Sei sulla pagina 1di 8

Comune di

Verolanuova (Bs)
Assessorato alla
Cultura

Alessandra Pelizzari

CAMMINO SULLE STELLE


dal 19 Giugno al 10 Luglio
Orari: 09-12, 17-18 feriale
16-20 festivo

PALAZZO GAMBARA
verolanuova (bs)

Alessandra Pelizzari
Cammino sulle Stelle
dal 19 giugno al 10 luglio 2011

Palazzo Gambara
Piazza della Libert, 39 - Verolanuova (Bs)
Orari:
Feriale: 9.00 - 12.00 / 17.00 - 18.00
Festivo: 16.00 - 20.00

Testo in catalogo:
Fausto Lorenzi
Segreteria organizzativa e rapporti con la
stampa:
Ufficio Cultura e Ufficio Relazioni con il Pubblico Comune di Verolanuova (Bs)
LABA Libera Accademia di Belle Arti (Bs)
Dipartimento Multimedia Graphic Design
Riprese Video
Patricia Grazioli
Allestimento e trasporti:
Stema Restauri
Progetto grafico e stampa:
Cartografica Lombarda

Ringraziamenti:

Comune di
Verolanuova (Bs)
Assessorato alla
Cultura

Carlotta Bragadina, Sindaco del Comune di


Verolanuova (Bs)
Paolo Colosini, Assessore alla Cultura del Comune di Verolanuova (Bs)
Arch. Ombretta Ferrari
Roberta Ruggeri
Luca Rizzotti
Fausto Lorenzi
Antonella Morgese
Carlo De Filippo
Paola Artioli

In copertina:
Particolare dellinstallazione
Cammino sulle Stelle 2011

Gabriele Gnali
Elisa Pedretti

Installazione Cammino sulle Stelle

Alessandra Pelizzari

La manifestazione che ospita il nostro Comune esprime in


termini visivi il tema del viaggio, del cammino con uninstallazione dellartista Alessandra Pelizzari.
Lartista Alessandra Pelizzari ha delegato alla fruizione
della sua opera la galleria storica al primo piano di palazzo Gambara perch nella sua forma si prestava al tema
del percorso, cammino esistenziale che culmina con una
riflessione metaforizzata dal grande quadro barocco al termine dello spazio.
E uninstallazione che coinvolge lhabitat storico (Palazzo Gambara) e il tempo presente (spazio del quotidiano:
uffici Comunali), unidea che riassume simbolicamente il
ripetersi del fare e andare umano nel percorrere lesistenza; la tradizione e lattualit dei mille pensieri sovrapposti
nel quotidiano.
Inoltre il luogo verr ulteriormente vivacizzato (nel corso
dellesposizione: sab25.6, 2.7 e 9.7) da alcune letture sceniche realizzate da testi di Luca Rizzotti, autore bresciano
e dallattrice Roberta Ruggeri.
Pertanto siamo lieti di ospitare la manifestazione nella
sede rappresentativa del nostro Comune.

...Vivere in modo alternativo lo spazio delle sedi istituzionali e architetture di valore artistico storico del territorio.
Linstallazione nella sede del Comune atta a valorizzare
lo spazio della Galleria al primo piano di Palazzo Gambara in modo che attraverso sia lopera di un artista del
territorio, sia la frequentazione di un pubblico non solo per
necessit di servizio,si porr lattenzione su di un bene culturale importante, che funge, in questo caso da connettore
tra pubblico, proposte culturali e arte tradizionale.
Linstallazione infatti propone una sequenza di frammenti
esperenziali che si combinano nei colori delliride, fino ad
arrivare al monito simbolico del grande quadro barocco
posto al termine dello spazio...

Carlotta Bragadina,
Sindaco del Comune di Verolanuova (Bs)

Paolo Colosini,
Assessore alla Cultura del Comune di Verolanuova (Bs)

UN CAMMINO PRECARIO E FATALE


Alessandra Pelizzari va a caccia di immagini in cui possano rifugiarsi, con speranza, il cuore e limmaginazione di tutti: immagini vive nellinconscio collettivo, segni semplici ed emblematici, carichi
di significati fatali. Fiori e stelle, cuori, astri e spirali, reticoli, alfabeti e numerazioni annotati con
segno continuo, veloce, fantastico. Nel flusso torrenziale di messaggi che ci travolge, la sillabazione
di un linguaggio visivo e verbale che resista, pazientemente, modulando una tavolozza vivida, lirica e
palpitante, nella coralit di stereotipi che paiono rinnovare un alfabeto magico, ancestrale, nellincanto consolatorio di un imagerie popolare.
E da molti anni che questa artista cerca di fissare un marchio di espressivit psicologica in una figurazione sintetica, al nodo dellidentit delle pi recenti generazioni, cresciute nutrendosi dicone pop
e di stereotipi mediatici, cos da riuscire a coinvolgere lesistenza affidando avvenimenti elementari
(percezioni, umori, sentimenti, pensieri) a carte e cartoni da imballaggio verniciati con bombolette
spray o a sete dipinte con tecnica a batik. Ideogrammi, lacerti di pensieri e cose incontrate: diari spezzati, assurdi, illeggibili. Un bisogno lirico, soffocato, di liberazione psichica, di pittura come frantumata traccia di presenza vitale.
Alessandra Pelizzari nella lunga galleria del piano nobile di Palazzo Gambara a Verolanuova suggerisce con delicatezza il problema dei rapporti con la storia e la memoria del luogo, la sua valenza
scenografica e simbolica, la sua forza di seduzione e incantamento attraverso 220 formelle, ciascuna
50 x 50 cm, di cartone dimballaggio dipinto con pigmenti naturali e foglia argento, foglia oro, con
leggera resina isolante, a formare una passatoia, calpestabile, di 28 metri x 2.
Larte nel Cammino sulle stelle assunta sia come oggetto di percezione che di pensiero, come
un viaggio ininterrotto e sempre incompiuto verso il luogo dellopera. E infatti qui allude a tutta la
tradizione di arte, arredo e decorazione, con le formelle della passatoia riprese a muro come arazzi in
simultanee vibrazioni appassionate di rossi, gialli e blu fluidi ed espansi: la galleria si satura di pittura
forte e febbricitante, teatro lampeggiante di astri e saette, scie e dardi. Lopera che si spande nellambiente, nella vita, come una festa mobile, un cammino di liberazione fisica e spirituale.
Cammino? Infatti con la sua passatoia Alessandra Pelizzari suggerisce il percorso lungo una strada
come luogo di sedimentazione dei messaggi e dei segnali lasciati dalluomo, come luogo di logoramento, di accumulo e sovrapposizione di vita quotidiana. Nellallestimento, questa strada si traduce
nel riuso di cartoni dimballaggio (memoria di cose, di consumi e oggetti seriali) con le sovrapitture
che richiamano le stratificazioni di immagini multiple, nei simboli allusivi a culture persino arcaiche,
magiche. Si cammina sopra e in mezzo (i frammenti-arazzi alle pareti) ad una sorta di inventario
dellaffiorare e dello sparire delle immagini, dun enigma che non nel fondo oscuro delle cose, ma
dentro la stessa vita quotidiana.
Si genera una ritmica aperta continuamente a nuovi incontri e innesti di senso. La vita si d come rimescolamento continuo, talora precario, occasionale, di segni disparati: ciascuno pu rintracciarvi la
sua via dei canti, il suo rituale magico e segreto. E la grazia avventurosa, fanciullesca e insieme molto
seria di questa installazione proprio nella capacit di accompagnarci sulla soglia di ricettacoli di

affetti e di poesia, nella fascinazione perenne dei simboli e degli alfabeti, delle scritture e delle tracce,
dei colori come meteoriti: cos questo cammino tra segni semplici ed emblematici si rivela carico di
significati fatali.
Una simultaneit di presenze, sentimenti, fatti avvenuti, che avvengono ora, che non possono non
coinvolgere nel cammino dellagire pittorico che trasmutante da una formella allaltra - appunto un
cammino sulle stelle - perch larte si fa nomade, si disperde e frantuma nella vita, ma altrettanto nel
flusso delle immagini che per noi simula la vita, mosso da incantamenti e illusioni.
Fausto Lorenzi

CAMMINO SULLE STELLE


Le stelle diventano il referente dei pensieri e dei desideri e cammino su una via che le tiene sempre
presenti.
Linstallazione si presenta come una lunga passatoia in proporzione con lambiente ospite e offre un
percorso su moduli realizzati in cartone da imballaggio compilati con segni e tracce cromatiche sfumate nei passaggi di frequenza della luce bianca.
Lopera si propone come tappeto su cui procedere attraversando diverse sensazioni legate alla percezione dei colori .
Si cammina cos su molti simboli, espressioni, segni corrispondenti a stati mentali, emotivi, rituali.
Sono strati di segni semplificati che rappresentano le sovrapposizioni costanti di espressioni del mondo quotidiano.
Talvolta qualche modulo scompare, appaiono lacune lungo la sequenza, che si ricompongono a parete, fornendo un diverso punto di vista delle tappe del percorso superate.
Cammino sulle stelle perci un percorso sulla memoria, sulle emozioni, sul terreno dellesperienza
esistenziale.
...Sovrappongo le tracce i segni le macchie doro e dargento nella direzione in cui scorrono i colori
della luce, al di fuori dal buio, superate le zone dombra si riflette per trovare nuove combinazioni.
Levo dallintrico frammenti cambiando lordine in nuove associazioni, distaccate dal flusso e fuori
dalla direzione.
Rifletto, colore per colore, le linee, le forme, i segni in armonia con la luce.
Il tappeto (percorso) invita al movimento, le stelle si sorpassano come i desideri durante la crescita e
gli ideali nel processo di adattamento.
Le stelle sono in noi e nel firmamento, stando noi nel mezzo guidano il nostro cammino...
Alessandra Pelizzari

Particolari dallinstallazione Cammino sulle Stelle


(moduli cm 50x50)
Pigmento naturale e foglia oro e argento su cartone da imballaggio

BIOGRAFIA
Alessandra Pelizzari nata nel 1967, si diplomata presso il liceo scientifico A.Calini di Brescia, sezione sperimentale artistica, nel 1986, ha successivamente frequentato, fino al diploma conseguito nel 1990, lAccademia
di belle Arti BRERA di Milano.
Nellanno del suo diploma ottiene il primo premio per il concorso internazionale di pittura OLTRE IL MURO
bandito dalle accademie di Milano e di Berlino per ricordare lo storico evento.
Ha collaborato alla rivista Stile Arte dal 1996 al 1999.
Ha esposto a Milano, Brescia, Gargnano, Norimberga, S.Diego, New York, Parigi, Albissola Marina, Gazoldo
degli Ippoliti, Lugano, Nizza, Viana do Castelo, sia in mostre personali che collettive.
La sua ricerca pittorica, radicata nella contemporaneit, si esprime attraverso il prelievo/la reinvenzione di
segni che giungono dalla realt del mondo quotidiano; tali segni - parole formano la trama di un complesso
percorso espressionista, che media tra il graffito spontaneo, come manifestazione dellimmaginario collettivo,
e una riscrittura poetica del mondo, che ubbidisce ad una individuale emotivit.
Dal 2000 insegna decorazione presso la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia L.A.B.A, universit dellarte.
Dal 2007 insegna restauro del contemporaneo presso la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia L.A.B.A,
universit dellarte.
Ha coordinato e collaborato per iniziative legate alla didattica darte e conservazione beni culturali:
2001 ARTI APPLICATE E NUOVO ARTIGIANATO esposizionee tavola rotonda sul tema delle arti applicate
presso la Libera Accademia di Belle Arti di Brescia L.A.B.A.
2002 mostra arte contemporanea TERRA FERRO E FUOCO per esemplificare agli allievi dellAccademia
luso di materiali vari nella creazione artistica presso aula magna L.A.B.A. di Brescia
2002 GUARDARE IL SUONO SENTIRE IL COLORE 4 incontri tra linguaggio sonoro e visivo presso laula
magna dellAccademia di belle Arti L.A.B.A. di Brescia
MOSTRE PERSONALI
1993 IN SUPERFICIE/ACQUA E KEROSENE Palazzo del Comune Vecchio di Gargnano, Comune di
Gargnano (Bs)
1993 CODICI MIRATI galleria Massimo Minini Brescia
1994 CODICI AMOROSI galleria Braidense Milano
1994 CODICI RISORGENTI galleria LAura arte contemporanea Brescia
1995 UNO PER TUTTI TUTTI PER UNO galleria Do Able Production S.Diego U.S.A.
1996 VISIONI Libreria Einaudi Brescia
1997 DAI FIORI ALLE STELLE Spazio Olmocolmo Brescia
1997 TRA MURA E MARE galleria Bludiprussia Albissola Savona
1998 ICONE presso S.Bar Viana do Castelo Portogallo
2000 2000 ICONE spazio Mercedes Spot Verona
2001 CUORI MECCANICI spazio espositivo Le Trottoire Milano
2003 ICONE DI LUCE ass.cult.ABC Milano via Civerchio 5 Milano
2009 GRAFFITI DA CAMERA Villa Glisenti, Comune di Villa Carcina (Bs), Assessorato alla Cultura
2010 CARTONI PRATI CUORI FIORI MURI p.sso EFFE architettura urbanistica e d'interni Brescia
2010 TERRA MARE ARIA SOLE Comune di Forio Chiostro S.Francesco Napoli
2010 STRAPPI URBANI Circolo Culturale Bertold Brecht Via della Giovanola 11 Milano, Patrocinio del Comune di Milano
2011 CAMMINO SULLE STELLE Palazzo Gambara Verolanuova (Bs) Assessorato alle Attivit e Beni culturali,
Valorizzazione delle Identit, Culture e Lingue locali della Provincia di Brescia e Assessorato alla Cultura Comune di Verolanuova (Bs)
INTERVENTI ARTISTICO PROFESSIONALI
1994 Proiezioni per la METROPOLI NATURALE Parco Agostino Gallo Brescia
2001 Proiezioni per LA BOUTIQUE DEL MISTERO museo di belle arti Orlean, La Fabbrica del Vapore
Milano, auditorium S.Barnaba Brescia, La casa della musica Parigi (esposizione).
2002/ 2003 VISIONI ELETTRICHE installazione permanente presso i Consorzi Autoriparatori di Capriano del
Colle e Gavardo (Bs)
2003 Decorazione vetrate del Santuario della Madonna Delle Tre Valli, Monte Maniva S. Colombano (Bs)

Info: Alessandra@Pelizzari.org