Sei sulla pagina 1di 45
AIRES. RELAZIONE TECNICA Valutazione dj stabilita di tre esemplari arborei radicati a margine di Viale Regina Margherita a Pescara - Anno 2016 - ARES, 80,6 Gasper tana Vis Damon, 67-122 FERRARA. 0587920 51278190 emi nates P.IVA ‘onsen 1. Premessa ed incarico La Soc, ARES. S.a.s. i Gasperini Stefania & C., con sede a Ferrara In Via Darsena 1°67, ha ricevuto incarico di eseguite la valutazione di stabil a trazione controllata di tre esemplari arboreiracicati a margine di Viale Regina Margherta a Pescara. Le indagini, che si confguravano come valutazione ex-nove degll esemplart In ‘questione, peraltro insert in un pid ampio programma di controlo struturale, avevano lo scopo di determinarne Feventuale suscettbiltd ad incorrere in cedimenti strutturall, os! da poter predisporre un adeguato piano agronomico ed arboricolturale per ta loro gestion. LUincarico & stato portato a termine con la collaborazione professionale de! Dott. Agr Giovanni Morel 2. Metodologia di indagine La stablita di un albero @ frutto i una serie di interazioni complesse tra caratteristiche biomecceniche delfesemplare esaminato, peculiaitd geopedologiche del sito di Impianto ed incidenza ai fattori meteoril ester Per quanto detio, la compluta valutazione di stabilta ci un albero deve prevedere esame sinergico e dettagtato sia delintegritd strutturale delfesemplare in esame che ‘del corretto funzionamento meccanico del sistema albero-sito dl impianto. In questo senso, per sodcisfare quanto rportato si & fatto ricorso allintegrazione tra diversi protocoll diagnostic che verranno ci seguitoilustrati. 2.1. Verifica delintegrita strutturale dell'albero In questo caso si tratta cl stablire se Valbero esaminato sla affetto da patologle 0 presenti difett! strutturli tall da ridurne signiNeativamente la stabil Indipendentemente dal concorso i altri fettoriesterni. La metodolagia utiizzata a questo scopo & stata quella comunemente nota con ‘acronimo VTA. (Visual Trees Assessment), in ossequio ala quale ad una fase VS \e \ preliminare di analisi visiva pub fare segulto un approfondimento strumentale Penetrometrico 0 tomograrico delle condizioni del'aibero. Nel caso specific, a supporto della presente valutazione, si @ ritenuta suffiiente Vapplicazione della sola fase visiva, rimandando ogni altra considerazione alla ‘successiva veriica del coretto funzionamento del sistema albero-sito di impianto, SI precisa che la fase visiva di cul sopra @ stata condotta in ossequio alle indicazioni fornite dal N.T.S.G. (National Tree Safety Group) Inglese, ovvero considerando Individuaimente tutte le possibil difformita: negative (difett)rispetto ad una teorica ‘norma percepita, per Ia deinizione della quale si & fetto ricorso af princi del'naiisi ‘morfofisiologica (Staci di P. Ralmbault). In questo senso, per uno specifco contesto di cresclta, con Il termine di “elfetto strutturale” si Intende ogni alterazione anatomica, rmorfologica, vegetativa 9 ambientale che possa direttamente 0 indirettamente predisporre un albero al cedimento strutturale nel breve periodo. 2.2. Verifica del corretto funzionamento del sistema albero-sito di impianto In questo caso si tratta dl stable se esista una compatibiltd funzionale tra le Caratterstiche delfalbero esaminato © quelle del sito di impianto, owero se la lispersione al suolo dei carichi panderall e delle energie eoliche captate dalla chioma awrenga in modo fisologico. Tale valutazione tiene conto non solo delfintegrts strutturale delfalbero, verficata nel passagglo precedente, ma anche ci tutti gl altri clementi che, come i manufati insistent nel sito o gli eventuali danneggiamenti delle ‘adic, possone giocare un ruolo determinante nel comportamento del sistema nel suo complesso. La metodologia utliz da albero e sito ci impiarto & stata quella comunemente nota con racronimo SLM, (Static Integrated Methods), consistente In una prova a trazione controlata. In ossequio a questo protocols, grazie ad un verricellocollegato alfesemplare tramite un rela veifca del corretto funzionamento del sistema costituito cavo sintetic, viene esercato un carica crescente sullalbero stesso (carico static); la risposta di ques’utimo alla sollectazione indotta viene misurata sia grazie ad uno o pit Incinometri (ARGUS Treeinetc), posti sul colletto per valutare a rotazione della ¢ semisfera radicale (defintione della stablita Ipogea, owero della propensione al “ribaltamento” detfalbero), che tramite uno 0 pid elastometri (ARGUS TreeQinetic), post! sul fusto per valutare ll grado dl deformazione delle Are legnose (definizione dela. stabilt&epigea owero della predisposizione alla "rottura” delfalbero). Gli strumenti registrano | dati in continuo, sia nella fase di carico che nella fase dl scarica delle forze, permettendo cos! una migliore ricchezza interpretatia del dati; gl Incinometr| sono pol in gado di fomire anche indicazioni circa eventuali movimenti della semisfera redicale che avvengano perpencicolarmente alla direzione di trazione, levidenziando cosi la presenza di processirotativ a lvello dele radi 1 valort registrati in campo vengono prima rielaborat! grazie ad un apposito software (Arostat 2.1) per relativizarti ale spectiche caratteristche della stazione di radicazione (utizzando ad esempio il “fattore «l prossimita", che indica possibill Incrementi della forza del vento dovute alla presenza di manufatti, ed iI “fattore di esposizione’, che indica particolariprotezioni delfalbero rispetto allazione del vento) ed alle caratteristiche proprie defalbero. In questutimo caso csi rferisce in particolare sia alla morfomettia delfesemplare che alla sua specie dl appartenenza per definire le caratterstche tecnologiche del legno "verde", Si precisa che, ai fini dl calcolo, taholta non vengono utiizati | vélori propri della specie in esame in quanto, tall valori, non sono. sempre dlsponibil in bibliografia. Per owiare a questo problema si fa convenzionalmente ricorso a dati relativi ad altre specie botenicamente e marfologicamenteaffini a quelle oggetto di valutazione. {Una volta relativizatl, | catl_vengono quindl Impiagatl per simulare le sollectaziont ‘ausate da un teorico episodio ventoso (carico dinamico), la cul intensit® viene detta *veloctts progettuale del vento” (per magaiori dettagli in merito a quest'ltimo aspetto, si rimanda alfapposita appendice metodologica allegata), In base alla simulazione, Il tronco (stablita epigea 0 propensione alla rottura) apparato radicale (stabilta Ipogea 0 propensione allo sradicamento) sono ritenuti corvenzionaimente stabil solo se risultano potenzialmente in grado di contrastare le sollectazioni causate dal teorico episodio ventoso utlizzato nel calcolo, evidenzlando sia un fattore of sicurezzaipogea (pericolo di sradicamento) che un fatore di sicurezza nel Pino, non é fisiologicamente legato alla cavitazione basale del colletto e del fusto Venendo ora alle prove strumentallsi precisa che lesemplare, a fronte di un fattore di sicurezza di base relativarrente alto (8,60, riferito ad una esposizione delfalbero parl al 90% ed alle caratteristcte ai "legno verde" di Pino domestic), presenta fattori di ¢ seurezze Ipogea (6,86 come valore minimo di stabilitsipagea regitrato) chiaramente al di sopra del valore minimo ammissibile, i tutto raffrontato allo standard teorico predefinito (1,50). Si sono osservate alcune rotazionl della semisfea radiale. Anche | valor dt stabita epigea rsuitano ampiamente sufficient (10,83 come valore minimo di stabilts epigesregistrato); il tutto, anche in questo caso, raffrontato allo standard teorico predefnit (1,50). Inaltre parole, I Pino non pare essere esposto al pericolo i cedimento strutturale. Im ogni caso si osserva un discret cvaro tral valore di sicurezza di base ed i peggor volori sperimenta di stabiltd pogea, ad indicare che Vesemplare, In accordo con Yevidenza dela sitomatobia esteriore, ha leggermente contratto le sue poteraita «i ancoragglo. Questa consderazione trova conferma nei citati process! rotatv della semisfera radicale che inane il possibile taglo dl akcune rac di fasccnate, 1 rsutat cost otteut permettono dl cassicare il Pino in Classe "C" con prescrione Potatura dl iforma e rimonda del seco; il moritoraggio delle conzioni ci stabil, da condursi sempre con model a trazione controlta, dovrdavere cadenza annuale. Esemplare n°4 ‘i tratta anche in questo caso di un Pinus halepensisaduito e dl medie dimension (foto 6), radicato in condizion!analoghe 2 quelle gl rchiamate per esemplare precedente, [Anche in questo caso si ravvisa un'oggettiva limitazione all'adeguato sviluppo Ipogeo del Pino, sicuramente preesistente alfatuale sistemazione del sto. Tale considerazione trova conferma anche nelle dlsconnessioni nel sollevamenti dei manufatti pid prossimi al collet. Morfologicamente V'albero presenta urvinserzione al suolo con radicl leggermente esposte e strozzanti in drezione nord e con sintor riconducibli ad una primitiva destablizazione dalla senisfera radicale (Indicata in scheda come "sollevamento ceppaia"), quali laffondamento del colleto In compressione (foto 7). Questutimo appare allargato e caratterzzato da alcune depression! in drezione sud. II fusto decorre sinuoso, mediamente incinato verso suc-est e solo tendenzialmente sciabolato, A questo livelo anatomico si asservano ferite aperte, legate a taglt ci ¢ Potatura e, soprattutto, diversi corp fruttiferi fungini riconducibi a Phellinus jin), prevalentemente relegatl ¢ vecchi moncon! insert tra 3,5 e 4 m dal suolo (Foto 8). La chioma, architettonicamente ricostruta dopo pesanti potature ormal Jontane nel tempo, rsulta asimmetrica e leggermente sbilanciata verso sud/ovest, Anche in questo ‘aso sono presenti abbondantl seccumi interne monconi. Lo stato vegetative pud disi sufficente al punto di vista morfofsiologica (Stadi morffisologic di Raimbault) ‘albero pub essere attribulto alo Stado 7. In conformits a quanto visible a Ivello epigeo si pub supporre che 'apparcto radicale sia giunto alla soglia dello Stadio G. Lo Stadio 7/6, soprattutts nel Pino, non @ fisiologicamente legato alla cavitazione basale del colleto e del fusto, Venendo ora alle prove stiumentali si precisa che Fesemplare, afronte di un fattore di sicurezza di base relativamente alto (8,60, rferito ad una esposizione deltalbero pari al 90% ed alle carattersticte di “legno verde" di Pino domestico), presenta fattori di sicurezza Ipogea (6,25 come valore rinimo dl stabilté ipogea registrato) chiaramente ‘al di sopra del valore minimo ammissibile, 1! tutto raffrontato allo standard teorico predefinito (1,50). Si sono osservate alcune rotazioni della semisferaradicale, ‘Anche | valor ai stabil epigea risultano amplamente sufficient (11,39 come valore ‘minim di stabiltd epigea registrato); Il tutto, anche in questo caso, raffrontato allo standard teorico predefinto (1,50). In altre parole, il Pino non pare essere esposto al percolo di cedimento strutturale. In agni caso si osserva un dscreto dlvaro tra Il valore dl sicurezza di base ed | peggior! valori sperimentali di stabiitd ipogea, ad indicare che Vesemplare, in accordo con Fevidenza della sintomatologa esteriore, ha leggermente contratto le sue potenzialta 4! ancoraggio. Questa corsiderazione trova conferma nel ctati process! rotatwi della semistera radicale che indicano il possibile taglio di lcune radii fascicoate. Trisultati cos! ottenuti permettono di classincare il Pino in Classe °C” con prescrizone di potatura di rforma e rimonda del secco; il monitoraggio delle condiziont di stabil, da condursi sempre con modelté a trazione controllata, dovra avere cadenza annwale.. Esemplare n°12/bis In questo caso si tratta di un Pinus pines aduito e di modeste dimensioni (foo 9), radicato nelle stesse condition! desoite per | Pini precedent Anche In questo caso si ravvisa un'oggettva limitazione alladeguato sviluppo ipogeo de! Pino, sicuramente preesistente al'attuale sistemazione del sito; in partcolare, oltre alle pavimentazioni, si osservano anche svariat! manufatt ‘Come di consueto sono presenti sollevamenti dele pavimentazioni, in questo caso attribuibill anche alle tipiche formazioni nodulari che caratterizzano lo svlluppo radicale del Pino domestica quande sottoposto a calpesto (foto 10). Morfologicamente 'albero presenta un'inserzione al suolo con radici mediamente fesposte, awolgenti ¢ meccanicamente danneggiate. II coletto appare allargato 2 formare sia rigonflamenti anulari che pseudocontraffortl; a questo livelo anatomic sono presenti anche alcune depression! in direzione sud (foto 11). 1 fusto, particolarmente breve, decorre lineare, mediamente inclinato verso sud/sud- vest e caratterizato da costolature assal pronunciate in compressione (foto 12), La chioma, relativamente Integra dal punto di vista architettonico, risuta asimmetrica e segnata dagil esti di modesti sbrancamenti. Sono presenti seccuml inter Lo stato vegetativo pud dirs stentato, al punto di vista morfofsiologico (Stadi morfofisiclogic di Raimbauit) l'albero pud anche in questo caso essere attributto all Stadlo 7. In conformita @ quanto visible a lvello epigeo si pud supporre che Vapparato radicale sla glunto alla soglia dello Stadio 6 Lo Stadio 7/6, soprattutto nel Pino, non @ fisiologicamente legato alla cavitazione basale del colletto e del fust, 2 vé . Venendo oa alle prove strumental si precisa che Hesemplare, a fronte di un fattore di sicurezza dl base relativarrente ato (8,20, riferito ad una esposizione del'albero par al 90% ed alle caratteristicte «i "legno verde" di Pino domestico), presenta fattori di sicurezza ipogea (4,19 come valore minima di stabilta ipagea registrato) al dl sopra del valore minimo ammissibile, i tutto rafrontato allo standard teorico predefinit (1,50) SI sono osservate alcune retazioni della semisfera radicale ‘Anche i valori di stabiltd epigea risultano suffcienti (4,22 come valore minimo di stablltd epigea registrato|; ll tutto, anche in questo caso, raffrontato allo standard teorico predefinito (1,50). In altre parole, il Fino non pare essere esposto al pericolo di cedimento struturale. In ogni caso si osserva un tendendiale dlvaro tra il valore dl sicurezza di base ed | Ppeggior! valori sperimentali sia di stablité.Ipogea che epiges, ad indicare che Vresemplare, in accordo con Vevidenza della sintomatolagia esteriore, ha leggermente contratto le sue potenzialta di sostentamento, Questa considerazione trova conferma anche nel citati process! rtativi dela semisfere radicale che, come per gl altri Pini, indicano it possibile taglio oi alcune radic fasccolate, I risultat cost ottenut! permettona dl cassiicare il Pino in Classe “C" con preserizione a potatura di rforma e rimonda del secco; ll monitoragaio delle concizioni di stabilita condursi con la sola modalts visiva, dovra avere cadenza annuale, 4. Conclusior Per quanto emerso dalle prove a trazione controll, peraltro suffragate dalle fas! di anallsi visiva, si pud conctudere che fe condizion! strutturall deg albert esarinati risultano variegate, pur se srutturalmente prive di partcolai criti Evidentemente si trata di una sttuazione cul passono contribuire anche eventual patologle presenti a ello radicale ma che, con tutta probabil, sono riconducibil al ripetuti disturbl arecati agli apparati radcall. A questultima propasito ci si riferisce aifesecuzione di scav, al rfacmento delle pavimentaziont o anche solo alla riparazione 400 400 vee deat xo ° Compresine aigata de pesopropro %® 05 os. Caco sositve = TAA 1183 dé Anais del caric del vento secondo DIN 4055-4 ne a ee ee eae Se oo Mh Bey bearers _— SS tetwasene a ’ ein aaa Eceentnatadalachoma 0.13 m Pararetstrattral appt Ftored esters coronary Frequenza propria 05 He immuno @smorzamento 018 Fatore forma OB ramet el uogo appiat ‘bred Velocts pogetusle del vento. 22.5 mis Dena dere 138 hai Cater terenaZonasubutona Esponento poe dol vero 022 Fatore postimts por ees Sslveniowein lterens 1 Fatoreperfesposzione 090, ‘anal del cari dl verto ‘Anais tata dalfalboro Presione media dl vote Sin Posopreptodeltabere 34 t Fotos ressone sisrafche 268 UGvla envi tee, 5% Conte carco 33 m_—Speasore.cla parctscteo | 2 om Nomen forces “Kim asaumonde ura poet resid ino Carico dl vento 75 kim) Fattoredoleurzzadibaso 82 Generals Comment ‘Stabilita al ribaltamento calcolata mediante test di trazione Dat detatbero Progen” ——SCS*~*~*~*«*S ar 20S aor ora0ie Space Pruspines Date onoreats i toot rziore ‘Ateza delfancora a fst. ay No miurasione 7 ‘ange tne aa" Drazion dl carco ow ig teste mig intarpolaslone por Is curva dl ibaltamento Misuraxion altinctnometre [a0] at Posie To; 25 ‘Stab al ribatamento (aula base dela curve dribltamentogeneratzzata) Fatuedscnes AAS alore dhcontolo i % as) Tost % S85 ses ya phe Gonersits peril tet terone ‘Consulente ARES sae ‘estionelatitente Comment a misurazione ‘Stabilita al ribaltamento calcolata mediante test di trazione Dat dettaboro Propet Pescara 2018 N.dalfabero 1208 Specie Pinuspnee Data onaane Innsootaione tet tranione ‘atazea Seana lilo 33m Ne misurazione 2 ‘argo kine 3" Drezone del earco sw Display gation (dtd teste itor interpolarions per is curva di ribaiaments Misuranionsainctinometre [aa] st | Posione 2ox 30 Stabiit al ribatamonto (sla base dela curva dibakamento are dt seen m8 izzta) Lalor dt controll Canara potest trxione ‘conan ARES a ‘Testmonsosstente Comment ala misuazine Stabilita alla frattura calcolata mediante test di trazione Dati ttasero| Progeto Poseare 2018. N.dalfaore O1abie Space inuspinga Data onrmants etzions teal trations ‘eza delancora al ft ae No misurasione 7 ‘gota fone aa" Dasione del carco ow Display fico (atid tate migorinerpolasione near) Miracle atelastometrein [a0 Jat | ‘Meza dimsuazione om 08 O38 Pessina 100180 Diane deltesioy cmt os Dametodelfiso2 cm 7478 ‘Spescoe dalla consesa em 3 3 Paracel eareo * 0 t00 il ofr oula ba del cootisionte angolare dlls igor itepolaions liners tore sleurezea 3372 Valor dt contoe ‘oct di detorminaione RY 08823—0,5808 Rit resus % 10D 30 val teas Po Compressione orginata dt eso proprio % 04 14 Carcosesiive = 44H Stabilita alla frattura calcolata mediante test di trazione Dat dattabera Progeto Pescara 2016 N. delat o12bie ‘Specie Pinuspines Data orate to st trasone ‘Mezza dolfencora al sto 33m ‘No. mlswazione 2 ‘Angel une 3" Drone del carco sw Display grafic isurazioneatolastometroin [G5] si | ‘Atsxza di miouaions om 1 as Posttene 350380 Diametodel tuto em = 798 Diamevogeltsto2 em 638 ‘Spessore dea coriecia cm 3 3 Pare del carco 10100 ‘Stabila rttura (ula tobe dol costiclontsangolare della mialorintrpoazion Hears) _ Fetere i iurersa 2780988 Valore di controle ‘Coot dotominasione 0940S O88 igs oieus % oo s100 vole cath eo ° CCompressions orignal de peso propre % gs os. Carcosoeiuwvo a5 2883, Analisi del carico del vento secondo DIN 1055-4 Progetto ____Luogo_ndet'abero_o19__ Nome pega Peseare 2016 ‘Vile Raga Margherita Numero pregeto 65128 Pescara, la Data lest orwrn0%6 ‘svt sulvelodelmare 4 m Dati detatbero Propet del matrial appleste Specie Phishalopanss secondo nus pinoa Cheonterenea del fst “ee om Fonte ‘Start Diamevadelfusto f= «BI am——_—Resistonza compressions 18 MPa Thimaistares | 59 em Mad ante 500 MPs Spassore dala crocda ‘3 om United laste oa Aiea daltabere 148m Dansthdallognovenle “08 glow? Diezione del caco se Analisi deren a superfcio Base dl com som ‘stesaefetva 85 m $2ea dela cipefici ttle 48 mt canis den chiema 1.38 m Paramet trttural appicats Fotored eestonea serena Frequenza propia. ‘O88 He Pare oma ae Paramet el ogo appicat \ecets progetale del vento. 22.5 mis DDensta deena 1338 kai (tego trenaZonasubutsana Esponente prota de ero 022 are sana pera Fatoreporfespeszione 080, Rist ‘anal dol cavio dl vento “Arai statin dalfatbero Prosi media dl vont 15k Pesopreptodelfabere 17 Fatere reasons ae raiche 281 Ueto a cai tee 85 Cente tesco 1a m —‘Spesoore data prceeitico “2 on Nomen orcas 'S kim sssumendo una parte resus reat Carico del vento 32 iim Fiore disicuesza base 0.6 coneraita ‘Comment ‘Stabilita al ribaltamento calcolata mediante test di trazione al detatnero rn Spece Prushalopoeis Date onorate azione test dl raiore ‘sa deltancoa a fle P Ne wisoraiooa 1 ‘ange tne 2s" Dasione dl crco st Display grafic (dat teste igor Jone paris curva dl ibatamento Te0y 2x Stab al ribatamento(eula base dela cura di ribaltamento gor ered Sewezza 156 886 Valoredicontotle a Devazioe sandand—%—«S080——Tast Gaeo sitive ara sar Sitesone det caco yatse Ate Genera pri tet trazine Consents ARES ase ‘Testmonetassitonte Comment ta murine Stabilita al ribaltamento calcolata mediante test di trazione Dati dattabero Progeto Pescata 2016. N.dalfataro ap ‘Spec Pnishalepenis Data ororaie ne tot di trazore ‘ea delancoa a fst Tem No: misuraaione z ‘ange tne 2s" Drezion sl cao sé Display grafic dat teste mig curva di sibaltamento Misuracione atinctinometre [a0] at | Posse oy Stab lribatamento(eula base dela curva dl ribatamanto gonaralzata) ators dserezea 638 Toa alors di controo in ‘Devissone standard“ ABA BOB Creo sositvo 286. Seesone aa oreo vate Aso Consents WRES cae “Tesimoneissitenie Comment a misuracions Stabilita al ribaltamento calcolata mediante test di trazione ati datttoero a - Proaeto Pescara 2016. N.dalfalbero oe ‘Spec Pinus aloperis Data ororanne tahoe tost dl traiore ‘Azza delfancna afte Tem Ne mioraaione 3 ‘args une 28" Dsion dl earco se Display grafic (dat teste mig curva i sbaltamento gpePerrrre: eter or =e oo isurzioneatinainometee [ao] 8 | Pesione Tox Faire ol sorezza 1048 Valorestcontrole_n Devasone tandad sk ~—«207 1826 Caren satuo a9 ATG Selon ae eaco yas ne Genera poriltet atrazine “Consents ARES sae ‘Teetmoneessstonte “commana mistrzions ‘Stabilita alla frattura calcolata mediante test di trazione Dat dettatbero | Propo Pescara 2016 N.delrabro on Specie Pinus alopensis Data ormrnie Impostaziono ts dl razione ‘Mazza donc so Tem ‘Nos miswazione 7 ‘Angaioune 2B" Diesone da eaeo se o (at teat igor in near) Misurazione alfelastometrcin [ai] si | ‘toca dimisuraione =m OB 2 Possiene ° Diamavadelfutos em 6h Diamevodel fio? em 58 ‘Spessoredofacrtcca em 3 3 Pata del carco 40100 ‘Stat lla rttura (gull hase del coviclontoangolare dla milorintrpoazions nears) Fotore i siurezza 434s 1493 Jore di controlla. Cont deleminasone R004 08004 Rigi rosidua % son 00 Live eta % 0 ° CCompresine agate da eso proprio % 04 a3 Cancosostiwno «3254 S107 TProgeto=—~=~S*S:C*R «2018 Maton oe Specie Pins haloperis Data crmrie Impostazione test dl razione ‘Mezzedefancoraal fst Tem ‘Wo: misuazione 2 ‘gat une 28" Dhosone de cao se Display gratio (dat! teste milo itorpols rs) Msurazione afelastometcin [a0] st _| ‘Mteza dimisuaione m 09508 Posaione 19180 Diamevadel tuto emt 6 Diamevocel tuto? em 6 or Spassoredolacortacca em 3 3 Pate del carco 10100 ‘Stab alla rttura (ella habe del coofclonteangolare della milorintrpoazion near) Fottor i sicorezza 1498108 Jord controlla. ‘Cont i deleminasone R?O9547 09002 Rigi rosiua % so a0 Lit eta % 0 BS ‘Compressineorgnata ds pes0 propo % oe arco sostvo a8 Stabilita alla frattura calcolata mediante test di trazione Dati dttabero| Prag Pescara 2016. N. dalfaoro ao Space Pus alaensis Dats ororatte ost i travione ‘Atezzadolfancoa a ft 75m Ne. miouracione 3 ‘get one 2s" Drezione dl carco st 0 (dat di teste mig interpolaione liner) iurasione alastometron [90] st ‘Mezza misuse =m 1451 Psione 10 160 Dlamevodel tuto on Dianevode slo? on 58 Spessore deta corsccia on 3 2 Pare del creo 100100 Stab ala rttura (ela tase del cootclonteangolere della malo Inerplazione linear) Fotore i siuresza 11741398 ator contol ‘Col di deterinaona RP O88RS 08004 igi rsidua % son sto Live eve % 0 ° ‘Compressine oiginats da peso proprio % 04 04 arco sosituve == % «20038887