Sei sulla pagina 1di 4

--- ML CRESCERE ---

La Salute del Corpo - 5

Spedita in novembre.
Arretrati e materiale vario in: www.viveremeglio.org
oppure in: www.freeweb.org/salute/VivereMeglio/index.htm
Coordinatore: Dr. Mario Rizzi
SOMMARIO:
ALIMENTAZIONE E SALUTE
LE NECESSITA' ALIMENTARI
CONCLUSIONE
BIBLIOGRAFIA
Ricordiamo che...
Ricordiamo, ai nostri lettori, che i brani nel cui titolo compare un numero, cos come quelli chiusi tra virgolette e seguiti da
un numero tra parentesi, rappresentano un testo originale, tratto dal volume il cui titolo riportato nei riferimenti
bibliografici.
Premessa
In questa esposizione abbiamo raccolto delle informazioni che pensiamo possano servire ai nostri lettori. Resta inteso che
tali informazioni non intendono sostituirsi al medico, al quale ci si deve rivolgere per qualsiasi problema riguardante la
salute. Quanto vi proponiamo risultato valido per noi e per molti altri, ma non possiamo assumerci alcuna responsabilit
per problematiche risultanti dal suo utilizzo.

ALIMENTAZIONE E SALUTE
"Il modo per mangiare molto di mangiare poco; in questo modo potrete vivere cos a lungo
che alla fine della vostra vita scoprirete di aver mangiato molto."
Anonimo
Con questa lettera vorremmo aiutare i lettori a meglio comprendere le necessit alimentari e la grande importanza che esse
rivestono in relazione alla salute in generale.
Il nostro corpo composto da alcune decine di miliardi di cellule pertanto la condizione di "buona salute" potr esistere
soltanto quando le cellule stesse sono in buone condizione. Ogni cellula non altro che un minuscolo organismo che si
alimenta, svolge un determinato compito e crea dei prodotti di rifiuto. Il sangue, con in suo continuo fluire, porta alle cellule
il necessario nutrimento e prende con s i rifiuti che verranno poi eliminati attraverso gli organi escretori (polmoni, reni,
ecc,). La situazione creata da un sangue non sufficientemente purificato genera senz'altro i presupposti per molti tipi di
malattie.
L'alimentazione, creando i presupposti per un sangue migliore, pu essere considerata come uno strumento atto a prevenire
l'insorgere di molte malattie oppure ad aiutare la guarigione di quelle esistenti. Oggi vi sono molte informazioni riguardo i
cibi e le bevande ma, purtroppo, a volte sono contraddittorie tra loro e generano pi confusione di quanta riescano ad
eliminarne. Vediamo in breve i principi basilari sui quali si basano le diete pi conosciute:
* DIETA SCIENTIFICA: presuppone che il corpo umano sia paragonabile ad una automobile. Ha perci bisogno di
benzina (carboidrati o zuccheri), di lubrificanti (olio, burro, ecc.) e di pezzi di ricambio (protidi o proteine). Vi inoltre la
necessit delle vitamine (elementi vitali) e dei sali minerali. Le indagini fatte hanno stabilito la necessit quotidiana di
questi elementi e la "dieta scientifica" sceglie gli alimenti basandosi appunto su tali necessit.
* DIETA VEGETARIANA: prende in considerazione le scoperte scientifiche ma nega che i prodotti ricavati dalla
uccisione degli animali (carne, pesce, salumi, ecc.) possano essere utili all'uomo. Alcuni tipi di vegetarianesimo sono pi
stretti di altri ed eliminano anche le uova ed i formaggi.
* DIETA IGIENISTA: simile a quella vegetariana ma tende ad eliminare anche i formaggi, le uova, la cottura degli
alimenti e quelli prodotti con farina o riso non integrali. E' una dieta molto stretta che predilige i semi (noci, nocciole,
mandorle) alle altre fonti di proteine.
* DIETA MACROBIOTICA: stata importata dal Giappone da alcuni decenni. Purtroppo ci che in origine era una
filosofia di vita stata ridotta ad una serie di regole alimentari ed alla introduzione di alcuni alimenti prima sconosciuti: la
salsa "tamari", il sale "gomasio", le alghe, ecc.
La macrobiotica si basa sull'assunzione filosofica che tutto ci che esiste risulta formato da due energie; lo Yin (centripeto) e
lo Yang (centrifugo). I cibi Yin tendono a gonfiare (acqua, ecc.) mentre quelli Yang tendono ad asciugare (sale, ecc.). Essi
sono perci classificati in modo che la loro scelta produca un effetto equilibratore sull'organismo.

LE NECESSITA' ALIMENTARI
"Perch tutto quello che voi mangiate nella tristezza, nella collera o senza desiderio, si
trasforma in veleno nel vostro corpo" (Dal Vangelo Esseno della Pace).
CARBOIDRATI O ZUCCHERI O GLUCIDI: sono le sostanze che, attraverso la digestione e l'assimilazione, diventano la
maggior fonte di energia.
PROTIDI O PROTEINE: sono le sostanze organiche che entrano nella composizione delle cellule. Nell'organismo umano
servono per i processi di rinnovo e riparazione.
GRASSI O LIPIDI: sono le sostanze che donano elasticit ai tessuti ed alle cellule, servono anche come riserva energetica.
Per una sana alimentazione assai importante l'esame delle necessit alimentari al fine di poter fare una scelta adeguata dei
cibi, evitando cos eccessi o carenze dannosi per il nostro organismo. Gli alimenti sono generalmente classificati in tre
grandi categorie:
1) - CARBOIDRATI (zuccheri o glucidi)
2) - PROTIDI (proteine)
3) - GRASSI
(lipidi)
Facendo il paragone tra il corpo umano ed una automobile i carboidrati rappresentano il carburante, i grassi i lubrificanti e le
proteine i pezzi di ricambio.
Cos, come in un'automobile, nel corpo umano la necessit di carburante assai maggiore di quella per i grassi od i pezzi di
ricambio e, mancando delle necessarie informazioni, una persona pu ritrovarsi ad ingerire pi grassi o pi proteine del
necessario. Ci pu generare un super lavoro per gli organi della digestione e creare un eccesso di tossine che, avvelenando
il sangue, formano il terreno adatto per innumerevoli malattie.
Una persona adulta necessita, in media, una quantit di proteine pari a mezzo grammo per ogni chilogrammo del suo peso
corporeo. In altre parole una persona pesante sessanta chilogrammi necessita di 30 grammi di proteine giornaliere.
La quantit di grassi si aggira intorno ai 30 grammi giornalieri, l'ideale sarebbe di assumerne una parte dal regno vegetale
(oli, ecc.) e l'altra da quello animale (burro, formaggi grassi, ecc.)
Per la quantit di carboidrati non esiste una regola fissa in quanto, come avviene per il carburante nelle autovetture, dipende
dalla lunghezza del viaggio, ovvero dal tipo di attivit svolta dalla persona stessa.
Appare evidente che in presenza di un'intensa attivit sportiva necessario aumentare di molto la quantit dei carboidrati
ingeriti mentre quella dei protidi e dei grassi lo deve essere in misura molto minore.
Un'alimentazione con un eccesso di grassi conduce a seri problemi perch il sangue perde la sua naturale fluidit e non
riesce a scorrere facilmente nei minuscoli vasi capillari. Un sangue denso tende anche a creare un sottile strato all'interno
delle arterie. Questo strato restringe il diametro delle arterie ma ci che rende la cosa ancor pi grave il fatto che, nel
tempo, questo strato si indurisce e l'arteria perde la sua capacit di espandersi.
Arteriosclerosi, pressioni alte, infarti ed altri problemi circolatori potrebbero trovare la loro origini proprio in una
alimentazione con grassi in eccesso.
Un eccesso di proteine crea un lavoro molto complesso per gli organi della digestione e dell'assimilazione. Ci accade
perch le proteine che non servono per creare dei pezzi di ricambio all'interno dell'organismo vengono trasformate in
energia ed utilizzate come fossero dei carboidrati. Questo processo viene svolto dal fegato che deve fare un notevole lavoro
supplementare con la conseguente generazione di molti rifiuti che poi dovranno essere eliminati.
Un eccesso di carboidrati porta all'accumulo del "carburante" non utilizzato (glicogeno) all'interno del fegato e, se tale
eccesso superiore alla sua capacit di immagazzinaggio, verr distribuito nell'organismo con la conseguente tendenza ad
ingrassare.
La seguente tabella mostra il contenuto in grammi di proteine, grassi e carboidrati riferiti a 100 grammi degli alimenti pi
comuni.

ALIMENTO
Arance
Banane
Burro
Certosino
Cioccolata
Emmenthal
Fagioli secchi

PROTEINE
1
1
1
24
2
24
24

GRASSI
--80
31
22
26
1

CARBOIDRATI
12
22
--65
3
59

Gorgonzola
Latte intero
Lattuga
Maiale
Mandorle
Margarina
Mele
Miele
Noci
Olio
Pane bianco
Pane integrale
Parmigiano
Pasta
Patate
Pollo
Prosciutto cotto
Riso
Salame
Tonno
Un uovo
Uva
Vitello
Yogurt
Zucchero

25
3
1
18
17
1
--20
-9
9
35
10
2
20
19
6
36
26
7
1
20
5
--

32
4
-21
54
80
--35
99
1
2
25
--5
20
-34
11
5
1
5
4
--

1
4
3
-19
-12
81
14
-56
49
4
75
20
-1
77
---17
-5
99

CONCLUSIONE
Potrebbe essere un esercizio interessante fare un conteggio della quantit di carboidrati, grassi e proteine assunti in una
giornata e cominciare a correggere la dieta qualora vi sia un eccesso di grassi o proteine.
Ricordiamo allo sportivo che necessit molti pi carboidrati di una persona normale, la quantit di grassi e proteine deve
per essere aumentata solo di poco perch un aumento sensibile potrebbe generare dei problemi.
BIBLIOGRAFIA
Patrick Holford, Vivere bene con il proprio corpo,
Sperling & Kupfer Editori, MIlano, 1985
Pierre Oudinot, Tutto quello che dovere sapere sul cibo,
SIAD Edizioni, Milano, 1982