You are on page 1of 2

REGIONE LAZIO ASSESSORATO AMBIENTE E COOPERAZIONE TRA I POPOLI

Direzione Regionale Ambiente e Cooperazione tra i Popoli

INVITO AL CONVEGNO
IL PIANO PER L’ECO-DISTRETTO DELLA VALLE DEL SACCO
CONVEGNO DI PRESENTAZIONE - 26 febbraio 2010, ore 16.00 – Colleferro (RM)
Sala Konver del BIC Lazio - Incubatore di Colleferro, Via degli Esplosivi, snc
Registrazione partecipanti – ore 16.00

Il Piano per l’eco-distretto della Valle del Sacco, su incarico dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Lazio,
risponde ad una forte istanza che proviene dalla società civile attiva sul territorio – come la Rete per la Tutela della
Valle del Sacco- che ha trovato il sostegno più ampio di realtà associative e ambientaliste per il rilievo nazionale e
paradigmatico che la questione Valle del Sacco riveste.

La grave situazione economico ambientale dell’area richiede di intraprendere con urgenza un percorso di
riconversione ecologica nell’area, evitando la riproposizione di gestioni irresponsabili, speculative e dannose per il
territorio. L’attuale fase di deindustrializzazione potrebbe aprire nuovi orizzonti sulla realizzazione di aree, prodotti
o servizi secondo i criteri del “ciclo chiuso” (distretto eco-industriale) come previsto dall’ecologia industriale, per
raggiungere gli obiettivi della dematerializzazione e dell’eco-efficienza.
Il distretto eco-industriale rappresenta un ottimo strumento per incentivare e incoraggiare la cooperazione
imprenditoriale in campo ambientale minimizzando gli impatti e riducendo il consumo delle risorse naturali, di
materia, energetiche o idriche. L’elemento critico che consente di definire un’area di collaborazione tra imprese un
vero e proprio distretto eco-industriale è l’interazione tra le imprese partecipanti e il loro ambiente naturale. Al suo
interno possono essere ricompresi: gruppi di imprese di riciclaggio, di società con tecnologie ambientali, di società
produttrici di “prodotti verdi”, distretti eco-industriali basati su un singolo tema ambientale, infrastrutture progettate
con tecniche di eco-design.
Fondamento di questo approccio è l’utilizzo della cascata energetica (la successione di trasformazioni
energetiche a temperature sempre più basse) e l’uso degli scarti di produzione di un processo come input per altri
processi produttivi.
Il Piano per l’Eco-Distretto permette di definire :
a) i soggetti coinvolti nella realizzazione del distretto eco-industriale;
b) i principi guida ambientali (procedure, regole, programma di gestione) che informano la realizzazione
del distretto eco-industriale;
c) i principi di ri-design del prodotto e del processo.

Il Piano per l’Eco-Distretto della Valle del Sacco ha come obiettivo di fondo la promozione del territorio in
chiave sostenibile. Ciò non può prescindere dal coinvolgimento degli attori che operano nell’area e dalla creazione
di una consapevolezza diffusa sulle opportunità offerte dall’innovazione in campo ambientale, valorizzando le
capacità e le aspirazioni umane a “fare impresa” presenti sul territorio e il capitale sociale, ambientale e relazionale
dell’area.
Il Piano per l’Eco-Distretto della Valle del Sacco non costituisce un’alternativa, bensì un indirizzo comune
per gli interventi di settore e i programmi già avviati o in corso d’avvio nell’area. Vuole inoltre rappresentare lo
strumento attorno al quale i soggetti locali, pubblici e privati, possono fare rete.

Silvano Falocco
ECOSISTEMI SRL
REGIONE LAZIO ASSESSORATO AMBIENTE E COOPERAZIONE TRA I POPOLI
Direzione Regionale Ambiente e Cooperazione tra i Popoli

PROGRAMMA
Registrazione partecipanti ore 16.00
APERTURA DEI LAVORI – ore 16.30
Filiberto Zaratti, Assessore all’Ambiente e Cooperazione tra i Popoli - Regione Lazio
Giovanna Bargagna, Direttore della Direzione Regionale Ambiente - Regione Lazio
IL PIANO PER L’ECO-DISTRETTO: IPOTESI DI LAVORO – ore 17.00
Silvano Falocco, Ecosistemi
Luigi Campitelli e Francesca Calenne, BIC Lazio
Enrico Fontana, Consigliere Regionale (proposta di legge “Indirizzi e competenze per la individuazione,
progettazione e gestione dei distretti eco-industriali e delle aree produttive ecologicamente attrezzate”)
Maurizio Marcelloni – Coordinatore “Progetto Strategico” della Provincia di Roma
Carlo Blasi, Dipartimento di Biologia Vegetale, Facoltà di Scienze M.F.N. dell´Università “La Sapienza”
ECO-DISTRETTI ED ESPERIENZE IMPRENDITORIALI IN ITALIA– ore 17.50
Paolo Gurisatti - Distretto Tecnologico Trentino
Carlo De Angelis – Consorzio Alberto Bastiani
Primo Barzoni - PALM Spa
INTERVENTI – ore 18.45
CONCLUSIONI OPERATIVE – ore 19.30
Silvano Falocco, Ecosistemi

Sono invitati a partecipare:


Pierluigi Di Palma- Ufficio Commissariale per l’emergenza nel territorio del bacino del fiume Sacco
Rosanna Bellotti, Direzione regionale programmazione economica, Regione Lazio
Michele Civita- Assessore Urbanistica e Ambiente della Provincia di Roma
Gian Paolo Manzella - Direttore Dipartimento Servizi per le Imprese e lo Sviluppo Economico Provincia di Roma
Fabio De Angelis -Vicepresidente e Assessore all’Ambiente della Provincia di Frosinone
Francesco Trina -Assessore Attività Produttive della Provincia di Frosinone
Mario Cacciotti - Sindaco del Comune di Colleferro
Stefano Corsi - Sindaco del Comune di Segni
Piergianni Fiorletta- Sindaco del Comune di Ferentino
Claudio Sinibaldi -Sindaco del Comune di Gavignano
Maurizio Sturvi - Sindaco del Comune di Paliano
Carlo Noto Sindaco- del Comune di Anagni
Luciana Perfetti - Sindaco del Comune di Sgurgola
Anna Maria Girolami - Sindaco del Comune di Morolo
Alessandro Foglietta - Sindaco del Comune di Supino
Stefano Belli – Sindaco del Comune di Patrica
Alberto Valleriani - RETUVASA
Carlo Cefaloni, Rete Lilliput per un'economia di giustizia
Maurizio Simoncelli - Istituto di Ricerche Internazionali Archivio Disarmo
Lorenzo Parlati, Presidente di Legambiente Lazio
Vanessa Ranieri, Presidente del WWF Lazio
Claudio Di Bernardino – Segretario regionale CGIL di Roma e del Lazio
Francesco Simeoni – Segretario regionale CISL di Roma e del Lazio
Luigi Scardaone – Segretario regionale UIL di Roma e del Lazio
Alessandro Salvatori – Presidente Confederazione Italiana Agricoltori Lazio
Massimo Gargano - Presidente Coldiretti Lazio
Federico Vecchioni – Presidente Confagricoltra Lazio
Mario Papetti - Presidente Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Frosinone
Aurelio Regina - Presidente Unione Industriali di Roma
Marcello Pigliacelli - Presidente Unione Industriali della Provincia di Frosinone
Antonio Zanganella - Presidente CNA Lazio
Cesare Cocchi - Presidente Confartigianato Lazio
Eugenio De Crescenzo - Presidente AGC Lazio
Maurizio Flammini - Presidente Federlazio
Stefano Venditti - Presidente Legacooperative Lazio
Carlo Mitra – Presidente Confcooperative Lazio
Carlo Haussman - Direttore Azienda Romana Mercati
Imprenditori, cittadini, associazioni, scuole di formazione professionale

INFORMAZIONI SUL CONVEGNO: Dana Vocino - Ecosistemi Srl - Tel + 39 06 68301407 – E-mail d.vocino@ecosistemi-srl.it
MAPPA DELLA SEDE DEL CONVEGNO SU:
http://www.biclazio.it/xml/come_arrivare.asp?IDcanale=101&lingua=IT&tema=INCUBA&tema2=COLLEF