Sei sulla pagina 1di 1

NOMEPAGINA: ENTILOCALI EL1IN NAZ XXI 16/03/07 Autore: BTRALDI Data e Ora di stampa: 16/03/07 15.

39 Colore: C

SERVIZI ICT

Il punto di vista del fornitore/2: Engineering


«L a qualità del lavoro nelle Pub-
bliche amministrazioni, il ri-
schio di perdita delle professionalità
Siap: il Sistema informativo del per-
sonale e il Sistema per l’anagrafe
dell’edilizia scolastica sviluppati ri-
esigenze di un’altra amministrazio-
ne, ma anche perché libera risorse
per arricchire di funzioni il software
più qualificate, la difficoltà delle am- spettivamente per il ministero del- esistente e per intraprendere iniziati-
ministrazioni di attrarre il capitale l’Economia e per il ministero della ve diverse e più stimolanti anche dal
umano migliore costituiscono fattori Pubblica istruzione. La realizzazione punto di vista tecnologico. Senza di-
critici che si ripercuotono sull’efficien- di un sistema come il Siap offre un menticare la specifica competenza
za e l’efficacia dell’azione ammini- supporto ai nuovi processi di gestio- di dominio che Engineering ha capi-
strativa e sulla qualità dei servizi ai ne del personale rivolti alla valoriz- talizzato nella realizzazione di quel
cittadini. L’amministrazione pubblica zazione della risorsa umana, oltre a software, in particolar modo nella fa-
deve diventare sempre più un datore sostenerne i più tradizionali processi se di analisi funzionale in collabora-
di lavoro eccellente, effettuare anali- di gestione amministrativa e giuridi- zione con il cliente. Questa compe-
si delle competenze, curare una for- co-economica; dall’altro lato il siste- tenza è un asset aziendale, uno spe-
mazione permanente, il coinvolgi- ma aiuta ad aumentare l’efficienza cifico know how che si può tradurre
mento del personale, elaborare siste- complessiva, riducendo le risorse e i anche in vantaggio competitivo sul
mi di valutazione delle performances costi da dedicare ai processi interni, mercato in questa specifica area».
e sistemi retributivi incentivanti». Ad liberandoli a favore dei servizi rivolti Una opportunità per le aziende, dun-
affermarlo è Paola Poli, responsabile ai cittadini». que, che può essere colta anche dal-
commerciale Pubblica amministrazio- Dalle sue parole, appare evidente la Pubblica amministrazione. «Le esi-
ne centrale per la Engineering Spa, che la scelta del riuso e della intero- genze di contenimento della spesa,
azienda attiva sul mercato delle tec- perabilità tra le amministrazioni, nel conclude Poli, portano le Pubbliche
nologie e dei servizi IT. Sul fronte dei processo di innovazione tecnologica amministrazioni a superare diffiden-
progetti di e-government e sulla loro orientata al risparmio e alla raziona- ze reciproche e a riutilizzare softwa-
filosofia orientata al riuso, Poli con- lizzazione degli investimenti, non re sviluppato ad hoc e di proprietà
ferma la grande attenzione delle rappresenta un problema per le di altre amministrazioni. Con grandi
aziende, come dimostra, spiega aziende del settore. «Per Enginee- vantaggi. La soluzione Siap, ad
prendendo spunto dalla sua esperien- ring, sottolinea Poli, più che un pro- esempio, a seguito di un protocollo
za aziendale, «il fatto che due filoni blema è un’opportunità. Il riuso di un di intesa stipulato con l’allora ministe-
applicativi - la gestione del persona- software applicativo apre nuove pos- ro per l’Economia e le Finanze, è
le e la gestione degli immobili - sono sibilità di business, non soltanto per stata riutilizzata per realizzare il si-
oggi rappresentati nel portafoglio quanto concerne le inevitabili attività stema di gestione del personale della
del riuso del Cnipa con due prodotti di modifica ritagliate sulle specifiche Corte dei conti». (Domenico Pennone)

compartecipazione degli sulle risorse umane in un fesa attraverso la condivi- sce il fulcro operativo del-
investimenti con altri. solo anno di attività del sione dei servizi. Mentre le raccomandazioni redat-
Senza dimenticare i con- suo Centro per i servizi il Dipartimento del lavoro te dal governo per le va-
tatti con i fornitori, che condivisi. e delle pensioni ha lancia- rie organizzazioni. A que-
devono essere in grado di Lo Shared business servi- to a settembre scorso il sto primo suggerimento
supportare il cambiamen- ce del Servizio sanitario suo centro di servizi con- si aggiunge l’analisi dei
to nei termini previsti. nazionale britannico, da divisi accorpando varie processi di business e lo
Obiettivo comune degli parte sua, ha consentito funzioni, dai pagamenti snellimento delle procedu-
sforzi organizzativi pro- un risparmio del 34 per degli utenti fino ai servizi re per ottenere una miglio-
mossi dal gruppo di lavo- cento sui costi relativi al- re standardizzazione del-
per i 110mila dipendenti, le operazioni. Si racco-
ro, quello di liberare ri- la gestione delle transazio- liberando così risorse da manda poi la creazione di
sorse che possano essere ni finanziarie e prevede impiegare laddove ci sia operazioni sufficiente-
utilmente reinvestite in un risparmio di 220 milio- bisogno. mente ampie da generare
attività a favore del citta- ni di sterline nei prossimi economie di scala.
dino e nel miglioramento 10 anni. SHARED SERVICES È richiesta, infine, atten-
dei servizi. A 300 milioni di sterline In questo scenario, la cre- zione alla gestione dei ser-
In attesa del futuro, il Di- ammonta invece la cifra azione, all’interno di vizi per assicurare il giu-
partimento dei trasporti di che, nello stesso periodo un’organizzazione di un sto orientamento all’uten-
Londra ha già risparmiato di tempo, punta a recupe- apposito centro per gli te da parte del centro di
il 30 per cento di spese rare il ministero della Di- shared services costitui- servizi condivisi. l

24 MARZO 2007 - n˚ 12 XXI