Sei sulla pagina 1di 8

Allegato 2

#open_art
Il progetto
#open_art (codice id. 25 settore patrimonio artistico culturale), ideato dal Consorzio Marche
Spettacolo in co-progettazione con AMAT - Associazione Marchigiana Attivit Teatrali, un
progetto della durata di 12 mesi che si concentra sulla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale
regionale, sia esso situato nelle citt sia nei centri storici minori.
Obiettivo generale del progetto dunque lampliamento della fruizione e la maggiore accessibilit
al pubblico di teatri, siti e musei archeologici, spesso chiusi a causa della carenza di personale
qualificato o di risorse.
Il fulcro del progetto consiste nellutilizzo di siti e musei archeologici per rappresentazioni teatrali,
concepite come occasioni di riqualificazione, visibilit e fruizione pi ampia e consapevole da parte
della collettivit.
Ulteriore elemento caratterizzante il progetto la sperimentazione di forme di gestione efficiente dei
teatri basate su metodi innovativi di programmazione degli spazi per artisti e pubblico.
Con #open_art si mira a creare 10 figure professionali qualificate di raccordo, coordinamento ed
accoglienza, in grado di porsi come reale medium tra il patrimonio artistico-culturale e la collettivit.
I tre obiettivi specifici sui quali #open_art punta sono:
1) in virt della presenza di una figura qualificata, giungere ad un'apertura regolare degli spazi
coinvolti dal progetto, anche per favorire lincremento del flusso turistico regionale, nazionale ed
internazionale;
2) coinvolgimento del volontario del Servizio Civile nella sperimentazione volta a creare un
modello innovativo per i diversi teatri coinvolti dal progetto. Si potr pertanto lavorare alla
definizione di modelli pi efficienti, calibrati sulle diverse ipotesi e soluzioni proposte;
3) formazione di una figura professionale in grado di gestire uno spazio dal punto di vista
organizzativo e logistico, contribuendo ad inserirla nel mondo del lavoro.

Presentazione della domanda e selezione dei candidati


La domanda di partecipazione (Allegato 3-4), in formato cartaceo, indirizzata a:
Consorzio Marche Spettacolo - Progetto #open_art
c/o Assemblea Legislativa delle Marche
Piazza Cavour 23
60122 Ancona (AN)
dovr pervenire entro le ore 14 del giorno 23 febbraio 2015 (non far fede il timbro postale).
Oltre ai propri dati, nella domanda andranno chiaramente indicati:
- il nome del progetto (#open_art)
- il codice identificativo del progetto (CODICE ID 25)
- i codici di entrambe le sedi del progetto (CONSORZIO MARCHE SPETTACOLO RM00009 e AMAT
RM00012).
La domanda andr compilata elettronicamente, stampata, firmata, corredata di fotocopia di documento
di identit valido ed inviata a mezzo posta al Consorzio Marche Spettacolo, all'indirizzo sopraindicato.
Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.
Data e sede di svolgimento delle selezioni - previste tra lultima settimana di febbraio e la prima di
marzo verranno comunicate direttamente ai candidati e pubblicate nella sezione "news" del sito
marchespettacolo.it.

Requisiti dei volontari e specifiche


Oltre ai requisiti di ammissione elencati al punto 3 dell'Avviso (Allegato 1), in fase di selezione saranno
positivamente valutati: possesso di titoli di studio coerenti; eventuali esperienze lavorative pregresse
nel settore culturale e dello spettacolo; patente di guida B e/o superiore; conoscenza fluente della
lingua italiana; conoscenza di altre lingue; grado di motivazione; disponibilit ad effettuare trasferte
(trattandosi di un progetto itinerante) e versatilit.
Limpiego dei volontari nel progetto avr una durata di 12 mesi.
Per coloro che rinunciano prima della conclusione del terzo mese di servizio la misura GARANZIA
GIOVANI non riconosce alcun tipo di erogazione del contributo.
A ciascun volontario del Servizio Civile verr riconosciuto un assegno mensile, pari a 433,80 euro
lordi. I pagamenti sono effettuati a partire dalla conclusione del terzo mese di servizio.

Attivit, date e orari di servizio


Oltre alla formazione, dettagliatamente descritta nel prosieguo, #open_art prevede una serie di attivit,
riconducibili a 3 categorie:

1) APERTURA DEGLI SPAZI: supporto alla custodia dei luoghi, accoglienza e organizzazione
logistica. Tali attivit svilupperanno nel volontario le capacit informative, di problem solving e di
adattamento al contesto e si svolgeranno nei siti di interesse (teatri/aree e musei archeologici);

2) NUOVE FORME DI FRUIBILITA DEGLI SPAZI: supporto alla raccolta, elaborazione e


classificazione di dati ai fini progettuali, per sviluppare nel volontario la conoscenza,
lorientamento al risultato e la capacit di metodo e focus. Tali attivit si svolgeranno presso gli
uffici di Consorzio ed AMAT e nei siti di interesse (teatri/aree e musei archeologici);
3) CREAZIONE DI UNA NUOVA FIGURA PROFESSIONALE: coinvolgimento del volontario nei
processi organizzativi, al fine di acquisire conoscenze teorico-pratiche, sviluppare capacit di
lavorare in team e di trovare soluzione ai conflitti.
I 10 candidati selezionati inizieranno la loro attivit a partire da mercoled 1 aprile 2015.
I giorni di servizio a settimana sono 6. Il numero delle ore di servizio settimanale flessibile (minimo 12
ore settimanali per 1400 ore lanno).
I turni previsti dal progetto sono 3:
TURNO I Ingresso 9:00 Uscita 14:00
TURNO II Ingresso 14:00 Uscita 19:00
TURNO III Ingresso 20:00 Uscita 24:00
I primi due turni sono diurni, il terzo serale, ed destinato allo svolgimento delle attivit connesse ad
eventi nei teatri e nei musei. Il volontario inoltre user i giorni di permesso coincidenti con i giorni di
chiusura delle sedi.
Si richiede disponibilit alla trasferta, alluso di un mezzo di trasporto proprio, flessibilit di orari e
possibile presenza durante alcune festivit.

La formazione
La formazione generale, appannaggio del Servizio Civile e di Laboratorio Culturale Onlus, partner di
progetto, si svolger ad Ancona e si divider in 4 macro aree:

MACRO AREA 1. IL GIOVANE VOLONTARIO NEL SISTEMA DEL SERVIZIO CIVILE


Durata: 12 ore
Formatori: Marina Turchetti, Franca Emett e Sara Reginella (Laboratorio Culturale)
Temi: il lavoro per progetti, lorganizzazione del servizio civile ed il rapporto volontari/enti, la
comunicazione interpersonale e la gestione dei conflitti.
MACRO AREA 2. VALORI ED IDENTITA DEL SERVIZIO CIVILE REGIONALE + TECNICHE
DI RICERCA ATTIVE DEL LAVORO
Durata: 8 ore
Formatori: a cura del Servizio Civile Regionale.

MACRO AREA 3. LA CITTADINANZA ATTIVA


Durata: 10 ore
Formatori: Alberto Sgalla, Roberto Romagnoli* (Laboratorio Culturale)
Temi: la formazione civica, le forme di cittadinanza, la protezione civile.
3

MACRO AREA 4. TECNICHE DI RICERCA ATTIVE DEL LAVORO


Durata: 10 ore
Formatore: Emanuela Capomagi (Laboratorio Culturale)

La formazione specifica si divide in 2 macro aree, una riguardante la formazione specifica


trasversale, realizzata in partenariato con Laboratorio Culturale Onlus e con Associazione Casa delle
Culture (anch'essa partner di progetto), e laltra afferente direttamente al progetto:

MACRO AREA 1. FORMAZIONE SPECIFICA TRASVERSALE


Durata: 20 ore complessive, suddivise in 3 moduli:

Modulo 1 PRESENTAZIONE DELLENTE


Durata: 4 ore
Formatori: Carlo Maria Pesaresi, Gilberto Santini
Tecniche e metodologie di realizzazione previste: lezioni frontali, esperienza quotidiana,
analisi delle attivit associative.
Sede di realizzazione: Consorzio Marche Spettacolo
TEMI TRATTATI

CONTENUTI

IL PROGETTO #open_art

Genesi e contenuti caratterizzanti il progetto presentato al


Servizio Civile Regionale da CMS e AMAT

CONSORZIO MARCHE SPETTACOLO


E AMAT

Presentazione della storia dei due enti, lo statuto, le attivit


e lorganizzazione sul territorio, identit e mission, ruoli e
funzioni.

Modulo 2 FORMAZIONE E INFORMAZIONE SUI RISCHI CONNESSI ALLIMPIEGO DEI


VOLONTARI NEI PROGETTI DI SC
Durata: 4 ore
Formatore: Roberto Romagnoli*
Tecniche e metodologie di realizzazione previste: lezioni frontali multimediali, simulazioni,
esercitazioni
Sede di realizzazione: Laboratorio Culturale
TEMI TRATTATI

CONTENUTI

FORMAZIONE E INFORMAZIONE
SUI RISCHI

Nozioni di misure di prevenzione del rischio e del comportamento


in emergenza calibrate sulle attivit del progetto.

* Al termine dei moduli di competenza del formatore Roberto Romagnoli, previo superamento di un test di
apprendimento, sar rilasciato al volontario un attestato di partecipazione al corso valido per incaricati dellattuazione
delle misure di antincendio e di emergenza e conforme ai requisiti previsti dal D.Lgs. 81/08, per organizzazioni a basso
rischio.

Modulo 3 BILANCIO DELLE COMPETENZE


Durata: 12 ore
Formatori: Giorgia Berardinelli, Franca Emett
Tecniche e metodologie di realizzazione previste: verifiche, confronto con il punto di
partenza, colloqui
Sedi di realizzazione: Consorzio Marche Spettacolo, AMAT e Laboratorio Culturale
TEMI TRATTATI

CONTENUTI

BILANCIO DELLE COMPETENZE

In itinere e alla fine dellanno di attivit verr tracciato un quadro di


valutazione del percorso tecnico-professionale del volontario,
nonch dello sviluppo delle potenzialit iniziali e delle risorse
personali.
Valutazione della prestazione e della capacit di analizzare
problemi e situazioni, di pianificare comportamenti in funzione dei
risultati, capacit acquisita di affrontare situazioni impreviste, di
porsi in relazione con linterlocutore, gestendo le proprie reazioni e
comunicando con singoli e con gruppi in maniera costruttiva.

MACRO AREA 2 - FORMAZIONE SPECIFICA AFFERENTE AL PROGETTO


Durata : 50 ore complessive, suddivise in 2 moduli:

Modulo 1 SPETTACOLO DAL VIVO: STORIA, ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E


COMUNICAZIONE
Durata: 30 ore
Formatori: Gilberto Santini, Luca Celidoni, Monia Bassetti
Tecniche e metodologie di realizzazione previste: lezioni frontali e dinamiche, con
esercitazioni in applicazione.
Sede di realizzazione: Consorzio Marche Spettacolo e AMAT
TEMI TRATTATI

OBIETTIVI E FINALITA

CONTENUTI

STORIA DELLO SPETTACOLO


DAL VIVO:
TEATRO, DANZA E MUSICA

Favorire la conoscenza storica ed


estetica e levoluzione dello
spettacolo nelle diverse epoche
storiche.
Approfondire le conoscenze delle
principali forme di spettacolo dal
vivo e dei contesti teatrali.

Evoluzione del teatro e storia


dello spettacolo teatrale, musicale
e coreutico.
Te a t r o d i r e g i a e d i
sperimentazione.
Il triplice testo operistico.
Il balletto nellopera.
5

ECONOMIA E
AMMINISTRAZIONE DELLO
SPETTACOLO

ORGANIZZAZIONE TEATRALE
E GESTIONE DELLO
SPETTACOLO

ASSETTI ISTITUZIONALI E
GOVERNANCE PER LO
SPETTACOLO

COMUNICAZIONE E
PROMOZIONE DELLO
SPETTACOLO E DELLE
ATTIVITA CULTURALI

Conoscere il sistema legislativo


che regola il settore e le forme di
gestione delle imprese di
spettacolo.
Fornire le competenze specifiche
sulla gestione, leconomia, la
legislazione di produzioni di
spettacoli dal vivo.
Fornire conoscenze operative del
funzionamento dei meccanismi
amministrativi e burocratici.

Pianificare l'organizzazione di un
evento di spettacolo.
Definire le fasi fondamentali e
caratteristiche per le tipologie di
evento e per i diversi generi.
Sviluppare
expertise
per
lorganizzazione di uno spettacolo
nel suo complesso.

Favorire le conoscenze e
lelaborazione di modelli di
coordinamento tra i diversi livelli
di governance.
Sapersi orientare nei contesti
burocratici e amministrativi.

Fornire le conoscenze dei


principali strumenti della
comunicazione nello spettacolo.
Acquisire le competenze minime
per interventi di promozione e
comunicazione di spettacoli ed
eventi.

Musica classica, popolare e di


consumo; musica colta, extracolta
e popolare; musica commerciale e
musica darte.
Introduzione a:
- management delle aziende
culturali e di spettacolo;
- economia della cultura dello
spettacolo;
- economia aziendale per le
istituzioni dello spettacolo;
- amministrazione, contabilit e
bilancio base;
- c o n t a b i l i t fi n a n z i a r i a e
contabilit economicopatrimoniale.
Le diverse tipologie di prestazioni
professionali nel settore dello
spettacolo.
Il collocamento dello spettacolo.
Metodologie e tecniche di
ideazione, programmazione,
realizzazione di eventi di
spettacolo.
Impiego e gestione delle risorse
umane e delle professionalit e
governo delle componenti
artistiche.
Modelli organizzativi nazionali ed
internazionali.
Problematiche e criticit legate
alluso degli spazi.
Aspetti normativi della sicurezza e
dei fattori di rischio (D. Lgs.
81/2008).
La commissione di vigilanza per i
locali di pubblico spettacolo.
Rischi generali e rischi specifici.
Il sistema delle Istituzioni
competenti per lo spettacolo.
Inquadramento normativo per il
settore e principali recenti riforme.
Assetti istituzionali per la gestione
pubblico-privato-no profit delle
aziende e attivit di spettacolo.
La governance nelle aziende di
spettacolo.
Policy making e policy evaluation
per le aziende di spettacolo.
La programmazione negoziata per
la realizzazione di investimenti e
iniziative di spettacolo tra pubblico
e privato.
Gli strumenti: informazione, ufficio
stampa, relazioni pubbliche,
pubblicit, marketing. I media.
Comunicazione esterna e interna.
Il piano di comunicazione. La
redazione dei testi. Pubblicit e
stampa, grafici e tipografie.

Modulo 2 IL PATRIMONIO STORICO ARTISTICO


Durata: 20 ore
Formatori: Gilberto Santini, Luca Celidoni, Monia Bassetti, Paola Marchegiani
Tecniche e metodologie di realizzazione previste: lezioni frontali e dinamiche con presenza
eventuali ospiti, esercitazioni pratiche in applicazione.
Sede di realizzazione: Consorzio Marche Spettacolo, AMAT e siti archeologici di Urbisaglia e
Monterinaldo.
TEMI TRATTATI

OBIETTIVI

CONTENUTI

I LUOGHI

Apprendere le informazioni storico


artistiche e le caratteristiche dei
luoghi in cui si andr a prestare
attivit di supporto.

Excursus
in a r e e , p a r c h i
archeologici musei e teatri della
regione.
ll racconto del patrimonio storico
artistico territoriale con la dott.ssa
Paola Marchegiani, PF. Cultura
Regione Marche.

DA TAU

Favorire la conoscenza della


genesi del progetto TAU (Teatri
Antichi Uniti) e seguire il percorso
che ha portato al progetto
#open_art.

Il progetto, la normativa, la parte


amministrativa. Come un luogo
archeologico diventa un luogo di
spettacolo: la genesi, gli aneddoti,
la storia di TAU dalle origini alla
contemporaneit e la nuova
declinazione del progetto
#open_art.

Attraverso visite didattico


formative acquire le informazioni
fondamentali su due dei presidi
che caratterizzeranno il progetto.

Due siti rappresentativi sono lo


scenario per due visite
direttamente in situ.

A #open_art

FAI UN SOPRALLUOGO!!!

Sedi e luoghi
Il progetto prevede attivit di ufficio presso le sedi del Consorzio Marche Spettacolo (Piazza Cavour
23, Ancona) e di AMAT (Corso Mazzini 99, Ancona), e attivit nei luoghi di seguito elencati:
Ancona: Anfiteatro Romano, Museo Archeologico Nazionale delle Marche
Ascoli Piceno (AP): Teatro Romano, Museo Archeologico Statale
Castelleone di Suasa (AN): Anfiteatro Romano, Parco Archeologico della Citt Romana di Suasa
Corinaldo (AN): sito di Santa Maria in Portuno, Teatro Goldoni
Cupra Marittima (AP): Parco Archeologico, castello medievale di Sant'Andrea
Falerone (FM): Teatro Romano
Macerata-Villa Potenza: Teatro Romano di Helvia Recina
Matelica (MC): Museo Civico Archeologico, Teatro Piermarini
Monte Rinaldo (FM): Area Archeologica "La Cuma"
7

Osimo (AN): Area Archeologica di Monte Torto


Ostra Vetere, localit Muracce (AN): Area Archeologica "Le Muracce"
Pergola (PU): Museo dei Bronzi Dorati e della Citt di Pergola, Teatro 'Angelo Dal Foco'
Pesaro-Colombarone: Area Archeologica
San Severino (MC): Area Archeologica di Septempeda
Urbisaglia (MC): Anfiteatro e Teatro Romano, Criptoportico, Area Archeologica Urbs Salvia
Camerino (MC): Teatro Marchetti
San Ginesio (MC):Teatro Leopardi
Chiaravalle (AN): Teatro Valle
Civitanova Marche (MC): Teatro Annibal Caro
Montemarciano (AN): Teatro Alfieri
Porto San Giorgio (FM): Teatro Comunale
Pesaro: Teatro Rossini
Pesaro: Teatro Sperimentale
Fabriano (MC): Teatro Gentile
Recanati (MC): Teatro Persiani

Per ulteriori informazioni e chiarimenti scrivici all'indirizzo: segreteria@marchespettacolo.it indicando


nelloggetto: progetto #open_art.