Sei sulla pagina 1di 2

MATERIALI LEGANTI: I CEMENTI

I cementi sono dei MATERIALI LEGANTI simili alle calci idrauliche. Sono costituiti
da calcari argillosi (o calcare + acqua) come le calci idrauliche, ma i cementi
vengono cotti a temperature molto pi elevate; in tal modo non necessaria
lestinzione.

PREPARAZIONE
La preparazione dei cementi assai pi complessa di quella delle calci, e si compone
di pi fasi:

ESCAVAZIONE del calcare argilloso


FRANTUMAZIONE del materiale con frantoi a mascelle
o Frantumazione a secco (pi utilizzata)
o Frantumazione ad umido (il calcare viene buttato in grandi vasche
piene di argilla e acqua)
MACINAZIONE ed ESSICCAZIONE si ottiene una polvere grossa
o Macinazione con mulini rotanti (con sfere dacciaio)
o Essiccazione con gas caldi (recupero del calore dei forni)
IMMAGAZZINAMENTO in silos
COTTURA, NON A SECCO per il forte rischio di scoppi o di incendi.
o La polvere viene inumidita e diventa graniglia, che viene fata cuocere in
lunghi forni rotanti (fino a 200m di lunghezza e 8m di diametro!) ad
900-950C.
o La graniglia si scompone in ossido di calcio e anidride carbonica.
o Raggiunti i 1200-1250C il silicato bicalcico e tricalcico si fissano.
o A 1400-1500C la cottura finisce.
o Il prodotto della cottura chiamato CLINKER (che si presenta a pezzi)
MACINAZIONE FINE e AGGIUNTA DI GESSO (per ritardare il tempo di presa)

CLASSIFICAZIONE
Le CLASSI DI RESISTENZA si indicano con la lettera R (resistenza normalizzata a 28
gg) e sono 32,5 N/mm2, 42,5 N/mm2 e 52,5 N/mm2.
La norma UNI suddivide i cementi in:
CEMENTO PORTLAND (pi comune), clinker al 95% della massa
CEMENTO PORTLAND COMPOSITO
CEMENTO DALTOFORNO, con loppe basiche
CEMENTO POZZOLANICO, con pozzolana
CEMENTO COMPOSITO (poco usato), con loppe basiche, pozzolana e clinker

REQUISITI PROVE MECCANICHE, CHIMICHE, FISICHE


PROVE DI TIPO MECCANICO, con malta di cemento (acqua, sabbia e cemento)
RESISTENZA A FLESSIONE: prova effettuata su provini di 40x40x160mm

[ ]

P l N
3
2
b mm

RESISTENZA A COMPRESSIONE: prova effettuata su provino ricavato dalla


prova precedente
P N
=
A mm2

[ ]

PROVE DI TIPO FISICO, con pasta di cemento (acqua e cemento)


PROVA DI INDEFORMABILIT: si riempie lanello (diametro 3cm e alto 3cm)
con pasta di cemento. Dopo 24 ore si immerge in acqua bollente per 3 ore. Se le
punte non si toccano pi vuol dire che nel cemento cera ancora del CaO che
per un difetto non si era legato ai silicati, e che quindi si era trasformato i n
Ca(OH)2 reagendo con lacqua (tolleranza 1cm di apertura)
PROVA TEMPO DI PRESA: si usa un cilindro di pasta di cemento nel quale
viene inserito un ago di Vicat (sez. in punta di 1,13mm con peso di 300g): se
esso si ferma a circa 6(3)mm dal fondo il tempo di presa iniziato (di solto
dopo circa 1 ora)
PROVE DI TIPO CHIMICO
PERDITA DI PESO AL FUOCO: vengono inseriti 50g di polvere di cemento in
forno a 900-950C (temperatura di cottura del calcare). Se il peso diminuisce
vuol dire che in esso cera ancora del calcare macinato.
PROVA RESIDUO INSOLUBILE (verifica di aggiunta di sabbia): si prendono
50g di cemento e si lavano con acido cloridrico e carbonato sodico; se fosse
tutto cemento puro si scioglierebbe tutto.