Sei sulla pagina 1di 44

Educare alla sostenibilità

sociotecnica

Federico Monaco Ph.D.


Cosa insegnare ad una figlia o ad
un figlio che nasce oggi?
Tradizione o innovazione?
Problema 1: l'accelerazione della
Storia ed il rapporto con la
tecnologia
...negli ultimi 30 anni chi si aspettava:
• Caduta Muro di Berlino (1989)
• Unione Europea ed Euro (2002)
• Rivoluzione Informatica (dal 1990)
• Guerra nella ex Yugoslavia, Afghanistan ed
Iraq...il terrorismo internazionale...
• Elezione di un afroamericano alla presidenza
degli USA (2008)
• I progressi della medicina e altro..molto altro...
Problema 2
Deficit e confusione delle/tra le agenzie
educative per via dell'aumentata
complessità del mondo

esperienzainformazioneconoscenza

E' veramente possibile stabilire definitivamente


cosa debba insegnare la famiglia, cosa la scuola e
cosa la società, la TV, il mondo del lavoro,
Internet... e ciò che vada auto-appreso come
esperienza?
Quindi: cosa gli insegno?
• Insegnare i miei valori? Di oggi?..mmh
• Ciò che penso non gli venga insegnato a
scuola?
• Come posso prevedere come sarà il mondo
tra trent'anni e che valori e regole avrà?
• Come posso capire quali saranno le sue
esigenze in un mondo di mutate possibilità?
Questo il problema..
Ora facciamo alcune considerazioni (possono essere
giuste o sbagliate, ma costituiscono comunque un punto
di partenza) per affrontare tre differenti
argomenti:
• L'importanza di affrontare il problema dei 30
anni da oggi
• Mostrare quali sono le attuali possibili
alternative
• Cominciare a conoscere queste ipotetiche
alternative
La sostenibilità

« lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che 
soddisfa i bisogni del presente senza 
compromettere la possibilità delle generazioni 
future di soddisfare i propri bisogni »

dal Rapporto Brundtland (Our Common Future) rilasciato nel 1987 dalla
Commissione mondiale sull'ambiente e lo sviluppo (WCED)
Sostenibilità sociotecnica

L'insieme delle pratiche di con-vivenza tanto


sociale quanto tecnologica che permettano la
sopravvivenza congiunta della comunità e
dell'ambiente
Progetti per una Società-Mondo
Immanuel Kant Cosmopolitismo; Pace perpetua.

John Rawls Liberalismo politico; Posizione


originaria.

Hans Jonas Il principio responsabilità; Un'etica


per la civiltà tecnologica.
Ammettiamolo...
viviamo in un mondo sociotecnico in
cui coesistono:
Cultura Natura


Macchine/tecnica 
Istinto

Benessere 
Sopravvivenza

Innovazione 
Biologia

Conoscenza 
Sensi
Natura & cultura

Pensiamo al tabù dell'incesto, la religione, le


regole, l'igiene, il bello, il cibo, lo stare attorno al
fuoco, al canto..tutto è sociale e tecnico allo
stesso tempo se ci riflettiamo sopra..

Concependo il nostro vivere il/nel mondo con il


doppio riferimento di natura e cultura l'abbiamo
amplificato, problematizzato, complicato..
...abbiamo distinto il buon selvaggio - tecniche e
conoscenze elementari (riti e tradizioni)...
dal presunto dominio delle risorse, dal progresso, dall'
economia delle multinazionali e conoscenze
multidisciplinari, etc....
CONSUMARE PIU' ENERGIA

ciò ci ha permesso di fare tante


belle cose...
infatti...
Il 90 % del fabbisogno energetico globale
è coperto da energie non rinnovabili (...quindi esauribili)
..questa una lunga premessa sulla
situazione odierna...
Come possiamo capire cosa
accadrà tra trenta anni?

Immaginario collettivo

Previsioni degli
esperti

La lezione della Storia
e dell'evoluzione

Buon senso

Un pizzico di entropia
ed incertezza..
Scenari utopistici tratti
dall'immaginario collettivo
Critica al futuro modernista

Crisi petrolifera 1973

Crisi paradigma
progresso

Globalizzazione

Multiculturalismo

Ambientalismo

Forza delle tradizioni

Meticciaggio
Critica al futuro post-moderno

Ruolo e
responsabilità
dell'uomo

Bisogno di
sperare

Tecnologie ad
impatto 0

sostenibilità
Critica al mondo di Avatar

E' un mondo
immaginario

Nega la possibilità di
salvare la Terra

Rifiuto dell'Uomo
verso la Terra e
l'umanità

Gli angeli non
esistono

Impossibile il ritorno
ad uno stato di natura
Critica all'arrivo dell'Apocalisse

Meglio vivere che
morire

La vita è
sopravvissuta ai big
five (5 estinzioni di
massa sul pianeta)

Se non ci ha pensato
la Guerra Fredda..

Non ci sono evidenze
per fare previsioni
Piuttosto… bisogna rimanere con i
piedi per ..Terra..
Le previsioni degli esperti e la retorica dei movimenti d'opinione
...dove trovarle - alcuni esempi:

• http://www2.goldmansachs.com/
• http://www.imf.org/external/pubs/ft/weo/2006/02/data/index.aspx
• http://www.worldometers.info/population/
• http://www.un.org/esa/population/publications/sixbillion/sixbilpart1.pdf
• http://www.rand.org/
• http://www.thefuturewatch.com/
• http://www.worldchanging.com/
• http://www.youtube.com/
Peter von Stackelberg
Timeline dei principali eventi e tendenze di carattere
politico-sociale-tecnologico-economico (1750-2100)
9 miliardi dopo il 2040
Il picco di Hubert (ma sarà così?)
Consideriamo che...
Distribuzione del PIL mondiale nel 2040
La lezione della Storia e
dell'evoluzione

Si fa quel che si può...


...quindi cosa succederà?
Quali stili di vita conviene iniziare a considerare?
Non allarmiamoci, ma... prepariamoci ed
armiamoci di pazienza e buon senso...
Si può iniziare ad educare la prossima
generazione.
I lavori del futuro (Bachman, 2010)

B ac hm an, Me gan Qu ic k 201 0 “Le ading the w ay to a lo w ene rgy future” in En ergy Bulle tin -
Eco w atc h Journal, 11 febbraio http://www.e nerg ybulletin.n et/51 528
Tecnologia o non tecnologia?
Questo è il dilemma
Tecnologia 1 Tecnologia 2

Glocalizzata 
Locale

Inquinante 
Pulita

superflua 
necessaria
Superamento della clausola esperto/non esperto:
“Gli esperti siamo noi
...poiché solo noi possiamo sapere se la pecora può brucare
in piena sicurezza...”

Gli allevatori del Cumbria


criticano le strutture
istituzionali britanniche
della tecnoscienza
(i cosiddetti esperti)

Wynne, B. 1996 “May the Sheep Safely Graze? A Reflexive View of the Expert-Lay Knowledge Divide” in Risk, environment 


and modernity : towards a new ecology / edited by Scott Lash, Bronislaw Szerszynski and Brian Wynne, SAGE, 
London.
Satyagraha
Un po' di autocritica...

• Pratiche di sganciamento dal petrolio e suoi derivati (sono venuto


qui con la macchina..)
• Alimentare la vita sociale e gli scambi diretti (poco tempo..)
• Scegliere tecnologia 2 (non sempre è possibile)
• Scartare tecnologia 1 (troppo comoda..)
• Cambiare stile di vita (vorrei, ma..)
• Vivere a basso consumo (??? siamo veramente disposti???)
4 parole chiave da cui partire
per una revisione sociotecnica
• Comunità
• Località
• Localitàrete
(network localities)
• Conoscenza
Adottare decisioni per stili di vita che tengano conto
dell'impatto dell'attività umana sull'ambiente

“le nostre armi e tecniche a portata globale si


ripercuotono sulla totalità del mondo, le cui
ferite, da esse inflittegli, si ripercuotono di
rimando sull'insieme degli uomini. La
politica ha ormai per oggetti queste tre
totalità connesse” (Serres, 1990, p.59)
Serres, M. 1990 Le contrat naturel, Flammarion, Paris (trad.it. 1991 Il contratto
naturale, Feltrinelli, Milano).
http://socio-tecno-sostenibile.blogspot.com/

GRAZIE