Sei sulla pagina 1di 19

EUROPEAN COMMISSION

E U R O PA 2 0 2 0
Intervento di J.M. Barroso,
Presidente della Commissione europea, al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010
Indice

1. La crisi ha vanificato i progressi a lungo termine

2. L’Europa deve reagire per evitare il declino

3. Il nostro margine di manovra è limitato

4. Dobbiamo imparare dall’esperienza e guardare al futuro

5. Che Europa vogliamo nel 2020?

6. Uscire dalla crisi e avviare una ripresa duratura

7. Tre priorità per la crescita sostenibile e l’occupazione

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


La crisi ha vanificato i progressi
1

• Crescita del PIL: -4% nel 2009, il peggior risultato dagli


anni ‘30

• Produzione industriale: -20% a causa della crisi, ritorno al


livello degli anni ‘90

• Dati sulla disoccupazione:


– 23 milioni di disoccupati
– 7 milioni di disoccupati in più in 20 mesi
– tasso di disoccupazione previsto al 10,3% nel 2010 (ritorno
al livello degli anni ‘90)
– disoccupazione giovanile superiore al 21%

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


La crescita dell’Europa è stata messa a
dura prova
2

Crescita annua del PIL (%)


15 Inizio della crisi 15
UE-27 USA
Giappone Cina
10 10

5 5

0 0

-5 -5

-10 -10
2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011

Fonte: Commissione europea

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


La disoccupazione è aumentata
3

Tassi di disoccupazione nell’UE, dicembre 2009


(e aumento dal marzo 2008)

dicembre 2009 marzo 2008

25

20

15

10

0
IT
LT **

FI

SI
PT

CZ

MT

AT
E E **

E L**

UK *

R O **
IE

U E 27
PL

NL
HU

FR

LU
BG
LV
ES

SK

SE

BE

DE
DK

CY
Fonte: Commissione europea
Note: * UK: ottobre 2009; ** EE, EL, LT e RO: terzo trimestre 2009
Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010
L’Europa deve reagire per evitare il declino
4

• Il nostro potenziale di crescita è stato dimezzato dalla


crisi: se non interveniamo, il decennio si concluderà con
una crescita economica molto bassa

• L’invecchiamento della popolazione accelera: la


popolazione in età lavorativa diminuirà di circa 2 milioni
di persone entro il 2020 e il numero di ultrasessantenni
aumenta a una velocità doppia rispetto a prima del
2007

• La produttività rallenta: due terzi del nostro divario di


reddito con gli Stati Uniti sono dovuti alla bassa
produttività

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


Il nostro margine di manovra è limitato
5

• I conti pubblici hanno subito pesantissime ripercussioni:


deficit pari al 7% del PIL in media e indebitamento
superiore all’80%; in soli 2 anni sono stati vanificati 20
anni di risanamento

• Il nostro sistema finanziario ha ancora bisogno di


misure correttive: la ridotta disponibilità di prestiti
bancari continua a frenare la ripresa

• La concorrenza mondiale è accanita: la quota UE delle


esportazioni mondiali sta diminuendo rispetto a Cina e
India

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


La concorrenza mondiale è accanita
6

Quota delle esportazioni (% esportazioni mondiali)


1996 2007

25,0

20,0

15,0

10,0

5,0

-
UE USA Giappone Cina India

Fonte: Commissione europea

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


Dobbiamo imparare dall’esperienza
7

• Le nostre economie sono interdipendenti: il 70% delle


componenti di ciascuna auto prodotta nell’UE proviene da
altri Stati membri; nel complesso, per ogni 1 000 euro di
crescita in uno Stato membro, circa 200 euro vanno ad altri
Stati membri attraverso gli scambi intra-UE

• La crisi ha dimostrato l’importanza del coordinamento, che


è ancora più cruciale per la ripresa: le decisioni prese in
uno Stato membro hanno conseguenze negli altri

• L'UE crea valore aggiunto: dobbiamo sfruttare i nostri punti


di forza (il mercato interno, l'euro) e la nostra capacità di
leadership all'interno del G20

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


Gli scambi intra-UE sono elevati e in
crescita
8

Esportazioni di merci intra-UE e extra-UE


Esportazioni di merci intra-UE in miliardi di euro
Esportazioni di merci extra-UE in miliardi di euro

1 307
1.307
683
683

1.528
1 528 2 706
2.706

1999 2008

Fonte: Commissione europea

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


I nostri destini sono indissociabili
9

Rapporto tra importazioni e esportazioni di merci dell’UE

23%
20%

Crescita delle esportazioni


extra UE-27 di beni
strumentali e di consumo

8%
7% Crescita delle importazioni
nell’UE-27 di beni
intermedi dalla Cina,
combustibili esclusi

1999-2003 2003-2008
Quota della Cina nelle
8% 15% importazioni UE-27 di
beni intermedi (fine
periodo)

Fonte: Commissione europea

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


Che Europa vogliamo nel 2020?
10
Livello di produzione
«Ripresa forte»
Andamento di crescita pre-crisi pieno ritorno al precedente
andamento di crescita e capacità
di ottenere risultati ancora
migliori

«Ripresa fiacca»
perdita permanente di ricchezza e
stagnazione a livelli di crescita
inferiori

«Un decennio andato in


fumo»
perdita permanente di ricchezza e
deterioramento delle potenzialità di
crescita futura
anni
Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010
Uscire dalla crisi e avviare una ripresa
duratura
11

• Uscire dalla crisi significa entrare in un’economia


diversa: non torneremo alla situazione precedente alla
crisi

• Dobbiamo affrontare le sfide a lungo termine –


globalizzazione, pressione sulle risorse,
invecchiamento, tendenze tecnologiche – e sfruttare
appieno le nostre potenzialità

• Il 2020 inizia oggi: i nostri sforzi di ripresa devono


creare le condizioni per la crescita sostenibile e il
risanamento di bilancio

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


L’azione comune a livello di UE paga
12

Effetti a medio termine (2020) sul PIL UE di misure specifiche


a livello di UE – simulazioni su modelli, in miliardi di euro
100 94
90
80 75
70 63
60 50
50
40
30
20
10
0
Venture Riduzione del Direttiva sui Disaggregazione
capital 25% degli oneri servizi dei mercati
(rimozione di amministrativi (stima prudente) dell’elettricità
barriere (contributo UE pari
normative e al 35% della
fiscali riduzione
transfrontaliere) complessiva)

Fonte: Commissione europea

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


Tre priorità per la crescita sostenibile e
l’occupazione
13

• Una crescita basata sulla conoscenza e sull’innovazione


– Innovazione
– Istruzione
– Società digitale

• Una società inclusiva con alti tassi di occupazione


– Occupazione
– Competenze
– Lotta alla povertà

• Crescita verde: un’economia competitiva e sostenibile


– Lotta al cambiamento climatico
– Energia pulita ed efficiente
– Competitività

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


Una crescita basata sulla conoscenza e
sull’innovazione
14

INNOVAZIONE ISTRUZIONE SOCIETÀ DIGITALE

In sintesi In sintesi In sintesi


• La spesa in R&S è inferiore • Meno di 1 persona su 3 di • Il mercato mondiale delle
al 2%, a fronte del 2,6% negli età compresa tra 25 e 34 anni tecnologie dell’informazione e
USA e del 3,4% in Giappone; ha una laurea, a fronte del della comunicazione è pari a
metà del divario con gli USA è 40% negli USA e di oltre il 660 miliardi di euro e dà
dovuta alla nostra percentuale 50% in Giappone lavoro a 1/3 del personale
inferiore di aziende hi tech attivo nel settore della ricerca:
• 1 giovane su 7 abbandona la le imprese dell’UE
• La spesa in R&S di Google scuola e 1 su 4 ha scarse rappresentano solo il 23%
nel settore delle tecnologie capacità di lettura
dell’informazione è superiore • Il 56% delle famiglie ha una
a quella dell’UE nel suo 7° connessione a banda larga,
programma quadro ma molti utenti nutrono dubbi
circa la sicurezza e le
operazioni finanziarie su
Internet
Possibile iniziativa UE: Possibile iniziativa UE: Possibile iniziativa UE:
Piano dell’UE a favore Youth on the Move Agenda europea del
dell’innovazione digitale
Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010
Una società inclusiva con alti tassi di
occupazione
15

OCCUPAZIONE COMPETENZE LOTTA ALLA POVERTÀ

In sintesi In sintesi In sintesi


• Nonostante i progressi solo • 80 milioni di persone hanno • Prima della crisi 80 milioni di
2/3 della popolazione in età scarse competenze o cittadini (di cui 19 milioni di
lavorativa hanno un posto di competenze di base ma bambini) erano minacciati
lavoro (66%), rispetto a oltre il l’apprendimento lungo tutto dalla povertà; i disoccupati
70% negli USA e in Giappone l’arco della vita avvantaggia sono particolarmente a rischio
soprattutto le persone più
• Solo il 46% dei nostri • l’8% della popolazione attiva
istruite
lavoratori più anziani (55-64) non guadagna abbastanza e
ha un lavoro rispetto a oltre il • Da qui al 2020 saranno vive al di sotto della soglia di
62% negli USA e in Giappone creati 16 milioni di posti povertà
altamente qualificati mentre i
posti scarsamente qualificati
scenderanno di 12 milioni

Possibile iniziativa UE: Possibile iniziativa UE: Possibile iniziativa UE:


Una nuova agenda per Nuove competenze per Azione europea contro
l’occupazione nuovi lavori la povertà

Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010


Crescita verde: un’economia competitiva
e sostenibile
16
LOTTA AL CAMBIAMENTO
CLIMATICO
ENERGIA COMPETITIVITÀ

In sintesi In sintesi In sintesi


• Per conseguire i nostri • Se conseguiamo i nostri •Secondo le previsioni, il
obiettivi dobbiamo ridurre le obiettivi, risparmieremo 60 mercato delle tecnologie verdi
emissioni due volte più miliardi di euro di importazioni triplicherà entro il 2030 / Un
rapidamente nel prossimo petrolifere e di gas da qui al incremento dell’efficienza
decennio rispetto a quello 2020 energetica del 20%
passato rilancerebbe la crescita
• Ulteriori progressi del
dell’UE di circa l’1%
• I posti di lavoro nell’industria mercato interno dell’energia
verde sono aumentati del 7% possono far crescere il PIL • Sfruttando appieno il
l’anno dal 2000; realizzando il dello 0,6-0,8% mercato unico/migliorando
nostro target di energia l’accesso al mercato e la
rinnovabile otterremmo 2,8 convergenza normativa si
milioni di posti di lavoro nel possono rilanciare crescita e
settore occupazione

Possibile iniziativa UE: Possibile iniziativa UE: Possibile iniziativa UE:


Strategia di riduzione Piano d’azione in Politica industriale per
delle emissioni di materia di energia l’era della globalizzazione
carbonio
Intervento di J.M. Barroso al Consiglio europeo informale dell’11 febbraio 2010
EUROPA 2020