Sei sulla pagina 1di 2

NOMEPAGINA: ENTILOCALI EL1IN NAZ VIII 20/04/07 Autore: BTRALDI Data e Ora di stampa: 20/04/07 16.

19 Colore: C

COMUNICAZIONE

Portali, i vantaggi di una gestione professionale


di Domenico Pennone
L’utilizzo di una La guida del Formez
I
l sito internet di una Pub-
blica amministrazione è
struttura ad hoc oggi percepito dai citta-

incaricata di aggiornare
dini come una delle princi-
pali “porte” di accesso ai S ul sito del Formez (http://egov.formez.it/) è disponibile
una «Guida Utile alla Redazione sito web PA» che analiz-
za i profili professionali impegnati nella progettazione, nel-
servizi erogati. Di là dalle
costantemente attese, il sito è lo strumento l’aggiornamento e nello sviluppo dei siti web di un’Ammini-
che meglio riesce ad armo- strazione locale. La redazione web “ideale” di una PA è
e ottimizzare nizzare e soddisfare le esi- composta, secondo il Formez, da 11 figure professionali ne-
cessarie per gestire al meglio un sito istituzionale raggruppate
i contenuti del sito genze e le finalità legate al-
le attività di comunicazione per ambiti: Progettazione e Disegno, Gestione Contenuti, Ge-
istituzionale garantisce e d’informazione istituzio- stione Tecnologica. Per ciascun profilo il Formez fornisce una
definizione ed elenca le principali attività svolte. I profili pro-
nale. La pubblicazione sul
una buona immagine web, se correttamente ali- fessionali considerati sono: 1) Analista siti e servizi web; 2)
mentata dalle “notizie” in- Web Project manager; 3) Web Designer; 4) Content Mana-
all’Ente locale terne, contribuisce al diffon- ger; 5) Redattore; 6) Redattore multimediale; 7) Animatore
dersi nell’ente di una mag- web; 8) Sistemista; 9) Amministratore di rete; 10) Specialista
e molti vantaggi giore e più articolata cultu- di sistema in area web; 11) Amministratore data base. l
ai cittadini, ra della comunicazione.
Fino a poco tempo fa, nella
ma soprattutto Pubblica amministrazione, be essere organizzata come se interne alla struttura
l’attività di comunicazione un vero e proprio ufficio in- ed eventuali referenti e
fa da volano si identificava sostanzial- dipendente. collaboratori esterni;
mente con il Servizio stam- Ÿ la conseguente attività di
alla diffusione pa o Ufficio stampa. La fun- LA WEB-REDAZIONE pubblicazione dei conte-
zione prevalente di quest’uf- Dal punto di vista organiz- nuti adeguandoli a un lin-
di una moderna cultura ficio era di tipo politico-isti- zativo è sempre opportuno guaggio compatibile al
organizzare l’ufficio che si
organizzativa tuzionale, limitata alla ge-
stione dei rapporti con i occupa del sito come una
mezzo di comunicazione
(web) e ai pubblici di rife-
basata sulla condivisione mass-media. Dalla metà de- vera unità operativa, con
una propria struttura web-re-
rimento (cittadini, impre-
gli anni 90, a seguito di se, enti, organizzazioni
dei flussi informativi provvedimenti legislativi e dazionale, composta da per- eccetera).
delle norme in materia, l’of- sonale specializzato. Que- La pubblicazione dei conte-
ferta di comunicazione ha sta scelta di specializzazio- nuti sul web è dunque, pri-
conosciuto una progressiva ne consente di sfruttare al ma di tutto, il frutto di un
differenziazione che si è massimo le potenzialità del- complesso lavoro di back
concretizzata essenzialmen- la tecnologia disponibile e office.
te nella diffusione degli di ottenere buoni risultati
«Uffici per le Relazioni con per la qualità della comuni- PROFESSIONALITÀ
il pubblico», meglio noti co- cazione e delle informazio- E RELAZIONI
me Urp. Negli ultimi anni, ni prodotte. Gli operatori del web diven-
il diffondersi di internet an- I compiti ordinari di una re- tano nodo centrale della re-
che nella Pa ha fatto sì che dazione web possono esse- te dei flussi informativi. In-
attorno alla struttura che si re definiti in tre specifiche dispensabile quindi la co-
occupa del sito istituzionale attività: stante interazione tra la
si sviluppasse un terzo e au- Ÿ la ricerca, selezione e ve- “redazione” e i referenti in-
tonomo centro di comunica- rifica delle fonti, sia inter- dividuati all’interno del-
zione. Per le sue caratteristi- ne che esterne; l’amministrazione. Il suc-
che di unicità e specializza- Ÿ il coordinamento dei flus- cesso del funzionamento di
zione, tale struttura dovreb- si informativi tra le risor- un sito web e della comuni-

VIII APRILE 2007


NOMEPAGINA: ENTILOCALI EL1IN NAZ IX 20/04/07 Autore: BTRALDI Data e Ora di stampa: 20/04/07 16.19 Colore: Com

COMUNICAZIONE

cazione on line dipende pro-


prio dal buon andamento di Link utili
questa rete di relazioni. Pre-

U
supposto imprescindibile RPdegliURP promosso dal Dipartimento zioni/vol11.htm
per un sistema vincente. della Funzione Pubblica per sostenere e Regolamento della comunicazione Web e
Se la “redazione” non rie- valorizzare la funzione di comunicazio- Multicanale della Regione Calabria
sce a essere un nodo priori- ne nell’ambito delle istituzioni pubbliche. Uno Regolamento regionale 29 luglio 2003, n. 7
tario di questa rete, il ri- straordinario archivio, fonte d’aggiornamen- www.consiglioregionale.calabria.it/legisla-
schio che si corre è di co- to e discussione. zione/Regol7.2003.html
struire un sito web conteni- www.urp.it Portale Regione Campania. Tra le prime Re-
tore. Il sito, in questo caso, Le Linee Guida per la gestione delle informa- gioni a costituire uno specifico ufficio per la
può essere anche perfetto zioni sui server web della regione emilia-ro- redazione del portale composto da persona-
dal punto di vista tecnologi- magna. le interno specializzato (web project mana-
co ma risulta incompleto www.regione.emilia-romagna.it/sin_info/li- ger).
dal punto di vista contenuti- neeguida/index.htm www.regione.campania.it
stico-istituzionale. Per evi- Manuale per responsabili e redattori di siti Innovazione e comunicazione un interessante
tare questo rischio è indi- web pubblici. Un viaggio verso i siti pubblici articolo di Giuseppe Nucci. Del 2003, anco-
spensabile prestare molta at- di qualità. ra attualissimo. www.carabinieri.it/Internet/
tenzione alla struttura che www.regionedigitale.net/wcm/erdigitale/ Editoria/Rassegna+Arma/2003/4/Stu-
se ne occupa. L’Ufficio per pagine/pagina_documentazione/pubblica- di/03_Giuseppe_Nucci.htm
la gestione redazionale del
sito dovrebbe essere compo-
sto di risorse umane etero- della comunicazione inter- re relazioni meccaniche tra richiede un impegno reci-
genee, per competenze e re- na, la struttura che si occu- le persone. È la comunica- proco e collaborativo tra la
sponsabilità. Gli addetti pa del sito può acquisire zione interna, intesa nel redazione e la rete dei refe-
sempre legittimati e ricono- lentamente anche il compi- suo complesso, che può se- renti interni all’amministra-
scibili nel proprio ruolo. La to di instaurare forme di riamente garantire il suc- zione. Un impegno che do-
loro professionalità deve as- ascolto capaci di coinvol- cesso del sito. vrebbe sempre basarsi sul-
sicurare affidabilità su tutti gere il personale su temi di Indispensabile quindi che lo scambio naturale d’in-
gli aspetti: informatici, co- gestione e sviluppo del- gli addetti acquisiscano un formazioni e anche sul-
municazionali, amministra- l’amministrazione. Grazie approccio alla comunica- l’eventuale richiesta di
tivi. al rapporto che si stabili- zione di tipo multilivello, chiarimenti e integrazioni
I vari settori dell’ammini- sce tra i vari settori e la che tenga conto dei diversi documentali e sulla piena
strazione che affidano la struttura che si occupa del- contributi che arrivano dai cooperazione relazionale.
propria visibilità agli opera- la visibilità on line è possi- singoli servizi. La redazio- Diventa quindi fondamen-
tori del sito, devono sentir- bile favorire l’azione criti- ne dovrà usare tutte le for- tale individuare con atten-
si garantiti dalla loro com- ca e propositiva, che diven- me possibili di conversa- zione il personale da impie-
petenza. Qualcosa di più ta risorsa fondamentale zione tra i dipendenti, in gare in questi uffici, e veri-
che una semplice attribuzio- per il governo ed il miglio- un’ottica di gestione com- ficare il reale possesso del-
ne di mansioni. Un vero e ramento qualitativo dell’at- plessiva della conoscenza. le competenze. Si rendono
proprio riconoscimento del tività amministrativa. Grazie al rapporto che si necessarie formazione e
difficile ruolo assunto. Ruo- Ovviamente, indispensabi- può stabilire tra il sito in- qualificazione degli addet-
lo che va conquistato gior- le per “l’alimentazione” ternet (occasione di visibi- ti ma anche la predisposi-
no per giorno. del sito e per la gestione lità per tutti) e i singoli zione di percorsi d’inqua-
Questa impostazione esclu- dei flussi documentali, è la settori dell’amministrazio- dramento professionale
de ovviamente ogni possibi- presenza di un’efficiente ne, è possibile rompere i specifico all’interno del-
lità di esternalizzazione del- rete Intranet. confini tra le diverse appar- l’assetto organizzativo del-
la gestione del sito internet. L’intranet da sola, non ba- tenenze e mettere in comu- l’Ente. Questo significa
Esperienze che hanno visto sta però a costruire un ne i propri “contenuti” al che la Pubblica ammini-
affidare all’esterno la ge- buon sito, soprattutto se servizio e negli interessi strazione, se intende davve-
stione del sito istituzionale, questa è concepita esclusi- degli utenti. ro affrontare il tema della
a quanto risulta, sono tutte vamente come l’insieme qualità della propria comu-
più o meno fallite. dei collegamenti fisici tra i NUOVE QUALIFICHE nicazione on line, dovrà an-
computer dei dipendenti o E INQUADRAMENTI che riconoscere presto nuo-
COMUNICAZIONE al massimo un sistema ca- Un’efficace realizzazione ve qualifiche professionali
MULTILIVELLO pace di gestire i processi delle attività di pubblica- e nuovi inquadramenti con-
Con una corretta gestione amministrativi e di stabili- zione di contenuti sul sito trattuali. l

APRILE 2007 IX