Sei sulla pagina 1di 3

Roma, 19.6.

2015
Prot. n. 700
Alle Segreterie dei comprensori Cgil FP Roma Lazio
Care compagne e cari compagni,
si svolto oggi lincontro in regione su due argomenti importanti: precariato e
processo di stabilizzazione e concorsi per la dirigenza delle professioni e
problematiche connesse alla sentenza del Tar Lazio.
Per quanto attiene la definizione di un protocollo in materia di stabilizzazione in
ottemperanza del DPCM /2015, che dovr coinvolgere tutte le aree negoziali della
sanit (comparto, medici, SPTA) permangono alcune perplessit in merito alle reali
disponibilit di copertura del blocco del turn over ancora sottoposta al duplice vincolo
del 15% e della spesa 2014 abbattuta dell1,4%.
Nel prossimo incontro con il tavolo di monitoraggio, che si terr a fine mese,
probabile che si concordi il passaggio dal 15% al 30% , elemento migliorativo ma non
risolutivo.
Con la Regione si sta operando al fine di scorporare i precari a tempo
determinato in possesso dei requisiti del DPCM provenienti da graduatorie di concorso
per i quali, attraverso una specifica procedura esterna al DPCM, si sta cercando di
arrivare alla trasformazione del contratto da tempo determinato a tempo
indeterminato considerandoli al di fuori delle deroghe in quanto spesa gi esistente e,
conseguentemente , senza valenza economica, e al di fuori del 50% della disponibilit
dei posti in ottemperanza del DPCM. Siffatta soluzione creerebbe maggiori spazi nel
percorso dei concorsi riservati e semplificati.
Il numero dei precari in questa situazione, ancora da verificare con attenzione,
interesserebbe maggiormente il personale del comparto.
Il processo di stabilizzazione che deve essere avviato entro il 2015, anche in
considerazione del Giubileo, proceder in ordine di criticit a cominciare dal personale
delle reti di emergenza e da quello delle reti tempo dipendenti.
Ovviamente il numero di persone interessate complessivamente al processo
solo indicativo in quanto lapplicazione della norma consente la partecipazione a tutti
coloro in possesso del requisito temporale a prescindere sia dalla casistica di
attivazione dei contratti a termine sia dalla presenza attuale in servizio.
Abbiamo anche chiesto di avere precise notizie in merito alle graduatorie
tuttora esistenti per i singoli profili delle tre distinte aree e della loro consistenza
indicativa.

Federazione Lavoratori Funzione Pubblica Cgil di Roma e del Lazio


Via Buonarroti, 12 - 00185 ROMA
Tel. 06468431 Fax: 064684360
e-mail: fp@lazio.cgil.it
sito Internet: www.fpromalazio.it

La prossima settimana la regione fornir tutti gli elementi richiesti in


preparazione di un incontro nella successiva per la definizione e sottoscrizione del
protocollo.
Sulla indizione dei concorsi di dirigente delle singole professioni la Regione, che
ha ribadito la volont di rispettare laccordo sottoscritto, ha rappresentato una
situazione ancora non conclusa sulla mobilit di molte ASL e Aziende ( 8) e pertanto la
necessit di indire i concorsi a luglio.
Nel ribadire che verranno indicate le aziende capofila per i singoli profili, si
proceder in parallelo al concorso e alla procedura di mobilit per evitare il continuo
dilatarsi dei tempi ipotizzando di operare per ogni profilo ( ad esclusione degli
infermieri per i quali la mobilit gi stata attivata) al concorso per 1 posto
mettendone 1 in mobilit e lasciando valida e utilizzabile, gi nel bando, la
graduatoria. Questo meccanismo risulta particolarmente utile per limitare al massimo
(meno di 1 posto non si pu prevedere) la mobilit.
Per quanto attiene profili in cui la Dirigenza istituita su una sola Azienda, sar
necessario attivare prima la mobilit e successivamente il concorso ma verr
assegnata allazienda che ha previsto , nel suo assetto organizzativo, la specifica
figura dirigenziale.
Problema da non sottovalutate la sentenza del TAR Lazio, attivata dallANAAO,
sul merito delle modalit di assegnazione degli incarichi di struttura ai neo dirigenti
delle professioni.
Nel merito la regione impugner la sentenza e abbiamo chiesto di fornirci la loro
impugnativa per valutare un nostro impegno in qualit di rappresentanti di interessi
lesi.
A questo punto diviene fondamentale procedere in tempi rapidi ai concorsi per
evitare che comportamenti contrari inficino il lavoro svolto.
Infine, seppure non oggetto della riunione, stato posto il problema relativo ai
criteri ed indirizzi per la definizione del fabbisogno del personale e conseguentemente
delle dotazioni organiche.
Come avete visto abbiamo gi posto il problema a cominciare dal criterio
indicato per i dipartimenti di salute mentale, gli SPDC e i P.S.
Alle nostre contestazioni ci stato risposto che, essendo la circolare meramente
indicativa, non necessita di automatica applicazione bens dellesplicitazione dei criteri
adottati nelle singole aziende sulla base dei quali, anche in considerazione della
complessit della struttura e delle caratteristiche del territorio di riferimento, si
adottano scelte e parametri.
Fermo restando le perplessit necessario che, azienda per azienda, si chieda
lesplicitazione delle motivazioni sulla base delle quali si operano scelte e si

Federazione Lavoratori Funzione Pubblica Cgil di Roma e del Lazio


Via Buonarroti, 12 00185 ROMA
Tel. 06468431 Fax: 064684360
e-mail: fp@lazio.cgil.it
sito Internet: www.fpromalazio.it

rappresentino gli scostamenti tra ipotesi teoriche e reali condizioni di attivit dei
servizi.
p. la Segreteria
f.to Patrizia di Berto

Federazione Lavoratori Funzione Pubblica Cgil di Roma e del Lazio


Via Buonarroti, 12 00185 ROMA
Tel. 06468431 Fax: 064684360
e-mail: fp@lazio.cgil.it
sito Internet: www.fpromalazio.it

Interessi correlati