Sei sulla pagina 1di 12

l’altrartena

le eeR
Id
vo eg
ga ..

st al
re tre.

re o
lo

...
ee s
Id e vo
l

Comincia l’era Petrichella


Fondatore Associazione Culturale l’Altrartena Direttore Editoriale Vittorio Aimati

laltrartena@libero.it Anno 8 - Numero 73 omaggio a soci e sostenitori sabato 17 Aprile 2010

PERIODICO D’INFORMAZIONE. DIREZIONE - REDAZIONE C/O SEDE SOCIALE DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE L’ALTRARTENA - 00031 ARTENA (ROMA) - 335 5259014 - 389 679194206 - 06 9514270 (fax). PUBBLICATO DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE L’ALTRARTENA CODICE
FISCALE N. 95022320584 - ISCRIZIONE AL TRIBUNALE DI VELLETRI N. 1 DEL 11 FEBBRAIO 2004 - COPYRIGHT 2003 - 2004 - 2005 - 2006 - 2007 - 2008 - 2009 - 2010 - COPIA OMAGGIO CEDUTA SENZA ALCUN CORRISPETTIVO AD ASSOCIAZIATI E SIMPATIZZANTI DE L’ALTRARTENA

Deve essere
il Sindaco
della gente
Fatta la Giunta Comunale, ci si aspettano cinque anni di duro ma
VITTORIO AIMATI
C’è una lettera all’interno di questo
proficuo lavoro. Il progetto del Sindaco coinvolgerà tutti i cittadini
giornale su un ufficio comunale che
merita una maggiore attenzione e che saranno chiamati a collaborare. Intanto registriamo un aggior-
namento alla storia amministrativa della nostra città: le preferen-
qualche riflessione in più. Da qual-
che anno a questa parte siamo stati
abituati a vedere la casa comunale
quasi inaccessibile ai cittadini. Orari
ferrei di apertura degli uffici comuna- ze di Manolo Bucci
li. Uffici stessi con dirigenti e respon-
sabili che nemmeno rispondevano al

Ecco la Giunta
telefono in orario di non apertura.
Addirittura il citofono di fianco al por-
tone della – sottolineo – casa comu-
nale. In questo senso, insomma, le
amministrazioni passate non hanno
affatto brillato, ponendo l’istituzione
a una distanza siderale dai cittadini.
Il rapporto, abituale e di collabora-
zione, fra comune e opinione pubbli-
ca è saltato, eppure i sindaci, gli
assessori e gran parte dei vecchi
consiglieri comunali erano e sono
persone che sanno stare in mezzo
alla gente. Una volta all’interno del
“palazzo”, però, diventavano quasi
intoccabili e inavvicinabili (è chiaro
che estremizziamo generalizzando).
Insopportabile, però, non era tanto
la scelta degli amministratori di
“restringere” il loro rapporto con i cit-

Vito Perugini è il vice sindaco con delega al bilancio, Augusto Angelini asses-
tadini (una scelta – tra le tante - che
sarebbe stata al vaglio del voto);
insopportabile è stata la chiusura
quasi ermetica di certi uffici, una sore ai servizi sociali Giuseppe Costantini assessore alle attività produttive;
chiusura fisica molte volte anche Alberto Riccitelli assessore alla cultura, Manolo Bucci assessore ai lavori pub-
blici; il professore Marcello Bruni, esterno, assessore all’urbanistica. Il presi-
mortificante per i cittadini.
Dalla elezione di Petrichella l’andazzo
è totalmente cambiato.
Adesso il portone del comune è spa- dente del Consiglio Comunale sarà Paolo Mattozzi

ANALISI DEL VOTO ANALISI DEL VOTO


lancato a doppia anta: tutte le porte
degli uffici sono aperte al pubblico
(avranno certamente come è giusto
che sia orari di ricevimento, ma cer-
tamente non così fiscali) e il sindaco,

Trionfano il Sindaco e Manolo Bucci, E’ stata la campagna elettorale più dis-


almeno per il momento oltre a lavo-
rare per l’amministrazione fa un con-

benissimo Massimiliano Petrichella pendiosa di sempre, e i politici sono


tinuo ascolto dell’opinione pubblica.
Insomma, il comune è tornato nuo-

Sergio Di Cori e Daniele Trulli rimasti senza piazza!


vamente ad essere la casa dei citta-
dini: il futuro comincia anche da un
ritorno al passato.
pag 3 Germani pag 2

AGENZIA ARTENA Via I Maggio, 88 - 06 9516482 - 392 9058264

AGENZIA VALMONTONE Via Casilina, 185 - tel. 069590420 - 320 6594434

articoli da regalo - elettrodomestici - tv - hi fi

SHOW-ROOM
Via G. di Vittorio, 78/82 tel. 06 95190254
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
2
AMMINISTRAZIONE E POLITICA www.comune.artena.rm.it
www.artenaonline.com

E ora attendiamo con ansia l’Artena Futura


Sì, va’ be’,… ma Lancillotto? Dopo i festeggiamenti da parte dei fans e degli elet-
tori, Mario Petrichella, il nuovo Sindaco, si trova di fronte a problemi e proble-
matiche della città che le precedenti amministrazioni non sono riuscite, o non
hanno voluto, affrontare e risolvere. Però...però c’è qualcosa che non torna nei
mento in città del vecchio lo hanno rifiutato, o quasi. Hanno votato per un’
“Artena Futura”, per un’Artena come Lei ci ha promesso e ora noi cittadini l’at-
tendiamo con ansia, con speranza e, perché no, con certezza, all’opera. Le voci
che sono corse in questi giorni sono alla fine scivolate via su di noi, sulla scorza
24,5 %
conti. Sì, perché i cittadini hanno votato per una “ARTENA FUTURA” e non per dura degli artenesi.
una “Artena vecchia, passata, ingessata”. No, caro Sindaco! Ci aveva promesso Perché ci sentiamo non solo degni e meritevoli ma anche pronti a un profondo
“Un’idea nuova per una storia nuova. Un gruppo nuovo per un futuro nuovo”!. E cambio di marcia. Sarà lento, non importa, ma cambiamento dovrà essere. E tutti
il terreno era ed è fertile dove seminare con nuovi seminatori e far crescere pro- noi nutriamo una piena, profonda fiducia sulle Sue indiscusse capacità, come la
getti nuovi per la nostra città: Comunità e Cultura, Lavoro e Servizi, Territorio e sua attività manageriale da imprenditore ha dimostrato fino a oggi. Anche se il
Ambiente, Innovazione e Sviluppo. Badi bene, questi progetti sono stati i Suoi governo di una città è ben diverso che l’amministrazione di una propria azienda.
cavalli di battaglia durante la campagna elettorale, non i miei. E in molti di essi, Ci vorrà anche, perciò, una grande capacità politica per fare e fare bene in città.
anzi in tutti, mi ci specchio anch’io. Per Lei questo sarà poca cosa, lo so. I citta- Troppe volte la passata amministrazione ha perso il treno, non ha approfittato di
dini, con i loro voti quindi, hanno chiesto una scossa, hanno chiesto volti nuovi, opportunità che avrebbero consentito al territorio una svolta positiva. La Città e

33 %
freschi, anche sconosciuti ma preparati, capaci comunque di portare avanti dis- i suoi cittadini lo meriterebbero, eccome! Tutti gli artenesi, perché Lei sarà il
corsi nuovi, progetti nuovi e nuove soluzioni per essi. I vecchi consiglieri, i vec- Sindaco di tutti, Le augurano buon lavoro.
chi assessori sono stati sì rieletti, ma hanno quasi tutti dimezzato i voti ottenuti Ce ne sarà molto da fare se vorrà veramente un’ “Artena futura” al passo con i
nelle precedenti consultazioni. E questo vuol dire molto! Vuol dire tutto. Vuol dire tempi e rinnovata. Ancora buon lavoro, Sindaco
che i Suoi concittadini vogliono cambiare, hanno sete di cambiamento. Il radica- Vittorio Begliuti

Politici senza piazza


Amministrative
IL VOTO
PER ARTENA
VITTORIO
Riflessioni sulla campagna elettorale FIORENTINI
voti 2162
MARTINA GERMANI

3,5 %
E' fatta, penserete. Abbiamo un CRESCERE INSIEME
nuovo sindaco e una nuova giun-
ta: siamo ansiosi di vederli lavo-
ERMINIO LATINI
rare nella direzione che hanno voti 3156
urlato per tre mesi, e per la quale
ci hanno convinto. Ma io voglio
portarvi indietro, voglio riportarvi
IMPEGNO CIVICO
ARMANDO CONTI
dentro la campagna elettorale.
Attraversiamola, discutiamo i
metodi con i quali è stata portata
avanti dai candidati (e dalle loro voti 347
liste, certo, avevano anche delle E’ mancato il senso della misura. E’
stata la campagna elettorale più ARTENA FUTURA
liste dietro).
Come ci hanno trattato? Hanno

dispendiosa in termini di oneri MARIO PETRICHELLA


rispettato la nostra intelligenza?

39 %
Hanno accolto le nostre propo-
ste? Hanno prestato attenzione
finanziari, che la nostra città abbia voti 3637
mai conosciuto
alle problematiche della nostra
città? Hanno scelto squadre
degne e pronte per intraprendere
un lungo e tortuoso viaggio nel
futuro di Artena? Sono scesi in ti, ma anche nei doveri dei citta- promesso, perché è rivoluziona- vano esser passati lì per caso;
piazza? Bene, ora trattiamo un dini: come mai, invece, non ci rio, se lo è. Lo si sceglie perché spesso si tornava indietro nel
punto per volta, ma va fatta una siamo posti il problema? tende a non curarsi dei particola- tempo, ma la memoria ha una
premessa. Probabilmente chi mi Possiamo dire di aver rispettato rismi proprio per una sua costitu- funzione e un senso ben precisi:
legge su Artena Online sa che ho pienamente il nostro (nostro in zione naturale. Luigi non sarà serve a fermare la storia, a sco-
cercato in tutti i modi di denun- quanto opinione pubblica) ruolo bravo, a prescindere, perché gio- prirla, a spogliarla. Serve a capi-
ciare un'aria soffocante. Ognuno di controllori? Arriviamo alla scel- vane. Sarà bravo e preparato in re gli errori (e ce ne sono stati di
di noi, direttamente o indirette- ta dei componenti delle liste. uno specifico campo perché errori) degli uomini. C'è poco da
mente, ha avvertito su di sé il Quali criteri sono stati utilizzati? magari si è laureato lo scorso lodarsi. oi, un altro elemento è
peso delle più o meno manifeste Come hanno scelto le persone anno; Maria non è brava in quan- mancato: è mancato il senso
prepotenze che ha dovuto sop- che poi ci hanno chiesto il voto? to giovane, ma perché conosce della misura. E' stata la campa-
portare. Dalle mie riflessioni è Chi sono? Li avete ascoltati? certe situazioni e può prestare la gna elettorale più dispendiosa, in
nato l'articolo “Libere scelte?”, Dove, dove erano? Vi hanno con- sua esperienza. Avete udito paro- termini di oneri finanziari, che la
che vi invito a cercare sul nostro vinto? E perché? Siete sicuri che le confortanti da parte dei candi- nostra città abbia mai conosciu- Online abbiamo imparato quanto to nei loro club privati? Ma che
blog. La prima questione, come vi possano rappresentare? Ho dati? Probabilmente. Ma a noi to. A quasi un mese dal 28 questo possa essere pericoloso). modi sono?
avrete intuito, è: i cittadini arte- visto tanti ragazzi, alcuni appena non serve il conforto, serve la marzo mi rivolgo ai responsabili: Ai candidati si comunicavano le Si va in piazza, e si prendono
nesi hanno votato nella piena ventenni. Ma l'essere giovane in competenza rispetto a tanti temi, è servito spendere cifre strato- domande alle quali avrebbero applausi spassionati o fischi.
libertà? Hanno potuto scegliere sé non è un valore. Mi spiego: che sono stati anche affrontati sferiche? Avete ottenuto quello dovuto rispondere: si arrivava Si va in piazza, e si mostrano volti
liberamente? Rispondete. non si sceglie un giovane perché nei differenti incontri ai quali i che volevate? Che idea avete così ad un incontro a-critico. La e progetti.
Abbiamo potuto votare secondo è giovane. Quali giovani sono quattro sono stati invitati. La della politica? Io dovrei votarvi se possibilità di fare domande era Guardate che la politica è una
coscienza? Parliamo della pre- stati scelti? Perché? Per la loro competenza non c'è stata sem- fate venire un cantante noto? Vi molto spesso davvero ridotta: cosa seria, ed ha a che fare col
senza degli imprenditori nelle formazione? Si sceglie un giova- pre, e non è stata dimostrata da manca la categoria causa-effetto. mancava il tempo. Ma noi voleva- pubblico (possibilmente non
liste. Mi chiedo, nessuno ha pen- ne perché è capace, se lo è; si tutti i candidati. Spesso ho visto Concludo svelando l'ultimo gran- mo confronti, non monologhi. pagante né pagato, altrimenti
sato ad un probabile conflitto sceglie un giovane perché è fre- atteggiamenti fuori luogo, tenta- de assente della campagna elet- La voce dei componenti delle che gusto c'è? Cosa restituisce il
d'interessi? A mio parere, nella sco, se lo è; si sceglie un giovane tivi di dissimulare, di spostare il torale: la piazza. Ci sono stati liste è stata impercettibile. Non senso della realtà?).
mente di tutti noi doveva accen- perché ha studiato, perché è discorso in un senso o in un confronti pubblici pilotati e senza l'ho trovato corretto. Non aveva- La piazza è il luogo della politica.
dersi una spia. Io credo nei dirit- serio, se lo è; perché non è com- altro; spesso i candidati sembra- contraddittorio (noi di Artena no nulla da dire? O hanno parla- Quella vera.

l’altrartena
FONDATORE ASS.CULT. L’ALTRARTENA
Pubblicato dall’Associazione Culturale L’AltrArtena Codice Fiscale n°
COMITATO REDAZIONALE 95022320584 - - StampaTipografia CRS di Cecconi Roberto, viale I°
maggio - Artena. Il contenuto degli articoli, dei servizi, le foto ed i loghi
Silvano Tummolo direttore responsabile nonchè quello voluto da chi vi compare rispecchia esclusivamente il
pensiero degli artefici e non vincola mai in nessun modo il giornale
Vittorio Aimati direttore editoriale L’AltrArtena, la Direzione, la Redazione, la Proprietà, l’Associazione
redazione Cesare Talone, Guido Vitelli, Culturale L’AltrArtena, che si riservano il pieno ed esclusivo diritto di
di Latini Rina Augusta Vincenza Latini, Alberto Talone pubblicazione, modifica e stampa a propria insindacabile discrezione
senza alcun preavviso, nè autorizzazioni. Articoli, foto ed altro materia-
iconografia Giulio Vitelli, Marco Mattozzi, le, anche non pubblicato, non si restituiscono, La collaborazione a qual-

PELLETTERIA - BIGIOTTERIA
archivio l’Atrartena siasi livello e sotto qualsiasi forma è solamente gratuita e riservata ai
grafica e impaginazione Vittorio Aimati soci e simpatizzanti del sodalizio rientrando nelle norme statuite

INTIMO PER UOMO,


dall’Associazione Culturale L’AltrArtena che non persegue fini di lucro.
Tutti i collaboratori e i sostenitori sono considerati per libera scelta ed
automaticamente soci ed il loro contributo è volontario per l’afferma-
ASSOCIAZIONE CULTURALE

DONNA, BAMBINO, NEONATO


zione dei valori culturali e sociali, insiti nelle finalità associative. In nes-
L’ALTRARTENA sun caso esiste un rapporto di tipo lavorativo e/o subordinato diretto o
Consiglio Direttivo indiretto a qualsiasi livello e con chiunque. Le inserzioni sono riservate
ai soli associati e simpatizzanti ed hanno carattere divulgativo - promo-
Presidente Vittorio Aimati zionale nel loro stesso ambito. Ogni inserzione da automaticamente

CORTESIA E CONVENIENZA
Vice Presidente Alberto Riccitelli diritto alla qualifica di socio dell’Associazione Culturale L’AltrArtena. E’
Consiglieri Guido Vitelli, Vincenza Latini, vietata ogni tipo di riproduzione di testi, foto, disegni, marchi etc..
Copia omaggio ceduta senza alcun corrispettivo ad associati e simpa-
Arianna Mucchetto, Dario Prosperi tizzanti. Esente iva e bolla di accompagno ai sensi della legge.

Questo numero dfi l’Atrartena stato


piazza Galileo Galilei, 9 - 00031 Artena - tel. 333 8053116 Iscrizione al Tribunale di Velletri
n. 1 del 11 febbraio 2004
Copyright 2003 - 2004 - 2005 - 2006 - 2007 - 2008 - 2009 - 2010
chiuso in tipografia il 15 febbraio 2010
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
AMMINISTRAZIONE E POLITICA 3

Trionfa Mario Petrichella, ma non la vecchia amministrazione


Analisi del voto

L’imprenditore è capace di vincere con i suoi. Degli otto ex amministratori sette sono riconfermati ma tutti perdono
voti, il solo Americo Di Cori aumenta i consensi. Manolo Bucci arriva a quasi 700 preferenze, è il record storico
VITTORIO AIMATI
di più in quella di Latini. Un dato bio questa sua presunta afferma-
è sintomatico su questa lista: cin- zione e aveva messo in dubbio la
Il voto amministrativo dello scor- veridicità dei dati, anche perché
que anni fa l’ultimo dei consiglie-
so 28 marzo rappresenta per la voti alla mano la lista che soste-
re prese 49 voti; quest’anno l’ul-
nostra città un momento epoca- neva Fiorentini non appariva
timo è arrivato a solo 4 preferen-
le. Nessuno dei sindaci fino ad grande portatrice di voti e si
ze.
oggi era stato eletto senza avere doveva affidare proprio al solo
Vittorio Fiorentini, dicono gli
alle spalle una esperienza partiti- candidato a Sindaco, capace, lui
esperti, aveva il polso della situa-
ca o di indirizzo politico ben spe- si, di attirare ben oltre le mille
zione e lo monitorava ogni gior-
cificato, anche Maria Luisa preferenze. Non c’erano, insom-
no, tanto da entusiasmare la pla-
Pecorari, che non veniva da un ma, le premesse per la vittoria.
tea che lo andava a sentire nella
solito schieramento politico Armando Conti e la sua lista sono
sua tensostruttura, ed entusia-
(anche se le sue idee si conosce- stati deludenti. Non hanno supe-
smarsi lui stesso. “I dati – ha
vano bene) in casa sua aveva rato la soglia di 350 voti, ne
detto più volte – ci danno vincen-
respirato sempre aria politico- acquisito quel seggio tanto ago-
ti”. Allora due sono le cose, o
amministrativa perché il padre è gnato. Anche in questo caso il
vanno presi a calci i sondagisti; o
stato per lungo tempo vice sinda- problema di Conti è stata la lista,
quei dati venivano letti in manie-
co e uno dei massimi responsabi- composta, per lo più, da figure,
ra del tutto personale. All’interno
li del PCI locale. Mario qualitativamente valide, ma con
La lista Artena Futura che ha vinto le elezioni di Artena del gruppo Fiorentini, però, c’era
Petrichella, invece, non ha avuto poco appeal verso i cittadini.
chi aveva sempre messo in dub-
nemmeno questa esperienza per
così dire famigliare, e quindi la corso politico. Analizzando il pensa che cinque anni fa gli stes- attuale. Il massimo lo aveva rag-

Ecco la nuova squadra


sua vittoria, per quanto ci riguar- voto, però, si nota una netta si otto, acquisirono un bottino di giunto Vittorio Fiorentini cinque
da, ha una valenza ben più spaccatura, che concretamente 1579 voti per una media di 226 anni fa con 468 voti.
ampia a quelle che hanno avuto non esiste, ma che si evidenzia voti di preferenza ciascuno. E’ Erminio Latini ha riconfermato i

che governerà nei


sindaci del recente ma anche del andando a guardare le preferen- una spaccatura voluta dai cittadi- suoi 3000 voti. Anche cinque
lontano passato, sostenuti sem- ze. Parte della vecchia ammini- ni che hanno votato il nuovo anni fa la sua lista con candidato
pre da un discorso politico ben strazione in lista con Petrichella, della lista di Petrichella, metten- Valeri raggiunse 2981 voti. Da

prossimi cinque anni


chiaro alle spalle. Petrichella ha ha di pochissimo superato i mille dosi alle spalle il “vecchio”. E venti anni Erminio Latini ha que-
costruito una lista civica dove voti (1033). Otto candidati: Velli meno male che Angelini, Mattozzi sto risultato nelle sue corde,
molte erano le anime rappresen- (vice sindaco), Riccitelli (assesso- e Di Cori hanno retto più di altri. anche questo è un successo. Non
tate: Mattozzi e Perugini del PDL, re alla cultura), Talone (assesso- Le novità della lista hanno porta- è bastato, però, per la vittoria. La
Angelini, Riccitelli, Velli, Talone, re ai servizi sociali), Angelini to, invece, ben 1431 voti, in differenza la fanno certi candida-
Di Cori A., Costantini di una sini- (presidente del consiglio e dele- appena quattro candidati (Bucci, ti che nelle amministrative passa- Al momento in cui scriviamo, il consiglio comunale, il
stra che ormai Artena non ha più, gato al personale), Di Cori A. Petrichella M., Di Cori S., Trulli): te presero molte più preferenze primo dell’era Petrichella, si è appena concluso. Non
e tanti altri candidati non conno- (assessore in comunità monta- una media di 357 voti ciascuno. di quest’anno. E’ anche vero che facciamo in tempo, quindi, a darvi l’ufficialità della
tati politicamente. na), Diana (candidata era la Manolo Bucci è stato in assoluto la lista di Latini riproponeva figu- nuova squadra di governo artenese che reggerà le
In questa situazione a trionfare è figlia), Mattozzi (delegato alla il vincitore di questa tornata elet- re che da oltre quindici anni “baz- sorti della città nei prossimi cinque anni. Dati e nomi
stato proprio Petrichella e il grup- P.M.) e Perugini (delegato alla torale con le sue 671 preferenze. zicano” gli scranni del comune e che vi proponiamo sono quindi ufficiosi, anche se
po che lui ha fortemente voluto comunicazione) hanno raccolto Mai nessuno fra i consiglieri, se i cittadini hanno inteso pro- escono dall’interno della nuova maggioranza stessa e
in squadra che, poi, è molto vici- una media di 129 preferenze cia- aveva avuto tanti consensi da muovere il nuovo nella lista di per questo appaiono molto attendibili.
no a lui anche al di fuori del dis- scuno, una vera miseria se si quando si vota con il sistema Petrichella; lo hanno fatto ancor In giunta, al sindaco Mario Petrichella, si affiancherà
il vice sindaco, l’avvocato Vito Perugini a cui sarà
assegnato anche l’assessorato al bilancio. Perugini,

Spesso gli scranni restano vuoti. Controlliamo gli assenteisti


viene da un paio di anni di fervido lavoro a contatto
Consiglio Comunale

E adesso maggioranza e opposizione dovete


con l’amministrazione uscente, in cui ha ricoperto
l’incarico di delegato alla comunicazione e si è occu-
pato in maniera propositiva di allestire alcune tra gli
avvenimenti più importanti di questi ultimi anni.

collaborare per il bene della nostra città


Augusto Angelini, consigliere uscente delegato al per-
sonale e presidente del consiglio comunale, ma anche
assessore nei primi anni della giunta Pecorari, sarà il
nuovo assessore ai Servizi Sociali. Alberto Riccitelli,
dopo i cinque anni alla cultura sarà confermato a que-
sto assessorato. La novità sarà quella di Manolo
componenti il nuovo consiglio deserti. A questo aggiungasi che Bucci, dall’alto delle sue 670 poreferenze a Bucci è
Il 29 marzo 2010, al termine a loro volta per onorare il proprio
comunale. Tra i vincenti saranno alcuni di questi consiglieri, ma stato assegnato uno degli assessorati più importanti
delle elezioni comunali, abbiamo mandato di rappresentanza
scelti, salvo eccezioni gli asses- l’osservazione vale anche per i quello dei Lavori Pubblici. A Giuseppe Costantini, che
conosciuto, per ogni lista, i nomi dovrebbero fare attenta opera di
sori della giunta per la gestione vincitori, anche quando sono torna tra gli scranni comunali dopo ben quindici anni,
dei candidati che avrebbero fatto controllo sulla correttezza del-
del potere. Gli altri sette compo- stati presenti non erano a cono- viene affidato tutto ciò che concerne le attività pro-
parte del nuovo consiglio comu- l’operato della maggioranza e
nenti il consiglio comunale sono scenza degli argomenti all’ordi- duttive. Esterno, invece, l’assessore all’urbanistica, si
nale di Artena. In poche parole, anche proposte di interesse
stati eletti, in proporzione ai voti ne del giorno. La situazione è tratta del professore Bruni, a cui sarà affidata la non
abbiamo saputo chi ci avrebbe generale ma, nel passato non di
ottenuti, fra le altre liste concor- ancora più grave per quanto con- facile gestione di un nuovo strumento urbanistico.
rappresentato per i prossimi cin- rado è accaduto che la loro pre-
renti. Chiaramente i componenti cerne la presenza alle riunioni Paolo Mattozzi, sarà il presidente del Consiglio
que anni. La lista Artena futura senza, con il passare del tempo
della maggioranza si impegne- delle commissioni. Sembra che Comunale; mentre riconfermato alla carica assessori-
che ha avuto i maggiori consensi si sia fatta sempre più rara e le
ranno per realizzare al meglio per queste persone, in casi parti- le in comunità montana Americo Di Cori. Teniamo a
è stata premiata con l’elezione a assenze sempre più frequenti. In
il programma proposto agli elet- colari, il regolamento preveda precisare che Di Cori è l’unico fra i vecchi ammini-
sindaco del suo capolista Mario più di una occasione i banchi del-
tori. I consiglieri dell’opposizione, dei provvedimenti. Perché non stratori ad aver aumentato la sua quota preferenza;
Petrichella e con tredici dei 20 l’opposizione sono rimasti semi-

Over PC
applicarlo? Chiaramente questo mentre sia Paolo Mattozzi che Augusto Angelini
disinteresse del consigliere non è hanno mantenuto bene l’emorragia di voti.
confacente al suo ruolo pubblico. Degli assessori uscenti, si paventano le dimissioni di
Certo l’opposizione non è dele- Giuseppe Velli, che qualcuno indica come presidente
gata a prendere decisioni, ma del consiglio della nuova farmacia comunale, ma è un
deve difendere comunque gli dato da verificare con attenzione (al suo posto in con-
interessi di chi gli ha dato la fidu- siglio comunale dovrebbe sedersi Umberto
cia, con la partecipazione attiva Ciavaldini); mentre non trova posto nel governo della

Hardware Software e proprie proposte durante le città Dino Talone che nella passata gestione aveva
discussioni. Quando non acca- ricoperto l’incarico (a quello che si dice anche molto

Vendita e Assistenza
de,si viene meno al mandato bene) di assessore ai servizi sociali.
ricevuto. Gli elettori, al momento
della successiva competizione
elettorale dovrebbero ricordarse-
Realizzazione reti LAN lo e non riconfermargli la delega,
Realizzazone pagine WEB per fargli capire di non aver delle quali sono membri, sia alle chi hanno scelto a rappresentarli,
Realizzazione programmi su misura apprezzato il modo con il quale sedute del consiglio comunale? che gli consentirebbe di confer-
sono stati rappresentati. Però, Perché le direttive del ministro margli o negargli razionalmente
Telefonia. Sony, Multimedia. Vi d e o g i o g h i . Hardware. Overclocking. visto che tanti cittadini non par- Brunetta sulla pubblicazione della una nuova fiducia. La lista vin-
Tutto il necessa- Console, hand- Tutto il neces- I prodotti per tecipano quasi mai alle sedute presenza sul luogo di lavoro dei cente “Artena futura”, anche con
E r i c s s o n ,
del consiglio comunale e pertan- dipendenti pubblici anche comu- queste iniziative semplici, dareb-
rio per trasforma- held, accessori e sario per chi ha chi mangia
Motorola e tante
to sono all’oscuro del fenome- nali, non vengono estese volon- be un segno di discontinuità
altre marche! re il Pc in un cen- altro per veri il cacciavite in pane e pasta
no, non sarebbe il caso di rende- tariamente a quella dei rappre- reale rispetto al passato. Siamo
tro multimediale gamer mano siliconica re periodicamente pubblica, tra- sentanti nostrani? Ne trarrebbe- certi che il sindaco Mario
mite la stampa o siti internet ro vantaggio la trasparenza poli- Petrichella saprà trovare il modo
locali, la presenza o assenza dei tica di cui si parla tanto e i citta- per farlo.
Via A. Fleming, 95 - Tel. e Fax 06 9514368 - 00031 ARTENA (ROMA)
vari consiglieri, sia alle convoca- dini elettori che si farebbero,
e-mail: info@over-pc.com - www.over-pc.com zioni delle varie commissioni pro-futuro, una idea migliore di Cesare Talone
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
4
INTERVENTI, LETTERE, OSSERVAZIONI

DITE LA VOSTRA, Storia di un contado (2): Il viandante


CHE DICO LA MIA ...Nel feudo dove si sarebbero tenute libe-
re elezioni arrivò un cavaliere di passaggio
il quale rimase ammirato e meravigliato
che si scambiano i compaesani anche se
magari fino ad ieri sono stati amici, o sono
parenti e per il fatto di pensarla diversa-
dell'intera penisola è normale quindi tro-
vare le giuste intese per essere in accordo
anche se si appartiene al popolo dei liberi
Continuiamo nel secondo numero del 2010 la rubrica per i nostri let- dalla bella cittadina alle porte di Roma e mente gli uni dagli altri" o a quello dei democratici."
tori: "Dite la vostra, chè dico la mia". La rubrica è a Vostra disposizio- dopo qualche giorno di sosta chiese ad un Mentre il viandante ascoltava perplesso il Il cavaliere viandante allora ringraziò il
ne e in essa possono trovare posto le Vostre lettere di segnalazione contadino di passaggio: contadino continuò: contadino e si rimise in viaggio lasciando-
delle cose che non vanno nella nostra città (tante?), ma anche di quel- "Buon uomo, in tutta la mia vita non ho "Si figuri che nella nostra penisola ci sono si alle spalle quel ridente quanto vivace
mai visto un paese così vivace e colorato, due grossi schieramenti politici, il popolo paese alle porte di Roma, portandosi però
le che vanno bene (poche?). Proporremo dei temi, delle riflessioni e,
ci sono sempre feste, le osterie sono sem- libero ed il popolo democratico. Qui nel un dubbio, quello che il contadino gli
nei limiti di tempo e di spazio, chi di dovere risponderà ( ce lo augu- pre piene, noto un certo ordine per le stra- nostro paesino esponenti dell'uno e del- aveva raccontato non lo convinse comple-
riamo!). I nostri amministratori, e questo lo sappiamo con certezza, de insomma complimenti per il vostro pae- l'altro schieramento sono invece uniti ed tamente, e dentro di se pensò:
leggono il nostro l'altrartena e quindi traggano profitto dalle segnala- sino" appartenenti ad una lista piuttosto che ad "Se persone di grandi schieramenti oppo-
zioni e dai suggerimenti! Il contadino allora gli rispose: un'altra tra quelle che ci governerà" sti si sono uniti per fare bene in un piccolo
IL PROTOCOLLO bre dell’anno passato, mi soffer- "Grazie signor viandante per i complimen- Il Viandante allora ancora più perplesso feudo e quindi hanno trovato le giuste
mai un poco sulla situazione ti, infatti il nostro paese li merita tutti però chiese al contadino: cause comuni, come hanno potuto poi ridi-
DELLA
politica (è una parola un po’ quello che lei vede in questi giorni sono gli "Come è possibile tutto questo? Come si vidersi in liste diverse aventi tutte lo stes-
DISCORDIA grossa, non è vero?) all’interno
sforzi che alcuni nostri stimati concittadini può essere idealmente uniti in un piccolo so scopo; il bene del loro feudo....forse c’è
Egregio Direttore della casa del PD. Ed ebbi seve-
stanno affrontando per accattivarsi le sim- feudo e divisi per un grande regno? qualche oscuro motivo?..".
patie dei popolani in quanto candidati alla Allora il contadino con fare sicuro aggiun- Con questi pensieri il cavaliere si ripromi-
Le scrivo e spero di essere letta re critiche perché mi permisi di guida del nostro feudo. se: se di ripassare da queste parti per vedere
anche dal nuovo sindaco di esprimere delle idee (le mie sì Quello che però lei non può vedere sono i "Egregio cavaliere è logico che gli interes- il seguito della storia.
Artena, a cui, però, ho inviato erano idee) e dei giudizi ( i miei veleni, i dispetti, i voltafaccia e le offese si del nostro feudo sono diversi da quelli Emilio Latini
questa comunicazione al proto- sì erano giudizi imparziali) sul
collo. Ecco, proprio del protocol- PD. Apriti cielo!. Mi ero permes-
lo del comune di Artena volevo so di criticare il partito, e questo
parlarvi. Non voglio entrare nel non lo dovevo fare, “non essen-
merito del lavoro dell’ufficio pro- do l’esegeta delle vicissitudini e
tocollo, che sarà sicuramente della vita del partito democrati- INTITOLATE NUOVE denti e grandi pionieri’. Ha poi affacciate ai finestroni, durante le A Pasqua di quest’an-
effettuato nel miglior modo pos- co”. Certo che no, non lo ero e ribadito che il Giudice deve esse- processioni o le feste; non le no io e la mia famiglia abbiamo
sibile da elementi qualificati e non lo sono. Ma fin da allora mi
PIAZZE DI ARTENA re indipendente ed essere sog- vedremo più passeggiare nei viali avuto il piacere di riabbracciare
bravi. Voglio, però, lamentarmi era balzato all’occhio come del getto solo alla Legge. Ed ha con- dell’asilo; non le sentiremo più Bergtòra e la sua famiglia che
di due fatti specifici: l’ubicazione partito fosse rimasto ben poco ( Rita Cerasani cluso: ‘L’Italia sta smarrendo la parlare in chiesa o nei saloni. dalle Isole Faroe sono venuti ad
dell’ufficio e gli orari di ricevi- fra l’altro ne era perfettamente sua anima. Bisogna impedire che Però sentiremo nel Artena ospiti della Famiglia
mento del materiale da conse- convinto anche Chiamparino – la barra non abbia direzione, che nostro intimo il loro ricordo, il Giannini la quale aveva già ospi-
gnare al comune. che “esegeta” certo è - che si Prima di congedarsi, la vecchia i migliori lascino, altrimenti i topi tanto bene profuso per moltepli- tato la ragazza nell’anno prece-
In entrambi i casi spero che il esprimeva “voterei scheda bian- Amministrazione di Artena ha si impadroniscono della nave. ci generazioni, le opere portento- dente con il programma annuale
neo sindaco metta riparo a quel- ca”!). Speravo che il Congresso voluto, nella figura dell’ex Oggi ad Artena si è realizzato un se realizzate, che forse non si di AFS, proprio come avevamo
lo a cui non ha mai messo mano ottobrino chiarisse le idee, ne Sindaco Maria Luisa Pecorari inti- sogno che avevo da 32 anni, inti- vedono più ma che sono note a fatto noi ed altre famiglie artene-
il vecchio sindaco. Anche l’ubica- desse delle nuove e desse in tolare piazze e sale ad illustri cit- tolando una piazza a Tartaglione, tutti. si negli anni precedenti.
zione degli uffici e gli orari di mano al nuovo segretario il tadini ed a magistrati che hanno il mio maestro, un vero signore.’ Il nostro paese si Validi e duraturi pro-
ricevimento possono allontanare volante in grado di permettergli versato il loro sangue nell’adem- La cerimonia ed il convegno si impoverisce spiritualmente e getti perché queste amicizie così
le persone dalle istituzioni, que- di guidare il partito a nuovi suc- piere il proprio dovere. Sabato 13 sono conclusi con targhe offerte umanamente, nel corso degli lontane e così forti rimangono, gli
sto mi è sembrato l’esercizio più cessi. Dopo la debacle di marzo sono state intitolate, pres- dall’Amministrazione agli illustri anni Artena ha visto scomparire incontri si ripetono e questo non
riuscito dalla vecchia ammini- Veltroni ( fu mandato a casa con so il campo sportivo, alla presen- relatori ed alle famiglie di Aloisi e tanto: i missionari del Sacro può che far bene.
strazione. il 33% di voti) e di Franceschini za del Vescovo Mons. Apicella, Prosperi. Cuore, le suore Alcantarine a Provate ad immaginare
Ma torniamo al punto. Il proto- alle europee, si aggiunge ora la due piazze ai magistrati Rosario Santa Croce, le suore di Santa di interloquire con persone delle
collo è ubicato all’interno del disfatta alle regionali del buon Livatino e Girolamo Tartaglione. Giovanna Antida al Convento, i Isole Faroe, o di altri paesi, con
palazzo comunale in via Bersani ( perse ben quattro Di seguito è stata scoperta la fratinisempre al convento dei costumi, usanze e dialetti per noi
Municipio, nella sede centrale, regioni, e che regioni!). Mbè, targa di intitolazione della nuova “PEZZI” DI ARTENA frati francescani. incomprensibili, come per loro i
che in realtà sembra ormai una non è cambiato nulla, anzi, peg- sala consiliare all’interno dell’ex nostri, eppure tra gesti, mezze
succursale, per quanto è spoglia gio di così si sarebbe potuto Granaio Borghese in Via
CHE SE NE VANNO Artena era conosciuta come il parole in italiano e un po’ di
e dimessa. Per arrivarci è neces- fare? Finalmente ora, raschiato Alessandro Fleming, al magistra- paese di vocazioni sacerdotali e inglese, anche maccheronico, ci
sario arrivare in piazza, parcheg- quasi il fondo del barile, qualco- to Ugo Aloisi e quella accanto a Alberto Talone religiose, oggi siamo ultimi anche si capisce abbastanza perché il
giare (forse) la macchina sa …si muove, qualcosa…di Vincenzo Prosperi, enologo di in questo , la speranza però non resto lo fa l’amicizia e la gratitu-
rischiando anche qualche con- nuovo pare che avvenga all’in- fama mondiale. A seguire un Ormai è ufficiale, le suore Figlie muore, abbiamo due nostri dine.
travvenzione, farsi un centinaio terno del PD. A grandi falcate incontro su un tema di scottante della carità di San Vincenzo De ragazzi che sono entrati nell’ordi- Io personalmente sono
di metri a piedi in salita e depo- sta avanzando alla conquista attualità: ‘Autonomia ed impar- Paoli lasciano il palazzo e l’asilo ne dei frati minori francescani, ed collegato tramite vari strumenti
sitare la posta, se, però, l’ufficio della segreteria Veltroni. Forse al zialità del Giudice’. Di grande S.Marco, dopo 125 anni. abbiamo ancora sette sacerdoti informatici con molti di questi
è aperto visto che l’ultima volta grido di “come perdere meglio e spessore gli interventi del Prof. Un pezzo di storia del artenesi. ragazzi e ragazze e posso garan-
che sono andata l’orario di rice- di più”. Abbandonato per sem- Antonio Punzi, Ord. Della Luiss nostro paese, un grande pezzo di Le suore resteranno tire che è sempre bello dare o
vimento era fino alle ore 12.00 pre il suo sogno africano, si è su ‘Responsabilità del Giurista storia, se ne va e non ritorna mai per sempre nel nostro ricordo, ricevere notizie, scambiarsi foto
(sigh). svegliato e ha proposto di fon- nell’epoca dell’incertezza’ e del più, le suore istituzione artenese ringraziandole per il bene che ed informazioni tra amici lontani.
A Mario Petrichella, che spero dare…una fondazione ( ne senti- Dott. Claudio De Angelis, erano identità del nostro popolo. hanno seminato ad Artena, per-
sia una persona lungimirante, vamo forte il bisogno dopo Procuratore della Repubblica, sul La crisi delle vocazioni, l’onere ché la loro opera porti ancora per Aldilà però delle considerazioni di
chiedo che venga spostato l’uffi- “Italianieuropei”, “Red” e altre tema ‘Imparzialità del P.M. nel gravoso per la manutenzione, tanti anni frutti abbondanti e tipo morale ed emotivo, credo
cio protocollo nella parte bassa decine di fondazioni similari processo minorile’, presentati da sono state le vere cause della copiosi. che il lavoro di AFS e del Centro
del paese, per consentire un sparse qua e là per il paese gra- Vittorio Aimati e moderati dal vendita del palazzo come già è Locale di Artena sono un fiore
maggiore accesso agli utenti zie alla sagacia politica degli Dott. Gianfranco Ciani, Avvocato avvenuto per la casa di all’occhiello per la nostra cittadi-
dell’ufficio, che per la sua fisio- onorevoli tizio, caio, sempronio generale della Corte Suprema di Valmontone e di altre nella pro- na ed approfitto della presente
nomia è forse quello più visitato e altri). E molti all’interno del PD Cassazione. Il Prof. Avv. Antonino vincia di Roma.
AFS ARTENA per invitare la nuova
dai cittadini. E che a questo cor- hanno subito sentito un forte Battiati, Docente di Diritto Penale Il nostro animo èmolto NUOVE EMOZIONI Amministrazione Comunale a
risponda anche un orario di rice- puzzo di bruciaticcio. Un’altra all’Università La Sapienza di triste perché esse hanno vissuto proseguire nella collaborazione e
vimento più fruibile per tutti.La corrente all’interno? Ne mancas- Roma ha elogiato, accomunan- le gioie e i dolori degli artenesi, di incrementare la visibilità di
Emilio Talone
ringrazio per l’ospitalità. sero di spifferi!. Comunque ci doli in un unico destino: Ugo esse hanno contribuito alla cre- questo gruppo di volontari che
anna.f@tiscali.it sono tre anni di tempo per rad- Aloisi, Rosario Livatino (il Giudice scita materiale e spirituale di con il loro lavoro gratuito ed
drizzare il timone del partito, ma ragazzino freddato nel 1990) e Artena, perché esse erano consi- Era da qualche tempo che non si appassionato ci regalano questi
IDEE E PROGRAMMI ci vorrebbe anche un ottimo Girolamo Tartaglione .‘Un filo leggeva o scriveva su bei momenti e queste amicizie
derate artenesi e forse di più.
CI SONO? comandante. E nuovo!.E io, rosso unisce questi quattro magi- Oggi guardando quel AFS/Intercultura, ma quando si sparse nel mondo, distribuendo
In tempi non sospetti, mi pare a modestamente, non lo vedo. strati (ricordando anche suo palazzo viene una tristezza infini- realizzano validi progetti questi inoltre l’immagine di un paese
giugno, luglio, settembre e otto- Vittorio Begliuti padre) – ha detto - ‘erano cre- ta, non vedremo più le suore diventano anche duraturi. bello ed ospitale come Artena.

DONNA DEL 2000 KAOS


di Ciavaldini Pietrino abbigliamento uomo donna bambino
COIFFEUR - PROFUMERIA - ESTETICA
Artena - Valmontone - Palestrina
- Artena, Via A. Fleming, n. 49 - tel. 06 9514151
- Artena, Via C.S.Borghese, n. 19
00031 ARTENA (Rm) - Via A. Fleming, 16 - Valmontone, Via Casilina, n 81 - tel. 06 9590719
tel. 06 9514109 VIA E. FERMI TEL. 06 9514345 - 00031 ARTENA - Palestrina, Viale Pio XII, n. 67

PANINOTECA
TABACCHI - SALA SKY - BAR FORNO EXPRESS
GIORGIO
GELATERIA di Barone A. e Talone M.G. s.n.c.
PRODUZIONE PROPRIA
PANE E DOLCI CASERECCI
CAZZOTTI
C.da Valli CIABATTE E PIZZA
2° traversa, 9
Artena ARTENA - Via Fleming, 44 - Tel 06 9515238
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
VIVERE IL PAESE 5

L’Italia si è fermata al 1500?


Corsi e ricorsi La storia che si ripete, malinconicamente uguale
Baldassarre
Castiglione,
in un ritrat-
to di
Raffaello.
La coperti-
na de Il
L’anno successivo al sacco di Roma va articolando quando l’Italia cade sotto il dominio straniero e, senza Cortigiano
esce a Venezia il libro del cortigiano ricevere impulsi dall’Europa, subisce i contraccolpi che la Riforma lute-
del mantovano Baldassarre Castiglione rana sta provocando nella Chiesa di Roma.
(1478-1529) che, pur essendo un libro Il degrado della politica italiana viene individuato con acutezza.
di teoria politica, è una efficace rap- “Dei molti errori ch’oggidi veggiano in molti dei nostri principi-scrive
presentazione della curvatura che Castiglione - i maggiori sono la ignoranza e la persuasion di se stessi;
vanno assumendo in Italia le riflessio- e la radice di questi due mali non è altro che la bugìa”.
ni sulla vita pubblica. L’autore era un Manca ai principi “chi dica loro il vero e ricordi il bene”; i nemici, infat-
uomo politico importante: fu ambasciatore del duca di Urbino a Roma ti, “han piacere che vivano scelleratamente né mai si correggano” e
e poi nunzio apostolico di Clemente VII in Spagna. Il libro, che ebbe tuttavia non osano calunniarli pubblicamente per timor d’essere casti-
larga diffusione in Europa, è una raffinata meditazione in forma di dia- gati. Quanto agli amici “pochi sono che abbiano libero adito ad ess” e
logo sui caratteri che deve avere l’uomo di corte. Esso tratteggia una “quei pochi diventano adulatori e parlano ed oprano sempre a com-
sorta di codice delle convenienze e delle tecniche deduttive da usare piacenza e per lo più fannosi la strada con le bugie”.
sia per adattarsi e accreditarsi negli ambienti ove si costruisce la poli- Ed ecco il quadro conclusivo delle corti italiane a metà del XVI secolo:
tica, sia per ottenere la benevolenza del principe in modo che il corti- “i signori oltre al non intendere mai il vero di cosa alcuna, inebriati da
giano “possa dirgli e sempre gli dica la verità d’ogni cosa che ad esso quella licenziosa libertà che porta seco il dominio e dalla abundanzia Priva di un serio corpo nazionale di riferimento la politica italiana
convenga sapere, senza timor o pericolo di dispiacergli”. Castiglione della delizie, sommersi nei piaceri, tanto s’ingannano e tanto hanno l’a- degradava nella irresponsabilità, nella presunzione individualista, nella
sbozza cosi il quadro della grammatica politica cinquecentesca come si nimo corrotto, veggendosi sempre obbediti e quasi adorati con tanta rozzezza, nella volgarità e anche nel crimine. In un simile clima la cul-
riverenza e laude, senza mai non tura si allontanava dalla politica e questa imbarbariva nelle più basse
che riprensione ma pur contradi- tecniche del potere puro modellandosi sui mediocri orizzonti di dinastie
zione, che da questa ignoranza corrotte e di avventurieri senza idee.
Il caso

Lettera di una figlia


passano ad una estrema persua- Chi oggi può pensare che questo pensiero, di un Grande Uomo del XVI
sion di se stessi, talmente che poi secolo, non sia attuale?

mai nata, inviata


non ammettano consiglio né Chi potrebbe negare che oggi siamo ritornati indietro di cinquecento
parer d’altri; e perché credono anni?
che il saper regnare sia facilissi- Chi può negare che oggi, la Nostra Amata Patria, sta attraversando un

alla mamma e al
ma cosa e per conseguirla non periodo pieno di incognite, senza prevederne gli sbocchi?
bisogni altr’arte o disciplina che La grande speranza di trovare anche noi il nostro eroico Achille.

papà
la sol forza, voltan l’animo e tutti C’era un Achille fra i nostri candidati?Di sicuro di persone oneste, con
i suoi pensieri a mantener quella l’animo dell’eroe c’e’ ne sono, eccome. Persone che pur non avendo un
potenza che hanno, estimando florido portafoglio, trovano il coraggio morale di rinunciare a delle allet-
che la vera felicità sia il poter ciò tante e suggestive proposte. Ecco, noi dobbiamo avere il coraggio, non
che si vuole”. Castiglione assomi- appena si trovano questi Uomini, di dirgli: posso avere l’onore di strin-
Cara mamma, (ti chiamo mamma anche se un sen- vita. Una legge che consente – e ha consentito a te, glia i principi italiani ai pupazzi gerti la mano?.
timento intimo me lo potrebbe non consentire ), mamma – di abortire, di cancellarmi dalla vostra vita esposti a carnevale che di “fori Meravigliosa Italia, Grandi Uomini (Cavour, Mazzini, Garibaldi,
oggi alle ore 11.00 mi hai negato di venire alla luce, così come si cancella da un foglio di carta uno sca- mostrano similitudine di grandi Cattaneo) hanno fatto il Risorgimento.
di godere delle bellezze di questo mondo, ma anche rabocchio con una gomma. Nonostante papà sia òmini e cavalli triunfanti e dentro ll nostro pensiero ritorna a loro. Risorgeremo.
di rifiutare tutte le nefandezze di questo mondo – stato determinante nel mio concepimento. Ma lui erano pieni di stoppa e di strazzi”. Gianni Calò
che, comunque, è stato, è e sarà sempre tuo e di non ha alcun diritto, per voi viventi. Avreste potuto

Nuove prospettive nella lotta contro il cancro


papà -. Si, di papà, che si è battuto perché potessi chiamarmi “bella di mamma, tesoro di papà”.
ammirare in tutto il suo splendore il suo volto, i suoi Eppure io sono stata il frutto del vostro amore,
grandi occhi sorridenti, il suo cuore gonfio di gioia ancorché bello e passionale!. Io avrei preso tutto da
nel vedermi nascere, crescere, diventare adulta. Di voi, da te mamma e da te papà, i vostri cromosomi, In prima linea il Comune di Colleferro, unitamente pi dei tumori epatici con una terapia altamente selettiva ed
papà, che avrebbe fatto, anche da solo, sacrifici le vostre caratteristiche fisiche, i vostri caratteri. all’UNITRE (L’Università delle Tre Età), nel divulgare quali innovativa, agendo all’interno delle arterie epatiche median-
immani per avermi vicino a sé, palpitante come lo Sarei stata la vostra vita oltre la vostra stessa vita. prospettive terapeutiche si stiano attualmente sperimentan- te una puntura -con particelle di ittrio- nella coscia. Dal
può essere solo un papà che ama fino al sacrificio Io sarei stata, ma non lo sarò mai più. Ciao mamma, do in Italia e nel mondo per sconfiggere il tumore. Il 12 2005 già 300 casi sono stati curati in questo modo con
più grande il frutto del suo grande amore per te, ciao papà. E a te, papà, un grosso bacio, come te ne marzo scorso, la Sala Consiliare del Palazzo Comunale ha buoni risultati. Il Dr. Torti, infine, si è soffermato sulla
mamma. E ti chiamo ancora mamma, perché mi hai avrei potuti dare a migliaia se fossi nata, come tu accolto tanti illustri Professori che hanno illustrato le varie ‘Adroterapia’: un’ottima strategia terapeutica per combatte-
terapie in atto con le loro equipe, per far conoscere ad un re le neoplasie. Utilizza fasci di particelle subnucleari gene-
portato viva in grembo per molto tempo, anche se avresti voluto. Tanto, ci rivedremo, e questo mi con-
pubblico attento le tecnologie grazie alle quali si può ‘colpi- rate in un sincrotrone e costituite da ioni di carbonio, idro-
mi hai vietato di essere da te coccolata, baciata, sola. Ciao!. re’ il cancro in modo altamente selettivo. Sono intervenuti geno e neutroni. I fasci vengono indirizzati con precisione
protetta, confortata, guidata lungo la strada della Ho voluto proporre, in queste righe, una mia inter- la D.ssa Cinzia Sandroni, Assessore ai Servizi Sociali e millimetrica solo contro il tessuto malato, risparmiando così
vita. Difficile, senz’altro, ma bella, affascinante e pretazione della lettera che una bimba, mai nata a Formazione di Colleferro che si è fatta portavoce dei saluti quello sano circostante. L’Adroterapia è priva di effetti col-
meritevole di essere vissuta. causa di una legge sull’aborto che nega i diritti dell’Amministrazione, il Dr. Ulderico Gagliarducci, Presidente laterali ed è in grado di garantire la guarigione dei tumori
Ora io, dall’al di là, - perché io sono nell’aldilà in all’uomo, avrebbe potuto scrivere alla mamma e al UNITRE-Colleferro che ha introdotto l’argomento, il Dr. considerati difficili o per localizzazione o per caratteristiche
quanto morta come essere vivente - rivolgo un papà che, comunque, l’avevano concepita con il Roberto Cianni, Primario di Radiologia Interventistica pres- istologiche. Una grande speranza queste terapie che affian-
so l’Ospedale Santa Maria Goretti di Latina, il Dr. Giuseppe cano quelle collaudate da tanti anni: quella chirurgica,
accorato appello – e tu, papà, sai quanto sia forte il loro amore. Torti, Fisico, Docente UNITRE- Colleferro, responsabile oncologica e radioterapica.
mio – al mondo, alla legge che ha consentito a te, Vittorio BEGLIUTI Divulgazione Osservatorio Astronomico di Gorga. Il partico- Rita Cerasani
mamma, di rifiutarmi. Si, rifiutarmi e negarmi alla lare il Dr. Cianni ha informato di come la sua équipe si occu-

CHI SI
CONI 1972.
Foto di gruppo
RICONOSCE?

Bar
ECCO LE NOSTRE SUPER OFFERTE
Kit calcio comprensivo di: Borsa, Tuta di Rappresentanza,
Tuta di Allenamento, Completo calcio, Giaccone a vento,
Centrale
K-Way, Cappello - Tutto della marca LEGEA a euro 99,90
R RI T R O VO
TUTTE LE MAGLIE DELLE MIGLIORI SQUADRE DEL MONDO IL MIGLIO ENESI
a partire da euro 35,00
E R G L I ART
P
Gelateria con
PUNTO SNAI - SCOMMESSE SU TUTTI GLI SPORT produzione propria

Totocalcio - Tris - Totogol - il 9 - Slot Machines Via Giuseppe di Vittorio - Artena


l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
6
VIVERE IL PAESE

Le attese Dopo la campagna elettorale e le elezioni La storia Era la sera del 10 aprile del 1850

Attendiamo una svolta vera Pio IX si ferma a far visita alla


per il nostro Centro Storico nostra città di ritorno da Gaeta
Abbiamo il nuovo sindaco, e con degli artenesi, far si che gli stes- bisogna scommettere, in vista I francesi, rotta la tregua, il 3 giu- sera del 10 aprile 1850. Una lapide giornata piovosa, si degnò di annui-
esso una nuova vita amministra- si cittadini ritornino ad abitare il dell’apertura del parco gioghi di gno attaccarono Roma che, non- nella chiesa ne ricorda la visita, così re ai desideri della popolazione,
tiva. borgo, bisogna cercare di agevo- Valmontone, Artena rischia di ostante la strenua difesa, cadde il descritta dal commentatore Barluzzi espressigli dal Principe Borghese, di
Durante questa campagna elet- giorno 30. Il giorno dopo il nel "Giornale di Roma" del 22 apri- onorare quel luogo della Sua
lare, rendere vivibile il borgo con essere il paese di passaggio di
torale tutti i candidati hanno Triumvirato ordinò la cessazione del le: "Montefortino terra di più di Augusta presenza. Quindi Sua
incentivi che permettano di invo- milioni di macchine e basta, se
fuoco e il 3 luglio 1849 i francesi quattromila anime, della Legazione Santità, preceduta dai Religiosi
avuto propositi, idee e si sono gliare chi vuole , ristrutturate una perdiamo questo treno restere-
entrarono in città, era la fine della di Velletri, antico feudo della fami- Riformati (francescani) e dal
impegnati per il rilancio del casa, chi vorrebbe aprire un mo per sempre fermi. Repubblica. Lo stesso giorno a glia Borghese, annovera il 10 aprile Capitolo, sotto il baldacchino porta-
nostro borgo medievale. negozio, creare spazi di socializ- Nuovi amministratori, facciamo to dalle primarie persone del paese,
Velletri entrò un contingente spa- 1850 fra i giorni più fausti. Doveva
Ora che abbiamo il nuovo sinda- zazione, requisire se necessario un sussulto di orgoglio, affrettia- gnolo comandato dal generale transitarvi il Papa di ritorno da entrò nella chiesa del Santo Rosario
co e la nuova amministrazione, abitazioni o locali disabitati da moci, il tempo scorre inesorabil- Fernandez De Cordoba, accompa- Gaeta. Quel popolo, che a Lui era decorosamente parata, e con scelti
queste idee, questi propositi, molti anni o fatiscenti, ridare un mente , confrontiamoci tutti: cit- gnato da Mons. Giuseppe Berardi, sempre rimasto fedele e devoto nel canti ricevè la benedizione del
questo impegno, dovranno esse- ‘anima al nostro borgo significa tadini ed istituzioni, questa volta quale Commissario pontifìcio straor- cuore, e che silenzioso e triste ha Venerabile (Santissimo); quindi
re onorate, il nuovo sindaco nella farlo amare prima da chi ci abita, non possiamo fallire i posteri ci dinario di Marittima e Campagna. passato i mesi del terrore, ora con asceso in trono si degnò ammettere
sua campagna elettorale, si è poi farlo conoscere agli artenesi, giudicheranno. Guarnigioni spagnole vennero dislo- piena libertà ha manifestato i suoi al bacio del piede il Clero, la
particolarmente dimostrato inte- un esempio: molti ragazzi che Il centro storico è il cuore di cate in molti paesi della provincia. sentimenti. Il Principe Marcantonio Municipalità ed altri. Finalmente tra
ressato, alla rinascita in tutti i Artena, questo cuore soffre, ma Anche Montefortino ne ospitò una Borghese che a sue spese aveva gli immensi e sincerissimi applausi
abitano nelle contrade non sono
sensi del centro storico, espo- che gravò nel bilancio comunale per fatto adornare l'esterno della piazza della popolazione, passando sotto
mai saliti su al paese, se prima siamo certi che non si fermerà
la somma di 473,92 scudi. con archi di trionfo e distribuire ele- un arco di trionfo con dedica appo-
nendo le sue idee, quali: fruibili- non lo conosciamo noi come perché la volontà degli artenesi
Ristabilito l'ordine nello Stato mosine alle famiglie che più abbiso- sitamente eretto nella via, montò
tà, viabilità, commercio, albergo possiamo farlo con gli altri? è forte è tenace è tosta come lo
Pontifìcio, nel 1850 Pio IX ritornò a gnavano di soccorsi, andò incontro nuovamente in carrozza per prose-
diffuso, e ridare un’anima al tes- Il centro storico è un tesoro, è stata nei secoli passati. guire il viaggio a Velletri. Il Santo
Roma. Montefortino ebbe l'onore di al Santo Padre avendo con sé il
suto sociale del borgo antico. come ebbe a dire l’allora sindaco Alberto Talone riceverlo nella chiesa del Rosario la Principe Don Camìllo Aldobrandini. Padre non solo manifestò gradimen-
Come sempre denunciato dalle di Valmontone Miele, oggi consi- Si fecero incontro pure Mons. to di quelle cordiali manifestazioni,
pagine di questo giornale, il cen- gliere regionale, “voi avete l’oro Domenico Bruni, Mons, Luigi Ricci, ma sempre benefico consegnò
tro storico non ha bisogno di ma non sapete come farlo frut- IL PROSSIMO NUMERO DEL NOSTRO GIORNA- Vescovo di Segni, il clero secolare e all'Arciprete una somma a vantag-
opere faraoniche o di progetti tare” disse, parole che ancora LE SARA’ IN EDICOLA E NEI PUNTI DI DISTRI- regolare, le Maestre Pie Venerini, la gio dei poveri". Il 12 aprile il Papa
della portata di centinaia di milio- oggi sono di attualità. Commissione Municipale col rientrò a Roma, accolto dall'entusia-
ni di euro, serve invece una poli-
BUZIONE SOLITA A PARTIRE DA SABATO 17 Presidente Silvesrro Tommasi.Il smo del popolo.
Il paese, assieme al piano della
tica di riavvicinamento da parte civita, sono l’unica risorsa su cui MAGGIO GIORNO DELLA MADONNA DI ARTENA Santo Padre, benché fosse sera e la Giuseppe Bucci

sito internet: www.ciacitto.it e.mail: infotiscali@ciacitto.it

Ciacitto
Al Ristorante Ciacitto puoi trovare qualità e competenza; massima attenzione ad
ogni esigenza del cliente. Straordinaria cura dei particolari. Servizio puntuale e
collaborativo

Dal 2008 il
Sale per Ristorante Ciacitto
ricevimenti, cerimonie, è nella guida del
banchetti, conferenze prestigioso Gambero
e riunioni Rosso e dal 2009 ne
Cucina tipica locale.
Vasta scelta di vini l’Agenda dei migliori
Ristorante d’Italia
00031 ARTENA (Rm) - Via Pozzo Nuovo, 15. Tel 06 9517492 - fax 06 9514518
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
VIVERE IL PAESE www.unitre.net
www.palazzoesposizioni.it
7

Archeologia Le nostre origini Il personaggio Un grande architetto ad Artena L’università


delle Tre Età
La storia della città La principali opere architettoniche in missione
sita a Piana Civita della nostra città sono del Vasanzio a Roma
La frequentazione umana sul piano nello spazio interno è messa in Rospigliosi Pallavicini che guarda Ad Artena la nuova iniziativa cultura-
della civita di Artena ha origine opera un'infrastruttura ortogonale il Quirinale. Al suo nome è legata le dell’UNITRE ha suscitato un gran-
antichissima. Anche se l'unica con il classico schema delle colonie anche la facciata della basilica de interesse, se è vero come è vero
testimonianza trovata sul luogo medio-repubblicane romane inse- romana, sull’Appia antica, di S. che oltre cinquanta cittadini si sono
risale all'età eneolitica (5000-3000 diate sui pianori montagnosi Sebastiano il cui primo nucleo iscritti per partecipare a questa novi-
a.C. circa). Si tratta di una piccola dell'Italia centrale. risale ai tempi dell’imperatore tà culturale, iniziata nel mese di feb-
ascia in pietra vulcanica recuperata Ma questa seconda fase è molto braio. Come promesso, l’Unitre si è
Costantino e che è una delle 7
casualmente durante gli scavi dal breve rispetto alle premesse inizia- recata…in missione a Roma.
chiese da visitare dai pellegrini
prof. Lambrechts. Sulla base dei li e la nuova città visse pochissimo, Nell’ambito del corso di Storia dell’ar-
in occasione del Giubileo. Tale te, una trentina di “universitari” delle
dati raccolti durante gli scavi poco più di un secolo, e il progetto
facciata è costituita, nella parte sedi di Colleferro, Segni e Artena,
archeologici si possono distinguere di questa nuova edificazione non
inferiore, da un portico a tre archi accompagnati dal Presidente Prof.
tre importanti fasi di occupazione venne mai portato a termine. Già
sorretto da colonne in granito Gagliarducci, dal Vicepresidente Dott.
distinte e successive che coincido- nel corso del II secolo a.C. nell'ul-
no ognuna con una tappa storica tima fase repubblicana, la città si con sopra con sopra tre grandi Torti, dal Direttore dei corsi dott.
del sito. era spopolata e si può pensare che finestre separate da paraste(pic- Bianchi, hanno visitato le Catacombe
La prima fase corrisponde all'in- era già deserta all'inizio del I seco- coli pilastri sporgenti). Da non di Priscilla. La visita è stata precedu-
stallazione di un impianto preurba- lo a.C. dimenticare, anche per la vici- ta il da una lezione propedeutica
no che si data tra la seconda metà Questo suo declino è da ricercare nanza al nostro paese la stupen- svolta nella sede di Artena dal nostro
del IV secolo e la prima metà del forse nel generale spopolamento da facciata di villa Mondragone concittadino Vittorio Begliuti, esperto
III secolo a.c. ma dal punto di vista delle fortificazioni costruite sui nei pressi di Frascati realizzata e studioso della materia, che ha poi
cronologico, si deve far presente monti intorno a Roma, in quei insieme a Martino Longhi. in loco fatto un rapido excursus sulle
Gran parte dell’architettuta e Vasanzio. Alla sua venuta a
che questa non corrisponde alla secoli quando si preferirà lasciare L’elenco delle sue opere sarebbe origini e sulla storia dei cimiteri cri-
dell’arredo urbano del 1600 Roma era già noto come raffi- stiani, dell’origine dell’arte paleocri-
più antica occupazione del posto. l'impervia posizione montana per Artenese è legata al nome dell’ nato ebanista, per le cesellature ancora lungo. Per brevità di spa-
Infatti, in tutti gli scavi, tra i resti le più comode e fertili pianure del stiana e dell’epigrafia cimiteriale. Al
architetto Jan van Santen nato sul legno curate nei minimi par- zio mi limito ad evidenziare la
territorio, dove si diffusero nume- termine della emozionante visita, che
delle costruzioni, sono stati trovati nel 1550 a Utrecht in Olanda che, ticolari ma anche come architetto realizzazione di varie fontane per molti è stata la scoperta di un
molti frammenti di bucchero che ci rose fattorie e ville rustiche. tra le quali spiccano la fontana
una volta venuto a Roma intor- tanto che, in breve tempo, si mondo particolare, non solo un’e-
riportano più in alto nel tempo. Nell'epoca Imperiale, intorno al I della galera,nei giardini Vaticani,
no al 1600, italianizzò il suo mise talmente in evidenza per le sperienza religiosa utile a far com-
Questi cocci, benché raccolti in secolo d.C. anche sul grande ter- da cui l’occhio trae grande piace-
nome in Giovanni Vasanzio. A lui sue realizzazioni che alla morte prendere meglio l’arte, la cultura e la
terre di riporto e mai in un conte- razzamento della civita venne re per la scenografia di zampilli
sto stratigrafica che consentisse di costruita una villa rustica. Inizia si devono gran parte dei pro- dell’architetto ufficiale pontifico spiritualità della prima civiltà cristia-
getti e delle opere di ammoder- Flaminio Ponzio nativo di Viggiù, e gettiti d’acqua che escono dai na, la giornata è proseguita con la
associarli ad una fase di costruzio- così una terza fase edilizia,che si
namento voluti dal card. Scipione avvenuta nel 1613, fu nominato, suoi cannoni posti sopra una visita della Città dei Ragazzi in via
ne, sono delle testimonianze certe potrae fino al III-IV secolo d.C.
Borghese neo- proprietario del- da Papa Paolo V, suo successore. vera e propria nave dei sogni della Pisana. Il complesso, fondato
di una frequentazione umana della Della villa è stata scavata la parte
l’epoca del feudo di Montefortino, Le sue opere, realizzate per lo curata nei minimi particolari e la da Mons. Carrol Abbing nel 1953, ha
zona già dal VII-VI secolo a.C.( rustica situata intorno ad un'atrio
quali l’ampliamento e la unifica- più a Roma e a sud del suo hin- grande fontana dell’acqua Paola tuttora lo scopo di accogliere adole-
forse in occupazioni temporanee o tetrastilio,e sotto l'atrio una grande
realizzata nell’anno ottavo(1613) scenti di ogni età e nazionalità, di
per la transumanza). cisterna rivestita in opus signinum zione in un unico corpo dei palaz- terland, gli hanno dato una cele-
del pontificato di Paolo V curarne la crescita, l’educazione e la
La prima fase che si può qualifica- è stata rinvenuta l'area del fran- zi Colonna e Massimo (il cosid- brità tale da farlo ritenere uno
Borghese in collaborazione di formazione professionale, con l’obiet-
re come preurbana è testimoniata toio, le piccole terme private, e detto palazzo Borghese), la dei migliori artisti dei suoi tempi. tivo che ognuno dei giovani acquisi-
da alcuni edifici che fanno parte di alcuni ambienti usati come magaz- ristrutturazione e l’aumento del Tutto questo è potuto succedere Giovanni Fontana per la parte
sca senso civico di responsabilità, di
un'abitato rurale, probabilmente zini per i prodotti agricoli raccolti. numero delle stanze dell’Osteria anche grazie all’acume intellet- idraulica. Fatta costruire dal
autodeterminazione e di autogover-
indigeno che si estese per la mag- Gli scavi sono ancora in corso,e (asilo S. Marco), l’arco Borghese, tuale e alla lungimiranza della Pontefice per celebrare l’arrivo del- no per un proficuo inserimento nella
gior parte dalla vetta del monte allo stato attuale delle ricerche, si Porta romana, il Palazzetto del potentissima famiglia Borghese l’acqua dal Gianicolo al di la del società. La Città con strade, piazze,
verso il versante orientale, che era possono distinguere nella villa Governatore, la realizzazione di che valorizzava al massimo le Tevere, per la gioia dei ragazzi che abitazioni e servizi si estende su una
quello meno ripido e più soleggia- almeno due fasi costruttive impor- un piano viario con la costruzione capacità dei validi artisti, come il vi sguazzavano dentro e dei nobi- vasta area tra ulivi e vigneti ed è for-
to. tanti. Una nella primissima età di una nuova strada che, parten- nostro,con cui veniva a contatto. li che, passando con le loro car- nita, per il raggiungimento degli
Queste abitazioni erano edificate imperiale seguita da un'altra del II rozze, vi si rinfrescavano. La strut- obiettivi prefissati, di sala per
do dal fondo valle, all’altezza E dal suo incontro con i
su ripiani terrazzati, avevano dalle secolo d.C. Ed è a queste due fasi tura è formata da due colonne l’Assemblea cittadina - con tanto di
dell’osteria , riuscendo a supe- Borghese nasce la partecipazio-
tre alle sei stanze, allineate o dis- che appartengono numerosi fram- ioniche poste ai lati di una nicchia sindaco e assessori -, di Questura, di
rare lo scosceso fossato arrivava ne con Carlo Maderno, intorno al
poste ad I. intorno ad un cortile, menti dipinti e i mosaici pavimen- con la volta a botte che sorreg- Banca, di Chiesa, di laboratori artisti-
dove in genere era situato il pozzo tali in bianco e nero con disegni alla panoramica piazza della 1613, alla costruzione del palaz-
Vittoria, antistante il suo palazzo zo Borghese iniziato dall’ archi- gono un architrave con sopra co-professionali, di officina meccani-
che era rifornito dall'acqua piovana geometrici rinvenuti nella parte ca e di centro sportivo. Una bella
e di un’altra che da Porta roma- tetto Martino Longhi nel 1590, a una scritta commemorativa sor-
raccolta dai tetti. Verso la fine del settentrionale della villa. Durante esperienza che ha arricchito senz’al-
na, con l’abbattimento di alcune quella del casino di villa Borghese montata dalla statua Borghese.
III secolo a.C., tutte queste abita- tutto questo periodo, questi tro la mente e il cuore degli “univer-
zioni furono distrutte da un grande ambienti sono anche stati modifi- costruzioni, conduceva, passan- al Pincio, iniziata insieme la Per motivi di rifacimento dell’al-
sitari”. La giornata si è poi conclusa
incendio, e tutte le strutture por- cati. Infatti gli scavi hanno trovato do attraverso l’arco del palazzo Ponzio nel 1606, su un terreno di veo del Tevere fu smontata nel
con la visita all’Archivio-Museo
tanti delle abitazioni vengono get- all'interno della villa alcune struttu- del governatore, anch’essa a circa 79 ettari . Alla morte del 1879 e, a furor di popolo, rimon-
Storico di Fiume. Questa è stata
tate nei pozzi per colmarli ed insie- re tagliate, soprapposte ad altre detta piazza. Sempre a lui si deve collega,potè proseguire l’opera tata nel 1898, dalla parte oppo- un’opportunità significativa per tutti
me ad esse vengono gettate anche già esistenti o demolite per lascia- l’innalzamento di circa tre metri da solo realizzando la facciata sta del fiume in p.za Trilussa nei per conoscere, e ricordare, attraverso
tegole e materiale ceramico, un re il posto ad altre, oppure altri ed il conseguente ingrandimento con ali a forma di U con rien- pressi di ponte Sisto. Il nostro cimeli, stampe, riproduzioni e un
incendio forse programmato per ambienti aggiunti in un secondo di tale piazza che diventata così tranze con varie statue e rilievi. paese deve essere orgoglioso ed documentario, quello che avvenne
demolire la città vecchia e permet- momento,e si notano numerosi il punto di confluenza di dette (Tale costruzione destinata alla onorato per aver avuto il privile- tra il 1943 e il 1945: il massacro di
tere la costruzione della nuova. interventi con lo scopo di riutilizza- strade e di tutte le altre prove- raccolta di opere d’arte, con il gio ospitare nel suo territorio migliaia di italiani alle foibe ad opera
La testimonianza di materiale cera- re ciò che ad un certo momento nienti dalla parte alta del paese. tempo è diventata una delle gal- tante realizzazioni di siffatto arti- dei partigiani di Tito e l’esodo giulia-
mico rinvenuto durante gli scavi tra restava ancora in piedi della villa Qualora non fosse sopravvenuta lerie più importanti di Roma). sta. Altre città chissà che fareb- no-dalmata di circa 350.000 italiani
le rovine degli edifici distrutti, ha che ancora non si può stabilire con la sua morte nel 1621, l’opera Tutt’intorno, insieme all’arch. bero per pubblicizzarle e mostra- dalle loro terre, passate all’ex
fatto constatare stratigraficamente precisione quando essa sia stata re ai visitatori queste meraviglie. Jugoslavia titina, per sottrarsi alla
iniziata avrebbe avuto ulteriori Domenico Savini, progettò il
lo sviluppo della seconda fase edi- definitivamente abbandonata. I nostri nuovi amministratori, a repressione etnica. Questa giornata
sviluppi che sicuramente avrebbe parco con dei giardini che sono
lizia di tipo urbano che si sussegue Sono da collegare alla costruzione differenza dei precedenti distratti è stata una dei mattoni posti per la
portato a risultati di ammoderna- tra i più belli al mondo. Altra cele-
dopo un breve intervallo dalla della villa anche la grande cisterna da altri problemi, facciano vedere realizzazione della casa dell’Unitre
distruzione dell'abitato preesisten- costruita sul punto più alto della mento architettonico urbano, bre realizzazione, commissiona- che ha come fine non quello di
inimmaginabili. Tali positive con- tagli dai Borghese, è il giardino con i fatti che l’Artena futura,
te, con uno sconvolgimento che civita e i resti dell'acquedotto con- “acculturare” i cittadini, di fornire loro
siderazioni sono dettate dalla del casino dell’Aurora, ( chiamato passa anche dalla valorizzazione
cambiò la fisionomia della civita. servato per circa 70 metri in dire- un “pezzo di carta”, ma di fare
conoscenza della fama che,ai così dal nome del dipinto di di questi gioielli dell’arte. Cultura con la C maiuscola, di dare
Una vasta area irregolare venne zione di essa.
delimitata da una cinta muraria e Augusto Iannarelli suoi tempi e ancora oggi, gode il Guido Reni) dell’odierno palazzo Cesare Talone loro gli spunti per meditare e gli input
per accrescere le proprie conoscen-
ze. Non rimarrà certamente unica,
come annunciato dallo stesso
Mostre d’Italia di Paola Lenci Presidente Prof. Gagliarducci. Ci

“Il Nostro Mondo” – Gente e luoghi nelle fotografie di National Geographic


saranno altre interessanti novità per il
prossimo futuro. L’esperienza è stata
esaltante per gli “universitari” di que-
Il Nostro Mondo" è il terzo appuntamento di National Geographic Italia pone l’accento sulla condizione umana, e continua ad essere punto di sto corso 2010. Per il prossimo anno,
curato da Guglielmo Pepe per raccontare con le immagini, attraverso rifer mento che accomuna le genti, facendo delle differenze fra i popo- sono tutti di questo avviso, la parte-
quasi cento scatti di professionisti del famoso magazine, il quotidiano li una ricchezza da condividere e non un ostacolo alla pacifica convi- cipazione al Corso dei cittadini arte-
di paesi e genti di tutto il mondo. Un viaggio virtuale ricco di spunti venza. La mostra “Il Nostro Mondo”, è a ingresso libero, e sarà ospi- nesi sarà ancora più numerosa. Il
9.4, poi, nella sede di Artena ci sono
per riflettere sui comportamenti e sulle emozioni che accomunano tata, fino al prossimo 2 maggio, nello Spazio Fontana di Palazzo delle
stati un momento di riflessione e
popoli molto diversi; ma soprattutto un viaggio che testimonia quanto Esposizioni di Via Milano a Roma.
commenti sulla visita alle catacombe
può essere difficile anche il solo sopravvivere in condizioni di vita spes- Apertura tutti i giorni escluso il lunedì. Per maggiori informazioni con- che hanno avuto come….guida sem-
so insostenibili. Il magazine National Geographic , che da sempre ci ha tattare il recapito telefonico n. 0639967500. pre Begliuti.
affascinato con fotografie di posti insoliti, remoti, quasi sconosciuti, VIBE

DO.EL CARTA & PARTY s.n.c.


VENDITA AUTO - PLURIMARCHE via C.S. Borghese, n. 52 - 00031 Artena (Rm)
Cesare TALONE NUOVO E USATO www.doel.it - info@doel.it

agente generale Gianluca Coltrè Doel da anni organizza le tue feste


328 74.57.206 private in un modo indimenticabile
Doel anche punto vendita di coordinati per la tavola in carta e pla-
stica, festoni, palloncini, candele, biglietti augurali, bomboniere,
L.go Colombo, 3 Tel./fax. 06 9517863 bomboniere fai da te, decorazioni per torte, prodotti per feste, anni-
00031 Artena (RM) Tel. 06 9517097 versari, compleanni, cerimonie.
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
VIVERE IL PAESE www.ipannellifotovoltaici.com

Pannelli fotovoltaici: lunga polemica elettorale. Istruzioni per l’uso


8 www.scuderiequirinale.it

zioni per telecomunicazioni, illumina-


zione per zone agricole e rifugi di
montagna, ect. Un’ultima curiosità
riguarda la superficie necessaria per
avere una produzione di circa 1 kwatt
Tante volte l’immaginario collettivo è dride carbonica, conosciuta anche di gas serra al 2008-2012. Le Regioni mettono di ripagarsi senza patemi strato inferiore di materiale plastico e e cioè occorre avere un pannello di
stato attratto da foto e da filmati che come CO2. La necessità di abbattere (a loro volta) disciplinano gli interven- d’animo l’impianto realizzato,anzi racchiuse da una cornice di alluminio. circa 8m quadrati per ogni Kwatt di
mostravano sonde spaziali e satelliti sempre di più la quantità di CO2 è ti volti a valorizzare le fonti rinnovabi- guadagnandoci circa il 20% di inte- Nella parte posteriore del modulo è energia prodotta. Per le esigenze
artificiali che si rifornivano di energia diventata fondamentale per le sorti li, assicurando il coordinamento terri- resse annuo sul capitale investito , e collocata una scatola di giunzione in familiari la stima è quella di avere un
solare attraverso delle lunghe “ali“ del nostro pianeta anche in funzione toriale degli interventi, l' integrazione in più di risparmiare una cifra annua cui vengono alloggiati i diodi di by- impianto da 3 Kwatt ossia una super-
rettangolari che permettevano loro della crescente deforestazione in atto del fattore energetico nelle politiche ,sul consumo di corrente,che va da pass ed i contatti elettrici. Il modulo ficie di circa 24 m quadri esposta a
di alimentare tutte le apparecchiature sul pianeta stesso sia per mano del- settoriali e favorendo il concorso degli 600 euro a 1000 euro. Come scritto in fotovoltaico ha una dimensione di sud/sud-ovest che sia o un tetto,un
di bordo per poter restare in contat- l’uomo che per l’effetto serra sopra- Enti locali e dei soggetti pubblici e pri- precedenza la tecnologia fotovoltaica circa mezzo metro quadro e produce terrazzo, oppure anche un piccolo
vati nella definizione ed attuazione venne sviluppata per i primi satelliti e 40 - 50 Watt di potenza. Un pannello appezzamento di terreno (
to con vari centri spaziali terrestri sia detto. Si è infatti creato uno scon-
grazie al costante sviluppo di celle solare di nuova generazione è al silicio giardino,prato ect ) vicino l’abitazione
per la trasmissione di immagini da quasso dell’eco sistema ambientale in delle strategie di intervento. Tra le
solari al silicio ad alto rendimento i monocristallino con celle ad alta effi- o vicino un contatore dell’Enel. Per
pianeti in esplorazione sia di segnali quanto ad un aumento della quantità varie iniziative un ruolo importante lo
vantaggi furono subito evidenti: ine- cienza. I dispositivi fotovoltaici sono tutto il resto ci pensa madre natura
radiotelevisivi. Queste ali rettangolari di CO2 è corrisposta una drammatica ha rivestito la scelta di promuovere la attraverso la luce del sole.
sauribilità della fonte d' energia (il usati anche per altre diverse applica-
altro non erano che pannelli fotovol- diminuzione delle grandi foreste che diffusione per la produzione di energia
sole), nessuna produzione di scorie zioni: segnali stradali, radio, applica- Vito Notarfonso
taici i quali trasformavano la luce del fino a pochi anni fa rappresentavano il elettrica tramite i pannelli fotovoltaici (gas combusti, residui, ecc.), assoluta
sole in energia elettrica. Il termine polmone verde della terra. Una delle aiutando coloro i quali installano tali assenza di necessità di manutenzione
fotovoltaico é composto dalla parola cause di maggior aumento della CO2 impianti con varie forme di contributi , dei componenti , alta affidabilità gra-
greca phos (=luce) e Volt (=unitá di è la crescente necessità di produzione il più importante dei quali è costituito zie all' assenza di parti in movimento.
misura della tensione elettrica). di energia elettrica per soddisfare i dal pagamento dell’energia prodotta Il funzionamento di una cella fotovol-
Naturalmente il vantaggio principale bisogni sempre maggiori delle nazioni dall’impianto da parte dello Stato tra- taica é estremamente semplice: la
di questi sistemi è nell' utilizzo di una più industrializzate o in via di crescita mite il GSE , che è l’organo predispo- luce del sole irradia la cella e produce
fonte energetica inesauribile , gratuita esponenziale , come per esempio la sto a certificare la corretta realizzazio- una tensione elettrica nei cristalli di
,pulita e a disposizione di tutti e cioè Cina. Da qui la necessità di puntare , ne degli impianti stessi e la loro con- silicio che può essere prelevata dalla
la luce del sole. Qualche anno fa si a livello mondiale , su fonti energeti- nessione alla rete elettrica nazionale. superficie attraverso degli elettrodi e
cominciò a parlare del buco dell’ozono che pulite e rinnovabili , associando- Ci sono altri benefici economici , diret- si produce così corrente elettrica. Una
e degli effetti catastrofici che si sareb- le anche ad una seria politica di ti ed indiretti, e quello che inteessa di cella standard (10x10cm), in caso di
bero avuti sul nostro pianeta , a risparmio energetico e di razionalizza- più l’utenza privata è quello denomi- pieno irradiamento solare, fornisce
cominciare dal cosiddetto effetto zione dei consumi, per poter ridurre nato “ Scambio sul posto” per mezzo una tensione di ca. 0,5V e una cor-
serra,se non si fossero presi impegni , gli effetti nocivi sull’ ecosistema pro- del quale la corrente prodotta dall’im- rente di ca. 3A, vale a dire una poten-
da parte di tutte le Nazioni , per ridur- dotti dalla CO2. Da queste necessità pianto fotovoltaico può essere utiliz- za di ca. 1,5W. Per aumentare la
zata per le proprie necessità e quella potenza le singole celle vengono
re l’inquinamento atmosferico che nacque il famoso Protocollo di Kyoto.
che eventualmente avanza viene a assemblate a formare i cosiddetti
stava provocando la progressiva dimi- L’Italia nell’aderire al protocollo di
sua volta pagata , con un meccanismo moduli. Il modulo fotovoltaico è il
nuzione dello strato di ozono che ha Kyoto ha inizialmente sancito questa
di compensazione, sempre da parte componente elementare dei sistemi
come funzione anche quella di bloc- adesione con una delibera CIPE del fotovoltaici ed è ottenuto dalla con-
del GSE,su base di conguaglio annuo.
care le radiazioni solari dannose ed in 19 novembre 1998 «Linee guida per Ciò sta a significare che la persona nessione elettrica in serie di più celle
particolare le particelle gamma le politiche e misure nazionali di ridu- che ha un impianto fotovoltaico instal- in silicio cristallino. I moduli fotovoltai-
responsabili principali del melanoma ( zione delle emissioni di gas serra»

Il Caravaggio alle scuderie del Quirinale


lato o sul tetto di casa o sul tetto del ci più comuni sono costituiti da 36
tumore della pelle). Uno degli agenti dove sono stati stabiliti gli obiettivi garage oppure sul tetto di una pensi- celle connesse in serie, assemblate fra
responsabili dell’effetto serra è l’ ani- nazionali di riduzione delle emissioni lina/gazebo riceve contributi suffi- uno strato superiore di vetro ed uno
cientemente remunerativi che gli per-

Da visitare

Dallo scorso 20 febbraio è stata dell’Ambrosiana di Milano, lucen- avverrà un profondo cambiamen- di Santa Maria del Popolo, in cui appare maestosa la “Deposizione Golia” (il volto di Golia è l’autori-
aperta, alle Scuderie del te e preziosa propria di quel cro- to nei temi e nei “colori” dell’arti- è possibile ammirare la nel sepolcro” della Pinacoteca tratto dell’artista), come le due
Quirinale di Roma, la mostra sul matismo lombardo- veneto pro- sta: da temi prettamente pagani, “Crocifissione di San Pietro”, e la Vaticana, che rimanda, alla versioni della “Cena in Emmaus”,
celebratissimo genio lombardo: veniente dal Peterzano, maestro a temi profondamente religiosi; “Conversione di Saulo” nella ver- “Pietà” di Michelangelo, in cui di Londra, e di Milano, come
Michelangelo Merisi, più comune- del Merisi, a sua volta allievo di da una lucentezza cromatica ad sione definitiva. La prima versio- Cristo sembra cullato dalla “Giuditta e Oloferne” della
mente conosciuto come Tiziano, e che risale alla fine del- un’oscurità, che verrà definita dal ne della “Conversione di Saulo”, Vergine. Proprio di fronte a que- Galleria nazionale di arte antica
Caravaggio, vissuto a cavallo tra l’apprendistato milanese dell’arti- Bellori, celebre biografo di scartata all’epoca dai committen- st’opera si chiude la prima parte di palazzo Barberini a Roma, in
la fine del 1500 e l’inizio del sta presso la bottega del suo Caravaggio con una frase, che ti, è fruibile nella mostra. Sempre della mostra, che sembra lasciare cui la scena della testa di
1600. La mostra, che sarà fruibi- maestro. Man mano che si cam- sarà fondamentale per spiegare al primo piano si trovano altre lo spettatore con un senso di pic- Oloferne, mozzata da Giuditta, è
le fino al 13 giugno 2010, è tra le mina per il primo piano della tutta la “poetica” del Merisi: << meravigliose opere, come “I colezza davanti all’immensità emblematica proprio per il volto
più “gettonate” nell’ottica artisti- mostra ci si imbatte in altre opere ingagliardire gli oscuri >>, è musici”, e il “Suonatore di liuto”, della sacra rappresentazione. dei due protagonisti: l’orrore e gli
ca romana, e consente di ammi- del periodo milanese, come il questo il procedimento che oggi conservati rispettivamente a Nel secondo piano della mostra occhi sbarrati sul viso di
rare il maggior numero di opere “Bacco” degli Uffizi (Firenze, Caravaggio compie non appena New York e a San Pietroburgo, sono raccolti altri importanti Oloferne, la fronte corrucciata e
autografe del Merisi, provenienti 1590 circa), il “Ragazzo con arriva a Roma, e comincia a lavo- come “I bari”, conservati in dipinti del Merisi, a partire dall’ una smorfia dipinte sul viso di
persino dagli Stati Uniti. canestra di frutta” della Galleria rare alle prime commissioni pub- Texas, e la “Buona ventura” del “Amor vincitore”, cui motto fon- Giuditta, che ancor più mettono
La mostra, ideata da Claudio Borghese di Roma ( 1593-’94), il bliche, come la “Cappella Louvre. Queste due coppie di damentale è: “Amor vincit in luce la bravura del Merisi nel
Strinati, e curata da Rossella “Bacchino malato”, sempre con- Contarelli” nella Chiesa di San opere, note per due tematiche: omnia” (l’Amore vince tutto), e in dipingere i volti, una tecnica
Vodret e Francesco Buranelli, è servato nella Galleria Borghese. Luigi dei francesi, in cui si posso- quella musicale, e quella dell’in- cui l’oscurità dello sfondo mostra eccezionale. La mostra si conclu-
stata allestita in due piani all’in- Queste opere rappresentano il no ammirare celebri tele come la ganno. Della “Buona ventura” ancor più la figura perfetta di un de con l’ “Annunciazione”.
terno delle scuderie del primissimo periodo della forma- “Conversione di San Matteo”, esistono due versioni, quella del cherubino alato. Proseguendo si Oltre alla mostra, per gli appas-
Quirinale. Entrando, subito zione dell’artista, e sono caratte- “San Matteo e l’angelo”, il Louvre, fruibile alla mostra, e incontrano altri celeberrimi dipin- sionati, si segnalano altre opere
davanti agli occhi, ci appare la rizzate dalla luce e dai colori; con “Martirio di San Matteo”; e come quella dei Musei Capitolini di ti come “Il sacrificio di Isacco”, del Merisi presenti a Roma: dalle
“Canestra di frutta” la venuta del Merisi a Roma la “Cappella Cerasi” nella Chiesa Roma. Sempre al primo piano come “David con la testa di due cappelle di San Luigi dei
francesi, e di Santa Maria del

Gioielleria Di Cori Amleto


Popolo, alla “Madonna dei pelle-
grini” nella Chiesa di
Sant’Agostino.
Il prezzo del biglietto per la
mostra è di 10, 00 euro intero,
7,50 euro ridotto. Gli orari sono:
da lunedì a giovedì dalle 9: 30
alle 20: 00, venerdì 9:30 - 23:00,
sabato 9:00 – 23: 00, domenica
9: 00 – 22: 00. Buona visita, non
ve ne pentirete!

Maria Grazia Michelangeli

Via Antonio Gramsci, 160 - 00031 Artena (Roma) - tel./fax 069515743


www.amletodicori.com - info@amletodicori.com

QUALITA’ E STILE ITALIANO DAL 1970

Paola Petriglia
340 6274301

“Il lusso che prende vita dall’accostamento audace di materiali preziosi


dalla purezza del design e dalla cura maniacale del particolare”

LA GIOIELLERIA DI CORI AMLETO NELLO STILE CHE OGGI SI DISTINGUE


l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
VIVERE IL PAESE www.circolodidatticoartena.it

Michelangeli:”Basta con le emergenze ora la pianificazione”


9

Primo corso
di formazione
per datori
Intervista alla dirigente della scuola elementare “De Gasperi” di Artena di lavoro
“La collaborazione esemplare fra diri-
Incontriamo la dirigente scolasti-
ca del circolo didattico artenese

genza, corpo insegnati e alunni ha


nel suo ufficio. Un luogo piccolo
ma accogliente, arredato con la
grazia che contraddistingue la
professoressa Daniela come fine la crescita sociale, morale,
Michelangeli, al terzo anno da
dirigente nella scuola di Artena.
culturale di questi ultimi”
Con lei il giornale ha avuto molte
collaborazioni, ma non aveva mai
proposto una sua intervista. Ci è La mo per un fine comune: la cre- zione delle attività”. A Febbraio scorso, si è svolto
sembrato doveroso farlo adesso Professores scita culturale, intellettiva, socia- Una domanda che ci sta partico- presso i locali della scuola “Alcide
che conosce il tessuto sociale di sa Daniela le e morale degli alunni” larmente a cuore. Come è stata De Gasperi” di Artena, il corso di
Artena, in certo qual modo Michelange Come è possibile fare andare di l’integrazione fra bambini artene- RSPP per datori di lavoro, sotto
facendone parte. “Certo che mi li, da tre pari passo motivazioni e compe- si e bambini di altre nazioni? l’alto patrocinio, della
sento anche un po' artenese – anni diret- tenze moderne e innovative, con “Questo aspetto mi rende parti- Confindustria di Frosinone.
dice – vado via la mattina da trice della strumenti (intendiamo banchi, colarmente orgogliosa, perché la Presenti un nutrito gruppo di
casa e torno nel tardo pomerig- “De sedie, suppellettili, materiale, scuola che dirigo ha un successo datori di lavoro, interessati alla
gio, passando sicuramente più Gasperi” vetri, caldaie, tubi, ecc) invece nell’integrazione, specialmente formazione in merito alla salute e
tempo ad Artena che nella mia molto vecchi, obsoleti. Quanta nelle sedi di Municipio e Santa sicurezza nelle loro aziende, delle
città; questo ormai da tre anni. collaborazione le da il Comune? Croce, dove gli studenti stranieri quali sono titolari. E’ stato il
Credo di conoscere quasi perfet- “Mi sembra che con questa sono molti. La loro presenza così primo corso tenuto nella nostra
tamente l’ambiente di Artena e domanda – ha continuato numerosa è servita all’arricchi- città, segno che l’importanza del-
debbo dire che mi sento fiera e Michelangeli – lei ha colpito in mento culturale e grazie alla l’argomento sicurezza inizia a far
orgogliosa di farne parte” pieno il nocciolo della questione. grande capacità di progettazione, breccia nelle responsabilità di
Trenta anni fa, quando un ragaz- Sono due anni, infatti, che que- come vi dicevo prima, delle ogni datore di lavoro, riguardo
zo di Artena andava a frequenta- sto istituto non riceve finanzia- nostre insegnanti, l’integrazione alle loro imprese e ai lavoratori
re le scuole superiori; partiva con menti per il funzionamento da non ha mai influito negativamen- addetti. Alla luce dell’illustre
uno svantaggio: si diceva, infatti, parte del Ministero. Ha ricevuto te sull’andamento scolastico patrocinio, di Confindustria,
che chi usciva dalle scuole di serenità, o per meglio dire, l'e- gere la grande capacità e la da parte della vecchia ammini- didattico. Non ho mai avuto un seguiranno ancora altri corsi
Artena, non aveva la dovuta pre- quilibrio psico-affettivo. Viviamo, grande qualità dell’intero corpo strazione comunale un contributo problema, anzi, a dire il vero, gli simili. Presenti i docenti:
parazione. Credo che questa infatti, in un periodo storico dove insegnante che dirigo. E’ chiaro minimo. Tuttavia debbo aggiun- alunni stranieri dimostrano una Adalberto Cippitelli, la Simona
diceria sia ormai sfatata, ma ne la famiglia è in evidente crisi, che i progetti e le scelti illumi- gere che nell’ultimo periodo del- grande motivazione all'apprendi- Cellitti, e il nostro concittadino,
vorremmo conferma da Lei. dove i ragazzi faticano ad avere nanti, come le chiama lei, arriva- l’amministrazione sono stati fatti mento, forse perché individuano David De Angelis, a cui va la
“Io credo che questa diceria - ha punti di riferimento stabili e no grazie soprattutto alle motiva- passi in avanti nel versante della nell'istruzione una possibilità per nostra stima, avendo scelto il
iniziato Daniela Michelangeli – sia modelli positivi da seguire. Tutto zioni e ai desideri dei miei inse- sicurezza scolastica, attraverso il emergere nella vita. Insomma, nostro paese per lo svolgimento
del tutto da sfatare; anzi, le dirò ciò si riflette in maniera negativa gnanti, che in riferimento alle rifacimento della palestra, la credo che la nostra scuola sia un del primo corso e un augurio per
di più, sono certa che non sia mai nel processo d'apprendimento”. attività progettuali non si tirano sostituzione della centrale termi- esempio dell’interculturalità e la un futuro pieno di risultati miglio-
stato così. E’ innegabile che in La scuola che Lei dirige è una mai indietro e sanno stimolare al ca, della messa in sicurezza di presenza così grande di alunni ri e traguardi di tutto rispetto e
ambienti più ricchi di Artena, scuola moderna, dinamica, sem- meglio gli alunni che partecipa- tutti i vetri del plesso centrale e non italiani sta diventano una importanza. Un ringraziamento
dove c'è un grosso investimento pre in divenire, dove alunni e no. Ecco, questa scelta, obbliga- tanti altri lavori molto importanti risorsa più che un problema. Il particolare è dedicato alla Gentile
economico e di risorse umane insegnanti sono impegnati in una ta per certi versi dal POF (piano per i plessi di Ponte del Colle, futuro di questo paese – conclu- Dott.ssaMichelangeli, direttrice
nella scuola, dove l'istituzione crescita continua, gli uni nel pro- di offerta formativo), qui ad Maiotini e Santa Croce. Spero de la dirigente scolastica – sono i dell’istituto ADe Gasperi per la
scolastica ha un ruolo centrale, il fitto, gli altri nelle competenze e Artena è meglio perseguita e che con la nuova amministrazio- bambini da qualsiasi parte essi concessione delle aule e un rin-
processo formativo degli alunni nella qualità. Questo grazie a meglio realizzata perché la colla- ne, appena insediatasi, si riesca provengano. E’ da loro, senza graziamento doveroso all’asses-
risulti facilitato. pensi soltanto progetti continui a cui la sua borazione fra dirigenza, corpo finalmente ad effettuare un salto alcuna distinzione, che ci aspet- sore Angelini, che si è subito
all'investimento di energie impie- scuola aderisce, e che sono indi- insegnate e alunni è attuata in di qualità, passando dalla gestio- tiamo il salto di qualità”. messo a disposizione per la
gate dalla mia scuola, in questi rizzati verso ogni tipo di argo- maniera esemplare. Tutti lavoria- ne delle emergenze alla pianifica- va buona riuscita dello stesso.
anni, per la risoluzione di alcuni mento. E’ stata una scelta corag-

Scuola. Musicall e cartoni: Cavolo...che frutta!


problemi inerenti la sicurezza giosa e illuminante, che forse
degli edifici scolastici; energie fanno tutte le altre scuole, ma
che potevano essere investite in che ad Artena sembra essere
altri settori, più rispondenti alle perseguita al meglio (non è una
finalità dell'istituzione Scuola. domanda ma una osservazione Il giorno 19 marzo scorso è stato presentato dalle stato ideato dall’insegnante Anna Boccardelli, con la
Tuttavia, per tornare alle scuole che merita una Sua riflessione). classi terza del plesso elementare De Gasperi, nella collaborazione delle colleghe: Anna Candela, Emma
di serie a o b, ritengo che il pro- “Per quanto riguarda i progetti sale del Palazzaccio il musicall “Cavolo…che frutta!”, De Angelis, Franca Dalmasso, Piera Donnini,
cesso d'apprendimento ed il suc- ritengo di essere in accordo con prodotto finale scaturito dal lavoro di due progetti Stefania Proietti, Donatella Risi, Claudia Tora, Laura
cesso formativo siano il risultato lei, sulla validità e sull' importan- “Comunicazione alimentare e Pupi e pupazzi”. Turriziani. Si ringraziano tutti i genitori per la loro
di un insieme di fattori, non solo za culturale e scolastica degli Quest’ultimo ha avuto come finalità la realizzazione disponibilità e Francesca Pisatri con l’associazione
sociali ed economici, ma anche stessi. Tra l’altro, la nostra scuo- di un cortometraggio animato, scritto, doppiato e sportiva “Caoss” per le coreografie. La truccatrice
familiari, personali, genetici, rela- la ha sempre usufruito degli Enti disegnato dagli stessi bambini che sono diventati Lucia Cerocchi. Ringraziamo anche tutti gli sponsor

Z
zionali, motivazionali. territoriali che hanno in varia protagonisti del video che ha fatto da sigla allo spet- che hanno dato la possibilità : Snack Bar dei F.lli
Personalmente, lei sa che ho misura co ntribuito alla valorizza- tacolo e che ha avuto una risonanza non indifferen- Bianchi Vittorio e Marco; Buffetti di Valeri Santina,
lavorato per tanti anni come psi- zione e alla realizzazione delle te da parte del pubblico. Gli alunni sono stati a dir Tipolitografia TG, Doel tutto per le feste, Futura
cologa, ritengo determinante ai attività progettuali da noi orga- poco superlativi sopra il palco: sono diventati attori, Costruzioni, Caoss associazione sportiva
fini del successo scolastico la nizzate. A questo si deve aggiun- cantanti e ballerini capaci e simpatici. Il progetto è

eta costruzioni s.r.l.

ANDONADI
VENDE APPARTAMENTI
“Non Solo Intimo”
di Zandonadi
Elettropoint
PUNTO WIND
s.r.l.
Attivazione SKY
in ARTENA, P.zza Galileo Galilei, n. 1 Liste di nozze - Elettrodomestici
tel. 06 9515012 TV led - plasma - HI FI -
Vendite rateali.
Navigatori satellitari Finanziamenti anche senza busta paga
Sponsor ufficiale dell’ARTENA CALCIO A 5
00031 Artena - Via Fleming, 123 - Fax/Tel. 06.9516010
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
STORIE & PERSONE Vittorio Aimati, Il paese maledetto. Artena

Per tutti siamo


gennaio 2007 - 120 pag. SMM Editore
10

stati il “paese
maledetto”
Il mondo ci conosceva per un triste primato: il maggior
tasso di criminalità fra i paesi di tutta Europa Nella tre foto: a sin. Francesco Valeri; a destra Domenico Valeri, cugini. Al centro Augusto Bucci
il primo a parlare di “paranza” camorrista ad Artena. Tutti e tre arrestati per associazione a
Prosegue la nostra rubrica dedicata alla storia del nostro paese. Dopo aver parlato del dopoguerra e delinquere
delle successive elezioni amministrative (novembre 2010); della vicenda e della storia di Pietro Acciarito
e che alimentava, di concerto a quan- chi, lasciati senza terra o senza ani- nelle bevande e assai raramente con-
(gennaio 2010), nostro concittadino attentatore alla vite del re Umberto, e delle prime lotte dei conta-
to pubblicato dal Sighele, motivazioni mali, era costretto a vivere ai margini cedentisi la gozzoviglia e l'orgia del
dini artenesi contro i padroni e le prebende parrocchiali (febbraio 2010). In questo numero scriviamo della grande proprietà e del latifondo. vino…". E ancora: "L'uomo, sia pur
prettamente ereditarie.
perchè la nostra città ha raggiunto la cronaca nera alla fine del XIX secolo, ed è diventato il paese dei Secondo Sighele, "in Artena il mestie- Contadini e pastori, che come abbia- cattivo, per infelice condizione di
briganti. re del delinquente ha messo radice e mo detto, costituivano la stragrande nascita, non addiviene criminale, se
si allarga…. È un fenomico endemico maggioranza della popolazione e che non dopo lunga preparazione e, dirò
e contagioso, in un paese dove la dovevano dividersi tra loro qualche così, mediante un complesso di
di Vittorio Aimati una così triste nomea. tono a mosca cieca, è questo: gli uni miseria nelle sue forme anche meno scossura o qualche piccolo appezza- determinate circostanze, quali l'am-
Anzi, i loro comportamenti, crediamo, fanno i briganti gli altri fanno le vitti- dolorose non è conosciuta", quindi, mento demaniale o qualche lembo di biente, l'educazione e l'eredità, non
Secondo le cronache dell’ottocento alimentassero, questa volta non a me, e simulano attacchi, uccisioni, secondo Sighele, non giustifichereb- terra non recintato, ricattati dai boat-fisica ma morale.." .
ad Artena, già Montefortino, i brigan- torto, certi giudizi negativi messi in grassazioni, attentati. E' difficile tro- be gli atti criminosi La realtà era però tieri e dai proprietari, finivano per Quei cittadini non potevano dimenti-
ti non c’erano. Può sembrare strano risalto anche e soprattutto dalla vare un sindaco perché ben pochi ben altra cosa. Artena era un agglo- scannarsi tra loro. L'odio covato in care di essere stati per secoli perse-
in un paese dove si è perpetuato il stampa dell'epoca. hanno la fedina penale netta. E quan- merato di case addossate, ammontic- casa, poi, esplodeva a danno di terzi. guitati, angariati, oppressi, torturati;
detto “pianti i fagioli, nascono i bri- Il libro di Sighele, partendo da uno do lo trovi, l'ammazzano. Di fronte a chiate, sovrapposte addirittura le une Tutto, inoltre, era subordinato al rac- dai padroni, dallo Stato Pontificio, dal
ganti”; ma la realtà era proprio que- studio minuto e coscienzioso, fatto questi atti, a questa ferocia che è nel- alle altre, La città era senza sole per colto: se questo andava bene si vive- Governo della giovane Italia.
sta: il fenomeno del brigantaggio così fino ad all'ora per le sole regioni di l'aria e nei costumi, a questa mania oltre sei mesi, senza fogne, senza va discretamente, altrimenti si faceva E così, nelle famiglie, di generazione
come inteso nello specifico significato Sicilia e del Napoletano, cercò di sanguinaria che afferra i bambini già acqua, con sporcizia e letamai ovun- lafame per tutto l'anno. La popolazio- in generazione, si tramandavano le
del termine non era riconosciuto ad prendere in esame i dati sulla crimi- da piccoli e non li lascia fino a che que, con strade ripide e rovinate, ne, insomma, era immersa nella gesta degli avi definite criminali, ma
Artena. Era talmente poca la conside- nalità della Provincia di Roma dal invecchiano, ci si sente costretti a senza alcuna scuola, senza negozi. In miseria e l'analfabetismo era causa di che in realtà erano gesta necessarie
razione del luogo che, secondo le 1875 al 1888. Da questo studio, lo tutto il paese vi arretratezza materiale, morale e civi- di difesa, di lotta per una contrastata
autorità e i giornali, i briganti ad
Artena erano delinquenti; e invece di
psicologo torinese si accorse del pic-
colo paesello di Artena e lo definì
La storia non va mai erano appena quat-
tro pizzicherie.
le, e questo anche perché i governi
che si erano susseguiti, avevano
esistenza. Le rapine, il saccheggio,
l'omicidio perfino, persero agli occhi
una protesta sociale, generata dalla
miseria a da forti squilibri sociali, ad
"un'oasi selvaggia in mezzo ad una
popolazione civile, e il numero straor- disconosciuta ne L'ufficio postale era
collocato in una
lasciato la popolazione in balia del
proprietario e non avevano visto le
delle nuove generazioni, la loro natu-
rale bruttezza e divennero gli stru-

rinnegata. Tra le
Artena il crimine era endemico, pre- dinario dei suoi reati, parrebbe inve- unica camera in via continue sopraffazioni delle minoran- menti per vendicarsi di una società
sente nel DNA degli artenesi, che rosimile e resterebbe inspiegabile, se di Crognaleto, e ze criminali a danno dei più deboli; della quale si sentivano rigettati, con-

cause: miseria, ingiu-


erano delle belve e che uccidevano non si ricorresse alla legge d'eredita- all'interno dello stes- anzi, avevano favorito l'espansione dannati, oppressi. Questi furono gli
solo per il gusto di farlo. rietà…" . so unico vano vi era del crimine sia con repressioni feroci, effetti dei bandi, degli editti, delle
Questa considerazione così triste e In effetti, la storia criminale del paese anche lo spaccio di che ancora oggi producono effetti condanne capitali, delle confische,
maledetta, Montefortino se l’era gua-
dagnata nel 1557, quando l’unica
appare evidentemente da record. Dal
1853 al 1872 si consumarono 42 omi-
stizie, angherie, pre- sale e tabacchi. I
macellai erano due. I
contrari; sia con noncuranza omerto-
sa, tanto quel paese non contava
delle mille persecuzioni operate dai
governi.
colpa degli antichi abitanti, fu quella
di rimanere fedeli al loro padrone
cidi. Una cifra spaventosamente alta,
che se viene proiettata per ogni cen- potenze dei padroni; proprietari erano i
fratelli Cesare ed
nulla. Ci si ricordava di Artena soltan-
to per riscuotere le tasse, per carce-
"Le catene e la scure, sempre e
comunque adibite, non generano che

non certo l’eredita-


rappresentato dalla famiglia Colonna tomila abitanti (presupponendo Augusto Massimei, rare i cittadini o per reclutarli per ill'odio ed il sangue, brutta semenza,
. Artena li avesse avuti) la cifra rag- quest'ultimo, tra l'al- servizio di leva. Nel 1897 provò a far che alla sua volta fino a noi non tra-

rietà.
Nella guerra di Campagna che cinvol- giungerebbe l'assurda media annuale tro, a conferma della luce sulle cause di questo fenomeno smise che ribelli e feroci assassini! La
se le truppe pontificie di Paolo IV e le di 52,50 omicidi; in assoluto la più povertà della popola- delinquenziale anche Cesare Caputi, storia ha sempre insegnato che lad-
guarnigioni del Regno di Napoli, zione, che non aveva medico condotto ad Artena da qual- dove il castigo è sproporzionato, non
Montefortino era come un fuscello si ha mai miglioramento nei popoli" .
facile da sradicare, almeno fino a In senso generale
Gli artenesi al processo di Frosinone per l’omicidio di Vincenzo Campi ed Edoardo Colanicchia, i padroni della Cava. E’ il 6 luglio 1890. quindi, le cause
quando la famiglia Colonna non deci-
se di farlo diventare l’inespugnabile
Nella prima gabbia la famiglia Pomponi; nella seconda i Valeri, nella terza gli altri imputati. Furono condannati ben 31 artenesi per il reato della delinquenza
fortezza dell’intera provincia di di associazione a delinquere. Ad Artena era in vigore una vera e propria associazione camorrista, guidata da Pasquale Villani. dilagante poteva-
Campagna. no essere indivi-
Il Papà accusò la città di tradimento. duate nella disoc-
La scomunicò e vietò ai sacerdoti di cupazione, nelle
officiare la Messa. Poi, per nulla sod- vessazioni che i
disfatto, la fece incendiare, radere al poveri del luogo
suolo, arare e seminare i sale, come ricevevano dagli
a dire “qui non deve crescere più esattori, nell'op-
nulla”!. Quindi emanò un editto che pressione e nella
fu una vera e propria condanna a conseguente odio-
morte per i cittadini di Artena (allora sità fra poveri e
Montefortino), che descrisse come benestanti; tutte
ladri, assassini, grassatori, traditori, cause scatenanti
“...notori ribelli che sia lecito ad ogni del brigantaggio
persona senza pena de offenderli” ottocentesco, inte-
(vedi il libro di Vittorio Aimati Arato e so come protesta
seminato col Sale, Artena 2002). ad una situazione
La triste fama degli uomini di di disagio e di
Montefortino, grazie a quel bando estrema disegua-
papale, travalicò ben presto i confini glianze sociali.
del Regno Pontificio, e immediata- Non l'ereditarietà,
mente Montefortino divenne, per la quindi, come affer-
gretta opinione pubblica dell’epoca, alta d'Europa. i soldi per acquistare la carne, fu can- che anno. Fu il primo realmente a mava Sighele, e come per troppo
un covo di assassini, ladri e delin- Anche il Marocco rievocò il tempera- chiederci se non aveva ragione Carlo cellato dall'elenco dei commercianti comprendere i motivi di quello stato tempo hanno asserito le forze dell'or-
quenti: un marchio che si portò dietro mento animoso ed irascibile dei mon- VIII che fece radere al suolo Artena, per insufficienza di reddito. Stessa di cose. In un suo libro, inviato anche dine e la stampa; la delinquenza arte-
per lungo tempo, e che venne avva- tefortinesi affermando che "in questo la città maledetta; se non aveva sorte toccò ai titolari del negozio di al Re Umberto I°, Caputi scrisse: nese era vero e proprio brigantaggio,
lorato con alcuni malaugurati episodi paese conviene reggersi ben in piedi ragione quel Papa, che, ricostruita, cereali. Inoltre, quasi tutto il territorio "…quell'apparente ferocia, adunque, quello inasprito da leggi spietate,
che ebbero interpreti principali uomi- perché a primo sguardo si ravvisa un né ordinò nuovamente lo sterminio. E artenese - circa 6000 ettari - era sog- non sarebbe forse un residuo di lun- emanate da uno Stato sordo ad ogni
ni e donne di Montefortino, che intan- fare deciso e sostenuto, anzi negli ci si chiede se di fronte ad una popo- getto agli usi civici, un istituto che ghi dolorosi patimenti, ricordati, tra- riforma; da esecuzioni sommarie, da
to era diventato Artena. Tra le popo- uomini vi sono fisionomie in tal modo lazione così fatta, che riceve a portava ad uno stato di permanente smessi di generazione in generazio- ritorsioni contro famiglie intere ed
lazioni vicine si perpetuò, quindi, l'i- marcate, che fanno qualche impres- schioppettate nella schiena quelli che litigiosità tra contadini e pastori, ne. La massima parte di quegli uomi- innocenti, da distruzioni di interi
dea che Montefortino/Artena fosse la sione allo straniero". le portano lavoro, che crea ostacolo entrambi angariati dai boattieri e ni sono agricoltori e lavoratori inde- paesi. Favorito anche dalla conforma-
patria dei briganti, anche se nella La stampa, come detto in preceden- alla giustizia perché non compia il suo dagli affittuari, prepotenti e cinici, fessi, pazienti, che sfidavano il gelo e zione del territorio e dai rapporti di
realtà non diede i natali ad alcuno dei za, non era meno tenera. dovere, non sia il caso di misure che strumentalizzavano questa lotta i rigori del verno, come i calori ecces- angheria che si instauravano fra i
briganti noti che nel settecento ed La Tribuna del 29 settembre 1888, a eccezionali, la civiltà a nulla ha fra poveri per arricchirsi imponendo sivi dell'estate, nei lavori più duri e nobili e i poveri.
ottocento infestarono la Campagna proposito di un ennesimo fatto di approdato. Lamentiamoci oggi che, ricatti di ogni genere. Questo assetto gravosi della terra, parchi nel cibo o
Romana. sangue, scrisse: dopo 18 anni di libertà, di rigenera- dei rapporti sociali alimentò la crimi-
L'idea, poi, ebbe una successiva con- "Il crimine in questo sciagurato pae- zione della regione romana, si abbia nalità: Quindi non era la natura di per Antonio Pomponi e Teresa Martini: i coniugi assassini
ferma attraverso la pubblicazione, nel sello della provincia romana, non è ancora tale vergogna alle porte di se degli artenesi ad addensare su di
1890, di un libro scritto da Scipio un caso isolato, uno scatto d'ira, un Roma" . Artena il più alto indice di criminalità,
Sighele , ed intitolato “Artena un desiderio violento di vendetta imme- La stampa amplificava ed esagerava semmai era questa natura forgiatasi,
paese di delinquenti nat i" che ali- diata e personale come in molti casi e l'Amministrazione comunale rettifi- però, a contatto di determinati rap-
mentò un modo di pensare dell'epoca era per il brigantaggio calabrese. No; cava, dando i dati certi che dicevano, porti di produzione. L'odio tra pastori
e consacrò Artena e gli artenesi a in Artena il crimine è nell'aria, nel- invece, che dal 1880 al 1890 "delle e contadini - che di questa criminali-
popolo di briganti; tant'è che il detto l'ambiente, nella tradizione. Si è grassazioni ne avvennero tre, e di tà era per così dire l'anima - era
Montefortino, ogni abitante un assas- assassini o si è complici. O si ammaz- omicidi di pastori non se ne conosce attizzato dai boattieri e dai proprieta-
sino; venne sostituito da Artena pian- za o si tace per paura. Le inchieste alcun altro ad eccezione di quello di ri, che emarginavano ora gli uni ora
ti i fagioli e nascono i briganti. giudiziarie si spuntano di fronte all'o- un certo Moca Giuseppe, non sulla gli altri; lasciandoli o senza terra o
In questo modo di pensare così gret- stinato silenzio di tutti. Uno è ammaz- pubblica piazza, ma nel bosco e di senza gregge, alimentando, quindi, il
to e di considerare prima zato nessuno parla, nessuno sa nulla, notte" . Tutti riconducevano la triste banditismo locale o a danno del fore-
Montefortino e dopo Artena, s'inseri- nessuno ha visto niente. C'è una tri- fama di Artena a quei lontani giorni stiero, che passando per Artena cor-
scono proprio gli artenesi, che, a dire ste solidarietà nel delitto, o per mal- del 1557, a quel bando ritenuto, a reva il rischio di perdere la vita.
il vero, nulla fecero per scongiurarsi vagità o per paura. Il gioco preferito torto, un marchio che calzava alla L'aggressione era diventata per gli
lassù dai bambini che altrove si diver- perfezione con l'indole degli artenesi, artenesi, una necessità naturale per
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
VIVERE IL PAESE www.infodanza.com

11

Ballo internazionale
CHI SI RICONOSCE?

Di Veronica Manganiello coppia mondiale


Il giorno di Pasqua il duo ha festeggiato con il settimo posto a Barcellona

Nei campionati del Mondo di ballo lati-


no-americano grandissimo risultato dei
due assi artenesi (lei di adozione)
La coppia di ballerini Alessio Di Manganiello ormai nell’olimpo del
Veronica e Ilaria Manganiello, ha ballo latino americano. Felicità a
confermato il valore internazio- loro e congratulazioni per questa
nale che la caratterizza ormai da finale mondiale. L’Altrartena è
qualche anno. Il duo composto vicina alla loro gioia visto che
In alto una
dall’artenese e dalla compagna di spesso il nostro mensile ha rac-
squadra di
Genzano, ma artenese di adozio- contato le gesta e le gare della
calcio dei
ne, si è classificato al settimo coppia.
primi anni
posto assoluto ai recenti campio- La gara è stata vinta da Stefano
settanta. Gli
nati mondiali di latino americani. di Filippo e Olga Urumova.
allievi
La gara si è svolta a Sietges, una Classifica finale
dell’GS
cittadina spagnola a pochi chilo- 1) Di Filippo, Stefano e Urumova,
Artena,
metri da Barcellona, nel giorno di Olga
allenati da
Pasqua. Ha visto la partecipazio- 2) Imrekov, Evgeny e Divak,
Franco
ne di una cinquantina di coppie Elizaveta
Bucci. A
provenienti da tutto il Mondo. 3) Prosvirnin, Andrey e Rogozina,
sinistra un
Alla finale di Pasqua si sono clas- Julia
gruppo di
sificate solamente sette coppie: 4) Dmitry Zhukov e Maria
ragazzi
quattro italiane e tre russe. Fra Bopkova
degli anni
questa anche Alessio e Ilaria, che 5) Ramazanov, Ruslan e Adam,
cinquanta
in finale, pur comportandosi al Natalya
in un
massimo, nulla hanno potuto 6) Green, Stefan e Sigona,
momento
contro le altre coppie tra cui Adriana
dei giochi
quattro di esse erano russe.. Ma 7) Di Veronica, Alessio e

Questa non è una città per giovani!


il settimo posto finale lancia Manganiello, Ilaria
Alessio Di Veronica e Ilaria avvi

XIV edizione del premio letterario


dei Monti Lepini”: Ecco il bando
Sono i ragazzi che scappano o è il comune a farli scappare?
Quando mi è stato chiesto di scri- Unico appoggio che hanno avuto Riccitelli denuncia la mancanza di
vere un articolo sui rapporti tra quello di Colline Romane, asso- supporto dei giovani ai “tantissi-
Artena e i giovani non ho potuto ciazione che si occupa di pro- mi, eventi tra cui la presentazio-
fare a meno di pensare al caso di muovere manifestazioni e attivi- ne di diversi libri, da me organiz-
LiveArt che merita, a mio avviso, tà in generale sul territorio, del zati”. L’Associazione Artisti Lepini, al fine di incrementare e promuovere la letteratura italiana e dialettale non-
qualche riga di chiarimento tutto estraneo al comune di Altro terreno di battaglia è la ché gli studi storici e di saggistica, indice la XIV edizione del Premio Biennale Letterario Internazionale dei
essendo, a distanza di mesi, un Artena, i quali, per fare un esem- biblioteca… Ma ce n’è una? Monti Lepini. Quest’anno, in occasione delle celebrazioni del bicentenario della nascita di Papa Leone XIII,
argomento ancora scottante tra pio, hanno finanziato i bagni pub- Qualche tempo fa c’è stata la avvenuta a Carpineto Romano il 2 marzo 1810, è istituita una sezione speciale e potranno essere presen-
gli organizzatori e non solo. blici. richiesta di poter tenere aperta la tati lavori (saggi, scritti, poesie anche in dialetto e in latino) sul pensiero, le opere, la figura, la vita, di
Per chi non lo sapesse, LiveArt è Il comune di Artena, preso atto di biblioteca da parte degli studenti Papa Pecci. Il concorso letterario è aperto a tutti.
stata un’iniziativa culturale alle- questa situazione di scontento che necessitano di uno spazio in I lavori devono pervenire in tre copie, con indicazione delle generalità dell’autore, indirizzo, completo di
stita da alcuni giovani del nostro per un evento che invece avreb- cui studiare in tutta tranquillità c.a.p. e numero telefonico, specificando il titolo delle opere e le sezioni cui si intende partecipare, invian-
paese, che ha visto proporre be dovuto suscitare un interesse, usufruendone per più delle quat- do il plico a: “Premio Letterario dei Monti Lepini c/o Centro Culturale Mario Spigone Via della
serate di musica, interventi di ribatte, per voce dell’assessore tro ore a giorni alterni senza Pretura,1 – 00037 Segni (RM)”, comprensivo del contributo spese di euro 20,00 per ogni sezione cui
artisti come Fausto Roma, e una alle politiche giovani Alberto essere retribuiti ma anzi curan- si intende partecipare, da inserire nel plico stesso intestato all’Associazione Artisti Lepini, entro il 20 giu-
ripresa del centro storico che ha Riccitelli, “che in realtà nessuna done lo stato e la fornitura di gno 2010. Gli autori devono dichiarare sotto la propria responsabilità che le opere presentate sono di loro
ospitato l’ evento, con il riutilizzo negligenza c’è stata dalla parte libri. esclusiva creazione e proprietà letteraria e devono altresì dichiarare di rinunciare ad ogni loro diritto di
delle cantine praticamente delle istituzioni, ma bensì una Sono incappati in una slavina di rivalsa per sé e per terzi. Il Premio è patrocinato da: Comune di Segni, Comune di Carpineto Romano,
abbandonate e trasformate in necessità di rispettare le norme e norme che, a quanto pare, ne Provincia di Roma, Regione Lazio, XVIII Comunità Montana, Compagnia dei Lepini, Istituto Culturale Leone
piccoli pub o librerie. le difficoltà che si incontrano nor- impediscono la gestione ai volon- XIII.
Gli organizzatori, tutti tra i venti e malmente nell’ospitare una mani- tari. Il Premio si articola nelle seguenti sezioni:
i venticinque anni si sono presi festazione che si svolge durante Artena in questo caso non è un -POESIA IN LINGUA INEDITA: fino a tre poesie di max 30 versi l’una;
carico delle spese, della cura dei tutta l’ estate”. paese per giovani, anzi Riccitelli -POESIA IN LINGUA EDITA: silloge o raccolta;
luoghi e di tutto l’aspetto buro- Anzi, a suo avviso il comune ha ci informa che lui è uno dei pochi -POESIA DIALETTALE EDITA e/o INEDITA: fino a tre poesie max 30 versi l’una;
cratico, compito tutt’altro che appoggiato non poco i giovani esponenti dell’ amministrazione -NARRATIVA EDITA: una raccolta di racconti o romanzo;
semplice e che, a loro avviso, il intraprendenti, dirimendo que- ad avere meno di trent’anni; -NARRATIVA INEDITA: un racconto dattiloscritto;
comune non ha facilitato anzi si è stioni come l’ ostilità degli autoc- cogliamo allora l’occasione per -SAGGISTICA STORIA: saggio a tema libero dattiloscritto, o una pubblicazione;
disinteressato quasi del tutto a toni, la cui strenua resistenza all’ fare un appello ai suoi coetanei -SEZIONE SPECIALE PAPA LEONE XIII: saggio, poesia (lingua, dialetto, latino)
una manifestazione nata per invasione delle tribù degli under di interessarsi di più alle sorti del Il concorso viene proposto, con graduatorie e Giuria distinte, anche a scuole elementari, medie inferiori e
riscoprire un paese ormai quasi 60 è degna delle cronache che loro paese. superiori, che possono presentare entro il 20 giugno 2010 ricerche individuali, di gruppo o di classe sulle
del tutto abbandonato a se stes- riportano lo sbarco dei portoghe- tematiche della pace, della solidarietà, della intercultura e di personaggi che hanno dato lustro alla storia
so. si nel nuovo mondo. Anastasia Latini e alla cultura del territorio lepino e limitrofo, nonché sulla figura e sul pensiero di Papa Leone XIII. Gli stu-
L’iniziativa nata in Giugno ha denti delle citate scuole possono, altresì, partecipare individualmente alle sezioni di cui sopra. In tal caso
incontrato difficoltà soprattutto valgono le regole generali, tranne che per la quota di partecipazione, che è ridotta del 50% per ogni sezio-
burocratiche e per quel che ne cui si intende partecipare. La Commissione giudicatrice verrà resa nota in occasione della cerimonia di
riguarda l’occupazione del suolo premiazione che avrà luogo a Segni presso l’aula magna della Scuola Media Statale “Don Cesare Ionta”,
pubblico negato, ad esempio, nel domenica 3 ottobre 2010, ore 10.00. Nell’occasione verrà consegnato un opuscolo con graduatorie e moti-
periodo del Palio. Ma anche per vazioni. Ai vincitori sarà data notizia con apposita comunicazione scritta.
la mancanza di fondi, tranne PREMI. Ai primi classificati verrà conferito il Trofeo in bronzo dell’Associazione Artisti Lepini opera del M.°
quelli propri degli organizzatori G. Cherubini, Diploma d’onore; Ai secondi, Targa Città di Segni, Diploma d’onore; Ai terzi classificati Targa
che hanno “sborsato” tutto di Città di Segni, Diploma d’onore; Ai quarti e quinti classificati, Targa dell’Associazione Artisti Lepini e
tasca loro rinunciando alle meri- Attestato di Eccellenza; Dai sesti ai decimi classificati, Attestati di merito. Agli altri concorrenti, Attestato
tate vacanze estive per intra- di partecipazione. Ai primi tre classificati di ogni sezione verrà redatta motivazione. La Commissione si
prendere questa avventura, cre- riserva di attribuire ex aequo e menzioni speciali. Ai primi tre classificati della sezione speciale Leone XIII
dendo ancora nel loro paese verrà conferito un Premio Speciale, Agli studenti verrà rimesso Attestato di merito e premio speciale per
come ormai quasi nessuno dei lavori su Leone XIII. I premi devono essere ritirati personalmente o con delega a terzi, il giorno della pre-
loro coetanei. miazione.

Via Valle Gelata, 6 - Artena


Tel. 06 9517175
Cell. 335 8320736
mail: lucarellitermo@tiscali.it - web: www.termoidraulicalucarelli.it
IMPIANTI IDROTERMICI-GAS-CONDIZIONAMENTO
GIARDINAGGIO-LAVORI E NOLEGGIO CON PIATTAFORMA
AEREA-SOSTITUZIONE CALDAIA A CONDENSAZIONE CON
SGRAVIO FISCALE DEL 55% SULL’IMPORTO CON
FINANZIAMENTO
l’Altrartena IDEE SULL’ARGOMENTO
SABATO 17 APRILE
12
SPORT & SPORTIVI www.artenacalcio.it

Calcio. Dopo la brutta sconfitta interna con il Sora, la società esonera il tec- ASD Nuona Montefortino la
salvezza è più vicina
nico. Squadra affidata all’allenatore dei portiere, l’artenese Antonio Coculo

Marini
si Arrende
Marini con le mani in Dopo la vittoria di domenica rezza e fiducia al reparto. Il rien-
alto: si è arreso! scorsa la Nuova Montefortino si tro di Rocchi e Cianni, poi, ha
toglie da una brutta situazione di contribuito di molto all’innalza-
classifica. La squadra ha cambia- mento del tasso tecnico della
to allenatore un mese e mezzo squadra.
la decisione di esonerare fa, e dopo due sconfitte consecu- Ora la classifica è certamente più
Giancarlo Marini, reo di non dare tive con il nuovo tecnico (Savelli tranquilla, con il gruppo che si è
Ancora una sconfitta per la Vis per mezzora dimo-
le giuste motivazione al gruppo e e Latina), sono arrivate ben tre assestato a cinque punti dalla
Artena, è la quinta nelle ultime strando una demotiva-
di non saper arginare questa vittorie: con il Real Velletri, con il zona calda della graduatoria e
sei gare (in mezzo c’è il pareggio zione clamorosa, con
emorragia di continue sconfitte. Borgo Carso e con il Giulianello. con le ultime partite che rappre-
interno con il Ceccano), ed è la una difesa in balia del-
La squadra, in queste ultie quat- L’ultima gara con Giulianello è sentano certamente un ostacolo
terza consecutiva. Il Sora è venu- l’avversario. Solo dopo
tro partite viene affidata all’alle- stato molto ben interpretata dai ma, almeno in due casi, facili da
ta al comunale per cercare alme- il trentesimo minuto la
natore dei portieri Antonio ragazzi di Principato e vinta con superare. Domani la squadra va a
no un punto che gli avrebbe squadra ha avuto una
Coculo, un artenese purosangue, un 2-1 frutto della doppietta di far visita all’Olimpia 04, una com-
garantito la possibilità di lottare minima reazione. Nella
a lui sono affidate le sorti di rin- Simone Valeri, un giovane che pagine che ha necessità di punti,
ancora per evitare i play off, inve- ripresa il Sora triplica e
vigorire un gruppo, molto forte, aveva fatto bene anche con il visto che si trova al terzultimo
ce ha trovato i tre punti che la Vis chiude al 46’ gra-
che ha perso ogni motivazione, tecnico precedente. Principato ha posto distanziata dai nostri da
allontanano quasi definitivamen- zie a Fumagalli. Alla
anche per evitare la brutta figura continuato a mettere difensore ben cinque punti. Poi la
te le zone calde della classifica. fine della gara la socie-
dello scorso anno. Auguri centrale capitan Donnini, e que- Montefortino riceverà la seconda
La Vis Artena è stata surclassata tà si riunisce e prende
Antonio! sto probabilmente ha dato sicu- in classifica, il Sandalo Nettuno,

Pallavolo Artena, un Festival delle bandiere ad


che potrebbe avere poche moti-

Continuano i
vazioni, visto che il primato è
irraggiungibile e che il terzo

avvio al fulmicotone Artena il 24 e 25 aprile


posto è parimenti lontano. Poi

successi per
l’ultima trasferta in casa del
Cisterna, terzo posto, ma in fase

l’Asd Club 97
di smobilitazione, e chiusura in
L'Artena vola! vola prima in classifica, con un risultato sorprendente: 7 Si svolgerà la VII edizione del Festival delle Bandiere ad Artena i pros-
casa con l’Anzio, squadra ormai
gare, 7 vittorie, 21 set vinti e solamente 1 set perso.Indubbiamente la simi 24 e 25 aprile. La manifestazione organizzata dal gruppo locale

e per
salva. Sembra un campionato in
squadra di Cristofari ha delle qualita' tecniche e morali superiori alle degli Alfieri del Cardinale Borghese, con la collaborazione del comune
discesa, ma bisogna fare atten-
altre, un mix riuscito di giocatori esperti e giovani vogliosi di lottare e di Artena, della Provincia di Roma e della FISB. La manifestazione si

Carlotta Bilato
zione a ogni gara. Il presidente
mostrare tutte le capacita' in loro possesso. Ma la partita dell'anno e' svolgerà quasi per intero a piazza Ginepro Cocchi a partire dal 24 apri-
D’Ovidio è fiducioso: una bella
stata quella del 28 Marzo: ARTENA-VALMONTONE. Tutte e due le squa- le. In quella data sono previste le sfilate delle squadre partecipanti per
vittoria per lui e per la società
dre venivano da sei vittorie ciascuna, prime in classifica a pari punti, ci le vie di Artena. Alle ore 18,00 inizierà la gara di singolo tradizionale.
rimanere in seconda categoria
si giocava il primato in testa al girone. Al Palaolimpic c'era La Domenica 25 il programma prevede gare fin dal mattino, con la
solamente al primo anno. Dal
aria di festa, da derby, con un buon numero di spettatori competizione riservata alla coppia tradizionale. Nel pomeriggio, dalle
prossimo si potranno fare nuovi
pronti a seguire l'evolversi della partita. Gara equilibra- ore 17.00, sono previste le finali di singolo e coppia tradizionale; e la
discorsi e schiudersi anche nuovi
ta,tesa,a tratti spettacolare,dove le formazioni non si sono finale dalla gara di piccola squadra.Le squadre che parteciperanno arri-
orizzonti, magari puntare a qual-
risparmiate. Primo set giocato punto a punto sino al 12 vano da Ascoli Piceno, da Querceta, da Ferrara, da Asti, da Catania, da
cosa di più che la semplice sal-
pari,poi uno strappo dell'Artena,apparsa ben concentra- Cava dei Tirreni, da Padova e la squadra di Artena del cardinale
vezza.
ta,che si aggiudica il set per 25-15.Nel secondo grandi Borghese.
emozioni: il Valmontone reagisce,sino a portarsi sul 22-24
con due set point; ma i ragazzi di casa,pur soffrendo,con
un muro e un attacco vincente si riportano in parita' 24-
Ciclismo. Trofeo Si svolgerà domenica 18 aprile il 10° trofeo Fassa Bortolo, Gp della
Montagna città di Artena, trofeo Madonna delle Grazie. Una corsa
24. A quel punto gara di nervi,ma una spettacolare difesa Fassa Bortolo ormai fondamentale nel calendario juniores nazionale. La corsa preve-
di Muzi consente all'Artena il sorpasso e di ciudere 28- de un percorso molto difficile, con la partenza e l’arrivo di fronte al
26.Nel terzo set l'Artena si rilassa, gli ospiti ne approfitta- GP Città di Artena Santuario Madonna delle Grazie. Il percorso si snoderà verso
no e vincono per 19-25. Nel quarto i ragazzi di casa non Giulianello, Lariano, Artena da ripetersi ben 4 volte. L’arrivo è previsto
Carlotta Bilato
ci stanno, e sotto la spinta di un pubblico caloroso,giocano alla gran- il 18 aprile in salita dopo quattro chilometri di asperrima salita.
de, con una serie di muri e attacchi che non lasciano scampo agli
Nella splendida cornice del avversari: 25-11 e 3-1 risultato finale.
teatro Morlacchi di Perugia "Con questa vittoria - ci confessa il cap. Pizzuti- puntiamo a vin-
si è svolta la rassegna nazio- cere il campionato, pur rispettando tutte le formazioni,noi ci
nale Città in Danza 2010. sentiamo pronti per il salto di categoria". Voglio ricordare che
Davanti a un folto pubblico, dopo anni di silenzio, la pallavolo sembra essere rinata ad Artena,gra-
con in testa il preidente della zie a questa societa' che sta lavorando bene per il presente e il futu-
lega danza Uisp Furio ro: oltre alla maschile,si e' iniziato ad allenare una squadra femminile
Bologni, c’erano noti profes- e il minivolley. Lo sport,a qualsiasi livello,aiuta i giovani a farli cresce-
sionisti della danza naziona- re ,insegnando loro il rispetto delle regole,dei compagni e avversari, la
le. Il concorso ha messo in cultura della vittoria e della sconfitta.Bisogna investire verso tutte le
luce la nostra Asd Club 97 attivita' sportive, che trasformeranno i ragazzi di oggi in uomini e
guidata dalla ballerina donne con valori morali importanti. Esperienza sportiva come crescita
Carlotta Bilato, che ha rice- della persona.
vuto il premio tra tutte le
società per la coreografia e Classifica: ARTENA 21-VALMONTONE 18-GSQ AQUILE 9-APPIO ROMA
Carlotta quello come miglio- 9-OLEVANO 6-ROMA OTTO 6-JOLLY V. 3.
re ballerina, un successo che
si è ripetuto al teatro Verdi
di Terni dove si è svolta la 6°
edizione della rassegna
nazionale "Città in Danza
2010". La manifestazione
organizzata dall'Uisp di Terni
con il patrocinio del Comune
di Terni e la collaborazione
dell'Assessorato comunale
alla Cultura, ha registrato la
presenza di tredici scuole, di
cui cinque provenienti dalle PAVIMENTI STAMPATI
regioni Toscana, Lazio e
Campania. Tra esse anche la
RAMPE CARRABILI
nostra scuola la A.S.D. LAVORI IN RESINA - PIAZZALI
Club97 (Artena-Roma), gui-
data da Carlotta Bilato. La Via Velletri, 27/A – 00031 ARTENA (RM)
giuria ha scelto le migliori
coreografie. Le scuole sele- Info: 328.8996922 – 327.8138622
zionate per le finali naziona-
li di Senigallia, che si terran-
no il 4 e 5 settembre, sono
risultate le seguenti:
Categoria Bambini Centro
Artistico Aptitude con "Jeux
de l'enfance", Ass. Area
Ballet con " Tirolo", A.S.D.
Club 97 con " No control";
categoria Ragazzi Centro
Artistico Aptitude con"
Coralli", A.S.D. Club 97 con
"Special one"; Categoria
Adulti Centro Artistico
Aptitude con " Quanto
tempo", A.S.D. Club 97 con "
The Vision", Ballet Academic
Studio con " Incubo".