Sei sulla pagina 1di 31

www.informaticalibera.

info

LTSP; ovvero, come realizzare


laboratori didattici a basso costo

Scenario
Scenario di
di riferimento
riferimento

molto spesso le scuole dispongono di hardware


obsoleto (quasi) completamente inutilizzabile

un laboratorio didattico scolastico necessita di un


gran numero di postazioni

l'attivit di manutenzione di molte postazioni


piuttosto onerosa

le risorse disponibili sono sempre pi scarse e i costi


per l'aggiornamento del parco hardware e software
sono elevati

Una
Una possibile
possibile soluzione
soluzione
Utilizzando software libero possibile recuperare
proficuamente l'hardware obsoleto, con notevole
risparmio economico rispetto a soluzioni basate su
hardware nuovo e licenze proprietarie.
Non si tratta di una soluzione di ripiego per poveri,
perch basso costo non significa automaticamente bassa
qualit, e consente di evitare l'acquisto di hardware
inutilmente potente senza compromettere il livello del
servizio offerto.

Cos'
Cos' LTSP
LTSP
Linux Terminal Server Project (LTSP) un insieme di
programmi e protocolli che permette di implementare una
rete di computer leggeri che si connette ad un server e
ne sfrutta la potenza di elaborazione e lo spazio disco
(Thin client server computing).
Le applicazioni sono eseguite sul server e i computer
collegati si comportano come terminali grafici che
gestiscono solo l'input da tastiera e l'output a video.

Perch
Perch LTSP
LTSP
In un laboratorio didattico la scelta di installare
postazioni stand-alone non sempre quella ottimale:

installazione e manutenzione da ripetere su ogni


macchina;

rischi di modifiche non autorizzate al sistema;

scarsit di risorse economiche e conseguente


difficolt di disporre di un parco macchine sempre
aggiornato.

L'hardware:
L'hardware: componenti
componenti
Una rete LTSP costituita da:

un server su cui sono concentrate l'installazione


delle applicazioni, la manutenzione, la gestione degli
utenti e il salvataggio dei dati;

terminali realizzabili anche con computer con


caratteristiche minimali;

uno switch di rete con un numero di porte sufficiente


per il server ed i client.

L'hardware:
L'hardware: schema
schema di
di rete
rete

L'hardware:
L'hardware: ilil server
server
Una macchina moderna con prestazioni normali pu
fungere da server: una CPU dual core con 4 GB di RAM
pu gestire fino a 20-25 client.
Risorse

Requisiti minimi

Requisiti consigliati

CPU

1 Ghz per il server + 100 Mhz per il numero dei client

RAM

384 MB per il server + 64


MB per il numero client

HARD DISK

8 GB per il SO + n GB per i dati dei client; eventualmente


RAID

INTERFACCE DI RETE

10/100 Mbps (per


collegament allo switch)
10/100 Mbps (per
collegamento al resto della
rete o al router)

512 MB per il server + 128


MB per il numero client

Gigabps (per collegamento


allo switch)
10/100/1000 per
collegamento al resto della
rete o al router

L'hardware:
L'hardware: ii client
client
Sono terminali privi di disco e di sistema operativo,
ottenibili da computer obsoleti riciclati e con
caratteristiche hardware molto modeste.
Risorse

Requisiti minimi Requisiti


consigliati

CPU

200 MHz

500 MHz

RAM

64 MB

256 MB

BIOS

Avvio da CD / floppy

Avvio da rete

INTERFACCE DI RETE

10/100 Mbps

10/100/1000 Mbps,
supporto PXE (e
avvio da rete per i
client)

SCHEDA GRAFICA

2 MB

4 MB e oltre

L'hardware:
L'hardware: componenti
componenti critiche
critiche
Le risorse hardware fondamentali per il buon
funzionamento di una rete LTSP sono la quantit di RAM
del server e la velocit delle schede di rete e degli switch.
Questa importante dal momento che i terminali non
dispongono di un proprio disco locale e i dati devono
transitare in rete.

IlIl software:
software: componenti
componenti

DHCP per distribuire indirizzi IP ai client;

TFTP per trasferire il kernel e immagine del


filesystem;

NFS o NBD per l'accesso al disco remoto del


server;

XDMCP per il login grafico remoto;

SSH per le comunicazioni di rete;

LTSPFS per la gestione dei device locali

IlIl software:
software: installazione
installazione
LTSP 5 l'ultima versione stabile. Distribuzioni specifiche
per
la
didattica,
come
Edubuntu,
prevedono
l'installazione di default di un ambiente LTSP.
Con riferimento alla distribuzione Ubuntu 10.04,
sufficiente installare i pacchetti:

ltsp-server-standalone;

openssh-server

IlIl software:
software: installazione
installazione
Un ambiente LTSP un sistema operativo completo,
all'interno della distribuzione ospite. Lo script ltsp-buildclient permette la creazione di questo ambiente:

scarica e installa il software necessario;

crea la directory /opt/ltsp/i386 contenente un


filesystem Linux completo;

crea la directory /var/lib/tftpboot/i386 che contiene


i file necessari al boot dei terminali;

crea l'immagine /opt/ltsp/images/i386.img con il


sistema operativo utilizzato dai terminali.

Come
Come funziona:
funziona: generalit
generalit

il terminale invia al server la richiesta di connessione

il server risponde fornendo i parametri per la


configurazione della scheda di rete del client

il client riceve dal server il sistema operativo e lo


mantiene nella propria RAM

il sistema operativo ricevuto dal client permette


l'esecuzione locale del server grafico (X Window),
mentre le applicazioni (client grafici) vengono
eseguite sul server

Come
Come funziona:
funziona: modalit
modalit di
di boot
boot

direttamente dalla scheda se questa supporta PXE


(Preboot Execution Environment) e se il BIOS
supporta il boot da rete

da floppy con immagine di bootloader Etherboot o


Gpxe, scaricabile da http://www.rom-o-matic.net.
Ogni scheda di rete ha un'immagine specifica

con un CD generico denominato DRBL (Diskless


Remote
Boot
in
Linux), scaricabile da
http://drbl.sourceforge.net,sezionedrbllive

Come
Come funziona:
funziona: ilil processo
processo di
di boot
boot

il terminale carica dalla rom della scheda, da un


floppy o da CD il software di boot, che esegue una
richiesta DHCP per ottenere un indirizzo IP

il server risponde fornendo l'indirizzo IP, il nome del


dell'immagine del filesystem di boot e il percorso del
filesystem remoto che verr esportato al termine del
boot

le informazioni ottenute sono utilizzate dal client per


inviare una richiesta TFTP

Come
Come funziona:
funziona: ilil processo
processo di
di boot
boot

il server risponde inviando un kernel e una


immagine di boot (init ram disk)

Il kernel e l'immagine di boot sono caricati nella


RAM del client

terminato il boot, il client carica via NFS o NBD


l'immagine del sistema operativo sul disco remoto

il client esegue X Window e richiede al server l'avvio


di un desktop manager (LDM). Compare la
schermata di login, possibile autenticarsi ed
avviare le applicazioni

Configurazione
Configurazione del
del server:
server: DHCP
DHCP
Il server dispone dispone di due interfacce di rete
configurate con indirizzo IP fisso; su quella collegata alla
rete LTSP viene configurato il server DHCP.
Il file di configurazione del server DHCP utilizzato da
LTSP /etc/ltsp/dhcpd.conf e specifica:

Il range degli indirizzi IP della rete LTSP;

L'indirizzo del server e del router verso internet;

Il percorso della root di LTSP;

Il percorso e il nome dell'immagine di boot dei client;

Configurazione
Configurazione del
del server:
server: TFTP
TFTP ee NBD
NBD
Il file di configurazione del servizio TFTP
/etc/default/tftp-hpa e definisce la root directory del
server TFTP. Normalmente il valore di default non deve
essere modificato.
NBD/NFS avviato tramite il superserver inetd; il file di
configurazione /etc/inetd.conf e contine una direttiva di
abilitazione del servizio e definizione dell' l'immagine del
filesystem utilizzata dai client. Normalmente i valori di
default non vengono modificati.

Configurazione
Configurazione dei
dei client
client
E' possibile determinare le caratteristiche dei terminali,
definendo dei parametri validi in generale o per alcune
macchine nel file /opt/ltsp/i386/etc/lts.conf:

tipo della sessione di terminale (shell, grafica con o


senza supporto della cifratura;

moduli kernel caricati;

layout di tastiera;

gestione dei device rimovibili;

gestione delle stampanti.

Vantaggi
Vantaggi

costi contenuti: il software gratis, tutti i client


possono essere ottenuti da recupero di pc dismessi

semplicit di amministrazione e manutenzione del


sistema: le operazioni devono essere eseguite solo
sul server

semplicit di amministrazione e manutenzione dei


terminali: non vi manutenzione software, in caso di
guasto la macchina sostituibile immediatamente
senza necessit di operazioni di configurazione e
ripristino dati

Vantaggi
Vantaggi

scalabilit e modularit: l'aula informatica con LTSP


pu essere agevolmente integrata alla rete di
istituto. Sul server possono essere aggiunti altri
servizi di rete (directory condivise, proxy server,
servizi di autenticazione)

riduzione dei consumi energetici e della produzione


di rifiuti

Svantaggi
Svantaggi

logica di funzionamento non banale: questo pu


rendere difficoltosa la comprensione del problema in
caso di malfunzionamento

il malfunzionamento del server blocca l'intera rete. A


questo si pu ovviare con soluzioni di fault-tolerance
(RAID, etc...)

Ambiti
Ambiti di
di applicazione
applicazione consigliati
consigliati

aule informatiche per uso didattico

automazione d'ufficio e utilizzi amministrativi

posta elettronica e normale navigazione internet

installazione di chioschi informativi e internet point

presenza di applicazioni centralizzate per molti


utenti in rete

Ambiti
Ambiti di
di applicazione
applicazione consigliati
consigliati
Tutte le ipotesi di applicazione considerate presentano le
seguenti caratteristiche:

numero elevato di utenti

accesso condiviso alle risorse (internet, spazio disco


del server, stampanti

utilizzo delle stesse applicazioni per tutti gli utenti

limitato ricorso all'uso di applicazioni multimediali

Ambiti
Ambiti di
di applicazione
applicazione sconsigliati
sconsigliati
Non consigliabile l'adozione di LTSP,
configurazione standard, in tutti questi casi:

nella

necessit di elaborazioni grafiche e 3D molto


avanzate;

editing audio/video molto spinto;

esecuzione di videogiochi.

Configurazioni avanzate, come l'implementazione di un


cluster di server LTSP anzich del singolo server,
consentono di affrontare anche esigenze di questo tipo.

II costi:
costi: variabili
variabili rilevanti
rilevanti
Dato per scontato l'utilizzo di terminali ottenuti da PC
riciclati e quindi a costo zero, l'onere di allestimento di
una rete LTSP dipende da:

equipaggiamento e qualit dei componenti hardware


del server. Un PC moderno di fascia media pu
essere sufficiente per un allestimento al risparmio.

qualit dell'hardware di rete (switch, schede e cavi).


E' particolarmente importante per le prestazioni
complessive dal momento che vi un intenso
traffico di rete.

II costi:
costi: scenario
scenario di
di riferimento
riferimento

aula composta da server e 20 terminali

opzione fra un livello di allestimento al risparmio ed


uno pi avanzato con l'utilizzo di hardware e
componenti di qualit migliore

terminali tutti ricavati da PC dismessi

non si considerano i costi relativi all'installazione


dell'impianto elettrico

II costi:
costi: analisi
analisi per
per componente
componente
Componente

Soluzione al
risparmio

Soluzione avanzata

Server

CPU dual core, RAM 4 GB,


hard disk 500 GB: 500-600

CPU i3 core, RAM 4 GB, 2


hard disk da 1 TB in RAID:
900-1000

Thin client

Software

Switch

24 porte 10/100 Mbps: 80100

24 porte Gbps: 190-230

Schede di rete

Incluse nel pc recuperato o


cannibalizzate: 0

2 schede di rete Gbps: 1522

Cavi di rete

120 metri cat. 5E


assemblato: 90-100

120 m. cat. 6 assemblato:


120-150

TOTALE

670-770

1220-1400

Riferimenti
Riferimenti sul
sul web
web
http://www.ltsp.org
http://www.liceoquadri.it/openscuola/tserver/tserver.htm
http://www.osservatoriotecnologico.it/software/recuperopc.htm
http://www.istruzione.it/news/2002/allegati/linee_guida.doc
http://redomino.com/it/labs/progetti/softwareliberoscuola/riciclarevecchio
harwareconltps
http://wiki.ubuntuit.org/Hardware/UbuntuLtsp
http://faberlibertatis.org/wiki/Installazione_di_un_server_LTSP
https://help.ubuntu.com/community/UbuntuLTSP
http://doc.ubuntu.com/edubuntu/edubuntu/handbook/C/server.html
JorisFabrizioRossi,RiminiLUG,www.riminilug.it,LTSP:Labacchettaquasi
magicachetrasformairottamiinrisorseinformaticheperufficiescuole

Nota
Nota di
di copyright
copyright
Copyright2011MarcoDorigoOfficinaInformaticaLibera
Quest'operarilasciatasottolalicenzaCreativeCommonsAttributionNonCommercialShareAlike2.5Italy.Per
leggereunacopiadellalicenzavisitailsitowebhttp://creativecommons.org/licenses/byncsa/2.5/it/ospedisci
unaletteraaCreativeCommons,171SecondStreet,Suite300,SanFrancisco,California,94105,USA.

Tuseilibero:

diriprodurre,distribuire,comunicarealpubblico,esporreinpubblico,rappresentare,eseguireerecitare
quest'opera
dimodificarequest'opera

Alleseguenticondizioni:

Attribuzionedeviattribuirelapaternitdell'operaneimodiindicatidall'autoreodachitihadatol'opera
inlicenzaeinmodotaledanonsuggerirecheessiavallinoteoilmodoincuituusil'opera.
Noncommercialenonpuoiusarequest'operaperfinicommerciali.
Condividiallostessomodosealteriotrasformiquest'opera,oselausipercrearneun'altra,puoi
distribuirel'operarisultantesoloconunalicenzaidenticaoequivalenteaquesta.