Sei sulla pagina 1di 13

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA

DIPARTIMENTO DI STUDI SULLIMPRESA

CORSI DI RAGIONERIA
(Anno Accademico 2010/2011)

Il caso Bennet S.p.A.


Scritture di chiusura, problematiche di valutazione
e di redazione del bilancio

A cura di
Riccardo Cimini
Alessia Montecchia
Bianca Staglian

Il Caso Bennet S.p.A.


BILANCIO DI VERIFICA AL 31/12/2010 ............................................................................................... 3
OPERAZIONI DI CHIUSURA .................................................................................................................... 5
QUESITI............................................................................................................................................................. 9
TABELLE ......................................................................................................................................................... 10
Tabella n. 1- Materie Prime ........................................................................................................................ 10
Tabella n. 2- Prodotto 1 .............................................................................................................................. 10
Tabella n. 3- Prodotto 2 .............................................................................................................................. 11
Tabella n. 4- Titolo Beta ............................................................................................................................. 11
Tabella n. 5- Titolo Gamma ....................................................................................................................... 12

BILANCIO DI VERIFICA AL 31/12/2010


CONTI
Banca Intesa San Paolo c/c n. 05926/37
Crediti verso clienti
Crediti tributari
Cambiali attive
Erario c/acconto IRES
Erario c/acconto IRAP
Fitti passivi
Impianti
Macchine elettroniche
Sistema hardware
Mobili e arredi
Partecipazioni Darcy S.p.A.
Attrezzature
Fabbricati
Terreni
Canoni di leasing
Interessi passivi vari
Erario c/acconto Iva
Iva nostro credito
Materie Prime c/acquisti
Variazione Rimanenze Mat. Prime
Variazione Rimanenze Prodotto 1
Variazione Rimanenze Prodotto 2
Oneri previdenziali ed assistenziali
Resi su vendite
Salari e stipendi
Spese di vigilanza
Altri costi
Titoli a reddito fisso
Licenze
Brevetti
Spese di pubblicit
Cassa
Avviamento
Unicredit c/c n. 057895/189
Capitale netto
Riserva legale
Debiti diversi
Debiti verso fornitori

DARE
164.897,00
350.000,00
30.000,00
134.757,00
20.000,00
2.000,00
50.000,00
125.000,00
38.098,00
8.478,00
8.649,00
400.000,00
24.789,00
510.500,00
150.000,00
54.000,00
24.000,00
6.060,00
70.525,00
261.000,00
145.000,00
216.000,00
347.000,00
123.518,00
28.331,00
220.000,00
5.750,00
25.875,00
20.565,00
56.000,00
58.000,00
70.000,00
4.500,00
230.000,00

AVERE

91.627,00
900.000,00
20.000,00
86.000,00
541.375,00
3

Fondo amm.to Macchine elettroniche


Fondo amm.to Sist. Hardware elab.dati
Fondo amm.to Fabbricati
Fondo amm.to Mobili e arredi
Fondo amm.to impianti
Fondo svalutazione crediti
Debiti per TFR
Fondo per contenzioso
Interessi attivi bancari
Iva nostro debito
Prodotti c/vendite
Fitti attivi
Mutui passivi
Altri ricavi
Contributi in conto esercizio
Plusvalenze da alienazione
TOTALE

3.983.292,00

5.714,00
2.000,00
106.354,00
2.350,00
71.000,00
58.220,00
71.250,00
80.000,00
3.602,00
78.800,00
890.000,00
30.000,00
360.000,00
10.000,00
550.000,00
25.000,00
3.983.292,00

OPERAZIONI DI CHIUSURA
Si proceda alla registrazione delle operazioni di seguito proposte:
1.

Al 31/12 non si ancora provveduto alla fatturazione di prodotti gi consegnati ad un nostro


cliente, per un valore di 15.000 + IVA 20%. La fatturazione avverr nel corso del 2011.

2.

Si procede allaccantonamento del T.F.R.: indice Istat di riferimento 3,5% (imposta sostitutiva
dell11% sulla rivalutazione delle indennit pregresse).

3.

Il canone annuale, di 5.750, relativo al contratto di vigilanza notturna dei fabbricati di propriet
stipulato il 01/12/2010 per una durata biennale- pagato anticipatamente il primo dicembre di
ciascun anno.

4.

Le imposte correnti ammontano a 28.000 (IRES 20.000 - IRAP 8.000); le imposte differite
passive sono pari a 4.000 e imposte anticipate pari a 2.500.

5.

Nel corso dellesercizio si avviata la realizzazione dellimpianto in corso di costruzione che, al


termine dellesercizio, non completato. I costi attribuibili allimpianto sono quantificati in
20.300, e sono cos composti:

6.

salari e stipendi

9.000;

oneri previdenziali e assistenziali

3.000;

altri costi

8.300.

In data 12/12 il consiglio comunale ha approvato varianti del piano regolatore sulla base del quale
il terreno agricolo in contrada Cala Mosca divenuto edificabile. Sulla base di unattenta perizia
commissionata allo studio Greco si ritiene che il valore del terreno possa essere stimato in
250.000.

7.

Gli ammortamenti delle immobilizzazioni materiali, ipotizzando un valore residuo pari a 0 al


termine della vita utile di tutti i beni, sono calcolati sulla base del seguente prospetto:

Beni

8.

Anno di
acquisto

Fondo
amm.to al
31.12.2009

Costo
storico

Valore
netto
contabile

Residua
possibilit
di utilizzo al
31.12.2010

Macchine
elettroniche
Sistema hardware

2008

38.098,00

5.714,00

32.384,00

10 anni

2009

8.478,00

2.000,00

6.478,00

2 anni

Attrezzature
Mobili e arredi
Impianti
Fabbricati

2010
2007
2006
2005

24.789,00
8.649,00
125.000,00
510.500,00

0,00
2.350,00
71.000,00
106.354,00

24.789,00
6.299,00
54.000,00
404.146,00

3 anni
8 anni
3 anni
19 anni

Il calcolo degli ammortamenti dei costi pluriennali effettuato sulla base della residua possibilit
di utilizzazione, come di seguito indicato:

9.

licenze duso software (10 anni);

brevetti (8 anni).

Gli amministratori riconoscono utilit pluriennale alle spese di pubblicit presenti in contabilit
ed iscritte nei componenti negativi di reddito e, con il consenso del collegio sindacale,
stabiliscono di capitalizzarle in misura pari all80%. Si conviene di ammortizzarle a partire
dallesercizio in chiusura, in 5 anni.

10. Lavviamento presente in contabilit si riferisce allacquisizione, nel corso dellesercizio 2010, di
una societ operante nel nostro business. Gli amministratori decidono di ammortizzare tale
avviamento in cinque anni.
11. Il mutuo risultante dalla situazione contabile stato contratto nel 1/09/2010 alle seguenti
condizioni:
-

tasso di interesse del 9%;

interessi pagabili posticipatamente in data 01/03-01/09 di ogni anno;

la prima delle 10 rate annuali di rimborso sar pagata l 01/03/2013;

il capitale sar rimborsato a scadenza.

12. In data 10/1 riceviamo notizie dal nostro legale che il contenzioso con lamministrazione
finanziaria venuto meno a seguito dellaccoglimento della nostra istanza di ricorso. Negli
esercizi precedenti era stato accantonato un fondo per rischi di contenzioso per 80.000.
13. In relazione ad un nuovo contenzioso instauratosi con lAmministrazione Finanziaria, nel corso
del 2010, si teme di dover sostenere in futuro probabili uscite finanziarie per 15.000.
14. Al 31/12 non stata ancora ricevuta la fattura della societ Bingley S.r.l. per un importo
concordato di 6.000 + IVA 20% relativa ad unattivit di consulenza per unindagine di mercato
svolta nel mese di dicembre 2010; la fattura perverr in data 7/01/2011.
15. Si procede alla sistemazione dei conti IVA.
16. In data 05/01/2011 la banca Intesa San Paolo comunica che gli interessi attivi maturati sul C/C
sono calcolati nella misura lorda di 1.500 (ritenuta fiscale 27%); le commissioni bancarie
ammontano a 1.000.
17. In data 07/01/2011 la Banca Unicredit comunica di aver addebitato sul c/c interessi passivi sugli
scoperti per 3.000 e commissioni bancarie di massimo scoperto per 500.
18. Al 31/12/2010 in sede di verifica di consistenza della cassa, a causa di un furto, si rileva un
ammanco di 1.000.
19. La valutazione delle rimanenze di magazzino, viene effettuata sulla base della convenzione del
costo, tenendo conto dei metodi del costo medio ponderato, del FIFO, del LIFO continuo e del
LIFO a scatti (si consultino, in proposito, le tabelle 1, 2, 3).
20. La valutazione dei titoli a reddito fisso viene effettuata sulla base della convenzione del costo,
tenendo conto dei metodi del costo medio ponderato, del FIFO, del LIFO continuo e del LIFO
a scatti (si consultino, in proposito, le tavole 4 e 5). [N.B.: si ipotizzi, altres, la valutazione degli
stessi sulla base del criterio del fair value (utilizzando a tal fine il valore di borsa) e si evidenzino
in una apposita nota gli effetti di tale valutazione sul risultato economico e sul capitale netto di
funzionamento dellimpresa].
21. I premi da ricevere da fornitori risultano pari a 8.000; quelli da riconoscere a clienti ammontano
invece a 10.000.
22. Parte dei crediti verso clienti riguardano una partita merci vendute allestero per $ 15.000; il
cambio /$ al momento della vendita era pari a 1,5 $ per 1 . Al 31/12, il cambio si attesta a 1,6 $
per 1 .
7

23. Si svalutano i crediti per un ammontare di 20.000; si considerano altres le difficolt di


riscossione di crediti vantati verso imprese residenti in Grecia e Portogallo. Lammontare del
rischio paese stimato in 10.000.
24. In data 1/03/2010 la societ Bennet S.p.A (soggetto locatario) ha stipulato un contratto di leasing
finanziario con la societ Elliott relativamente a un automezzo aziendale, alle seguenti condizioni
contrattuali:
-

Costo dellautomezzo 90.000;

Maxicanone iniziale 36.000 pagato in data 01/03/2010;

Prezzo di riscatto del bene 12.000;

Importo della rata periodica (anticipata) 9.000;

Rate periodiche semestrali;

Contratto di durata quinquennale;

Vita utile del bene: 20 anni.

La prima rata semestrale stata corrisposta alla stipula del contratto.


25. In data 23/04/2010, la societ ha iniziato e svolto solo in parte lavori su commessa, valutati, al
31/12/2010, con il criterio della percentuale di completamento. Dal contratto, stipulato con la
controparte, si desumono le seguenti informazioni:
-

ricavi pattuiti 500.000;

costi 200.000;

tempo di esecuzione 2 anni;

avanzamento lavori a termine del primo anno 20%

fatturazione dei compensi 100% nel secondo periodo amministrativo.

26. Durante lanno stata acquistata una partecipazione totalitaria (iscritta tra le immobilizzazioni) in
unimpresa controllata, la Darcy S.p.A., la quale nel corso dellesercizio ha maturato un utile pari a
80.000. La partecipazione viene valutata al costo.

QUESITI
Il gruppo di lavoro predisponga:
a) il piano dei conti adottato dalla societ secondo limpostazione civilistica;
b) le scritture di chiusura distinguendole in scritture di completamento, di determinazione delle
competenze, di riclassificazione, di riepilogo e finali. Evidenzi, in apposite note, i calcoli relativi agli
ammortamenti e alla valutazione delle rimanenze di magazzino e di titoli, nonch le motivazioni
delle scelte effettuate.
c) per loperazione di cui al punto 25 si presenti la scrittura contabile nellipotesi in cui i lavori in
corso vengano valutati al costo;
d) i prospetti di stato patrimoniale e conto economico al 31.12.2010;
e) la scheda relativa alle valutazioni di cui al punto 20 contabilizzate secondo i principi contabili
internazionali.

TABELLE
Tabella n. 1- Materie Prime
DATA

QUANTITA' PREZZO

Rimanenze 2007
Rimanenze 2008
Rimanenze 2009
Rimanenenze Iniziali 2010
Acquisti 2010

2.000
2.500
3.500
8.000
1.000
4.000
5.000
3.000
13.000

Tot. Acquisti 2010


Rimanenze iniziali + Acquisti
2010
Utilizzi 2010
Rimanenze finali al 31/12/2010
Valore di presumibile realizzo
(indiretto)

15,00
18,00
20,00
20,00
19,00
21,00
20,00

21.000
19.000
2.000

COSTO
TOTALE
30.000,00
45.000,00
70.000,00
145.000,00
20.000,00
76.000,00
105.000,00
60.000,00
261.000,00
406.000,00

22,00

Tabella n. 2- Prodotto 1
DATA

QUANTITA' PREZZO

Rimanenze 2008
Rimanenze 2009
Rimanenenze Iniziali 2010
Produzione 2010
Rimanenze + Produzione 2010
Vendite 2010
Rimanenze finali al 31/12/2010
Valore di presumibile realizzo
(diretto)

2.000
5.000
7.000
6.000
13.000
12.000
1.000

28,00
32,00
34,00

35,00

10

COSTO
TOTALE
56.000,00
160.000,00
216.000,00
204.000,00

Tabella n. 3- Prodotto 2
DATA

QUANTITA' PREZZO

Rimanenze 2008
Rimanenze 2009
Rimanenze Iniziali 2010
Produzione 2010
Rimanenze + Produzione 2010
Vendite 2010
Rimanenze finali al 31/12/2010
Valore di presumibile realizzo
(diretto)

10.000
11.000
21.000
4.000
25.000
23.500
1.500

16,00
17,00
17,00

COSTO
TOTALE
160.000,00
187.000,00
347.000,00
68.000,00

15,00

Tabella n. 4- Titolo Beta


Titolo Beta

Valore
nominale

Corso
secco %

Costo

Rimanenze Finali Anno 2008


Rimanenze Finali Anno 2009

10.000,00
12.000,00

99,00
98,00

9.900,00
11.760,00

Totale rimanenze iniziali Anno


2010

22.000,00

21.660,00

Acquisti Anno 2010

13.000,00
2.000,00
10.000,00
6.000,00

Totale acquisti 2010

31.000,00

30.854,00

Totale (rim.iniziali e acquisti


Anno 2010)

53.000,00

52.514,00

Realizzi Anno 2010

36.500,00

36.500,00

Rimanenze finali Anno 2010

16.500,00

99,40
99,20
99,60
99,80

Valore di borsa al 31/12/10

90,00

Valore di borsa al 27/3/11


(giorno in cui si riunisce il
C.d.A.)

89,00

11

12.922,00
1.984,00
9.960,00
5.988,00

Tabella n. 5- Titolo Gamma


Titolo Gamma
Rimanenze Finali Anno 2009

Valore
nominale
4.250,00

Totale rimanenze iniziali Anno 2010

4.250,00

Acquisti Anno 2010

7.500,00

Totale (rim.iniziali e acquisti Anno


2010)

11.750,00

Realizzi Anno 2010

6.750,00

Rimanenze finali Anno 2010

5.000,00

Corso
secco %

Costo

90,00

3.825,00
3.825,00

99,50

11.287,50

99,80

Valore di borsa al 31/12/10

99,90

Valore di borsa al 27/3/11 (giorno


in cui si riunisce il C.d.A.)

99,95

12

7.462,50

6.736,50

13