Sei sulla pagina 1di 3

TRADIZIONE GIUDAICO-CATTOLICA E TRADIZIONE GNOSTICO-CABALISTICA LUNGO LA

STORIA UMANA
Le due tradizioni orali
Dio ha rivelato direttamente alluomo le fondamentali verit relative al rapporto tra la
creatura ed il suo Creatore, e questo a partire dallinizio dellesistenza delluomo. Ci fu
prima una legge orale, quindi una legge scritta (legge mosaica e legge evangelica,
ossia Antico e Nuovo Testamento). Si definisce, quindi, come tradizione giudaicocattolica tutto linsieme di Verit immutabili che troviamo raccolte nella Sacra Bibbia,
La Rivelazione comprende anche verit naturali che la nostra ragione, se usata
correttamente, pu intuire con certezza, come lesistenza di Dio trascendente,
personale, perfetto e libero, che liberamente crea il mondo dal nulla -non certo
emanandolo dalla propria sostanza-; e quindi lesistenza di unanima spirituale, creata
nellatto stesso del concepimento, non soggetta alla morte del corpo, e quindi
immortale, la quale, dopo la vita terrena, dovr rispondere dei suoi atti a Dio
(remuneratore).
verit soprannaturali che luomo apprende unicamente perch rivelategli da Dio. Tali
sono i due principali misteri del Cristianesimo: 1) Unit e Trinit di Dio; 2)
Incarnazione, Passione, Morte e Resurrezione di Nostro Signore Ges Cristo.
la prima coppia umana precipitata conseguentemente nel disordine della storia, e
distaccata dalla fonte eterna di verit, lumanit via via non si attenne pi alle verit
rivelate, ma sotto listigazione dello spirito del male, inizi a costruirsi una propria
erronea visione, dando inizio ad una tradizione spuria, chiamata gnostico-cabalistica.
Si denominano Gnosi e Cbala le concezioni di Dio, del mondo e delluomo che
attribuiscono ununica sostanza omogenea a queste tre realt.
Si parte da un Dio indeterminato -Caos, Silenzio, Abisso- che contiene in s tutti i
contrari, e si fa mondo e uomo; luomo il culmine di questo processo, e quindi, in
fondo, egli stesso la supposta divinit. Cos, per la tradizione giudaico-cattolica,
luomo, come ci spiega S.Tommaso, ponendosi di fronte al creato, mediante la sua
ragione conosce e capisce le verit naturali a lui accessibili; mentre gli possibile
conoscere i segreti divini solo per la Grazia della Rivelazione, alla quale egli aderisce
per un atto di fede,
Nella tradizione gnostico-cabalista, luomo invece di accettare costruisce, elabora lui
tutto un sistema di concezioni e credenze fantastiche ed arbitrarie, mediante unopera
sincretistica che si avvale delle pi varie culture e religioni.
La tradizione giudaico-cattolica
Dio cre Adamo in uno stato di altissima perfezione, donandogli la possibilit di non
morire, una scienza elevatissima, e uno stato di perfetta innocenza. la sua ragione era
sottomessa a Dio, le facolt inferiori alla ragione, il suo corpo alla sua anima. La sua
innocenza gli permetteva un dominio assoluto su tutte le cose visibili, animate ed
inanimate, compresi gli animali. Adamo egli era a conoscenza del mistero della Grazia,
per mezzo della quale luomo poteva entrare, per dono gratuito di Dio, nella vita
divina. Secondo S.Tommaso Adamo era anche partecipe del misterioso disegno della
Incarnazione divina, inizia quindi la tradizione poi detta giudaico-cattolica, o Cbala
buona, che consiste in un insieme di Verit necessarie per la salvezza delluomo.
Queste sono: 1)Esistenza di un Dio creatore infinito e libero, che crea il mondo con un
atto liberissimo della sua volont e lo crea come lo vuole (4); 2)Realt spirituale

dellanima umana, creata da Dio nel momento del concepimento, ed immortale,


responsabile davanti a Dio; 3)Trinit e Unit di Dio;
)Possibilit per luomo di raggiungere uno stato divino, ma non in forza di proprie
opere o costruzioni, bens solo per un dono generoso e gratuito della bont divina
offerta alla collaborazione delluomo.

Le tre economie della tradizione giudaico- cattolica


Questa Cbala buona si esprime in tre economie: quella orale, connessa con la
stessa legge naturale comune a tutti i popoli. quella scritta (detta mosaica) che per
ha inizio con Abramo (Patto dellAlleanza),
quella Evangelica, parola e vita stessa del Verbo incarnato.
le altre due economie precedenti si raccordano alla pienezza della Rivelazione
futura, come vari esempi dellAntico Testamento dimostrano chiaramente (il sacrificio
del pane e del vino di Melchisedec, o i vari concetti riconducibili a quello di Corpo
mistico, Chiesa, Olocausto dellAgnello).

Il Concilio Vaticano II riconosce le economie della tradizione giudaico-cattolica


Lumen Gentium, presenta il segreto nascosto nei secoli, la cui diffusione e
illustrazione fu affidata particolarmente al ministero di S.Paolo (6). Lo Spirito Santo ha
parlato ai Profeti, prima di Cristo, e poi a tutta lumanit.
Il Logos di Platone, il culto della bellezza in Atene, il diritto di Roma e la poesia di
Virgilio, prima di essere cose scritte, sono il persistente genio della Humanitas che
soffre i dolori del parto, nellattesa della rivelazione dei figli di Dio: luomo che
consapevole della propria infermit invoca il medico e reclama lausilio della Grazia
In Maria la tradizione si fuse con la voce dellAngelo, nel giorno dellAnnunciazione dei
misteri concernenti Cristo come Figlio dellAltissimo, emananti dalla luce della
Santissima Trinit.
Al riconoscimento di Elisabetta, Maria risponde con il Magnificat, che la voce della
tradizione, nella linea di Abramo,
La Parola, nata dalla Donna, come di Lei seme, schiaccia la testa allantico
avversario, il cui seme menzogna, alterazione della Parola costantemente
documentata come falsificazione delle Scritture
il popolo ebreo, anteriormente a Mos, possedeva una tradizione orale a garanzia che
il corpo della lettera non soggiacesse ad interpretazioni individuali.
Questa tradizione dellantica Sinagoga si divideva in due rami. Il primo era la
tradizione talmudica (quella del Talmud precristiano, conservata poi per iscritto), il
secondo era un insegnamento misterioso e sublime, la Cbala, che letteralmente
significa: linsegnamento ricevuto tramite la parola.

il secondo accedeva direttamente ai grandi misteri sulla natura di Dio e i suoi attributi,
sullanima, ecc. era la teologia speculativa della Sinagoga. I dottori fanno risalire la
Cbala fino a Mos stesso e alla rivelazione del Sinai, che egli stesso trasmise per
iniziazione a Giosu e ad altri pochi intimi discepoli.