[[BUP
VOEVFUUPDBOPSP
/FMDSVDJWFSCB
TPOPDPNQSFTJ
OPNJFDPHOPNJ
EJVODBOUBOUF
FEJVOBDBOUBOUF 
EJPHHJPEFM
QBTTBUPSFDFOUF 
DIFWBOOP
JOEPWJOBUJ
HSB[JFBHMJJODSPDJ
26*40550-"40-6;*0/&%&-$36$*7&3#"16##-*$"500((*
$IJUBSSFDPOMBDBTTBDBWB-wVQw
DPODVJDJTJJODPOUSB-BHOFMMPEFJ
(FOFTJT6OBWPMUBTJEJTUJOHVFWBOP
QFSJHJSJ6OBQBSUFEFMMBQVCCMJDJU
4JTDPQFSUPNPMUPUBSEJRVBOUP
GPTTFQFSJDPMPTP&JNQFHOBUPOFM
EVFUUPEJPHHJ'SBODPQPFUBEJBMFUUBMF&
JNQFHOBUBOFMEVFUUPEJPHHJ6ODBQPMBWPSPEFM
EVFUUJTUBEJPHHJ*MQPUFSFEJPUUFOFSFNJHMJPSJ
DPOEJ[JPOJ1JDDPMPQVOUPMVNJOPTP*SSJUBUFGJOP
BMMFTUSFNP&EFUUPBODIFiPNBSPw*MWJODPMPEJ
NBSJUPFNPHMJF1SFDFEFMB[JPOF4JEJDFRVBOEP
OPOTJIBOJFOUFEBEJSF&SBMJOJ[JPEJNPMUFMFUUFSF
(SBOUBUUPSF JOJ[
3JTPSTF6NBOF TJHMB

2VFMMPBMUPOPOJMQJBMUP6OBTJHMBEFMUFSSPSF
6ODPOUJOFOUFEPQQJP%JYQJUUPSF6OGJMPTPGP
DPNF;FOPOF-VPHPDPNVOFMFUUFSBSJP

03*;
;0/
5"
-*

-BOJNBMFEJVOUFTUQFSBVUPNPCJMJ*MTJNCPMP
EFMMFDBMPSJF-BCFMMB5IVSNBO'VPSJEBMTVP
BTTF*MQSPOPNFEJDIJQBSMB)FTTFEJ
4JEEIBSUB JOJ[
)BDBOUBUP*OTJFNF6O
QVOUPEFMMBCVTTPMB'BSJQFUFSFQBSPMF
JOTFOTBUBNFOUF5SBHMJ"SFBSJGBOOP"SFUIB
5FTBVSPEFMCBSPDDP5BHMJJDBQFMMJB4BOTPOF*MQSJNP
DBQPMBWPSPMFUUFSBSJP-BMUSPOPNFEFMMB(SBOEF7BMBDDIJB BM
DVJDFOUSPTPSHF#VDBSFTU-VDJBOP DBOUBOUFQBEBOP/PO
QPSSFQSPCMFNJJOTJUVB[JPOJBODIFTDPNPEF-BNBHJTUSBUB
#PDDBTTJOJ*MDIJUBSSJTUBDIFTJNFUUFWBJOBNNPMMP4JDPMUJWB
QFSNBOHJBSMP+BOOBDDJEJDFWBDIFCJTPHOBBWFSMP-BGPSNB
EJDFSUFHBNCFTUPSUF6O.BYEFMKB[[-FVGFNJTNPQFS
DFSUFBDDPNQBHOBUSJDJ$PTFSBJMCBUUFMMPEJ3JNCBVE'JOBMF
QFSDMBSJOFUUJ6ONBSF6OGBMMPEFMUFOOJTUB-JOVTMFIB
QBSJ4JEQFSBDDFMFSBSF$PTBNFSJDBOP6OBUBHMJBNPMUP
SJEPUUB-FWPDBMJJONBOP1FOOBJOQPFTJB JOJ[


7&3
5*
$"
-*

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@41035!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



-B/B[JPOBMF
%PNBOJEFCVUUBDPOUSPMB'SBODJB
TBSBODIFEJSFUUPSFUFDOJDP

*MDUDPOJTVQFSQPUFSJ
7FOUVSBBMMB$POUF
DSFTDFSJTVPJFSFEJ
&/3*$0$633

"

FIRENZE
SEI giorni dal debutto nel-

le qualificazioni al Mondiale, Tavecchio punta


tutto sul ct. Come Conte nel
2014, anche Ventura non sar
soltanto il ct del biennio, ma anche il plenipotenziario della Nazionale, in veste di dt. La nomina, nelle intenzioni del presidente Figc, avverr entro dicembre. E dopo Russia 2018,
quando gli scadr il mandato,
Ventura rester in carica come
dt, lasciando il ruolo di ct a un
giovane successore. Tavecchio
ha annunciato il progetto col
dg federale Uva accanto, in occasione della presentazione del
Club Italia, che si profila come
un articolato piano di rilancio
di tutte e 17 le squadre azzurre,
partendo dalla pi importante:
35 milioni di euro lanno il budget, sei le aree di competenza,
200 le persone coinvolte.
La riforma comincia subito,

5BWFDDIJPTQPTBMJEFB
EJDSFBSFVOB/B[JPOBMF
TQFSJNFOUBMFi*DMVC
OPOEFWPOPPTUBDPMBSMBw
in parallelo con lo sviluppo in atto dei centri federali, che a febbraio dovranno essere gi almeno uno per regione. Ma Ventura assume adesso un ruolo sempre pi cruciale: quello di guida
tecnica dellintero movimento,
lo stesso che aveva Conte. Nel
progetto originario, scivolato
sulla norma varata dalla Figc
stessa in materia di conflitto
dinteresse, la responsabilit
doveva toccare a Lippi. La rinuncia del ct campione a Berlino ha lasciato vacante il posto
nellorganigramma, finch Tavecchio ha scelto di riempire la
casella col neo-ct: Ho cambiato
la mia prima impostazione, perch mi sto accorgendo che potrei mettere in difficolt il ct.
Gli voglio assegnare funzioni
pi ampie di coordinamento,
come le aveva del resto il suo
predecessore. Tra laltro si pu
evitare un costo non di poco
conto.
Tra due anni a Ventura dovrebbe succedere un tecnico
giovane, ma lipotesi Di Biagio
o Cannavaro oggi lontana.
Nel frattempo il ct, presente in
platea nellaula magna di Coverciano, ha incassato una fiducia non formale: per cominciare, il presidente federale ha

pubblicamente appoggiato la
sua richiesta di creare una Nazionale sperimentale, con raduni ad hoc da ritagliare nel calendario e prove sul campo, senza
temere leventuale rifiuto della
Lega di serie A: Ho trovato lidea molto interessante e i club
non potranno non valutarla con
attenzione. Non vedo perch dovrebbero opporsi. Forte del
buon Europeo e del rapporto
consolidato con la nuova Fifa di
Infantino, Tavecchio punta alla
rielezione a marzo 2017: lo dovranno confortare i risultati della Nazionale e il buon funzionamento della nuova macchina
del Club Italia.
Il dg Uva ne ha illustrato il
meccanismo: lidea di un interscambio continuo, con la creazione anche di un massiccio database tra le sei aree di cui si
compone: Struttura innovativa, unica al mondo. Maurizio
Viscidi, gi vice coordinatore
delle giovanili sotto Sacchi e poi
Conte, guider appunto il setto-

re. Mauro Sandreani, gi nello


staff di Conte, il responsabile
scouting. Antonio Gagliardi, videoanalista della Nazionale
con Prandelli e Conte, coordina
larea match-analysis, il prof.
Andrea Ferretti quella medica
(il prof. Castellacci rimane a capo dello staff della Nazionale) e
il prof. Valter Di Salvo (direttore del fantascientifico istituto
di performance del Qatar) appunto larea performance e ricerca, composta di preparatori atletici, biomeccanici e dietologi. Il campione del mondo Antonio Cabrini infine il responsabile delle nazionali femminili
(in un calcio troppo maschilista, puntualizza un Tavecchio
politicamente assai corretto).
Proprio da Cabrini arriva lassist a Ventura: La Sperimentale
unottima idea, per fare crescere bene i talenti. Io ci giocai
con Paolo Rossi, nel 1977, e lanno dopo andammo al Mondiale
dArgentina.

 .*-*0/*
(JBNQJFSP
7FOUVSB BOOJ 
IBVODPOUSBUUP
GJOPBMEB 
NJMJPOJOFUUJBOOVJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-"426"%3"

1FMMFJTVPJGSBUFMMJ RVBOUJEVCCJJOBUUBDDP
UFOUB[JPOFUVSOPWFSQFOTBOEPB*TSBFMF
FIRENZE. Lelastico, esercizio varato da Sacchi. Le prove accuratissime sui calci piazzati. I video di squadra e quelli personalizzati sugli avversari. I primi allenamenti azzurri di Ventura
confermano la priorit della tattica, sulla scia di Conte. Lo studio dei dettagli, preannunciato
dal ct, incentrato sul 3-5-2, da
perfezionare per il doppio e delicato impegno ravvicinato della
Nazionale: domani a Bari lami-

lanno scorso non segnavo. Mi


piacerebbe ricambiare. Nelle
prove di ieri Pell e Eder erano
gli attaccanti, con la linea Candreva-Parolo-Montolivo-Bonaventura-Antonelli alle spalle e il
trio Barzagli-Ogbonna-Chiellini
davanti a Buffon.
Bonucci ha ottenuto altri due
giorni di permesso, per stare vicino al figlio Matteo appena
operato: poi dovrebbe raggiungere il gruppo a Bari, dove la

#FMPUUJTJDBOEJEBi%FWP
NPMUPBMDU NJIBEBUP
GJEVDJBBM5PSP BEFTTP
WPSSFJUBOUPSJDBNCJBSFw

/FMTJSJWFEPOP
.POUPMJWP "OUPOFMMJF
#POBWFOUVSB#POVDDJ
UPSOBQFSJMNBUDIEJ)BJGB

chevole con la Francia vicecampione dEuropa, luned 5 ad Haifa lesordio delle qualificazioni
a Russia 2018 con Israele.
I dubbi di formazione non sono certo irrilevanti, data limportanza delle due partite e in
particolare della seconda: il ct
deve scegliere come dosare
limpiego dei potenziali titolari, a cominciare da Verratti, designato leader del centrocam-

1"35*5&&(0-*/";;6330
(SB[JBOP1FMM BOOJ DFOUSBWBOUJEFMM*UBMJBBMMVMUJNP&VSPQFP
po, e da De Rossi, col quale ha
avuto un colloquio ieri pomeriggio. Ma il dubbio pi evidente
legato allattacco, dove leccellente stato di forma del capocannoniere del campionato Belotti e del vicecapocannoniere
Pavoletti pu insidiare fino
allultimo la coppia dellEuropeo, Pell-Eder.
Il nuovo centravanti dello
Shandong, che in Cina guada-

gna 16 milioni lanno, difende


la propria scelta, convinto che
non incider sulla maglia azzurra: i gol sono gol, ovunque uno li
faccia. Ma proprio per la stessa
ragione si candida Belotti, avvantaggiato dalla conoscenza
diretta con Ventura al Torino.
Se non avessi sbagliato due rigori, sarei a quota 6 reti. Al ct
devo molto: mi ha dato tanto,
soprattutto la fiducia, quando

squadra, dopo la partita con la


Francia, rester fino a domenica, prima di partire per Haifa.
Intanto un gruppo di minori richiedenti asilo, ospiti dello
Sprar di Bari, ha deciso di devolvere alle popolazioni terremotate la cifra ricevuta per acquistare i biglietti di Italia-Francia. La
Figc li ha invitati alla partita.

FDV

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-"5&$/0-0(*"

.PWJPMBJODBNQP
B#BSJQSJNPUFTU
GVO[JPOFSDPT
*UBMJB'SBODJB EPNBOJ PSF

TBSMBQSJNBHBSBJODVJMB'JGB
UFTUFSJMTJTUFNB7"3T 
BDSPOJNPEJWJEFPBTTJTUBOU
SFGFSFFT WJEFPBTTJTUFOUJ
BSCJUSBMJMBNPWJPMBJODBNQP*O
VOCPYSJTFSWBUP EVFVGGJDJBMJ
SJWFESBOOPJDBTJEVCCJEVSBOUF
MBQBSUJUBFEJBMPHIFSBOOPWJB
SBEJPDPOMBSCJUSP-BQSJNB
GBTFEJUFTUPGGMJOF JMGJTDIJFUUP
OPOQPUSSJWFEFSFMFTVF
EFDJTJPOJ4BSDPTBODIFJO
4FSJF" EPWFTJQBSUJSBPUUPCSF
M*UBMJBGSBJQBFTJTDFMUJ DPO
(FSNBOJB 1PSUPHBMMP "VTUSBMJB 
#SBTJMF 0MBOEBF6TB
1FS
RVFTUBTUBHJPOFOPODJTBSBOOP
DPOTFHVFO[FTVMMBOEBNFOUP
EFMMBHBSB"MDPOUSBSJPEJBMUSJ
TQPSU JMNPEFMMPOPOQSFWFEF
QFSMFTRVBESFPJDBQJUBOJJM
EJSJUUPEJDIJFEFSFMBVTJMJPEFMMB
NPWJPMBMJOJ[JBUJWBMBTDJBUB
BMMBSCJUSPFBJTVPJ
WJEFPBTTJTUFOUJ JOVOEJBMPHP
QSJWBUP DPNFHJBWWJFOFDPO
HVBSEBMJOFFFBSCJUSJEJQPSUB
&
BMEJSFUUPSFEJHBSBTQFUUBMB
EFDJTJPOFGJOBMF*DBTJEJ
BQQMJDBCJMJUTPOPHPM
TFHOBUPNBWJ[JBUPFQJTPEJPEB
SJHPSFGBMMPEBFTQVMTJPOF
TDBNCJPEJQFSTPOB

*/()*-5&33"
300/&:-"4$*"-"/";*0/"-&%010*.0/%*"-*
8BZOF3PPOFZ GPUP
DBQJUBOPEFMM*OHIJMUFSSB MBTDFSMBOB[JPOBMF
EPQPJ.POEJBMJj4FOUPDIFOFMTJBBSSJWBUPJMNPNFOUPEJEJSF
BEEJPBMDBMDJPJOUFSOB[JPOBMFx IBEFUUPMBUUBDDBOUFFOOF DIFFTPSE
Bj)PQSFTPVOBEFDJTJPOF2VJOEJDJBOOJTPOPVOUFNQPMVOHPx

4&3*&#
*-1*4""5&3/**-4&55&.#3& ."4&.13&1*$"04
6GGJDJBMJ[[BUBMBEBUBEFMSFDVQFSP5FSOBOB1JTBEFMMBHJPSOBUBTJ
HJPDIFSNFSDPMFETFUUFNCSF BMMF*OUBOUPQFSMBTRVBESBUPTDBOB
QSPTFHVFJMDBPTMBDDPSEPQFSMBDFTTJPOFEFMDMVCOPOTUBUPSBHHJVOUPF
BODIFPHHJJHJPDBUPSJOPOTJTPOPBMMFOBUJj7PHMJBNPBOEBSFWJBx

-BHJVOHMBEFMMFSFHPMF
DPTGBDJMFTCBHMJBSF
4BTTVPMP WJBQVOUJ
$04*.0$*50

ma del 4+4 (tra i 25, 4 devono essere i calciatori formatisi nel


club, 4 i calciatori formatisi in Italia), simile nei numeri al sistema
delle competizioni Uefa, con la lista A a 25 (8 posti riservati a giocatori formatisi tra giovanili e federazione di appartenenza del
club). La serie B ha regole tutte
sue: 18 over 21 al massimo in lista, un numero illimitato di Under, due giocatori bandiera, con
unanzianit pari o superiori alle

l rango del prossimo Juve-Sassuolo improvvisamente precipitato da sfida tra capoliste


a scontro tra la prima e la quattordicesima del campionato. Gli
emiliani hanno tre punti in meno di quanto non abbia raccontato il campo nelle prime due giornate. La loro seconda partita,
quella col Pescara, lhanno prima vinta 2-1 e poi persa 0-3 a tavolino. Come se mai fossero arrivati i gol di Defrel e Berardi. Come se il Sassuolo non si fosse presentato in campo.
Il vulnus rintracciato dal giudice sportivo Tosel limpiego di
Antonino Ragusa, entrato al 65
per Politano. Lattaccante ex Cesena, regolarmente tesserato
dai neroverdi alle 11.39 di venerd scorso, non risultava inserito
nella lista dei 25 utilizzabili da Di
Francesco. Il problema puramente tecnico: la Pec (posta elettronica certificata), imposta dal
regolamento della Lega (comunicato 83/A del 20 novembre
2014), nella quale si dava notizia dellinserimento di Ragusa
nella lista, non mai giunta alla
Lega Calcio. Un problema tecnico-informatico, dice lad Giovanni Carnevali, ho un sms che certifica linvio alla Lega della Pec,
siamo tranquilli, certissimi di
aver fatto tutto nei termini previsti, faremo reclamo. Se ne occuper la Corte federale dappello,

"OUPOJOP3BHVTB BOOJ
tra una decina di giorni. Paradossale dice il presidente
dellAic Damiano Tommasi,
che il Sassuolo venga punito da
una norma venduta come incentivo allutilizzo di giocatori italiani. Di sicuro, tra i molti modi di
perdere una partita, quello della
email mai arrivata uno dei pi
originali.
Il guaio, per le societ, che
tra regole, regolamenti, commi e
norme attuative se una possibilit di sbagliare c, quasi certo
che si sbaglier. Ad esempio, la
regola delle rose a 25, nata per razionalizzare il sistema, stata resa notevolmente pi complicata
nella scorsa stagione dalla nor-

"SSJWBMPBUBWPMJOP
3BHVTBOPOQPUFWB
HJPDBSFDPOUSPJM1FTDBSB
NBODBWBVOFNBJM
4 stagioni nel club.
E poi c la storia della panchina lunga. In A, dal 2012, si possono portare fino a 12 giocatori, in
Champions 7, in B 9. La Spal, a
Benevento, ha fatto le cose in
grande, mettendo in distinta 12
panchinari (ko sul campo, sar
solo multata). Aveva gi perso a
tavolino contro il Catania in Coppa Italia, un anno fa, per aver
schierato un giocatore squalificato. capitato anche al Real Madrid di Benitez che mise dentro
lo squalificato Cheryshev e vide
avanzare in Copa del Rey il piccolo Cadice. Chi ha detto che il calcio un gioco semplice?

'050"/4"



*13&$&%&/5*

3&"-."%3*%$"%*$&
$PQBEFM3FZ JM3FBM
.BESJENFUUFJODBNQPMP
TRVBMJGJDBUP$IFSZTIFWQBSUJUB
QFSTBBUBWPMJOPQFSJ#MBODPT

."5&3"$"30//&4&
2VFTUBOOPVOBMUSPDBTPMB
$BSPOOFTFHJPDBMB$PQQB*UBMJB
EFMMFHSBOEJNBTDIJFSB4HBSCJ 
TRVBMJGJDBUPBUBWPMJOP

*%6&&3303*%&--"41"-
6OBOOPGBMB4QBMJO5JN$VQ
TDIJFS'JOPUUPTRVBMJGJDBUP
&TBCBUPTDPSTPJO#IBQPSUBUPJO
QBODIJOBHJPDBUPSJBO[JDI

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

.&3$"50*/7&45*5*.*-*0/* $*5:&14('&3.*".",4*.07*$&30%3*(0$"*0%"4"33*4*$)*6%&"--&

+VWF *OUFSF/BQPMJIBOOPTQFTPQJEFHMJTDFJDDIJ
QFS"MMFHSJTPOPJOBSSJWPBODIF8JUTFMF$VBESBEP

(*6-*0$"3%0/&

Il sistema VARs (video assistant referees)

Le 4 situazioni
in cui si applica
1 GOL DA ANNULLARE

In caso di gol segnato,


gli assistenti possono
segnalare via radio
unirregolarit (es.: fallo, fuorigioco)
e farlo annullare

2 CALCIO DI RIGORE
I video-assistenti possono coadiuvare il direttore
di gara sulla concessione (o mancata concessione)
di un calcio di rigore (es.: fallo dentro larea e di mano)

3 ESPULSIONE
Riguarda la corretta decisione che porta a un cartellino rosso
(fallo, condotta violenta, ecc.)

4 SCAMBIO DI PERSONA
Nel caso in cui larbitro abbia individuato erroneamente il giocatore
da sanzionare con un cartellino giallo o rosso

Come funziona
Contatto via radio
arbitro-assistenti

Il direttore di gara
contatta gli assistenti
via radio (o viceversa),
e insieme decidono
di rivedere
una decisione
arbitrale
appena presa

ROMA

milioni in
tre. Una spesa record per le protagoniste di questo mercato Juve, Napoli e Inter. Pi degli sceicchi
di City e Psg, fermi a 287. Comandano i bianconeri (anche qui) con 148
milioni gi investiti, cui andranno aggiunti i 20 per lacquisto definitivo di
Witsel e 4 per il prestito di Cuadrado
(con obbligo di riscatto da 20 condizionato alle presenze). Due operazioni che Marotta vuole definire entro le
23 di oggi, quando il mercato chiuder i battenti.
UATTROCENTODIECI

-6$&4$63"44&(/"50468*54&Gli assistenti
rivedono il filmato

Il video viene
analizzato da due
assistenti (in un box
in tribuna)
che comunicano
il loro giudizio
allarbitro

La decisione finale
dellarbitro

Larbitro pu accettare
direttamente
lindicazione del Var
o rivedere il filmato
a bordo campo
(ma solo dallanno
prossimo potr
cambiare decisione)

re last minute in prestito. Invece


manca laccordo con la Fiorentina sul
pagamento dellingaggio di Jovetic,
che spinge per tornare in viola. Poi
c Hernanes di nuovo costretto a fare le valigie: lo tenta il Genoa che ha
ceduto Rincon al Crystal Palace.

Trattative frenetiche con Zenit e


Chelsea per farcela: quella per il colombiano meno complicata dellaltra. Anche se Lucescu, tecnico dei russi, sembra rassegnato a perdere il belga: Witsel ha rifiutato una proposta
seria dellEverton, ora il ragazzo e lo
Zenit stanno cercando di trovare un
accordo con la Juve. In realt il centrocampista laccordo con i bianconeri ce lha da tempo, un quadriennale
da 4,5 milioni a stagione: si lavora a
oltranza per lintesa tra i club, inserendo bonus che riducano le distanze
tra offerta (15) e richiesta (22). Cos

-&41&4&%*%&-"63&/5**4

"YFM8JUTFM BOOJ
come il manager Lucci a Londra in
pressing sul Chelsea: quasi fatta
perch lacquisto di Marcos Alonso
(26.5 milioni alla Fiorentina) ha tranquillizzato Conte, il suo ok arriver.

-*$)545&*/&3*/5&3 .630+67&
I nerazzurri, che di milioni ne hanno spesi 105, hanno chiesto Lichtsteiner, irritato dallarrivo di Dani Alves
e dal ritorno di Cuadrado, ma i bianconeri hanno risposto come lInter
quando la Juve ha provato ad avvicinare Brozovic: no, grazie. A Suning
stato offerto Darmian, possibile affa-

Dopo la Juve, nella classifica degli


investimenti c il Napoli: era a 88 milioni, arriver a 133 oggi se non ci saranno intoppi per Maksimovic, in arrivo dal Toro per 30 milioni, e Rodrigo Caio, la sorpresa del giorno. Il brasiliano, medaglia doro a Rio, in
viaggio per lItalia: il Napoli brucia il
Milan versando 15 milioni al San Paolo. Rivoluzione in difesa quindi per
Sarri: fuori Albiol (Valencia) e forse
Chiriches (Samp), dentro il serbo del
Torino e il giovane brasiliano. Stessa
operazione a centrocampo: El Kaddouri (Atalanta) e Valdifiori (Torino) sostituiti da Diawara e Rog, inseriti nella lista degli Under 21. Gabbiadini resta e rinnova, cos salta lo
scambio con Kalinic. Il Toro ufficializza Hart, la Roma tratta Wilshere
dellArsenal, il Milan che non andato oltre i 25.5 milioni - per fare mercato ha bisogno degli 85 milioni dei cinesi. Ma arriveranno a settembre.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

53"55"5*7&
8*-4)&3&30."
*MDFOUSPDBNQJTUB
EFMM"STFOBM
QVBSSJWBSF
JOQSFTUJUPHSBUVJUP
4JDFSDBMBDDPSEP
TVMMJOHBHHJP
EBNJMJPOJEJFVSP
)&3/"/&4(&/0"
$FEVUP3JODPO
BM$SZTUBM1BMBDF 
1SF[JPTJUSBUUB
JMCSBTJMJBOP
DIFMB+VWF
IBHJBDDFUUBUP
EJEBSFJOQSFTUJUP
4*.6/07*$503*/0
6GGJDJBMJ[[BUP)BSU 
JHSBOBUBIBOOP
DIJVTPBODIF
QFSJMFOOF
EJGFOTPSFDSPBUP
+P[P4JNVOPWJD
NJMJPOJBM$FMUJD

3 41035

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

-F1BSBMJNQJBEJ



-&%"5&
4JHBSFHHJBB3JPEBMBMTFUUFN
CSFEJTDJQMJOF FWFOUJ

3JPUBHMJBDJCPFUSBTQPSUJBJQBSBMJNQJDJ &DDMFTUPOF
i/PB.PO[B
'03.6-"6/0

%BJSFDPSEEJ-POESBBMMBDSJTJ#VDPJOCJMBODJPWFOEVUPJMEFJCJHMJFUUJ JNQJBOUJDIJVTJ 4BSFJTPSQSFTPw

"

LEX che solleva la bici al


cielo, seduto sulla pista.
Rio cerca energia nella foto simbolo di Zanardi a Londra
2012 per le Paralimpiadi che
iniziano il 7 settembre fino al
18. E ne ha bisogno: se quattro
anni fa i Giochi per diversamente abili furono i pi seguiti e visti della storia (2,4 milioni di biglietti venduti, boom dellaudience tv, anche grazie a personaggi come Oscar Pistorius),
quelli in Brasile rischiano linsuccesso. Tagliandi snobbati
dagli spettatori (dei 3 milioni al
botteghino, staccati appena
300mila), tagli ai servizi, ai
mezzi di trasporto, al cibo, raggruppamento delle gare al par-

co olimpico per risparmiare sugli impianti. I soldi non ci sono


pi, molte delegazioni rischiano di non avere sufficienti fondi
per poterci andare senza contributi, il comitato organizzatore
ha un buco nel bilancio che non
vuole e osa dire. Il sindaco di
Rio ha dovuto ricorrere alle casse della municipalit (fra i 30 e
i 45 milioni di euro). Bisogna affrontare un evento, sulla carta,
sontuoso: quasi 4500 gli atleti
da 176 Paesi per 23 discipline,
528 gli eventi gara che assegnano medaglia. Due nuove discipline, il para-triathlon e la canoa. Se ci si riesce. Sir Philip Craven, capo dellInternational Paralympic Committe (Ipc), ha

"MFY;BOBSEJ BOOJBPUUPCSF

ammesso nei giorni scorsi che


questo il momento pi difficile nella storia della sua organizzazione. Luca Pancalli, presidente del Comitato paralimpico italiano, si detto preoccupato: abbiamo ricevuto dei warning, ci saranno difficolt nei
trasporti. La scherma verr dirottata nel parco olimpico.
Zanardi ci sar a Rio. A 50 anni lex pilota di F1, con la sua
handbike, cercher di bissare
loro di Londra anche perch
quasi sicuramente questa sar
la mia ultima Olimpiade. Col
suo uomo simbolo, lItalia partecipa con una squadra di 101
atleti di 14 discipline. Cinque
posti in pi del previsto nella

spedizione azzurra, redistribuiti dopo lesclusione dei 266 russi: pi di 100 hanno presentato
un appello allIpc per essere
riammessi. Portabandiera sar
Martina Caironi, 27 anni, primatista e campionessa mondiale dei 100 metri piani e prima
atleta al mondo a scendere sotto i 15 secondi. Scender in pista per difendere il titolo di
quattro anni fa ma garegger
anche nel lungo, dove ha vinto
un oro e un argento mondiali.
Giusy Versace, Bebe Vio, Cecilia Camellini, Alvise De Vidi, Assunta Legnante. Molte le foto
da scattare, sollevando un so BS

gno al cielo. 
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*3"(";;*%&--*/"*/FMMFGPUP EB
TJOJTUSB HMJ
BMMFOBNFOUJEFHMJ
BUMFUJOFMDFOUSP
QBSBQMFHJDJEFMM*OBJM
B0TUJB OBUPOFM
EBVOJEFBEFM
OFVSPQTJDIJBUSB
"OUPOJP.BHMJP"
EFTUSBFJOCBTTPMB
TGJMBUBEFMMBTRVBESB
B[[VSSBBJQSJNJ
(JPDIJ1BSBMJNQJDJB
3PNB-F
JNNBHJOJ
QSPWFOHPOP
EBMMBSDIJWJP
i.FNPSJB
QBSBMJNQJDBJUw

5&//*46401&/

-BTPMJUB(JPSHJ
QSJNBJMMVEF
FQPJTJTDJPHMJF
UN pezzo di giovane Italia saluta New York: Camila Giorgi
esce contro Samantha Stosur,
con una prestazione altalenante che conferma la discontinuit di questa tennista: dopo aver
perso 7-5 il 1 set, riuscita a
strappare al tie-break il 2, per
poi perdere malamente 6-1 al
3 commettendo i suoi soliti errori gratuiti. Niente da fare neppure per Thomas Fabbiano,
che perde la sua chance contro
Klachanov, ventenne russo, al
quarto set (6-3, 6-3, 4-6, 6-3).
Ce lha fatta invece Giannessi, gi bravo ad entrare nel tabellone principale, che ha vinto
al quinto set contro la speranza
americana, Kudla: 0-6, 6-4, 6-1,
1-6, 6-0.

*QJPOJFSJEJ3PNB
i-BOPTUSBWJUBQBTTBUB
BEBCCBUUFSFCBSSJFSFw
"-&44"/%3"3&5*$0

*13*.*$".1*0/*
%PNBOJB3PNB
JMGJMNi&QPJ
WJODFNNPMPSPw
BMM"VEJUPSJVN
EFMM*OBJM QJB[[BMF
1BTUPSF EBMMF
BMMF

ROMA. Sarei molto sorpreso se


non si trovasse laccordo su Monza. Bernie Ecclestone, il patron
della Formula Uno, commenta
cos la trattativa sul rinnovo del
contratto con il circuito del Gp dItalia, che rischia la cancellazione
gi dal prossimo anno. Dopo gli
allarmi degli ultimi mesi, la parziale apertura arriva proprio nella settimana che porta al Gp, con
Kimi Raikkonen che gi si candida alla vittoria, dopo il quinto posto del 2015: Monza un bel posto dove andare, un circuito tradizionale con molta storia. Vorrei
vincere l e questanno spero di fare meglio. completamente diverso dalle altre piste, il nostro
Gp di casa e questo lo rende ancora pi impegnativo per noi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-BTUPSJB*MSJDPSEPEJDIJWJTTF
JODBSSP[[JOBMBQSJNBFEJ[JPOFi(SB[JF
BMMPTQPSUQPUFWBNPQSFOEFSFMBFSFPw

*-'*-.

#FSOJF&DDMFTUPOF BOOJ

E facce ruvide, gli occhi felici, le sigarette in bocca, le


tute pesanti con la scritta
Inail. Roma, Acqua Acetosa, 18
settembre 1960. Cinquemila
spettatori, la first lady anche se
non si diceva cos, signora Carla
Gronchi. Erano le prime Paralimpiadi, anche se questo nome gli fu dato solo nel 1984. Fu
linizio di tutto, di certo. Due
settimane dopo i Giochi, ecco la
sfilata di 400 carrozzine da 21
paesi, lItalia con una pattuglia
di ragazzi e ragazze da Ostia.
Quelli del Centro paraplegici
Villa Marina dellInail, inventato tre anni prima per 38 pazienti e 100 posti letto dal neuropsichiatra Antonio Maglio che si
era ispirato allesempio del neurochirurgo Ludwig Guttmann
che a Stoke Mandeville, vicino
Londra, aveva messo su nel 48
un progetto di recupero dei reduci della guerra coinvolgendoli nello sport agonistico.
Gli italiani copiarono la modernit, diventando pionieri:
ex meccanici, muratori, zappa-

tori di tutto il paese finiti in carrozzella per incidenti sul lavoro, divennero campioni: 80 medaglie a Roma, pi di qualsiasi
altra nazione in gara. La grande storia e le piccole storie delle
origini dello sport per diversamente abili raccontato nel documentario E poi vincemmo
loro, realizzato da Redattore
Sociale per conto del Comitato
italiano paralimpico con la collaborazione di Inail e Fondazione italiana paralimpica. Uniniziativa che fa parte di un progetto pi ampio intitolato Memoria Paralimpica che poi
un viaggio da Roma a Rio: archivio multimediale online e una
mostra fotografica di oltre 900
immagini da archivi dimenticati e album di famiglia.
Una famiglia importante, ormai. Gli atleti del Comitato italiano paralimpico occupano
lundicesimo posto nel ranking
mondiale, 58mila i tesserati in
Italia (46% al nord, 28% al centro e 26% al sud), il Cip diventato da un anno ente autonomo
di diritto pubblico, scorporato
ma alla pari del Coni.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Ne passato di tempo ed
stato un tempo bellissimo racconta pimpante Aroldo Ruschioni, 84 anni, uno dei ragazzi di
Roma 60: oro nel tennistavolo
doppio, un argento nella sciabola a squadre, un bronzo nel nuoto (dorso). Ho partecipato a
quattro Olimpiadi in tutto, dop
o Roma feci Tokyo, poi Tel Aviv

"SPMEP3VTDIJPOJTQPT
MBTVBJOGFSNJFSBi/PODJ
JOUFSFTTBWBMBQJFU 
WPMFWBNPWJWFSFw
dove ci mandarono perch in
Messico laltura ci faceva male,
dicevano, e infine a Heidelberg
per quelle di Monaco. Eravamo
giovani e pieni di speranze. Io sono di Macerata, l che ho avuto
lincidente nellofficina elettromeccanica di mio padre: caddi
in un pozzo mentre montavamo
le pompe per tirare fuori lacqua. Frattura di una vertebra,
lesione del midollo spinale. So-

no rimasto sulla sedia che ero


un ragazzo, andai ad Ostia nel
centro per mielolesi di Maglio.
Non ci interessava la piet, ma
vivere. Eravamo amici, allenamenti insieme poi la sera a cena fuori. Lo sport mi ha fatto conoscere il mondo e aprire la testa, viaggiavamo, prendevo
laereo che non avevo mai preso. A met degli anni 70 ho girato per tutto il Brasile ospite
delle squadre di calcio, dei campioni ammiravo Bekele, ero e
sono appassionato di basket
americano, pure in carrozzella
gli atleti neri sono enormi. Abbiamo abbattuto barriere fisiche e mentali. Anche in Italia,
certo non voglio perdere il mio
tempo a discutere dellincivilt
di chi parcheggia nel posto disabili, penso piuttosto alle possibilit che ci sono ancora di divertirsi e imparare. Sono stato sposato con Ottavia, infermiera a
Ostia, poi lei se n andata ma
la vita deve andare avanti. Abbiamo le forze, tutto merito dello sport. Io non la cambio con
nessuno la vita mia.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

$*$-*4.0

.BMPSJSJOBTDF
EPQPJMESBNNB
DPSSFJO$BOBEB
ROMA. Il dramma dellincidente,

la paura di restare paralizzato, il


ritorno alle corse: Adriano Malori riparte dal Canada, il 9 settembre sar al Gp del Qubec e l11
a Montreal. Era caduto al Tour
di San Luis, Argentina, il 22 gennaio, battendo la testa dopo
aver preso una buca: coma farmacologico. Stavo parlando
con Nibali per attaccare - ricorda
il corridore parmense - mi sono
risvegliato in ospedale. Il mio
cervello si era sconnesso dalla
parte destra del corpo, dipendevo dagli altri per mangiare e andare in bagno. Di tornare in bici
nemmeno si parlava. Invece eccomi qui. Voglio spiegare alla
gente che soffre una cosa: esiste
sempre una speranza.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



3 130(3"..*

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 

 $"/"-(3"/%&

2VFMTBMUPJOBWBOUJEFMMBQQSPGPOEJNFOUP

%"/0/
1&3%&3&

7&/&;*"

$FSJNPOJBEBQFSUVSB
EFMMB
.PTUSBEFM
DJOFNBEJ7FOF[JB4VM
QBMDPMBUUSJDF4POJB
#FSHBNBTDPFMBHJVSJB
EFMGFTUJWBMQSFTJFEVUBEBM
SFHJTUB4BN.FOEFT
4LZGBMM

3BJ.PWJF

OLOcon

lattenzione costante dellopinione pubblica il caso Giulio Regeni non verr abbandonato a se stesso. Con questo proposito forte ripartita
luned sera su RaiTre la stagione di 1SFTB
EJSFUUB e Riccardo Iacona ha chiamato a
raccolta tutti quelli di buona volont (significa anche scuotere il web, con tutti i rischi che comporta e che finalmente, pian
piano, vengono allattenzione). Ma cera
uninchiesta vera e cerano personaggi anche inquietanti (politici italiani compre-

6.00 Il caff di Raiuno - conducono Cinzia Tani e Guido


Barlozzetti
6.30 Tg 1. Allinterno: Previsioni
sulla viabilit - Cciss Viaggiare informati
6.45 Unomattina Estate - conducono Mia Ceran, Alessio
Zucchini. Allinterno: Che
tempo fa; 7.00 / 8.00 / 9.00
/ 10.00 Tg 1; 7.30 Tg 1 L.I.S.;
9.30 Tg 1 Flash; 9.35 Linea
verde - Meteo verde
10.45 Il mistero delle lettere
perdute - Serie Tv
11.35 Che Dio ci aiuti - Serie Tv
13.30 Telegiornale
14.00 Tg 1 Economia
14.05 La vita in diretta - conducono Marco Liorni, Cristina
Parodi
14.50 Legami . Allinterno: Che
tempo fa
16.30 Tg 1
16.40 La vita in diretta - conducono Marco Liorni, Cristina
Parodi
18.45 Reazione a catena
20.00 Telegiornale
20.30 Donne - Oriana
20.40 Techetechet 2016... Stasera con noi
21.25 Reazione a catena di sera .
Allinterno: Tg 1 60 secondi
23.35 Overland
0.30 Cinematografo - Speciale
Mostra dArte di Venezia
1.00 TG1 Notte
1.30 Che tempo fa
1.35 Cultfiction
2.10 La locandiera
4.15 Da Da Da
5.15 RAInews24

6.00
6.55
7.40
9.05
9.55
10.00
10.20
10.30
10.40
12.10
13.00
13.30
13.50
14.00
15.40
17.10
18.00
18.05
18.20
18.50
19.40
20.30
21.15
22.45
23.35
23.50
1.40
1.45
3.10

4.35
5.35

si), che sbucavano e proclamavano cose.


Finiva che cercavi sempre nello sguardo
dei genitori di Giulio una rassicurazione o
qualcosa di simile, e questo abbastanza
paradossale o forse inevitabile. Gli snodi
da incubo che si intuivano a ogni passo erano comunque evidenti. Al di l del tremendo caso in s, si aperta la stagione in cui
la tv di chi fa approfondimento chiamata
a un salto superiore: lo promettono quasi
tutti, lapertura di credito obbligatoria.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

CANALE 5

RAI 3

RAI 2

RAI 1

Pasin Prohibida
Il tocco di un angelo - Tf
Le sorelle McLeod - Tf
Il nostro amico Kalle - Tf.
Allinterno: Meteo 2
TG2
Medicina 33
Tg 2 Motori
Tg 2 S, Viaggiare
Il nostro amico Charly - Tf
La nostra amica Robbie - Tf
Tg 2 Giorno
Tg 2 E...state con costume
Medicina 33
Film: I-5 Il killer dellautostrada - di Allan
Kroeker
The Good Wife - Tf
Guardia Costiera - Tf
Tg 2 Flash L.I.S.
Rai Tg Sport
Tg 2. Allinterno: Meteo 2
Blue Bloods - Tf
N.C.I.S. - Tf
Tg 2 20.30
Criminal Minds: Beyond
Borders - Tf
Strike Back - Tf
Tg 2
Film: The Flu - Il contagio - di Kim Sung-soo-Pyo
Cha
Meteo 2
Film: Il diario del diavolo - di Farhad Mann
Film: Dead even - Sangue caldo - di Duncan
Roy, con Elizabeth Hurley,
Jeremy Sisto, Oliver Tobias
Videocomic - Passerella di
comici in tv
Pasin Prohibida

6.00 Rai News 24


8.00 Agor Estate
10.20 Film: Dottore a spasso di Ralph Thomas
11.55 Meteo 3
12.00 Tg 3
12.15 Tg 3 Festival del Cinema a
Venezia
12.25 Doc Martin - Tf
13.10 Il tempo e la storia
14.00 Tg Regione
14.20 Tg 3. Allinterno: Meteo 3
14.50 TGR Piazza Affari
14.55 Tg 3 L.I.S.
15.00 Per sempre - con Barbara
Goenaga, Marc Clote
15.50 Film: Love Hurts - di
Barra Grant, con Richard
E. Grant, Carrie-Anne
Moss, Johnny Pacar, Jenna
Elfman
17.25 Geo Magazine 2016
18.55 Meteo 3
19.00 Tg 3
19.30 Tg Regione. Allinterno: Tg
Regione Meteo
20.00 Blob
20.10 Roar - Un mercoled da
Leone - conduce Edoardo
Camurri
20.30 Insuperabili
20.35 Un posto al Sole - con Marina Giulia Cavalli, Patrizio
Rispo, Marzio Honorato
21.10 Vertigo - Gli abissi dellanima - conduce Giuseppe
Rinaldi
23.15 Tg 3 Linea Notte Estate.
Allinterno: Meteo 3
23.30 Tg Regione
23.35 Tg 3 Linea Notte Estate
0.10 Doc 3
1.10 Diario Civile

3"*53&
3JDDBSEP
*BDPOB
DPOEVDF
1SFTBEJSFUUB

ITALIA 1

6.00 Tg 5 Prima pagina. Allinterno: 7.55 Traffico; Meteo.it


8.00 Tg 5 Mattina
8.50 Il giudice Mastrangelo
10.55 Tg 5 Ore 10
11.00 Forum
13.00 Tg 5. Allinterno: Meteo.it
13.40 Beautiful
14.10 Una vita
14.45 Cherry Season - La Stagione del Cuore
16.45 Film: Flirting with Forty - Lamore quando
meno te lo aspetti - di
Mikael Salomon. Allinterno: 17.40 Tgcom; Meteo.it
18.45 Il segreto
19.55 Prima pagina Tg 5
20.00 Tg5. Allinterno: Meteo.it
20.40 Paperissima Sprint Estate
21.10 Film: Diana - La storia
segreta di Lady D di Oliver Hirschbiegel.
Allinterno: 22.05 Tgcom;
Meteo.it
23.30 Maurizio Costanzo Show
1.20 Tg5 - Notte. Allinterno:
Meteo.it
2.05 Paperissima Sprint Estate
2.35 Parenthood - Tf, con Peter
Krause, Lauren Graham,
Dax Shepard, Monica
Potter
3.30 Tg5. Allinterno: Meteo.it
4.00 Parenthood - Tf, con Peter
Krause, Lauren Graham,
Dax Shepard, Monica
Potter
5.00 Mediashopping
5.15 Tg5. Allinterno: Meteo.it
5.45 Mediashopping

6.20
6.55
7.45
8.10
8.35
9.00
9.25
11.25
12.25
13.05
13.45
14.35
15.00
15.25
16.00
16.30
17.00
17.55
18.20
18.30
19.25
21.10

0.20

2.00
2.15
2.40
2.55
5.00
5.45

RETE 4

Mediashopping
Settimo cielo - Tf
Pippi Calzelunghe - Tf
Spank tenero rubacuori
Una spada per Lady Oscar
Sailor moon
Chuck - Tf
White Collar - Fascino
criminale - Tf
Studio Aperto. Allinterno:
Meteo.it
Sport Mediaset
I Simpson
I Griffin
American Dad
My name is Earl - Tf
Due uomini e 1/2 . Jones,
Marin Hinkle
Suburgatory - Tf
Friends
Dharma & Greg
Camera Caf
Studio Aperto. Allinterno:
Meteo.it
C.S.I. Miami - Tf
Mistero Adventure - conducono Daniele Bossari,
Elenoire Casalegno, Laura
Torrisi e Fabio Troiano
Film: La terra dei morti
viventi - di George A.
Romero, con Asia Argento,
Simon Baker, John Leguizamo, Dennis Hopper.
Allinterno: 1.20 Tgcom;
Meteo.it
Studio Aperto - La giornata
Premium Sport
Mediashopping
Yu - Gi - Oh!
Pretty little Liars - Tf
Mediashopping

LA SETTE

6.05 Mediashopping
6.35 Practice - Professione
Avvocati - Serie Tv
8.30 Cuore ribelle
9.30 Tierra De Lobos - Lamore e
il coraggio - Tf
10.40 Ricette allitaliana
11.30 Tg 4 - Telegiornale. Allinterno: Meteo.it
12.00 Detective in corsia - Tf
13.00 La signora in giallo - Tf
14.00 Lo sportello di Forum
15.30 Flikken coppia in giallo - Tf
15.40 Flikken coppia in giallo - Tf
16.40 Film: Africa Express - di
Michele Lupo. Allinterno:
17.15 Tgcom; Meteo.it
18.55 Tg 4 - Telegiornale
19.35 Dentro la notizia. Allinterno: Meteo.it
19.55 Tempesta damore
20.30 Dalla vostra parte
21.15 Film: Scuola di ladri - di
Neri Parenti. Allinterno:
22.00 Tgcom; Meteo.it
23.20 Film: Scuola di ladri Parte seconda - di Neri
Parenti. Allinterno: 0.20
Tgcom; Meteo.it
1.20 Tg 4 Night News
1.40 Mediashopping
1.55 Film: Una parigina a
Roma - di Erich Kobler,
con Alberto Sordi, Barbara
Laage, Erwin Strahl, Anna
Maria Ferrero
3.35 Help
4.15 Film: O.K. Nerone - di
Mario Soldati, con Walter
Chiari, Carlo Campanini,
Silvana Pampanini, Jackie
Frost
5.45 Tg 4 Night News

18.15 Josphine, Ange Gardien Tf


20.00 Tg La7
20.35 In Onda - conducono
Tommaso Labate, David
Parenzo
21.10 Film: Frost/Nixon - Il
duello - di Ron Howard,
con Kevin Bacon, Matthew Macfadyen, Sam
Rockwell, Michael Sheen
23.30 Film: Bob Roberts - di
Tim Robbins, con Tim Robbins, Giancarlo Esposito,
Alan Rickman, Ray Wise.
Allinterno: 0.30 Tg La7
1.30 In Onda (r)

TV8
13.45 Amori proibiti
14.15 Film: La fidanzata perfetta - di Curtis Crawford
16.00 Film: Il tesoro dei
templari - Ritorno al
passato - di Giacomo
Campeotto
17.45 Scandali ad Hollywood
18.30 Cucine da incubo 2
19.15 Alessandro Borghese - 4
ristoranti
20.15 House of Gag
21.15 Film: Tentazioni (ir)
resistibili - di Stuart
Blumberg
23.15 Italias Got Talent - Best Of
1.00 Piccole Donne - Little
women LA
2.00 Piccole Donne - Little
women LA

NOVE
15.45 Airport Security Nuova
Zelanda
16.45 Airport Security Nuova
Zelanda
17.15 Come fatto
18.15 River Monsters
19.15 Wild Frank: Back to Africa
20.20 Boom!
21.15 Film: The Legionary
- Fuga allinferno - di
Peter McDonald-Claude
Van Damme, Adewale
Akinnuoye Agbaje
23.00 Nudi e crudi
0.50 Sex ER: tutta colpa del
sesso
1.45 Body Bizarre

LA EFFE
16.55 RED - Racconti dalle citt di
mare
17.50 RED - Larcheologo vagabondo
18.50 RED - Lartista vagabondo
19.50 RED - Racconti dalle citt di
mare
20.40 Sconosciuti
21.10 Social love - Sesso, amore e
social network
22.05 Italian tabloid
23.05 Sconosciuti
0.05 Dalla A a laeffe
0.55 RED - Viaggi nudi e crudi
1.55 RED - Posso dormire da
voi?
3.55 RED - David Rocco Dolce
Vita
5.00 RED - David Rocco Dolce
Vita

RAI
QRAI 4
6.40
7.20
7.25
8.10
9.00
9.45
10.30
11.15
12.00
12.45
13.30
14.15
15.00
15.45
16.30
17.15
18.00
18.05
18.50
19.35
20.20
21.10
23.25
1.25
1.30
3.20
4.00
5.00
5.40

QPREMIUM
14.20
16.10
17.00
17.05
17.10
18.30
19.20
20.15
21.15
23.15
0.10
1.00
1.50
1.55
2.50
3.40

Rookie Blue
Anica appuntamento al cinema
Joan of Arcadia
Joan of Arcadia
Numbers
Numbers
Numbers
Scandal
Scandal
Desperate Housewives
Desperate Housewives
Rookie Blue
Rookie Blue
Numbers
Numbers
Numbers
Rai News - Giorno
Private Practice
Private Practice
Desperate Housewives
Desperate Housewives
Film: Mud - di Jeff Nichols
Film: Take Shelter - di Jeff Nichols,
Rai News - Notte
Film: The Protector 2 - di Prachya
Pinkaew, con Tony Jaa, RZA, Petchtai
Wongkamlao
Supernatural
Supernatural
Rookie Blue
Rookie Blue

Una Sola Debole Voce


Sea Patrol
La Prova Del Cuoco
Rai News - Giorno
La Prova Del Cuoco
Un Ciclone In Convento
Un Ciclone In Convento
Amiche
Questo Il Mio Paese
Il Commissario Rex
Sea Patrol
Sea Patrol
Rai News - Notte
Sulle Tracce Del Crimine
Raccontami
Raccontami

21.15 Film: Catch .44 - di Aaron Harvey, con Bruce


Willis, Malin kerman, Nikki Reed, Deborah
Ann Woll
22.50 Film: The Others - di Alejandro Amenbar,
con Nicole Kidman, Fionnula Flanagan,
Christopher Eccleston, Alakina Mann
0.35 Rai news - Notte
0.40 Film: Sotto il vulcano - di John Huston, con
Albert Finney, Jacqueline Bisset, Anthony
Andrews
2.30 Film: Uomini di Dio - di Xavier Beauvois,
con Lambert Wilson, Michael Lonsdale,
Olivier Rabourdin

QRAI 5

QMOVIE
14.20 Film: Scent of a Woman - Profumo di
donna - di Martin Brest, con Al Pacino, Chris
ODonnell, Gabrielle Anwar, James Rebhorn
17.00 Rai news - Giorno
17.05 Film: Quella svitata della mia ragazza
- di Yann Samuell, con Elisha Cuthbert, Jesse
Bradford, Austin Basis
18.45 Cerimonia di apertura della 73a edizione
della mostra del cinema di venezia
19.55 Film: Il grande botto - di Malcolm St. Clair,
con Stan Laurel, Oliver Hardy, Doris Merrick,
Arthur Space, Veda Ann Borg

MEDIASET PREMIUM

GIALLO

8.18 Frankenstein - di James Whale


Premium Cinema Emotion
9.25 Strade di fuoco - di Walter Hill Studio
Universal
10.54 Anything Else - di Woody Allen
Premium Cinema Emotion
12.44 Valentino: LUltimo Imperatore - di Matt
Tyrnauer Premium Cinema Emotion
12.50 Quello che so sullamore - di Gabriele
Muccino Premium Cinema
14.08 58 minuti per morire - Die Harder - di
Renny Harlin Premium Cinema
Energy
14.38 Venuto al mondo - di Sergio Castellitto
Premium Cinema
15.55 A Serious Man - di Ethan Coen, Joel Coen
Premium Cinema Emotion
16.11 Fast & Furious 7 - di James Wan
Premium Cinema Energy
16.50 84 Charing Cross Road - di David Hugh
Jones Studio Universal
17.41 The Resident - di Antti Jokinen
Premium Cinema Emotion

15.10
16.00
16.50
17.45
18.40
19.30
20.25
21.15
23.00
23.50
0.40
1.30

Grandi predatori
Morning Glory
Le Avventure di Jeff Corwin
I misteri delloceano con Jeff
Corwin
Megacostruzioni:
Ingegneria estrema
Citt ai raggi X
Come fatto
I segreti della Bibbia
Elsa: una leonessa nata
libera
Alieni: incontri ravvicinati
Io e i miei parassiti
Panoramicosmici

Brazil
Frozen Planet
Rai News - Giorno
Passepartout
Tesori DellAntica Roma
LAltra MetDellArte
Passepartout
Springsteen And
Peter Gabriel Back To Front
Rock Masters
Rai News - Notte
Frank Zappa The Mothers
The Story Of James Brown
Tesori DellAntica Roma
LAltra MetDellArte

QCINEMA

FOCUS

16.40
17.30
18.20
18.25
18.55
19.45
20.45
21.15
22.35
0.15
0.55
1.00
2.35
3.25
4.15

18.52 Il castello errante di Howl - di Hayao


Miyazaki Premium Cinema
19.22 Dillo con parole mie - di Daniele Luchetti
Premium Cinema Emotion
21.15 Buongiorno pap - di Edoardo Leo
Premium Cinema Emotion
21.15 Il colore viola - di Steven Spielberg
Studio Universal
21.31 The Bourne Ultimatum - Il ritorno dello
sciacallo - di Paul Greengrass Premium
Cinema
23.09 Immaturi - Il viaggio - di Paolo Genovese
Premium Cinema Emotion
23.25 In Time - di Andrew Niccol Premium
Cinema Energy
23.26 Io sono vendetta - di Chuck Russell
Premium Cinema
23.50 Luomo che uccise Liberty Valance - di
John Ford Studio Universal
1.06 Striptease - di Andrew Bergman
Premium Cinema Emotion
1.08 Homefront - di Gary Fleder Premium
Cinema

CIELO
15.15
16.15
17.15
18.15
18.45
19.30
20.15
21.15
23.15
0.15
1.45
2.45
4.15
5.15

MasterChef Italia 4
Buying & Selling
Case in rendita
Case in rendita
Fratelli in affari
Top Gear UK
Affari di famiglia
Asteroid vs. Earth
Love Jessica
Non aprite quella porta Linizio
Mia nonna la escort
La strana storia di Olga O
The Joy of Teen Sex
SAF3

PARAMOUNT
CHANNEL
10.10
11.40
12.40
13.10
14.40
16.10
18.10
19.40
21.10
23.00
1.00
1.40

9.45
10.35
11.30
12.20
13.10
14.05
14.45
15.35
16.40
17.35
18.25
19.20
20.10
21.05
22.00
22.50
23.40
0.40
1.30
2.20
3.10
4.10
5.05

Bones
Bones
Giudice Amy
Giudice Amy
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Bones
Bones
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Peccati mortali
Peccati mortali
Deadline: Dentro il crimine
Deadline: Dentro il crimine
Bones
Bones
Giudice Amy
Giudice Amy

Ugly Betty
Will And Grace
Will And Grace
Relic Hunter
Quantum Leap - In viaggio nel
tempo
Miss Marple - Sento i pollici
che prudono
Relic Hunter
Robin Hood
Miss Marple - Un messaggio
dagli spiriti
Mai stata baciata
Spartacus - La vendetta
Scream

REAL TIME
10.00
10.55
12.45
13.40
14.35
16.25
17.15
17.40
19.20
20.15
21.10
22.10
23.05
24.00
1.50

Una piccola grande famiglia


Relazioni mortali
Alta infedelt
Alta infedelt
Ma come ti vesti?!
Abito da sposa cercasi
Abito da sposa cercasi
Quattro matrimoni
Alta infedelt
Alta infedelt
Festival Show
Luomo dai testicoli enormi
Il tumore da 90 chili
Malattie imbarazzanti
ER:storieincredibili

SATELLITE

DIGITALE TERRESTRE

"/50/*0%*10--*/"

SKY

[servizio a pagamento]

QCINEMA MATTINA
8.00 I fratelli Grimm e lIncantevole Strega di Terry Gilliam Sky Cinema Family
9.10 Lara Croft Tomb Raider - La culla della
vita - di Jan De Bont Sky Cinema Max
HD
10.45 I cospiratori - di Martin Ritt Sky
Cinema Classics
11.45 Beauty Shop - di Bille Woodruff Sky
Cinema Passion HD
12.50 Nome In Codice: Top Gun - di Dong-won
Kim Sky Cinema Max HD
13.05 Aragosta a colazione - di Giorgio
Capitani Sky Cinema Classics
13.35 Professore per amore - di Marc
Lawrence Sky Cinema 1 HD
13.35 Baby Boom - di Charles Shyer Sky
Cinema Passion HD

QCINEMA POMERIGGIO

QCINEMA SERA

QCINEMA NOTTE

14.50 Pride and Glory - Il prezzo dellonore - di


Gavin OConnor Sky Cinema Max HD
15.35 Face/Off - Due facce di un assassino - di
John Woo Sky Cinema Hits HD
16.55 Codice privato - di Francesco Maselli
Sky Cinema Classics
17.20 Mamma, ho riperso laereo: mi sono
smarrito a New York - di Chris Columbus
Sky Cinema Family
18.50 Maze Runner - La fuga - di Wes Ball Sky
Cinema 1 HD
18.50 Ufficiale e gentiluomo - di Taylor
Hackford Sky Cinema Passion HD
19.00 Prince of Persia - Le sabbie del tempo di Mike Newell Sky Cinema Max HD
19.25 Il principe e il povero - di James
Quattrochi Sky Cinema Family

19.40 The Prince - Tempo di uccidere - di Brian


A. Miller Sky Cinema Hits HD
21.00 Il Tulipano Nero - di Christian-Jaque Sky
Cinema Classics
21.00 Ruby Red II - Il segreto di Zaffiro - di Felix
Fuchssteiner, Katharina Schde Sky
Cinema Family
21.00 The Intruders - di Adam Massey Sky
Cinema Max HD
21.00 Come Mona Lisa - di Matthew Huffman
Sky Cinema Passion HD
21.15 I Fantastici 4 - di Tim Story Sky Cinema
1 HD
21.15 Si accettano miracoli - di Alessandro
Siani Sky Cinema Hits HD
22.40 Io vi trover - di Pierre Morel Sky
Cinema Max HD

22.45 Rappresaglia - di George P. Cosmatos


Sky Cinema Classics
23.00 Le avventure di Alice nel paese delle
meraviglie - di William Sterling Sky
Cinema Family
23.05 Left Behind - La profezia - di Vic
Armstrong Sky Cinema 1 HD
23.10 Il Signore degli Anelli - Il ritorno del Re di Peter Jackson Sky Cinema Hits HD
0.20 Venerd 13 - di Marcus Nispel Sky
Cinema Max HD
0.30 Allonsanfan - di Paolo Taviani, Vittorio
Taviani Sky Cinema Classics
1.00 Big Game - Caccia al presidente - di
Jalmari Helander Sky Cinema 1 HD
2.00 Biancaneve Nella Foresta Nera - di
Michael Cohn Sky Cinema Max HD

13.45 Tennis: Wake Up Call Eurosport


14.00 Automobilismo: Porsche Super Cup
Eurosport 2
14.30 Motocross: Highlights Mondiale
Motocross Eurosport 2
15.00 Calcio: Udinese - Empoli Serie A Sky
Supercalcio HD
16.30 Tennis: Wake Up Call Eurosport 2
18.00 Tennis: Primo turno US Open
Eurosport
18.15 Calcio: Stella Rossa - Sassuolo Uefa
Europa League Preliminari Sky Sport
3 HD
19.00 Wrestling: WWE Domestic
Smackdown! Sky Sport 2 HD

20.30 Calcio: Inter - Palermo Serie A Sky


Supercalcio HD
21.00 Calcio: Chelsea - Burnley Premier
League Sky Sport 1 HD
21.00 Golf: US PGA Tour The Barclays Sky
Sport 3 HD
21.00 Calcio: Chelsea - Burnley Premier
League Sky Supercalcio HD
21.15 Rugby: All Blacks - Australia The Rugby
Championship Sky Sport 2 HD
21.30 Calcio: Leicester City - Swansea City
Premier League Sky Sport 1 HD
21.30 Calcio: Leicester City - Swansea City
Premier League
Sky Supercalcio HD

22.00 Calcio: Manchester City - West Ham United


Premier League Sky Sport 1 HD
22.00 Calcio: Manchester City - West
Ham United Premier League Sky
Supercalcio HD
22.45 Basket: San Antonio - Oklahoma C. NBA
Playoff 2016 Sky Sport 2 HD
23.00 Tennis: Primo turno US Open
Eurosport 2
23.00 Calcio: Inter - Palermo Serie A Sky
Sport 3 HD
23.30 Calcio: Fiorentina - Chievo Serie A Sky
Sport 3 HD
0.45 Rugby: All Blacks - Australia The Rugby
Championship Sky Sport 2 HD

14.00 Stupidi al quadrato National


Geographic
14.55 Stupidi al quadrato National
Geographic
15.55 La vita secondo Jim Fox HD
16.20 The Big Bang Theory Fox HD
17.05 Scandal Fox Life
18.10 Gli indistruttibili National
Geographic
19.00 I Griffin Fox HD
19.05 Stupidi al quadrato National
Geographic
19.15 Greys Anatomy Fox Life
19.20 La vita secondo Jim Fox HD
19.35 Stupidi al quadrato National
Geographic

19.45 La vita secondo Jim Fox HD


20.00 Le megastrutture di Hitler National
Geographic
20.10 Bones Fox Crime HD
20.10 2 Broke Girls Fox HD
20.10 Greys Anatomy Fox Life
20.35 The Big Bang Theory Fox HD
20.55 Francesco: il papa rivoluzionario
National Geographic
21.00 NCIS Los Angeles Fox Crime HD
21.00 Second Chance Fox HD
21.50 NCIS Los Angeles Fox Crime HD
21.50 Second Chance Fox HD
21.50 La vita segreta degli apostoli National
Geographic
22.40 Criminal Minds Fox Crime HD

22.45 Second Chance Fox HD


22.55 Greys Anatomy Fox Life
22.55 Le reliquie di Giovanni Battista
National Geographic
23.30 Criminal Minds Fox Crime HD
23.35 Second Chance Fox HD
23.50 Dietro le sbarre National
Geographic
0.20 Bones Fox Crime HD
0.30 American Dad Fox HD
0.45 Limpero della droga National
Geographic
0.55 American Dad Fox HD
1.10 Bones Fox Crime HD
1.20 I Simpson Fox HD
1.40 Greys Anatomy Fox Life

QSPORT
8.30 Ciclismo: Lugones - Lagos de
Covadonga Vuelta di Spagna
Eurosport
9.00 Calcio: Inter - Palermo Serie A Sky
Sport 1 HD
9.45 Calcio: Cesena - Perugia Serie B Sky
Supercalcio HD
10.30 Motociclismo: Swedish National
League Speedway Eurosport 2
11.00 Automobilismo: Blancpain Sprint
Series Eurosport
12.00 Calcio: Lazio - Juventus Serie A Sky
Sport 1 HD
13.00 Automobilismo: Blancpain Sprint
Series Eurosport 2

FOX
8.30 CSI Miami Fox Crime HD
9.30 Stupidi al quadrato National
Geographic
10.45 Gli indistruttibili National
Geographic
11.15 Quei secondi fatali National
Geographic
12.10 Le megastrutture di Hitler National
Geographic
12.15 La vita secondo Jim Fox HD
12.35 Criminal Minds Fox Crime HD
13.05 Big Data: la mappa del mondo
National Geographic
13.25 The Big Bang Theory Fox HD
13.30 Big Data: la mappa del mondo
National Geographic

.&5&0

la Repubblica .&3$0-&%  "(0450 


METEO.REPUBBLICA.IT

Oggi in Italia

LEGENDA

Sole

MARI E VENTI

Bolzano
Trento

Nuvoloso

NORD

Variabile

Aosta

Qualche temporale su Alpi,


Prealpi e tra Torinese e Cuneese,
rari sui rilievi del Levante ligure,
bel tempo prevalente altrove.

Coperto
Pioggia

Milano

Trieste

Torino

Venezia
Bologna

Rovesci

Genova

Grandine

Ancona

Firenze
Temporali

Perugia

Nebbia
Neve

CENTRO

MARE

Calmo
Mosso
Agitato

Locali temporali sui rilievi tra


Toscana, Lazio, Umbria, Abruzzo
e Molise. Qualche temporale
anche su Est Sardegna, buono
altrove.

LAquila

Roma
Campobasso

SUD

Pi nubi con locali rovesci o


temporali pomeridiani tra
Campania, Lucania rilievi
pugliesi e Nord Calabria. Sole
prevalente altrove.

Basso

6 SSO
3 SSO
12

5 NNO
1 NNO
5

6 ONO
17 NNO
10

10 ENE

Palermo
Reggio Calabria
Catania

Estremo

Bari

IL SOLE

SORGE
TRAMONTA

Napoli

6.18
19.28

Palermo

6.28
19.38

Roma

6.35
19.39

Bologna

6.34
19.46

Firenze

6.36
19.54

6.37
19.54

Milano
6.42
20.03

Genova
6.46
20.04

Torino
6.49
20.09

realizzazione:
LA LUNA
1 QUARTO
9 SET

dati:
PIENA
16 SET

ULT. QUARTO
23 SET

11 ENE

8 - 10 Molto alto
>11

SO

10 ENE

Catanzaro

Alto

3 SSO

Cagliari

Moderato

Potenza

INDICE UV

6-7

13

Napoli

Calmo
Moderato
Forte
Molto
forte

3-5

Bari

Ancona
Anzio
Bari
Cagliari
Civitavecchia
Genova
La Spezia
Livorno
Messina
Napoli
Olbia
Palermo
Pescara
Taranto
Trieste
Venezia

Olbia

VENTO

0-2

LE TEMPERATURE MASSIME E MINIME - UV

Vento: km/h e provenienza


MARE VENTO

NUOVA
1 SET

IERI

Alghero
22
Ancona
20
Aosta
19
Bari
20
Bologna
21
Bolzano
23
Brindisi
21
Cagliari
22
Campobasso 16
Catania
21
Catanzaro 17
Firenze
20
Genova
22
Imperia
23
L'Aquila
15
Messina
21
Milano
20
Napoli
21
Olbia
20
Palermo
23
Perugia
18
Pescara
22
Pisa
20
Potenza
15
Reggio C. 22
Rimini
22
Roma Fium. 20
Roma Urbe 19
Torino
20
Trento
19
Trieste
21
Venezia
23
Verona
20

OGGI

21

29

28

21

28

20

28

21

19

25

17

28

32

20

31

21

31

27

19

31

19

32

28

17

31

17

32

28

22

28

22

27

32

22

29

20

28

29

16

26

16

27

32

22

33

23

33

30

18

29

19

29

32

21

32

19

33

26

23

26

22

27

26

23

27

23

27

30

17

23

15

27

30

22

31

23

30

23

19

28

19

30

30

21

30

22

31

30

20

29

19

31

31

23

31

23

29

30

18

27

17

29

28

22

27

21

28

28

21

29

21

29

28

16

26

16

25

29

23

30

23

30

28

21

28

20

29

29

23

28

22

29

31

21

30

20

32

21

19

25

18

28

26

17

29

16

30

31

19

31

19

31

29

21

28

20

30

26

19

30

18

31

DOMANI POMERIGGIO

VENERD

SABATO

Nord: temporali su Alpi e


Prealpi di Nordest. Sole
altrove. Centro: qualche
temporale sui rilievi tra
Centrosud Lazio, Ovest
Abruzzo e Ovest Molise,
sole altrove. Sud: locali
temporali sui rilievi tra
Campania, Lucania e Nord
Calabria, bello altrove.

Nord: ampio
soleggiamento, salvo nubi
e qualche temporale
pomeridiano su Alpi e
Prealpi. Centro: tanto sole
e bel tempo su tutte le
regioni, salvo pochi nubi
sparse. Sud: pressione in
aumento con bel tempo e
sole dominante ovunque.

Nord: sempre alta


pressione prevalente e
ampio soleggiamento.
Qualche addensamento
sui rilievi di Nordest e sul
basso Piemonte, ma scarsi
fenomeni. Centro: tanto
sole e bel tempo estivo
ovunque. Sud: anche qui
sole e bel tempo su tutte
le regioni.

EUROPA

Una perturbazione atlantiche interessa il Nord


Europa portando rovesci e temporali diffusi, in
particolare sulla Norvegia. Un'altra moderata
circolazione instabile attiva tra le regioni alpine e
quelle appenniniche italiane, anche qui con locali
temporali, soprattutto pomeridiani. Sul resto del
continente, prevalgono condizioni di alta pressione
con tempo stabile e ampiamente soleggiato, salvo
pi nubi e qualche pioggia sulle estreme aree
orientali del Mar Nero e qualche temporale
pomeridiano occasionale altrove.

Helsinki
Oslo

Stoccolma

9/21

12/22

12/19

Tallin
Riga
12/20

Copenaghen

Dublino

10/20

14/21

13/18

Londra

Amsterdam

13/23

13/23

Minsk
Berlino

12/25

Parigi

Praga
10/25

Varsavia
12/23

Kiev
12/22

Bratislava

Vienna

13/26

15/28

Budapest
Berna
15/26

17/25

Lubiana

Bucarest

12/25

Belgrado

Sarajevo

20/26

17/28

16/26

Madrid
17/25

11/21

13/26

Bruxelles

Lisbona

Vilnius

So a
16/28

17/32

Roma

Tirana
19/34

Atene
23/30

Istanbul
20/27

Auckland
Mosca
Beirut
Bombay
Buenos Aires
Caracas
Chicago
Citt del Capo
Citt del Messico
Dubai
Filadelfia
Gerusalemme
Hong Kong
Il Cairo
Johannesburg
L'Avana
Los Angeles
Manila
Melbourne
Miami
New Delhi
New York
Pechino
Rio de Janeiro
San Paolo
Santiago
Seoul
Shanghai
Singapore
Sydney
Tokyo
Toronto
Washington

9 16
12 18
24 33
24 28
8 20
21 28
20 25
11 17
12 22
27 37
22 32
19 33
26 29
19 34
13 25
25 28
19 25
27 29
9 17
26 27
25 28
22 31
19 32
20 29
14 18
9 11
17 19
20 32
26 27
14 18
22 29
20 27
22 32

UV

26

DOMANI MATTINA

Nel mondo

DOMANI

21

Nord: addensamenti e
qualche rovescio su Alto
Adige e alto Veneto. Bel
tempo altrove. Centro:
alta pressione con bel
tempo soleggiato e
stabile su tutti i settori.
Sud: nubi irregolari tra
Sud Campania, Lucania e
su Nord Calabria, ma
scarsi fenomeni.

TEMPERATURE
NEL RESTO DEL MONDO
MASSIME E MINIME

UV

28