Sei sulla pagina 1di 6

1

1. Opportunit, vantaggi e motivazioni della mia candidatura


L'esperienza acquisita operando in settori diversi e la formazione professionale
supportano l'intenzione di candidarmi per questo Assessorato il quale include molte aree di
intervento: queste includono e incrociano attivit da me svolte durante gli anni di residenza in
Italia: dal settore amministrativo pubblico, turistico, informatico, sociale, culturale, formativo,
volontariato.
Allego il CV per una maggiore raccolta delle esperienze professionali e personali,
quindi descrivo qui i vantaggi che ritengo di poter offrire all'amministrazione comunale a 5 Stelle e
le opportunit e possibilit di intervento sui temi inclusi nell'Assessorato.

Formazione nel settore di diritto pubblico dell'economia: disciplina della


concorrenza, contratti e servizi pubblici, imprese pubbliche; esperienza nel settore
pubblico statale su procedure amministrative, regolamenti, gestione della
documentazione sulla sicurezza sul posto di lavoro; formazione ed esperienza nella
redazione di progetti europei e bandi pubblici (dei quali un bando pubblico
finanziato dalla Fondazione Banco di Sardegna vinto dall'associazione presieduta
fino al 2014).

Opportunit di eliminare i costi per le consulenze esterne per quanto riguarda


l'attivit di traduzione in particolare riguardo alla lingua inglese (revisione dei siti

Opportunit di riduzione dei costi per l'elaborazione Grafica e per la


Comunicazione.

Contributo sul Marketing e Branding a favore della citt e del territorio, tramite
piani e strategie adoperati a livello internazionale.

Esperienza nel settore informatico e nella risoluzione dei problemi ITC, creazione di
contenuti web, gestione dei sistemi ed elaborazione dati.

Mediatore linguistico e culturale di formazione universitaria triennale: nel periodo di


grandi afflussi di profughi costituisce un vantaggio nella gestione dei rapporti con la
popolazione immigrata e con le culture diverse.

Strategie di massima efficienza interna: progetti di formazione interni sull'attivit di


amministrazione, diffusione di materiale formativo; uso di tecnologie per ridurre i
costi (es: illuminazione a led, metodi di stampa innovativi per abbattere i costi).

Possibilit di lavoro assieme alle deleghe per turismo, spettacolo, associazioni e


volontariato, risorse e fondi comunitari regionali e strutturali, progettazione e
programmazione, comunicazione tra enti, relazioni col livello comunitario.

2. Politiche per il lavoro

Integrazione del reddito di cittadinanza adottato a livello nazionale da altre


amministrazioni comunali nei confronti dei soggetti pi bisognosi e delle famiglie in
stato di urgente necessit: applicare un minimo di condizionalit sulla formazione
lavorativa e professionale di chi stato escluso dal mercato del lavoro o chi si trova
in condizioni di povert (formazione su mestieri e professioni richieste dal mercato
del lavoro turritano e isolano).

Sfruttare il potenziale dell'internet quale strumento per interagire con la domanda


turistica Es: Air B&B; Groupon: website che offre promozioni e sconti collaborando
con imprenditori, professionisti e aziende; Letzgo: servizio di trasporto collettivo.

Assistere e incoraggiare la popolazione proprietaria di immobili non abitati a


integrarsi nel mercato lavorativo turistico: un numero maggiore camere a
disposizione del mercato turistico si traducono in maggiore potenzialit lavorativa
distribuita per i settori ricettivi, ristorazione, servizi di pulizia, gestione e
amministrazione.

Potenziare la rete charter verso l'isola dell'Asinara e le imprese che vi operano a


livello turistico (trekking, ristorazione, guide ambientali) con maggiori concessioni e
incentivi per chi assume regolarmente lavoratori porto torresi.

Istituire un servizio di collaborazioni part-time per studenti universitari porto torresi


nel settore della formazione scolastica, settore di informazione turistica, finanziato
dal comune di Porto Torres e con possibilit di attribuire attestati di formazione e
valutazioni ai fini del raggiungimento dei CFU universitari formativi.

Promuovere corsi di formazione gratuiti, sostenibili e capaci di incidere sulle


condizioni lavorative dei porto torresi sfruttando il vantaggio competitivo del
territorio: corsi sulla cultura d'impresa, sull'amministrazione turistica (alberghiera,
ricettiva), corsi di lingua straniera, corsi di formazione turistica.

Come obiettivo accessorio, la politica formativa e l'inserimento lavorativo (anche


temporaneo) incidono sulle condizioni psicologiche del lavoratore, attenuano la
propensione all'inoccupazione, portando anzitutto il vantaggio dei sussidi di
disoccupazione (al momento negati alla categoria degli inoccupati) e
incrementando le potenzialit di ogni singolo lavoratore.

3. Politiche per i Giovani e la Scuola

Istituire una Consulta Giovanile con l'obiettivo di rappresentanza della popolazione


giovanile, orientata alla raccolta informazioni e all'interazione con la pubblica
amministrazione; delegare alla consulta alcune facolt: scelta degli eventi preferiti;
metodo di attuazione ed esecuzione delle politiche; facolt di autofinanziarsi e
reperire risorse; possibilit di definire politiche e progetti.
3

Fornire testi universitari gratuiti, e abbonamenti agevolati per studenti pendolari

Offrire l'opportunit di svolgere l'attivit universitaria formativa all'interno


dell'amministrazione comunale: contabilit, commercio, area legale, servizi sociali,
comunicazione etc.

Aprire ai giovani la possibilit di svolgere stage nella pubblica amministrazione


(settore rigorosamente chiuso e protetto per evitare competizione e concorrenza).

Istituire un programma After School inserendo attivit diverse volte a contrastare


la dispersione successiva all'orario di lavoro (es un laboratorio musicale gratuito per
i giovani che affrontano difficolt economiche, con possibilit di esibizione
regolarmente all'interno di strutture abilitate; altri esempio la politica di incentivo
all'iscrizione a varie attivit sportive e culturali: sostegno per le spese d'iscrizione e
trasporto; attivit di tipo naturalistico: coltivazione di un orto etc.).

Acquistare strumentazione musicale di propriet del comune risparmiando sui costi


di noleggio attrezzature, garantendo la possibilit di organizzare pi eventi musicali
e spettacoli.

Allestire un parco di allenamento sul modello delle palestre all'aperto presenti in


varie citt italiane ed europee.

Istituzione di un servizio di Counseling e Ascolto: motivare, indirizzare il potenziale


dell'individuo verso le strategie per intraprendere la carriera lavorativa pi ambita
(l'idea che non tutti possiamo diventare astronauti, ingegneri, medici e CEO di
aziende pesantemente negativa e condiziona troppo le aspirazioni giovanili).
Abbattere i pregiudizi sulle possibilit di percorsi formativi o professionali.

Incentivare l'utilizzo della bici per lo spostamento locale, altres educare allo
sviluppo sostenibile, sostenibilit ambientale e benefici derivanti dal consumo
consapevole e critico, dal risparmio, dalla logica di investimento sul lungo periodo.

Incentivare i progressi degli studenti pi meritevoli nelle scuole primarie e


secondarie con premi trimestrali adeguati alle esigenze studentesche.

4. Sport

Accelerare il completamento della piscina comunale e ampliare l'offerta di attivit


sportive sul territorio comunale.

Arricchire gli eventi estivi con proposte come "mini olimpiadi", gare amatoriali e
agonistiche sul modello Triathlon, calcio 3vs3; importare eventi sportivi di rilevanza
nazionale e internazionale (vela, rally, pugilato, ciclismo). Tali eventi e iniziative
hanno enorme importanza nella differenziazione dei servizi e nell'attrattivit nella
stagione turistica.
4

Facilitare l'accesso ai locali e immobili comunali non utilizzati a chi propone corsi
sportivi (yoga, sport da combattimento etc.). Uso non discriminatorio delle palestre
comunali (aperte al momento a poche attivit quali volley e calcio a 5).

Incentivare l'attivit sportiva e motoria per tutte le fasce di et, promuovendo


sopratutto corsi adatti alla popolazione anziana, informazione sui benefici salutari e
sociali dell'attivit motoria.

Promuovere l'uso del bike-sharing per lo sviluppo turistico e la scoperta del


territorio (tra Porto Torres e Platamona), l'uso della canoa nella scoperta del litorale
e della peculiare scogliera locale.

Ammodernamento dei campetti sportivi comunali con opportuni sistemi di


controllo e sorveglianza, incentivando il loro corretto utilizzo sul lungo periodo e
promuovendo l'educazione e la responsabilit (obiettivi non raggiunti e forse
neanche desiderati dalle precedenti amministrazioni)

5. Cultura

Promuovere il territorio culturale attraverso guide turistiche aggiornate e ben


descritte, contenenti tutti i siti di interesse culturale, piatti tipici locali e specialit
enogastronomiche, costumi e tradizioni, lingua: non soltanto in formato cartaceo
ma sopratutto attraverso il web marketing e in stretta collaborazione con gli enti
provinciali e regionali coinvolti.

Creare degli itinerari culturali tematici e originali, con focus sulle peculiarit uniche
del territorio differenziandole per quanto possibile dalle zone circostanti (culto
religioso, storia, tradizione) e un book turistico moderno con la descrizione
attrattiva dei servizi e attivit disponibili a Porto Torres (marketing mix orientato ai
segmenti di interesse sul lifestyle, locali, interessi, specialit). Focus maggiore
sull'identit culturale.

Sostenere attivamente la letteratura e scrittura: concorso estivo di scrittura di


poesie, aneddoti, sketch individuali o di gruppo, riflessioni sul mondo, brani musicali
con accompagnamento acustico o di strumenti etnici.

Valorizzare il servizio bibliotecario locale e ampliare l'archivio con volumi


universitari recenti.

Promuovere e pubblicizzare regolarmente la cultura musicale classica, jazz e


moderna, le esibizioni artistiche, spettacoli teatrali e di cabaret.

Valutare ed eventualmente sostenere l'iniziativa di apertura di un Cinema a Porto


Torres (ad oggi i cittadini sono costretti a spostarsi continuamente dalla propria
citt per poter vedere un film).

Inserire i beni culturali presenti sul territorio di Porto Torres in una pi ampia
strategia di marketing al livello locale, nazionale e internazionale, collaborando con
nomi e zone associate a Porto Torres (Ardara, Burgos, Stintino, parco dell'Asinara
etc.) istituendo un Marchio Collettivo incentrato sul servizio turistico.

Facilitare l'accesso al patrimonio naturale (flora e fauna) dell'area comunale incluso


il Parco dell'Asinara (promozione del centro di recupero per animali marini).

Le attivit culturali e ricreative permesse nel Parco dell'Asinara sono strettamente


connesse alle possibilit di soggiorno sull'isola, al momento ridotte: l'alloggio
diffuso eco sostenibile pu garantire vantaggi per gli stakeholders (pernottamento
per i turisti, possibilit d'impresa per gli operatori locali) pertanto la strategia
culturale-turistica comunale inizia dal sostegno a tali iniziative con incentivi e
negoziazione con gli enti coinvolti.

Nel periodo di alta stagione proporre i Monumenti Aperti per almeno un giorno e
pubblicizzare l'evento adeguatamente al fine di attrarre il turismo della provincia,
integrando con concerti musicali.

Istituire una Consulta della Cultura per promuovere la partecipazione dei cittadini
all'individuazione e risoluzione delle problematiche nel campo culturale attraverso
il coinvolgimento di tutti i soggetti impegnati e interessati a tale ambito.

Nel settore musicale-artistico, rielaborare l'ordinanza locale sulle limitazioni agli


spettacoli musicali dal vivo e all'aperto, durante il periodo estivo.